SERVICE LAZIO 2000 PRESENTAZIONE DELLA SOCIETA. Ente formativo e di consulenza di. Piazza Fernando De Lucia Roma

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SERVICE LAZIO 2000 PRESENTAZIONE DELLA SOCIETA. Ente formativo e di consulenza di. Piazza Fernando De Lucia 20 00139 Roma"

Transcript

1 Piazza Fernando De Lucia Roma SERVICE LAZIO 2000 Tel.: Fax: PEC: Website: Ente formativo e di consulenza di PRESENTAZIONE DELLA SOCIETA Ultimo aggiornamento 17/11/2014

2 CHI SIAMO Vision: Realizzare attività di Formazione, Aggiornamento e Servizi agli imprenditori e ai lavoratori del settore cooperativo in maniera eccellente. Mission: Progettare interventi formativi e fornire servizi alle imprese Cooperative. Storia: Service Lazio 2000 è una società consortile costituita nel 1991 da aziende che operano nel settore della ricerca e della formazione (Cler Soc. Coop., SET Soc. Coop. e Consorzio Meglio Insieme Soc. Coop.) ed è l ente di riferimento della Lega Regionale delle Cooperative e Mutue del Lazio per i servizi e le consulenze alle proprie associate. La società è certificata ISO 9001:2000 ed è accreditata presso la Regione Lazio per l erogazione di interventi di formazione continua e superiore ai sensi della Det. Reg. n. D1964 del 7/7/2009. Service Lazio 2000 si avvale di una rete di professionisti interni ed esterni, con competenze e abilità differenti, in grado di offrire in modo integrato servizi qualificati alle imprese cooperative associate alla Legacoop Lazio e alle imprese in genere. Le attività svolte dalla società si possono riassumere in quattro macro-settori: 1. attività di informazione e consulenza alle imprese; 2. attività di formazione continua e superiore; 3. attività di ricerca; 4. attività informativa e divulgativa in materia agricola. 2

3 COSA FACCIAMO 1. Attività di informazione e consulenza alle imprese Nell ambito delle attività di informazione e consulenza alle imprese, i servizi offerti alle cooperative associate e alle imprese in genere, attraverso lo sportello dedicato Legacoop Lazio Risorse sono: a) servizio di orientamento e informazione per la creazione nuove imprese cooperative: il servizio offre a chi intende avvicinarsi al mondo della cooperazione gli strumenti per comprenderne il funzionamento e per avere un supporto qualora intenda avviare un esperienza concreta di impresa cooperativa. Nello specifico, si forniscono: assistenza alla costruzione e alla costituzione della nuova impresa cooperativa e alla redazione di un business plan di impresa utile alla pianificazione e alla gestione delle attività. Il servizio offre anche assistenza e consulenza nella redazione dell atto costitutivo, dello statuto e del regolamento interno (se obbligatorio) delle imprese cooperative; tutoraggio d impresa nella fase di start up: il servizio si rivolge alle imprese cooperative neo costituite e offre alle stesse la possibilità di avvalersi della presenza di uno o più consulenti in azienda al fine di sostenere l attività dell impresa nel primo anno di funzionamento. b) assistenza e consulenza sulla gestione di impresa. Il servizio mette a disposizione delle cooperative la specifica competenza di professionisti qualificati per: consulenza ed assistenza contabile, fiscale, commerciale e societaria; assistenza tributaria in tutte le fasi del contenzioso, studio e predisposizione di istanze e ricorsi in ogni grado di giudizio; adempimenti presso gli uffici tributari e finanziari, risoluzione di problematiche inerenti accertamenti, avvisi, cartelle di pagamento, rilievi in sede di controllo delle dichiarazioni; consulenza e assistenza nelle varie fasi della vita aziendale, anche mediante la redazione, parziale o totale, in accordo con lo studio notarile, di rogiti relativi ad atti societari; archiviazione, protocollazione ed elaborazione dei dati relativi alla gestione contabile di aziende (con particolare riferimento alle imprese cooperative) e lavoratori autonomi, sotto ogni forma giuridica di costituzione e attraverso tutti i regimi fiscali adottati (ordinario, semplificato, agevolato, ); predisposizione e redazione di ogni tipo di bilancio, con il corredo dei vari allegati e preparazione del tracciato di invio telematico nel formato vigente; predisposizione e redazione di ogni tipo di denuncia fiscale, ai fini delle imposte dirette ed indirette; predisposizione ed invio di files telematici, relativi a dichiarazioni e deleghe di pagamento (mod. F24); predisposizione di perizie di stima, consulenze tecniche di parte e consulenze tecniche d ufficio, presso il Tribunale di Roma; scritturazione verbalizzazione e stampa, anche in formato elettronico, di tutti i libri sociali previsti dalla normativa vigente; analisi di situazioni aziendali, relazioni sull andamento dell impresa, contabilità industriale,studio dei flussi finanziari; c) consulenza del lavoro in materia di: interpretazione e applicazione delle norme di legge che regolano i contratti collettivi, consulenza per assunzioni e gestione del rapporto di lavoro, modalità di attivazione e gestione dei contratti di apprendistato; verifica dell inquadramento previdenziale, gestione del contenzioso contributivo; elaborazione delle paghe e dei contributi; 3

4 COSA FACCIAMO 1. Attività di informazione e consulenza alle imprese d) assistenza alle imprese per finanziamenti agevolati, contributi pubblici e altre forme di incentivo: il servizio consiste in uno sportello di orientamento e consulenza sulle agevolazioni finanziarie per le imprese, con particolare attenzione alle agevolazioni e agli incentivi messi a disposizione delle imprese cooperative. Lo sportello offre informazioni sulle opportunità esistenti e fornisce la documentazione e l assistenza necessaria alla presentazione delle richieste di contributo. Lo sportello segue le imprese anche nella fase successiva all ammissione della domanda alle agevolazioni, monitorando la fase di realizzazione del piano di investimenti e la rendicontazione del progetto; e) sicurezza: in tale ambito, i servizi offerti sono: documento di valutazione dei rischi; realizzazione delle procedure per la verifica ed il corretto uso delle attrezzature di lavoro; valutazione del rischio incendio; valutazione dei rischi specifici nell ambiente di lavoro; organizzazione di corsi di formazione e informazione per tutte le figure del servizio di prevenzione e protezione. Al termine del corso viene rilasciato l attestato secondo i requisiti di legge; consulenza sulla normativa vigente. f) qualità: il servizio offre consulenza per il rilascio delle certificazioni dei sistemi di gestione aziendale. La certificazione viene rilasciata da Enti di Certificazione, organismi accreditati secondo norme internazionali, a seguito di verifiche ispettive condotte, secondo precisi regolamenti concordati, presso l'organizzazione richiedente. Si rilasciano certificazioni nei seguenti ambiti: ISO 9001:2008 per i sistemi di gestione della qualità; ISO 14001:2004 per i sistemi di gestione ambientali; OHSAS 18001:2007 per i sistemi di gestione della sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro; SA 8000:2001 impatto sull etica e sul sociale (emessa dal SAI); g) informatica: il servizio permette di ottenere soluzioni ottimali per il business aziendale, l organizzazione e la razionalizzazione delle infrastrutture, l integrazione e la valorizzazione dei processi informativi, la manutenzione e gestione delle componenti hardware e software. Nello specifico i servizi offerti sono i seguenti: realizzazione di software gestionali, contabili; web e multimedia: nell ambito del web, si realizzano siti vetrina, portali e siti di e- commerce. I progetti web vengono realizzati non solo dal punto di vista tecnico ma anche attraverso la progettazione di piani di comunicazione; manutenzione e ripristino di hardware, software, portali, siti. h) consulenza legale e societaria: il servizio garantisce assistenza alle cooperative per le problematiche giuridiche che si presentano nel corso dell attività aziendale, quali, ad esempio, problemi con il personale, contrattualistica, recupero crediti, esami di atti, diffide e quant altro richieda un preventivo esame della normativa e della giurisprudenza di riferimento. Il servizio offre altresì l assistenza di un legale di comprovata esperienza, nei procedimenti di mediazione nei casi obbligatori per legge, nei procedimenti giudiziali dinanzi alle autorità civili, penali e amministrative, anche nella fase extra-giudiziale attraverso la redazione di pareri pro veritate; i) check-up aziendali: sono interventi necessari per capire quale o quali problematiche hanno colpito un impresa cooperativa, per valutare in che misura esse sono di natura congiunturale (momentanee) o strutturale (permanenti) e per poter intervenire; 4

5 COSA FACCIAMO 1. Attività di informazione e consulenza alle imprese l) immigrazione: il servizio fornisce informazioni ai cittadini stranieri che intendono costruire un impresa in forma cooperativa e/o partecipare a corsi di formazione professionale e tirocini formativi. Inoltre, fornisce assistenza alle cooperative per l assunzione di personale extracomunitario. La Service Lazio 2000, inoltre, è iscritta al Registro delle associazioni e degli enti che svolgono attività a favore degli immigrati presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con il numero di iscrizione A/655/2010/RM. Infine, si offrono altri servizi di sistema quali: assistenza tecnica su programmi e fondi comunitari e nazionali (FSE, POR, FAS, etc.) e partecipazione ai tavoli tecnici regionali e provinciali; fornitura di materiale informativo sulla cooperazione (costituzione di nuove cooperative, finanziamenti alle cooperative, formazione, etc.); condizioni vantaggiose con fornitori indipendenti nei seguenti ambiti: assicurazioni e previdenza, atti notarili, acquisti e trasporti. 5

6 COSA FACCIAMO 2. Attività di formazione continua e superiore Nell ambito delle attività di formazione continua e superiore, i servizi offerti alle imprese e all utenza in genere, sono: 1. formazione continua e permanente, destinata a persone occupate, lavoratori in CIG e mobilità, inoccupati, inattivi e disoccupati per i quali la formazione è propedeutica all occupazione; apprendisti che hanno assolto l obbligo formativo; 2. formazione superiore, finalizzata al conseguimento o perfezionamento di competenze professionali atte a favorire l inserimento lavorativo di giovani diplomati o laureati in cerca di occupazioni qualificate; l avanzamento professionale di giovani adulti qualificati, diplomati o laureati, occupati; 3. alta formazione: Nell anno 2009 è stata ammessa dalla Regione Lazio al Catalogo Interregionale dell Alta Formazione poiché rispondente ai requisiti richiesti dalle Regioni aderenti al progetto interregionale Verso un sistema integrato di Alta Formazione con il corso di specializzazione in Diritto ed economia delle imprese cooperative. Il corso, rivolto a laureati in materie economico-statistiche, politico-sociale e giuridiche, è stato pensato con l obiettivo di fornire a giovani laureati e neo professionisti (praticanti, avvocati e commercialisti) competenze specialistiche in materia di impresa cooperativa al fine di offrire alle cooperative aderenti alla Legacoop Lazio servizi qualificati e specialistici. 4. formazione a catalogo: i corsi di formazione a catalogo sono progettati per rispondere con tempestività ed in maniera efficace ai fabbisogni formativi espressi dalle imprese e dall utenza nelle seguenti aree tematiche: amministrazione e finanza; marketing e comunicazione; lingue straniere; legale e sindacale; sicurezza sul luogo di lavoro; informatica; sociale; sviluppo risorse umane; 5. Master in impresa cooperativa: economia, diritto e management. Il master è organizzato dalla Facoltà di Economia Federico Caffè dell Università degli studi Roma Tre ed è sostenuto da Legacoop e Legacoop Lazio. E rivolto a giovani laureati di secondo livello e a cooperatori con gli stessi requisiti, con l obiettivo di fornire loro elementi di analisi economica e strumenti per la gestione delle imprese cooperative. Service Lazio 2000 è autorizzata dalla Regione Lazio a svolgere corsi privati non finanziati con Determinazione n B2007 del 15/03/ Legge Regionale 25 febbraio 1992, n.23 Titolo V. 6

7 Nell ambito delle attività di ricerca, si svolgono servizi di promozione, progettazione e realizzazione di studi e ricerche in ambito economico e sociale per conto di imprese, enti pubblici e privati, associazioni di rappresentanza politico sindacale. L attività si articola nelle seguenti aree tematiche: mercato del lavoro; relazioni industriali; sviluppo economico e sociale; analisi dei fabbisogni formativi; cooperazione; immigrazione. COSA FACCIAMO 3. Attività di ricerca Alla struttura societaria si affiancano consulenti e ricercatori esterni coinvolti su specifici progetti. Infine, Service Lazio 2000 si occupa di attività informativa e divulgativa in materia agricola. E, infatti, riconosciuta, ai sensi della D.G.R. n 918/2004, quale ente idoneo a richiedere l accesso ai finanziamenti per le attività di assistenza tecnica polivalente agli operatori agricoli prevista dalla Legge Regione Lazio n 56 del 12/12/1987. Tale servizio è strutturato sull intero territorio regionale attraverso punti informativi ubicati presso le varie province laziali e attraverso azioni di divulgazione fornite direttamente alle imprese cooperative ed alle aziende agricole. 7

8 COSA FACCIAMO 4. Attività informativa e divulgativa in materia agricola Service Lazio 2000 svolge attività informativa e divulgativa agricola nell ambito della Legge Regionale del Lazio n.56/87. 8

9 COME LAVORIAMO Service Lazio 2000 ha stipulato diversi accordi, convenzioni e protocolli d intesa con associazioni datoriali, organizzazioni sindacali, enti pubblici e privati. Nello specifico, collabora con: ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA: i principali protocolli di intesa stipulati da Service Lazio 2000 sono conclusi con le tre associazioni regionali di categoria del settore cooperativo, Legacoop Lazio, Confcooperative Lazio e AGCI Lazio; ORGANIZZAZIONI SINDACALI: gli accordi di concertazione vengono stipulati con le principali organizzazioni sindacali dei lavoratori, CGIL, CISL e UIL, soprattutto rispetto ai progetti finanziati dai fondi interprofessionali per la formazione continua nelle imprese cooperative; AZIENDE: Service Lazio 2000 conclude accordi anche con le imprese, soprattutto rispetto ai progetti di formazione continua nelle stesse, sia per quanto riguarda i beneficiari dei corsi (personale proveniente dalle aziende), sia per quanto riguarda l organizzazione degli stage (convenzioni con le aziende ospitanti); Service Lazio 2000 partecipa ai lavori di alcuni Osservatori e Tavoli regionali e del territorio. In particolare: Osservatorio sull occupazione e sul mercato del lavoro, evoluzione delle imprese e qualità della vita, organizzato dal Dipartimento XI, Servizio II, della Provincia di Roma; Consiglio Territoriale per l Immigrazione della Provincia di Roma, Prefettura di Roma, Area IV TER Diritti Civili, Cittadinanza, Condizione Giuridica dello Straniero, Immigrazione e Diritto di Asilo. Collaborazione con Speha Fresia soc. coop., ente formativo di riferimento di Legacoop Sicilia ed autorizzato ad erogare attività di orientamento, formazione continua e superiore nelle Regioni Sicilia e Lazio e specializzato anche in Europrogettazione, in particolare sul programma europeo LLP (Life Long Learning Programme) e sulle linee: Progetti Multilaterali; Leonardo Da Vinci/TOI; Azione Chiave 3 /ITC; Grundvig. 9

10 1. Attività di informazione e consulenza alle imprese Anno in corso: Le attività di informazione e consulenza vengono svolte attraverso il Centro Servizi Legacoop Lazio Risorse, la cui gestione è affidata a Service Lazio 2000 e dalla Legacoop Lazio tramite apposita convenzione. Le attività di consulenza sono quelle precedentemente elencate (da pag. 2 a pag. 8) e vengono erogate attraverso collaboratori interni ed esterni a Service Lazio 2000 e Legacoop Lazio. Precedentemente all attivazione del Centro Servizi, erano operativi presso Service Lazio 2000 i seguenti sportelli che si concentravano prevalentemente nel supporto alla presentazione di piani di sviluppo e richieste di finanziamento a valere sulle Leggi Regionali di promozione della cooperazione. Anno 2008: Cre.in.Coop., progetto finanziato dalla Provincia di Roma, Assessorato alle Politiche Giovanili e Formazione Professionale, a valere sull Avviso Pubblico Piano integrato per lo sviluppo del settore cooperativo, realizzato in A.T.I. con Lazioform soc. coop. e I.F.C., Istituto di Formazione Cooperativo soc. coop.: il progetto ha riguardato la realizzazione di uno sportello di orientamento, promozione e avvio di impresa cooperativa. E stata realizzata una campagna promozionale per il tessuto cooperativo attraverso pubblicazioni sui giornali e organizzazione di seminari tematici, che ha portato anche alla creazione di 7 imprese cooperative: 1. Primo Seminario: Lo sviluppo della cooperazione nella Provincia di Roma: quali prospettive fra mercato e solidarietà - 14 Marzo 2008 presso la sede di Confcooperative. 2. Secondo Seminario: La vigilanza cooperativa: la riforma della revisione - 2 Aprile 2008 presso la sede di Confcooperative. 3. Terzo Seminario: Piano integrato per lo sviluppo cooperativo - 8 Aprile 2008 presso la sede di Impresa e Sviluppo del Comune di Roma - XV Dipartimento, politiche economiche e di sviluppo in via Ostiense, 131/L. 4. Quarto Seminario: Turismo, Cultura, Arte, Audiovisivo, Percorsi Eno-gastronomici. Il valore dell impresa e della Cooperazione al femminile - 23 Maggio 2008 presso la "Creative Room Art Gallery" di Bell Italia 88, in via Tommaso Campanella Quinto Seminario: Il valore dell impresa e della Cooperazione per i cittadini immigrati - 13 Giugno 2008 presso il Centro Mezzelani in Via Tuscolana, 388, Roma. 6. Sesto Seminario: Il valore dell impresa e della cooperazione per i Beni Culturali - 15 Luglio 2008 presso il Palazzo Doria Pamphilj Stanza dell Aria, Valmontone. 7. Settimo Seminario: Innovazione organizzativa per le cooperative che guardano al futuro - 17 Settembre 2008 presso la sede di Service Lazio 2000 in Piazza De Lucia Ottavo Seminario: Cooperazione e Sviluppo dell occupazione nell Area Nord di Roma - 26 Settembre 2008 presso Sala Consiliare del Comune di Campagnano di Roma in Piazza Cesare Leonelli, Nono Seminario: Impresa cooperativa: un modello organizzativo per la nuova occupazione - 3 Ottobre 2008 presso la sala consiliare della Provincia di Roma a Palazzo Valentini, Via IV Novembre 119/A. 10. Decimo Seminario: Convegno finale Cre.In.Coop.: Cre.In.Coop Piano per la crescita e l innovazione della cooperazione - 3 Ottobre 2008 presso la sala consiliare della Provincia di Roma a Palazzo Valentini, Via IV Novembre 119/A. Anno 2008: nell ambito della L.R. 24/96, sono stati presentati 5 progetti semplici a favore delle seguenti cooperative sociali: Mar dei Coralli, Puoi contarci, La Sfera, Latte e Biscotti, Myosotis e uno a grappolo (Sapori Sociali): Consorzio Esse Store, Coop. Soc. Fattorie Sociali, Coop. Soc. Sinergie, Coop. Soc. Effedue, Coop Soc. Il Brutto Anatroccolo. 10

11 Anno 2014: Sportello di informazione e divulgazione agricola. Service Lazio 2000 ha istituito nell ambito della Legge 19/2009 per gli interventi di divulgazione e comunicazione in ambito agricolo, agroalimentare uno sportello informativo con lo scopo d informare le aziende agricole e le imprese cooperative sulle seguenti tematiche: Finanza agevolata a favore delle imprese agricole singole e associate; Il Piano di sviluppo Rurale della Regione Lazio tra vecchia e nuova programmazione; Associazionismo dei produttori e promozione cooperativa; Relazioni con il mercato Azioni di formazione e divulgazione L attività di sportello sarà svolta da esperti del settore in finanza agevolata e in associazionismo e cooperazione. Anno 2008: Apertura dello SPORTELLO DI CONCILIAZIONE. Lo sportello è stato creato nell ambito del progetto "Conciliare i tempi, migliorare la qualità della vita" approvato con Determina Regionale n. D4279 del 11/12/2008. Lo sportello prevede una serie di azioni volte a promuovere e a sperimentare misure di conciliazione nell ambito delle imprese cooperative dei territori di Roma. Le cooperative interessate, con il contributo dei consulenti messi a disposizione dallo sportello, hanno potuto provare strumenti di conciliazione a favore della loro componente femminile. Lo Sportello ha avuto la finalità di: PROGETTI REALIZZATI 1. Attività di informazione e consulenza alle imprese 1. far emergere "buone prassi esistenti a supporto dell'articolazione dei tempi di vita e di lavoro in imprese locali, per facilitarne la diffusione ed il trasferimento attraverso processi di copy-cat fra le organizzazioni; 2. sperimentare nuovi strumenti a favore di una migliore organizzazione dei tempi di vita e di lavoro all'interno delle imprese; 3. favorire un cambiamento culturale all'interno delle imprese più attento a quelli che sono i bisogni dei/delle propri/e dipendenti. Anno 2005: Apertura per l intero anno 2005 dello Sportello di informazione e divulgazione agricola, DGR n. 918 del 01/10/2004. Anno 2004: Il mare informa progetto commissionato dalla Legapesca per la realizzazione di una serie di Info point del mare per la qualità e la sicurezza alimentare, attraverso l organizzazione una serie di iniziative all interno di grandi centri commerciali e nelle immediate vicinanze del reparto pescheria, finalizzate alla conoscenza diretta del consumatore delle normative che riguardano la tracciabilità del prodotto (identificazione delle zone geografiche di provenienza), l etichettatura (pescato, allevato, importato ect.) i requisiti nutrizionali (fosforo, omega3, valori nutrizionali). Anno 2004: Partecipazione al Progetto ALA, promosso e finanziato dall Assessorato alle Politiche del Lavoro della Provincia di Roma, finalizzato a contribuire alla riduzione del divario tra i fabbisogni occupazionali e le competenze disponibili sul mercato tramite la realizzazione di brevi percorsi formativi su richiesta delle aziende e la promozione dell inserimento lavorativo delle risorse formate. Gestione del percorso formativo dal titolo promozione ed erogazione dei servizi di informazione e accoglienza turistico-culturale finalizzato all inserimento di risorse nella cooperativa Pierreci. (ottobre 2004 dicembre 2004). Anno : Sviluppo del "Progetto Mercurio" per l erogazione di servizi alle imprese e ad aspiranti imprenditori attraverso le tecnologie di internet. Committente: Legacoop Lazio. (gennaio settembre 2003). Anno : Progetto on-line, presentato nell ambito del DOCUP LAZIO OBIETTIVO 5B MISURA III PRESIDI TERRITORIALI - AREA ROMANA "Orientamento, promozione, opportunità di impresa", in A.T.I. con Cestud spa, Ipr Eco srl, Cogea srl, 11

12 1. Attività di informazione e consulenza alle imprese Consorzio Servizi Roma soc. coop a r.l., Nova Service srl, Service Lazio 2000 scrl, CUEIM, per la gestione dello Sportello BIC LAZIO nel Comune di Sant'Oreste (RM). Committente: Regione Lazio (novembre settembre 2001). Anno : Programma Leader II, progetto in A.T.I. con Cogea srl, Nova Service, Coopfidi Duilio Minicozzi scrl, per l assistenza tecnica consistente nell'organizzazione di sportelli, nella creazione di una rete informativa, nell'attivazione di servizi specifici e di tutoraggio per i beneficiari degli interventi del Leader II. Committente: Gruppo di Azione Locale "Sabino Tiburtino Cornicolano Prenestino (marzo dicembre 2001). Anno : Progetto per animazione, promozione locale, prima accoglienza e orientamento nell'ambito dell'attivita' di sportello BIC LAZIO nel Comune di Rieti, nell ambito del Docup Lazio, Misura 4.1.d., committente: BIC LAZIO (novembre agosto 2001). Anno : Programma Leader II, progetto presentato in A.T.I. con Ecipa Lazio, Cogea srl, Consorzio Union Service (Service Lazio 2000 ente capofila) per assistenza tecnica PMI, creazione di sportelli per orientare, consigliare e sostenere i giovani che desiderano avviare iniziative nel territorio dei Comuni aderenti al Gal, realizzazione di iniziative di sensibilizzazione ed animazione del territorio del Gal. Committente: Gruppo Azione Locale "Il Golfo e le Isole Pontine", (marzo dicembre 2001). Anno 1998: "Incubatore imprese di Ferentino (FR)", nell ambito del Docup Lazio, Misura 4.1.d., per l orientamento, la promozione di opportunità d'impiego prevista dall'asse 4 e per la valorizzazione delle risorse umane. Committente: BIC LAZIO. Progetto: "Una rete per lo sviluppo locale POM asse 6, in partnership con Legacoop Lazio, Confcooperative Lazio ed Efeso. Il progetto ha riguardato la realizzazione di iniziative per lo sviluppo locale, per la promozione del lavoro e dell impresa cooperativa. 12

13 I progetti di Formazione Continua sono: PROGETTI REALIZZATI 2. Attività di Formazione Continua e Superiore a)continua Europrogettazione per il sociale (POR FSE Regione Lazio: Assessorato Formazione, Ricerca, Scuola e Università - Asse I - Adattabilità Sostenere l Adattabilità dei Lavoratori attraverso il rafforzamento di un offerta formativa di apprendimento permanente). (novembre in corso): Il progetto Europrogettazione per il sociale proposto da Service Lazio 2000 si propone di fornire alle cooperative sociali coinvolte nuovi strumenti che permettano loro di ampliare il proprio mercato di riferimento e la propria progettualità al di fuori del solo contesto locale, acquisire in breve tempo l'intero ventaglio delle conoscenze necessarie ad affrontare programmi e bandi europei. Il percorso formativo è destinato a 10 soci-lavoratori delle seguenti 7 cooperative sociali: Cecilia, Arca di Noè, Spazio Incontro, Il Trattore, Viola, Aelle Il Punto, Il Pungiglione. Tecniche innovative di caseificazione: uno sguardo alla produzione francese (settembre aprile 2013) è stato presentato da Service Lazio 2000 a valere sull Avviso Pubblico della Provincia di Roma - POR Lazio PET Formazione Lavoratori Occupati ASSE ADATTABILITA - Obiettivi specifici a e c. Il progetto è rivolto a n. 13 allievi, tutti imprenditori agricoli e mastri caseari che svolgono la propria attività nella loro azienda o presso l azienda di terzi nel territorio dei Monti Lepini e che intendono migliorare ed implementare la produzione dei formaggi tipici locali per esportare al di fuori del proprio territorio gli stessi, con lo scopo di incentivare la competitività e di conseguenza l occupazione, con effetti positivi ricadenti sull intero territorio di riferimento. L assistente domiciliare studia da Manager (luglio marzo 2013) è stato presentato dall Ati Service Lazio 2000, Speha Fresia nell ambito del Progetto Obiettivo a valere sull Avviso Pubblico della Provincia di Roma - POR Lazio PET Formazione Lavoratori Occupati ASSE ADATTABILITA - Obiettivi specifici a e c. Il progetto propone di sostenere uno sviluppo diversificato delle cooperative sociali per sostenere una ricollocazione occupazionale dei lavoratori over 40 che sono a rischio occupazionale. Il percorso formativo coinvolge 5 cooperative sociali del territorio romano, 5 grandi cooperative storiche, nate nei primissimi anni 80. Il percorso proposto si compone di tre cicli: orientamento, formazione, accompagnamento. UNA LEADERSHIP EFFICACE PER SERVIZI DI QUALITA (Provincia di Roma, Assessorato alle Politiche del Lavoro e Formazione) (gennaio luglio 2011): Attuazione del POR (Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo), Banditura FSE triennio : sostenere l adattabilità dei lavoratori attraverso il rafforzamento di un offerta formativa di apprendimento permanente. Il percorso formativo proposto da Service Lazio 2000 è rivolto a Responsabili di Cooperative e di servizi che gestiscono attività rivolte alla persona (asili nido, case famiglia, centri rivolti alla genitorialità, servizi alla disabilità, ecc.). Le Cooperative beneficiarie sono: Aelle il Punto, C era due volte, Edera, Alba, Oltre, Sinergie, Patatrac. Il percorso formativo è della durata di 160 ore ed è articolato in 4 macro-moduli e dal modulo sulla Sicurezza sul Lavoro: Una scuola di realismo: l Analisi Transazionale Comunicare e relazionarsi La leadership e la gestione delle risorse umane: stili ed efficacia Management by innovation: il coaching creativo La sicurezza sui luoghi del lavoro DIVERSITY MANAGEMENT (POR Lazio / PET Avviso Pubblico Formazione Lavoratori Occupati ) (gennaio luglio 2011): Il percorso proposto è rivolto a figure di contesto, responsabili e coordinatori, in cui è previsto l inserimento di lavoratori con disabilità, operante nel territorio della Provincia di Roma. I responsabili di area e i coordinatori hanno l esigenza di approfondire e migliorare le proprie competenze sia rispetto alle tecniche di comunicazione, sia rispetto alle capacità relazionali con i soggetti svantaggiati. Ciò nell ottica per cui la formazione di persone qualificate nella gestione delle differenze consente di valorizzare le risorse umane, coltivando un ambiente lavorativo dove la consapevolezza culturale, la solidarietà e l integrità aumentano. 13

14 2. Attività di Formazione Continua e Superiore a)continua L intervento formativo sarà rivolto a 16 allievi appartenenti ad 8 Cooperative sociali: Agricoltura Capodarco, Viola, Nepente, Il cantiere, Artemisia, Oltre, Parsec Servizi, Il trattore. Il percorso formativo della durata di 143 ore, è articolato in moduli composti da: Lezioni frontali durante le quali verranno approfondite in particolare competenze comunicative e relazionali necessarie a creare all interno delle Cooperative una maggiore attenzione e sensibilità verso il contesto e l ambiente lavorativo composto da persone, beni e servizi. Attività formativa regime di residenzialità per intensificare gli apprendimenti e creare aggiornamenti teorico pratici. Visite guidate presso 3 strutture aderenti alla rete di contatti della Legacoop Lazio che applicano concretamente tale approccio teorico e metodologico. LA RIABILITAZIONE DELLE FUNZIONI ESECUTIVE (Avviso Pubblico Formazione Lavoratori Occupati FSE Ob.2 Asse I - Provincia di Roma: Assessorato alle Politiche del Lavoro e Formazione, Dipartimento III) (gennaio maggio 2011): Il progetto intende fornire un adeguato aggiornamento della propria professionalità ai lavoratori autonomi, collaboratori e soci della cooperativa Didasco, attraverso un elevato numero di metodiche valutative e di training riabilitativi creati ad hoc per le diverse sindromi causate da disfunzioni esecutive. Il percorso formativo si pone come obiettivo di fornire un inquadramento teorico utile ad acquisire informazioni di base sulle funzioni esecutive, sui principali test e strumenti di valutazione neurologica e sui metodi di riabilitazione attraverso l uso di audiovisivi, il lavoro in piccoli gruppi, la presentazione di casi clinici e la visione dei principali strumenti di valutazione ed intervento. I destinatari sono 16 lavoratori impiegati nelle attività di erogazione dei servizi forniti dal centro di riabilitazione Didasco: logopediste, psicologi e psicomotricisti. Il piano consiste in un attività formativa della durata di 80 ore suddivise in 6 moduli e mira all accrescimento delle persone coinvolte in termini di risorse in saperi, abilità e capacità personali. COMPETENZE PER OPERARE NEI SERVIZI ALLA PERSONA (settembre gennaio 2011): Attuazione del POR - Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo - Obiettivo 2 - Competitività regionale e occupazionale Lazio e PET - Piano Esecutivo Triennale Provincia di Roma 2008/2010. Il percorso formativo è stato presentato da Service Lazio 2000 e rivolto a lavoratori di cooperative che erogano attività rivolte alla persona. Le cooperative beneficiare sono: Oltre onlus, Sinergie e Prassi e Ricerca. Si è ritenuto opportuno avviare un progetto per assistenti familiari e domiciliari per migliorare e garantire la qualità dei servizi di cura alla persona, qualificando sia da un punto di vista tecnico-professionale sia da un punto di vista formale. Gli obiettivi della formazione sono: 1. Ampliare e qualificare l offerta dei servizi di cura domiciliare 2. Ampliare e qualificare l offerta dei servizi di assistenza offrendo agli Utenti la possibilità di accedere a servizi di cura domestici di qualità 3. Realizzare specifici incontri di formazione ed educativi 4. Sostenere lo sviluppo professionale ed individuale delle persone impegnate in attività di cura 5. Favorire l incontro tra domanda e offerta nell ambito delle attività di cura alle persone 6. Certificare le competenze acquisite al termine di un percorso didattico modulare Il percorso formativo, della durata di 152 ore, ha interessato 13 figure professionali operanti nelle organizzazioni partecipanti. TECNICHE DI ALLEVAMENTO DI ABBACCHIO ROMANO I.G.P. (giugno ottobre 2010): Attuazione del POR - Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo - Obiettivo 2 - Competitività regionale e occupazionale Lazio L'Abbacchio Romano ("abbacchio" è il termine romanesco indicante l'agnello giovane), una delle prelibatezze dell'enogastronomia italiana, ha ottenuto lo scorso marzo la denominazione di prodotto IGP, Indicazione Geografica Protetta. L' IGP è un marchio di qualità attribuito a prodotti agricoli e alimentari dipendenti dall' origine geografica. Chi produce IGP deve attenersi alle regole produttive stabilite nel D.M. 21 maggio 2009, così come previsto dal Regolamento (CE) n. 510/2006, ed il rispetto di tali regole è garantito dall' organismo di controllo. Sulla base di tali considerazioni, si evince come sia in questa direzione che il progetto di formazione, svolto da Service Lazio 2000, si è mosso, proponendo agli allevatori di inserirsi o di meglio introdursi in un settore innovativo e remunerativo. Il corso "Tecniche di allevamento di Abbacchio Romano I.G.P." è 14

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Il MERCATO. del LAVORO in LOMBARDIA

Il MERCATO. del LAVORO in LOMBARDIA Il MERCATO Dipartimento Mercato del Lavoro del LAVORO in LOMBARDIA Legge Regionale 22 approvata il 19 settembre 2006 dal Consiglio Regionale Lombardo ll nuovo testo è migliore rispetto al precedente su

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

Al servizio del lavoro

Al servizio del lavoro www.lavoro.regione.lombardia.it Al servizio del lavoro Guida alle politiche di Regione Lombardia a sostegno dell occupazione. Opportunità e iniziative: per chi è disoccupato per i lavoratori colpiti dalla

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI STRUTTURALI Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Reg.

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 Identificativo Atto n. 191 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO FORMAZIONE CONTINUA COMPETITIVITA EXPO E L'atto si compone

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo.

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo. CAPO II INVESTIMENTI Acquisto, costruzione, ristrutturazione, ammodernamento ed ampliamento di immobili aziendali Art. 9 comma 1 200.000,00) 200.000,00) Fino al 50% 200.000,00) se LEASING: fino al 40%

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché Il tirocinio extracurriculare come, quando, dove e perché Contenuti Cos è un tirocinio Le finalità del tirocinio extracurriculare La legislazione che lo regola Come cercare informazioni Prima di iniziare

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli