La strategia Cloud di Microsoft Azure

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La strategia Cloud di Microsoft Azure"

Transcript

1 WHITE PAPER La strategia Cloud di Microsoft Azure Sponsored by: Microsoft Giancarlo Vercellino Dicembre 2014 IDC OPINION La Terza Piattaforma sta portando allo sviluppo di un ecosistema di servizi sempre più basato sul Cloud. La sinergia che si viene determinando tra la diffusione di nuovi dispositivi mobili, la proliferazione dei social network, la diffusione di nuove tecnologie per l'analisi di grandi masse di dati strutturati e non, rappresenta un circolo virtuoso che ha nel Cloud il proprio catalizzatore. Lo sviluppo di un nuovo ecosistema richiede che i Vendor riescano a superare le resistenze del mercato proponendo soluzioni che consentano non soltanto di portare nuova efficienza nell'it, ma fare innovazione e trasformazione aziendale. La realizzazione di tale obiettivo richiede un chiara visione tecnologica e la capacità di rivedere lo stesso modello di business dei Vendor. Il nuovo corso di Microsoft inaugurato da Satya Nadella appare come una delle visioni più lungimiranti di come debbano evolvere i Vendor per fronteggiare le sfide poste dalla Terza Piattaforma. Microsoft Azure è la piattaforma di Cloud Pubblico attraverso la quale Microsoft intende sviluppare la propria strategia coopetitiva negli scenari di mercato emergenti, posizionando sul mercato un ampio portafoglio di offerta basato su Infrastructure-as-a-Service (IaaS) e Platform-as-a-Service (PaaS). La strategia coopetitiva di Microsoft si fonda su tre cardini essenziali: Empowering the Business User. Microsoft Azure mette a disposizione della Line-of- Business una pluralità di servizi sempre più avanzati per espandere il ruolo dell'it in azienda attraverso una gestione sempre più sofistica del dato, degli analytics, della mobilità e dei nuovi dispositivi. Open to Open Software. La collaborazione con la comunità Open Source si sta rivelando cruciale per promuovere la diffusione della tecnologia presso segmenti più ampi del mercato. L'esigenza di mantenere un focus costante sull'innovazione ha consentito a Microsoft Azure di aprire significativamente alle tecnologie Open Source. IT as Utility Business. Gli scenari emergenti richiedono un ripensamento del modello di business dei Vendor, la competizione si sposta dalle applicazioni al servizio e alle infrastrutture. In questa prospettiva, la scelta di aprire Microsoft Azure alle principali applicazioni della concorrenza rappresenta una mossa importante. Dicembre 2014, IDC #IDCWP38W

2 INDICE P. Il Cloud come milieu per l innovazione 1 Azure e la strategia coopetitiva di Microsoft 4 Empowering the Business User. Cosa succede quando Microsoft democratizza l'it 6 Open to Open. Cosa succede quando Microsoft apre all'open Source Software 8 IT as Utility Business. Cosa succede quando Microsoft apre alle terze parti 9 Infrastrutture e partnership: una massa critica di investimenti 10 Conclusioni IDC #IDCWP38W

3 ELENCO DELLE FIGURE P. FIGURE 1 La Terza Piattaforma 1 FIGURE 2 Adozione di servizi di Cloud Pubblico nelle imprese europee 3 FIGURE 3 L architettura di Microsoft Azure IDC #IDCWP38W

4 IL CLOUD COME MILIEU PER L INNOVAZIONE Razionalizzando le diverse tensioni evolutive che hanno caratterizzato il settore ICT negli ultimi decenni a livello internazionale, nella visione tecnologica di IDC (Fig. 1) si evidenziano tre momenti distinti di evoluzione del settore in base alle piattaforme tecnologiche fondamentali che hanno costituito la struttura generale dell'ecosistema: la Prima Piattaforma, fino agli anni '80, dove i principali investimenti del settore erano focalizzati sui mainframe e le tecnologie ICT raggiungevano pochi milioni di individui; la Seconda Piattaforma, tra gli anni '80 e i primi anni Duemila, durante la quale il Personal Computer si afferma come modello dominante e vettore di rapida diffusione della tecnologia presso centinaia di milioni di utenti; la Terza Piattaforma, dai primi anni Duemila ad oggi la diffusione di smartphone e nuovi dispositivi mobili sta al centro del rinnovamento e dell'espansione del settore, che si indirizza verso miliardi di utenti. FIGURE 1 La Terza Piattaforma Source: IDC, 2014 Parallelamente a questo processo di globalizzazione delle capacità hardware e di infrastruttura si sono moltiplicate esponenzialmente le applicazioni disponibili, da poche centinaia a decine di migliaia, per rispondere alle esigenze sempre più specifiche e sofisticate dei più disparati comparti industriali IDC #IDCWP38W 1

5 Secondo IDC i fattori che stanno agendo da acceleratori nei processi di innovazione dentro e fuori al settore sono il Cloud, la Mobility, gli Analytics e il Social Business, in un processo che rappresenta un circolo virtuoso in grado di sostenersi ed espandersi autonomamente. La diffusione dei dispositivi mobili più diversi, che sono diventati di fatto una infrastruttura fondamentale sia nelle relazioni sociali che professionali, catalizza la diffusione di infrastrutture cloud per rispondere alle esigenze di servizio degli utenti in mobilità. L'intreccio tra mobilità e social network sta determinando un flusso tumultuoso e continuo di dati e informazioni che vengono prodotti non soltanto da dispositivi mobili, ma da oggetti di qualsiasi tipo che integrano sensori capaci di registrare e trasmettere qualsiasi parametro personale e ambientale, mettendo a disposizione una quantità sempre più ampia di dati che rappresentano la vera nuova materia prima del Terziario Avanzato, purché si disponga di tecnologie per analizzarli e intuito di business. Nello scenario che si viene determinando, seppure a macchie di leopardo, a livello nazionale e internazionale, si osserva un ecosistema dove l informazione e la capacità di elaborazione e comunicazione sono ubiquamente pervasive, e la value chain delle imprese di qualsiasi settore si espande sempre di più cogliendo le opportunità che via via si generano per creare valore attraverso l'informazione, con impatti sulle aziende che in taluni casi risultano in trasformazioni radicali del modello di business. In questa prospettiva, il Cloud rappresenta il milieu tecnologico in cui si ibridano soluzioni e tecnologie diverse per fare innovazione tecnologica localizzata. Dal punto di vista empirico, osservando le proposizioni commerciali che si vanno moltiplicando sul mercato da diversi anni, IDC ha prodotto un ampia mappatura del fenomeno Cloud a livello internazionale. Di fatto, sotto una semplice etichetta commerciale si nasconde un ampia articolazione di fenomeni, sia dal punto di vista tecnologico che organizzativo. In estrema sintesi, e senza alcuna pretesa di esaurire il tema, emergono almeno due distinte classificazioni del fenomeno: da una parte una classificazione del Cloud in base alla posizione nello stack dei servizi (e quindi la distinzione tra Infrastracture-as-a-Service, Platform-as-a-Service e Software-as-a- Service), dall altra una classificazione in base alla localizzazione del data center (e quindi la distinzione tra Cloud Pubblico, Privato e Ibrido). A livello globale, una parte sempre più importante della spesa IT si sta progressivamente spostando verso soluzioni e architetture di tipo Cloud. Sebbene in valore assoluto, in termini di valore monetario della spesa, il Cloud si possa considerare un epifenomeno rispetto al corso complessivo della spesa IT (sebbene con crescita a doppia cifra), molto più significativo appare il suo impatto in termini di adozione complessiva (Fig. 2, oltre il 60% delle imprese europee ha già adottato almeno tre distinti servizi di Cloud Pubblico, in Italia oltre il 70% ne impiega almeno uno), evidenziando un potenziale estremamente significativo di spiazzamento della spesa IT tradizionale (con effetti imprevedibili e ad ampio spettro, dall hardware ai servizi), non soltanto per le imprese più consolidate, ma soprattutto per le start-up e il new business: in questa prospettiva, il Cloud potrebbe rappresentare lo standard dei sistemi informativi delle imprese del prossimo decennio e dunque si potrebbe assistere a un rapido mutamento di quelli che sono i criteri di valutazione che portano i decision makers a valutare il trade-off tra infrastrutture on-premise e on-cloud IDC #IDCWP38W 2

6 FIGURE 2 Adozione di servizi di Cloud Pubblico nelle imprese europee 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 8,7% 10,9% 9,3% 12,8% 12,3% 16,3% 13,3% 12,3% 11,6% 12,2% 16,7% 15,1% 15,8% 12,8% 14,7% 12,2% 10,5% 11,8% 3,0% 16,8% 7,9% 11,9% 12,9% 12,9% 8,0% 9,6% 13,0% 12,6% 12,0% 14,6% 11,0% 14,6% 15,0% 11,6% 12,0% 10,6% 15,9% 18,7% 15,9% 10,0% 8,8% 6,8% 15 e oltre da 10 a 14 da 7 a 9 da 5 a 6 da 3 a 4 da 1 a 2 20% 10% 25,0% 22,8% 22,9% 34,6% 29,0% 26,4% 23,9% Zero 0% Francia Germania Italia Paesi Bassi Paesi Nordici Spagna Gran Bretagna Source: IDC, European End-User Software Survey, n=700, 2014 Come premesso in merito all eterogeneità tecnologico e organizzativa del fenomeno, la tipologia specifica di Cloud non è un fattore ininfluente nelle valutazioni aziendali. Secondo le ultime ricerche condotte da IDC sul fenomeno del Cloud a livello internazionale (IDC CloudTrack survey settembre 2013, European End-User Software Survey, 2014), confermata anche dalle indagini campionarie condotte da IDC sul mercato italiano (IDC Italy, survey marzo 2014), si desume una sostanziale differenza dei fattori inibitori ed abilitanti in base alla tipologia di Cloud: Cloud Pubblico Inhibitors: le principali incertezze rimangono legate alla sicurezza e alla localizzazione del dato (evidenziato come una criticità essenziale da oltre metà dei rispondenti), all eccesso di standardizzazione delle soluzioni che molto spesso collide con esigenze molto specifiche di conformità normativa (circa un terzo dei rispondenti), seguito dalle incertezze sugli SLA e l assistenza complessivamente prestata dai Vendor e dai loro Partner in termini di supporto e servizi (meno di un terzo dei rispondenti). Drivers: approfondendo il tema dei fattori che inducono a una trasformazione dell architettura IT in una dimensione Cloud, gli elementi che emergono con maggiore costanza sono una maggiore rapidità di accesso all innovazione tecnologica realizzata dai partner tecnologici e dalle terze parti (indicato da due rispondenti su cinque con riferimento all upgrade automatico delle soluzioni), l immediata disponibilità di strumenti per creare nuovi prodotti e servizi, la possibilità di razionalizzare il budget IT ottimizzando l impiego delle risorse disponibili (a questo obiettivo di fondo viene subordinata qualsiasi riflessione relativa al pricing a consumo e alla traslazione da capex a opex) IDC #IDCWP38W 3

7 Cloud Privato Inhibitors: le principali incertezze si rivolgono ad altre dimensioni, come la scarsa trasparenza complessiva nel costo delle soluzioni, l indisponibilità di infrastrutture adeguate per rispondere alle esigenze prestazionali delle applicazioni critiche (entrambe circa un terzo dei rispondenti), mentre sono molto meno legate alla sicurezza complessiva delle soluzioni (che si riduce a meno di un terzo dei rispondenti e si riferisce ad alcune configurazioni specifiche in cui le macchine risiedono fuori dal perimetro aziendale). Drivers: i fattori abilitanti che guidano l adozione di soluzioni Cloud convergono più ordinatamente su alcuni temi consolidati, come la necessità di semplificare e standardizzare l IT aziendale (quasi la metà dei rispondenti), l esigenza di migliorare la produttività dello staff IT congiuntamente a processi più generali di razionalizzazione della spesa, l opportunità di mobilizzare le risorse IT sulla base di meccanismi precisi di chargeback, costi standard e prezzi di trasferimento. In molti contesti organizzativi, la dicotomia tra Cloud Pubblico e Privato viene risolta adottando un approccio intermedio tra infrastrutture on-premise e on-cloud, determinando una architettura di Cloud Ibrido che nel complesso consente di mitigare almeno in parte alcune delle criticità che contraddistinguono propriamente le categorie contrapposte. Lo sviluppo di un ecosistema di servizi basato sul Cloud richiede che i Vendor riescano a superare le diffidenze del mercato proponendo soluzioni che consentano non soltanto di portare efficienza, ma fare innovazione e trasformazione aziendale. In questa fase del mercato, caratterizzato da tensioni internazionali e crisi strutturali delle economie, appare più che mai indispensabile ripensare le strategie per andare oltre le azioni tradizionali di business development e sviluppare sinergie comuni per il market development. Sotto questo aspetto, come si vedrà nelle prossime sezioni in merito ad Azure, il nuovo corso di Microsoft inaugurato da Satya Nadella appare come una delle visioni più lungimiranti nel settore. AZURE E LA STRATEGIA COOPETITIVA DI MICROSOFT Sin dalle prime dichiarazioni di febbraio e marzo 2014, è emerso subito con evidenza la consapevolezza di Satya Nadella di promuovere una nuova strategia che coniugasse, da un lato, continuità e sviluppo operativo degli asset tecnologici costituiti da Microsoft in oltre trent'anni di attività, e, dall'altro, innovazione e un nuovo modus operandi, indispensabili per crescere in un ecosistema IT che è cambiato con una celerità straordinaria nell'ultimo decennio. La strategia "Mobile-first, Cloud-first" rappresenta un nuovo principio per comprendere un mercato dominato da device sempre più multiformi e servizi di informazione sempre più pervasivi. Nel processo di consumerizzazione dell'it divengono sempre meno significative molte di quelle categorie tradizionali che distinguevano tra piattaforme di sviluppo, prodotti IT e prodotti per gli utenti finali. "Mobile-first, Cloud-first" non rappresenta soltanto un nuovo mantra aziendale, ma una strategia di sviluppo in un ecosistema di mercato basato su "ubiquitous computing" e "ambient intelligence". Nell'ambito di una tale visione complessiva del prossimo futuro, Microsoft ha proseguito incessantemente i propri sforzi di sviluppo prodotto secondo una roadmap che negli ultimi sei mesi ha trasformato profondamente la piattaforma complessiva delle soluzioni aziendali, inaugurando un modello di strategia coopetitiva che sta conseguendo risultati senza dubbio significativi (basti 2014 IDC #IDCWP38W 4

8 pensare al rilascio di Office su IoS nel marzo di quest anno, scaricato 12 milioni di volte in sette ore da itunes). La strategia coopetitiva di Microsoft si fonda su tre cardini essenziali: Empowering the Business User. Democratizzazione dell'it, ovvero, trasformazione dell'it da black-box a uso prevalente del dipartimento IT per la gestione dei sistemi informativi aziendali a strumento di business transformation nelle mani della Line-of-Business (LOB). L obiettivo di Microsoft è quello di trasformazione una black-box in una scatola di Lego a disposizione di chiunque in azienda abbia l intuito per mettere insieme i pezzi in modo nuovo. Open to Open Software. Gli ultimi decenni di storia dell'it hanno mostrato quanto l'innovazione nel settore sia sempre più spesso il risultato di un processo di sviluppo autonomo e distribuito affidato a comunità di sviluppatori che trascendono i consueti confini aziendali e nazionali. La collaborazione con questa comunità si sta rivelando cruciale per Microsoft. IT as Utility Business. Un aspetto centrale che consente a Microsoft una sempre maggiore apertura delle piattaforme, infrastrutture e servizi anche alle principali soluzioni della concorrenza deriva da un mutamento di prospettiva: nel nuovo ecosistema i tradizionali operatori competono sempre più spesso come imprese che erogano servizi attraverso la propria rete di infrastrutture, come le tradizionali utility dell energia, del gas, dell acqua, dell elettricità: in questo caso il bene sono i servizi ad alto contenuto di informazione e conoscenza. Azure è la piattaforma di Cloud Pubblico attraverso la quale Microsoft intende sviluppare la propria strategia coopetitiva negli scenari di mercato emergenti, posizionando sul mercato un ampio portafoglio di offerta basato su Infrastructure-as-a-Service (IaaS) e Platform-as-a-Service (PaaS). I servizi per il calcolo, l archiviazione, la gestione ed elaborazione dati, lo sviluppo applicativo, sono concepiti per consentire l espansione del data center aziendale in un Cloud Ibrido dove creare e gestire applicazioni, distribuire servizi dentro e fuori il perimetro aziendale, promuovere nuovi modelli di produttività e fare innovazione. La strategia di Microsoft si rivela aggressiva tanto sul piano collaborativo, quanto sul piano competitivo, proponendo un pricing del servizio basato sui minuti di consumo e garantendo l impegno di allinearsi ai prezzi della concorrenza per i servizi di base IDC #IDCWP38W 5

9 FIGURE 3 L architettura di Microsoft Azure Source: Microsoft (per maggiori referenze: Empowering the Business User. Cosa succede quando Microsoft democratizza l'it La grande sfida che si pone di fronte ai Vendor nei prossimi anni è quella di mettere a disposizione tecnologie che consentano di trasformare il dato in un nuovo fattore produttivo su cui qualunque azienda possa costruire valore. Non è soltanto una sfida tecnologica, quella di rendere sostenibili e alla portata di tutti le soluzioni tecnologiche più avanzate, ma è soprattutto una sfida organizzativa, perché richiede una sensibilità che molto spesso taglia trasversalmente diversi dipartimenti aziendali, senza risiedere necessariamente in nessuno. I prodromi dello scenario emergente si possono cogliere nella moltiplicazione di casi studio dove l'attore centrale dei processi di trasformazione aziendale è sempre più spesso la Line-of-Business: in tutti questi casi, l'it non svolge più soltanto una funzione di supporto, ma diventa strumento per portare l'innovazione al centro del core business aziendale. Proponendo una classificazione di massima, esistono almeno due grandi categorie di servizi e di strumenti che Microsoft Azure mette a disposizione della Line-of-Business per espandere la capacità dell IT: da una parte, i servizi di analytics per i nuovi paradigmi dell Internet industriale, dall altra, i servizi per fare spazio alla mobilità e alla consumerization. Servizi per l'espansione dell'it all'internet-of-things Big Data analytics. Microsoft Azure comprende una piattaforma di servizi di Big Data per la gestione dei dati nativi cloud. La soluzione HD Insight, che include soluzioni come Apache HBase e Apache Storm, ed è integrabile con l'appliance Microsoft 2014 IDC #IDCWP38W 6

10 Analytics Platform Solution, consente di scalare le esigenze di analisi fino all'ordine del petabyte senza nessun investimento hardware. Real-time analytics. Microsoft Azure ospita una piattaforma di servizi di real-time intelligence articolata su componenti distinti: Event Hubs, l'applicazione capace di registrare milioni di eventi al secondo provenienti da qualsiasi dispositivo; Stream Analytics, lo strumento di correlazione che procede all'analisi in tempo reale di flussi multipli; Data Factory, la piattaforma che integra dati provenienti da fonti e perimetri diversi in una logica di business, creando le strutture dati complesse per l'analisi. Predictive analytics. Microsoft Azure mette a disposizione una piattaforma per l'apprendimento automatico, Machine Learning Studio, basata su tecnologie sviluppate da Microsoft Research e integrata con oltre 350 pacchetti dei principali software di analisi statistica (es. R), consentendo a imprese di qualsiasi dimensione di sviluppare servizi predittivi avanzati in base alle loro specifiche aree di competenza industriale. Sebbene in talune occasioni alcune applicazioni legate ai Big Data e all Internet-of-things possano sembrare prospettive esclusivamente futuribili, di fatto nel repository dei casi studio di Microsoft è possibile cogliere molti spunti applicativi concreti a diversi livelli di maturazione, dalle sperimentazioni e i proof-of-concept, fino a vere e proprie implementazioni in ambito aziendale e industriale. Esistono già diversi casi studio da guardare con attenzione, forse il più interessante è il lavoro fatto per la London Underground, che ha consentito l'automazione del monitoraggio della metropolitana londinese, affidato a migliaia di sensori e telecamere, gestendo l'enorme mole di dati generati attraverso Azure. Invece, in un differente contesto come quello sanitario, attraverso l'impiego di HDInsight per l'analisi di sei anni di dati, il Leeds Teaching Hospital ha scoperto che su alcune prestazioni diagnostiche non accuratamente registrate non stavano procedendo correttamente con i rimborsi sanitari. Ancora un altro esempio: nell'ambito della distribuzione di prodotti alimentari, la JJ Food Service ha migliorato il processo di customer service impiegando Azure Machine Learning Studio per precompilare la shopping list dei clienti, non soltanto evitando ai clienti il laborioso compito di riempire il basket case, ma aggiungendo raccomandazioni rilevanti per ulteriori acquisti, con un impatto positivo in termini di customer retention. Servizi per l'espansione dell'it alla mobilità e alla consumerization Cryptography & protection policies. Microsoft Azure mette a disposizione Right Management Services per consentire una gestione della sicurezza centrata sui documenti specificando chi ha diritto di accedere, quando e come, un aspetto essenziale quando informazioni sensibili circolano in ambienti sempre più eterogenei caratterizzati da livelli di sicurezza variabili, riducendo il rischio che la distribuzione accidentale di documenti comprometta il vantaggio strategico dell'impresa e la conformità alle normative vigenti. Identity & access management. Microsoft Azure comprende Active Directory Premium, il servizio di autenticazione multi-fattore per semplificare l'identificazione degli utenti in ambienti ibridi (Windows, IoS, Android, etc.) e consentire l'accesso a una federazione di oltre 2000 servizi cloud (da quelli più comuni come Dropbox, Salesforce, fino alle soluzioni emergenti che si rendono via via disponibili presso gli app-stores). Una parte 2014 IDC #IDCWP38W 7

11 sempre maggiore dei task di gestione può essere gestita direttamente dalla Line-of- Business, come ad esempio il cambiamento della password e la gestione delle credenziali di gruppo, per realizzare la massima flessibilità di gestione. Mobile device management. Azure ospita Microsoft Intune, un servizio per la gestione applicativa su qualsiasi dispositivo espandendo la produttività aziendale ai più disparati scenari d'uso attraverso qualsiasi punto di accesso attraverso il portale di self-service: le applicazioni, le risorse e i dati aziendali diventano accessibili attraverso gli strumenti più familiari agli utenti finali, pur preservando rigorose policy di sicurezza sulle informazioni aziendali. Anche per i servizi legati alla mobilità e alla consumerization dal repository di Microsoft emerge una casistica di imprese che stanno procedendo più o meno speditamente in quei processi di trasformazione aziendale in cui il Cloud diventa una fattore essenziale per adattarsi a nuovi requisiti di mercato. La mobilità in sicurezza dei sistemi informativi è diventata un tema centrale per qualsiasi settore dove il capitale umano ha un ruolo centrale: ad esempio, una realtà dell'ingegneria civile e delle costruzioni come The Walsh Group, per garantire la massima sicurezza nell'espansione dei servizi IT ai suoi oltre 5000 dipendenti dislocati tra diverse sedi e diversi cantieri nel mondo si è rivolto alla Active Directory Premium. Nell'ambito dell'aviazione civile, operatori come EasyJet si trovano ad affrontare analoghi problemi rivolgendosi ai servizi che compongono la Active Directory per garantire i maggiori livelli possibili di sicurezza. Oltre alla sicurezza, l intero processo di booking e reservation, dalla ricerca del volo alla prenotazione del posto e l acquisto del biglietto, sono gestiti in modalità ibrida su Microsoft Azure, assicurando agli utenti la massima disponibilità di informazioni in tempo reale. La sensibilità del mercato sia rispetto al tema della privacy che della sicurezza ha portato Microsoft a espandere la conformità delle infrastrutture di Azure attraverso un ampio portafoglio di certificazioni (ISO/IEC 27018, ISO/IEC 27001, SOC 1 and SOC 2 SSAE 16/ISAE 3402, UK G- Cloud, HIPAA BAA, EU Model Clauses, Singapore MTCS Standard, FedRAMP, PCI DSS, Australia IRAP): in modo particolare, lo standard ISO/IEC definisce lo standard per il trattamento dei dati personali nelle infrastrutture cloud, stabilendo regole precise in merito alla restituzione, al trasferimento e alla eliminazione sicura dei dati personali. Open to Open. Cosa succede quando Microsoft apre all'open Source Software Dopo decenni di focalizzazione, se non esclusiva quantomeno prevalente, su una traiettoria tecnologica autonoma, indipendente e talvolta agli antipodi del software libero, il nuovo corso di sviluppo di Microsoft inaugurato da Nadella prende atto del ruolo fondamentale che l'open Source ha avuto nello sviluppo del settore, andando ben oltre una semplice apertura di principio di Azure alle esperienze della comunità degli sviluppatori, ma adottando una modello di innovazione che sotto diversi aspetti si avvicina all'open Innovation. Perseguendo l'obiettivo di rendere Azure una piattaforma su cui sia possibile fare innovazione venendo incontro alle competenze, alle esperienze e alla sensibilità degli sviluppatori, Microsoft ha operato una ampia integrazione dello stack Open Source, rendendo disponibile su Azure circa una settantina di applicazioni, linguaggi e frameworks diversi, tra cui distribuzioni Linux (es. Suse, Ubuntu, CoreOS, CentOS, Debian), 2014 IDC #IDCWP38W 8

12 application server (es. Apache, Tomcat), database di riferimento (es. MySQL, CouchDB, MongoDB) e distribuzioni Hadoop (es. Hortonworks Data Platform), Content Management Systems (es. Liferay, Wordpress, Drupal, Joomla) soluzioni verticali (es. Moodle per l'elearning, Spree e Magento per l'ecommerce) frameworks e ambienti di sviluppo (ed. Eclipse, Mantis, Symfony) linguaggi come Java, PHP, Node.js, Ruby, Python, Django. L'Open Source rappresenta una mossa importante nella strategia di Microsoft per lo sviluppo di un multi-sided market dove l'innovazione sia sempre più aperta, distribuita e collaborativa: di fatto si rivela una leva altamente funzionale allo sviluppo di un ecosistema collaborativo di partner composto da Independent Software Vendors, Value-added Resellers e System Integrators che fanno sviluppo e innovazione su Azure impiegando gli strumenti che catalizzano l'attenzione della comunità internazionale (con risultati peraltro importanti, circa il 35% del business complessivo della piattaforma deriva dalle loro soluzioni). IT as Utility Business. Cosa succede quando Microsoft apre alle terze parti Un aspetto centrale della strategia inaugurata da Microsoft nell'ultimo anno è la progressiva e sempre maggiore apertura delle piattaforme e infrastrutture di Azure alle applicazioni della concorrenza, stabilendo una serie di accordi strategici con i principali operatori internazionali: ecco che su Azure diventa possibile portare gran parte del software SAP (Business Suite Software, Business All-in-One, HANA Developer Edition, Netweaver dalla versione 7 in avanti), Oracle (Java, Oracle Database e Oracle WebLogic Server) e IBM (WebSphere Liberty, MQ, DB2). La strategia si estende ben al di là del solo livello applicativo, istruendo anche la mutua collaborazione a livello middleware, con l'obiettivo di fare della Microsoft Cloud Platform un ambiente di sviluppo eterogeneo. Infatti, nella roadmap di Microsoft è prevista la proposizione di servizi per la replicazione delle macchine virtuali, consentendo una ulteriore espansione della possibilità di impiegare il cloud pubblico come un vero e proprio "playing ground" dove IT e LOB possono sperimentare e fare innovazione nella massima autonomia e indipendenza. Evidenziando in estrema sintesi gli aspetti salienti su cui si basa la strategia coopetitiva di Microsoft, emergono due principi fondamentali a cui si fa affidamento per lo sviluppo organico di un ecosistema cloud quanto più vitale possibile: Portabilità delle licenze. Per consentire la mobilità di applicazioni/ piattaforme nell'emergente ecosistema cloud, un aspetto centrale degli accordi di collaborazione con gli altri Vendor consiste nella mutua apertura delle rispettive infrastrutture alle licenze dei concorrenti così da semplificare i processi di transizione tra on-premise e cloud, e tra cloud differenti. I meccanismi di licensing delle applicazioni/ piattaforme è del tutto separato da quello delle infrastrutture: così i clienti che dispongono di licenze on-premise di SAP, Oracle, IBM potranno distribuirle su Azure in conformità ai criteri delle rispettive licenze cloud, mantenendo del tutto inalterati i meccanismi standard di pricing e servizio dell'infrastruttura Azure sottostante. Sostegno ai modelli Cloud-first. Per facilitare i processi di business transformation, talvolta ostacolati dall'inevitabile inerzia organizzativa legata alla gestione di progetti complessi, sul marketplace di Azure sono disponibili immagini preconfigurate delle applicazioni SAP, 2014 IDC #IDCWP38W 9

13 Oracle e IBM con le configurazioni standard più comuni. Se si considera la disponibilità di tale opzione con la semplice modalità di self-provisioning in sei passi, si comprende il potenziale valore di simili iniziative come catalizzatori dei processi di trasformazione aziendale e diffusione del cloud nel mercato italiano. In merito al supporto, un modello di collaborazione così stretto con altri operatori, porta necessariamente Microsoft a intervenire in modo significativo sulle tradizionali modalità di ingaggio e di servizio per costruire sinergie con i diversi partner, operando in taluni casi come punto di contatto primario, in altri come supporto indiretto. Il puzzle della strategia Microsoft prende forma mettendo insieme le diverse componenti emerse finora. In uno scenario di mercato poi non così futuribile, alcuni operatori IT cercheranno di trasformare il proprio business evolvendo da un modello di competizione basato su licenze software a un modello basato su livelli di servizio: la competizione si sposterà progressivamente sulle infrastrutture cloud, adottando un modello di business sotto diversi aspetti assimilabile a quello delle utilities. Infrastrutture e partnership: una massa critica di investimenti La realizzazione di una strategia di così ampia portata ha richiesto un esteso investimento da parte di Microsoft nella creazione di una rete di infrastrutture e di alleanze a livello globale. La Cloud OS Network è un consorzio globale di Cloud Service Providers che operano sulla Microsoft Cloud Platform per servire le esigenze dei clienti a livello locale nelle singole nazioni. La rete comprende circa una settantina di partner per oltre cinquanta paesi (in Italia alla data odierna sono elencati Telecom Italia, Aruba, Dedagroup, Lepida). Dopo oltre 15 miliardi di dollari di investimenti per la propria infrastruttura cloud, la rete di datacenter di Microsoft è operativa in 17 regioni diverse a livello globale con un portfolio che comprende oltre 100 datacenter e circa un milione di server (in Europa sono presenti i datacenter di Dublino e Amsterdam). Nella necessità di garantire livelli di servizio ancora più qualificati, per servire esigenze particolari in termini di affidabilità, disponibilità, sicurezza e latenza delle comunicazioni, Microsoft ha costituito un network di partner globale per i servizi di connettività privata. Il servizio Express Route comprende i principali operatori TLC e CDN, tra cui si ricordano AT&T, Equinix, Level3, Verizon, Orange e, per il mercato italiano, BT. Con Express Route le imprese hanno la possibilità di estendere agevolmente il proprio datacenter proiettandosi in una modalità ibrida che integra sia infrastrutture on premise che on cloud. CONCLUSIONI Come evidenziato nella premessa e come osservato studiando il caso di Microsoft Azure, la diffusione di nuove forme di IT procurement sta rapidamente portando alla maturazione di inediti modelli industriali, e non soltanto nel comparto dell'information Technology. Nel medio termine si osserverà sempre più chiaramente una netta tensione competitiva tra ecosistemi basati sulle piattaforme di Cloud Pubblico sviluppate dai principali Vendors. Da un lato, la necessità di valorizzare gli investimenti in infrastrutture, dall'altro, la necessità di progredire verso modelli di business che oltrepassano la semplice remunerazione delle licenze software, porterà alla creazione di numerosi multi-sided market attraverso i quali gli interlocutori più diversi, dagli IT manager alla Line-of-Business, dagli sviluppatori freelance agli End-User, potranno negoziare 2014 IDC #IDCWP38W 10

14 punto per punto su servizi e applicazioni. In tale scenario, lo sviluppo di servizi basati sul Platformas-a-Service e sull'infrastructure-as-a-service rappresentano le fondamenta di un settore che sarà completamente rinnovato nel giro di un decennio. La ristrutturazione dell'information Technology porterà allo sviluppo di nuovi ruoli nell'ecosistema del Cloud: molti Vendors diventeranno Cloud Service Enablers, mettendo a disposizione ecosistemi di servizio basati sulle rispettive piattaforme Cloud, attraverso i quali le singole imprese finali potranno sviluppare applicazioni e servizi da proporre sul mercato, posizionandosi come Cloud Service Providers. I diversi operatori che operano nella System Integration e nel canale diventeranno Cloud Service Brokers, assumendo un ruolo sempre più consulenziale nell'indirizzare le imprese verso gli ecosistemi in competizione che meglio rispondono alle rispettive esigenze e necessità. La vera grande scommessa del settore consiste nella capacità delle imprese finali di espandere la propria catena del valore, affiancando accanto al core business tradizionale una serie di attività produttive, in senso lato, centrate sull'elaborazione dell'informazione e l'erogazione di servizi ad alto contenuto di conoscenza. Quante imprese saranno capaci di progredire da un impiego contingente del Cloud a una vera e propria trasformazione in Cloud Service Providers? Secondo IDC (CloudTrack Survey 2013), circa il 7% delle imprese sta facendo del Cloud un processo aziendale perfettamente integrato e ottimizzato per fare innovazione IDC #IDCWP38W 11

15 Chi è IDC IDC (International Data Corporation) è il primo gruppo mondiale specializzato in ricerche di mercato, servizi di consulenza e organizzazione di eventi nei settori dell Information Technology, delle telecomunicazioni e della tecnologia consumer. IDC, sulla base di elementi concreti e analisi di fatto, aiuta i professionisti IT, i dirigenti aziendali e la community degli investitori a prendere decisioni tempestive ed efficaci su acquisti e strategie di business. Oltre 1100 analisti di IDC in 110 Paesi del mondo mettono a disposizione a livello globale, regionale e locale la loro esperienza e capacità circa le opportunità e tendenze della tecnologia e dell industria. Da 50 anni, IDC fornisce analisi strategiche per aiutare i propri clienti a raggiungere i loro principali obiettivi di business. IDC fa parte del gruppo IDG, società leader a livello mondiale nel settore dell editoria, della ricerca e degli eventi in ambito tecnologico. IDC Italy Viale Monza, Milano, Italia idc-insights-community.com Copyright Notice This IDC research document was published as part of an IDC continuous intelligence service, providing written research, analyst interactions, telebriefings, and conferences. Visit to learn more about IDC subscription and consulting services. To view a list of IDC offices worldwide, visit Please contact the IDC Hotline at , ext (or ) or for information on applying the price of this document toward the purchase of an IDC service or for information on additional copies or Web rights. Copyright 2014 IDC. Reproduction is forbidden unless authorized. All rights reserved.

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

Innovazione e Open Source nell era dei nuovi paradigmi ICT

Innovazione e Open Source nell era dei nuovi paradigmi ICT Innovazione e Open Source nell era dei nuovi paradigmi ICT Red Hat Symposium OPEN SOURCE DAY Roma, 14 giugno 2011 Fabio Rizzotto Research Director, IT, IDC Italia Copyright IDC. Reproduction is forbidden

Dettagli

Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter

Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter Elena Vaciago Senior Associate Consultant IDC Italia ICT4Green Conference Nhow Hotel, Milano 17 Febbraio 2009

Dettagli

CALENDARIO EVENTI 2015

CALENDARIO EVENTI 2015 CALENDARIO EVENTI 2015 Cloud Computing Summit Milano 25 Febbraio 2015 Roma 18 Marzo 2015 Mobile Summit Milano 12 Marzo 2015 Cybersecurity Summit Milano 16 Aprile 2015 Roma 20 Maggio 2015 Software Innovation

Dettagli

Come ottenere la flessibilità aziendale con un Agile Data Center

Come ottenere la flessibilità aziendale con un Agile Data Center Come ottenere la flessibilità aziendale con un Agile Data Center Panoramica: implementare un Agile Data Center L obiettivo principale è la flessibilità del business Nello scenario economico attuale i clienti

Dettagli

Evoluzione del modello ASP: Verso l e-business on demand. Enrico Bozzi Emerging Market IBM

Evoluzione del modello ASP: Verso l e-business on demand. Enrico Bozzi Emerging Market IBM Evoluzione del modello ASP: Verso l e-business on demand Enrico Bozzi Emerging Market IBM Agenda Il difficile mestiere dell ASP Cosa non ha funzionato nella fase 1? L evoluzione del modello ASP verso l

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

NEXTVALUE 2014. Presentazione

NEXTVALUE 2014. Presentazione NEXTVALUE 2014 Presentazione NEXTVALUE 2014 CALENDARIO ATTIVITA E-commerce in Italia. Aziende e Operatori a confronto. End-user Computing in Italia. What s next. Information Security Management in Italia.

Dettagli

La trasformazione in atto nei Data center

La trasformazione in atto nei Data center La trasformazione in atto nei Data center Data Center Hands On Milano, 13 marzo 2012 Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it I nuovi dispositivi Videocamera Console & Player Tablet Smart TV Dual screen

Dettagli

Il Cloud e la Trasformazione delle Imprese

Il Cloud e la Trasformazione delle Imprese Il Cloud e la Trasformazione delle Imprese Roberto Masiero Managing Director - The Innovation Group Cloud Computing Summit 2014 Milano, 16 Marzo 2014 Agenda 2014: «L Anno del Sorpasso»: Nuove Tecnologie

Dettagli

Resta inteso che il seguente studio rimane di esclusiva proprietà della SIRMI, che si riserva tutti i diritti relativi all utilizzazione.

Resta inteso che il seguente studio rimane di esclusiva proprietà della SIRMI, che si riserva tutti i diritti relativi all utilizzazione. L evoluzione delle società di Servizi IT Il fenomeno MSP SIRMI SPA per IBM ITALIA SPA Settembre 2013 SIRMI assicura che la presente indagine è stata effettuata con la massima cura e con tutta la professionalità

Dettagli

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 2014 Cloud Computing 2014: mercato, adozione, scenario competitivo Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 INDICE INDICE DELLE FIGURE 2 INDICE DELLE TABELLE

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA GERHARD LO SVILUPPO APPLICATIVO NELL ERA DEL CLOUD E DEL MOBILE

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA GERHARD LO SVILUPPO APPLICATIVO NELL ERA DEL CLOUD E DEL MOBILE LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA GERHARD BAYER LO SVILUPPO APPLICATIVO NELL ERA DEL CLOUD E DEL MOBILE ROMA 4-5 NOVEMBRE 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it

Dettagli

Nuove prospettive: il cloud privato Microsoft

Nuove prospettive: il cloud privato Microsoft Nuove prospettive: il cloud privato Microsoft Andrea Gavazzi, Microsoft Technology Specialist Settore Pubblico " Utilizzando i servizi cloud Microsoft, possiamo distribuire nel cloud privato una completa

Dettagli

Accelerare la transizione verso il cloud

Accelerare la transizione verso il cloud White paper tecnico Accelerare la transizione verso il cloud HP Converged Cloud Architecture Sommario Computing rivoluzionario per l'impresa... 2 Aggiornate la vostra strategia IT per includere i servizi

Dettagli

Gestire il laboratorio in maniera semplice

Gestire il laboratorio in maniera semplice Gestire il laboratorio in maniera semplice Guida al LIMS Software as a Service Eusoft White Paper Introduzione La tecnologia oggi offre alle organizzazioni grandi possibilità di innovazione e trasformazione

Dettagli

1.350 SPECIALISTI 15.000 SERVER GESTITI 330 CLIENTI MANAGED OPERATIONS

1.350 SPECIALISTI 15.000 SERVER GESTITI 330 CLIENTI MANAGED OPERATIONS MANAGED OPERATIONS MANAGED OPERATIONS La Direzione Managed Operations offre servizi tecnologici ed infrastrutturali per tutti i settori di mercato del Gruppo Engineering, con un ampio spettro di soluzioni,

Dettagli

LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER

LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER MANAGED OPERATIONS LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER I Data Center di Engineering, grazie alle migliori infrastrutture e tecnologie, garantiscono i più elevati standard di sicurezza, affidabilità ed efficienza.

Dettagli

CALENDARIO EVENTI 2013 2014

CALENDARIO EVENTI 2013 2014 CALENDARIO EVENTI 2013 2014 BIG DATA CONFERENCE II 2013 Bologna, 19 Novembre Half Day BANKING FORUM 2014 Milano, 12 Febbraio Full Day MOBIZ - MOBILITY FORUM 2014 Roma, 12 Marzo Full Day SMART ENERGY FORUM

Dettagli

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni SERVER E VIRTUALIZZAZIONE Windows Server 2012 Guida alle edizioni 1 1 Informazioni sul copyright 2012 Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati. Il presente documento viene fornito così come

Dettagli

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Luca Zanetta Uniontrasporti I venti dell'innovazione - Imprese a banda larga Varese, 9 luglio 2014 1 / 22 Sommario Cos è il cloud computing

Dettagli

EasyCloud400. Il tuo AS/400. Come vuoi, quanto vuoi. Telecomunicazioni per l Emilia Romagna. Società del Gruppo Hera

EasyCloud400. Il tuo AS/400. Come vuoi, quanto vuoi. Telecomunicazioni per l Emilia Romagna. Società del Gruppo Hera EasyCloud400 Il tuo AS/400. Come vuoi, quanto vuoi. Telecomunicazioni per l Emilia Romagna Società del Gruppo Hera L opportunità Aumentare la flessibilità dell azienda in risposta ai cambiamenti dei mercati.

Dettagli

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Raffaello Balocco School of Management Politecnico di Milano 26 Giugno 2012 Il mercato del cloud mondiale: una crescita inarrestabile According to IDC Public

Dettagli

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Milano, 7 Giugno 2012 Cloud Computing: una naturale evoluzione delle ICT Trend n. 1 - ICT Industrialization

Dettagli

PRIMO OSSERVATORIO ANFOV SULLA SICUREZZA NELLE INFRASTRUTTURE DI RETE 21 GENNAIO 2014 MILANO

PRIMO OSSERVATORIO ANFOV SULLA SICUREZZA NELLE INFRASTRUTTURE DI RETE 21 GENNAIO 2014 MILANO PRIMO OSSERVATORIO ANFOV SULLA SICUREZZA NELLE INFRASTRUTTURE DI RETE Una Panoramica sullo status della sicurezza delle infrastrutture di Rete in Italia, con interventi da parte di aziende utilizzatrici

Dettagli

Apex%21%marzo%2013 %%

Apex%21%marzo%2013 %% Apex%21%marzo%2013 %% La#necessità#di#innovare# La%legge%di%Joy:%% «Non%importa%chi%tu%sia,%le%persone%più%brillanti% lavorano%sempre%per%qualcun%altro»% Innovazione#=#valore# L innovazione%costituisce%nuovo%valore%

Dettagli

Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia

Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia Roma, 5 ottobre 2010 ing. Giovanni Peruggini Banca d Italia - Area Risorse Informatiche e Rilevazioni Statistiche La Banca d Italia Banca Centrale della

Dettagli

Dell Executive Roundtable

Dell Executive Roundtable Dell Executive Roundtable Un data center flessibile per un'azienda competitiva Sergio Patano Research Manager IDC Italia Milano, 24 Gennaio 2012 Copyright 2011 IDC. Reproduction is forbidden unless authorized.

Dettagli

NEL BUSINESS, ACCANTO A VOI

NEL BUSINESS, ACCANTO A VOI NEL BUSINESS, ACCANTO A VOI Una nuova azienda che, grazie all'esperienza ventennale delle sue Persone, è in grado di presentare soluzioni operative, funzionali e semplici, oltre ad un'alta qualità del

Dettagli

Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità

Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Legnano, 24 maggio 2012 Risorse computazionali 2041 The Time, 2011 I nuovi dispositivi Videocamera Console

Dettagli

La transizione al mondo cloud del licensing aziendale

La transizione al mondo cloud del licensing aziendale presenta La transizione al mondo cloud del licensing aziendale Davide Lo Surdo MS SAM Gold Partner www.wpc2015.it info@wpc2015.it - +39 02 365738.11 - #wpc15it 1 Agenda Perché questo workshop? Complessità

Dettagli

Area d Insegnamento Contenuti didattici Competenze richieste

Area d Insegnamento Contenuti didattici Competenze richieste Value proposition: (proposta di valore). Innovazione a sistema. Java. Evoluzioni e soluzioni mobili. Scenari di mercato: da acquisto prodotti/servizi ad acquisto soluzioni. La convergenza ICT. L impatto

Dettagli

Piattaforma Italiana per il Future Internet

Piattaforma Italiana per il Future Internet Piattaforma Italiana per il Future Internet L innovazione ICT come opportunità di crescita economica e sociale In risposta alla recente crisi economica e a sfide preesistenti quali la globalizzazione,

Dettagli

FINANCIAL INSTITUTIONS E I MARKETPLACE

FINANCIAL INSTITUTIONS E I MARKETPLACE FINANCIAL INSTITUTIONS E I MARKETPLACE Il processo di trasformazione digitale delle aziende sta avendo profondi impatti sull offerta di servizi B2C e B2B che le stesse propongono ai propri clienti. La

Dettagli

MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE

MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE AS HIO N LUXURY Internet e customer engagement omnichannel stanno trasformando le strategie dei grandi brand del mercato Fashion

Dettagli

Gruppo Telecom Italia Linee Guida del Nuovo Piano Industriale 2014-2016

Gruppo Telecom Italia Linee Guida del Nuovo Piano Industriale 2014-2016 GRUPPO TELECOM ITALIA Il Piano Industriale 2014-2016 Gruppo Telecom Italia Linee Guida del Nuovo Piano Industriale 2014-2016 - 1 - Piano IT 2014-2016 Digital Telco: perché ora I paradigmi di mercato stabile

Dettagli

Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano

Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano Quale Roadmap per il Cloud Computing? Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano stefano.mainetti@fondazione.polimi.it La definizione classica del Cloud Computing 4 modelli di deployment Cloud private

Dettagli

FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES

FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES Nel Semestre di Presidenza del Consorzio ELIS FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES Executive Summary Sistema integrato di iniziative formative di innovazione per la famiglia professionale ICT Febbraio 2011

Dettagli

CALENDARIO EVENTI 2015

CALENDARIO EVENTI 2015 CALENDARIO EVENTI 2015 IDC BANKING FORUM 2015 Milano, 10 Febbraio Full Day PREDICTIVE SECURITY IN THE 3rd PLATFORM ERA Milano, 11 Marzo Full Day IDC SMART ENERGY FORUM 2015 Milano, 22 Aprile Half Day LEGACY

Dettagli

Sviluppare, gestire e manutenere soluzioni su stack open source

Sviluppare, gestire e manutenere soluzioni su stack open source Focus Group sull Open source nella PA Sviluppare, gestire e manutenere soluzioni su stack open source ISFOL 22/11/2011 Integrazione e manutenzione delle soluzioni open source in un ente pubblico Boris

Dettagli

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server La nuova generazione di soluzioni per le piccole imprese Vantaggi per le piccole imprese Progettato per le piccole imprese e commercializzato

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY. Prima parte: Panoramica sugli attori

CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY. Prima parte: Panoramica sugli attori ANALISI 11 marzo 2012 CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY Nella newsletter N 4 abbiamo già parlato di Cloud Computing, introducendone

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Dopo anni di innovazioni nel settore dell Information Technology, è in atto una profonda trasformazione.

Dettagli

Cloud Computing Stato dell arte, Opportunità e rischi

Cloud Computing Stato dell arte, Opportunità e rischi La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso l'impiego

Dettagli

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY Company Profile 2007 1 CARATTERI IDENTIFICATIVI DEL GRUPPO Reply è una società di Consulenza, System Integration e Application Management, leader nella progettazione

Dettagli

22 Ottobre 2014. #CloudConferenceItalia

22 Ottobre 2014. #CloudConferenceItalia 22 Ottobre 2014 #CloudConferenceItalia Gli Sponsor AZU03 Microsoft Azure e Active Directory Giampiero Cosainz walk2talk giampiero.cosainz@walk2talk.it @GpC72 Ruberti Michele walk2talk michele.ruberti@walk2talk.it

Dettagli

Ricca - Divisione I.T.

Ricca - Divisione I.T. Ricca - Divisione I.T. Information Technology & Security Partner Profilo B.U. e Offerta Servizi Ricca Divisione I.T. Information Technology & Security Partner La Mission La nostra missione è divenire il

Dettagli

SUN ACCELERA L'INNOVAZIONE STORAGE

SUN ACCELERA L'INNOVAZIONE STORAGE SUN ACCELERA L'INNOVAZIONE STORAGE Nuove funzionalità software e l annuncio di Solaris 10 posizionano Sun al vertice della gestione di ambienti storage eterogenei Milano 24 novembre 2004 -- In occasione

Dettagli

La ISA nasce nel 1994. Servizi DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994. Servizi DIGITAL SOLUTION ISA ICT Value Consulting La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi

Dettagli

CREARE UN AMBIENTE SMART STORAGE CLOUD CON IBM SMARTCLOUD STORAGE ACCESS

CREARE UN AMBIENTE SMART STORAGE CLOUD CON IBM SMARTCLOUD STORAGE ACCESS CREARE UN AMBIENTE SMART STORAGE CLOUD CON IBM SMARTCLOUD STORAGE ACCESS GENNAIO 2013 Molte organizzazioni ritengono che la propria grande rete di storage funzioni a compartimenti stagni o che sia dedicata

Dettagli

CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa

CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa da CIO Survey 2013 NetConsulting 2013 1 CIO Survey 2013: Executive Summary Tanti gli spunti che emergono dall edizione 2013 della CIO Survey, realizzata

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Una roadmap evolutiva verso le infrastrutture convergenti

Una roadmap evolutiva verso le infrastrutture convergenti Una roadmap evolutiva verso le infrastrutture convergenti Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Modena, 9 Ottobre 2013 Le tendenze emergenti Quattro grandi forze che stanno contemporaneamente determinando

Dettagli

La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting

La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting 9 ottobre 2014 L andamento del PIL a livello mondiale: l Italia continua ad arretrare Mondo

Dettagli

Spunti ed Elementi da Intel Cloud Forum

Spunti ed Elementi da Intel Cloud Forum Spunti ed Elementi da Intel Cloud Forum Intel incontra il canale sul tema del Cloud Computing, Milano, 8 Settembre 2011 L Information e Communication Technology per oltre vent anni si è sviluppata attorno

Dettagli

SAVA: LA TECNOLOGIA PORTA IL CLIENTE IN AZIENDA

SAVA: LA TECNOLOGIA PORTA IL CLIENTE IN AZIENDA SAVA: LA TECNOLOGIA PORTA IL CLIENTE IN AZIENDA Per supportare SAVA nello sviluppo di un offerta finanziaria sempre più multicanale ed in linea con le esigenze del singolo cliente, Blue Reply ha creato

Dettagli

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra.

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. FASTCLOUD È un dato di fatto che le soluzioni IT tradizionali richiedono investimenti

Dettagli

La visione di SIRMI: qualche commento ai risultati della ricerca; l ASP che non c è? Maurizio Cuzari Amm. Delegato maurizio.cuzari@sirmi.

La visione di SIRMI: qualche commento ai risultati della ricerca; l ASP che non c è? Maurizio Cuzari Amm. Delegato maurizio.cuzari@sirmi. La visione di SIRMI: qualche commento ai risultati della ricerca; l ASP che non c è? Maurizio Cuzari Amm. Delegato maurizio.cuzari@sirmi.it 1 La gestione delle Soluzioni IT/IP - cose da fare Acquisizione

Dettagli

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti Premessa Il rapporto tra open source e innovazione è un

Dettagli

IL PRIVATE CLOUD DELLA FRIENDS' POWER

IL PRIVATE CLOUD DELLA FRIENDS' POWER IL PRIVATE CLOUD DELLA FRIENDS' POWER Evoluzione al Cloud Computing Condivisione dei lavori Integrazione con Android & iphone Cos è il Cloud: le forme e i vantaggi Durante la rivoluzione industriale, le

Dettagli

Hitachi Systems CBT S.p.A.

Hitachi Systems CBT S.p.A. Hitachi Systems CBT S.p.A. EasyCloud : Cloud Business Transformation LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DEL RINNOVAMENTO AZIENDALE Accompagniamo aziende di ogni dimensione e settore nella trasformazione strategica

Dettagli

Accenture Innovation Center for Broadband

Accenture Innovation Center for Broadband Accenture Innovation Center for Broadband Il nostro centro - dedicato alla convergenza e alla multicanalità nelle telecomunicazioni - ti aiuta a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie broadband.

Dettagli

All-flash array e array Flash ibridi a livello globale 2014-2018, previsioni e quote vendor 1H14

All-flash array e array Flash ibridi a livello globale 2014-2018, previsioni e quote vendor 1H14 STUDIO SPECIALE All-flash array e array Flash ibridi a livello globale 2014-2018, previsioni e quote vendor Eric Burgener Jeff Janukowicz Natalya Yezhkova Iris Feng Eric Sheppard IN QUESTO ESTRATTO Il

Dettagli

serena.com IL SUCCESSO DIPENDE DAI PROCESSI Velocizzateli con Serena TeamTrack

serena.com IL SUCCESSO DIPENDE DAI PROCESSI Velocizzateli con Serena TeamTrack serena.com IL SUCCESSO DIPENDE DAI PROCESSI Velocizzateli con Serena TeamTrack SERENA TEAMTRACK Serena TeamTrack è un sistema per la gestione dei processi e dei problemi basato sul Web, sicuro e altamente

Dettagli

POWER REPLY E ORACLE UTILITIES - UNA PARTNERSHIP DI GRANDE SUCCESSO

POWER REPLY E ORACLE UTILITIES - UNA PARTNERSHIP DI GRANDE SUCCESSO POWER REPLY E ORACLE UTILITIES - UNA PARTNERSHIP DI GRANDE SUCCESSO La collaborazione tra Power Reply e Oracle è iniziata nel 2006 tramite la Lodestar Corporation, un azienda statunitense specializzata

Dettagli

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc.

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc. AS/400 STAMPANTI SERVER WINDOWS WORKSTATIONS MATERIALI DI CONSUMO SERVER LINUX CORSI DI FORMAZIONE CHI SIAMO Solution Line è una società di consulenza composta da professionisti di pluriennale esperienza,

Dettagli

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno In questi ultimi anni gli investimenti

Dettagli

Cloud Computing: alcuni punti fermi per non smarrirsi fra le nuvole

Cloud Computing: alcuni punti fermi per non smarrirsi fra le nuvole Cloud Computing: alcuni punti fermi per non smarrirsi fra le nuvole Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it L ICT come Commodity L emergere del Cloud Computing e i nuovi modelli di delivery Trend n.

Dettagli

Cloud Computing....una scelta migliore. ICT Information & Communication Technology

Cloud Computing....una scelta migliore. ICT Information & Communication Technology Cloud Computing...una scelta migliore Communication Technology Che cos è il cloud computing Tutti parlano del cloud. Ma cosa si intende con questo termine? Le applicazioni aziendali stanno passando al

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA TUTTO SUL ROMA 17-19 OTTOBRE 2011 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA TUTTO SUL ROMA 17-19 OTTOBRE 2011 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA GERHARD BAYER TUTTO SUL CLOUD COMPUTING Concetti, Attori, Tecnologie ROMA 17-19 OTTOBRE 2011 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it

Dettagli

Cloud Service Factory

Cloud Service Factory Cloud Service Factory Giuseppe Visaggio Dipartimento di Informatica- Università di Bari DAISY-Net visaggio@di.uniba.it DAISY-Net DRIVING ADVANCES OF ICT IN SOUTH ITALY Net S. c. a r. l. 1 Il Cloud Computing

Dettagli

Linux Day 2009 24/10/09. Cloud Computing. Diego Feruglio

Linux Day 2009 24/10/09. Cloud Computing. Diego Feruglio Linux Day 2009 24/10/09 Cloud Computing Diego Feruglio Cos è il Cloud Computing? An emerging computing paradigm where data and services reside in massively scalable data centers and can be ubiquitously

Dettagli

Domande frequenti su licenze e prezzi

Domande frequenti su licenze e prezzi Domande frequenti su licenze e prezzi Sommario EDIZIONI DATACENTER E STANDARD... 4 D1. Quali sono le novità di Windows Server 2012?... 4 D2. Qual è la differenza tra Windows Server 2012 Standard Edition

Dettagli

Il Successo nel Cloud Computing con Oracle Advanced Customer Services (ACS)

<Insert Picture Here> Il Successo nel Cloud Computing con Oracle Advanced Customer Services (ACS) Il Successo nel Cloud Computing con Oracle Advanced Customer Services (ACS) Sandro Tassoni Oracle Support Director Maggio 2011 Agenda Panoramica Strategia Portafoglio ACS per Cloud

Dettagli

Una Nuvola Pubblica Certificata Alessandro Osnaghi, Fondazione Astrid Convegno Camera di Commercio di Torino, 13 febbraio 2012

Una Nuvola Pubblica Certificata Alessandro Osnaghi, Fondazione Astrid Convegno Camera di Commercio di Torino, 13 febbraio 2012 Una Nuvola Pubblica Certificata Alessandro Osnaghi, Fondazione Astrid Convegno Camera di Commercio di Torino, 13 febbraio 2012 Il termine cloud computing è oggi largamente diffuso e utilizzato spesso impropriamente

Dettagli

Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing. Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ. Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw.

Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing. Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ. Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw. Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ 2 3 Il Cloud Computing si definisce consuetamente secondo due distinte accezioni: 1. un di carattere tecnologico 2. l altra

Dettagli

Il TAL nel programma dell Agenzia per l Italia Digitale

Il TAL nel programma dell Agenzia per l Italia Digitale Il TAL nel programma dell Agenzia per l Italia Digitale ing. Mauro Draoli C O N F E R E N Z A TA L 2 0 1 4 Europa 2020 e Agenda Digitale Strategia Europa 2020 per superare l'impatto della crisi finanziaria

Dettagli

comunicare Gli uomini preistorici, prima di scrivere, impararono a disegnare... esattamente come fanno i bambini ancora oggi.

comunicare Gli uomini preistorici, prima di scrivere, impararono a disegnare... esattamente come fanno i bambini ancora oggi. Gli uomini preistorici, prima di scrivere, impararono a disegnare... esattamente come fanno i bambini ancora oggi. Lo fecero nelle caverne, dove più facilmente la natura avrebbe conservato le loro opere.

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Approfondimenti tecnici su framework v6.3

Approfondimenti tecnici su framework v6.3 Sito http://www.icu.fitb.eu/ pagina 1 I.C.U. "I See You" Sito...1 Cosa è...3 Cosa fa...3 Alcune funzionalità Base:...3 Alcune funzionalità Avanzate:...3 Personalizzazioni...3 Elenco Moduli base...4 Elenco

Dettagli

LA PROPOSTA DI SERVIZI DI RICERCA, ADVISORY & CONSULENZA per il GO-TO- MARKET

LA PROPOSTA DI SERVIZI DI RICERCA, ADVISORY & CONSULENZA per il GO-TO- MARKET LA PROPOSTA DI SERVIZI DI RICERCA, ADVISORY & CONSULENZA per il GO-TO- MARKET Ezio Viola Co-Founder e General Manager The Innovation Group Elena Vaciago Research Manager The InnovationGroup 18 Dicembre

Dettagli

Enterprise Cloud Computing Report

Enterprise Cloud Computing Report 2013 Enterprise Cloud Computing Report Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Michele Ghisetti, Elena Vaciago The Innovation Innovation Group The Group Innovatingbusiness business

Dettagli

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso l'impiego

Dettagli

PROFILO AZIENDALE 2011

PROFILO AZIENDALE 2011 PROFILO AZIENDALE 2011 NET STUDIO Net Studio è un azienda che ha sede in Toscana ma opera in tutta Italia e in altri paesi Europei per realizzare attività di Consulenza, System Integration, Application

Dettagli

La BI secondo Information Builders

La BI secondo Information Builders Page 1 of 6 Data Manager Online Pubblicata su Data Manager Online (http://www.datamanager.it) Home > La BI secondo Information Builders La BI secondo Information Builders La BI secondo Information Builders

Dettagli

Uno storage in evoluzione per le esigenze enterprise

Uno storage in evoluzione per le esigenze enterprise Storage 2013 Uno storage in evoluzione per le esigenze enterprise di Riccardo Florio La sfida dei Big Data L'incremento esponenziale del volume di dati è la cifra distintiva che ha guidato lo sviluppo

Dettagli

BUSINESSOBJECTS EDGE STANDARD

BUSINESSOBJECTS EDGE STANDARD PRODOTTI BUSINESSOBJECTS EDGE STANDARD La business intelligence consente di: Conoscere meglio le attività Scoprire nuove opportunità. Individuare e risolvere tempestivamente problematiche importanti. Avvalersi

Dettagli

Condividi, Sincronizza e Collabora

Condividi, Sincronizza e Collabora Condividi, Sincronizza e Collabora Progettato per le Aziende Migliora la redditività del team Riduce i tempi di elaborazione Riduce i costi uomo/progetto 2 EagleBox Secure File Sync & Sharing EagleBox

Dettagli

Nuvola digitale. Quanto è pulita?

Nuvola digitale. Quanto è pulita? Nuvola digitale. Quanto è pulita? Presentazione del rapporto di Greenpeace International How clean is your cloud? La nuvola e noi Facebook, Amazon, Apple, Microsoft, Google, Yahoo! e altri nomi, magari

Dettagli

CA Technologies: gestione di virtualizzazione e automazione Creare la propria pratica di virtualizzazione e accelerare le iniziative dei clienti

CA Technologies: gestione di virtualizzazione e automazione Creare la propria pratica di virtualizzazione e accelerare le iniziative dei clienti CA Technologies: gestione di virtualizzazione e automazione Creare la propria pratica di virtualizzazione e accelerare le iniziative dei clienti Avanzamento della virtualizzazione La virtualizzazione dei

Dettagli

COMPANY PROFILE. unità operativa p.zza san benedetto da norcia 33 00071 pomezia (rm) tel: 06-9826.9600 - fax: 06-9826.9680

COMPANY PROFILE. unità operativa p.zza san benedetto da norcia 33 00071 pomezia (rm) tel: 06-9826.9600 - fax: 06-9826.9680 COPANY PROFILE direzione e sede legale via campanini 6 20124 milano tel: 02-66.732.1 - fax: 02-66.732.300 unità operativa p.zza san benedetto da norcia 33 00071 pomezia (rm) tel: 06-9826.9600 - fax: 06-9826.9680

Dettagli

Cloud: schiarite e maturità all orizzonte

Cloud: schiarite e maturità all orizzonte Cloud: schiarite e maturità all orizzonte IDC Cloud Symposium, Milano 20 Marzo 2013 Fabio Rizzotto IT Research&Consulting Director, IDC Italy Agenda Su cosa investono i CIO in Italia? Per rispondere a

Dettagli

I TOOL A SUPPORTO DELL'ICT MANAGEMENT: UTILITÀ, MODALITÀ D'USO E PRINCIPALI CRITICITÀ.

I TOOL A SUPPORTO DELL'ICT MANAGEMENT: UTILITÀ, MODALITÀ D'USO E PRINCIPALI CRITICITÀ. ANALISI 12 Luglio 2012 I TOOL A SUPPORTO DELL'ICT MANAGEMENT: UTILITÀ, MODALITÀ D'USO E PRINCIPALI CRITICITÀ. Le sfide a cui deve rispondere l IT e i tool di ICT Management Analisi a cura di Andrea Cavazza,

Dettagli

Transforming for Results

Transforming for Results Transforming for Results Il nuovo paradigma per un efficace gestione del Capitale Umano 26 settembre 2013 Why deloitte? This is you This is you, Aligned This is you, Transformed Deloitte Business-Driven

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MAX DOLGICER IL NUOVO MANIFESTO DELL INTEGRAZIONE APPLICAZIONI, DATI, CLOUD, MOBILE E INTERNET OF THINGS

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MAX DOLGICER IL NUOVO MANIFESTO DELL INTEGRAZIONE APPLICAZIONI, DATI, CLOUD, MOBILE E INTERNET OF THINGS LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MAX DOLGICER IL NUOVO MANIFESTO DELL INTEGRAZIONE APPLICAZIONI, DATI, CLOUD, MOBILE E INTERNET OF THINGS ROMA 10-11 DICEMBRE 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli