Guida per l investitore privato Ottobre 2007

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida per l investitore privato Ottobre 2007"

Transcript

1 Guida per l investitore privato Ottobre 2007

2 ELEMENTI DISTINTIVI DEL GRUPPO Internazionalità Innovazione Tecnologica Management Competitività

3 STRUTTURA DEL GRUPPO Pirelli & C. Pirelli Labs 100% 100% 61.1% 53.3% 51% 80% Attività in cessione Pirelli Broadband Solutions Pirelli Tyre Pirelli Real Estate Pirelli Ambiente Olimpia Perimetro delle attività 18% (of o.s. capital) Telecom Italia

4 RISULTATI DEL GRUPPO AL /mn PIRELLI PIRELLI PIRELLI GRUPPO ALTRO GRUPPO TYRE BROADB.SOLUT. REAL ESTATE AMBIENTE PIRELLI & C. CONS Vendite 2, , , ,445.9 % 6.6% -23.2% 208.6% -10.9% n.s. 30.7% Vendite su base omogenea (*) 2, , , ,412.1 % 8.4% 36.8% 10.6% EBITDA (5.9) (0.1) (2.8) (12.1) % su vendite (2007 escluso effetto DGAG) 14.0% 14.5% 12.0% 13.3% EBIT (6.9) (0.6) (3.1) 1.5 (1.7) (17.1) % su vendite (2007 escluso effetto DGAG) 9.6% 9.6% 8.0% 8.8% Risultato da partecipazioni (4.0) Dividendi EBIT post risultato da partec (6.9) (0.6) (3.1) Oneri/Proventi Finanziari (28.3) (24.6) (1.0) (2.3) (23.5) (0.6) (0.1) 0.0 (28.3) (83.2) (81.2) (110.7) EBT (7.9) (2.9) (3.2) 1.5 (8.8) (61.3) Oneri/Proventi Fiscali (61.0) (52.1) (0.4) (16.6) (21.1) (0.4) (1.6) (3.5) (79.2) (77.5) Ris. Netto ante Discont.Operations (7.9) (3.3) (3.2) 1.1 (10.4) (64.8) % su vendite (2007 escluso effetto DGAG) 5.5% 5.9% 6.8% 5.0% Discontinued Operations Risultato Netto (7.9) (3.3) (3.2) % su vendite (2007 escluso effetto DGAG) 5.5% 5.9% 7.4% 7.9% Risultato netto di competenza Posizione Finanziaria Netta (1.0) 1, (1.6) 1, , ,574.9 (*) cambi pareggiati e cessione per deconsolidamento di attività DGAG in P.Real Estate nel 2007

5 PRESENZA INDUSTRIALE DELGRUPPO 24 stabilimenti e 5 centri R&D Centres nel mondo Rete commerciale globale in 160 paesi Europe Spain Italy UK Germany Romania France Greece Hungary Sweden Slovakia Switzerland Holland Belgium Poland Austria North America Africa, Asia-Pacific US Canada China Turkey Egypt Latin America Venezuela Mexico Colombia Brazil Argentina Chile Personnel Breakdown (2006) Europe 45% White Collar 20% North America 1% Blue Collar 80% Latin America 39% Total Africa, Asia-Pacific 15% Of Which, Temporary 13% Total South Africa New Zealand Australia Singapore Japan Russia = Manufacturing =Local Subsidiary =R&D Center

6 MODELLO DI BUSINESS PIRELLI RE PRE è una Management Company quotata in Borsa (ticker PCRE.MI) che co-investe con partecipazioni di minoranza qualificata in portafogli immobiliari e NPL (Non Performing Loans), attraverso fondi e veicoli societari. PRE fornisce anche servizi specializzati sia a tali fondi / veicoli societari, sia a terzi. ASSET & FUND MANAGEMENT SERVIZI OPPORTUNISTIC/ VALUE ADDED CORE / CORE PLUS SERVIZI TECNICI SERVIZI COMMERCIALI Terziario Morgan Stanley (uffici) Deutsche Bank (commerciale) Merrill Lynch (hotel) Institutional Investors (industria) Residenziale Soros (Grove Funds) - Polonia RREEF (DB) - Germania Altri partners in Italia NPL Calyon (Gruppo Crédit Agricole) 10.3 mld AUM (assets in gestione) Terziario 5.2 mld Fondi gestiti* Property Facility/Project Credit Servicing Agenzie /Franchising*** Servizi finanziari *** integrazione da completare nel 2008 ITALIA, GERMANIA E POLONIA ITALIA ITALIA, GERMANIA E POLONIA ITALIA Totale AUM 15.5 mld (Valore di Mercato**) * Inclusi fondi core di terzi ** Cifre al 30/06/2007, inclusi accordi vincolanti al prezzo di acquisizione ed escluso FIP (Fondo Immobili Pubblici)

7 PRESENZA GEOGRAFICA PIRELLI RE 2006 GERMANIA Pirelli RE Deutschland AUM resid. > 3 bn AUM comm. > 0.3bn 2006 POLONIA Pirelli Pekao RE Area di sviluppo: mq 2007 ROMANIA Pirelli RE Romania JV PRE Romania (80%) & Unicredit Tiriac Bank (20%) 2007 BULGARIA Pirelli RE Bulgaria JV (Pirelli RE Bulgaria (75%) & Unicredit Bulbank (25%)

8 AZIONARIATO DEL GRUPPO 42.6% 46.2% Patto di sindacato Camfin(*) Centaurus Capital (**) (*) Amber Capital (**) Flottante 2.1% 3.2% 5.9% (*) Quota non conferita al patto. Camfin possiede complessivamente il 25.5% del capitale ordinario (**) Fonte Consob

9 LE AZIONI ORDINARIE Le azioni ordinarie conferiscono all azionista diritti patrimoniali (d. al dividendo, d. di opzione, d. di assegnazione gratuita di azioni, d. di recesso, ecc..) ed amministrativi (partecipazione all assemblea dei soci, esercizio del voto, ecc..) L azionista ha il dovere di effettuare comunicazioni alle autorità competenti (Consob) nel caso in cui la propria percentuale di partecipazione ecceda il 2% del capitale ordinario della società (tenendo conto anche di eventuali possessi indiretti di azioni: ad esempio tramite fiduciarie, interposte persone, società controllate, ecc)

10 LE AZIONI DI RISPARMIO Le azioni di risparmio assicurano al possessore una posizione di privilegio nella distribuzione degli utili Gli azionisti di risparmio possono riunirsi nella Assemblea Speciale degli Azionisti di risparmio per eleggere (o revocare) un proprio rappresentante comune e per deliberare in merito a materie di interesse della categoria Il rappresentante comune ha un mandato con poteri di rappresentanza, con il diritto di assistere alle assemblee degli azionisti, e di impugnare le delibere societarie. Gli azionisti di risparmio non hanno diritto di partecipazione, nè di voto nelle assemblee societarie sia ordinarie che straordinarie

11 COME E DOVE SI ACQUISTA UN TITOLO: GLI INTERMEDIARI FINANZIARI I titoli si acquistano per il tramite di un intermediario finanziario I principali intermediari finanziari sono: Banche SIM (Società di intermediazione mobiliare) SGR (Società di gestione del risparmio) SICAV (Società di investimento a capitale variabile) Fondi comuni di investimento Fondi pensione Gli intermediari finanziari svolgono una funzione di collegamento tra i risparmiatori e le imprese, offrendo opportunità di investimento in base alla redditività ed al rischio ricercato dall investitore

12 IL MERCATO FINANZIARIO: BORSA ITALIANA SPA I mercati regolamentati italiani per la negoziazione di strumenti finanziari gestiti da Borsa Italiana S.p.A. sono: - Mercato Telematico Azionario (MTA) - Mercato Expandi - Nuovo Mercato (NM) - Mercato dei Covered Warrant (MCW) - Mercato telematico delle obbligazioni e dei titoli di Stato (MOT) - Mercato italiano dei derivati (IDEM) MTA è il principale comparto del mercato borsistico di negoziazione di azioni, obbligazioni convertibili, diritti di opzioni, warrant, fondi chiusi

13 L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI L Assemblea è il luogo dove agli Azionisti è sottoposto il rendiconto della gestione e dove gli Azionisti stessi possono confrontarsi con gli amministratori sulle scelte organizzative e gestionali Deve essere convocata almeno una volta l anno per l approvazione del Bilancio L Assemblea ha competenze diverse a seconda che sia ordinaria o straordinaria (quando, per esempio, vi siano delle modifiche allo Statuto della Società) E costante politica delle società cogliere l occasione delle Assemblee per la comunicazione agli Azionisti di informazioni sulla società e sulle prospettive; ciò, ovviamente, nel rispetto della disciplina vigente (c.d. informazioni informazioni price sensitive) e quindi, ove il caso ricorra, procedendo ad una contestuale diffusione al mercato di dette informazioni Per garantire il corretto e funzionale svolgimento dell Assemblea ordinaria e strordinaria, come raccomandato dal "Codice di Autodisciplina delle Società quotate" l Assemblea degli azionisti Pirelli dell 11 maggio 2004 ha deliberato di adottare il Regolamento delle Assemblee (*) (*) Il documento, come modificato dall assemblea degli azionisti del 23 aprile 2007, è disponibile nella sezione Governance del sito alla pagina: Regolamento Assemblee degli azionisti

14 COME PARTECIPARE ALL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Comunicare all intermediario (Banca, Gestore, Broker) presso il quale sono depositate le proprie azioni ordinarie Pirelli & C. S.p.A. l intenzione di intervenire all'assemblea della Società. Dare istruzioni affinché l intermediario fornisca alla Società (almeno due giorni prima dello svolgimento) le informazioni necessarie a consentire la legittimazione del socio all intervento in Assemblea (numero di azioni, dati anagrafici, ecc.) Farsi eventualmente rilasciare dall intermediario una copia della Comunicazione inviata alla Società da portare in Assemblea; Nota: Per partecipare all Assemblea le azioni dovranno essere tenute in deposito presso l intermediario fino al termine della stessa. E comunque facoltà del socio, qualora lo ritenesse opportuno, richiedere in qualsiasi momento la revoca all intermediario della richiesta di intervento all Assemblea e, conseguentemente, disporre poi liberamente delle proprie azioni. L'intervento in Assemblea potrà avvenire in proprio o per delega rilasciata dall'azionista nel rispetto della normativa vigente. La delega, che dovrà contenere indicazione espressa del rappresentante, è valida solo per singole assemblee con effetto anche per le convocazioni successive

15 PROSSIMO EVENTO SOCIETARIO 9 novembre 2007: Consiglio di Amministrazione per l esame dei risultati consolidati del terzo trimestre 2007 La società rende noto abitualmente entro la fine di ciascun esercizio il calendario dei principali eventi societari che si svolgeranno nell esercizio successivo (eventuali variazioni alle date precedentemente comunicate vengono tempestivamente rese note dalla Società al mercato).

16 CONTATTI PER GLI INVESTITORI Alberto Borgia (Investitori individuali, istituzionali) Tel: Massimiliano Cominelli (Analisti finanziari) Tel: Elena Bellacicca (IR) Tel: Francesca Irmici (Web Page) Tel Fax investor relations: Sito internet Investor Relations:

Guida dell azionista privato

Guida dell azionista privato Guida dell azionista privato 1 Il Gruppo Pirelli Pirelli è un gruppo con una grande tradizione industriale, fra i leader a livello mondiale in tutti i segmenti in cui opera. La nostra forza competitiva

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 GIUGNO 2006: + 17% UTILE NETTO CONSOLIDATO

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 GIUGNO 2006: + 17% UTILE NETTO CONSOLIDATO COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 GIUGNO 2006: + 17% UTILE NETTO CONSOLIDATO RICAVI AGGREGATI: 1.706,2 MLN DI EURO, SOSTANZIALMENTE IN LINEA CON L ANNO PRECEDENTE RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA: 915,1 MLN DI EURO, SOSTANZIALMENTE IN LINEA CON L ANNO PRECEDENTE

COMUNICATO STAMPA RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA: 915,1 MLN DI EURO, SOSTANZIALMENTE IN LINEA CON L ANNO PRECEDENTE COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2006: IN ATTESA DELLA PIENA APPLICAZIONE DELLA NUOVA NORMATIVA FISCALE (1 OTTOBRE 2006) RALLENTA L ATTIVITÀ DEL TERZO TRIMESTRE RICAVI AGGREGATI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 47,3 MLN DI EURO (+22%)

COMUNICATO STAMPA RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 47,3 MLN DI EURO (+22%) COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 31 MARZO 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA E RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI IN FORTE CRESCITA RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * :

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007:

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * : 1.071,9 MLN DI EURO (+17%) RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 164 MLN DI EURO;

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATO DAL CDA IL PROGETTO DI BILANCIO 2005: IN FORTE CRESCITA TUTTI I PRINCIPALI INDICATORI

COMUNICATO STAMPA APPROVATO DAL CDA IL PROGETTO DI BILANCIO 2005: IN FORTE CRESCITA TUTTI I PRINCIPALI INDICATORI COMUNICATO STAMPA APPROVATO DAL CDA IL PROGETTO DI BILANCIO 2005: IN FORTE CRESCITA TUTTI I PRINCIPALI INDICATORI RICAVI AGGREGATI: 3.507,2 MLN DI EURO, +29% (2.714 MLN NEL 2004) RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ***

COMUNICATO STAMPA *** COMUNICATO STAMPA CEDUTO A BUWOG GRUPPO IMMOFINANZ PER 917 MLN/ IL PORTAFOGLIO RESIDENZIALE TEDESCO DGAG. CEDUTA INOLTRE LA STRUTTURA DEDICATA DI SERVIZI TECNICI ED AMMINISTRATIVI L OPERAZIONE PERMETTE

Dettagli

Andamento della gestione del Gruppo al 30 giugno 2015

Andamento della gestione del Gruppo al 30 giugno 2015 COMUNICATO STAMPA PRELIOS: APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 GIUGNO 2015 I RISULTATI SCONTANO LA TEMPORANEA FLESSIONE DELLE MASSE GESTITE IN ITALIA RIDOTTE A UN TERZO LA PERDITE RISPETTO ALLO STESSO PERIODO

Dettagli

PIRELLI: PRESENTATO IL PIANO INDUSTRIALE 2009-2011; ESAMINATI I DATI PRELIMINARI 2008

PIRELLI: PRESENTATO IL PIANO INDUSTRIALE 2009-2011; ESAMINATI I DATI PRELIMINARI 2008 COMUNICATO STAMPA PIRELLI: PRESENTATO IL PIANO INDUSTRIALE 2009-2011; ESAMINATI I DATI PRELIMINARI 2008 DATI PRELIMINARI CONSOLIDATI 2008 RICAVI CONSOLIDATI IN LINEA CON IL 2007, RISULTATO OPERATIVO POSITIVO,

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA.

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. MC2 Impresa è un Fondo Comune d Investimento Mobiliare chiuso e riservato (ex testo unico D.Lgs 58/98) costituito per iniziativa di

Dettagli

Quotazione delle SIIQ e degli investimenti immobiliari: le prospettive nell attuale mercato finanziario Dr. Massimiliano Lagreca (Borsa Italiana)

Quotazione delle SIIQ e degli investimenti immobiliari: le prospettive nell attuale mercato finanziario Dr. Massimiliano Lagreca (Borsa Italiana) Quotazione delle SIIQ e degli investimenti immobiliari: le prospettive nell attuale mercato finanziario Dr. Massimiliano Lagreca (Borsa Italiana) SIIQ, SICAF E FONDI IMMOBILIARI Evoluzione degli strumenti

Dettagli

IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO 1 2014

IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO 1 2014 COMUNICATO STAMPA IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO 1 2014 RISULTATI IN LINEA CON GLI OBIETTIVI 2014 DEL PIANO INDUSTRIALE E MARGINI IN NETTO MIGLIORAMENTO GRAZIE ALLA FOCALIZZAZIONE

Dettagli

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017. Milano, 25.03.2014

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017. Milano, 25.03.2014 Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017 Milano, 25.03.2014 Agenda I Profilo del Gruppo II Dinamica delle attività III Risultati di esercizio al 31.12.2013

Dettagli

KRESTON GV Italy Audit Srl The new brand, the new vision

KRESTON GV Italy Audit Srl The new brand, the new vision KRESTON GV Italy Audit Srl The new brand, the new vision Chi siamo Kreston GV Italy Audit Srl è il membro italiano di Kreston International, network internazionale di servizi di revisione, di corporate

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013

Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013 Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013 Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa ai risultati del 2013. Vi ricordiamo che siamo

Dettagli

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Mercato delle fonti energetiche rinnovabili INVESTIMENTI CAPITALE / CREDITO? INVESTITORI QUALIFICATI PLAYER INDUSTRIALI CARATTERIZZATI

Dettagli

La strategia d impresa ed i beni di proprietà industriale: gli operatori d azienda tra problematiche valutative, finanziarie e fiscali

La strategia d impresa ed i beni di proprietà industriale: gli operatori d azienda tra problematiche valutative, finanziarie e fiscali La strategia d impresa ed i beni di proprietà industriale: gli operatori d azienda tra problematiche valutative, finanziarie e fiscali Angelo Cattaneo Milano, 22 febbraio 2010 INDICE Pirelli RE Immobilizzazioni

Dettagli

Indice. Chi siamo? 03. Mission 04. La nostra realtà 05. Struttura del Gruppo 06. Le attività e l organizzazione interna 07

Indice. Chi siamo? 03. Mission 04. La nostra realtà 05. Struttura del Gruppo 06. Le attività e l organizzazione interna 07 La Merchant S.p.A. Indice Chi siamo? 03 Mission 04 La nostra realtà 05 Struttura del Gruppo 06 Le attività e l organizzazione interna 07 Il network Internazionale 08 Il Gruppo La Merchant: orientati al

Dettagli

LA DISTRIBUZIONE ATTRAVERSO LA GDO

LA DISTRIBUZIONE ATTRAVERSO LA GDO LA DISTRIBUZIONE ATTRAVERSO LA GDO Situazione e prospettive dei Mercati Assicurativi Europei: produzione e distribuzione Milano, 14 Novembre 2013 Agenda Chi è ACE Il suo modello Il ruolo della GDO Le esperienze

Dettagli

Pirelli & C. Real Estate S.p.A.

Pirelli & C. Real Estate S.p.A. Pirelli & C. Real Estate S.p.A. Sede in Milano,Via Gaetano Negri n. 10 Capitale sociale Euro 21.298.616,00 interamente versato Registro delle Imprese di Milano n. 02473170153 Codice fiscale e Partita IVA

Dettagli

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2014. Milano, 25.03.2015

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2014. Milano, 25.03.2015 Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2014 Milano, 25.03.2015 Agenda I Profilo del Gruppo II Dinamica delle attività III Il rafforzamento delle attività nel Real Estate IV Risultati di

Dettagli

I numeri del commercio internazionale

I numeri del commercio internazionale Università di Teramo Aprile, 2008 Giovanni Di Bartolomeo gdibartolomeo@unite.it I numeri del commercio internazionale Big traders Netherlands 4% United Kingdom 4% France 5% China 6% Italy 4% Japan 7% Korea,

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 1 trimestre 2012

Newsletter per gli Azionisti 1 trimestre 2012 Newsletter per gli Azionisti 1 trimestre 2012 Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al primo trimestre 2012. Vi ricordiamo che

Dettagli

Documento di Sintesi della Politica di Gestione delle situazioni in Conflitto di Interessi

Documento di Sintesi della Politica di Gestione delle situazioni in Conflitto di Interessi Documento di Sintesi della Politica di Gestione delle situazioni in Conflitto di Interessi In conformità delle disposizioni normative comunitarie e nazionali attualmente in vigore, Pioneer Investment Management

Dettagli

AVVISO DI CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE DI

AVVISO DI CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE DI Il presente documento è importante e richiede attenzione immediata. In caso di dubbi sulla linea d azione da adottare, si raccomanda di consultare il proprio intermediario di borsa, direttore di banca,

Dettagli

Le prospettive dell Albo dei Consulenti finanziari

Le prospettive dell Albo dei Consulenti finanziari Le prospettive dell Albo dei Consulenti finanziari IV Forum Nazionale sulla Consulenza Finanziaria ASCOSIM Relatore: Joe Capobianco Direttore Generale APF Milano, 10 aprile 2014 Agenda o La funzione del

Dettagli

COLLEGIO GHISLIERI Scuola di politica 15 febbraio 2008 CAPITALISMO ITALIANO

COLLEGIO GHISLIERI Scuola di politica 15 febbraio 2008 CAPITALISMO ITALIANO COLLEGIO GHISLIERI Scuola di politica 15 febbraio 2008 CAPITALISMO ITALIANO MERCATO AZIONARIO: DIMENSIONI E FLOTTANTE COUNTRY Market Cap Weight COUNTRY Flottante United States of America 44.6% Great-Britain

Dettagli

IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO 1 2013

IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO 1 2013 PRELIOS: NEL 2013 COMPLETA IMPORTANTE FASE DEL TURNAROUND, ACCELERANDO LA RAZIONALIZZAZIONE CON COST SAVING PER 14 MILIONI GIÀ CONSEGUITI E AVVIANDO UN INTENSA AZIONE DI SVILUPPO PER ACCRESCERE IL PATRIMONIO

Dettagli

Altre deliberazioni Assemblea. 16-19 aprile 2010

Altre deliberazioni Assemblea. 16-19 aprile 2010 Altre deliberazioni Assemblea 16-19 aprile 2010 Autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie come già detto in altra parte della relazione, l Assemblea ordinaria del 17 aprile 2009

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2013

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2013 Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2013 Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al terzo trimestre 2013. Vi ricordiamo che

Dettagli

22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià. Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP

22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià. Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP 22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP Microsoft: l evoluzione dell ERP 22 Ottobre 2013 - UNA Golf Hotel Cavaglià (BI) In qualsiasi tipo di azienda,

Dettagli

ALLEGATO A SCHEMA OFFERTA TECNICA AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE

ALLEGATO A SCHEMA OFFERTA TECNICA AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE C.RAIP.L ALLEGATO A SCHEMA OFFERTA TECNICA AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE I volumi sono relativi al 31 dicembre di ogni anno considerato, se non diversamente indicato. Gli importi devono essere tutti riportati

Dettagli

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING INDICE LeasePlan Corporation in sintesi la storia i numeri nel mondo Il Gruppo LeasePlan in Italia le società la storia Mercato del Noleggio

Dettagli

obbligazioni corporate e semi-government (tenute presso il corrispondente estero) emesse prima del 01/01/1999;

obbligazioni corporate e semi-government (tenute presso il corrispondente estero) emesse prima del 01/01/1999; SPAGNA: guida operativa di assistenza fiscale su strumenti finanziari obbligazionari corporate e semi-government (sub depositati presso il depositario del corrispondente estero) di diritto spagnolo non

Dettagli

Assemblea degli azionisti di UnipolSai

Assemblea degli azionisti di UnipolSai Assemblea degli azionisti di UnipolSai Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 17 giugno 2015 Semplificazione, Solidità, Sostenibilità Il 2014 in sintesi 1 Semplificazione della struttura del gruppo

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Strategia di trasmissione ed esecuzione degli ordini Informazioni sulle strategie di trasmissione e di esecuzione degli ordini 1. Premessa La Direttiva

Dettagli

Autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie

Autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie Altre deliberazioni Autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie Signori Azionisti, l Assemblea ordinaria del 28 aprile 2008 aveva rinnovato alla Società l autorizzazione all acquisto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A.

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. In data odierna i Consigli di Amministrazione di KME

Dettagli

Parte II del Prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio/rendimento e costi dei Fondi

Parte II del Prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio/rendimento e costi dei Fondi Parte II del Prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio/rendimento e costi dei Fondi Data di deposito in Consob della Parte II: 26 marzo 2015 Data di validità della Parte II: dal 1 aprile 2015

Dettagli

Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario

Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 18 giugno 2015 Semplificazione, Solidità, Sostenibilità Il 2014 in sintesi 1 Semplificazione della struttura

Dettagli

YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI COMUNICATO STAMPA YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Parte ordinaria: Approva il Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2013 Approva la prima sezione della Relazione sulla Remunerazione Approva il

Dettagli

Bisogno di investimento del risparmio

Bisogno di investimento del risparmio Bisogno di investimento del risparmio Domanda e Offerta di strumenti di investimento del risparmio Bisogno di investimento Strumenti bancari (contratti bilaterali) depositi tempo; PcT; CD Strumenti di

Dettagli

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEA CAPITAL

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEA CAPITAL COMUNICATO STAMPA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEA CAPITAL L Assemblea degli Azionisti: ha approvato il bilancio al 31 dicembre 2013 ed ha preso visione del bilancio consolidato del gruppo DeA Capital; ha

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 1 semestre 2014

Newsletter per gli Azionisti 1 semestre 2014 Newsletter per gli Azionisti 1 semestre Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al primo semestre. Vi ricordiamo che siamo sempre

Dettagli

AIVE Business Solutions. www.aive.com

AIVE Business Solutions. www.aive.com AIVE Business Solutions www.aive.com AIVE GROUP: Missione e Valori Missione Realizzare software e progetti che migliorano i processi operativi dei nostri clienti e incrementano la loro capacità competitiva

Dettagli

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009.

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Fatturato oltre le attese e marginalità in forte miglioramento. Il quarto trimestre è in forte

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Rev. 11/04/2008 Manuale Organizzativo E DI. Page 1 of 22

Rev. 11/04/2008 Manuale Organizzativo E DI. Page 1 of 22 MANUALE ORGANIZZATIVO E DI CORPORATE GOVERNANCE Page 1 of 22 Indice I - INTRODUZIONE... 3 1.1 PREMESSA...3 1.2 OBIETTIVI DEL MANUALE...3 1.3 AMBITO DI APPLICAZIONE...4 II - ORGANIGRAMMA FUNZIONALE... 5

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2012

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2012 Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al terzo trimestre. Vi ricordiamo che siamo sempre

Dettagli

Semestrale 2006 SOMMARIO

Semestrale 2006 SOMMARIO Relazione Semestrale al 30 giugno 2006 SOMMARIO A. Notizie preliminari.................................................. 3 1. Organi societari............................................... 5 2. Andamento

Dettagli

Italcementi S.p.a. Ai sensi dell art. 122 del TUF e dell art. 129 del Regolamento Emittenti si rende noto, per quanto occorrer possa, quanto segue.

Italcementi S.p.a. Ai sensi dell art. 122 del TUF e dell art. 129 del Regolamento Emittenti si rende noto, per quanto occorrer possa, quanto segue. Estratto delle pattuizioni comunicate alla Consob, per quanto occorrer possa, ai sensi dell'art. 122 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, come successivamente modificato e integrato ( TUF ) e delle disposizioni

Dettagli

TRADECREDIT POLITICALRISK

TRADECREDIT POLITICALRISK TRADECREDIT POLITICALRISK GLOBAL PRACTICE Aon Trade Credit Soluzioni per la gestione del rischio In Italia e nel mondo L unica organizzazione con: Network Internazionale al servizio di Clienti Multinazionali

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. (ai sensi dell art. 114 del Decreto Legislativi Italiani n. 58/1998) Milano, 22 Marzo 2015

COMUNICATO STAMPA. (ai sensi dell art. 114 del Decreto Legislativi Italiani n. 58/1998) Milano, 22 Marzo 2015 COMUNICATO STAMPA (ai sensi dell art. 114 del Decreto Legislativi Italiani n. 58/1998) Milano, 22 Marzo 2015 CHINA NATIONAL TIRE & RUBBER CO. (CNRC), CONTROLLATA DI CHEMCHINA S (CHEMCHINA), CAMFIN S.P.A.

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 EBITDA positivo per 1 milione di Euro (negativo per 2,2 milioni di Euro nello stesso periodo

Dettagli

INDICE 1. RIFERIMENTI NORMATIVI... 3 2. STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI... 6

INDICE 1. RIFERIMENTI NORMATIVI... 3 2. STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI... 6 INDICE 1. RIFERIMENTI NORMATIVI... 3 1.1 STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE...4 2. STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI... 6 2.1 TITOLI AZIONARI E RELATIVI DIRITTI DI OPZIONE, COVERED WARRANTS,

Dettagli

La prima scelta delle panoramiche digitali

La prima scelta delle panoramiche digitali La prima scelta delle panoramiche digitali Abbiamo cura dei Clienti Abbiamo cura dei Pazienti Abbiamo cura dei nostri Partner Con molte attenzioni, Tecnologia per migliorare le cure Leader mondiale in

Dettagli

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 COMUNICATO STAMPA Nel 1H11: Ricavi consolidati: 174,0 milioni di euro (+1,4% sul 1H10) Utile ante imposte: 48,6 milioni di euro (+2,7% sul 1H10) Utile netto

Dettagli

Le principali modifiche sui target economici conseguenti all aggiornamento del Piano Strategico 2009-2011 appena approvato sono di seguito riportate:

Le principali modifiche sui target economici conseguenti all aggiornamento del Piano Strategico 2009-2011 appena approvato sono di seguito riportate: COMUNICATO STAMPA GABETTI PROPERTY SOLUTIONS RIORGANIZZA L INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE, AGGIORNA IL PIANO STRATEGICO 2009-2011 E LANCIA UN NUOVO PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Conversione al modello del franchising

Dettagli

GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A. Sede in Modena, Strada delle Fornaci 20 Registro delle Imprese di Modena n. 00327740379

GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A. Sede in Modena, Strada delle Fornaci 20 Registro delle Imprese di Modena n. 00327740379 GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A. Sede in Modena, Strada delle Fornaci 20 Registro delle Imprese di Modena n. 00327740379 DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE (Articolo 54 del Regolamento Emittenti- Delibera

Dettagli

Milano, 15 ottobre 2012

Milano, 15 ottobre 2012 Made in Italy 1, la prima SPAC di diritto italiano quotata, annuncia la fusione per incorporazione di SeSa S.p.A, leader in Italia nella distribuzione a valore di soluzioni IT per le imprese SeSa S.p.A.

Dettagli

L ASSEMBLEA APPROVA IL BILANCIO 2013

L ASSEMBLEA APPROVA IL BILANCIO 2013 Genova, 15 aprile 2014 L ASSEMBLEA APPROVA IL BILANCIO 2013 Approvato il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2013 Approvata la distribuzione di un dividendo pari a 0,16 euro per azione Approvate la prima

Dettagli

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Welfare: sfide e opportunità Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Lo scenario della previdenza complementare in Italia La spesa e i numeri del

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

ITALCEMENTI APPROVA UN PIANO DI RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE E DI SEMPLIFICAZIONE DELLA STRUTTURA DI GRUPPO

ITALCEMENTI APPROVA UN PIANO DI RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE E DI SEMPLIFICAZIONE DELLA STRUTTURA DI GRUPPO ITALCEMENTI APPROVA UN PIANO DI RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE E DI SEMPLIFICAZIONE DELLA STRUTTURA DI GRUPPO IL CONSGLIO ITALMOBILIARE CONDIVIDE L OPERAZIONE OPA volontaria sulle minorities di Ciments Français

Dettagli

ACCORDO DI MASSIMA CONTENENTE PATTUIZIONI PARASOCIALI RELATIVE A PIRELLI & C S.p.A.

ACCORDO DI MASSIMA CONTENENTE PATTUIZIONI PARASOCIALI RELATIVE A PIRELLI & C S.p.A. ACCORDO DI MASSIMA CONTENENTE PATTUIZIONI PARASOCIALI RELATIVE A PIRELLI & C S.p.A. Informazioni essenziali previste dall art. 130 del Regolamento Consob n. 11971/1999, come successivamente modificato

Dettagli

Pirelli & C. S.p.A. - Milano

Pirelli & C. S.p.A. - Milano Pirelli & C. S.p.A. - Milano Relazione Trimestrale al 30 Settembre 2006 1 PIRELLI & C. Società per Azioni Sede in Milano, Via G. Negri n. 10 Capitale Sociale Euro 2.791.311.344,64 Registro delle Imprese

Dettagli

Alberto Vai Head of Marketing & Individuals BNP Paribas Reim Rimini, 19 maggio 2011

Alberto Vai Head of Marketing & Individuals BNP Paribas Reim Rimini, 19 maggio 2011 Il mercato immobiliare in Italia e i fondi immobiliari come strumenti di diversificazione dell'asset allocation per la clientela affluent. Alberto Vai Head of Marketing & Individuals BNP Paribas Reim Rimini,

Dettagli

La quotazione sul MAC 15 Novembre 2007

La quotazione sul MAC 15 Novembre 2007 La quotazione sul MAC 15 Novembre 2007 Index La Tessitura Pontelambro 3 Dati finanziari 6 Strategia 9 La scelta del Mac 10 Offerta globale Struttura dell operazione 13 Il risultato 14 L esperienza sul

Dettagli

Investimenti e Sviluppo spa

Investimenti e Sviluppo spa Comunicato Stampa Investimenti e Sviluppo S.p.A.: approvata la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2009; Paolo Bassi nominato consigliere per cooptazione; la società partecipata I Pinco Pallino

Dettagli

Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio

Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio 1 Mercati e strumenti finanziari gestiti Dal 1998 Borsa Italiana SpA regolamenta, sviluppa e gestisce i mercati italiani azionari (MTA e Mercato Expandi), il mercato degli strumenti derivati (IDEM), il

Dettagli

3) Rapporti del Gruppo Prelios e di Prelios S.p.A. verso Parti Correlate:

3) Rapporti del Gruppo Prelios e di Prelios S.p.A. verso Parti Correlate: INFORMATIVA MENSILE AI SENSI DELL ART. 114, COMMA 5, DEL D.LGS. N. 58/98 Milano, 31 gennaio 2014 In ottemperanza alla richiesta inviata da Consob il 13 settembre 2012, ai sensi dell art. 114, comma 5,

Dettagli

Anima Riserva Dollaro Sistema Anima

Anima Riserva Dollaro Sistema Anima Società di gestione del risparmio Soggetta all attività di direzione e coordinamento del socio unico Anima Holding S.p.A. Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le

Dettagli

La società, le competenze, i numeri.

La società, le competenze, i numeri. La società, le competenze, i numeri. Eurizon Capital Architettura multi societaria Eurizon Capital SGR Eurizon Capital appartiene al Gruppo Intesa Sanpaolo. È specializzata nella gestione degli investimenti

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI ICCREA BANCA S.P.A. DOCUMENTO DI SINTESI 07 FEBBRAIO 2008 INDICE 1. RIFERIMENTI NORMATIVI 3 2. Sezione Prima - Fattori di esecuzione

Dettagli

PRELIOS S.P.A. Sede in Milano, Viale Piero e Alberto Pirelli n. 27 Registro delle Imprese di Milano n. 02473170153. www.prelios.

PRELIOS S.P.A. Sede in Milano, Viale Piero e Alberto Pirelli n. 27 Registro delle Imprese di Milano n. 02473170153. www.prelios. PRELIOS S.P.A. Sede in Milano, Viale Piero e Alberto Pirelli n. 27 Registro delle Imprese di Milano n. 02473170153 www.prelios.com Relazione illustrativa redatta dagli Amministratori ai sensi dell art.

Dettagli

P R E S S R E L E A S E

P R E S S R E L E A S E TXT e-solutions: Ricavi 2014 +6,3% a 55,9 milioni EBITDA +8,4%, Utile netto 4,2 milioni Proposto dividendo di 0,25 per azione 1 azione gratuita ogni 10 possedute Ricavi netti consolidati: 55,9 milioni

Dettagli

I I SISTEMI INFORMATIVI INTEGRATI. Baan IV IV - Funzionalità e Architettura NOTE

I I SISTEMI INFORMATIVI INTEGRATI. Baan IV IV - Funzionalità e Architettura NOTE I I SISTEMI INFORMATIVI INTEGRATI Baan IV IV - Funzionalità e Architettura Baan Company: profilo Fondata nel 1978 Oltre 2000 clienti nel mondo Oltre 1500 dipendenti Fatturato 1995: 216 (milioni di $) 76%

Dettagli

BIALETTI INDUSTRIE S.P.A.

BIALETTI INDUSTRIE S.P.A. BIALETTI INDUSTRIE S.P.A. DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 54 DEL REGOLAMENTO CONSOB N. 11971 DEL 14 MAGGIO 1999 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ( REGOLAMENTO EMITTENTI

Dettagli

IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE D.M. 28 gennaio 2009 Attuazione disposizioni di cui al comma 9, dell'art. 38, della legge n. 289/2002, concernente la determinazione del livello di reddito equivalente per ciascun Paese straniero, al reddito

Dettagli

RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DI DE LONGHI S.P.A. AI SENSI DELL ART. 125-TER D. LGS. 24 FEBBRAIO 1998 N. 58

RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DI DE LONGHI S.P.A. AI SENSI DELL ART. 125-TER D. LGS. 24 FEBBRAIO 1998 N. 58 CAPITALE SOCIALE EURO 224.250.000,00 I.V. SEDE LEGALE IN TREVISO VIA LODOVICO SEITZ N. 47 CODICE FISCALE E NUMERO DI ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE DI TREVISO 11570840154 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI

Dettagli

N. Azioni vincolate % su az. vincolate % su cap. soc.

N. Azioni vincolate % su az. vincolate % su cap. soc. Estratto dell Accordo per la partecipazione al capitale di Mediobanca S.p.A. ai sensi dell art. 122, del d.lgs. 58/98 e della delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modificazioni Tipo

Dettagli

MERCURI INTERNATIONAL

MERCURI INTERNATIONAL MERCURI INTERNATIONAL 1 Mercuri International Mercuri International parla solo ed esclusivamente di vendite Mercuri International è una società specializzata nella consulenza e nel training in area vendite.

Dettagli

La quotazione sul MAC 9 Maggio 2008

La quotazione sul MAC 9 Maggio 2008 La quotazione sul MAC 9 Maggio 2008 Index La Tessitura Pontelambro 3 Dati finanziari 6 Strategia 9 La scelta del Mac 10 Offerta globale Struttura dell operazione 13 Il risultato 14 L esperienza sul MAC

Dettagli

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti.

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI GRUPPO MUTUIONLINE S.P.A. SULLE PROPOSTE ALL'ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA IN PRIMA CONVOCAZIONE PER IL 23 APRILE 2013

Dettagli

Pietro Boni - Pietro Ghigini - Clara Robecchi. Telepass 4.2 - Istituti tecnici. Compensi agli amministratori: aspetto previdenziale

Pietro Boni - Pietro Ghigini - Clara Robecchi. Telepass 4.2 - Istituti tecnici. Compensi agli amministratori: aspetto previdenziale MODULO G Le società di persone MODULO H Le società di capitali e le cooperative LEZIONE 83 LEZIONE 88 LEZIONE 93 LEZIONE 107 L utile d esercizio e la sua destinazione pag. 14 Il trattamento fiscale delle

Dettagli

UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015. Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014)

UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015. Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014) Bologna, 7 agosto 2015 UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014) Raccolta diretta assicurativa a 7.284

Dettagli

Fideuram Master Selection

Fideuram Master Selection Fideuram Master Selection Una valida alternativa all investimento in singoli fondi o titoli che offre una serie di preziosi e distintivi vantaggi. Maggiore specializzazione Investendo simultaneamente in

Dettagli

Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita

Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita City Wire Events September 2015 Professor Paolo Surico London Business School 1 Disclaimer 2 Previsioni in macroeconomia: Scienza Source: FMI WEO 2014 Previsioni

Dettagli

- Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 30 giugno 2014 -

- Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 30 giugno 2014 - COMUNICATO STAMPA SOCIETA ACQUE POTABILI S.P.A: - Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 30 giugno 2014 - - Progetto di fusione per incorporazione in Sviluppo Idrico S.p.A.

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento Sezione Terza I Fondi comuni di investimento 369. Nella valutazione dei beni del fondo comune di investimento, il valore degli strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni su mercati regolamentati è

Dettagli

Banca Intesa PROSPETTO DI QUOTAZIONE

Banca Intesa PROSPETTO DI QUOTAZIONE Banca Intesa PROSPETTO DI QUOTAZIONE RELATIVO ALL AMMISSIONE ALLA QUOTAZIONE DI WARRANT BANCA INTESA S.p.A. VALIDI PER VENDERE A BANCA INTESA AZIONI ORDINARIE O AZIONI DI RISPARMIO BANCA COMMERCIALE ITALIANA

Dettagli

TORINO 28.04.2011 DOMANDE DEL SOCIO MARCO BAVA PER L ASSEMBLEA GABETTI PER RISPOSTA IN ASSEMBLEA SENSI DI LEGGE.

TORINO 28.04.2011 DOMANDE DEL SOCIO MARCO BAVA PER L ASSEMBLEA GABETTI PER RISPOSTA IN ASSEMBLEA SENSI DI LEGGE. 1 TORINO 28.04.2011 DOMANDE DEL SOCIO MARCO BAVA PER L ASSEMBLEA GABETTI PER RISPOSTA IN ASSEMBLEA SENSI DI LEGGE. 1) VORREI SAPERE QUALI SONO GLI INVESTIMENTI PREVISTI PER LE ENERGIE RINNOVABILI, COME

Dettagli

FIABCI INTERNATIONAL The Inspiring Leadership Federation. The most effective International Business Network, una presenza sul

FIABCI INTERNATIONAL The Inspiring Leadership Federation. The most effective International Business Network, una presenza sul FIABCI INTERNATIONAL The Inspiring Leadership Federation The most effective International Business Network, una presenza sul mercato mondiale 67 paesi..una presentazione di Giancarlo Bracco FIABCI è La

Dettagli

CORPORATE GOVERNANCE EVOLUZIONE NEL CORSO DELL ESERCIZIO

CORPORATE GOVERNANCE EVOLUZIONE NEL CORSO DELL ESERCIZIO CORPORATE GOVERNANCE EVOLUZIONE NEL CORSO DELL ESERCIZIO Il Sistema di Corporate Governance Brembo, la cui completa realizzazione è avvenuta durante gli esercizi 2000 e 2001, è stato oggetto di un ampio

Dettagli

Analisi dello stato di adozione del Protocollo di autonomia per la gestione dei conflitti di interessi. (Anno 2012)

Analisi dello stato di adozione del Protocollo di autonomia per la gestione dei conflitti di interessi. (Anno 2012) Analisi dello stato di adozione del Protocollo di autonomia per la gestione dei conflitti di interessi (Anno 2012) Assogestioni ha raccolto i dati relativi all adesione al Protocollo di autonomia per la

Dettagli

Diritto di accrescimento N. Azioni. N. Azioni vincolate. % su az. vinc. % su cap. soc. % su cap. soc. N. Azioni "non vincolate" % su cap. soc.

Diritto di accrescimento N. Azioni. N. Azioni vincolate. % su az. vinc. % su cap. soc. % su cap. soc. N. Azioni non vincolate % su cap. soc. Informazioni essenziali dell Accordo per la partecipazione al capitale di Mediobanca S.p.A. ai sensi dell art. 122, del d.lgs. 58/98 e della delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modificazioni

Dettagli

at on cloud at on cloud Tutto sotto controllo, ovunque voi siate

at on cloud at on cloud Tutto sotto controllo, ovunque voi siate Tutto sotto controllo, ovunque voi siate La supervisione di macchine ed impianti remota via internet Monitoraggio, registrazione dati storici, gestione allarmi, modifica dei parametri Da remoto via web

Dettagli