Istituto d Istruzione Superiore "Enrico Mattei" Recanati ITIS Recanati: spec. Chimica Meccanica - Informatica Via Brodolini, Recanati (MC)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istituto d Istruzione Superiore "Enrico Mattei" Recanati ITIS Recanati: spec. Chimica Meccanica - Informatica Via Brodolini, 14-62019 Recanati (MC)"

Transcript

1 Istituto d Istruzione Superiore "Enrico Mattei" Recanati ITIS Recanati: spec. Chimica Meccanica - Informatica Via Brodolini, Recanati (MC) / Fax

2 Istituto d Istruzione Superiore "Enrico Mattei" Recanati ITIS Recanati: spec. Chimica Meccanica - Informatica Via Brodolini, Recanati (MC) / Fax ESAME DI STATO A. S. 2010/2011 Classe 5 a Sez. A Informatica DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE ELABORATO PER LA COMMISSIONE D ESAME AI SENSI DELL ART. 5 - COMMA 2 - del D.P.R. 23 LUGLIO 1998, N 323 2

3 INDICE PROFILO DEL CORSO INFORMATICA...4 DOCENTI DEL CONSIGLIO DI CLASSE...6 ALUNNI...6 PRESENTAZIONE DELLA CLASSE...7 SITUAZIONE DI INGRESSO...9 ATTIVITA DI RECUPERO ED APPROFONDIMENTO...9 INIZIATIVE COMPLEMENTARI ED INTEGRATIVE...10 Stage aziendali...10 Visite guidate...11 Visita di istruzione...11 Orientamento...11 OBIETTIVI GENERALI E TRASVERSALI...11 AREA DI PROGETTO...12 OBIETTIVI DISCIPLINARI E CONTENUTI DELLE SINGOLE MATERIE...13 Materia: RELIGIONE...13 Materia: LINGUA E LETTERE ITALIANE...14 Materia: STORIA EDUCAZIONE CIVICA...18 Materia: LINGUA STRANIERA (INGLESE)...20 Materia: SISTEMI DI ELABORAZIONE E TRASMISSIONE DELLE INFORMAZIONI...23 Materia: INFORMATICA...26 Materia: ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI...29 Materia: MATEMATICA...31 Materia: CALCOLO DELLE PROBABILITÀ, STATISTICA, RICERCA OPERATIVA...34 Materia: EDUCAZIONE FISICA...36 DOCUMENTAZIONE RELATIVA ALLA PREPARAZIONE DELLA 3a PROVA...37 INDICATORI PER LE PROVE SCRITTE ED IL COLLOQUIO ª SIMULAZIONE TERZA PROVA SCRITTA (22/03/2011) ª SIMULAZIONE TERZA PROVA SCRITTA (29/04/2011)...43 SIMULAZIONE PRIMA PROVA SCRITTA...44 SIMULAZIONE SECONDA PROVA SCRITTA

4 PROFILO DEL CORSO INFORMATICA Il corso di studi dell'istituto Tecnico Industriale "Enrico Mattei" è caratterizzato da un biennio di preparazione e da un triennio di specializzazione in: CHIMICA INDUSTRIALE MECCANICA INFORMATICA FINALITA DEL CORSO DI INFORMATICA Il corso di Informatica ha come fine principale quello di mettere il Perito Informatico in grado di affrontare (dall analisi fino alla documentazione) la soluzione di un problema, posto dalla richiesta di un ipotetico committente, scegliendo le metodologie e gli strumenti software più idonei, ed inoltre fornirgli la formazione di base che gli consenta di seguire con una certa autonomia l evoluzione delle tecnologie informatiche. Vengono fornite all alunno le conoscenze e le abilità necessarie per l uso di un sistema di elaborazione ai più alti livelli della gerarchia che lo modella (linguaggi ad alto o altissimo livello, linguaggi applicativi). La disciplina deve essere intesa soprattutto come l ambiente in cui si sviluppano le capacità di analizzare e risolvere problemi (anche di una certa complessità) di varia natura, e dove di volta in volta vengono proposti i paradigmi e gli strumenti linguistici più idonei alla natura del problema. Si ricorre ripetutamente al concetto di paradigma che, in questo contesto, si intende come chiave di interpretazione dei problemi e come modello di costruzione delle soluzioni (imperativo, logico, funzionale, rivolto agli oggetti, agli eventi, alle basi di dati). Lo studente, allo scopo di raggiungere una certa flessibilità e la capacità di affrontare nuove prospettive, deve acquisire alcune di queste chiavi e la capacità di impiegarle nei contesti appropriati. Le materie che contraddistinguono l'indirizzo sono: Elettronica, Informatica e Sistemi di elaborazione. Hanno in comune, come oggetto di studio, il calcolatore: come si usa, come funziona, perché funziona così. Al temine del corso di studio il perito informatico sarà in grado di collaborare all'analisi di sistemi di vario genere ed alla progettazione dei programmi applicativi elaborare informazioni di tipo multimediale collaborare, per quanto riguarda lo sviluppo del software, alla progettazione di sistemi industriali e di telecomunicazione sviluppare piccoli pacchetti di software nell'ambito di applicazioni di vario genere, come sistemi di acquisizione ed elaborazione dati, banche dati, calcolo tecnico scientifico, sistemi gestionali progettare piccoli sistemi di elaborazione dati pianificare lo sviluppo delle risorse informatiche in piccole realtà produttive e dimensionare piccoli sistemi di elaborazione dati assistere gli utenti di sistemi di elaborazione dati fornendo loro consulenza e formazione di base sul software e sull'hardware progettare e gestire reti e realizzare siti web comprendere manuali d'uso, documenti tecnici vari in lingua inglese 4

5 Il conseguimento del diploma consentirà l impiego nei seguenti settori: - imprese specializzate nella produzione e nell assemblaggio di hardware, - imprese specializzate nella creazione e gestione di software, - imprese che si occupano della progettazione, realizzazione e gestione di reti, - agenzie che producono siti web. L indirizzo offre inoltre una formazione di base valida per affrontare proficuamente gli studi universitari in qualsiasi facoltà, comprese quelle scientifiche. INDICE 5

6 DOCENTI DEL CONSIGLIO DI CLASSE DISCIPLINE DOCENTI DEL TRIENNIO TERZA QUARTA QUINTA Italiano e Storia Boriani Simonetta Boriani Simonetta Boriani Simonetta Matematica Martucci Roberto Martucci Roberto Martucci Roberto Inglese Foschi Valentina Foschi Valentina Trubbiani Simona Informatica Gullini Ivana Gullini Ivana Gullini Ivana Sistemi di elaborazione e trasmissione delle informazioni Righetti Franca Marco Marziali Marco Vita Elettronica e telecomunicazione Saltari Fabrizio Saltari Fabrizio Saltari Fabrizio Calcolo delle probabilità, statistica, ricerca operativa Giampaoli Silvia Giampaoli Silvia Di Censo Paola Educazione Fisica Falappa Alvaro Falappa Alvaro Falappa Alvaro Religione Brasca Paolo Brasca Paolo Brasca Paolo Itp Elettronica Arcangeli Mauro Arcangeli Mauro Arcangeli Mauro Itp Sistemi, Itp Matematica Itp Statistica Ghezzi Annalisa Ghezzi Annalisa Ghezzi Annalisa Ghezzi Annalisa Luciani Alex Itp Informatica Piergentili Giuseppe Ghezzi Annalisa Ghezzi Annalisa Docente sostegno area AD01 Angelozzi Marco Mariani Caterina Mariani Caterina ALUNNI Nominativo 1 ANTICO Tiziano 2 ANTONELLI Paolo 3 BIANCHINI CORMAN Andrei 4 BOCCANERA Davide 5 CAPODAGLIO Alessio 6 GIRONACCI Nicolo' 7 LEITA Marco 8 MAKSUMIC Omar 9 MANGIATERRA Eros 10 MONTEVERDE Lorenzo 11 PEPA Nicola 12 PETTINARI Luca 13 PIRONE Vincenzo 14 QUADRI Jacopo 15 RADU Marin Dorin 16 SCARPA Ferdinando 17 SDRUBOLINI Nicolas 18 SERPETTA Christian 19 SVAMPA Francesco 20 TRICARICO Vincenzo 21 VEROLI Lorenzo 6

7 PRESENTAZIONE DELLA CLASSE Flussi degli studenti della classe ISCRITTI ISCRITTI NUMERO DELLA DA CLASSE RITIRATI ISCRITTI STESSA ALTRA CLASSE CLASSE TERZA PROMOSSI PROMOSSI PROMOSSI A ESAME CON GIUGNO SOSP. DEBITO GIUDIZIO (a.s.2008/09) NON PROMOSSI 4 ( giugno) 1 (esame sosp. giud.) QUARTA (a.s.2009/10) QUINTA (a.s. 2010/11) ripetenti ripetente Nella classe è presente un alunno diversamente abile, ben inserito nel contesto scolastico; la documentazione relativa è allegata al presente documento. Durante il terzo e quarto anno, la classe ha mostrato una certa coesione, dal punto di vista disciplinare non sono emersi problemi e tutti gli alunni si sono comportati in maniera sostanzialmente corretta. Nel corso del quinto anno gli studenti, ad esclusione di pochi elementi, sono stati più irrequieti, disattenti, discontinui nello studio e talora assenti strategicamente durante le attività di verifica. Tale comportamento ha determinato in alcune discipline un rallentamento e una semplificazione nello svolgimento del programma. Per quanto riguarda il profitto, la classe, durante i tre anni, ha mostrato realtà variegate nelle varie discipline: alcuni, grazie all impegno e alla costante diligenza nell applicazione, hanno colmato le lacune iniziali, altri hanno potenziato le abilità personali, evolvendosi nel processo di maturazione, altri ancora, per indolenza e per mancanza d interesse verso alcune discipline, presentano ancora lacune diffuse. La classe, nel complesso, ha raggiunto una preparazione scolastica sia nelle discipline di indirizzo che in quelle umanistiche, salvo poche eccellenze. 7

8 In occasione degli stages organizzati dalla scuola presso le aziende locali, il comportamento assunto da ogni componente della classe è stato responsabile e lodevole, tutti gli alunni sono stati apprezzati per il senso di responsabilità e per le capacità mostrate nelle varie realtà di lavoro. In questa classe molti alunni non hanno ancora deciso se proseguire gli studi, mentre alcuni sono determinati a fare il loro ingresso nel mondo del lavoro. INDICE 8

9 SITUAZIONE DI INGRESSO 5ªA Informatica, risultati del 2 scrutinio finale classe 4ª A Informatica Materia N studenti con voto 6 N studenti con voto 7 N studenti con voto Lingua e lettere italiane Storia Educazione Civica Lingua straniera (Inglese) Matematica Informatica Sistemi di elaborazione e trasmissione delle informazioni Elettronica e telecomunicazioni Calcolo delle probabilità, statistica, ricerca operativa Educazione Fisica ATTIVITA DI RECUPERO ED APPROFONDIMENTO Resoconto delle attività svolte al fine del recupero del debito formativo e altre attività mirate allo svolgimento dell'esame di stato. Materia Contenuti Ore Studenti destinatari Matematica Corso recupero (pomeridiano) 4 Tutta la classe Italiano Corso preparazione prova scritta esame di Stato (pomeridiano) 6 Tutta la classe Nelle due settimane comprese tra il 24 Gennaio ed il 5 Febbraio 2011, in orario antimeridiano o in altre due settimane successive al termine del primo quadrimestre e comunque precedenti l inizio delle prove di verifica per il recupero delle insufficienze, tutti i docenti hanno fermato lo svolgimento del programma e destinato le ore curricolari previste ad attività di recupero nell ambito della quota del 20%, in accordo con le modalità stabilite dalle disposizioni ministeriali riguardanti la flessibilità oraria. INDICE 9

10 INIZIATIVE COMPLEMENTARI ED INTEGRATIVE (D.P.R. 567/96 e direttiva 133/96) Stage aziendali Ditta Alunni Insegnante referente I GUZZINI ILLUMINAZIONE S.p.A. Recanati Leita Marco Gullini Ivana Illuminotecnica Fa.Pi.S.r.l. Montelupone Monteverde Lorenzo Ghezzi Annalisa COMPUTER 1221 Recanati A.W.R S.r.l. Recanati UNO SISTEMI s.r.l Morrovalle Scalo WEBDREAM s.n.c. Castelfidardo COMUNE DI RECANATI Recanati GROTTINI COMMUNICATION s.n.c. Recanati MECCANICA G.M. s.r.l. Loreto Task s.r.l. Piediripa di Macerata MEME RICCARDO Castelfidardo COMPUTERLAND di Paolo Malatini Porto Potenza Picena BRANDONI SOLARE s.p.a. Castelfidardo BRANDONI s.r.l. Castelfidardo MAC s.r.l. Rrecanati HSP s.r.l. Porto Recanati EMPIX MULTIMEDIA s.r.l. Montecosaro Sdrubolini Nicolas Veroli Lorenzo Vita Marco Attività svolte Punzonatura, taglio laser, piegatura CNC Informatica Quadri Jacopo Antognini Lucia Costruzioni e restauri Gironacci Nicolò Pettinari Luca Capodaglio Alessio Pepa Nicola Maksumic Omar Radu Marin Dorin Scarpa Ferdinando Antico Tiziano Antonelli Paolo Pirone Vincenzo Bianchini Corman Andrei Saltari Fabrizio Vita Marco Ghezzi Annalisa Benvestito Marco Saltari Fabrizio Gullini Ivana Pironi Dina Arcangeli Mauro Gestione sistemi informatici Informatica per la gestione aziendale Comunicazione, formazione, assistenza informatica Servizi Informatici Sistemi di Comunicazione Progettazione e stampaggio materie plastiche Progettazione, realizzazione e gestione reti informatiche, portali e siti Vendita ed assistenza hardware e software Vendita ed assistenza prodotti informatici ed affini Boccanera Davide Saltari Fabrizio Produzione moduli fotovoltaici Serpetta Christian Svampa Francesco Saltari Fabrizio Ghezzi Annalisa Apparecchiature per riscaldamento, radiatori da arredo Elettronica professionale ed automazione Tricarico Vincenzo Arcangeli Mauro Assistenza hardware e software Mangiaterra Eros Saltari Fabrizio Azienda grafica produzioni multimediali, soluzioni informatiche Obiettivi generali Conoscenza della realtà produttiva del territorio. Integrazione dei contenuti scolastici con quelli del mondo produttivo-professionale per un confronto con la realtà lavorativa e un più facile inserimento nel mondo del lavoro. Estrapolazione dei contenuti acquisiti ed applicazione degli stessi alle problematiche legate al mondo del lavoro. Considerazioni generali Il progetto ha previsto la sospensione dell attività curriculare :Tempi: Febbraio

11 Verifica e Valutazione Tutti gli allievi hanno mostrato un atteggiamento motivato, un impegno adeguato ed una completa comprensione degli obiettivi prefissati. Ogni alunno ha formulato una tesina finale sull esperienza vissuta. Visite guidate 18/09/ Fiera elettronica a Macerata 01/12/ Convegno Community Word Tour Università Politecnica Marche Ancona 11/12/ Fiera elettronica a Civitanova Marche 10/02/ Orientamento presso Università di Bologna 15/02/ Orientamento presso Università di Ancona Visita di istruzione meta: Monaco - Praga durata giorni 6: dal 28 marzo al 02 aprile 2011 obiettivi: socializzazione, capacità di sapersi orientare e gestire in un soggiorno all'estero contenuti: Italiano, Storia, Arte, Cultura e Costumi di vita. Orientamento 09/11/2010: giornata Orientagiovani (Confindustria Macerata) in aula multimediale 01/02/2011: Orientamento Università di Ancona in aula multimediale 04/02/2011: Orientamento Università di Camerino in aula multimediale 10/03/2011: Seminario Incidentalita stradale per uso di alcool e droghe relatore: dott. G. Giuli, Dirigente Dip. Dipendenze Patologiche di Macerata 28/04/2011: Seminario Sicurezza di rete relatore: dott. Fausto Marcantoni dell Università di Camerino 29/04/2011: Seminario Sapersi presentare relatori: dott.ssa Silvia Galassi, dott.ssa Camilla Polverini 18/05/2011: E previsto un incontro con Associazione radio amatori OBIETTIVI GENERALI E TRASVERSALI Capacità di inserimento nella società secondo principi morali civili e democratici. Acquisizione di sensibilità verso problematiche ambientali. Capacità di inserimento nella realtà produttiva. Formazione globale atta all'inserimento in ambito universitario. Conoscenza ed utilizzazione di saperi specialistici e interdisciplinari. Conoscenze di base in ambito economico-gestionale. Capacità di utilizzazione di mezzi multimediali per la ricerca e la comunicazione. Conoscenze di norme fondamentali antinfortunistiche e di sicurezza. Capacità linguistico-espressive e logico-matematiche. Conoscenze delle norme UNI ISO relative al Sistema Qualità. Per gli obiettivi specifici vedere consuntivo allegato dai singoli insegnanti: obiettivi disciplinari e contenuti delle singole materie. 11

12 Discipline ed attività coinvolte per il raggiungimento degli obiettivi generali e trasversali: - discipline curriculari - stage - orientamento universitario - attività atletico sportive - visite aziendali e d istruzione - corso di preparazione alla certificazione della lingua inglese PET (fino al 4 anno) - corso per la patente europea del computer ECDL AREA DI PROGETTO L area di progetto si è concretizzata nella realizzazione di elaborati per lo sviluppo dei quali sono state utilizzate le ore di laboratorio delle materie di Informatica, Sistemi, Matematica ed Elettronica a partire dal mese di maggio. I lavori prodotti sono di seguito indicati: Realizzazione di un CD nel quale sono riportati gli argomenti di Matematica svolti nei cinque anni del corso utilizzando il Foglio elettronico Excel; Realizzazione e coordinamento di pagine web del sito degli studenti Assemblaggio dei computer e configurazione di una piccola rete nel laboratorio biennio; Partecipazione e allestimento fiera dell elettronica Realizzazione Registro on-line in PHP Questionario con statistiche su WinMobile + sincro server Sincronizzazione tra un WCMS e Android Realizzazione di un Social network ASP.NET Realizzazione di un dado elettronico con Arduino Realizzazione di un controller DMX per illuminazione Finalità Applicazione dei principi fondamentali affrontati nello studio delle diverse discipline. INDICE 12

13 OBIETTIVI DISCIPLINARI E CONTENUTI DELLE SINGOLE MATERIE Ore di lezione alla stesura del documento 25 Materia: RELIGIONE MODULO 1: questioni di etica CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE che cosa è l'etica la natura dell'etica religiosa; il relativismo etico; principi di etica cristiana; società e economia alla luce del Vangelo comprendere la natura e il valore dell'etica e in particolar modo dell'etica religiosa cristiana; conoscere cosa sia il relativismo etico e il ruolo che gioca all'interno della società contemporanea; riuscire a saper discutere, pensare e affrontare i problemi della vita di oggi alla luce del messaggio di Cristo. Sapere affrontare la vita secondo la propria coscienza; riuscire a comprendere il valore delle parole di Cristo per l'uomo LIVELLO DI ACCETTABILITA delle conoscenze e delle competenze Conoscere minimamente l'etica cristiana e saper discutere sopra le problematiche attuali con maturità RELAZIONE PROGRAMMA SVOLTO Leggendo e analizzando in particolar modo i capitoli più significativi di Caritas in veritate di Benedetto XVI, si è voluto delineare innanzitutto cosa sia l'etica in senso generale e l'etica cristiana in senso specifico. Quindi sono stati trattati i seguenti punti generali: 1) il relativismo etico della società contemporanea a confronto della voce di Cristo; 2) l'importanza della vita umana e le problematiche della nuova bioetica; 3) il valore della libertà dell'uomo della sua coscienza e della responsabilità individuale e comunitaria; 4) il significato della fratellanza, della solidarietà e della gratuità; 5) il problema della morte e della sofferenza alla luce della Rivelazione; 6) la missionarietà della chiesa verso la povertà materiale e la povertà spirituale dell'uomo di oggi; 7) le sfide della globalizzazione e i valori cristiani. Attraverso ciò si è voluto aiutare l'alunno a comprendere la natura dell'etica e la situazione della società globale odierna, a riflettere in modo più maturo sopra la propria vita, a pensare e a discutere ragionevolmente sopra alcuni problemi morali e sociali dell'epoca che viviamo. INDICE 13

14 Materia: LINGUA E LETTERE ITALIANE Monte ore svolte: 89 Testo utilizzato: M. Magri, V. Vittorini, Fare letteratura, Paravia MODULO 1: Positivismo, Naturalismo e Verismo CONTENUTI CONTENUTI CONTENUTI Il secondo Ottocento Caratteristiche storiche e culturali Il Positivismo: Comte e Darwin. Realismo, Naturalismo e Verismo. Zola e l affare Dreyfus. Letture: da Madame Bovary ( La morte di Emma); da La fortuna dei Rougon (la Prefazione). Giovanni Verga. La vita. Le scelte ideologiche e letterarie. Le novelle. I Malavoglia. Mastro don Gesualdo. Letture: Rosso Malpelo. Da I Malavoglia : la Prefazione e la parte finale del romanzo. Da Mastro don Gesualdo : La morte di Gesualdo. Conoscenza della produzione testuale di ogni autore, delle tematiche e delle soluzioni formali. Capacità di ascoltare in modo critico prendendo eventualmente appunti sulle informazioni principali. Capacità di esprimersi con linguaggio appropriato e corretto sia in forma orale che scritta. Capacità di affrontare, come lettore autonomo e consapevole, testi di vario genere. Capacità di collocare il testo in un quadro di confronti e relazioni riguardanti il contesto storico e culturale del tempo. Capacità di riflettere sugli autori e sui testi cogliendone le linee fondamentali di sviluppo. 14

15 MODULO 2: Il Decadentismo. Pascoli e D Annunzio CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE Simbolismo, Decadentismo ed Estetismo. Baudelaire e Verlaine. Bergson e Nietzsche. Letture: Baudelaire L albatro ; Nietzsche La teoria del superuomo (da Così parlò Zaratustra ). Giovanni Pascoli. La vita. La poetica. Le principali raccolte poetiche ( Myricae, Poemetti, Canti di Castelvecchio ). Letture: Il fanciullino Novembre Il lampo L assiuolo X Agosto Ultimo sogno Nebbia Il gelsomino notturno La mia sera. Gabriele d Annunzio. La vita. Il superominismo. La produzione in prosa e quella in poesia. Il teatro. Letture: Da Il piacere (l inizio del romanzo). Da Alcyone : La sera fiesolana. Conoscenza della produzione testuale di ogni autore, delle tematiche e delle soluzioni formali. Capacità di ascoltare in modo critico prendendo eventualmente appunti sulle informazioni principali. Capacità di esprimersi con linguaggio appropriato e corretto sia in forma orale che scritta. Capacità di affrontare, come lettore autonomo e consapevole, testi di vario genere. Capacità di collocare il testo in un quadro di confronti e relazioni riguardanti il contesto storico e culturale del tempo. Capacità di riflettere sugli autori e sui testi cogliendone le linee fondamentali di sviluppo. 15

16 MODULO 3: La prosa nella prima metà del Novecento CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE La prima metà del Novecento L influenza di Einstein e Freud sull arte del Novecento. Il romanzo nella prima metà del Novecento: Kafka, Proust e Joyce. Letture da : Alla ricerca del tempo perduto ( La madeleine ); Ulisse ( Il monologo di Molly ); Gente di Dublino ( I morti - la terza parte) F. Kafka La metamorfosi (lettura integrale). Luigi Pirandello. La vita, le opere. Letture: da L umorismo ( La differenza fra umorismo e comicità ); novelle: Ciaula scopre la luna ; la signora Frola e il signor Ponza ; da Il fu Mattia Pascal : la parte iniziale e quella finale; da Sei personaggi in cerca d autore : l irruzione dei personaggi sul palcoscenico. Italo Svevo. La vita, le opere. Letture: da La coscienza di Zeno ( Il fumo; Lo schiaffo ; La vita è una malattia ). Conoscenza della produzione testuale di ogni autore, delle tematiche e delle soluzioni formali. Capacità di ascoltare in modo critico prendendo eventualmente appunti sulle informazioni principali. Capacità di esprimersi con linguaggio appropriato e corretto sia in forma orale che scritta. Capacità di affrontare, come lettore autonomo e consapevole, testi di vario genere. Capacità di collocare il testo in un quadro di confronti e relazioni riguardanti il contesto storico e culturale del tempo. Capacità di riflettere sugli autori e sui testi cogliendone le linee fondamentali di sviluppo. 16

17 MODULO 4: La poesia del Novecento. CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE La poesia del 900 Caratteristiche generali della poesia moderna. Il futurismo. Letture: Il Manifesto del Futurismo ; Il Manifesto della letteratura futurista. Giuseppe Ungaretti. Letture: Veglia ; S. Martino del Carso ; Fratelli ; Soldati ; Mattina ; I fiumi. Eugenio Montale. Letture: Meriggiare pallido e assorto Non chiederci la parola Spesso il mare di vivere. Umberto Saba. Letture: Città vecchia ; Goal. La narrativa italiana dopo gli anni 30. Cenni al Neorealismo. E. Morante La Storia (lettura integrale) Conoscenza della produzione testuale di ogni autore, delle tematiche e delle soluzioni formali. Capacità di ascoltare in modo critico prendendo eventualmente appunti sulle informazioni principali. Capacità di esprimersi con linguaggio appropriato e corretto sia in forma orale che scritta. Capacità di affrontare, come lettore autonomo e consapevole, testi di vario genere. Capacità di collocare il testo in un quadro di confronti e relazioni riguardanti il contesto storico e culturale del tempo. Capacità di riflettere sugli autori e sui testi cogliendone le linee fondamentali di sviluppo. INDICE 17

18 Materia: STORIA EDUCAZIONE CIVICA Monte ore svolte: 43 Testo utilizzato: : M. Fossati, G. Luppi, E. Zanette, Passato e presente, Edizioni scolastiche Bruno Mondadori MODULO 1: L Europa fra la fine dell Ottocento e l inizio del Novecento CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE L Europa delle grandi potenze. Triplice Intesa e Triplice Alleanza L affare Dreyfus La rivoluzione del 1905 in Russia L Italia liberale. I problemi dell Italia unita L età giolittiana La società di massa. Istruzione e informazione La questione femminile La Seconda Internazionale La Rerum novarum - Conoscere i presupposti politici ed economici del processo storico fino ai giorni nostri.. - Conoscere le problematiche sociali che sono alla base della società moderna. - Conoscere il lavoro dello storico e delle fonti utilizzate. - Capacità di utilizzare le conoscenze del passato per la comprensione del presente. - Consolidare conoscenze, competenze e abilità operative specifiche della disciplina. - Valutare in modo critico ed autonomo per una presa di coscienza del nostro presente. MODULO 2: La prima guerra mondiale e l immediato dopoguerra CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE La prima guerra mondiale. Le cause del conflitto Principali eventi L intervento italiano L intervento americano La rivoluzione russa I trattati di pace. La rivoluzione russa. Caratteristiche e fatti fondamentali La grande crisi. Il crollo di Wall Street La crisi in Europa Roosevelt e il New Deal - Conoscere i presupposti politici ed economici del processo storico fino ai giorni nostri.. - Conoscere le problematiche sociali che sono alla base della società moderna. - Conoscere il lavoro dello storico e delle fonti utilizzate. - Capacità di utilizzare le conoscenze del passato per la comprensione del presente. - Consolidare conoscenze, competenze e abilità operative specifiche della disciplina. - Valutare in modo critico ed autonomo per una presa di coscienza del nostro presente. 18

19 MODULO 3: I totalitarismi CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE L età dei totalitarismi. Nascita e avvento del fascismo La repubblica di Weimar e l avvento del nazismo Il Terzo Reich Lo stalinismo La guerra di Spagna L Italia fascista. La costruzione dello Stato fascista La scuola, le comunicazioni di massa La politica estera Le leggi razziali - Conoscere i presupposti politici ed economici del processo storico fino ai giorni nostri.. - Conoscere le problematiche sociali che sono alla base della società moderna. - Conoscere il lavoro dello storico e delle fonti utilizzate. - Capacità di utilizzare le conoscenze del passato per la comprensione del presente. - Consolidare conoscenze, competenze e abilità operative specifiche della disciplina. - Valutare in modo critico ed autonomo per una presa di coscienza del nostro presente. MODULO 4: La seconda guerra mondiale. Il dopoguerra in Italia e nel mondo CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE La seconda guerra mondiale. Le cause Principali eventi L intervento italiano L attacco all Urss L intervento americano La Resistenza italiana La Shoah, le foibe Sconfitta della Germania e del Giappone Il dopoguerra in Italia e nel mondo. La divisione della Germania La guerra fredda L Italia dopo la guerra: la Costituzione e le elezioni del 48 Cenni agli anni 50, 60 e 70 in Italia La formazione della Comunità europea Gli anni 60: Kruscev, Kennedy, papa Giovanni XXIII La nascita di Israele - Conoscere i presupposti politici ed economici del processo storico fino ai giorni nostri.. - Conoscere le problematiche sociali che sono alla base della società moderna. - Conoscere il lavoro dello storico e delle fonti utilizzate. - Capacità di utilizzare le conoscenze del passato per la comprensione del presente. - Consolidare conoscenze, competenze e abilità operative specifiche della disciplina. - Valutare in modo critico ed autonomo per una presa di coscienza del nostro presente. INDICE 19

20 Materia: LINGUA STRANIERA (INGLESE) Libri di testo: Carla Matassi, Marzia Menchetti, Close Up on New Computing, CLITT Angela Gallagher, Activating Grammar, Longman Ore di lezione previste: 99 - Ore effettivamente svolte: 88 MODULO 2 Hardware Close Up on New Computing CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE Types of input and output devices (key features of keyboard, monitors, printers) Grammar review: - CAN/COULD - MAY/MIGHT Listening: Listening and taking notes Reading: Skimming a text. Reading a passage and answering questions Speaking: Summarising a passage Writing: Writing a short text MODULO 3 The Heart of Every Computer Close Up on New Computing CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE The Central Processing Unit (CPU) Different types of memory (ROM, RAM, cache memory) Magnetic media storage devices (floppy disks, hard disks, magnetic tapes) Optical disks (CD-rom drives and DVDs) Grammar review: - MUST/SHOULD/HAVE TO - Imperative Listening: Listening and taking notes Reading: Skimming a text. Reading a passage and answering questions. Speaking: Summarising a passage. Writing: Writing a short composition MODULO 4 Operating Systems Close Up on New Computing CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE Main functions of operating systems (O.S.) Main types of O.S. (multitasking, multiuser, real-time processing, batch processing) Application packages (database, files, records, fields) Computerised database Integrated software Grammar review: - Quantifiers: MUCH/MANY/A LOT OF - IF Clauses (1 st and 2 nd Conditional) Listening: Listening and taking notes Reading: Skimming a text. Reading a passage and answering questions. Speaking: Summarising a passage. Writing: Writing a short composition MODULO 5 Languages Close Up on New Computing. /. CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE Main classification of Programming Languages Low level languages and high-level languages Basic aspects of generations of languages Visual Basic Grammar review: - Interrogative Pronouns Listening: Listening and taking notes Reading: Skimming a text. Reading a passage and answering questions. Speaking: Summarising a passage. Writing: Writing a short composition 20

21 MODULO 6 Program Development Close Up on New Computing CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE Basic aspects of a computer program Algorithm, input and output data, logic Testing and debugging the program Flowcharting Basic control structures Grammar review: - The Passive Listening: Listening and taking notes Reading: Skimming a text. Reading a passage and answering questions. Speaking: Summarising a passage. Writing: Writing a short composition MODULO 7 Java Close Up on New Computing CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE Java language Java platform Java programming language Applets and applications Grammar review: - SOME / ANY / NO and their compounds Listening: Listening and taking notes Reading: Skimming a text. Reading a passage and answering questions. Speaking: Summarising a passage. Writing: Writing a short composition MODULO 8 Network and Communication (1) Close Up on New Computing CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE Types of networks Different ways of connecting computers in a network (bus, ring, star, tree) Telecommunications Types of physical connections possible in a network Grammar review: - Present Perfect - Past Simple vs Present Perfect - BOTH AND - EITHER OR - NEITHER NOR Listening: Listening and taking notes Reading: Skimming a text. Reading a passage and answering questions. Speaking: Summarising a passage. Writing: Writing a short composition MODULO 9 Network and Communication (2) Close Up on New Computing (only some parts of this module) CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE Brief history of networking LAN, WAN, MAN, SAN Physical topologies Bandwidth Grammar review: - MAKE/LET/ALLOW Listening: Listening and taking notes Reading: Skimming a text. Reading a passage and answering questions. Speaking: Summarising a passage. Writing: Writing a short composition MODULO 10 The Internet and the Web * Close Up on New Computing CONTENUTI CONOSCENZE COMPETENZE Internet and its historical beginning The World Wide Web Grammar review: - Adverbs of Frequency Listening: Listening and taking notes Reading: Skimming a text. Reading a passage and answering questions. Speaking: Summarising a passage. Writing: Writing a short composition 21

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE TERZA SEZ. A. CORSO Amministrazione Finanza e Marketing. DOCENTE: Noto Giancarlo

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE TERZA SEZ. A. CORSO Amministrazione Finanza e Marketing. DOCENTE: Noto Giancarlo PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE TERZA SEZ. A CORSO Amministrazione Finanza e Marketing DOCENTE: Noto Giancarlo ANNO SCOLASTICO 2014/2015 MODULO 0 L ARCHITTETURA DEL COMPUTER - L informatica - Il computer

Dettagli

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2012-2013 Classe 4^ MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer.

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer. Classe 3^ Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI Sistemi e Reti Articolazione: Informatica Anno scolastico 2012-2013 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

a.s. 2013/2014 CLASSE 5 SEZIONE A INDIRIZZO LICEO DE SANTIS PATRIZIA/SANTORO FRANCESCO

a.s. 2013/2014 CLASSE 5 SEZIONE A INDIRIZZO LICEO DE SANTIS PATRIZIA/SANTORO FRANCESCO a.s. 2013/2014 MATERIA INFORMATICA E SISTEMI CLASSE 5 SEZIONE A INDIRIZZO LICEO DOCENTE ORE DI LEZIONE DE SANTIS PATRIZIA/SANTORO FRANCESCO 3 ORE SETTIMANALI = 94 h annuali OBIETTIVI **************** Conoscere

Dettagli

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

PIANO DI LAVORO. a.s. 2014 / 2015

PIANO DI LAVORO. a.s. 2014 / 2015 PIANO DI LAVORO a.s. 2014 / 2015 Materia: INFORMATICA Classe: quinta A Data di presentazione: 7/10/2014 DOCENTI FIRMA Cerri Marta Bergamasco Alessandra Posta elettronica: itisleon@tin.it - Url: www.itdavinci.it

Dettagli

ITIS G. Fauser. Classe 4^ BI. Materia: Sistemi. Anno Scolastico 2013-2014. Docenti: prof.ssa Manuela Cesa, prof. Pasquale Pietrangelo

ITIS G. Fauser. Classe 4^ BI. Materia: Sistemi. Anno Scolastico 2013-2014. Docenti: prof.ssa Manuela Cesa, prof. Pasquale Pietrangelo ITIS G. Fauser Classe 4^ BI Materia: Sistemi Anno Scolastico 2013-2014 Docenti: prof.ssa Manuela Cesa, prof. Pasquale Pietrangelo Numero ore di lezione settimanali: 4 Testi adottati: - Materiale didattico

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 Classe 5^ PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE DI LAVORO I primi elementi sulle reti e i mezzi di

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s.

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s. Programma svolto di Informatica classe VC S.I.A a.s. 2014/2015 MODULO 1 I SISTEMI OPERATIVI U.D. 1 Organizzazione dei Sistemi Operativi U.D. 2 Struttura e funzionamento di un Sistema Operativo U.D. 3 Tipi

Dettagli

ITI M. FARADAY Programmazione modulare a.s. 2014-2015

ITI M. FARADAY Programmazione modulare a.s. 2014-2015 Indirizzo: INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI Disciplina: Informatica Docente:Maria Teresa Niro Classe: Quinta B Ore settimanali previste: 6 (3 ore Teoria - 3 ore Laboratorio) ITI M. FARADAY Programmazione

Dettagli

Programmazione modulare 2014-2015

Programmazione modulare 2014-2015 Programmazione modulare 2014-2015 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 5 A e 5 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore (2 teoria + 2 laboratorio) Totale ore previste:

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE 1.1. Introduzione ai sistemi numerici: Sistema numerico decimale e binario. Conversioni binario-decimale e decimale binario.

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Sistemi e reti Classe: 4B Informatica A.S. 2014/15 Docente: Alessandra Antoniazzi ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 23 alunni ed è mista. La classe si è presentata

Dettagli

1 MODULO: Visual basic.net Dati strutturati. Finalità: Gestione di dati strutturati

1 MODULO: Visual basic.net Dati strutturati. Finalità: Gestione di dati strutturati Istituto di Istruzione Superiore via Salvini 24 Roma Liceo M. Azzarita Liceo delle scienze applicate Materia:Informatica Programmazione a.s. 2015-2016 Classi 4 e Obiettivi disciplinari secondo biennio

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015. Ripasso programmazione ad oggetti. Basi di dati: premesse introduttive

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015. Ripasso programmazione ad oggetti. Basi di dati: premesse introduttive SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015 ASSE DISCIPLINA DOCENTE MATEMATICO INFORMATICA Cattani Barbara monoennio CLASSE: quinta CORSO D SEZIONE LICEO SCIENZE APPLICATE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ( modulo redatto da prof. A. Rossi)

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ( modulo redatto da prof. A. Rossi) DISCIPLINA Sistemi A.S. 2014/15 X di dipartimento DOCENTI: Domenica LACQUANITI e Mario DE BERNARDI Classe 5^ inf/ SERALE 1) PREREQUISITI Conoscenza di almeno un linguaggio di programmazione funzionale,

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO a.s. 2013/2014 MATERIA Informatica e Sistemi Automatici CLASSE 5 SEZIONE B INDIRIZZO Liceo DOCENTI Proff. Laino Antonio Santoro Francesco ORE DI LEZIONE 3 settimanali (in laboratorio)

Dettagli

INFORMATICA COMPETENZE

INFORMATICA COMPETENZE INFORMATICA Docente: Sandra Frigiolini Finalità L insegnamento di INFORMATICA, nel secondo biennio, si propone di: potenziare l uso degli strumenti multimediali a supporto dello studio e della ricerca

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITA SCHEDA DI PROGETTAZIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE EDUCATIVE PER DISCIPLINA AL. 2.1.2

MANUALE DELLA QUALITA SCHEDA DI PROGETTAZIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE EDUCATIVE PER DISCIPLINA AL. 2.1.2 Pag 1 di 7 MINISTERO DELL ISTRUZIONE,DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO I.I.S. Crocetti - Cerulli - Giulianova SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE

Dettagli

Strumenti per la produttività individuale Livello 1

Strumenti per la produttività individuale Livello 1 Strumenti per la produttività individuale Livello 1 Il corso mira a chiarire il ruolo sempre maggiore che l utilizzo, sia pure a livello elementare, di personal computer connessi in rete e del relativo

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA

PROGRAMMA DI INFORMATICA PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE 5 B Sistemi Informativi Aziendali A.S. 2014/2015 DOCENTE CORREDDU GIOVANNA ITP PANZERA GRAZIA Materiale didattico Libro di testo: Iacobelli, Ajme, Marrone, Brunetti, Eprogram-Informatica

Dettagli

Anno Scolastico: 2014-2015. Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali. Classe: quinta. Disciplina: Informatica. prof. Silvia Tondo

Anno Scolastico: 2014-2015. Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali. Classe: quinta. Disciplina: Informatica. prof. Silvia Tondo Anno Scolastico: 2014-2015 Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali Classe: quinta Disciplina: Informatica prof. Silvia Tondo Competenze disciplinari: 1. Utilizzare le reti e gli strumenti informatici

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Sistemi e reti Classe: 3A Informatica A.S. 2014/15 Docente: Barbara Zannol ITP: Giorgio Storti ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta di 19 alunni di cui 17 maschi e

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA' DIDATTICA A.S. 2014-2015 MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA' DIDATTICA A.S. 2014-2015 MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA Via G. D Annunzio, 15-36100 VICENZA Tel. 0444563544 Fax 0444962574 sito web: www.itcfusinieri.eu E-mail: protocollo@itcfusinieri.it - vitd010003@pec.istruzione.it

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca LICEO SCIENTIFICO STATALE Donato Bramante Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) - MIUR: MIPS25000Q Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97220275 Sito:

Dettagli

Relazione finale del docente A.S. 2012-2013

Relazione finale del docente A.S. 2012-2013 Relazione finale del docente A.S. 2012-2013 Classe/sez. Indirizzo Docente Materia Ore di lezione svolte Ambito Maria Caterina V E Mercurio Informatica 165 teorico pratico Cassetti Svolgimento dei programmi

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

Dettagli

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE.

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. INFORMATICA Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. APPLICAZIONI WEB L architettura di riferimento è quella ampiamente diffusa ed

Dettagli

Modulo 1 Concetti generali 4 settimane

Modulo 1 Concetti generali 4 settimane OBIETTIVI SPECIFICI DEL PRIMO BIENNIO - CLASSE PRIMA settore ECONOMICO: NUCLEI FONDANTI, CONOSCENZE E COMPETENZE NB per ciascuno dei moduli di insegnamento/apprendimento viene indicato il tempo di trattazione

Dettagli

Programmazione modulare a.s. 2014/2015

Programmazione modulare a.s. 2014/2015 Programmazione modulare a.s. 2014/2015 Indirizzo: Informatica Disciplina: Lingua inglese Classe: 5 Ai/5 Bi Ore settimanali previste: 3 ore tot.99 Prerequisiti per l'accesso al 1: Conoscenza degli elementi

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I percorsi liceali come recita la normativa, devono fornire allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5FSC Indirizzo:

Dettagli

Programmazione Disciplinare: ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONE Classi: 3^-4^-5^

Programmazione Disciplinare: ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONE Classi: 3^-4^-5^ Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Disciplinare: ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONE Classi: 3^-4^-5^ I Docenti della Disciplina Salerno, lì 10/11 settembre 2013 Finalità

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO Anno scolastico 2014-2015 MATERIA ITALIANO CLASSE 5 SEZIONE A Liceo scientifico opzione scienze applicate DOCENTE DOSSO BARBARA ORE DI LEZIONE 4 SETTIMANALI **************** OBIETTIVI

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ALLEGATO A - INFORMATICA RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE MATERIA: INFORMATICA Classe 5 sez. Bsia a.s. 2014/15 DOCENTE: prof. Domenico Francullo In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE 14 MAGGIO 2014

COORDINAMENTO PER MATERIE 14 MAGGIO 2014 Pagina 1 di 5 COORDINAMENTO PER MATERIE 14 MAGGIO 2014 AREA DISCIPLINARE MATERIA Telecomunicazioni COORDINATORE B. Favaro Sono presenti i proff. Favaro, Maisto I docenti appartenenti al gruppo disciplinare,

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I percorsi liceali come recita la normativa, devono fornire allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione

Dettagli

ANALISI DELLA SITUAZIONE LIVELLO COGNITIVO

ANALISI DELLA SITUAZIONE LIVELLO COGNITIVO Disciplina: Telecomunicazioni Classe: A.S. 2014-2015 3^ AI (ITT) Docente: Codocente: Prof. Zicaro Rosario Damiano Prof. Zipoli Roberto ANALISI DELLA SITUAZIONE LIVELLO COGNITIVO La classe è formata da

Dettagli

Anno scolastico 2009/2010. Docente ANTONELLA CADDEO (Classe di concorso C300)

Anno scolastico 2009/2010. Docente ANTONELLA CADDEO (Classe di concorso C300) Classe Indirizzo Denominazione disciplina N ore /sett. Anno scolastico 2009/2010 I SEZ B Amministrazione Finanza e Marketing 2 Docente ANTONELLA CADDEO (Classe di concorso C300) PREMESSA Il computer è

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale

Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale Unione Europea Regione Sicilia Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. MARCONI EDILIZIA ELETTRONICA e

Dettagli

Documento unico di Dipartimento

Documento unico di Dipartimento I.S. STATALE Via Luigi Galvani n 5-95024 Acireale (CT) Tel/Fax 095 7633724 Documento unico di Dipartimento Dipartimento di: Informatica & Matematica Anno Scolastico: 2012/2013 Coordinatore: prof. Salvatore

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE CLASSE 4BLST DISCIPLINA: INFORMATICA E SISTEMI INSEGNANTI: NOTARANGELO MARIA BARBAGALLO SALVATORE MONTE ORE PREVISTO: (ore settimanali x 33 settimane) = 99 (di cui 66 in compresenza)

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE SCHDA D PRGRAMMAZN DLL AA DUCA DDACH Disciplina: NFRMACA GSNAL Classe: 5^A SA A.S. 2014/15 Docente: prof. Fabio orghin DFNZN DGL CMPRAMNAL Alla fine dell anno scolastico, gli alunni dovranno essere in

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "G. MARCONI" Via Milano n. 51-56025 PONTEDERA (PI)

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. MARCONI Via Milano n. 51-56025 PONTEDERA (PI) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE CLASSE: 3BIT DISCIPLINA: Sistemi e Reti - pag. 1 PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE A.S. 2014/2015 - CLASSE: 3BIT DISCIPLINA: 3BIT

Dettagli

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete Finalità delle Reti di calcolatori Le Reti Informatiche Un calcolatore isolato, anche se multiutente ha a disposizione solo le risorse locali potrà elaborare unicamente i dati dei propri utenti 2 / 44

Dettagli

CORSI DI INFORMATICA. Catalogo corsi Anno 2010/2011. www.marcopuccio.com formazione@marcopuccio.com

CORSI DI INFORMATICA. Catalogo corsi Anno 2010/2011. www.marcopuccio.com formazione@marcopuccio.com CORSI DI INFORMATICA Catalogo corsi Anno 2010/2011 www.marcopuccio.com formazione@marcopuccio.com Tipologie di corsi organizzati I corsi organizzati si suddividono in tre tipologie, ognuna studiata per

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Informatica Documentale

Informatica Documentale Informatica Documentale Ivan Scagnetto (scagnett@dimi.uniud.it) Stanza 3, Nodo Sud Dipartimento di Matematica e Informatica Via delle Scienze, n. 206 33100 Udine Tel. 0432 558451 Ricevimento: giovedì,

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE DI BARONISSI IND. TECNICO INDUSTRIALE INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI. Programmazione A. S. 2012-2013 ELETTRONICA

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE DI BARONISSI IND. TECNICO INDUSTRIALE INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI. Programmazione A. S. 2012-2013 ELETTRONICA Classi quarte 1. Reti elettriche in a. c. Periodo: settembre/ottobre novembre/dicembre ore 60 1. La funzione sinusoidale. 2. Rappresentazione vettoriale della grandezze sinusoidali. 3. I componenti passivi

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore "Enrico Mattei" Recanati ITIS Recanati: spec. Chimica Meccanica - Informatica Via Brodolini, 14-62019 Recanati (MC)

Istituto d Istruzione Superiore Enrico Mattei Recanati ITIS Recanati: spec. Chimica Meccanica - Informatica Via Brodolini, 14-62019 Recanati (MC) Istituto d Istruzione Superiore "Enrico Mattei" Recanati ITIS Recanati: spec. Chimica Meccanica - Informatica Via Brodolini, 14-62019 Recanati (MC) 071-7570504 / 071-7570005 Fax 071-7572966 www.ismatteirecanati.it

Dettagli

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA SOMMARIO Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni... 2 Lingua e Letteratura Italiana...

Dettagli

SISTEMI DI ELABORAZIONE E RETI DI COMUNICAZIONE 11 2/001.0

SISTEMI DI ELABORAZIONE E RETI DI COMUNICAZIONE 11 2/001.0 SISTEMI DI ELABORAZIONE E RETI DI COMUNICAZIONE 11 2/001.0 HARDWARE TUTTI I COMPONENTI TANGIBILI DI UN ELABORATORE UNITÀ CENTRALE MEMORIE DI MASSA PERIFERICHE DI INPUT PERIFERICHE DI OUTPUT (Processore

Dettagli

INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING

INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING Modulo propedeutico Le lezioni teoriche sono sviluppate sui seguenti argomenti: Struttura dell elaboratore: CPU,

Dettagli

Syllabus C310 - Insegnamenti disciplinari

Syllabus C310 - Insegnamenti disciplinari Syllabus C310 - Insegnamenti disciplinari Università di Verona A.A. 2014/15 e competenze generali per gli insegnamenti disciplinari Come richiesto dalla normativa di riferimento scopo degli insegnamenti

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE " VILLAGGIO DEI RAGAZZI " (MADDALONI) PIANO DI LAVORO. Anno scolastico 2005/2006

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE  VILLAGGIO DEI RAGAZZI  (MADDALONI) PIANO DI LAVORO. Anno scolastico 2005/2006 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE " VILLAGGIO DEI RAGAZZI " (MADDALONI) PIANO DI LAVORO Anno scolastico 2005/2006 Materia di insegnamento: TELECOMUNICAZIONI Ore settimanali: 3 Classe: 4^ Sezione: A Docente

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA Pagina 1 di 5 COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA AREA DISCIPLINARE : Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, articolazione Informatica.

Dettagli

ANNO SCOLASTICO: 2014-2015 DISCIPLINA: INFORMATICA CLASSE: 5 SI INDIRIZZO: SISTEMI INFORMATIVI DOCENTI: TISO EMANUELE BARBARA SECCHI

ANNO SCOLASTICO: 2014-2015 DISCIPLINA: INFORMATICA CLASSE: 5 SI INDIRIZZO: SISTEMI INFORMATIVI DOCENTI: TISO EMANUELE BARBARA SECCHI ANNO SCOLASTICO: 2014-2015 DISCIPLINA: INFORMATICA CLASSE: 5 SI INDIRIZZO: SISTEMI INFORMATIVI DOCENTI: TISO EMANUELE BARBARA SECCHI 1 2 ELENCO MODULI ARGOMENTI PRINCIPALI STRUMENTI PERIODO Base di Dati

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di Calcolatori Francesco Fontanella Il Concetto di File e la File Allocation Table La File Allocation Table (FAT) è la realizzazione fisica che

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione curriculum di base (Cl. 19)

Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione curriculum di base (Cl. 19) Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione curriculum di base (Cl. 19) Programma di Informatica Codice 37902 Prof. Camillo Bella camillo@camillobella.it camillobella@gmail.com

Dettagli

OBIETTIVI MINIMI MATEMATICA PER IL LICEO SCIENTIFICO E PER IL LICEO SCIENTIFICO INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE CLASSE I Operare con gli insiemi, operare

OBIETTIVI MINIMI MATEMATICA PER IL LICEO SCIENTIFICO E PER IL LICEO SCIENTIFICO INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE CLASSE I Operare con gli insiemi, operare OBIETTIVI MINIMI MATEMATICA PER IL LICEO SCIENTIFICO E PER IL LICEO SCIENTIFICO INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE CLASSE I Operare con gli insiemi, operare negli insiemi numerici N, Z, Q, calcolare espressioni,

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 1A A.S 2014/2015

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 1A A.S 2014/2015 Disciplina: Informatica, applicazioni gestionali Classe: 1A A.S 2014/2015 Docente: Prof. Renata Ambrosi ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 27alunni; 5 maschi e 22 femmine.

Dettagli

La rete è una componente fondamentale della

La rete è una componente fondamentale della automazioneoggi Attenti alle reti La telematica si basa prevalentemente sulle reti come mezzo di comunicazione per cui è indispensabile adottare strategie di sicurezza per difendere i sistemi di supervisione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE di INFORMATICA per COMPETENZE (Estratto verb. 2 dell 11 settembre 2014)

PROGRAMMAZIONE di INFORMATICA per COMPETENZE (Estratto verb. 2 dell 11 settembre 2014) PROGRAMMAZIONE di INFORMATICA per COMPETENZE (Estratto verb. 2 dell 11 settembre 2014) COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA CC1 imparare ad imparare; CC2 progettare; CC3 comunicare; CC4 collaborare e partecipare;

Dettagli

INFORMATICA FINALITA COMPETENZE

INFORMATICA FINALITA COMPETENZE INFORMATICA DOCENTE: CAVALLO Serena Classi: I G A.S.: 2013-2014 FINALITA L insegnamento di INFORMATICA nel primo biennio si propone di: sostenere efavorire il processo di astrazione stimolando la capacità

Dettagli

Gli obiettivi del corso sono: presentare i concetti che stanno alla base delle reti di calcolatori; analizzare il protocollo TCP/IP;

Gli obiettivi del corso sono: presentare i concetti che stanno alla base delle reti di calcolatori; analizzare il protocollo TCP/IP; Ingegneria Informatica RETI DI CALCOLATORI Domenico Talia Facoltà di Ingegneria UNICAL A.A. 2002-2003 D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 1 Reti di Calcolatori - Obiettivi Gli obiettivi del corso sono:

Dettagli

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori I n d i c e 3 Capitolo primo Informatica e calcolatori 7 Capitolo secondo La rappresentazione delle informazioni 11 2.1 La codifica dei caratteri 2.1.1 Il codice ASCII, p. 11-2.1.2 Codifiche universali,

Dettagli

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET)

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DOCENTE PROF. LUCCHI ENEA MATERIA DI INSEGNAMENTO TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE CLASSE 1 A - 1 B - 1 C Competenze di base

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Introduzione alle Reti di Calcolatori versione 1.0 del 11/03/2003 G. Mecca mecca@unibas.it Università della Basilicata Reti >> Sommario Sommario dei Concetti Elab. Client-Server

Dettagli

Internet e protocollo TCP/IP

Internet e protocollo TCP/IP Internet e protocollo TCP/IP Internet Nata dalla fusione di reti di agenzie governative americane (ARPANET) e reti di università E una rete di reti, di scala planetaria, pubblica, a commutazione di pacchetto

Dettagli

Dipartimento di informatica CONTENUTI MINIMI DI INFORMATICA E TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE

Dipartimento di informatica CONTENUTI MINIMI DI INFORMATICA E TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE CONTENUTI MINIMI DI INFORMATICA E TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE CLASSE PRIMA INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING, RELAZIONI INTERNAZIONALE PER IL MARKETING, SISTEMI INFORMATIVI SPORTIVO pag.2

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEI DOCENTI

PIANO DI LAVORO DEI DOCENTI Pag. 1 di 6 Docente: Materia insegnamento: Telecomunicazioni Dipartimento: Elettronica Classe Anno scolastico: 1 Livello di partenza (test di ingresso, livelli rilevati) Verifica formativa attuata nel

Dettagli

PROGRAMMA di INFORMATICA E LABORATORIO Classi prime Servizi Commerciali (Grafica)

PROGRAMMA di INFORMATICA E LABORATORIO Classi prime Servizi Commerciali (Grafica) Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012 PROGRAMMA di INFORMATICA E LABORATORIO Classi prime Servizi Commerciali (Grafica) INFORMAZIONE, DATI E LORO CODIFICA o Definizione di Informatica o Differenza

Dettagli

Prof.ssa Sara Michelangeli. Computer network

Prof.ssa Sara Michelangeli. Computer network Prof.ssa Sara Michelangeli Computer network Possiamo definire rete di computer (Computer network) un sistema in cui siano presenti due o più elaboratori elettronici ed i mezzi per connetterli e che consenta

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Servizio per l automazione informatica e l innovazione tecnologica

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Servizio per l automazione informatica e l innovazione tecnologica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Servizio per l automazione informatica e l innovazione tecnologica Piano Nazionale di Formazione degli Insegnanti sulle Tecnologie dell Informazione

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Tecnologie e Progettazione di Sistemi Informatici e di Telecomunicazioni Classe: 5B Informatica A.S. 2014/15 Docente: Barbara Zannol ITP: Alessandro Solazzo ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO "LEONARDO DA VINCI" - RC PROGRAMMA DI INFORMATICA A.S. 2014/15 - CLASSE: I Q - Indirizzo Scienze applicate Prof Miritello Rita

LICEO SCIENTIFICO LEONARDO DA VINCI - RC PROGRAMMA DI INFORMATICA A.S. 2014/15 - CLASSE: I Q - Indirizzo Scienze applicate Prof Miritello Rita LICEO SCIENTIFICO "LEONARDO DA VINCI" - RC PROGRAMMA DI INFORMATICA A.S. 2014/15 - CLASSE: I Q - Indirizzo Scienze applicate Modulo 1: Introduzione all informatica Fondamenti di teoria della elaborazione

Dettagli

CV di giuseppe scalzi

CV di giuseppe scalzi CV di giuseppe scalzi Iscritto il 28-12-2010 all'offerta Sviluppatori Web Senior e Junior In esame Nome completo: giuseppe scalzi Luogo: Bologna Data di nascita: 09/12/1978 Provincia: [Emilia-Romagna]

Dettagli

Che cos e una rete di calcolatori?

Che cos e una rete di calcolatori? Che cos e una rete di calcolatori? Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere lo scambio di dati Ogni calcolatore o dispositivo viene detto nodo ed è

Dettagli

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011 Paola Zamperlin Internet. Parte prima 1 Definizioni-1 Una rete di calcolatori è costituita da computer e altri

Dettagli

Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato. Traccia n 1

Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato. Traccia n 1 Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato Traccia n 1 La condivisione delle informazioni e lo sviluppo delle risorse informatiche tramite cui esse possono venire memorizzate e scambiate

Dettagli

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Reti standard Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Rete globale Internet è una rete globale di calcolatori Le connessioni fisiche (link) sono fatte in vari modi: Connessioni elettriche

Dettagli

Programma di Informatica 2007/2008

Programma di Informatica 2007/2008 Programma di Informatica 2007/2008 Prof. ssa Floris Marta Insegnante Tecnico Pratico Prof. ssa Pala Giuseppina Classe: 5 Sezione: B Programmatori Testi utilizzato: Lorenzi Agostino, Rossi Daniele BASI

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso A.A. 2005/2006 Walter Cerroni Il corso Seguito di Reti di Telecomunicazioni LA Approfondimento sui protocolli di Internet TCP/IP, protocolli di routing,

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE FERRARIS - BRUNELLESCHI EMPOLI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE FERRARIS - BRUNELLESCHI EMPOLI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE FERRARIS - BRUNELLESCHI EMPOLI Anno scolastico 2014/2015 Classe: 5^A inf Prof.ssa C. Lami Prof. S. Calugi Materia: INFORMATICA GENERALE, APPLICAZIONI TECNICO SCIENTIFICHE

Dettagli

- 1 - LINUX E le Reti. Corso Linux 2014. di Giuseppe Zingone

- 1 - LINUX E le Reti. Corso Linux 2014. di Giuseppe Zingone - 1 - LINUX E le Reti Corso Linux 2014 di Giuseppe Zingone - 2 - Cenni sulle reti Introduzione Linux e le reti vanno mano nella mano. Il kernel di Linux ha il supporto per tutti i protocolli di rete comuni

Dettagli

Sistemi informatici in ambito radiologico

Sistemi informatici in ambito radiologico Sistemi informatici in ambito radiologico Dott. Ing. Andrea Badaloni A.A. 2015 2016 Reti di elaboratori, il modello a strati e i protocolli di comunicazione e di servizio Reti di elaboratori Definizioni

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

Le Reti (gli approfondimenti a lezione)

Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Per migliorare la produttività gli utenti collegano i computer tra di loro formando delle reti al fine di condividere risorse hardware e software. 1 Una rete di

Dettagli

Il percorso formativo C: GESTIONE DELLA INFRASTUTTURA TECNOLOGICA 1

Il percorso formativo C: GESTIONE DELLA INFRASTUTTURA TECNOLOGICA 1 Il percorso formativo C: GESTIONE DELLA INFRASTUTTURA TECNOLOGICA 1 In questa area si possono identificare due possibili percorsi: Livello-C1 un percorso teso a creare una figura in grado di gestire le

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE PREMESSA GENERALE AI PROGRAMMI DI MATERIE LETTERARIE BIENNIO POST-QUALIFICA OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

Dettagli

158.110.1.3 158.110.1.2 SWITCH. 100 Mb/s (UTP cat. 5E) 158.110.1.1 158.110.3.3 158.110.3.2. 10 Mb/s SWITCH. (UTP cat. 5E) 100 Mb/s. (UTP cat.

158.110.1.3 158.110.1.2 SWITCH. 100 Mb/s (UTP cat. 5E) 158.110.1.1 158.110.3.3 158.110.3.2. 10 Mb/s SWITCH. (UTP cat. 5E) 100 Mb/s. (UTP cat. Università degli Studi di Udine Insegnamento: Reti di Calcolatori I Docente: Pier Luca Montessoro DOMANDE DI RIEPILOGO SU: - Livello network 1. Si deve suddividere la rete 173.19.0.0 in 510 subnet. Qual

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" - ALBA (CN) ANNO SCOLASTICO 2014/2015

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI - ALBA (CN) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" - ALBA (CN) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE: 1 I Disciplina: Tecnologia dell Informazi one e della Comunicazione. PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE Elaborata e

Dettagli