Rinnovo Gamma Prodotti CartaSi pagina 16

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rinnovo Gamma Prodotti CartaSi pagina 16"

Transcript

1 n. 14 dicembre 2012 w w w. c r - l a v i s. n e t Rinnovo Gamma Prodotti CartaSi pagina 16 Convenzione A.P.S.P. pagina 27 Borse di Studio Cassa Rurale pagina 59

2 l a c a s s a r u r a l e pag. 03 pag. 04 pag. 05 pag. 06 L Editoriale L Approfondimento Il Collegio dei Probiviri La Formazione del Consiglio di Amministrazione periodico di informazione e cultura b a n c a pag. 07 pag. 10 pag. 11 pag. 12 pag. 14 pag. 16 pag. 18 pag. 19 Situazione dei Mercati Finanziari Premio Morningstar NEF Banca Multicanale: novità da Inbank Convegno della Federazione Trentina a Comano Il Nuovo Sito Risparmiolandia Rinnovo Gamma Prodotti CartaSi Nuovo Servizio Primi alla Prima Telepass on line s o m m a r i o t e r r i t o r i o pag. 20 s o c i Principali manifestazioni autunno-inverno 120 Anniversario Corpo Vigili del Fuoco Albiano Asilo Estivo a Cembra Castagnada Biana ad Albiano Cembragosto Il Fiume che non c è: un Quartiere in Festa Giornata della Comunità a Zambana 8 a Edizione Fiera dei Ciucioi pag. 27 Convenzione A.P.S.P. per i Soci pag. 30 Servizio di Assistenza fiscale con il CAF Acli pag. 31 Convenzione Abbonamenti 2013 pag. 32 Convenzione Trentino Fiemme 2013 I Giovani Cooperatori della Cassa Rurale s o l i d a r i e t à pag. 34 pag. 40 PILLOLE DALLE ASSOCIAZIONI Associazione Astrofili Valle di Cembra Associazione Rododendro Atmar e Cassa Rurale: insieme per la salute Festa Regionale Famiglie Numerose a Lavis Gruppo SAT di Albiano Associazione Tradizioni Faorane PILLOLE DAL MONDO Gruppo Missionario Albiano Gruppo Missionario Nave San Rocco s p o r t pag. 42 pag. 43 pag. 44 pag. 45 pag. 46 pag. 47 pag. 48 Circolo Bocciofilo Nave San Felice Karate Lavis: tra sport e solidarietà Memorial Nones e Trofeo Cassa Rurale La Nazionale di Pallamano a Lavis 16 Trofeo Fontana D Ao 14 Trofeo Pilati a Zambana Memorial Cristina Chillon Direttore responsabile: Redazione e coordinamento: Hanno collaborato: Walter Liber Alessio Saiani Diego Nart Fernando Odorizzi Tiziano Merler Alessio Maccani Daniele Caset a r t e - c u l t u r a pag. 49 pag. 51 pag. 52 pag. 54 pag. 55 pag. 56 pag. 57 pag. 58 Ad Albiano il Museo del porfido Festivalavis: la Giornata Musicale della borgata Banda Sociale di Zambana Incontro con don Farina a Grumes Risuonar di Notte a Segonzano Sentimenti al Fronte, la mostra a Sover Il Comune di Albiano incontra la popolazione Arte, Storia e Fede a Lavis e Valle di Cembra Realizzazione: Prima - Trento s c u o l a Illustrazioni: Stampa: Ilaria Castellan Alcione - Trento pag. 59 pag. 60 pag. 62 Borse di Studio Cassa Rurale Lavis - Valle di Cembra Borse di Studio Valle di Cembra 3 a Edizione Corsi per Adulti Periodicità Semestrale v i a g g i pag. 63 Donne Rurali Lavis in Gita a Vajont pag. 64 Soggiorno Gatteo Mare Comunità di Valle Associate pag. 65 I viaggi in programma nel 2013

3 l a c a s s a r u r a l e L Editoriale di Ermanno Villotti L a fine dell anno 2012 sta giungendo al suo epilogo lasciando ancora senza risposta i numerosi dubbi che lungo questi dodici mesi si sono fatti strada nei nostri pensieri. Quando vedremo con certezza la luce in fondo tunnel dove la crisi economica ha trascinato una parte della nostra economia? E fino a quando dovremo attendere per constatare che le nostre imprese stanno ritrovando il lavoro che invoglia ad investire nel futuro e poter constatare che la fiducia è tornata nelle nostre famiglie? Allo stato degli avvenimenti non è certamente semplice azzardare risposta alcuna, ma qualche indicazione ed insegnamento si dovrà pur ricavare facendo quanto possibile per aiutare a sopportare questa contingenza. E qui il discorso si fa complesso: cosa deve fare, una Cassa Rurale, una cooperativa che di mestiere fa la banca, in una situazione come quella che stiamo vivendo? Con quali mezzi può aiutare le imprese e le famiglie a sopportare la crisi? Vediamo la polemica, di questi tempi insistente, di criticare le banche che anche da noi stringono i cordoni, limitano i prestiti, costringendo in tal modo le imprese a chiudere. Troppo semplicistico perché sia vero. Le banche, e quindi anche le Casse Rurali, svolgendo la loro funzione, si trovano nel mezzo tra famiglie risparmiatrici e imprese che hanno bisogno di finanziamenti. Per raccogliere il risparmio, in questo periodo assai raro, è necessario offrire un riconoscimento soddisfacente per il depositante, allo stesso tempo si può consegnare questi risparmi solo a chi è in grado di restituirli, nei tempi e nei modi pattuiti. Va anche ricordato che sono state concordate le ristrutturazioni finanziarie, le deroghe, le moratorie e tutto quanto si può fare nei limiti che la severa normativa bancaria consente. A chi chiede se l impegno della nostra Cassa su questo tema sia adeguato alla situazione, dobbiamo rispondere che non c è stato e non ci sarà alcun disimpegno o posizione di comodo vantaggio, da parte nostra. A tutte le manovre di sostegno alla crisi attivate dallo Stato e dalla Provincia Autonoma di Trento fin dal 2008, la nostra Cassa Rurale ha aderito con prontezza e convinzione per azionare tutte le misure indirizzate al soccorso alle imprese, senza contare le numerose iniziative che vengono messe in campo per situazioni particolari, in casa nostra. Guardandoci attorno non risulta che altre banche operanti nella zona, abbiano fatto altrettanto. Se lo scopo statutario della cassa Rurale è il sostegno dell economia locale, che rappresenta il nostro mercato di riferimento, ebbene quest obiettivo rimane la premessa fondamentale di ogni deliberazione che il Consiglio di Amministrazione va ad assumere. Ma, va detto che la medesima serietà e buona intenzione va applicata anche nei casi pochi per la verità ove l impiego di risorse finanziarie equivale ad un rischio troppo elevato oppure ad una sicura perdita dei soldi richiesti. Dopo queste considerazioni, anche se oggi c è poco ottimismo in giro, vorremmo spendere una parola di speranza e di fiducia per il futuro, con particolare riguardo alle giovani generazioni che si trovano, magari dopo aver studiato con profitto, a cercare di entrare nel mondo del lavoro per iniziare una propria vita, dignitosamente autonoma. Facciamoci coraggio a vicenda, senza cedere ad un pessimismo totale: se saremo uniti nei nostri intenti fondamentali, affronteremo insieme con impegno anche questa crisi, mettendo in moto una macchina che si è quasi fermata. Siamo certi che una volta risolta, ci ritroveremo migliori, più forti di come l abbiamo iniziata, se adesso ci sforziamo di capire quello che nella nostra realtà va cambiato. A nome del Consiglio di Amministrazione e di tutti i nostri collaboratori, auguro a tutti Voi un sereno Natale ed un felice avvio dell anno nuovo. Presidente del Consiglio di Amministrazione della Cassa Rurale Lavis Valle di Cembra Ermanno Villotti 3

4 l a c a s s a r u r a l e L Approfondimento di Diego Eccher C i stiamo avvicinando alla fine del 2012, ANNO INTERNAZIONA- LE DELLA COOPERAZIONE, con molti dei problemi che avevamo ad inizio anno ancora irrisolti. Se andiamo a guardare i dati contabili, la fotografia della nostra Cassa al 30 novembre evidenzia un totale di impieghi pari a 612 milioni di euro, una raccolta diretta effettiva di 609 milioni e una indiretta di poco più di 92 milioni, per un totale di raccolta complessiva di oltre 700 milioni e di masse intermediate che superano il miliardo e 300 milioni. Se però andiamo a confrontare questo dato con quello di fine 2011 (31/12/2011), vediamo che gli impieghi sono in calo dell 1,40%, soprattutto a causa della mancata richiesta di finanziamento da parte delle nostre aziende. Il rallentamento dei finanziamenti, l incremento del costo della raccolta unito alla difficoltà di ridurre i costi di gestione (dinamiche che non sono nelle nostre mani) condizioneranno la redditività della nostra Cassa, indebolita, come tutte le nostre consorelle, dal deterioramento della qualità degli attivi. A novembre le nostre sofferenze (crediti deteriorati) percentualmente arrivavano quasi al 4% del totale impieghi: colpa di una crisi che non sembra trovare soluzione nel breve e che anzi le ultime turbolenze politiche stanno aggravando. L incidenza delle rettifiche di valore (dubbi esiti) sulle sofferenze è ora pari a circa il 40%, dato questo che ci mette in una situazione di vantaggio competitivo rispetto all andamento delle altre Casse Rurali, le quali devono accantonare quote superiori. Se andiamo ad analizzare invece il dato relativo alla raccolta, a fine novembre notiamo un andamento sostanzialmente in linea con quello di fine 2011; tuttavia la previsione di fine anno è peggiorativa, sia a causa della raccolta in uscita per il pagamento delle tasse (IMU in primis), sia per la presenza di talune scadenze tecniche. Pertanto anche la raccolta segna il passo: chiuderemo alla pari o negativi rispetto al 31/12/2011. L elevata dipendenza dal margine di interesse (differenza tra attivi e passivi) e la rigidità dei costi operativi, stanno accentuando la nostra vulnerabilità strutturale. Essere banca locale ci favorisce in una più efficiente allocazione del credito in quanto godiamo di vantaggi informativi sulle condizioni dei nostri clienti basate anche sulla conoscenza diretta. Tale radicamento talvolta però può anche trasformarsi in condizionamento, con il pericolo di distorcere le valutazioni del merito di credito. Inoltre la delimitazione territoriale dell operatività può comportare una minore diversificazione settoriale dei prestiti. I settori in crisi in cui siamo maggiormente esposti sono l industria estrattiva e l immobiliare/edilizia, con la difficoltà del mantenimento dei valori di mercato degli immobili posti a garanzia. Ci auguriamo ovviamente una pronta soluzione politica che possa riportare lo spread a livelli accettabili e ridare slancio ad un economia asfittica in un contesto europeo in ripresa. Se ciò non accadesse, la crisi del debito pubblico affosserebbe qualsiasi timido tentativo di ripresa. Per parte nostra quello che possiamo fare è non farci prendere dallo scoramento ed impegnarci, se possibile, in misura ancora maggiore. Impegno che deve essere comune, perché anche voi, cari Soci, dovete concorrere a migliorare le cose, stando vicini alla vostra Cassa Rurale e cercando di capire gli sforzi che sta facendo per rimanere ancorata al territorio e per non perdere mai di vista la mission della sua azione: Impresa di Credito Cooperativo efficiente ed efficace al servizio dei soci e dell economia locale, valorizzando le vocazioni territoriali e gli attuali bisogni di sviluppo delle diverse comunità di riferimento. Il Direttore Generale Diego Eccher 4

5 l a c a s s a r u r a l e Il Collegio dei Probiviri I probiviri sono i cosiddetti uomini onesti, persone che, per particolari qualità morali e professionali, sono investite di poteri giudicanti e arbitrali sull andamento di un istituzione o associazione, sugli eventuali contrasti interni, sui rapporti con altri enti e simili. È previsto, dagli statuti delle società cooperative, un Collegio dei Probiviri, organo avente il compito di risolvere eventuali controversie tra soci o fra soci e società riguardanti il rapporto sociale (ammissione di nuovi soci, esclusione, recesso) o la gestione mutualistica. In quanto società cooperativa, anche la Cassa Rurale Lavis Valle di Cembra è dotata di questo organo, composto da tre individui, tutti soci della Cassa Rurale e disponibili a fornire il loro contributo in forma gratuita: il Presidente e due membri effettivi, con l aggiunta di due supplenti, possibilmente scelti tra coloro che abbiano in passato ricoperto tale carica, salvo incompatibilità con altre cariche sociali. I probiviri sono eletti dall Assemblea con maggioranza dei due terzi dei votanti; il mandato è triennale, salvo dimissioni o revoca da parte dell Assemblea Generale dei Soci. Composizione del Collegio dei Probiviri della Cassa Rurale Lavis Valle di Cembra: Presidente del Collegi dei Probiviri: socio Bruno Largher (Lavis) Componente Effettivo: socio Rino Andreatta (Segonzano) Componente Effettivo: socio Tullio Moser (Pressano) Componente Supplente: socio Ezio Perli (Zambana) Componente Supplente: socio Ivan Battisti (Sover) Presidente del Collegi dei Probiviri Bruno Largher Il Collegio dei Probiviri è responsabile del rispetto del regolamento dell Assemblea dei Soci, applica le sanzioni per il suo mancato rispetto e, in generale, svolge funzioni di arbitrato tra le varie componenti della Cassa Rurale. Può richiamare sia informalmente che formalmente un socio e sospenderlo per un periodo determinato nel caso in cui non rispetti il regolamento dell Assemblea. Arbitra inoltre inappellabilmente le controversie sorte nell ambito della Cassa Rurale e interessanti uno o più soci; oltre a ciò, il Collegio dei Probiviri ha compiti generali di controllo del rispetto, da parte delle cariche elette, delle norme statutarie. Per perseguire questo fine, il Collegio dei Probiviri può chiedere informazioni riguardanti il loro operato agli altri organi della Cassa Rurale o ai soci eletti o delegati a compiere particolari funzioni per la Cassa Rurale. Il Collegio dei Probiviri risponde di fronte all Assemblea Generale di tutti i suoi atti. Il Collegio dei Probiviri ha il compito di appianare vertenze e questioni sollevate da uno o più soci riguardanti la corretta interpretazione dello Statuto e dei suoi principi e, ove necessario, ha la facoltà di apportare modifiche minori al testo dello Statuto, comunicandone l eventuale variazione all Assemblea dei Soci. Il collegio dei Probiviri può inoltre avviare un procedimento finalizzato a proporre all Assemblea generale lo scioglimento di un organo dell Associazione per motivi disciplinari, nell eventualità di fatti gravi e attendibili di responsabilità della maggioranza o della totalità dei componenti dell organo, tali da invalidare l azione dell organo, o per gravi irregolarità amministrative, motivate e documentate dal Collegio Sindacale. a.s. Da sinistra: Tullio Moser Rino Andreatta Ezio Perli Ivan Battisti 5

6 l a c a s s a r u r a l e ll Percorso di Formazione del Consiglio di Amministrazione D ieci temi per altrettante occasioni di formazione indirizzate agli amministratori e ai sindaci della nostra Cassa Rurale. Un percorso intenso, impegnativo, ma orientato ad arricchire il bagaglio di conoscenze di ognuno. Temi differenti tra loro: alcuni di carattere maggiormente tecnico, altri più orientati a cementare i valori dello spirito e dell agire cooperativo. Insomma, un pacchetto che ha cercato di venire incontro alle aspettative e alle esigenze del singolo e al suo desiderio di saperne di più. L iniziativa ha voluto rispettare il 5 principio della Dichiarazione d identità Cooperativa adottata dall assemblea generale dell Alleanza Cooperativa Internazionale del Essa stabilisce che, le società cooperative, assicurano ai propri eletti l educazione e la formazione necessarie perché contribuiscano in maniera efficace allo sviluppo della cooperativa. Dieci temi si diceva. Eccoli. Cassa Rurale e Comunità. Michele Dorigatti, dell ufficio studi e intercooperazione della Federazione, ha parlato di reciprocità all interno delle comunità presenti sul territorio, i possibili elementi di innovazione del movimento cooperativo e la rendicontazione sociale. La valutazione delle pratiche di Fido. Mario Tramontin e Stefano Patton, dipendenti della Cassa Rurale, hanno posto l obiettivo sui tecnicismi attinenti l analisi di bilancio e la valutazione del merito creditizio. L organizzazione della Cassa Rurale. Alverio Odorizzi e Giorgio Pezzè, dipendenti della Cassa Rurale, hanno fornito un quadro esaustivo della struttura organizzativa della Cassa Rurale e sul funzionamento dei principali processi operativi. La Vigilanza sulle Cooperative. Enrico Cozzio, responsabile del settore Vigilanza della Federazione Trentina della Cooperazione, ha proposto il quadro di riferimento della normativa sulla vigilanza delle cooperative, approfondendo gli elementi collegati alle visite ispettive, i provvedimenti sanzionatori e il controllo giudiziario. La Pianificazione e il Controllo di Gestione. Fernando Odorizzi dipendente della Cassa Rurale e il direttore generale, Diego Eccher, avvalendosi di richiami specifici e approfondimenti hanno illustrato gli aspetti peculiari della pianificazione strategica e il controllo di gestione. Elementi significativi del bilancio della Cassa Rurale e comparazione con i dati di sistema. Ruggero Carli, responsabile del settore Casse Rurali della Federazione Trentina della Cooperazione, dopo aver analizzato le voci e gli indicatori più significativi del bilancio della Cassa Rurale, ha fornito un quadro di raffronto con il sistema del credito cooperativo trentino, nazionale e del sistema bancario. Il marketing. Giuseppe Armani, responsabile dell Ufficio Marketing di Cassa Centrale Banca, ha parlato delle tecniche di marketing, in particolare di contesto competitivo. Ha offerto un ampia carrellata sulle principali tematiche legate alle funzioni di marketing delle Casse Rurali Trentine. Strumenti Finanziari. Gianluca Blasioll, responsabile dell Ufficio Asset Management Istituzionale di Cassa Centrale Banca e Fabrizio Zadra, responsabile dell Area Finanza della nostra Cassa Rurale, hanno proposto una panoramica sugli strumenti finanziari e sull andamento dei mercati. Dare valore alle differenze: quando la comunicazione diventa strategica. Ad affrontare il penultimo appuntamento è stata la consulente Enrica Tomasi. Obiettivo: far riflettere sulle tecniche e strumenti di comunicazione, sui fattori ed elementi distintivi della propria azienda/ prodotto e a riconoscerne la differenza e sulla capacità di trasformare gli elementi distintivi in una comunicazione efficace. Gli organi sociali, compiti e responsabilità degli amministratori. Filippo Sartori, ricercatore di Diritto Privato presso la facoltà di Giurisprudenza dell Università di Trento, ha argomentato in modo esaustivo su questo tema di particolare importanza per chi riveste questo ruolo nel board della Cassa Rurale. d.n. 6

7 l a c a s s a br ua rn ac la e Situazione Mercati Finanziari analisi a inizio dicembre 2012 Congiuntura Internazionale Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha rivisto al ribasso le stime della crescita del prodotto Interno Lordo mondiale, portandole dal 3,6% al 3,3% per il 2012 e dal 4,1% al 3,6% nel Le difficoltà maggiori nel 2013 si riscontrano nei Paesi sviluppati con una crescita media del 2% circa mentre i Paesi Emergenti cresceranno del 6% circa. Negli Stati Uniti, il Prodotto Interno Lordo nel terzo trimestre 2012 è aumentato del 2,7% annuo (contro il +2,0% preliminare e il +1,3% del trimestre precedente) grazie prevalentemente al contributo delle scorte. Per il 2013 è prevista una crescita del +2,3% annuo. Migliore delle attese è risultata l occupazione a ottobre, in aumento rispetto al dato di settembre. L inflazione, calcolata al 2,2% nel 2012, dovrebbe rallentare al 2,0% nel Sulla crescita futura vi è la spada di Damocle del cosiddetto fiscal cliff (letteralmente precipizio fiscale), ovvero il taglio automatico del budget americano di 720 miliardi di dollari nel 2013 (pari al 4,6% del PIL), tramite aumento di tasse, diminuzione di spesa pubblica e taglio delle agevolazioni fiscali introdotte da Bush. Se democratici e repubblicani non troveranno un accordo, si potrà registrare uno schock negativo sulla crescita economica fra il 3% e il 3,5%, in uno scenario di crescita debole e con il mercato del lavoro che sta mostrando i primi segnali di miglioramento. Nel Vecchio Continente, la Commissione Europea ha rivisto al ribasso le stime di crescita per l intera Unione. Il PIL dell Unione, infatti, nel 2012 si confermerà negativo e pari a -0,4%, con contributo negativo di Italia (-2,3%) e Spagna (-1,3%), solo in parte bilanciato dalla crescita, seppur limitata di Germania (+0,8%) e Francia (+0,2%). Il 2013 sarà l anno della ripresa, anche se la previsione di crescita, pari a +0,1%, appare notevolmente inferiore al +1,0% stimato dalla Commissione in primavera. L inflazione diminuirà progressivamente (2,5% nel 2012, 1,8% nel 2013 e 1,6% nel 2014), mentre il tasso di disoccupazione aumenterà fino all 11,8% nel 2013, per poi diminuire all 11,7% nel Il peggioramento delle previsioni è confermato anche dai segnali di pessimismo sull attività economica, con gli indici di fiducia, sia delle imprese che dei consumatori, in diminuzione. In Italia, il PIL del terzo trimestre è diminuito del -2,4% annuo, e secondo le previsioni della Commissione Europea, dovrebbe diminuire del -2,3% nel 2012 e del -0,5% nel La produzione industriale è scesa dell 1,5% su base mensile e del 4,8% su base annua. Gli ordini all industria sono scesi del 12,8% su base annua, mentre il fatturato è sceso del 5,4%. L indice PMI del settore dei servizi è cresciuto oltre le attese (46 punti contro i 44,5 di settembre) pur rimanendo sotto la soglia critica di 50 punti (soglia che divide la crescita dalla recessione). L indice della fiducia delle imprese è sceso da 76,4 a 77,1 punti, per via del calo della fiducia delle imprese dei servizi e delle costruzioni nonostante alcuni miglioramenti nell industria, nel commercio al dettaglio e dell indice della fiducia delle imprese manifatturiere. Per le imprese manifatturiere è comunque peggiorato il giudizio sugli ordini. È proseguito il peggioramento del mercato del lavoro, con il tasso di disoccupazione aumentato a 11,1% dal 10,8% di settembre. Il numero dei senza lavoro è salito a 2 milioni 870 mila (+28,9% su base annua, ovvero 644 mila unità di lavoro in meno). Il fenomeno riguarda indistintamente l occupazione maschile e femminile (per le donne il tasso di disoccupazione è intorno al 12,1%) e si concentra in particolare nella fascia d età compresa tra i 15 e i 24 anni, per la quale la disoccupazione è arrivata al 36,5% (+5,8% su base annua). Contestualmente, il tasso di inattività si 7

8 b a n c a è ridotto dello 0,7% su base mensile a causa del deterioramento delle condizioni economiche delle famiglie che ha spinto molte persone precedentemente inattive a cercare un occupazione (rientrando quindi nella categoria dei disoccupati). Gli occupati sono rimasti stabili (-0,2% su base annua). I prezzi al consumo sono aumentati del 2,5% annuo (2,6% precedente), mentre i prezzi alla produzione, spinti soprattutto dagli energetici, sono saliti del +2,3%. L inflazione acquisita per il 2012 si è attestata al 3,0%, mentre nel 2013 dovrebbe attestarsi all 1,8%. La Germania, secondo le stime della Commissione Europea, sperimenterà un tasso di crescita del PIL pari allo 0,8% nel 2012 e nel 2013, per poi salire al 2,0% nel Tali previsioni appaiono relativamente più confortanti rispetto alla media dei paesi dell area Euro. Secondo la Commissione, la solidità del mercato del lavoro tedesco, unita ad un livello dei tassi d interesse sul debito pubblico contenuti dal 2011 in avanti, hanno contribuito e contribuiranno anche durante il prossimo anno a sostenere i consumi privati e la domanda interna. Per quanto riguarda la congiuntura economica, si sono manifestati deboli segnali di miglioramento. Il dato relativo alla produzione industriale di settembre indica una diminuzione su base annuale del -1,2%, più favorevole della rilevazione di agosto (-1,3%). L indice PMI manifatturiero è migliorato rispetto al mese precedente, salendo a 46,8 punti, mentre l indice PMI servizi è sceso di 0,4 punti, attestandosi a 48 punti. Entrambi, però, continuano a collocarsi sotto la soglia critica di espansione (50 punti). Per quanto riguarda la fiducia, vi sono state indicazioni contrastanti. L indice ZEW tedesco (che valuta le previsioni degli investitori istituzionali sull economia tedesca) ha fatto registrare valori negativi (-15,7 punti) e peggiori rispetto al dato di ottobre (-11,5). L indice IFO di fiducia delle imprese tedesche, al contrario, è salito a 101,4 punti, in zona di espansione e in aumento rispetto al dato del mese precedente (100 punti). Anche la fiducia dei consumatori tedeschi si è mostrata in leggera ripresa, salendo a 91 punti. L inflazione al consumo è diminuita ulteriormente al 2,0%, mentre il tasso di disoccupazione è rimasto stabile al 6,9%. In Francia, il PIL del terzo trimestre 2012 è risultato in miglioramento, ma permangono alcune problematiche per il futuro, quali la spesa pubblica non sostenibile nel lungo periodo, i segnali deludenti delle vendite al dettaglio, dei consumi e della produzione industriale e gli indici PMI in peggioramento a seguito di un probabile inasprimento fiscale. Il PIL del 2013 è stato rivisto al ribasso dal +0,9% al +0,3%. In questo scenario, l agenzia Moody s ha declassato il debito francese da AAA a AA1, mantenendo l outlook negativo. Le motivazioni sono legate alla graduale perdita di competitività e la rigidità del mercato del lavoro e dei servizi. In Spagna si prolungano gli effetti della crisi, con l economia iberica che è destinata a contrarsi anche nel 2013 (-1,8%) dopo il -1,3% previsto nell anno in corso. I problemi interni della Spagna sono molteplici, a cominciare dal debito pubblico, che è ormai superiore al 90% del PIL, fino al debito delle regioni che è raddoppiato nel giro di 2 anni, passando dal 9% al 18% del PIL. A ciò si aggiunge la difficoltà delle banche spagnole di finanziarsi sui mercati, il declassamento da parte dell agenzia Standard & Poor s da BBB+ a BBB-, il taglio del rating da parte dell agenzia Moody s di 5 regioni spagnole e la sempre più probabile necessità di richiesta di aiuti della Spagna al Fondo Salvastati. Moody s ha inoltre declassato il rating del Fondo Europeo di Stabilità (ESM) e del Fondo Europeo Stabilità Finanziaria (EFSF) da AAA a AA1 con outlook negativo. Le motivazioni sono riconducibili al taglio del rating del debito francese. La Francia, infatti, contribuisce all Esm per il 20,4% del capitale ed è il secondo finanziatore dietro alla Germania (27,1%) e davanti all Italia (17,9%). La decisione riflette dunque i timori dell agenzia sui rischi connessi all evoluzione della crisi dei debiti sovrani in Europa. In Grecia, il Governo ha portato positivamente a termine l operazione di riacquisto di 30 miliardi (pari a un abbattimento del debito di 20 miliardi) di titoli di stato attualmente detenuti in portafoglio da investitori privati, requisito essenziale per sbloccare la tranche di aiuti di 30 miliardi da parte di Unione Europea e Fondo Monetario Internazionale, il cui versamento era programmato per il 13 dicembre. L offerta si prefigge l obiettivo di ridurre di 11 punti percentuali il debito ellenico, sui 17 complessivi (pari a 40 miliardi di euro) decisi a Bruxelles, entro la data del

9 l a c a s s a br ua rn ac la e L economia cinese sta dando i primi segnali di rallentamento (+8% nel 2012 rispetto al +9,2% del 2011), anche se al momento non sembrano preoccupare. Le misure adottate per stimolare l economia (taglio dei tassi e incentivo ai consumi interni) non hanno ancora avuto effetti positivi. Si prevede un lento miglioramento nella produzione verso la fine del 2012, anche se, sia l export che la domanda interna permangono deboli. L Argentina è di nuovo a rischio default, dopo che l agenzia di rating Fitch ha declassato di cinque gradini la valutazione dello stato sudamericano, portandola al livello CC che indica un rischio di insolvenza molto elevato. Il giudice Thomas Griesa del Tribunale di New York ha confermato la richiesta di un gruppo di hedge fund che chiedeva all Argentina di rimborsare il 100% dei bond finiti in default nel 2001, per i quali non avevano aderito all offerta di allora del governo di Buenos Aires. La sentenza prevede la costituzione di un capitale di 1,3 miliardi di dollari da versare agli hedge fund attraverso il blocco dei pagamenti (interessi e rimborsi) dei titoli di nuova emissione. Il 15 dicembre è previsto il pagamento di una nuova rata. Se venisse impedito, l intero debito pubblico argentino potrebbe entrare in default. Mercati Monetari La Banca Centrale Europea nella riunione del 6 dicembre ha confermato il tasso di riferimento dell Eurozona allo 0,75%. Di riflesso, sono rimasti invariati il tasso marginale sulle operazioni di rifinanziamento, all 1,50%, e quello sui depositi, a zero. Un possibile taglio di 25 punti base potrebbe avvenire nei primi mesi del La Banca Centrale Europea ha rivisto al ribasso le sue previsioni sulla crescita economica dell area euro, dove si intravede una «graduale ripresa» solo «alla fine del 2013». Nel 2012 si attende un PIL tra il -0,6% e il -0,4%, mentre sul 2013 stima tra il -0,9% e il -0,3%. Per la prima volta i tecnici della BCE hanno poi fornito una stima sul 2014, su cui indicano una dinamica tra il +0,2% e il +2,2%. La BCE, intanto, continuerà a fornire liquidità illimitata alle banche con aste trimestrali almeno fino a luglio del Draghi ha mostrato soddisfazione per l effetto dell annuncio del programma OMT (Outright Monetary Transaction) che prevede l acquisto illimitato di titoli di Stato e che è stato apprezzato dai mercati facendo scendere gli spread sui titoli dei Paesi periferici. Draghi ha anche rimarcato come sia cruciale arrivare, nell ambito dell Unione Bancaria, alla vigilanza bancaria unica Europea che dovrebbe prendere avvio il 1 gennaio 2013 per le Banche che hanno ricevuto aiuti dal fondo ESM, dal 1 luglio 2013 per le Banche sistemiche e dal 1 gennaio 2014 per tutte le 6 mila banche europee. La Federal Reserve americana mantiene una politica monetaria espansiva, con i tassi ufficiali fra lo zero e lo 0,25%, e la partenza del Quantitative Easing 3, mediante la quale si è impegnata ad acquistare 40 miliardi di titoli al mese, soprattutto legati al comparto immobiliare. La quasi totalità delle Banche Centrali ha una politica monetaria orientata all aumento della domanda globale: solamente la Banca Centrale polacca ha una politica restrittiva, mentre il 44% delle Banche centrali (che rappresentano il 69% del PIL mondiale) ha una politica monetaria espansiva. Sul mercato interbancario è proseguita la discesa dei valori medi dei tassi Euribor. Il tasso a 3 mesi si è attestato sul livello del mese di novembre allo 0,19% (-0,02%), mentre quello a 6 mesi allo 0,36% (-0,05%) con un trend ancora decrescente su tutte le scadenze nel corso del mese. Mercato Valutario Il mese di novembre si è rivelato positivo per l Euro, il quale, dopo essere sceso nelle prime settimane del mese a 1,27 nei confronti del dollaro, nelle ultime sedute ha manifestato chiari segni di ripresa. Anche in virtù delle notizie positive riguardanti la Grecia, la divisa europea ha chiuso il mese a 1,2986, rimanendo saldamente sopra la media a 200 giorni. L euro si è apprezzato anche nei confronti della sterlina, portandosi nell ultima rilevazione a 1,2331 euro per sterlina. Il dollaro ha chiuso il mese in rialzo rispetto allo yen giapponese, con il quale viene scambiato nell ultima rilevazione a 82,48, e ha mantenuto una dinamica sostanzialmente stabile nei confronti dello yuan cinese, che ha chiuso il mese con un cambio pari a 6,2266 yuan per dollaro. Mercato Azionario e delle Merci Il mese di novembre si è chiuso con un impulso positivo generato dallo spiraglio di un possibile accordo sul cosiddetto baratro fiscale americano (detto anche fiscal cliff). La fiducia di una possibile soluzione si è andata ad aggiungere all evolversi positivo dello sblocco degli aiuti alla Grecia 9

10 b a n c a e all approvazione della Commissione Europea in merito alla ristrutturazione delle banche spagnole. L azione congiunta delle Banche Centrali nel sostegno ai mercati ha incoraggiato un abbassamento del rischio sistematico. Le previsioni positive per i prossimi mesi sui mercati azionari, anche se potranno permanere fasi di volatilità, sono suggerite da numerosi fattori: la ripresa americana e la politica espansiva della Federal Reserve che ha annunciato il terzo Quantitative Easing, il risanamento italiano, spagnolo e greco, gli stimoli fiscali dei Paesi Emergenti, l accordo americano per evitare il fiscal cliff e i risultati aziendali che cominciano a essere positivi. Sul mercato petrolifero ha prevalso una dinamica positiva, nonostante le tensioni dal lato dell offerta (connesse alla situazione in Medio Oriente) e dal lato della domanda (dovute al già citato fiscal cliff). Il mese di novembre si è chiuso con una crescita del 4,3% del Brent e del 1,5% del Wti, dopo il declino che si era registrato dall estate in avanti. Per il 2012 le previsioni di Oxford Economics sono di una chiusura del prezzo del Brent sui livelli attuali (circa dollari al barile) mentre per il 2013 si prevede una contrazione verso una media di fine anno a 102,7 dollari per barile. f.o. Premio Morningstar NEF Premio Morningstar 2012 Premio Cfs Rating 2012 NEF Azionario Paesi Emergenti, da sempre tra i migliori fondi, si è classificato secondo ai Morningstar Fund Awards 2012 nella categoria Azionari Mercati Emergenti L obiettivo dei Morningstar Fund Awards, il premio più prestigioso per i fondi comuni di investimento venduti in Italia, è quello di assegnare un riconoscimento nei confronti di quei fondi, selezionati tra i presenti sul mercato italiano, che hanno aggiunto più valore a favore dei sottoscrittori nell ultimo anno e su un orizzonte di lungo termine. NEF Obbligazionario Euro Corporate e NEF Azionario Paesi Emergenti sono stati selezionati tra i migliori fondi da parte di CFS Rating - Il Sole 24 Ore Il rating CFS è un voto dato ai fondi in base ad elementi oggettivi che tengono in considerazione non solo la performance ma anche il rischio. Viene inoltre considerata la qualità di stock picking, l abilità dei fondi di mantenersi costantemente sopra la media dei concorrenti di categoria e del grado di indicizzazione al benchmark di riferimento. a.s. 10

11 Perché siamo le banche della comunità. Sempre e ovunque. le Banche della comunità l a c a s s a br ua rn ac la e Banca Multicanale: novità per il servizio Inbank I servizi collegati alla Banca Multicanale Infine si conferma che con decorrenza 5 noziarsi, continuano a svilupparsi e potenvembre 2012 il dominio pertanto si informa che, con non è più accessibile e gli unici domini partciolare riferimento al progetto InBank supportati per il servizio InBank sono 2.0, sono state rese disponibili dallo scorso mese di novembre le seguenti funzioni (canale mobile). (canale web) e rivisitate: Gli sportelli della Cassa Rurale rimangono > Comunicazioni dalla Banca a disposizione per fornire eventuale assistenza. > Messaggi inviati > Rendicontazione Banche passive a.s. > Esito anticipo fatture > Esito Bollettino Freccia > Conto anticipi estero > Simulazione piano finanziamenti > Messaggi ricevuti BANCA MULTICANALE LE CHIAVI CHE CERCAVI. Marketing CCB /2012 Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Le condizioni contrattuali ed economiche sono indicate nei fogli informativi a disposizione del pubblico presso gli sportelli delle banche aderenti al progetto. Semplice, sicura, conveniente: la tua banca è multicanale, accessibile 24 ore su 24 attraverso internet, cellulare, smartphone o tablet, e presso gli sportelli ATM. Oltre alla possibilità di effettuare in remoto i tradizioniali servizi bancari, InBank permette di effettuare anche i seguenti pagamenti: > pagamento canone RAI > pagamento Bollo ACI > ricariche telefoniche > ricarica carte prepagate (OOM+, Ricarica, EVO) > ricarica TV digitale > ricarica buoni pasto > acquisto carte servizi > pagamento bollette > pagamento bollettini postali > pagamento sanzioni > servizio infobanking (estratto conto elettronico) Accesso da Web Nella fascia inferiore della pagina web il cliente troverà le principali offerte InBank, per confrontare vantaggi e funzionalità di ogni prodotto e scegliere quello più adatto. 11

12 b a n c a Convegno della Federazione Trentina a Comano È Nasce modesta e senza pretese auguro sia scintilla di maggiori incendi. Don Lorenzo Guetti del 1892 quando venne firmato l atto costitutivo della prima Cassa Rurale del Trentino. A Larido, un piccolo borgo del Bleggio, è partita quella scintilla ha ricordato don Marcello Farina che ha saputo incendiare in maniera assolutamente benefica tutto il Trentino. Si può dire che, a partire da questa località, è cambiata la storia del Trentino. Il centoventesimo di fondazione è stato ricordato alla metà di novembre. La due giorni ha proposto due momenti dal taglio differente. La giornata del venerdì è stata dedicata a un convegno. Il pomeriggio del giorno dopo ci si è trasferiti nelle zone dove hanno mosso i primi passi le idee cooperative di don Lorenzo Guetti. Proprio qui venne piantato il seme di una realtà bancaria e cooperativa che ha poi servito ogni zona del nostro territorio ha osservato il presidente della Cassa Rurale don Lorenzo Guetti, Fabio Zambotti. Quel piccolo seme, piantato da persone di buona volontà e in possesso di un galantomismo a prova di bomba, ha dato i frutti sperati. Il convegno. Il tema rimane sullo sfondo, sempre presente, anche se - per ora- senza risposta. Ovvero: il futuro delle Casse Rurali passa attraverso un piano di aggregazioni? Al convegno che ha celebrato un traguardo importante per il credito cooperativo trentino, le domande sull attualità di questo modello sono inevitabilmente condizionate dalla crisi, che costringe ogni azienda, ogni famiglia, a rifare i conti e riposizionarsi. Alle Terme di Comano si sono ritrovati in tanti: presidenti e direttori di Casse Rurali, e relatori chiamati ad interpretare questa fase di cambiamento. Il direttore della filiale trentina della Banca d Italia, Antonio Cinque, ha fotografato la situazione: negli ultimi dieci anni gli sportelli delle Banche cooperative sono aumentati del 48%, mentre il resto del sistema bancario è cresciuto solo del 20%. Colpisce il dato sull occupazione: dal 2000 i dipendenti delle Banche di Credito Cooperativo sono aumentati del 39,4%, quando quelli delle altre banche sono diminuiti dell 8,4%. Il Trentino Alto Adige è la regione con la maggiore presenza di Casse Rurali in Italia: 62,1% di quota di mercato nella raccolta, 54,5% nei prestiti. Il patrimonio sfiora i due miliardi di euro, quasi il doppio rispetto a dieci anni fa. Ma il rovescio della medaglia, come ha annotato il dirigente della Banca d Italia, è il peggioramento della qualità del credito. Bene la vicinanza del territorio, ma occorre anche agire sui costi, che rimangono alti rispetto al resto del sistema bancario. Un dato ben noto alle Casse Rurali. Per il presidente di Cassa Centrale Banca, Giorgio Fracalossi, il sistema ha sempre reagito alle crisi con forza e con coraggio. Nel 2012 abbiamo continuato ad erogare crediti per oltre 2 miliardi di euro, anche se questo ha significato un forte peggioramento dei bilanci delle nostre banche. Per Luca Erzegovesi, docente universitario, il futuro non passa necessariamente dalle aggregazioni. Occorre inventarsi un nuo- 12

13 l a c a s s a br ua rn ac la e vo modo di fare banca, utilizzare le nuove tecnologie, raggiungere i clienti anche sui tablet e sui telefonini. Internet non farà scomparire le sedi tradizionali, ma aiuterà comunque a migliorare la relazione con i clienti. Ma la risorsa forte delle Casse Rurali, la vera arma segreta, ha detto Erzegovesi, rimane la persona, la risposta originale e non standardizzata. E don Marcello Farina, ha ricordato le cinque perle di don Guetti: la prima è lo sguardo, il saper vedere, la seconda assomiglia a un grido: mai da soli!, il noi al posto dell io, il popolo al posto dell individuo. La terza è la cooperazione, capace di rimettere in circolo il primato del dono, l importanza del bene comune. La quarta è la laicità, e la quinta è l autonomia, l arma più forte per affermare la dignità di un popolo. Il sistema tiene - ha detto il presidente della Cooperazione Trentina, Diego Schelfi - ci confrontiamo con il mercato, affrontiamo anche le nuove normative sulla vigilanza europea. C è bisogno di fiducia e di impegno personale, ci giochiamo una partita straordinaria. Dobbiamo difendere il nostro modello, aperto e solidale, che ci viene riconosciuto da sempre maggiori interlocutori. d.n. I numeri delle Casse Rurali Trentine Nel 1980 le Casse Rurali erano 128, avevano in media uno sportello e mezzo a testa, 3 dipendenti e 300 soci. Trent anni dopo le Casse sono 43, ognuna ha in media 8,4 sportelli, 52 dipendenti e soci. Sono cresciute anche le quote di mercato, anche se in flessione negli ultimi anni: 58,3% i depositi (contro il 44% del 1980), e 53,4% gli impieghi (contro il 48% del 1980). Ruggero Carli, responsabile del settore Casse Rurali della Federazione, ha affrontato con grande chiarezza la situazione in Trentino. La caduta della raccolta diretta che ha caratterizzato questo periodo sembra aver segnato una inversione di rotta: a settembre +1,3%. Il sistema tiene. Dall inizio della crisi nel 2007 gli utili delle Casse Rurali Trentine sono passati da 110 milioni di euro e 50 nel Le Banche di Credito Cooperativo italiane sono passate da 1,4 miliardi a 312 milioni. Balza all occhio il dato totale del sistema bancario italiano, passato da un utile di 22,4 miliardi prima della crisi ad una perdita di 23 miliardi lo scorso anno. Le sofferenze delle Casse Rurali trentine sono pari al 4,1% dei crediti complessivi, pari a 12,2 miliardi di euro. Il 70% è coperto da garanzie reali, a differenza del 45% che rappresenta il dato medio delle banche di credito cooperative italiane. I prestiti erogati con garanzie personali o reali sono pari all 85%. 13

14 b a n c a ll nuovo sito Risparmiolandia N el corso degli anni l attenzione verso la comunicazione di attività per il pubblico dei bambini e delle loro famiglie ha raggiunto traguardi differenzianti per le Casse Rurali Trentine, con investimenti importanti (iniziative, web, eventi) che ne hanno rafforzato il posizionamento unico e distintivo. Tale risultato è stato possibile grazie alla progettazione ed organizzazione di attività che hanno saputo sintonizzarsi con i desideri, le aspirazioni, le emozioni, i linguaggi ed i codici che caratterizzano il mondo dei più piccoli. In particolare con Risparmiolandia, si è voluto privilegiare il cosiddetto edutainment, ovvero una serie di supporti, nati dalla collaborazione con Mauro Neri, per raccontare ed emozionare, attraverso le fiabe, Web risparmiolandia argomenti importanti come educazione al risparmio, cooperazione, capitale umano, amicizia. Si tratta di veri e propri materiali didattici a disposizione della clientela delle Casse Rurali, presto divenuti patrimonio riconosciuto e che ora possono contare su uno staff specializzato nell elaborazione di progetti ad hoc per dialogare con i più piccoli e le loro famiglie. Il simpatico scoiattolo Gellindo Ghiandedoro (sempre presente nei vari eventi) ha saputo raccogliere attorno a sé migliaia di bambini per insegnare loro come imparare divertendosi. L innovazione dei canali, anche in questo ambito, risulta di particolare importanza per suscitare ancor maggiore vicinanza alla clientela e consentire ai genitori ed ai più piccini di poter disporre di ulteriori strumenti ed iniziative web. Da Home page queste premesse si è scelto di rinnovare completamente il sito web, adeguandolo alle più recenti tecnologie e rendendolo fruibile anche da tablet e smartphone con l obiettivo di continuare a proporsi quale elemento di differenziazione delle Casse Rurali Trentine, a conferma dell attenzione verso i bambini, le famiglie e gli insegnanti per attività di tipo ludico-educative. Da oggi i genitori, al fianco dei piccoli internauti, potranno scoprire tantissime novità a loro dedicate sul nuovo sito www. risparmiolandia.it navigando tra le varie sezioni ricche di contenuti appositamente creati per valorizzare l educazione al risparmio e la conoscenza del Trentino. La home page è stata completamente ridisegnata per renderla più dinamica e di facile utilizzo attraverso un menù a scorrimento da cui accedere alle varie se- Risparmiolandia Home page 14

15 l a c a s s a br ua rn ac la e Web risparmiolandia Web Risparmiolandia Cartina geomagica Cartina geomagica l altro, i propri disegni che sarà possibile creare anche direttamente online con l apposita funzione, particolarmente utile ed apprezzabile nell utilizzo con tablet. Per i più piccoli che vorranno divertirsi con le fiabe animate, nasce anche il canale Youtube dedicato a Gellindo, dove saranno nel tempo pubblicate alcune puntate di Risparmiolandia Show (www.youtube.com/ risparmiolandia). Nell ambito degli eventi di cui Risparmiolandia è protagonista, si ricorda l importante appuntamento con Educa dello scorso settembre. Si tratta di uno degli eventi più rilevanti a livello nazionale nell ambito dell educazione e Web che risparmiolandia Fiabe fiabissime Cassa Centrale Banca zioni con giochi, fiabe, itinerari, etc. Una sezione informativa ed educativa dedicata al risparmio è rinvenibile nella sezione del prodotto, dove i genitori potranno ottenere anche informazioni utili per l insegnamento delle varie terminologie bancarie. Non manca la sezione dedicata alle news, per conoscere tutte le novità e sapere dove incontrare Gellindo Ghiandedoro nei suoi tour periodici sul territorio, oltre a quella dedicata alla comunicazione con il simpatico scoiattolo dove poter inviare, tra coinvolge ragazzi, genitori ed insegnanti. Nella giornata di sabato 29 settembre, grazie alla preziosa collaborazione con Consolida, è stato organizzato un laboratorio in corso Bettini a Rovereto (di fronte al Mart), a cui hanno partecipato sia i bambini che i loro genitori. Un occasione importante per presentare il nuovo sito a tutti coloro che hanno visitato l apposito stand dedicato. Ulteriore ed importante novità nell autun- Web Risparmiolandia Giornallindo Periodico semestrale Fiabe fiabissime no di Risparmiolandia riguarda infine anche i supporti presso le filiali: è infatti disponibile presso tutte le banche, compresa naturalmente la Cassa Rurale Lavis Valle di Cembra, Giornallindo, il nuovo periodico semestrale dedicato interamente ai clienti più piccoli delle Casse Rurali Trentine, ricco di racconti, giochi e novità e che promuoverà una maggiore interazione anche online, consentendo di far conoscere a genitori e bimbi tutti i contenuti aggiuntivi che la propria banca rende loro disponibili con il nuovo sito Giornallindo Periodico semestrale 15

16 Marketing CCB /2012 b a n c a 110 E LODE Rinnovo Gamma Prodotti CartaSi infegazzi CARTASI CAMPUS a in corso, con Da il massimo diversi anni dei la voti: Cassa fino Rurale a Lavis euro Valle di Cembra propone ai propri giovani clienti che frequentano l Università un conto corrente dedicato e completamente gratuito: head hunter a disposizione per pus Editori o Società del Gruppo Class il Conto Università. rimborsare gli Questo acquisti conto a rate comprende o in un unica al suo soluzione. interno una ad ogni Titolare serie al di momento servizi gratuiti: dell approvazione della ngono valutati in accordo con la tua Banca. Le spese ipristina all inizio > del Operazioni mese seguente. illimitate L addebito presso delle lo sportello, bonifici compresi > Banca Multicanale Inbank a o MasterCard, che ne garantiscono l accettazione > Carta Bancomat Universicard, che permette prelevamenti senza commissioni in tutta la UE ti trovi e in qualunque > Finanziamento momento: Unicash > CartaSi Campus In seguito alla politica di rinnovamento della gamma dei prodotti che CartaSi sta portando avanti, a decorrere dal prossimo mese di gennaio la Carta di Credito Campus non verrà più emessa. Pertanto le carte prossime alla scadenza non verranno più rinnovate e con il 1 gennaio 2013 i nuovi titolari di Conto Università non potranno più sottoscrivere CartaSi Campus. In alternativa gli studenti interessati potranno optare per altre soluzioni: > CartaSi Classic GRATIS > Carta Ricarica > Carta Ricarica EVO CARTA CONTO, SCELTA EVOLUTA. Per quanto riguarda la CartaSi Classic, la carta di credito più diffusa in Italia, si ricordano i seguenti vantaggi: > fino a 45 giorni di credito senza commissioni, perché l addebito delle spese avviene il 15 del mese successivo > spendibilità ovunque nel mondo, grazie al collegamento con i circuiti internazionali Visa o Mastercard > servizi di rendicontazione comodi ed efficienti, per pianificare le uscite e tenerle sotto controllo grazie all estratto conto mensile, via SMS, sul portale Titolari del sito CartaSi o con una telefonata al Servizio Clienti > massima sicurezza e tutela, anche per gli acquisti effettuati su internet e coperture assicurative gratuite > programma fedeltà Club IoSi, che dà più valore alle spese con un ricco catalogo premi, offerte dedicate ai partner di viaggio, sconti su viaggi e vacanze e altro ancora (quota Club IoSi: euro 12/ anno) llo del Cliente (per comunicare via web con il Servizio RICARICA EVO, LA CARTA CONTO RICARICABILE, FLESSIBILE, ECONOMICA E COMPLETA. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Le condizioni contrattuali ed economiche sono indicate nei fogli informativi a disposizione del pubblico presso gli sportelli di Cassa Centrale Banca, delle Casse Rurali Trentine e delle banche aderenti al progetto. o Carta via cellulare e garantiscono al contempo una furto/smarrimento della Carta. Un unico strumento per tutte le esigenze: accreditare lo stipendio inviare e ricevere bonifici, pagare le bollette, ricaricare il cellulare, fare acquisti in Italia, all estero e anche online. Nessuna imposta di bollo e canone mensile azzerabile. È una scelta comoda, è una scelta evoluta. zione del numero e uso su Internet, mancata ricenza alcuna franchigia a tuo carico, qualora tu ti si amo. Puoi scaricare il regolamento nell area downlouisti on-line, permettendoti di prevenire eventuali 16 conto. Devi solo scegliere una Password che utilizze-

17 l a c a s s a br ua rn ac la e Le carte ricaricabili possono costituire un altra soluzione alternativa alla CartaSi Cam- LA CARTA erosi vantaggi pus, e servizi soprattutto grazie per a partnership quegli studenti di prermiare sulle feriscono spese di gestione disporre di dell auto. una liquidità Per avere limitabile che pre- e utilizzare CartaSi per i singoli Quattroruote pagamenti al momento e per coloro della che si ervizi. sentono più sicuri ad effettuare le operazioni di pagamento online (anche se i pagamenti effettuati con carta di credito sono altrettanto sicuri e protetti). CARTASI QUATTRORUOTE La Carta Ricarica Evo prevede inoltre l azzeramento del canone mensile (pari ad euro CartaSi Quattroruote è stata progettata per RANTE soddisfare le esigenze di chi viaggia spesso ote: per te nessuna 1,00) nel maggiorazione! caso in cui il saldo mensile sia in auto: insieme al meglio della carta di credito, offriva sconti, vantaggi e una serie di superiore ad euro 1.000,00. sso tutti i distributori Esso. servizi pensati in esclusiva per gli automobilisti. Infatti, a differenza della classica carta mesi (gennaio, aprile, luglio e ottobre) sull estratto conto di CartaSi. credito tradizionale, permette di non pagare alcuna commissione sui carburanti e di usufruire di determinati sconti e convenzioni con alcuni Partner commerciali. i on line: hi Diversi) a e famiglia, viaggio e volo e digita il codice vantaggio PSWDSIR4 oppure chiama L art. 27 della legge 24 marzo 2012, n. 27 entrata in vigore lo scorso 25 marzo, ha reintrodotto, in materia di benzine, quanto previsto dal comma 7 dell art. 34 della legge di stabilità del 12 novembre 2011, n. 183, ovvero che: A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, le transazioni regolate con carte di pagamento presso gli impianti di distribuzione di carburanti, di importo inferiore ai 100 euro, sono gratuite sia per l acquirente che per il venditore. Per questo motivo CartaSi ha deciso di togliere dalla propria gamma di prodotti CartaSi Quattroruote, visto che è venuto a mancare l elemento differenziante per cui era stata progettata, ovvero l assenza di commissioni sui carburanti. I soci e clienti della Cassa Rurale potranno quindi effettuare i rifornimenti utilizzando indifferentemente gli strumenti di pagamento a disposizione, siano essi carte di credito, bancomat o carte prepagate, senza pagare commissioni. I consulenti della Cassa Rurale Lavis Valle di Cembra rimangono a disposizione per fornire maggiori informazioni e per valutare le soluzioni più adeguate alle specifiche esigenze di soci e clienti. a.s. zze Tutela Patente e polizze viaggio Amieasy. numero , dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 20. lente personale sempre a tua disposizione, Quixa ti riserva uno sconttoscritte on-line. ta a CartaSi Quattroruote sul portale CartaSi e inserisci il codice vantaggio QSI9 17

18 b a n c a Nuovo Servizio Primi alla Prima L e modalità di consumo di beni e Primi alla Prima si rinnova, ampliando an- servizi stanno cambiando veloce- che al web la possibilità per il pubblico di mente; ne è la prova il successo dei acquistare i biglietti. servizi online di numerose aziende, anche A partire dallo scorso mese di ottobre del settore bancario. Il cliente, sempre più 2012 è infatti operativo il nuovo sito in- esigente ed utilizzatore quotidiano delle ternet Il nuovo tecnologie in molti settori, vuole essere il portale web, nato dalla collaborazione protagonista in tempo reale anche nell am- tra l ufficio marketing di Cassa Centrale bito dei servizi erogati dalla propria banca. Banca, Phoenix Informatica Bancaria e la Tutto ciò ha portato al superamento dei società Attractive, tra i leader nazionali del confini fisici della banca stessa e l aper- mercato con il portale Boxol.it, consentirà tura verso tutti i canali di comunicazione con pochi e semplici click di selezionare ed interazione con la clientela, soprattutto il proprio posto per lo spettacolo di inte- per quei servizi accessori che non benefi- resse direttamente sulla mappa virtuale, ciano del valore aggiunto derivante dalla pagare con carta di credito il biglietto e relazione personale. Tra le motivazioni che stampare il voucher ricevuto via . incentivano la crescita dei canali diretti vi Un efficace shop online, in linea con i più è in primo luogo la ricerca da parte del recenti standard tecnologici e che sarà cliente di un vantaggio dal punto di vista fruibile in versione ottimizzata anche con dei costi; in secondo luogo è il tempo a tablet e smartphone, che consente ad isti- rappresentare un fattore chiave per la ri- tuzioni ed organizzatori partner di inserire cerca di forme alternative di informazione la propria offerta culturale quale ulteriore ed acquisto di alcuni prodotti e servizi. vetrina e strumento di prevendita per il Da queste premesse ha preso avvio il pubblico. progetto di revisione del servizio Primi Si tratta quindi di un nuovo canale che va alla Prima. Tale servizio, che negli anni ad affiancarsi al canale tradizionale, ovve- ha avuto un notevole successo presso le ro la filiale; ciò per garantire la massima Casse Rurali Trentine e le BCC del Veneto copertura alle diverse esigenze della clien- aderenti, compresa la Cassa Rurale La- tela attraverso una combinazione coordi- vis Valle di Cembra, ha reso possibile nata tra il canale e-commerce, ad alta ef- l acquisto di biglietti per le varie iniziative ficienza e pervasività, e quello tradizionale teatrali e culturali presso le filiali. particolarmente apprezzato dalla clientela A fronte delle mutate esigenze di un nu- più orientata ad una relazione diretta con mero crescente di clienti nonché per la la banca di fiducia. volontà di far fronte alle nuove iniziative Contestualmente allo sviluppo del nuovo dei moderni portali online di prevendita, portale ed alla modalità di acquisto online 18 dei biglietti, è stato completato il restyling della comunicazione di Primi alla Prima, con l obiettivo di ampliare la conoscenza del servizio stesso e delle nuove modalità di acquisto. Il materiale è disponibile presso gli sportelli della Cassa Rurale Lavis Valle di Cembra, dove si potranno richiedere anche tutte le informazioni utili per effettuare la prenotazione del proprio spettacolo preferito. Cassa Centrale Banca

19 l a c a s s a br ua rn ac la e Telepass Online N ell ambito dell innovazione dei canali di comunicazione, è in continua crescita il numero di aziende che decide di utilizzare strumenti online non solo per promuovere la propria offerta ma anche per vendere direttamente prodotti e servizi. In questo mercato in continua evoluzione, dove il canale digitale si sta espandendo sempre più, anche uno dei partner delle Casse Rurali Trentine - la società Autostrade per l Italia - ha recentemente ampliato le modalità di richiesta dell apparato Telepass offrendo la possibilità di acquistarlo direttamente online, senza la necessità di recarsi in banca o al Punto Blu. Con l obiettivo di rispondere agli orientamenti dei principali operatori ma anche ai comportamenti della clientela che manifesta esigenze sempre più evolute in termini di accessibilità multicanale ai servizi bancari, si è deciso di consentire anche a tutti i clienti e soci della Cassa Rurale Lavis Valle di Cembra di poter beneficiare di questo importante canale. RICHIESTA ONLINE RICHIESTA ONLINE DA SITO TELEPASS.IT DA SITO BANCA Attraverso questa nuova implementazione, in pochi minuti e direttamente sul sito inoltre presente un link diretto alla scher- Al fine facilitare il processo di acquisto è il cliente potrà procedere mata d acquisto anche dal sito della nostra con l acquisto dell apparato (addebito su Cassa Rurale, una landing page che conduce direttamente al form di sottoscrizione carta di credito o su conto corrente) e lo stesso gli sarà inviato direttamente all indi- collegato all ABI della banca, evitando così rizzo indicato in fase di richiesta. TELEPASS FAMILY Una volta selezionata la propria banca tra FUNZIONI WEB di Telepass.it da cui è possibile monitorare lo stato della propria richiesta, consultare l elenco dei viaggi e stampare la fattura elettronica. ai clienti di doverla selezionare nell elenco completo. Le filiali della Cassa Rurale rimangono a disposizione per fornire eventuali precisazioni quelle aderenti al servizio, compilati i semplici form di richiesta e completata la sottoscrizione del contratto, il cliente verrà registrato automaticamente VIACARD all area DI CONTO riservata soci CORRENTE e circa questo nuovo servizio offerto ai propri clienti. FUNZIONI WEB Cassa Centrale Banca

20 t e r r i t o r i o Principali Manifestazioni autunno/inverno 120 Anniversario Corpo Vigili el Fuoco Albiano L a scintilla iniziale venne fatta scoccare nel 1892 quando, come si legge nei documenti dell epoca, la rappresentanza comunale istituisce un Corpo di pompieri volontari di Albiano. Primo comandante: Battista Tedeschi. Da allora sono passati centoventi anni. Una ricorrenza che ha acceso lo spirito di comunità. La stessa che, a inizio settembre, ha voluto rendere meritato omaggio a una espressione (alla veterana e a una delle più belle) del ricco panorama associazionistico del paese. Oggi il Corpo dei Vigili del Fuoco volontari di Albiano conta ventotto uomini effettivi a cui si aggiunge un membro onorario spiega Gabriele Pisetta, pompiere da quindici anni e comandante da quasi un lustro. I più giovani hanno un età che oscilla tra i diciotto e i diciannove anni. I decani hanno superato da poco la cinquantina. I nostri mezzi sono quattro: due fuoristrada, un furgone e una autobotte. Il vicecomandante è Thomas Folgheraiter, poco più che trentenne. I festeggiamenti (tra gli sponsor la Cassa Rurale Lavis-Valle di Cembra) sono durati due giorni. Hanno preso avvio con un seminario di carattere tecnico perché il vigile del fuoco deve essere formato adeguatamente per rispondere in maniera pronta ed efficace alle necessità, anche alle più impegnative. Il calendario del centoventesimo ha dedicato tempo e spazio anche all incontro con i ragazzi di Albiano. Una mattinata scandita da teoria e piccole prove pratiche utili a stimolare il loro interesse perché un giorno, quando avranno raggiunto la maggior età è stato detto possano diventare uno dei nostri e scelgano di indossare la divisa di pompiere. Il momento clou è stato dedicato alla sfilata di tutti i Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari della Valle di Cembra e delle zone limitrofe. Aspetto che ha messo in luce lo spirito di corpo che anima tutte le stazioni del nostro territorio e dei paesi a noi più vicini aggiunge Pisetta. La sfilata ha percorso il centro storico di Albiano prima di raggiungere la tensostruttura che ha ospitato la celebrazione eucaristica e altri momenti di carattere istituzionale. Lo spettacolo di maggiore intensità è stato offerto dalle manovre. Noi siamo uomini di azione e di poche parole osserva Pisetta. Per questo abbiamo lasciato ad altri esprimere considerazioni sicuramente molto apprezzate che ci hanno dato e ci garantiscono morale per continuare. Però abbiamo voluto offrire agli occhi di tutti la nostra capacità sul campo con una serie di dimostrazioni di varia difficoltà. Hanno dato la possibilità a ognuno di sfoggiare le proprie qualità e, nel complesso, di mostrare ai nostri concittadini il valore di insieme del nostro Corpo dei Vigili del Fuoco di cui la comunità si è dimostrata davvero orgogliosa. I nossi pompieri non sono solamente gli angeli custodi in caso di calamità ma sono presenti e attivi in decine e decine di altre occasioni. Non c è evento in paese che conclude Pisetta - non ci veda impegnati sia per garantire l ordine pubblico ma anche per dare una mano in quello spirito di volontariato assolutamente fondamentale nel nostro agire. d.n. 20

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 1. EVOLUZIONE DELLA CRISI ECONOMICA INTERNAZIONALE Nel secondo trimestre del 2012 le incertezze sull evoluzione della crisi greca e le difficoltà del

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

Offerta riservata ai Dipendenti Università di Roma 3

Offerta riservata ai Dipendenti Università di Roma 3 Offerta riservata ai Dipendenti Università di Roma 3 Codice di Originazione (da fornire al Gestore BNL all apertura del conto) 303380619 J Offerta riservata ai nuovi clienti e valida fino al 30/06/2013

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

Offerta riservata a iscritti e dipendenti ENPAM

Offerta riservata a iscritti e dipendenti ENPAM Offerta riservata a iscritti e dipendenti ENPAM Codice di Originazione (da fornire al Gestore BNL all apertura del conto) 1765283 N Valida fino al 28/02/2013 (salvo eventuali variazioni dovute all andamento

Dettagli

1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO

1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO 1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO 13 1.1 Cenni sull economia Nel 2013 l economia mondiale è cresciuta ad un ritmo modesto. Il Prodotto Interno Lordo (PIL) mondiale è salito del 3% circa, in linea con il +3,1%

Dettagli

Offerta riservata dipendenti Ministero dei Beni Culturali e del Turismo

Offerta riservata dipendenti Ministero dei Beni Culturali e del Turismo Offerta riservata dipendenti Ministero dei Beni Culturali e del Turismo Conto dedicato cod. 63183832 Offerta valida fino al 31/12/2014 (salvo proroga o eventuali variazioni dovute all andamento del mercato)

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

Offerta riservata ai dipendenti PUBLIACQUA SpA

Offerta riservata ai dipendenti PUBLIACQUA SpA Offerta riservata ai dipendenti PUBLIACQUA SpA Codice di Originazione (da fornire al Gestore BNL all apertura del conto) 300162905 C Offerta riservata ai nuovi clienti, valida fino al 31/07/2013 (salvo

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/03/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo No. 5 - Settembre 2013 2 I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo Con il mercato obbligazionario

Dettagli

Cambio Conto. Come cambiare il conto corrente

Cambio Conto. Come cambiare il conto corrente Cambio Conto Come cambiare il conto corrente INDICE Caro Cliente... 3 Cosa offre l iniziativa Cambio Conto come cambiare il conto corrente... 4 CAMBIARE IL CONTO CORRENTE IN 5 MOSSE... 5 2 1. SCEGLIERE

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 febbraio 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Il programma di Quantitative Easing finalmente

Dettagli

Offerta riservata ai VOLONTARI SERVIZIO CIVILE. Valida fino al 31/12/2016 (salvo proroga)

Offerta riservata ai VOLONTARI SERVIZIO CIVILE. Valida fino al 31/12/2016 (salvo proroga) Offerta riservata ai VOLONTARI SERVIZIO CIVILE Valida fino al 31/12/2016 (salvo proroga) CHI SIAMO BNL, uno dei principali gruppi bancari italiani con 2,5 milioni di clienti privati e 150 mila imprese,

Dettagli

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI Silvano Carletti * Nei suoi primi cinque appuntamenti (l ultimo a fine settembre 2015) il Targeted Longer-Term Refinancing Operations (TLTRO)

Dettagli

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana 79 a Giornata Mondiale del Risparmio Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana Roma, 31 ottobre 2003 Signor Ministro dell Economia, Signor Governatore della Banca d Italia,

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi del Rischio Pag.9 - Disclaimer 2 Analisi Macro Quadro

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano Gregorio De Felice Chief Economist 1 Credito alle imprese in forte crescita negli ultimi 1 anni La recente flessione del credito segue un periodo

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

DALLA PARTE DEGLI ALTRI OPERATORI ECONOMICI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DEGLI ALTRI OPERATORI ECONOMICI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DEGLI ALTRI OPERATORI ECONOMICI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DEGLI ALTRI OPERATORI ECONOMICI La nostra risposta alle esigenze della

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA - Milano

Dettagli

Offerta riservata associati COMPAGNIA PORTUALE SRL Ravenna

Offerta riservata associati COMPAGNIA PORTUALE SRL Ravenna Offerta riservata associati COMPAGNIA PORTUALE SRL Ravenna Codice di Originazione (da fornire al Gestore BNL all apertura del conto) 7936142 F Offerta valida fino al 30/04/2013 (salvo eventuali variazioni

Dettagli

Offerta riservata F.A.C.I. Federazione tra le Associazioni del Clero in Italia

Offerta riservata F.A.C.I. Federazione tra le Associazioni del Clero in Italia Offerta riservata F.A.C.I. Federazione tra le Associazioni del Clero in Italia Codice di Originazione (da fornire al Gestore BNL all apertura del conto) 306169826 A Offerta riservata ai nuovi clienti,

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

maggio 2015 ( i mercati azionari e in generale, trasversalmente, le asset class più rischiose - comprese quindi le 1/5

maggio 2015 ( i mercati azionari e in generale, trasversalmente, le asset class più rischiose - comprese quindi le 1/5 maggio 2015 Mantenere la rotta in mezzo alla volatilità Nonostante il paracadute della Bce nelle ultime settimane sui mercati è tornato il nervosismo. A medio termine lo scenario resta favorevole alle

Dettagli

DALLA PARTE DEI GIOVANI. Prodotti e servizi che semplificano la vita.

DALLA PARTE DEI GIOVANI. Prodotti e servizi che semplificano la vita. DALLA PARTE DEI GIOVANI Prodotti e servizi che semplificano la vita. LA BANCA COME TU LA DALLA PARTE DEI GIOVANI Prodotti e servizi che semplificano la vita. VUOI Una banca innovativa a mia disposizione

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%)

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013 Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) Commissioni nette 41,1 mln di euro (-5,6%1*) Margine di intermediazione

Dettagli

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015 Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2015 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE 1.09 POLITICA FINANZIARIA

Dettagli

DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. Gestisci un attività

Dettagli

Il Mercato del reddito fisso

Il Mercato del reddito fisso S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il Mercato del reddito fisso Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA Sala Convegni Corso Europa, 11 Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO

Dettagli

DALLA PARTE DELLE FAMIGLIE. Prodotti e servizi che semplificano la vita.

DALLA PARTE DELLE FAMIGLIE. Prodotti e servizi che semplificano la vita. DALLA PARTE DELLE FAMIGLIE Prodotti e servizi che semplificano la vita. LA BANCA COME TU LA DALLA PARTE DELLE FAMIGLIE Prodotti e servizi che semplificano la vita. VUOI Una banca comoda per le mie esigenze

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 2012 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

DALLA PARTE DELL AGRICOLTURA. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DELL AGRICOLTURA. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DELL AGRICOLTURA La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DELL AGRICOLTURA La nostra risposta alle esigenze della tua attività. Gestisci un

Dettagli

OSSERVATORIO SULLA CRISI ECONOMICA IN PROVINCIA DI BERGAMO

OSSERVATORIO SULLA CRISI ECONOMICA IN PROVINCIA DI BERGAMO OSSERVATORIO SULLA CRISI ECONOMICA IN PROVINCIA DI BERGAMO a cura dell I.R.S. (Istituto per la Ricerca Sociale) di Milano per conto della Camera di Commercio I.A.A. e della Provincia di Bergamo (estratto

Dettagli

AGORA VALORE PROTETTO

AGORA VALORE PROTETTO Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA VALORE PROTETTO FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Vantaggi. da mettere in conto LE ESCLUSIVE OPPORTUNITÀ PER I SOCI DI BANCO EMILIANO. Grande e Locale

Vantaggi. da mettere in conto LE ESCLUSIVE OPPORTUNITÀ PER I SOCI DI BANCO EMILIANO. Grande e Locale Vantaggi da mettere in conto LE ESCLUSIVE OPPORTUNITÀ PER I SOCI DI BANCO EMILIANO Grande e Locale Differente Banco Emiliano è una Banca di Credito Cooperativo, di esclusiva proprietà di migliaia di soci

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 9 settembre 2012 A cura dell Ufficio Ricerca

Dettagli

DALLA PARTE DELL EDILIZIA. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DELL EDILIZIA. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DELL EDILIZIA La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DELL EDILIZIA La nostra risposta alle esigenze della tua attività. Gestisci un attività

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 86 MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il 29 giugno

Dettagli

DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. Gestisci un attività

Dettagli

DALLA PARTE DEI GIOVANI. Prodotti e servizi che semplificano la vita.

DALLA PARTE DEI GIOVANI. Prodotti e servizi che semplificano la vita. DALLA PARTE DEI GIOVANI Prodotti e servizi che semplificano la vita. LA BANCA COME TU LA DALLA PARTE DEI GIOVANI Prodotti e servizi che semplificano la vita. VUOI Una banca innovativa a mia disposizione

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

DALLA PARTE DELL AGRICOLTURA. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DELL AGRICOLTURA. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DELL AGRICOLTURA La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DELL AGRICOLTURA La nostra risposta alle esigenze della tua attività. Gestisci un

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

1 a 7. LE BANCHE E IL CREDITO* 7.1 I prestiti bancari

1 a 7. LE BANCHE E IL CREDITO* 7.1 I prestiti bancari 7. LE BANCHE E IL CREDITO* 7.1 I prestiti bancari Nel 21 il calo dei prestiti bancari alle imprese e alle famiglie consumatrici residenti in regione ha mostrato un attenuazione, cui hanno contribuito la

Dettagli

La finanza internazionale e le banche

La finanza internazionale e le banche ACI - The Financial Market Association Assemblea Generale La finanza internazionale e le banche Intervento di Antonio Fazio Governatore della Banca d Italia Milano, 1º luglio 1999 Sono lieto di darvi il

Dettagli

DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. Gestisci un attività

Dettagli

PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA BCE

PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA BCE Riquadro PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA Sulla base delle informazioni disponibili al 22 febbraio 2013, gli esperti della hanno elaborato le proiezioni relative

Dettagli

I NOSTRI PRODOTTI E SERVIZI IN CONVENZIONE CON LA CASSA FORENSE.

I NOSTRI PRODOTTI E SERVIZI IN CONVENZIONE CON LA CASSA FORENSE. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per tutte le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi a disposizione della clientela presso ogni filiale della Banca o sul sito bper.it.

Dettagli

L accordo. L offerta del Gruppo Intesa Sanpaolo riservata ai dipendenti AS REGIONE EMILIA ROMAGNA

L accordo. L offerta del Gruppo Intesa Sanpaolo riservata ai dipendenti AS REGIONE EMILIA ROMAGNA L accordo L offerta del Gruppo Intesa Sanpaolo riservata ai dipendenti AS REGIONE EMILIA ROMAGNA Agenda Proposta di Convenzione Conti e Carte Investimenti Finanziamenti Programma di Loyalty - Bonus Intesa

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011 RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011 Costante supporto all economia reale dei territori di insediamento: circa 3 miliardi di euro di crediti erogati alle famiglie e alle PMI, in condizioni di liquidità

Dettagli

PIÙ VALORE AI TUOI INVESTIMENTI. BENVENUTO IN BANCA GENERALI. Scopri tutti i servizi

PIÙ VALORE AI TUOI INVESTIMENTI. BENVENUTO IN BANCA GENERALI. Scopri tutti i servizi PIÙ VALORE AI TUOI INVESTIMENTI. BENVENUTO IN BANCA GENERALI. Scopri tutti i servizi MULTICANALE, MULTIFUNZIONE: MOLTO PER TE. Servizi Dispositivi { Prelievi e versamenti in contanti e/o assegni Bonifici

Dettagli

rappor r to t sul leasing anno 2013

rappor r to t sul leasing anno 2013 rapporto sul leasing anno chiuso per la stampa il 26 aprile 2014 edito a cura dell Area Studi e Statistiche Assilea Servizi S.u.r.l. responsabile del progetto Beatrice Tibuzzi realizzato con la collaborazione

Dettagli

I NOSTRI PRODOTTI E SERVIZI IN CONVENZIONE CON LA CASSA FORENSE.

I NOSTRI PRODOTTI E SERVIZI IN CONVENZIONE CON LA CASSA FORENSE. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per tutte le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi a disposizione della clientela presso ogni filiale della Banca o sul sito bper.it.

Dettagli

1 Relazione sulla gestione

1 Relazione sulla gestione Settore Bancario Andamento della gestione del Gruppo Unipol Banca Il 2013 è stato un anno caratterizzato da profondi cambiamenti che hanno riguardato sia la struttura direzionale della banca che la composizione

Dettagli

DALLA PARTE DEI SENIOR. Prodotti e servizi che semplificano la vita.

DALLA PARTE DEI SENIOR. Prodotti e servizi che semplificano la vita. DALLA PARTE DEI SENIOR Prodotti e servizi che semplificano la vita. LA BANCA COME TU LA DALLA PARTE DEI SENIOR Prodotti e servizi che semplificano la vita. VUOI Per Una banca che sia il mio consulente

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5 5 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Nello scenario globale si accentua la divaricazione tra le grandi aree. Gli USA conservano un moderato incremento

Dettagli

Fideuram Online la nuova versione. Scopri le novità

Fideuram Online la nuova versione. Scopri le novità Fideuram Online la nuova versione. Scopri le novità in linea dal 21 giugno La nuova versione Immediatezza, semplicità e personalizzazione Una nuova immagine per rendere ancora più semplice e diretta la

Dettagli

DALLA PARTE DEI SENIOR. Prodotti e servizi che semplificano la vita.

DALLA PARTE DEI SENIOR. Prodotti e servizi che semplificano la vita. DALLA PARTE DEI SENIOR Prodotti e servizi che semplificano la vita. LA BANCA COME TU LA DALLA PARTE DEI SENIOR Prodotti e servizi che semplificano la vita. VUOI Per Una banca che sia il mio consulente

Dettagli

sono socio vantaggi del socio

sono socio vantaggi del socio sono socio vantaggi del socio Il Socio della Cassa Rurale Lavis Valle di Cembra è il fulcro di un sistema trasparente la cui principale finalità risulta essere il benessere della comunità di riferimento,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO MULTISTRATEGY 2007

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO MULTISTRATEGY 2007 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO MULTISTRATEGY 2007 Art.1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, l Impresa ha costituito

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25 25024 Leno (BS) Tel.: 030 9040265/280 Fax: 030 9068361 email:

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO CHE COSA È L APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO CHE COSA È L APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Sistema S.p.A. Sede legale e amministrativa Corso Monforte, 20-20122 Milano Telefono +39 02 802801

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25 25024 Leno (BS) Tel.: 030 9040265/280 Fax: 030 9068361 email:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25 25024 Leno (BS) Tel.: 030 9040265/280 Fax: 030 9068361 email:

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Offerta riservata ai VOLONTARI SERVIZIO CIVILE. Valida fino al 30/03/2016 (salvo proroga)

Offerta riservata ai VOLONTARI SERVIZIO CIVILE. Valida fino al 30/03/2016 (salvo proroga) Offerta riservata ai VOLONTARI SERVIZIO CIVILE Valida fino al 30/03/2016 (salvo proroga) 19/02/2015 CHI SIAMO BNL, uno dei principali gruppi bancari italiani con 2,5 milioni di clienti privati e 150 mila

Dettagli

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Advisory Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Ricerca di efficienza, gestione del capitale e dei crediti non performing Esercizio kpmg.com/it Indice Executive Summary 4 Approccio metodologico

Dettagli

DALLA PARTE DELL EDILIZIA. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DELL EDILIZIA. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DELL EDILIZIA La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DELL EDILIZIA La nostra risposta alle esigenze della tua attività. Gestisci un attività

Dettagli

DALLA PARTE DEGLI ALTRI OPERATORI ECONOMICI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DEGLI ALTRI OPERATORI ECONOMICI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DEGLI ALTRI OPERATORI ECONOMICI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DEGLI ALTRI OPERATORI ECONOMICI La nostra risposta alle esigenze della

Dettagli

L economia delle Province autonome di Trento e di Bolzano

L economia delle Province autonome di Trento e di Bolzano Filiali di Trento e di Bolzano L economia delle Province autonome di Trento e di Bolzano Bolzano, 18 giugno 2013 L ECONOMIA REALE Nel 2012 l economia delle province autonome di Trento e di Bolzano si è

Dettagli

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA 593 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO 18 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nell ultima riunione Ecofin del

Dettagli

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le Piccole e Medie Imprese ex Div. VIII PMI e artigianato Indagine sulle micro, piccole e medie imprese:

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE Il Fondo Pensione aperto Zurich Contribution è stato, come noto, istituito dal Consiglio di Amministrazione di Minerva Vita S.p.A. (oggi Zurich

Dettagli

Allegato A: PROPOSTA CONDIZIONI RISERVATE AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PISA CARIGE STILE FACOLTA

Allegato A: PROPOSTA CONDIZIONI RISERVATE AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PISA CARIGE STILE FACOLTA Allegato A: PROPOSTA CONDIZIONI RISERVATE AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PISA CARIGE STILE FACOLTA Canone mensile: per i primi tre anni, successivamente 3,00 Euro. Spese di tenuta conto per operazioni:

Dettagli

VENETO BANCA, IL CDA HA ESAMINATO GLI SCHEMI PRELIMINARI DI BILANCIO 2015 E APPROVATO L AGGIORNAMENTO DEL PIANO INDUSTRIALE

VENETO BANCA, IL CDA HA ESAMINATO GLI SCHEMI PRELIMINARI DI BILANCIO 2015 E APPROVATO L AGGIORNAMENTO DEL PIANO INDUSTRIALE VENETO BANCA, IL CDA HA ESAMINATO GLI SCHEMI PRELIMINARI DI BILANCIO 2015 E APPROVATO L AGGIORNAMENTO DEL PIANO INDUSTRIALE DOPO L ESITO POSITIVO DELL ASSEMBLEA DEL 19 DICEMBRE 2015 E LA CONSEGUENTE TRASFORMAZIONE

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/7/1 Pagina 1 Questa

Dettagli

Capire di più per scegliere meglio, in banca. Conti Correnti a Confronto. Guida pratica

Capire di più per scegliere meglio, in banca. Conti Correnti a Confronto. Guida pratica Capire di più per scegliere meglio, in banca. Conti Correnti a Confronto Guida pratica Conti Correnti a Confronto Guida pratica Caro cliente 3 Le informazioni di base sul conto corrente bancario 4 1. Che

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

Entra a far parte. di una famiglia. Soci

Entra a far parte. di una famiglia. Soci Entra a far parte di una famiglia Soci di scopri un mondo di vantaggi riservati ai Soci Perchè diventare Socio Perché siamo una banca cooperativa con 117 anni di storia, fortemente radicata sul territorio.

Dettagli

RAPPORTO BANCHE 1/2 0 1 5

RAPPORTO BANCHE 1/2 0 1 5 RAPPORTO BANCHE 1/2015 N. 1-2015 Il Rapporto Cer-Banche è frutto della ricerca in campo bancario svolta in questi anni dall'istituto. Il programma di attività ha condotto alla costruzione di un modello

Dettagli