ANNUAL REPORT OSPEDALI GALLIERA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANNUAL REPORT OSPEDALI GALLIERA"

Transcript

1 ANNUAL REPORT OSPEDALI GALLIERA 2014 GENOVA

2 ANNUAL REPORT OSPEDALI GALLIERA 2014

3 Responsabile del progetto: Gian Andrea Rollandi Coordinamento del progetto: Alessandra Argusti Progetto grafico ed elaborazione dati: Francesco Bosio Fotografie: Domenico Carratta e Alessandro Paltrinieri F Foto del Cardinale Angelo Bagnasco Carlevaro Digital Photo S.r.l.

4 Sono lieto di accompagnare alla stampa l'edizione 2014 del Annual Report degli Ospedali Galliera. Nella mia veste di Presidente dell'ente Ospedaliero ho potuto rilevare la competenza e lo spirito di servizio di tutti gli operatori, a cui va il mio sincero ringraziamento per l'importante lavoro svolto, con professionalità e umiltà a favore delle persone più fragili: i malati. L'ospedale, già con la sua Fondatrice, la Duchessa di Galliera, ha voluto unire le competenze connesse alle migliori tecniche assistenziali con la costante e continua attività di ricerca. Oggi questo spirito si persona malata e della sua famiglia, secondo l'ispirazione cristiana che l'aveva guidato. Oggi, vogliamo restare fedeli a quella istituzione e preservare l'impegno a servire la comunità genovese e tutti coloro che ne manifestano la necessità. Con ciò ci vogliamo impegnare come garanti del rispetto dell'inviolabilità della dignità della persona soprattutto nei momenti di maggior difficoltà e fragilità, desiderosi di trasferire con una prossimità sensibile e gentile la nostra operosità e competenza. Angelo Cardinale Bagnasco Arcivescovo di Genova

5

6 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AL 31/12/2014 Sua Eminenza Rev.ma Cardinale Angelo Bagnasco Arcivescovo di Genova Prefetto Giuseppe Romano Consiglieri Prof. Avv. Piergiorgio Alberti Dott. Andrea Iunca Dott. Pietro Pongiglione Dott. Ing. Ugo Salerno Dott. Ing. Lorenzo Serra Dott. Ing. Paolo Veardo Dott. Ing. Giuseppe Zampini Presidente Vice Presidente

7

8 Il Galliera nel presentare l'annual Report 2014 supera il decennale della pubblicazione. Ciò rappresenta un segnale non solo di stabilità dell'attività di ricerca ma nella comunità clinico-assistenziale e amministrativo-gestionale dell'ospedale. La congiuntura economica sfavorevole degli ultimi anni è stata ancora genialità di tanti operatori che con sacrificio hanno permesso il raggiungimento di un risultato che non si esprime solo in numeri (oltre 172 pubblicazioni, con un Impact Factor normalizzato pari a 449,9) ma bensì anche con la certezza che l'attività di assistenza è migliore laddove si fa ricerca. Proprio per mantenere fede a tale impegno, la Direzione continuerà a sostenere e promuovere tutte le attività e iniziative connesse alla ricerca, visti sia i risultati raggiunti, ma soprattutto la tenacia e il grande impegno che si sta prendo nuovi scenari. Nel ringraziare tutti coloro che con il loro lavoro hanno permesso la pubblicazione dell'annual Report 2014, mi consentirete di voler esprimere la mia gratitudine a tutti gli operatori che direttamente o indirettamente rendono possib comunità genovese e ligure. dott. Adriano Lagostena Direttore Generale

9 Coordinatore scientifico dott. Gian Andrea Rollandi Ufficio del Coordinatore scientifico Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Genova Specializzazione in Radiologia Università di Genova Ricercatore Confermato Università di Genova Dal 1997 Direttore S.C. 2 Servizio di Radiologia Ospedale San Martino. Dal 2005 Direttore S.C. Radiodiagnostica E.O. Ospedali Galliera. Dal 2006 Direttore del Dipartimento Area Radiologica dell'ente. Dal 2004 al 2008 Presidente della Sezione di Studio di Radiologia Addominale e Gastroenterologica della SIRM (Società Italiana di Radiologia Medica). Dal dicembre 2008 Presidente della Sezione Ligure della SIRM (Società Italiana di Radiologia Medica). Delegato rappresentante italiano all'esgar (Società Europea di Radiologia Addominale e Gastrointestinale). Dal primo gennaio coordinatore scientifico Gian Andrea Rollandi LO STAFF Biblioteca medica Francesco Bosio Segreteria coordinamento Daniela Diazzi Servizio fotografico Domenico Carratta Alessandro Paltrinieri Supporto scientifico Alessandra Argusti Daniela Branchi Tiziana Chiossone Cristina Palmieri Cristina Peri Matteo Puntoni Enrica Rivitti Adelaide Sita L del Coordinatore Scientifico - istituito con deliberazione n. 34 del ha, in particolare, il compito di svolgere le seguenti attività: coordinare l attività scientifica di ricerca dell Ente; curare la stesura del Piano annuale della ricerca dell Ente, derivante dalle indicazioni del Consiglio di Amministrazione; redigere il Rendiconto annuale della ricerca (Annual Report); predisporre la documentazione necessaria alla presentazione di progetti di ricerca, avvalendosi della collaborazione delle competenti strutture dell Ente; collaborare con la Direzione dell Ente alla predisposizione del Piano della formazione; mantenere in collaborazione e d intesa con la Direzione dell Ente i contatti con i competenti Ministeri, con la Regione, con le istituzioni di ricerca, nazionali ed interregionali (quali Università, IRCCS, Istituti di ricerca); predisporre su richiesta del Consiglio di Amministrazione e/o del Direttore Generale specifiche relazioni anche su tematiche con ampio impatto socio-economico ed etico morale, avvalendosi anche di specifiche professionalità; relazione sanitaria annuale, fornendo allo stesso tutti gli elementi utili ricadenti sulla pratica assistenziale in tutte le sue componenti (prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione). 8

10 Coordinatore scientifico dott. Gian Andrea Rollandi Ufficio del Coordinatore scientifico The Office of the Scientific Coordinator - instituted with resolution no. 34 dated Sept. 29, has the specific duty to undertake the following: Coordinate the scientific research work of the hospital Attend to the drafting of the hospital s annual research program, as provided for by the Board of Directors Draft the Annual Report on research performed Make available all documentation required for the presentation of research projects, making use of the cooperation of the pertinent divisions of the hospital Cooperate with hospital management in the preparation of the training program Maintain contacts, together with hospital management, with the competent ministries, Regional Authorities and national and regional research institutes (e.g., universities, IRCCS, research centres, etc.) Prepare, upon request of the Board of Directors and/or the General Manager, specific reports also on topics of broad socio-economic and/or ethical or moral impact, whilst also making use of specific professional figures Cooperate with the Hospital Health Care Director on the drafting of the annual health care report, providing all of the elements useful for the identification of real changes arising from research, which may be applied practically to health care in all of its aspects (prevention, diagnosis, cure and rehabilitation) Sintesi Attività Scientifica 2014 Duchessa ampliamente validato nel integrazione fra clinica e ricerca. La ricerca clinica, se è orientata al paziente, è uno dei momenti traslazionali più ricerca trasl biomolecolare pre-clinico al paziente. Seguendo i principi innovativi della Duchessa di Galliera si può affermare interrotta pur incontrando nel tempo periodi scientifica del Galliera che, lentamente ma progressivamente, è diventata quantitativamente rilevante e qualitativamente importante, testimonianza obiettiva di un grande impegno scientifico sia nella ricerca di laboratorio che in quella cli fra gli obiettivi strategici, lo sviluppo continuo dei contenuti scientifici e clinici delle prestazioni sanitarie, lo sviluppo della ricerca clinica e il trasferimento dei risultati nelle prestazioni sanitarie. oltre ad individuare gli indirizzi generali della ricerca, ha il compito di promuovere e incentivare la produttività scientifica e la Un ulteriore impulso alla rice quale possono partecipare i ricercatori dell'ente presentando un loro originale progetto di ricerca. I progetti sono valutati dal Comitato Scientifico che formula una graduatoria in base alla quale vengono assegnati i finanziamenti ne del fondo ha prodotto un deciso miglioramento della qualità dei progetti presentati dal 2006 ad oggi, sia in termini di rigore metodologico che in termini di originalità degli obiettivi, con oltre 50 progetti finanziati ad oggi. Alla creazione del Comitato Scientifico ha fatto seguito la pubblicazione di un Annual Report, quest'anno giunto alla 11 edizione, settori, Gestionale e Sanitario, che rispecchiano afferenti a diversi dipartimenti classificati secondo il modello assistenziale per intensità di cure: Livello 1 - Alta intensità di cure: dipartimento: area delle terapie intensive. Livello 2 Chirurgico - media intensità di cure: dipartimento: area di chirurgia addominale; dipartimento: area delle chirurgie specialistiche. Livello 2 Medico - media intensità di cure: dipartimento: area di medicina; dipartimento: area materno infantile. Livello 3 Area delle fragilità: dipartimento: area di ortogeriatria, riabilitazione e stabilizzazione. Area dei servizi: dipartimento: area delle scienze genetiche e IBMDR; dipartimento: area dei laboratori e servizi dipartimento: area della diagnostica per immagini. 9

11 Coordinatore scientifico dott. Gian Andrea Rollandi Ufficio del Coordinatore scientifico Annual Report consultazione e accessibile sia a chi desideri avere una visione generale delle linee di ricerca istituzionali, sia a chi ricerchi informazioni più dettagliate su particolari argomenti. Annual Report iute di anno in anno a partire dalla costituzione del comitato stesso. Il lavoro di promozione delle conoscenze scientifiche sostenuto dal Comitato Scientifico ha permesso, oltre ad una evidente crescita dei programmi cooperativi europei ed extra-europei, quintuplicato, passando da 32 nel 2003 a 172 nel 2014 o per valutare la produttività scientifica, è passato da 64 nel 2003 a 449 nel 2014 (Fig. 2). Tale incremento avvalora ancor di più la speranza che il Galliera arrivi a competere con centri di riferimento per studi di natura multicentrica sia a livello nazionale che internazionale. Figura 1: Figura 2:

12 Comitato scientifico LE FUNZIONI DEL COMITATO SCIENTIFICO Elabora indirizzi generali per la predisposizione di linee di ricerca in ambito di linee strategiche Promuove e stimola la ricerca attraverso il reperimento di finanziamenti pubblici e privati Promuove e favorisce rganizzazione di eventi a contenuto scientifico. Promuove ed incentiva la pubblicazione di ricerche scientifiche su riviste nazionali ed internazionali Cura i rapporti con il Ministero della Salute e con altri enti pubblici e privati nazionali ed esteri Predispone il rapporto annuale sullo stato di avanzamento dei programmi di ricerca e sulle prospettive strategiche di sviluppo di attività scientifiche per le varie aree cliniche SCIENTIFIC COMMITTEE FUNCTIONS Shall develop general research guidelines for the hospital within its strategic objectives Promote and stimulate research by way of both public and private fundraising Promote and facilitate organisation of events of scientific interest Promote and motivate publication of scientific research in national and international publications Attend to relations with the Health Ministry and other national and international public and private institutions Draft the annual report on the progress of research programmes and on strategic prospects for development of scientific work in the different clinical areas I componenti del Comitato Scientifico Gian Andrea Rollandi Coordinatore Scientifico Direttore Struttura complessa Radiodiagnostica Roberto Bandelloni Direttore Dipartimento dei Laboratori e Servizi Giuseppe Catrambone Già Direttore Struttura complessa Chirurgia toraco mediastinica Domenico Coviello Direttore Struttura complessa Laboratorio di genetica umana Andrea De Censi Direttore Struttura complessa Oncologia medica Luciano Grasso Direttore Amministrativo Filippo Grillo Ruggieri Direttore Dipartimento Area Radiologica Paolo Spirito Direttore Struttura complessa Cardiologia Roberto Tramalloni Direttore Sanitario Isabella Cevasco Dirigente responsabile Ufficio struttura delle professioni sanitarie Tiziano Zanin Collaboratore professionale sanitario esperto 11

13 4 dott.ssa Alessandra Argusti Laurea in Scienze Biologiche Università di Genova Specializzazione Genetica Medica Università di Genova Hospital di Londra. Dal 1990 al 2003 genetista presso S.C. Laboratorio Genetica Umana E.O. Ospedali Galliera. Nel 2004 contratto per il Ufficio Sviluppo Risorse Finanziarie E.O. Ospedali Galliera. Dal gennaio 2000 al giugno 2002 consulente genetista per il Comitato Promotore Telethon. Dal luglio 2004 al 2007 consulente genetista S.C. Oncologia Medica e Preventiva E.O. Ospedali Galliera al Ufficio stampa Direzione generale Dirigente dott.ssa Elisa Nerva Laurea in Scienze Politiche conseguita presso l'università di Genova. Iscrizione all'albo nazionale dell'ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Socio professionista della FERPI Federazione Relazioni Pubbliche Italiana. Responsabile dell'ufficio Stampa dell'e.o. Ospedali Galliera dal settembre 2009, attività svolta in precedenza come consulente. Ha ricoperto incarichi di addetto stampa, consulente per la comunicazione istituzionale e responsabile relazioni esterne per società ed enti. Attività della struttura L'Ufficio Stampa aziendale cura i collegamenti con gli organi di informazione (agenzie di stampa, quotidiani, periodici, testate giornalistiche on-line, televisioni, web tv, radio, new media) assicurando il massimo grado di trasparenza, chiarezza e tempestività delle informazioni per la diffusione di notizie. Promuove l'attività clinica, assistenziale e di ricerca svolta dall'ospedale, risponde alle richieste di notizie o approfondimenti per servizi giornalistici su argomenti sanitari e per attività relative all'ente. Si occupa di sviluppare iniziative editoriali -anche digitali- finalizzate alla promozione della Salute. Garantisce alla cittadinanza informazioni sui servizi erogati e sull'attività della struttura. Nel 2013 ha avviato con la S.C. Informatica e Telecomunicazioni una collaborazione per la realizzazione di prodotti multimediali: Pillole di Salute, video-consigli degli specialisti; Galliera News 2.0, magazine su Salute e benessere; Canale YouTube Galliera News; Newsletter; Area Salute e benessere sul sito - esempio concreto di come si dovrebbero utilizzare gli strumenti e i canali digitali per rendere più semplice, fruibile e parlante il rap The Press Office liaises with the media (press agencies, newspapers, magazines, newspapers online, television, web TV, radio, new media) ensuring transparency, clarity and timeliness of information for the dissemination of news. It promotes the clinical activity, welfare and research carried out from the hospital, responding to requests for information or insights to news reports on health topics and activities related to the hospital. The office develops editorial initiatives, also digitally, to promote health and guarantees to the citizenship information on the services provided and the activities. In 2013 a collaboration with the Unit of Information and Communication Technology was started for the realization of the following multimedia products: - - ollowing motivation "A concrete example of how you should use the tools and digital channels to make it easy, accessible and meaningful the relationship between healthcare and assisted". The functions Press Office are governed by Art. 9 of L.150 / 2000 on the "Regulation of the activities of information and communic STAFF Alice Gris

14 Direzione Generale Direttore Generale dott. Adriano Lagostena Direzione Generale Segreteria di direzione Dipartimento di Staff Direttore dipartimento dott. Marco Esposto Centro Innovazione e sviluppo S.C. Controllo di gestione S.C. Informatica e telecomunicazioni S.S.C. Applicazione e flussi S.S.C. Infrastrutture e sistemi S.C. Prevenzione e protezione S.C. Qualità e comunicazione U.R.P. Ufficio Relazioni con il Pubblico 13

15 Segreteria di direzione Direzione generale A Segreteria generale del Consiglio di Amministrazione Gestione dei flussi documentali e loro conservazione Rappresentanza, cerimoniale e tenuta del patrimonio mobiliare storico. A tali funzioni corrispondono le attività di: redazione dei verbali del Consiglio di Amministrazione e del Collegio di Direzione a cura del responsabile; segreteria del Presidente, Vice Presidente, del Consiglio di Amministrazione, del Direttore Generale e del Collegio Sindacale; gestione del Protocollo Generale, e, contestualmente, coordinamento, supporto e supervisione degli utenti abilitati del sistema Archidoc; rogetto Lean G.E.N.O.V.A. e di nuove iniziative; inventario, tenuta e conservazione dei beni costituenti il patrimonio storico mobiliare; gestione di alcune attività di rappresentanza e cerimoniale, ivi comprese le visite guidate al patrimonio storico The Executive Secretariat performs the following functions: General Secretariat of the Board of Directors Management of document flows and their conservation Representation, ceremonial and historical heritage preservation Main functions correspond to the following activities: Preparing the minutes of the Board of Directors and the Management Bureau; Secretariat of the President, Vice President, Board of Directors, General Director and Board of Auditors; Management of the general Protocol (duty office register), coordination, support and supervision of authorized users of the Archidoc system; Archive management (current, deposit and historical); Secretarial support to working groups within the project Lean GENOVA and new initiatives; Inventory, holding and storage of historical hospital heritage; Management of representative and ceremonial activities, including guided tours of the historic and artistic wealth of the Hospital.

16 Dipartimento di Staff Direttore dott. Marco Esposto Laurea in Economia e Commercio indirizzo economico-aziendale Università di Genova. Corsi di formazione in: SDA Bocconi (Balanced Scorecard e indicatori di performance in sanità, Budget & sistemi di programmazione e controllo in sanità I e II, Collaborare per competere: il benchmarking nelle aziende sanitarie), CEGOS (Analisi e controllo costi), Scuola di Management e Innovazione per la Sanità-Politecnico di Milano (Marketing e comunicazione in sanità), ISVOR-FIAT (Gestione delle risorse umane) inserito presso aziende multinazionali nei settori del commercio, della consulenza aziendale, delle assicurazioni, dei trasporti e logistica; Istituto Scientifico di Montescano (PV) I.R.C.C.S. della Fondazione Salvatore Maugeri di Pavia: Responsabile Amministrativo, Segretario del Comitato Tecnico Scientifico, Componente del Servizio Prevenzione e Protezione dal 1996; Dirigente amministrativo dal 2000; membro del Comitato di Gestione dal Da ottobre 2006 dirigente responsabile della S.C. Controllo di gestione dell'e.o. Ospedali Galliera; da gennaio 2007 coordinatore dello Staff della Direzione Generale; da agosto 2010 direttore del Dipartimento di Staff della Direzione Generale. Da febbraio 2014 dirigente responsabile della S.C. Macroarea amministrativa della Direzione Sanitaria e del Centro Innovazione & Sviluppo nell'ambito dello Staff della Direzione Generale. Il Dipartimento supporta le attività del Direttore Generale per lo svolgimento delle funzioni di carattere trasversale alle Direzioni, ai Dipartimenti, alle Strutture amministrative e sanitarie attraverso le Strutture organizzative a livello. The Staff Department supports the activities of the Director General to carry out cross functions of departments and administrative and health structures through the organizational structures within the Unit. dirigente responsabile Marco Esposto Centro Innovazione & sviluppo dirigente responsabile Marco Esposto S.C. Controllo di gestione dirigente responsabile Paola Giunciuglio S.C. Informatica e Telecomunicazioni dirigente responsabile Carlo Berutti Bergotto S.S.C. Applicazioni e flussi dirigente Francesco Zanella S.S.C. Automazione Centro Innovazione e Sviluppo Dirigente responsabile dott. Marco Esposto Direzione Generale, è istituito quale unità di ricerca, di progettazione e di sviluppo, quale laboratorio di studio, di sperimentazione di simulazione, di test di progetti di innovazione e sviluppo gestionale, organizzativo e tecnologico dell'ente il quale, per mezzo di agili formazioni ad hoc per ogni singolo progetto (task force) costituite di tutte le professionalità trasversalmente disponibili nell'ente, fornisca per ogni progetto analizzato le modalità per la sua implementazione e per la sua verifica. S.S.C. Infrastrutture e sistemi dirigente Marco De Benedetto S.C. Prevenzione e protezione dirigente responsabile Giacomo Montecucco S.C. Qualità e comunicazione dirigente responsabile Simone Canepa Ufficio relazioni con il pubblico (URP) dirigente Micaela Pagliano The "Innovation & Development Center", as part of the Staff Department of the General Director, is hereby established as a research unit, aimed to design innovative activities and to develop simulation testing, to carry out organizational, technological and management projects, which, by means of little teams tailored to each individual project (task Forces) consisting of professionals available in the hospital, will provide, for each project, the way for the its implementation and its verification. STAFF Carlotta Patrone 15

17 S.C. Controllo di gestione Dirigente responsabile dott.ssa Paola Giunciuglio Dirigente reponsabile Paola Giunciuglio LO STAFF Coadiutore amministrativo esperto Laura Aufiero Alessio Fabbri Laurea in Scienze Politiche ad indirizzo politico- Studi di Genova nel 1992, Master in Gestione dei Servizi Sanitari presso la Scuola di Formazione Aziendale SOGEA nel Collaborazioni presso società di servizi nel 1992 e Dal 1994 al 99 inserita continuativamente con borse di studio e contratti a tempo determinato presso i servizi Affari del Personale dell'istituto Gaslini e dell'asl 3 Genovese, con esperienza semestrale nel 1996 presso primaria società di consulenza aziendale specializzata in programmi di prosecuzione di carriera. Nel 1999 assunta come collaboratore amministrativo a tempo indeterminato presso l'ente; fino al 2009 presso la S.C. Controllo di Gestione (con incarichi dirigenziali dal 2003 al 2007); dal 2009 presso la S.C. Approvvigionamento e Gestione Risorse (con incarico dirigenziale dal 2010); dal 2010 a febbraio 2014 dirigente responsabile della S.S. Gare e Contratti, articolazione della S.C. Approvvigionamento e Gestione Risorse; da febbraio 2014 dirigente responsabile della S.C. Controllo di Gestione. Attività della struttura La necessità di razionalizzare la spesa del SSN per una sua più etica redistribuzione orientata a efficienza ed efficacia rende il ruolo della struttura sempre più critico per gli organi di governo dell articola gli obiettivi aziendali e crea le condizioni informative per garantirne il perseguimento orientando verso il perseguimento degli obiettivi (efficacia gestionale) mediante il miglior impiego possibile delle risorse (efficienza); ha inoltre consolidato un complesso sistema di Contabilità Analitica per centri di responsabilità/costo e, su questa base, ampliato l'analisi introducendo anche un sistema che applica la tecnica dell'activity Based Costing (ABC). ueste metodologie nella negoziazione e monitoraggio di budget rappresenta un mirata alla misurazione delle risorse impiegate a favore del paziente verso il quale va orientato il complesso delle attività sanitarie. Ciò permette di disporre di informazioni gestionali per ogni struttura costantemente aggiornate e di uno strumento di programmazione e previsione. Attraverso un portale gestionale intranet si può accedere a cruscotti gestionali dinamici, a report della attività produttiva, dei costi di magazzino, dei conti di contabilità analitica per centro di responsabilità, delle performance di struttura secondo la logica OLAP (On-Line Analytical Processing). Tutto ciò nell'intento di superare logiche esclusivamente legate al mero controllo della spesa mirando al controllo dei costi delle attività cercando di allocare verso quelle stesse attività, nel modo più efficiente possibile, le risorse disponibili. Le attività del Controllo di Gestione si articolano per: gestire ed implementare il processo di definizione degli obiettivi di budget e la sua negoziazione entro l'anno precedente a quello di competenza ed attivare, in corso d'esercizio, il conseguente processo di monitoraggio; analizzare le modalità in cui si realizzano le attività e rendere coerenti i centri di responsabilità/costo della contabilità analitica con struttura organizzativa e funzionale, al fine di consolidare la base informativa su cui si fonda l'activity Based Costing (ABC); assolvere il debito informativo regionale di competenza; supportare le richieste informative dei dipartimenti e delle strutture per contribuire a migliorarne l'efficacia gestionale attraverso il contributo di strumenti informativi OLAP che restituiscono dati di attività, risultati economici e di performance attraverso cruscotti gestionali dinamici e report costantemente pubblicati sul portale intranet aziendale. The Unit articulated business objectives and create the conditions for ensuring the pursuit (management effectiveness) through the best use of resources (efficiency); it has also established a complex system of Cost Accounting for responsibility centers / cost and, on this basis, expanded the analysis by introducing a system that applies the technique of Activity Based Costing (ABC). These methodologies in the negotiation and monitoring of budget represent an evolution aimed at measuring the resources used for the benefit of the patient who has to be the main object of the health activities. This enables the provision of constantly updated management information for each structure and a tool for planning and forecasting. Through a dedicated portal in intranet one can access to the dynamic management dashboards, to reports of the production activity, the cost of inventory, accounts of analytical accounting for the center of responsibility, the performance of the structure according to the methods of the "On-Line Analytical Processing". All this efforts aim to overcome the mere expenditure control, to point at the cost control activities trying to allocate to those same activities, as efficiently as possible, the resources available. The activities of management control are the following: Manage and implement the process of setting budget targets and its negotiation within the year prior to that of competence and activate, during the year, the monitoring process; Analyze the manner in which the assets are realized and bringing coherence to the responsibility centers / cost accounting with organizational and functional structure, in order to consolidate the information base on which rests the Activity Based Costing (ABC); Honor a debt of regional information competence; Support the information requirements of the departments and structures Entity to help improve its management efficiency through the contribution of information tools that return OLAP data activities, financial results and performance through management dashboards and reports continuously published on the intranet portal.

18 S.C. Informatica e telecomunicazioni Dirigente responsabile dott. Carlo Berutti Bergotto Laurea in Economia e Commercio ad indirizzo economico aziendale Università di commercialista. Diploma di perfezionamento post-laurea Executive in Gestione - MIP Politecnico di Milano. Dal 1991 analista collaboratore Ospedali Galliera. Responsabile privacy per i trattamenti informatici e sicurezza logica e fisica delle banche dati facenti capo al sistema informatico centrale IBMDR dal Componente del collegio tecnico per la valutazione del personale dirigente della S.C. Sistema informativo aziendale ST. procedimento tessera sanitaria (art.50); del monitoraggio delle convenzioni MEF - CONSIP; dei Gruppi di Lavoro SIIR n. 3 (L.R. 42/2006) per lo Sviluppo Sanità Elettronica. Partecipazione all'advisory Board del School of Management del Politecnico di Milano. Partecipazione all'osservatorio sulla sanità Università degli Studi di Milano - Dipartimento di Scienze Economiche Aziendali e Statistiche e Scuola di specializzazione di Igiene e Medicina preventiva. Componente UGR aziendale (Unità di Gestione del Rischio clinico). Attività della struttura La struttura fornisce i servizi di Information Communications Technology (ICT) aziendali che comprendono: analisi organizzativo/funzionale; approntamento dell ambiente sistemistico; indicazioni logistico/organizzative; sviluppo di software di supporto, analisi, verifica e test di software sviluppato da terzi; gestione dell infrastruttura di comunicazione (fonia, immagini e dati); gestione dei contratti relativi ai servizi telefonici e collegamento dati, nonché ai servizi postali e telegrafici erogati mediante flusso telematico; istruzione delle richieste di nuove dotazioni hardware e software e gestione dei contratti e convenzioni Consip di competenza; assistenza tecnica relativa alle risorse informatiche e di telecomunicazione assegnate agli utenti; assistenza di primo livello all utilizzo dei sistemi operativi e dei software di produttività aziendale; sicurezza informatica e dematerializzazione documentale (firma digitale ed archiviazione sostitutiva); tutela dei dati trattati con strumenti elettronici ai sensi della vigente normativa sulla privacy; gestione della formazione di competenza. This unit supplies corporate Information Communications Technology (ICT) services including: organizational/functional analyses; systems environment preparation; logistics/organizational guidelines; support software development, analyses, third party software testing and verification; communications infrastructure management (telecommunications, images and data); management of contracts with telecommunications and data providers as well as postal and telegraph services using IT operations; administration of requests for new hardware and software supplies and management of relative CONSIP [Italian National Public Administration IT Consultancy] contracts and agreements; technical support for IT and telecommunications resources assigned to users; first level assistance for operating systems and software used for corporate productivity; computer security and digitization of documents (digital signature and electronic storage); safeguarding of data with electronic instrumentation pursuant to privacy regulations in force; It training management. dirigente responsabile Carlo Berutti Bergotto Dirigente analista Marco De Benedetto Francesco Zanella Collaboratore tecnico professionale esperto Pierpaolo Accattini Ornella Cresci Maria Luisa Gastaldo Luca Leprini Ornella Mazzetti Collaboratore tecnico professionale Nicola Caridi Paola Lorenzelli Michela Spanio Marco Vitale Assistente tecnico Fabio Bui Daniele Colletti Davide Fara Stefano Guida Fabio Maio Francesco Ricci Pasqualino Squillace Operatore tecnico Simone Ferretti Riccardo Gerini Tiziana Marini Ambra Pasa Andrea Rossi Assistente amministrativo Ambrosina Giuli Coadiutore amministrativo esperto Giuliana Figone 17

19 S.S.C. Applicazioni e flussi Dirigente ing. Francesco Zanella Laureato in ingegneria elettronica presso genovese, con particolari competenze nel campo dello sviluppo di applicazioni, della telematica e della navigazione robotica. Già responsabile del Nucleo Informatico della VII Direzione Genio Militare Lavori di Firenze, ha conseguito presso Elsag Spa una borsa di studio finanziata dal MURST di modelli di reti neuronali per la risoluzione di problemi di navigazione robotica. Insegnante di materie tecniche presso Istituti Tecnici di Stato a Milano, ha ricoperto di funzionario responsabile della Segreteria Tecnica del Settore Affari Istituzionali e Informatizzazione del Consiglio Regionale della Regione Liguria. Segue dal 1995 come Dirigente Analista prima incaricato, poi (1999) a tempo indeterminato; dal 2006 ricopre di responsabile della S.S. Area Applicativi Sanitari. Attività della struttura La S.S.C. Applicazioni e flussi è articolata nei settori clinico ed amministrativo che svolgono le seguenti funzioni: Settore clinico. Manutenzione e controllo delle procedure integrate di ricovero; Prenotazione e registrazione degli accessi, delle procedure integrate di prescrizione e di indagine diagnostiche riguardanti il dossier clinico; Gestione interna e verso la Regione e gli Enti Pubblici interessati dei flussi informativi sanitari e della rendicontazione delle prestazioni; Sviluppo di applicativi integrati nel Sistema Informativo per la raccolta dei dati clinici, la refertazione e servizi correlati ad attività sanitarie. Settore amministrativo. Manutenzione e controllo delle procedure integrate di gestione del personale, degli approvvigionamenti, del bilancio, del controllo di gestione, del protocollo; Gestione dei flussi e delle elaborazioni aziendali a valenza economica e tributaria, nonché dei flussi regionali e/o ministeriali correlati. Il sistema informativo ospedaliero si caratterizza per un elevata integrazione e penetrazione dai reparti di degenza ai servizi diagnostici. The Application Area Unit may be broken down into six clinical and administrative sectors that carry out the following functions: Clinical sector. Maintenance and control of the integrated admission procedures; Reservation and registra- tion of access, and of integrated prescription and diagnostic test procedures for patients medical records; Management of internal health service information flows and performance accountability to regional and other involved public authorities; Development of applications to be added to the information systems for the collection of clinical data, for reporting and for services connected with health care activities. Administrative sector. Maintenance and control of integrated personnel management, of supply, of the annual report, of operations management, and protocols; Management of flows and corporate processing regarding tax and economics, as well as correlated regional and/or ministerial flows. The hospital information system is characterized by a high level of integration and penetration from the wards to the diagnostic services.

20 S.S.C. Infrastrutture e sistemi Dirigente dott. Marco De Benedetto Laurea in matematica. Dirigente presso il SIET dal 1997.Da gennaio 2006 responsabile della S.S.C. Area sistemistica, poi divenuta S.S.C. Infrastrutture e sistemi. Attività della struttura La struttura si occupa della conduzione dell infrastruttura sistemistica in senso esteso; gestisce infatti i server, lo storage, la rete cablata e wireless, il collegamento Internet e tutti i servizi di rete, i database, il sistema di comunicazione e archiviazione delle immagini radiologiche (PACS) e gli impianti su rete IP (quali centralino-fax, videosorveglianza e controllo accessi). Le risorse hardware, una ventina di server fisici (contando anche quelli virtuali il numero di server supera le 80 unità) e circa 200 terabyte di dati, sono distribuite in due data center, distanti tra loro, in una configurazione ridondata per assicurare business continuity. La S.S. Area sistemistica si occupa inoltre anche dello sviluppo di applicazioni, la più nota delle quali è W:ood: il sistema di consultazione di referti e visualizzazione di immagini DICOM via web, utilizzato anche dagli utenti esterni per il ritiro dei referti di laboratorio. The Systems Area Unit deals with basic infrastructure and services (network services and access security management; technological infrastructure operations; management of the institutio s servers; database management, including backup operations and any necessary recoveries; verification and monitoring of the network and data traffic hardware; design and implementation of wiring systems in line with the requirements expressed in the modernization construction plans), particular systems and services (management of attendance detection devices and computer management of access ways; virtual fax service management; IP network management of video surveillance, acquisition and transmission systems; Management of DICOM [Digital Imaging and Communications in Medicine]). The network systems services have been created and are managed by internal personnel using exclusively open source software and Linux OS. The integration with the Windows (NETBIOS) environment and Unix was realized with SaMBa. In addition web applications were developed in-house based on the MySQL database system. 19

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Firenze 15 febbraio 2010 Pisa 1 marzo 2010 Siena 29 marzo 2010 Dott. Ing. Daniele Novelli

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Webinar. Il Cloud computing tra diritto e tecnologia

Webinar. Il Cloud computing tra diritto e tecnologia DATA: 14 giugno ore 15 16 LOCATION: Internet (online) Organizzazione: Centro Europeo per la Privacy - EPCE Webinar Il Cloud computing tra diritto e tecnologia Abstract Il ciclo di due web conference sul

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Gaetano Trotta Responsabile Unico di Progetto Nata nel 1978, è una Società di Ingegneria

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli