La vulnerabilità come opportunità XIX Congresso Internazionale IFOTES a Goteborg, Svezia, Luglio 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La vulnerabilità come opportunità XIX Congresso Internazionale IFOTES a Goteborg, Svezia, 10-14 Luglio 2013"

Transcript

1 La vulnerabilità come opportunità XIX Congresso Internazionale IFOTES a Goteborg, Svezia, Luglio 2013 Sede: The Swedish Exhibition and Congress Centre

2 2 Organizzatori

3 CONTENUTI CONTENUTI Saluti 4-7 Programmazione 8 Informazioni importanti 9 Patrocini e sostegni Istituzionali 10 Relatori e conduttori di workshop TEMA 13 Programma Comitato Organizzatore 16 PROGRAMMA SCIENTIFICO Orari, sede, relatori : sessioni plenarie e parallele : workshops PROGRAMMA SOCIALE Informazioni generali Organizzatori: IFOTES e TES Sweden 65 Mappa del centro congressi 67 3

4 BENVENUTO TES Svezia - Ospita il XIX Congresso IFOTES 2013 a Goteborg TES Svezia ha il piacere, insieme a IFOTES (The International Federation of Telephone Emergency Services) di invitarvi al Congresso Internazionale a Goteborg. Dal 1962 i volontari dei servizi di emergenza telefonica di diverse parti del mondo si incontrano regolarmente per condividere le esperienze. Dal 1967 uno dei luoghi della condivisione è IFOTES. TES Svezia TES Svezia è un organizzazione-ombrello per le help-line in Svezia. TES Svezia è stata fondata nel 1965 con il nome di Consiglio Svedese del counseling telefonico. TES Svezia è membro di IFOTES dal TES Svezia è un organizzazione cui aderiscono help-line per l emergenza telefonica composte sia di volontari che di professionisti. I membri sono help-line gestite dalla Croce Rossa e dalla Chiesa di Svezia. Ne fa parte anche SPES - helpline per la prevenzione del suicidio. Dal 10 al 14 luglio 2013 vi diamo il benvenuto al 19 Congresso IFOTES. Il Congresso è un occasione per condividere, apprendere, esplorare e formarsi. Il Congresso ci mette in contatto e ci offre l opportunità di sviluppare le nostre competenze e fare nuove amicizie. Ci aspettiamo volontari da più di 20 Paesi. Molte persone si affidano al lavoro per tutelare la vita che i servizi di emergenza telefonica e le help-line offrono. Benvenuti a Gotenborg e a questo incontro dove potremo esplorare insieme il significato di Vulnerabilità. Siamo tutti vulnerabili perché è parte della condizione di essere umano. Perciò questo tema ci riguarda tutti. Come si può comprendere la vulnerabilità e imparare a relazionarcisi? Vulnerabilità come sfida Monica Eckerdal Per TES in Sweden 4

5 BENVENUTO Introduzione del Presidente IFOTES La vulnerabilità come sfida Il mito dell invulnerabilità Essere vulnerabili è la nostra condizione in ogni momento della vita. Non è una novità che sin dall inizio dei tempi il desiderio della specie umana è di essere invulnerabile. Molti racconti del mito ne parlano, come la Saga dei Nibelunghi, dove un giovane Sigfrido nel fiore degli anni affronta molte avventurose sfide. Tra le altre sconfigge un drago nel cui sangue si bagna. Il sangue che gli ricopre la pelle lo rende invincibile, eccetto che in un punto tra le scapole dove una foglia cade e si posa mentre lui si bagna. Quando Sigfrido scosta la spada dalla spalla per bere a una fonte dopo una festa, viene colpito da una lancia esattamente in quel punto. Qualcosa di simile è narrato nell antico mito greco dell invulnerabile Achille che è colpito a morte nell unico punto vulnerabile del suo invincibile corpo: il suo tallone destro. Siamo tutti vulnerabili La soglia della vulnerabilità mentale è misurata sul livello di disordine psichico dell individuo e sulle sue capacità di gestione dello stress. La vulnerabilità mentale, e così il rischio di essere emotivamente vulnerabili, ha le sue origini, tra gli altri fattori, nelle strutture di potere sociale e politico, nel limitato accesso alle risorse, nella mancanza di strategie di gestione interiori, nella incapacità di superare crisi e conflitti, in schemi disfunzionali di relazione, così come in situazioni di malattia e di lutto. I tentativi degli esseri umani di eludere la vulnerabilità I volontari impegnati nelle helplines grazie all esperienza acquista nei numerosi contatti sanno che per eludere la vulnerabilità esistono due tipici approcci, che tuttavia alla fine conducono sempre a uno stato di crisi: 1. Le persone tentano di ignorare la vulnerabilità della propria esistenza. La vulnerabilità sembra non esistere perché la propria vita è protetta, controllata e organizzata il più possibile. Condizioni emozionali come il fallimento, la delusione, la vergogna e la fallibilità vengono ignorate o evitate, tenute il più possibile lontano dalla vita privata e dal lavoro e sono ammortizzate attraverso tutta una serie di idealizzazioni. 2. All opposto, altre persone si sentono perennemente vulnerabili e indifese di fronte a fattori spiacevoli e negativi che incontrano nel loro lavoro o nella loro vita di relazione. Queste persone si sentono sempre deboli quando si trovano di fronte a situazioni o persone difficili. Si sentono in balia degli altri e degli eventi a causa del senso di vulnerabilità onnipresente nel loro atteggiamento mentale. In entrambi i casi la vulnerabilità rappresenta una minaccia che deve essere scongiurata, ma che alla fine comunque non si può eliminare. Tutti gli sforzi per la conservazione o la stagnazione conducono prima o poi a improvvisi collassamenti. 5

6 BENVENUTO È possibile che l imprevisto rappresenti un tesoro? D altra parte la consapevolezza della vulnerabilità come capacità di accogliere l imprevisto vale un tesoro: colui o colei che è capace di integrare la vulnerabilità come parte della propria esistenza può sviluppare la creatività, il calore umano, l empatia e l apprezzamento, perché niente è più lasciato al bisogno di essere anestetizzato, nascosto o impedito. Si diventa capaci di tracciare le possibilità e i limiti della propria vita. Il congresso 2013: finalità e auspici Questa sfida sarà il focus del 19 congresso IFOTES a Goteborg, assieme alla questione di quale attitudine interiore, quali valori e condizioni emotive, ma anche quali strumenti permettono l accettazione della vulnerabilità. È mio auspicio che riusciremo a guadagnare una positiva influenza sulla nostra capacità di resilienza attraverso un processo di apprendimento individuale e collettivo. A questo punto ringrazio il Comitato Scientifico e il Comitato di Pilotaggio per la loro collaborazione e il loro impegno, e soprattutto la congress manager Monica Eckerdal e i partner svedesi della helpline Kyrkans Jourtjänst per l efficiente e professionale preparazione del congresso di Goteborg. Dr. Stefan Schumacher Presidente IFOTES 6

7 BENVENUTO Saluti dall Arcivescovo di Uppsala Essere o meno accolti con un benvenuto fa una grande differenza. Un benvenuto è anche riconoscimento, un segnale che ti vedo e che ci siamo entrambi. Grazie alla nostra esperienza nel counseling telefonico sappiamo che le nostre società espellono, non accolgono i doni di tanti e non si concedono il tempo per un ascolto attento. Nelle moderne società privatizzate la varietà degli stili di vita e la relativa alienazione sia dalla vita sociale sia da quella della congregazione fanno del servizio anonimo del counseling telefonico e delle diverse help-line l unico modo per le persone per entrare in contatto con altre persone esperte ed equilibrate. Ciò rafforza ulteriormente l importanza del vostro lavoro! A nome della Chiesa di Svezia vi do un caro benvenuto a questo congresso! Cordialmente, Anders Wejryd, Arcivescovo di Uppsala Saluti da Per Eckerdal, Vescovo di Goteborg Cari partecipanti al Congresso IFOTES! Nessuno è un isola. Noi tutti dipendiamo dagli altri in quanto esseri umani. Nessun mezzo può essere risparmiato per far sì che chi si trova in difficoltà entri in contatto con un altra persona al momento giusto. Le linee di emergenza telefonica offrono l opportunità a donne e uomini in difficoltà di trovare un altro essere umano desideroso di ascoltarli. Nel dono dell ascolto dimora il potere di offrire sostegno, di rendere più forte ogni uomo o donna vulnerabile. Ringrazio Dio per le linee di emergenza telefonica e per tutti i volontari ed i professionisti che vi operano! Benvenuti nella nostra città. Dio benedica voi e il vostro congresso! Cordialmente, Per Eckerdal, Vescovo di Goteborg 7

8 18:00

9 INFORMAZIONI IMPORTANTI Registrazione Centro congressi, Mässans gata 8, Göteborg (a Korsvägen) Mercoledì 10 Luglio, 14:00-18:00. Il banco per le registrazioni è dislocato nel foyer del Centro Congressi, entrata 8. Il banco delle registrazioni sarà aperto ogni giorno negli orari delle attività congressuali. Interpretariato Tutte le relazioni in plenaria saranno simultaneamente tradotte nelle sei lingue congressuali, le relazioni parallele in una o due altre lingue. Gli auricolari per le traduzioni saranno disponibili gratuitamente a richiesta. Tuttavia, quando riceverete gli auricolari dovrete firmare un documento di ricevuta in cui vi assumete la responsabilità per il rimborso in caso di perdita o danneggiamento dell apparecchiatura (SEK 2.500). Il modulo è accluso al materiale che vi è stato consegnato con il badge e i biglietti. Sede congressuale dislocazione delle sale Tutte le relazioni e i workshop si terranno al Centro Congressi. Per informazioni sulla dislocazione delle sale di lavoro consultate la mappa in fondo al libretto. L iscrizione al congresso comprende L ingresso alle sessioni scientifiche e ai workshop La documentazione congressuale La Cerimonia di apertura alla Goteborg Opera House Coffee break quotidiani Pasti e coffee break I coffee break sono inclusi nella registrazione e saranno serviti a metà mattina e a metà pomeriggio. L acqua è sempre disponibile all interno del Centro Congressi e potete anche bere acqua di rubinetto che in Svezia è molto pura. Ci sono diversi ristoranti all interno dell edificio e anche molti ristoranti e caffè a pochi minuti di cammino dal Centro Congressi. C è anche un negozio di alimentari (ICA Focus) dove poter acquistare insalate, panini, ecc. Internet e punto informativo Saranno accessibili nel foyer del Centro Congressi. Badge col nome Tutti i partecipanti riceveranno un badge identificativo al momento della registrazione; siete cortesemente pregati di indossare il badge durante tutto il congresso. Attestato di partecipazione Ai partecipanti che ne faranno richiesta un attestato di partecipazione verrà inviato al termine del congresso. Assicurazione Il Comitato organizzatore del congresso non si assume alcuna responsabilità per danni che dovessero occorrere ai partecipanti, o per la perdita o il danneggiamento di oggetti personali. Stanza del Silenzio Coloro che desiderassero trascorrere alcuni momenti in silenzio e fuori dalla frenesia congressuale potranno accedere alla Stanza del Silenzio, che sarà aperta durante tutto il congresso nelle ore di attività congressuale. Se desiderate organizzare o invitare altre persone per pregare al mattino o a metà giornata, per favore fate la vostra prenotazione al banco di registrazione. Servizio di ascolto Un servizio di ascolto sarà disponibile in tutte le lingue del congresso. Per prenotare per favore contattate il banco registrazioni che fisserà l appuntamento. Il servizio sarà disponibile in una stanza riservata per un tempo individuale di minuti. Divieto di fumare Non è ammesso fumare all interno del Centro Congressi, ma è possibile farlo sulla terrazza accessibile dal foyer del Centro Congressi. Numero per le emergenze Il numero è il

10 ORGANIZZAZIONI DI SUPPORTO E CO-SPONSOR Organizzazioni di supporto Co-sponsor Sponsor La Chiesa di Svezia a Goteborg, la Diocesi di Goteborg e il Consiglio Nazionale della Chiesa di Svezia Ulteriori ringraziamenti Diocesi di Härnösand Diocesi di Luleå Diocesi di Lund Diocesi di Skara Diocesi di Stockholm Diocesi di Uppsala Diocesi di Visby Diocesi di Växjö Panificio Jerkstrands Wallenstam 10

11 SPECIALI RINGRAZIAMENTI Tutti i relatori e conduttori di workshop citati di seguito hanno accettato di condividere i propri saperi e di offrire le proprie competenze gratuitamente. Siamo loro molto grati per il prezioso e generoso impegno e la disponibilità dimostrata. Relatori Patricia Cartes, UK & Ireland Magda Cserhalmi, Hungary Barbro Curman, Sweden Eva Erlandsson, Sweden Barbara Gindl, Switzerland Ted Harris, Sweden Ad Kerkhof, The Netherlands Jaap Knevel, Sweden Birgit Knatz, Germany Alma Koren, Sweden David Koren, Israel Liv Larsson, Sweden Mark Milton, Switzerland Lucia Moukhtar, Hungary Andreas Muller-Cyran, Germany Philippe Pozzo di Borgo, France Daniel Ramirez, France Satu Raappana-Jokinen, Finland Salvatore Ivan Raffaele, Italy Jean-Francois Roche, France Susanne Rolfner Suvanto, Sweden Diana Rucli, Italy Kay Rung, Sweden Juan Sánchez Porras, Spain Stefan Schumacher, Germany Clemens Sedmak, Austria Klara Szabone Kallai, Hungary Jörgen Tranberg, Sweden Pepè Verdino, Italy Kathrin Aprile von Hohenstaufen Puoti, Italy Paul Erik Wirgenes, Sweden Conduttori di Workshop Jan Arhusiander, Sweden Cornelie Breu, Germany Monica Cederholm, Sweden Alfonso Echávarri Gorrico, Spain Bo Erlandsson, Sweden Frank Ertel, Germany Alexander Fischhold, Germany Paula Fuentes Cantero, Spain Ulrike Glade, Austria Ute Hansberg, Germany Jula Heckel-Korsten, Germany Nanne Hessel, Sweden Michael Hillenkamp, Germany Lene Hopland Bergset, Norway Anci Hjulström, Sweden Bettina Irschl, Germany Marie-Christine Jacque, Belgium Johann Jung, France Werner Korsten, Germany Yael Liebkind, Switzerland Ulf Lindgren, Sweden Jan Mallmann-Kallenberg, Germany Olaf Meier, Germany Eladio Morales Hernandez, Spain Lucia Moukhtar, Hungary Edgar Müller, Germany Uwe Müller, Germany Kajsa Nordström, Sweden Monica Petra, Italy Michael Probst-Neumann, Germany Salvatore Ivan Raffaele, Italy Barbara Rode, Germany Imran Sagir, Germany Barbara Schoepf, Germany Norbert Schoepf, Germany Grégorie Silke, Germany Gudrun Steinmann, Germany Christine Salkeld, Switzerland Ulrike Zeller, Germany 11

12 RINGRAZIAMENTI I nostri ringraziamenti di cuore vanno a tutti coloro che negli ultimi tre anni hanno contribuito con il loro supporto e assistenza all organizzazione del congresso in numerosi modi, alle organizzazioni di professionisti ma soprattutto ai volontari, senza i quali questo congresso non avrebbe potuto realizzarsi. Un ringraziamento particolare a: Marlies Matejka in Austria, Jean-Francois Roche in Francia, Monica Petra e la segreteria di IFOTES in Italia, Alfonso Echavarri Gorrico in Spagna e tutti i volontari e i colleghi in Germania, Francia, Spagna, Italia e Svezia per la traduzione dei testi nelle 6 lingue del congresso. Gabriele Wennemer, Iris Nau, Mike Morandin, Uta Classen, Oretta Bandettini, Marie- Noelle Michaelis, Mary Topley, Daniel Waissbein, Angelika Schwarz, Ralph Aurand, Brigitte Schneider, Kate Vanovitch, Alessandra Bonatti e tutti gli interpreti professionali che fanno le traduzioni simultanee gratuitamente nei congressi di IFOTES. Suzanne Rolfner-Suvanto, moderatrice per il primo giorno di lavori congressuali Simon Ljungman e Anki Hjulströms per il loro lavoro sul programma all Opera House a alla Cerimonia di Benvenuto. Sten Källman, Göteborgs Ungdomskör (Coro Giovanile) e Anne Johansson per il loro lavoro per la Cerimonia di Benvenuto. I danzatori del Folkdanslaget Näverluren från Svenska Folkdansringen, Göteborg (Danzatori Folk del circolo di danza svedese Näverluren di Goteborg) La casa di produzione cinematografica Gaumont (Francia) per aver concesso l utilizzo di alcuni estratti dal film Intouchables, e Luca Miniero (Italia) per il corto Piccole cose di valore non quantificabile. I moderatori delle sessioni paralellele: Alfred Kirschfink, Fredrik Brosché, Herman Drenth, Ulrike Atkins, Jean-Francois Roche, Marie-Luise Matejka, Eva Brandisz, Monica Cederholm, Marie-France Cano, Ulf Lindgren, Annemarie Grether, Monica Petra, Alfonso Echávarri Gorrico. Miguel Angel Echávarri e Franziska Ertel per il loro lavoro volontario a supporto della segreteria IFOTES durante il congresso. 12

13 TEMA La Vulnerabilità come opportunità La VULNERABILITA è il luogo di nascita del cambiamento; di più, è il luogo di nascita di gioia, creatività, appartenenza e amore! Eppure, la vulnerabilità per molte persone è collegata a dolore, afflizione, vergogna ed esperienze da evitare. Per questa ragione la vulnerabilità può essere considerata un argomento stimolante per tutti gli esseri umani ed un tema interessante da affrontare nel contesto delle help-line, dove si incontrano numerose vulnerabilità: quelle di chi chiama, di chi ascolta, dell Organizzazione e della stessa comunicazione! La nostra vita è accompagnata dallo sforzo di smentire la nostra vulnerabilità. Siamo la più istruita, assicurata e protetta società di sempre eppure in ogni momento percepiamo pericoli per la nostra integrità fisica, mentale ed emotiva. Nei momenti di difficoltà, proviamo ad intorpidire la vulnerabilità paralizzando le emozioni forti, attraverso la finzione, la protezione e provando a rendere le cose sicure o perfette. Questo indebolisce la nostra salute emozionale. È tutto un problema di paura e vergogna e di battaglia contro l inutilità. Se impariamo ad affrontare la vulnerabilità invece di smentirla, essa diverrà una risorsa conducendoci alla creatività e all essere in contatto con noi stessi: così possiamo sentirci connessi, mostrarci nel modo in cui siamo, amare con tutto il cuore, sperimentare la gratitudine e la gioia e credere davvero che Sono abbastanza. È questo quanto scoperto da molte ricerche scientifiche. Al XIX congresso IFOTES a Goteborg ci concentreremo sulla VULNERABILITA COME RISORSA. Essendo consapevoli della nostra vulnerabilità, possiamo rafforzare la nostra resilienza. Vi invitiamo a sperimentare, ascoltare e discutere le diverse alternative per portare cambiamenti positivi nel nostro atteggiamento nei confronti della vulnerabilità. Le help-line affrontano regolarmente la vulnerabilità intesa come una sfida e un opportunità positiva per migliorare la consapevolezza delle alternative di vita disponibili sia per chi chiama che per chi ascolta e per la stessa organizzazione dei TES. Non sono solo gli individui a doversi infatti confrontare con la vulnerabilità, ma anche le organizzazioni e l intera società. Il congresso si concentrerà su quattro dimensioni: 1. Affrontare l imprevisto - Apprendere attraverso l ascolto e la condivisione questa dimensione invita a entrare maggiormente in contatto con i diversi aspetti della vulnerabilità, ad apprendere dalle ricerche e dagli studi più recenti, ma anche a entrare in relazione con le nostre parti più vulnerabili ed essere più attenti e sensibili a quelle degli altri. 2. Sentirsi fragile - Imparare attraverso l esperienza questa prospettiva si concentra sulle diverse forme e manifestazioni della vulnerabilità, come viene percepita e espressa dai nostri sensi, emozioni e linguaggio del corpo. 3. Scoprire un tesoro - Imparare attraverso la pratica questa parte offre competenze pratiche e esercizi su come accorgersi della vulnerabilità, come gestirla e trasformarla con le nostre capacità. 4. Abbracciare la vita - Imparare attraverso l empatia l ultima dimensione è dedicata alla capacità di affrontare l inaspettato come una risorsa potente che ci conduce a considerare la vulnerabilità come un opportunità, un tesoro, per lo sviluppo personale e la fiducia in se stessi, e una fonte per rinforzare i sentimenti di compassione e solidarietà, attraverso l espressione autentica di empatia. 13

14 PROGRAMMA MERCOLEDI, 10 Luglio Registrazioni al Swedish Exhibition and Congress Centre (Svenska Mässan), Mässans gata 8 - Foyer del Centro Congressi Cerimonia di Benvenuto alla Goteborg Opera House GIOVEDI, 11 Luglio Affrontare l inatteso Apprendere dall ascolto e dalla condivisione Cerimonia di apertura Benvenuto di IFOTES e TES Sweden Sessione Plenaria P1 - Il potere della vulnerabilità, Clemens Sedmak Coffee break P2 - La vulnerabilità nelle situazioni di grave malattia, Kathrin Aprile von Hohenstaufen Puoti Pausa pranzo P3 - Auto-Aiuto Online/Il supporto telefonico per la preoccupazione suicidaria, Ad Kerkhof Coffee break P4 - Vulnerabilità e resilienza: Il paradosso del cambiamento, Lucia Moukhtar IFOTES incontra i Presidenti delle Federazioni VENERDI, 12 Luglio Sentirsi fragili Apprendere dal esperienza Relazioni parallele A1 - Storie come specchio, Klara Szabane Kallai Il guaritore ferito Risonanza emozionale e compassione come opportunità di trasformazione, Barbara Gindl A2 - Trauma, perdita e crescita traumatica, Paul Erik Wirgenes A3 - La preoccupazione suicidaria, Ad Kerkhof Relazioni parallele B1 Supporto psicosociale dopo una morte mprovvisa, Andreas Müller-Cyran B2 Segreti che feriscono, Magda Cserhalmi B3 Autostima, Clemens Sedmak 14

15 PROGRAMMA Workshop e coffee break inclusi Coffee break IFOTES Assemblea Generale Prima sessione (solo per i delegati) Bus all esterno dell ingresso 8 con trasferta al porto per l escursione in barca Programma Sociale Escursione in barca nell arcipelago No 1 alle con cena No. 2 alle senza cena No. 3 alle senza cena Escursione in autobus all isola di Marstrand e al Carlsten Fort alle (gli autobus preleveranno i partecipanti all esterno dell ingresso 8 del Centro Congressi) SABATO, 13 Luglio Scoprire un Tesoro Apprendere dalla pratica Relazioni parallele C1 - Vivere o sopravvivere? L amore oltre la morte, Barbro Curman La comunicazione non violenta come via per la resilienza, Liv Larsson - Kay Rung C2 - Piccole cose di valore non quantificabile (film di Luca Miniero), Diana Rucli Come la vulnerabilità è comunicata nei Social Network, Patricia Cartes C3 - Strumenti per un percorso dalla vulnerabilità alla resilienza, Stefan Schumacher Workshop e coffee break inclusi Coffee break Relazioni parallele D1 - Le sensazioni del corpo e il senso di sicurezza, Jörgen Tranberg D2 - Puoi parlare di cose come questa? (Voci dalla vita sulla morte), Eva Erlandsson - Jaap Knevel D3 - Vulnerabile sensibile coraggioso, Birgit Knatz Pausa pranzo IFOTES Assemblea Generale Seconda sessione (solo per i delegati) Relazioni parallele E1 - La vulnerabilità della famiglia in Europa come opportunità, Juan Sánchez Porras Internal Family System (IFS) un approccio che promuove l autonomia del cliente e la sua auto-consapevolezza, Mark Milton E2 - Il corpo e l anima: una via per comprenderle, Jörgen Tranberg 15

16 PROGRAMMA E3 - Puoi parlare di cose come questa? (Voci dalla vita sulla morte), Eva Erlandsson - Jaap Knevel Workshop e coffee break inclusi Coffee break Relazioni parallele F1 - L arte di vivere interiormente, Ted Harris F2 - Prevedere l inatteso: etica della vulnerabilità e spazio della parola, Daniel Ramirez F3 - SELMA programma di auto-aiuto per le crisi da trauma, Satu Raappana-Jokinen La Help-line di ERAN per i sopravvissuti all Olocausto, David Koren Servizio interreligioso nella Cattedrale di Goteborg (Göteborgs Domkyrka) Cena conclusiva al Restaurant Valand, Vasagatan 41. DOMENICA, 14 Luglio Abbracciare la vita Apprendere dall empatia P5 - I confini della vulnerabilità Fragilità e possibilità in nuovi territori di speranza, Salvatore Ivan Raffaele P6 - La forza della debolezza, Philippe Pozzo di Borgo Coffee break Momenti clou del congresso (video), Pepè Verdino Cerimonia di chiusura, Organizzatori e Alma Koren Comitato organizzatore Comitato di pilotaggio Stefan Schumacher, Presidente IFOTES Fred Kirschfink IFOTES Diana Rucli IFOTES Monica Eckerdal, Kyrkans Jourtjänst/TES in Sweden Lars-Åke Johansson, Kyrkans Jourtjänst/ TES in Sweden Comitato Scientifico Herman Drenth, Paesi Bassi Jean-Fancois Roche, Francia Eva Brandisz, Ungheria Fredrik Brosché, Svezia Monica Cederholm, Svezia Herman Hallonsten, Svezia Congress Management Diana Rucli, Coordinatore del Congresso, IFOTES Monica Eckerdal, Kyrkans Jourtjänst/TES in Sweden 16

17 PROGRAMMA SCIENTIFICO GIOVEDI, 11 Luglio Affrontare l inatteso Apprendere dall ascolto e dalla condivisione CODICE TITOLO RELATORE SALA LINGUA MODERATORE Cerimonia di apertura Stefan Schumacher Congress Hall Tutte le lingue Susanne Rolfner Monica Eckerdal Suvanto Plenaria P1 Il potere della vulnerabilità Clemens Sedmak Congress Hall Tutte le lingue Susanne Rolfner Suvanto Plenaria P2 La vulnerabilità nelle situazioni Kathrin Aprile von Congress Hall Tutte le lingue Susanne Rolfner di grave malattia Hohenstaufen Puoti Suvanto Plenaria P3 Auto-aiuto online / Il supporto Ad Kerkhof Congress Hall Tutte le lingue Susanne Rolfner telefonico per la preoccupazione Suvanto suicidaria Plenaria P4 Vulnerabilità e resilienza: Lucia Moukhtar Congress Hall Tutte le lingue Susanne Rolfner il paradosso del cambiamento Suvanto VENERDI, 12 Luglio Sentirsi fragili Apprendere dall esperienza Conferences Paralleles A1 Tale as a mirror Klara Szabone G3 G, F Alfred Kirschfink Kallai The Wounded Healer Barbara Gindl G3 G, F Alfred Kirschfink Emotional Resonance and Compassion as a chance for transformation A2 Trauma, perdita e crescita Paul Erik Wirgenes H2 E, I, Sp Fredrik Brosché traumatica A3 Engaging with suicidal Ad Kerkhof G2 E Herman Drenth worriers Workshops WKE01 Vulnerability is the key to love Monica Cederholm R31 E within family systems & Jan Arhusiander WKE02 Psychodynamic Movement and Lucia Moukhtar J2 E Dance Therapy Workshop WKEF01 Penserl écouteparledialogue- Yael Liebkind R24 E, F philospique encommunautéderecherche Think and listen through philosophical dialogue in interactive group research WKF01 L écoute, remède à la précarité? Marie-Christine R2 F Jacques 17

18 PROGRAMMA SCIENTIFICO CODICE TITOLO RELATORE SALA LINGUA MODERATORE WKEG01 Presentation of IFOTES Training: Bettina Irschl & J1 E, G Transforming aggression into Alexander Fischhold balanced emotions Vortrag vom IFOTES training: Aggressionen in ausgeglichene Emotionen umwandeln WKG01 Sinnlich metaphorische Michael Hillenkamp R23 G Kommunikation mehrsehen, mehrspüren, mehrwahrnehmen. Eine Chance zu Wachstum und Begegnung WKG02 Verwundbarkeit als christliches Jula Heckel-Korsten H1 G Lebenskonzept & Werner Korsten WKG03 Lust und Last von Veränderung Olaf Meier R25 G WKI01 multipli: tra vecchie Salvatore Ivan R22 I e nuove tecnologie Raffaele WKS01 Formación en abordaje de crisis Alfonso Echávarri R21 Sp suicidas por teléfono Gorricho WKSw01 Kommunikation, Kroppsspråk Anci Hjulström G1 Sv och Den Personliga Rösten Relazioni parallele B1 Supporto psicosociale dopo Andreas Müller-Cyran G3 G, I Ulrike Atkins una morte improvvisa B2 Wounding secrets Magda Cserhalmi H2 E, F, Sp Jean-Francois Roche B3 Self-esteem Clemens Sedmak G2 G Marie-Luise Matejka SABATO, 13 Luglio Scoprire un tesoro Apprendere dalla pratica Relazioni parallele C1 Vivre ou survivre? Barbro Curman G3 E, G, F Fredrik Brosché Aimer au-delà de la mort Communication non violente: Liv Larsson & G3 E, G, F Fredrik Brosché un chemin de résilience Kay Rung C2 Piccole cose di valore non Diana Rucli H2 E, I, Sp Eva Brandisz quantificabile (film di Luca Miniero) Come la vulnerabilità è Patricia Cartes H2 E, I, Sp Eva Brandisz comunicata nei Social Network C3 Tools for pathway from Stefan Schumacher G2 G Ulrike Atkins vulnerability to resilience Workshops WKE03 Communication, Body language Anci Hjulström J2 E and The Personal Voice 18

19 PROGRAMMA SCIENTIFICO CODICE TITOLO RELATORE SALA LINGUA MODERATORE WKF02 Identité et vulnerabilité. Johann Jung G1 F Ou comment l identité tires a force de sa fragilité WKEG02 Non violent communication Jan Mallmann- J1 E, G (NVC) inhelplines Kallenberg Gewaltfreie Kommunikation (GFK) in der telefonseelsorge WKG04 Befähigt zur Hilfe durch Grégorie Silke R31 G eigene Verwundbarkeit und Krisenbewältigung WKG05 Hochsensibilität kann Barbara & Norbert R2 G dieses Konzept zum Verständnis Schoepf schwieriger Gespräche und Situationen beitragen? WKG06 Aus dem Drama aussteigen: den Michael H1 G freien Platz finden Hillenkamp WKG11 Angesichts des geschaedigten Michael Probst- R23 G Lebens Neumann (bibliodramatische Arbeit) TRE01 Tools for crisis: pathway from Lene Hopland R21 E vulnerability to resilience Bergset TRF02 Outils pour la crise: chemin Ulf Lindgren R22 F de la vulnérabilité à la résilience TRG03 Krisenwerkzeuge: Wegstrecken Ulrike Zeller R23 G von Verwundbarkeit zu Resilienz TRG03 Krisenwerkzeuge: Wegstrecken Frank Ertel R24 G von Verwundbarkeit zu Resilienz TRG03 Krisenwerkzeuge: Wegstrecken Ulrike Glade R25 G von Verwundbarkeit zu Resilienz TRG03 Krisenwerkzeuge: Wegstrecken Christine Salkeld R26 G von Verwundbarkeit zu Resilienz TRI04 Strumenti per la crisi: il percorso Monica Petra R4 I dalla vulnerabilità alla resilienza TRS05 Herramientas para la crisis: Eladio Morales R5 Sp el camino de la vulnerabilidad Hernandez & Paula a la resiliencia Fuentes Cantero TRSw06 Verktyg vid kris vägar Bo Erlandsson R6 Sv från sårbarhet till motståndskraft Relazioni parallele D1 Le sensazioni del corpo e il Jörgen Tranberg G3 E, G, I Herman Drenth senso di sicurezza D2 Can you talk about things Eva Erlandsson & H2 E, F, Sp Monica Cederholm like that? (Voices from life Jaap Knevel about death) D3 Vulnerable touchable Birgit Knatz G2 G Marie-Luise Matejka courageous 19

20 PROGRAMMA SCIENTIFICO CODICE TITOLO RELATORE SALA LINGUA MODERATORE Relazioni parallele E1 The vulnerability of the family Juan Sánchez Porras G3 E, F, Sp Eva Brandisz in Europe as an opportunity Internal Family System (IFS) Mark Milton G3 E, F, Sp Eva Brandisz An approach which empowers the clients autonomy and self-awareness E2 Il corpo e l anima: una via Jörgen Tranberg H2 E, G, I Herman Drenth per comprenderle E3 Can you talk about things Eva Erlandsson & G2 G Alfred Kirschfink like that? (Voices from life Jaap Knevel about death) Relazioni parallele F1 The art of inward living Ted Harris G3 E, G, Sp Monica Cederholm F2 Prevedere l inatteso: Daniel Ramirez H2 F, G, I Marie-France Cano Etica della vulnerabilità e spazio della parola F3 SELMA - Self-Help programme Satu G2 E Alfred Kirschfink for traumatic crises Raappana-Jokinen ERAN Helpline for David Koren G2 E Alfred Kirschfink Holocaust Survivors Workshops WKE04 Storytelling as a healing art Kajsa Nordstöm H1 E WKEG03a Co-housing an idea - Edgar Müller & J1 E Travel through Europe and visit Gudrun Steinmann colleagues or have colleagues to stay WKEG03b Die Idee von Co-housing Edgar Müller & J1 G - Durch Europa reisen und Gudrun Steinmann KollegInnen treffen oder Kolleginnen bei sich zu Gast haben WKG07 Angst vor dem sterben Nanne Hessel R31 G Angst vor dem leben WKG08 Im Selbstportrait mir Cornelie Breu G1 G Selbst begegnen WKG09 Verletzlichkeit als Uwe Müller & J2 G Herausforderung: die innere Imran Sagir Landkarteder Verletzlichkeit WKG10 Auf in das Meer unserer Ute Hansberg & R2 G Möglichkeiten Barbara Rode WKG11 Angesichts des geschaedigten Michael Probst- R23 G Lebens (bibliodramatische Neumann Arbeit) TRE01 Tools for crisis: pathway from Lene Hopland R21 E vulnerability to resilience Bergset TRF02 Outils pour la crise: chemin de la Ulf Lindgren R22 F vulnérabilité à la résilience 20

English-Medium Instruction: un indagine

English-Medium Instruction: un indagine English-Medium Instruction: un indagine Marta Guarda Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL) Un indagine su EMI presso Unipd Indagine spedita a tutti i docenti dell università nella fase

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Malattia inguaribile e adesso?

Malattia inguaribile e adesso? Malattia inguaribile e adesso? Quando si è colpiti da una grave malattia che non concede speranze di guarigione, sorgono inevitabilmente molte domande difficili e importanti: > Quanto tempo mi rimane?

Dettagli

DEFUSING, DEBRIEFING e STRESS INOCULATION TRAINING

DEFUSING, DEBRIEFING e STRESS INOCULATION TRAINING DEFUSING, DEBRIEFING e STRESS INOCULATION TRAINING DEFUSING E una tecnica di pronto soccorso emotivo, si tratta di un intervento breve(20-40 minuti) che viene organizzato per le persone (6-8) che hanno

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Tre

U Corso di italiano, Lezione Tre 1 U Corso di italiano, Lezione Tre U Ciao Paola, come va? M Hi Paola, how are you? U Ciao Paola, come va? D Benissimo, grazie, e tu? F Very well, thank you, and you? D Benissimo, grazie, e tu? U Buongiorno

Dettagli

SSEP Il Servizio di Supporto nell Emergenza Psicosociale In Croce Rossa

SSEP Il Servizio di Supporto nell Emergenza Psicosociale In Croce Rossa SSEP Il Servizio di Supporto nell Emergenza Psicosociale In Croce Rossa Il Servizio di Psicologia SSEP: Squadre di Soccorso per l Emergenza Psicologica Servizio di Supporto per l Emergenza Psicosociale

Dettagli

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro La capacità di comunicare e di negoziare è il principale

Dettagli

Iscrizioni aperte alla II edizione del corso COACH PROFESSIONISTA

Iscrizioni aperte alla II edizione del corso COACH PROFESSIONISTA TRAINING COUNSELING & COACHING ---------------------------------------------------------------------------------------------------- Iscrizioni aperte alla II edizione del corso COACH PROFESSIONISTA RICONOSCIUTO

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

Sono i disturbi mentali parte della vostra vita?

Sono i disturbi mentali parte della vostra vita? Is mental illness a part of your life? Sono i disturbi mentali parte della vostra vita? Possiamo aiutarvi Questa è la versione in italiano. Quest opuscolo è disponibile anche in altre lingue. Interpreter

Dettagli

Questo libro affronta in modo pratico e diretto le quaranta regole fondamentali da seguire per costruire un buon rapporto di aiuto.

Questo libro affronta in modo pratico e diretto le quaranta regole fondamentali da seguire per costruire un buon rapporto di aiuto. GUIDA AL COUNSELING. In 40 regole fondamentali cosa fare e non fare per costruire un buon rapporto d aiuto di Scott T. Meier e Susan R. Davis - Franco Angeli, 1994 Recensione a cura di MONICA MILANI Questo

Dettagli

Conferenza annuale per la salute mentale Brescia, lunedì 16 dicembre 2013 L esperienza degli UFE nel Dipartimento di salute mentale di Trento

Conferenza annuale per la salute mentale Brescia, lunedì 16 dicembre 2013 L esperienza degli UFE nel Dipartimento di salute mentale di Trento Conferenza annuale per la salute mentale Brescia, lunedì 16 dicembre 2013 L esperienza degli UFE nel Dipartimento di salute mentale di Trento Renzo De Stefani & Maurizio Capitanio Un caro saluto ai presenti

Dettagli

Joint staff training mobility

Joint staff training mobility Joint staff training mobility Intermediate report Alessandra Bonini, Ancona/Chiaravalle (IT) Based on https://webgate.ec.europa.eu/fpfis/mwikis/eurydice/index.php/belgium-flemish- Community:Overview and

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Non lasciarla nell ombra.

Non lasciarla nell ombra. La vita è emozione. Non lasciarla nell ombra. Un ascolto attento e qualificato. Michele Andolina coltiva da sempre una grande passione: il benessere della persona in tutte le sue forme. Considera la cura

Dettagli

Il metodo ACT applicato al sostegno psicologico nella relazione di cura

Il metodo ACT applicato al sostegno psicologico nella relazione di cura Il metodo ACT applicato al sostegno psicologico nella relazione di cura Psicologo Psicoterapeuta Dott. Giuseppe Deledda giuseppe.deledda@sacrocuore.it Coordinatore Servizio Psicologia Clinica Ospedale

Dettagli

(Legge regionale n. 1/08, Capo II) BANDI 2012-2013. Presentazione del progetto

(Legge regionale n. 1/08, Capo II) BANDI 2012-2013. Presentazione del progetto (Legge regionale n. 1/08, Capo II) BANDI 2012-2013 Presentazione del progetto LA CURA DELL INCONTRARSI: lo stare insieme di bambini e famiglie a Moglia e a Pegognaga per superare l ombra della calamità

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventidue

U Corso di italiano, Lezione Ventidue 1 U Corso di italiano, Lezione Ventidue U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare a

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA

ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA I fattori di rischio e di protezione del volontario A cura degli Psicologi CPPAVPC Ed. 2013 1 DDL 4449 del 2 febbraio 2000 L istituzione del ruolo dello psicologo

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

La gestione della sfera emotiva e delle relazioni sociali per i bambini e ragazzi con ADHD. Dott.ssa Francesca Potena Pedagogista clinico

La gestione della sfera emotiva e delle relazioni sociali per i bambini e ragazzi con ADHD. Dott.ssa Francesca Potena Pedagogista clinico La gestione della sfera emotiva e delle relazioni sociali per i bambini e ragazzi con ADHD Dott.ssa Francesca Potena Pedagogista clinico Perché parlare di gestione emotiva? ADHD è un disturbo che colpisce

Dettagli

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli

La Cura della Relazione nei Contesti Educativi: Problemi e Prospettive Attuali

La Cura della Relazione nei Contesti Educativi: Problemi e Prospettive Attuali Secondo Convegno Europeo sulla Salute Psichica del Bambino e dell'adolescente nei Contesti Educativi La Cura della Relazione nei Contesti Educativi: Problemi e Prospettive Attuali 29,30 Novembre e 1 Dicembre

Dettagli

Scopri con noi la Milano che non ti aspetti!

Scopri con noi la Milano che non ti aspetti! 2. La nostra storia Our story Scopri con noi la Milano che non ti aspetti! Join us and discover the unexpected Milan! 4. La nostra storia Our story Cos è Hintown? Il punto di riferimento per chi viene

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciannove

U Corso di italiano, Lezione Diciannove 1 U Corso di italiano, Lezione Diciannove U Al telefono: M On the phone: U Al telefono: U Pronto Elena, come stai? M Hello Elena, how are you? U Pronto Elena, come stai? D Ciao Paolo, molto bene, grazie.

Dettagli

Stoccolma 2010, Melbourne 2012, Madrid 2014: un riposizionamento strategico delle RP

Stoccolma 2010, Melbourne 2012, Madrid 2014: un riposizionamento strategico delle RP Stoccolma 2010, Melbourne 2012, Madrid 2014: un riposizionamento strategico delle RP 7 ottobre 2014 Prof. Giampaolo Azzoni Giampaolo Azzoni 2 MANAGER DELLE RP: IL NUOVO RUOLO IN AZIENDA Le 5 Key-Words

Dettagli

1. Nome del corso. A TUTTO BENESSERE Il tuo benessere a 360 Mente Corpo Spirito. 2. Descrizione

1. Nome del corso. A TUTTO BENESSERE Il tuo benessere a 360 Mente Corpo Spirito. 2. Descrizione 1. Nome del corso A TUTTO BENESSERE Il tuo benessere a 360 Mente Corpo Spirito 2. Descrizione Cosa significa benessere a 360 gradi? Secondo la filosofia olistica, è necessario nutrire ed educare l'intero

Dettagli

Su ali di farfalla. Trasforma la tua vita e vola verso la felicità

Su ali di farfalla. Trasforma la tua vita e vola verso la felicità Su ali di farfalla Trasforma la tua vita e vola verso la felicità Schemi realizzati dall autrice. Laura Freni SU ALI DI FARFALLA Trasforma la tua vita e vola verso la felicità Manuale www.booksprintedizioni.it

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Uno

U Corso di italiano, Lezione Uno 1 U Corso di italiano, Lezione Uno F What s your name? U Mi chiamo Francesco M My name is Francesco U Mi chiamo Francesco D Ciao Francesco F Hi Francesco D Ciao Francesco D Mi chiamo Paola. F My name is

Dettagli

IL RUOLO DEL CAREGIVER. Manuela Rebellato Responsabile Counselling : OaD, UVA, Continuità Assistenziale CHI SONO?

IL RUOLO DEL CAREGIVER. Manuela Rebellato Responsabile Counselling : OaD, UVA, Continuità Assistenziale CHI SONO? IL RUOLO DEL CAREGIVER Manuela Rebellato Responsabile Counselling : OaD, UVA, Continuità Assistenziale CHI SONO? Per i pazienti un sostegno indispensabile Per i Medici un riferimento Per le Istituzioni

Dettagli

Associazione non profit La mela e il seme

Associazione non profit La mela e il seme Associazione non profit La mela e il seme per l educazione di bambini e ragazzi al ben-essere e per la prevenzione del disagio giovanile CRESCERE PER AIUTARE A CRESCERE Un percorso in sostegno alla genitorialità

Dettagli

Malattia incurabile: domande incalzanti

Malattia incurabile: domande incalzanti Malattia incurabile: domande incalzanti Quando si è colpiti da una grave malattia che non concede speranze di guarigione, sorgono inevitabilmente molte domande, la maggior parte delle quali emotivamente

Dettagli

La gestione della crisi: CRM. G. Scagliarini

La gestione della crisi: CRM. G. Scagliarini La gestione della crisi: CRM G. Scagliarini Obiettivi Introdurre concetto di CRM Razionale della Simulazione Cosa hanno in comune aeronautica, anestesia e emergency medicine? Elementi comuni Alta complessità

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

01 Il sistema nervoso centrale 2

01 Il sistema nervoso centrale 2 VI Sommario Parte prima La mente e le sue funzioni nel ciclo di vita Pensare, imparare, conoscere se stessi e gli altri, farsi un idea dell ambiente che ci circonda, reagire agli stimoli che continuamente

Dettagli

TRE STEP PER AFFRONTARE L ANSIA DA SEPARAZIONE

TRE STEP PER AFFRONTARE L ANSIA DA SEPARAZIONE TRE STEP PER AFFRONTARE L ANSIA DA SEPARAZIONE La tua situazione forzata E capitato a Monica di divorziare dal marito dopo 10 anni di matrimonio e nonostante fossero passati ormai 8 anni, ha molte difficoltà

Dettagli

Oltre 500 associazioni aderenti, di cui: 104 federate; 47 delegazioni di livello regionale e provinciale;

Oltre 500 associazioni aderenti, di cui: 104 federate; 47 delegazioni di livello regionale e provinciale; Le reti oncologiche: presente e futuro Auditorium i Ministero i della Salute, Roma Il ruolo del volontariato nelle reti oncologiche Davide Petruzzelli Membro Esecutivo Nazionale F.A.V.O. Federazione Italiana

Dettagli

L avversario invisibile

L avversario invisibile L avversario invisibile Riconoscere i segni della depressione www.zentiva.it www.teamsalute.it Cap.1 IL PERICOLO NELL OMBRA Quei passi alle mie spalle quelle ombre davanti a me il mio avversario la depressione

Dettagli

Quali sono? Da dove iniziamo? La diagnosi. Transizioni evolutive. shock rifiuto senso di colpa e d inadeguatezza. La comunicazione della diagnosi

Quali sono? Da dove iniziamo? La diagnosi. Transizioni evolutive. shock rifiuto senso di colpa e d inadeguatezza. La comunicazione della diagnosi Dipartimento di Scienze Pediatriche Mediche e Chirurgiche U.O.C Clinica Pediatrica Università di Messina SUPPORTO PSICOLOGICO Psicologa Dott.ssa Maria Pecoraro Da dove iniziamo? La diagnosi La diagnosi

Dettagli

Le storie sociali. Francesca Vinai e Clea Terzuolo

Le storie sociali. Francesca Vinai e Clea Terzuolo Le storie sociali Francesca Vinai e Clea Terzuolo . Qual è il punto di forza delle Storie Sociali??? PENSIERO VISIVO Uso di strategie visive migliora la comprensione, lo svolgimento delle attività, ma

Dettagli

IALT 9. www.leadership.it http://ialtbook.ning.com

IALT 9. www.leadership.it http://ialtbook.ning.com IALT 9 International Academy on Leadership and Teamwork L obiettivo dell International Academy on Leadership and Teamwork è creare un cambiamento positivo nella società attraverso la crescita delle persone

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases,

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, movement disorders, Parkinson disease 1- genetic counselling

Dettagli

CHE COS È E A COSA SERVE IL COUNSELLING

CHE COS È E A COSA SERVE IL COUNSELLING CHE COS È E A COSA SERVE IL COUNSELLING Dal latino consilium: consiglio, parere. Counselling, deriva dal verbo inglese to counsel. L Oxford English Dictionary dà queste definizioni: 1. dare un parere a

Dettagli

Percezione e Rappresentazione del terremoto nel bambino

Percezione e Rappresentazione del terremoto nel bambino Percezione e Rappresentazione del terremoto nel bambino Salvatore Settineri C. Mento - G. Gioffré N. Gambardella Università degli Studi di Messina Dipartimento di Neuroscienze, Scienze Psichiatriche e

Dettagli

Inspiring presentations

Inspiring presentations I programmi di alta formazione I laboratori di perfezionamento Terza riga intro Il potere dell autenticità nel comunicare in pubblico Edizione di Cagliari Scuola estiva 21-23 luglio 2014 Benvenuti alla

Dettagli

IL COACHING OLISTICO

IL COACHING OLISTICO Libera Università del Volontariato e dell'impresa Sociale Corso di formazione IL COACHING OLISTICO Docente: Anna Fata Sito internet: uniluvis.it E-mail: luvis@erbasacra.com Indirizzo: Piazza San Giovanni

Dettagli

Progetto. a cura di. Massimo Merulla

Progetto. a cura di. Massimo Merulla Progetto Poesia Educativa per Figli e Genitori Ri Conoscersi attraverso l espressione poetica Corso Intensivo di Scrittura Poetica Creativa a cura di Massimo Merulla I Introduzione Questo corso è il risultato

Dettagli

Questionario Service Standard CoC CTCY. Familiari

Questionario Service Standard CoC CTCY. Familiari Questionario Service Standard CoC CTCY Familiari QUESTIONARIO SUGLI STANDARD DELLE COMUNITA PER MINORI RIVOLTO AI FAMILIARI DEGLI UTENTI OSPITI Simone Bruschetta Catania, 2012 Versione ridotta per i familiari

Dettagli

CARTA D IDENTITA V.I.D.E.S.

CARTA D IDENTITA V.I.D.E.S. Volontariato Internazionale Donna Educazione Sviluppo Volontariat International Femme Education Développement International Volunteerism Organization for Women, Education, Development ONG con Statuto Consultivo

Dettagli

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 Le 11 competenze di base del coaching sono state sviluppate per permettere una migliore comprensione delle competenze e degli approcci utilizzati nell ambito della

Dettagli

VIOLENZA DOMESTICA E SESSUALE CONTRO LE DONNE

VIOLENZA DOMESTICA E SESSUALE CONTRO LE DONNE neanche con un fiore!! VIOLENZA DOMESTICA E SESSUALE CONTRO LE DONNE Tipologie di violenza e aspetti psicologici Ciriè 9 maggio 2012 Servizio di Psicologia Ospedaliera Area Consultori Familiari Direttore

Dettagli

MASTER CLASS IN PARI OPPORTUNITA

MASTER CLASS IN PARI OPPORTUNITA MASTER CLASS IN PARI OPPORTUNITA Il corso si inserisce nell ambito di un percorso formativo dedicato esclusivamente alle donne professioniste, volto a fornire competenze e strumenti comportamentali e organizzativi

Dettagli

Depressione e speranza cristiana. Convegno Dal buio alla luce Marconia 26 Maggio 2011

Depressione e speranza cristiana. Convegno Dal buio alla luce Marconia 26 Maggio 2011 Depressione e speranza cristiana Convegno Dal buio alla luce Marconia 26 Maggio 2011 Premessa Il mio punto di vista non sarà certo quello del medico, dello psicanalista, o del sociologo. (gli interventi)

Dettagli

AGATA DANZA COORDINA ALESSIO DUCCI

AGATA DANZA COORDINA ALESSIO DUCCI AGATA DANZA COORDINA ALESSIO DUCCI MONTESILVANO MARINA 23 MAGGIO 2015 IL SERVIZIO DEI VOLONTARI IN HOSPICE LINEE GUIDA XX Convegno Federavo Montesilvano Marina 22/24 maggio 2014 Agata Danza Non abbiate

Dettagli

Uditori di voci e gruppi di auto mutuo aiuto

Uditori di voci e gruppi di auto mutuo aiuto Uditori di voci e gruppi di auto mutuo aiuto Cosa ci dice l esperienza l dei gruppi a.m.a e dei gruppi a.m.a di uditori di voci Alessandra SANTONI DSM - AO Sacco - Milano Nascita del Gruppo INCONTROVOCI

Dettagli

Domande frequenti sull elaborazione del lutto

Domande frequenti sull elaborazione del lutto Domande frequenti sull elaborazione del lutto La situazione in cui ti trovi è straordinaria e probabilmente molto lontano da qualsiasi esperienza tu abbia avuto prima. Quindi, potresti non sapere cosa

Dettagli

STRESS & TIME MANAGEMENT

STRESS & TIME MANAGEMENT - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA EXECUTIVE EDUCATION & PEOPLE MANAGEMENT

Dettagli

consenso informato (informed consent) processo decisionale condiviso (shared-decision making)

consenso informato (informed consent) processo decisionale condiviso (shared-decision making) consenso informato (informed consent) scelta informata (informed choice) processo decisionale condiviso (shared-decision making) Schloendorff. v. Society of NY Hospital 105 NE 92 (NY 1914) Every human

Dettagli

Addio a Daniel Stern Teresa Borino, didatta Istituto di Gestalt HCC Italy, Palermo

Addio a Daniel Stern Teresa Borino, didatta Istituto di Gestalt HCC Italy, Palermo Addio a Daniel Stern Teresa Borino, didatta Istituto di Gestalt HCC Italy, Palermo E con profonda commozione e viva partecipazione che scriviamo della scomparsa di Daniel Stern, psicoanalista americano

Dettagli

CORSO di COACHING PROFESSIONALE CORSO RICONOSCIUTO DALLA PIÙ IMPORTANTE ASSOCIAZIONE ITALIANA COACH PROFESSIONISTI

CORSO di COACHING PROFESSIONALE CORSO RICONOSCIUTO DALLA PIÙ IMPORTANTE ASSOCIAZIONE ITALIANA COACH PROFESSIONISTI CORSO di COACHING PROFESSIONALE II EDIZIONE GENOVA Genova piazza colombo 3 - info@xelon.org CORSO RICONOSCIUTO DALLA PIÙ IMPORTANTE ASSOCIAZIONE ITALIANA COACH PROFESSIONISTI La figura in uscita dal percorso

Dettagli

Modulo 1 : Sviluppo dell Autostima Comunicazione Efficace Gestione delle emozioni Pensiero Positivo. www.oep3.com

Modulo 1 : Sviluppo dell Autostima Comunicazione Efficace Gestione delle emozioni Pensiero Positivo. www.oep3.com OEP3 - Orientamento Energetico Psicofisico Mi giudico Mi preoccupo Osservo i problemi Do potere alle situazioni Mi accetto Mi fido Cerco le soluzioni Do potere a me stesso Voglio aver ragione Voglio essere

Dettagli

In-Diversity Newsletter 3

In-Diversity Newsletter 3 Newsletter 3 APRILE 2012 This project has been funded with support from the European Commission. This communication reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible

Dettagli

Il gruppo: un esperienza da condividere

Il gruppo: un esperienza da condividere Dipartimento Assistenziale Integrato Salute Mentale e Dipendenze Patologiche Unità Operativa SerT Sede Ser.T. di Ferrara Centro Psicosociale e Unità mobile di strada Il Direttore Prot. N. Ferrara, 14/10/2010

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA FINALITA L educazione all affettività rappresenta per l alunno un percorso di crescita psicologica e di consapevolezza della propria identità personale

Dettagli

Progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALLA CONSAPEVOLEZZA GLOBALE Progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Villaggio Globale, 25 Maggio 2015 Ai Docenti della Scuola dell Infanzia e del

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

Paola Serranò UOCP ASP Reggio Calabria Federazione cure palliative

Paola Serranò UOCP ASP Reggio Calabria Federazione cure palliative Paola Serranò UOCP ASP Reggio Calabria Federazione cure palliative Definizione cure palliative art 2 Quando le terapie causali sono terminate e la malattia evolve, perde progressivamente di importanza

Dettagli

Come aiutare i bambini DOPO LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA Linee guida per gli insegnanti

Come aiutare i bambini DOPO LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA Linee guida per gli insegnanti Come aiutare i bambini DOPO LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA Linee guida per gli insegnanti La perdita di una persona cara è un esperienza emotiva tra le più dolorose per gli esseri umani e diventa ancora

Dettagli

LAVORO E SUICIDIO punti di fragilità e punti di forza nella risposta alla crisi

LAVORO E SUICIDIO punti di fragilità e punti di forza nella risposta alla crisi LAVORO E SUICIDIO punti di fragilità e punti di forza nella risposta alla crisi Franco Garonna "Lo Sportello della Crisi" Camera di Commercio di Padova - 3 dicembre 2010 PSIOP ULSS 12 Veneziana impatto

Dettagli

Gruppi di auto mutuo aiuto per donne sole: cosa sono e come funzionano

Gruppi di auto mutuo aiuto per donne sole: cosa sono e come funzionano Gruppi di auto mutuo aiuto per donne sole: cosa sono e come funzionano Conducono l incontro: la dott.ssa Monica Tessarolo (psicologa psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo comportamentale, criminologa,

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dodici

U Corso di italiano, Lezione Dodici 1 U Corso di italiano, Lezione Dodici U Al telefono M On the phone U Al telefono D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. F Hello, Hotel Roma, Good morning D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. U Pronto, buongiorno,

Dettagli

Conferenza. L andropausa esiste? Mito da Smitizzare? Parliamone con l Andrologo e la Sessuologa. Dr. R. Bonacina Dott.ssa L.

Conferenza. L andropausa esiste? Mito da Smitizzare? Parliamone con l Andrologo e la Sessuologa. Dr. R. Bonacina Dott.ssa L. Conferenza L andropausa esiste? Mito da Smitizzare? Parliamone con l Andrologo e la Sessuologa 29/03/2012 Auditorium Aldo Moro Dr. R. Bonacina Dott.ssa L. Rivolta Recapiti Dottor Roberto Bonacina, urologo

Dettagli

La relazione di aiuto con il paziente e la famiglia nella sedazione palliativa

La relazione di aiuto con il paziente e la famiglia nella sedazione palliativa La relazione di aiuto con il paziente e la famiglia nella sedazione palliativa Dott.ssa Amanda Panebianco Psicologa psicoterapeuta Servizio di psicologia ospedaliera ASL TO4 L inizio della relazione d

Dettagli

La tecnica della tartaruga. Una metodo per insegnare l autocontrollo

La tecnica della tartaruga. Una metodo per insegnare l autocontrollo La tecnica della tartaruga Una metodo per insegnare l autocontrollo La tecnica della tartaruga è un metodo per insegnare ai bambini, fin dall età prescolare ad acquisire la capacità di controllare la propria

Dettagli

IL GIOCO-FIABA ANIMATO NELLE CLASSI DI SCUOLA ELEMENTARE

IL GIOCO-FIABA ANIMATO NELLE CLASSI DI SCUOLA ELEMENTARE IL GIOCO-FIABA ANIMATO NELLE CLASSI DI SCUOLA ELEMENTARE A cura del Dott. Maurizio Francesco Molteni (psicoterapeuta) e di Stefania Giovanna Maggetto (psicologa) Indice a-1) Che cos è il gioco-fiaba animato

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

Terapia occupazionale domiciliare per le persone con demenza ed i loro caregivers

Terapia occupazionale domiciliare per le persone con demenza ed i loro caregivers SOCIETÀ TECNICO SCIENTIFICA ITALIANA DI TERAPIA OCCUPAZIONALE CORSO Terapia occupazionale domiciliare per le persone con demenza ed i loro caregivers Il COTiD è uno strumento di terapia occupazionale per

Dettagli

WEB - INTERNET L OGGI DELLA COMUNICAZIONE

WEB - INTERNET L OGGI DELLA COMUNICAZIONE WEB - INTERNET L OGGI DELLA COMUNICAZIONE La dieta mediatica degli italiani Indagine Censis I media personali nell era digitale luglio 2011 1. La dieta mediatica 1. Crolla la TV analogica, esplode la

Dettagli

Le principali differenze psicologiche, comportamentali e di ruolo tra maschi e femmine.

Le principali differenze psicologiche, comportamentali e di ruolo tra maschi e femmine. Dott.ssa Panaghia Facchinelli, Pedagogista clinica Tel 348-8742827 panaghia@email PERCORSO DI EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITA E ALLA SESSUALITA Questo progetto di educazione all affettività e sessualità è rivolto

Dettagli

L Arte della Felicità si fa Centro e diventa un servizio stabile per la città, prendendo sede a Montecalvario.

L Arte della Felicità si fa Centro e diventa un servizio stabile per la città, prendendo sede a Montecalvario. L Arte della Felicità si fa Centro e diventa un servizio stabile per la città, prendendo sede a Montecalvario. Il Centro nasce come naturale approdo de l Arte della Felicità-incontri e conversazioni, manifestazione

Dettagli

Vittime minori. LA VIOLENZA ASSISTITA vittime «minori» Dr.ssa Iria Barbiè, psicologa psicoterapeuta

Vittime minori. LA VIOLENZA ASSISTITA vittime «minori» Dr.ssa Iria Barbiè, psicologa psicoterapeuta Vittime minori LA VIOLENZA ASSISTITA vittime «minori» Dr.ssa Iria Barbiè, psicologa psicoterapeuta Migliaia di bambini assistono in casa a scene di violenza domestica: questa è una delle esperienze più

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO L entrata alla scuola dell infanzia rappresenta per il bambino una tappa fondamentale di crescita. La scuola è il luogo dove il bambino prende coscienza della sua abilità

Dettagli

IL FILM DELLA VOSTRA VITA

IL FILM DELLA VOSTRA VITA IL FILM DELLA VOSTRA VITA Possibili sviluppi Istruzioni Obiettivo L esercizio fornisce una visione d insieme della vita del partecipante. La foto diventa viva Versione 1 (Esercizio di gruppo) Immaginate

Dettagli

READINGS. by weplusnetwork

READINGS. by weplusnetwork READINGS by weplusnetwork LA FORMULA READINGS 2015 In un ambiente confortevole, informale, partecipativo introduciamo e condividiamo spunti da un testo che ha costituito un riferimento per uno di noi,

Dettagli