Settori prioritari ed opportunita per le aziende italiane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settori prioritari ed opportunita per le aziende italiane"

Transcript

1 ARABIA SAUDITA Settori prioritari ed opportunita per le aziende italiane Torino, 9 febbraio 2015 Sala Einaudi Centro Congressi Torino Incontra Abdelhakim Hamzaeh Trade Analyst ICE Agenzia - Riyadh 1

2 I settori prioritari focus 1. Costruzioni ed infrastrutture 2. Automotive 3. Medicale 4. Arredamento 5. ICT 6. Macchine e apparecchiature meccaniche 7. Agroalimentare 2

3 1.0 Infrastrutture e costruzioni Nel budget 2014, sono stati stanziati dal Governo, 66,1 miliardi di US$ per progetti infrastrutturali Costruzione di 465 edifici scolastici scuole sono in corso di costruzione, 494 completate nel Costruzioni di ponti, espansione di porti e aeroporti, realizzazione di nuove linee ferroviarie (Jeddah-Riyadh-Dammam), metropolitane (Riyadh, Jedda, Mecca e Medina) Nuove universita e college Crescita annua della spesa per il settore delle Ifrastrutture del 5-7% negli ultimi anni N. 19 citta industriali previste nelle principali citta saudite (N. 13 gia realizzate, n. 6 in corso di costruzione, costo totale previsto: circa 100 miliardi di USD) 3

4 1.1 Infrastrutture e costruzioni Settore Trasporti Valore stimato 100 miliardi US$ entro il 2020 crescita annua del mercato: 7,7% Settore ferroviario - Progetti ferroviari: Linea Nord-Sud: collega Riyadh con Al-Haditha a confine con la Giordania, lunghezza:1418 Km (lavori in corso) Land Bridge Project: collega il Golfo Arabo con il Mar Rosso (Dammam-Riyadh-Jeddah), Lunghezza: 950 Km e un tratto che collega Dammam con A-Jubail, lunghezza: 115 Km (in progettazione) Haramain High Speed Rail: collega le due citta sante (Mecca e Medina), lunghezza: 340Km (lavori in corso) Saudi Bahrein Rail Berdge: Lunghezza 25 Km. Un tratto del mega progetto di ferrovie che deve collegare i vari paesi del GCC (Lunghezza: Km Riyadh Metro: consiste nella costruzione di 6 linee di metro (lavori in corso). Lunghezza: 177 Km, ), 85 stazioni Un consorzio che comprende Ansalsdo STS e Impreglio si e aggiudicato la costruzione della Linea 3 (5,931 miliardi di US$) Mecca Mass Transit Scheme: Lunghezza 180 Km, 88 stazioni (in progettazione) Jeddah Metro: Tre linee della lunghezza di 180 km (in progettazione) 4

5 1.2 Infrastrutture e costruzioni Investimenti in costruzioni residenziali: Progetto iniziato nel 2012 per la costruzione di 1,5 milioni nuove abitazioni entro il Progetto di Social Housing nel 2011 prestiti di 70 miliardi di US$ ai sauditi per costruire case Crescita annua del settore costruzioni del 9,9% prevista fino al 2021 Il 30% dei sauditi posseggono case (media mondiale 70%), Domanda 2,7 milioni di nuove case Crescita annua dell importazioni saudite di materiali da costruzione del 10% (Quota dell Italia 20,1%) 5

6 1.3 Infrastrutture e costruzioni Altri Progetti di ciostruzione e infrastrutture: Costruzione di Jazan Raffenery (Aramco) Jazan ( ), costo 1,7 miliardi di US$ Abraj Kudai (Torri di Kudai) (Ministry of Finance) Mecca, costo 3,4 miliardi US$ - Bin Laden Group Nuovo Porto a Laith-Jeddah 43 milioni metri quadri in fase di progettazione Espansione della grande Moschea di Mecca, costo 11 miliardi di US$ (Bin Laden Group)-( ) 6

7 1.4 Infrastrutture e costruzioni Altri Progetti di costruzione e infrastrutture (segue) Espansione di Power Plant di Qassim (400 milioni US$) e di Rabigh (4 miliardi US$) Nuovo impianto di desalinizzazione acqua, 5,5 miliardi US$ (in fase di progettazione) Espansione di King Khalid Airport (Riyadh)- 400 milioni US$ Jeddah Corniche Project, 460 milioni US$ King Khalid Medical City (Riyadh) 139 milioni US$ 7

8 ARABIA Settori SAUDITA prioritari SETTORI ed opportunita CHIAVE per le aziende italiane Infrastrutture e e costruzioni Aziende leader: Bin Laden Group Saudi Oger Al-Saif Group Al-Harbi Group Eamaar Group Al Oyuni Group 8

9 2.0 Automotive Automotive Il piu grande mercato di auto nel Medio Oriente 7,1 milioni di auto circolano sulle strade saudite Non esiste produzione locale, la domanda viene soddisfatta dall importazione. Esiste solo assemblaggio di Autoveicoli commerciali e Cisterne. Crescita dell import di auto del 15% nel 2014 rispetto al di auto importate nel 2013 (20 miliardi US$) I veicoli commerciali vengono importati assemblati o da assemblare Continua crescita dovuta all incremento della popolazione (2,4% annuo) e del turismo religioso (10 milioni di pellegrini all anno) 9

10 2.1 Automotive Automotive (segue) Principali autoveicoli commerciali in Arabia Saudita: Toyota, Mercedez Benz, Ashok Leyland, Volvo, Hundai Solo ISUZU possiede una fabrica in Arabia Saudita (produzione nel Light Truck Vehicles all anno) Volvo, Renault e Tata intendono costituire stabilimenti in Arabia Saudita Previsioni: crescita del mercato di autoveicoli commerciali del15% fino al 2019 LCV (Light Commercial Vehicles) sono le piu vendute, seguono Medium Heavy Commercial Vehicles e autobus. La maggior parte delle Autoveicoli commerciali vengono importati dalla Corea, Giappone, Germania, Cina e USA N auto vendute nel 2013, previste vendite di 1 milione di auto nel

11 2.2 Automotive Automotive (segue) Principali auto non commerciali in ordine di vendite: Toyota, Hundai, Ford, Chevrolet e Kia. Toyota possiede il 40% del mercato, Motivo: good post sale service, nel 2012 ha venduto auto. I modelli piu venduti: Corolla e Camri Hundai 18% del mercato ( auto venduti nel 2012): I modelli piu venduti: Elantra, Sonata, Accent Previsione: crescita del mercato del 18% fino al 2018 (7,7% all anno) Il mercato dell usato 13% del totale FCA ha ripreso di recente a commercializzare (Fiat 500) 11

12 2.3 Automotive Automotive (segue) Il mercato dei pezzi di ricambio: 3,8 miliardi di US$ (2014). Quasi tutto importato. Esiste la produzione di Freni, guarnizioni, filtri per autoveicoli commerciali. Il mercato degli pneumatici crescera del 17% fino al 2019 (il duro clima implica il cambio degli pneumatici con maggiore frequenza) Oltre agli pnumatici cinesi si possono trovare: Bridgestone, Michelin, Continental, Goodyear and Yokohama, Pirelli 12

13 2.4 Automotive Automotive (segue) Opportunita per le aziende italiane: Esiste una crescente domanda di piccole auto a prezzi contenuti per soddidfare la richiesta ai residenti sauditi e immigrati il cui reddito e basso-medio. Attrezzature Garage: utensili, prodotti di saldatura, impianti di lubrificazione, utensili elettrici, generatori, utensili a mano, saldatrici, compressori d'aria, utensili pneumatici, lubrificanti, macchine lucidatura, presse, piegatrici, presse idrauliche e meccaniche, mandrini autocentranti, assetto ruote 13

14 3.0 MEDICALE Medicale Le allocazioni nel budget 2014 per health and social affairs, incidono per il 12,6%, 28,8 miliardi US$ (+8% rispetto al 2013) costruzione di 34 nuovi ospedali e centri sanitari (in corso nel 2013 lavori per la costruzione di 132 ospedali e 5 citta mediche) Allocazioni per il 2015: 18,6% del Budget (42,7 miliardi US$) +48,3% rispetto al 2014 costruzione di n. 27 nuovi ospedali e centri sanitari Creazione di n nuovi posti letto nel

15 3.1 MEDICALE Medicale (segue) Le importazione saudita di dispositivi e apparecchiature mediche, strumenti ottici, nel 2013: 4,3 miliardi US$ (Quota iitaliana 2,7%) Voci di maggior importazione: Ultrasound, Electro-Diagnostic Apparatus, Instruments for Chemical Analysis, Blood Tests Tools and Devices, CT Scan, Respiration Items (Ozone, Oxygen, Aerosol Therapy), Syringes, Needles and the Like, Subcutaneous Disposable Syringes 15

16 3.2 MEDICALE Medicale (segue) Volume del Mercato farmaceutico nel 2014, 4,3 miliardi US$ (58,2% settore statale e 41,8% settore privato), crescita annua del 5% Importazioni saudite di prodotti farmaceutici nel ,1 miliardi US$ Produzione locale di farmaci nel 2013, 773 milioni US$ (soddisfa il 15,2% del mercato) N faramcie in Arabia Saudita Medicine Importate: Antibiotici, Antinfiammatorie, Antidolorifici, Vaccini, Farmaci Antitumorali Le voci di maggiore import: Medicine containing other Antibiotics US$ (1,9 miliardi US$), Medicine Containing Penicillins or Deratives (749 milioni US$) e Medicine containing Alkaloids but not Hormones (457 milioni US$) N. 32 aziende farmaceutiche in Arabia. Le piu importanti: SPIMACO, Jamhoom Pharma, Tabuk Pharmaceutical Manufactring, A-Jazeera Pharmaceutical Industries Aziende straniere presenti: GlaxoSmithKline, Pfizer, Novartis SFDA (registrazione obbligatoria per i dispositivi medici e farmaci) 16

17 3.3 MEDICALE Opportunita : Il governo saudita invita le aziende straniere ad investire nel paese nel settore farmaceutico con lo scopo di trasferire il Know-How per sviluppare le societa locali per la produzione di patented medicines. Le societa farmaceutiche ricercano partners internazionali specialmente per quanto riguarda le ricerche scientifiche. Gli ospedali privati in ricerca di patners esteri specialmente per la creazione di centri specializzati di eccellenza, compresi settori complessi come oncologia e trapianto di organi, malattie cardiovascolari, diabete. Grandi opportunita anche per centri specializzati in chirurgia plastica, dermatologia e cardiologia. Per i dispositivi medici la produzione locale di prodotti medicali comuni come bende sterili, seringhe, cateteri, X Ray films e apprecchi ECG rappresenta una buona opprtunita per la societa italiane per investire nel Paese. Produtti monouso, Laboratori, prodotti dell anestesisia, attrezzature per Ostetricia e Ginocologia, sale operatorie, mobili per ospedali, apparecchiature per odnotoiatria, laser per oftalmologia, lenti a contatto (morbide, rigide gas permeabili e cosmetici), laser per chirurgia refrattiva, strumenti per oftalmologia 17

18 4.0 Arredamento Arredamento Le importazioni saudite di mobili nel 2013 sono ammontate a 2,2 miliardi di $ USA. Previsioni: incremento nei prossimi anni a circa 12 miliardi di $, in seguito alla decisione del Governo di prevedere un incremento delle costruzioni di case per uso abitativo (1,5 milioni di nuove abitazioni entro il 2017), in aggiunta ai progetti di costruzione di nuovi alberghi, ospedali e facilitazioni turistiche. L Arabia Saudita è chiamata a far fronte ad un rilevante incremento della domanda di accoglienza alberghiera, generata sia dal turismo religioso che dalle sempre più numerose delegazioni straniere in visita d affari nel Regno. 18

19 4.1 Arredamento Arredamento Il volume del mercato dei mobili in Arabia Saudita e di 10 miliardi di SAR (2,7 miliardi di Dollari USA) Il piu grande nell area del Medio Oriente, seguito da quello degli Emirati Arabi con 2,4 miliardi di Dollari, il 90% del mercato dei paesi GCC ed il 12% di quello del Medio Oriente Il mercato mostrera una crescita del 13,7% all anno fino al L Arabia Saudita importa circa il 75-80% del fabbisogno (per l alta domanda e la scarsa produzione locale) 19

20 4.2 Arredamento Arredamento L Arabia Saudita ha sviluppato negli ultimi 20 anni una propria industria del mobile. Il mercato è ancora fortemente dipendente dalle importazioni dall estero, sia per mobili destinati all arredamento residenziale (ville, appartamenti e alberghi) sia per l arredamento per ufficio (centri affari, Ministeri, uffici privati). 20

21 4.3 Arredamento Arredamento Il target qualitativo della domanda di mobili per uso residenziale varia, dall elite, quali le mega ville dei principi e gli alberghi di lusso, all ordinario, relativo alle abitazioni dei sauditi meno abbienti e dei lavoratori immigrati. 21

22 4.4 Arredamento Arredamento Buono è il posizionamento dell offerta italiana in relazione alla qualità del materiale d arredo e dello stile (11% del mercato) Paesi concorrenti: Cina, Emerati Arabi Uniti, Malesia Opportunita : camere da letto, cucine, imbottiti, arredo bagno, mobili per ufficio, semilavorati per l industria del mobile, prodotti in legno per l edilizia (porte, finestre, pavimenti, pannelli). Il target è molto diversificato: importatori, distributori, rivenditori, commercianti di mobili ed illuminazione, costruttori, architetti di interni, studi di consulenza e di progettazione. 22

23 5.0 ICT ICT Il mercato deil ICT e il piu importante del Medio Oriente in termini di volume e valore L Arabia Saudita possiede il 70% del mercato tra i Paesi GCC Nel 2001 il volume del mercato era di 5,3 miliardi US$, nel 2013, di 20 miliardi di US$ Il mercato dei cellulari, incide per il 73% 23

24 5.1 ICT Spesi nel mercato 9,6 miliardi di dollari nel 2005, 27,2 miliardi nel 2013 (+14% incremento annuo) L IT rappresenta il 36% delle spese totali (hardware e servizi IT) Previsioni: crescita del 12% nel 2014 dovuta a: - domanda di Smart Phones - alta velocita dei networks - realizzazione di progetti statali 24

25 ARABIA Settori prioritari SAUDITA ed QUADRO opportunita POLITICO per le aziende ED ECONOMICO italiane 5.2 ICT 5.2 ICT Mercato dei Cellulari: 51 milioni abbonamenti di cellulari a fine 2013 (Prepaid rappresentano 86%) Nel 2013, crescita del 17% rispetto al 2012 Mercato Telefonia residenziale fissa: 4,7 milioni di linee a fine ,3 milioni (70%) residenziali, Calo del 2% rispetto al

26 ARABIA Settori prioritari SAUDITA ed QUADRO opportunita POLITICO per le aziende ED ECONOMICO italiane 5.3 ICT 5.3 ICT Mercato del Broadband Crescita significativa dei servizi Broadband negli ultimi anni dovuta al forte supporto che offre il governo al high Tec Projects che richiede una buoa infrastruttura digitale Molti servizi statali vengono fatti tramite operazioni elettroniche (e-government) Servizi di Broadband fisso 2,92 milioni sono le icsrizioni al Fixed Broadband (DSL, Fixed Wireless e FTTH (Fiber to The Home) a fine 2013 Il 45% delle case utilizza il Broadband fisso 26

27 5.4 ICT Servizi di Broadband per cellulari Iscrizioni totali 14,27 milioni a fine 2013 In continua crescita per la forte concorrenza, espansione degli Smart Phones e i pacchetti offerti da vari providers e l incremento nel traffico dati con 3G e 4G networks Internet Market 16,5 milioni di utenti utilizzavano internet a fine 2013 Il social networking service ha fatto crescere la domanda di internet Il consumatore cerca velocita piu alte e piu alte capacita di cellulari e telefoni fissi per il traffico dati con sempre maggiori capacita 27

28 5.5 ICT ICT Principali Providers in Arabia Saudita STC MOBILY ZEIN BRAVO La politica di diversificazione dell economia puntando sull industria ha aumentato la domanda per i software ed attrezzature 28

29 5.6 ICT Mercato dei Computer Computers (1,2 miliardi il volume nei paesi GCC, 40% e per l Arabia Saudita), 80% laptops. Cloud Computing L Arabia Saudita e tra i primi a focalizzare sul concetto di Cloud Computing nella regione Cresce il numero degli utilizzatori del CC per l efficienza operativa che offre e il risparmio di costi Investimenti nel CC 4 miliardi US$ Si prevede che entro il 2016 le spese per il CC aumenti del 35% 29

30 5.7 ICT Mercato ICT Oppurtunita : Networks e relativi software Cloud computing Data Centers Computer hardwear e softwear Management information systems Cyber security solutions Sicurezza, monitoraggio confini, gestione traffico cittadino ed extraurbano, gestione ferrovie e metropolitane, controllo aereo, applicazioni militari, aeronautica civile 30

31 6.0 MACCHINE E APPARECCHIATURE MECCANICHE Rappresenta il principale comparto delle importazioni saudite 26,2% sul totale import Nel 2013 le importazioni sono ammontate a 44,1 miliardi US$ (41,1 miliardi nel 2012) + 7,3% rispetto al 2012 N industrie operanti nel Paese nel 2013, (n.198 nel 1974) di cui: Prodotti alimentari e bevande 875 aziende Legno e prodotti in legno 63 Carta e prodotti in carta 213 Coke e prodotti petrolio raffinati 122 Chimica e prodotti chimici 629 Prodotti famaceutici di base e farmaceutici 32 Gomma e plastica 807 Fabbricati di prodotti in metallo (escluso macchine)

32 6.1 MACCHINE E APPARECCHIATURE MECCANICHE Mcchinari piu importati in Arabia Suadita: macchine per l'agricoltura e la silvicoltura 226 milioni di US$ Italia in prima posizione (33%) seguita dagli USA e Germania I prodotti piu importati: 1. Aratri per l'agricoltura, l'orticoltura e la silvicoltura 2. Trattori 32

33 6.2 MACCHINE E APPARECCHIATURE MECCANICHE Mcchinari piu importati in Arabia Suadita Macchine per impieghi speciali Macchine e apparecchi meccanici (quota del 20% sul totale import totale del comparto (8,8 miliardi US$ nel 2013), Italia al quarto posto con il (9%) Paesi concorrenti in ordine: USA, Germania, Giappone Prodotti piu importati: 1. Macchine per l'industria delle materie plastiche e della gomma 2. macchine e apparecchi meccanici di n.n.a 3. Parti di macchine e apparecchi per la lavorazione di materie minerali 4. Telai per tessitura, per tessuti di larghezza >30 cm 5. Macchine e apparecchi per la avorazione della pasta per carta della carta e del cartone 6. Macchine per la metallurgia 7. Altre macchine da miniera, cava e cantiere 8. Macchine per l'industria alimentare, delle bevande e del tabacco 9. Macchine per la stampa e la legatoria 33

34 6.3 MACCHINE E APPARECCHIATURE MECCANICHE Mcchinari piu importati in Arabia Suadita Macchine per uso domestico Le importazioni saudite dal mondo di macchine per uso domestico nel 2013 hanno raggiunto i 4,1 miliardi US$ (+13,3% rispetto al 2012) Principali partners: L'Italia con una quota del 15,7% (primo posto) Competitors Stati Uniti, Cina, Corea del Sud, Giappone e Thailandia Prodotti più importati: 1. Apparecchi di cottura per uso domestico, di ghisa e ferro Scaldacqua e scaldatori ad immersione elettrici 2. Parti di utensili a riscaldamento (non elettrico) per uso domestico 3. Frgoriferi, congelatori, macchine per il gelato (Italia e in prima posizione) 34

35 6.4 MACCHINE E APPARECCHIATURE MECCANICHE Mcchinari piu importati in Arabia Suadita Macchine per uso generale Le importazioni saudite di macchine per uso generale nel 2013 hanno raggiunto i 2,9 miliardi US$ (+9,7% rispetto al 2012) Prodotti piu importati: 1. Altre pompe e compressori (l Italia al primo posto) 2. Altri rubinetti e valvole (l Italia al primo posto) 35

36 6.5 MACCHINE E APPARECCHIATURE MECCANICHE Mcchinari piu importati in Arabia Suadita Altre macchine per uso generale Le importazioni saudite di altre macchine per uso generale, nel 2013 hanno raggiunto i 6,4 miliardi US$ (+11,7% rispetto al 2012) Prodotti piu importati: 1. Forni, fornaci e bruciatori (l italia prima posizione) 2. Ascensori, montacarichi e scale mobili 3. Altre macchine e apparecchi di sollevamento e movimentazione 4. Macchine ed altre attrezzature per ufficio (esclusi computer) 5. Attrezzature di uso non domestico per la refrigerazione e la ventilazione di condizionatori domestici fissi 6. Macchine e apparecchi per le industrie chimiche, petrolchimiche e petrolifere 7. Macchine automatiche per la dosatura, la confezione e per l'imballaggio 36

37 ARABIA Settori SAUDITA prioritari SETTORI ed opportunita CHIAVE per le aziende italiane AGROALIMENTARE Agroalimentare Secondo le statistiche pubblicate dal Central Department di Statistics dell Arabia Saudita, l Arabia Saudita ha importato dall estero prodotti alimentari e bevande per un valore di circa 18,1 miliardi di dollari nel 2013 (valore che rappresenta circa il 10% del totale dell import saudita) contro i 16,2 miliardi di dollari di importazioni nel 2012 registrando una crescita del +11,2%. Le previsioni indicano una crescita annua del settore del 5%. La domanda di bevande registra una crescita del +10% all anno. Si prevede inoltre che le importazioni dell Arabia Saudita di prodotti alimentari nel 2020 toccheranno il valore di 22 miliardi di Euro. Importazioni saudite di prodotti alimentari (escluso animali e carne) IMPORT TOTALE (mln ) 15, , , IMPORT DALL'ITALIA (mln ) QUOTA ITALIANA IMPORT 1.0% 1,1% 1,2% Paesi concorrenti e quote di mercato (escluso animali e carne) PAESE EAU 8,9% 9,3% 9,6% USA 5,5% 6,1% 6,3% Germania 2,9% 2,5% 2,7% 37

38 7.1 AGROALIMENTARE Il volume del mercato dei prodotti alimentari in MO e di circa 60 miliardi di US$, la quota dei paesi GCC e 24 miliradi di US di cui l Arabia Saudita e la prima con una quota che si avvicina al 60% del mercato. La quota italiana (intorno al 1,2%) resta ancora sottodimensionata rispetto alle sue potenzialità. E ciò soprattutto a causa del fatto che la quasi totalità degli acquisti in Arabia Saudita avviene attraverso il canale della Grande Distribuzione con la quale, tradizionalmente, il nostro Paese non riesce a stabilire facili rapporti di collaborazione Il settore agroalimentare saudita risulta di particolare interesse per le opportunità di business che potrebbero essere offerte alle aziende italiane, proprio per il suo alto grado di dipendenza dall estero. In generale vi è apprezzamento per i prodotti e per la cucina italiana, pur se la maggioranza dei Sauditi ha una scarsa educazione al gusto ed una scarsa attenzione alle qualità organolettiche dei prodotti alimentari. 38

39 ARABIA Settori SAUDITA prioritari SETTORI ed opportunita CHIAVE per le aziende italiane AGROALIMENTARE Agroalimentare Secondo i dati ISTAT del 2013, l Italia ha esportato prodotti alimentari e bevande verso l Arabia Saudita per un valore di 144,6 milioni di Euro registrando una crescita del 12,8% rispetto all anno precedente. La quota complessiva resta ancora sottodimensionata, rispetto alle potenzialità della nostra industria agroalimentare. La ragione principale è da ricercare nella debolezza commerciale delle nostre aziende dell agroalimentare, prevalentemente di dimensioni medio-piccole, a fronte di un commercio mondiale per il 60% gestito da multinazionali e grosse società che, grazie ad un sistema consolidato di accordi commeciali e finanziari, hanno un piu facile accesso diretto alla Grande Distribuzione, aspetto che si riscontra in questo mercato. Altro motivo, è dovuto al prezzo più elevato dei nostri prodotti, rispetto a quelli importati dall Arabia Saudita dalla stessa area medio-orientale. 39

40 7.3 AGROALIMENTARE I prodotti alimentari italiani sono forniti alla Grande Distribuzione (che in Arabia Saudita rappresenta per i prodotti agro-alimentari il principale canale distributivo) in prevalenza da importatori specializzati, che per incrementare la diversificazione dei prodotti alimentari italiani offerti, avrebbero bisogno di un supporto promozionale che dovrebbe però essere affrontato dalle stesse aziende italiane. Poichè molto spesso da parte italiana vi è riluttanza a sostenere spese di pubblicità commerciale in mercati non domestici o considerati difficili, restano limitate le possibilità di diversificazione e radicamento nel mercato saudita dei nostri prodotti agroalimentari. 40

41 7.4 AGROALIMENTARE UNA ULTERIORE OPPORTUNITA PER L AGROLAMENTARE ITALIANO: Progetto Foglie di vite per l alimentazione umana, per il mercato arabo Un progetto avviato da ICE e nel 2015 giunto al termine della fase sperimentale (Progetto PON) 41

42 FINE GRAZIE PER L ATTENZIONE Per richieste di approfondimento, scrivere a : 42

FINANZIAMENTI PER L'ACQUISTO DI NUOVI MACCHINARI, IMPIANTI E ATTREZZATURE DA PARTE DI PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.M.

FINANZIAMENTI PER L'ACQUISTO DI NUOVI MACCHINARI, IMPIANTI E ATTREZZATURE DA PARTE DI PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.M. BENEFICIARI Piccole e medie imprese. FINANZIAMENTI PER L'ACQUISTO DI NUOVI MACCHINARI, IMPIANTI E ATTREZZATURE DA PARTE DI PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.M. 27 novembre 2013 INTERVENTI AMMESSI Gli investimenti

Dettagli

! "! # $%# &'() *'' +

! ! # $%# &'() *'' + ,! "! # $%# &'() *'',!" #$! $% & ' ( )) * )))),)))!! $,) ) ) ( -! '() $!./$" ). )0)!"%$ 1!))&) 11.%2 *"#$'( &'$ $ ( ) ) )(&3)(.1 (.$) 21 ))4)*#.%2' 5 0 11 ( 2,*"#$'('*#$ )(, )'*, $ %1)6$*7 -! & & , "!

Dettagli

DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 90 ART. 18 CREDITO DI IMPOSTA PER BENI STRUMENTALI NUOVI

DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 90 ART. 18 CREDITO DI IMPOSTA PER BENI STRUMENTALI NUOVI DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 90 ART. 18 CREDITO DI IMPOSTA PER BENI STRUMENTALI NUOVI Requisiti soggetto proponente Possono beneficiare dell agevolazione tutte le imprese attive, anche se con attività

Dettagli

DECRETO COMPETITIVITÁ

DECRETO COMPETITIVITÁ Dott. Michael Brugnara Dott. Walter Schweigkofler Dott. Walter Weger 3. Lettera Circolare 2014 Indice: Decreto Renzi: 1.) Bonus per lavoratori dipendenti con un reddito annuo fino a 26.000... 1 2.) Riduzione

Dettagli

CONVERSIONE DEL DECRETO CRESCITA NELLA L. 116/2014. PARTE PRIMA

CONVERSIONE DEL DECRETO CRESCITA NELLA L. 116/2014. PARTE PRIMA STUDIO DI CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA Commercialisti Revisori dei conti FABIO BETTONI LAURA LOCATELLI RACHELE DENEGRI Circolare n.20 del 03 settembre 2014 CONVERSIONE DEL DECRETO CRESCITA NELLA L.

Dettagli

BONUS MACCHINARI E CREDITO DI IMPOSTA DEL 15%

BONUS MACCHINARI E CREDITO DI IMPOSTA DEL 15% BONUS MACCHINARI E CREDITO DI IMPOSTA DEL 15% AMBITO DI APPLICAZIONE. In riferimento all ambito di applicazione dell agevolazione si segnala che questa è riservata ai soggetti titolari di reddito d impresa:

Dettagli

Studi di settore UD20U e UD32U Fabbricazione e lavorazione di prodotti in metallo; Fabbricazione macchine e apparecchi meccanici.

Studi di settore UD20U e UD32U Fabbricazione e lavorazione di prodotti in metallo; Fabbricazione macchine e apparecchi meccanici. Studi di settore UD20U e UD32U Fabbricazione e lavorazione di prodotti in metallo; Fabbricazione macchine e apparecchi meccanici. 2007: Le attività interessate sono quelle relative ai seguenti codici ATECO

Dettagli

LA DETASSAZIONE DEGLI UTILI REINVESTITI C.D. TREMONTI-TER.

LA DETASSAZIONE DEGLI UTILI REINVESTITI C.D. TREMONTI-TER. EMME CONSULTING S.N.C. di E. MARTINI E R. MULTARI & C. Verona, 2 ottobre 2009 LA DETASSAZIONE DEGLI UTILI REINVESTITI C.D. TREMONTI-TER. Nell ambito del D.L. n. 78/2009, convertito dalla legge n. 102/2009,

Dettagli

Oggetto: LA DETASSAZIONE DAL REDDITO D IMPRESA DEGLI INVESTIMENTI IN MACCHINARI E ATTREZZATURE (C.D. AGEVOLAZIONE TREMONTI-TER)

Oggetto: LA DETASSAZIONE DAL REDDITO D IMPRESA DEGLI INVESTIMENTI IN MACCHINARI E ATTREZZATURE (C.D. AGEVOLAZIONE TREMONTI-TER) Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: LA DETASSAZIONE DAL REDDITO D IMPRESA DEGLI INVESTIMENTI IN MACCHINARI E ATTREZZATURE (C.D. AGEVOLAZIONE TREMONTI-TER) L articolo 5 del D.L. n.78/09, convertito dalla

Dettagli

Decreto Competitività 2014: credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi e modifiche alla disciplina ACE

Decreto Competitività 2014: credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi e modifiche alla disciplina ACE Decreto Competitività 2014: credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi e modifiche alla disciplina ACE Il D.L. 24 giugno 2014, n. 91, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 144 del 24

Dettagli

Detassazione degli investimenti in nuovi macchinari ed apparecchiature (c.d. "Tremonti-ter")

Detassazione degli investimenti in nuovi macchinari ed apparecchiature (c.d. Tremonti-ter) Detassazione degli investimenti in nuovi macchinari ed apparecchiature (c.d. "Tremonti-ter") 1 PREMESSA Con l'art. 5 del DL 1.7.2009 n. 78 convertito nella L. 3.8.2009 n. 102, c.d. "manovra d'estate",

Dettagli

ID Azienda: Altre lavorazioni: Materiali: Mercati: Settori di clienti: Fatturato: Certificazioni: 3055 UD-Italia

ID Azienda: Altre lavorazioni: Materiali: Mercati: Settori di clienti: Fatturato: Certificazioni: 3055 UD-Italia 3055 UD-Italia Carpenteria in genere Assemblaggio di apparecchiature, macchinari e impianti in genere Saldatura in genere Costruzioni di apparecchiature, macchinari e impianti conto terzi Acciaio inox,

Dettagli

NORDEST: QUASI IL 25 % DELL EXPORT VA IN GERMANIA E IN FRANCIA Siamo tra i leader mondiali nella vendita di macchinari

NORDEST: QUASI IL 25 % DELL EXPORT VA IN GERMANIA E IN FRANCIA Siamo tra i leader mondiali nella vendita di macchinari NORDEST: QUASI IL 25 DELL EXPORT VA IN GERMANIA E IN FRANCIA Siamo tra i leader mondiali nella vendita di macchinari ==================== Quasi il 25 per cento delle merci prodotte nel Nordest prende la

Dettagli

CREDITO D IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN NUOVI BENI STRUMENTALI, PRIME INFORMAZIONI

CREDITO D IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN NUOVI BENI STRUMENTALI, PRIME INFORMAZIONI CREDITO D IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN NUOVI BENI STRUMENTALI, PRIME INFORMAZIONI Il Decreto Legge n. 91 del 25 giugno 2014 (Decreto Competitività) contiene una disposizione che riconosce alle imprese un

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA; PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE; IMPIANTISTICA Processo Lavorazioni Meccaniche

Dettagli

LIBANO PARCO VETTURE NEL

LIBANO PARCO VETTURE NEL LIBANO PARCO VETTURE NEL 29 Febbraio 211 Dati aggiornati il 1 febbraio 211: - le nuove auto vendute nel 21 (pag. 5) - l interscambio Libano/Mondo 21 (pag. 5-6) Nel 29, il numero delle auto private circolante

Dettagli

DECRETO COMPETITIVITA Credito d imposta al 15% sugli investimenti in beni strumentali nuovi

DECRETO COMPETITIVITA Credito d imposta al 15% sugli investimenti in beni strumentali nuovi DECRETO COMPETITIVITA Credito d imposta al 15% sugli investimenti in beni strumentali nuovi IN BREVE Il Decreto Competitività ha introdotto un credito d imposta del 15% sugli investimenti in beni strumentali

Dettagli

Oggetto: IL NUOVO CREDITO D IMPOSTA SUGLI INVESTIMENTI IN IMPIANTI

Oggetto: IL NUOVO CREDITO D IMPOSTA SUGLI INVESTIMENTI IN IMPIANTI Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: IL NUOVO CREDITO D IMPOSTA SUGLI INVESTIMENTI IN IMPIANTI È legge (la n.116 dell 11 agosto 2014 e pubblicata nella G.U. n.192 del 20.08.14) la previsione contenuta

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UD32U ATTIVITÀ 25.40.00 FABBRICAZIONE DI ARMI E MUNIZIONI ATTIVITÀ 25.62.00 LAVORI DI MECCANICA GENERALE

STUDIO DI SETTORE UD32U ATTIVITÀ 25.40.00 FABBRICAZIONE DI ARMI E MUNIZIONI ATTIVITÀ 25.62.00 LAVORI DI MECCANICA GENERALE STUDIO DI SETTORE UD32U ATTIVITÀ 25.40.00 FABBRICAZIONE DI ARMI E MUNIZIONI ATTIVITÀ 25.62.00 LAVORI DI MECCANICA GENERALE ATTIVITÀ 25.73.12 FABBRICAZIONE DI PARTI INTERCAMBIABILI PER MACCHINE UTENSILI

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

dottori commercialisti

dottori commercialisti dottori commercialisti Renato Meneghini Enrico Povolo Marco Giaretta Dott Giacomo Prandina www.dottcomm.net Vicenza, 5 Agosto 2014 INFORMATIVA N. 7-2014: CREDITO IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI

Dettagli

ALLEGATO 2 SETTORI CHE AFFERISCONO AI CLUSTER DEL DISTRETTO TECNOLOGICO DELL UMBRIA (DTU)

ALLEGATO 2 SETTORI CHE AFFERISCONO AI CLUSTER DEL DISTRETTO TECNOLOGICO DELL UMBRIA (DTU) ALLEGATO 2 SETTORI CHE AFFERISCONO AI CLUSTER DEL DISTRETTO TECNOLOGICO DELL UMBRIA (DTU) 1. MATERIALI SPECIALI METALLURGICI 2. MICRO E NANOTECNOLOGIE 3. MECCANICA AVANZATA 4. MECCATRONICA Le tabelle seguenti

Dettagli

Seminario. Focus Ungheria

Seminario. Focus Ungheria Seminario Focus Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria Ancona, 4 Febbraio 2016 Focus Ungheria Ungheria: Punti principali della presentazione I. Aspetti generali, focus macroeconomico, dati di

Dettagli

SETTORI CHE AFFERISCONO AI CLUSTER DEL DISTRETTO TECNOLOGICO DELL UMBRIA (DTU)

SETTORI CHE AFFERISCONO AI CLUSTER DEL DISTRETTO TECNOLOGICO DELL UMBRIA (DTU) 164 Supplemento ordinario n. 3 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 43 del 24 settembre 08 SETTORI CHE AFFERISCONO AI CLUSTER DEL DISTRETTO TECNOLOGICO DELL UMBRIA (DTU) Allegato 2 1. MATERIALI

Dettagli

Aggiornamenti n. 6/09

Aggiornamenti n. 6/09 Aggiornamenti n. 6/09 08 luglio 2009 ARGOMENTI TRATTATI: AREA TAX PRIVATO: MANOVRA ESTIVA ANTI-CRISI, PRIME INDICAZIONI PAG. 1 MANOVRA ESTIVA ANTI-CRISI, PRIME INDICAZIONI Il 1 luglio è stato pubblicato

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA; PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE; IMPIANTISTICA Processo Lavorazioni Meccaniche

Dettagli

CODICE PROGETTO WR 1. Profilo azienda

CODICE PROGETTO WR 1. Profilo azienda CODICE PROGETTO WR 1 azienda Attività Limited partnership 2012: 1,5 mln Eur 2013: 1,9 mln Eur India Occidentale Oltre a una propria attività manufatturiera per la produzione di rotelle e accessori/componentistica

Dettagli

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES 1 Asia Crescita: 2011: 7,8 % 2012: 7,7 % Entro 2050: Pil: $148.000 Miliardi (45% dell output globale) Reddito pro-capite: $38.000 (superiore

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

CREDITO D IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI NUOVI

CREDITO D IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI NUOVI CREDITO D IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI NUOVI La Tremonti Quater è l agevolazione per cui gli investimenti (acquisto / leasing / appalto) in macchinari di valore > di euro 10.000 (ognuno)

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VD32U ATTIVITÀ 25.40.00 FABBRICAZIONE DI ARMI E MUNIZIONI ATTIVITÀ 25.62.00 LAVORI DI MECCANICA GENERALE ATTIVITÀ 25.73.12 FABBRICAZIONE DI PARTI INTERCAMBIABILI PER MACCHINE UTENSILI

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale URUGUAY Maggio 2011 L'economia uruguaiana, nel 2010, ha registrato una significativa crescita del PIL dell 8,5% rispetto al 2009 e, nel primo

Dettagli

CUBA Congiuntura Economica

CUBA Congiuntura Economica CUBA Congiuntura Economica Durante il 2011 l economia cubana ha avviato graduali riforme del sistema economico. Il tasso annuale di crescita del prodotto interno lordo dovrebbe attestarsi al 2.7% nel 2011.

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA

ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA GIUGNO 2014 CONTENUTI E NOTE METODOLOGICHE Lo studio che segue, curato dall Agenzia ICE di Mosca, e di tipo congiunturale e analizza in dettaglio, per tavole

Dettagli

Economia, lavoro e società

Economia, lavoro e società Introduzione L export della piccola impresa Daniele Nicolai 1 2 L export realizzato dalle piccole imprese (< 20 addetti) rappresenta il 13,6% del totale delle esportazioni italiane e ammonta ad oltre 38

Dettagli

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Antonio

Dettagli

FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013

FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013 ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013 A cura dell Ufficio Studi Euler Hermes Italia FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013

Dettagli

Omodeo Zorini Peretta Migliazza Associati

Omodeo Zorini Peretta Migliazza Associati Omodeo Zorini Peretta Migliazza Associati CONSULENZA FISCALE, SOCIETARIA E DEL LAVORO Dott. STEFANO OMODEO ZORINI Rag. ROBERTO PERETTA Rag. CARLO ALBERTO MIGLIAZZA Commercialisti Revisori Contabili Collaboratori

Dettagli

Informativa n 2 19 febbraio 2010. Indice

Informativa n 2 19 febbraio 2010. Indice Informativa n 2 19 febbraio 2010 Indice 1 - NOVITA INTRASTAT...2 2 - LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA 2009 E IL VISTO DI CONFORMITÀ...3 SOGGETTI CHE POSSONO RILASCIARE IL VISTO DI CONFORMITA...3 3 - LA

Dettagli

LA DETASSAZIONE DEGLI INVESTIMENTI IN MACCHINARI ED APPARECCHIATURE

LA DETASSAZIONE DEGLI INVESTIMENTI IN MACCHINARI ED APPARECCHIATURE Circolare N. 61 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 8 settembre 2009 LA DETASSAZIONE DEGLI INVESTIMENTI IN MACCHINARI ED APPARECCHIATURE Il DL 78/2009 (c.d. Manovra d Estate ), convertito dalla

Dettagli

Scheda Paese Marocco. A cura di. Nadia Harbouli Ufficio Marocco

Scheda Paese Marocco. A cura di. Nadia Harbouli Ufficio Marocco Scheda Paese Marocco A cura di Nadia Harbouli Ufficio Marocco DESK ITALIA - MAROCCO MAROCCO MAROCCO Mercato prioritario per stabilità economica e politica Posizione geografica strategica Indicatori macro-economici

Dettagli

ID Azienda: Altre lavorazioni: Materiali: Mercati: Settori di clienti: Fatturato: Certificazioni: 100 VI-Italia

ID Azienda: Altre lavorazioni: Materiali: Mercati: Settori di clienti: Fatturato: Certificazioni: 100 VI-Italia 100 VI-Italia Stampi per iniezione di materie plastiche Stampi in genere Lavorazioni meccaniche di precisione Elettroerosione a filo Acciai speciali, Acciai temprati, EUROPA ORIENTALE Apparecchi medicali

Dettagli

Direttore Responsabile: Franco Bolner Per eventuali problemi di ricezione telefonare allo 0461/805605. INFORMATIVA N. 202 Trento, 10.09.

Direttore Responsabile: Franco Bolner Per eventuali problemi di ricezione telefonare allo 0461/805605. INFORMATIVA N. 202 Trento, 10.09. Spa 38100 TRENTO Via Solteri, 74 INFORMATIVA FISCALE Direttore Responsabile: Franco Bolner Per eventuali problemi di ricezione telefonare allo 0461/805605 INFORMATIVA N. 202 Trento, 10.09.2009 Settore:

Dettagli

MACCHINE DI IMPIEGO GENERALE

MACCHINE DI IMPIEGO GENERALE Circolare informativa area tributaria Decreto competitività tremonti quater e varie Ecco di seguito le novità più significative: Bonus acquisto beni strumentali tremonti quater È confermato il riconoscimento

Dettagli

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Opportunita di Business negli Emirati Arabi Uniti Visione

Dettagli

Analisi delle esportazioni settoriali e degli investimenti diretti italiani in Cina

Analisi delle esportazioni settoriali e degli investimenti diretti italiani in Cina Analisi delle esportazioni settoriali e degli investimenti diretti italiani in Cina novembre 2012 INDICE 1. ANALISI SETTORIALE DELLE ESPORTAZIONI ITALIANE 3 1.1 Meccanica e componenti 4 1.2 Semilavorati

Dettagli

Padova, 7 luglio 2009. Ai Clienti dello Studio LORO SEDI

Padova, 7 luglio 2009. Ai Clienti dello Studio LORO SEDI BALIN & ASSOCIATI Umberto Balin Margherita Cabianca Enrico Cecchinato Consulente del Lavoro Francesca Gardellin Viviana Pigal Raffaella Martellani Padova, 7 luglio 2009 Ai Clienti dello Studio LORO SEDI

Dettagli

BONUS MACCHINARI: credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

BONUS MACCHINARI: credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi BONUS MACCHINARI: credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi a cura di: Dott. Maurizio Belli Dott. Alberto Bandinelli Con atto del Senato n 1541 è stato convertito in legge il Decreto-Legge

Dettagli

CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI

CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI 51 A AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA 01 COLTIVAZIONI AGRICOLE E PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI, CACCIA E SERVIZI CONNESSI

Dettagli

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese Capitolo 24 Risultati economici delle imprese 24. Risultati economici delle imprese Per saperne di più... Eurostat. http://europa. eu.int/comm/eurostat. Imf. World economic outlook. Washington: 2012.

Dettagli

Industria farmaceutica. Istat: a maggio in crescita fatturato (+6,3%) e ordinativi (+9,7%)

Industria farmaceutica. Istat: a maggio in crescita fatturato (+6,3%) e ordinativi (+9,7%) Industria farmaceutica. Istat: a maggio in crescita fatturato (+6,3%) e ordinativi (+9,7%) Pubblicato dall Istituto di Statistica il bollettino di maggio. Crescono su base annua i numeri delle aziende

Dettagli

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale Import/export La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale di Alfonso Ghini (*) Un analisi della situazione di importazione ed esportazione dei paesi più importanti, mette in

Dettagli

Agevolazioni per le imprese industriali e di servizi

Agevolazioni per le imprese industriali e di servizi Agevolazioni per le imprese industriali e di servizi A chi si rivolge? Possono presentare istanza le micro, piccole o medie imprese, indicate nell allegato A riportato in calce, già iscritte nel registro

Dettagli

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 14 luglio 2014

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 14 luglio 2014 DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 14 luglio 2014 Oggetto: Circolare n. 13/2014 del 14 luglio 2014

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 23 giugno 2015 Aprile 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA Ad aprile il fatturato dell industria, al netto della stagionalità, registra una diminuzione dello 0,6% rispetto a marzo, con variazioni

Dettagli

FEDERAZIONE RUSSA. Agenzia ICE Mosca

FEDERAZIONE RUSSA. Agenzia ICE Mosca FEDERAZIONE RUSSA Interscambio, Esportazioni settore agroalimentare, Attività promozionale a supporto di Agenzia ICE Mosca Camera di Commercio Italo-Russa 29 Aprile 2015 Maurizio Forte Direttore Agenzia

Dettagli

DELIBERA GIUNTALE APPROVAZIONE PIANO SITUAZIONE DI DIFFICOTÀ OCCUPAZIONALE AMBITO TERRITORIALE CODICI ATECO 2002 CODICI ATECO 2007 24 METALLURGIA

DELIBERA GIUNTALE APPROVAZIONE PIANO SITUAZIONE DI DIFFICOTÀ OCCUPAZIONALE AMBITO TERRITORIALE CODICI ATECO 2002 CODICI ATECO 2007 24 METALLURGIA SITUAZIONE DI DIFFICOTÀ OCCUPAZIONALE DELIBERA GIUNTALE APPROVAZIONE PIANO AMBITO TERRITORIALE CODICI ATECO 2002 CODICI ATECO 2007 24 METALLURGIA 24.1 Siderurgia 24.2 Fabbricazione di tubi, condotti, profilati

Dettagli

OGGETTO: La manovra d estate (D.L. 1/7/2009 n. 78 convertito in legge n. 102/2009 e D.L. 3/8/2009 n. 103) Principali novità

OGGETTO: La manovra d estate (D.L. 1/7/2009 n. 78 convertito in legge n. 102/2009 e D.L. 3/8/2009 n. 103) Principali novità Dott. Carlo Agosta Dott. Enrico Pogolotti Dott. Davide Mancardo Dott.ssa Chiara Valente Dott.ssa Stefania Neirotti Torino, 2 settembre 2009 Circolare n. 17/2009 OGGETTO: La manovra d estate (D.L. 1/7/2009

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 24 febbraio 2014 Dicembre 2013 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI A partire dal mese corrente, l Istat avvia la diffusione mensile degli indici dei prezzi all importazione dei prodotti industriali.

Dettagli

Le aree di Innovazione per la crescita

Le aree di Innovazione per la crescita Le aree di Innovazione per la crescita I Sistemi nazionali di Innovazione vengono caratterizzati dal grado di specializzazione tecnologica dei diversi settori produttivi: la capacità di sviluppare innovazione

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

Il D.L. n. 78/2009 La detassazione degli utili reinvestiti in macchinari

Il D.L. n. 78/2009 La detassazione degli utili reinvestiti in macchinari ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 9 20 LUGLIO 2009 Il D.L. n. 78/2009 La detassazione degli utili reinvestiti in macchinari

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 23 dicembre 2015 Ottobre 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA A ottobre il fatturato dell industria, al netto della stagionalità, registra un incremento del 2,0% rispetto a settembre, con variazioni

Dettagli

Tavola codici Ateco 2007 ammissibili

Tavola codici Ateco 2007 ammissibili Allegato 4 Tavola codici Ateco 2007 ammissibili CODIC Sezion DECLARATORIE E e 10 C INDUSTRIE ALIMENTARI (Sono escluse dalle agevolazioni le attività di trasformazione dei prodotti agricoli di cui all Allegato

Dettagli

Allegato L 6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI OGGETTI D'ARTE, DI CULTO E DI DECORAZIONE, CHINCAGLIERIA E BIGIOTTERIA

Allegato L 6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI OGGETTI D'ARTE, DI CULTO E DI DECORAZIONE, CHINCAGLIERIA E BIGIOTTERIA Settori del commercio (Sezione G), secondo la classificazione delle attività ATECO 2002, ammessi alle agevolazioni ai sensi della normativa comunitaria. G 50 10 G 50 30 G 50 50 G 51 12 0 COMMERCIO DI AUTOVEICOLI

Dettagli

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 3 TRIMESTRE Camera di Commercio di Modena Via Ganaceto, 134 41100 Modena Tel. 059 208423 http://www.mo.camcom.it Natalità

Dettagli

BOLLETINO DI OPPORTUNITÀ D AFFARI

BOLLETINO DI OPPORTUNITÀ D AFFARI BOLLETINO DI OPPORTUNITÀ D AFFARI Rif.: 1135 GANCI IN NYLON ATOSSICO PER MOVIMENTAZIONE CARNE: Industria italiana di ganci in nylon atossico, ad ancora, per macellai, desidera contattare imprese commerciali

Dettagli

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI 10 gennaio 2013 Anno 2010 GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Nel 2010, la spesa per investimenti ambientali delle imprese industriali 1 è risultata pari a 1.925

Dettagli

Italia - Iran ایران - ایتالیا

Italia - Iran ایران - ایتالیا Italia - Iran ایران - ایتالیا Elaborato dall Ufficio di supporto per la pianificazione strategica, studi e rete estera pianificazione.strategica@ice.it 14 luglio 215 Sanzioni in vigore A partire dal 26

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Quaderni Statistici e Informativi ISSN 1974-6822 Quaderno dei Prezzi N 8 - Dicembre 2009 Quaderni Statistici e Informativi La collana Quaderni

Dettagli

Il commercio estero dell Italia con la Cina: bilancia commerciale, specializzazione merceologica e operatori all esportazione Anni 2000-2005

Il commercio estero dell Italia con la Cina: bilancia commerciale, specializzazione merceologica e operatori all esportazione Anni 2000-2005 25 settembre 2006 Il commercio estero dell Italia con la Cina: bilancia commerciale, specializzazione merceologica e all esportazione Anni 2000-2005 Ufficio della comunicazione Tel. +39 06 4673.2243-2244

Dettagli

COMMERCIO ESTERO DELLA REGIONE MARCHE - DATI 2013

COMMERCIO ESTERO DELLA REGIONE MARCHE - DATI 2013 COMMERCIO ESTERO DELLA REGIONE MARCHE - DATI 2013 Dati 2013 estratti e elaborati a Marzo 2014 Fonte dei dati import export : ISTAT COEWEB REGIONE MARCHE Sistema Informativo Statistico e-mail: Funzione.SIStatistico@regione.marche.it

Dettagli

L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio. - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica

L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio. - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica RAPPORTO 2010 L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica La demografia delle imprese Imprese registrate e attive

Dettagli

CODICE Sezione. Allegato a)

CODICE Sezione. Allegato a) CODICE Sezione Tavola codici Ateco 2007 per il Registro Imprese DECLARATORIE B ESTRAZIONE DI MINERALI DA CAVE E MINIERE 05 B ESTRAZIONE DI CARBONE (ESCLUSA TORBA) 06 B ESTRAZIONE DI PETROLIO GREGGIO E

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 22 luglio 2015 Maggio 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA Allo scopo di fornire informazioni statistiche integrate, a partire dalla diffusione odierna, il comunicato è arricchito di un paragrafo

Dettagli

義 大 利 貿 易 組. La voce che comprende le macchine ed attrezzature non elettriche e la piu consistente

義 大 利 貿 易 組. La voce che comprende le macchine ed attrezzature non elettriche e la piu consistente Suite 1912, International Trade Building, 333, Sec. 1, Keelung Rd., Taipei 110, Taiwan Tel: (00886 2) 27251542 Fax: (00886 2) 27576274 E-Mail: taipei.taipei@ice.it www.italtrade.com/taiwan www.ice.gov.it/estero2/taipei/

Dettagli

Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE

Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE promosso e finanziato dal IL MERCATO Il sistema economico indiano sta progressivamente cambiando forma: da economia rigidamente pianificata,

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 17 febbraio 2015 Dicembre 2014 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di dicembre 2014 l indice dei prezzi all importazione dei prodotti industriali diminuisce dell 1,8% rispetto al

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

Gli investimenti per la protezione dell ambiente delle imprese industriali Anno 2008

Gli investimenti per la protezione dell ambiente delle imprese industriali Anno 2008 5 gennaio 2011 Gli investimenti per la protezione dell ambiente delle imprese industriali Anno 2008 Direzione centrale comunicazione ed editoria Tel. +39 06.4673.2243-2244 Centro di informazione statistica

Dettagli

Capitolo 14. Industria

Capitolo 14. Industria Capitolo 14 Industria 14. Industria Questo capitolo raccoglie informazioni sul settore dell industria in senso stretto, escluse cioè le costruzioni per le quali si rinvia all apposito capitolo. Un primo

Dettagli

- Settori ammissibili per Linea di Intervento

- Settori ammissibili per Linea di Intervento Allegato C - Settori ammissibili per Linea di Intervento Settori ammissibili (CODICI ATECO 2007) Linee di intervento Codice Sezione C: ATTIVITA MANIFATTURIERE Limitatamente ai seguenti codici: Classe 10.52:

Dettagli

La demografia delle imprese

La demografia delle imprese La demografia delle imprese Imprese registrate e attive per divisioni di attività economica (ATECO 2007) alla fine dei trimestri 2011. Iscrizioni e cessazioni trimestrali nel 2011 SEZIONE E DIVISIONE DI

Dettagli

C28 Fabbricazione di macchinari ed apparecchiature nca 302 258-6 302 258 2 3

C28 Fabbricazione di macchinari ed apparecchiature nca 302 258-6 302 258 2 3 Tav 1.1 Imprese registrate e attive per divisioni di attività economica (ATECO 2007) I e II trimestre 2012. Iscrizioni e cessazioni trimestrali Provincia di CREMONA Fonte: Infocamere, Stockview, 2012 SEZIONE

Dettagli

Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007

Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007 Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007 Rischio BASSO (Datore di lavoro R.S.P.P. 16 ore - Formazione per i Dipendenti 4 ore modulo generale + 4 ore modulo

Dettagli

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI 17 gennaio 2012 Anno 2009 GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Nel 2009 la spesa complessiva per investimenti ambientali delle imprese dell industria in senso stretto

Dettagli

Scenari internazionali: opportunità per le imprese. Alessandra Lanza, Prometeia spa

Scenari internazionali: opportunità per le imprese. Alessandra Lanza, Prometeia spa Scenari internazionali: opportunità per le imprese Alessandra Lanza, Prometeia spa premessa export strategia necessaria fatturato interno ed estero dell industria italiana indice mercato estero dal 2009

Dettagli

Un Paese su cui scommettere

Un Paese su cui scommettere Un Paese su cui scommettere La Polonia è un Paese in cui investire è una garanzia; da anni ormai attrae l interesse di un numero crescente di imprese (Europee e non), che operano nei settori più svariati,

Dettagli

CIRCOLARE 2/2015 NORMATIVA FISCALE

CIRCOLARE 2/2015 NORMATIVA FISCALE CIRCOLARE 2/2015 Nel corso del mese di febbraio è stato approvato il decreto Milleproroghe (il nome stesso rende bene l idea di che paese siamo) oltre alla definizione di regole ben precise per jobsact

Dettagli

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013 MATCHING Brasile San Paolo, 24-25 giugno 2013 LE INFORMAZIONI GENERALI I settori* coinvolti sono : Agricolo, agroalimentare (food & beverage), agroindustriale Edilizia e impiantistica: materiali e prodotti

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI. LAZIO Tavole statistiche

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI. LAZIO Tavole statistiche INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI LAZIO Tavole statistiche Risultati del II trimestre 2015 e previsioni per il III trimestre 2015 Indice delle tavole Tavola 1 Tavola 2 Tavola 3 Tavola 4

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero Italian Embassy Trade and Promotion Section Giugno 2008 - IRAN - Il mercato del mobile

Istituto nazionale per il Commercio Estero Italian Embassy Trade and Promotion Section Giugno 2008 - IRAN - Il mercato del mobile 1 - IRAN - Il mercato del mobile 2 Principali indicatori del Paese: Superficie: 1.648.195 mq. Popolazione: 70 milioni PIL: 159 Mld di $USA PIL per abitante: 2.275 $USA CAPITOLO 1 Introduzione al settore

Dettagli

petrolio Penisola Araba, non solo

petrolio Penisola Araba, non solo Arabia Saudita ed Emirati, opportunità per la meccanica nel Golfo. Ingenti introiti petroliferi, crescita demografica e investimenti per diversificare l economia, due Paesi dalle grandi prospettive. Un

Dettagli

Analisi delle Esportazioni Italiane

Analisi delle Esportazioni Italiane Federazione Russa Analisi delle Esportazioni Italiane Agenzia ICE Mosca Febbraio 2014 1. INTERSCAMBIO ED ESPORTAZIONI SETTORIALI ITALIANE Nel 2013 l Italia ha esportato nella Federazione Russa per 10,4

Dettagli

Tremonti Ter. detassazione degli investimenti in alcuni macchinari ed impianti

Tremonti Ter. detassazione degli investimenti in alcuni macchinari ed impianti 1 Ottobre 2009 News per i clienti dello studio Tremonti Ter Ai gentili clienti Loro sedi detassazione degli investimenti in alcuni macchinari ed impianti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

L interscambio commerciale tra Italia e India Anni 2000-2006

L interscambio commerciale tra Italia e India Anni 2000-2006 6 febbraio 2007 L interscambio commerciale tra Italia e India Anni 2000-2006 Ufficio della comunicazione Tel. +39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. + 39 06 4673.3106 Informazioni

Dettagli

NUOVA ZELANDA: CONGIUNTURA ECONOMICA

NUOVA ZELANDA: CONGIUNTURA ECONOMICA NUOVA ZELANDA: CONGIUNTURA ECONOMICA Aggiornato a: Maggio 2010 Istituto nazionale per il Commercio Estero I.C.E. Italian Trade Commission Uffici di Sydney e Auckland Level 24, St. Martins Tower, 31 Market

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 17 giugno 2015 Aprile 2015 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di aprile 2015 l indice dei prezzi all importazione dei prodotti industriali aumenta dello 0,5% rispetto al mese precedente

Dettagli

Categorie Merceologiche

Categorie Merceologiche Allegato C Categorie Merceologiche SEZIONE 1 FORNITURE DI BENI 1.1 Arredamento per ufficio Mobili, complementi d arredo Tendaggi, tappezzerie Corpi illuminanti, lampade Elementi divisori e di isolamento

Dettagli