TRASFORMIAMO LA NOSTRA PASSIONE IN SICUREZZA PER PROTEGGERE LA VITA DI CHI LAVORA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRASFORMIAMO LA NOSTRA PASSIONE IN SICUREZZA PER PROTEGGERE LA VITA DI CHI LAVORA"

Transcript

1 TRASFORMIAMO LA NOSTRA PASSIONE IN SICUREZZA PER PROTEGGERE LA VITA DI CHI LAVORA CATALOGO 2015

2

3 SISA SICUREZZA AD ALTA QUALITÀ. SISA UNA SQUADRA UNITA. TRASFORMIAMO LA NOSTRA PASSIONE IN SICUREZZA PER PROTEGGERE LA VITA DI CHI LAVORA

4 sommario TOPLINE CLASSE A1 CLASSE A2 CLASSE C - Linea ECOLINE / Linea a Parete / Linea in Luce / Linea su Pali Elementi CLASSE C Collegamenti per CLASSE A1 e A2 Pali per CLASSE C e A1 Fissaggi Accessori METALINE CLASSE A1 CLASSE C - Linea con Pali a deformazione / Linea Radente Elementi CLASSE C Collegamenti per CLASSE C Fissaggi Accessori SCALE, PASSERELLE, PARAPETTI D.P.I

5 SISA UNA SQUADRA UNITA Sisa srl è una giovane azienda nata attraverso la fusione di realtà che operano nel settore da più di 15 anni. La condivisione dei principi sulla tutela della salute dei lavoratori ha fatto si che la nostra passione, esperienza e competenza abbiano dato vita ad una SQUADRA UNITA, la quale si è prefissata una MISSION per il conseguimento degli obbiettivi basati su VALORI per loro imprescindibili. PROGETTAZIONE PRODUZIONE CONSULENZA COSTANTE RICERCA E SVILUPPO DI NUOVE SOLUZIONI sono i pilastri della SISA per il conseguimento di tali obbiettivi. La nostra competenza si esprime in tutte le attività: dal contatto con il cliente alla valutazione dei rischi, dal sopralluogo all ambiente di lavoro, dalle misure di prevenzione alla consulenza tecnica e di progetto, dall installazione alla consegna dei lavori conformi alle normative vigenti alla formazione, fino alla consegna della documentazione con un incomparabile servizio post vendita. 5

6 CHI E SISA SISA è sicurezza per il lavoratore IL VALORE DELLA VITA - LA LEALTÀ - L ONESTÀ - LA COERENZA - LA CORRETTEZZA - IL RISPETTO sono i valori ed i punti fermi presenti in ogni progetto affidatoci e nel quale viene richiesta la nostra esperienza che perseguiamo con PASSIONE - COMPETENZA - IMPEGNO COSTANTE Da molto tempo ormai la sicurezza sui luoghi di lavoro è diventata l incubo dei datori di lavoro che purtroppo pensano solo ad essere in regola con la burocrazia, trascurando ciò che dovrebbe essere il loro principale obbiettivo: LA TUTELA DELLA VITA DEI PROPRI DIPENDENTI La nostra azienda ha fatto, della parola sicurezza, prima ancora di un lavoro, una vera e propria filosofia atta a definire come il nostro lavoro ed i nostri prodotti abbiano come obiettivo ultimo quello di salvaguardare la cosa veramente più importante e preziosa: LA VITA DEI LAVORATORI Giovanni Cattaneo amministratore 6 6

7 SISA MISSION & VISION Trasformiamo la nostra passione in sicurezza per proteggere la vita di chi lavora MISSION La passione e l attenzione con la quale ogni dipendente, per ogni ruolo ed area aziendale, impiega nello svolgere il proprio lavoro, fa si che la mission di SISA sia molto chiara: salvaguardare la vita dei lavoratori. VISION Grazie ad un team unito e professionale siamo in grado di rispondere ad ogni esigenza rispettando tempi e standard qualitativi. Il nostro costante aggiornamento e la nostra preparazione ci permette di offrire concezioni all avanguardia nel campo della sicurezza sul posto di lavoro, frutto del nostro impegno nella continua ricerca di innovazioni per garantire sempre il massimo livello di qualità. Pianifichiamo ogni progetto relazionandoci costantemente con il nostro cliente, fulcro del nostro lavoro, ascoltando e condividendo richieste e necessità, per offrire sempre la migliore soluzione. 7

8 Legislazione, Normative e Requisiti Estratto del D.LGS. 9 APRILE 2008, N. 81 Testo coordinato con il D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106 CAPO II - NORME PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO NELLE COSTRUZIONI E NEI LAVORI IN QUOTA SEZIONE I - CAMPO DI APPLICAZIONE Articolo Attività soggette 1. Le norme del presente capo si applicano alle attività che, da chiunque esercitate e alle quali siano addetti lavoratori subordinati o autonomi, concernono la esecuzione dei lavori di costruzione, manutenzione, riparazione, demolizione, conservazione, risanamento, ristrutturazione o equipaggiamento, la trasformazione, il rinnovamento o lo smantellamento di opere fisse, permanenti o temporanee, in muratura, in cemento armato, in metallo, in legno o in altri materiali, comprese le linee e gli impianti elettrici, le opere stradali, ferroviarie, idrauliche, marittime, idroelettriche, di bonifica, sistemazione forestale e di sterro. Costituiscono, inoltre, lavori di costruzione edile o di ingegneria civile gli scavi, ed il montaggio e lo smontaggio di elementi prefabbricati utilizzati per la realizzazione di lavori edili o di ingegneria civile. Articolo Definizioni 1. Agli effetti delle disposizioni di cui al presente capo si intende per lavoro in quota: attività lavorativa che espone il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad ALTEZZA SUPERIORE A 2m rispetto ad un piano stabile. Articolo Obblighi del datore di lavoro nell uso di attrezzature per lavori in quota 1. Il datore di lavoro, nei casi in cui i lavori temporanei in quota non possono essere eseguiti in condizioni di sicurezza e in condizioni ergonomiche adeguate a partire da un luogo adatto allo scopo, sceglie le attrezzature di lavoro più idonee a garantire e mantenere condizioni di lavoro sicure, in conformità ai seguenti criteri: a) priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale; b) dimensioni delle attrezzature di lavoro confacenti alla natura dei lavori da eseguire, alle sollecitazioni prevedibili e ad una circolazione priva di rischi. Articolo Sistemi di protezione contro le cadute dall alto 1. Nei lavori in quota qualora non siano state attuate misure di protezione collettiva come previsto all articolo 111,comma 1, lettera a), è necessario che i lavoratori utilizzino idonei sistemi di protezione idonei per l uso specifico composti da diversi elementi, non necessariamente presenti contemporaneamente, conformi alle norme tecniche, quali i seguenti: a) assorbitori di energia; b) connettori; c) dispositivi di ancoraggio; d) cordini; e) dispositivi retrattili; f) guide o linee vita flessibili; g) guide o linee vita rigide; h) imbracature. 3. Il sistema di protezione deve essere assicurato, direttamente o mediante connettore lungo una guida o linea vita, a parti stabili delle opere fisse o provvisionali. I DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO NORMA DI RIFERIMENTO EN 795 DICEMBRE 2002 Un dispositivo di ancoraggio affidabile è componente essenziale di qualsiasi sistema anticaduta. L ambito e i requisiti sono basati sulla filosofia che i dispositivi di ancoraggio debbano essere pensati per sostenere la massima forza dinamica generata in una caduta dall alto dalla massa di una persona, incluso qualsiasi equipaggiamento questa trasporti. I collaudi di forza statica sono basati sul fattore di sicurezza minimo di due. Prevedendo un eventuale utilizzo scorretto dell equipaggiamento, questo Standard Europeo fornisce i requisiti e metodi di collaudo per dispositivi di ancoraggio usati in sistemi anticaduta in accordo con EN 363, anche quando siano stati progettati per uso limitato, è inoltre stato progettato per il collaudo di nuovi prodotti prima che questi vengano lanciati sul mercato e fornisce solo i requisiti di performance minimi. È essenziale che i dispositivi di ancoraggio vengano progettati e fabbricati in modo tale che, nelle prevedibili condizioni di uso per le quali sono intesi, l utente sia in grado di eseguire l attività soggetta a rischio mentre sia adeguatamente protetto al livello maggiore possibile. I fabbricanti dovrebbero tenere conto di questi scopi nel momento in cui decidano la reale performance dei loro prodotti. 8

9 Breve Glossario REQUISITI DEI SISTEMI DI ANCORAGGIO IN COPERTURA L approccio corretto ad un lavoro in copertura richiede inoltre un attenta valutazione del sistema di protezione individuale dalle cadute da utilizzarsi a seconda dell intervento. Lo scopo di un sistema di ancoraggio in copertura è quello di permettere il collegamento di un sistema di protezione individuale dalle cadute in maniera tale che sia, come obiettivo principale, impedita la caduta dall alto. Se questo non è possibile, e cioè se viene adottato un sistema che arresta la caduta dall alto, esso deve consentire di: arrestare il lavoratore nel più breve spazio possibile; offrire la possibilità di operare in sicurezza anche nelle zone ove il lavoratore si trova esposto all effetto pendolo o con scarso tirante d aria. Lo scopo di un sistema di ancoraggio in copertura può essere raggiunto con diversi gradi di efficacia che derivano dalle prestazioni del sistema. Essi dipendono dai seguenti parametri: ergonomia; freccia; effetto pendolo; resistenza. Valutare le caratteristiche e le prestazioni di un sistema di ancoraggio permette di analizzare i rischi connessi all intervento in copertura e di effettuare correttamente la scelta del sistema di protezione individuale dalle cadute da impiegare dando priorità ai sistemi che impediscono la caduta dall alto (posizionamento e trattenuta) rispetto a quelli che arrestano la caduta dall alto (arresto caduta). Ancoraggio: insieme comprendente il materiale base, l ancorante e l elemento da fissare cui può essere ancorato il dispositivo di protezione individuale. Arresto caduta: l impedire l impatto a terra del lavoratore, con una struttura o qualsiasi altro ostacolo durante la caduta dall alto mediante un sistema di protezione personale dalle cadute. Dispositivo di protezione collettiva (DPC): prodotto che ha la funzione di salvaguardare le persone da rischi per la salute e la sicurezza. Dispositivo di protezione individuale (DPI): prodotto che ha la funzione di salvaguardare la persona che lo indossi o comunque lo porta con sé da rischi per la salute e la sicurezza. Effetto pendolo (su ancoraggio lineare): traslazione di un lavoratore su un ancoraggio lineare flessibile con conseguente oscillazione, per il tramite di una fune, rispetto all ancoraggio lineare a seguito di una caduta dall alto avvenuta disassata rispetto alla mezzeria dell ancoraggio lineare. Effetto pendolo (su ancoraggio puntuale): oscillazione di un lavoratore, per il tramite di una fune, rispetto al suo punto fisso a seguito di una caduta dall alto avvenuta disassata rispetto alla retta passante per il punto fisso e perpendicolare al bordo di caduta. Freccia: massimo abbassamento dell ancoraggio lineare, rispetto la congiungente degli estremi, quando è sottoposto ad una forza avente una componente perpendicolare alla congiungente stessa. Posizionamento sul lavoro: tecnica che permette al lavoratore, che indossa un dispositivo di protezione individuale, di lavorare in tensione o in sospensione in maniera tale che sia prevenuta la caduta dall alto. Prevenzione dalle cadute: Il prevenire la caduta dall alto del lavoratore mediante un sistema di protezione personale dalle cadute. Sistema di ancoraggio in copertura: opportuna configurazione di ancoraggi cui va collegato il sistema individuale per la protezione contro le cadute. Sistema di arresto caduta: sistema di protezione individuale dalle cadute che limita la forza che agisce sul corpo del lavoratore durante l arresto caduta. Sistema di posizionamento sul lavoro: sistema di protezione individuale dalle cadute che permette al lavoratore di lavorare in tensione o in sospensione in maniera tale che sia prevenuta la caduta dall alto. Sistema di protezione individuale dalle cadute: assemblaggio di componenti destinati a proteggere il lavoratore contro le cadute dall alto, comprendente un dispositivo di presa del corpo e un sistema di collegamento, raccordabile al sistema di ancoraggio in copertura. Sistema di trattenuta: sistema di protezione individuale dalle cadute che impedisce al lavoratore di raggiungere le zone dove esiste il rischio di caduta dall alto. Tirante d aria: spazio libero disponibile dal punto di caduta necessario a compensare tutti gli allungamenti del sistema di ancoraggio del sistema di arresto caduta senza che il lavoratore urti contro ostacoli durante la discesa e che comprenda anche eventuali margini di sicurezza. Trattenuta: tecnica secondo la quale viene impedito al lavoratore, che indossa un dispositivo di protezione individuale, di raggiungere le zone dove esiste il rischio di caduta dall alto. 9

10 TOPLINE 10 10

11 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel LINEA DI ANCONRAGGIO EN 795 CLASSE C ATTENZIONE Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Fax ACCESS1005 TOPLINE CLASSE A1 pag. 13 CLASSE A2 pag. 17 CLASSE C - Linea ECOLINE pag. 22 CLASSE C - Linea a Parete pag. 26 CLASSE C - Linea in Luce pag. 28 CLASSE C - Linea su Pali pag. 30 Elementi CLASSE C pag. 33 Collegamenti per CLASSE A1 e A2 pag. 44 Pali per CLASSE C e A1 pag. 50 Fissaggi pag. 63 2ACCESS10012ACCESS1002 2ACCESS1003 Accessori pag

12 Normativa La Classe A1 della Norma EN-UNI 795 comprende punti di ancoraggio progettati per essere fissati a superfici verticali, orizzontali ed inclinate. Possono essere utilizzati a 360 rispetto al punto di ancoraggio. Destinazione d Uso I punti di ancoraggio in Classe A1 vengono utilizzati generalmente per creare: - percorsi di accesso al sistema d ancoraggio principale - punti di deviazione caduta per limitare l effetto pendolo - punti d ancoraggio per il completamento del sistema principale. Possono anche essere utilizzati per la messa in sicurezza dell intera copertura se questa è di superficie limitata e comunque sempre dopo attenta valutazione. 12

13 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel CLASSE A1 2STAFFE0900 2STAFFE0901 2STAFFE0950 2STAFFE0312 2STAFFE0306 2STAFFE STAFFE0220 2STAFFE PALI 2STAFFE0309 FISSAGGIO ASSI COMBI FISSAGGIO CHIMICO M12 2TRTEAC0001 2ACCESS1001 2TASSEL TASSEL0002 * INVERNALE 2TASSEL0003* 2ACCESS1001 LEGENDA DEI COLORI: PUNTI DI ANCORAGGIO COLLEGAMENTI FISSAGGI ACCESSORI 13

14 CLASSE A1 INOX Punto d ancoraggio fisso L installazione diventa facile con la nostra gamma di accessori COD. 2STAFFE0900 COD. 2STAFFE0901 Installabile su tutta la serie dei nostri pali MATERIALE Acciaio inox. DIMENSIONI Larghezza 60 mm (base) Lunghezza 40 mm Altezza 60 mm Spessore 3 mm. FISSAGGIO Tirafondi assy combi Ø 12 mm, viti M12, barre filettate M12 classe 8.8, tasselli chimici M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Punto di ancoraggio per la realizzazione di un sistema anticaduta su superfici di sviluppo limitato. Limitare l effetto pendolo dell operatore. Creare percorsi di accesso. 14

15 CLASSE A1 INOX Kit girevole per pali Ideale per tetti a capanna Libero di ruotare in ogni condizione COD. 2STAFFE0950 MATERIALE acciaio inox. DIMENSIONI Larghezza 40 mm (base) Lunghezza 180 mm Altezza 80 mm. FISSAGGIO Applicare sulla sommità dei pali, sulla quale è consentito l installazione, con bullone M12x 80. Punto di ancoraggio a Norma UNI EN 795 Classe A1 con testa girevole a 360 rispetto all asse verticale. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. 15

16 Normativa La Classe A2 della Norma EN-UNI 795 comprende punti di ancoraggio progettati per essere fissati a superfici inclinate. Destinazione d Uso I punti di ancoraggio in Classe A2 vengono utilizzati generalmente per creare: - percorsi di accesso al sistema d ancoraggio principale - punti di deviazione caduta per limitare l effetto pendolo - punti d ancoraggio per il completamento del sistema principale. Possono anche essere utilizzati per la messa in sicurezza dell intera copertura se questa è di superficie limitata e comunque sempre dopo attenta valutazione. 16

17 CLASSE A2 2STAFFE0101 2STAFFE0103 2STAFFE0104 2STAFFE0102 2STAFFE0106 2STAFAC0111 2STAFFE0312 2STAFFE0306 2STAFFE STAFFE0220 2STAFFE0309 FISSAGGIO ASSI COMBI FISSAGGIO CHIMICO M12 2TRTEAC0001 2ACCESS1002 2TASSEL TASSEL0002 * INVERNALE 2TASSEL0003* Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel ACCESS1002 LEGENDA DEI COLORI: PUNTI DI ANCORAGGIO COLLEGAMENTI FISSAGGI ACCESSORI 17

18 CLASSE A2 Punti d ancoraggio fisso Indicato per coperture realizzate con TEGOLE COD. 2STAFFE0101 COD. 2STAFFE0103 Indicato per coperture realizzate con COPPI COD. 2STAFFE0104 Indicato per coperture realizzate con COPPI ED EMBRICI MATERIALE acciaio zincato o inox. DIMENSIONI Le dimensioni sono tali da rendere agevole l integrazione con i vari tipi di coperture. Fare riferimento alle singole Schede Tecniche. FISSAGGIO Tirafondi, Viti, Barre filettate, Tasselli chimici Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Punto di ancoraggio per la realizzazione di un sistema anticaduta su superfici di sviluppo limitato. Limitare l effetto pendolo dell operatore. Creare percorsi di accesso. 18

19 CLASSE A2 Punti d ancoraggio fisso COD. 2STAFFE0102 INOX COD. 2STAFFE0106 Adattabile alle più svariate situazioni INOX COD. 2STAFAC0111 MATERIALE Acciaio zincato o inox. DIMENSIONI Le dimensioni sono tali da rendere agevole l integrazione con i vari tipi di coperture. Fare riferimento alle singole Schede Tecniche. FISSAGGIO Tirafondi assy combi diam. 12 mm, viti M12, barre filettate M12 classe 8.8, tasselli chimici M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Punto di ancoraggio per la realizzazione di un sistema anticaduta su superfici di sviluppo limitato. Limitare l effetto pendolo dell operatore. Creare percorsi di accesso. 19

20 Normativa La Classe C della Norma EN-UNI 795 comprende dispositivi di ancoraggio che utilizzano linee flessibili orizzontali che non deviano dall orizzonte per più di 15. Destinazione d Uso Questo prodotto è frutto di uno studio approfondito e le caratteristiche tecniche del dissipatore di energia ci consentono di limitare e rendere certe le forze sugli ancoraggi di estremità. Tutti gli elementi che compongono il Sistema sono stati progettati e sottoposti a severi collaudi. La TOPLINE di Classe C prevede l utilizzo di più operatori contemporaneamente. È installabile su pali, direttamente a parete o in luce tra pareti contrapposte. Tutti gli elementi delle tre soluzioni possono essere utilizzati in combinazione tra loro. 20

21 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Fax CLASSE C LINEA ECO LINEA A PARETE LINEA IN LUCE LINEA SU PALI PALI 2ACCESS1003 FISSAGGIO ASSI COMBI FISSAGGIO CHIMICO M12 LINEA DI ANCONRAGGIO EN 795 CLASSE C ATTENZIONE 2ACCESS1003 LEGENDA DEI COLORI: PUNTI DI ANCORAGGIO COLLEGAMENTI FISSAGGI ACCESSORI 21

22 CLASSE C INOX Linea ECOLINE COD. 2SISALN1105 (m 5) COD. 2SISALN1110 (m 10) Questo prodotto è stato studiato per essere usato su tipologie di coperture di modesta entità. interamente progettato e realizzato in acciaio inox per garantire la massima durata nel tempo utilizzabile da due operatori in contemporanea basso impatto visivo corredato da una serie di elementi che consentono l applicazione sulle varie tipologie di strutture 22

23 CLASSE C INOX Linea ECOLINE COD. 2SISALN1115 (m 15) COD. 2SISALN1120 (m 20) ottimo connubio tra sicurezza, impatto estetico, durevolezza nel tempo e costo economico. 23

24 CLASSE C INOX Linea ECOLINE COD. 2SISALN1050 COD. 2SISALN1060 COD. 2SISALN1040 MATERIALE Acciaio zincato o inox DIMENSIONI Le dimensioni sono tali da rendere agevole l integrazione con i vari tipi di coperture. Fare riferimento alle singole Schede Tecniche. FISSAGGIO Tirafondi assy combi diam. 12 mm, viti M12, barre filettate M12 classe 8.8, tasselli chimici M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Punto di ancoraggio per la realizzazione di un sistema anticaduta su superfici di sviluppo limitato. Limitare l effetto pendolo dell operatore. Creare percorsi di accesso. 24

25 CLASSE C Linea Eco MATERIALE Acciaio zincato o inox DIMENSIONI Le dimensioni sono tali da rendere agevole l integrazione con i vari tipi di coperture. Fare riferimento alle singole Schede Tecniche. FISSAGGIO Tirafondi assy combi diam. 12 mm, viti M12, barre filettate M12 classe 8.8, tasselli chimici M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Punto di ancoraggio per la realizzazione di un sistema anticaduta su superfici di sviluppo limitato. Limitare l effetto pendolo dell operatore. Creare percorsi di accesso. 25

26 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Fax CLASSE C - LINEA A PARETE LINEA A PARETE 2SISALN3000 2SISALN0003 2SISALN0025 2SISALN0004 2SISALN0027 2SISALN0012 2SISALN0011 FUNE 2SISALN0005 2SISALN0014 FISSAGGIO ASSI COMBI 2ACCESS1003 FISSAGGIO CHIMICO M12 LINEA DI ANCONRAGGIO EN 795 CLASSE C ATTENZIONE 2ACCESS1003 LEGENDA DEI COLORI: PUNTI DI ANCORAGGIO COLLEGAMENTI FISSAGGI ACCESSORI 26 26

27 CLASSE C Linea a parete COD. 2SISALN Coppia supporti fissaggio per pas alluminio / inox COD. 2SISALN0004 Pas intermedio inox per carrello COD. 2SISALN0005 Pas intermedio inox per carrello a soffitto COD. 2SISALN0003 Pas intermedio in alluminio COD. 2SISALN Coppia ancoraggi per pas alluminio / inox COD. 2SISALN3000 Ammortizzatore COD. 2SISALN0012 Modulo ad angolo a parete esterno inox COD. 2SISALN0011 Modulo ad angolo a parete interno inox COD. 2SISALN3000 Tenditore Perché questa Linea? La Linea a Parete in Classe C è indicata per l installazione diretta su una superficie piana. Per garantire una corretta applicazione abbiamo aumentato i coefficienti di sicurezza raddoppiando i fissaggi degli elementi di testa. Non solo; combinando tra loro le diverse Linee, è possibile realizzare impianti che sviluppano percorsi per diverse esigenze applicative

28 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Fax CLASSE C - LINEA IN LUCE LINEA A PARETE 2SISALN3000 2SISALN0003 2SISALN0004 2SISALN0005 2SISALN0011 2SISALN0012 2SISALN0009 2SISALN0014 FUNE * INVERNALE FISSAGGIO ASSI COMBI 2ACCESS1003 FISSAGGIO CHIMICO M12 2TASSEL TASSEL0002 2TASSEL0003* LINEA DI ANCONRAGGIO EN 795 CLASSE C ATTENZIONE 2ACCESS1003 LEGENDA DEI COLORI: PUNTI DI ANCORAGGIO COLLEGAMENTI FISSAGGI ACCESSORI

29 CLASSE C Linea in luce COD. 2SISALN0009 Elementi di fissaggio a parete inox COD. 2SISALN0004 Pas intermedio inox per carrello COD. 2SISALN0005 Pas intermedio inox per carrello a soffitto COD. 2SISALN0003 Pas intermedio in alluminio COD. 2SISALN0009 Elementi di fissaggio a parete inox COD. 2SISALN3000 Ammortizzatore COD. 2SISALN0012 Modulo ad angolo a parete esterno inox COD. 2SISALN0011 Modulo ad angolo a parete interno inox COD. 2SISALN3000 Tenditore Perché questa Linea? L installazione in luce di una Linea presenta il suo punto critico nei fissaggi che, in caso di intervento di emergenza, vengono sollecitati ad estrazione. Per garantire una corretta applicazione abbiamo aumentato i coefficienti di sicurezza quadruplicando i fissaggi degli elementi di testa. Non solo; combinando tra loro le diverse Linee, è possibile realizzare impianti che sviluppano percorsi per diverse esigenze applicative

30 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Fax CLASSE C - LINEA SU PALI LINEA A PARETE 2SISALN3000 2SISALN0003 2SISALN0024 2SISALN0004 2SISALN0026 2SISALN0014 2SISALN0010 FUNE PALI FISSAGGIO ASSI COMBI 2ACCESS1003 FISSAGGIO CHIMICO M12 LINEA DI ANCONRAGGIO EN 795 CLASSE C ATTENZIONE 2ACCESS1003 LEGENDA DEI COLORI: PUNTI DI ANCORAGGIO COLLEGAMENTI FISSAGGI ACCESSORI

31 CLASSE C Linea su pali COD. 2SISALN Coppia di ancoraggi per pas alluminio / inox COD. 2SISALN0004 Pas intermedio inox per carrello COD. 2SISALN0003 Pas intermedio in alluminio COD. 2SISALN Coppia di ancoraggi per pas alluminio / inox COD. 2SISALN3000 Ammortizzatore COD. 2SISALN3000 Tenditore Perché questa Linea? La Linea su Pali è quella più classica. L ampia gamma di pali e sistemi per la sua applicazione consente di installare la linea sulla quasi totalità delle strutture con cui si realizzano le coperture esistenti. Tutti i pali e i kit per la loro installazione, sono stati prima calcolati per resistere al doppio della forza di esercizio e successivamente sottoposti a collaudi come previsto dalla Norma EN Nella costruzione dei pali, particolare attenzione è data alle saldature, realizzate con robot seguendo precisi parametri e procedure. All interno dei pali sono stati inoltre inseriti elementi in polistirolo per evitare che il volume interno possa creare condensa cosicché non si verifichino piccole infiltrazioni e macchie, specialmente su tetti in legno. 31

32 Just in Time: IL NOSTRO MAGAZZINO La RAPIDITÀ DI RISPOSTA alle richieste dei nostri clienti rimane un Punto Chiave del servizio offerto da SISA srl, insieme alla Qualità e all Innovazione continua. E uno dei sistemi che garantisce tempi di consegna veramente brevi è il nostro magazzino sempre ben fornito. Una scelta contro-tendenza che fa la netta differenza.

33 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Fax ELEMENTI CLASSE C Elementi 2SISALN3000 2SISALN0003 2SISALN0004 2SISALN0005 2SISALN0024 2SISALN0026 2SISALN0025 2SISALN0027 2SISALN0009 2SISALN0010 2SISALN0012 2SISALN0011 2SISALN0014 FUNE * INVERNALE FISSAGGIO ASSI COMBI 2ACCESS1003 FISSAGGIO CHIMICO M12 2TASSEL TASSEL0002 2TASSEL0003* LINEA DI ANCONRAGGIO EN 795 CLASSE C ATTENZIONE 2ACCESS1003 LEGENDA DEI COLORI: PUNTI DI ANCORAGGIO COLLEGAMENTI FISSAGGI ACCESSORI 33

34 ELEMENTI CLASSE C INOX Ammortizzatore-tenditore TOPLINE COD. 2SISALN3000 Particolare sigillo sicurezza MATERIALE inox DIMENSIONI Lunghezza totale FISSAGGIO 2 viti M12 Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente di sistema di arresto caduta progettato per dissipare l energia cinetica sviluppata durante una caduta dall alto, comprende indicatore di corretto prepensionamento della fune. 34

35 ELEMENTI CLASSE C INOX Ancoraggi di testa per linee a parete COD. 2SISALN0025 COD. 2SISALN0027 MATERIALE inox DIMENSIONI Lunghezza 160 mm Larghezza 90 mm Altezza 65 mm FISSAGGIO 2 viti M12 2 tasselli chimici M12 Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente di sistema di una linea di ancoraggi flessibile a Norma UNI 795 Classe C progettato per collegare l ammortizzatore/tenditore ad una superficie piana 35

36 ELEMENTI CLASSE C INOX Elemento inox di fissaggio a parete COD. 2SISALN0009 MATERIALE DIMENSIONI FISSAGGIO inox Lunghezza 605 mm Larghezza 90 mm Altezza 40/120 mm 4 viti M12 barre filettate M12, 8.8 tasselli chimici M12 Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente di sistema di una linea di ancoraggi flessibile a Norma UNI 795 Classe C progettato per collegare l ammortizzatore/tenditore codice 2SISALN3000 in una linea in luce tra due pali 36

37 ELEMENTI CLASSE C INOX Ancoraggi di testa per linee su palo COD. 2SISALN0024 COD. 2SISALN0026 MATERIALE DIMENSIONI FISSAGGIO acciaio inox Lunghezza 300 mm Larghezza 60 mm Spessore 4 mm 1 viti M12 Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente di sistema di una linea di ancoraggio flessibile a Norma UNI 795 Classe C progettato per collegare la fune ad un paletto. Da un lato si fissa il cavo tramite la maglia rapida, dall altro lato il foro sagomato può essere utilizzato come punto di ancoraggio a Norma UNI EN 795 Classe A1 37

38 ELEMENTI CLASSE C INOX Modulo ad angolo per palo COD. 2SISALN0010 MATERIALE DIMENSIONI FISSAGGIO Acciaio inox, alluminio Puleggia Ø 80 mm 1 vite M12 x 80 Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente di una linea di ancoraggio flessibile a Norma UNI 795 Classe C progettato per essere applicato sui pali ed effettuare angoli della linea di ancoraggio 38

39 ELEMENTI CLASSE C INOX Modulo ad angolo a parete interno COD. 2SISALN0011 MATERIALE DIMENSIONI FISSAGGIO Acciaio inox, alluminio Lunghezza 120 mm Larghezza 120 mm Profondità 130 mm Viti, barre filettate 8.8 M12, tasselli M12 Componente di una linea di ancoraggio flessibile a Norma UNI 795 Classe C progettato per effettuare angoli interni Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. 39

40 ELEMENTI CLASSE C INOX Modulo ad angolo a parete esterno COD. 2SISALN0012 MATERIALE DIMENSIONI FISSAGGIO Acciaio inox, alluminio - Viti, barre filettate 8.8 M12, tasselli M12 Componente di una linea di ancoraggio flessibile a Norma UNI 795 Classe C progettato per effettuare angoli esterni Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. 40

41 ELEMENTI CLASSE C INOX Pas intermedio per carrello COD. 2SISALN0004 COD. 2SISALN0014 Navetta (carrello) di collegamento estraibile COD. 2SISALN0005 MATERIALE DIMENSIONI FISSAGGIO Acciaio inox Lunghezza 120 mm (base) Larghezza 43 mm Altezza 100 mm Viti M12 Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente di una linea di ancoraggio flessibile progettato per consentire il transito dell operatore senza richiedere la sconnessione dalla linea di ancoraggio; limitare i tratti di una linea entro 10 metri 41

42 ELEMENTI CLASSE C Pas intermedio in alluminio COD. 2SISALN0003 MATERIALE DIMENSIONI FISSAGGIO Alluminio. Lunghezza 110 mm Larghezza 90 mm Altezza 80 mm. 1 vite M12, tassello M12 Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente di un linea di ancoraggio flessibile progettato per consentire il transito dell operatore senza richiedere la sconnessione dalla linea di ancoraggio. Limitare i tratti di una linea entro 15 metri. 42

43 ELEMENTI CLASSE C INOX Fune Ø 8 mm, 7x19 da 5 a 120 m Rintracciabilità della fune COD. 2FUNIAC COD. 2ACCFUN0015 Set serra cavo. Marcatura interna COD. 2ACCESS0201 Set serra cavo MATERIALE DIMENSIONI FISSAGGIO Acciaio inox. Lunghezza 5/120 m Diametro 8 mm. Da un lato la fune ha una piombatura con inserita una redance e deve essere collegata alla maglia rapida, dall altra lato vengano forniti una redance e 4 morsetti per fissare la fune all ammortizzatore-tenditore ed adeguarne la lunghezza. Componente di un linea di ancoraggio flessibile a norma UNI795 classe C progettato per consentire il transito dell operatore munito di idonei sistemi di protezione individuale. 43

44 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel COLLEGAMENTI PER CLASSE A1 E A2 2STAFFE0312 2STAFFE0220 2STAFFE STAFFE0306 2STAFFE STAFFE0309 2TRTEAC TASSEL12160AC-300 AC 2TASSEL TRTEAC0001 * INVERNALE 2TASSEL TASSEL0002 2TASSEL0003* 2ACCESS1001 2ACCESS1002 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel ACCESS1001 2ACCESS1002 LEGENDA DEI COLORI: PUNTI DI ANCORAGGIO COLLEGAMENTI FISSAGGI ACCESSORI 44

45 COLLEGAMENTI PER CLASSE A1 E A2 Deviatore zincato COD. 2STAFFE0220 MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Lunghezza 160 mm Larghezza 30 mm. FISSAGGIO Tirafondi assy combi diam. 12 mm, viti M12, barre filettate M12 classe 8.8, tasselli chimici M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente del sistema di ancoraggio per il fissaggio di punti di ancoraggio in classe A1 e A2, progettato per posizionare i dispositivi di ancoraggio nel punto desiderato rispetto al punto di fissaggio. 45

46 COLLEGAMENTI PER CLASSE A1 E A2 Deviatore per fissaggio sopra isolante COD. 2STAFFE0312 MATERIALE acciaio zincato, polipropilene. DIMENSIONI Lunghezza 170 mm Larghezza 100 mm. FISSAGGIO Tirafondi assy combi diam. 12 mm, viti M12, barre filettate M12 classe 8.8, tasselli chimici M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente del sistema di ancoraggio per il fissaggio di punti di ancoraggio in classe A1 e A2, progettato per posizionare i dispositivi di ancoraggio sopra una lastra di isolamento nel punto desiderato rispetto al punto di fissaggio. 46

47 COLLEGAMENTI PER CLASSE A1 E A2 Distanziatore componibile altezze da 65 a 240 mm COD. 2STAFFE COD. 2STAFFE MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Larghezza 30 mm Altezza 60/240 mm. FISSAGGIO Tirafondi assy combi diam. 12 mm, viti M12, barre filettate M12 classe 8.8, tasselli chimici M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente del sistema di ancoraggio per il fissaggio di punti di ancoraggio in classe A1 e A2, progettato per distanziare in altezza il punto di ancoraggio rispetto al punto di fissaggio. 47

48 COLLEGAMENTI PER CLASSE A1 E A2 Distanziatore Variabile da 100 a 500 mm COD. 2STAFFE MATERIALE Acciaio zincato, acciaio inox. DIMENSIONI Base 250x80 mm Altezza 2STAFFE0310 da 100 a 300 mm Altezza 2STAFFE0311 da 300 a 500 mm. FISSAGGIO Tirafondi assy combi diam. 12 mm, viti M12, barre filettate M12 classe 8.8, tasselli chimici M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente del sistema di ancoraggio per il fissaggio di punti di ancoraggio in classe A1 e A2, progettato per posizionare i dispositivi di ancoraggio nel punto desiderato rispetto al punto di fissaggio. 48

49 COLLEGAMENTI PER CLASSE A1 E A2 Kit per incravattare staffa COD. 2STAFFE0306 MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Lunghezza 170 mm Larghezza 100 mm. FISSAGGIO Tirafondi assy combi diam. 12 mm, viti M12, barre filettate M12 classe 8.8, tasselli chimici M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente del sistema di ancoraggio per il fissaggio di punti di ancoraggio in classe A1 e A2, progettato per posizionare i dispositivi di ancoraggio sopra una lastra di isolamento nel punto desiderato rispetto al punto di fissaggio. 49

50 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Fax PALI PER CLASSE C E A1 2PALOZN0310 2PALOZN PALOZN PALOZN PALOZN0100 2PALOZN PALOZN0011 2PALOZN0207 2PALOZN0302/04/05 2PALOZN0400 2PALOZN PALOZN CONTROPIASTRE KIT PER PALI 2PALOZN5006 2PALOZN5012 2ACCESS1001 FISSAGGIO ASSI COMBI FISSAGGIO CHIMICO M12 2ACCESS1003 LINEA DI ANCONRAGGIO EN 795 CLASSE C ATTENZIONE 2ACCESS1001 2ACCESS1003 LEGENDA DEI COLORI: PUNTI DI ANCORAGGIO COLLEGAMENTI FISSAGGI ACCESSORI 50

51 PALI PER CLASSE C E A1 Palo dritto h. 150 mm COD. 2PALOZN0310 [h 150 mm] MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Piastra 150x180 mm Altezza 150 mm. FISSAGGIO Viti, barre filettate 8.8 M12/tasselli M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Ancoraggio strutturale per il collegamento di punti d ancoraggio a norma UNI EN 795 di Classe A1 e C. 51

52 PALI PER CLASSE C E A1 Palo dritto h. 200 mm / h. 300 mm COD. 2PALOZN0004 [h 200 mm] COD. 2PALOZN0005 [h 300 mm] MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Piastra 180x180 mm Altezza 200 o 300 mm. FISSAGGIO Viti, barre filettate 8.8 M12/tasselli M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Ancoraggio strutturale per il collegamento di punti d ancoraggio a norma UNI EN 795 di Classe A1 e C. 52

53 PALI PER CLASSE C E A1 Palo dritto h. 400 mm / h. 500 mm COD. 2PALOZN0002 [h 400 mm] COD. 2PALOZN0001 [h 500 mm] MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Piastra 220x220 mm Altezza 400 o 500 mm. FISSAGGIO Viti, barre filettate 8.8 M12/tasselli M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Ancoraggio strutturale per il collegamento di punti d ancoraggio a norma UNI EN 795 di Classe A1 e C. 53

54 PALI PER CLASSE C E A1 Palo dritto h. 700 mm / h mm COD. 2PALOZN0007 [h 700 mm] COD. 2PALOZN0010 [h 1000 mm] MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Piastra 250x250 mm Altezza 700 o mm. FISSAGGIO Viti, barre filettate 8.8 M12/tasselli M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Ancoraggio strutturale per il collegamento di punti d ancoraggio a norma UNI EN 795 di Classe A1 e C. 54

55 PALI PER CLASSE C E A1 Palo inclinato h. 300 mm / h. 500 mm COD. 2PALOZN0103 [h 300 mm] COD. 2PALOZN0100 [h 500 mm] MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Piastra 220x220 mm Altezza 300 o 500 mm. FISSAGGIO Viti, barre filettate 8.8 M12/tasselli M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Ancoraggio strutturale per il collegamento di punti d ancoraggio a norma UNI EN 795 di Classe A1 e C. 55

56 PALI PER CLASSE C E A1 Palo doppia inclinazione h. 300 mm / h. 400 mm / h. 500 mm COD. 2PALOZN0204 [h 300 mm] COD. 2PALOZN0205 [h 400 mm] COD. 2PALOZN0206 [h 500 mm] MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Piastra 298x220 mm Altezza 300, 400 o 500 mm. FISSAGGIO Viti, barre filettate 8.8 M12/tasselli M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Ancoraggio strutturale per il collegamento di punti d ancoraggio a norma UNI EN 795 di Classe A1 e C. 56

57 PALI PER CLASSE C E A1 Palo dritto con fissaggio diretto su trave in legno h. 300 mm / h. 500 mm COD. 2PALOZN0013 [h 300 mm] COD. 2PALOZN0011 [h 500 mm] MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Piastra 160x250 mm Altezza 300 o 500 mm. FISSAGGIO n.14 Viti assi combi zincate classe Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Ancoraggio strutturale per il collegamento di punti d ancoraggio a norma UNI EN 795 di Classe A1 e C. 57

58 PALI PER CLASSE C E A1 Palo doppia inclinazione con fissaggio diretto su trave in legno h. 300 / h. 400 / h. 500 mm COD. 2PALOZN0208 [h 300 mm] COD. COD. 2PALOZN0207 [h 500 mm] COD. 2PALOZN0209 [h 400 mm] MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Piastra 160x250 mm Altezza 300, 400 o 500 mm. FISSAGGIO n.14 Viti assi combi zincate classe Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Ancoraggio strutturale per il collegamento di punti d ancoraggio a norma UNI EN 795 di Classe A1 e C. 58

59 PALI PER CLASSE C E A1 Palo per fissaggio a parete h. 400 / h. 500 mm o per incravattare/fissare in verticale h. 500 mm COD. 2PALOZN0302 [h 400 mm] COD. 2PALOZN0304 [h 500 mm] COD. 2PALOZN0305 [h 500 mm] MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI 2PALOZN0302 Piastra 220x220 mm Altezza 400/500 mm. 2PALOZN0305 Piastra 490x200 mm Altezza 720 mm. FISSAGGIO 2PALOZN0302: Viti, barre filettate 8.8 M12/tasselli M12. 2PALOZN0305: n.4 barre filettate M12, cl.8.8, lunghe 350 mm (comprese nella fornitura) Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Ancoraggio strutturale per il collegamento di punti d ancoraggio a norma UNI EN 795 di Classe A1 e C. 59

60 PALI PER CLASSE C E A1 Palo da getto h. 400 mm utile COD. 2PALOZN0400 MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Altezza 600 mm. FISSAGGIO Inserire nel getto in C.A. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Ancoraggio strutturale per il collegamento di punti d ancoraggio a norma UNI EN 795 di Classe A1 e C. 60

61 PALI PER CLASSE C E A1 Palo tirantato con funi h. massima e mm COD. 2PALOZN5120 [h 2000 mm] COD. 2PALOZN5121 [h 3000 mm] MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Altezza 2.000/3.000 mm Diametro 89 mm. FISSAGGIO N 36 tasselli compresi nella confezione. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Il palo tirantato può essere utilizzato per installazioni su strutture che non hanno una resisteza tale da sopportare le forze sviluppate sulla linea di ancoraggio flessibile a seguito di una caduta, ad esempio coperture realizzate con muricci e tavelloni. 61

62 PALI PER CLASSE C E A1 Palo tirantato con getto h. massima e mm COD. 2PALOZN5130 [h 2000 mm] COD. 2PALOZN5131 [h 3000 mm] MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Altezza 2.000/3.000 mm Diametro 89 mm. FISSAGGIO N 12 tasselli compresi nella confezione, getto da fare in opera. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Il palo tirantato può essere utilizzato per installazioni su strutture che non hanno una resisteza tale da sopportare le forze sviluppate sulla linea di ancoraggio flessibile a seguito di una caduta, ad esempio coperture realizzate con muricci e tavelloni

63 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Fax FISSAGGI 2PALOZN5010 2PALOZN5024 2PALOZN5002 2PALOZN5015 2PALOZN PALOZN5006 2PALOZN5012 2STAFFE0309 2TRTEAC TASSEL12160AC-300 AC 2TASSEL TRTEAC0001 2ACCESS1001 2TASSEL ACCESS1002 2TASSEL0002 * INVERNALE 2TASSEL0003* 2ACCESS1003 LINEA DI ANCONRAGGIO EN 795 CLASSE C ATTENZIONE Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel ACCESS1001 2ACCESS1002 2ACCESS1003 LEGENDA DEI COLORI: PUNTI DI ANCORAGGIO COLLEGAMENTI FISSAGGI ACCESSORI 63 63

64 FISSAGGI Contropiastre da 120x120 a 250x250 mm COD. 2PALOZN5010 [120x120 mm] COD. 2PALOZN5024 [180x180 mm] COD. 2PALOZN5002 [220x220 mm] COD. 2PALOZN5015 [250x250 mm] MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI 2PALOZN5010: 120x120 mm 2PALOZN5024: 180x180 mm 2PALOZN5002: 220x220 mm 2PALOZN5015: 250x250 mm FISSAGGIO n.4 barre filettate M12, cl.8.8, lunghe 350 mm, n.8 nel caso della 2PALOZN5015 (comprese nella fornitura). Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Le contro piastre devono essere utilizzate per fissare i pali come da relative schede tecniche, quando le condizioni per il montaggio lo richiedano e permettano

65 FISSAGGI Kit per fissaggio palo su travetti (legno/c.a.) L. 800 mm COD. 2PALOZN5000 MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Lunghezza 800 mm. FISSAGGIO Viti, barre filettate 8.8 M12tasselli M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Kit per il fissaggio di ancoraggi strutturali (pali) su travetti in legno e C.A. Con interasse massimo di 750 mm, conformi alla norma UNI EN 795 di Classe A1 e C. 65

66 FISSAGGI Kit per fissaggio palo su travetti (legno/c.a.) L mm COD. 2PALOZN5022 MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Lunghezza mm. FISSAGGIO Viti, barre filettate 8.8 M12tasselli M12. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Kit per il fissaggio di ancoraggi strutturali (pali) su travetti in legno e C.A. Con interasse massimo di 1200 mm, conformi alla norma UNI EN 795 di Classe A1 e C. 66

67 FISSAGGI Kit doppio per incravattare palo L. 400 mm COD. 2PALOZN5006 MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI n.4 angolari 50x50 mm, spessore 5 mm, lunghezza 400 mm. Barre filettate M12, cl. 8.8, lunghezza 350 mm complete di dadi e rondelle. FISSAGGIO n.4 barre filettate M12, cl.8.8, lunghe 350 mm, (comprese nella fornitura) Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Ancoraggio strutturale per il collegamento di pali a strutture. Il kit per incravattare deve essere utilizzato per fissare i pali quando le condizioni per il montaggio lo richiedano e permettano. 67

68 FISSAGGI Kit semplice per incravattare palo L. 400 mm COD. 2PALOZN5012 MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Angolari 50x50 mm, spessore 5 mm, lunghezza 400 mm. Barre filettate M12, cl. 8.8, lunghezza 350 mm complete di dadi e rondelle. FISSAGGIO n.4 barre filettate M12, cl.8.8, lunghe 350 mm, (comprese nella fornitura) Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Ancoraggio strutturale per il collegamento di pali a strutture. La contro piastra deve essere utilizzata per fissare i pali codice 2palozn , quando le condizioni per il montaggio lo richiedano e lo permettano. 68

69 FISSAGGI FISSAGGI Piastra per fissaggio su laterocemento da 50 mm COD. 2STAFFE0309 MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Lunghezza 300 mm Larghezza 200 mm. FISSAGGIO n.6 tasselli meccanici M6 (compresi nella confezione). Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Componente del sistema di ancoraggio per il fissaggio di punti di ancoraggio in classe A1 e A2 progettato per installare un punto di ancoraggio su un getto in calcestruzzo RCK 250 di spessore minimo 50 mm. 69

70 FISSAGGI Viti assi combi zincate classe x100/500 mm COD. 2TRTEAC COD. 2TRTEAC0001 Componente di un sistema di fissaggio per legno. MATERIALE Acciaio zincato. DIMENSIONI Lunghezza da 100 a 500 mm. 2TRTEAC0001 Diametro 30 mm Foro 13 mm. FISSAGGIO Seguire la indicazioni contenute nei Manuali di installazione e nelle relative Schede Tecniche. Sistema di fissaggio per legno con le seguenti caratteristiche: ottima capacità di penetrazione senza perforare, quindi riduzione dell attrito durante l avvitamento; possibilità di avvitare con bussola esagonale o con inserto AW40, acciaio in classe Possibilità di piega a 45 senza rottura. 70

71 FISSAGGI Barre per ancorante chimico M12 inox e zincate INOX COD. 2TASSEL12110 Fiala chimica di vetro a due componenti. Sistema di fissaggio per il montaggio di elementi dei sistemi anticaduta su calcestruzzo non fessurato. COD. 2TASSEL12160AC-300AC COD. 2TASSEL0002 Ancorante chimico in cartuccia in poliammide da 300 ml. fornita con miscelatore statico. COD. 2TASSEL0003 INVERNALE Ancorante chimico in cartuccia in poliammide da 300 ml. fornita con miscelatore statico COD. 2TASSEL MATERIALE 2TASSEL12160AC-300AC: Acciaio inox. 2TASSEL : Acciaio zincato. DIMENSIONI Lunghezza barre: 160, 210, 250, 300 mm. FISSAGGIO Seguire la indicazioni contenute nei Manuali di installazione e nelle relative Schede Tecniche. Sistema di fissaggio per il montaggio di elementi dei sistemi anticaduta su calcestruzzo non fessurato. 71

72 METALINE 72 72

73 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel LINEA DI ANCONRAGGIO EN 795 CLASSE C ATTENZIONE Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel Fax ACCESS1005 METALINE CLASSE A1 pag. 73 CLASSE C - Linea con Pali a deformazione pag. 80 CLASSE C - Linea Radente pag. 82 Elementi CLASSE C pag. 84 Collegamenti per CLASSE C pag. 94 Fissaggi pag ACCESS10012ACCESS1002 2ACCESS1003 Accessori pag

74 Normativa La Classe A1 della Norma EN-UNI 795 comprende punti di ancoraggio progettati per essere fissati a superfici verticali, orizzontali ed inclinate. Possono essere utilizzati a 360 rispetto al punto di ancoraggio. Destinazione d Uso Destinazione d Uso I punti di ancoraggio in Classe A1 vengono utilizzati generalmente per creare: - percorsi di accesso al sistema d ancoraggio principale - punti di deviazione caduta per limitare l effetto pendolo - punti d ancoraggio per il completamento del sistema principale. Possono anche essere utilizzati per la messa in sicurezza dell intera copertura se questa è di superficie limitata e comunque sempre dopo attenta valutazione. 74

75 Società Italiana Sistemi Anticaduta SRL via Provinciale, Urgnano (BG) Tel CLASSE A1 2STAFFE0450/0454 2STAFFE4100 2STAFFE4101 2STAFFE4112 2STAFFE STAFFE STAFFE STAFFE STAFFE0152 2STAFFE0153 2ACCESS1001 2STAFFE0314 2STAFFE0315 2SISALN0120/121/122/123/124 2ACCESS1001 LEGENDA DEI COLORI: PUNTI DI ANCORAGGIO COLLEGAMENTI FISSAGGI ACCESSORI 75

76 CLASSE A1 INOX Punto d ancoraggio fisso vari colori COD. 2STAFFE0450 COD. 2STAFFE0451 COD. 2STAFFE0452 COD. 2STAFFE0453 COD. 2STAFFE0454 MATERIALE acciaio zincato o inox. DIMENSIONI Le dimensioni sono tali da rendere agevole l integrazione con i vari tipi di coperture. Fare riferimento alle singole Schede Tecniche. FISSAGGIO Tirafondi, Viti, Barre filettate, Tasselli chimici Attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sul manuale di installazione. Punto di ancoraggio per la realizzazione di un sistema anticaduta su superfici di sviluppo limitato. Limitare l effetto pendolo dell operatore. Creare percorsi di accesso. 76

77 Il sistema, con interposizione di silicone durante la posa, garantisce un ottima tenuta alle infiltrazioni. Gli elementi sono realizzati mediante lo stampaggio di elementi plastici con inglobato elementi in metallo che ne garantiscono la tenuta. Prodotto in diversi colori per migliorare l impatto visivo. 77

78 Normativa La Classe C della Norma EN-UNI 795 comprende dispositivi di ancoraggio che utilizzano linee flessibili orizzontali che non deviano dall orizzonte per più di 15. Destinazione d Uso Questo prodotto è frutto di uno studio approfondito e le caratteristiche tecniche del dissipatore di energia ci consentono di limitare e rendere certe le forze sugli ancoraggi di estremità. Tutti gli elementi che compongono il Sistema sono stati progettati e sottoposti a severi collaudi. La METALINE di Classe C prevede l utilizzo ad un massimo di tre operatori contemporaneamente. È installabile su pali, direttamente a parete o in luce tra pareti contrapposte. Tutti gli elementi delle tre soluzioni possono essere utilizzati in combinazione tra loro. 78

PROGRAMMA LINEE VITA

PROGRAMMA LINEE VITA PROGRAMMA LINEE VITA Cosa sono le linee vita Pighi I DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO CHE SALVANO LA VITA Cosa sono i dispositivi di sicurezza Un dispositivo di ancoraggio permette a qualunque operatore di operare

Dettagli

Le problematiche di sicurezza per l allestimento del cantiere per l installazione degli impianti fotovoltaici

Le problematiche di sicurezza per l allestimento del cantiere per l installazione degli impianti fotovoltaici Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Aggiornamenti legislativi, Problematiche tecniche, Problematiche di installazione, Rapporti con gli enti Le problematiche di sicurezza per l allestimento del

Dettagli

SEMINARIO TECNICO IL RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO: LA STRAGE CONTINUA?

SEMINARIO TECNICO IL RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO: LA STRAGE CONTINUA? Presenta SEMINARIO TECNICO IL RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO: LA STRAGE CONTINUA? Con il patrocinio di: Città di GROSSETO Grosseto 4 marzo 2011 1 perché oggi parliamo di linee vita : Le cadute dall alto sono

Dettagli

Argomenti: Normative sulle cadute legate al D.L. 81. Obbligatorietà. Normative di riferimento linee vita. Adempimenti linee vita

Argomenti: Normative sulle cadute legate al D.L. 81. Obbligatorietà. Normative di riferimento linee vita. Adempimenti linee vita Normalmente i sistemi fotovoltaici vengono posizionati sui tetti. Se non sono presenti sistemi di protezione collettiva, sia durante l installazione l che nelle successive periodiche manutenzioni, il lavoro

Dettagli

Linee Vita. Progettazione ed Posa in Opera D.Lgs.81/08 e s.m.i. L.R.5/2010. M.EN.S. Engineering. Dott. Ing. Corrado Giromini

Linee Vita. Progettazione ed Posa in Opera D.Lgs.81/08 e s.m.i. L.R.5/2010. M.EN.S. Engineering. Dott. Ing. Corrado Giromini M.EN.S. Engineering Dott. Ing. Corrado Giromini Sistemi Anticaduta dall Alto Linee Vita Progettazione ed Posa in Opera D.Lgs.81/08 e s.m.i. L.R.5/2010 M.EN.S. Engineering Sommario Normativa D.Lgs.81/08

Dettagli

PRODOTTI. SOSTEGNI GENERICI... pag. 4. PALI TELESCOPICI... pag. 5. PALI CON PIASTRA GIREVOLE CLASSE A1... pag. 5. PIASTRA A PARETE... pag.

PRODOTTI. SOSTEGNI GENERICI... pag. 4. PALI TELESCOPICI... pag. 5. PALI CON PIASTRA GIREVOLE CLASSE A1... pag. 5. PIASTRA A PARETE... pag. PRODOTTI SOSTEGNI GENERICI... pag. 4 PALI TELESCOPICI... pag. 5 PALI CON PIASTRA GIREVOLE CLASSE A1... pag. 5 PIASTRA A PARETE... pag. 5 DOPPIA PIASTRA REGOLABILE... pag. 8 GANCIO ANTIPENDOLO E ANCORAGGIO...

Dettagli

Accessori funzionali Linea VITA

Accessori funzionali Linea VITA Accessori funzionali Linea VITA La linea vita o linee vita (secondo la norma UNI EN 795) è un insieme di ancoraggi posti in quota sulle coperture alla quale si deve agganciare chiunque acceda alla copertura.

Dettagli

SCS Eurotetti. Di Sara Lanzoni. Azienda specializzata nei sistemi anticaduta

SCS Eurotetti. Di Sara Lanzoni. Azienda specializzata nei sistemi anticaduta SCS Eurotetti Di Sara Lanzoni Azienda specializzata nei sistemi anticaduta Linee vita, parapetti, binari, passerelle, scale di sicurezza e dispositivi di protezione individuale Per una completa sicurezza.

Dettagli

Manuale ANCORAGGIO STRUTTURALE PALO INCLINATO Ø80 ZINCATO/INOX ART. 68050/68051

Manuale ANCORAGGIO STRUTTURALE PALO INCLINATO Ø80 ZINCATO/INOX ART. 68050/68051 Manuale ANCORAGGIO STRUTTURALE PALO INCLINATO Ø80 ZINCATO/INOX ART. 68050/68051 2 EDIZIONE GIUGNO 2012 Indice SOMMARIO ELEMENTO DI ANCORAGGIO STRUTTURALE Descrizione del prodotto Modalità d uso e limite

Dettagli

LAVORI SPECIALI. (Articolo 148 D.Lgs 81/08)

LAVORI SPECIALI. (Articolo 148 D.Lgs 81/08) 146 LAVORI SPECIALI (Articolo 148 D.Lgs 81/08) Prima di procedere alla esecuzione di lavori su lucernari, tetti, coperture e simili, fermo restando l obbligo di predisporre misure di protezione collettiva,

Dettagli

VILLA BORROMEO Sarmeola di Rubano Padova 25 novembre 2010. Relatore: Ing. Carlo Calisse

VILLA BORROMEO Sarmeola di Rubano Padova 25 novembre 2010. Relatore: Ing. Carlo Calisse LE RETI ANTICADUTA DALLE NORME UNI EN 1263-1 1 e 2 ALLE NUOVE LINEE GUIDA AIPAA VILLA BORROMEO Sarmeola di Rubano Padova 25 novembre 2010 Relatore: Ing. Carlo Calisse INTRODUZIONE ALLE NORME UNI EN 1263-1:

Dettagli

Kit Linea Vita. Scheda progettisti. Kit Linea Vita. Verifica del fissaggio Disegno piastre base Calcolo dell altezza minima d installazione

Kit Linea Vita. Scheda progettisti. Kit Linea Vita. Verifica del fissaggio Disegno piastre base Calcolo dell altezza minima d installazione Scheda progettisti Kit Linea Vita Verifica del fissaggio Disegno piastre base Calcolo dell altezza minima d installazione 0505 Manutenzione 4 1/anno C certificato UNI EN 795:2002 Distanza max tra i pali

Dettagli

Presentazione della Società

Presentazione della Società Presentazione della Società Sistemi Anticaduta ha un'esperienza decennale nel progettare, produrre, installare, collaudare e certificare dispositivi di ancoraggio a norma UNI EN 795. Produciamo dispositivi

Dettagli

CRITERI DI SCELTA E USO DEI DPI: IMBRACATURE, ELMETTI

CRITERI DI SCELTA E USO DEI DPI: IMBRACATURE, ELMETTI Normativa nazionale D.L. del 9 aprile 2008 n 81 (TESTO UNICO) D.L. del 03. agosto 2009 n 106 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 09. aprile 2008, n. 81, in materia di tutela della

Dettagli

FIM LINEE VITA dalla produzione al montaggio

FIM LINEE VITA dalla produzione al montaggio FIM LINEE VITA dalla produzione al montaggio LA SOCIETA Negli ultimi anni, vista la forte incidenza di infortuni per le cadute in quota, è stato introdotto l obbligo di installare sulle coperture adeguati

Dettagli

CHE COSA E UNA CADUTA? UN SALTO UNA CADUTA. Anche da una piccola altezza una caduta può avere conseguenze drammatiche!! È volontario.

CHE COSA E UNA CADUTA? UN SALTO UNA CADUTA. Anche da una piccola altezza una caduta può avere conseguenze drammatiche!! È volontario. Sistemi anticaduta CHE COSA E UNA CADUTA? UN SALTO È volontario UNA CADUTA È involontaria E quindi è ammortizzato E quindi non è ammortizzata Buon assorbimento d energia IMPATTO DEBOLE Minimo assorbimento

Dettagli

s.r.l. è in grado di offrire:

s.r.l. è in grado di offrire: L esperienza maturata dai fratelli Giancarlo e Vittorio Cristini nella produzione, installazione e manutenzione dei dispositivi di ancoraggio UNI EN 795 (trattasi essenzialmente di ganci e linee di ancoraggio

Dettagli

Modello: linea vita temporanea 2 operatori. Norma: EN 795 B CODICE: 0840112

Modello: linea vita temporanea 2 operatori. Norma: EN 795 B CODICE: 0840112 UNI EN 795:2012 Dispositivo di ancoraggio con uno o più punti di aggancio / ancoraggio fissi, senza la necessità di un ancoraggio strutturale o elemento di fissaggio per essere solidale alla struttura

Dettagli

RAGGIUNGIBILITA PRIMARIO SISTEMA ANTICADUTA: Dall accesso deve potersi trovare un ancoraggio in grado di garantire all operatore la sicurezza prima

RAGGIUNGIBILITA PRIMARIO SISTEMA ANTICADUTA: Dall accesso deve potersi trovare un ancoraggio in grado di garantire all operatore la sicurezza prima AREA RAGGIUNGIBILE IN SICUREZZA DISTANZA E POSIZIONAMENTO ANCORAGGI RAGGIUNGIBILITA PRIMARIO SISTEMA ANTICADUTA: Dall accesso deve potersi trovare un ancoraggio in grado di garantire all operatore la sicurezza

Dettagli

SISTEMI ANTICADUTA. Assistenza alla posa in opera

SISTEMI ANTICADUTA. Assistenza alla posa in opera SISTEMI ANTICADUTA Progettazione e realizzazione di pali, piastre, ganci in acciaio a catalogo e/o specifici Assistenza alla posa in opera Dimensionamento e verifica dei fissaggi Progettazione dello schema

Dettagli

Art. 91 DL 81.08 come modificato dal DL 106.09

Art. 91 DL 81.08 come modificato dal DL 106.09 ARCH. NICOLA BELLENTANI nicolabellentani@alice.it Art. 91 DL 81.08 come modificato dal DL 106.09 Allegato XVI DPI ASSORBITORI CONNETTORI CORDINI DISPOSITIVI RETRATTILI IMBRACATURE SISTEMI ANTICADUTA DISPOSITIVI

Dettagli

La norma UNI EN 795 e le linee vita come sistema di protezione.

La norma UNI EN 795 e le linee vita come sistema di protezione. Convegno Nazionale Professione Geometra: esperto in sicurezza 9 novembre 2012 La norma UNI EN 795 e le linee vita come sistema di protezione. Dott. Michele MONTRANO LAVORI IN QUOTA Lavoro in quota: attività

Dettagli

SICUREZZA IN CANTIERE PER I LAVORATORI CHE OPERANO IN QUOTA

SICUREZZA IN CANTIERE PER I LAVORATORI CHE OPERANO IN QUOTA SICUREZZA IN CANTIERE PER I LAVORATORI CHE OPERANO IN QUOTA Sistemi di protezione collettivi ed individuali con riferimento alle normative europee UNI EN 13374 e UNI EN 795. I lavori in quota possono esporre

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

Parapetti fissi e recrinabili con contrappeso

Parapetti fissi e recrinabili con contrappeso Le norme vigenti in materia di sicurezza, come ad esempio il D.Lgs.81/2008, invitano gli addetti ai lavori a preferire, dove possibile, le misure di protezione collettiva rispetto a quelle di protezione

Dettagli

LAVORI IN QUOTA Lavori in sospensione con funi DPI specifici e sistemi anticaduta

LAVORI IN QUOTA Lavori in sospensione con funi DPI specifici e sistemi anticaduta LAVORI IN QUOTA Lavori in sospensione con funi DPI specifici e sistemi anticaduta Lucca 1-06 - 2010 Stefano Cesari Amorini Srl - Perugia Lavoro in quota: le variabili per individuare il metodo di accesso

Dettagli

ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA

ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA Legge Regionale 3 gennaio 2005, n. 1 - articolo 82, comma 16 Decreto del Presidente della Giunta Regionale 18 dicembre 2013, n. 75/R Regolamento di attuazione dell articolo

Dettagli

PUNTI DI ANCORAGGIO PROVVISORI

PUNTI DI ANCORAGGIO PROVVISORI DISPOSITIVI TEMPORANEI PUNTI DI ANCORAGGIO PROVVISORI NORMA DI RIFERIMENTO UNI EN 795:2012 DEFINIZIONE TIPO B Dispositivo di ancoraggio con uno o più punti di aggancio / ancoraggio fissi, senza la necessità

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA DPGR Toscana 23 novembre 2005, n. 62/R -Art. 5 comma 4" lett. b COMMITTENTE: Comune di Signa con sede in via Piazza Repubblica n 1 Comune

Dettagli

SINTESI NORMA UNI EN 795:2002 DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO ANTICADUTA DALL ALTO PER LE COPERTURE

SINTESI NORMA UNI EN 795:2002 DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO ANTICADUTA DALL ALTO PER LE COPERTURE SINTESI NORMA UNI EN 795:2002 DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO ANTICADUTA DALL ALTO PER LE COPERTURE I DISPOSITIVI ANTICADUTA DALLE COPERTURE SONO SOTTOPOSTI ALLA NORMA UNI EN 795:2002 La norma UNI EN 795:2002

Dettagli

RACCOLTA NORME UNI. su sistemi e dispositivi anticaduta

RACCOLTA NORME UNI. su sistemi e dispositivi anticaduta RACCOLTA NORME UNI su sistemi e dispositivi anticaduta UNI 8088 Lavori inerenti le coperture dei fabbricati: Criteri di sicurezza Nella norma sono stabilite le caratteristiche essenziali degli apprestamenti

Dettagli

RACCOLTA NORME UNI. su sistemi e dispositivi anticaduta

RACCOLTA NORME UNI. su sistemi e dispositivi anticaduta RACCOLTA NORME UNI su sistemi e dispositivi anticaduta UNI 8088 Lavori inerenti le coperture dei fabbricati: Criteri di sicurezza Nella norma sono stabilite le caratteristiche essenziali degli apprestamenti

Dettagli

DISPOSITIVI ANTICADUTA

DISPOSITIVI ANTICADUTA DISPOSITIVI 3 Normative EN Anticaduta La base di un sistema individuale di protezione anticaduta Punto di ancoraggio e connettore Punto di ancoraggio: punto in cui il sistema di protezione anticaduta è

Dettagli

AB01 AB05 AB02 AB03 EN 361 EN 358 EN 361 EN 358 EN 361

AB01 AB05 AB02 AB03 EN 361 EN 358 EN 361 EN 358 EN 361 ANTICADUTA 168 AB01 AB05 Cintura di posizionamento in poliammide 45 mm con schienalino termoformato 2 ancoraggi laterali a "D" in acciaio saldato Munita di 2 anelli di servizio con passante scorrevole

Dettagli

Il programma. I lavori in quota

Il programma. I lavori in quota Il programma I lavori in quota Definizioni Obblighi del datore di lavoro Scale a pioli Scale fisse a gradini Scale fisse a pioli Scale semplici portatili Definizione D.Lgs. 9 Aprile 2008 n.81 Titolo IV,

Dettagli

manuale di utilizzo e manutenzione

manuale di utilizzo e manutenzione Dispositivo classe A2 su tetti inclinati manuale di utilizzo e manutenzione CONFORME ALLA NORMA UNI EN 795-2005 CLASSE A2 Dispositivo classe A2 su tetti inclinati Indice 1. NOTE GENERALI DI SICUREZZA pag.

Dettagli

LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO l dilucarossi, Ricercatore, Dipartimento Tecnologie di Sicurezza, ex-ispesl Osservatorio a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico

Dettagli

(FAQ) ANTICADUTA. Catalogo on-line www.iapir.it DA OLTRE 40 ANNI LA SICUREZZA IN ITALIA

(FAQ) ANTICADUTA. Catalogo on-line www.iapir.it DA OLTRE 40 ANNI LA SICUREZZA IN ITALIA (FAQ) ANTICADUTA Che cos è un impatto d urto? All'arresto di una caduta l'operatore subisce un impatto d'urto che può provocare delle lesioni. 400 dan : comparsa di postumi cervicali 600 dan : soglia accettabile

Dettagli

Le scelte progettuaii, i documenti necessari e gli apprestamenti di difesa.

Le scelte progettuaii, i documenti necessari e gli apprestamenti di difesa. Firenze, 26 giugno 2006 CONVEGNO Sicurezza nei cantieri mobili e temporanei: i lavori in altezza Le scelte progettuaii, i documenti necessari e gli apprestamenti di difesa. Regolamento di attuazione dell

Dettagli

PAL-ON SCHEDA TECNICA ROOF INDICE. 1. Anagrafica. 2. Caratteristiche Tecniche. 3. Certificazioni. 4. Utilizzo. 5. Posa in Opera. 6.

PAL-ON SCHEDA TECNICA ROOF INDICE. 1. Anagrafica. 2. Caratteristiche Tecniche. 3. Certificazioni. 4. Utilizzo. 5. Posa in Opera. 6. INDICE 1. Anagrafica 2. Caratteristiche Tecniche 3. Certificazioni 4. Utilizzo 5. Posa in Opera 6. Dati tecnici 7. Voce di capitolato 1/5 1. ANAGRAFICA CODICE PRODOTTO: GRUPPO: FAMIGLIA: NOME: LUC51-1075

Dettagli

I dispositivi di protezione ed il TU

I dispositivi di protezione ed il TU Seminario La sicurezza nel cantiere edile alla luce del DLgs 81/08 I dispositivi di protezione ed il TU Luca Rossi Bari, 24 aprile 2009 Sala Convegni Confindustria Programma Introduzione Definizioni Metodologia

Dettagli

Soluzioni per la messa in sicurezza delle coperture

Soluzioni per la messa in sicurezza delle coperture Convegno Busto Arsizio LAVORI IN QUOTA E RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO Relatore: Soluzioni per la messa in sicurezza delle coperture ing. Alberto Pincigher A norma di legge il presente elaborato non può

Dettagli

PREVENIRE LE CADUTE DALL ALTO

PREVENIRE LE CADUTE DALL ALTO PREVENIRE LE CADUTE DALL ALTO Gemona del Friuli, 23 maggio 2012 Dott.ssa Francesca Piva Tecnico della Prevenzione A.S.S. n. 3 Alto Friuli CLASSIFICAZIONE COPERTURE CLASSIFICAZIONE COPERTURE TIPOLOGIA Fortemente

Dettagli

safeladder scale Scala SAFELADDER con binario integrato a norma EN 353/1 SAL004 RHF014 SAL009

safeladder scale Scala SAFELADDER con binario integrato a norma EN 353/1 SAL004 RHF014 SAL009 safeladder scale Scala SAFELADDER con binario integrato a norma EN 353/1 La scala Safeladder è un sistema di protezione contro le cadute che integra ai montanti verticali della scala un binario e garantisce

Dettagli

PALO CON BASE DI ANCORAGGIO PIANA PALO CON BASE DI ANCORAGGIO SAGOMATA

PALO CON BASE DI ANCORAGGIO PIANA PALO CON BASE DI ANCORAGGIO SAGOMATA La GUALDI LUCA vanta un'esperienza pluriennale nell'ambito di rifacimento coperture e installazione di sistemi di sicurezza, avvalendosi della collaborazione di tecnici qualificati e formati. Tutti i componenti

Dettagli

Sistemi di arresto caduta, UNI EN 517 E UNI EN 795

Sistemi di arresto caduta, UNI EN 517 E UNI EN 795 Sistemi di arresto caduta, UNI EN 517 E UNI EN 795 363 Sistemi di arresto caduta (2002) 517 Ganci di sicurezza da tetto (1998) 795 Dispositivi di ancoraggio (2002) Sistema di arresto caduta UNI EN 363

Dettagli

(DGRV 2774/09 così come modificato dalla DGRV 97/2012)

(DGRV 2774/09 così come modificato dalla DGRV 97/2012) ISTRUZIONI TECNICHE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE PER L ACCESSO, IL TRANSITO E L ESECUZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE IN QUOTA IN CONDIZIONI DI SICUREZZA (DGRV 2774/09 così

Dettagli

Descrizione Copertura:

Descrizione Copertura: Soluzioni Progettuali Scheda: SP18 Rev: 20/10/2009 12.33.00 Pagina 1/1 Descrizione Copertura: STATO DI FATTO COPERTURA A VOLTA a bassa pendenza (inferiore a 15 ) con annesso a copertura PIANA Nuova Esistente

Dettagli

Prevenzione delle cadute dall alto

Prevenzione delle cadute dall alto approfondimenti s Prevenzione delle cadute dall alto Relatore: p.i. Paolo Casali, formatore erogatore EQF 5 Padova 12 novembre 2015 Evoluzione ed approfondimenti su normative e revisioni sommario Presentazione

Dettagli

26 GIUGNO 2012 AULA MAGNA DELLA SCUOLA EDILE CPIPE - VIA BASILICATA, 10/12 LOCALITÀ CAMIN PADOVA

26 GIUGNO 2012 AULA MAGNA DELLA SCUOLA EDILE CPIPE - VIA BASILICATA, 10/12 LOCALITÀ CAMIN PADOVA 26 GIUGNO 2012 AULA MAGNA DELLA SCUOLA EDILE CPIPE - VIA BASILICATA, 10/12 LOCALITÀ CAMIN PADOVA 26 GIUGNO 2012 Intervento ing. Donato Chiffi Progettazione costruttiva dei dispositivi di ancoraggio e verifica

Dettagli

SICUREZZA AL PRIMO POSTO

SICUREZZA AL PRIMO POSTO SICUREZZA AL PRIMO POSTO Og g i p i ù c h e m a i la pa r o l a d o r d i n e è s i c u r e z z a! Per n o i la s i c u r e z z a n e l l av o r o è u n i m p e g n o civile, u n o b i e t t i v o u m

Dettagli

Cava Halbfabrikate AG CH-Ilanz +41 (0)81 925 28 72 www.cava-ag.ch

Cava Halbfabrikate AG CH-Ilanz +41 (0)81 925 28 72 www.cava-ag.ch Cava Halbfabrikate AG CH-Ilanz +41 (0)81 925 28 72 www.cava-ag.ch Sicurezza a tutti i livelli. Gamma di prodotti. Safe Post II Safe Post II, utilizzabile come punto di ancoraggio singolo o integrato in

Dettagli

D. Lgs. 81/08. Manutenzione della sicurezza e sicurezza della manutenzione

D. Lgs. 81/08. Manutenzione della sicurezza e sicurezza della manutenzione D. Lgs. 81/08 Manutenzione della sicurezza e sicurezza della manutenzione La manutenzione che comporta lavori edili o di ingegneria civile: il coordinamento attraverso il DUVRI (art. 26 D.Lgs. 81/2008)

Dettagli

SanMarco Safe Line: Dispositivi anticaduta conformi alla Normativa UNI EN 795/2002 SANMARCO SAFE LINE

SanMarco Safe Line: Dispositivi anticaduta conformi alla Normativa UNI EN 795/2002 SANMARCO SAFE LINE SanMarco Safe Line: Dispositivi anticaduta conformi alla Normativa UNI EN 795/2002 > SANMARCO SAFE LINE SanMarco Safe Line. Una scelta di vita. 1 Sicurezza - Indispensabile per lavorare sul tetto con tranquillità

Dettagli

VOCI DI CAPITOLATO DISPOSITIVI ANTICADUTA HBSecurity

VOCI DI CAPITOLATO DISPOSITIVI ANTICADUTA HBSecurity VOCI DI CAPITOLATO DISPOSITIVI ANTICADUTA HBSecurity INDICE LINEA VITA HBSecurity 2 LINEA VITA HBCap 3 LINEA VITA A BINARIO HBSecurity 4 PALO GIREVOLE HBSecurity 5 HBFlex HBSecurity 6 PUNTO GOLFARE HBSecurity

Dettagli

Sistemi Anticaduta UNI EN 795. Linea Vita per Tetti Aggraffati

Sistemi Anticaduta UNI EN 795. Linea Vita per Tetti Aggraffati Sistemi Anticaduta UNI EN 795 Linea Vita per Tetti Aggraffati KIT SA-SIANK FALZ LINE C Distanza tra gli ancoraggi terminali massimo 60 metri Distanza tra ancoraggi terminali o intermedie (campata) massimo

Dettagli

SCALE FISSE A DUE MONTANTI IN PRFV PER POZZETTI DI ISPEZIONE A MARCATURA CE

SCALE FISSE A DUE MONTANTI IN PRFV PER POZZETTI DI ISPEZIONE A MARCATURA CE SCALE VERTICALI CE MM13 30.07.2015 Rev. 3 SCALE FISSE A DUE MONTANTI IN PRFV PER POZZETTI DI ISPEZIONE A MARCATURA CE COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 3 2. RIFERIMENTI

Dettagli

I FONDAMENTALI DI UN CORRETTO IMPIANTO DI ANCORAGGIO

I FONDAMENTALI DI UN CORRETTO IMPIANTO DI ANCORAGGIO Federico Genovesi Pierfrancesco Miniati I FONDAMENTALI DI UN CORRETTO IMPIANTO DI ANCORAGGIO I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento totale o parziale,

Dettagli

Elementi di giudizio. Cadute dall alto. Lavoratori esposti al rischio di caduta da una altezza superiore a circa tre. Estesa carenza di protezioni

Elementi di giudizio. Cadute dall alto. Lavoratori esposti al rischio di caduta da una altezza superiore a circa tre. Estesa carenza di protezioni SPISAL Asl 20 Asl 21 Asl 22 Direzione Provinciale del Lavoro Comitato Paritetico Territoriale Polizia Municipale Campagna Cantieri Sicuri 2007 Elementi di giudizio Cantieri sotto il Minimo Etico Cadute

Dettagli

RISCHIO CADUTA DALL ALTO. Ing. Caterina Lapietra

RISCHIO CADUTA DALL ALTO. Ing. Caterina Lapietra RISCHIO CADUTA DALL ALTO Ing. Caterina Lapietra il rischio insito nel ponteggio, la sua percezione e gli accessori che producono sicurezza passiva La percezione del rischio è un fattore soggettivo, legato

Dettagli

ANTINFORTUNISTICA LINEE VITA SCALE DI SICUREZZA PARAPETTI RETI ANTICADUTA GRIGLIATI ANTICADUTA. La sicurezza che resiste nel tempo MADE IN ITALY

ANTINFORTUNISTICA LINEE VITA SCALE DI SICUREZZA PARAPETTI RETI ANTICADUTA GRIGLIATI ANTICADUTA. La sicurezza che resiste nel tempo MADE IN ITALY ANTINFORTUNISTICA La sicurezza che resiste nel tempo LINEE VITA SCALE DI SICUREZZA PARAPETTI RETI ANTICADUTA GRIGLIATI ANTICADUTA PRODUTTORI LINEE VITA CERTIFICATE UNI EN 795 MADE IN ITALY LINEE VITA MICO

Dettagli

ANTICADUTA GUIDA RIGIDA ORIZZONTALE ATEX GUIDA RIGIDA ORIZZONTALE SISTEMI RIGIDI E SU FUNE CERTIFICATI PER SPAZI INCLINATI

ANTICADUTA GUIDA RIGIDA ORIZZONTALE ATEX GUIDA RIGIDA ORIZZONTALE SISTEMI RIGIDI E SU FUNE CERTIFICATI PER SPAZI INCLINATI ANTICADUTA SCALA ANTICADUTA SKYTAC Utilizzo: accesso in quota o in profondità. Con pioli o senza per scala esistente, installabile su qualsiasi tipo di struttura (torri, tralicci, edifici, pali). Caratteristiche:

Dettagli

Scelta e gestione dei dispositivi di protezione individuale (D.P.I.)

Scelta e gestione dei dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) MASTER SICUREZZA Scelta e gestione dei dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) Alessandro Cauduro Creazzo 1 luglio 2010 DPI Anticaduta Generalità I dispositivi di protezione individuale (DPI) sono:

Dettagli

ANCORAGGI PUNTIALI FISSI CLASSE A1 COD. DESCRIZIONE O3000 ANELLO IN ALLUMINIO AM 200

ANCORAGGI PUNTIALI FISSI CLASSE A1 COD. DESCRIZIONE O3000 ANELLO IN ALLUMINIO AM 200 CLASSE A O3000 ANELLO IN ALLUMINIO AM 200 5 Il punto di ancoraggio cod 03000 può essere utilizzato come ancoraggio strutturale per linee di ancoraggio temporanee. R=30 kn nella direzione sotto riportata.

Dettagli

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio di Prevenzione e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro La progettazione degli edifici e della sicurezza integrazione del regolamento locale di igiene OBIETTIVO: introdurre

Dettagli

Guida. Sistemi di Supporto per pannelli fotovoltaici. energia dalla natura

Guida. Sistemi di Supporto per pannelli fotovoltaici. energia dalla natura Guida Sistemi di Supporto per pannelli fotovoltaici energia dalla natura La Gaia Energy offre accurate strutture e vari sistemi di montaggio per pannelli fotovoltaici Strutture e Sistemi di Supporto Veste

Dettagli

PROGETTAZIONE DELLA PREVENZIONE CONTRO LA CADUTA LIBERA VERSO IL VUOTO. Consulta di Mantova - Relatore Pier Luigi Ghisi

PROGETTAZIONE DELLA PREVENZIONE CONTRO LA CADUTA LIBERA VERSO IL VUOTO. Consulta di Mantova - Relatore Pier Luigi Ghisi PROGETTAZIONE DELLA PREVENZIONE CONTRO LA CADUTA LIBERA VERSO IL VUOTO OBBIETTIVI PRINCIPALI Sviluppare nei progettisti la cultura della sicurezza Formarli alla previsione progettuale di attrezzature di

Dettagli

SCALE INCLINATE IN PRFV

SCALE INCLINATE IN PRFV IN PRFV COMPOSITE SOLUTION Pagina 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE 3 2. SETTORI DI IMPIEGO 4 3. MATERIALI 5 3.1 5 3.1 TABELLA PROFILI STRUTTURA 6 3.2 TABELLA PROFILI PARAPETTO 7 4. ISTRUZIONI

Dettagli

ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA - RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA -

ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA - RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA - ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA - RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA - Identificazione dell edificio e dei soggetti coinvolti nella realizzazione dell opera: Edificio sito in: Via O. Bravin 151/B 30023 Comune

Dettagli

Il punto di riferimento per la sicurezza in quota

Il punto di riferimento per la sicurezza in quota Il punto di riferimento per la sicurezza in quota Servizi e sistemi certificati anticaduta per ogni tetto d Italia Linea Vita strutturale Soluzioni personalizzate ad alta prestazione Le linee vita HBSecurity

Dettagli

Nieuw! Nuovo! Neu! Söll. Studiato per adattarsi alla maggior parte dei tetti di edifici industriali e commerciali.

Nieuw! Nuovo! Neu! Söll. Studiato per adattarsi alla maggior parte dei tetti di edifici industriali e commerciali. DISTRIBUTORE AUTORIZZATO Nieuw! Nuovo! Neu! Neu! Söll Sistema anticaduta linea vita orizzontale Studiato per adattarsi alla maggior parte dei tetti di edifici industriali e commerciali. Söll Sistema anticaduta

Dettagli

SICUREZZA IN QUOTA: DALLA NORMATIVA ALLA PRATICA

SICUREZZA IN QUOTA: DALLA NORMATIVA ALLA PRATICA SEMINARIO informativo aprile 2009 SICUREZZA IN QUOTA: DALLA NORMATIVA ALLA PRATICA Relatore Dr. Isidoro Ruocco Programma della giornata 15.00 Presentazione Ing. Davide Biasco Polistudio spa 15.05 La situazione

Dettagli

Il decreto legislativo 494/96. Geom. Stefano Fiori

Il decreto legislativo 494/96. Geom. Stefano Fiori Il decreto legislativo 494/96 Geom. Stefano Fiori EVOLUZIONE NORMATIVA DEFINIZIONI Articolo 1 1. Il presente decreto legislativo prescrive misure per la tutela e per la sicurezza dei Lavoratori nei cantieri

Dettagli

NORMATIVE D.L. 81 ISO 14122 PASSERELLE DI SICUREZZA

NORMATIVE D.L. 81 ISO 14122 PASSERELLE DI SICUREZZA SICUREZZA GARANZIA 10 anni Una soluzione totale per la messa in conformità dei camminamenti e dei cambiamenti di livello nelle aree di lavoro o di passaggio! Un sistema strutturale combinato di robuste

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO PER COPERTURE E LINEE VITA G.F. Sicurezza Via A. Grandi, 57-41011 Campogalliano (MO) Web: www.gfsicurezza.com mail: info@gfsicurezza.com G.F. Sicurezza

Dettagli

Sistemi di protezione individuale dalle cadute

Sistemi di protezione individuale dalle cadute Sistemi di protezione individuale dalle cadute Quaderni Tecnici per i cantieri temporanei o mobili Edizione 2014 Pubblicazione realizzata da INAIL Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli

Dettagli

LINEA D ANCORAGGIO IN CLASSE C UNI EN 795:2002

LINEA D ANCORAGGIO IN CLASSE C UNI EN 795:2002 LINEA D ANCORAGGIO IN CLASSE C UNI EN 795:2002 LIBRETTO DI ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE, USO, MANUTENZIONE E ISPEZIONE PERIODICA. Manuale di Istruzioni 0MANUAL6003/rev.00 Page 1 di 58 DATI DELL IMMOBILE

Dettagli

SCALE. SCALE (Allegato XX del D.Lgs 81/08)

SCALE. SCALE (Allegato XX del D.Lgs 81/08) SCALE SCALE (Allegato XX del D.Lgs 81/08) E riconosciuta la conformità delle scale portatili, alle seguenti condizioni: a) le scale portatili siano costruite conformemente alla norma tecnica UNI EN 131

Dettagli

3 Linee Guida ISPESL Linea Guida: Montaggio Smontaggio Trasformazione Ponteggi

3 Linee Guida ISPESL Linea Guida: Montaggio Smontaggio Trasformazione Ponteggi Dipartimento di Sanità Pubblica Ente Scuola Edile di Piacenza Comitato Paritetico Territoriale SICUREZZA IN EDILIZIA - Il lavoro in quota 3 Linee Guida ISPESL Linea Guida: Montaggio Smontaggio Trasformazione

Dettagli

ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA art. 5 del DPGR del 23.11.2005 n.62/r

ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA art. 5 del DPGR del 23.11.2005 n.62/r ALLEGATO alla seguente pratica: Denuncia inizio attività Richiesta Permesso di costruire Variante con sospensione lavori Variante senza sospensione lavori (art.142 L.R. 01/05) Istanza di sanatoria (art.140

Dettagli

Soluzioni Progettuali Scheda: SP34 Rev: 05/01/2011 Pagina 1/6 STATO DI FATTO

Soluzioni Progettuali Scheda: SP34 Rev: 05/01/2011 Pagina 1/6 STATO DI FATTO Soluzioni Progettuali Scheda: SP34 Rev: 05/01/2011 Pagina 1/6 Descrizione Copertura: STATO DI FATTO COPERTURA A FALDA UNICA Nuova Esistente Praticabile Non Praticabile Copertura composta da una falda a

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER IL PROGETTISTA

CORSO DI FORMAZIONE PER IL PROGETTISTA 58 G Ital Med Lav Erg 2006; 28:1, Suppl ne di tesi di laurea, che hanno come finalità la costruzione di percorsi di formazione rivolti ai professionisti che affrontano la questione della distribuzione

Dettagli

UNI EN 795: Protezione contro le cadute dall alto. Requisiti e prove dei dispositivi di ancoraggio

UNI EN 795: Protezione contro le cadute dall alto. Requisiti e prove dei dispositivi di ancoraggio UNI EN 795: Protezione contro le cadute dall alto. Requisiti e prove dei dispositivi di ancoraggio Ing. Salvatore LEANZA 22 Giugno 2012 - Fondazione Ordine degli Ingegneri - Catania UNI EN 795:2002 TITOLO

Dettagli

Parapetti provvisori quali sistemi collettivi di protezione dei bordi

Parapetti provvisori quali sistemi collettivi di protezione dei bordi Martedì 22 luglio2014, dalle ore 15.00 alle ore 17.00 presso la sede CPT, Viale Milano 56/60 Lodi Parapetti provvisori quali sistemi collettivi di protezione dei bordi ing. Massimiliano Colletta I LAVORI

Dettagli

SOMMARIO DELLA PRESENTAZIONE

SOMMARIO DELLA PRESENTAZIONE LINEE VITA: LA PROGETTAZIONE E L INSTALLAZIONE ing. Massimiliano Granata Coordinatore tecnico area edilizia Romeo Safety Italia srl 1 SOMMARIO DELLA PRESENTAZIONE A. LA NORMATIVA B. LA PROGETTAZIONE C.

Dettagli

Nuovi Riferimenti Normativi e Revisioni di Sistemi anticaduta

Nuovi Riferimenti Normativi e Revisioni di Sistemi anticaduta Impianti e sistemi tecnologici Nuovi Riferimenti Normativi e Revisioni di Sistemi anticaduta Relatore: p.i. Paolo Casali Qualificato Formatore AIAS ACADEMY Rif. n 15932 by La circolare del Ministero del

Dettagli

D.P.I. D.P.I. Corde - UNI EN 1891

D.P.I. D.P.I. Corde - UNI EN 1891 D.P.I. Corde - UNI EN 1891 SUL MERCATO SONO DISPONIBILI DUE TIPOLOGIE DI CORDE: DINAMICHE - Norma di riferimento EN 892 SEMI STATICHE - Norma di riferimento EN 1891 La norma UNI EN 353-2 (linee vita fless.)

Dettagli

TSafe D A T I G E N E R A L I : Linea vita SCHEDA TECNICA. Certificazione UNI EN 795:2012 tipo C e UNI CEN/TS 16415:2013 Marcatura CE

TSafe D A T I G E N E R A L I : Linea vita SCHEDA TECNICA. Certificazione UNI EN 795:2012 tipo C e UNI CEN/TS 16415:2013 Marcatura CE D A T I G E N E R A L I : Certificazione UNI EN 795:2012 tipo C e UNI CEN/TS 16415:2013 Marcatura CE Garanzia prodotto Numero massimo utilizzatori Materiale Dispositivo Lunghezza linea Cavo Assorbitore

Dettagli

Seminario Tecnico. Le cadute dall'alto: una priorità per la sicurezza

Seminario Tecnico. Le cadute dall'alto: una priorità per la sicurezza Seminario Tecnico Le cadute dall'alto: una priorità per la sicurezza 27 febbraio 2014 Confindustria Marche Sala Tacconi Via Filonzi 11 Ancona In collaborazione con: 2 Seminario Tecnico Le cadute dall'alto:

Dettagli

LINEEDIVITA CRITERI DI SCELTA

LINEEDIVITA CRITERI DI SCELTA LINEEDIVITA CRITERI DI SCELTA Si tratta di dispositivi di ancoraggio flessibili e rigidi orizzontali, costituiti generalmente da cavi metallici (esecuzione fissa), tessili (esecuzione temporanea) oppure

Dettagli

Cadute dall alto, alto, Linee Vita e Ancoraggi per la manutenzione in copertura

Cadute dall alto, alto, Linee Vita e Ancoraggi per la manutenzione in copertura L Ordine degli Ingegnere della Provincia di ROMA presenta il Seminario Tecnico: Cadute dall alto, alto, Linee Vita e Ancoraggi per la manutenzione in copertura Relatore Geom Giampiero Morandi In collaborazione

Dettagli

Con il contributo di Tractel Italiana questo articolo si pone

Con il contributo di Tractel Italiana questo articolo si pone Sicurezza SISTEMI ANTICADUTA Linee di vita e punti di ancoraggio Con il contributo di Tractel Italiana questo articolo si pone l obiettivo di fornire riflessioni e indicazioni per individuare i rischi

Dettagli

CONCESSIONARIO LISTINO PREZZI 2012

CONCESSIONARIO LISTINO PREZZI 2012 CONCESSIONARIO LISTINO PREZZI 2012 VS01045 PUNTO D ANCORAGGIO FISSO INOX CL. A1 13,80 VS01132 PUNTO D ANCORAGGIO FISSO CL. A2 13,80 VS01142 PIASTRA PER FISSAGGIO SU LATEROCEMENTO/50 MM 32,70 VS01133 DEVIATORE

Dettagli

ME52 - Cordino con assorbitore di energia - fune da 2m. ME51 - Cordino con assorbitore di energia

ME52 - Cordino con assorbitore di energia - fune da 2m. ME51 - Cordino con assorbitore di energia ME52 - Cordino con assorbitore di energia - fune da 2m ME51 - Cordino con assorbitore di energia Cordini a nastro con assorbitore di energia Miller (EUR) Cordini elastico con assorbitore di energia Miller

Dettagli

LINEE VITA Ancoraggi e linee di ancoraggio flessibili orizzontali

LINEE VITA Ancoraggi e linee di ancoraggio flessibili orizzontali Fin Group LINEE VITA Ancoraggi e linee di ancoraggio flessibili orizzontali Prodotti Conformi a UNI EN 795 FIN GROUP S.R.L. Divisione Commerciale Via Sentieri 44 24050 Cividate al Piano (BG) Tel. +39 0363

Dettagli

LAVORO IN QUOTA CON FUNI LA SCELTA ED IL CORRETTO USO DEI DPI ANTICADUTA

LAVORO IN QUOTA CON FUNI LA SCELTA ED IL CORRETTO USO DEI DPI ANTICADUTA D.Lgs.235/2003 LAVORO IN QUOTA CON FUNI LA SCELTA ED IL CORRETTO USO DEI DPI ANTICADUTA Stefano Cesari Amorini Srl - Perugia GCodina Quando si applica il D.Lgs.235/2003? Art. 3 Il presente decreto determina

Dettagli

INDICE DISPOSITIVI ANTICADUTA

INDICE DISPOSITIVI ANTICADUTA INDICE DISPOSITIVI ANTICADUTA CINTURE DI POSIZIONAMENTO Pag. 37 IMBRAGATURA ANTICADUTA Pag. 38 CORDINO DI ANCORAGGIO E ACCESSORI Pag. 323 ASSORBITORI DI ENERGIA E ANTICADUTA Pag. 324 FUNE ANTICADUTA Pag.

Dettagli

VITASAFE. Sistema anticaduta

VITASAFE. Sistema anticaduta VITASAFE Sistema anticaduta Normative di riferimento per installazione e utilizzo dei sistemi di protezione contro le cadute dall alto VITASAFE Sicurezza totale su ogni copertura LIBRETTO DI ISTRUZIONI

Dettagli

Tetto in legno. dimensione minima travetto 80 x 80 fissaggio con n. 2 viti HBS Ø 8. punto di ancoraggio singolo per 2 persone

Tetto in legno. dimensione minima travetto 80 x 80 fissaggio con n. 2 viti HBS Ø 8. punto di ancoraggio singolo per 2 persone Sistemi anticaduta Tetto in legno zincato zincato zincato zincato inossidabile ADATTATORE PER COLMO dimensione minima travetto 80 x 80 fissaggio con n 12 viti HBS Ø 8 per punto singolo EN 795 A per linea

Dettagli