Bozza UNI - Riproduzione riservata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bozza UNI - Riproduzione riservata"

Transcript

1 DATI DI COPERTINA E PREMESSA DEL PROGETTO E14D00033 Attività professionali non regolamentate Profili professionali per l ICT Parte 3: Profili professionali relativi alle professionalità operanti nel Web Unregulated professional activities ICT professional profiles Part 3: Web profession professional profiles ORGANO COMPETENTE UNINFO - Tecnologie Informatiche e loro applicazioni CO-AUTORE SOMMARIO La presente proposta di norma vuole utilizzare gli strumenti messi a disposizione dalla collegata parte 1 Metodologia per la costruzione di profili professionali basati sul sistema e-cf per definire i profili professionali di terza generazione relativi alle professionalità operanti nel Web. UNI - Milano. Riproduzione vietata. codice progetto: E14D00033 Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo documento può essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi, fotocopie, microfilm o altro, senza il consenso scritto di UNI.

2 DATI DI COPERTINA E PREMESSA DEL PROGETTO E14D00033 Questo testo NON è una norma UNI, ma è un progetto di norma sottoposto alla fase di inchiesta pubblica, da utilizzare solo ed esclusivamente per fini informativi e per la formulazione di commenti. Il processo di elaborazione delle norme UNI prevede che i progetti vengano sottoposti all'inchiesta pubblica per raccogliere i commenti degli operatori: la norma UNI definitiva potrebbe quindi presentare differenze -anche sostanziali- rispetto al documento messo in inchiesta. Questo documento perde qualsiasi valore al termine dell'inchiesta pubblica, cioè il: UNI non è responsabile delle conseguenze che possono derivare dall'uso improprio del testo dei progetti in inchiesta pubblica. RELAZIONI NAZIONALI RELAZIONI INTERN.LI PREMESSA La presente norma è stata elaborata sotto la competenza dell'ente federato - Tecnologie Informatiche e La Commissione Centrale Tecnica dell'uni ha dato la sua approvazione il giorno UNI - Milano. Riproduzione vietata. codice progetto: E14D00033 Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo documento può essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi, fotocopie, microfilm o altro, senza il consenso scritto di UNI.

3 DATI DI COPERTINA E PREMESSA DEL PROGETTO E14D00033 VARIANTI NAZIONALI UNI - Milano. Riproduzione vietata. codice progetto: E14D00033 Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo documento può essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi, fotocopie, microfilm o altro, senza il consenso scritto di UNI.

4 0 Introduzione La presente norma intende definire i criteri generali delle figure professionali del Professionista Web stabilendo i requisiti fondamentali per l'insieme di conoscenze, abilità e competenze che le contraddistinguono. Il progetto si applica alle figure del Professionista Web, indipendentemente dalle modalità lavorative e dalla tipologia del rapporto di lavoro. La presente norma adotta il quadro europeo di riferimento e di definizione delle competenze e dei relativi skill definiti nel CWA :2015 e nella UNI 11506:2013 utilizzando la metodologia per la creazione dei profili di terza generazione (UNI E14.D ). Il Professionista Web è una professione intellettuale che viene esercitata a diversi livelli di complessità e in diversi contesti organizzativi, pubblici e privati da soggetti che svolgono prevalentemente attività che richiedono l interazione con tecnologie di tipo internet-based. Con questa norma si intende fornire una serie di indicazioni per identificare tale figura nonché una serie di esempi di profili professionali che la stessa può svolgere, in modalità non esclusiva e applicabili indipendentemente dall inquadramento lavorativo dei soggetti operanti nel settore. 0.1 Il contesto Le regole generali, individuate da UNI, relative al metodo e alla struttura di tutte le norme relative alle attività professionali non regolamentate possono essere così sintetizzate: assicurare, nella fase pre normativa, un costante monitoraggio del contesto legislativo pertinente, nazionale ed internazionale, procedendo ad una revisione triennale delle norme elaborate (in deroga alla tipica durata quinquennale delle norme tecniche); assicurare la coerenza con il Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF), con particolare attenzione alla terminologia, alle modalità di espressione delle qualifiche e all applicazione del principio secondo il quale sono determinanti i risultati dell apprendimento e non il percorso effettuato per consentire la trasferibilità fra ambiti formali, informali e non formali. Pertanto, in genere, non vanno specificati requisiti vincolanti relativi alla formazione o all esperienza; garantire, per quanto possibile, il coinvolgimento di tutte le parti interessate, ai vari livelli pertinenti (per esempio, Regioni e Ministeri, organizzazioni rappresentative delle imprese, organizzazioni rappresentative dei Sindacati dei lavoratori, organizzazioni dei consumatori, Albi professionali interessati, associazioni professionali, organismi di valutazione della conformità, organizzazioni non governative, Università ed Enti di ricerca, associazioni culturali, ecc.); 1

5 fornire specifiche indicazioni per i processi di valutazione e di convalida delle conoscenze, abilità e competenze. Il corpus normativo sulle attività professionali s inserisce inoltre nel contesto dell Unione Europea, come strumento utile alla mobilità delle persone e all abbattimento delle barriere alla libera circolazione del capitale umano. 0.2 Introduzione alla norma e al relativo approccio metodologico Alla luce di quanto sopra delineato, nello sviluppo della presente norma sono stati in primo luogo osservati i principi e le indicazioni di cui alla Raccomandazione 2008/C111/01 (EQF) e della Raccomandazione 2009/C 155/02 (ECVET). Dal punto di vista metodologico, si è stabilito in particolare che: i termini e le definizioni (punto 3) di base adottate (ossia qualifica, conoscenza, abilità, competenza, apprendimento formale, apprendimento non formale, apprendimento informale) sono, in massima parte, ripresi dallo EQF, dallo ECVET e dalla terminologia pertinente in vigore in ambito comunitario; ai fini della declinazione dei requisiti di conoscenza, abilità e competenza della specifica figura professionale è necessario partire da una preliminare identificazione dei compiti e delle attività specifiche della figura professionale (punto 4); i requisiti della specifica figura professionale sono definiti in termini di conoscenza, abilità e competenza (punto 5) e sono stati inoltre identificate, per quanto applicabile, le capacità personali attese. È fornita inoltre una indicazione dei livelli associabili alla specifica attività professionale in accordo al Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF); i profili professionali (punto 6), che possono non essere esaustivi di tutte le professionalità attualmente operanti nel Web, sono basati sul progetto Web Skills Profiles che ha prodotto esemplificazione di profili professionali secondo lo schema dei profili di terza generazione (G3) definiti dalla UNI E14.D al fine di consentire l identificazione di terminologie comuni per la definizione di tali competenze nell ambito delle professionalità operanti nel Web; sono definiti gli elementi utili circa le modalità di valutazione applicabili (punto 7). Tali elementi sono stati sviluppati tenendo in debita considerazione quanto già consolidato nell articolato ambito della normazione tecnica volontaria, anche con riferimento al corpus normativo riguardante la valutazione della conformità (serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000); in Appendice A (informativa) sono contenute delle indicazioni relative agli aspetti etici e deontologici pertinenti; 2

6 in Appendice B (informativa) sono elencati i riferimenti legislativi ai vari livelli nazionale, comunitario e internazionale; Sono state inoltre seguite, per quanto ritenuto pertinente, le linee guida specificate nella Guida CEN 14: Scopo e campo di applicazione La presente parte della norma definisce i requisiti relativi all attività professionale del professionista Web ossia una professione intellettuale che viene esercitata a diversi livelli di complessità e in diversi contesti organizzativi, pubblici e privati. Detti requisiti sono specificati, a partire dai compiti e attività specifiche identificati, in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (European Qualifications Framework EQF) e sono espressi in maniera tale da agevolare i processi di valutazione e convalida dei risultati dell apprendimento. NOTA La certificazione delle persone in conformità alla EN ISO/IEC può essere un processo di valutazione e convalida. I compiti e le attività inerenti alla professione sono descritti sulla base delle funzioni effettivamente svolte dai professionisti Web nei differenti contesti lavorativi. Le attività descritte sono quindi molteplici, e riguardano gli aspetti tecnici, amministrativi, culturali e scientifici esemplificati nelle Appendici del presente documento. Per tale motivazione è presente l'appendice A in cui vengono esemplificati alcuni possibili ambiti di applicazione delle competenze professionali operanti nel Web, applicabili indipendentemente dall inquadramento lavorativo dei soggetti operanti nel settore. 2 Riferimenti normativi La presente parte norma rimanda, mediante riferimenti datati e non, a disposizioni contenute in altre pubblicazioni. Tali riferimenti normativi sono citati nei punti appropriati del testo e sono di seguito elencati. Per quanto riguarda i riferimenti datati, successive modifiche o revisioni apportate a dette pubblicazioni valgono unicamente se introdotte nella presente norma come aggiornamento o revisione. Per i riferimenti non datati vale l ultima edizione della pubblicazione alla quale si fa riferimento (compresi gli aggiornamenti). UNI 11506:2013 Attività professionali non regolamentate Figure professionali operanti nel settore ICT Definizione dei requisiti di conoscenza, abilità e competenze UNI CEI EN ISO/IEC Valutazione della conformità Requisiti generali per gli organismi che operano nella certificazione del personale 3

7 CWA 16234:2014 Part 1 European e-competence Framework version A common European framework for ICT professionals in all industry sectors CWA 16234:2014 Part 4 15 Case Studies Illustrating e-cf practical use from multiple ICT sector perspectives CEN Guide 14:2010 Linee guida di indirizzo per le attività di normazione sulla qualificazione delle professioni 3 Termini e definizioni Ai fini della presente parte della norma si applicano i termini e le definizioni di cui alla UNI E14.D , e i termini e le definizioni seguenti professionista Web Si intende l'attività economica, anche organizzata, volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi, esercitata abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale, o comunque con il concorso di questo nel settore internet-based. Si tratta pertanto di professionista che svolge come attività prevalente, in tutto o in parte, le attività descritte nella presente norma profilo di competenza professionale (o profilo) Identificazione di compiti, attività e i relativi requisiti di conoscenza, abilità e competenza per specifici settori di applicazione del professionista Web, applicabili indipendentemente dall inquadramento lavorativo dei soggetti operanti nel settore utilizzando il modello per profili di terza generazione definito all interno della UNI E14.D Compiti e attività specifiche della figura professionale 4.1 Generalità Il Professionista Web esercita, indipendentemente dalle specializzazioni funzionali e dai differenti contesti organizzativi e inquadramenti contrattuali, attività di carattere professionale nell'ambito della ideazione, progettazione, realizzazione, organizzazione, gestione e divulgazione di prodotti e servizi inerenti il settore del Web e delle professionalità ad esso correlate. L attività del professionista Web è finalizzata al soddisfacimento dei bisogni dei propri utenti, anche potenziali, e può svolgersi a favore di persone fisiche, enti, istituzioni, soggetti pubblici o privati, nel rispetto degli aspetti etici e deontologici pertinenti (vedi Appendice A). 4

8 Il Professionista Web opera per il conseguimento degli obiettivi individuati avvalendosi di specifiche conoscenze, abilità e competenze variabili a seconda dell ambito operativo, essendo le professionalità Web altamente eterogenee ed in costante evoluzione. Per tale motivazione in questo punto non risulta possibile definire tutti i potenziali compiti ed attività specifici del professionista Web ma è necessario declinare nel punto 6 una serie di profili professionali, che possono essere non completamente esaustivi, della globalità delle professionalità operanti nel Web. Tali esemplificazioni derivano dal progetto Web Skills Profiles, un progetto di sviluppo di profili professionali per il Web coordinato dall International Webmasters Association (IWA) e riferito come esempio di applicazione nel documento correlato al CWA 16234:2014 Part 4-15 Case Studies Illustrating e-cf practical use from multiple ICT sector perspectives. L aggiornamento continuo costituisce parte essenziale della professione. 4.2 Compiti e attività del professionista Web Il profilo del professionista Web può avere una serie di compiti fondamentali riconducibili allo specifico profilo di competenze professionali. Tali compiti sono definiti per ogni specifico profilo di competenza professionale alla voce A4. Compiti principali (punto 6). Nessuno dei compiti indicati nei profili professionali può essere ritenuto estraneo alla figura del professionista Web; essi determinano l insieme organico di attività che caratterizza la professione, anche a livelli diversi di specializzazione o responsabilità. Pertanto è professionista Web chi ha un profilo conforme ai compiti sopra detti e svolge, o ha la preparazione necessaria per svolgere almeno una delle attività specifiche elencate alla voce A3. Risultati attesi. 5 Conoscenze, abilità e competenze associate all attività professionale Dopo aver individuato, al punto 4, i compiti e le attività specifiche fondamentali della figura professionale di cui al punto 6, all interno dei singoli profili professionali è necessario identificare le competenze tecnico professionali che consentono di svolgere con efficacia ed efficienza tali compiti. Per ogni compito o attività specifica, è necessario individuare le competenze necessarie e poi, per ogni competenza identificata, si individuano le relative abilità e conoscenze. Le competenze sono definite secondo il CWA :2015, con identificazione dei livelli (vedere UNI E14.D ). 5

9 Al punto 6 sono riportati dei profili in cui si evidenzia come vengono descritte competenze, abilità e conoscenze per la figura professionale del professionista Web relativamente a specifici profili professionali. Per ogni singolo profilo di competenza professionale, le competenze sono identificate all interno della voce A5. Competenze e-cf mentre le capacità e conoscenze sono raggruppate all interno della voce A6. Abilità/conoscenze, suddivise in tre categorie: tecniche, informatiche e di potenziamento. Per ogni profilo professionale sono infine definite le KPI, raggruppate all interno della voce A7. Key Performance Indicators (KPI). 6 Profili professionali I seguenti profili professionali sono tratti dal documento G3 WEB Skills Profiles 1. Di seguito il rapporto di correlazione tra i profili di terza generazione e i profili di seconda generazione definiti nella UNI E14.D La correlazione è indicativa e pertanto non identifica gli specifici profili di terza generazione come attività correlate allo specifico profilo di seconda generazione. prospetto 1 Rapporto di correlazione tra i profili di terza generazione e i profili di seconda generazione definiti nella UNI E14.D Profilo terza generazione Web Community Manager Web Project Manager Web Account Manager User Experience Designer Web Business Analyst Web DB Administrator Search Engine Expert Web Advertising Manager Frontend Web Developer Server Side Web Developer Web Content Specialist Web Server Administrator Information Architect Digital Strategic Planner Web Accessibility Expert Profilo seconda generazione Digital Media Specialist Project Manager Account Manager Digital Media Specialist Business Analyst DB Administrator Digital Media Specialist Digital Media Specialist Digital Media Specialist Developer Digital Media Specialist Systems Administrator Systems Architect Service Manager Digital Media Specialist 1 Versione 2.0 Generation 3 European ICT Professional Profiles (Specifica ufficiale del 30 giugno 2014, aggiornata al 31 dicembre 2014) 6

10 Web Security Expert Mobile Application Developer E commerce Specialist Online Store Manager Reputation Manager Knowledge Manager Augmented Reality Expert E Learning Specialist Data Scientist Wikipedian ICT Security Specialist Developer Developer ICT Operations Manager Digital Media Specialist Service Manager Developer ICT Trainer Digital Media Specialist Digital Media Specialist 6.1 Web Community Manager prospetto 2 Profilo Web Community Manager Titolo del profilo Web Community Manager A1. Descrizione sintetica Figura professionale del settore Marketing & Comunicazione digitale che si occupa di gestire comunità virtuali presenti sul Web. A2. Missione Il Web Community Manager crea e contribuisce a potenziare le relazioni tra i membri di una comunità virtuale presenti sul Web e tra questa e l organizzazione committente, con una comunicazione efficace all interno del gruppo; in particolare promuove, controlla, analizza e valuta le conversazioni che si svolgono sulle varie risorse Web (siti Web, blog, social network). Costruisce e gestisce la relazione con gli stakeholder online. Può lavorare come free lance, per agenzie specializzate di Web marketing o all interno di un organizzazione. In quest ultimo caso, nel linguaggio anglosassone, viene spesso utilizzato anche il termine Internal Community Manager. E conosciuto anche come Community Manager. A3. Risultati attesi Responsabile finale (R) Piano strategico di gestione delle comunità. Esecutore (E) Documento con gli argomenti di tendenza, con relative criticità e opportunità Contributore (C) Report delle attività prodotte e risultati ottenuti. A4. Compiti principali Controllare, valutare e gestire le conversazioni online, intervenendo sempre con linguaggio appropriato e adeguato al media utilizzato. Promuovere nuovi argomenti di conversazione/relazione. Stimolare il produttivo coinvolgimento di utenti e stakeholder. Assumere un ruolo di rappresentanza istituzionale all interno della community. 7

11 Valutare il sentiment online. Realizzare report periodici. A5. Competenze e CF B.1. Sviluppo di Applicazioni: Livelli e 2, e 3. C.1. Assistenza all Utente: Livelli e 2, e 3. D.12. Marketing Digitale: Livelli e 2, e 3. E.4. Gestione delle Relazioni: Livello e 3. A6. Abilità / conoscenze Tecniche Marketing non convenzionale. Organizzazione di eventi on line (es. Chat, Webcast). Scrittura tecnica/reporting. Gestione del diritto d'autore in Rete. Accessibilità contenuti Web. Marketing. Web analytics. Comunicazione efficace, mediazione. Informatiche Markup e fogli di stile (es. XHTML, HTML e CSS). Strumenti di pubblicazione per il Web (es. CMS, Blog, Editor). Utilizzo dei principali Social Network. Di potenziamento Relazioni pubbliche. Organizzazione di eventi off line (es. Raduni, Camp). A7. Key Performance Indicators (KPI) Coinvolgimento degli utenti (audience engagement). Misurazione dell'impatto dei sostenitori (advocacy impact). Misurazione della soddisfazione degli utenti (satisfaction score). Misurazione degli argomenti di tendenza (topic trends). 6.2 Web Project Manager prospetto 3 Profilo Web Project Manager Titolo del profilo Web Project Manager A1. Descrizione sintetica Figura professionale che si occupa della gestione delle attività legate ad un progetto in ambito Web. E' il capo progetto e deve garantire la realizzazione degli obiettivi di progetto massimizzando i risultati operativi, nel rispetto dei vincoli economici e per giungere alla soddisfazione del cliente. A2. Missione Il Web Project Manager è un Project Manager specializzato in ambito Web che gestisce il progetto in maniera efficace, con lo scopo di conseguire gli obiettivi del progetto concordati con la committenza, nel rispetto di tempi e costi. Ha la responsabilità del progetto ed è lui che definisce, pianifica e coordina le attività. Monitora costantemente tempi, costi, qualità, ambito, rischi e il raggiungimento dei risultati attesi. In alcuni casi ricopre anche il ruolo di Team Manager del gruppo di progetto; in questo caso deve motivare il team, coordinandolo e delegando i vari 8

12 compiti. Il Web Project Manager può essere sia un dipendente del committente, sia un dipendente di una società esterna incaricata di gestire il progetto, sia un libero professionista con un ruolo di terza parte. A3. Risultati attesi Responsabile finale (R) Esecutore (E) Contributore (C) Documentazio ne di Preprogetto Documentazi one tecnica Piano qualità. (es. Descrizione, Approccio, Termini di Riferimento). del progetto. Manuale d esercizio. Documentazio ne di Inizio Progetto (es. Piani, Controlli, Cronogrammi). Documentazio ne sullo Stato di Avanzamento del Progetto (es. Rapporti di Avanzamento, Registri, Piani ulteriori). Documentazio ne della Chiusura del Progetto (es. Rapporto di Chiusura, Manuale d esercizio). Documenti di rendicontazion e. A4. Compiti principali Pianificare e monitorare il progetto in funzione degli obiettivi di business, gestire rischi, eventi inattesi e cambiamenti. Gestire la comunicazione e il flusso di informazioni sia all interno del team, sia da/verso l esterno del team. Assicurare la conformità alle specifiche nel rispetto di costi, tempi e qualità concordati. Organizzare e coordinare il team di progetto, gestire/autorizzare le eventuali deleghe. Gestire forniture e sub appalti. 9

13 A5. Competenze e CF A.4. Pianificazione di Prodotto o di Servizio: Livello e 4. D.12. Marketing Digitale: Livello e 4. E.2. Gestione del Progetto e del Portfolio: Livello e 4. E.3. Gestione del Rischio: Livello e 3. E.4. Gestione delle Relazioni: Livello e 3. E.7. Gestione del Cambiamento del Business: Livello e 3. A6. Abilità / conoscenze Tecniche Pianificazione, stima e gestione di costi, risorse e tempi. Metodologie e tecniche di Project Management e di Comunicazione (es. ISO/DIS 21500, PRINCE2, PMBOK). Conoscenze tecniche in ambito Web generali per la comprensione e la conduzione delle attività di un progetto Web. Framework per il delivery di prodotti (es. SCRUM, Extreme Programming, DSDM Atern). Legislazione e standard di riferimento relativi al contesto del progetto (es. Accessibilità, Protezione dei dati personali). Informatiche Utilizzo di software per scrittura, calcolo e presentazioni. Consigliata la conoscenza di software per il project management. Consigliata la conoscenza di software per la gestione di gruppi anche virtuali. Di potenziamento Web Content Accessibility. Web Usability e Wayfinding. Conoscenza delle architetture informatiche sia hardware sia software, con particolare riferimento a quelle per il web. Capacità di valutare l adeguato livello di complessità di l'architettura Web in funzione della destinazione d uso e del livello di servizio atteso. A7. Key Performance Indicators (KPI) Percentuale di scostamento degli obiettivi rispetto a tempistica, costi, qualità, ambito e risultati attesi. Percentuale d impegno delle risorse umane (saturazione). Percentuale di rilavorazione (rework). 6.3 Web Account Manager prospetto 4 Profilo Web Account Manager Titolo del profilo Web Account Manager A1. Descrizione sintetica Figura professionale responsabile della gestione dei clienti prospect (potenziali) e/o fidelizzati di un organizzazione Web oriented curandone anche la customer satisfaction. A2. Missione Il Web Account Manager rientra nel settore Web Marketing & Accounting. Con l aumentata concorrenza tra le organizzazioni e la maggiore attenzione alla qualità delle vendite, il Web Account Manager ha il delicato, nonché 10

14 fondamentale, compito di recepire i bisogni e le esigenze dei clienti potenziali e/o esistenti, trasformandoli in obiettivi che l organizzazione si pone. In particolare, gestisce le trattative e le relazioni di business per favorire la vendita di prodotti e/o servizi in Internet e ha la responsabilità di raggiungere i target di vendita e mantenere i margini. A3. Risultati attesi Responsabile finale (R) Piano strategico di vendite. Esecutore (E) Relazioni di business. Contributore (C) Previsione vendite. Proposta tecnica. Previsione produzione. A4. Compiti principali Curare la soddisfazione complessiva del cliente con prodotti e/o servizi, attraverso una comunicazione efficace, la risoluzione di problematiche e conflitti, la proposizione di nuovi accordi commerciali. Studiare il mercato Web based e le sue tendenze, i prodotti e i comportamenti d acquisto per identificare e proporre nuovi prodotti e/o servizi al cliente. Essere il principale punto di contatto con il management del cliente. Effettuare presentazioni di valore relative a prodotti e/o servizi. Condurre le negoziazioni per stabilire contratti vantaggiosi con i clienti. Presentare rapporti periodici sulle attività svolte fino alla chiusura della commessa. Migliorare e potenziare le relazioni di business. A5. Competenze e CF A.3. Sviluppo del Business Plan: Livello e 3. C.1. Assistenza all Utente: Livello e 3. D.7. Gestione delle Vendite: Livello e 5. D.12. Marketing Digitale: Livello e 4. E.2. Gestione del Progetto e del Portfolio: Livello e 3. E.4. Gestione delle Relazioni: Livello e 4. A6. Abilità / conoscenze Tecniche Utilizzo dei sistemi di Customer Relationship Management CRM. Conoscenza approfondita del mercato Web oriented e della comunicazione multimediale. Conoscenza di marketing e presentazione aziendale. Tecniche di comunicazione. Informatiche Ottima conoscenza dei comuni sistemi operativi e delle applicazioni per la scrittura, per il calcolo e le presentazioni. Conoscenza dei principali applicazioni per le analisi statistiche delle 11

15 tendenze di mercato. Formazione tecnica di base sull ambito Web. Di potenziamento Capacità di coordinamento. Gestione di situazioni complesse. A7. Key Performance Indicators (KPI) Raggiungimento delle quote di mercato. Volumi, ricavi, profitti. Capacità di gestione del budget. 6.4 User Experience Designer prospetto 5 Profilo User Experience Designer Titolo del profilo User Experience Designer A1. Descrizione sintetica Figura professionale responsabile del design visuale e dell interazione fra utente e sistema attraverso tutto il ciclo di vita del sistema, dalla definizione e raccolta di requisiti alla produzione dei documenti finali di design. A2. Missione Lo User Experience Designer ha il compito di integrare i requisiti dell utente, i requisiti dell applicazione, i vincoli di accessibilità e di usabilità in una interfaccia visuale e in un modello di interazione (altrimenti detto esperienza dell utente ) il più possibile uniforme e integrato. Allo User Experience Designer compete lo sviluppo di uno stile visuale e interattivo che possa allo stesso tempo caratterizzare l applicazione Web (dotandola di caratteri distintivi) e garantire il raggiungimento efficace (portarlo nel punto giusto) ed efficiente (fargli fare il giusto numero di click) degli obiettivi dell utente. A3. Risultati attesi Responsabile finale (R) Esecutore (E) Contributore (C) Documentazio ne relativa al design visuale. Test di accessibilità. Documentaz ione di progetto. Test di usabilità. Test con utenti. A4. Compiti principali Collaborare con il Web Project Manager nella raccolta dei requisiti dell utente, degli obiettivi di business, e nello sviluppo di timeline di progetto. Effettuare analisi competitive, etnografiche, studi di usabilità e di accessibilità, focus group, interviste, test utente. Tradurre requisiti utente e obiettivi di business in un comportamento interattivo tramite la produzione di scenari, storyboard, user case, user stories, e personas. Facilitare riunioni trans funzionali fra il team di sviluppo e il team di prodotto. 12

16 Rappresentare le esigenze del cliente presso il team di sviluppo. Definire tutti gli aspetti visuali, cromatici, tipografici, interattivi che permettano al team di sviluppo di Front End di produrre una interfaccia coerente, integrata ed efficace. Definire architettura, presentazione e organizzazione dei contenuti. Produrre documentazione di design in forma di modelli di pagina, modelli di processo, modelli di navigazione e sitemap. Produrre prototipi di schermate, tassonomie di contenuti. Produrre wireframe e documenti di design. Produrre prototipi funzionali o specifiche funzionali pronte per essere sviluppate dal team di sviluppo di front end. A5. Competenze e CF A.1. Allineamento strategie IS e di Business: Livelli e 4, e 5. A.6. Progettazione di Applicazioni: Livello e 3. A.7. Monitoraggio dei Trend tecnologici: Livelli e 4, e 5. D.5. Sviluppo dell Offerta: Livello e 3. D.10. Gestione dell Informazione e della Conoscenza: Livelli e 3, e 4. D.12. Marketing Digitale: Livelli e 3, e 4. A6. Abilità / conoscenze Tecniche Ascolto attivo. Raccolta di requisiti e tecniche maieutiche. Sviluppo e conduzione di test utente. Sviluppo e conduzione di test di accessibilità e usabilità. Design incentrato sull utente. Visual design e problem solving. Storyboarding e sviluppo di personas. Produzione di documenti e linee guida. Storytelling, walkthrough cognitivi e presentazione. Gestione di conflitti. Informatiche Strumenti per la progettazione e la prototipazione di interfacce visuali. Strumenti per la progettazione di flussi di processo. Strumenti e linguaggi per la prototipazione veloce. Markup e fogli di stile (es. XHTML, HTML e CSS). Linguaggi di scripting (es. ECMA Script, PHP). ISO/IEC 40500:2012 Information technology W3C Web Content Accessibility Guidelines (WCAG) 2.0. ISO/TR 16982:2002 Ergonomics of human system interaction Usability methods supporting human centred design. ISO :2008 Ergonomics of human system interaction Part 151: Guidance on World Wide Web user interfaces. Di potenziamento OWL Web Ontology Language. RDF Resource Description Framework e RDFS Resource Description Framework Schema. 13

17 Elementi di psicologia cognitiva e della Gestalt. Elementi di Prospect Theory. Piani di vendita.problematiche legate all internazionalizzazione ed alla localizzazione delle interfacce Web. Conoscenza base normative applicate al Web (es. diritto d autore, privacy). Tecniche di Project management (PMI, PRINCE2). Tecniche Agile. A7. Key Performance Indicators (KPI) Tasso di conversione (quando applicabile). Tasso di click (Clickrate quando applicabile). System Usability Scale. Net Promoter Score (NPS ). Tasso di successo del task. Tempo del task. Facilità del task (Single Ease Question). 6.5 Web Business Analyst prospetto 6 Profilo Web Business Analyst Titolo del profilo Web Business Analyst A1. Descrizione sintetica Figura professionale che analizza le necessità di business del committente per consentire al team di sviluppo di produrre adeguate soluzioni Web. A2. Missione Il Web Business Analyst ha il compito di analizzare e definire i flussi dei processi di business, redigendo il documento con i risultati dell analisi e la raccolta dei requisiti. E esperto in materia/dominio in cui deve essere sviluppato il prodotto Web, deve garantire l'integrità della soluzione e l'allineamento con le necessità di business, ovvero deve essere in grado di valutarne la gli impatti economici ed organizzativi al fine di consentire al cliente di trarre le adeguate conclusioni in termini di sostenibilità della soluzione. A3. Risultati attesi Responsabile finale (R) Esecutore (E) Contributore (C) Redazione dei requisiti di Report di analisi Test funzionali. business. funzionale. Document azione tecnica di progetto. A4. Compiti principali Studiare e analizzare i bisogni del cliente. Identificare e schematizzare i processi da comunicare al team di sviluppo. 14

18 Produrre e aggiornare la documentazione di analisi tecnica e/o funzionale. A5. Competenze e CF A.4. Pianificazione di Prodotto o di Servizio: Livello e 4. D.10. Gestione dell Informazione e della Conoscenza: Livello e 5. E.4. Gestione delle Relazioni: Livello e 4. E.5. Miglioramento del Processo: Livello e 4. A6. Abilità / conoscenze Tecniche Capacità di redazione di documenti tecnici. Uso di strumenti per la progettazione di flussi. Conoscenze specifiche del contesto rispetto al progetto. Informatiche Utilizzo di linguaggi di processi (es. UML, BPMN, BPEL, ecc.). Di potenziamento Gestione delle relazioni. Capacità di pianificazione/organizzazione. Capacità di stilare un business plan essenziale. A7. Key Performance Indicators (KPI) Adeguatezza delle soluzioni proposte al committente in risposta alle loro necessità. 6.6 Web DB Administrator prospetto 7 Profilo Web DB Administrator Titolo del profilo Web DB Administrator A1. Descrizione sintetica Figura professionale che ha il compito di realizzare e mantenere in esercizio i database utilizzati o gestiti dall organizzazione nel contesto delle attività legate al Web, gestendo i processi e documentando in modo preciso ed esauriente quanto nella sua area di competenza. A2. Missione Il Web DB Administrator definisce, progetta e ottimizza la struttura delle banche dati. Garantisce la sicurezza del database curando l implementazione di adeguate policy di backup e recovery di dati, assicura l alta affidabilità delle banche dati ed implementa le strategie di monitoraggio, migliora le prestazioni delle banche dati utilizzando le tecniche di tuning. A3. Risultati attesi Responsabile finale (R) Esecutore (E) Contributore (C) Modello dei dati. Struttura della banca dati. Procedure di test. Documento descrittivo Progettazione fisica. Gestione delle dell architettur a della banca dati. Soluzione in esercizio. problemati che. Progettazione concettuale, 15

19 logica e fisica. A4. Compiti principali Progettare e definire modelli e schemi di database. Realizzare e ottimizzare modelli e schemi di database. Applicare metodi standard e strumenti per misurare e relazionare su un vasto set di importanti indicatori di performance (tempi di risposta, disponibilità, sicurezza, integrità). Verificare e implementare procedure di elaborazione dati. Identificare, ricercare e correggere problemi o incidenti relativi ai database. Fornire addestramento, supporto, consigli e linee guida su aspetti di database ad altri professionisti del sistema informativo. A5. Competenze e CF A.6. Progettazione di Applicazioni: Livello e 3. B.1. Sviluppo di Applicazioni: Livello e 3. B.2. Integrazione dei Componenti: Livelli e 2, e 3. C.4. Gestione del Problema: Livello e 3. D.10. Gestione dell Informazione e della Conoscenza: Livello e 3. A6. Abilità / conoscenze Tecniche Essere in grado di amministrare, configurare e ottimizzare i Database Server. Conoscenza delle problematiche di sicurezza legate all accesso a base dati. Conoscenza dei vari DBMS. Informatiche Conoscenza dell architettura e funzioni specifiche del database utilizzato. Conoscenza linguaggio di query per lo specifico database utilizzato. Conoscenza delle stored procedures per lo specifico database utilizzato. Conoscenza linguaggio XML. Di potenziamento Conoscenza dei Triple Store. Conoscenza del linguaggio SPARQL. Conoscenza del linguaggio RDF. Conoscenza del linguaggio XML Databases. Conoscenza del linguaggio VLDB. Conoscenza del linguaggio UML. Conoscenza di WS/WSDL. A7. Key Performance Indicators (KPI) Database in esercizio. In coerenza con lo SLA (Service Level Agreement): disponibilità, confidenzialità, performance. Risoluzione problematiche. 16

20 6.7 Search Engine Expert prospetto 8 Profilo Search Engine Expert Titolo del profilo Search Engine Expert A1. Descrizione sintetica Figura professionale che, gestendo e supportando lo sviluppo di servizi Web e di marketing digitale, si occupa del raggiungimento del miglior ritorno sull'investimento (ROI) dato dalla visibilità all'interno di motori di ricerca e servizi a loro afferenti. A2. Missione Il Search Engine Expert si occupa nelle varie fasi del progetto del supporto e della verifica dei risultati inerenti il posizionamento sui motori di ricerca, impartendo le regole di relativa ottimizzazione all'interno dello sviluppo dei servizi Web. Poiché il raggiungimento e la valutazione dei risultati è fortemente legato sia al progetto che alla tipologia di intervento, può lavorare all'interno di una organizzazione o, in alternativa, come free lance e per agenzie specializzate in Web marketing. A3. Risultati attesi Responsabile finale (R) Esecutore (E) Contributore (C) Report di Audit. Specifiche della Procedure di test. Piano di soluzione. Quality progetto. Documentazi one della soluzione. assurance (es: Kaizen). A4. Compiti principali Fornire le direttive progetto specifiche alla filiera di sviluppo Web collaborando con essa. Formare adeguatamente il personale che si occupa della pubblicazione e dell organizzazione di contenuti Web alla produzione di informazioni ottimizzate per i motori di ricerca. Progettare e gestire la promozione online, anche su piattaforme di microblogging e social network. Può essere di supporto allo sviluppo di interfacce, applicazioni o contenuti per il Web. Controlla il posizionamento e realizza report periodici. A5. Competenze e CF A.6. Progettazione di Applicazioni: Livello e 1. B.3. Testing: Livello e 1. D.3. Fornitura dei servizi di Formazione: Livello e 2. D.12. Marketing Digitale: Livello e 4. E.6. Gestione della Qualità ICT: Livello e 3. A6. Abilità / conoscenze Tecniche Conoscenza del comportamento delle componenti e delle regole dei motori di ricerca. Principi di ottimizzazione del ranking relativi agli algoritmi attualmente utilizzati dai motori di ricerca. 17

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

European ICT Professional Profiles

European ICT Professional Profiles CEN Workshop ICT Skills CWA European ICT Professional Profiles Il presente CEN Workshop Agreement (CWA) definisce un set di profili europei nel settore dell ICT; Usando lo European e-competence Framework

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Gli Standard hanno lo scopo di:

Gli Standard hanno lo scopo di: STANDARD INTERNAZIONALI PER LA PRATICA PROFESSIONALE DELL INTERNAL AUDITING (STANDARD) Introduzione agli Standard L attività di Internal audit è svolta in contesti giuridici e culturali diversi, all interno

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE.

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. Milano, 31 gennaio 2013. Il Gruppo CBT, sempre attento alle esigenze dei propri clienti

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l.

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l. Balance GRC Referenze di Progetto Settembre 2013 Pag 1 di 18 Vers. 1.0 Project Management Anno: 2012 Cliente: ACEA SpA Roma Durata: 1 anno Intervento: Gestione dei progetti riguardanti l implementazione

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 Varedo (MI) - ITALIA Siti web e motori di ricerca Avere un

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2015

CALENDARIO CORSI 2015 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvba.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com #TTTourism // 30 settembre 2014 - Erba Hootsuite Italia Social Media Management HootsuiteIT Diego Orzalesi Hootsuite Ambassador Programma

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma Indirizzo: Via dell'automobilismo, 109 00142 Roma (RM) Sito Web : http://www.andreasacca.com Telefono: 3776855061 Email : sacca.andrea@gmail.com PEC : andrea.sacca@pec.ording.roma.it Ing. Andrea Saccà

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Stefano Perna. Informazioni Personali. Obiettivi Professionali. Posizione attuale. Healthcare Pre-Sales e Project Management.

Stefano Perna. Informazioni Personali. Obiettivi Professionali. Posizione attuale. Healthcare Pre-Sales e Project Management. Stefano Perna Informazioni Personali Residenza Viale Spartaco, 91 00174 Roma Telefono (+39) 320 6974861 (+39) 340 2267281 Email perna.stefano@gmail.com Sito http://www.stefanoperna.it Luogo e Data di nascita

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli