OLGIATE COMASCO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "61 22077 OLGIATE COMASCO"

Transcript

1 COMUNE DI TURATE Prov. di como Area Gestione del Territorio Servizio Edilizia Privata tel. 02/ fax. 02/ e.mail: Prot. n.12588_10.10 Turate, 09/11/2012 Raccomandata A.R.P.A. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente Dipartimento di Como Via Einaudi, COMO ASL Agenzia Sanitaria Locale della Provincia di Como Servizio prevenzione sicurezza negli ambienti di lavoro Distretto Sud Ovest Provincia di Como Via Roma, OLGIATE COMASCO REGIONE LOMBARDIA Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia Palazzo Litta Corso Magenta, MILANO REGIONE LOMBARDIA DG Territorio e Urbanistica U.O. Programmazione e Pianificazione Territoriale Strumenti per il Governo del Territorio Via Sassetti, 32/ MILANO C/o STER Via Einaudi, COMO SOPRINTENDENZA per i Beni Architettonici e paesaggistici di Milano Piazza Duomo, MILANO (MI)

2 SOPRINTENDENZA per i Beni Archeologici della Lombardia Via De Amicis, MILANO (MI) Amministrazione Provinciale di Como Via Borgo Vico, COMO Amministrazione Comunale di Turate Via Vittorio Emanuele, Turate c.a. SINDACO c.a. Capo Area Gestione Territorio - Resp. Ed. Privata Urbanistica Egr. sig.ri Turconi Irene Morosi Roberto Morosi Raffaele Soc. MOROSI s.n.c Via Milano, TURATE (CO) OGGETTO: Progetto per realizzazione nuovo capannone artigianale/produttivo per deposito automezzi con annessa residenza del custode in ambito di insediamento produttivo D4 RU4-E società Morosi s.n.c. via Como n. 41 Turate P.E. 31/2012: Permesso di Costruire art. 8 DPR 160/10 (ex art. 5 DPR 447/98 S.U.AP IN VARIANTE URBANISTICA AL VIGENTE P.R.G ) RICHIESTA CONFERMA VOSTRI PARERI ESPRESSI IN SEDE DI VERIFICA DI ESCLUSIONE V.A.S SU PRECEDENTE PROPOSTA DI P.L (RELATIVA AL MEDESIMO AMBITO URBANISTICO E PROGETTO EDILIZIO) CONCLUSASI CON DECRETO DI ESCLUSIONE DEL del 14/11/2011 Prot ; CONVOCAZIONE CONFERENZA DI SERVIZIO AI SENSI DELL ART. 8 D.P.R 160/10 (EX ART. 5 D.P.R 447/98) E ART. 14 E SEGG. L. 241/90 E S.M.I SU PROPOSTA S.U.A.P IN VARIANTE AL VIGENTE P.R.G. Rif.: art. 8 D.P.R 160/10 ex art. 5 D.P.R 447/98; Art. 14 e seguenti correlati della L. 07 agosto 1190, n. 241 e s.m.i; D.G.R 21 dicembre 2001 n. 7/7569 allegato; artt. 25 comma 1, 26 comma 3-ter, 97 della L.R. 12/05 e s.m.i.

3 PREMESSO CHE: 1. precedente proposta di P.L archiviata (con decreto di esclusione V.A.S): - i Sig.ri: MOROSI RAFFAELE nato a Saronno (VA) il 30/06/1965, c.f MRSRFL65H30I441U, residente a Turate (CO) via Milano n. 10; MOROSI ROBERTO nato a Saronno (VA) il 15/07/1961, c.f MRSRTT61L15I441Q, residente a Turate (CO) via Milano n. 10; TURCONI IRENE nata a Turate (CO) il 30/04/1938, c.f TRCRNI38D70L470J, residente a Turate (CO) via Milano n. 10; hanno presentato in data 22/11/2011 al n di protocollo istanza di approvazione del Piano di Lottizzazione di via Como in conformità al vigente P.R.G relativo alle aree sottoposte a pianificazione attuativa e ricadenti in ambito di zona omogenea D4 (RU4 E) Zone di ridefinizione urbanistica in quanto proprietari dei terreni censiti al N.C.T al foglio n. 6 mappali 278, 5121 dalla superficie complessiva reale di rilievo pari a mq 15485,53; proposta corredata da vari elaborati tecnico-progettuali ed allegati documentali omissis a firma dall Arch. Chiara Uboldi n dell Ordine degli Architetti Provincia di Como; - in data 30/06/2011 prot. n è stato avviato il procedimento amministrativo previsto per legge (art. 8 della L. 241/1990), comunicato agli interessati con medesima nota; in data 30/06/2011 il competente Responsabile del Servizio LL.PP Arch. Cristiano Clementi ha rilasciato il seguente parere: o favorevole relativamente al carico idraulico del tratto di fognatura esistente in via S. Maurizio nel quale l insediamento in progetto si dovrebbe innestare; o favorevole per quanto riguarda l allaccio alla rete idrica comunale su via Como o su via San Maurizio rimandando al progetto esecutivo delle opere per il carico del fabbisogno idrico dell intervento in progetto; - in data 22/08/2011 prot è pervenuto in atti comunali il parere della Soc. Terna S.p.A che testualmente recita.. Esaminati i suddetti elaborati, rileviamo che risultano soddisfatte le condizioni di compatibilità previste dalla specifica servitù di elettrodotto nonché dal D.M n. 449 del 21/03/1988 (in S.O. alla G.U. n. 79 del ), costituente la normativa tecnica relativa alla costruzione ed all esercizio delle linee elettriche aeree esterne.. ; - in data 07/10/2011 prot l autorità procedente ha provveduto a pubblicare all albo pretorio e sul sito istituzionale del comune l avviso di deposito del rapporto preliminare relativamente alla verifica di assoggettabilità alla V.A.S.; - con nota del prot _10.10 l autorità procedente, in accordo con l autorità competente, ha provveduto alla richiesta dei pareri di competenza (ARPA ASL - Regione Lombardia Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia Milano - Regione Lombardia Direzione Generale Territorio e Urbanistica U.O. Programmazione e Pianificazione Territoriale, Strumenti per il Governo del Territorio Milano - Sopraintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Milano - Sopraintendenza per i beni Archeologici della Lombardia - Provincia di Como) sulla verifica di Assoggettabili alla V.A.S. e relative verifiche urbanistico/edilizie ambientali igienico sanitarie a mezzo di conferenza dei servizi (convocata il data ore 11.00); - in data 04/11/2011 a partire dalle ore si è svolta la Conferenza dei Servizi per la verifica di assoggettabilità alla Valutazione Ambientale Strategica dell intervento (VAS) e per le contestuali verifiche urbanistico/edilizie ambientali igienico sanitarie del Piano di Lottizzazione di via Como in conformità al vigente P.R.G. relativo alle aree sottoposte a pianificazione attuativa ricadenti in ambito di zona omogenea D4 RU4-E zone di riedificazione urbanistica - N.C.T. foglio n. 6 mappali 278, della superficie complessiva reale di rilievo pari a mq 15485,53; - sulla verifica di assoggettabilità alla VAS e delle contestuali verifiche urbanistico/edilizie ambientali igienico sanitarie sono pervenuti i pareri degli enti competenti che testualmente recitano:

4 DATA ENTE COMPETENTE PARERE 31/10/2011 prot. ARPA DIPARTIMENTO DI COMO pervenuto il 02/11/2011 prot /11/2011 prot. ASL DI COMO pervenuto il 04/11/2011 prot /11/2011 prot pervenuto il 04/11/2011 prot parere con osservazioni omissis. Si rimanda al parere pervenuto richiamato verbalmente in conferenza dei servizi ed allegato materialmente al verbale stesso. Si esprimono le seguenti osservazioni: a) la realizzazione dell opera dovrà essere resa coerente con il PGT futuro; b) dovrà essere garantito l accesso agevole ai mezzi di soccorso sia alle nuove aree lavorative sia alla residenza; c) in relazione alla presenza nelle vicinanze di un elettrodotto, preso atto della relazione allegata la quale esclude l intervento in progetto dalla fascia di protezione, dovrà essere inserita nella valutazione dei rischi per i lavoratori una valutazione specifica relativa all esposizione a campi elettromagnetici ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Si ricorda che in fase di rilascio di successivo permesso a costruire o DIA devono essere rispettati i requisiti igienico sanitari stabiliti dal vigente RLI Titolo III PROVINCIA DI COMO Con riferimento alla vostra comunicazione del 12 ottobre u.s., relativa alla Conferenza di verifica di esclusione della VAS in oggetto fissata per il giorno 04 novembre p.v., non si evidenziano criticità. [ ] REGIONE LOMBARDIA DIREZIONE REGIONALE PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI DELLA LOMBARDIA REGIONE LOMBARDIA DG TERRITORIO e URBANISTICA UO PROGRAMMAZIONE E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE STRUMENTI PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PAESAGGISTICI DI MILANO SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHEOLOGICI DELLA LOMBARDIA Non pervenuto Non pervenuto Non pervenuto Non pervenuto - la Conferenza dei Servizi (prot del 04/11/2011) si è espressa richiamando le osservazioni/considerazioni con contestuale trasmissione del verbale stesso all Autorità Competente per l emanazione del decreto di esclusione dalla V.A.S. del PL di iniziativa privata RU4-E di via Como;

5 - la Conferenza dei Servizi (prot del 04/11/2011) si è espressa richiamando le osservazioni/considerazioni con contestuale trasmissione del verbale stesso all Autorità Competente per l emanazione del decreto di esclusione dalla V.A.S. del PL di iniziativa privata RU4-E di via Como; - sulla base dei pareri/osservazioni pervenute l Autorità Competente per la V.A.S ha stabilito la non assoggettabilità alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S) con emanazione di motivato decreto prescrittivo del 14/11/2011 prot la procedura di Pianificazione Attuativa sopraccitata si è conclusa con esito negativo e non ha avuto luogo, così come confermato nella deliberazione di G.C. n. 68 del 19/04/ proposta di S.U.A.P in variante al vigente P.R.G: - in data 12/04/2012 prot. n è pervenuta agli atti comunali istanza di SUAP in variante al vigente P.R.G a firma dei Sig.ri: o MOROSI RAFFAELE nato a Saronno (VA) il 30/06/1965 c.f. MRSRFL65H30I441U residente a turate (CO) via Milano n. 10; o MOROSI ROBERTO nato a Saronno (VA) il 15/07/1961 c.f. MRSRRT61L15I441Q residente a turate (CO) via Milano n. 10, in qualità di Titolari della ditta MOROSI S.n.c c.f con sede legale a Turate (CO) via Milano n. 10, tesa ad ottenere il Permesso di Costruire per l ampliamento dell attività produttiva (nuovo capannone artigianale e residenza del custode) da realizzarsi sull immobile censito al NCT al mappale 278 del fg.6 di Turate; - in data 21/04/2012 prot è stato avviato il procedimento amministrativo relativamente all istanza di SUAP con contestuale informazione degli adempimenti tecnico/documentali indispensabili per il proseguo del procedimento amministrativo; - la Giunta Comunale con propria deliberazione n. 68 del 19/04/2012 ha preso atto della proposta di SUAP dando contestuale indirizzo, ai competenti uffici, di procedere; - lo SUAP in variante al vigente PRG (così come previsto ai combinati disposti di cui agli art. 25 comma 1, 26 comma 3-ter, 97 della L.R. 12/05 modificata dalla L.R 4/12 e art. 8 del D.P.R 160/10) è un procedimento amministrativo autonomo e indipendente da altre tipologie di atti amministrativi pertanto non associabile alla precedente proposta di P.A intrapresa e conclusosi con esito negativo; salva la possibilità di ritenere pertinente ed ammissibile la verifica di esclusione della V.A.S, in quanto effettuata sul medesimo ambito urbanistico oggetto di intervento e medesima tipologia di progetto. precedente procedura conclusasi con giusto decreto prescrittivo di esclusione del 14/11/2011 prot _10.10; - in data 28/06/2012 prot è pervenuta in atti comunali memoria artt. 7, 10 L. 241/1990 e sm.i per la richiesta di rettifica della deliberazione di Giunta comunale n. 68 del 19/04/2012; - sulla memoria presentata in data 28/06/2012 prot l Amministrazione Comunale si è espressa con nuova deliberazione di G.C. n. 162 del 27/09/2012; - in data 31/10/2012 prot sono pervenute le integrazioni (a seguito di avvio del procedimento del 21/04/2012 prot e deliberazione dig.c. n. 162 del 27/09/2012) da cui si evince la motivazione di variante urbanistica a mezzo SUAP (rif. artt. 25 c.1, 97 della L.R. 12/05 e s.m.i e art. 8 DPR 160/10 e s.m.i) a firma dei Sig.ri Morosi Raffaele, Morosi Roberto, Turconi Irene in qualità di Legali rappresentanti e proprietari dei beni immobili della ditta Morosi s.n.c di via Como per la conclusione dell iter previsto all art. 8 e correlati del D.P.R. 160/10 e s.m.i; - la richiesta presentata agli atti comunali costituisce presupposto di variante urbanistica da effettuarsi in conformità ai combinati disposti di cui agli artt. 25 e 26 comma 3 ter della L.R. 12/2005 e s.m.i (ex L.R. 23/1997), fatto salvo il positivo riscontro di tutto l iter tecnico-amministrativo (nel merito si rimanda alla delibera di G.C. n. 162 del 27/09/2012).

6 SI CHIEDE In occasione della conferenza dei servizi di seguito riportata la conferma dei Vostri pareri espressi in sede di Verifica di Assoggettabilità alla VAS (come da tabella sopra riportata) riferiti alla precedente proposta progettuale archiviata (Piano di Lottizzazione) così come ripresentata, sul medesimo ambito urbanistico e progetto edilizio, a mezzo di S.U.A.P in variante al vigente P.R.G sopra citato (P.E. 31/2012). In caso di mancata conferma verrà considerato il tacito assenso. SI DISPONE la convocazione della Conferenza dei Servizi ai sensi dell art. 8 D.P.R. 160/10 (ex art. 5 D.P.R. 447/98) e art. 14 e seguenti della legge 7 agosto 1990, n. 241 e s.m.i., che si terrà presso la sala Consiglio del Comune di Turate, al piano primo del palazzo Pollini, sede comunale, di Via Vittorio Emanuele n. 2, Turate (Como), il giorno di martedì 27 novembre 2011 alle ore per l esame dell istanza in oggetto (proposta di S.U.A.P in variante urbanistica al vigente P.R.G insistente sul medesimo ambito urbanistico e progetto edilizio di cui alla precedente proposta di P.L archiviato) la tempistica ristretta per la convocazione delle conferenza dei servizi e dettata dalla necessità di concludere il procedimento entro la scadenza prevista all art. 25, comma 1 primo periodo della L.R. 12/05 e s.m.i. Allo scopo si allega: A) per i soli enti in indirizzo: precedente decreto di esclusione della V.A.S con allegati vostri precedenti pareri (del 14/11/2011 prot ) sul medesimo ambito urbanistico e relativa proposta progettuale edilizia oggetto di S.U.A.P; relazione di variante urbanistica ai sensi della D.G.R 7/7569 del 21/12/2005 e s.m.i, art. 8 D.P.R 160/10 a firma del capo Area gestione del Territorio di Turate; delibera di G.C. n. 162 del 27/09/2012; per tutti gli enti: copia su CD della seguente documentazione completa: Richiesta di PdC; Autorizzazione dei proprietari e utilizzatori della strada consorziale vecchia S. Maria de Piatti alla realizzazione del nuovo tratto di fognatura; Dichiarazione che l attività risulta esistente a far data dall adozione del vigente PRG; Decreto di esclusione alla V.A.S del 14/11/2011 prot (su precedente proposta di PL archiviato) con allegati i relativi pareri degli enti interessati e soggetti competenti in materia ambientale (ASL del 03/11/2011 prot pervenuto il 04/11/2011 prot ARPA del 31/10/2011 prot pervenuto il 02/11/2011 prot Provincia di Como del 03/11/2011 prot pervenuto il 04/11/2011 prot ); Relazione tecnica - illustrativa; Delega della proprietà; Scheda informativa delle varianti al P.R.G Copia documenti di identità; Copia titolo di proprietà; Copia planimetria e visure catastali; Copia C.C.I.A.A; Scheda di autorizzazione ASL e ARPA; Normativa di P.R.G con stralcio dell azzonamento; Documentazione fotografica; Richiesta parere alla soc. Terna; Parere Terna pervenuto il 22/08/2011 prot (vedasi documentazione esclusione V.A.S); Tabella 10/1977; Calcolo dei R.A.I; Calcolo OO.UU I; Preventivo di spesa per realizzazione uffici;

7 Computo metrico estimativo OO.UU I e II a scomputo oneri (realizzazione rete fognaria su strada consorziale e realizzazione campo da calcio a 5 in erba sintetica); Dichiarazione a firma del p.i Davide Esposito che l intervento non è soggetto a V.I.A (così come confermato con successivo documento del 31/10/2012 prot ); Copia MUD 2008, 2009, 2010 sulle quantità dei rifiuti destinati al recupero; Copia provvedimento dirigenziale della provincia di Como Settore Ecologia e Ambiente del 13/10/2008 prot n. 88/A/ECO; Valutazione di impatto paesistico del progetto; Dichiarazione di non assoggettabilità ai VV.FF; Relazione Barriere Architettoniche; Documento di sintesi relativo alla verifica di esclusione dalla V.A.S, valutazione ambientale strategica; Relazione geologica (allegata alla procedura di esclusione V.A.S); Valutazione previsione clima acustico (allegata alla procedura di esclusione V.A.S); Dichiarazione asseverata dei proprietari lottizzanti relativamente all insalubrità del suolo; Dichiarazione approvvigionamento idrico; Dichiarazione di conformità dello stato di fatto ai titoli abilitativi (con indicazione dei relativi titoli); Dichiarazione di non assoggettamento al collocamento obbligatorio; Scheda ISTAT; Varie dichiarazioni/memorie (vedi atti allegati); Tavola 01 Estratto mappa, stralcio PRG, planimetria generale su base di rilievo celerimetrico, verifiche planivolumetriche, profilo stradale via Como, profilo proprietà, determinazione quota di riferimento per altezza di zona, reti tecnologiche; Tavola 02 Calcoli planivolumetrici; Tavola 03 Progetto pianta piano terra, pianta piano interrato, pianta copertura, sezione AA, sezione BB, prospetto est, prospetto ovest, prospetto nord, prospetto sud; Tavola 04 Schema fognatura: pianta piano interrato planimetria generale piano terra, rete idrica: esistente e di progetto; Tavola 05 Progetto acque nere con allaccio su via S. Maurizio planimetria generale rete acque nere profilo rete acque nere; Tavola 06 Progetto adattabilità pianta piano terra pianta piano interrato; CD comune di Turate con relazione di variante e tavola di PRG 5000 (pdf) in variante al vigente PRG. Inoltre: solo per ASL e ARPA, in aggiunta al CD completo anche copia cartacea di tutta la documentazione; solo per PROVINCIA DI COMO in aggiunta al CD completo copia cartacea delle sole tavole di progetto (da n. 1 a n. 6). B) per i Sig.ri Turconi Irene, Morosi Roberto, Morosi Raffaele: relazione di variante urbanistica ai sensi della D.G.R 7/7569 del 21/12/2005 e s.m.i, art. 8 D.P.R 160/10 a firma del capo Area Gestione del Territorio di Turate (n. 1 copia); Ai sensi dell art. 14-ter, comma 2 della L. 241/90 e s.m.i., entro cinque giorni dal ricevimento della presente le amministrazioni convocate possono concordare con l Amministrazione procedente, qualora impossibilitate a partecipare, l effettuazione della riunione in diversa data, compresa entro i dieci giorni successivi alla prima. Il Comune è convocato nella persona del Sindaco o chiunque intervenga in sua vece munito di specifica delega. Alla ditta Morosi s.n.c si chiede di intervenire tramite legale rappresentante o terzi muniti di specifica delega, al fine di fornire informazioni e chiarimenti.

8 Si ricorda che ogni soggetto convocato partecipa alla Conferenza attraverso un unico rappresentante legittimato ad esprimere in modo vincolante la volontà dell Amministrazione stessa su tutte le decisioni assunte e pertanto si chiede ai soggetti esterni all Amministrazione comunale di voler inviare, se possibile, anche tramite fax ( ) o , l indicazione del nominativo, della qualifica e dei recapiti del rappresentante, almeno cinque giorni prima del giorno in cui la conferenza è convocata; in ogni caso l atto di delega dovrà essere presentato dall interessato in sede di Conferenza. I documenti sono consultabili presso il servizio edilizia e urbanistica del Comune di Turate all ufficio tecnico piano primo del palazzo Pollini sede comunale di Via Vittorio Emanuele n, 2, Turate (Como). L Amministrazione Comunale prende visione della documentazione sopra elencata agli atti del servizio comunale edilizia e urbanistica dell area gestione del territorio il cui responsabile è rintracciabile telefonicamente al numero (diretto) e (centralino) e via Il Responsabile del Servizio S.U.A.P del Comune di Turate, Alberti dott. Valeria, responsabile del procedimento, è rintracciabile telefonicamente al n (diretto) e (centralino) o via e- mail all indirizzo e e rimane a disposizione per ogni chiarimento in merito alla presente. Il ricevimento al pubblico dei due servizi avviene nei seguenti orari: lunedì pomeriggio dalle ore alle ore previo appuntamento giovedì mattina dalle ore alle ore Gli Enti partecipanti alla Conferenza, nonchè chiunque ne abbia interesse ai sensi degli artt. 7 e 9 della legge 241/90 e s.m.i., possono depositare osservazioni e memorie presso l Amministrazione Comunale di Turate ufficio protocollo prima della data di convocazione della Conferenza. La presente Convocazione è inviata alla Segreteria Comunale per l affissione all Albo Pretorio comunale per 30 (trenta) giorni consecutivi e comunque fino alla data della Conferenza. Distinti saluti. Il Capo Area Gestione del Territorio f.to Arch. Angelo Sabbadin

NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE

NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che: il Comune di Triuggio, con deliberazione consiliare n. 7 del 12.03.2009 ha adottato il PIANO ATTUATIVO DI

Dettagli

Il/ La sottoscritto/a nato/a a. il, residente a. in Via/Piazza n. cap.

Il/ La sottoscritto/a nato/a a. il, residente a. in Via/Piazza n. cap. Comune di Novara RELAZIONE TECNICA ASSEVERATA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ai sensi dell art. 19 Legge 241/1990 come modificato e integrato dall art. 49 della Legge 122/2010)

Dettagli

Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015

Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015 Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015 Premesso che il Comune di Radda in Chianti : è dotato di Piano Strutturale adottato con D.C.C. n. 2 del

Dettagli

Il sottoscritto progettista delle opere: Cognome Nome nato a Prov. il C.F. Iscritto all Albo/Collegio dei della Provincia di al n.

Il sottoscritto progettista delle opere: Cognome Nome nato a Prov. il C.F. Iscritto all Albo/Collegio dei della Provincia di al n. Protocollo Al Responsabile del Settore Gestione del Territorio del comune di Verdellino Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla Comunicazione di Inizio lavori per Attività Edilizia Libera non

Dettagli

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA CONFORME Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ Codice n. 10965 Data: 22/07/2010 GC N. 218 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI SUAP

Dettagli

Città di Novate Milanese Provincia di Milano

Città di Novate Milanese Provincia di Milano PROTOCOLLO GENERALE PRATICA N RICHIESTA DI ATTESTAZIONE DELL IDONEITA DEL TITOLO AUTORIZZATIVO PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI FOTOVOLTAICI (ai sensi del DM 5 maggio 2011 - Incentivazione della produzione

Dettagli

Prot. 1877 / 2013 Trescore Cremasco, 11 Aprile 2013

Prot. 1877 / 2013 Trescore Cremasco, 11 Aprile 2013 COMUNE DI TRESCORE CREMASCO Provincia di Cremona Ufficio Tecnico - Settore Edilizia ed Urbanistica Via Carioni n. 13-26017 Trescore Cremasco Tel. 0373 272234 Fax 0373-272232 e.mail tecnico@comune.trescorecremasco.cr.it

Dettagli

Deliberazione originale della Giunta Comunale

Deliberazione originale della Giunta Comunale N. prot. Ai capigruppo consiliari N. 37 Reg. Al Collegio Interno C O M U N E D I C A S S O L A P R O V I N C I A D I V I C E N Z A Deliberazione originale della Giunta Comunale OGGETTO: Esame ed adozione

Dettagli

COMUNE DI SOIANO DEL LAGO (Provincia di Brescia) SCIA N. Al Sindaco del Comune di SOIANO DEL LAGO SEGNALA

COMUNE DI SOIANO DEL LAGO (Provincia di Brescia) SCIA N. Al Sindaco del Comune di SOIANO DEL LAGO SEGNALA COMUNE DI SOIANO DEL LAGO (Provincia di Brescia) UFFICIO TECNICO SETTORE EDILIZIA PRIVATA Telefono 0365676114-Fax 0365675414 www.comune.soiano.com tecnico@soaino.com Spazio riservato al protocollo SCIA

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAMENTO (Art. 23, comma 1, del D.P.R. 06/06/2001, n. 380 e s.m.i.)

RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAMENTO (Art. 23, comma 1, del D.P.R. 06/06/2001, n. 380 e s.m.i.) Estremi archiviazione pratica edilizia: Prot. Gen. n. del Pratica Edilizia N Denuncia di inizio attività N ALLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA DEL COMUNE DI OGGETTO: Denuncia di inizio attività presentata

Dettagli

DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA RICHIESTA DI DENUNCIA DI INIZIO DI ATTIVITÀ EDILIZIA

DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA RICHIESTA DI DENUNCIA DI INIZIO DI ATTIVITÀ EDILIZIA DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA RICHIESTA DI DENUNCIA DI INIZIO DI ATTIVITÀ EDILIZIA PRATICA EDILIZIA n.... anno... INTERVENTO......... UBICAZIONE: località... via..., n.... IDENTIFICAZIONE N.C.T. N.C.E.U.

Dettagli

OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A. ai sensi dell art. 19 Legge 07/08/1990, n. 241, come sostituito dall art.

OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A. ai sensi dell art. 19 Legge 07/08/1990, n. 241, come sostituito dall art. S.C.I.A. n. / (riservato al Comune) Timbro del Protocollo Generale AL COMUNE DI ROSTA UFFICIO TECNICO Piazza Vittorio Veneto 1 10090 Rosta Torino OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A.

Dettagli

La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione della sotto riportata deliberazione. Il Consiglio Comunale

La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione della sotto riportata deliberazione. Il Consiglio Comunale IRIDE 1142964 Delib. n. OGGETTO: Adozione piano attuativo per la valorizzazione di due cave poste a sud-est del centro abitato di Brescia (Ateg 20 e Ateg 23) in variante al P.G.T. vigente aree site in

Dettagli

SEGNALA di dare inizio

SEGNALA di dare inizio Protocollo generale n. AL SIG. SINDACO del Comune di CARONNO PERTUSELLA P.zza A. Moro, 1 21042 CARONNO PERTUSELLA (VA) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ ai sensi dell art. 19 legge n. 241/1990

Dettagli

COMUNE DI ALZATE BRIANZA Prov. di Como Area Edilizia Privata SUAP Servizi Ambientali e Associati

COMUNE DI ALZATE BRIANZA Prov. di Como Area Edilizia Privata SUAP Servizi Ambientali e Associati COMUNE DI ALZATE BRIANZA Prov. di Como Area Edilizia Privata SUAP Servizi Ambientali e Associati Piazza Municipio n.1 22040 Alzate Brianza (CO) C.Fisc./P.Iva 00613570134 - Telefono 031/6349300 Fax 031/632.785

Dettagli

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca Oggetto: Piano Attuativo denominato SALOV e Centro Leasing - Adozione- Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale Premesso che: con deliberazione del Consiglio Comunale del 27.4.2004 n. 51 è stato

Dettagli

DI ANGUILLARA SABAZIA

DI ANGUILLARA SABAZIA 1 CITTÀ DI ANGUILLARA SABAZIA PROVINCIA DI ROMA Area Urbanistica - Edilizia Privata - Patrimonio - Edilizia Residenziale Pubblica MODULO C.I.L.A. In duplice copia COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI ASSEVERATA

Dettagli

COMUNE DI BOTTANUCO SETTORE TECNICO. Prot. 9770 Bottanuco, giovedì 02 ottobre 2014

COMUNE DI BOTTANUCO SETTORE TECNICO. Prot. 9770 Bottanuco, giovedì 02 ottobre 2014 COMUNE DI BOTTANUCO PROVINCIA DI BERGAMO CAP. 24040 Piazza San Vittore, 1 - Tel. 035/907191 Fax. 035/906192 www.comune.bottanuco.bg.it - E-mail comune.bottanuco@tin.it PEC comune.bottanuco@postecert.it

Dettagli

COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO

COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO PRATICA EDILIZIA N. AL RESPONSABILE DELL UFFICIO TECNICO DEL COMUNE DI CERRO AL LAMBRO Piazza Roma, 11 20070 Cerro al Lambro (MI) DENUNCIA

Dettagli

COMUNE DI CAVALLASCA UFFICIO TECNICO

COMUNE DI CAVALLASCA UFFICIO TECNICO COMUNE DI CAVALLASCA UFFICIO TECNICO CAP 22020 Via Imbonati, 1 (CO) TEL. 031 210455 - FAX 031 536439 e-mail: ufficio.tecnico@comune.cavallasca.co.it PEC: comune.cavallasca@pec.provincia.como.it N. Part.

Dettagli

Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale convocato per il giorno 18-12-2013

Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale convocato per il giorno 18-12-2013 Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale convocato per il giorno 18-12-2013 ADEMPIMENTO DI cui all art 39 del Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 OGGETTO: ESAME CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI

Dettagli

PROGETTISTA INCARICATO

PROGETTISTA INCARICATO 06032013 TIMBRO PROTOCOLLO C I T T A D I S A C I L E N. PRATICA Nominativo del dichiarante (1)...... SI n altri titolari oltre al presente dichiarante NO... (in caso di più dichiaranti, compilare una scheda

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO ATTUATIVO ARUBA S.P.A. IN VIA ADDA - VIALE SICILIA.

OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO ATTUATIVO ARUBA S.P.A. IN VIA ADDA - VIALE SICILIA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 122/2013 SETTORE: URBANISTICA UFFICIO: URBANISTICA OPERATIVA ASSESSORATO: POLITICHE DEL TERRITORIO OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO ATTUATIVO ARUBA S.P.A. IN VIA ADDA

Dettagli

APPROVAZIONE DEFINITIVA. RELAZIONE FINALE del Responsabile del procedimento

APPROVAZIONE DEFINITIVA. RELAZIONE FINALE del Responsabile del procedimento Variazione del tracciato della strada di collegamento tra la via vecchia e la via nuova Val D Orme in variante al PS e RU adottata con Del. C.C. n.12 del 21.02.2011. APPROVAZIONE DEFINITIVA RELAZIONE FINALE

Dettagli

S.C.I.A. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

S.C.I.A. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Comune di BORNASCO Provincia di PAVIA Area Tecnica P.G. S.C.I.A. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (ex articolo 19 Legge /.8.1990 n. 241 - art.5, Legge n 73/2010) per interventi di cui alla successiva

Dettagli

PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA

PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA Prot. n. del PL/pl Class. 6/3 Fasc. 21/2013 Rif. prot. 24574 del 10/08/2013 PRATICA EDILIZIA N. - 87 Bollo 16,00 ANNO - 2013- Diritti di segreteria 200,00 PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA (art. 36 D.P.R.

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA (SCIA)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA (SCIA) PRATICA EDILIZIA N. ANNO NUOVA VARIANTE A DEL Comune di Vedano al Lambro ANNULLAMENTO / ARCHIVIAZIONE - RICHIESTA DEL PROT. DA PRESENTARSI DOPO L OTTENIMENTO DEGLI EVENTUALI ALTRI ATTI PREVISTI DALLE NORMATIVE

Dettagli

N.1937 /7/Reg. Deter. Data, 11/06/2012

N.1937 /7/Reg. Deter. Data, 11/06/2012 Provincia di Foggia Settore Assetto del Territorio SIT e Beni Culturali Sede: Via Telesforo, 25-71100 FOGGIA tel. 0881/791347 /401/351 fax 0881/791434 codice fiscale 00374200715 N.1937 /7/Reg. Deter. Data,

Dettagli

Fac Simile Denuncia di inizio attività: Domanda e Relazione (da redigere in carta libera).

Fac Simile Denuncia di inizio attività: Domanda e Relazione (da redigere in carta libera). Fac Simile Denuncia di inizio attività: Domanda e Relazione (da redigere in carta libera). ALLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA DEL COMUNE DI CAMINO OGGETTO: denuncia di inizio attività (D.I.A.) ai sensi

Dettagli

COMUNE DI BIANCAVILLA Provincia di Catania Cod. Fisc. 80009050875 - P.I. 01826320879

COMUNE DI BIANCAVILLA Provincia di Catania Cod. Fisc. 80009050875 - P.I. 01826320879 AREA TECNICA PROPOSTA N. 80 DEL 01/08/2014 RESPONSABILE DELLA AREA TECNICA: DOTT. ING. PLACIDO MANCARI PROPOSTA DI DELIBERA PER IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Variante ordinaria al vigente PRG D.A.R.T.A.

Dettagli

Al Responsabile del Servizio Tecnico e Territoriale del Comune di SANTA MARIA DELLA VERSA (PV)

Al Responsabile del Servizio Tecnico e Territoriale del Comune di SANTA MARIA DELLA VERSA (PV) Comune di SANTA MARIA DELLA VERSA Provincia di Pavia Servizio Tecnico e Territoriale Sportello Unico per l Edilizia Spazio riservato per il protocollo SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (ex articolo

Dettagli

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 49 OGGETTO: Potenziamento del Servizio Idrico Integrato - programma di infrastrutturazione nei territori delle Comunità

Dettagli

Il sottoscritto residente in Via.. n..c.a.p..codice Fiscale in qualità di per il % CHIED

Il sottoscritto residente in Via.. n..c.a.p..codice Fiscale in qualità di per il % CHIED marca da bollo AL COMUNE DI CANDELO SETTORE TECNICO DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE Ai sensi degli articoli dal 10 al 20 del DPR 06/06/2001 N 380 e ss. mm.e ii Il sottoscritto residente in Via.. n..c.a.p..codice

Dettagli

Collesalvetti PROVINCIA DI LIVORNO

Collesalvetti PROVINCIA DI LIVORNO Comune di Collesalvetti PROVINCIA DI LIVORNO Ufficio: URBANISTICA Settore: Servizi Urbanistica PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N.36 DEL 04-06-2015 Oggetto: Piano di Miglioramento Aziendale ai

Dettagli

autorità competente autorità procedente proponente Autorità competente:

autorità competente autorità procedente proponente Autorità competente: INDIRIZZI IN MERITO AI PROGETTI RELATIVI AD IMPIANTI DI SMALTIMENTO E DI RECUPERO DEI RIFIUTI IN VARIANTE ALLO STRUMENTO URBANISTICO E COORDINAMENTO PROCEDURE DI VIA - AIA - VAS QUADRO NORMATIVO Il comma

Dettagli

RICHIESTA DI APPROVAZIONE PIANO URBANISTICO ATTUATIVO

RICHIESTA DI APPROVAZIONE PIANO URBANISTICO ATTUATIVO 1 MARCA DA BOLLO TIMBRO DI RICEVUTA (spazio riservato all ufficio) Comune di Cesena SETTORE GOVERNO DEL TERRITORIO Servizio Attuazione Urbanistica Piazza Guidazzi 9, ridotto Teatro Bonci 1 piano 47521Cesena

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE "MASIERE 2010" A ROANA AI SENSI DELL'ARTICOLO 20 DELLA L.R. 11/2004.

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE MASIERE 2010 A ROANA AI SENSI DELL'ARTICOLO 20 DELLA L.R. 11/2004. Comune di Roana PROVINCIA DI VICENZA COPIA Deliberazione n. 114 Data 20-05-2014 Soggetta a ratifica Immediatamente eseguibile N N VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO

Dettagli

COMUNE DI VILLAVERLA

COMUNE DI VILLAVERLA COMUNE DI VILLAVERLA Provincia di Vicenza Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Originale N N 108/2013 del 05/12/2013 OGGETTO: ADOZIONE PIANO DI LOTTIZZAZIONE REDENZIALE DENOMINATO "POLETTO POLETTO"

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che: Il Comune di San Gimignano è dotato di Piano Strutturale approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.78 del 30 novembre 2007. Con Deliberazione n.101 del 22

Dettagli

Comune di Lazise Provincia di Verona

Comune di Lazise Provincia di Verona Comune di Lazise Provincia di Verona Edilizia Privata-Urbanistica Piazza Vittorio Emanuele II n. 20 37017 - LAZISE VR Tel. 045 6445111 - Fax 045 7580722 P.IVA 0413860230 www.comune.lazise.vr.it ediliziaprivatalazise@halleypec.it

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA OGGETTO: PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA P.P. 33, UBICATO A CHIOZZA. APPROVAZIONE..

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA OGGETTO: PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA P.P. 33, UBICATO A CHIOZZA. APPROVAZIONE.. COPIA DELIBERAZIONE N 11 in data: 30/01/2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA G I U N T A C O M U N A L E OGGETTO: PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA P.P. 33, UBICATO A CHIOZZA. APPROVAZIONE..

Dettagli

www.suapdellevalli.it

www.suapdellevalli.it SUAP DELLE VALLI SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE PRESSO LA COMUNITÀ MONTANA VALLE SUSA E VAL SANGONE Allo Sportello Unico per l Edilizia del Comune di D.I.A. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA ai sensi degli

Dettagli

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA AL FINE DELL ISTRUTTORIA DELLA PRATICA : SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INZIO ATTIVITA

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA AL FINE DELL ISTRUTTORIA DELLA PRATICA : SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INZIO ATTIVITA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA AL FINE DELL ISTRUTTORIA DELLA PRATICA : SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INZIO ATTIVITA DOCUMENTAZIONE PER PROCEDURA ORDINARIA PRESENTAZIONE DEL MODELLO COMUNALE, COMPITATO IN TUTTE

Dettagli

P.C. Permesso di Costruire (Art.38, L.R. n. 12 del 11.03.2005) P.G. U.T.

P.C. Permesso di Costruire (Art.38, L.R. n. 12 del 11.03.2005) P.G. U.T. COMUNE DI VILLANOVA D ARDENGHI Provincia di Pavia Via Roma n. 22-27030 Villanova d Ardenghi (PV) Tel. 0382400022 - Fax 0382400646 www.comune.villanovadardenghi.pv.it ufficiotecnico@comune.villanovadardenghi.pv.it

Dettagli

SCHEDE DI TIPO A Interventi soggetti a Denuncia di Inizio Attività

SCHEDE DI TIPO A Interventi soggetti a Denuncia di Inizio Attività SCHEDE DI TIPO A Interventi soggetti a Denuncia di Inizio Attività CAMBIO DI DESTINAZIONE D USO - Art. 9.5 del R.E.C. - Art. 79 comma 1, lett c) L.R. 1/05 SCHEDA A6 CLASSIFICAZIONE DELL INTERVENTO R.E.C.

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE Deliberazione del Consiglio Comunale N. 00 del 00/00/014 Area: AREA TECNICA Oggetto: CONTRODEDUZIONE ALLE RISERVE FORMULATE DALLA GIUNTA PROVINCIALE E ALLE OSSERVAZIONI PERVENUTE E APPROVAZIONE DELLA VARIANTE

Dettagli

SCHEMA DELIBERA ADOZIONE

SCHEMA DELIBERA ADOZIONE SCHEMA DELIBERA ADOZIONE AREA: Politiche del Territorio DIREZIONE: Pianificazione Urbanistica, E.R.P. e Mobilità Alla Giunta Comunale Sede N Prop. Del. N Prop. Dir. OGGETTO: Adozione del Piano Attuativo

Dettagli

Oggetto: ADOZIONE PIANO DI RECUPERO (PR11A) VIA DIAZ, IN VARIANTE AL PIANO DELLE REGOLE DEL PGT. IL CONSIGLIO COMUNALE

Oggetto: ADOZIONE PIANO DI RECUPERO (PR11A) VIA DIAZ, IN VARIANTE AL PIANO DELLE REGOLE DEL PGT. IL CONSIGLIO COMUNALE Deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 29/07/2013 Oggetto: ADOZIONE PIANO DI RECUPERO (PR11A) VIA DIAZ, IN VARIANTE AL PIANO DELLE REGOLE DEL PGT. IL CONSIGLIO COMUNALE VISTA la proposta di deliberazione

Dettagli

Città di Guardiagrele

Città di Guardiagrele SETTORE IV EDILIZIA URBANISTICA -ECOLOGIA AMBIENTE TEL. 0871/ 8086211-14 - FAX 0871/8086240 E_MAIL urbanistica@comune.guardiagrele.ch.it PEC n. comune.guardiagrele@pec.it PROVINCIA DI CHIETI P.ZA S. FRANCESCO

Dettagli

Comune di Cinquefrondi Corso Garibaldi n. 98-89021 Cinquefrondi (RC)

Comune di Cinquefrondi Corso Garibaldi n. 98-89021 Cinquefrondi (RC) Comune di Cinquefrondi Corso Garibaldi n. 98-89021 Cinquefrondi (RC) Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di CINQUEFRONDI Il/La sottoscritto/a Nato/a a Codice fiscale/partita

Dettagli

Determ. n. 994-16.5.2014

Determ. n. 994-16.5.2014 COMUNE DI BRESCIA Determinazione dirigenziale Determ. n. 994-16.5.2014 OGGETTO: Settore Sportello Unico Attività Produttive. Variante al P.G.T per ampliamento sede Giornale di Brescia in via Solferino

Dettagli

Relazione Tecnica di Asseverazione (ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. 380/2001 s.m.i.)

Relazione Tecnica di Asseverazione (ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. 380/2001 s.m.i.) Timbro quadro del professionista o logo Relazione Tecnica di Asseverazione (ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. 380/2001 s.m.i.) allegata a S.C.I.A. ex art. 19 L. 241/1990, come sostituito dall art.

Dettagli

Progetto relativo a Nuovo impianto di trattamento lampade fluorescenti provenienti dalla raccolta differenziata sito in Comune di Milano.

Progetto relativo a Nuovo impianto di trattamento lampade fluorescenti provenienti dalla raccolta differenziata sito in Comune di Milano. DIREZIONE GENERALE TERRITORIO E URBANISTICA Progetto relativo a Nuovo impianto di trattamento lampade fluorescenti provenienti dalla raccolta differenziata sito in Comune di Milano. Committente: AMSA S.p.A.

Dettagli

P.A.S. Procedura Abilitativa Semplificata

P.A.S. Procedura Abilitativa Semplificata COMUNE DI COLONNELLA P.A.S. Procedura Abilitativa Semplificata (ai sensi dell art. 6 del D.Lgs. 28/2001) Moduli fotovoltaici collocati su edifici (NON INTEGRATI) e/o con superficie complessiva dei moduli

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA Settore Pianificazione Territoriale, Programmazione e Assetto del Territorio Servizio Navigazione e Portualità

PROVINCIA DI MANTOVA Settore Pianificazione Territoriale, Programmazione e Assetto del Territorio Servizio Navigazione e Portualità PROVINCIA DI MANTOVA Settore Pianificazione Territoriale, Programmazione e Assetto del Territorio Servizio Navigazione e Portualità Prot: N. 49569/09 R A C C O M A N D A T A - A.R. Mantova 14_09_2009 Spett.le

Dettagli

PREMESSO CHE. approvato il Piano Strutturale del Comune di..; con Deliberazione di C.C. n...del.. è stato definitivamente

PREMESSO CHE. approvato il Piano Strutturale del Comune di..; con Deliberazione di C.C. n...del.. è stato definitivamente 1 SCHEMA TIPO DI CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE DI CUI ALL ART. 74 DELLA LEGGE REGIONALE N. 65/2014. CONVENZIONE DI P.M.A.A. (ex art.

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA (SCIA) Ai sensi art. 49 comma 4 bis della Legge 30.07.2010 n. 122

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA (SCIA) Ai sensi art. 49 comma 4 bis della Legge 30.07.2010 n. 122 Settore Governo del Territorio Mod SCIA_08 / 02.2015 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA (SCIA) Ai sensi art. 49 comma 4 bis della Legge 30.07.2010 n. 122 ( Da presentarsi DOPO l ottenimento

Dettagli

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA Ai sensi art. 36 del D.P.R. 380/2001

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA Ai sensi art. 36 del D.P.R. 380/2001 Settore Governo del Territorio Marca da Bollo Euro 16,00 Mod PdC_San_05 / 02.2015 DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA Ai sensi art. 36 del D.P.R. 380/2001 ( Da presentarsi DOPO l ottenimento

Dettagli

Proprietario cognome nome residente a via n. codice fiscale tel. fax email certificata

Proprietario cognome nome residente a via n. codice fiscale tel. fax email certificata COMUNE DI USMATE VELATE PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Corso Italia n. 22-20040 USMATE VELATE P.I. 00714670965 - C.F. 01482570155 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA (SCIA) Ai sensi

Dettagli

DOMANDA PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA' Ai sensi del T. U. in materia edilizia - artt. 24-25 D.P.R. 06/06/2001 n. 380 e s.m.i.

DOMANDA PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA' Ai sensi del T. U. in materia edilizia - artt. 24-25 D.P.R. 06/06/2001 n. 380 e s.m.i. AL COMUNE DI RIVALTA di TORINO Settore Politiche del Territorio Servizio Edilizia Privata Protocollo generale Marca da Bollo. 14,62 Via Balma n. 5 10040 Rivalta (TO) Spazio riservato al servizio protocollo

Dettagli

COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB

COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB ente COMUNE DI G.C. Codice ente 10139 MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo OGGETTO: sigla numero L anno duemilaquindici addì ventisei del mese di marzo alle ore 16.45 nella PIROVANO DAISY SINDACO

Dettagli

OGGETTO: Adozione della variante n.2 al Piano attuativo comunale di iniziativa pubblica della zona O comparto A. IL CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: Adozione della variante n.2 al Piano attuativo comunale di iniziativa pubblica della zona O comparto A. IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Adozione della variante n.2 al Piano attuativo comunale di iniziativa pubblica della zona O comparto A. IL CONSIGLIO COMUNALE VISTA la proposta di deliberazione in oggetto, munita dei prescritti

Dettagli

COMUNE DI CASNIGO Provincia di Bergamo SETTORE 2 TECNICO

COMUNE DI CASNIGO Provincia di Bergamo SETTORE 2 TECNICO COMUNE DI CASNIGO Provincia di Bergamo SETTORE 2 TECNICO cap 24020 Via R. Ruggeri, 38 - tel. 035/ 74 02 59 - fax 035/74 00 69 - c.f. 81001030162 - p. I.V.A. 00793310160 e-mail: protocollo@comune.casnigo.bg.it

Dettagli

COMUNE DI CREMA Provincia di Cremona

COMUNE DI CREMA Provincia di Cremona Spett.le: Alla c. a.: Comune di CREMA Piazza Duomo, 25 26013 - Crema (CR) Ufficio Tecnico Servizio Edilizia Privata Piano di Recupero Comune: CREMA Provincia: CREMONA Richiedente: Progettista: ZAMBELLI

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 90 del 22/08/2014

Decreto Dirigenziale n. 90 del 22/08/2014 Decreto Dirigenziale n. 90 del 22/08/2014 Dipartimento 52 - Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali Direzione Generale 5 - Direzione Generale per l'ambiente e l'ecosistema U.O.D. 16 - UOD Autorizzazioni

Dettagli

COMUNE DI PASSIRANO. Provincia di Brescia DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 18 del 12-06-2013

COMUNE DI PASSIRANO. Provincia di Brescia DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 18 del 12-06-2013 COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia C OPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 18 del 12-06-2013 ADOZIONE DELLA VARIANTE AL DOCUMENTO DI PIANO DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE

Dettagli

Richiesta del parere preventivo della Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio (ai sensi dell art. 18 del Regolamento Edilizio)

Richiesta del parere preventivo della Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio (ai sensi dell art. 18 del Regolamento Edilizio) COMUNE DI FERRARA Città patrimonio dell Umanità Marca da Bollo PG Allo Sportello Unico per l Edilizia PR Ufficio Ricezione Data di arrivo Richiesta del parere preventivo della Commissione per la Qualità

Dettagli

COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia

COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia COPIA COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO ( ASSUNTA CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE) N. 1 17/01/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE DEFINITIVA PIANO DEL

Dettagli

OGGETTO: PIANO PIANO DI RECUPERO PR3D3 IN LOC. CASAMICCIOLA: ADOZIONE IL CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: PIANO PIANO DI RECUPERO PR3D3 IN LOC. CASAMICCIOLA: ADOZIONE IL CONSIGLIO COMUNALE Enunciato l argomento iscritto al n. dell o.d.g., il Presidente mette in approvazione la seguente proposta di deliberazione: OGGETTO: PIANO PIANO DI RECUPERO PR3D3 IN LOC. CASAMICCIOLA: ADOZIONE IL CONSIGLIO

Dettagli

N DEL COMUNE DI MONTOPOLI DI SABINA

N DEL COMUNE DI MONTOPOLI DI SABINA PROTOCOLLO GENERALE COMUNICAZIONE MANUTENZIONE STRAORDINARIA COMUNE DI MONTOPOLI DI SABINA N DEL Al COMUNE DI MONTOPOLI DI SABINA Sportello Unico per l edilizia COMUNICAZIONE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE

Dettagli

Attività di edilizia libera (Comunicazione Inizio Lavori)

Attività di edilizia libera (Comunicazione Inizio Lavori) Attività di edilizia libera (Comunicazione Inizio Lavori) Descrizione del procedimento e riferimenti normativi Le attività di edilizia libera sono individuate all art. 6 D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380. Ai

Dettagli

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA AL FINE DELL ISTRUTTORIA DELLA PRATICA : SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INZIO ATTIVITA

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA AL FINE DELL ISTRUTTORIA DELLA PRATICA : SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INZIO ATTIVITA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA AL FINE DELL ISTRUTTORIA DELLA PRATICA : SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INZIO ATTIVITA DOCUMENTAZIONE PER PROCEDURA ORDINARIA PRESENTAZIONE DEL MODELLO COMUNALE, COMPILATO IN TUTTE

Dettagli

Denuncia di Inizio Attività Edilizia

Denuncia di Inizio Attività Edilizia B_modulo DIAE rev.6 del 20.04.2015 Al sig. Sindaco del Comune di Trebaseleghe: Denuncia di Inizio Attività Edilizia redatta ai sensi e per gli effetti dell art. 22 e 23 del D.P.R. 380/2001 OGGETTO: Il/

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. - Richiamato l art. 24 della legge regionale 26 maggio 2009, n. 12;

LA GIUNTA REGIONALE. - Richiamato l art. 24 della legge regionale 26 maggio 2009, n. 12; LA GIUNTA REGIONALE - Richiamata la legge regionale 26 maggio 2009, n. 12 recante: Disposizioni per l adempimento degli obblighi della Regione autonoma Valle d Aosta derivanti dall appartenenza dell Italia

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA (SCIA) Ai sensi art. 49 comma 4 bis della Legge 30.07.2010 n. 122

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA (SCIA) Ai sensi art. 49 comma 4 bis della Legge 30.07.2010 n. 122 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA (SCIA) Ai sensi art. 49 comma 4 bis della Legge 30.07.2010 n. 122 ( Da presentarsi DOPO l ottenimento degli eventuali altri atti previsti dalle normative

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLA COSTRUZIONE ED ALL ESERCIZIO DI LINEE E IMPIANTI ELETTRICI (L.R. 22/2/1993, n. 10 e successive modificazioni)

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLA COSTRUZIONE ED ALL ESERCIZIO DI LINEE E IMPIANTI ELETTRICI (L.R. 22/2/1993, n. 10 e successive modificazioni) Città Metropolitana di Bologna Modello istanza Autorizzazione L.R.10/93 e s.m.i. Rev. 05 del 20/03/ 2015 pag. 1 di 5 Invio tramite: Raccomandata R.R. Posta elettronica certificata Marca da bollo da euro

Dettagli

COMUNE DI TURATE Prov. di Como

COMUNE DI TURATE Prov. di Como Prot. 852 GARA PUBBLICA 3 VERBALE DI GARA (art. 78 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i.) Ente Appaltante: Comune di TURATE, via Vittorio Emanuele II n. 2 22078 Turate (CO), telefono 02/964251 (centralino), fax

Dettagli

COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA. Proposta di deliberazione della Giunta Comunale n.

COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA. Proposta di deliberazione della Giunta Comunale n. COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA Proposta di deliberazione della Giunta Comunale n. del Il Segretario Comunale Oggetto: Variante al Piano Urbanistico Attuativo PN15/2, area residenziale a Dolo via

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI DELLA VAL DI VARA Provincia della Spezia Piazza Marconi n. 1-19020 Sesta Godano Tel 0187/891525 - Fax 0187/870921 C.F.

UNIONE DEI COMUNI DELLA VAL DI VARA Provincia della Spezia Piazza Marconi n. 1-19020 Sesta Godano Tel 0187/891525 - Fax 0187/870921 C.F. Marca da bollo 16,00 Spett. Unione dei Comune della Val Di Vara Piazza Marconi, 1 19020 Sesta Godano (SP) ISTANZA PER IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA AI SENSI DELL ART. 146 DEL D.LGS 42/04

Dettagli

Al SETTORE EDILIZIA URBANISTICA SUAP Pratica n. / del COMUNE di CORNATE D ADDA

Al SETTORE EDILIZIA URBANISTICA SUAP Pratica n. / del COMUNE di CORNATE D ADDA Protocollo Marca da bollo Al SETTORE EDILIZIA URBANISTICA SUAP Pratica n. / del COMUNE di CORNATE D ADDA _I_ sottoscritt : RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE ai sensi dell art. 10 del D.P.R. 380/01 (Testo

Dettagli

Il Sottoscritto. Nome

Il Sottoscritto. Nome COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara Piazza Martiri della Libertà n. 28 - c.a.p. 28066 p. iva 00184500031 SETTORE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE Sportello Unico Attività Produttive E-mail: sp.unico@comune.galliate.no.it

Dettagli

Comune di Vernio Provincia di Prato REGOLAMENTO URBANISTICO. Relazione del Responsabile del Procedimento

Comune di Vernio Provincia di Prato REGOLAMENTO URBANISTICO. Relazione del Responsabile del Procedimento Comune di Vernio Provincia di Prato REGOLAMENTO URBANISTICO Relazione del Responsabile del Procedimento Ai sensi dell art. 16 della L.R.T. 1/2005 Introduzione e generalità Il procedimento di formazione

Dettagli

COMUNE DI CANARO Provincia di Rovigo bollo

COMUNE DI CANARO Provincia di Rovigo bollo COMUNE DI CANARO Provincia di Rovigo bollo RICHIESTA DI AGIBILITA (Ai sensi del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380) Il sottoscritto.., nato a..., il... Codice fiscale, tel......, residente in..., località...,

Dettagli

nato/a a Prov. il / / residente in: Comune Prov. C.A.P. indirizzo n. tel. @mail/pec Comune Prov. C.A.P. Indirizzo n. tel. codice fiscale/partita IVA

nato/a a Prov. il / / residente in: Comune Prov. C.A.P. indirizzo n. tel. @mail/pec Comune Prov. C.A.P. Indirizzo n. tel. codice fiscale/partita IVA Mod. A -1 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ai sensi dell art. 19 Legge 241/90 e ss.mm.ii. e del D.L. 22.06.12, n. 83, convertito con modificazioni dalla L. n. 134/2012) DATI ANAGRAFICI

Dettagli

SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE SPORTELLO UNICO - SERVIZIO TECNICO

SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE SPORTELLO UNICO - SERVIZIO TECNICO COMUNE DI CESENA SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE SPORTELLO UNICO - SERVIZIO TECNICO R i s e r v a t o a l p r o t o c o l l o SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) COMUNICAZIONI

Dettagli

DENUNCIA ... ... Foglio... Mappali... ... ... ...

DENUNCIA ... ... Foglio... Mappali... ... ... ... Allo sportello unico per l'edilizia del Comune di... OGGETTO: Denuncia di inizio attività edilizia. (D.I.A.) Il/La sottoscritto/a..., nato/a a..., il..., residente in..., via... n...., C.F...., tel...,

Dettagli

COMUNE DI PIENZA PROVINCIA DI SIENA

COMUNE DI PIENZA PROVINCIA DI SIENA COMUNE DI PIENZA PROVINCIA DI SIENA Prot. gen. Riservato all Ufficio Tecnico COMUNICAZIONE INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA art. 80 comma 2, lettere a) Legge Regione Toscana n. 1/2005 (di cui è

Dettagli

Direzione Centrale Sviluppo del Territorio Settore Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree

Direzione Centrale Sviluppo del Territorio Settore Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree Direzione Centrale Sviluppo del Territorio Settore Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree SCHEDA SINTETICA DESCRITTIVA RELATIVA ALL IMMOBILE SITO IN VIALE MONZA 148 Allegata all avviso per l attivazione

Dettagli

Delib. n. 187-30.11.2012 N. 27219 P.G.

Delib. n. 187-30.11.2012 N. 27219 P.G. Delib. n. 187-30.11.2012 N. 27219 P.G. OGGETTO: Adozione di modifiche del Regolamento Edilizio - Titolo V relativamente alla Commissione per il Paesaggio. La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione

Dettagli

P r o v i n c i a d i P a d o v a

P r o v i n c i a d i P a d o v a 1 Decreto n. 131/VIA/2014 Prot. n. 94709 del 03/07/2014 Ditta n. 71048 Sede Settore Ambiente: P.zza Bardella, 2 35131 Padova tel. 049/8201811 VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA' (art. 20 del D.Lgs 152/06 e s.m.i.)

Dettagli

PRATICA N 2997/9/6-2014

PRATICA N 2997/9/6-2014 Prot. n. 0003015-30/05/2014-CM_B816-A2-P-9.6/2011/A2_S1/4 PRATICA N 2997/9/6-2014 tramite p.e.c. Spett.le DIOCESI SAM MARINO MONTEFELTRO simone.contadini@archiworldpec.it Piazza Giovanni Paolo II 47864

Dettagli

COMUNE DI GERENZAGO Provincia di Pavia Via XXV aprile, 17 - CAP. 27010

COMUNE DI GERENZAGO Provincia di Pavia Via XXV aprile, 17 - CAP. 27010 Mod. 13/2012 COMUNE DI GERENZAGO Provincia di Pavia Via XXV aprile, 17 - CAP. 27010 P.I. e C.F.: 00493730188 Area Tecnica Sportello Unico Edilizia SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) (art.19

Dettagli

Comune di Diamante Ufficio Tecnico Settore Urbanistica Demanio Patrimonio Via Pietro Mancini n. 10 87023 Diamante

Comune di Diamante Ufficio Tecnico Settore Urbanistica Demanio Patrimonio Via Pietro Mancini n. 10 87023 Diamante MARCA DA BOLLO Comune di Diamante Ufficio Tecnico Settore Urbanistica Demanio Patrimonio Via Pietro Mancini n. 10 87023 Diamante OGGETTO: Segnalazione certificata di inizio di attività edilizia (SCIA)

Dettagli

COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE

COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE CODICE ENTE 022012 COPIA PER ALBO ON-LINE Via Bernardino Luini n. 6; C.A.P. 21030; TEL.: 0332 575103 -FAX: 0332576443 E-MAIL: combrissago@comune.brissago-valtravaglia.va.it

Dettagli

COMUNE DI SANT ARCANGELO (PZ) Sportello Unico per l Edilizia Corso Vittorio Emanuele

COMUNE DI SANT ARCANGELO (PZ) Sportello Unico per l Edilizia Corso Vittorio Emanuele COMUNE DI SANT ARCANGELO (PZ) Sportello Unico per l Edilizia Corso Vittorio Emanuele SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) ex lege 07.08.1990 n. 241, art.19 Il sottoscritto nato a il codice

Dettagli

PROVINCIA DI VERCELLI

PROVINCIA DI VERCELLI PROVINCIA DI VERCELLI Personale e Organizzazione - Tutela Ambientale UFFICIO Rifiuti, Emissioni in Atmosfera, Inquinamenti e Bonifiche N. Mecc. PDET-1333-2013 del 20/05/2013 Atto N. 1331 del 21/05/2013

Dettagli

TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA

TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA TIMBRO PROTOCOLLO BOLLO COMUNE DI RIVIGNANO N. PRATICA Nominativo del dichiarante (1)...... SI n altri titolari oltre al presente dichiarante NO... (in caso di più dichiaranti, compilare una scheda anagrafica

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE

PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE Enunciato l argomento iscritto al n. dell o.d.g., il Presidente mette in approvazione la seguente proposta di deliberazione: OGGETTO: VARIANTE AL REGOLAMENTO

Dettagli

LOCALIZZAZIONE DELL INTERVENTO : Via n. int. ;

LOCALIZZAZIONE DELL INTERVENTO : Via n. int. ; Al Responsabile dell Ufficio Tecnico Settore Urbanistico Del Comune di MORCONE Bollo 14,62 DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE PER : Il/La sottoscritto/a Nato/a a Codice fiscale/partita Iva /con sede in Via

Dettagli

Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18

Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18 Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18 Bando di raccolta delle proposte di Accordi Pubblico-Privato COMUNE DI CALDOGNO (VI) REDAZIONE DEL PIANO DEGLI INTERVENTI

Dettagli