Contenuto dei 4 o 5 settori prevalenti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Contenuto dei 4 o 5 settori prevalenti"

Transcript

1 1 di 5 GLOSSARIO Accentramenti contributivi Addetti (INAIL) Agente materiale Codice di tariffa Inail Comparti Contenuto dei 4 o 5 settori prevalenti ESAW/3 Un'azienda, con più Unità produttive dislocate sul territorio, può chiedere all'inail per motivi contabili e amministrativi di accentrare tutti i pagamenti in un'unica Sede (che per semplicità indicheremo con PAT madre o accentrante), in pratica di gestire il rapporto assicurativo con INAIL in una sola Sede. Si parla dunque di Aziende con più Unità produttive e con Posizione Assicurativa Territoriale gestita in forma accentrata. Questo comportamento fa sì che tutti gli addetti di una azienda si concentrano nella singola PAT che gestisce in maniera accentrata il rapporto assicurativo con l'inail, mentre gli infortuni sono normalmente denunciati dalle PAT figlie o accentrate e in parte dalla PAT madre Gli addetti INAIL (o "teste assicurate") rappresentano la popolazione che l'inail stima di assicurare come esposti al rischio infortunistico nell'anno. Per addetto si intende in sostanza la presenza media nell'anno di una persona per 300 giorni lavorativi; si calcola mediante il rapporto tra la massa salariale dichiarata per una PAT e le retribuzioni medie annue per il gruppo di lavorazione corrispondente, relative alla provincia di appartenenza (per i lavoratori autonomi l'anno è rapportato alla durata dell'attività). L'INAIL non tutela circa il 20% della popolazione lavorativa italiana "regolare", essenzialmente non assicura commercianti, liberi professionisti, titolari di ditte individuali non artigiane e marittimi (tutelati da IPSEMA). Elemento che determinando l'infortunio provoca un danno (per es. da una scheggia). In una PAT possono svolgersi più lavorazioni (Voci di lavorazione), ad ogni voce di lavorazione corrisponde un tasso di premio, questo (in modo differente all'interno delle 4 grandi gestioni "tariffarie": Industria, Artigianato, Terziario ed Altre Attività) corrisponde al Codice di Tariffa. E' una classificazione che raggruppa Codici di Tariffa correlati, non ha valore di norma, è una proposta fatta per essere più vicini all'identificazione dei settori di imprese identificabili sulla base della tipologia produttiva/lavorativa e dei rischi. In queste rappresentazioni sono stati considerati settori prevalenti quelli il cui contributo, in quel raggruppamento, sia superiore od uguale a circa il 5% del totale di quel raggruppamento. Nell'ambito di un programma di standardizzazione delle statistiche infortunistiche europee, avviato da alcuni anni da EUROSTAT, la codifica ESAW (European Statistics on Accidents in the Work), applicata in Italia dall'inail dal 2001, rappresenta la descrizione dell'evento infortunistico (in precedenza caratterizzato dalla forma e dall'agente) secondo 8 variabili: tipo di luogo (es: Cantiere di costruzione, cava, miniera a cielo aperto - non precisato) tipo di lavoro (es 53 - Pulizia di locali, di macchine - industriale o manuale) attività fisica specifica (es 21 - Lavorare con utensili a mano

2 2 di manuali) e suo agente materiale (es Trasmissioni pneumatiche) deviazione (es 32 - Rottura, esplosione con produzione di schegge (legno, vetro, metallo, pietra, plastica, altro)) e suo agente materiale (si usa la stessa Tabella degli Agenti materiali) contatto (es 13 - Contatto con fiamma viva o con oggetto/ambiente caldo o arroventato) e suo agente materiale (idem) Forma di avvenimento Inabilità (o menomazione) permanente Inabilità temporanea (I.T.A.) Infortuni Gravi Infortuni in Franchigia Infortuni in Itinere Infortuni Indennizzati Infortuni positivi Infortuni Stradali Modalità in cui è avvenuto l'infortunio (colpito da..., investito da...). Inabilità che comporta una riduzione permanente della capacità lavorativa con postumi permanenti di grado superiore al 6% ed entro il 15% (indennizzo in capitale per danno biologico), oppure superiore al 15% (rendita per danno biologico + danno patrimoniale). Questo è l'assetto in vigore dal 25 luglio 2000 (introduzione del danno biologico in base al D.Lgs. 38/2000), in precedenza il limite di inabilità permanente era rappresentato dalla riduzione della capacità lavorativa pari o superiore all'11%. Inabilità che impedisce al lavoratore infortunato di esercitare il proprio lavoro per un periodo limitato, superiore a 3 giorni; durante tale periodo l'inail eroga un'indennità giornaliera, fino alla completa guarigione (senza o con postumi permanenti). Normalmente si adotta lo schema che prevede la definizione di "grave" mutuata da quella del Codice Penale per le lesioni gravi, cioè un'assenza superiore a 40 giorni e/o il manifestarsi di un danno permanente. Infortunio che provoca una assenza dal lavoro fino a tre giorni, escluso quello di accadimento. Infortunio avvenuto nel tragitto di andata o di ritorno tra casa e lavoro o tra luogo di lavoro e luogo di ristoro oppure in occasione di spostamenti necessari a raggiungere eventuali altre sedi di servizio. Infortuni, con assenza dal lavoro superiore a tre giorni, che hanno comportato un esborso economico dall'inail a un lavoratore, o ai parenti superstiti nel caso di infortunio mortale. Infortuni, con assenza dal lavoro superiore a tre giorni, riconosciuti come Infortuni sul Lavoro dall'inail anche se non hanno comportato un esborso economico dall'inail al lavoratore (o ai parenti superstiti nel caso di Infortunio mortale). Cioè agli infortuni Indennizzati vanno aggiunti i cosiddetti Regolari Senza Indennizzo, in cui l'indennizzo non viene ricosciuto perché non dovuto o per motivi amministrativi (es. Denuncia in ritardo) o per motivi legali (es. studenti). Si intende quello avvenuto sulla pubblica via e causato da circolazione stradale, indipendentemente dal fatto che si tratti o meno di infortunio in itinere. In questo concetto è compreso sia

3 3 di 5 Infortuni sul lavoro Lavoratori nati estero Malattie professionali Malattie professionali non tabellate Malattie professionali tabellate Microimpresa Natura della lesione l'incidente capitato all'autotrasportatore nell'esercizio della sua attività, sia l'investimento del pedone da parte di un autoveicolo (quando l'incidente coinvolge un lavoratore che si sta recando al lavoro va considerato infortunio "in itinere"). Secondo la norma: "tutti i casi di infortunio avvenuti per causa violenta ed esterna (o virulenta) in occasione di lavoro, da cui sia derivata la morte o un'inabilità permanente al lavoro, assoluta o parziale, ovvero un'inabilità temporanea assoluta che importi astensione dal lavoro per più di tre giorni". Per causa violenta si intende un fattore esterno, improvviso e imprevisto, che in modo rapido e intenso provoca un effetto lesivo. Ogni "aggressione", quindi, che dall'esterno danneggia l'integrità psico-fisica del lavoratore può essere ritenuta causa violenta dell'infortunio assicurato. Può essere tale anche un'azione dovuta a microrganismi (come l'infezione virale contratta in ospedale), oppure uno sforzo che provoca uno strappo muscolare, un evento drammatico che provoca un trauma psichico e così via. La nozione di "occasione di lavoro", sulla base della quale è definito il carattere professionale dell'infortunio, focalizza che fra l'attività lavorativa prestata dall'infortunato e l'incidente vi è un rapporto, anche indiretto, di causa ed effetto. Si tratta di un concetto più ampio di quello che potrebbe essere espresso da una locuzione come "causato dal lavoro" o "accaduto sul luogo di lavoro o durante l'orario di lavoro". Nel database INAIL di origine dei dati non è riportata la cittadinanza, l'unico modo di stimare numericamente gli infortuni accaduti a persone non italiane è quello di fare riferimento al codice fiscale; da questo è possibile individuare i nati all'estero (il codice del comune di nascita comincia con la lettera Z ed il numero seguente - Znnn - individua il Paese di origine). Patologia che si verifica per causa lenta e progressiva nell'esercizio e a causa del lavoro, non è esclusa la concorrenza di concause extraprofessionali, purché quelle professionali siano prevalenti. Malattie (tecnopatie) non incluse in tabella, per queste deve essere provata la causa di lavoro. Malattie contratte in lavorazioni o a contatto di sostanze inserite in elenchi tassativi (tabella aggiornata periodicamente con provvedimenti normativi) e che si manifestino entro un periodo massimo di tempo, diverso tra diverse malattie, dalla fine dell'esposizione allo specifico rischio. Sussiste la presunzione legale di origine. Secondo le raccomandazioni della Commissione Europea 2003/361/CE, le imprese sono individuate a seconda della dimensione, ossia del numero di addetti effettivi e del volume di affari o del totale di bilancio: si definiscono microimprese quelle caratterizzate da un numero di addetti inferiore a 10 con una soglia massima di volume di affari e totale di bilancio di 2 milioni di euro. Tipologia di pregiudizio psicofisico conseguente ad un evento lesivo.

4 4 di 5 Occupati (ISTAT) PAT fuori territorio PAT -PosizioneAssicurativaTerritoriale Sono le persone in età di lavoro che hanno un'occupazione (regolare) o che hanno fatto ore di lavoro nel periodo considerato; l'istat calcola trimestralmente il dato che quindi rappresenta nell'anno le forze di lavoro medie (si tratta quindi di un dato relativamente stimato e basato sulle rilevazioni dell'istat). Posizione Assicurativa Territoriale situata geograficamente fuori dal territorio in considerazione, in pratica fuori dalla singola asl o dal territorio regionale. E' evidente che esistono situazioni in cui la sede della PAT si trova fuori dalla asl ma è all'interno della regione. Il rapporto assicurativo ha normalmente inizio con la denuncia d'esercizio presentata all'inail, in cui sono comunicati tutti gli elementi necessari all'istituto per l'inquadramento dell'azienda. L'INAIL assegna al datore di lavoro un codice azienda, nonché - per ogni singola sede di lavoro o unità locale - il numero della posizione assicurativa territoriale PAT cui corrisponde una gestione tariffaria un tipo di polizza le voci di lavorazioni corrispondenti a ciascuna lavorazione denunciata (Codice di Tariffa) tasso di premio applicato. Postumi riconosciuti Inail La scelta delle classi è stata determinata sulla base delle prestazioni fornite dall'inail: danni in franchigia (1-5%), non indennizzati danni con indennizzo in capitale (6-15%) danni con costituzione di rendita (16-100%) Sede della lesione Settori di attività - ATECO Parte del corpo interessata dalla lesione. Codice, attribuito dall'istat in occasione dei periodici censimenti, che identifica la tipologia di attività di un'azienda. E' organizzato ad albero, con lettere e numeri; la prima lettera individua grossolanamente i settori A= Agricoltura B= Pesca C= Attività estrattive D= Attività manifatturiere E= Energia F= Costruzioni G= Commercio H= Alberghi e ristorazione I= Trasporti J= Assicurazioni ed intermediazioni K= Attività immobiliare, informatica e ricerca L= Pubblica amministrazione M= Pubblica istruzione, N= Sanità e servizi sociali, O= Smaltimeno rifiuti, associazioni culturali

5 5 di 5 Tasso grezzo degli infortuni Tasso standardizzato degli infortuni P= Servizi a famiglie Q= Organizzazioni extraterritoriali. Numero di infortuni ogni 1000 addetti. Il tasso standardizzato è un indicatore costruito in modo "artificiale" senza corrispondenza con un valore reale; questo indice permette confronti numerici diretti tra situazioni (Regioni, ASL, Province) caratterizzate da diverso tessuto produttivo. Gli indici grezzi (= infortuni ogni 1000 addetti) di 31 Settori ATECO, di una regione o di una provincia, sono moltiplicati per un coefficiente di pesatura pari al numero di addetti nazionali in quel settore diviso il totale addetti nazionali di tutti i settori dell'anno 2000, preso come riferimento. Sono escluse dal calcolo le poche situazioni in cui il numero di infortuni, in quel settore e in quella ergione o provincia, è minore del numero di addetti.

Gli infortuni sul lavoro nel Friuli Venezia Giulia. Servizio statistica dicembre 2008

Gli infortuni sul lavoro nel Friuli Venezia Giulia. Servizio statistica dicembre 2008 Gli infortuni sul lavoro nel Friuli Venezia Giulia Servizio statistica dicembre 2008 Servizio statistica REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Corso Cavour, 1 34100 Trieste telefono: 040 3772218 fax:

Dettagli

LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI. GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei

LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI. GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei LA CAMPAGNA EUROPEA 2014 E LO STRESS LAVORO CORRELATO Lo stress

Dettagli

I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Premessa: La Costituzione Italiana garantisce a tutti i cittadini il diritto alla salute sul luogo di lavoro. Lo Stato stabilisce l obbligo di assicurare

Dettagli

Cos è l INAIL. (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro)

Cos è l INAIL. (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) Cos è l INAIL (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) E l Istituto che in Italia gestisce l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali. In Italia

Dettagli

Ruolo e compiti dell INAIL

Ruolo e compiti dell INAIL Ruolo e compiti dell INAIL Nuovo Polo Salute e Sicurezza NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.P.R. 1124/65 TESTO UNICO delle disposizioni per l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie

Dettagli

Report sugli infortuni professionali in provincia di Ravenna

Report sugli infortuni professionali in provincia di Ravenna Report sugli infortuni professionali in provincia di Ravenna a cura del Dipartimento di Sanità Pubblica: Staff di Epidemiologia e Comunicazione Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro.

Dettagli

ing. Domenico Mannelli Le banche dati: dal dato alla prevenzione

ing. Domenico Mannelli Le banche dati: dal dato alla prevenzione ing. Domenico Mannelli Le banche dati: dal dato alla prevenzione Menomazione della capacità lavorativa o morte provocata da causa violenta in occasione dei lavori CAUSA VIOLENTA ELEMENTO DETERMINANTE IN

Dettagli

INAIL ATTIVITA L INAIL

INAIL ATTIVITA L INAIL COSA E L INAIL? INAIL ATTIVITA L INAIL Istituto Nazionale Assicurazioni Infortuni sul Lavoro è un ente pubblico non economico, erogatore di servizi a carattere nazionale, con personalità giuridica e autonomia

Dettagli

SOMMARIO. Presentazione, obiettivi e articolazione della tesi pag. 2

SOMMARIO. Presentazione, obiettivi e articolazione della tesi pag. 2 SOMMARIO Presentazione, obiettivi e articolazione della tesi pag. 2 Capitolo 1: L infortunio sul lavoro e i dati disponibili - 1.1: Definizione di infortunio sul lavoro - 1.2: Le procedure amministrative

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO (DA CUI SUCCESSIVAMENTE NASCE L INAIL) DPR 547/1955 NORME PER LA PREVENZIONE

Dettagli

I.T.I. L. da Vinci BORGOMANERO

I.T.I. L. da Vinci BORGOMANERO Logo I.T.I. L. da Vinci BORGOMANERO Tipo di scuola: Istituto Tecnico Tecnologico ed Economico Sede: BORGOMANERO Tel: 0322.840811 fax 0322.840849 e.mail: itisleon@tin.it prevenzione e sicurezza sul lavoro

Dettagli

Circolare N.168 del 15 dicembre 2011. Premi assicurativi 2011-2012. E in corso l invio delle comunicazioni sulla classificazione ai fini tariffari

Circolare N.168 del 15 dicembre 2011. Premi assicurativi 2011-2012. E in corso l invio delle comunicazioni sulla classificazione ai fini tariffari Circolare N.168 del 15 dicembre 2011 Premi assicurativi 2011-2012. E in corso l invio delle comunicazioni sulla classificazione ai fini tariffari Premi assicurativi 2011/2012: è in corso l invio delle

Dettagli

INAIL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

INAIL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI INPS 1) ASSICURAZIONE PER L INVALIDITA, LA VECCHIAIA E I SUPERSTITI 2) ASSICURAZIONE CONTRO LA TIBERCOLOSI 3) ASSICURAZIONE CONTRO LA DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA 4) PROVVEDIMENTI PER LA TUTELA FISICA ED

Dettagli

Nel primo semestre 2004, tra le ditte collaboranti, sono stati rilevati 457 infortuni con prognosi superiore a 3 giorni

Nel primo semestre 2004, tra le ditte collaboranti, sono stati rilevati 457 infortuni con prognosi superiore a 3 giorni sul lavoro Nel primo semestre, tra le, sono stati rilevati 457 infortuni con prognosi superiore a 3 giorni L indice di frequenza infortunistica è pari a 16 infortuni ogni cento addetti, decisamente superiore

Dettagli

Le malattie professionali e gli infortuni riconosciuti quale base conoscitiva per la valutazione del rischio chimico nei diversi comparti produttivi

Le malattie professionali e gli infortuni riconosciuti quale base conoscitiva per la valutazione del rischio chimico nei diversi comparti produttivi Le malattie professionali e gli infortuni riconosciuti quale base conoscitiva per la valutazione del rischio chimico nei diversi comparti produttivi Emma INCOCCIATI (INAIL-ConTARP) Competenze di gestore

Dettagli

2.1 L andamento infortunistico

2.1 L andamento infortunistico 2.1 L andamento infortunistico Anche nel 2012, in Toscana, prosegue l andamento infortunistico in diminuzione. Infatti, le denunce di infortunio pervenute, ammontano a 53.286 casi con una differenza di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE Corso di Laurea Triennale in Statistica, Popolazione e Società (SPS) Tesi di Laurea GLI INCIDENTI STRADALI SUL LAVORO NEL VENETO (2004-2008):

Dettagli

LA NORMATIVA SULL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

LA NORMATIVA SULL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Lezione n.2 LA NORMATIVA SULL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali E' l'assicurazione sociale

Dettagli

Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro SEDE DI MANTOVA

Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro SEDE DI MANTOVA Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro SEDE DI MANTOVA INVESTIRE IN SICUREZZA. L INFORTUNIO COSTA Intervento al convegno La sicurezza partecipata nell Artigianato. Ruolo

Dettagli

Infortuni sul lavoro nel settore di igiene ambientale

Infortuni sul lavoro nel settore di igiene ambientale Infortuni sul lavoro nel settore di igiene ambientale CONSULENZA STATISTICO ATTUARIALE Cipolloni Federica Mochi Silvia Le denunce Anno evento 2012 Gli infortuni denunciati dalle aziende associate a Federambiente*

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA DEGLI INFORTUNI LAVORATIVI NELLA ULSS 12 VENEZIANA ( DATI DALL ARCHIVIO INAIL EPIWORK 2004, RELATIVI AGLI ANNI 2000, 2001, 2002 )

EPIDEMIOLOGIA DEGLI INFORTUNI LAVORATIVI NELLA ULSS 12 VENEZIANA ( DATI DALL ARCHIVIO INAIL EPIWORK 2004, RELATIVI AGLI ANNI 2000, 2001, 2002 ) EPIDEMIOLOGIA DEGLI INFORTUNI LAVORATIVI NELLA ULSS 12 VENEZIANA ( DATI DALL ARCHIVIO INAIL EPIWORK 2004, RELATIVI AGLI ANNI 2000, 2001, 2002 ) Epidemiologia degli Infortuni lavorativi nella Ulss 12 Veneziana

Dettagli

Rapporto Annuale 2007

Rapporto Annuale 2007 Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Rapporto Annuale 2007 Statistiche Rapporto Annuale 2007 Questo volume è stato realizzato su dati elaborati dalla Consulenza Statistico

Dettagli

Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali

Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, in base al D.Lgs 81/08 riceve le informazioni e la documentazione

Dettagli

Alcuni spunti di interesse. sul fenomeno infortunistico 2004. Aggiornamento al 15.03.2005

Alcuni spunti di interesse. sul fenomeno infortunistico 2004. Aggiornamento al 15.03.2005 Alcuni spunti di interesse sul fenomeno infortunistico 2004 Aggiornamento al 15.03.2005 Roma, 28 aprile 2005 A) Infortuni sul lavoro: le tendenze in atto Circa 940.000 infortuni denunciati nel 2004: i

Dettagli

La tutela assicurativa Inail. dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino

La tutela assicurativa Inail. dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino La tutela assicurativa Inail dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino 1 I.N.A.I.L. ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO persegue una pluralità

Dettagli

GLI INFORTUNI NELLE SCUOLE. Maria GULLO e Marilù TOMACIELLO INAIL Piemonte

GLI INFORTUNI NELLE SCUOLE. Maria GULLO e Marilù TOMACIELLO INAIL Piemonte Maria GULLO e Marilù TOMACIELLO INAIL Piemonte Perché questa particolare attenzione sugli infortuni? L'analisi degli incidenti/infortuni costituisce un momento di Art. 29 comma 3 Dlgs 81/08 fondamentale

Dettagli

L assicurazione contro gli infortuni in Italia

L assicurazione contro gli infortuni in Italia INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI L assicurazione contro gli infortuni in Italia L obbligo dell assicurazione contro gli infortuni sul lavoro nasce con la legge 80/1898 come forma di tutela per i rischi

Dettagli

Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013

Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013 Rapporto Statistico 2013 Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013 Casellario Centrale Infortuni 00143 Roma - Via Roberto Ferruzzi, 38 casellario@inail.it http://casellario.inail.it INAIL

Dettagli

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001. STUDIO CONSICUR dott. Luca Vincenzo Fanesi

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001. STUDIO CONSICUR dott. Luca Vincenzo Fanesi L obbligo della denuncia infortunio e malattia professionale Il registro infortuni LA TUTELA ASSICURATIVA SUI LUOGHI DI LAVORO IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001 STUDIO CONSICUR dott. Luca

Dettagli

INAIL Direzione Regionale Lombardia. Le prestazioni INAIL

INAIL Direzione Regionale Lombardia. Le prestazioni INAIL INAIL Direzione Regionale Lombardia Le prestazioni INAIL 1 LE PRESTAZIONI ASSICURATIVE A FRONTE DEL PAGAMENTO DEL PREMIO ASSICURATIVO QUANDO SI VERIFICA UN EVENTO INDENNIZZABILE L INAIL EROGA DUE TIPI

Dettagli

Ennio Savino Dirigente Medico INAIL

Ennio Savino Dirigente Medico INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO Ennio Savino Dirigente Medico INAIL Il medico di Medicina Generale rappresenta spesso il primo riferimento per il paziente vittima

Dettagli

Statistiche per la prevenzione Danni da lavoro nell agricoltura nell industria e nell artigianato

Statistiche per la prevenzione Danni da lavoro nell agricoltura nell industria e nell artigianato CONSULENZA STATISTICO ATTUARIALE Statistiche per la prevenzione Danni da lavoro nell agricoltura nell industria e nell artigianato SUPPLEMENTO AL NOTIZIARIO STATISTICO N. 1-2/2011 Quaderni del Notiziario

Dettagli

PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATI ALL INAIL

PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATI ALL INAIL PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATI ALL INAIL Tav.1 Infortuni sul lavoro avvenuti nel periodo 2005-2007 per anno, gestione e sesso Tav. 2 Infortuni sul lavoro avvenuti

Dettagli

CONVEGNO Università di Pavia

CONVEGNO Università di Pavia DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA CONVEGNO Università di Pavia 29 gennaio 2008 1 L Assicurazione contro gli Infortuni sul lavoro e le malattie professionali 2 L assicurazione contro gli infortuni - trova il

Dettagli

Analisi degli infortuni nell attività di raccolta rifiuti

Analisi degli infortuni nell attività di raccolta rifiuti Rimini, 11 novembre 2011 Analisi degli infortuni nell attività di raccolta rifiuti Silvia Mochi e Federica Cipolloni Consulenza Statistico Attuariale INAIL LA BASE DATI Lo studio riguarda gli infortuni

Dettagli

VOCABOLARIO DELLA SICUREZZA (SAFETY) DEFINIZIONI: Pericolo Rischio Prevenzione Protezione Formazione Informazione Addestramento Buone prassi

VOCABOLARIO DELLA SICUREZZA (SAFETY) DEFINIZIONI: Pericolo Rischio Prevenzione Protezione Formazione Informazione Addestramento Buone prassi VOCABOLARIO DELLA SICUREZZA (SAFETY) DEFINIZIONI: Pericolo Rischio Prevenzione Protezione Formazione Informazione Addestramento Buone prassi federico.ricci@unimore.it Psicologo del Lavoro e delle Organizzazioni

Dettagli

ANALISI STATISTICA DEGLI INFORTUNI NELLE ATTIVITÀ DI IGIENE URBANA NELLE AZIENDE DEI SERVIZI AMBIENTALI E TERRITORIALI

ANALISI STATISTICA DEGLI INFORTUNI NELLE ATTIVITÀ DI IGIENE URBANA NELLE AZIENDE DEI SERVIZI AMBIENTALI E TERRITORIALI ANALISI STATISTICA DEGLI INFORTUNI NELLE ATTIVITÀ DI IGIENE URBANA NELLE AZIENDE DEI SERVIZI AMBIENTALI E TERRITORIALI A. GUERCIO*, F. CIPOLLONI**, S. MOCHI**, P. SANTUCCIU***, A. SCHNEIDER GRAZIOSI*,

Dettagli

R e g i o n e L a z i

R e g i o n e L a z i o R e g i o n e L a z i Titolo del Progetto o del programma: Siamo sicuri che si può lavorare sicuri Identificativo della linea o delle linee di intervento generale/i: Prevenzione degli eventi infortunistici

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015:

INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015: INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015: PROCEDURE, RETRIBUZIONE E PAGAMENTO dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, gennaio 2015 L infortunio sul lavoro INAIL 2015 è un incidente che avviene in occasione dell

Dettagli

Gli Infortuni sul lavoro

Gli Infortuni sul lavoro . Gli Infortuni sul lavoro Diminuiscono gli infortuni ma non per tutti! Gli infortuni, tra gli anni 80 e gli anni 90, si attestano attorno ad 1 milione di eventi l anno; gli infortuni mortali oscillano

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI: VERIFICHE DELLO SPISAL NELL ATTIVITÀ DI VIGILANZA E NELLE INDAGINI PER INFORTUNIO.

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI: VERIFICHE DELLO SPISAL NELL ATTIVITÀ DI VIGILANZA E NELLE INDAGINI PER INFORTUNIO. INCONTRO 18 NOVEMBRE 2014 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI: VERIFICHE DELLO SPISAL NELL ATTIVITÀ DI VIGILANZA E NELLE INDAGINI PER INFORTUNIO. Dott. Celestino Piz direttore SPISAL Ulss di Vicenza Lezione

Dettagli

Criteri e metodi per l analisi del contesto produttivo e di rischio nel settore della metalmeccanica.

Criteri e metodi per l analisi del contesto produttivo e di rischio nel settore della metalmeccanica. Allegato 1 al ddg del Criteri e metodi per l analisi del contesto produttivo e di rischio nel settore della metalmeccanica. a cura del Laboratorio di Approfondimento Metalmeccanica 1 Premessa I dati contenuti

Dettagli

Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000

Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000 Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000 INCA PIEMONTE - 2010 1 L ASSICURAZIONE INAIL LA CAUSA VIOLENTA - L OCCASIONE DI LAVORO L INFORTUNIO IN ITINERE GLI OBBLIGHI DEL LAVORATORE

Dettagli

RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO

RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO Silvana Amico INAIL Treviso GESTIONE PER CONTO INSEGNANTI E ALUNNI Relazione 21 marzo 2007 INTRODUZIONE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

Dettagli

Gli infortuni s u l l a v o r o in Umbria

Gli infortuni s u l l a v o r o in Umbria 4 a t l a N T I d e l l a P R E V E N Z I O N E SECONDO RAPPORTO Gli infortuni s u l l a v o r o in Umbria Anni 2004 / 2005 A cura di: Ufficio Dirigenziale Prevenzione Assessorato Sanità Direzione Regionale

Dettagli

SEDE DELLA SPEZIA. INFORTUNI e MALATTIE PROFESSIONALI nel TERRITORIO dell A.S.L. n. 5 SPEZZINO RAPPORTO 2008

SEDE DELLA SPEZIA. INFORTUNI e MALATTIE PROFESSIONALI nel TERRITORIO dell A.S.L. n. 5 SPEZZINO RAPPORTO 2008 SEDE DELLA SPEZIA INFORTUNI e MALATTIE PROFESSIONALI nel TERRITORIO dell A.S.L. n. 5 SPEZZINO RAPPORTO 28 Premessa Grazie all iniziativa dei Flussi Informativi attivati dal 22 da INAIL, ISPESL e Regioni,

Dettagli

Il ruolo dell INAIL nella prevenzione. Parma Camera del Lavoro 4 Luglio 2014

Il ruolo dell INAIL nella prevenzione. Parma Camera del Lavoro 4 Luglio 2014 Il ruolo dell INAIL nella prevenzione Parma Camera del Lavoro 4 Luglio 2014 Le competenze INAIL: una sintesi ragionata dei 10 articoli del T.U. 81 che lo riguardano 1. Gestione dell assicurazione obbligatoria

Dettagli

DATI INAIL Analisi degli infortuni sul lavoro: casi mortali al minimo storico

DATI INAIL Analisi degli infortuni sul lavoro: casi mortali al minimo storico PREVENZIONE E PROTEZIONE ARTICOLO Pubblicato il Rapporto 2013 con i dati valutati dall Istituto DATI INAIL Analisi degli infortuni sul lavoro: casi mortali al minimo storico di Valeria Rey, Ricercatore

Dettagli

TASSI INFORTUNI INDENNIZZATI PER GRUPPO ATECO (2004) Tasso grezzo

TASSI INFORTUNI INDENNIZZATI PER GRUPPO ATECO (2004) Tasso grezzo 120 100 80 60 40 20 0 TASSI INFORTUNI INDENNIZZATI PER GRUPPO ATECO (2004) DJ Industria metalli F Costruzioni I Trasporti DC Industria conciaria DI Industria non metalliferi A Agrindustria E Elettricità

Dettagli

Sezione 1. Infortuni: analisi e statistiche

Sezione 1. Infortuni: analisi e statistiche Sezione 1 Infortuni: analisi e statistiche 1.1 Analisi del fenomeno infortunistico in Regione Nel 2012 l andamento infortunistico in Molise evidenzia una significativa flessione del -6,2% rispetto all

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PER LA LOMBARDIA. Nuovi flussi informativi INAIL ISPESL REGIONI

DIREZIONE REGIONALE PER LA LOMBARDIA. Nuovi flussi informativi INAIL ISPESL REGIONI DIREZIONE REGIONALE PER LA LOMBARDIA Nuovi flussi informativi INAIL ISPESL REGIONI Dicembre 2006 1 I N D I C E Introduzione pag. 3 Terminologia 5 Descrizione della realtà territoriale lombarda 12 Descrizione

Dettagli

MILANO BONCOMPAGNI INAIL NON SOLO ASSICURAZIONE MA UN SISTEMA INTEGRATO PER LA TUTELA DEI LAVORATORI E PER LA COMPETITIVITA DELLE IMPRESE

MILANO BONCOMPAGNI INAIL NON SOLO ASSICURAZIONE MA UN SISTEMA INTEGRATO PER LA TUTELA DEI LAVORATORI E PER LA COMPETITIVITA DELLE IMPRESE MILANO BONCOMPAGNI INAIL NON SOLO ASSICURAZIONE MA UN SISTEMA INTEGRATO PER LA TUTELA DEI LAVORATORI E PER LA COMPETITIVITA DELLE IMPRESE MILANO BONCOMPAGNI Il mutato quadro normativo intervenuto in tempi

Dettagli

FOCUS SUL SETTORE TESSILE

FOCUS SUL SETTORE TESSILE FOCUS SUL SETTORE TESSILE I dati utilizzati per le analisi qui presentate provengono dal file Asl 014 consegnato a fine 2009 ed aggiornato nell aprile 2010 dall INAIL Direzione Centrale alla ASL della

Dettagli

Le parole chiave della sicurezza CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 1.3

Le parole chiave della sicurezza CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 1.3 Le parole chiave della sicurezza Unità didattica CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA 1.3 SALUTE Stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un assenza

Dettagli

Infortuni sul lavoro e Malattie Professionali nel Lazio. Rapporto 2009 OSSERVATORIO REGIONALE SULLA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO

Infortuni sul lavoro e Malattie Professionali nel Lazio. Rapporto 2009 OSSERVATORIO REGIONALE SULLA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO OSSERVATORIO REGIONALE SULLA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Infortuni sul lavoro e Malattie Professionali nel Lazio Rapporto 2009 Giugno 2011 Osservatorio

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 72 09.04.2014 INAIL: riduzione dei premi 2014 Lo sconto sui premi INAIL, per l anno 2014, è pari al 14,17% Categoria: Previdenza

Dettagli

Ogni azienda paga all INAIL un tasso di premio definito dall inquadramento della propria lavorazione nella TARIFFA DEI PREMI

Ogni azienda paga all INAIL un tasso di premio definito dall inquadramento della propria lavorazione nella TARIFFA DEI PREMI Definizione del tasso Ogni azienda paga all INAIL un tasso di premio definito dall inquadramento della propria lavorazione nella TARIFFA DEI PREMI Elenco e classificazioni di lavorazioni corrispondenti

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E

INFORTUNIO SUL LAVORO E I CONCETTI DI INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE Centro per la Cultura della Prevenzione nei luoghi di lavoro e vita Convegno di studio e approfondimento: «Quando lo studente è un lavoratore.

Dettagli

INDICE. Presentazione del Prof. GOFFREDO SCIAUDONE... PARTE PRIMA PREVENZIONE CAPITOLO I DEFINIZIONE, DATI STATISTICI

INDICE. Presentazione del Prof. GOFFREDO SCIAUDONE... PARTE PRIMA PREVENZIONE CAPITOLO I DEFINIZIONE, DATI STATISTICI XV Presentazione del Prof. GOFFREDO SCIAUDONE... IX PARTE PRIMA DEFINIZIONE, DATI STATISTICI, PREVENZIONE CAPITOLO I DEFINIZIONE, DATI STATISTICI 1. Infortunio, infortunio sul lavoro e infortunio in itinere....

Dettagli

Numero 20 /2013 Le malattie professionali nell anno 2012 nelle statistiche INAIL

Numero 20 /2013 Le malattie professionali nell anno 2012 nelle statistiche INAIL Numero 20 /2013 Le malattie professionali nell anno 2012 nelle statistiche INAIL L'INAIL ha presentato i dati degli infortuni e delle malattie professionali relativi all'anno 2012. Nel 2012 si è avuto

Dettagli

L ATLANTE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO NELLA REGIONE VENETO

L ATLANTE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO NELLA REGIONE VENETO L ATLANTE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO NELLA REGIONE VENETO Evoluzione normativa negli anni 1990/2001 Ampliamento dei soggetti assicurati Estensione del rischio assicurato Nuovo sistema di tutela del danno

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

Rischi infortuni. protocollo d intesa 5 febbraio 2015

Rischi infortuni. protocollo d intesa 5 febbraio 2015 SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA Rischi infortuni protocollo d intesa 5 febbraio 2015 ASL Brescia ASL Vallecamonica Sebino - Direzione Territoriale del Lavoro Ufficio Scolastico Territoriale

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CREMONA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CREMONA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2014 INSIEME DI IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Dicembre 2014 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale Imprese 1. Analisi

Dettagli

Infortuni sul lavoro: conceptual framework

Infortuni sul lavoro: conceptual framework Progetto Gli infortuni (mortali) sul lavoro: Efficacia degli interventi Seminario dell Altana Calenzano 5-6 Marzo 2007 Infortuni sul lavoro: conceptual framework Definizione di campo Progetto di ricerca

Dettagli

di Redazione Indicitalia Risorse Umane >> Gestione organizzazione del personale

di Redazione Indicitalia Risorse Umane >> Gestione organizzazione del personale CALCOLO DELL INFORTUNIO di Redazione Indicitalia Risorse Umane >> Gestione organizzazione del personale RIFERIMENTI NORMATIVI DPR 30 giugno 1965, n.1124 (c.d. Testo Unico / T.U.) L infortunio è l evento

Dettagli

GLI INFORTUNI SUL LAVORO IN FRIULI VENEZIA GIULIA ATLANTE E ANALISI PREVENTIVA (2001-2006)

GLI INFORTUNI SUL LAVORO IN FRIULI VENEZIA GIULIA ATLANTE E ANALISI PREVENTIVA (2001-2006) GLI INFORTUNI SUL LAVORO IN FRIULI VENEZIA GIULIA ATLANTE E ANALISI PREVENTIVA (2001-2006) AGENZIA REGIONALE DELLA SANITÀ 2 Agenzia regionale della Sanità della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia GLI

Dettagli

Il sistema di tutela sociale

Il sistema di tutela sociale Il sistema di tutela sociale IL SISTEMA DI TUTELA SOCIALE Il sistema di TUTELA SOCIALE si riferisce a quel complesso di servizi con cui lo Stato fornisce a tutti i cittadini prestazioni di ordine assistenziale

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

Ad esempio è possibile ricavare il range dei costi assicurativi per alcune tipologie di lavoratori, riportati nella tabella seguente:

Ad esempio è possibile ricavare il range dei costi assicurativi per alcune tipologie di lavoratori, riportati nella tabella seguente: OT 24 Risparmiare sul premio INAIL da versare nel 2016 Ogni anno entro il 16 febbraio, il datore di lavoro è tenuto a comunicare all INAIL (mod. 1031) l ammontare totale delle retribuzioni corrisposte

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Giugno 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI TERNI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI TERNI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2014 INSIEME DELLE IMPRESE REGISTRATE Elaborazioni a: Dicembre 2014 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale Imprese

Dettagli

Si occupa di una serie di prestazioni:

Si occupa di una serie di prestazioni: 1 Si occupa di una serie di prestazioni: 2 L INCA si occupa anche di un settore specifico 3 L INCA ha una struttura organizzata uffici amministrativi con personale competente servizio medico con consulenti

Dettagli

Casellario Centrale Infortuni

Casellario Centrale Infortuni Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2012 Il Casellario Centrale Infortuni È una banca dati pubblica che raccoglie tutti gli infortuni che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VITERBO REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VITERBO REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Marzo 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità

Dettagli

I beneficiari delle prestazioni pensionistiche - Anno 2007. Nota informativa

I beneficiari delle prestazioni pensionistiche - Anno 2007. Nota informativa I beneficiari delle prestazioni pensionistiche - Anno 2007 Nota informativa Oggetto dell indagine e fonte dei dati In questa raccolta di tavole statistiche 1 vengono presentati i dati sui beneficiari di

Dettagli

A CURA ITAL UIL DI BRESCIA INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI

A CURA ITAL UIL DI BRESCIA INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI A CURA ITAL UIL DI BRESCIA INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI GENNAIO 2002 L'ASSICURAZIONE INAIL I lavoratori e le lavoratrici vittime di infortuni e malattie professionali sono assistiti dall'inail (Istituto

Dettagli

Infortuni sul lavoro: gli adempimenti a carico dell impresa

Infortuni sul lavoro: gli adempimenti a carico dell impresa Infortuni sul lavoro: gli adempimenti a carico dell impresa Nozione Si considera infortunio, ai fini della tutela assicurativa obbligatoria, ogni evento avvenuto per causa violenta in occasione di lavoro,

Dettagli

IL DOCUMENTO DI INDIRIZZO PER LA SICUREZZA NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DEL PIEMONTE La gestione del rapporto assicurativo

IL DOCUMENTO DI INDIRIZZO PER LA SICUREZZA NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DEL PIEMONTE La gestione del rapporto assicurativo IL DOCUMENTO DI INDIRIZZO PER LA SICUREZZA NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DEL PIEMONTE La gestione del rapporto assicurativo Maria GULLO INAIL Piemonte 17 ottobre 2013 IIS A. Volta Spalto Marengo 42 Alessandria

Dettagli

La gestione della prevenzione negli ambienti di lavoro. Definizioni

La gestione della prevenzione negli ambienti di lavoro. Definizioni La gestione della prevenzione negli ambienti di lavoro Definizioni DEFINIZIONI (Linee Guida CEE riprese da Linee Guida Regioni) PERICOLO proprietà o qualità intrinseca di una entità avente il potenziale

Dettagli

4. La tutela assicurativa INAIL

4. La tutela assicurativa INAIL 4. La tutela assicurativa INAIL L infortunio sul lavoro Che cos è l infortunio sul lavoro: l evento lesivo che produce danno al lavoratore la cui causa, sia violenta, cioè acuta, di forza efficiente e

Dettagli

Malattie professionali e ruolo del Medico Competente

Malattie professionali e ruolo del Medico Competente Malattie professionali e ruolo del Medico Competente Graziano Frigeri Medico Competente, Presidente Assoprev Il Sistema Assicurativo L'INAIL è l'ente assicuratore di diritto pubblico competente per l'assicurazione

Dettagli

ALLE STRUTTURE CENTRALI E TERRITORIALI

ALLE STRUTTURE CENTRALI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE RAPPORTO ASSICURATIVO Ufficio Gestione Rapporti Assicurativi Ufficio Politiche Assicurative, Tariffe e Contenzioso Processo: Aziende Macroattività: Indirizzi normativi/operativi entrate

Dettagli

ASSICURATO: Copia B - per l Assicurato - TIP. INAIL - 11/2007 SINTESI DELL ESAME OBIETTIVO DIAGNOSI ACCERTAMENTI GIÀ PRATICATI PRESCRIZIONI

ASSICURATO: Copia B - per l Assicurato - TIP. INAIL - 11/2007 SINTESI DELL ESAME OBIETTIVO DIAGNOSI ACCERTAMENTI GIÀ PRATICATI PRESCRIZIONI Mod. 1 SS CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO PRIMO CONTINUATIVO DEFINITIVO RIAMMISSIONE IN TEMPORANEA Cognome Nome Sesso MF Nato a (Comune) Residente a (Comune) CAP Nazionalità Codice ISTAT

Dettagli

Genesi e comportamenti

Genesi e comportamenti Genesi e comportamenti DANNO ISTANTANEO PROVOCATO DA CAUSA VIOLENTA IN OCCASIONE DI LAVORO (taglio, ferita, contusione...) L'Infortunio sul lavoro 2 2012 1 mortale 10 INV. PERMAN. 50 INFORTUNI 500 OCCASIONI

Dettagli

Seminario regionale La sicurezza nei cantieri forestali

Seminario regionale La sicurezza nei cantieri forestali 1 Seminario regionale La sicurezza nei cantieri forestali 14 giugno 2012 - Fenestrelle (TO) Infortuni sul lavoro e malattie professionali nel settore forestale: i dati INAIL Maria Gullo INAIL Piemonte

Dettagli

I benefici di una corretta gestione dei rischi: i dati

I benefici di una corretta gestione dei rischi: i dati I benefici di una corretta gestione dei rischi: i dati dell INAIL Dott Antonio Terracina INAIL CONTARP Direzione Generale - Roma Il fenomeno infortunistico a livello mondiale 2.300.000 decessi a causa

Dettagli

Atlante degli infortuni sul lavoro nella Regione Veneto

Atlante degli infortuni sul lavoro nella Regione Veneto Atlante degli infortuni sul lavoro nella Regione Veneto Anni 1990-2001 Nedda Visentini Direzione sistema statistico regionale 6 Gli autori Direzione prevenzione Centro operativo regionale per l epidemiologia

Dettagli

L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE SCUOLE PUBBLICHE. Sedi Inail di Torino Sud, Moncalieri e Pinerolo

L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE SCUOLE PUBBLICHE. Sedi Inail di Torino Sud, Moncalieri e Pinerolo L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE SCUOLE PUBBLICHE Sedi Inail di Torino Sud, Moncalieri e Pinerolo ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI

Dettagli

i costi della mancata prevenzione

i costi della mancata prevenzione i costi della mancata prevenzione stefania marconi dirigente inail mantova Infortuni sul lavoro 2010 denunciati all Inail 2009 italia 2010 lombardia 2009 2010 mantova 2009 2010 in occasione di lavoro 697.075

Dettagli

Paolo Mascagni 21-06-14

Paolo Mascagni 21-06-14 Paolo Mascagni 21-06-14 EVENTI LESIVI DA CAUSA LAVORATIVA INFORTUNIO Evento avvenuto per causa violenta (concentrata nel tempo), in occasione di lavoro, da cui sia derivata la morte o un inabilità permanente

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI Elaborazioni a: Giugno 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità trimestrale Dinamismo

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI Elaborazioni a: Giugno 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità trimestrale Dinamismo

Dettagli

IL FENOMENO INFORTUNISTICO NEL FLOROVIVAISMO INDAGINE 2001-2005

IL FENOMENO INFORTUNISTICO NEL FLOROVIVAISMO INDAGINE 2001-2005 IL FENOMENO INFORTUNISTICO NEL FLOROVIVAISMO INDAGINE 2001-2005 Il monitoraggio del fenomeno infortunistico nei principali comparti produttivi del territorio è attività che il Servizio pubblico di prevenzione

Dettagli

INDICE SISTEMATICO LIBRO PRIMO IL DANNO LA LIQUIDAZIONE PARTE PRIMA IL RISARCIMENTO DEL DANNO IN GENERALE

INDICE SISTEMATICO LIBRO PRIMO IL DANNO LA LIQUIDAZIONE PARTE PRIMA IL RISARCIMENTO DEL DANNO IN GENERALE INDICE SISTEMATICO Introduzione........................................... pag. v LIBRO PRIMO IL DANNO LA LIQUIDAZIONE PARTE PRIMA IL RISARCIMENTO DEL DANNO IN GENERALE 1. Rapporto di causalità tra condotta

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASCURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n.81) e nome

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI. Calabria REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI. Calabria REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Dicembre 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VITERBO REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 3 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VITERBO REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 3 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 3 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Settembre 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità

Dettagli

Regole in materia di coperture per Infortuni Professionali ed Extraprofessionali. appartenente alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi

Regole in materia di coperture per Infortuni Professionali ed Extraprofessionali. appartenente alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi Regole in materia di coperture per Infortuni Professionali ed Extraprofessionali a favore del Personale appartenente alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi Aprile 2008 Regole in materia di coperture

Dettagli