TFS2010 Object Model Le build

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TFS2010 Object Model Le build"

Transcript

1 TFS2010 Object Model Le build La Team Foundation Build è il pilastro dell infrastruttura di Visual Studio ALM che permette la compilazione autonoma del codice sorgente da parte di un server, eliminando i possibili problemi di conflitto di dipendenze per le applicazioni. Si basa sull accoppiata Controller-Agent, il primo è dedicato alla Team Project Collection, ed accetta richieste da parte dei Team Project presenti all interno. Processa il workflow ed esegue tutto il lavoro accessorio per il completamento di una build (logging, report dello status, applicazione delle label nel Source control, ecc.). Inoltre gestisce un pool di uno o più Build Agent, ossia il componente che esegue materialmente le compilazioni. L utilizzo di più Build Agent permette di differenziare il carico assegnato all Agent stesso (molto CPU intensive) e rendere il sistema di Team Foundation Build estremamente scalabile. In questo articolo prenderemo in esame il modulo di Team Foundation Server che permette l automazione delle build. Anche in questo caso l argomento è molto vasto e ci limiteremo ai concetti essenziali ma sufficienti per poter iniziare ad utilizzare le funzionalità di build. Il servizio IBuildServer Una delle interfaccie più importanti per la gestione delle build in Team Foundation Server è l interfaccia IBuildServer. Possiamo recuperare un istanza del servizio che implementa questa interfaccia attraverso la classe TeamProjectCollection e il metodo GetService: Dim tpc = TfsTeamProjectCollectionFactory.GetTeamProjectCollection(New Uri("http://MyServer:8080/tfs/MyCollection")) L interfaccia IBuildServer mette a disposizione tutta una serie di funzionalità che vanno da quelle per la creazione e cancellazione degli agent e delle definizioni di build fino alle funzionalità di query per recuperare le definizioni presenti nel repository. Inizieremo la nostra trattazione proprio da quest ultimo gruppo di funzionalità e vedremo alcune possibili modalità di ricerca. Le query sul repository Grazie al metodo QueryBuildDefinitions dell interfaccia IBuildServer, siamo in grado di eseguire delle query per ricercare le definizioni di Build presenti all interno di una collection. Ad esempio, se vogliamo ottenere le definizioni di build disponibili per il progetto MioProgetto nella collezione MiaCollezione, possiamo scrivere: Dim tpc = TfsTeamProjectCollectionFactory.GetTeamProjectCollection(New Uri("http://MioServer:8080/tfs/MiaCollezioe")) Il metodo QueryBuildDefinitions restituisce una collezione di istanze di IBuildDefinition che descrivono le build definite per il nostro progetto: pag. 1

2 Come possiamo vedere, l interfaccia espone una serie di interessanti proprietà le più importanti delle quali sono: BuildController : espone i dati relativi al build controller relativo alla build definition; ContinuousIntegrationType : espone la tipologia di continuous integration definita per la build (ad esempio Individual continuous integration); Description : descrizione della build (quella che abbiamo inserito in fase di creazione); Id : identificativo della definizione di build; Name : nome della build; Process : espone le proprietà del process template relativo alla build definition; ProcessParameters : espone la definizione XML relativa ai parametri di configurazione del processo di build; Schedules : espone l elenco di oggetti ISchedule che descivono la schedulazione della build. In particolare prendiamo in esame ProcessParameters e Schedules. Un esempio di XML esposto dalla proprietà ProcessParameters è il seguente: <Dictionary x:typearguments="x:string, x:object" xmlns="clr-namespace:system.collections.generic;assembly=mscorlib" xml ns:mtbwa="clr-namespace:microsoft.teamfoundation.build.workflow.activities;assembly=microsoft.teamfoundation.build.work flow" xmlns:x="http://schemas.microsoft.com/winfx/2006/xaml"> <mtbwa:buildsettings x:key="buildsettings" ProjectsToBuild=""> <mtbwa:buildsettings.platformconfigurations> <mtbwa:platformconfigurationlist Capacity="1"> <mtbwa:platformconfiguration Configuration="Debug" Platform="Any CPU" /> </mtbwa:platformconfigurationlist> pag. 2

3 </mtbwa:buildsettings.platformconfigurations> </mtbwa:buildsettings> </Dictionary> L XML contiene le definizioni impostate per la Build in oggetto e può anche essere utilizzato per configurarla. La proprietà Schedules contiene, invece, le informazioni relative alle schedulazioni delle nostre build ed in particolare è una collezione di oggetti ISchedule: DaysToBuild : un enumerazione di tipo flag che permette di definire quali sonoi giorni in cui schedulare la build; StartTime : ora di inizio della build in termini di secondi a partire dalla mezzanotte. Se vogliamo far partire la build alle 9:00 di mattina, allora il valore di StartTime deve essere 32400; TimeZone : contiene il time zone di riferimento (classe TimeZoneInfo) per l orario di inizio della build; Type : oggetto di classe ScheduleType che indica la tipologia di schedulazione (attualmente è presente solo la Weekly). L interfaccia IBuildDefinition contiene le informazioni più importanti relative ad una build definita all interno di un progetto. Se vogliamo delle informazioni di dettaglio su una build specifica, l interfaccia IBuildDefinition ci mette a disposizione il metodo QueryBuilds che restituisce un oggetto che implementa l interfaccia IBuildDetail: pag. 3

4 Come possiamo vedere, questa interfaccia espone una maggiore quantità di proprietà che descrivono completamente la nostra build. Un esempio di recupero di tutte le BuildDetail delle build presenti all interno di un progetto è il seguente: Dim tpc = TfsTeamProjectCollectionFactory.GetTeamProjectCollection(New Uri("http://MioServer:8080/tfs/MiaCollezione)) Dim buildquery = buildserver.querybuilddefinitions("mio Progetto") For Each build In buildquery pag. 4

5 Dim builddefinition = build.querybuilds() Next L interfaccia IBuildServer espone tutta una serie di metodi per interrogare il repository relativo alle build ed in particolare: QueryBuildAgents : permette di recuperare i build agents; QueryBuildControllers : permette di recuperare i build controllers; QueryBuild : permette di recuperare le build eseguite per un progetto (vedremo in dettaglio di seguito); QueryProcessTemplates : permette di recuperare i template di processo definiti all interno di un progetto. Creare nuove Build Definition L interfaccia IBuildserver ci mette a disposizione una serie di metodi che consentono la creazione di definizioni di build. Il procedimento con cui creare una nuova build è il seguente: 1) Si ottiene un oggetto che implementa IBuildDefinition utilizzando il metodo CreateBuildDefinition del servizio IBuildServer; 2) Si impostano le opportune proprietà dell oggetto appena creato (nome, descrizione, processo e via dicendo); 3) Si esegue il metodo Save della IBuildDefinition per rendere permanenti sul server le modifiche. Un esempio è il seguente: Where String.Compare(b.Name, "Build definition Numero 1", True) = 0 Dim newbuild = buildserver.createbuilddefinition("mioprogetto") newbuild.name = "Build definition numero 2" newbuild.buildcontroller = build.buildcontroller newbuild.process = build.process Dim schedule = newbuild.addschedule() schedule.daystobuild = ScheduleDays.Monday Or ScheduleDays.Wednesday schedule.starttime = newbuild.save() In questo caso viene create una nuova definizione di build per il progetto MioProgetto a partire dalla definizione Build definition numero 1 (cioè con lo stesso build controller e processo) con uno schedule alle ore 10:00 del lunedì e del mercoledì. Le proprietà BuildController e Process sono obbligatorie. Se il metodo Save non può essere completato, viene sollevata una eccezione. Eliminazione degli elementi sul server L interfaccia IBuildServer espone una serie di metodi che ci consentono di eliminare elementi presenti sul server e legati alla gestione delle build: pag. 5

6 DeleteBuildAgents : elimina dei build agents dal server; DeleteBuildControllers : permette di eliminare uno o più build controllers; DeleteBuildDefinitions : permette di eliminare delle definizioni di build; DeleteBuilds : permette di eliminare delle build (elimina gli artefatti ma non i record di build, per eliminare questi è necessario utilizzare DestroyBuilds); DeleteProcessTemplate : permette di eliminare dei process templates Alcune delle interfacce che definiscono i singoli oggetti (ad esempio IBuildDefinition per le definizioni di build o IprocessTemplate per i template di process) mettono a disposizione anche dei metodi specifici per l eliminazione. Ad esempio, per eliminare una specifica definizione di build possiamo scrivere: Where String.Compare(b.Name, "Build definition numero 2", True) = 0 build.delete() Gestire le build Nei precedenti paragrafi abbiamo visto come recuperare e gestire le definizioni di build. Vediamo ora come eseguire una build in base ad una definizione e come recuperare l elenco delle build per un determinato progetto. Per eseguire entrambi i compiti possiamo utilizzare l istanza di build definition (interfaccia IBuildDefinition) recuperata a partire da un istanza di IBuildServer. Per poter creare, da codice una nuova build a partire da una build definition, abbiamo due strade: 1) Utilizzare l interfaccia IBuildServer ed il metodo QueueBuild; 2) Creare una nuova richiesta di build utilizzando l interfaccia IBuildDefinition (metodo CreateBuildRequest) e utilizzare il metodo QueueBuild dell interfaccia IBuildServer per mettere in coda la generazione effettiva della build. Vediamo il primo caso: Where String.Compare(b.Name, "Build definition numero 1", True) = 0 Dim queuebuild = buildserver.queuebuild(build) Per verificare che la build sia stata messa in coda (ed eseguita) possiamo aprire la finestra Build Explorer (tasto destro sulla cartella Builds del Team Explore e menù View Builds): pag. 6

7 In alternativa, il secondo caso: Where String.Compare(b.Name, "Build definition numero 1", True) = 0 Dim queuereq = build.createbuildrequest() Dim queuedbuild = buildserver.queuebuild(queuereq) In entrambi i casi, il metodo QueueBuild restituisce un oggetto che implementa l interfaccia IQueuedBuild che contiene tutte le informazioni relative al job di build in coda: pag. 7

8 L interfaccia ci consente, oltre che sapere dove sarà salvata la build (DropLocation), lo stato del job (Status) ed altre utili informazioni, anche di controllare il job di build. Ad esempio possiamo metterci in attesa dello start del processo grazie al metodo WaitForBuildStart oppure cancellare la build con il metodo Cancel (una build può essere cancellata solo se è ancora in coda oppure se è stata postposta). Nel seguente esempio creaiamo una richiesta di build, la aggiungiamo alla coda, attendiamo l avvio della compilazione e monitoriamo (con un normale polling) fino alla chiusura del job: Where String.Compare(b.Name, "Build definition numero 1", True) = 0 Dim queuereq = build.createbuildrequest() Dim queuedbuild = buildserver.queuebuild(queuereq) queuedbuild.waitforbuildstart() While queuedbuild.status = QueueStatus.InProgress pag. 8

9 Threading.Thread.Sleep(5000) queuedbuild.refresh(queryoptions.all) End While I dati esposti dall interfaccia IQueuedBuild non sono aggiornati in real time ma deve essere eseguito un Refresh per aggiornarli allo stato corrente. Per recuperare l elenco delle build eseguite per un determinato progetto possiamo utilizzare il metodo QueryBuilds messoci a disposizione dall interfaccia IBuildServer. Il metodo prevede diversi overload ed il più semplice è quello che, dato il nome di un team project, restituisce un array di oggetti che implementano l interfaccia IBuildDetail. Dim builds = buildserver.querybuilds("mioprogetto") Tutti I metodi di query dell interfaccia IBuildServer prevedono la possibilità di specificare dettagliatamente l oggetto della query. Ad esempio, il metodo QueryBuilds prevede un overload che accetta un oggetto che implementa IBuildDetailSpec che permette di eseguire la query con opportuni filtri. Dim builddettspec = buildserver.createbuilddetailspec("mioprogetto") builddettspec.minfinishtime = DateTime.Now.Date.AddHours(13) builddettspec.maxfinishtime = DateTime.Now.Date.AddHours(14) Dim builds = buildserver.querybuilds(builddettspec) In questo esempio si cercano tutte le build del progetto MioProgetto eseguite tra le 13 e le 14 della data corrente. Quando si esegue una query con un overload che accetta una interfaccia di specificazione (vedi la IbuildDetailSpec), il risultato è un oggetto che implementa l interfaccia IBuildQueryResult. Riferimenti [1] Team Foundation Server Architecture: [2] Extending Team Foundation: [3] Team Foundation Server 2010 SDK: [4] Team Foundation Server Team Blog: pag. 9

L ambiente di sviluppo Android Studio

L ambiente di sviluppo Android Studio L ambiente di sviluppo Android Studio Android Studio è un ambiente di sviluppo integrato (IDE, Integrated Development Environment) per la programmazione di app con Android. È un alternativa all utilizzo

Dettagli

File Server Resource Manager (FSRM)

File Server Resource Manager (FSRM) File Server Resource Manager (FSRM) di Nicola Ferrini MCT MCSA MCSE MCTS MCITP Introduzione FSRM, File Server Resource Manager, è un ruolo opzionale che può essere installato in Windows Server 2008 nel

Dettagli

Corso BusinessObjects SUPERVISOR

Corso BusinessObjects SUPERVISOR Corso BusinessObjects SUPERVISOR Il modulo SUPERVISOR permette di: impostare e gestire un ambiente protetto per prodotti Business Objects distribuire le informazioni che tutti gli utenti dovranno condividere

Dettagli

NOTE OPERATIVE. Prodotto Inaz Download Manager. Release 1.3.0

NOTE OPERATIVE. Prodotto Inaz Download Manager. Release 1.3.0 Prodotto Inaz Download Manager Release 1.3.0 Tipo release COMPLETA RIEPILOGO ARGOMENTI 1. Introduzione... 2 2. Architettura... 3 3. Configurazione... 4 3.1 Parametri di connessione a Internet... 4 3.2

Dettagli

LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB

LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB L applicazione realizzata ha lo scopo di consentire agli agenti l inserimento via web dei dati relativi alle visite effettuate alla clientela. I requisiti informatici

Dettagli

Creazione di una Azure Web App

Creazione di una Azure Web App Creazione di una Azure Web App Introduzione Oggi le aziende hanno sempre più la necessità di avere uno strumento per interagire con i propri clienti. La presenza sul web dell azienda diventa sempre di

Dettagli

Z3 B1 Message Addon Invio Massivo Documenti via Email e Fax per SAP Business One

Z3 B1 Message Addon Invio Massivo Documenti via Email e Fax per SAP Business One Z3 B1 Message Addon Invio Massivo Documenti via Email e Fax per SAP Business One Manuale Z3 B1 Message Versione 2.60 Pagina 1 di 19 Sommario Introduzione... 3 Installazione... 3 Attivazione... 3 Configurazione...

Dettagli

BIMPublisher Manuale Tecnico

BIMPublisher Manuale Tecnico Manuale Tecnico Sommario 1 Cos è BIMPublisher...3 2 BIM Services Console...4 3 Installazione e prima configurazione...5 3.1 Configurazione...5 3.2 File di amministrazione...7 3.3 Database...7 3.4 Altre

Dettagli

Laurea Specialistica in Informatica, Tecnologie Informatiche Anno Accademico 2008/2009 Reti Applicazioni e Servizi

Laurea Specialistica in Informatica, Tecnologie Informatiche Anno Accademico 2008/2009 Reti Applicazioni e Servizi Laurea Specialistica in Informatica, Tecnologie Informatiche Anno Accademico 2008/2009 Reti Applicazioni e Servizi Implementazione di una MIDlet che realizza un sistema di voto Christian Tiralosi Sviluppatori:

Dettagli

I TUTOR. Massimiliano Cattafi e-mail: massimiliano.cattafi@student.unife.it. Ilaria Laurenti e-mail: ilaria.laurenti@student.unife.

I TUTOR. Massimiliano Cattafi e-mail: massimiliano.cattafi@student.unife.it. Ilaria Laurenti e-mail: ilaria.laurenti@student.unife. I TUTOR Massimiliano Cattafi e-mail: massimiliano.cattafi@student.unife.it Ilaria Laurenti e-mail: ilaria.laurenti@student.unife.it IL LABORATORIO Perché il laboratorio? Alcune problematiche si capiscono

Dettagli

Struttura logica di un programma

Struttura logica di un programma Struttura logica di un programma Tutti i programmi per computer prevedono tre operazioni principali: l input di dati (cioè l inserimento delle informazioni da elaborare) il calcolo dei risultati cercati

Dettagli

Personalizzazione Stampe

Personalizzazione Stampe Personalizzazione Stampe Validità: Dicembre 2013 Questa pubblicazione è puramente informativa. 24 ORE SOFTWARE non offre alcuna garanzia, esplicita od implicita, sul contenuto. I marchi e le denominazioni

Dettagli

Descrizione dettagliata dell ambiente Access 2007

Descrizione dettagliata dell ambiente Access 2007 01 Descrizione dettagliata dell ambiente Access 2007 Premessa Premettiamo da subito che Microsoft Access risulta essere uno degli applicativi della famiglia di Microsoft Office con una curva di apprendimento

Dettagli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli Prerequisiti Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli L opzione Varianti articolo è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro e include tre funzionalità distinte: 1. Gestione

Dettagli

Self care Area Riservata Sistema Completo. La guida rapida per l utilizzo dell area riservata Sistema Completo

Self care Area Riservata Sistema Completo. La guida rapida per l utilizzo dell area riservata Sistema Completo Self care Area Riservata Sistema Completo La guida rapida per l utilizzo dell area riservata Sistema Completo Sistema Completo: l area riservata disponibile per tutti i clienti per il recapito dei pacchetti

Dettagli

SQL Server BI Development Studio

SQL Server BI Development Studio Il Data warehouse SQL Server Business Intelligence Development Studio Analysis Service Sorgenti dati operazionali DB relazionali Fogli excel Data warehouse Staging Area e dati riconciliati Cubi Report

Dettagli

Istruzioni Installazione, Registrazione e Configurazione di PEC Mailer

Istruzioni Installazione, Registrazione e Configurazione di PEC Mailer Istruzioni Installazione, Registrazione e Configurazione di PEC Mailer Elenco delle Istruzioni: 1- Download del Software PEC Mailer 2- Installazione del Software PEC Mailer 3- Registrazione del Software

Dettagli

Entrematic. Guida all e-commerce

Entrematic. Guida all e-commerce Entrematic Guida all e-commerce Introduzione alla guida Introduzione alla guida Introduzione alla guida Indice Attivazione di un account - Gestione dell account e modifica della password - Creazione e

Dettagli

SQL Server 2005. Introduzione all uso di SQL Server e utilizzo delle opzioni Olap. Dutto Riccardo - SQL Server 2005.

SQL Server 2005. Introduzione all uso di SQL Server e utilizzo delle opzioni Olap. Dutto Riccardo - SQL Server 2005. SQL Server 2005 Introduzione all uso di SQL Server e utilizzo delle opzioni Olap SQL Server 2005 SQL Server Management Studio Gestione dei server OLAP e OLTP Gestione Utenti Creazione e gestione DB SQL

Dettagli

Versione 4.0 Lotti e Scadenze. Negozio Facile

Versione 4.0 Lotti e Scadenze. Negozio Facile Versione 4.0 Lotti e Scadenze Negozio Facile Negozio Facile: Gestione dei Lotti e delle Scadenze Nella versione 4.0 di Negozio Facile è stata implementata la gestione dei lotti e delle scadenze degli articoli.

Dettagli

SOFTWARE MAINTENANCE DESIGN

SOFTWARE MAINTENANCE DESIGN SOFTWARE MAINTENANCE DESIGN INTRODUZIONE... 1 1.1 Identificazione della richiesta di modifica... 2 1.2 Assegnazione di un numero di identificazione alla Change Request... 2 1.3 Classificazione del tipo

Dettagli

Configurazione Stampe

Configurazione Stampe Configurazione Stampe Validità: Febbraio 2013 Questa pubblicazione è puramente informativa. SISECO non offre alcuna garanzia, esplicita od implicita, sul contenuto. I marchi e le denominazioni sono di

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO DEL SERVER GDC

GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO DEL SERVER GDC GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO DEL SERVER GDC Nota: se si volesse bloccare lo schermo (pulsante Screen lock), la password di sblocco è 123456. 1.Ingest Contenuti Per eseguire l ingest dei contenuti accedere

Dettagli

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Base offre la possibilità di creare database strutturati in termini di oggetti, quali tabelle, formulari, ricerche e rapporti, di visualizzarli e utilizzarli in diverse modalità.

Dettagli

Business Vector s.r.l.

Business Vector s.r.l. Business Vector s.r.l. CONFIGURAZIONE E GESTIONE DI OptionsET SU PIATTAFORMA IWBANK Le figure di questa parte di manuale non sono uguali a quelle che troverete nell attuale configurazione in quanto ci

Dettagli

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic LIBRERIA WEB 6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic PROGETTO Il centro sportivo Olympic organizza corsi di tipo diverso: nuoto, danza, karate, ecc. Ogni corso ha un unico istruttore prevalente,

Dettagli

GERARCHIE RICORSIVE - SQL SERVER 2008

GERARCHIE RICORSIVE - SQL SERVER 2008 GERARCHIE RICORSIVE - SQL SERVER 2008 DISPENSE http://dbgroup.unimo.it/sia/gerarchiericorsive/ L obiettivo è quello di realizzare la tabella di navigazione tramite una query ricorsiva utilizzando SQL SERVER

Dettagli

Applicazione JobScheduler su DB SQL Milano, lì 14/09/2009

Applicazione JobScheduler su DB SQL Milano, lì 14/09/2009 Documentazione KING Applicazione JobScheduler su DB SQL Milano, lì 14/09/2009 Microsoft SQL Server dispone del servizio di Job Scheduler, o Schedulatore di attività: si tratta di un applicativo che consente

Dettagli

SQL Server Integration Services. Integration Services Project

SQL Server Integration Services. Integration Services Project SQL Server Business Intelligence Development Studio: Integration Services Dutto Riccardo riccardo.dutto@polito.it IPSI - tel.7991 http://dbdmg.polito.it/ Integration Services Project Creare un nuovo progetto

Dettagli

Il database management system Access

Il database management system Access Il database management system Access Corso di autoistruzione http://www.manualipc.it/manuali/ corso/manuali.php? idcap=00&idman=17&size=12&sid= INTRODUZIONE Il concetto di base di dati, database o archivio

Dettagli

Software di collegamento Dot Com Manuale operativo

Software di collegamento Dot Com Manuale operativo Software di collegamento Dot Com Manuale operativo CAF Do.C. Spa Sede amministrativa: Corso Francia 121 d 12100 Cuneo Tel. 0171 700700 Fax 800 136 818 www.cafdoc.it info@cafdoc.it 1/36 INDICE 1. AVVIO

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

Il web server Apache Lezione n. 3. Introduzione

Il web server Apache Lezione n. 3. Introduzione Procurarsi ed installare il web server Apache Introduzione In questa lezione cominciamo a fare un po di pratica facendo una serie di operazioni preliminari, necessarie per iniziare a lavorare. In particolar

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

Capitolo 3. L applicazione Java Diagrammi ER. 3.1 La finestra iniziale, il menu e la barra pulsanti

Capitolo 3. L applicazione Java Diagrammi ER. 3.1 La finestra iniziale, il menu e la barra pulsanti Capitolo 3 L applicazione Java Diagrammi ER Dopo le fasi di analisi, progettazione ed implementazione il software è stato compilato ed ora è pronto all uso; in questo capitolo mostreremo passo passo tutta

Dettagli

La Document Orientation. Come implementare un interfaccia

La Document Orientation. Come implementare un interfaccia La Document Orientation Come implementare un interfaccia Per eliminare l implementazione di una interfaccia da parte di una classe o documento, occorre tirarla su di esso tenendo premuto il tasto ctrl.

Dettagli

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE PREMESSA La presente guida è da considerarsi come aiuto per l utente per l installazione e configurazione di Atollo Backup. La guida non vuole approfondire

Dettagli

Log Manager. 1 Connessione dell apparato 2. 2 Prima configurazione 2. 2.1 Impostazioni di fabbrica 2. 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3

Log Manager. 1 Connessione dell apparato 2. 2 Prima configurazione 2. 2.1 Impostazioni di fabbrica 2. 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3 ver 2.0 Log Manager Quick Start Guide 1 Connessione dell apparato 2 2 Prima configurazione 2 2.1 Impostazioni di fabbrica 2 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3 2.3 Configurazione DNS e Nome Host

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Specifiche tecniche interfaccia automatica per i Software Gestionali

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Specifiche tecniche interfaccia automatica per i Software Gestionali M.U.T. Modulo Unico Telematico Specifiche tecniche interfaccia automatica per i Software Gestionali Data Redazione Documento 28/02/2011 Data Pubblicazione Documento Versione 2.1.0 Responsabile CNCE Giuseppe

Dettagli

Guida all uso dell ambiente di sviluppo 1 integrato o IDE. JCreator LE 4.50

Guida all uso dell ambiente di sviluppo 1 integrato o IDE. JCreator LE 4.50 Guida all uso dell ambiente di sviluppo 1 integrato o IDE JCreator LE 4.50 Inizializzazione: creazione del nuovo progetto e del file sorgente in ambiente JCreator Al lancio del programma si apre la finestra

Dettagli

Manuale Utente FAX SERVER

Manuale Utente FAX SERVER Manuale Utente FAX SERVER Manuale Utente FAX Server - Evolution 2015 Indice 1. Servizio Fax Server... 3 2. Tool Print and Fax... 4 2.1. Download Tool Print&Fax... 4 2.2. Setup e configurazione tool Print&Fax...

Dettagli

Manuale Backoffice. 1 Introduzione. 2 Attivazione del Backoffice

Manuale Backoffice. 1 Introduzione. 2 Attivazione del Backoffice Manuale Backoffice Indice 1 Introduzione... 1 2 Attivazione del Backoffice... 1 3 Impostazione di un agenda... 3 3.1 Modificare o creare un agenda... 3 3.2 Associare prestazioni a un agenda... 4 3.3 Abilitare

Dettagli

Corso su LINQ Lezione 16. Introduzione

Corso su LINQ Lezione 16. Introduzione LINQ to SQL Introduzione Con questa lezione introduciamo il flavor LINQ to SQL. Dopo aver visto quindi tutte le funzionalità e gli operatori di LINQ to Object, affronteremo ora la tematica riguardante

Dettagli

Introduzione allo sviluppo per SharePoint

Introduzione allo sviluppo per SharePoint Introduzione allo sviluppo per SharePoint Esercitazione pratica Manuale dell esercitazione SPCHOL303 - Utilizzo di un modello a oggetti client e dei servizi REST da un applicazione.net - C# Questo documento

Dettagli

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) ------------------------------------------------- GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)... 1 Installazione Billiards Counter... 2 Primo avvio e configurazione

Dettagli

Peripheral Interface Controller PIC MCU Families (Microchip)

Peripheral Interface Controller PIC MCU Families (Microchip) PIC Peripheral Interface Controller PIC MCU Families (Microchip) Parliamo di come programmeremo Hardware Microcontrollore PIC18Fxxx (452) ambiente di sviluppo software scrittura del codice Cross-compilatore

Dettagli

5.6.1 REPORT, ESPORTAZIONE DI DATI

5.6.1 REPORT, ESPORTAZIONE DI DATI 5.6 STAMPA In alcune circostanze può essere necessario riprodurre su carta i dati di tabelle o il risultato di ricerche; altre volte, invece, occorre esportare il risultato di una ricerca, o i dati memorizzati

Dettagli

Il desktop: scrivania informatica

Il desktop: scrivania informatica Il desktop: scrivania informatica Il desktop è la metafora della scrivania e gli elementi che vi troviamo ci sono familiari: la foto nella cornice il cestino lo scaffale contenente le cartelle dei nostri

Dettagli

Blue s One CTI Enterpris Blue s Attendant Pro/Enterprise SDK - plugin creating tools

Blue s One CTI Enterpris Blue s Attendant Pro/Enterprise SDK - plugin creating tools Blue s One CTI Enterpris Blue s Attendant Pro/Enterprise SDK - plugin creating tools rel. 1.2 ITA 01-06-2012 Introduzione alla creazione del plug-in Questo documento ha lo scopo di illustrare come creare

Dettagli

Progetto: ARPA Fonte Dati. ARPA Fonte Dati. Regione Toscana. Documentazione Database

Progetto: ARPA Fonte Dati. ARPA Fonte Dati. Regione Toscana. Documentazione Database ARPA Fonte Dati Regione Toscana 1 Redatto da L. Folchi (TAI) Rivisto da Approvato da Versione 1.0 Data emissione 08/10/13 Stato FINAL 2 Versione Data Descrizione 1,0 08/10/13 Versione Iniziale 3 Sommario

Dettagli

LEGGIMI UTENTE. versione 2013A

LEGGIMI UTENTE. versione 2013A LEGGIMI UTENTE versione 2013A NOVITA E-COMMERCE Nella versione 2013A sono state introdotte una serie di implementazioni grazie alle quali sarà ora possibile disporre all interno del proprio sito E-commerce

Dettagli

1.7.x template, stili e layout predefiniti s.bellandi@prismanet.com

1.7.x template, stili e layout predefiniti s.bellandi@prismanet.com Stefano Bellandi 1.7.x template, stili e layout predefiniti s.bellandi@prismanet.com L intervento ha una durata di circa 45 minuti dove affronteremo alla velocità della luce: introduzione ai template joomla1.7

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

Le query di raggruppamento

Le query di raggruppamento Le query di raggruppamento Le "Query di raggruppamento" sono delle Query di selezione che fanno uso delle "Funzioni di aggregazione" come la Somma, il Conteggio, il Massimo, il Minimo o la Media, per visualizzare

Dettagli

TEMPO X PRODURRE ARTICOLO QUANTITÀ LAVORAZIONE MACCHINA 1 PEZZO Taglio Seghetto 30 minuti. Tornitura Tornio 20 minuti

TEMPO X PRODURRE ARTICOLO QUANTITÀ LAVORAZIONE MACCHINA 1 PEZZO Taglio Seghetto 30 minuti. Tornitura Tornio 20 minuti PIANIFICAZIONE DELLA PRODUZIONE CON ACCESS E PROJECT 2007 In questo articolo esamineremo come una applicazione Access ed una applicazione Project 2007 possono interagire per creare un piano di produzione

Dettagli

Evolution 4 & ACUXDBC

Evolution 4 & ACUXDBC Anno 22 Numero 02 05 Giugno 2015 Evolution 4 & ACUXDBC Cosa è Acuxdbc AcuXDBC rappresenta la nuova generazione dell interfaccia ODBC ai file Vision e sostituisce l ormai obsoleto AcuODBC. Tramite l interfaccia

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

User Tools: DataBase Manager

User Tools: DataBase Manager Spazio di lavoro Per usare T-SQL Assistant selezionare il link Simple Query e spostare a piacere la piccola finestra dove un menu a tendina mostra i diversi comandi SQL selezionabili, il pulsante Preview

Dettagli

BIBLIO. Fabio Cannone Consulente Software. Settembre 2014. email : fabcanno@gmail.com - http://www.facebook.com/cannonefabioweb

BIBLIO. Fabio Cannone Consulente Software. Settembre 2014. email : fabcanno@gmail.com - http://www.facebook.com/cannonefabioweb Fabio Cannone Consulente Software Settembre 2014 email : fabcanno@gmail.com - http://www.facebook.com/cannonefabioweb BIBLIO è il software per la catalogazione e la gestione del prestito dei libri adottato

Dettagli

Microsoft Access. Microsoft Access

Microsoft Access. Microsoft Access Microsoft Access E. Tramontana E. Tramontana 1 Microsoft Access Un Database è una collezione di dati relazionati e strutturati MS Access è uno strumento per la gestione di Database Consente di archiviare

Dettagli

SCP - Scuola di Calcolo Parallelo - Scheduler per programmi paralleli. Mattia Sessolo I.T.I.S. V.Volterra San Donà di Piave

SCP - Scuola di Calcolo Parallelo - Scheduler per programmi paralleli. Mattia Sessolo I.T.I.S. V.Volterra San Donà di Piave SCP - Scuola di Calcolo Parallelo - Scheduler per programmi paralleli Mattia Sessolo I.T.I.S. V.Volterra San Donà di Piave 2006-2007 Introduzione Questo programma è stato ideato per facilitare e automatizzare

Dettagli

Gestione Risorse Umane Web Work-flow Selezione

Gestione Risorse Umane Web Work-flow Selezione Gestione Risorse Umane Web Work-flow Selezione Premessa... 2 Richieste di personale create con le precedenti versioni... 3 Configurazioni necessarie... 3 Particolarità... 3 Status delle richieste... 5

Dettagli

Esercizi di JavaScript

Esercizi di JavaScript Esercizi di JavaScript JavaScript JavaScript é un linguaggio di programmazione interpretato e leggero, creato dalla Netscape. E' presente a patire da Netscape 2 in tutti i browser ed é dunque il linguaggio

Dettagli

Indice generale. Ringraziamenti...xi. Introduzione...xv. Capitolo 1 Tweet di benvenuto in ios 6...1. Programmazione in ios...23

Indice generale. Ringraziamenti...xi. Introduzione...xv. Capitolo 1 Tweet di benvenuto in ios 6...1. Programmazione in ios...23 Ringraziamenti...xi Introduzione...xv Un nuovo inizio e nuove possibilità...xv Contenuto del libro...xvi Aspettative e requisiti tecnici...xvii Risorse online...xviii Al lavoro!...xviii Capitolo 1 Tweet

Dettagli

WEBGIS 1.0. Guida per l utente

WEBGIS 1.0. Guida per l utente WEBGIS 1.0 Guida per l utente SOMMARIO 1 INTRODUZIONE...3 2 FUNZIONALITA...4 2.1 Strumenti WebGIS... 4 2.1.1 Mappa... 5 2.1.2 Inquadramento mappa... 6 2.1.3 Toolbar... 7 2.1.4 Scala... 9 2.1.5 Legenda...

Dettagli

LEZIONE 3. Il pannello di amministrazione di Drupal, configurazione del sito

LEZIONE 3. Il pannello di amministrazione di Drupal, configurazione del sito LEZIONE 3 Il pannello di amministrazione di Drupal, configurazione del sito Figura 12 pannello di controllo di Drupal il back-end Come già descritto nella lezione precedente il pannello di amministrazione

Dettagli

Configurazione accesso proxy risorse per sistemi Microsoft Windows

Configurazione accesso proxy risorse per sistemi Microsoft Windows Configurazione accesso Proxy Risorse per sistemi Microsoft Windows (aggiornamento al 11.02.2015) Documento stampabile riassuntivo del servizio: la versione aggiornata è sempre quella pubblicata on line

Dettagli

Model Driven Software Development con Eclipse, StatechartUMC

Model Driven Software Development con Eclipse, StatechartUMC Model Driven Software Development con Eclipse, StatechartUMC Aldi Sulova Istituto di Scienza e Tecnologie dell Informazione A. Faedo - CNR Via G. Moruzzi 1, 56124 Pisa, Italy aldi.sulova@isti.cnr.it Abstract.

Dettagli

Gestione Manutenzioni Immobiliari. http://www.snt-fi.it

Gestione Manutenzioni Immobiliari. http://www.snt-fi.it Gestione Manutenzioni Immobiliari http://www.snt-fi.it Gestione Manutenzioni Immobiliari Software sviluppato da S&NT in tecnologia Microsoft.NET, dedicato agli amministratori di condominio per la gestione

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

Manuale utente Volta Control

Manuale utente Volta Control Manuale utente Volta Control www.satellitevolta.com 1 www.satellitevolta.com 2 Volta Control è un tool che permette la progettazione, l implementazione e la gestione di database Cassandra tramite interfaccia

Dettagli

Introduzione... 4 Funzionalità... 5 Requisiti tecnologici... 17 Orari di disponibilità del servizio... 18

Introduzione... 4 Funzionalità... 5 Requisiti tecnologici... 17 Orari di disponibilità del servizio... 18 MIFID PTTS Post-Trade Transparency Service Manuale utente V 1.4 Luglio 2012 Indice 1 Introduzione... 4 2 Funzionalità... 5 2.1 Login e cambio della lingua... 6 2.2 Inserimento dei report OTC... 6 2.2.1

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Basi di dati Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Impostazione di un database Query,maschere,report Informatica - 2006-2007

Dettagli

LA GESTIONE DEI VEICOLI AZIENDALI CON MICROSOFT OUTLOOK

LA GESTIONE DEI VEICOLI AZIENDALI CON MICROSOFT OUTLOOK LA GESTIONE DEI VEICOLI AZIENDALI CON MICROSOFT OUTLOOK 1. PREMESSA Microsoft Outlook è un programma destinato alla gestione di informazioni relative ai contatti aziendali, alle attività da svolgere ed

Dettagli

Modulo Internet IP100. (cod. PXDIP10) Manuale utente. Distribuzione apparecchiature sicurezza

Modulo Internet IP100. (cod. PXDIP10) Manuale utente. Distribuzione apparecchiature sicurezza Modulo Internet IP100 (cod. PXDIP10) Manuale utente Distribuzione apparecchiature sicurezza 2 Introduzione Il modulo internet IP100 è un modulo di comunicazione su Internet che Vi permette di controllare

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

Manuale servizio Webmail. Introduzione alle Webmail...2 Webmail classica (SquirrelMail)...3 Webmail nuova (RoundCube)...8

Manuale servizio Webmail. Introduzione alle Webmail...2 Webmail classica (SquirrelMail)...3 Webmail nuova (RoundCube)...8 Manuale servizio Webmail Introduzione alle Webmail...2 Webmail classica (SquirrelMail)...3 Webmail nuova (RoundCube)...8 Introduzione alle Webmail Una Webmail è un sistema molto comodo per consultare la

Dettagli

Monitor Orientamento. Manuale Utente

Monitor Orientamento. Manuale Utente Monitor Orientamento Manuale Utente 1 Indice 1 Accesso al portale... 3 2 Trattamento dei dati personali... 4 3 Home Page... 5 4 Monitor... 5 4.1 Raggruppamento e ordinamento dati... 6 4.2 Esportazione...

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Form Editor. Dove NomeProfilo è personalizzabile.

Form Editor. Dove NomeProfilo è personalizzabile. Form Editor Il tema permette di generare automaticamente dei moduli per la raccolta di dati in tre semplici step: 1. Si crea una tabella nel database per la raccolta dei dati. Per la creazione si parte

Dettagli

MDAC. Attualmente la versione disponibile di MDAC è la 2.8 ma faremo riferimento alla 2.6. ADO Active Data Objects ADO OLE DB ODBC

MDAC. Attualmente la versione disponibile di MDAC è la 2.8 ma faremo riferimento alla 2.6. ADO Active Data Objects ADO OLE DB ODBC MDAC MDAC è l acronimo di Microsoft Data Access Component e fa parte della tecnologia Microsoft denominata Universal Data Access (UDA). Mette a disposizione una serie di componenti per l accesso a svariate

Dettagli

GNred Ver1.5 Manuale utenti

GNred Ver1.5 Manuale utenti GNred Ver1.5 Manuale utenti [ultima modifica 09.06.06] 1 Introduzione... 2 1.1 Cos è un CMS?... 2 1.2 Il CMS GNred... 2 1.2.1 Concetti di base del CMS GNred... 3 1.2.2 Workflow... 3 1.2.3 Moduli di base...

Dettagli

L amministratore di dominio

L amministratore di dominio L amministratore di dominio Netbuilder consente ai suoi clienti di gestire autonomamente le caselle del proprio dominio nel rispetto dei vincoli contrattuali. Ciò è reso possibile dall esistenza di un

Dettagli

HORIZON SQL MODULO AGENDA

HORIZON SQL MODULO AGENDA 1-1/11 HORIZON SQL MODULO AGENDA 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni Generali... 1-2 Inserimento Appuntamento... 1-2 Inserimento Manuale... 1-2 Inserimento Manuale con Seleziona... 1-3 Inserimento con

Dettagli

BACKUP APPLIANCE. User guide Rev 1.0

BACKUP APPLIANCE. User guide Rev 1.0 BACKUP APPLIANCE User guide Rev 1.0 1.1 Connessione dell apparato... 2 1.2 Primo accesso all appliance... 2 1.3 Configurazione parametri di rete... 4 1.4 Configurazione Server di posta in uscita... 5 1.5

Dettagli

Il calendario di Windows Vista

Il calendario di Windows Vista Il calendario di Windows Vista Una delle novità introdotte in Windows Vista è il Calendario di Windows, un programma utilissimo per la gestione degli appuntamenti, delle ricorrenze e delle attività lavorative

Dettagli

Riccardo Dutto, Paolo Garza Politecnico di Torino. Riccardo Dutto, Paolo Garza Politecnico di Torino

Riccardo Dutto, Paolo Garza Politecnico di Torino. Riccardo Dutto, Paolo Garza Politecnico di Torino Integration Services Project SQL Server 2005 Integration Services Permette di gestire tutti i processi di ETL Basato sui progetti di Business Intelligence di tipo Integration services Project SQL Server

Dettagli

Rev. 1.0.0 Promax srl

Rev. 1.0.0 Promax srl www.promax.it Le informazioni contenute nel manuale sono solo a scopo informativo e possono subire variazioni senza preavviso e non devono essere intese con alcun impegno da parte di Promax srl. Promax

Dettagli

1. I database. La schermata di avvio di Access

1. I database. La schermata di avvio di Access 7 Microsoft Access 1. I database Con il termine database (o base di dati) si intende una raccolta organizzata di dati, strutturati in maniera tale che, effettuandovi operazioni di vario tipo (inserimento

Dettagli

Guida all'uso del CMS (Content Management System, Sistema di Gestione dei Contenuti)

Guida all'uso del CMS (Content Management System, Sistema di Gestione dei Contenuti) GUIDE Sa.Sol. Desk: Rete Telematica tra le Associazioni di Volontariato della Sardegna Guida all'uso del CMS (Content Management System, Sistema di Gestione dei Contenuti) Argomento Descrizione Gestione

Dettagli

Pratica guidata 10. Attivare misura di sicurezza per il computer. Microsoft Security Essentials e il Firewall di Windows 7

Pratica guidata 10. Attivare misura di sicurezza per il computer. Microsoft Security Essentials e il Firewall di Windows 7 Pratica guidata 10 Attivare misura di sicurezza per il computer Microsoft Security Essentials e il Firewall di Windows 7 Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia

Dettagli

ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA

ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA REGISTRARSI AL SITO ALTERVISTA, PER OTTENERE SPAZIO WEB GRATUITO o Andare sul sito it.altervista.org o Nel riquadro al centro, scrivere

Dettagli

SDLXLIFF in Word. Revisionare file SDLXLIFF in MS Word. Guida

SDLXLIFF in Word. Revisionare file SDLXLIFF in MS Word. Guida SDLXLIFF in Word Revisionare file SDLXLIFF in MS Word Guida Autore Klaus Kurre, kurre@loctimize.com Stampa 8 agosto 2011 Copyright 2011 Loctimize GmbH Questo documento è di proprietà della Loctimize GmbH,

Dettagli

GESTIONE INCASSI SAGRA. Ver. 2.21

GESTIONE INCASSI SAGRA. Ver. 2.21 GESTIONE INCASSI SAGRA Ver. 2.21 Manuale d installazione e d uso - aggiornamento della struttura del database - gestione delle quantità per ogni singolo articolo, con disattivazione automatica dell articolo,

Dettagli

GUIDA OPERATIVA CGM MEF. 1 of 11. EFFEPIEFFE Srl www.effepieffe.it

GUIDA OPERATIVA CGM MEF. 1 of 11. EFFEPIEFFE Srl www.effepieffe.it GUIDA OPERATIVA CGM MEF 1 of 11 Sommario 1 INSTALLAZIONE... 3 1.1 Aver installato FPF MEF... 3 1.2 Essere in possesso dell ultima versione di FPF... 3 2 CONFIGURAZIONE... 5 2.1 Azzeramento delle ricette

Dettagli

Esercizio data base "Biblioteca"

Esercizio data base Biblioteca Rocco Sergi Esercizio data base "Biblioteca" Database 2: Biblioteca Testo dell esercizio Si vuole realizzare una base dati per la gestione di una biblioteca. La base dati conterrà tutte le informazioni

Dettagli

Progetto NoiPA per la gestione giuridicoeconomica del personale delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario della Regione Lazio

Progetto NoiPA per la gestione giuridicoeconomica del personale delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario della Regione Lazio Progetto NoiPA per la gestione giuridicoeconomica del personale delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario della Regione Lazio Pillola operativa Integrazione Generazione Dettagli Contabili INFORMAZIONI

Dettagli

Sistema Accordo Pagamenti

Sistema Accordo Pagamenti Sistema Accordo Pagamenti - Manuale di configurazione Impostazioni di Sicurezza di Internet Explorer (V.8)- Versione del 30 Marzo 2011 Indice Sistema Accordo Pagamenti... 1 Indice... 2 1 Introduzione...

Dettagli