incremento dell addizionale regionale irpef per l anno 2011 Incremento dello 0,33% dell aliquota base

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "incremento dell addizionale regionale irpef per l anno 2011 Incremento dello 0,33% dell aliquota base"

Transcript

1 NEWSLETTER 41 - N. 1 ANNO 2012 incremento dell addizionale regionale irpef per l anno 2011 Incremento dello 0,33% dell aliquota base sospensioni lavoro aziende non iscritte eber e sgravio contrib. retribuzioni secondo livello 2010 Precisazioni per aziende non iscritte all EBER e pubblicazione del decreto del 3 agosto 2011 metasalute: fondo assistenza sanitaria per dipendenti del ccnl metalmeccanici confindustria Avviata la costituzione del fondo sanitario contrattuale

2 INCREMENTO DELL ADDIZIONALE REGIONALE ALL IRPEF PER L ANNO 2011 Incremento dello 0,33% dell aliquota base. L addizionale regionale all IRPEF (articolo 50, D.Lgs. n. 446 del 15 dicembre 1997 ed articolo 6, D.Lgs. n. 68 del 6 maggio 2011) dovuta per l anno 2011 è stata incrementata: l aliquota di base di competenza statale è passata dallo 0,90 all 1,23 per cento con effetto dal 1 gennaio 2011 (come previsto dall articolo 28, commi 1 e 2, del Decreto Legge n. 201 del 6 Dicembre 2011 c.d. Decreto Monti o Salva Italia ). Per supportare le attività di conguaglio di fine anno 2011, sono stati tenuti sotto controllo i siti internet delle Regioni e del Ministero delle Finanze, sezione Fiscalità locale, al fine di definire le aliquote vigenti per l anno 2011, da applicare al reddito imponibile determinato in sede di conguaglio fiscale di fine anno. L attività di monitoraggio ha: confermato l orientamento secondo cui l incremento dell aliquota di base dallo 0,90% all 1,23% produce l innalzamento di 0,33 punti percentuali delle aliquote regionali vigenti alla data del 6 dicembre 2011, anche ove già maggiorate dalla Regione (ad esempio, l Emilia Romagna), o per effetto di incrementi automatici in caso di disavanzo nel settore sanitario (ad esempio, maggiorazione di 0,5 punti da parte della Regione Lazio), o in caso di mancato rispetto del piano di rientro dal deficit sanitario (ad esempio, ulteriore incremento di 0,3 punti per la Regione Calabria); evidenziato particolari modifiche per Liguria e Bolzano: nel mese di dicembre 2011, infatti, tali Enti hanno deliberato in sostanza una diminuzione dell addizionale all IRPEF. Si ricorda che, nei confronti dei contribuenti persone fisiche residenti in tutte le Regioni anche a statuto speciale o nelle Province autonome di Trento e Bolzano, i sostituti d imposta dovranno applicare al reddito complessivo le nuove aliquote già nell elaborazione paghe di competenza dicembre 2011, ovvero: 1) in sede di conguaglio di fine rapporto, per i dipendenti/co.co.co. pro. che hanno cessato il rapporto di lavoro nel mese di dicembre 2011; 2) in sede di conguaglio di fine anno per i dipendenti/co.co.co. pro. che proseguono il rapporto nel successivo anno d imposta (2012). Nel primo caso, l importo dell addizionale calcolata in sede di conguaglio è trattenuta in un unica soluzione nell ambito delle medesime operazioni di conguaglio; nel secondo 1

3 caso, l addizionale quantificata dal sostituto deve essere trattenuta con modalità rateale nel corso del Per i dipendenti/co.co.co. pro. il cui rapporto sia cessato nei mesi precedenti e nei cui confronti l addizionale regionale sia stata conteggiata applicando le aliquote vigenti prima della novità legislativa in commento, non occorre procedere ad un nuovo conguaglio; si ritiene comunque opportuno segnalare la situazione nelle annotazioni del Modello CUD 2012, al fine di invitare il lavoratore ad assolvere i propri obblighi in sede di dichiarazione dei redditi. Di seguito, si evidenziano le aliquote dell addizionale regionale, relativa alla regione Emilia Romagna, per l anno 2011: REGIONE EMILIA ROMAGNA Scaglioni di reddito Aliquota % Fino a ,99 1,43% da ,00 a ,99 1,53% da ,00 a ,00 1,63% da ,01 1,73% Le percentuali non si applicano a scaglioni di reddito: individuata la fascia di appartenenza, l aliquota è da calcolarsi sull intero ammontare del reddito imponibile. Per quanto riguarda la consultazione delle aliquote delle altre regioni, è possibile collegarsi direttamente al sito e, all interno della fiscalità locale, ricercare la regione interessata. 2

4 SOSPENSIONI LAVORO PER AZIENDE NON ISCRITTE EBER E SGRAVIO CONTRIBUTIVO SULLE RETRIBUZIONI DI SECONDO LIVELLO CORRISPOSTE NEL 2010 Precisazioni per aziende non iscritte all EBER e pubblicazione del decreto 3 Agosto SOSPENSIONI LAVORO PER AZIENDE NON ISCRITTE ALL EBER Le Parti Sociali dell'artigianato (Cna e Confartigianato) con propria lettera del (fare click qui per prenderne visione) hanno comunicato alla Regione Emilia Romagna quanto segue: "(...) le aziende artigiane sono tenute contrattualmente all'iscrizione all'eber. In caso di mancata iscrizione ad EBER le aziende sono obbligate a corrispondere mensilmente 25 ad ogni dipendente e, in caso di sospensione, devono provvedere con risorse proprie a dare copertura economica pari a quella garantita dall'eber e dalla DO per 90 giornate di calendario; ne consegue che per (il 2012) (...) per l'accesso agli ammortizzatori (...) le aziende artigiane potranno utilizzare la deroga solo dopo aver attivato quanto sopra richiamato, ad eccezione dei casi non coperti dalle provvidenze EBER, ovverosia gli apprendisti e le (riduzioni) orizzontali". Ne consegue pertanto che, a differenza di quanto previsto fino al , dall' le aziende artigiane non iscritte a EBER, prima di poter accedere agli ammortizzatori in deroga, dovranno preventivamente garantire a proprie spese 90 giornate di sospensione. 2. SGRAVIO CONTRIBUTIVO SULLE RETRIBUZIONI DI SECONDO LIVELLO CORRISPOSTE NEL 2010 Sulla Gazzetta Ufficiale n. 301 del è stato pubblicato il decreto 3 agosto 2011 del Ministero del Lavoro, di concerto con il Ministero dell'economia. Questo decreto rende operativo lo sgravio contributivo sulle retribuzioni di secondo livello (Legge 247/2007, art. 1, comma 67) anche per l'anno In merito ai tempi e alle modalità di effettiva presentazione delle domande telematiche di ammissione allo sgravio contributivo, occorre attendere che l'inps pubblichi la propria circolare operativa. Sarà cura della sede provinciale CNA come per gli anni precedenti, predisporre ed inviare le domande telematiche. Si ricorda che condizione per poter usufruire della decontribuzione è che il contratto di secondo livello sia stato depositato presso le Direzioni Territoriali del Lavoro e che il deposito deve avvenire: di norma entro 30 giorni dalla data della stipulazione; oppure, se tale deposito non è già avvenuto, deve essere effettuato entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto, ossia entro il 27 gennaio

5 METASALUTE FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA PER I DIPENDENTI DEL CCNL METALMECCANICI CONFINDUSTRIA Avviata la costituzione del fondo sanitario contrattuale. Le associazioni imprenditoriali Federmeccanica e Assistal, aderenti a Confindustria, unitamente ai sindacati dei lavoratori Fim-Cisl e Uilm-Uil hanno dato corso alla costituzione di un fondo sanitario contrattuale denominato "MetaSalute", cui i lavoratori potranno aderire nel corso del Le prestazioni economiche sanitarie a favore dei lavoratori iscritti decorreranno dall anno Attraverso una specifica intesa sindacale, sottoscritta lo scorso 30 novembre 2011, sono stati definiti i tempi e le modalità di versamento del contributo annuale pari a 24 come stabilito dal rinnovo contrattuale, a carico di tutte le aziende, per gli anni 2011 e 2012 il cui ammontare complessivo dovrà essere calcolato sulla base del numero dei lavoratori in forza, rispettivamente, alla data del 31 dicembre 2011 (per l'anno 2011) e del 31 dicembre 2012 (per l'anno 2012). A decorrere dal 1 gennaio 2013 la contribuzione sarà pari a 1,00 mensile a carico del lavoratore che abbia volontariamente aderito e 2,00 mensili a carico dell azienda per ogni lavoratore iscritto e contribuente. Il contributo nelle misure e con le modalità definite costituisce un adempimento contrattuale. Con particolare riferimento alla contribuzione relativa l'anno 2011 la somma di 24 è dovuta: per ogni lavoratore con contratto di lavoro a tempo indeterminato non in prova per gli apprendisti non in prova in forza alla data del 31 dicembre Sono, pertanto, esclusi dall'obbligo contributivo tutti gli altri lavoratori occupati in azienda con forme contrattuali diverse da quelle sopra richiamate. E' stato, altresì, precisato che il contributo annuale pari a 24 euro è dovuto, in misura piena, anche per i dipendenti assunti in corso d'anno (purchè in forza il 31 dicembre 2011), mentre non è dovuto per quelli cessati nel corso dell'anno. Viceversa, il contributo annuo deve essere riproporzionato su base mensile (o frazione di mese se superiore a 15 giorni) nel caso in cui i lavoratori in forza al 31 dicembre 2011 sono stati sospesi dal lavoro nel corso dell'anno 2011 per interventi di CIG (o di altri 4

6 ammortizzatori sociali), ovvero per ogni altra causa che abbia comportato la non corresponsione della retribuzione. Le aziende dovranno effettuare il versamento al fondo delle quote riguardanti il 2011 nel corso del mese di gennaio Al fine di cui sopra, si chiede di compilare e firmare la dichiarazione, consegnatavi direttamente dalla Sede Territoriale CNA di competenza alla quale occorrerà riconsegnarla, qualche giorno prima della scadenza del 31/01/2012. Relativamente al calcolo e al versamento dei contributi dovuti è disponibile sul sito uno specifico modulo che determinerà, dopo la sua compilazione, in automatico, la distinta da utilizzare per il versamento delle quote e nella quale risulteranno presenti tutte le indicazioni necessarie per il loro trasferimento sul c/ c bancario del fondo sanitario. 5

REGOLAMENTO. Fondo mètasalute

REGOLAMENTO. Fondo mètasalute REGOLAMENTO Fondo mètasalute 1 DISPOSIZIONI GENERALI Il presente regolamento disciplina il funzionamento di mètasalute, il Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori dell industria metalmeccanica

Dettagli

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa Fiscal Flash La notizia in breve N. 41 20.02.2014 Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: CUD La certificazione unica dei redditi di lavoro

Dettagli

REGOLAMENTO. Fondo mètasalute

REGOLAMENTO. Fondo mètasalute REGOLAMENTO Fondo mètasalute Anno 2016 DISPOSIZIONI GENERALI Il presente regolamento disciplina il funzionamento di mètasalute, il Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori dell industria

Dettagli

SANITA INTEGRATIVA VENETO SANI.IN.VENETO

SANITA INTEGRATIVA VENETO SANI.IN.VENETO SANITA INTEGRATIVA VENETO SANI.IN.VENETO REGOLAMENTO ART. 1) OGGETTO Il presente regolamento disciplina il funzionamento tecnico ed amministrativo del Fondo nonché le modalità di adesione/iscrizione, i

Dettagli

Circolare Informativa n 14/2014. Gestione separata INPS Le nuove aliquote contributive

Circolare Informativa n 14/2014. Gestione separata INPS Le nuove aliquote contributive Circolare Informativa n 14/2014 Gestione separata INPS Le nuove aliquote contributive Pagina 1 di 5 INDICE Premessa pag. 3 1) Gestione separata: aliquote, minimali e massimali pag. 3 2) Gestione artigiani

Dettagli

NOTE INTRODUTTIVE. Un calcio agli errori Calcola correttamente quanto ti spetta utilizzando la tabella Lordo - Netto 2015

NOTE INTRODUTTIVE. Un calcio agli errori Calcola correttamente quanto ti spetta utilizzando la tabella Lordo - Netto 2015 NOTE INTRODUTTIVE Un calcio agli errori Calcola correttamente quanto ti spetta utilizzando la tabella Lordo - Netto 2015 Occhio al Fisco. Il contributo di solidarietà. Introdotto con il Dl n. 138/2011

Dettagli

Circolare Informativa n 1/2014. Scadenze CCNL DICEMBRE 2013

Circolare Informativa n 1/2014. Scadenze CCNL DICEMBRE 2013 Circolare Informativa n 1/2014 Scadenze CCNL DICEMBRE 2013 Pagina 1 di 12 INDICE 1) Alimentari PMI pag. 3 2) Area Alimentazione e panificazione pag.6 3) Autorimesse e noleggio automezzi pag.8 4) Carta

Dettagli

RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE DESTINAZIONE DEL TFR MATURANDO A PARTIRE DALL 01.01.2007 IN APPLICAZIONE DELL ART. 8 COMMA 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005 N. 252 Ogni lavoratore del settore

Dettagli

Procedure contributi e prestazioni 2012 FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I LAVORATORI DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI.

Procedure contributi e prestazioni 2012 FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I LAVORATORI DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI. FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I LAVORATORI DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI. REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE OPERATIVE RELATIVE ALLA ISCRIZIONE, ALLA CONTRIBUZIONE ED ALLE PRESTAZIONI. Approvato dal

Dettagli

Circolare prot. 003/14 Roma, 7 luglio 2014. Spett.li

Circolare prot. 003/14 Roma, 7 luglio 2014. Spett.li Circolare prot. 003/14 Roma, 7 luglio 2014 Spett.li e, p.c.: Aziende che applicano i ccnnll dei servizi ambientali Federambiente FISE Assoambiente Associazioni Territoriali di Confindustria Ai Signori

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 04/02/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 04/02/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 04/02/2015 Circolare n. 26 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

INDENNITA DIS-COLL. Articolo 15, Decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22

INDENNITA DIS-COLL. Articolo 15, Decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22 INDENNITA DIS-COLL Articolo 15, Decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22 1 DESTINATARI Dal 1 gennaio 2015 è stata istituita, in via sperimentale, in relazione agli eventi di cessazione dal lavoro verificatisi

Dettagli

INPS Apprendistato: chiarimenti sui profili contributivi

INPS Apprendistato: chiarimenti sui profili contributivi n 43 del 16 novembre 2012 circolare n 695 del 15 novembre 2012 referente GRANDI/af INPS Apprendistato: chiarimenti sui profili contributivi L INPS, con circolare n.128 del 2 novembre 2012 (allegata alla

Dettagli

VERSAMENTI 2016 EBAS Sardegna- FSBA

VERSAMENTI 2016 EBAS Sardegna- FSBA VERSAMENTI 2016 EBAS Sardegna- FSBA In relazione a quanto stabilito dalle intese fra le Parti in materia di bilateralità e contrattualizzazione del diritto dei lavoratori alle relative prestazioni, tutte

Dettagli

del 26 gennaio 2012 Agevolazioni fiscali e contributive per i premi di produttività - Proroga per il 2012 INDICE

del 26 gennaio 2012 Agevolazioni fiscali e contributive per i premi di produttività - Proroga per il 2012 INDICE Circolare n. 5 del 26 gennaio 2012 Agevolazioni fiscali e contributive per i premi di produttività - Proroga per il 2012 INDICE 1 Premessa... 2 2 Detassazione dei premi di produttività... 2 2.1 Regime

Dettagli

Studio Tributario e Societario

Studio Tributario e Societario Studio Tributario e Societario Studio Tributario e Societario Convegno Novità Tributarie 2011/2012 Genova, 19 Gennaio 2012 La tassazione delle persone fisiche come stumento di redistribuzione della ricchezza:

Dettagli

Gestione separata, artigiani ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l anno 2012

Gestione separata, artigiani ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l anno 2012 CIRCOLARE A.F. N. 20 del 10 Febbraio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata, artigiani ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l anno 2012 Gentile cliente con la presente intendiamo

Dettagli

Regolamento del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l Artigianato FSBA

Regolamento del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l Artigianato FSBA Regolamento del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l Artigianato FSBA 1 Premessa Il presente regolamento, in conformità agli Accordi Interconfederali e alle disposizioni contenute nell Atto Costitutivo

Dettagli

Indennità per ferie non godute nell EMens

Indennità per ferie non godute nell EMens Modalità di gestione Paghe Indennità per ferie non godute nell EMens Franca Paltrinieri Consulente Cna Interpreta L indennità sostitutiva per ferie non godute rientra nella retribuzione imponibile sia

Dettagli

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali CCNL Area Legno-Lapidei, il 25.03.2014 sottoscritto il rinnovo del contratto

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali CCNL Area Legno-Lapidei, il 25.03.2014 sottoscritto il rinnovo del contratto a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali Udine,11 aprile 2014 CCNL Area Legno-Lapidei, il 25.03.2014 sottoscritto il rinnovo del contratto Il 25 marzo 2014 è stato sottoscritto l accordo per il

Dettagli

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA Informative e news per la clientela di studio Oggetto: IL 5 PER MILLE ENTRA A REGIME È partita lo scorso 26 marzo la procedura che enti e associazioni devono seguire per richiedere ai contribuenti la destinazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 11 /E INDICE. Premessa...2. 1. Redditi dell anno 2012...3. 2. Determinazione dell imposta sostitutiva...4

CIRCOLARE N. 11 /E INDICE. Premessa...2. 1. Redditi dell anno 2012...3. 2. Determinazione dell imposta sostitutiva...4 CIRCOLARE N. 11 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 aprile 2013 OGGETTO: Imposta sostitutiva sulla retribuzione di produttività - Art. 1, comma 481, della legge n. 228/2012 (legge di stabilità 2013)

Dettagli

CONTRATTUALISTICA CCNL COOPERATIVE SOCIALI ACCORDO DI RINNOVO

CONTRATTUALISTICA CCNL COOPERATIVE SOCIALI ACCORDO DI RINNOVO CONTRATTUALISTICA NEWS CCNL COOPERATIVE SOCIALI ACCORDO DI RINNOVO AUMENTI TABELLARI LIVELLO Aumenti a partire dal 1 gennaio 2012 A1 26,41 A2 26,65 B1 27,90 C1 30,00 C2 30,90 C3 31,81 D1 31,81 D2 33,55

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 29/01/2016

Direzione Centrale Entrate. Roma, 29/01/2016 Direzione Centrale Entrate Roma, 29/01/2016 Circolare n. 15 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 8 febbraio 2013, n.24

www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 8 febbraio 2013, n.24 www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 8 febbraio 2013, n.24 ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l'anno 2013. Assicurazioni sociali - contributi

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 03/02/2012

Direzione Centrale Entrate. Roma, 03/02/2012 Direzione Centrale Entrate Roma, 03/02/2012 Circolare n. 14 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

1. INDICAZIONI RELATIVE ALLA NORMA TRANSITORIA: iscrizione e contribuzione

1. INDICAZIONI RELATIVE ALLA NORMA TRANSITORIA: iscrizione e contribuzione Milano, febbraio 2008 Circolare n. 2/08 ALLE IMPRESE INTERESSATE Loro Sedi Alla c.a. Amministrazione del Personale Alla c.a. RSU p.c.: Organizzazioni sindacali Associazioni industriali territoriali Oggetto:

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI. Requisiti del lavoratore

SCHEMA DI SINTESI. Requisiti del lavoratore SCHEMA DI SINTESI L intervento (articolo 4, commi da 1 a 7-ter, della legge n. 92 del 28 giugno 2012, così come modificata dalla legge n. 221 del 17 dicembre 2012, di conversione del decreto legge n. 179

Dettagli

REGOLAMENTO ASTER ENTE DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DALLE AZIENDE DEL COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI -

REGOLAMENTO ASTER ENTE DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DALLE AZIENDE DEL COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI - REGOLAMENTO ASTER ENTE DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DALLE AZIENDE DEL COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI - Art. 1 Finalità Il presente regolamento disciplina l iscrizione e la contribuzione

Dettagli

REGOLAMENTO ASTER ENTE DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DALLE AZIENDE DEL COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI -

REGOLAMENTO ASTER ENTE DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DALLE AZIENDE DEL COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI - REGOLAMENTO ASTER ENTE DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DALLE AZIENDE DEL COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI - Art. 1 Finalità Il presente regolamento disciplina l iscrizione e la contribuzione

Dettagli

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 12 aprile 2007. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 12 aprile 2007. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 20/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 12 aprile 2007 OGGETTO: Definizione della posizione dei contribuenti interessati dagli eventi sismici e vulcanici dell ottobre 2002 nel

Dettagli

REGOLAMENTO. Indice. Disposizioni generali

REGOLAMENTO. Indice. Disposizioni generali REGOLAMENTO Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento. Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione. Art. 3 Decorrenza delle prestazioni. Art. 4 Contribuzione. Art. 5 Modalità

Dettagli

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014 TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014 OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI ** PENSIONI LIQUIDATE* 1^ SALVAGUARDIA

Dettagli

I contributi IVS 2013 di artigiani e commercianti

I contributi IVS 2013 di artigiani e commercianti Numero 35/2013 Pagina 1 di 9 I contributi IVS 2013 di artigiani e commercianti Numero : 35/2013 Gruppo : PREVIDENZA Oggetto : CONTRIBUTI 2013 ARTIGIANI E COMMERCIANTI Norme e prassi : CIRCOLARE INPS N.

Dettagli

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali Udine, 13 agosto 2014 CCNL Area Tessile-Moda, il 25 luglio 2014 sottoscritto il rinnovo del contratto (per i settori TAC, pulitintolavanderia e occhialeria)

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

Roma, 12 febbraio 2013

Roma, 12 febbraio 2013 Roma, 12 febbraio 2013 C.C.N.L. Industria alimentare 27.10.2012 Fondo per il sostegno alla maternità/paternità e per la promozione della bilateralità di settore Avvio contribuzione da parte delle Aziende

Dettagli

PENSIONI 2009: REQUISITI PREVISTI DALL ULTIMA RIFORMA

PENSIONI 2009: REQUISITI PREVISTI DALL ULTIMA RIFORMA PENSIONI 2009: REQUISITI PREVISTI DALL ULTIMA RIFORMA La sottostante tabella riporta i requisiti, introdotti dalla nuova riforma previdenziale, necessari per ottenere la pensione di anzianità e quella

Dettagli

Delibera contributiva 2015

Delibera contributiva 2015 Delibera contributiva 2015 SISTEMA CONTRIBUTIVO IN VIGORE DALL 1.01.2015 1. CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI ASSOCIATIVI Per la definizione della contribuzione associativa si prendono in considerazione

Dettagli

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE E il momento di scegliere A cura della Struttura di Comparto Scuola non statale DESTINARE IL TFR COS E IL TFR? Il trattamento di fine rapporto (anche conosciuto come liquidazione

Dettagli

Risoluzione n. 114/E

Risoluzione n. 114/E Risoluzione n. 114/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 maggio 2003 Oggetto: Istanza d interpello Articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Fondo integrativo Sanitario Dirigenti delle

Dettagli

CONVENZIONE DI TIROCINIO FORMATIVO REGIONALE (Art. 18 Legge Regionale 25/01/2005 n. 2) TRA

CONVENZIONE DI TIROCINIO FORMATIVO REGIONALE (Art. 18 Legge Regionale 25/01/2005 n. 2) TRA CONVENZIONE DI TIROCINIO FORMATIVO REGIONALE (Art. 18 Legge Regionale 25/01/2005 n. 2) TRA L'Università degli Studi di Macerata, di seguito denominato «soggetto promotore», con sede in Macerata, Piaggia

Dettagli

ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati

ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI PIAZZA CITTADELLA 6 37122

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/04/2015 Circolare n. 75 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

VERSAMENTI ANNO 2007

VERSAMENTI ANNO 2007 VERSAMENTI ANNO 2007 La scadenza annuale dei versamenti all Ente è fissata al 31 gennaio, con riferimento ai dipendenti in forza alla data del 31 dicembre. La copertura per i dipendenti per usufruire delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER I VERSAMENTI CONTRIBUTIVI AGGIUNTIVI

REGOLAMENTO PER I VERSAMENTI CONTRIBUTIVI AGGIUNTIVI PREVICOOPER Fondo Pensione Complementare Nazionale a capitalizzazione dei dipendenti delle imprese della distribuzione cooperativa VIA C. B. PIAZZA, 8 00161 ROMA Associazione r iconosciuta con D. M. lavoro

Dettagli

All indennità si applica una riduzione del 15% dopo i primi sei mesi di fruizione e di un ulteriore 15% dopo il dodicesimo mese di fruizione.

All indennità si applica una riduzione del 15% dopo i primi sei mesi di fruizione e di un ulteriore 15% dopo il dodicesimo mese di fruizione. CIRCOLARE SETTIMANALE N. 3 FEBBRAIO 2013 INDENNITA DI DISOCCUPAZIONE ASPI E MINI ASPI A decorrere dal 1 gennaio 2013 a tutti i lavoratori dipendenti (compresi gli apprendisti; i soci lavoratori di cooperativa

Dettagli

1. MISURA DEI CONTRIBUTI DOVUTI PER L ANNO 2005. 1.1 - Contribuzione I.V.S. sul minimale di reddito

1. MISURA DEI CONTRIBUTI DOVUTI PER L ANNO 2005. 1.1 - Contribuzione I.V.S. sul minimale di reddito Direzione Centrale delle Entrate Contributive Roma, 25 Febbraio 2005 Circolare n. 36 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Con decreto del Ministero dell economia e delle finanze 31 gennaio

Dettagli

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA LE PENSIONI NEL 2006 Gli aggiornamenti sugli aspetti di maggior interesse della normativa previdenziale Inps Daniela Fiorino TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE Secondo l art., comma 1, della legge 29/5/82,

Dettagli

Lordo Netto 2014 In vigore dal 1 gennaio 2014 (a cura di Gianfranco Serioli)

Lordo Netto 2014 In vigore dal 1 gennaio 2014 (a cura di Gianfranco Serioli) Lordo Netto 2014 In vigore dal 1 gennaio 2014 (a cura di Gianfranco Serioli) Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge di conversione n. 148/2011) e confermato dalla Legge di

Dettagli

COMUNE DI POTENZA. Relazione istruttoria/illustrativa

COMUNE DI POTENZA. Relazione istruttoria/illustrativa COMUNE DI POTENZA Unità di Direzione BILANCIO E FINANZE OGGETTO: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE. DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE 2014 E VARIAZIONE AL REGOLAMENTO. Relazione

Dettagli

Circolare N. 27 del 19 Febbraio 2015

Circolare N. 27 del 19 Febbraio 2015 Circolare N. 27 del 19 Febbraio 2015 Definiti i contributi IVS 2015 di artigiani e commercianti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la circ. 4.2.2015 n. 26, l'inps ha comunicato

Dettagli

ACCORDO DI SOSPENSIONE ACCORDO AZIENDALE PER SOSPENSIONE

ACCORDO DI SOSPENSIONE ACCORDO AZIENDALE PER SOSPENSIONE IN DATA ODIERNA, TRA: ACCORDO DI SOSPENSIONE ACCORDO AZIENDALE PER SOSPENSIONE DELL ATTIVITÀ LAVORATIVA PER CRISI CONGIUNTURALE E PER EVENTI DI FORZA MAGGIORE PRIMO ACCORDO ACCORDO SUCCESSIVO - L'IMPRESA

Dettagli

Oggetto: Raccolta delle adesioni e modalità di versamento dei contributi Fondo Pensione Filcoop

Oggetto: Raccolta delle adesioni e modalità di versamento dei contributi Fondo Pensione Filcoop Roma, 10 aprile 2006 A tutte le Aziende Associate.. Circolare n. 1/2006 Oggetto: Raccolta delle adesioni e modalità di versamento dei contributi Fondo Pensione Filcoop Si informa che il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO FONDO ASIM

REGOLAMENTO FONDO ASIM REGOLAMENTO FONDO ASIM in vigore dal 10 luglio 2014 INDICE DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Art. 2 - Requisiti, obbligatorietà e modalità d'iscrizione Art. 3 - Decorrenza delle prestazioni

Dettagli

CIRCOLARE N.31/E. Roma, 2 luglio 2009. Direzione Centrale Servizi ai contribuenti

CIRCOLARE N.31/E. Roma, 2 luglio 2009. Direzione Centrale Servizi ai contribuenti CIRCOLARE N.31/E Roma, 2 luglio 2009 Direzione Centrale Servizi ai contribuenti OGGETTO: Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3780 del 6 giugno 2009 Ripresa degli adempimenti e dei versamenti-

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Federazione Lavoratori della Conoscenza LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Schede informative A partire dal 1 gennaio 2007, per 16 milioni di lavoratori dipendenti del settore

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Informativa - ONB Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza INDICE 1 Premessa... 2 2 Sintesi delle principali novità in materia di lavoro e previdenza...

Dettagli

DICHIARAZIONE REDDITI 2000 LE SCADENZE

DICHIARAZIONE REDDITI 2000 LE SCADENZE DICHIARAZIONE REDDITI 2000 LE SCADENZE Anche quest anno è stata prevista una proroga generalizzata per la presentazione, ed i relativi versamenti, delle dichiarazioni dei redditi. Come annunciato, ormai,

Dettagli

FONDO DI SOLIDARIETÀ PER LE IMPRESE DEL CREDITO: I CHIARIMENTI DELL INPS

FONDO DI SOLIDARIETÀ PER LE IMPRESE DEL CREDITO: I CHIARIMENTI DELL INPS INFORMATIVA N. 187 13 MAGGIO 2015 Previdenziale FONDO DI SOLIDARIETÀ PER LE IMPRESE DEL CREDITO: I CHIARIMENTI DELL INPS INPS, Circolare n. 90 del 6 maggio 2015 Con Decreto interministeriale n. 83486 del

Dettagli

ACCONTO PER L ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF

ACCONTO PER L ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF ACCONTO PER L ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF La Finanziaria 2007, con il comma 142 dell articolo 1, ha introdotto il versamento in acconto dell addizionale comunale all imposta sul reddito delle persone fisiche.

Dettagli

Prot. n. 50 - Ufficio V

Prot. n. 50 - Ufficio V Prot. n. 50 - Ufficio V Data Roma, 23 febbraio 2015 Messaggio 023/2015 Destinatar Utenti NoiPA i Tipo Messaggio Area NoiPA Oggetto: Modello Certificazione unica 2015 Conguaglio contributivo e fiscale relativo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI FORME DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE DEL COMUNE DI FINALE LIGURE

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI FORME DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE DEL COMUNE DI FINALE LIGURE REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI FORME DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE DEL COMUNE DI FINALE LIGURE ALLEGATO SUB A) alla deliberazione di C.C. N. 41 del 20.04.2009

Dettagli

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA - D.LGS. N. 148/2015 - RIORDINO DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI - MESSAGGIO INPS N. 5919/2015

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA - D.LGS. N. 148/2015 - RIORDINO DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI - MESSAGGIO INPS N. 5919/2015 LAVORO Circolare n. 48 del 29/09/2015: trasmessa per posta elettronica riportata sul sito www.ancebrescia.it riportata sul prossimo notiziario stampata e spedita per posta CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE INDICE INTRODUZIONE IL TFR LA PREVVIDENZA COMPLEMENTARE IL FINANZIAMENTO DELLE FORME PENSIONISTICHE FORME DI ADESIONE AGEVOLAZIONI FISCALI TASSAZIONE DELLE PRESTAZIONI TRASFERIMENTO

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO Sezione seconda - Determinazione del contributo Determinazione del contributo DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO Per determinare il contributo dovuto per un determinato periodo d imposta l INPS deve fornire

Dettagli

1. Prestazione aggiuntiva in favore degli apprendisti C.I.G.O. in caso di. sospensione o riduzione dell attivita lavorativa per eventi meteorologici.

1. Prestazione aggiuntiva in favore degli apprendisti C.I.G.O. in caso di. sospensione o riduzione dell attivita lavorativa per eventi meteorologici. Circolare n. 1/2009 Cuneo, 16 gennaio 2009 ALLE IMPRESE EDILI AI CONSULENTI DEL LAVORO ALLE OO.SS. LORO SEDI Oggetto: 1. Prestazione aggiuntiva in favore degli apprendisti C.I.G.O. in caso di sospensione

Dettagli

REGOLAMENTO. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014)

REGOLAMENTO. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014) REGOLAMENTO (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014) 1 Indice Articolo1 Oggetto del Regolamento Articolo 2 Requisiti di iscrizione Articolo 3 Modalità di adesione e comunicazione

Dettagli

Informativa n. 32 Agevolazioni fiscali per i premi di produttività - Proroga per il 2012 - Pubblicazione del DPCM attuativo INDICE Premessa

Informativa n. 32 Agevolazioni fiscali per i premi di produttività - Proroga per il 2012 - Pubblicazione del DPCM attuativo INDICE Premessa Informativa n. 32 del 29 giugno 2012 Agevolazioni fiscali per i premi di produttività - Proroga per il 2012 - Pubblicazione del DPCM attuativo INDICE 1 Premessa... 2 2 Quadro normativo... 2 3 Regime fiscale

Dettagli

RICHIESTA APPLICAZIONE DETRAZIONI

RICHIESTA APPLICAZIONE DETRAZIONI RICHIESTA APPLICAZIONE DETRAZIONI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE - AUTOCERTIFICAZIONE (art. 2 L. 4.01.1968 n. 15, modificato dall art. 3 L. 15.05.1997, n. 127 e art. 1 D.P.R. 20.10.1998, n.

Dettagli

DECRETO SVILUPPO 2011

DECRETO SVILUPPO 2011 CIRCOLARE INFORMATIVA N. 3 AGOSTO 2011 DECRETO SVILUPPO 2011 E stata pubblicata sulla gazzetta ufficiale 12.07.2011, n. 160, la Legge 12.07.2011 n. 106 di conversione del D.L. 70/2011 c.d. Decreto Sviluppo.

Dettagli

Roma, 26 novembre 2012

Roma, 26 novembre 2012 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 26 novembre 2012 Direzione Centrale Servizi ai contribuenti OGGETTO: Sisma maggio 2012 Finanziamento per il pagamento di tributi, contributi previdenziali e premi assicurativi obbligatori

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I LAVORATORI DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI.

FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I LAVORATORI DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI. FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I LAVORATORI DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI. REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE OPERATIVE RELATIVE ALLA ISCRIZIONE, ALLA CONTRIBUZIONE ED ALLE PRESTAZIONI. Approvato dal

Dettagli

MODELLO F24 TELEMATICO

MODELLO F24 TELEMATICO Via G.Bovini, 41-48100 Ravenna (RA) Tel. 0544-501881 Fax 0544-461503 www.studiomorelli.ra.it Altra sede: Dott. Franco Foschini 48012 Bagnacavallo (RA) Dott. Paolo Mazza Via Brandolini, 11 Dott. Vincenzo

Dettagli

LA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI

LA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI LA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI Nel corso del rapporto lavorativo può accadere che il datore di lavoro si trovi impossibilitato, soprattutto per oggettivi motivi economici e di mancanza di lavoro, a ricevere

Dettagli

AGGIORNAMENTO D 03/09/2015

AGGIORNAMENTO D 03/09/2015 AGGIORNAMENTO D 03/09/2015 SOMMARIO 1. AGGIORNAMENTI TABELLE 2 1.1. VARIAZIONI CONTRATTUALI MESE DI AGOSTO... 2 1.2. MODIFICHE SULLE TABELLE... 2 1.2.1 GIUSTIFICATIVO CALENDARIO... 2 1.2.2 VOCI CEDOLINO...

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 14 MARZO 2008 Informativa n. 25 QUADRO C: MODALITÀ

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza CIRCOLARE Febbraio 2014 Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Gentili clienti! Con la presente circolare vorremmo portarla a conoscenza delle

Dettagli

L art. 1 del Decreto Legislativo n. 181 del 2000 definisce lo stato di disoccupazione come la condizione del soggetto:

L art. 1 del Decreto Legislativo n. 181 del 2000 definisce lo stato di disoccupazione come la condizione del soggetto: INCENTIVI DONNE E OVER 50: REQUISITI E PROCEDURE OPERATIVE INPS Stante l abrogazione del contratto di inserimento lavorativo, a partire dal 1 gennaio 2013 non è più possibile stipulare questo contratto

Dettagli

Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti

Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti Roma lì 04/05/2014 Prot. 202/2014 A tutti i Centri e Sportelli Circolare n. 52 Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti L art. 51 bis del DL 69/2013 (Decreto del fare) ha previsto

Dettagli

Regolamento per i versamenti contributivi aggiuntivi SOMMARIO ARTICOLO 1 OGGETTO... 3 ARTICOLO 2 VERSAMENTI CONTRIBUTIVI AGGIUNTIVI...

Regolamento per i versamenti contributivi aggiuntivi SOMMARIO ARTICOLO 1 OGGETTO... 3 ARTICOLO 2 VERSAMENTI CONTRIBUTIVI AGGIUNTIVI... SOMMARIO ARTICOLO 1 OGGETTO... 3 ARTICOLO 2 VERSAMENTI CONTRIBUTIVI AGGIUNTIVI... 3 PARTE PRIMA: CONTRIBUZIONE AGGIUNTIVA PER IL TRAMITE DEL DATORE DI LAVORO CON PRELIEVI DALLA RETRIBUZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

CIRCOLARE n. 28 bis / 2013. RINNOVO CCNL METALMECCANICI CONFAPI del 29/07/2013

CIRCOLARE n. 28 bis / 2013. RINNOVO CCNL METALMECCANICI CONFAPI del 29/07/2013 Terrazzini & partners consulenti del lavoro p.i./c.f. 05505810969 www.terrazzini.it Via Campanini n.6 20124 Milano Via Marsala n.29 26900 Lodi Via De Amicis n.10 27029 Vigevano t. +39 02 6773361 f. +39

Dettagli

Applicativo GISPAGHE Versione 11.01.3c00 Tipo Versione Aggiornamento Data Rilascio 04.03.2011

Applicativo GISPAGHE Versione 11.01.3c00 Tipo Versione Aggiornamento Data Rilascio 04.03.2011 Applicativo GISPAGHE Versione 11.01.3c00 Tipo Versione Aggiornamento Data Rilascio 04.03.2011 Gentile cliente, La informiamo che è disponibile un aggiornamento GIS PAGHE. Accedere all area riservata del

Dettagli

SOMMARIO. Premessa...3

SOMMARIO. Premessa...3 CIRCOLARE N. 47/E Roma, 20 dicembre 2012 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Questioni interpretative in merito all applicazione dell articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, (c.d. cedolare

Dettagli

5 per mille al volontariato 2007

5 per mille al volontariato 2007 Indice COORDINAMENTO REGIONALE DEI CENTRI DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO DELLA LOMBARDIA 5 per mille al volontariato 2007 Inquadramento Come funziona Beneficiari Come le OdV possono accedere 1. Iscrizione

Dettagli

Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali

Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali Art. 1 Scopo Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da Soci, sia persone fisiche che giuridiche, in conformità all art. 4 dello Statuto

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona

COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI FORME DI PREVIDENZA E ASSISTENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE DEL COMUNE DI SPOTORNO APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE N. 10 DEL

Dettagli

ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI

ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI Circolare N. 32 Area: ADEMPIMENTI Periodico plurisettimanale 27 aprile 2010 ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI Come noto, i soggetti che svolgono attività di agenzia e rappresentanza

Dettagli

Studio Bitetti Dottori Commercialisti Revisori Contabili

Studio Bitetti Dottori Commercialisti Revisori Contabili Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: La nuova tassazione per le locazioni degli immobili Gentile cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che è entrato

Dettagli

QUESITI FORUM LAVORO 2015 L AGENZIA DELLE ENTRATE RISPONDE

QUESITI FORUM LAVORO 2015 L AGENZIA DELLE ENTRATE RISPONDE QUESITI FORUM LAVORO 2015 * * * L AGENZIA DELLE ENTRATE RISPONDE 1. Stampa progressivo certificazione Ai fini della compilazione della dichiarazione precompilata, il numero di progressivo della certificazione

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016

LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 L Agenzia delle entrate, con provvedimento del 15 gennaio 2016, ha reso disponibile la versione definitiva della Certificazione Unica 2016, meglio nota come CU, da utilizzare

Dettagli

LE OPERAZIONI DI CONGUAGLIO: COME E QUANDO

LE OPERAZIONI DI CONGUAGLIO: COME E QUANDO LE OPERAZIONI DI CONGUAGLIO: COME E QUANDO Le modalità ed i termini entro i quali il sostituto d imposta deve operare i conguagli nei confronti dei propri dipendenti che hanno presentato il modello 730

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/04/2015 Circolare n. 75 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

OGGETTO: Contributi dovuti dalle aziende agricole per gli operai a tempo determinato e a tempo indeterminato per l anno 2007.

OGGETTO: Contributi dovuti dalle aziende agricole per gli operai a tempo determinato e a tempo indeterminato per l anno 2007. Presidio Unificato Previdenza Agricola Roma, 6 Marzo 2007 Circolare n. 52 Allegati 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

CONFSAL, FESICA-CONFSAL E CONFSAL-FISALS

CONFSAL, FESICA-CONFSAL E CONFSAL-FISALS Direzione centrale Organizzazione Direzione centrale Entrate contributive Direzione centrale Finanza, Contabilità e Bilancio Direzione centrale Sistemi informativi e Telecomunicazioni Roma, 17 Novembre

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO 1. IL CONTRATTO DI APPRENDISTATO IN ITALIA L'apprendistato ha assunto in Italia un ruolo centrale nelle politiche occupazionali e nel quadro degli interventi formativi, rappresentando

Dettagli