Novareckon e il Knowledge Brokerage

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Novareckon e il Knowledge Brokerage"

Transcript

1 Novareckon e il Knowledge Brokerage

2 Novareckon e il Knowledge Brokerage Il problema dell acquisizione della conoscenza Sono oggi disponibili flussi di informazioni su larga scala, in misura crescente. Informazioni di natura differente, strutturate o non strutturate, computabili o meno, provengono da ogni campo delle scienze tecniche e socioumanistiche. Queste informazioni provengono da canali differenti, interattivi, multimediali o monodimensionali; sono orientate a comunicazioni generaliste o specifiche; sono libere o limitate nella fruizione. In questo contesto si assiste ad una proliferazione di modelli organizzativi e di applicazioni tecnologiche che cercano di rendere effettiva la condivisione, l integrazione e l utilizzazione delle risorse informative. Il problema antico della conoscenza resta irrisolto anche nella contemporanea società dell informazione e può essere riassunto nell espressione: comprendere le informazioni e utilizzarle per scopi concreti. La frattura tra domanda e richiesta di innovazione In Italia manca una cultura dell innovazione che consideri parte integrante del sistema produttivo le idee pre-competitive. L iniziativa è normalmente lasciata alle Università, ai centri di ricerca e alle eccellenze nazionali. Questi soggetti certamente si muovono per favorire la creazione di innovazione, ma lo fanno nell ottica delle esigenze della ricerca e non dello sviluppo imprenditoriale, operando peraltro in settori iperspecialistici. La conseguenza è una profonda frattura tra domanda e offerta di innovazione. Le imprese italiane mostrano di aver bisogno di uno sbocco in ambito sovranazionale non solo per le vendite, ma anche per il reperimento di idee pre-competitive. Tale esigenza è avvertita anche in altri Paesi europei. La cultura dell innovazione deve avere come risultato una circolazione e una effettiva integrazione delle idee pre-competitive in un contesto internazionale, al fine di aumentare la scelta di opzioni innovative e ridurre i costi del reperimento di prodotti brevettati. Il trasferimento tecnologico di prodotti già pronti per l immissione sul mercato è infatti un problema di soluzione abbastanza agevole, ed esistono numerosi soggetti privati operanti nel settore del trasferimento tecnologico; molto più complesso è prevedere come e in che misura una ricerca potrebbe influire sul mondo produttivo e, in senso inverso, come un bisogno palese o inespresso di un impresa o di un gruppo di imprese potrebbe orientare una ricerca che potremmo definire entrepreneurial driven. 3

3 Novareckon e il Knowledge Brokerage Analisi di scenari e reperimento di informazioni La mission di Novareckon Il metodo di lavoro La mission di Novareckon è quella di favorire il passaggio dall informazione alla conoscenza e dalla conoscenza all azione. L approccio è quello di non limitare l area di attività al trasferimento tecnologico, ma di estenderla alle modalità di commercializzazione, diffusione e protezione di oggetti frutto di invenzioni, al trasferimento delle conoscenze pre-competitive e alle modalità operative di acquisizione e gestione delle informazioni. Sono numerose le imprese, gli enti pubblici e privati che necessitano prevalentemente di innovazione di processo; altri, pur avendo bisogno di nuovi prodotti, sarebbero pronti ad orientarsi verso soluzioni innovative, ma solo se queste non si ripercuotessero poi sul costo finale del servizio e non fossero tali da implicare rotture nella continuità operativa e nelle infrastrutture retrostanti. A queste imprese ed enti non servono solo prodotti finiti, ma modelli da seguire. L incontro tra domanda e offerta di soluzioni, come la realtà dimostra, è un fenomeno che non avviene spontaneamente e si evolve solo laddove indotto e sponsorizzato da appositi modelli di sviluppo. La concezione della conoscenza che i brokers si propongono di spostare verso le imprese e gli altri enti rappresenta qualcosa di più della sommatoria delle singole informazioni reperibili dal mondo della ricerca e dal mercato, in quanto è preceduta e seguita da un attività di adattamento. Proprio questa attività li rende indispensabili alla identificazione e trasposizione di idee precompetitive e li qualifica come incentivatori dell open innovation. L attività di Novareckon, riassunta dall espressione knowledge brokerage, si sostanzia nella ricerca di nuove soluzioni per gli assetti obsoleti delle strutture organizzative, siano essi attinenti il prodotto, le infrastrutture, l organizzazione del personale o altri elementi del contesto aziendale inteso nella sua complessità, nonché nella ricerca di nuove modalità per individuare ed implementare le soluzioni già presenti oggi sul mercato dei prodotti di ricerca. Trasferimento di conoscenze e di idee precompetitive È nostra convinzione che adattare o validare la conoscenza e mettersi a caccia di idee e prodotti precompetitivi non sia sufficiente a fare del buon brokeraggio. Il procedimento di knowledge transfer può fruttuosamente realizzarsi solo quando si sono analizzate e comprese a fondo le strutture organizzative verso le quali deve essere effettuato. In questa prospettiva il broker non è solo un procacciatore di soluzioni, ma un soggetto che aiuta a comprendere le necessità palesi e inespresse. È su questa attività valutativa che si gioca buona parte dell efficacia di un operazione di brokeraggio; ed è dalla mancanza di efficienti strumenti e attitudini ponderative che dipende lo scarso valore e profittabilità dei servizi di brokeraggio finora offerti alle imprese. Il modello utilizzato da Novareckon è stato elaborato per oltre dieci anni da un team di ricercatori operanti tra gli Stati Uniti e l Europa, testato in innumerevoli situazioni, e ora finalmente disponibile a chiunque ne necessiti. Il metodo e agli strumenti sviluppati a supporto permettono a Novareckon di porsi come leader nel knowledge brokerage. L operatività di Novareckon si esprime nelle seguenti fasi, che possono essere attivate in tutto o in parte a seconda delle esigenze concrete: 1. Valutazione e diagnosi Fissato il punto di partenza, ossia la valutazione del problema come espresso dal cliente, si prelevano dalla struttura aziendale i dati misurabili (per es. la performance), si verificano gli elementi di conoscenza che sono presenti in essa o nelle dinamiche dell ambiente (micro e macro) nel quale si posiziona. In questo modo vengono individuati i fattori chiave di successo, quelli di insuccesso e di rischio, in riferimento alle strategie, alle competenze, alle risorse tangibili ed intangibili. L esito è una proiezione di scenario che classifica punti forti e deboli della struttura aziendale, contestualizza gli obiettivi di gestione della singola impresa nel quadro competitivo di riferimento e determina se essa risulta adeguata per il loro raggiungimento. Questo è il fondamento del metodo per la valutazione degli asset materiali e immateriali delle imprese e degli enti pubblici e privati, che Novareckon implementa anche in un suo prodotto diagnostico: Diareckon. 2. Individuazione, confronto e interpretazione delle informazioni Molte informazioni necessarie agli attori del mercato sono difficili da ottenere, perché difficilmente calcolabili o misurabili, oppure perché volutamente riservate; altre ancora sono complesse da interpretare, perché specialistiche. Novareckon mira all acquisizione di queste informazioni fondamentali e alla loro strutturazione sistematica per supportare i clienti che vogliano investire all estero, delocalizzare o proteggersi da mercati emergenti, valutare le opportunità di diversificazione o di crescita in settori diversi, nuovi o ancora poco esplorati. Per raggiungere questo obiettivo è necessario possedere vaste informazioni, in una dinamica di aggiornamento continuo. Il suo perseguimento è garantito da un patrimonio informativo ottenuto in oltre una decade di ricerca applicata in ambito interna- 4 5

4 Novareckon e il Knowledge Brokerage zionale, attraverso la raccolta in proprio di dati e accordi con terze parti. Oggi questo patrimonio è completato dalle analisi ad hoc di consulenti localizzati in diverse aree sensibili del mondo e da esperti in settori ad alta criticità per il successo o l insuccesso dei progetti imprenditoriali. Questo è il fondamento delle analisi di geomarketing e di field research che Novareckon implementa anche in un suo database di scenari: NovaViewData. È nostra convinzione che la conoscenza deve essere fatta propria da chi la riceve per tradursi efficacemente in azione; ed è per questa ragione che il knowledge brokerage di Novareckon è anche attività di tutoraggio, di accompagnamento e formazione per la fruizione della conoscenza, affinché si creino le condizioni per poter utilizzare l innovazione trasferita senza avere necessità di consulenza continua. Aggregazione e scouting Reperimento Fondi Progettazione Open innovation 3. Trasferimento di conoscenze o knowledge brokerage È proprio sull anello della catena che porta dal reperimento delle informazioni al loro corretto utilizzo che agisce il knowledge brokerage di Novareckon. La sua attività si sostanzia nell intermediazione tra soggetti che possiedono una certa conoscenza e soggetti che potenzialmente sono interessati allo sfruttamento imprenditoriale di quella conoscenza; non si limita all unione della domanda e dell offerta di una soluzione, ma si arricchisce di tutte le componenti di valutazione della necessità che esiste all origine e delle capacità concrete che offrono gli esperti di una specifica area della conoscenza. Novareckon si occupa di reperire quante più informazioni possibili, sia dal lato della domanda (imprese e enti pubblici e privati), allo scopo di valutare le richieste più frequenti, sia da quello dell offerta (università nazionali ed estere, centri di ricerca internazionali, erogatori di servizi innovativi, imprese di consulenza e di produzione) per capire se vi sia la possibilità di offrire soluzioni innovative alle richieste del mercato. 4. Coordinamento della consulenza Novareckon accoglie intorno a sé un ampio bacino di soggetti che hanno alle spalle esperienze accademiche, professionali e di management, e che sono capaci di affrontare problemi e offrire soluzioni sia in un ottica nazionale che internazionale. Le aree di specializzazione degli esperti spaziano nelle principali aree coinvolte nella vita dell impresa. Da questo ampio network Novareckon seleziona la lista di consulenti da coinvolgere per risolverlo, creando in anticipo un preciso modello di workflow che essi dovranno seguire. Stabilisce anche la competenza prevalente, in ragione del quadro generale e degli obiettivi da raggiungere, fissa le tempistiche di interscambio tra i consulenti e i passaggi da percorrere sulla base dell esigenze concrete dei clienti. La leadership di Novareckon crea una cornice di lavoro condivisa da tutti i soggetti operativi chiamati a svolgere il loro compito in un sistema di assegnazione di ruoli in cui gli obiettivi non sono mai persi di vista dalla sua cabina di regia. 5. Ricerca di fondi per finanziare il trasferimento di conoscenze I progetti di brokeraggio di conoscenze e trasferimento di idee precompetitive devono sopportare i costi derivanti dall acquisto dei prodotti pre-competitivi o brevettati e della loro implementazione nella struttura aziendale. Novareckon agisce per agevolare e incentivare la realizzazione di questi processi di innovazione attraverso l attività di progettazione per ottenere fondi da bandi internazionali, europei e nazionali di ricerca e sviluppo, da bandi per aiuti alle imprese, nonché attraverso la leva finanziaria. Novareckon si distingue da altri soggetti che operano in questo ambito per le possibilità di disegnare i contenuti scientifici o di trasferimento tecnologico grazie al suo collegamento con eccellenze universitarie nei principali settori delle discipline tecniche e socio-umanistiche. È inoltre in grado di potenziare la competitività delle domande di finanziamento presentate grazie all attivazione di una serie di contatti a livello italiano e internazionale, come partner di progetto e come finanziatori privati in aggiunta, che possono aumentare notevolmente la possibilità di successo delle cordate. 6. Stimolo all open innovation Novareckon agevola l open innovation in tutte le fasi del stimola i cervelli nella direzione giusta. 2. L attività di brokeraggio consente a Novareckon di allineare e condurre una lunga catena di soggetti capaci di creare innovazioni di processo e di implementarle in strumenti tecnologicamente avanzati. Questo matching between knowledge and technology consente di ottimizzare i risultati dell incontro tra domanda ed offerta di innovazione, per esempio attraverso la creazione di piattaforme internet dotate di speciali strumenti che rendono possibile il passaggio di informazioni e il dialogo tra mercato e innovatori. 3. Gli stessi strumenti di cui Novareckon conduce la realizzazione possono agevolare l incontro tra innovatori e venture capital. Questo agevola la comprensione delle idee precompetitive per chi ha il denaro per finanziarle, fa conoscere i finanziatori e gli innovatori, permette agli innovatori di trovare soggetti che li aiutino a migliorare la loro idea e a proteggerla da indebiti utilizzi. 4. L attività di progettazione per bandi e finanziamenti è orientata da Novareckon anche verso gli innovatori. Grazie all inserimento nei progetti di coloro che hanno idee precompetitive ma non possiedono il denaro per svilupparle, crea ulteriori canali indispensabili al loro sviluppo. suo metodo di lavoro. Lo fa precisamente con più azioni: 1. L utilizzo del sistema diagnostico consente di rilevare carenze e richieste di innovazione di processo o di prodotto e, di conseguenza, consente di identificare e qualificare la domanda di innovazione. Se le risposte a questa domanda non esistono ancora, No- Formazione professionale, tirocinio e tutoraggio vareckon diventa un interfaccia fondamentale per Cabina di regia della consulenza gli innovatori, in quanto guida e orienta la ricerca e 6 7

5 Novareckon e il Knowledge Brokerage Solidificazione e incremento del valore aggiunto I casi esemplificativi di knowledge brokerage Riportiamo brevemente un paio di episodi reali di brokeraggio tratti dalla pregressa esperienza maturata da alcuni membri del team di Novareckon. Un importante azienda operante nel settore rubinetteria e valvolame illustra un problema piuttosto sentito anche dagli altri concorrenti. L azienda in questione ha sperimentato di recente come la mancanza di informazione circa una norma entrata in vigore sul mercato americano quasi un anno prima, relativa alle specifiche per i materiali in contatto con acqua potabile, non abbia permesso di sfruttare i vantaggi che tale norma conferiva ai prodotti dell impresa. Tali prodotti, infatti, erano già da tempo realizzati secondo specifiche conformi alla nuova disposizione normativa e ciò avrebbe permesso di acquisire un evidente vantaggio competitivo rispetto ad altri fornitori già presenti sul mercato americano, ma con prodotti inadeguati rispetto alle specifiche. Altro aspetto negativo complementare a quello appena illustrato è l insorgenza di costi direttamente imputabili alla mancanza di informazione sui cambiamenti legislativi, sotto forma di sanzioni per il mancato adeguamento. Attraverso la propria rete di consulenti ed esperti, il team di brokers: - ha individuato la soluzione ottimale in un prodotto di ricerca giuridico. Attraverso la sfruttamento di questo modello di raccolta/elaborazione dati è stato possibile usufruire di informazioni aggiornate ed esplicate sulle specifiche tecniche che per legge i prodotti creati dall azienda devono possedere per poter essere commercializzati sui mercati stranieri; - una volta individuata la banca dati e il modello di elaborazione, ha aiutato l azienda a costruire una piattaforma informatica dotata di strumenti di consultazione e ricerca che facilitassero il reperimento del dato cercato e la sua interpretazione. Questa soluzione, realizzata con costi iniziali contenuti, ha risolto il problema dell azienda nel lungo periodo. - ha curato i rapporti con un fornitore di servizi informatici per lo sviluppo della piattaforma, studiando insieme ai suoi interlocutori le migliori soluzioni (anche grafiche) affinché l azienda fosse in grado di utilizzare in autonomia lo strumento. - ha agevolato l incontro tra creatori dello strumento di ricerca e l azienda, seguendo le fasi di test e di controllo; Analisi Diagnostica - ha predisposto gli strumenti giuridici per la protezione dell opera intellettuale e per il trasferimento dei diritti di sfruttamento all azienda, individuando anche la migliore soluzione fiscale. Un secondo esempio si può trarre dal settore alimentare. Un gruppo di aziende agricole unite in consorzio operanti nel settore della produzione di vino chiede aiuto per lo sviluppo del business di esportazione in Paesi stranieri, manifestando evidenti difficoltà nel farsi conoscere all estero e nell esprimere a distanza ed in lingue diverse il valore e la qualità dei prodotti. Altra grande difficoltà emersa è l assenza di un esportatore che garantisca un marketing all altezza dell eccellenza prodotta. Il team dei brokers, attivata una ricerca ad ampio raggio: - ha individuato due grandi cooperative che da tempo operano a livello globale per garantire l esportazione di prodotti di eccellenza eno-gastronomica con performance ottimali ed ha esaminato le funzionalità degli strumenti informatici da esse utilizzati per creare un flusso di domanda-offerta e per promuovere le vendite con sistemi adeguati alla qualità ed al livello dei prodotti. - ha individuato una ricerca applicata in ambito socioeconomico che è in grado di determinare i dati che nella vendita di prodotti alimentari devono essere esplicati e messi in evidenza al fine di renderli più vendibili e quelli che nei diversi Paesi sono ritenuti indice di particolare qualità. La stessa ricerca ha fatto emergere l influenza dei fattori grafici che devono accompagnare la presentazione al fine di veicolare gli stessi concetti; - ha interfacciato i ricercatori con il consorzio, al fine di estrarre dalla ricerca i valori relativi alle bevande alcoliche, con particolare riguardo ai vini. - sulla base dei prodotti individuati e dei modelli di successo già sperimentati dalle cooperative, ha aiutato il consorzio a trovare uno sviluppatore di piattaforme che costruisse un market place dei prodotti, idoneo a mettere in evidenza i dati in questione e a fungere da vetrina ideale per tutti i membri del consorzio, in modalità multilingua; - ha individuato nella costituzione di apposite società entro i confini del Paese di rivendita dei prodotti la soluzione fiscale ideale, anche per acquistare i diritti di sfruttamento della ricerca. Incontro tra innovazione di processo e innovazione tecnologica 8 9

6 I costi dell attività di Novareckon La politica di Novareckon è quella di non addossare sui suoi clienti i costi di creazione e aggiornamento dei suoi strumenti di lavoro e, nel contempo, di minimizzare i costi determinati dall intervento dei consulenti. Il primo obiettivo si può raggiungere in quanto i prodotti di analisi e valutazione di Novareckon sono asset efficienti che, grazie al loro modello di funzionamento, danno vita a logiche scalari che garantiscono l aumento costante della loro efficienza, la riduzione dei tempi da dedicare all interpretazione dei responsi e la conseguente riduzione dei costi di sviluppo e gestione. Il secondo obiettivo è raggiunto attraverso l attività di coordinamento della consulenza. Il coinvolgimento degli esperti secondo un preciso workflow minimizza al limite i tempi del loro impegno. Questo metodo aumenta l efficacia, la profittabilità e la qualità generale della consulenza, facendo scendere sensibilmente i suoi costi complessivi. La presenza costante di Novareckon in posizione di regia garantisce poi il perfezionamento del risultato anche oltre l impegno dei singoli consulenti. La nostra convinzione è che all impresa bisogna offrire risultati comprensibili, utili e traducibili in soluzioni imprenditoriali. La nostra volontà è fare in modo che questo obiettivo possa essere raggiunto con aumenti graduali e sostenibili dei costi. Investiamo su strumenti forti, metodo e persone Sappiamo che una visione prospettica dei problemi è impossibile da ottenere senza potenti strumenti di analisi: per questo investiamo molto sulla creazione e perfezionamento di questi strumenti. Vogliamo che le risposte dei nostri consulenti non siano solo un tentativo, ma una garanzia di miglioramento: per questo dedichiamo tempo ed energie a pianificare metodi efficienti per far lavorare in gruppo le persone. Siamo certi che le potenzialità dell attività intellettuale di un consulente necessitino di ambiente favorevole, strumenti idonei e coordinamento per produrre i migliori risultati: per questo individuiamo ovunque persone con speciali skills ed expertise affinchè le loro capacità possano essere valorizzate nei nostri gruppi di lavoro Metodi efficienti di lavoro collaborativo 10 11

7 Novareckon s.r.l. Spin off accademico dell Università del Piemonte Orientale Via Bovio, 6 - Novara Via Modena, 27 - Milano tel. e fax: cell: /

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale CAPITOLO PRIMO L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale SOMMARIO * : 1. Il ruolo dell innovazione tecnologica 2. L attività di ricerca e sviluppo: contenuti 3. L area funzionale della

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 1 L ASSETTO ORGANIZZATIVO, IL COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO In organizzazione il centro

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Le competenze per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane nelle università e negli enti di ricerca

Le competenze per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane nelle università e negli enti di ricerca Scuola di Management per le Università, gli Enti di ricerca e le Istituzioni Scolastiche Le competenze per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane nelle università e negli enti di ricerca Dott. William

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE 1. Definizione del Commercio Equo e Solidale Il Commercio Equo e Solidale e' un approccio alternativo al commercio convenzionale; esso promuove

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

DEFINIZIONE DEL CONCEPT DI PRODOTTO

DEFINIZIONE DEL CONCEPT DI PRODOTTO DEFINIZIONE DEL CONCEPT DI PRODOTTO 92 Generazione dei concetti di prodotto Individuazione dei bisogni dei clienti Eseguire l analisi economica Analizzare i prodotti della concorrenza Costruire e collaudare

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Le Dashboard di cui non si può fare a meno

Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le aziende più sensibili ai cambiamenti stanno facendo di tutto per cogliere qualsiasi opportunità che consenta loro di incrementare il business e di battere

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Lezione 8 Le strategie dell internazionalizzazione: gli investimenti diretti esteri Che cosa comporta realizzare un IDE? Costituisce di norma la

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Metadati e Modellazione. standard P_META

Metadati e Modellazione. standard P_META Metadati e Modellazione Lo standard Parte I ing. Laurent Boch, ing. Roberto Del Pero Rai Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione 1.1 Scopo dell articolo Questo articolo prosegue

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Il modello metodologico del Sistema di Misurazione e Valutazione della sicurezza aziendale (MVS)

Il modello metodologico del Sistema di Misurazione e Valutazione della sicurezza aziendale (MVS) Il modello metodologico del Sistema di Misurazione e Valutazione della sicurezza aziendale (MVS) >> Il Sistema MVS permette di misurare e valutare la sicurezza aziendale (nell accezione di Security) nei

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1 Il Gruppo e le sue attività Pag. 2 La filosofia della holding Pag. 4 Contact: Barabino & Partners Claudio Cosetti c.cosetti@barabino.it

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli