Il brand come nuovo indicatore economico: Il Modello ibrido

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il brand come nuovo indicatore economico: Il Modello ibrido"

Transcript

1 Il brand come nuovo indicatore economico: Il Modello ibrido

2 Il modello ibrido: cos è? Uno strumento u7le alle imprese per esplorare un nuovo mercato. U7lizzo di strategie generalmente riferite al mercato di produzione per operare con maggior profi>o in un area specifica del mercato finanziario. Il brand ha una nuova funzione: veicolare le scelte di inves7tori inesper7.

3 Le 3 colonne portan7 del modello ibrido MERCATO IBRIDO ü Il mercato di riferimento è una nuova area (inesplorata) del sistema finanziario INVESTITORE IBRIDO ü Si tra>a di un piccolo inves7tore con una marcata indole da consumatore PRODOTTO IBRIDO ü Strumen7 finanziari che vengono tra>a7 come normali prodoe di consumo

4 Prima di procedere.finanziarizzazione: Un male necessario? Cos è la Finanziarizzazione di un impresa? Ce lo spiega Luciano Gallino Perché le imprese prediligono questa filosofia al classico processo produevo? La finanziarizzazione è complementare al processo produevo, non può sos7tuirsi ad esso! Processo produevo [D- M- D1] (Marx) Finanziarizzazione [D- D1] Nonostante Il business finanziario sia diventato il core di molte imprese non esistono ancora strategie esplicitamente rivolte ai piccoli inves7tori

5 3 macro aree di indagine Studio dei due a>ori protagonis7 del modello ibrido: Il brand ed il mercato finanziario. Sviluppo teorico del modello e proposte strategiche Case studies e possibili limi7 applica7vi

6 I Gli a>ori principali ed i principi regolatori

7 I Gli a>ori Studio del brand con riferimento al ruolo svolto nel mercato dei beni di consumo: l illogicità dei consumatori. Analisi stru>urale del mercato finanziario: principio di iper- razionalità degli inves7tori.

8 Il brand: Principio di illogicità Il brand diventa per i consumatori una discriminante capace di condizionare profondamente il processo di scelta. La creazione di un legame affeevo con la marca rende gli individui parzialmente incapaci di valutare razionalmente le cara>eris7che dei prodoe. Legarsi ad un brand vuol dire manifestare un certo s7le di vita. Il sogno dei vostri clienti è una vita migliore e più felice. Non muovere prodotti, arricchisci le loro vite Steve Jobs

9 Sistema finanziario: Principio di iper- razionalità Il funzionamento dei merca7 finanziari si basa su valutazioni pienamente razionali Non esiste il fa>ore discrezionale nelle scelte di inves7mento come invece accade per le scelte di consumo Gli indicatori macro e microeconomici sono gli unici pun7 di riferimento ritenu7 affidabili Almeno finora..

10 CRASI Il nostro scopo sarà quello di creare una commis7one tra due realtà economiche apparentemente inconciliabili: area finanziaria e logiche di brand Ma come?

11 II SVILUPPO TEORICO DEL MODELLO IBRIDO

12 II Sviluppo teorico del modello ibrido Mercato azionario come area di competenza ideale per il modello in virtù delle analogie tra 7toli azionari e prodoe di consumo. Il punto di partenza per lo sviluppo del modello è stato individuato nella teoria della razionalità limitata di Herbert Simon Proposta di strategie prese in pres7to dal mercato di produzione per Incrementare il bacino di inves7tori facendo leva sulla loro natura di consumatori

13 II Sviluppo teorico del modello ibrido Perché il mercato azionario? ü Analogie tra i 7toli azionari e prodoe di consumo ü In quest area finanziaria risulta più semplice creare un associazione tra strumento finanziario e brand ü Maggior concentrazione di inves7tori inesper7. La compravendita di 7toli azionari si profila come il passaggio necessario per poter passare successivamente ad altri strumen7 più complessi

14 II Sviluppo teorico del modello ibrido Teoria della razionalità limitata come punto di partenza ü Gli individui sono incapaci di operare scelte in maniera totalmente razionale ü Non si o>errà mai la massima u7lità da una propria scelta ma si tenderà ad optare per la soluzione più soddisfacente ü La teoria viene u7lizzata spesso per descrivere l irrazionalità che cara>erizza il processo decisionale dei consumatori ü Simon parlava dell individuo in tu>e le situazioni di scelta, di conseguenza anche le scelte di inves7mento sono non totalmente razionali e quindi influenzabili

15 II Sviluppo teorico del modello ibrido Gli approcci strategici suggeri7 dal modello ibrido si ispirano apertamente alle strategie u7lizzate per persuadere i consumatori nel mercato di produzione ü Comunicazione commerciale in luogo della semplice offerta di inves7mento (quale linguaggio?) ü Is7tuzione di fondi comuni brandizzac che operino però in maniera neutrale ü Servizi di consulenza finanziaria gratuita per inves7tori inesper7: fidelizzare l inves7tore ü Creazione o finanziamento dire>o di pia>aforme di trading online: creare un e- store di 7toli azionari ü CASO (paradosso) FINCANTIERI: un applicazione parziale del modello

16 III CONDIZIONI FONDAMENTALI PER L APPLICAZIONE DEL MODELLO I CASI PARMALAT ED ETORO LIMITI APPLICATIVI E QUESTIONE ETICA

17 III Condizioni fondamentali per l applicazione del modello ibrido Sono state individuate 2 condizioni fondamentali ü Apertura da parte delle imprese verso il modello ibrido ü Apertura da parte degli inves7tori alle sollecitazioni operate dalle strategie del modello ibrido: possono gli inves7tori essere sensibili alle sollecitazioni al pari dei consumatori?

18 III La pia>aforma di trading online ETORO ü Conosciuto anche con l acronimo di TOL è una pra7ca regolamentata dal 1999 Dal Nuovo regolamento CONSOB di afuazione del testo unico dei mercac finanziari ü La compravendita (trading) di strumen7 finanziari online è una pra7ca sempre più diffusa in virtù dei bassi cos7 di commissione e della facilità di accesso anche per inves7tori inesper7 ü La stru>ura del sito differisce dalle altre pia>aforme di trading online e presenta non poche similitudini con alcuni tra i più famosi social network ü ETORO offre possibilità su misura per gli inves7tori meno esper7: lezioni di economia finanziaria gratuite e copy trading

19 ETORO La ricerca: metodologia di campionamento Sistema di campionamento a valanga 250 individui nel campione preliminare ridoe a 190 per incompa7bilità di requisi7 Requisi7 necessari per far parte del campione: ü Esperienza minima nel se>ore finanziario ü Capacità di inves7mento rido>a ü Interesse per i 7toli azionari ü Assenza di nozioni teoriche di economia finanziaria

20 ETORO La ricerca: una svolta inaspe>ata ü Campione preliminare composto da 250 individui di cui solo 190 sono risulta7 idonei agli standard dell inves7tore ideale per il modello ibrido ü Una svolta inaspe>ata: In principio la ricerca serviva per individuare gli indicatori economici maggiormente consulta7 per le proprie scelte di inves7mento ma in seguito ad un analisi preliminare sui primi 150 ques7onari res7tui7 non figurava alcun indicatore tra i criteri u7lizza7 per operare le proprie scelte di inves7mento Categoria 1 Altro Indicatore economico ques7onari non validi

21 ETORO: La ricerca: rappresentazione dei da7 In seguito alla consegna di tue i ques7onari i da7 sono così rappresenta7: ü Dei 100 ques7onari valuta7 nell analisi preliminare (con risposta altro ) il 70% dichiara indire>amente di subire l influenza del brand nelle sue scelte di inves7mento ü Il brand influenza le scelte di altri 25 soggee i cui ques7onari sono sta7 consegna7 nelle trance successive ü Su 190 ques7onari validi ben 95 dichiarano di operare scelte basandosi su logiche estranee al sistema finanziario 100 brand ü LA PRIMA CONDIZIONE E STATA 80 SODDISFATTA 60 non validi Categoria 1 indicatori economici

22 Crac Parmalat: I fae ü Il più grave disastro finanziario, di matrice fraudolenta, degli ul7mi 50 anni ü Tanzi, Tonna ed altri 50 collaboratori riescono a creare denaro inesistente mediante la contrazione di debito presso is7tu7 bancari, presumibilmente collusi ü I piccoli inves7tori, ignari, affidavano i propri risparmi alla Mul7nazionale del la>e con sede a Collecchio (PA) ü Allo scoppio della bolla specula7va milioni di 7toli sono evapora7 nelle mani dei piccoli risparmiatori lasciandoli sul lastrico ü Capire che i 7toli azionari ed obbligazionari erano privi di valore sarebbe stato semplice in virtù delle troppe incongruenze riscontrabili nei con7 della società

23 Crac Parmalat: Un esempio di strategia ibrida? ü Il caso Parmalat dimostra come le imprese possano senza problemi e senza alcuno scrupolo applicare le strategie del modello ibrido ü Tanzi&co hanno distribuito 7toli tossici facendo leva sulla natura di consumatore propria di ogni piccolo risparmiatore ü Chi decideva di inves7re in 7toli Parmalat lo faceva ad occhi chiusi in virtù della fiducia che nutriva nei confron7 del brand ü Questo caso rappresenta un esempio di applicazione parziale del modello ibrido, riteniamo, infae, che l applicazione sia stata involontaria pur rispe>ando il dogma del modello: consumatore ancor prima che inves7tore ü Il caso Parmalat ci perme>e di individuare il rispe>o della seconda condizione: apertura da parte delle imprese all applicazione del modello ibrido

24 Limi7 applica7vi Diffidenza da parte dei soggee aziendali nell operare un inves7mento che darà i suoi frue nel medio- lungo termine Come accade per gli inves7men7 rela7vi alla creazione/ges7one di un brand, molte imprese preferiscono inves7re altrove Il ruolo della comunicazione, come elemento fondamentale per la relazione con i clien7, non è ancora riconosciuto in maniera defini7va Il mercato di beni di consumo è un mercato maturo, al contrario, il mercato ibrido, fa>o di inves7tori che si comportano come consumatori di 7toli azionari, non lo è ancora. In tal caso la resistenza verso l inves7mento potrebbe diventare significa7va

25 Ques7one e7ca Le imprese ricoprono una posizione egemone rispe>o agli inves7tori Il modello ibrido è stato creato solo ed esclusivamente per il benessere delle imprese, non si cura dunque di quello degli inves7tori. Il dislivello tra inves7tore ed impresa potrebbe acuirsi ulteriormente Una delle problema7che più ricorren7 riguarda la circolazione di informazioni privilegiate, ovvero, informazioni che avvantaggiano alcuni a sfavore di altri (con riferimento al mercato finanziario), in genere sono i soggee aziendali a possedere questo 7po di informazioni Le strategie ibride associate al dislivello informa7vo possono me>ere le imprese in una posizione eccessivamente dominante Questo eccessivo dislivello, in alcuni casi, potrebbe indurre delle resistenze morali alla sua applicazione

26 Conclusioni Il modello ibrido si profila come una compendio strategico soddisfacente e pienamente applicabile La ques7one e7ca non deve intaccare la bontà del modello, il comportamento dei soggee aziendali è da imputare solo ed esclusivamente alla loro volontà di nuocere Il fa>o che il modello si omologhi al dislivello tra impresa ed inves7tore è la prova della sua validità, probabilmente un modello maggiormente e7co non sarebbe stato altre>anto valido Il proto7po proposto in questa sede rappresenta un buon punto di partenza per le imprese, ma non una soluzione defini7va. E necessario un inves7mento in termini di tempo e monetari per poter giungere ad una macchina perfe>amente sincronizzata

27 GRAZIE PER L ATTENZIONE

Informazioni*chiave*per*gli*inves3tori# Obie@vi*e*poli3ca*d'inves3mento# Profilo*di*rischio*e*di*rendimento#

Informazioni*chiave*per*gli*inves3tori# Obie@vi*e*poli3ca*d'inves3mento# Profilo*di*rischio*e*di*rendimento# Informazioni*chiave*per*gli*inves3tori Il presente documento con/ene le informazioni chiave di cui tu6 gli inves/tori devono disporre in relazione a questofondo.nonsitra;adiundocumentopromozionale.leinformazionicontenutenelpresentedocumento,

Dettagli

Gli strumenti di base della Finanza

Gli strumenti di base della Finanza 27 Gli strumenti di base della Finanza ECONOMIA FINANZIARIA L Economia Finanziaria studia le decisioni degli individui sulla allocazione delle risorse e la gestione del rischio VALORE ATTUALE Con il termine

Dettagli

TORNEREMO MILIONARI! IL RISPARMIO E UN VALORE SOCIALE: USIAMOLO BENE! Adriano Biasoli

TORNEREMO MILIONARI! IL RISPARMIO E UN VALORE SOCIALE: USIAMOLO BENE! Adriano Biasoli TORNEREMO MILIONARI! IL RISPARMIO E UN VALORE SOCIALE: USIAMOLO BENE! 1 DOVE METTIAMO I NOSTRI SOLDI? - Conti e depositi bancari e postali - Titoli 2 TITOLI: Azioni Obbligazioni Titoli di Stato Azioni:

Dettagli

I Corsi T. T. LAB 2.0 0 Social Media Marketing per la promozione e la gestione della Brand Reputation del prodotto turistico Il seminario é pensato per un target di gestori di aziende (strutture ricettive,

Dettagli

Modelli finanziari quantitativi

Modelli finanziari quantitativi Modelli finanziari quantitativi 17 giugno 2010 Premessa La contrapposizione tradizionale tra analisi fondamentale (sulle variabili caratteristiche di un fenomeno economico-finanziario) e analisi tecnica

Dettagli

CLASSE 5^ A ITC L. LUZZATTI

CLASSE 5^ A ITC L. LUZZATTI CLASSE 5^ A ITC L. LUZZATTI PROGETTO GIORGIO LUZZATTI IL FUTURO PRIMA SEI DAVVERO TROPPO GIOVANE PER PENSARE ALLA PENSIONE? Siamo la classe 5^ A dell ITC Luzza; di Valdagno. Abbiamo trovato le richieste

Dettagli

Business Plan. Luca Fores0, 12 Novembre 2011 Cernusco sul Naviglio Cernusco Family Friendly

Business Plan. Luca Fores0, 12 Novembre 2011 Cernusco sul Naviglio Cernusco Family Friendly Business Plan Luca Fores0, 12 Novembre 2011 Cernusco sul Naviglio Cernusco Family Friendly Cosa é è il documento di pianificazione complessiva che descrive l idea imprenditoriale e ne consente una valutazione

Dettagli

MPS: Fare Marketing, Vendere e Soddisfare il Cliente ABI Dimensione Cliente 2015

MPS: Fare Marketing, Vendere e Soddisfare il Cliente ABI Dimensione Cliente 2015 MPS: Fare Marketing, Vendere e Soddisfare il Cliente ABI Dimensione Cliente 2015 Roma, 9-10 Aprile Paolo Pellegrini Banca Monte dei Paschi di Siena Responsabile Marketing Strategico Retail Negli ultimi

Dettagli

Le novità introdotte dai Decreti Sviluppo per il finanziamento alle imprese e le possibili evoluzioni

Le novità introdotte dai Decreti Sviluppo per il finanziamento alle imprese e le possibili evoluzioni Min!tero dello Svilu#o economico Le novità introdotte dai Decreti Sviluppo per il finanziamento alle imprese e le possibili evoluzioni Stefano Firpo Capo della Segreteria Tecnica del Ministro Roma, 28

Dettagli

FINANZA ETICA. A cura di. Eleuterio MARINONI uropean Financial Advisor TM

FINANZA ETICA. A cura di. Eleuterio MARINONI uropean Financial Advisor TM FINANZA ETICA A cura di Eleuterio MARINONI uropean Financial Advisor TM TM Piazza Europa 13 36030 Caldogno (VI) Italia tel. + 39. 0444.909056 fax +39.0444905743 cellulare 335441647 e-mail: eleumar@tin.it

Dettagli

Responsabilità sociale d impresa e risparmio energetico. Barbara Pancino

Responsabilità sociale d impresa e risparmio energetico. Barbara Pancino Responsabilità sociale d impresa e risparmio energetico Barbara Pancino Facoltà di Scienze Poli9che Viterbo, 15 dicembre 2010 COSA È LA RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA (RSI) La RSI è la decisione volontaria

Dettagli

IL RISPARMIATORE RESPONSABILE

IL RISPARMIATORE RESPONSABILE IL RISPARMIATORE RESPONSABILE L INDAGINE COSA CONOSCENZA E INTERESSE VERSO GLI INVESTIMENTI SRI IMPORTANZA DELLE TEMATICHE AMBIENTALI, SOCIALI E DI GOVERNANCE ASPETTATIVE DEGLI INVESTITORI PRIVATI PER

Dettagli

Risulta) 9M11. Presentazione comunità finanziaria

Risulta) 9M11. Presentazione comunità finanziaria Risulta) 9M11 Presentazione comunità finanziaria Segrate, 10 Novembre 2011 Highlights 9M11 Scenario di mercato! Contesto economico cara6erizzato da contrazione di consumi e forte instabilità! Merca> di

Dettagli

Realizzazione di prodo- combina1 Offset + Digitale. L esperienza di CSQ. IFRA ITALIA 2013 Bergamo 26 giugno 2013

Realizzazione di prodo- combina1 Offset + Digitale. L esperienza di CSQ. IFRA ITALIA 2013 Bergamo 26 giugno 2013 Realizzazione di prodo- combina1 Offset + Digitale. L esperienza di CSQ. IFRA ITALIA 2013 Bergamo 26 giugno 2013 LO SCENARIO DI RIFERIMENTO. Negli ul(mi anni il sistema industriale dei quo(diani e dei

Dettagli

Personal Financial Services Fondi di investimento

Personal Financial Services Fondi di investimento Personal Financial Services Fondi di investimento Una forma di investimento a rischio controllato che schiude interessanti prospettive di guadagno. Questo dépliant spiega come funziona. 2 Ottenete di più

Dettagli

zurich open flex i passi giusti per il futuro

zurich open flex i passi giusti per il futuro zurich open flex i passi giusti per il futuro zurich open flex i passi giusti per il futuro Zurich Open Flex è la polizza unit linked pensata da Zurich Investments life per rispondere alle tue domande

Dettagli

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa Economia La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA Così come in una famiglia, anche in una economia si devono affrontare molte

Dettagli

I servizi di inves+mento

I servizi di inves+mento Economia e Ges+one degli Intermediari Finanziari I servizi di inves+mento 10 O2obre 2014 Anno Accademico 2014-2015 I temi della lezione La raccolta indire2a. I servizi di negoziazione. I servizi di collocamento.

Dettagli

Istituzioni di Economia Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale Lezione 1 Introduzione

Istituzioni di Economia Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale Lezione 1 Introduzione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale Lezione 1 Introduzione Prof. Gianmaria Martini Cosa studia l economia L economia è la scienza delle decisioni di soggetti razionali

Dettagli

«PICCOLE IMPRESE: IL PERCORSO VERSO LA CLASSE A»

«PICCOLE IMPRESE: IL PERCORSO VERSO LA CLASSE A» «PICCOLE IMPRESE: IL PERCORSO VERSO LA CLASSE A» 1 COSA SI INTENDE CON CLASSE «A» La classe di consumo energetico, detta anche classe di efficienza energetica, è una suddivisione della scala di consumi

Dettagli

Per crescere con le competenze

Per crescere con le competenze T. T. LAB 2.0 Formavo per le Imprese del Turismo Per crescere con le competenze La Camera di Commercio di Nuoro, in collaborazione con le Associazioni di Categoria: Confcommercio, Confesercen, Associazione

Dettagli

Per crescere con le competenze

Per crescere con le competenze T. T. LAB 2.0 Formavo per le Imprese del Turismo Per crescere con le competenze La Camera di Commercio di Nuoro, in collaborazione con le Associazioni di Categoria: Confcommercio, Confesercen, Confindustria,

Dettagli

Come scrivere una Tesi di laurea biennale. Prof. Alberto Dell Acqua

Come scrivere una Tesi di laurea biennale. Prof. Alberto Dell Acqua Come scrivere una Tesi di laurea biennale Prof. Alberto Dell Acqua Come scrivere una tesi di laurea 1 I primi passi: Leggere mol:ssimo e di tu;o: ar:coli scien:fici internazionali, ar:coli su riviste economiche

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

PIANO PIANO piano di accumulo a partire da 50 euro invece che a 100 euro al al mese e Zero costi di gestione

PIANO PIANO piano di accumulo a partire da 50 euro invece che a 100 euro al al mese e Zero costi di gestione Gentile Cliente, Di seguito le proponiamo uno specchietto riepilogativo. Le condizioni sono riservate esclusivamente a Voi su ogni prodotto attivato,successivo al primo,potrà avere: PIANO PIANO piano di

Dettagli

Caso studio. Ottimizzazione di una landing page B2B ... www.lucagentile.eu. Copyright 2015

Caso studio. Ottimizzazione di una landing page B2B ... www.lucagentile.eu. Copyright 2015 0 1 Premessa del test In questo caso studio ti mostro come ho condotto una serie di 2 test per una campagna AdWords di lead generation. Il report si concentrerà sui risultati e le conseguenze del test,

Dettagli

Come o2enere più Clien5, più Soldi e più Libertà nel tuo business di Consulente: Processi ed esempi reali

Come o2enere più Clien5, più Soldi e più Libertà nel tuo business di Consulente: Processi ed esempi reali Come o2enere più Clien5, più Soldi e più Libertà nel tuo business di Consulente: Processi ed esempi reali Benvenuto nel webinar! www.acquisireclien5.com O2enere più traffico: come portare alle tue pagine

Dettagli

12 Punti sulla via del successo

12 Punti sulla via del successo 12 Punti sulla via del successo Come anticipato nella pagina del nostro sito web (www.comincioda.ch), ti proponiamo di seguito un elenco di punti fondamentali per aiutarti ad intraprendere correttamente

Dettagli

www.proiezionidiborsa.com Assault to the fort Il pattern per speculare su ogni time frame

www.proiezionidiborsa.com Assault to the fort Il pattern per speculare su ogni time frame Assault to the fort Il pattern per speculare su ogni time frame 2 Titolo Assault to the fort Autore www.proiezionidiborsa.com Editore www.proiezionidiborsa.com Siti internet www.proiezionidiborsa.com 3

Dettagli

Tassi di Cambio, Prezzi e Tassi di Interesse. Giuseppe De Arcangelis 2012 Economia Internazionale

Tassi di Cambio, Prezzi e Tassi di Interesse. Giuseppe De Arcangelis 2012 Economia Internazionale Tassi di Cambio, Prezzi e Tassi di Interesse Giuseppe De Arcangelis 2012 Economia Internazionale 1 Premessa Le variazioni dei tassi di cambio influenzano, e sono influenzate dalla dinamica dei prezzi delle

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

ARI LIENTI COLLEGHI. A) La Relazione B) La Posizione in Azienda

ARI LIENTI COLLEGHI. A) La Relazione B) La Posizione in Azienda BUSINESS CASE ARI LIENTI COLLEGHI Vi ringraziamo per la vostra attenzione e i numerosi feedback ricevuti; dopo l invio del Business Case proposto il 29 ottobre 2015, vi proponiamo una sintetica analisi

Dettagli

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale IL CAPITALE 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale CAPITALE FINANZIARIO E CAPITALE REALE Col termine capitale i si può riferire a due concetti differenti Il capitale finanziario è costituito dalla

Dettagli

CHI SIAMO INTRODUZIONE

CHI SIAMO INTRODUZIONE Tali cara4eris>che perme4ono quindi l allineamento degli obie=vi della clientela con quelli della società, in quanto al raggiungimento di al> livelli di reddi>vità per la clientela, Zeus Capital persegue

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

i vostri reclami e l ombudsman

i vostri reclami e l ombudsman i vostri reclami e l ombudsman Cos è l ombudsman Il Financial Ombudsman Service può intervenire qualora abbiate presentato un reclamo nei confronti di un ente finanziario e non siate soddisfatti degli

Dettagli

MODULO 2 www.sapienzafinanziaria.com. la formazione finanziaria è il miglior investimento per il tuo domani

MODULO 2 www.sapienzafinanziaria.com. la formazione finanziaria è il miglior investimento per il tuo domani MODULO 2 www.sapienzafinanziaria.com la formazione finanziaria è il miglior investimento per il tuo domani Lezione n. 1 Edizione marzo / giugno 2015 La simulazione del trading su dati storici www.sapienzafinanziaria.com

Dettagli

Giochi e decisioni strategiche

Giochi e decisioni strategiche Teoria dei Giochi Giochi e decisioni strategiche Strategie dominanti L equilibrio di Nash rivisitato Giochi ripetuti Giochi sequenziali Minacce impegni e credibilità Deterrenza all entrata 1 Giochi e decisioni

Dettagli

Lezione 1 Introduzione

Lezione 1 Introduzione Lezione 1 Introduzione Argomenti Cosa è l Economia politica I principi fondamentali dell Economia politica Cosa studia l Economia politica Perché studiare l Economia politica 1.1 COSA È L ECONOMIA POLITICA

Dettagli

LE 5 REGOLE PER NON PERDERE TEMPO E DENARO NELLA TUA ATTIVITÀ DI LIBERO PROFESSIONISTA DELL EDILIZIA. ing. Giovanni Vuerli

LE 5 REGOLE PER NON PERDERE TEMPO E DENARO NELLA TUA ATTIVITÀ DI LIBERO PROFESSIONISTA DELL EDILIZIA. ing. Giovanni Vuerli LE 5 REGOLE PER NON PERDERE TEMPO E DENARO NELLA TUA ATTIVITÀ DI LIBERO PROFESSIONISTA DELL EDILIZIA ing. Giovanni Vuerli Giovanni Vuerli, ingegnere ed esperto professionista dell edilizia, negli ulemi

Dettagli

Caso Pratico Stili di Direzione

Caso Pratico Stili di Direzione In questo caso, vi proponiamo di analizzare anche 4 situazioni relative alla presa di decisioni. Questa documentazione, come sapete già, è centrata su modelli di stili di direzione e leadership, a seconda

Dettagli

Breve approfondimento sulla situazione Greca

Breve approfondimento sulla situazione Greca Breve approfondimento sulla situazione Greca 15 Giugno 2015 2 Premessa Quattro mesi di colloqui tra la Grecia e i suoi creditori non sono bastati a raggiungere un accordo per sbloccare gli aiuti al governo

Dettagli

DVR Procedure Standardizzate: il 99% sono sbagliati. Scopri perchè!

DVR Procedure Standardizzate: il 99% sono sbagliati. Scopri perchè! DVR Procedure Standardizzate: il 99% sono sbagliati. Scopri perchè! Leggendo una conversazione su un forum online http://ingegneriaforum.it/index.php?topic=3746.0 in cui un utente, tra l'altro cliente

Dettagli

Il Trading con il Thau Method

Il Trading con il Thau Method Il Trading con il Thau Method Il pattern che rappresenta i nuovi orizzonti per l Analisi Tecnica 2 Titolo Il Trading con il Thau Method Autore www.proiezionidiborsa.com Editore www.proiezionidiborsa.com

Dettagli

E-Commerce Consumer Behaviour Report 2010

E-Commerce Consumer Behaviour Report 2010 E-Commerce Consumer Behaviour Report 2010 Milano, 18 maggio 2010 Perché un altra ricerca sull E-Commerce L 2010 è una ricerca effettuata da ContactLab in collaborazione con Netcomm, tramite questionario

Dettagli

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con della società René Faigle AG La René Faigle AG svolge la sua attività con successo da più di ottant anni. L azienda svizzera a conduzione familiare

Dettagli

I mercati assicurativi

I mercati assicurativi I mercati NB: Questi lucidi presentano solo parzialmente gli argomenti trattati ttati in classe. In particolare non contengono i modelli economici per i quali si rinvia direttamente al libro di testo e

Dettagli

LA RIVOLUZIONE DIGITALE E LE NUOVE OPPORTUNITÁ PER LE IMPRESE

LA RIVOLUZIONE DIGITALE E LE NUOVE OPPORTUNITÁ PER LE IMPRESE LA RIVOLUZIONE DIGITALE E LE NUOVE OPPORTUNITÁ PER LE IMPRESE Durata: 24 ore Calendario: 8 appuntamen semanali (dalle 19.30 alle 22.30) a parre dal mese di maggio Prezzo: 100,00 + iva, grazie ai contribu

Dettagli

EXPO E TERRITORI. Viaggio alla scoperta dei tesori nascos2 e delle eccellenze agroalimentari d Italia (inizia&va n. 24 di Agenda Italia 2015)

EXPO E TERRITORI. Viaggio alla scoperta dei tesori nascos2 e delle eccellenze agroalimentari d Italia (inizia&va n. 24 di Agenda Italia 2015) 1. EXPO E TERRITORI In vista di EXPO Milano 2015, l Esposizione Universale che l Italia ospiterà tra maggio e o

Dettagli

Cosa ti puoi aspettare da una relazione di coaching

Cosa ti puoi aspettare da una relazione di coaching Cosa ti puoi aspettare da una relazione di coaching L esperienza del coaching comincia nel momento in cui si decide di iniziare, nel momento in cui si programma la prima sessione, proprio perché la volontarietà

Dettagli

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca?

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? 2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? Venerdì 29 novembre 2013 In questo Diario di Bordo parliamo in sintesi: MERCATO OBBLIGAZIONARIO. MEGLIO FONDI O ETF? MEGLIO OPERARE CON UNA SOLA SOCIETA DI GESTIONE

Dettagli

Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane

Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane COMUNICATO STAMPA Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane Aumentano gli ottimisti sulle prospettive dell Italia e calano i pessimisti In attesa che la ripresa

Dettagli

Ricaricare le Cartucce sulle nuove HP Photosmart

Ricaricare le Cartucce sulle nuove HP Photosmart Ricaricare le Cartucce sulle nuove HP Photosmart cartuccie 364 HP Ecco i modelli di Stampanti sulle quali è possibile la procedura di Ricarica delle Cartucce senza perdere molto in termini di qualità di

Dettagli

CONTRACCEZIONE DI EMERGENZA

CONTRACCEZIONE DI EMERGENZA PER Indagine nazionale condotta in collaborazione con le Edizioni Health Communication CONTRACCEZIONE DI EMERGENZA Indagine nazionale condo-a tra donne e farmacis3 sulla facilità di accesso alla contraccezione

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA Dipartimento di Economia Aziendale Corso di laurea specialistica in Marketing e Ricerche di mercato

FACOLTÀ DI ECONOMIA Dipartimento di Economia Aziendale Corso di laurea specialistica in Marketing e Ricerche di mercato FACOLTÀ DI ECONOMIA Dipartimento di Economia Aziendale Corso di laurea specialistica in Marketing e Ricerche di mercato UNA RICERCA DI MARKETING NEL SETTORE VITIVINICOLO. IL CASO CANTINA DI MONTALCINO

Dettagli

La dispersione dei prezzi al consumo. I risultati di un indagine empirica sui prodotti alimentari.

La dispersione dei prezzi al consumo. I risultati di un indagine empirica sui prodotti alimentari. La dispersione dei prezzi al consumo. I risultati di un indagine empirica sui prodotti alimentari. Giovanni Anania e Rosanna Nisticò EMAA 14/15 X / 1 Il problema Un ottimo uso del vostro tempo! questa

Dettagli

La notizia presentata come sintesi dello studio è stata che gli italiani risparmiano di

La notizia presentata come sintesi dello studio è stata che gli italiani risparmiano di 1 di 5 11/09/2011 14:52 LA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE ITALIANE A cura di Roberto Praderi. Come nelle elaborazioni precedenti ci siamo basati su documenti ufficiali, in questa facciamo riferimento allo 2

Dettagli

Studio. Studio. Studio. Lo Studio Legale Padovani è fondato e dire3o dall avv. Simone Padovani.

Studio. Studio. Studio. Lo Studio Legale Padovani è fondato e dire3o dall avv. Simone Padovani. Lo Legale Padovani è fondato e dire3o dall avv. Simone Padovani. Lo svolge a8vità di consulenza legale e assistenza giudiziale a clien

Dettagli

Forum HR 2014 Banche e Risorse Umane. Le nuove professioni nella Banca che cambia

Forum HR 2014 Banche e Risorse Umane. Le nuove professioni nella Banca che cambia Forum HR 2014 Banche e Risorse Umane Le nuove professioni nella Banca che cambia Roma, 19 e 20 maggio 2014 Premessa: il contesto di riferimento L innovazione e il mondo del lavoro A seguito della crisi

Dettagli

Strategie di gestione di una asset class azionaria

Strategie di gestione di una asset class azionaria Strategie di gestione di una asset class azionaria Premessa: Il mercato azionario rappresenta la risorsa di investimento potenzialmente più remunerativa almeno tanto quanto la sua potenziale capacità di

Dettagli

Zurich Invest Target Investment Fund

Zurich Invest Target Investment Fund Per una costituzione del patrimonio strutturata e flessibile Zurich Invest Target Investment Fund Target Investment Fund di Zurich Invest SA è una soluzione intelligente e flessibile per raggiungere i

Dettagli

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale IL CAPITALE 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale CAPITALE FINANZIARIO E CAPITALE REALE Col termine capitale i si può riferire a due concetti differenti Il capitale finanziario è costituito dalla

Dettagli

Le poli(che di raccolta

Le poli(che di raccolta Economia e Ges(one degli Intermediari Finanziari Le poli(che di raccolta 23 O2obre 2015 Anno Accademico 2015-2016 I temi della lezione Gli obiecvi della poli(ca di raccolta. Le leve della poli(ca di raccolta.

Dettagli

Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA

Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA CAPITOLO 2 Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA 2.1.Cosa muove i mercati? Il primo passo operativo da fare nel trading è l analisi del sentiment dei mercati. Con questa espressione faccio riferimento al livello

Dettagli

Come i sistemi di performance management possono contribuire al rafforzamento delle capacità di ges7one dei fondi europei

Come i sistemi di performance management possono contribuire al rafforzamento delle capacità di ges7one dei fondi europei Il Rafforzamento della Capacità amministra5va nella Programmazione 2014-2020 Come i sistemi di performance management possono contribuire al rafforzamento delle capacità di ges7one dei fondi europei Laura

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto AREA FINANZA DISPENSE FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Prodotti finanziari a medio - lungo termine CTZ: Certificati del Tesoro zero coupon ORGANISMO BILATERALE

Dettagli

LA REDAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO

LA REDAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO Istituto superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali In collaborazione con: Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

Certificazione del servizio di manutenzione di qualità nel settore antincendio. Federico Pasqui, Responsabile Area Gestione Sistemi ICIM S.p.A.

Certificazione del servizio di manutenzione di qualità nel settore antincendio. Federico Pasqui, Responsabile Area Gestione Sistemi ICIM S.p.A. Certificazione del servizio di manutenzione di qualità nel settore antincendio Federico Pasqui, Responsabile Area Gestione Sistemi ICIM S.p.A. Padova, 27 novembre 2014 Scenario se+ore an,ncendio La legge

Dettagli

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Economia dei mercati mobiliari e finanziamenti di aziende Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Gli stili di gestione Stile di gestione come espressione

Dettagli

Analisi Influenzatori Online State of The Net 2012. 21 Giugno 2012

Analisi Influenzatori Online State of The Net 2012. 21 Giugno 2012 Analisi Influenzatori Online State of The Net 2012 21 Giugno 2012 Gli influenzatori Si parla ormai molto di influenzatori sulla rete e sui social network Si tra3a dei potenziali veri interlocutori per

Dettagli

CAPITOLO 2. Domanda e offerta

CAPITOLO 2. Domanda e offerta CAPITOLO 2 Domanda e offerta 1 Merca9 perfe;amente compe99vi Definizione: I merca' perfe*amente compe''vi sono quei merca/ in cui i venditori e i compratori sono così numerosi e le transazioni così piccole

Dettagli

SOMMARIO. Parte prima INTRODUZIONE AL TRADING

SOMMARIO. Parte prima INTRODUZIONE AL TRADING SOMMARIO Parte prima INTRODUZIONE AL TRADING 1. LA SCOPERTA DEL TRADING Lo scopo di questo libro...13 Nuovi mondi e nuovi orizzonti...15 Tecniche di trading a breve termine...18 Tipi di trading...19 Perché

Dettagli

Laboratorio di Pedagogia Sperimentale. Indice

Laboratorio di Pedagogia Sperimentale. Indice INSEGNAMENTO DI LABORATORIO DI PEDAGOGIA SPERIMENTALE LEZIONE III INTRODUZIONE ALLA RICERCA SPERIMENTALE (PARTE III) PROF. VINCENZO BONAZZA Indice 1 L ipotesi -----------------------------------------------------------

Dettagli

www.cicliemercati.it Tutti i diritti riservati Pag. 1

www.cicliemercati.it Tutti i diritti riservati Pag. 1 LA MATRICE DEI MERCATI DESCRIZIONE E UTILIZZO PER L INVESTITORE DESCRIZIONE La Matrice è basata su un algoritmo genetico proprietario che permette di individuare e visualizzare, a seconda delle preferenze

Dettagli

IL MONEY MANAGEMENT NEL TRADING RESO SEMPLICE

IL MONEY MANAGEMENT NEL TRADING RESO SEMPLICE IL MONEY MANAGEMENT NEL TRADING RESO SEMPLICE 1 WWW.CALMAIL.IT Stefano Calicchio IL MONEY MANAGEMENT NEL TRADING RESO SEMPLICE Come sfruttare le tecniche e strategie del money management per migliorare

Dettagli

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito!

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Migliora il tuo sito e migliorerai il tuo business Ti sei mai domandato se il tuo sito aziendale è professionale? È pronto a fare quello che ti aspetti

Dettagli

*Solo software legalmente riconosciuti e registrati. Network in possesso di regolare licenza. **Disponibili network gaming Poker, Casino, Scommesse.

*Solo software legalmente riconosciuti e registrati. Network in possesso di regolare licenza. **Disponibili network gaming Poker, Casino, Scommesse. Faq Casino, faq scommesse, faq poker Aggiungi ai Preferiti Stampa Cerca Diventa un Agente - Affiliati Subito! Skin per Cellulari Skin Poker Live Seleziona una delle domande frequenti che ci sono state

Dettagli

TradingTip MoneyMaker

TradingTip MoneyMaker TradingTip MoneyMaker Modello di trading per opzioni binarie a 60 secondi Binary Op on Italia Edizione Gennaio 2013 Informazione importante Proseguendo nella le ura di questo documento, tu le ore acce

Dettagli

Dai rating pubblici ai minibond Mauro Alfonso

Dai rating pubblici ai minibond Mauro Alfonso Dai rating pubblici ai minibond Mauro Alfonso Cerved Rating Agency Mini-bond, mercato dei capitali e le PMI italiane Il ruolo del rating pubblico Esistono le condizioni legislative e di mercato per un

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

- Advisory per Fondi - Segnali Obbligazioni - Segnali Fondi - Formazione - Advisory Minibond

- Advisory per Fondi - Segnali Obbligazioni - Segnali Fondi - Formazione - Advisory Minibond - Advisory per Fondi - Segnali Obbligazioni - Segnali Fondi - Formazione - Advisory Minibond - Lupotto & Partners si propone come advisor per fondi di investimento, comparti di sicav, fondi assicurativi

Dettagli

Investire acquistando appartamenti in Germania

Investire acquistando appartamenti in Germania Investire acquistando appartamenti in Germania Monopoli Trade Ltd - 3 Lloyd's Avenue - Suite 108 London EC3N 3DS United Kingdom Company N.07827716 MONOPOLI Trade Ltd Società con sede giuridica in Inghilterra

Dettagli

Investire. Costituzione del patrimonio zweiplus Trarre vantaggio dai fondi. E di più.

Investire. Costituzione del patrimonio zweiplus Trarre vantaggio dai fondi. E di più. Investire Costituzione del patrimonio zweiplus Trarre vantaggio dai fondi. E di più. Unbenannt-3.indd 1 27.1.2009 14:12:11 Uhr E il suo denaro rende di più. La consulenza della bank zweiplus. Stimata investitrice,

Dettagli

MARKET DRIVEN MANAGEMENT

MARKET DRIVEN MANAGEMENT MARKET DRIVEN MANAGEMENT ROMA 5 gennaio 2014 PALESTRA ESAME professor Alberto MATTIACCI Ordinario di Economia e Ges9one delle Imprese COME SI EFFETTUA IL TEST Questo è un test autovalutazione il cui scopo

Dettagli

Investimenti finanziari: una proposta razionale per la ricerca di rendimento senza eccedere nel rischio

Investimenti finanziari: una proposta razionale per la ricerca di rendimento senza eccedere nel rischio Investimenti finanziari: una proposta razionale per la ricerca di rendimento senza eccedere nel rischio I modesti rendimenti delle obbligazioni in euro Il rendimento a scadenza di alcuni titoli di Stato

Dettagli

Lezione 1 Identificazione dei bisogni della persona

Lezione 1 Identificazione dei bisogni della persona Corso di Formazione per Operatore Socio-Sanitario Complesso Integrato Columbus- Anno 2014 Lezione 1 Identificazione dei bisogni della persona Docenti: Claudia Onofri Ivana Palumbieri Concetto di persona

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL RISPARMIO ENERGETICO NELLE STRUTTURE SPORTIVE

LINEE GUIDA PER IL RISPARMIO ENERGETICO NELLE STRUTTURE SPORTIVE LINEE GUIDA PER IL RISPARMIO ENERGETICO NELLE STRUTTURE SPORTIVE IL SALUTO DEL PRESIDENTE. Razionalizzare è da sempre una chiave di leura vincente. Quando si parla di energia il conceo assume una valenza

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

Diversifica et Impera La forza tranquilla del Fondo Comune - Citywire

Diversifica et Impera La forza tranquilla del Fondo Comune - Citywire Pagina 1 di 10 Diversifica et Impera La forza tranquilla del Fondo Comune DiSimone Funghi / 28 luglio 2015 Ebbene sì. Esiste. Non è una leggenda metropolitana. Non è come il Bigfoot o Nessy a Lochness.

Dettagli

Semplicità Per Le Tue Spedizioni

Semplicità Per Le Tue Spedizioni Semplicità Per Le Tue Spedizioni S E R V I Z I D I S P O N I B I L I RACCOMANDATE S O L U Z I O N I P O S T A L I S U M I S U R A P E R Q U A L S I A S I A Z I E N D A E P R I V A T O. RACCOMANDATA ONLINE

Dettagli

e-service Andrea De Marco

e-service Andrea De Marco e-service Andrea De Marco il CRM è solo per un élite? La Pizzeria ed il CRM il crm è per tutti anche se si parla spesso di sistemi da milioni di euro anche pmi ne hanno bisogno Se si concepisce il crm

Dettagli

SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE

SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Presentazione della metodologia volta a graduare le particolari posizioni organizzative ai fini della corresponsione della retribuzione di posizione

Dettagli

Capitolo 8 Moneta, prezzi e inflazione

Capitolo 8 Moneta, prezzi e inflazione Capitolo 8 Moneta, prezzi e inflazione Francesco Prota Piano della lezione Le funzioni della moneta La teoria quantitativa della moneta Inflazione La domanda di moneta Moneta, prezzi e inflazione I costi

Dettagli

Management Game 2011

Management Game 2011 Management Game 2011 La Mobilé Inc 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini che ha sede negli Stati Uniti che si è concentrata sulla produzione di telefonini

Dettagli

www.sapienzafinanziaria.com la formazione finanziaria è il miglior investimento per il tuo domani

www.sapienzafinanziaria.com la formazione finanziaria è il miglior investimento per il tuo domani www.sapienzafinanziaria.com la formazione finanziaria è il miglior investimento per il tuo domani Lezione n. 1 Edizione marzo / giugno 2015 Introduzione al Trading Automatico Il flusso di elaborazione

Dettagli

LE ASSUNZIONI DELL'ANOVA

LE ASSUNZIONI DELL'ANOVA LE ASSUNZIONI DELL'ANOVA Sono le assunzioni del test t, ma estese a tutti i gruppi: o La variabile deve avere una distribuzione normale in tutte le popolazioni corrispondenti ai gruppi campionati o Le

Dettagli

I finanziamen* agevola* eroga* da Veneto Sviluppo Spa

I finanziamen* agevola* eroga* da Veneto Sviluppo Spa a cura di I finanziamen* agevola* eroga* da Veneto Sviluppo Spa I finanziamen* agevola* per le piccole e medie imprese operan* nella Regione Veneto sono finanziamen* eroga* a condizioni agevolate in favore

Dettagli

NEL MODELLO MICROECONOMICO

NEL MODELLO MICROECONOMICO NEL MODELLO MICROECONOMICO 1 solo periodo Output: flusso Input: flusso Decisioni dell impresa: raffrontare ricavi correnti con costi correnti Questo si adatta bene ad alcuni fattori (il LAVORO) Meno soddisfacente

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli