Sella Advice Trading

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sella Advice Trading"

Transcript

1 Le pagine che si aprono cliccando su manuale e track record dovrebbero comparire in una nuova pagina del browser; Sella Advice Trading MANUALE Segnali Titoli Italia All interno: 1 Destinatari del servizio...pag 2 2 Tipo di operatività...pag Orari di aggiornamento e titoli oggetto di strategie......pag L orizzonte temporale...pag Leva...pag Numero di segnali...pag 3 3 La struttura del report...pag 4 4 Posizioni Lunghe (ossia in acquisto )...pag Tipo di strategia per l apertura di posizioni lunghe...pag Modalità di chiusura posizione...pag Posizioni Corte (ossia in vendita )...pag Tipo di strategia per l apertura di posizioni corte...pag Modalità di chiusura posizione...pag 7 6 Gestione Posizioni in essere...pag 7 7 Il report Posizioni in essere e posizioni chiuse...pag 8 8 Regole di costruzione del Track record...pag 9 9 Utile netto e Track record...pag 10 Il presente documento e le strategie indicate devono essere intese come fonte di informazione e non possono, in nessun caso, essere considerati un'offerta o una sollecitazione all'acquisto o alla vendita di valori mobiliari. Le informazioni contenute in queste pagine sono frutto di notizie e opinioni che possono essere modificate in qualsiasi momento senza preavviso.

2 1. Destinatari del servizio - Il servizio Segnali Titoli Italia è rivolto a persone intenzionate a cogliere le opportunità derivanti dalle oscillazioni dei corsi azionari nel breve periodo (dall'infraday ai 7 giorni). - Tale tipo di operatività richiede che vi sia piena consapevolezza dei rischi derivanti da una movimentazione del portafoglio azionario molto elevata, ossia della possibilità di incorrere in perdite dovute a movimenti dei prezzi che fanno scattare gli stop loss di protezione. - Gli stop loss, vale a dire la chiusura di una posizione poiché i prezzi hanno toccato o si sono portati sotto certi livelli critici indicati (oppure sopra, nel caso di posizioni corte), devono essere seguiti in modo scrupoloso e disciplinato. L'applicazione degli stop loss è condizione essenziale per preservare il capitale investito. - L'indicazione di acquisto (o di vendita) su un titolo in ottica trading non implica in alcun modo una valutazione positiva (o negativa) di medio/lungo periodo sul titolo medesimo. Figura 1: Home page Sella Advice Trading Sella Advice Trading 2

3 2. Tipo di operatività. 2.1 Orari di aggiornamento e titoli oggetto di strategie. L aggiornamento delle strategie operative sui titoli italiani può avvenire nelle fasce orarie 9.00/9.30 e 11.00/ Nella pagina di visualizzazione delle strategie compare un messaggio aggiornamento in corso.... Sono oggetto di strategie, i titoli italiani appartenenti al segmento di mercato a più elevata capitalizzazione (Mib30 e/o S&P/MIB). Le indicazioni si considerano valide solo per la giornata borsistica in cui vengono pubblicate. 2.2 L orizzonte temporale. L orizzonte temporale delle singole strategie può variare a seconda delle condizioni di volatilità del mercato e della leva: - all aumentare della volatilità diminuisce la durata media della posizione; - le operazioni con leva sono sempre considerate infraday e vanno chiuse in giornata. Le posizioni senza leva, sono considerate multiday, hanno una durata media di circa 3 giorni Leva Nella colonna leva viene data una indicazione sull esposizione per singola operazione. Fatto 1 l importo medio col quale si opera, strategie con leva rappresentano operazioni effettuate con controvalori proporzionalmente maggiori. Naturalmente, tali tipi di strategie comportato rischi maggiori e pertanto si consiglia di chiuderle a fine giornata. Naturalmente all aumentare del controvalore scambiato, aumenta il rischio di sleepage ovvero della possibilità di non riuscire ad effettuare l operazione sul mercato al livello di prezzo desiderato (per insufficiente liquidità dello strumento). Di converso, è possibile diminuire l incidenza percentuale delle commissioni in caso di commissioni fisse. L utilizzo di operazioni con leva dipende da: - volatilità del titolo: titoli poco volatili possono essere lavorati con importi elevati per trarre profitto anche da piccole variazioni percentuali; - posizioni in portafoglio: ad esempio, l esigenza di coprire l esposizione su posizioni corte potrebbe spingere l analista a suggerire importi maggiori su posizioni lunghe. Allo stesso modo una elevata esposizione pregressa in portafoglio delle posizioni lunghe potrebbe indurre una maggiore prudenza sulle posizioni lunghe suggerite nella giornata. Gli investitori che non hanno un orizzonte temporale infraday dovrebbero privilegiare le strategie con leva pari a Numero di segnali Il numero di strategie suggerite dipende da una serie di variabili tra le quali si segnalano: - la volatilità del mercato: in periodo di volatilità contenuta si preferisce diminuire il numero di operazioni. Quando la volatilità è in compressione l andamento del mercato risulta meno prevedibile e le commissioni incidono in maniera maggiore; - andamento del Track record: nei periodi difficili, si preferisce diminuire il numero di segnali; - liquidità residua: si ipotizza di impiegare il 5% della liquidità a disposizione per ogni strategia con leva pari a 1. La sommatoria delle posizioni in essere non potrà in nessun caso superare il fattore La durata media delle 566 posioni lunghe aperte tra il 3 giugno 2002 e il 31 ottobre 2003 è stata pari a 3,47 giorni per posizione. Sella Advice Trading 3

4 3. La struttura del report. Il report si trova sotto il menù strumenti sotto la voce Sella At. Figura 2: Home page pagina Tol Si compone delle sezioni: POSIZIONI LUNGHE e POSIZIONI CORTE dove vengono indicate le strategie di trading e della sezione GESTIONE POSIZIONI per la chiusura anticipata delle posizioni ritenute non più profittevoli. Figura 3: Esempio di posizoni lunghe Sella Advice Trading 4

5 Figura 4: Esempio di posizioni corte Figura 5: la sezione GESTIONE POSIZIONI 4. Posizioni Lunghe (ossia in acquisto ) 4.1 Modalità di apertura posizione Nella sezione vengono riportate tre diverse modalità di apertura posizione (fig.3): - Acquisto ai livelli correnti di prezzo (abbreviato in PC): in questo caso si ritiene il titolo interessante indipendentemente da particolari livelli tecnici. Si ritiene improbabile una correzione e, se questa dovesse esserci, il quadro tecnico potrebbe risultarne deteriorato e pertanto la strategia potrebbe non ritenersi più valida. In queste situazioni si sconsiglia l'acquisto se, dal momento in cui è stata fatta l'analisi, il prezzo si discosta molto dai livello di prezzo indicato (sia nel caso di un prezzo più alto, sia nel caso di un prezzo più basso). - Acquisto su correzione: si tratta di acquisto "sulla debolezza", ovvero sopra un livello di supporto. In queste situazioni, si sconsiglia l acquisto se il prezzo risulta sensibilmente più basso rispetto all area di acquisto indicata. - Acquisto sulla forza: si tratta di operazioni da effettuarsi solo alla rottura di un livello di resistenza. La resistenza si considera violata nel momento in cui il titolo tocca il livello di prezzo indicato nella colonna P.ACQ. Sella Advice Trading 5

6 4.2 Modalità di chiusura posizione - Stop Loss INFRADAY: lo Stop loss indicato è sempre considerato infraday. Le posizioni in essere vanno chiuse nel momento in cui viene effettuato lo scambio successivo al livello di prezzo indicato. - Take profit 1 (abbreviato in Take1, ossia primo livello di presa di beneficio): se le quotazioni raggiungono tale livello (o si avvicinano sensibilmente al livello indicato), si dovrebbe alleggerire la posizione 2, e portare lo Stop Loss sul prezzo di carico. Le posizioni verranno considerate chiuse se le quotazioni si riportano sui livelli di carico, o sul Take profit 2. - Take profit 2 (abbreviato in Take2): indica il livello dove chiudere integralmente la posizioni in essere. Se non è indicato il Take profit 1, si consiglia di chiudere integralmente la posizione sul "Take Profit 2". In questi casi non viene portato lo s/l sul prezzo di carico. Le strategie inserite nell aggiornamento delle 11.00/11.30 sono opportunamente segnalate nella parte bassa del report (fig 6). Figura 6: la sezione POSIZIONI LUNGHE con le modifiche effettuate nell aggiornamento delle 11.00/ Posizioni Corte (ossia in vendita ) 5.1 Tipo di strategia di vendita Nella sezione vengono riportate tre diverse modalità di apertura posizione (fig. 4): 2 Il nostro Track record considera, per semplicità, un margine di scostamento dello 0,25 % ed un alleggerimento del 50 % al raggiungimento del take profit, ma si consiglia, ai fini operativi, di adeguare tali valori alla volatilità del titolo ed al movimento di mercato. Sella Advice Trading 6

7 - Vendita ai livelli correnti di prezzo (abbreviato in PC): in questo caso si ritiene il titolo interessante indipendentemente da particolari livelli tecnici. Si ritiene improbabile un rimbalzo e, se questo dovesse esserci, il quadro tecnico potrebbe risultarne deteriorato e pertanto la strategia potrebbe non ritenersi più valida. In queste situazioni si sconsiglia la vendita se, dal momento in cui è stata fatta l'analisi, il prezzo si discosta molto dai livelli di prezzo indicati (sia nel caso di un prezzo più basso, sia nel caso di un prezzo più alto). - Vendita su rimbalzi: si tratta di vendita sotto un livello di resistenza. In queste situazioni, si sconsiglia la vendita se il prezzo risulta sensibilmente più alto rispetto all area di vendita indicata. - Vendita sulla debolezza: si tratta di operazioni da effettuarsi solo alla rottura di un livello di supporto. Il supporto si considera violato nel momento in cui il titolo tocca il livello di prezzo indicato nella colonna P.VEND. 5.2 Modalità di chiusura posizione - Stop Loss INFRADAY: lo Stop loss indicato è sempre considerato infraday. Le posizioni in essere vanno chiuse nel momento in cui viene effettuato lo scambio successivo al livello di prezzo indicato. - Take profit 1 (abbreviato in Take1, ossia primo livello di presa di beneficio): se le quotazioni raggiungono tale livello (o si avvicinano sensibilmente al livello indicato), si dovrebbe effettuare una parziale ricopertura 3, e portare lo Stop Loss sul prezzo di carico. Le posizioni verranno considerate chiuse se le quotazioni si riportano sui livelli di carico, o sul Take profit 2. - Take profit 2 (abbreviato in Take2): indica il livello dove chiudere integralmente la posizioni in essere. Se non è indicato il Take profit 1, si consiglia di chiudere integralmente la posizioni sul "Take Profit 2". In questi casi non viene portato lo s/l sul prezzo di carico. 6. Gestione Posizioni in essere. Con la sezione GESTIONE POSIZIONI IN ESSERE vengono chiuse posizioni in essere ritenute non più profittevoli. Le indicazioni in questione possono riferirsi alle strategie della mattina (h: ), o alle posizioni aperte nelle sedute precedenti. La sezione si compone di due parti: CHIUSURA POSIZIONI LUNGHE: sono riportate le tre modalità di vendita indicate al paragrafo 4.1 (ai livelli di prezzo correnti, su rimbalzi, sulla debolezza); 3 Il nostro Track record considera, per semplicità, un margine di scostamento dello 0,25 % ed una ricopertura del 50 % al raggiungimento del take profit, ma si consiglia, ai fini operativi, di adeguare tali valori alla volatilità del titolo ed al movimento del mercato. Le operazioni con leva vengono valorizzate pesando la variazione percentuale per l'effetto leva. Sella Advice Trading 7

8 CHIUSURA POSIZIONI CORTE: sono riportate le tre modalità di acquisto indicate al paragrafo 5.1 (ai livelli di prezzo correnti, su correzioni, su rimbalzi). Le indicazioni fornite nella sezione vanno a modificare i livelli di Take profit e di Stop loss indicati nella strategia originaria. Supponiamo di avere acquistato Generali a con Stop loss e Take profit e e che il titolo quoti 22.00, per cui è già stato realizzato il primo Take profit. Se nella sezione GESTIONE POSIZIONI IN ESSERE viene riportata una strategia di vendita sulla debolezza a violazione di (ad esempio supp prezzo di vendita 21.44), in pratica viene alzato il livello di stop loss. Lo Stop Loss, che originariamente era posto a 19.80, e che era già stato alzato a 20.50, quando era stato realizzato il primo Take Profit, viene ulteriormente alzato a In questo modo la posizione viene mantenuta puntando a realizzare il secondo Take Profit, ma viene chiusa anticipatamente a qualora le quotazioni dovessero scendere sotto tale livello. Se invece si consiglia di chiudere la posizioni su rimbalzi a 22.10, il livello di Take profit a 22.40, viene abbassato a e rimangono invariati i livelli di Stop Loss. Qualora la posizione rimanesse ancora in essere, nelle sedute seguenti saranno validi i nuovi livelli indicati e il report Posizioni in essere e posizioni chiuse (vedi paragrafo 5) il giorno seguente terrà conto delle variazioni intervenute. 7. Il report Posizioni in essere e posizioni chiuse Tutte le operazioni effettuate vengono quotidianamente registrate nel report Posizioni in essere e posizioni chiuse consultabile cliccando sul link presente nella parte bassa del report. Il report si compone di due sezioni: - POSIZIONI IN ESSERE. In tale sezione vengono indicate le posizioni rimaste aperte a fine giornata. Si tratta delle posizioni senza leva. Tali strategie hanno un orizzonte più ampio, per cui si prevede un possibile rialzo (o ribasso) della durata di alcune sedute. Le posizioni finiscono per formare un vero e proprio portafoglio virtuale. - POSIZIONI CHIUSE NELLA SEDUTA PASSATA. In tale sezione viene riportata l operatività della seduta precedente e consente di determinare l utile o la perdita realizzata. LEGENDA - Sono indicate in grassetto le posizioni in essere al momento dell'aggiornamento. Sella Advice Trading 8

9 - In blu sono indicate le posizioni che sono state chiuse in utile (take profit o mark-to-market positivo). - In rosso sono indicate le posizioni chiuse in perdita (stop loss o mark-to-market negativo). 8. Regole di costruzione del Track record - Vengono considerate solo le operazioni andate in posizione durante la seduta in cui è stata data l'indicazione. - La posizione rimane aperta finché non viene toccato un livello di Take profit o di Stop loss. Le strategie che contengono due livelli di Take profit vengono considerate aperte finché le quotazioni non raggiungono il secondo livello. Nel caso di raggiungimento del primo livello, la posizione viene considerata alleggerita al 50% e si porta lo s/l sul prezzo di carico. - Un livello di Take Profit si considera realizzato se il titolo raggiunge il livello indicato o si avvicina a esso con una scarto massimo dello 0,25%. Per le operazioni con leva, tale scarto va ridotto proporzionalmente alla leva stessa (per esempio, per operazioni con leva 2,5 lo scarto è 0,100%). Per i titoli con un tick superiore a 0,25%, lo scarto è rappresentato dal tick precedente al livello di take indicato. Ad esempio, un take profit su una posizione lunga su IntesaBci a si considera realizzato se le quotazioni raggiungono Per le operazioni con leva, l'utile e la perdita vengono calcolate moltiplicando la variazione per la leva utilizzata. Ad esempio un acquisto del titolo Eni a chiusa in Take profit a ha un utile lordo del 4% (3,63% il netto). Nel caso di utilizzo dell effetto leva l utile lordo considerato sarebbe stato pari al 10.00% (9,07% il netto). - Se si apre una nuova posizione, di segno opposto ad una già in essere, quest'ultima si considera chiusa valorizzandola al prezzo di carico della nuova posizione aperta. - Per le operazioni lunghe senza leva, i giorni di durata della posizione sono calcolati considerando la chiusura della posizione (raggiungimento del Take profit 2, raggiungimento del Take profit 1 e successiva chiusura in Stop loss sul prezzo di carico, apertura di una posizione di segno contrario). - Il risultato medio è rappresentato dal take profit (o stop loss) medio, ponderato per il numero di operazioni relative. - Le strategie date sullo stesso titolo, ma in giorni diversi, sono considerate operazioni autonome. Tuttavia, qualora venisse aperta una nuova posizione di segno opposto, vengono automaticamente considerate chiuse tutte le eventuali posizioni in essere. - Le operazioni di acquisto/vendita sulla forza/debolezza si considerano entrate in posizione se viene scambiato il livello di prezzo indicato (P.ACQ./P.VEND). - La posizione si considera chiusa in Stop loss se viene scambiato il tick successivo al livello indicato. Ad esempio: una posizione lunga su Telecom con Stop loss a 9.18 si considera chiusa se viene scambiato Le operazioni chiuse a fine giornata (mark-to-market) sono valorizzate al prezzo dell asta di chiusura delle 17:40. Sella Advice Trading 9

10 9. Utile netto e Track record - L utile netto è calcolato sottraendo le commissioni alla variazione percentuale. A tal proposito si considerano commissioni pari a 0,187% moltiplicate per 2 (apertura e chiusura della posizione) e per l eventuale fattore leva (1,66 o 2,50). In sintesi: commissioni per operazione = 0,187% * 2 * fattore leva Utile netto % = Variazione percentuale lorda commissioni % per operazione - Il Track record pubblicato sul sito è calcolato facendo la sommatoria dei risultati % netti di tutte le strategie entrate in posizione. Ogni giorno è possibile consultare l utile netto generato dalle strategie fornite nell ultima seduta, scaricando il relativo report all indirizzo: https://www.sella.it/gbs/trading/analisi/advice_trading/azionario/titoli_italia.jsp Figura 7: rappresentazione grafica dei risultati ottenuti al 4 settembre 2003 Sella Advice Trading 10

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO GOLD 2.0 NEWSLETTER OPERATIVA SUL MERCATO AZIONARIO a cura di Pierluigi Gerbino ISTRUZIONI PER L USO Quelle che seguono sono le istruzioni ufficiali per il corretto utilizzo operativo della newsletter

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Rischio e Volatilità

Rischio e Volatilità 2 Meeting annuale SellaAdvice Trading Rho,, 20 novembre 2004 Rischio e Volatilità Relatore: Maurizio Milano Da dove deve partire un analisi tecnica operativa a supporto di un attività di trading? L elemento

Dettagli

MetaTrader 4/5 per Android. Guida per l utente

MetaTrader 4/5 per Android. Guida per l utente 1 MetaTrader 4/5 per Android Guida per l utente 2 Contenuto Come ottenere il MT4/5 App per Android... 3 Come accedere al vostro Conto Esistente oppure creare un nuovo conto Demo... 3 1. Scheda Quotes...

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario!

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Manuale del Trader Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Questo manuale spiega esattamente cosa sono le opzioni binarie, come investire e familiarizzare con il nostro sito web. Se avete delle

Dettagli

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX DailyFX Strategies Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini INTRO Dopo anni di ricerca

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Benvenuti al libro elettronico sul FOREX

Benvenuti al libro elettronico sul FOREX Benvenuti al libro elettronico sul FOREX Indice 1. Riguardo al MARCHIO... 2 2. Piattaforme di Trading... 3 3. Su cosa si Opera nel Mercato Forex?... 4 4. Cos è il Forex?... 4 5. Vantaggi del Mercato Forex...

Dettagli

DailyFX Strategies. Breakout e medie mobili. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Davide Marone, Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Breakout e medie mobili. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Davide Marone, Analyst DailyFX DailyFX Strategies Breakout e medie mobili Davide Marone, Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Breakout e medie mobili Davide Marone INTRO Prima di costruire una qualsiasi

Dettagli

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Salvatore Gaziano & Francesco Pilotti I 3 PASSI PER GUADAGNARE AL RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Le basi, le strategie e la psicologia giusta per affrontare con successo il trading online sui

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

1. INTRODUZIONE ALLA METATRADER..3

1. INTRODUZIONE ALLA METATRADER..3 METATRADER4 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA METATRADER..3 1.1 FLESSIBILITÀ, CONVENIENZA, POTENZA...3 1.2 ANALISI TECNICA PROFESSIONALE E PERSONALIZZAZIONE DI INDICATORI 3 1.3 CARATTERISTICHE PRINCIPALI.3 2.

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Manuale per METATRADER5

Manuale per METATRADER5 Manuale per METATRADER5 2 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA METATRADER 5.3 1.1 FLESSIBILITÀ, CONVENIENZA, POTENZA.3 1.2 ANALISI TECNICA PROFESSIONALE E PERSONALIZZAZIONE DI INDICATORI 3 1.3 CARATTERISTICHE PRINCIPALI.3

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

V1pc Internet Banking

V1pc Internet Banking 2.6 Area Portafoglio In questa area è possibile ottenere informazioni sull'andamento del portafoglio titoli relativa al dossier selezionato tenendo così costantemente aggiornati l utente sul valore degli

Dettagli

Guida per lo Smart Order

Guida per lo Smart Order Guida per lo Smart Order (Novembre 2010) ActivTrades PLC 1 Indice dei contenuti 1. Informazioni Generali... 3 2. Installazione... 3 3. Avvio l`applicazione... 3 4. Usi e funzionalita`... 4 4.1. Selezionare

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

SELLA.IT GUIDA ALL ANALISI TECNICA PRINCIPI FONDAMENTALI

SELLA.IT GUIDA ALL ANALISI TECNICA PRINCIPI FONDAMENTALI SELLA.IT GUIDA ALL ANALISI TECNICA PRINCIPI FONDAMENTALI A cura di Maurizio Milano Ufficio Analisi Tecnica Gruppo Banca Sella INDICE: Analisi Fondamentale Analisi Tecnica I tre pilastri dell Analisi Tecnica

Dettagli

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING Integrazione Webank-WeTrade NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING La fusione tra Webank e WeTrade, avvenuta lo scorso 18 dicembre, ha comportato alcune novità nella tua operatività di trading. Te li riassumiamo

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Manuale operativo. Tutto quello che ti serve per iniziare a fare trading sui mercati regolamentati. Copyright 2015 Scalping Futures

Manuale operativo. Tutto quello che ti serve per iniziare a fare trading sui mercati regolamentati. Copyright 2015 Scalping Futures Manuale operativo Tutto quello che ti serve per iniziare a fare trading sui mercati regolamentati. MERCATO REGOLAMENTATO DEI FUTURES O FOREX? Vediamo qual è la differenza tra questi due mercati e soprattutto

Dettagli

I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS

I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS IAS-IFRS E NON PERFORMING LOANS Verona, 9 giugno 2006 I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS Andrea Lionzo Università degli Studi di Verona andrea.lionzo@univr.it 1 Indice 1. I fondamenti

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

PowerDesk: manuale operativo

PowerDesk: manuale operativo Indice PowerDesk: manuale operativo 1. Introduzione (pagina 2) Presentazione generale, Caratteristiche principali, Attivazione e Costi, Scheda tecnica 2. Funzionalità (pagina 8) Comandi di gestione, Preferenze,

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

Il concetto di valore medio in generale

Il concetto di valore medio in generale Il concetto di valore medio in generale Nella statistica descrittiva si distinguono solitamente due tipi di medie: - le medie analitiche, che soddisfano ad una condizione di invarianza e si calcolano tenendo

Dettagli

PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori PANDORA is powered by

PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori PANDORA is powered by PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori l'espressione v a s o d i P a n d o r a viene usata metaforicamente per alludere all'improvvisa scoperta di un problema o una serie di problemi che per molto

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

GUIDA OPZIONI BINARIE

GUIDA OPZIONI BINARIE GUIDA OPZIONI BINARIE Cosa sono le opzioni binarie e come funziona il trading binario. Breve guida pratica: conviene fare trading online con le opzioni binarie o è una truffa? Quali sono i guadagni e quali

Dettagli

PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI

PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI GENERAZIONE ARCHIVI Per generazione archivi si intende il riportare nel nuovo anno scolastico tutta una serie di informazioni necessarie a preparare il lavoro

Dettagli

guida giocare in borsa

guida giocare in borsa guida giocare in borsa Dedicato a chi vuole imparare a giocare in borsa da casa e guadagnare soldi velocemente. Consigli per sfruttare l'andamento dei mercati finanziari investendo tramite internet. Guida

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo?

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo? ESTIMO GENERALE 1) Che cos è l estimo? L estimo è una disciplina che ha la finalità di fornire gli strumenti metodologici per la valutazione di beni economici, privati o pubblici. Stimare infatti significa

Dettagli

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott.

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott. RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013 Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO Curatore Dott.ssa Elena MOGNONI Facciamo seguito all incarico conferitoci dalla Dott.ssa Elena MOGNONI

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/ Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive https://nonconf.unife.it/ Registrazione della Non Conformità (NC) Accesso di tipo 1 Addetto Registrazione della Non Conformità

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni!

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! TRADING in OPZIONI Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! Justagoodtrade è il nome di uno yacht che ho visto durante uno dei miei viaggi di formazione sul trading negli USA. Il milionario

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE ONLINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO SERVIZIO FRONT OFFICE GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli v 4.0 1. Requisiti software Lo studente deve essere dotato di connessione internet

Dettagli

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO art. 11, comma 1 lett. a) e comma 5 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Invio della domanda on line ai sensi

Dettagli

LA BORSA ITALIANA DAL 1928. Indice annuale dei corsi della Borsa italiana ***

LA BORSA ITALIANA DAL 1928. Indice annuale dei corsi della Borsa italiana *** LA BORSA ITALIANA DAL 1928 Indice annuale dei corsi della Borsa italiana La serie storica dell indice di borsa dal 2 gennaio 1928 al 3 giugno 213 è stata elaborata a puro titolo indicativo. Essa è stata

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano CONOSCERE LA BORSA FUNZIONAMENTO I partecipanti formano delle squadre ed elaborano una strategia di investimento per il proprio capitale virtuale iniziale (50.000 euro). Nel nostro caso si sono costituite

Dettagli

MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE

MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE Pag. 1 di 14 MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE INTRODUZIONE Pag. 2 di 14 INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 PREMESSA... 3 2.... 4 2.1 - HOME PAGE...

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Analisi di Bilancio per indici

Analisi di Bilancio per indici Analisi di Bilancio per indici L analisi di bilancio è una attività complessa svolta con utilizzazione di tecniche prevalentemente quantitative di elaborazione dei dati, con cui si effettuano indagini

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO Istruzioni per l accesso e il completamento dei corsi TRIO per gli utenti di un Web Learning Group 06 novembre 2013 Servizio A TRIO Versione Destinatari: referenti e utenti

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI 1 ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA del 12 ottobre 2014 PROVINCIA DI POTENZA VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 2 VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 1. INSEDIAMENTO DELL

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

Questioni di Economia e Finanza

Questioni di Economia e Finanza Questioni di Economia e Finanza (Occasional Papers) High Frequency Trading: una panoramica di Alfonso Puorro Settembre 2013 Numero 198 Questioni di Economia e Finanza (Occasional papers) High Frequency

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA?

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? La maggior parte dei Retailer effettua notevoli investimenti in attività promozionali. Non è raro che un Retailer decida di rinunciare al 5-10% dei ricavi

Dettagli

ELASTICITÀ. Sarebbe conveniente per il produttore aumentare ulteriormente il prezzo nella stessa misura del caso

ELASTICITÀ. Sarebbe conveniente per il produttore aumentare ulteriormente il prezzo nella stessa misura del caso Esercizio 1 Data la funzione di domanda: ELASTICITÀ Dire se partendo da un livello di prezzo p 1 = 1.5, al produttore converrà aumentare il prezzo fino al livello p 2 = 2. Sarebbe conveniente per il produttore

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA, ECONOMIA E FINANZA Tesi di Laurea ASPETTI DELL ANALISI TECNICA APPLICATI AL TITOLO ENI Relatore: Prof. NUNZIO

Dettagli