INDICE GENERALE 1. SEGNALI TITOLI ITALIA INTRADAY 2 2. SEGNALI TITOLI ITALIA MULTIDAY 5 3. SEGNALI PORTAFOGLIO ITALIA 11

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE GENERALE 1. SEGNALI TITOLI ITALIA INTRADAY 2 2. SEGNALI TITOLI ITALIA MULTIDAY 5 3. SEGNALI PORTAFOGLIO ITALIA 11"

Transcript

1

2 INDICE GENERALE 1. SEGNALI TITOLI ITALIA INTRADAY 2 2. SEGNALI TITOLI ITALIA MULTIDAY 5 3. SEGNALI PORTAFOGLIO ITALIA SEGNALI PORTAFOGLIO EUROPA SEGNALI S&PMIB FUTURE INTRADAY SEGNALI S&PMIB FUTURE MULTIDAY SEGNALI FUTURE EUROSTOXX SEGNALI FUTURE MINI-NASDAQ /51

3 1. SEGNALI TITOLI ITALIA INTRADAY 1 Destinatari del servizio Il servizio Segnali Titoli Italia è rivolto a persone intenzionate a cogliere le opportunità derivanti dalle oscillazioni dei corsi azionari nel breve periodo (dall'infraday ai 7 giorni). Tale tipo di operatività richiede che vi sia piena consapevolezza dei rischi derivanti da una movimentazione del portafoglio azionario molto elevata, ossia della possibilità di incorrere in perdite dovute a movimenti dei prezzi che fanno scattare gli stop loss di protezione. Gli stop loss, vale a dire la chiusura di una posizione poiché i prezzi hanno toccato o si sono portati sotto certi livelli critici indicati (oppure sopra, nel caso di posizioni corte), devono essere seguiti in modo scrupoloso e disciplinato. L'applicazione degli stop loss è condizione essenziale per preservare il capitale investito. L'indicazione di acquisto (o di vendita) su un titolo in ottica trading non implica in alcun modo una valutazione positiva (o negativa) di medio/lungo periodo sul titolo medesimo. 2 Tipo di operatività 2.1 Orari di aggiornamento e titoli oggetto di strategie L aggiornamento delle strategie operative sui titoli italiani può avvenire nelle fasce orarie 9.00/9.30 e 11.00/ Nella pagina di visualizzazione delle strategie compare un messaggio aggiornamento in corso.... Sono oggetto di strategie, i titoli italiani appartenenti al segmento di mercato a più elevata capitalizzazione (S&PMib e/o S&P/MIB). Le indicazioni si considerano valide solo per la giornata borsistica in cui vengono pubblicate. 2.2 L orizzonte temporale L orizzonte temporale delle singole strategie può variare a seconda delle condizioni di volatilità del mercato e della leva: - all aumentare della volatilità diminuisce la durata media della posizione; - le operazioni con leva sono sempre considerate infraday e vanno chiuse in giornata. Le posizioni senza leva, sono considerate multiday, hanno una durata media di circa 3 giorni (la durata media delle 566 posizioni lunghe aperte tra il 3 giugno 2002 e il 31 ottobre 2003 è stata pari a 3,47 giorni per posizione) 2.3 Leva Nella colonna leva viene data una indicazione sull esposizione per singola operazione. Fatto 1 l importo medio col quale si opera, strategie con leva rappresentano operazioni effettuate con controvalori proporzionalmente maggiori. Naturalmente, tali tipi di strategie comportato rischi maggiori e pertanto si consiglia di chiuderle a fine giornata. Naturalmente all aumentare del controvalore scambiato, aumenta il rischio di sleepage ovvero della possibilità di non riuscire ad effettuare l operazione sul mercato al livello di prezzo desiderato (per insufficiente liquidità dello strumento). Di converso, è possibile diminuire l incidenza percentuale delle commissioni in caso di commissioni fisse. L utilizzo di operazioni con leva dipende da: - volatilità del titolo: titoli poco volatili possono essere lavorati con importi elevati per trarre profitto anche da piccole variazioni percentuali; - posizioni in portafoglio: ad esempio, l esigenza di coprire l esposizione su posizioni corte potrebbe spingere l analista a suggerire importi maggiori su posizioni lunghe. Allo stesso modo una elevata esposizione pregressa in portafoglio delle posizioni lunghe potrebbe indurre una maggiore prudenza sulle posizioni lunghe suggerite nella giornata. Gli investitori che non hanno un orizzonte temporale infraday dovrebbero privilegiare le strategie con leva pari a Numero di segnali Il numero di strategie suggerite dipende da una serie di variabili tra le quali si segnalano: la volatilità del mercato: in periodo di volatilità contenuta si preferisce diminuire il numero di operazioni. Quando la volatilità è in compressione l andamento del mercato risulta meno prevedibile e le commissioni incidono in maniera maggiore; andamento del Track record: nei periodi difficili, si preferisce diminuire il numero di segnali; liquidità residua: si ipotizza di impiegare il 5% della liquidità a disposizione per ogni strategia con leva pari a 1. La sommatoria delle posizioni in essere non potrà in nessun caso superare il fattore 20. 2/51 Segnali Titoli Italia Intraday

4 3 La struttura del report Si compone delle sezioni: STRATEGIE APERTE e STRATEGIE CHIUSE. Ciascuna strategia prevede POSIZIONI LUNGHE (in acquisto) e POSIZIONI CORTE (in vendita allo scoperto) dove vengono indicate le strategie di trading e della sezione GESTIONE POSIZIONI per la chiusura anticipata delle posizioni ritenute non più profittevoli. 4 Posizioni Lunghe (ossia in acquisto ) 4.2 Modalità di apertura posizione Nella sezione vengono riportate tre diverse modalità di apertura posizione: Acquisto ai livelli correnti di prezzo (abbreviato in PC): in questo caso si ritiene il titolo interessante indipendentemente da particolari livelli tecnici. Si ritiene improbabile una correzione e, se questa dovesse esserci, il quadro tecnico potrebbe risultarne deteriorato e pertanto la strategia potrebbe non ritenersi più valida. In queste situazioni si sconsiglia l'acquisto se, dal momento in cui è stata fatta l'analisi, il prezzo si discosta molto dai livello di prezzo indicato (sia nel caso di un prezzo più alto, sia nel caso di un prezzo più basso). Acquisto su correzione: si tratta di acquisto "sulla debolezza", ovvero sopra un livello di supporto. In queste situazioni, si sconsiglia l acquisto se il prezzo risulta sensibilmente più basso rispetto all area di acquisto indicata. Acquisto sulla forza: si tratta di operazioni da effettuarsi solo alla rottura di un livello di resistenza. La resistenza si considera violata nel momento in cui il titolo tocca il livello di prezzo indicato nella colonna P.ACQ. 4.3 Modalità di chiusura posizione Stop Loss INFRADAY: lo Stop loss indicato è sempre considerato infraday. Le posizioni in essere vanno chiuse nel momento in cui viene effettuato lo scambio successivo al livello di prezzo indicato. Take profit 1 (abbreviato in Take1, ossia primo livello di presa di beneficio): se le quotazioni raggiungono tale livello (o si avvicinano sensibilmente al livello indicato), si dovrebbe alleggerire la posizione, e portare lo Stop Loss sul prezzo di carico. Le posizioni verranno considerate chiuse se le quotazioni si riportano sui livelli di carico, o sul Take profit 2. Take profit 2 (abbreviato in Take2): indica il livello dove chiudere integralmente la posizioni in essere. Se non è indicato il Take profit 1, si consiglia di chiudere integralmente la posizione sul "Take Profit 2". In questi casi non viene portato lo s/l sul prezzo di carico. 5 Posizioni Corte (ossia in vendita ) 5.1 Tipo di strategia per l apertura di posizioni corte Nella sezione vengono riportate tre diverse modalità di apertura posizione: Vendita ai livelli correnti di prezzo (abbreviato in PC): in questo caso si ritiene il titolo interessante indipendentemente da particolari livelli tecnici. Si ritiene improbabile un rimbalzo e, se questo dovesse esserci, il quadro tecnico potrebbe risultarne deteriorato e pertanto la strategia potrebbe non ritenersi più valida. In queste situazioni si sconsiglia la vendita se, dal momento in cui è stata fatta l'analisi, il prezzo si discosta molto dai livelli di prezzo indicati (sia nel caso di un prezzo più basso, sia nel caso di un prezzo più alto). Vendita su rimbalzi: si tratta di vendita sotto un livello di resistenza. In queste situazioni, si sconsiglia la vendita se il prezzo risulta sensibilmente più alto rispetto all area di vendita indicata. Vendita sulla debolezza: si tratta di operazioni da effettuarsi solo alla rottura di un livello di supporto. Il supporto si considera violato nel momento in cui il titolo tocca il livello di prezzo indicato nella colonna P.VEND. 5.2 Modalità di chiusura posizione Stop Loss INFRADAY: lo Stop loss indicato è sempre considerato infraday. Le posizioni in essere vanno chiuse nel momento in cui viene effettuato lo scambio successivo al livello di prezzo indicato. Take profit 1 (abbreviato in Take1, ossia primo livello di presa di beneficio): se le quotazioni raggiungono tale livello (o si avvicinano sensibilmente al livello indicato), si dovrebbe effettuare una parziale ricopertura, e portare lo Stop Loss sul prezzo di carico. Le posizioni verranno considerate chiuse se le quotazioni si riportano sui livelli di carico, o sul Take profit 2. Take profit 2 (abbreviato in Take2): indica il livello dove chiudere integralmente la posizioni in essere. Se non è indicato il Take profit 1, si consiglia di chiudere integralmente la posizioni sul "Take Profit 2". In questi casi non viene portato lo s/l sul prezzo di carico. 3/51 Segnali Titoli Italia Intraday

5 6 Regole di costruzione del Track record Vengono considerate solo le operazioni andate in posizione durante la seduta in cui è stata data l'indicazione. La posizione rimane aperta finché non viene toccato un livello di Take profit o di Stop loss. Le strategie che contengono due livelli di Take profit vengono considerate aperte finché le quotazioni non raggiungono il secondo livello. Nel caso di raggiungimento del primo livello, la posizione viene considerata alleggerita al 50% e si porta lo s/l sul prezzo di carico. Un livello di Take Profit si considera realizzato se il titolo raggiunge il livello indicato o si avvicina a esso con una scarto massimo dello 0,25%. Per le operazioni con leva, tale scarto va ridotto proporzionalmente alla leva stessa (per esempio, per operazioni con leva 2,5 lo scarto è 0,100%). Per i titoli con un tick superiore a 0,25%, lo scarto è rappresentato dal tick precedente al livello di take indicato. Ad esempio, un take profit su una posizione lunga su IntesaBci a si considera realizzato se le quotazioni raggiungono Per le operazioni con leva, l'utile e la perdita vengono calcolate moltiplicando la variazione per la leva utilizzata. Ad esempio un acquisto del titolo Eni a chiusa in Take profit a ha un utile lordo del 4% (3,63% il netto). Nel caso di utilizzo dell effetto leva l utile lordo considerato sarebbe stato pari al 10.00% (9,07% il netto). Se si apre una nuova posizione, di segno opposto ad una già in essere, quest'ultima si considera chiusa valorizzandola al prezzo di carico della nuova posizione aperta. Per le operazioni lunghe senza leva, i giorni di durata della posizione sono calcolati considerando la chiusura della posizione (raggiungimento del Take profit 2, raggiungimento del Take profit 1 e successiva chiusura in Stop loss sul prezzo di carico, apertura di una posizione di segno contrario). Il risultato medio è rappresentato dal take profit (o stop loss) medio, ponderato per il numero di operazioni relative. Le strategie date sullo stesso titolo, ma in giorni diversi, sono considerate operazioni autonome. Tuttavia, qualora venisse aperta una nuova posizione di segno opposto, vengono automaticamente considerate chiuse tutte le eventuali posizioni in essere. Le operazioni di acquisto/vendita sulla forza/debolezza si considerano entrate in posizione se viene scambiato il livello di prezzo indicato (P.ACQ./P.VEND). La posizione si considera chiusa in Stop loss se viene scambiato il tick successivo al livello indicato. Ad esempio: una posizione lunga su Telecom con Stop loss a 9.18 si considera chiusa se viene scambiato Le operazioni chiuse a fine giornata (mark-to-market) sono valorizzate al prezzo dell asta di chiusura delle 17:40. 7 Utile netto e Track record L utile netto è calcolato sottraendo le commissioni alla variazione percentuale. A tal proposito si considerano commissioni pari a 0,187% moltiplicate per 2 (apertura e chiusura della posizione) e per l eventuale fattore leva (1,66 o 2,50). In sintesi: commissioni per operazione = 0,187% * 2 * fattore leva Utile netto % = Variazione percentuale lorda commissioni % per operazione Il Track record pubblicato sul sito è calcolato facendo la sommatoria dei risultati % netti di tutte le strategie entrate in posizione. Ogni giorno è possibile consultare l utile netto generato dalle strategie fornite nell ultima seduta, scaricando il relativo report. 4/51 Segnali Titoli Italia Intraday

6 2. SEGNALI TITOLI ITALIA MULTIDAY 1 Destinatari del servizio Il servizio Segnali Titoli Italia Multiday è rivolto a persone intenzionate a cogliere le opportunità derivanti dalle oscillazioni dei corsi azionari con un orizzonte operativo indicativamente pari a 1-4 settimane (il cosiddetto Swing Trading ). Chi intende usufruire di tali segnali deve sempre e comunque avere piena consapevolezza dei rischi derivanti dall attività di trading e delle conseguenti possibilità di incorrere in perdite dovute a movimenti delle quotazioni tali da far scattare gli stop loss di protezione (la chiusura delle posizioni per porre limite alle perdite) o di perdite superiori nel caso di impossibilità di chiudere la posizione per anomalie di tipo tecnico o legate al mercato (per esempio, blocco del Tradingon-line, sospensione delle quotazioni da parte della Borsa Italiana, allargamento anomalo dello spread, ossia del differenziale denaro-lettera). L'applicazione degli stop loss è condizione essenziale per preservare il capitale investito. Essi devono essere seguiti in modo scrupoloso e disciplinato. L'indicazione di acquisto o di vendita su un titolo in ottica swing trading non implica necessariamente una valutazione positiva o negativa sull azienda quotata e le sue prospettive economiche, ma solo un ipotesi operativa effettuata utilizzando le tecniche e le metodologie proprie dell Analisi Tecnica. Parimenti, l'indicazione di acquisto o di vendita su un titolo in ottica swing trading non implica una valutazione positiva o negativa sull andamento borsistico del titolo nei mesi successivi. 2 Tipo di operatività 2.1 Orari di aggiornamento e titoli oggetto di strategie L aggiornamento delle strategie operative sui titoli italiani può avvenire il lunedì e il mercoledì, nei giorni lavorativi di Borsa aperta, nella fascia oraria compresa dalle ore alle ore L aggiornamento sarà reso disponibile tramite lo scarico di un file di tipo Acrobat Reader (ossia con estensione.pdf) che riporterà le strategie operative relative ai vari titoli. Si potrà accedere a tale file dalla home page di Sella AdviceTrading, cliccando su: Segnali Titoli Italia Multiday. Sono oggetto di strategie i titoli italiani appartenenti al segmento di mercato a più elevata capitalizzazione (S&P/MIB40). Le indicazioni si considerano valide fino alla pubblicazione dell aggiornamento successivo. Negli aggiornamenti sarà possibile trovare: nuove strategie, ossia nuovi segnali operativi; modifiche e aggiustamenti relativi a posizioni aperte e ancora in essere. Inoltre, indicazioni fornite nel report precedente e ritenute non più profittevoli potranno essere cancellate (ossia, non appariranno più nell aggiornamento). Si sottolinea che ogni aggiornamento integra e sostituisce in ogni sua parte l aggiornamento precedente, che, quindi, non deve più essere preso in considerazione. 2.2 L orizzonte temporale L orizzonte temporale delle singole strategie è indicativamente compreso fra una settimana e un mese, anche se può variare in base alle condizioni di volatilità del mercato: all aumentare della volatilità, la durata media di una posizione tenderà infatti a diminuire; al diminuire della volatilità, la durata media di una posizione tenderà invece ad aumentare. 2.3 Leva Le strategie di trading indicate sono da intendersi come operazioni con leva pari a Numero di segnali Il numero di strategie suggerite dipende da una serie di variabili tra le quali si segnalano: la volatilità del mercato: in periodi di volatilità contenuta si preferisce diminuire il numero di operazioni. Quando la volatilità è particolarmente contenuta o in progressiva diminuzione, i margini per le prese di beneficio si contraggono e l andamento del mercato tende a divenire progressivamente meno prevedibile, mentre le commissioni incidono in maniera maggiore sui ricavi attesi dalle singole operazioni; 5/51 Segnali Titoli Italia Multiday

7 andamento del Track record: durante periodi in cui si manifesta una diminuzione degli utili o un aumento della volatilità del track record stesso, si tenderà a mantenere una condotta più prudente e conservativa, mentre in periodi di utili in crescita con contenuta volatilità, si tenderà a mantenere una condotta più aggressiva. 3 La struttura del report Il report è suddiviso in due parti principali: 1. Strategie per l Apertura di Nuove Posizioni 2. Strategie Posizioni In Essere Quadro Posizioni Chiuse La parte relativa alle Strategie per l Apertura di Nuove Posizioni sarà articolata in due Sezioni (v. Figura 1): POSIZIONI LUNGHE POSIZIONI CORTE Ciascuna sezione presenterà poi due sotto-sezioni rilevanti: MODALITA DI APERTURA DELLA POSIZIONE (lunga o corta) MODALITA DI CHIUSURA DELLA POSIZIONE (lunga o corta) Figura 1 La parte relativa a: Strategie Posizioni in Essere - Quadro Posizioni Chiuse sarà articolata in tre Sezioni: POSIZIONI LUNGHE APERTE POSIZIONI CORTE APERTE POSIZIONI CHIUSE 4 Posizioni Lunghe (ossia in acquisto ) 4.1 Modalità di apertura posizioni lunghe Nella sezione Modalità di Apertura Posizione in Acquisto, vengono riportate tre diverse modalità di apertura posizione: Acquisto ai livelli correnti di prezzo (abbreviato in PC): in questo caso si ritiene conveniente aprire la posizione senza attendere eventuali correzioni, in quanto poco probabili o di lieve entità. La posizione si considera aperta al valore centrale della fascia indicata. Il cliente dovrebbe preferenzialmente effettuare l acquisto all interno della fascia stessa. 6/51 Segnali Titoli Italia Multiday

8 Acquisto su correzione: si tratta di acquisto a seguito di una discesa delle quotazioni verso un livello ritenuto di supporto. Acquisto sulla forza: si tratta di operazioni da effettuarsi solo alla rottura di un livello di resistenza. La resistenza si considera violata nel momento in cui il titolo tocca il livello di prezzo indicato nella colonna P.ACQ. 4.2 Modalità di chiusura posizioni lunghe Stop Loss INFRADAY: lo Stop loss indicato è sempre considerato infraday. Le posizioni in essere vanno chiuse nel momento in cui viene effettuato lo scambio successivo al livello di prezzo indicato. Stop Loss SUL PREZZO DI CARICO: se le quotazioni raggiungono tale livello dopo che è stata aperta la posizione (ovviamente se non è scattato lo stop loss), il livello di prezzo fissato inizialmente come stop loss viene alzato sul Prezzo di Carico, ossia sul valore medio in corrispondenza del quale è stata aperta la posizione in acquisto. Il livello di Stop Loss SUL PREZZO DI CARICO potrà essere indicato o omesso a discrezione dell analista incaricato di definire la strategia di chiusura della posizione. Take profit 1 (abbreviato in Take1, ossia primo livello di presa di beneficio): se le quotazioni raggiungono tale livello (o raggiungono i valori compresi fra tale livello e lo 0,40% in meno rispetto al Take1), si dovrebbe alleggerire la posizione del 50% e portare lo Stop Loss sul Prezzo di Carico. Le posizioni verranno considerate chiuse se le quotazioni si riportano sui livelli di carico o sul Take profit 2. Take profit 2 (abbreviato in Take2): indica il livello dove chiudere integralmente le posizioni in essere. Se non è indicato il Take profit 1, si consiglia di chiudere integralmente la posizione sul "Take 2". Il Take 2 si intende raggiunto se le quotazioni toccano puntualmente tale valore o raggiungono i valori compresi fra tale livello e lo 0,40% in meno rispetto al Take2. 5 Posizioni Corte (ossia in vendita ) 5.1 Modalità di apertura posizioni corte. Nella sezione vengono riportate tre diverse modalità di apertura di posizioni di vendita allo scoperto: Vendita ai livelli correnti di prezzo (abbreviato in PC): in questo caso si ritiene conveniente aprire la posizione senza attendere eventuali rimbalzi, in quanto poco probabili o di lieve entità. La posizione si considera aperta al valore centrale della fascia indicata. Il cliente dovrebbe preferenzialmente effettuare la vendita all interno della fascia stessa. Vendita su rimbalzi: si tratta di vendita a seguito di una salita delle quotazioni verso un livello ritenuto di resistenza. Vendita sulla debolezza: si tratta di operazioni da effettuarsi solo alla rottura di un livello di supporto. Il supporto si considera violato nel momento in cui il titolo tocca il livello di prezzo indicato nella colonna P.VEND. 5.2 Modalità di chiusura posizioni lunghe Stop Loss INFRADAY: lo Stop loss indicato è sempre considerato infraday. Le posizioni in essere vanno chiuse nel momento in cui viene effettuato lo scambio successivo al livello di prezzo indicato. Stop Loss SUL PREZZO DI CARICO: se le quotazioni raggiungono tale livello dopo che è stata aperta la posizione (ovviamente se non è scattato lo stop loss), il livello di prezzo fissato inizialmente come stop loss viene abbassato sul Prezzo di Carico, ossia sul valore medio in corrispondenza del quale è stata aperta la posizione in vendita. Il livello di Stop Loss SUL PREZZO DI CARICO potrà essere indicato o omesso a discrezione dell analista incaricato di definire la strategia di chiusura della posizione. Take profit 1 (abbreviato in Take1, ossia primo livello di presa di beneficio): se le quotazioni raggiungono tale livello (o raggiungono i valori compresi fra tale livello e lo 0,40% in più rispetto al Take1), si dovrebbe alleggerire la posizione del 50% e portare lo Stop Loss sul Prezzo di Carico. Le posizioni verranno considerate chiuse se le quotazioni si riportano sui livelli di carico o sul Take profit 2. Take profit 2 (abbreviato in Take2): indica il livello dove chiudere integralmente la posizioni in essere. Se non è indicato il Take profit 1, si consiglia di chiudere integralmente la posizione sul "Take 2". Il Take 2 si intende raggiunto se le quotazioni toccano puntualmente tale valore o raggiungono i valori compresi fra tale livello e lo 0,40% in più rispetto al Take2. 7/51 Segnali Titoli Italia Multiday

9 6 Strategie Posizioni in Essere Quadro Posizioni Chiuse Come è stato anticipato, la parte relativa a: Strategie Posizioni in Essere - Quadro Posizioni Chiuse sarà articolata in tre Sezioni (v. Figura 2): POSIZIONI LUNGHE APERTE POSIZIONI CORTE APERTE POSIZIONI CHIUSE Figura 2: 6.1 Strategie Posizioni in Essere Le sezioni Posizioni Lunghe Aperte e Posizioni Corte Aperte riportano l elenco dei titoli per i quali è stata aperta una posizione lunga (ossia in acquisto) oppure corta (ossia in vendita). Accanto al nome di ciascun titolo saranno indicati: il Prezzo Corrente relativo al momento in cui viene aggiornato il report; l Area di Acquisto o di Vendita ove è stata aperta la posizione; lo Stop Loss Infraday; l eventuale prezzo a cui spostare lo Stop Loss sul Prezzo di Carico; i livelli di Take1 e Take2; l Utile o la Perdita, espressi in percentuale e calcolati utilizzando il Prezzo Corrente e il Prezzo Medio di Apertura della posizione. I livelli di Stop Loss Infraday, Stop Loss sul Prezzo di Carico, Take1 e Take2 potranno subire variazioni nel corso dei vari aggiornamenti. L analista che definisce la struttura delle varie strategie provvederà infatti ad adeguarle al variare delle condizioni di mercato e del quadro tecnico relativo ai singoli titoli. Per esempio, ipotizzando di avere aperto una posizione lunga (ossia in acquisto), l analista potrebbe alzare il livello di stop loss per preservare parte dell utile accumulato o ridurre le possibili perdite in caso di movimento sfavorevole delle quotazioni. Un aggiornamento che riportasse un livello di stop loss coincidente con il livello di Prezzo Corrente sarà inoltre da intendersi come segnale di chiusura immediata della posizione (chiusura a prezzi correnti). Si ricorda infine quanto è già stato precedentemente sottolineato: ogni aggiornamento integra e sostituisce in ogni sua parte l aggiornamento precedente, che, quindi, non deve più essere preso in considerazione. 8/51 Segnali Titoli Italia Multiday

10 Le tabelle con le Strategie Posizioni in Essere riportano a margine anche delle brevi note, di cui si illustra nel seguito il significato: T1 = posizione aperta; è stato raggiunto il livello di Take1 RAGG. S/L PC = posizione aperta; è stato raggiunto il livello di Stop Loss sul Prezzo di Carico. Qualora le quotazioni ridiscendessero (per le posizioni lunghe) o risalissero (per le posizioni corte) fino a toccare il Prezzo di Carico, la posizione verrebbe chiusa. 6.2 Quadro Posizioni Chiuse Tale sezione fornisce un quadro delle posizioni che sono andate in chiusura nel periodo di tempo compreso fra l ultimo aggiornamento pubblicato e disponibile (cioè quello corrente) e quello precedente. Nella tabella saranno segnalati i livelli di Take Profit raggiunti o, in caso di esito sfavorevole i livelli di Stop Loss toccati dalle quotazioni. Nella colonna Prezzo di Chiusura, verrà indicato il prezzo medio a cui viene valorizzata la posizione che è stata chiusa. Per agevolare l interpretazione della tabella, vengono riportate a margine della stessa alcune brevi note, di cui si illustra nel seguito il significato: S/L PC = è stato raggiunto il livello di Stop Loss sul Prezzo di Carico, dopodiché, le quotazioni sono scese (per le posizioni lunghe) o salite (per le posizioni corte) fino a toccare il Prezzo di Carico e, conseguentemente, la posizione è stata chiusa; S/L = è stato raggiunto il livello di Stop Loss indicato nell ultimo aggiornamento e la posizione è stata chiusa; T1 e S/L PC = è stato raggiunto il livello di Take1, dopodiché, le quotazioni sono scese (per le posizioni lunghe) o salite (per le posizioni corte) fino a toccare il Prezzo di Carico e, conseguentemente, la posizione è stata chiusa; T1 e S/L = è stato raggiunto il livello di Take1, dopodiché, le quotazioni sono scese (per le posizioni lunghe) o salite (per le posizioni corte) fino a toccare il livello di Stop Loss indicato/modificato nell ultimo aggiornamento e, conseguentemente, la posizione è stata chiusa. Si ricorda che, in alcuni casi, l analista potrà provvedere a variare il livello di stop loss relativo alla posizione, alzandolo o abbassandolo in base all evolversi delle sue previsioni sull andamento del mercato e delle quotazioni dei singoli titoli; T1 e T2 = sono stati raggiunti entrambi i livelli di Take Profit e la posizione è stata chiusa; T2 = è stato raggiunto il livello di Take2 e la posizione è stata chiusa (questo avviene nel caso in cui la strategia presenta un solo livello di Take Profit, che viene quindi indicato come Take2). 7 La gestione dei gap Talvolta, tra una seduta e un altra o durante la seduta stessa (sospensioni dalle contrattazioni), possono verificarsi dei vuoti di prezzo, i cosiddetti gap, distinti in gap-up (gap al rialzo) e gap-down (gap al ribasso). I gap sono rappresentati da aree di prezzi non battuti, dovuti ad improvvise accelerazioni dei movimenti delle quotazioni. In pratica avviene che, in un certo intervallo di prezzi, non si verifica alcuno scambio (per es., i prezzi passano da 2.20 a 2.75, senza che siano scambiati azioni nei tick intermedi tra 2.20 e 2.75). Qualora si verificassero dei gap superiori al 6%, si ritiene annullata la strategia. Viceversa per gap inferiori al 6 % occorrerà prendere in considerazione solo i prezzi effettivamente battuti, traendone coerenti conseguenze per l attività di trading, rispettando le seguenti linee guida: Per l apertura di posizioni lunghe: se il gap conduce le quotazioni entro l area di acquisto (acquisto su correzione), è possibile aprire la posizione; se il gap conduce le quotazioni al di sotto dell area di acquisto, si 9/51 Segnali Titoli Italia Multiday

11 sconsiglia di aprire posizioni; se il gap conduce le quotazioni sensibilmente al di sopra del livello soglia indicato per aprire posizioni lunghe sulla forza, si sconsiglia di aprire posizioni, poiché in tal caso l operazione non sarebbe più vantaggiosa in termini di rischio/rendimento atteso. Per l apertura di posizioni corte, valgono, in modo speculare, le considerazioni sopra riportate: se il gap conduce le quotazioni entro l area di vendita (vendita su rimbalzo), è possibile aprire la posizione; se il gap conduce le quotazioni al di sopra dell area di vendita, si sconsiglia di aprire posizioni; se il gap conduce le quotazioni sensibilmente al di sotto del livello soglia indicato per aprire posizioni corte sulla debolezza, si sconsiglia di aprire posizioni, poiché in tal caso l operazione non sarebbe più vantaggiosa in termini di rischio/rendimento atteso. Per la chiusura di posizioni lunghe, se le quotazioni si portano in gap nell area di take profit, si seguono le indicazioni riportate per i casi ordinari; se le quotazioni si portano al di sopra dell area di take profit, si chiuderà la posizione sul livello puntuale di prezzo appena battuto. Per l attivazione dello stop loss su posizioni lunghe, se le quotazioni si portano al di sotto del livello di stop loss, la posizione dovrebbe essere chiusa sul primo livello di prezzo battuto, anche se rimane possibile attendere alcuni scambi per sfruttare un eventuale rimbalzo (che però deve verificarsi entro pochissimi minuti); Per l attivazione dello stop loss su posizioni corte, se le quotazioni si portano al di sopra del livello di stop loss, la posizione dovrebbe essere chiusa sul primo livello di prezzo battuto, anche se rimane possibile attendere alcuni scambi per sfruttare un eventuale correzione (che però deve verificarsi entro pochissimi minuti); Per l attivazione dello stop loss sul prezzo di carico su posizioni lunghe: se le quotazioni toccano il livello indicato per portare lo stop loss sul prezzo di carico, qualora ridiscendano sul prezzo di carico (prima, ovviamente, di toccare il take profit), occorrerà chiudere la posizione sul prezzo di carico (in pari o, comunque, sul primo livello di prezzo battuto, in caso di gap-down); Per l attivazione dello stop loss sul prezzo di carico su posizioni corte: se le quotazioni toccano il livello indicato per portare lo stop loss sul prezzo di carico, qualora risalgano sul prezzo di carico (prima, ovviamente, di toccare il take profit), occorrerà chiudere la posizione sul prezzo di carico (in pari o, comunque, sul primo livello di prezzo battuto, in caso di gap-up). 10/51 Segnali Titoli Italia Multiday

12 3. SEGNALI PORTAFOGLIO ITALIA 1 Destinatari del servizio Il servizio Portafogli Italia è rivolto a persone intenzionate a cogliere le opportunità derivanti dalle oscillazioni dei corsi azionari con un orizzonte operativo indicativamente pari a 1-3 mesi, più lungo rispetto alla normale attività di trading, ma più dinamico rispetto alla tradizionale impostazione da cassettista (la cosiddetta Asset Tattica ). Chi intende usufruire di tali segnali deve sempre e comunque avere piena consapevolezza dei rischi derivanti da un investimento in un capitale di rischio, quale è l investimento azionario, oltre all incremento delle commissioni di negoziazione a seguito della maggiore movimentazione del portafoglio. La diversificazione dei propri investimenti in azioni, obbligazioni e liquidità, su differenti orizzonti temporali, coerentemente con la propria propensione al rischio, è condizione essenziale per preservare il capitale investito. L'indicazione di acquisto o di vendita su un titolo in ottica di Asset Tattica non implica necessariamente una valutazione positiva o negativa sull azienda quotata e le sue prospettive economiche, ma solo un ipotesi operativa effettuata utilizzando le tecniche e le metodologie proprie dell Analisi Tecnica. Parimenti, l'indicazione di acquisto o di vendita su un titolo in ottica Asset Tattica non implica una valutazione positiva o negativa sull andamento borsistico del titolo nei trimestri successivi. 2 Tipo di operatività 2.1 Orari di aggiornamento e titoli oggetto di strategie L aggiornamento delle strategie operative sui portafogli italiani avviene al venerdì, o comunque nell ultima seduta lavorativa di Borsa aperta della settimana entro le ore L aggiornamento sarà reso disponibile tramite lo scarico di un file di tipo Acrobat Reader (ossia con estensione.pdf) che riporterà la composizione e le modifiche apportate ai portafogli. Si potrà accedere a tale file dalla home page di Sella AdviceTrading, cliccando su: Segnali Portafogli Italia. Sono oggetto di strategie i titoli italiani appartenenti al segmento di mercato a più elevata capitalizzazione (S&P/MIB40) ed i titoli italiani appartenenti al segmento di mercato a media capitalizzazione (Midex e Mibstar). Le indicazioni si considerano valide fino alla pubblicazione dell aggiornamento successivo. Negli aggiornamenti sarà possibile trovare: l analisi degli indici S&P/MIB40 e Midex; un portafoglio di titoli appartenenti all indice S&P/MIB40, con le relative variazioni; un portafoglio di titoli appartenenti agli indici Midex e Mibstar, con le relative variazioni; l esposizione azionaria dei due portafogli indicati e le relative statistiche. Si sottolinea che ogni aggiornamento integra e sostituisce in ogni sua parte l aggiornamento precedente, che, quindi, non deve più essere preso in considerazione. 2.2 L orizzonte temporale L orizzonte temporale delle singole strategie è indicativamente compreso fra un mese e un trimestre, anche se può variare in base alle condizioni di volatilità del mercato: all aumentare della volatilità, la durata media di una posizione tenderà infatti a diminuire; al diminuire della volatilità, la durata media di una posizione tenderà invece ad aumentare. 2.3 Ingresso ed uscita dei titoli dal portafoglio Per ogni modifica effettuata al portafoglio, sia con l entrata di un titolo, sia con un uscita, verrà considerato come prezzo di carico o di realizzo il prezzo ufficiale del titolo del lunedì o comunque della prima seduta borsistica successiva all aggiornamento, come riportato dal Il Sole 24 Ore. 11/51 Segnali Portafoglio Italia

13 2.4 Importi sulla singola operazione ed esposizione del portafoglio Fatto 100 l importo che il cliente ritiene di utilizzare come propria esposizione massima sul portafoglio esaminato, coerentemente con il proprio personale profilo di rischio, per ogni nuovo titolo inserito verrà utilizzato un importo pari a 10. L esposizione azionaria sarà quindi calcolata semplicemente sommando il numero di titoli presenti nel portafoglio, considerando che ciascuno di essi corrisponde ad una esposizione del 10 %. Esempi 1 titolo presente in portafoglio esposizione azionaria 10 % 7 titoli presenti in portafoglio esposizione azionaria 70 % 10 titoli presenti in portafoglio esposizione azionaria 100 % 2.5 Utile/Perdita realizzata Per semplicità di calcolo e maggiore trasparenza, ai fini della valorizzazione del Tracker (vedi punto 4.1), si ipotizza un importo fisso costante per ogni singola operazione, pari a 10. Non vengono quindi considerati eventuali utili o perdite pregressi ai fini del reinvestimento. 2.6 Uscita ed entrata contestuale dello stesso titolo nel portafoglio L uscita e la contestuale entrata dello stesso titolo nel portafoglio consigliato può essere utilizzato in modo da ripristinare l esposizione iniziale sul titolo, quando le posizione in essere hanno accumulato un utile o una perdita potenziale superiore al 10-15%. Ad es. A. Utile superiore al %: Il 3 gennaio 04 si acquistano 10 azioni del titolo AMGA ad un prezzo pari a 1.00 euro, per un controvalore pari a 10 euro (controvalore fisso, deciso a priori). Il 24 febbraio 04 la quotazione del titolo è a 1.25 euro, incorporando un utile potenziale del 25 %, per un controvalore di 12.5 euro. L uscita e la contestuale entrata del titolo nel portafoglio fornisce un segnale di alleggerimento della posizione, per riportare a 10 euro l esposizione sul titolo. Ciò comporta la vendita di una parte delle azioni AMGA, in particolare il calcolo da effettuare è il seguente: numero di azioni del titolo in portafoglio * (utile / (100+utile)) 10 (num. azioni) * ( 25 (utile percentuale) / ( (utile percentuale)) = 10 * ( 25 / 125) = 10 * 0,20 = 2 sarà quindi necessaria la vendita di 2 azioni AMGA (delle 10 in portafoglio), in tal modo l esposizione sul titolo viene riportata ai 10 euro iniziali, ossia 1,25 euro (prezzo singola azione) moltiplicato per 8 (numero di azioni ancora in portafoglio). In tal modo l utile viene accantonato; B. Perdita superiore al %: Il 3 gennaio 04 si acquistano 10 azioni del titolo AMGA ad un prezzo pari a 1.00 euro, per un controvalore pari a 10 euro (controvalore fisso, deciso a priori). Il 24 febbraio 04 la quotazione del titolo è a 0.75 euro, incorporando una perdita potenziale del 25 %, per un controvalore di 7.5 euro. L uscita e la contestuale entrata del titolo nel portafoglio fornisce un segnale di incremento della posizione, per riportare a 10 euro l esposizione sul titolo. Ciò comporta l acquisto di un certo numero di azioni AMGA. Il calcolo da effettuare è il seguente: numero di azioni del titolo in portafoglio * (perdita / ( perdita )) 10 (num. azioni) * ( 25 (perdita percentuale) / ( (perdita percentuale)) = 10 * ( 25 / 75) = 10 * 0,33 = 3 sarà quindi necessario un acquisto di 3-4 azioni del titolo AMGA, in tal modo l esposizione sul titolo viene riportata a 10, ossia 0,75 euro (prezzo singola azione) moltiplicato per (numero di azioni in portafoglio). 12/51 Segnali Portafoglio Italia

14 In tal modo la perdita viene ripianata. 3 La struttura del report Il report è suddiviso in tre parti principali: A. Statistiche B. S&P Mib Analisi Nuovo portafoglio e relative modifiche C. Midex Analisi Nuovo portafoglio e relative modifiche A. Statistiche: LA SEZIONE è articolata in: ESPOSIZIONE AZIONARIA DEI PORTAFOGLI (v. Figura 1) e EQUITY LINE DEI PORTAFOGLI (v. Figura 2). Ciascuna sezione presenta poi due sotto-sezioni: S&P MIB40 e MIDEX Figura 1 Esposizione S&P Mib40 Azioni 30% Liqu idità 70% Esposizione Midex-MibStar Azioni 30% Liquidità 70% 13/51 Segnali Portafoglio Italia

15 Figura 2 S&P Mib Midex-MibStar B. S&P Mib Analisi Nuovo portafoglio e relative modifiche In tale sezione, sono presenti l analisi dell indice di riferimento, con un orizzonte temporale settimanale, unito ad alcune considerazioni operative per un eventuale attività di trading sull indice. Vengono poi presentate le modifiche da apportare al portafoglio, con la nuova composizione suggerita. In calce alla sezione sono presenti i dati riguardanti i titoli usciti a inizio settimana (utile o perdita) e il conseguente calcolo della variazioni percentuale del portafoglio da inizio anno, unitamente ad un riassunto delle variazioni settimanali e da inizio anno dell indice di riferimento e del portafoglio. C. Midex Analisi Nuovo portafoglio e relative modifiche In tale sezione, sono presenti l analisi dell indice di riferimento, con un orizzonte temporale settimanale, unito ad alcune considerazioni operative per un eventuale attività di trading sull indice. Vengono poi presentate le modifiche da apportare al portafoglio, con la nuova composizione suggerita. In calce alla sezione sono presenti i dati riguardanti i titoli usciti a inizio settimana (utile o perdita) con l utile o la perdita conseguita. Vengono anche indicate le variazioni percentuali del portafoglio da inizio anno, unitamente ad un riassunto delle variazioni settimanali e da inizio anno dell indice di riferimento e del portafoglio. 4 Calcolo del Tracker Il Tracker, con il grafico che rappresenta l andamento del portafoglio rispetto all indice su base 100 confronto all indice di riferimento (la cosiddetta equity line), rappresenta la valorizzazione del portafoglio considerato con il trascorrere del tempo, tenendo quindi memoria degli utili o perdite pregresse. 14/51 Segnali Portafoglio Italia

16 Il valore attuale del portafoglio viene calcolato ipotizzando di vendere tutti i titoli presenti nel portafoglio al prezzo corrente (per semplicità nei report si considererà il prezzo di chiusura del giovedì o comunque, della penultima giornata lavorativa di mercato aperto della settimana). Per ogni posizione si calcolerà quindi la singola variazione percentuale, per poi sommare tali valori e dividere il totale per dieci, in modo da ottenere la performance complessiva del portafoglio. Per le posizioni già chiuse, vengono calcolate, per ogni posizione entrata e quindi uscita dal portafoglio, l utile o la perdita in termini di punti percentuali, sommando tali variazioni e dividendo il valore ottenuto per 10 (numero massimo di titoli presenti nel portafoglio). Ad esempio: Portafoglio Prezzo di Ultima Variazione acquisto chiusura Percentuale Alleanza 9,12 9,48 3,95% Autogrill 10,05 11,01 9,55% Autostrade 14,60 14,10-3,42% Bnl 2,24 2,10-6,25% Banche Pop. Unite 14,25 14,02-1,61% Somma Var. % 2,21% Performance Portafoglio 0,22% Posizioni chiuse Prezzo di Prezzo di Variazione acquisto vendita Percentuale Banca Antonveneta 14,45 15,75 9,00% Banca Fideuram 5,25 5,02-4,38% Banca Montepaschi 2,45 2,63 7,35% Banca Pop. Milano 5,54 5,74 3,61% Banca Pop. Vr-No 13,21 13,70 3,71% Somma Var 19,28% Performance Posizioni Chiuse 1,93% 15/51 Segnali Portafoglio Italia

17 La performance totale sarà quindi data dalla somma della performance delle posizioni in essere nel portafoglio (+ 0,22%) con quelle delle posizioni chiuse (+ 1,93%), ossia il + 2,15 %. Partendo da una base pari a 100, il valore del portafoglio passerebbe, nell esempio sopra riportato, da 100 a 102,15. Ipotizzando che in tale periodo l indice di riferimento si sia apprezzato dell 1,50 %, si avrebbe la seguente equity line. Equity line S&P Mib40 102, , , , ,5 102,15 101, /51 Segnali Portafoglio Italia

18 4. SEGNALI PORTAFOGLIO EUROPA Destinatari del servizio Il servizio Portafogli Europa è rivolto a persone intenzionate a cogliere le opportunità derivanti dalle oscillazioni dei corsi azionari con un orizzonte operativo indicativamente pari a 1-3 mesi, più lungo rispetto alla normale attività di trading, ma più dinamico rispetto alla tradizionale impostazione da cassettista (la cosiddetta Asset Tattica ). Chi intende usufruire di tali segnali deve sempre e comunque avere piena consapevolezza dei rischi derivanti da un investimento in un capitale di rischio, quale è l investimento azionario, oltre all incremento delle commissioni di negoziazione a seguito della maggiore movimentazione del portafoglio. La diversificazione dei propri investimenti in azioni, obbligazioni e liquidità, su differenti orizzonti temporali, coerentemente con la propria propensione al rischio, è condizione essenziale per preservare il capitale investito. L'indicazione di acquisto o di vendita su un titolo in ottica di Asset Tattica non implica necessariamente una valutazione positiva o negativa sull azienda quotata e le sue prospettive economiche, ma solo un ipotesi operativa effettuata utilizzando le tecniche e le metodologie proprie dell Analisi Tecnica. Parimenti, l'indicazione di acquisto o di vendita su un titolo in ottica di Asset Tattica non implica una valutazione positiva o negativa sull andamento borsistico del titolo nei trimestri successivi. 2 Tipo di operatività 2.1 Orari di aggiornamento e titoli oggetto di strategie L aggiornamento delle strategie operative sui Portafogli Europei avviene il mercoledì, o comunque nella più vicina giornata lavorativa di mercato aperto nel corso della settimana, entro le L aggiornamento sarà reso disponibile tramite lo scarico di un file di tipo Acrobat Reader (ossia con estensione.pdf) che riporterà la composizione e le modifiche apportate ai portafogli. Si potrà accedere a tale file dalla home page di Sella AdviceTrading, cliccando su: Segnali Portafogli Europa. Sono oggetto di strategie i titoli europei appartenenti al paniere europeo DJ Eurostoxx50. Le indicazioni si considerano valide fino alla pubblicazione dell aggiornamento successivo. Negli aggiornamenti sarà possibile trovare: l analisi dell indice DJ Eurostoxx50; un portafoglio di titoli appartenenti all indice Eurostoxx50, con le relative variazioni; l esposizione azionaria di tale portafoglio e le relative statistiche. Si sottolinea che ogni aggiornamento integra e sostituisce in ogni sua parte l aggiornamento precedente, che, quindi, non deve più essere preso in considerazione. 2.2 L orizzonte temporale L orizzonte temporale delle singole strategie è indicativamente compreso fra un mese e un trimestre, anche se può variare in base alle condizioni di volatilità del mercato: all aumentare della volatilità, la durata media di una posizione tenderà infatti a diminuire; al diminuire della volatilità, la durata media di una posizione tenderà invece ad aumentare. 2.3 Ingresso ed uscita dei titoli dal portafoglio Per ogni modifica effettuata al portafoglio, sia con l entrata di un titolo, sia con un uscita, verrà considerato come prezzo di carico o di realizzo il prezzo medio (somma di apertura e chiusura diviso 2) del titolo del giovedì o comunque della prima seduta borsistica successiva all aggiornamento (sui principali quotidiani finanziari è possibile trovare il prezzo di chiusura dei titoli in questione). 17/51 Segnali Portafoglio Europa

19 2.4 Importi sulla singola operazione ed esposizione del portafoglio Fatto 100 l importo che il cliente ritiene di utilizzare come propria esposizione massima sul portafoglio esaminato, coerentemente con il proprio personale profilo di rischio, per ogni nuovo titolo inserito verrà utilizzato un importo pari a 10. L esposizione azionaria sarà quindi calcolata semplicemente sommando il numero di titoli presenti nel portafoglio, considerando che ciascuno di essi corrisponde ad una esposizione del 10 %. Esempi: 1 titolo presente in portafoglio esposizione azionaria 10 % 7 titoli presenti in portafoglio esposizione azionaria 70 % 10 titoli presenti in portafoglio esposizione azionaria 100 % 2.5 Utile/Perdita realizzata Per semplicità di calcolo e maggiore trasparenza, ai fini della valorizzazione del Tracker (vedi punto 4.1), si ipotizza un importo fisso costante per ogni singola operazione, pari a 10. Non vengono quindi considerati eventuali utili o perdite pregressi ai fini del reinvestimento. 2.6 Uscita ed entrata contestuale dello stesso titolo nel portafoglio L uscita e la contestuale entrata dello stesso titolo nel portafoglio consigliato può essere utilizzato in modo da ripristinare l esposizione iniziale sul titolo, quando le posizione in essere hanno accumulato un utile o una perdita potenziale superiore al 10-15%. Esempio: Utile superiore al %: Il 3 gennaio 04 si acquistano 10 azioni del titolo ALFA (usiamo un titolo di fantasia) a un prezzo pari a 1.00 euro, per un controvalore pari a 10 euro (controvalore fisso, deciso a priori). Il 24 febbraio 04 la quotazione del titolo è a 1.25 euro, incorporando un utile potenziale del 25 %, per un controvalore di 12.5 euro. L uscita e la contestuale entrata del titolo nel portafoglio fornisce un segnale di alleggerimento della posizione, per riportare a 10 euro l esposizione sul titolo. Ciò comporta la vendita di una parte delle azioni ALFA, in particolare il calcolo da effettuare è il seguente: numero di azioni del titolo in portafoglio * (utile / (100+utile)) 10 (num. azioni) * ( 25 (utile percentuale) / ( (utile percentuale)) = 10 * ( 25 / 125) = 10 * 0,20 = 2 sarà quindi necessaria la vendita di 2 azioni ALFA (delle 10 in portafoglio), in tal modo l esposizione sul titolo viene riportata ai 10 euro iniziali, ossia 1,25 euro (prezzo singola azione) moltiplicato per 8 (numero di azioni ancora in portafoglio). In tal modo l utile viene accantonato; Perdita superiore al %: Il 3 gennaio 04 si acquistano 10 azioni del titolo ALFA ad un prezzo pari a 1.00 euro, per un controvalore pari a 10 euro (controvalore fisso, deciso a priori). Il 24 febbraio 04 la quotazione del titolo è a 0.75 euro, incorporando una perdita potenziale del 25 %, per un controvalore di 7.5 euro. L uscita e la contestuale entrata del titolo nel portafoglio fornisce un segnale di incremento della posizione, per riportare a 10 euro l esposizione sul titolo. Ciò comporta l acquisto di un certo numero di azioni ALFA. Il calcolo da effettuare è il seguente: numero di azioni del titolo in portafoglio * (perdita / ( perdita )) 10 (num. azioni) * ( 25 (perdita percentuale) / ( (perdita percentuale)) = 10 * ( 25 / 75) = 10 * 0,33 = 3 18/51 Segnali Portafoglio Europa

20 sarà quindi necessario un acquisto di 3-4 azioni del titolo ALFA, in tal modo l esposizione sul titolo viene riportata a 10, ossia 0,75 euro (prezzo singola azione) moltiplicato per (numero di azioni in portafoglio). In tal modo la perdita viene ripianata; 3 La struttura del report Il report è suddiviso in due parti principali: A. Statistiche B. DJ Eurostoxx50 Analisi Nuovo portafoglio e relative modifiche A. Statistiche: LA SEZIONE è articolata in: ESPOSIZIONE AZIONARIA DEI PORTAFOGLI (v. Figura 1) e EQUITY LINE DEI PORTAFOGLI (v. Figura 2). (i dati riportati nelle figure sottostanti sono dati di fantasia usati a scopo esemplificativo) Figura 1 Esposizione DJ EUROSTOXX50 Azioni 30% Liquidità 70% Figura DJ EUROSTOXX50 103, , DATA 10/11/04 INIZIO SEGNALI B. DJ Eurosstoxx50 Analisi Nuovo portafoglio e relative modifiche In tale sezione, sono presenti l analisi dell indice di riferimento, con un orizzonte temporale settimanale, unito ad alcune considerazioni operative per un eventuale attività di trading sull indice. Vengono poi presentate le modifiche da apportare al portafoglio, con la nuova composizione suggerita. In calce alla sezione sono presenti i dati riguardanti i titoli usciti a seguito modifiche del portafoglio (utile o perdita) e il conseguente calcolo della variazioni percentuale del portafoglio da inizio anno, unitamente ad un riassunto delle variazioni settimanali e da inizio anno dell indice di riferimento e del portafoglio. 19/51 Segnali Portafoglio Europa

Sella Advice Trading

Sella Advice Trading Le pagine che si aprono cliccando su manuale e track record dovrebbero comparire in una nuova pagina del browser; Sella Advice Trading MANUALE Segnali Titoli Italia All interno: 1 Destinatari del servizio...pag

Dettagli

SELLAELLA ADVICEDVICE TRADING

SELLAELLA ADVICEDVICE TRADING SELLAELLA ADVICEDVICE TRADING Rho, 4 febbraio 2006 Una piattaforma che cresce A cura di: Romano De Bortoli Cosa abbiamo costruito Un offerta che si è progressivamente ampliata S&P-MIB Future (ex Fib30)

Dettagli

ELLA DVICE RADING. Rho, 20 novembre 2004. DALL ANALISI TECNICA AL TRADING: Il trading infraday. A cura di: Giuliano Sarricchio UFFICIO ANALISI TECNICA

ELLA DVICE RADING. Rho, 20 novembre 2004. DALL ANALISI TECNICA AL TRADING: Il trading infraday. A cura di: Giuliano Sarricchio UFFICIO ANALISI TECNICA ELLA DVICE RADING Rho, 20 novembre 2004 DALL ANALISI TECNICA AL TRADING: Il trading infraday A cura di: Giuliano Sarricchio UFFICIO ANALISI TECNICA Esempio di pagina Sella Advice Trading - posizioni lunghe

Dettagli

TURBO Certificate Long & Short

TURBO Certificate Long & Short TURBO Certificate Long & Short Fai scattare la leva dei tuoi investimenti x NEGOZIABILI SUL MERCATO SEDEX DI BORSA ITALIANA Investi a Leva su indici e azioni! Scopri i vantaggi dei TURBO Long e Short Certificate

Dettagli

Easy Trading, istruzioni per l uso

Easy Trading, istruzioni per l uso Easy Trading, istruzioni per l uso INIZIATIVE SU INDICI AZIONARI, MATERIE PRIME E BOND La prima pagina di Easy Trading scatta una fotografia della situazione in cui versano i mercati azionari, ponendo

Dettagli

GUIDA ALLA MARGINAZIONE OVERNIGHT SULLA PIATTAFORMA WEB

GUIDA ALLA MARGINAZIONE OVERNIGHT SULLA PIATTAFORMA WEB GUIDA ALLA MARGINAZIONE OVERNIGHT SULLA PIATTAFORMA WEB LA MARGINAZIONE OVERNIGHT SULLA PIATTAFORMA WEB 1. Cosa è la marginazione long/short overnight? Si tratta di una strategia di investimento che offre

Dettagli

TRADINGONLINE EXPO. Milano, 25 e 26 ottobre 2007. Definizione dei take-profit e degli stop-loss. in base base alla volatilità

TRADINGONLINE EXPO. Milano, 25 e 26 ottobre 2007. Definizione dei take-profit e degli stop-loss. in base base alla volatilità TRADINGONLINE EXPO Milano, 25 e 26 ottobre 2007 Definizione dei take-profit e degli stop-loss in base base alla volatilità Relatore: Maurizio Milano, docente SIAT resp. Analisi tecnica Gruppo Banca Sella

Dettagli

19-mar-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

19-mar-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 19-mar-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -0,35% Australia (Asx All Ordinaries): +1,80% Hong Kong (Hang Seng): +1,24% Cina (Shangai) +0,14% Singapore (Straits Times) +0,48%

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 52 del 7 luglio 2014 Il tentativo di recupero del Ftse Mib si è fermato a ridosso della resistenza a 21900 punti e ha configurato tre massimi relativi decrescenti. Possibile un ulteriore

Dettagli

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI SOMMARIO i vantaggi offerti 4 l indice mib30 6 come funziona 7 quanto vale 8 la durata del contratto 9 cosa accade alla scadenza 10 il prezzo al quale si può negoziare

Dettagli

LA MARGINAZIONE INTRADAY

LA MARGINAZIONE INTRADAY LA MARGINAZIONE INTRADAY 1. Cosa è la marginazione long/short intraday? Si tratta di una strategia di investimento che offre l opportunità di sfruttare anche le minime oscillazioni di mercato. Grazie all

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00)

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Giappone (Nikkei225): -0,36% Australia (Asx All Ordinaries): -1,29% Hong Kong (Hang Seng): +0,06% Cina (Shangai) -0,04% Singapore (Straits Times) +0,51% Korea (Kospi) -0,02%

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

GUIDA ALLA MARGINAZIONE INTRADAY SU T3

GUIDA ALLA MARGINAZIONE INTRADAY SU T3 GUIDA ALLA MARGINAZIONE INTRADAY SU T3 Luglio 2014 LA MARGINAZIONE INTRADAY SU T3 1. Cosa è la marginazione long/short intraday? Si tratta di una strategia di investimento che offre l opportunità di sfruttare

Dettagli

ELLA DVICE RADING. Rho, 20 novembre 2004. Swing Trading: Segnali Titoli Italia A cura di: Romano De Bortoli. Segnali Titoli Italia Multiday

ELLA DVICE RADING. Rho, 20 novembre 2004. Swing Trading: Segnali Titoli Italia A cura di: Romano De Bortoli. Segnali Titoli Italia Multiday ELLA DVICE RADING Rho, 20 novembre 2004 Swing Trading: Segnali Titoli Italia A cura di: Romano De Bortoli Segnali Titoli Italia Multiday Swing Trading I Segnali Titoli Italia Multiday (Swing Trading) è

Dettagli

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi:

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi: 25-nov-2014 Poiché la giornata la passerà ad un Convegno devo fare uscire il report prima dell apertura dei mercati. Inevitabilmente l affidabilità dei Segnali Operativi che scrivo più sotto sarà inferiore

Dettagli

29-gen-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

29-gen-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 29-gen-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -1,06% Australia (Asx All Ordinaries): +0,28% Hong Kong (Hang Seng): -1,05% Cina (Shangai) -1,31% Singapore (Straits Times) +0,13%

Dettagli

17-giu-2014. Borse Asia/Pacifico (ore 09:00)

17-giu-2014. Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) 17-giu-2014 Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Giappone (Nikkei225): +0,29% Australia (Asx All Ordinaries): -0,18% Hong Kong (Hang Seng): -0,53% Cina (Shangai) -0,92% Singapore (Straits Times) -0,57% Korea

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 18 MAGGIO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 18 MAGGIO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

ELLA DVICE RADING. Palermo, 7 maggio 2005. Swing Trading: Segnali Titoli Italia Multiday A cura di: Romano De Bortoli UFFICIO ANALISI TECNICA

ELLA DVICE RADING. Palermo, 7 maggio 2005. Swing Trading: Segnali Titoli Italia Multiday A cura di: Romano De Bortoli UFFICIO ANALISI TECNICA ELLA DVICE RADING Palermo, 7 maggio 2005 Swing Trading: Segnali Titoli Italia Multiday A cura di: Romano De Bortoli Swing Trading I Segnali Titoli Italia Multiday (Swing Trading) è un prodotto nato con

Dettagli

8-ott-2014. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

8-ott-2014. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 8-ott-2014 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -1,19% Australia (Asx All Ordinaries): -0,82% Hong Kong (Hang Seng): -0,67% Cina (Shangai) +0,77% Singapore (Straits Times) -0,46%

Dettagli

2-feb-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

2-feb-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 2-feb-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -0,66% Australia (Asx All Ordinaries): +0,63% Hong Kong (Hang Seng): -0,19% Cina (Shangai) -2,56% Singapore (Straits Times) +0,62%

Dettagli

Per ora i prezzi dei mercati Asiatici danno un Sentiment Neutrale per l apertura dell Europa.

Per ora i prezzi dei mercati Asiatici danno un Sentiment Neutrale per l apertura dell Europa. 24-nov-2015 Oggi sarò impegnato in un convegno e pertanto posso solo fare il solito report prima dell apertura dei mercati. Poiché scrivo i livelli di trading a mercati chiusi, questi sono da considerarsi

Dettagli

Cup&Handle, istruzioni per l uso

Cup&Handle, istruzioni per l uso Cup&Handle, istruzioni per l uso STRATEGIE SULL FTSE-MIB FUTURE (VERS. OPENING E INTRADAY) Il grafico e il commento operativo aprono sia la versione Opening sia quella Intraday della newsletter, visto

Dettagli

30-sett-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

30-sett-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 30-sett-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): +2,70% Australia (Asx All Ordinaries): +2,03% Hong Kong (Hang Seng): +1,56% Cina (Shangai) +0,48% Singapore (Straits Times)

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Winner 2-212 Capitale raccomandato da 94.4 a 15.425 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 6 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Winner 1-212 Capitale raccomandato da 64.6 a 84.5 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 5 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Champion 1-212 Capitale raccomandato da 116.4 a 125.911 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 8 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo:

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: Vediamo di essere più precisi a livello di Trading Intraday rispetto a quanto scritto nei Report di ieri sera, alla luce dei movimenti delle prime ore di questa mattinata. Come orari con Eventi importanti

Dettagli

Guida alla Marginazione Intraday su T3 1 GUIDA ALLA MARGINAZIONE SU T3

Guida alla Marginazione Intraday su T3 1 GUIDA ALLA MARGINAZIONE SU T3 Guida alla Marginazione Intraday su T3 1 GUIDA ALLA MARGINAZIONE SU T3 LA MARGINAZIONE INTRADAY SU T3 1. Cosa è la marginazione long/short intraday? Si tratta di una strategia di investimento che offre

Dettagli

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi:

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi: 26-mag-2015 Ieri l Eurex (future Eurostoxx-Dax-Bund) era chiuso per Festività- i future Usa sono andati ad orari ridotti (gli indici erano chiusi). Oggi torna tutto nella norma. Chiusura Borse Asia/Pacifico

Dettagli

www.analisitecnica.net

www.analisitecnica.net la piattaforma di segnali operativi a supporto del trading www.analisitecnica.net La Piattaforma SellaAdviceTrading Segnali operativi a supporto dell attività di trading, su vari mercati e strumenti, articolata

Dettagli

Indice Banca IMI IMINext Reflex

Indice Banca IMI IMINext Reflex Indice Banca IMI Specialisti per la finanza... pag. 4 IMINext Una linea di prodotti di finanza personale... pag. 5 Reflex Un paniere ufficiale... pag. 6 I mercati a portata di mano... pag. 7 Una replica

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library.

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library. Questo Documento fa parte del corso N.I.Tr.O. di ProfessioneForex che a sua volta è parte del programma di addestramento Premium e non è vendibile ne distribuibile disgiuntamente da esso. I testi che seguono

Dettagli

29-giu-2015. Valori Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

29-giu-2015. Valori Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 29-giu-2015 Valori Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei 225): -2,88% Australia (Asx All Ordinaries): -2,16% Hong Kong (Hang Seng): -2,94% Cina (Shangai) -3,44 Singapore (Straits Times) -1,35%

Dettagli

Numeri verdi. Te l : 800 920 960. F a x : 800 784 377. I n t e r n e t. w w w. a b n a m r o m a r k e t s. i t. E - m a i l

Numeri verdi. Te l : 800 920 960. F a x : 800 784 377. I n t e r n e t. w w w. a b n a m r o m a r k e t s. i t. E - m a i l Numeri verdi Te l : 8 92 96 F a x : 8 784 377 I n t e r n e t w w w. a b n a m r o m a r k e t s. i t E - m a i l i n f o @ a b n a m r o m a r k e t s. i t Televideo RAI Pagina 343 R e u t e r s A A H

Dettagli

MAMMA, LA BORSA SCENDE, ANCORA. CHE FACCIO, MI COPRO? (02/06/2010)

MAMMA, LA BORSA SCENDE, ANCORA. CHE FACCIO, MI COPRO? (02/06/2010) MAMMA, LA BORSA SCENDE, ANCORA. CHE FACCIO, MI COPRO? (02/06/2010) C on Piazza Affari che perde più del 15% da inizio anno chi ha un portafoglio azionario si chiede come proteggersi dalle zampate dell

Dettagli

Alessandro Aldrovandi. Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION

Alessandro Aldrovandi. Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION Alessandro Aldrovandi Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION Una teoria dei volumi anche per le valute Grazie all osservazione dei contratti futures sulle valute è possibile ampliare la

Dettagli

www.futuretrader.it PRESENTAZIONE FUTURE TRADER

www.futuretrader.it PRESENTAZIONE FUTURE TRADER PRESENTAZIONE FUTURE TRADER 1 Introduzione Future Trader è un software di trading e di investimento per prendere posizioni mediante strumenti derivati sui mercati azionari e per effettuare strategie di

Dettagli

LA CRISI 2008 EFFETTI SUI PORTAFOGLI UN ANNO DOPO

LA CRISI 2008 EFFETTI SUI PORTAFOGLI UN ANNO DOPO SPECIALE NOVEMBRE 2008 LA CRISI 2008 EFFETTI SUI PORTAFOGLI UN ANNO DOPO Esattamente un anno fa, in occasione della Trading On Line Expo 2007, decidemmo di presentare una serie di speciali approfondimenti

Dettagli

Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 24-dic-2015 Oggi i mercati Europei saranno chiusi. I mercati Usa ed il Forex restano aperti. Pertanto il report sarà su S&P500- Dow Jones- Nasdaq- Eur/Usd. Il mercato dei futures Cme chiuderà prima (ore

Dettagli

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Australia (Asx All Ordinaries): -1,69% Giappone (Nikkei 225): -4,18% Hong Kong (Hang Seng): -2,89%

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Australia (Asx All Ordinaries): -1,69% Giappone (Nikkei 225): -4,18% Hong Kong (Hang Seng): -2,89% Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Australia (Asx All Ordinaries): -1,69% Giappone (Nikkei 225): -4,18% Hong Kong (Hang Seng): -2,89% Cina (Shangai) chiuso Korea (Kospi) -1,72% India (Bse Sensex): -0,44%

Dettagli

18-gen-2016 Ricordo che oggi i mercati Usa saranno chiusi per festività) i Future sul Cme (minis&p500) saranno aperti ma con orari ridotti.

18-gen-2016 Ricordo che oggi i mercati Usa saranno chiusi per festività) i Future sul Cme (minis&p500) saranno aperti ma con orari ridotti. 18-gen-2016 Ricordo che oggi i mercati Usa saranno chiusi per festività) i Future sul Cme (minis&p500) saranno aperti ma con orari ridotti. Voglio solo fare un breve commento su alcuni organi di stampa:

Dettagli

MINI FUTURE CERTIFICATE

MINI FUTURE CERTIFICATE MINI FUTURE CERTIFICATE MINI FUTURE CERTIFICATE SG Leva, trasparenza e liquidità I Long e Short Mini Future consentono, in modo agevole, di prendere posizioni sia rialziste che ribassiste su indici, azioni,

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Champion 2-212 Capitale raccomandato da 193. a 21.79 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 15 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

MINI Future Certificates ABN AMRO.

MINI Future Certificates ABN AMRO. MINI Future Certificates ABN AMRO. MINI Future Certificates. 4 MINI Future Certificates su indici. 6 MINI Future Long Certificates su indici. 6 MINI Future Short Certificates su indici. 7 Il current strike.

Dettagli

27-mag-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

27-mag-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 27-mag-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): +0,17% Australia (Asx All Ordinaries): -0,80% Hong Kong (Hang Seng): +0,63% Cina (Shangai) -1,22% Singapore (Straits Times) -0,39%

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO GOLD 2.0 NEWSLETTER OPERATIVA SUL MERCATO AZIONARIO a cura di Pierluigi Gerbino ISTRUZIONI PER L USO Quelle che seguono sono le istruzioni ufficiali per il corretto utilizzo operativo della newsletter

Dettagli

La Cassa Controparte Centrale dei Mercati Cash Azionari La Metodologia di Calcolo dei Margini Iniziali

La Cassa Controparte Centrale dei Mercati Cash Azionari La Metodologia di Calcolo dei Margini Iniziali La Cassa Controparte Centrale dei Mercati Cash Azionari La Metodologia di Calcolo dei Margini Iniziali Ufficio RM Versione 2.1 Indice Premessa... 3 a) Ambito... 3 b) Obiettivi... 3 1. Metodologia di calcolo

Dettagli

www.sella.it pagina SellaAdviceTrading

www.sella.it pagina SellaAdviceTrading la piattaforma di segnali operativi a supporto del trading www.sella.it pagina SellaAdviceTrading La Piattaforma SellaAdviceTrading Segnali operativi a supporto dell attività di trading, su vari mercati

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI. Art. 1. CARATTERISTICHE DEI FONDI INTERNI E RELATIVI DIRITTI DEL CONTRAENTE

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI. Art. 1. CARATTERISTICHE DEI FONDI INTERNI E RELATIVI DIRITTI DEL CONTRAENTE REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Art. 1. CARATTERISTICHE DEI FONDI INTERNI E RELATIVI DIRITTI DEL CONTRAENTE AIG Foundation Investments (di seguito Contratto ) è una polizza assicurativa di tipo Unit Linked

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 28 febbraio 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 28 febbraio 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 28 febbraio 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

(I GRAFICI sono mancanti per problemi tecnici del sito e verranno aggiunti successivamente)

(I GRAFICI sono mancanti per problemi tecnici del sito e verranno aggiunti successivamente) (I GRAFICI sono mancanti per problemi tecnici del sito e verranno aggiunti successivamente) Aggiornamento Operativo successivo (ore 12:40) Aggiorno le tabelle operative sui vari mercati che restano in

Dettagli

SIBIL. Stock Identify Board for Intraday Leveraging. Previsioni per Intraday Trading

SIBIL. Stock Identify Board for Intraday Leveraging. Previsioni per Intraday Trading SIBIL Stock Identify Board for Intraday Leveraging Previsioni per Intraday Trading 1 10 19 28 37 46 55 64 73 82 91 100 109 118 127 136 145 154 163 172 181 190 199 208 217 226 235 244 60,00 40,00 20,00

Dettagli

Q&A: Dachfonds Südtirol

Q&A: Dachfonds Südtirol La soluzione bilanciata flessibile prudente di Raiffeisen Capital Management Pagina 1 di 5 Nel presente documento potrà trovare le risposte alle sue domande relative al nostro fondo bilanciato flessibile

Dettagli

10 DOMANDE per iniziare a fare trading con gli Spread sulle Commodities

10 DOMANDE per iniziare a fare trading con gli Spread sulle Commodities 10 DOMANDE per iniziare a fare trading con gli Spread sulle Commodities 1. E difficile per un principiante fare trading con gli spread? A differenza di quanto potrebbe pensare un neofita, fare trading

Dettagli

DERIVATI REGOLAMENTATI OPZIONI E FUTURES ORARIO DI NEGOZIAZIONE : 9,00 17,40

DERIVATI REGOLAMENTATI OPZIONI E FUTURES ORARIO DI NEGOZIAZIONE : 9,00 17,40 DERIVATI REGOLAMENTATI OPZIONI E FUTURES ORARIO DI NEGOZIAZIONE : 9,00 17,40 LE OPZIONI - Definizione Le opzioni sono contratti finanziari che danno al compratore il diritto, ma non il dovere, di comprare,

Dettagli

Indicatori per il trading: dati e indici di Borsa

Indicatori per il trading: dati e indici di Borsa Indicatori per il trading: dati e indici di Borsa Borsa Italiana Spa 7 maggio 2004 Milano 2 Sommario L effetto degli stacchi di dividendo e delle operazioni sul capitale sugli indici azionari 2 Dai numeri

Dettagli

Iniziamo con l Analisi Ciclica sull S&P500 future (dati a 1 ora):

Iniziamo con l Analisi Ciclica sull S&P500 future (dati a 1 ora): Iniziamo con l Analisi Ciclica sull S&P500 future (dati a 1 ora): Ricordo che non sempre i cicli sull S&P500 coincidono con quelli dei mercati Europei- attualmente i cicli sono in fase, anche se con forze

Dettagli

Aletti Benchmark Certificate. Scelto il mercato, segue il suo andamento.

Aletti Benchmark Certificate. Scelto il mercato, segue il suo andamento. Aletti Benchmark Certificate. Scelto il mercato, segue il suo andamento. Aletti Certificate. Ti porteremo dove da solo non riusciresti ad arrivare. Lo strumento finanziario che consente di realizzare una

Dettagli

GUIDA OPERATIVA AL SERVIZIO IW SUPERSCALPER

GUIDA OPERATIVA AL SERVIZIO IW SUPERSCALPER GUIDA OPERATIVA AL SERVIZIO IW SUPERSCALPER INDICE 1 INTRODUZIONE... 1 1.1 Attivazione... 2 2 ADEGUAMENTO AUTOMATICO DEI MARGINI OVERNIGHT... 4 3 MARGIN CALL PER EROSIONE MARGINI... 5 4 MARGIN CALL PER

Dettagli

La fase di correzione caratterizzata dalla riduzione dei corsi azionari e dei volumi negoziati

La fase di correzione caratterizzata dalla riduzione dei corsi azionari e dei volumi negoziati L Andamento dei mercati Azionari La fase di correzione caratterizzata dalla riduzione dei corsi azionari e dei volumi negoziati che aveva interessato gli ultimi mesi del 2 è proseguita per tutto il 21.

Dettagli

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo:

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: ore 10:00: PMI (Indice dei Direttori agli Acquisti) Europa per novembre ore 11:00: Vendite al dettaglio Europa per ottobre ore 14:15: Nuovi Occupati Provati

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

IG Markets Ltd Friars House 157-168 Blackfriars Road Londra SE1 8EZ Numero internazionale: +44 (0)20 7896 0011 Numero verde: 800-979291 Fax: +44

IG Markets Ltd Friars House 157-168 Blackfriars Road Londra SE1 8EZ Numero internazionale: +44 (0)20 7896 0011 Numero verde: 800-979291 Fax: +44 Holdings plc CFD IG Markets Ltd Friars House 157-168 Blackfriars Road Londra SE1 8EZ Numero internazionale: +44 (0)20 7896 0011 Numero verde: 800-979291 Fax: +44 (0)20 7896 0010 Email: italiandesk@igmarkets.com

Dettagli

Obiettivo Trading. Covered warrant, Turbo e Short UniCredit

Obiettivo Trading. Covered warrant, Turbo e Short UniCredit TURBO E SHORT COVERED WARRANT I.P. 03.2006 Obiettivo Trading Covered warrant, Turbo e Short UniCredit vitamina torino TRADINGLAB Numero Verde: 800.01.11.22 Fax: +39.02.700.508.389 E-mail: info@tradinglab.it

Dettagli

Partiamo dall Eurostoxx future e vediamo il Ciclo Trimestrale partito il 24 giugno (dati ad 1 ora):

Partiamo dall Eurostoxx future e vediamo il Ciclo Trimestrale partito il 24 giugno (dati ad 1 ora): Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale - l Euro/Dollaro resta forte ed ha chiuso come la scorsa settimana intorno a 1,352 - l Oro ha leggermente recuperato chiudendo a 1338 dollari, resta comunque

Dettagli

Obiettivo Investimento Certificates UniCredit

Obiettivo Investimento Certificates UniCredit BENCHMARK SUPER STOCK DISCOUNT CERTIFICATES BONUS CERTIFICATES EQUITY PROTECTION I.P. 03.2006 Obiettivo Investimento Certificates UniCredit vitamina torino TRADINGLAB Numero Verde: 800.01.11.22 Fax: +39.02.700.508.389

Dettagli

22-gen-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

22-gen-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 22-gen-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): +0,28% Australia (Asx All Ordinaries): +0,43% Hong Kong (Hang Seng): +0,60% Cina (Shangai) +0,59% Singapore (Straits Times) +0,54%

Dettagli

Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre

Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre MERCATO AZIONARIO- SP500 La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un rally che una volta raggiunta la circonferenza tracciata sul grafico weekly

Dettagli

Guida ai Covered Warrants

Guida ai Covered Warrants Guida ai Covered Warrants Per qualunque Vostra domanda o eventuale approfondimento contattate il numero verde 800 550 350 dove, nell orario d ufficio, troverete un operatore a Vostra disposizione. EQUITY

Dettagli

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00)

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Giappone (Nikkei225): -1,65% Australia (Asx All Ordinaries): -1,12% Hong Kong (Hang Seng): -1,81% Cina (Shangai) -1,40% Singapore (Straits Times) -0,62% Korea (Kospi) -0,946%

Dettagli

Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento.

Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento. Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento. I Certificate descritti in questa pubblicazione sono strumenti finanziari strutturati complessi a capitale non protetto. Non è garantito

Dettagli

Indice PMI (direttori degli acquisti) Chicago Indice Fiducia università Michigan (sentiment dei consumatori)

Indice PMI (direttori degli acquisti) Chicago Indice Fiducia università Michigan (sentiment dei consumatori) 30-maggio-2014 Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Giappone (Nikkei225): -0,34% Australia (Asx All Ordinaries): -0,46% Hong Kong (Hang Seng): +0,19% Cina (Shangai) -0,07% Singapore (Straits Times) -0,07% Korea

Dettagli

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Chi conosce l Analisi Ciclica capirà meglio la sequenza logica qui seguita. Anche chi non consoce bene l Analisi

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLA GESTIONE

CARATTERISTICHE DELLA GESTIONE CARATTERISTICHE DELLA GESTIONE ALLEGATO B CODICE CONTO NUMERO MANDATO Le caratteristiche della gestione vengono definite, secondo quanto previsto dell art. 38 del Regolamento Consob 16190/07, in funzione

Dettagli

Per la nostra analisi iniziamo con il solito sguardo Intermarket (dati ad 1 ora a partire da fine dicembre- aggiornati alle 09:10 di oggi 6 marzo):

Per la nostra analisi iniziamo con il solito sguardo Intermarket (dati ad 1 ora a partire da fine dicembre- aggiornati alle 09:10 di oggi 6 marzo): Chiusura Borse Asia/Pacifico - Australia (Asx All Ordinaries): +0,84% - Giappone (Nikkei225): +2,13% - Hong Kong (Hang Seng): +0,96% - Cina (Shangai): +0,90% - Korea (Kospi):+0,20% - India (Bse Sensex):

Dettagli

22-ott-2015 Poiché sono impegnato al Tol Expo presso Borsa Italiana, faccio dei report più sintetici per oggi e domani.

22-ott-2015 Poiché sono impegnato al Tol Expo presso Borsa Italiana, faccio dei report più sintetici per oggi e domani. 22-ott-2015 Poiché sono impegnato al Tol Expo presso Borsa Italiana, faccio dei report più sintetici per oggi e domani. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -0,66% Australia

Dettagli

Nel complesso nessun dato di oggi è realmente di rilievo per i Mercati Finanziari.

Nel complesso nessun dato di oggi è realmente di rilievo per i Mercati Finanziari. 22-lug-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -1,19% Australia (Asx All Ordinaries): -1,49% Hong Kong (Hang Seng): -1,12% Cina (Shangai) +0,21% Singapore (Straits Times) -0,43%

Dettagli

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE Equilibrium Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE 2 Gestioni Patrimoniali Computerizzate Grazie ai notevoli investimenti realizzati negli anni, la DANTON INVESTMENT SA può oggi vantare di possedere uno

Dettagli

La giornata di oggi sarà incentrata su un assestamento dopo le decisioni della Fed di ieri sera.

La giornata di oggi sarà incentrata su un assestamento dopo le decisioni della Fed di ieri sera. 18-sett-2015 Ricordo che oggi per gli Indici Azionari si passa dal Future scadenza settembre a quello scadenza dicembre. Ricordo anche che i differenziali (di cui tengo conto nelle analisi) tra i 2 contratti

Dettagli

Le opzioni come strumento di copertura del portafoglio

Le opzioni come strumento di copertura del portafoglio Le opzioni come strumento di copertura del portafoglio BORSA ITALIANA S.p.A. Derivatives Markets Private Investors Business Development Relatore: Gabriele Villa Disclaimer La pubblicazione del presente

Dettagli

Analisi settimanale N7 Settimana 12-16 Novembre

Analisi settimanale N7 Settimana 12-16 Novembre Analisi settimanale N7 Settimana 12-16 Novembre MERCATO AZIONARIO- SP500 Come ci aspettavamo il mercato americano è sceso anche la scorsa settimana, tuttavia lo ha fatto in un modo più significativo del

Dettagli

APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE

APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE Per puntare sul recupero del dollaro, o per difendere investimenti in valuta da un ulteriore allungo dell euro, i risparmiatori italiani possono

Dettagli

Alcune tipologie di strumenti derivati. 1. Il future su Ftse Mib 1/6

Alcune tipologie di strumenti derivati. 1. Il future su Ftse Mib 1/6 focus modulo 3 lezione 45 Il mercato dei capitali e la Borsa valori Gli strumenti derivati: caratteristiche generali Alcune tipologie di strumenti derivati 1. Il future su Ftse Mib A seconda dello strumento

Dettagli

Analisi settimanale N1 Settimana 24-29 settembre

Analisi settimanale N1 Settimana 24-29 settembre Analisi settimanale N1 Settimana 24-29 settembre MERCATO AZIONARIO Il mercato azionario sta sperimentando un forte trend al rialzo, che tuttavia potrebbe subire una pausa di qualche settimana. Il grafico

Dettagli

23-ott-2015 Poiché sono impegnato al Tol Expo presso Borsa Italiana, faccio un report più sintetico anche per oggi.

23-ott-2015 Poiché sono impegnato al Tol Expo presso Borsa Italiana, faccio un report più sintetico anche per oggi. 23-ott-2015 Poiché sono impegnato al Tol Expo presso Borsa Italiana, faccio un report più sintetico anche per oggi. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): +2,11% Australia (Asx

Dettagli

La valutazione delle aziende. 4a parte

La valutazione delle aziende. 4a parte La valutazione delle aziende 4a parte 95 Il WACC Il WACC non è né un costo, né un rendimento minimo: è la media ponderata di un costo e di un rendimento minimo. Considerare il WACC un costo può essere

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta mediamente debole, ma dai minimi del 3 ottobre è in recupero- ha chiuso a 1,267 - Il cambio

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 25 maggio 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 25 maggio 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 25 maggio 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

Trading intraday con il Prezzo di Apertura

Trading intraday con il Prezzo di Apertura Trading intraday con il Prezzo di Apertura Come dal prezzo di apertura effettuare straordinarie operazioni di trading intraday su Titoli, Indici, Valute e Commodities 2 Titolo Trading intraday con il Prezzo

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 3 MARZO 2013

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 3 MARZO 2013 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Operatività intraday e in realtime sui futures con uno strumento a rischio limitato: i Turbo Giorno. Milano - 8 Febbraio 2008

Operatività intraday e in realtime sui futures con uno strumento a rischio limitato: i Turbo Giorno. Milano - 8 Febbraio 2008 Operatività intraday e in realtime sui futures con uno strumento a rischio limitato: i Turbo Giorno Milano - 8 Febbraio 2008 Disclaimer/Note Legali Le opinioni espresse in questa presentazione e seminario

Dettagli

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo:

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: ore 10:00: IFO (Fiducia Imprenditori) Germania per dicembre ore 14:30: Permessi Edilizi Usa a novembre Fornisco questi orari poiché nelle loro vicinanze

Dettagli

2.5 I diversi tipi di grafici ed il loro ordine di studio

2.5 I diversi tipi di grafici ed il loro ordine di studio 69 2.5 I diversi tipi di grafici ed il loro ordine di studio In questo paragrafo sono presentati i principali tipi di grafici che si possono utilizzare per descrivere l andamento dei prezzi e per compiere

Dettagli