Gruppo Una copia 1,00 DON ZENO p. 4/5 ANNIVERSARI p. 15 AZIONE CATTOLICA p. 11

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gruppo Una copia 1,00 DON ZENO p. 4/5 ANNIVERSARI p. 15 AZIONE CATTOLICA p. 11"

Transcript

1 Le scatole sempre pronte......per muovere i vostri abiti. Le scatole sempre pronte......per muovere i vostri abiti. CLOTHES-PACK è il prodotto sempre pronto a magazzino, ideale per il settore tessile, le imprese di traslochi ed i privati. - Consegne all istante - Varie misure pronte - Tanti accessori - Prezzi convenienti SETTIMANALE DELLA DIOCESI DI CARPI CLOTHES-PACK è il prodotto sempre pronto a magazzino, ideale per il settore tessile, le imprese di traslochi ed i privati. - Consegne all istante - Varie misure pronte - Tanti accessori - Prezzi convenienti Numero 22 - Anno 23º Domenica 8 giugno CBM srl Via Archimede, Limidi di Soliera (Mo) Tel Fax Gruppo Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 nr. 46) art. 1, comma 1, DCB Ufficio Postale di Carpi (MO) CBM srl Via Archimede, Limidi di Soliera (Mo) Tel Fax Gruppo Una copia 1,00 DON ZENO p. 4/5 ANNIVERSARI p. 15 AZIONE CATTOLICA p. 11 Tra fiction e documentario I carpigiani nel cast EDITORIALE Si discute di rom, immigrati, sicurezza tra diritti e solidarietà Legalità e accoglienza Stefano Facchini* om, immigrati, sicurezza sono i temi da alcune R settimane al centro del dibattito pubblico nazionale. E a livello locale? A Carpi non ci sono Rom, i nomadi presenti appartengono ai Sinti. Nel territorio della diocesi il numero degli immigrati si attesta tra il 10-15% della popolazione, sulla scia di quanto avviene nel nord Italia e nel resto d Europa. Secondo le ultime rilevazioni aumenta costantemente tra i nostri concittadini la percentuale di coloro che si sentono meno sicuri e che temono reati contro la proprietà. Furti e rapine sono effettivamente in aumento. Come reagire allora a questo quadro che presenta luci e ombre problematiche? Nomadi E vero che a Carpi non ci sono i Rom ma non per questo i nostri Sinti sono amati e ben voluti. Deve comunque far riflettere che qui i problemi sono meno gravi che altrove almeno per due motivi: le comunità zingare che si stabilizzano pongono, di fatto, meno problemi di ordine pubblico rispetto a quelle che non trovano nido. Qualcuno dice che, per taciti accordi di convivenza, se i residenti di un campo nomadi stabile devono commettere qualche reato, lo fanno nei territori vicini ma raramente nel comune di residenza. Questo anche perché, ed è l altro motivo, nel tempo stabiliscono relazioni con i non zingari, coi servizi pubblici, beneficiano di servizi appositi, nascono cooperative, matrimoni misti. A Carpi non abbiamo assistito a baracche spianate, a roulottes fatte a pezzi con i ragni meccanici, a roghi fatti di povere cose, vestiti, stoviglie, coperte da distruggere. Le persone presenti al campo di Carpi si sono dimezzate in questi anni, passando da oltre 100 a poco più di 50: non sembra un numero impossibile da aiutare ed integrare. Immigrati Come ha detto un esperto, Enzo Maria Napolitano, in Italia ha vinto il multiculturalismo pragmatico : nessun problema a convivere con quelli di cui non possiamo fare a meno. Una icona può essere rappresentata dal modello veneto : intollerante a parole ma molto efficace nel produrre integrazione, perchè conviene innanzitutto ai veneti stessi. Di quel 10% di stranieri non si può fare a meno, dal momento che è pari a 122 miliardi di L attualità di una proposta A Mirandola il 60 di fondazione del guidismo Da sinistra Alberto, Maria Adele, Lara, Mario Marri Sicurezza Reati in città Più furti, meno rapine, tanta litigiosità Dopo tre anni di lavori presentato il nuovo Palazzo Foresti: un ristorante, negozi, uffici, abitazioni e soprattutto lo spazio espositivo per la Collezione Marri, 130 quadri dell Ottocento italiano Progetto nobile Mercato del contadino Avanti piano I pareri cauti delle associazioni di commercio 7 8 euro la quota di PIL prodotta dagli immigrati, senza contare la quota prodotta dai circa clandestini che lavorano e vivono PAGINA PAGINA Regole, libertà, bene comune Secondo fine settimana di Festa Mirandola Vera integrazione Al via la terza Festa multiculturale PAGINA 9 Avo 17 PAGINA Guardare avanti Un progetto con la scuola per educare alla cura 10 PAGINA

2 2 OPERTINA COPERTINA Il mondo vuole preti Il vescovo Alessandro Maggiolini ha festeggiato il giubileo dell ordinazione episcopale avvenuta nella Cattedrale di Carpi il 29 maggio 1983 Sintesi dell omelia di monsignor Alessandro Maggiolini nella Messa del 25 anniversario di servizio Episcopale giugno 1955: 53 anni di servizio presbiterale; 29 maggio 1983: 25 anni di servizio episcopale. Mi sono chiesto se oggi sono chiamato a celebrare una festa o a vivere un dolore da ricevere e da ripresentare a Dio. Ho ringraziato a lungo e profondamente il Signore per il sacerdozio che ho passato nei Seminari milanesi e in Università Cattolica nell insegnamento della Filosofia e della Teologia: ho sperimentato un contatto personale con gli alunni quasi una paternità di bellezza che, con la Ordinazione a Vescovo, ha assunto un poco lo schema del professore, di una guida di studio, amministrativa, docente, o di un manager. Ricordo l Episcopato come una punizione che la Chiesa mi ha inflitto, se penso alle fragilità e alle negligenze che sono stato chiamato a confessare. Il Signore mi usi misericordia e mi aiuti. 26 Scoperta graduale di chi è il prete Il prete non può sostituirsi a Cristo: se così facesse, formerebbe una Chiesa umana slabbrata, scentrata e squinternata un armata Brancaleone -, mentre la verità e la salvezza derivano dall unico e sommo sacerdote che è il Signore Gesù. Occorre essere cauti nell usare la dicitura alter Christus: eppure il sacerdote è in modo particolare alter Christus, anzi ipse Christus, in quanto attualizza e rende concreta e presente la rivelazione e la redenzione. Perdesse la fede anche a poco a poco, anche quasi senza accorgersene -, egli rinuncerebbe all umano e al divino: non sarebbe più né uomo riuscito, né vero rappresentante di Cristo: diventerebbe un essere inutile e un personaggio ingombrante. Un certo egualitarismo soprannaturale che vorrebbe tutti i credenti preti finirebbe per cancellarsi nella propria originalità cristiana che ha Cristo come Capo e Vescovo dei vescovi. Tutti preti nella Chiesa? Allora, nessun prete. Allora nessuna Chiesa Il prete, uomo della Parola di Dio La Parola di Dio va quasi saputa a memoria, appresa dal cuore e comunicata come un fatto che sta avvenendo in noi e per noi oggi, adesso; e si comprende che la predica non è un gioco letterario, ma un fatto reale e salvifico che ci prende e ci cambia. Non guasterà un velo di poesia in questa proposta del consegnarsi di Dio sulla nostra miseria. Non guasterà neppure un minimo di competenza per non rifarsi a Sacro Cuore, centro del cristianesimo: sacerdozio, centro della Chiesa Monsignor Alessandro Maggiolini con a fianco monsignor Duilio Franciosi nel giorno dell ordinazione episcopale, il 29 maggio 1983 na folla di fedeli si è assiepata in Cattedrale a Como venerdì 30 maggio per festeggiare il 25 di ordinazione episcopale di monsignor Alessandro Maggiolini. Significativo il titolo scelto da Maggiolini per la sua articolata omelia, nel giorno che la Chiesa dedica al Sacro Cuore e alla santificazione dei preti: Sacro Cuore, centro del cristianesimo; sacerdozio, centro della Chiesa. La riflessione di Maggiolini si è soffermata sulla figura del prete, uomo della Parola di Dio e del perdono. Altrettanto deciso l appello a saper comunicare, nel confessionale, una gioia incontenibile e ad amare con dilezione gratuita e totale la pro- pria comunità. Un amore che deve arrivare a condividere fino al pianto, esercitando il proprio ministero di padre i dolori del peccatore. I passaggi successivi sono stati dedicati all Eucaristia e alla Chiesa. Al vescovo emerito è stata donata una serie di icone che rappresentano i cinque misteri della luce, mentre al termine della Messa, a tutti i presenti in Cattedrale, è stato distribuito un libro, omaggio della diocesi al vescovo emerito, in cui sono raccolte le omelie pronunciate da Maggiolini durante il suo intero episcopato in occasione delle Messe Crismali del Giovedì Santo e delle ordinazioni sacerdotali che sono state oltre 100. Un figlio della Chiesa ambrosiana in servizio fra l Emilia e la Lombardia Monsignor Alessandro Maggiolini è nato a Bareggio (Milano) il 15 luglio Viene ordinato sacerdote il 26 giugno L elezione episcopale è datata 7 aprile 1983, quando viene chiamato a guidare la Chiesa di Carpi ( Modena). Il 29 maggio 1983 riceve l ordinazione episcopale nella Cattedrale di Carpi e, sei anni più tardi viene nominato presule della diocesi di Como, dove fa il suo ingresso il 19 marzo Seppur breve l episcopato di monsignor Maggiolini a Carpi ha lasciato il segno sia per l autorevolezza del magistero accompagnato da una solida impostazione culturale come dimostrano gli interventi di esperti e relatori di levatura internazionale, sia per i segni come il restauro della Sagra e della Cattedrale e le opere avviate nel settore della comunicazione (Notizie, 1986) e della carità (Porta Aperta, 1988). Uno dei momenti più lieti, per la diocesi e per lo stesso Maggiolini, è stato senza dubbio la visita di Giovanni Paolo II, nel giugno del 1988, il primo Pontefice a tornare a Carpi dopo ottocento anni. U certi predicabili già sgualciti che circolano in riviste le quali pretendono di esprimere assai più del Vangelo e del Magistero della Chiesa. E spesso non concludono. Poche frasi basterebbero. Il prete è l uomo del perdono Senza il sacramento della Penitenza, la vita umana sarebbe un tunnel senza sbocco e senza respiro. Un prete di seminario diceva a noi, ancor studenti, che da sacerdoti non avremmo dovuto più entrare in confessionale, se non fossimo stati capaci di comunicare una gioia incontenibile: la gioia del Padre che, in Cri- sto, attende e abbraccia misericordioso l inconcludenza dell uomo. Non temo molto l ingenuità: in Confessionale nascondo caramelle e corone del Rosario: anche le caramelle, almeno per i bambini, hanno un significato quasi sacramentale: dicono che chi si stacca dall inginocchiatoio deve sorridere perché è diventato una creatura nuova. Il confessore non può esimersi dal soffrire con il peccatore: talvolta deve anche prestarsi ad accuse ingiuste da cui non può difendersi, esercitando il suo ministero di padre. Eucaristia: il mondo santificato L Eucaristia non si chiude nel cuore del prete e del singolo credente, il quale non avrebbe che da custodire questo tesoro umano e divino vivo e vivificante: tra tutti gli appartenenti alla Comunità l Eucaristia stabilisce un nodo di amore che ripete l unità dei Tre nell identica Natura; e ogni comunicante si trova unito a tutti i comunicanti che formano la Chiesa. Quando si passa davanti all Eucaristia senza un gesto di ossequio o ci si limita a un accenno di genuflessione che sembra l esercizio ginnico di un artritico; quando non si vede più il prete pregare davanti al Tabernacolo, la vita perde si- gnificato e valore: si fa una solitudine orrenda attorno a noi e Cristo rimane tra noi ogni giorno sino alla fine dei secoli, solo. Per nulla. Tradimento. Decerebrazione e profanazione del cuore. Solitudine. Disperazione. La Chiesa: unita dall Eucaristia Lungi dall imporsi come una cella e un carcere, l autorità sacra si disegna come la custodia dell archè ( del principio di verità e di santificazione ), come la protezione del centro di unità umana e soprannaturale. E qui i cristiani adulti sappiano che l unico adulto nella Chiesa è il Bimbo nato Il grazie della Chiesa di Carpi al vescovo Alessandro Venticinque anni fa, il 29 maggio 1983, con una solenne liturgia di cui si conserva ancora viva memoria, monsignor Alessandro Maggiolini riceveva nella nostra Cattedrale la consacrazione episcopale. Il vescovo Elio Tinti attraverso un messaggio ha manifestato il sincero affetto con cui la Chiesa di Carpi partecipa al giubileo episcopale del vescovo Alessandro grata per quanto Egli ha donato negli anni di episcopato alla guida della comunità diocesana. La fede ci dice che il Vescovo è tra noi - scriveva su Notizie monsignor Giuseppe Tassi in occasione del quinto anniversario dell ordinazione, nel 1988 per rendere testimonianza alla luce. Certo la luce è Cristo ma il Vescovo ne è il candelabro. Egli è tra noi non per fare da padrone sulla nostra fede me per essere collaboratore della nostra gioia (2 Cor 1,24); per rinfrancarsi con noi e tra noi mediante la fede che abbiamo i comune lui e noi (Rom 1,11). Capiamo perché il Vescovo ha l assillo di garantirci che la nostra fede sia autentica; che sia la fede stessa degli apostoli, quella fede che solo può salvarci se l accogliamo in tutta la sua interezza. Ancora oggi rinnoviamo il grazie e gli auguri al vescovo Alessandro, padre e maestro nella fede e per la vita. dalla Vergine e Figlio di Dio. Chi si impettisce in una autonomia che vuole trovare la verità e salvarsi con le sole proprie forze, si avvia a una derelizione da cui non potrà svincolarsi se non per la grazia di chi ridiventa bambino e così si prepara per il Regno dei cieli. L autorità non mortifica, ma salva i deboli; non permette che siano schiacciati da coloro che si credono forti. Chiesa: sposa di Cristo Il sacerdote è chiamato ad amare la propria comunità. Se incomincia a criticare i propri fedeli come operai svogliati in uno stabilimento sbrecciato, sappia che è giunto il momento di cambiare posto. Il prete non può mendicare un affetto dai propri fedeli; egli stesso deve amare i membri della sua Chiesa con dilezione gratuita e totale per essere riamato. Senza nutrire l invidia di chi vorrebbe cambiare continuamente: l amore chiede tempo, pazienza, dedizione, servizio. Il mondo vuole preti Nonostante il vento di una moda sciagurata che vorrebbe il sacerdote destituito del proprio carattere e della propria missione, il mondo di oggi non chiede preti saltimbanchi, cantanti, ancor meno, esibizionisti, mondani, assai vicini alle figure degli uomini di spettacolo: come non mai attualmente chiede che il prete richiami e parli e renda presente ossessivamente la realtà del Signore Gesù, centro vivificante della storia e dell intera umanità. Poiché della verità e del valore supremo la ragione e il cuore hanno bisogno. La pastorale vocazionale La pastorale vocazionale più vera è quella che mostra nella comunità cristiana la presenza appassionata e lieta di sacerdoti che trovano la loro felicità autentica nella identificazione con il Signore Gesù e nella compagnia della Chiesa universale e locale: senza esitazione, senza vergogna; poiché il prete dà l ultimo motivo di senso alla vita. Un contagio inatteso e sorprendente lo darà il sorriso che il sacerdote cava dalla propria comunione con il Signore Gesù e con i fratelli. La bellezza di una vita si comunica solo con una vita riuscita nelle braccia del Signore e nell apertura ai fratelli. Maria Maria, madre e sorella dei sacerdoti sia sempre vicino a noi e conservi e accresca la Chiesa quale è modellata sul suo Figlio Gesù morto e risorto. Maria, prega per noi peccatori. Rendici santi sul modello del tuo Figlio, con la tua dolcezza e con il tuo coraggio di Madre sotto la croce e al centro del Cenacolo. Fa che il nostro non sia il tempo dell agonia della Chiesa - come talvolta temiamo -, ma la ripresa di un coraggio, di una solidità e di una espansione che raggiunga i confini della terra.

3 Una bella giornata di sole quel 3 giugno 1988, indimenticabile come avvenimento di fede, una data storica per la Città e la Chiesa di Carpi: il papa Giovanni Paolo II è venuto tra noi, ha incontrato il suo popolo in piazza Martiri, i sacerdoti e i giovani in Cattedrale. A vent anni di distanza il vescovo Elio Tinti e la Chiesa di Carpi ricordano l evento nella memoria del Servo di Dio Giovanni Paolo II, nella preghiera al Signore per il dono fatto alla Chiesa con il Suo magistero e per implorare la positiva e rapida chiusura del processo canonico per la beatificazione. In occasione della festa dei Santi Pie- C OPERTINA 3 giugno 1988: a vent anni dalla storica visita di Giovanni Paolo II a Carpi Il ricordo della Chiesa di Carpi nella memoria e nella preghiera tro e Paolo verrà pubblicato e divulgato il testo dell Appello ai credenti e non credenti durante l incontro con la cittadinanza in piazza Martiri e il dialogo con i giovani in Cattedrale. Inoltre a cura dell Ufficio comunicazioni sociali verrà realizzato il dvd della storica visita del Pontefice a Carpi. Al termine dell incontro con i giovani di Carpi il Papa, uscendo dalla Cattedrale, rivolse alcune brevi espressioni di saluto e di ringraziamento alle persone presenti nella piazza Martiri. Queste le parole improvvisate dal Papa. Ancora un altra possibilità di ammirare questa vostra piazza tanto applaudita. Grazie per la possibilità di incontrarci non soltanto nella Cattedrale ma anche in questa piazza e di portare la buona novella di Cristo, il Vangelo di Cristo, dentro la vostra città. Vi ringrazio per la buona accoglienza, vi auguro tutto il bene; auguro ai malati la guarigione, la sanità, a quelli che si trovano nella disperazione la fiducia e la speranza, auguro a tutti la forza che ci viene dallo Spirito Santo, che viene dalla croce di Cristo; la grazia è la croce di Cristo ed è in virtù del suo sacrificio che lo Spirito Santo rimane sempre tra noi, rimane sempre presente ed operante nei nostri spiriti umani. Ci troviamo con l immagine della Madonna alle nostre spalle. Allora rivolgiamoci a lei pregando con l Ave Maria... Ancora una volta grazie Carpi. 3 mergenza educativa, E nuovo clima politico, famiglia, tutela della vita, lotta alla povertà. È stato un discorso a 360 gradi quello pronunciato da papa Benedetto XVI che giovedì 29 maggio ha incontrato i vescovi italiani riuniti in Vaticano per la 58ª assemblea generale. Il Papa è stato accolto dal cardinal Angelo Bagnasco che, nel suo saluto, ha detto: Vivendo accanto al nostro popolo, insieme ai nostri sacerdoti siamo ben consapevoli dei problemi e delle speranze della gente. Di questo vissuto, abbiamo il dovere di dare voce rispettosa e chiara, come pastori che amano non solo le loro comunità ma tutti, la società intera. Riguardo ai giovani - tema sul quale hanno dibattuto i vescovi in questi giorni di assemblea - il cardinal Bagnasco ha ribadito l impegno come Chiesa italiana a comunicare loro la perenne giovinezza del Vangelo e la bellezza della Chiesa. I vescovi hanno donato al Santo Padre una copia della nuova traduzione italiana della Bibbia e il Papa scherzando ha detto: Spero che ci sarà anche un edizione tascabile. L emergenza educativa Nell incontro del Papa con i vescovi il punto sulla situazione della Chiesa e della società italiana Un clima nuovo In Italia è in atto una vera e propria emergenza educativa. Si è aperto con un pensiero forte sui giovani il discorso che Benedetto XVI ha rivolto all episcopato italiano. Quando - ha detto il Papa - in una società e in una cultura segnate da un relativismo pervasivo e non di rado aggressivo, sembrano venir meno le certezze basilari, i valori e le speranze che danno un senso alla vita, si diffonde facilmente, tra i genitori come tra gli insegnanti, la tentazione di rinunciare al proprio compito. Così - ha proseguito il Papa - i fanciulli, gli adolescenti e i giovani, pur circondati da molte attenzioni e tenuti forse eccessivamente al riparo dalle prove e dalle difficoltà della vita, si sentono alla fine lasciati soli davanti alle grandi domande che nascono inevitabilmente dentro di loro, come davanti alle attese e alle sfide che sentono incombere sul loro futuro. Benedetto XVI ha chiesto all episcopato italiano di accogliere con gioia le forze nuove rappresentate dai carismi e di sostenere le molte forme e occasioni di incontro con il mondo giovanile promosse nelle parrocchie, negli oratori e nelle scuole. Il Papa ha fatto cenno anche alla scuola cattolica, dicendo: In uno Stato democratico, che si onora di promuovere la libera iniziativa in ogni campo, non sembra giustificarsi l esclusione di un adeguato sostegno all impegno delle istituzioni ecclesiastiche nel campo scolastico. Il clima politico L Italia ha bisogno di uscire da un periodo difficile, ha detto Benedetto XVI, parlando della situazione complessiva del Paese. In questo ultimo periodo, ha osservato il Santo Padre, è sembrato affievolirsi il dinamismo economico e sociale, è diminuita la fiducia nel futuro ed è cresciuto invece il senso di insicurezza per le condizioni di povertà di tante famiglie, con la conseguente tendenza di ciascuno a rinchiudersi nel proprio particolare. In questo quadro, il Papa ha sottolineato la presenza di segnali di speranza: È proprio per la consapevolezza di questo contesto che avvertiamo con particolare gioia i segnali di un clima nuovo, più fiducioso e più costruttivo. Esso è legato al profilarsi di rapporti più sereni tra le forze politiche e le istituzioni, in virtù di una percezione più viva delle responsabilità comuni per il futuro della Nazione. Poi un avvertimento: Questo clima ha bisogno di consolidarsi e potrebbe presto svanire, se non trovasse riscontro in qualche risultato concreto. Il Papa ha poi rivendicato il dovere per l episcopato italiano di dare il suo specifico contributo. Nel quadro di una laicità sana e ben compresa - ha detto il Papa - occorre pertanto resistere ad ogni tendenza a considerare la religione, e in particolare il cristianesimo, come un fatto soltanto privato: le prospettive che nascono dalla nostra fede possono offrire invece un contributo fondamentale al chiarimento e alla soluzione dei maggiori problemi sociali e morali dell Italia e dell Europa di oggi. Le politiche Famiglia, tutela della vita, lotta alla povertà. Questi i campi di intervento e di impegno sottolineati dal Santo Padre nel suo discorso. Il primo è la questione relativa alla famiglia fondata sul matrimonio affinché - ha detto il Papa - si affermi una cultura favorevole, e non ostile, alla famiglia e alla vita. Si tratta anche di chiedere alle pubbliche istituzioni una politica coerente e organica che riconosca alla famiglia quel ruolo centrale che essa svolge nella società, in particolare per la generazione ed educazione dei figli: di una tale politica l Italia ha grande e urgente bisogno. Forte e costante - ha proseguito Benedetto XVI - deve essere ugualmente il nostro impegno per la dignità e la tutela della vita umana in ogni momento e condizione, dal concepimento e dalla fase embrionale alle situazioni di malattia e di sofferenza e fino alla morte naturale. Né possiamo chiudere gli occhi e trattenere la voce - ha aggiunto - di fronte alle povertà, ai disagi e alle ingiustizie sociali che affliggono tanta parte dell umanità e che richiedono il generoso impegno di tutti.

4 4 8 giugno '08 Il commento di Avvenire I due volti tivù di don Zeno, tra realtà e finzione E Mirella Poggialini* il confronto fra effetto-fiction ed effetto-documentario quel che resta nella memoria dopo la visione della seconda puntata di Don Zeno su Raiuno, coraggiosa fiction in cui Giulio Scarpati, al quale non ha fatto bene l imprinting indelebile di Un medico in famiglia, ha comunque reso con grande passione la figura di un prete generoso e vitale, che ha lasciato dietro di sé una traccia non cancellata. Un «prete bolscevico», come si dice a un certo punto nella fiction, diretta da Gianluigi Calderone con scrupolo e diligenza, secondo uno stile che ormai la tv ha adottato, trattando di sacerdoti. Quindi tono comunque elogiativo, aura di emotività diffusa, momenti di spettacolare commozione, in episodi ai quali la tragicità vien meno in nome di una effusione sentimentale in grado di catturare e di coinvolgere. Ben diverso il tono asciutto e anche aspro, invece, di certi dettagli che sono emersi, alle 0,40 della stessa serata di mercoledì, nel documentario Don Zeno, il prete ribelle che Raitre ha messo in onda in opportuno confronto con la fiction appena terminata. Un lavoro denso di Maite Carpio inserito nel ciclo La storia siamo noi, in cui il vero volto di don Zeno Saltini, la sua voce e il suo accento si sono offerti in un revival che ha consentito un paragone e la sottolineatura degli aspetti più spinosi e dei momenti più dolorosi della vita di questo prete innamorato dei «figli dell abbandono» e convinto che nel mondo ricchi e poveri non potessero convivere, in nome di una giustizia predicata da Cristo. La creazione di Nomadelfia nell excampo di concentramento di Fossoli vicino a Carpi, lo smantellamento della città dei ragazzi per i debiti eccessivi, la richiesta di riduzione allo stato laicale, per dieci anni, per ricostruire una nuova città in Maremma, fatta di tende, povertà e abnegazione; il senso della famiglia e dell amore come risorsa per i più deboli e soli sono temi che il documentario ha reso con forza maggiore rispetto alla fiction. Il confronto fra il linguaggio della fiction, volto a narrare romanzando e ad avvolgere i fatti con emozioni facilmente leggibili e perciò condivisibili, e la scabra immediatezza del documento ha messo in risalto, con abbinamento felice, la necessità delle due forme espositive in sovrapposizione e contrapposizione. Don Zeno alla fine è emerso davanti allo spettatore con una sua forza icastica e convincente, con le sue perorazioni appassionate, la sua convinzione radicata e fedele, il suo amore per la Chiesa e insieme la sua opposizione vibrante, in nome di una fratellanza cristiana in cui ha prodigato tutto se stesso con insegnamento di bene. * critica televisiva di Avvenire Grande successo di ascolti per la fiction di Raiuno su don Zeno. Lorenzo Di Pietro, attore carpigiano, ha recitato la parte di Palita. Tra i suoi progetti anche un ritorno nella città dei Pio con il desiderio di aprire una scuola di musical S Daniele Franda ono una persona determinata, timida ed estroversa al tempo stesso. Si autodefinisce così Lorenzo Di Pietro, l attore carpigiano che ha interpretato il personaggio di Palita, un ragazzo cresciuto a Nomadelfia, nello sceneggiato prodotto dalla Rai Don Zeno L uomo di Nomadelfia. Sono molto estroverso con gli amici e nel lavoro ma in altre situazioni sono abbastanza riservato precisa. Lorenzo, 29 anni e una vocazione pura per la recitazione e il canto, promette: Lotterò fino in fondo per fare questo mestiere. Poi aggiunge: In un mondo difficile come quello dello spettacolo e del cinema la caparbietà e la tenacia sono fondamentali per riuscire ad andare avanti. Per inseguire da più vicino il suo sogno nel 2001 si è trasferito da Budrione, dove vive tuttora la sua famiglia, a Roma. Dice di voler comprare casa nella Capitale ( magari a Trastevere ) ma tra i suoi progetti c è anche un ritorno a Carpi per dare vita ad una scuola di musical, il suo genere preferito. C OPERTINA Sul set aria di casa Lorenzo, parliamo subito di Don Zeno, la fiction della Rai andata in onda in prima serata il 27 e 28 maggio e che ha riscosso un successo di pubblico e di critica. Come è andata sul set? Raccontaci qualche aneddoto particolare. Sul set si respirava una bellissima aria. La comunità di Nomadelfia mi ha fatto vedere la realtà in modo diverso, come nessuno, o quasi, di noi concepisce. Penso che siano riusciti a lasciare il segno anche a noi attori e tecnici... di questi tempi, chi ci pensa più a fermarsi un attimino e guardarsi attorno per vedere se qualcuno ha bisogno? Lì invece ci si aiuta tutti e in continuazione e questo dimostra che in fondo, aiutare il prossimo e chi ha bisogno può non essere concepito tanto utopistico. Ricordo una curiosità: il mio primo giorno di riprese, in Bulgaria, avevo un bambino in braccio e mentre scendevamo le scale lui mi doveva fare una domanda e io dovevo rispondergli. Ma lui parlava in lingua bulgara e io in carpigiano! E stato buffo, ma quel bambino mi ha guardato così profondamente che mi sembrava di capirlo. Prima di iniziare a girare conoscevi la figura di don Zeno? Pensi che il suo operato e i suoi insegnamenti possano trasmettere qualcosa ancora oggi, nella società claudicante del nostro tempo? Mi ricordo di don Zeno in quanto fratello di Mamma Nina: alle scuole elementari la mia maestra ci parlava spesso di lei. Ovviamente, dopo essere stato preso per questa fiction, mi sono documentato e ho approfondito ciò che ricordavo molto superficialmente. E la Cantina Sociale di Carpi PUNTI VENDITA CARPI - via Cavata, 14 - Tel CONCORDIA - Prov. le per Mirandola, 57 - Tel RIO SALICETO - Via XX Settembre, 11/13 - Tel Aperto tutti i giorni dalle ore 8 alle 12 e dalle 14 alle 18 - Sabato mattina aperto fino alle 12 Da sinistra Nicolas Tenerani, Carlo Massari, Lorenzo Di Pietro durante le riprese in Bulgaria stessa cosa che ho detto al regista Gianluigi Calderone quando ho fatto il provino e lui mi ha risposto: Sarà meglio che ti documenti, Lorenzo, perché ho deciso di prenderti!. Secondo me l operato di don Zeno continuerà a lasciare importanti tracce man mano che passeranno gli anni. Nomadelfia ha radici così solide che potrà solo fortificarsi ancora di più negli anni a venire. Giulio Scarpati ha interpretato con passione il prete di Nomadelfia. Sei d accordo? Un interpretazione magistrale. Giulio Scarpati è un uomo di una professionalità meravigliosa, tanti suoi colleghi dovrebbero prenderlo ad esempio invece di scimmiottare questo mestie- re. E gli ascolti della fiction lo hanno dimostrato: la bravura del protagonista e la qualità del prodotto alla fine hanno avuto la meglio e il pubblico ha deciso di premiare queste cose. Parlaci un po di te: come è nata la passione per la recitazione? Prima ancora di diplomarmi al Istituto Professionale Carlo Cattaneo di Carpi avevo iniziato a frequentare il primo laboratorio di teatro organizzato dal Comunale di Carpi. Ho iniziato in sordina nel 1994, con Paolo Gera e Alessandra Gasparini, a cui dirò per sempre grazie, che tuttora insegnano al Vallauri. Per lo più lavoravamo con testi drammatici e autori come Brecht, Strindberg, ecc. Poi nel 2001, con tanta pa-

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015)

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) Conferenza Episcopale Italiana MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) SOLIDALI PER LA VITA «I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE 1 Reverendissimo P. Abate, Reverendi Presbiteri, Diaconi, Religiosi, Reverende Religiose, cari Seminaristi, amati fedeli Laici, siamo convocati nella Chiesa Cattedrale,

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione.

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Eugenio e Chiara Guggi (tramite le parole di Benedetto XVI) Il laico dev essere

Dettagli

di Gesù La Missione Riflessione Biblica Esperienze La nostra eredità spirituale Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata

di Gesù La Missione Riflessione Biblica Esperienze La nostra eredità spirituale Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata portare vita piena agli altri Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata del Terz Ordine Regolare di San Francesco d Assisi Luglio 2013 #2 La Missione di Gesù Carissime/i, dopo aver presentato

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio Preghiera per le vocazioni Ti preghiamo, Signore, perché continui ad assistere e arricchire la tua Chiesa con il dono delle vocazioni. Ti preghiamo perché molti vogliano accogliere la tua voce e rallegrino

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE AI PRESBITERI E AI DIACONI AI FRATELLI E ALLE SORELLE DI VITA CONSACRATA AI FEDELI LAICI E A TUTTI GLI UOMINI E LE DONNE DI BUONA VOLONTÀ DI QUESTA NOSTRA

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá Novena del lavoro 4a San Josemaría Escrivá Preghiera a San Josemaría San Josemaría Escrivá Fondatore dell'opus Dei PREGHIERA Oh Dio, che per mediazione di Maria Santissima concedesti a San Josemaría, sacerdote,

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE.

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. Oh Dio, suscita in noi la volontà di andare incontro con le buone opere al tuo Cristo che viene, perchè egli ci chiami

Dettagli

MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA "MADRE DELL'EUCARISTIA"

MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA MADRE DELL'EUCARISTIA MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA "MADRE DELL'EUCARISTIA" Via delle Benedettine, 91-00135 ROMA Tel. 063380587; 063387275 Fax 063387254 Internet: http://www.madredelleucaristia.it E-mail: mov.imp.test@madredelleucaristia.it

Dettagli

DECRETO Inter mirifica SUGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE SOCIALE INTRODUZIONE

DECRETO Inter mirifica SUGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE SOCIALE INTRODUZIONE Significato dei termini DECRETO Inter mirifica SUGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE SOCIALE INTRODUZIONE 1. Tra le meravigliose invenzioni tecniche che, soprattutto nel nostro tempo, l ingegno umano è riuscito,

Dettagli

COREA. Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo

COREA. Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo COREA Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo Breve presentazione del contesto sociale in cui si lavora Il contesto socio-culturale della Corea sperimenta

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli