Mobilità del personale e analisi dei fabbisogni nella PA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mobilità del personale e analisi dei fabbisogni nella PA"

Transcript

1 Mobilità del personale e analisi dei fabbisogni nella PA Workshop AIDP.PA Confronto su D.L. n. 101/2013 convertito con modificazioni dalla legge n. 125/2013 Bologna, 15 novembre 2013 Pierluigi Mastrogiuseppe - Direttore Aran

2 Occupati PA distribuzione per settori Personale in regime di diritto pubblico 18% Servizio sanitario nazionale 21% Altro 1% Ministeri, enti pubblici non economici, agenzie nazionali 8% Scuola e Afam 30% Ricerca e università 2% Regioni e autonomie locali 20% Fonte: elaborazione Aran, su dati conto annuale RGS 2

3 Spesa per retribuzioni nel pubblico impiego La massa complessiva di retribuzioni pagata dalla PA: aggregato di circa 170 miliardi di Euro (in percentuale sul PIL, 11%) Nel 2011 ha segnato per la prima volta una riduzione, registrando un calo dell 1,6% rispetto al La diminuzione si è confermata anche nel 2012 (-2,3%). La spesa è prevista in diminuzione anche per il 2013 Sulla massa complessiva incidono due variabili o Retribuzione media pro-capite o Numero degli occupati Le riduzioni evidenziate sono l effetto combinato della de-crescita prossima a zero delle retribuzioni (per effetto dei blocchi) e della riduzione del numero di occupati 3

4 Spesa complessiva per retribuzioni I dati si riferiscono alla massa complessiva di quanto è stato speso per le retribuzioni dei pubblici dipendenti, al netto (linea arancione) ed al lordo dei contributi (linea verde) Le percentuali evidenziano la variazione registrata nel 2012 rispetto al 2011 e nel 2011 rispetto al 2010 (si vede l effetto combinato del calo delle retribuzioni e del calo degli occupati) In due anni, la spesa (lordo contributi) è diminuita di 6,6 miliardi Miliardi di Euro ,6% -2,3% -2,3% -2,5% Spesa totale per retribuzioni (netto contributi) Spesa totale per retribuzioni (lordo contributi) Fonte: Istat, contabilità nazionale, conti ed aggregati economici delle amministrazioni pubbliche 4

5 Occupati I dati si riferiscono al numero di occupati nella pubblica amministrazione, inclusi tempi determinati Le percentuali evidenziano la variazione registrata nel 2012 rispetto al 2011 e nel 2011 rispetto al 2010 (sono anni interessati dal blocco del turnover) In due anni, il numero degli occupati è diminuito di circa unità Unità lavoro ,6% % Fonte: Istat, contabilità nazionale, conti ed aggregati economici delle amministrazioni pubbliche 5

6 Retribuzioni pro-capite di fatto Euro I dati si riferiscono alle retribuzioni medie pro-capite di fatto della P.A., cioè tutta la retribuzione (incluso salario accessorio) pagata mediamente ad ogni dipendente pubblico Le percentuali evidenziano la variazione registrata nel 2012 rispetto al 2011 e nel 2011 rispetto al 2010 (sono gli anni interessati dal blocco delle retribuzioni) Tra parentesi, nel grafico, l inflazione (NIC con tabacchi) registrata nei rispettivi anni ,7% (+2,8%) ,6% (+3,0%) Fonte: Istat, contabilità nazionale, conti ed aggregati economici delle amministrazioni pubbliche 6

7 Massa retributiva, retribuzioni pro-capite e occupati Indici, 2000=100 Fonte: elaborazione Aran, su dati Istat di contabilità nazionale 7

8 Indici, 2000=100 Il confronto con il privato Dinamica delle retribuzioni pro-capite di fatto dal 2000 Fonte: elaborazione Aran, su dati Istat di contabilità nazionale 8

9 Indici, 2005=100 Il confronto con il privato Dinamica delle retribuzioni pro-capite di fatto dal 2005 Fonte: elaborazione Aran, su dati Istat di contabilità nazionale 9

10 Anzianità nel pubblico impiego L età media dal 2001 al P.A 43,6 47,8 Regioni e Autonomie locali 44,7 49,1 Sanità 43,0 47,3 Corpi di Polizia e Forze armate 33,9 40,5 Ministeri 45,3 51,0 Scuola 46,9 50,

11 Anzianità nel pubblico impiego L età media: i differenziali tra i diversi comparti Fonte: elaborazione Aran, su dati RGS-Conto annuale 11

12 Flussi di mobilità complessiva Tutti i comparti Anno 2010, valori assoluti e valori percentuali su numero di addetti Permanente Temporanea Intracomparto (1) Extracomparto Comandi e distacchi entrati usciti entrati usciti Servizio sanitario nazionale ,8% 430 0,1% 581 0,1% ,2% ,4% Enti pubblici non economici 332 0,6% 253 0,5% 32 0,1% 639 1,2% 227 0,4% Enti di ricerca 90 0,5% 22 0,1% 33 0,2% 105 0,6% 172 0,9% Regioni e Autonomie locali ,1% 562 0,1% 670 0,1% ,5% ,1% Regioni a statuto speciale 929 1,3% 94 0,1% 102 0,1% 410 0,6% ,7% Ministeri 262 0,1% 136 0,1% 188 0,1% ,6% ,0% Agenzie fiscali 33 0,1% 98 0,2% 70 0,1% 177 0,3% 283 0,5% PCM 0 0,0% 192 8,2% 5 0,2% ,2% 75 3,2% Scuola 48 0,0% 0 0,0% 209 0,0% 0 0,0% 466 0,0% A.F.A.M. 60 0,7% 26 0,3% 45 0,5% 18 0,2% 33 0,4% Università 82 0,1% 23 0,0% 230 0,2% 207 0,2% 620 0,5% Vigili del fuoco 1 0,0% 0 0,0% 4 0,0% 8 0,0% 11 0,0% Corpi di polizia 0 0,0% 0 0,0% 32 0,0% 265 0,1% ,6% Forze armate 13 0,0% 0 0,0% 71 0,0% 3 0,0% 464 0,3% Magistratura 0 0,0% 0 0,0% 0 0,0% 0 0,0% 0 0,0% Carriera diplomatica 0 0,0% 0 0,0% 0 0,0% 0 0,0% 0 0,0% Carriera prefettizia 0 0,0% 4 0,3% 1 0,1% 0 0,0% 18 1,3% Totale pubblico impiego ,0% ,1% ,1% ,4% ,5% (1) Misurata sul flusso di entrati Fonte: elaborazione Aran, su dati RGS, conto annuale

13 Regioni e autonomie locali Mobilità intracomparto Anno 2010, valori assoluti e valori percentuali su numero di addetti Istituzioni Mobilità permanente entrati usciti saldo Territori Categoria contrattuale Genere Flussi per istituzione Comuni ,8% ,9% ,1% Province ,9% ,0% -7 0,0% Regioni 272 0,6% 224 0,5% 48 0,1% Comunità montane 380 9,1% ,6% ,6% Unione di comuni ,4% 137 5,0% 147 5,4% Consorzi, associazioni 50 1,6% 77 2,5% -27-0,9% CCIAA 68 1,0% 34 0,5% 34 0,5% Ipab, Iacp, Ater, Aler, Arte 289 3,0% 77 0,8% 212 2,2% Fonte: elaborazione Aran, su dati RGS, conto annuale

14 Regioni e autonomie locali Mobilità intracomparto Anno 2010, valori assoluti e valori percentuali su numero di addetti Istituzioni Territori Categoria contrattuale Mobilità permanente entrati usciti saldo Flussi territoriali Nord-ovest ,5% ,6% ,2% Nord-est ,6% ,4% 154 0,2% Centro ,1% ,2% -86-0,1% Sud 819 0,7% 727 0,6% 92 0,1% Isole 338 0,5% 282 0,5% 56 0,1% Genere Fonte: elaborazione Aran, su dati RGS, conto annuale

15 Regioni e autonomie locali Mobilità intracomparto Anno 2010, valori assoluti e valori percentuali su numero di addetti Istituzioni Territori Categoria contrattuale Genere Flussi per categoria contrattuale (1) Mobilità permanente Segretari comunali e provinciali 253 6,9% Dirigenti 174 1,8% Categoria D ,4% Categoria C ,3% Categoria B 877 0,6% Categoria A 45 0,2% Direttori generali 3 0,6% Dirigenti e alte specializ. fuori d.o. 0 0,0% Restante personale 31 0,5% (1) Misurati sul numero di entrati Fonte: elaborazione Aran, su dati RGS, conto annuale

16 Regioni e autonomie locali Mobilità intracomparto Istituzioni Anno 2010, valori assoluti e valori percentuali su numero di addetti Territori Categoria contrattuale Flussi per genere (1) Mobilità permanente Donne ,2% Uomini ,1% (1) Misurati sul numero di entrati Genere Fonte: elaborazione Aran, su dati RGS, conto annuale

17 Servizio sanitario nazionale Mobilità intra ed extra-comparto Anno 2010, valori assoluti e valori percentuali su numero di addetti Mobilità permanente Intracomparto (1) Extracomparto Categoria contrattuale Genere Flussi per categoria contrattuale entrati usciti Direttori generali 16 1,9% 10 1,2% 1 0,1% M edici e odontoiatri ,5% 63 0,1% 119 0,1% Veterinari 185 3,2% 1 0,0% 5 0,1% Dirigenti san. non medici 473 3,2% 1 0,0% 11 0,1% Dirigenti san. ruolo professionale 51 3,4% 0 0,0% 7 0,5% Dirigenti san. ruolo tecnico 40 3,4% 1 0,1% 3 0,3% Dirigenti san. ruolo amministrativo 124 4,3% 8 0,3% 11 0,4% Personale infermieristico ,9% 48 0,0% 180 0,1% Personale riabilitativo 553 2,7% 5 0,0% 9 0,0% Personale tecnico sanitario ,8% 10 0,0% 25 0,1% Personale vigilanza e ispezione 256 2,1% 4 0,0% 38 0,3% Personale ruolo professionale 24 6,5% 4 1,1% 0 0,0% Personale ruolo tecnico ,5% 129 0,1% 75 0,1% Personale ruolo amministrativo ,8% 146 0,2% 94 0,1% Personale contrattista 67 12,6% 0 0,0% 3 0,6% (1) Misurata sul numero di entrati Fonte: elaborazione Aran, su dati RGS, conto annuale

18 Servizio sanitario nazionale Mobilità intra ed extra-comparto Anno 2010, valori assoluti e percentuale su numero di addetti Categoria contrattuale Genere Intracomparto (1) Mobilità permanente Extracomparto entrati usciti Flussi per genere Donne ,6% 253 0,1% 284 0,1% Uomini ,3% 177 0,1% 297 0,1% (1) Misurata sul numero di entrati 18

19 La produttività resta la questione centrale I dati presentati sono anche il frutto delle misure di contenimento finanziario adottate negli ultimi anni. A partire dal 2010, tali misure sono state rafforzate a causa della situazione di emergenza finanziaria che l Italia ha dovuto fronteggiare blocco contratti collettivi nazionali vincoli specifici su retribuzioni e costo del lavoro blocco turn-over, riduzione organici e avvio spending review Analoghe misure di contenimento e riduzione (in qualche caso con interventi ancora più incisivi) sono state adottate anche dagli altri Paesi investiti dalla crisi del debito (in particolare, i Paesi UE dell area mediterranea) I risultati indubbiamente positivi sul piano finanziario vanno tuttavia valutati anche alla luce delle possibili ricadute sull innovazione organizzativa e sulla modernizzazione del settore pubblico Sullo sfondo di interventi di carattere emergenziale, resta infatti il tema più generale di come rendere più produttiva la spesa del pubblico impiego. Tema che, a più riprese, si è cercato di affrontare attraverso riforme di carattere strutturale (da ultimo, con il d. lgs. n. 150/2009, cosiddetta Riforma Brunetta), ma che rappresenta ancora un punto di grande rilievo nell agenda politica del Paese 19

20 Occupati della PA come percentuale della forza lavoro Fonte: International Labour Organization (ILO), LABORSTA database 20 Norway Denmark Sweden Finland France Hungary Estonia Luxembourg United Kingdom Belgium Canada Israel Australia OECD32 Ireland Slovenia United States Italy Czech Republic Spain Portugal Netherlands Austria Turkey Slovak Republic New Zealand Poland Switzerland Germany Chile Mexico Greece Japan Korea Russian Federation South Africa Brazil %

21 Alcune proposte Superare l attuale impostazione di misure e controlli di tipo puntuale, responsabilizzando su macro voci di spesa e, comunque, lasciando adeguati spazi a politiche gestionali In concreto, si tratterebbe ad esempio di non vincolare più la spesa per la formazione del personale, come avviene ora, ma porre vincoli più generali sulla spesa complessiva di personale o su aggregati di spesa ancora più ampi Governo del «cambiamento organizzativo» e della «mobilità» delle amministrazioni pubbliche Ridefinire il perimetro di intervento delle diverse amministrazioni pubbliche, le missioni e funzioni affidate, le strutture, la presenza degli uffici sul territorio, eliminare le ridondanze, ridurre le catene gerarchiche, ricomporre la frammentazione delle competenze, favorire l utilizzo delle tecnologie ICT per l erogazione di servizi e per la gestione interna, favorire la mobilità e la riqualificazione del personale (incontro domanda/offerta, programmi di riqualificazione, misure di sostegno e incentivi) Definire obiettivi di contenimento e vincoli differenziati Ad esempio, si potrebbe chiedere di ridurre il personale solo alle amministrazioni che non rispettano determinati standard di fabbisogno, definiti in relazione alle condizioni del territorio, invece che indiscriminatamente a tutti con percentuali lineari di riduzione 21

22 Analisi dei fabbisogni e mercato del lavoro nella PA I dati sulla mobilità hanno mostrato una situazione di sostanziale staticità: i lavoratori pubblici si muovono «poco» Il settore pubblico non funziona come un «mercato del lavoro» né si avvicina a tale situazione ideale Conseguenze negative Competenze «statiche»/de-motivazione Disattenzione dei datori di lavoro rispetto all esigenza di trattenere, motivare, utilizzare al meglio le leve di politica del personale Per far funzionare il sistema come un «quasi-mercato» occorrerebbe superare l attuale impostazione, che subordina la mobilità al consenso dell amministrazione cedente Ma come fare in modo che la domanda di lavoro da parte delle amministrazione sia «davvero» espressione di un fabbisogno di personale? 22

23 Una proposta per rilevare i fabbisogni di personale C è un nesso diretto tra l impegno richiesto ad un amministrazione pubblica in termini di energie lavorative impiegate («fabbisogno di personale»), ciò che viene prodotto («output»), i bisogni che il territorio di riferimento esprime («territorio») Fabbisogno di personale Output Territorio 23

24 Un applicazione concreta del metodo Gli uffici territoriali delle amministrazioni centrali Quanto pesa questa parte della PA centrale? Nei ministeri il 70% del personale lavora presso uffici sul territorio Nelle agenzie fiscali si sale all 84% In termini di spesa, secondo un recente rapporto della Ragioneria, i costi delle strutture periferiche sono circa il 93% del totale; senza l istruzione e le scuole, siamo a circa 88% L applicazione è stata effettuata per una sola delle diverse tipologie di uffici territoriali presenti sul territorio nazionale (Ragionerie territoriali dello stato: 93 unità, 116 uffici presenti nella quasi totalità delle province, circa unità persona/anno; attività svolta: vigilanza e controllo su atti di spesa delle amministrazioni periferiche dello stato) Si tratta di un applicazione meramente esemplificativa, a carattere largamente sperimentale e con necessità di ulteriori affinamenti, effettuata su una realtà per la quale erano disponibili dati di «buona qualità» 24

25 Un applicazione concreta del metodo Come è stata ipotizzata la relazione tra «territorio» e «fabbisogno di spesa di personale» per le ragionerie territoriali dello stato? Fabbisogno di spesa di personale Numero dipendenti amministrazioni periferiche dello Stato Numero di amministrazioni periferiche Numero comuni Numero scuole primarie statali Alcuni possibili correttivi Capoluogo di regione (SI/NO) Condizioni economiche territoriali 25

26 I risultati dell applicazione Condizioni economiche del territorio «sterilizzate» 26

27 Vantaggi del metodo proposto Maggiore semplicità (le misure di output sono molte e poco aggregabili) Minore manipolabilità (le misure sul territorio sono spesso rilevate da fonti statistiche ufficiali, esterne agli enti) Più agevole il confronto tra enti simili che insistono su territori diversi (benchmarking) Il fabbisogno può anche essere espresso in termini di «spesa» e non di «posti» (si semplifica la gestione e si vincola in modo più evoluto) 27

28 Metodo come supporto alla regolazione Il fabbisogno standard si determina attraverso l utilizzo di tecniche statistiche, pervenendo ad una sorta di «media contestualizzata» dei valori rilevati sull intero territorio nazionale Il confronto tra «fabbisogno standard» e «valori effettivi» evidenzia degli scostamenti (unità sopra lo standard e unità sotto lo standard). Le amministrazioni che impiegano più lavoro possono: Essere semplicemente inefficienti Produrre più output Offrire maggiore qualità sono comunque oltre lo standard 28

29 Contatti per consultare o scaricare i numeri del Rapporto semestrale Aran sulle retribuzioni dei pubblici dipendenti 29

Rapporto semestrale sulle retribuzioni dei pubblici dipendenti

Rapporto semestrale sulle retribuzioni dei pubblici dipendenti Rapporto semestrale sulle retribuzioni dei pubblici dipendenti (2/2012) www.aranagenzia.it L andamento della spesa per retribuzioni nel pubblico impiego La massa complessiva di retribuzioni pagata dalla

Dettagli

IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI

IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI - analisi, confronto e rafforzamento del sistema sanitario Stefano Scarpetta, Direttore della Direzione del Lavoro, Occupazione e Affari Sociali Il Lavoro dell

Dettagli

Apertura internazionale, ricerca e innovazione nell economia italiana

Apertura internazionale, ricerca e innovazione nell economia italiana Apertura internazionale, ricerca e innovazione nell economia italiana Lelio Iapadre (Università dell Aquila e UNU-CRIS, Bruges) Corso per i poli regionali di innovazione ITA, Roma, 3 febbraio 2015 Sommario

Dettagli

Fondi pensione ed economia Italiana

Fondi pensione ed economia Italiana Fondi pensione ed economia Italiana Mauro Marè Università della Tuscia e Mefop Previdenza privata e crescita economica: idee e prospettive LUISS, Roma 14 dicembre 2015 Outline 1. L industria dei fondi

Dettagli

Donne e mercato del lavoro in Italia: tra la grande crisi e ritardi strutturali

Donne e mercato del lavoro in Italia: tra la grande crisi e ritardi strutturali Donne e mercato del lavoro in Italia: tra la grande crisi e ritardi strutturali GIUSEPPE GAROFALO Prof. di Economia Dipartimento di Economia e Impresa Università della Tuscia Occupati in Italia 9,2 milioni

Dettagli

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Alessandro Nova Università L. Bocconi Roma, 18 febbraio 2014 Filiera della carta 2014 - Alessandro Nova 1 La Filiera della

Dettagli

Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino

Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino Prof. Carlo ODOARDI Firenze, 16 aprile 2010 VALUTARE PER VALORIZZARE GLI INDIVIDUI E PROMUOVERE

Dettagli

IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES. Roma, 20 aprile 2010

IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES. Roma, 20 aprile 2010 OSSERVATORIO SULLA DIFFUSIONE DELLE RETI TELEMATICHE E DEI SERVIZI ON LINE IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES Roma, 20 aprile 2010

Dettagli

L'impatto della crisi economica (e dell austerità) sul mercato del lavoro e sulla situazione sociale. Un confronto europeo.

L'impatto della crisi economica (e dell austerità) sul mercato del lavoro e sulla situazione sociale. Un confronto europeo. Senato della Repubblica, S.Com. Pol. sociali, 1 Aprile 2015 L'impatto della crisi economica (e dell austerità) sul mercato del lavoro e sulla situazione sociale. Un confronto europeo. Pasquale Tridico

Dettagli

Avv. Franco Toffoletto. La disciplina delle mansioni. Optime - Grand Hotel et de Milan. 1 luglio 2015

Avv. Franco Toffoletto. La disciplina delle mansioni. Optime - Grand Hotel et de Milan. 1 luglio 2015 La disciplina delle mansioni Optime - Grand Hotel et de Milan 1 luglio 2015 Jobs Act 1 (L. 16 maggio 2014, n. 78) Contratti a termine (superato dal D.lgs 15 giugno 2015, n. 81) Jobs Act 2 (L. 23 dicembre

Dettagli

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia Le dimensioni quantitative del problema In Italia, nel, gli stradali sono stati 230.871. Questi hanno determinato 5.131 e 325.850, con un costo sociale

Dettagli

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002 HW Health World Ocse health data 2002 di Mario Coi e Federico Spandonaro Ceis Sanità, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei

Dettagli

22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià. Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP

22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià. Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP 22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP Microsoft: l evoluzione dell ERP 22 Ottobre 2013 - UNA Golf Hotel Cavaglià (BI) In qualsiasi tipo di azienda,

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

Occupazione femminile e maternità. Alessandra Casarico Università Bocconi

Occupazione femminile e maternità. Alessandra Casarico Università Bocconi Occupazione femminile e maternità Alessandra Casarico Università Bocconi Donne: nuove regole, nuove opportunità Roma, 25 maggio 2015 Temi I differenziali di genere nel mercato del lavoro Le ragioni dei

Dettagli

Archiviazione elettronica e Gestione della conoscenza Dott. Timur Khoussainov Toffoletto De Luca Tamajo e Soci Studio Legale

Archiviazione elettronica e Gestione della conoscenza Dott. Timur Khoussainov Toffoletto De Luca Tamajo e Soci Studio Legale Archiviazione elettronica e Gestione della conoscenza Toffoletto De Luca Tamajo e Soci Studio Legale Bologna, 30 ottobre 2015 CHE COS È (PER NOI) LA CONOSCENZA? Toffoletto De Luca Tamajo e Soci 2015 2

Dettagli

La Misurazione e la Valutazione della Performance

La Misurazione e la Valutazione della Performance SSPAL Emilia Romagna,Toscana, Marche, Umbria Corso: La riforma del lavoro alle pubbliche dipendenze: la legge 15/09 ed il decreto legislativo di attuazione Legge Brunetta Fabio MONTEDURO La Misurazione

Dettagli

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Welfare: sfide e opportunità Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Lo scenario della previdenza complementare in Italia La spesa e i numeri del

Dettagli

IL LAVORO SULLA SALUTE ALL OCSE

IL LAVORO SULLA SALUTE ALL OCSE IL LAVORO SULLA SALUTE ALL OCSE Francesca Colombo, Divisione Salute OCSE 2 Aprile 2013 Il lavoro sulla sanità all OCSE è cresciuto nel tempo, come il budget sanità % GDP 12 France Germany Italy United

Dettagli

PRESSIONE FISCALE ED ECONOMIA SOMMERSA

PRESSIONE FISCALE ED ECONOMIA SOMMERSA PRESSIONE FISCALE ED ECONOMIA SOMMERSA di Tommaso Di Nardo Sommario: 1. La pressione fiscale in Italia dal 1980 al 2014. 2. Pressione tributaria diretta e indiretta. 3. La pressione fiscale in Europa.

Dettagli

OCSE PISA 2009 Programme for International Student Assessment

OCSE PISA 2009 Programme for International Student Assessment 7 dicembre 2010 INVALSI OCSE PISA 2009 Programme for International Student Assessment Risultati nazionali La rilevazione OCSE PISA 2009 Quarta edizione del programma PISA (rilevazioni triennali). Obiettivo

Dettagli

Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa?

Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa? Editoriale n. 6 del 18/5/2009 Fabio Pammolli e Nicola C. Salerno Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa? Dai dati del Taxing wages

Dettagli

Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita

Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita City Wire Events September 2015 Professor Paolo Surico London Business School 1 Disclaimer 2 Previsioni in macroeconomia: Scienza Source: FMI WEO 2014 Previsioni

Dettagli

I segnali dell Economia

I segnali dell Economia I segnali dell Economia Tito Boeri Università Bocconi 15 novembre 2006, Piccolo Teatro, Milano The sick man of Europe Lo siamo davvero? 2000 2002 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0 Il crollo della produttività (tassi

Dettagli

Erasmus + ASPETTI FINANZIARI

Erasmus + ASPETTI FINANZIARI Erasmus + ASPETTI FINANZIARI KA1 per l Istruzione Superiore Mobilità per Studio (ex SMS) Mobilità per Traineeship (ex SMP) Staff Mobility (ex STA IN/OUT STT) Organisational Support (ex OM) KA1 - Mobilità

Dettagli

La Sanità. Raffaele Lagravinese. 18 Novembre 2013

La Sanità. Raffaele Lagravinese. 18 Novembre 2013 La Sanità Raffaele Lagravinese 18 Novembre 2013 Argomenti della lezione Aspetti demografici e Sanità Le Giustificazioni dell intervento pubblico in Sanità Sistemi Sanitari a confronto La Spesa sanitaria

Dettagli

Retribuzioni medie nella pubblica amministrazione - Personale dirigente 1 Anno 2013

Retribuzioni medie nella pubblica amministrazione - Personale dirigente 1 Anno 2013 Retribuzioni medie nella pubblica amministrazione Personale dirigente 1 Anno 2013 Categorie di personale di posizione di risultato Dirigenti Ruolo Amministrativo 39.811 5.982 45.793 18.999 8.863 5.798

Dettagli

Documento di economia e finanza 2015. Dossier 1 La finanza delle amministrazioni comunali

Documento di economia e finanza 2015. Dossier 1 La finanza delle amministrazioni comunali Documento di economia e finanza 2015 Dossier 1 La finanza delle amministrazioni comunali Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Giorgio Alleva Commissioni riunite V Commissione

Dettagli

Un confronto internazionale sui dati dell imprenditoria femminile

Un confronto internazionale sui dati dell imprenditoria femminile L IMPRESA AL FEMMINILE IN ITALIA E IN EUROPA Un confronto internazionale sui dati dell imprenditoria femminile Settembre 2014 QUELLA VOGLIA TUTTA ITALIANA DI FARE IMPRESA AL FEMMINILE (NONOSTANTE IL CONTESTO)

Dettagli

Un Paese fra declino e ineguaglianze (1998-2009)

Un Paese fra declino e ineguaglianze (1998-2009) Un Paese fra declino e ineguaglianze (1998-2009) di Roberto Fanfani e Francesco Pagliacci* La discussione se l Italia stia declinando o meno ha subito fasi alterne nell ultimo decennio. Nelle analisi degli

Dettagli

ALLEGATI GRAFICI E TABELLARI

ALLEGATI GRAFICI E TABELLARI ALLEGATI GRAFICI E TABELLARI I dati sono aggiornati a settembre 2014. 50 miliardi di euro 130 Le previsioni di spesa sanitaria pubblica 125 120 DEF NA DEF DEF 2012 NA DEF 2012 115 NA DEF 2013 Def 2014

Dettagli

I numeri del commercio internazionale

I numeri del commercio internazionale Università di Teramo Aprile, 2008 Giovanni Di Bartolomeo gdibartolomeo@unite.it I numeri del commercio internazionale Big traders Netherlands 4% United Kingdom 4% France 5% China 6% Italy 4% Japan 7% Korea,

Dettagli

Temporanei o Permanenti?

Temporanei o Permanenti? Temporanei o Permanenti? Perché è importante? Due motivi che rendono la distinzione tra temporanei e permanenti importante: 1. Legislazione per la protezione dell impiego: terminare un rapporto di lavoro

Dettagli

Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA

Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica CARTE COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI RINNOVABILI TERMICHE ED EFFICIENZA L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA Raffaele Scialdoni

Dettagli

Il trend degli stipendi degli insegnanti della scuola statale dal 1995 ad oggi

Il trend degli stipendi degli insegnanti della scuola statale dal 1995 ad oggi Il trend degli stipendi degli insegnanti della scuola statale dal 1995 ad oggi Tre cifre sintetizzano eloquentemente la situazione delle retribuzioni dei docenti della scuola statale negli ultimi 13 anni

Dettagli

La tassazione del lavoro: l Italia nel contesto europeo

La tassazione del lavoro: l Italia nel contesto europeo Econpubblica - Centre for Research on the Public Sector La tassazione del lavoro: l Italia nel contesto europeo Giampaolo Arachi Università del Salento e Econpubblica Alberto Zanardi, Università di Bologna

Dettagli

Un unico programma UE per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014-2020)

Un unico programma UE per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014-2020) Un unico programma UE per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014-2020) Pesaro, 11 febbraio 2014 Agenzia ERASMUS +/INDIRE ITALIA c.grano@indire.it L Architettura di E+ 7 esistenti programmi

Dettagli

Il modello di organizzazione pubblica, con particolare riferimento agli enti locali: principi, criteri e strumenti

Il modello di organizzazione pubblica, con particolare riferimento agli enti locali: principi, criteri e strumenti Master in gestione e innovazione nelle amministrazioni pubbliche Il modello di organizzazione pubblica, con particolare riferimento agli enti locali: principi, criteri e strumenti Giuseppe Panassidi 1

Dettagli

Dossier di documentazione IL GOVERNO DEL PERSONALE NEL SETTORE SANITARIO

Dossier di documentazione IL GOVERNO DEL PERSONALE NEL SETTORE SANITARIO PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Ufficio di Segreteria della Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano Dossier di documentazione IL

Dettagli

LA SOSTENIBILITA DEL SISTEMA SANITARIO ITALIANO

LA SOSTENIBILITA DEL SISTEMA SANITARIO ITALIANO LA SOSTENIBILITA DEL SISTEMA SANITARIO ITALIANO Intervento del Direttore Generale Marcella Panucci SPESA PUBBLICA, PRIVATA E FINANZIAMENTO DEL SSN (Ministero della Salute e Istat, 2011) Valori assoluti

Dettagli

SIMULAZIONE DI SECONDA PROVA DIRITTO ED ECONOMIA POLITICA

SIMULAZIONE DI SECONDA PROVA DIRITTO ED ECONOMIA POLITICA SIMULAZIONE DI SECONDA PROVA DIRITTO ED ECONOMIA POLITICA Leggi con attenzione il seguente brano composto da due parti, una tratta dal sito ufficiale dell Unione europea e l altra dal sito Eurostat, l

Dettagli

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring La finanza delle imprese tra crisi e ripresa Mario Valletta Università degli Studi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. La seconda distorsione era relativa alle c.d. imprese familiari.

COMUNICATO STAMPA. La seconda distorsione era relativa alle c.d. imprese familiari. COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2009, a soli cinque mesi dal termine di presentazione

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

Organizzazione sanitaria e

Organizzazione sanitaria e Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Economia Organizzazione sanitaria e Sistemi sanitari comparati Prof. Gualtiero Ricciardi Direttore, Istituto di Igiene Professore Ordinario di Igiene presso

Dettagli

Le principali evidenze dalla 5th EWCS e gli sviluppi futuri

Le principali evidenze dalla 5th EWCS e gli sviluppi futuri Le principali evidenze dalla 5th EWCS e gli sviluppi futuri Maurizio Curtarelli Research Officer Working Conditions and Industrial Relations Unit Eurofound Overview della presentazione Datipresentatirelativia

Dettagli

prezzi industriali Di Mauro Novelli 25-9-2013

prezzi industriali Di Mauro Novelli 25-9-2013 Il PuntO n 277 UE 28. Capacità di spesa pro capite (PPS) e prezzi di benzina e gasolio. Una analisi comparata: A) Tra tutti i paesi UE. B) Tra i 5 maggiori paesi UE e C) Tra Lussemburgo e Italia Fonti:

Dettagli

2010 I.C.F. CAMPIONATI DEL MONDO CANOA POLO - Programma

2010 I.C.F. CAMPIONATI DEL MONDO CANOA POLO - Programma Mercoledì 1 Settembre (1 Girone) 09.00 Uomini A Netherlands Japan Uomini B France South Africa Uomini C ltaly China Taipei Uomini D Australia Belgium 09.30 Uomini A New Zealand USA Uomini B Germany Sweden

Dettagli

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING INDICE LeasePlan Corporation in sintesi la storia i numeri nel mondo Il Gruppo LeasePlan in Italia le società la storia Mercato del Noleggio

Dettagli

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue.

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. La pubblica amministrazione è stata oggetto negli

Dettagli

LAVORO IN CORSO. Attuazione del Jobs Act: innovazione e futuro ANTONIO MISIANI DEPUTATO PD COMMISSIONE BILANCIO CAMERA 21 NOVEMBRE 2015

LAVORO IN CORSO. Attuazione del Jobs Act: innovazione e futuro ANTONIO MISIANI DEPUTATO PD COMMISSIONE BILANCIO CAMERA 21 NOVEMBRE 2015 LAVORO IN CORSO Attuazione del Jobs Act: innovazione e futuro ANTONIO MISIANI DEPUTATO PD COMMISSIONE BILANCIO CAMERA 21 NOVEMBRE 2015 Il Jobs Act e la modernizzazione del mondo del lavoro Il Jobs Act

Dettagli

Marzo 2013. Produttività e regimi di protezione all impiego

Marzo 2013. Produttività e regimi di protezione all impiego Marzo 2013 Produttività e regimi di protezione all impiego di Paolo Pini (Università di Ferrara) È vero che maggiori rigidità nel mercato del lavoro si accompagnano a minore produttività? I dati non lo

Dettagli

Liberalizzazione del mercato dei capitali

Liberalizzazione del mercato dei capitali Liberalizzazione del mercato dei capitali euros euros Curve del prodotto marginale del capitale K Capital flow Esportazione di capitale r o r MPK* A MPK r r* o K o K*o * K o +K* o 1 Effetti di benessere

Dettagli

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Milano, 13 giugno 2013 Uso: Confidential Enel oggi Operatore energetico internazionale Presenza in 40 paesi Capacità installata

Dettagli

Rapporto CNEL sul mercato del lavoro

Rapporto CNEL sul mercato del lavoro Rapporto CNEL sul mercato del lavoro Roma, 30 settembre 2014 Tiziano Treu, Presidente della Commissione speciale dell Informazione (III) Area euro e USA a confronto; andamento dell occupazione: diverse

Dettagli

JEREMIE HOLDING FUND FESR SICILIA

JEREMIE HOLDING FUND FESR SICILIA JEREMIE HOLDING FUND FESR SICILIA Cos è JEREMIE L Iniziativa JEREMIE (Joint European Resources for Micro to Medium Enterprises - Risorse europee congiunte per le piccole e medie imprese) offre agli Stati

Dettagli

"SMS senza frontiere": la Commissione intende porre fine ai prezzi esorbitanti del roaming per gli SMS all'estero

SMS senza frontiere: la Commissione intende porre fine ai prezzi esorbitanti del roaming per gli SMS all'estero IP/08/1144 Bruxelles, 15 luglio 2008 "SMS senza frontiere": la Commissione intende porre fine ai prezzi esorbitanti del roaming per gli SMS all'estero Le cifre pubblicate oggi dalla Commissione europea

Dettagli

CORSO DI MACROECONOMIA

CORSO DI MACROECONOMIA CORSO DI MACROECONOMIA Prof. Giuseppe Travaglini Dott.ssa Elisa Lenti Anno accademico 2014-20152015 TEMI DI RIFLESSIONE MACROECONOMICA L Offerta: Il Pil, la Spesa Aggregata, la struttura produttiva delle

Dettagli

509/1994 e n. 103/1996:

509/1994 e n. 103/1996: 1. Enti previdenziali ex d. lgs. n. 509/1994 e n. 103/1996: Effetti l. n. 214/2011 sulla sostenibilità 2. : Disposizioni Covip sul processo di attuazione della politica di investimento Aggiornamento D.M.

Dettagli

Lo Scenario Internazionale dei Mercati dei Servizi Postali. Enrico Barboglio Segretario Generale Xplor Italia

Lo Scenario Internazionale dei Mercati dei Servizi Postali. Enrico Barboglio Segretario Generale Xplor Italia Lo Scenario Internazionale dei Mercati dei Servizi Postali Enrico Barboglio Segretario Generale Xplor Italia Cosa è Xplor Xplor (The Electronic Document Association) è una associazione che raggruppa fornitori

Dettagli

1. L economia del lavoro: definizioni e statistiche

1. L economia del lavoro: definizioni e statistiche 1. L economia del lavoro: definizioni e statistiche Il mercato del lavoro è un mercato come gli altri: lavoratori = offerta imprese = domanda salari = prezzi quantità = occupazione e disoccupazione ...ma

Dettagli

Analfabetismo finanziario ed inclusione previdenziale nella società che invecchia

Analfabetismo finanziario ed inclusione previdenziale nella società che invecchia Analfabetismo finanziario ed inclusione previdenziale nella società che invecchia Mario Padula Presidente della Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione JOB & Orienta 26 o Mostra Convegno Nazionale

Dettagli

DOSSIER PER LA STAMPA

DOSSIER PER LA STAMPA DOSSIER PER LA STAMPA INDICE ERASMUS GIOVANI IMPRENDITORI : UN NUOVO PROGRAMMA DI SCAMBIO...3 CHI PUO' PARTECIPARE?... 5 QUALI BENEFICI E PER CHI?...6 COME FUNZIONA? STRUTTURA E IMPLEMENTAZIONE...7 CHI

Dettagli

Sistemi di pagamento per consumatori consapevoli

Sistemi di pagamento per consumatori consapevoli Sistemi di pagamento per consumatori consapevoli Domenico Gammaldi Servizio Supervisione sui mercati e sul sistema dei pagamenti Roma, 24 ottobre 2012 1 Pagamenti senza contante in Europa (numero pagamenti

Dettagli

Dott. Simonpaolo Buongiardino

Dott. Simonpaolo Buongiardino Quali proposte per aumentare il «patrimonio previdenziale» dei Fondi Pensione, arricchendone le prestazioni finali? Spunti dal Master M.A.P.A. e dalla GNP2012 Dott. Simonpaolo Buongiardino Vice Presidente

Dettagli

I GIOVANI ITALIANI IN EUROPA E NEL MONDO: DATI E COSTI DEL BRAIN DRAIN

I GIOVANI ITALIANI IN EUROPA E NEL MONDO: DATI E COSTI DEL BRAIN DRAIN GIORNATA NAZIONALE DELLA PREVIDENZA (GNP) Milano - Borsa Italiana - Venerdì 16 Maggio 2014 Ore 14.00 I GIOVANI ITALIANI IN EUROPA E NEL MONDO: DATI E COSTI DEL BRAIN DRAIN Traccia dell intervento di Valentina

Dettagli

Il ruolo dell efficienza energetica nel conseguimento degli obiettivi italiani al 2020. Massimo Gallanti

Il ruolo dell efficienza energetica nel conseguimento degli obiettivi italiani al 2020. Massimo Gallanti Il ruolo dell efficienza energetica nel conseguimento degli obiettivi italiani al 2020 Massimo Gallanti Direttore Dipartimento Sviluppo Sistemi Elettrici CERTIFICATI BIANCHI Titoli di effcienza energetica

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE D.M. 28 gennaio 2009 Attuazione disposizioni di cui al comma 9, dell'art. 38, della legge n. 289/2002, concernente la determinazione del livello di reddito equivalente per ciascun Paese straniero, al reddito

Dettagli

Consulenza statistico attuariale Osservatorio permanente socioeconomico

Consulenza statistico attuariale Osservatorio permanente socioeconomico Consulenza statistico attuariale Osservatorio permanente socioeconomico Allegato n. 6 alla Circolare n 67/2015 Quadro macroeconomico 2016-2018 variazioni percentuali 2016 2017 2018 PIL 1,3 1,3 1,1 Inflazione

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

Presentazione del Progetto Emissions Trading ed Enti Locali. Il protocollo di Kyoto e l Emissions Trading

Presentazione del Progetto Emissions Trading ed Enti Locali. Il protocollo di Kyoto e l Emissions Trading Presentazione del Progetto Emissions Trading ed Enti Locali Il protocollo di Kyoto e l Emissions Trading I cambiamenti climatici. Alcuni dati Negli ultimi 100 anni le temperature media sono aumentate di

Dettagli

Piemonte in focus. Piemonte in focus 06/2009

Piemonte in focus. Piemonte in focus 06/2009 OSSERVATORIO ICT DEL PIEMONTE DINAMICHE DI PENETRAZIONE DELLA BANDA LARGA IN PIEMONTE: 1) LO STATO DELLA COPERTURA ED UN CONFRONTO CON L EUROPA Piemonte in focus Indice GIUGNO 2009 La situazione della

Dettagli

Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing and energy exchange

Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing and energy exchange Piattaforma Italiana Power House Europe Incontro Seminariale GdL2 - Questioni tecniche Roma, 10 Novembre 2010 - Palazzo della Cooperazione Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing

Dettagli

sistemapiemonte Piemonte in Focus - giugno 2009 sistemapiemonte.it

sistemapiemonte Piemonte in Focus - giugno 2009 sistemapiemonte.it sistemapiemonte Piemonte in Focus - giugno 2009 sistemapiemonte.it OSSERVATORIO ICT DEL PIEMONTE DINAMICHE DI PENETRAZIONE DELLA BANDA LARGA IN PIEMONTE: 1) LO STATO DELLA COPERTURA ED UN CONFRONTO CON

Dettagli

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione A cura del Servizio Politiche Economiche e Finanziarie e del Pubblico Impiego PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI

Dettagli

Rapporto previsto dall art. 46, comma 3 del D. Lgs. 30 marzo 2001 n. 165, realizzato in base ad informazioni disponibili alla data del 9 giugno 2010

Rapporto previsto dall art. 46, comma 3 del D. Lgs. 30 marzo 2001 n. 165, realizzato in base ad informazioni disponibili alla data del 9 giugno 2010 Anteprima Rapporto semestrale sulle retribuzioni dei pubblici dipendenti Giugno 2010 anno 1 n. 1 Rapporto previsto dall art. 46, comma 3 del D. Lgs. 30 marzo 2001 n. 165, realizzato in base ad informazioni

Dettagli

Dossier Casa. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi

Dossier Casa. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier Casa A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Casa 2 La crisi della nuova edilizia e delle infrastrutture e la crescita della riqualificazione delle abitazioni Investimenti in costruzioni*

Dettagli

AVVERTENZE PER UNA CORRETTA LETTURA DEI DATI

AVVERTENZE PER UNA CORRETTA LETTURA DEI DATI Nella rappresentazione dei fenomeni legati al pubblico impiego viene impiegata la chiave di lettura storicamente utilizzata nella pubblicazione dei dati del conto annuale, ossia quella del comparto di

Dettagli

PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013

PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013 PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013 PREZZO DEL PETROLIO (da Gennaio 2010 ) RAPPORTO DI CAMBIO /$ (da Gennaio 2010

Dettagli

STUDIO PER ASSOLOMBARDA

STUDIO PER ASSOLOMBARDA STUDIO PER ASSOLOMBARDA SPESA SANITARIA E FARMACEUTICA E POLITICHE SU ACCESSO A FARMACI E DISPOSITIVI MEDICI IN REGIONE LOMBARDIA (EXECUTIVE SUMMARY) 1 Il presente studio ha come oggetto (i) un analisi

Dettagli

Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza

Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza Articolo 1 - Oggetto e finalità Oggetto e finalità 1. La presente

Dettagli

13 Rapporto sulle Retribuzioni in Italia

13 Rapporto sulle Retribuzioni in Italia Febbraio 2012 13 Rapporto sulle Retribuzioni in Italia Il 13 Rapporto sulle retribuzioni in Italia 2012 fornisce nel dettaglio le informazioni sul mercato delle professioni ed offre una rappresentazione

Dettagli

Rapporto sulle retribuzioni dei pubblici dipendenti della Regione Siciliana e degli enti regionali

Rapporto sulle retribuzioni dei pubblici dipendenti della Regione Siciliana e degli enti regionali Rapporto sulle retribuzioni dei pubblici dipendenti della Regione Siciliana e degli enti regionali Area della dirigenza Settembre 2007 Rapporto previsto dall art. 46, comma 3 del D.Lgs 30 marzo 2001 n.165

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

Sistema di contabilità nazionale

Sistema di contabilità nazionale Sistema di contabilità nazionale Registra il valore del reddito nazionale che risulta dalla produzione e dalla spesa I produttori percepiscono reddito dagli acquirenti, che spendono per l acquisto di beni

Dettagli

Promuovere gli investimenti per la crescita e l occupazione

Promuovere gli investimenti per la crescita e l occupazione Promuovere gli investimenti per la crescita e l occupazione Presentazione del VI rapporto sulla coesione economica, sociale e territoriale in Europa 6 ottobre2014 Massimo Sabatini Politiche regionali e

Dettagli

L Asset Allocation in tempi di Secular Shift in Market Trends : avvalersi di Building Blocks selezionati per assicurare rendimenti futuri

L Asset Allocation in tempi di Secular Shift in Market Trends : avvalersi di Building Blocks selezionati per assicurare rendimenti futuri L Asset Allocation in tempi di Secular Shift in Market Trends : avvalersi di Building Blocks selezionati per assicurare rendimenti futuri VIII ITINERARIO PREVIDENZIALE MAROCCO 27 SETTEMBRE 3 OTTOBRE 2014

Dettagli

Presentazione del II Rapporto RIIR. Progetti, Iniziative e Investimenti delle Regioni Italiane per l Innovazione Digitale

Presentazione del II Rapporto RIIR. Progetti, Iniziative e Investimenti delle Regioni Italiane per l Innovazione Digitale Presentazione del II Rapporto RIIR. Progetti, Iniziative e Investimenti delle Regioni Italiane per l Innovazione Digitale Enrico Giovannini Presidente dell Istituto nazionale di statistica Milano, 21 gennaio

Dettagli

obbligazioni corporate e semi-government (tenute presso il corrispondente estero) emesse prima del 01/01/1999;

obbligazioni corporate e semi-government (tenute presso il corrispondente estero) emesse prima del 01/01/1999; SPAGNA: guida operativa di assistenza fiscale su strumenti finanziari obbligazionari corporate e semi-government (sub depositati presso il depositario del corrispondente estero) di diritto spagnolo non

Dettagli

Salarie diritti della Scuola italiana nella crisi

Salarie diritti della Scuola italiana nella crisi Salarie diritti della Scuola italiana nella crisi elaborazioni su Dinamica delle retribuzioni e confronti internazionali 21 luglio 2014 L analisi in premessa Il declino italiano anticipa la crisi. La recessione

Dettagli

5.000 metri quadrati di superficie. 45 dipendenti

5.000 metri quadrati di superficie. 45 dipendenti 2 3 5.000 metri quadrati di superficie 45 dipendenti 25 anni da protagonista Gimatic nasce nel 1985 dalla passione di tre soci che hanno dato vita a una realtà dinamica, sempre attenta agli sviluppi del

Dettagli

RAPPORTO 2014 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA

RAPPORTO 2014 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA RAPPORTO 2014 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA Il finanziamento degli investimenti degli Enti locali e territoriali: gli strumenti ed il loro utilizzo Alessandro Panaro Milano, 23 gennaio 2015 Le fonti

Dettagli

Lo stato dell arte delle politiche per la casa in Europa quale ruolo per la UE?

Lo stato dell arte delle politiche per la casa in Europa quale ruolo per la UE? Lo stato dell arte delle politiche per la casa in Europa quale ruolo per la UE? Alice Pittini Rome, February 12, 2015 Seminar L Italia incontra l Europa Estonia Romania Bulgaria Hungary Slovakia Lithuania

Dettagli

Il trasferimento tecnologico internazionale: le opportunità SIMPLER per le imprese e la ricerca

Il trasferimento tecnologico internazionale: le opportunità SIMPLER per le imprese e la ricerca Il trasferimento tecnologico internazionale: le opportunità SIMPLER per le imprese e la ricerca Marlene Mastrolia CNA Bologna, 21 ottobre 2010 European Commission Enterprise and Industry Enterprise Europe

Dettagli

Relazioni industriali

Relazioni industriali Relazioni industriali Relazioni industriali Il sistema di relazioni industriali è l insieme di relazioni che regolano i rapporti fra imprese e loro organizzazioni da un lato e lavoratori e sindacati dall

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA INTERNAZIONALI

IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA INTERNAZIONALI IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA INTERNAZIONALI La Cooperazione allo Sviluppo Vittoria Maria Peri- UCREL - INT Workshop Roma 18 novembre 2013 1 OECD - DAC Da 50 anni a questa parte, il Comitato di Aiuto allo

Dettagli

Contratti aziendali per il 63,5% dei lavoratori delle imprese industriali associate a Confindustria

Contratti aziendali per il 63,5% dei lavoratori delle imprese industriali associate a Confindustria 14-11-2015 Numero 15-14 NOTA DAL CSC Indagine Confindustria sul lavoro nel 2014 1 Contratti aziendali per il 63,5% dei lavoratori delle imprese industriali associate a Confindustria Jobs Act e sgravi contributivi

Dettagli

La valutazione economica dei farmaci biologici in reuma, gastro e derma

La valutazione economica dei farmaci biologici in reuma, gastro e derma La valutazione economica dei farmaci biologici in reuma, gastro e derma Sergio Iannazzo ISBEM - Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo SIHS Health Economics Consulting SCELTA COLLETTIVITA SCELTA

Dettagli