SPISA «IL NUOVO STATUTO DELLE PROVINCE. GOVERNO, FUNZIONI E RISORSE»

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SPISA «IL NUOVO STATUTO DELLE PROVINCE. GOVERNO, FUNZIONI E RISORSE»"

Transcript

1 I processi di riorganizzazione e di mobilità del personale delle province SPISA «IL NUOVO STATUTO DELLE PROVINCE. GOVERNO, FUNZIONI E RISORSE» Lorenzo Broccoli Bologna, 28 aprile

2 La legge 56 del 2014, art. 1 Comma 91: accordo sulle funzioni Comma 92: DPCM criteri per individuazione risorse da trasferire, con garanzia dei rapporti di lavoro Comma 96, lett. a): diritti del personale trasferito e gestione trattamenti contrattuale 2

3 Accordo in Conferenza Unificata del 11 settembre 2014 Previsione di modifiche legislative per rendere possibili trasferimenti e non aggravare enti subentranti Sterilizzazione effetti ai fini dei limiti e vincoli ex DL 78/2010 Subentro nei rapporti di lavoro corrispondenti alle funzioni Condivisione criteri di ricognizione per le risorse necessarie alla gestione delle funzioni trasferite e conseguente quantificazione del personale Esame congiunto con OOSS su criteri di mobilità e altre questioni inerenti i rapporti di lavoro 3

4 DPCM 26 settembre 2014 (I) Individuazione risorse tiene prevalentemente conto della correlazione e della destinazione alle funzioni, anche ai fini del subentro nei rapporti attivi e passivi Mappatura risorse e comunicazione a Osservatorio e Regione Per il personale si indica il contingente numerico complessivo e l equivalente finanziario in termini di spesa del personale riferito alle singole funzioni 4

5 DPCM 26 settembre 2014 (II) Art. 4 Criteri generali per l'individuazione delle risorse umane 1. Ai sensi dell'art. 1, comma 89, della legge, nei termini e secondo le modalità previste dallo Stato e dalle Regioni, le amministrazioni interessate al riordino delle funzioni individuano, nel rispetto della disciplina prevista all'art. 1, comma 96, lettera a), della legge nonché' delle forme di esame congiunto con le organizzazioni sindacali previste dalla normativa vigente, il personale e i rapporti di lavoro interessati al trasferimento secondo i seguenti principi e criteri: a) rispetto dei limiti finanziari e numerici previsti dall'accordo sottoscritto ai sensi dell'art. 2, comma 4, del presente decreto; b) garanzia dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato, nonché di quelli a tempo determinato in corso fino alla scadenza per essi prevista; c) svolgimento in via prevalente, alla data di entrata in vigore della legge, ferme restando le cessazioni eventualmente intervenute, di compiti correlati alle funzioni oggetto di trasferimento; d) subentro anche nei rapporti attivi e passivi in corso, compreso il contenzioso, e, con riferimento ai posti di organico correlati alle funzioni oggetto di trasferimento, le procedure concorsuali e le graduatorie vigenti; 2. Fermo restando quanto previsto dal comma 1, anche in merito alle forme di esame congiunto con le organizzazioni sindacali, le amministrazioni possono adottare criteri integrativi nel rispetto di principi di trasparenza ed imparzialità, tenendo altresì conto dei carichi di famiglia, delle condizioni di disabilità e delle condizioni di salute, dell'età anagrafica, dell'anzianità di servizio e della residenza. 5

6 Legge n. 190/2014 commi da 418 a 430 6

7 Legge 190/2014 Motivazioni economico-finanziarie Quale relazione con la legge 56/2014? Quale riassetto funzionale accompagna? Per le funzioni fondamentali dotazione organica ex lege Soprannumero = Esubero? Ricollocazione sulla capacità assunzionale di Regioni e EELL: chi svolge le funzioni? 7

8 Decreto legge n. 192 del 2014 «Mille proroghe» 8

9 Circolare n. 1/2005 Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione Ministro per gli affari regionale 9

10 Circolare 1/2015 Comma 421: Riduzione della dotazione organica delle Città metropolitane e delle Province delle Regioni a statuto ordinario Finalità e ambito soggettivo Percentuali di riduzione della dotazione organica Criteri di calcolo della spesa di personale di ruolo Valore finanziario dei soprannumeri ripartito per funzioni 10

11 Circolare 1/2015 Comma 422: Individuazione del personale che rimane assegnato agli enti di area vasta e del personale che sarà destinatario delle procedure di mobilità Richiamo legge 56/2014 Accordo sottoscritto in attuazione dell art. 1, comma 92 della l. 56/2014 DPCM 26/9/2014 Partecipazione sindacale Elenchi del personale e procedure di mobilità in relazione alle funzioni Verifica del rispetto degli obblighi di riduzione della dotazione organica 11

12 Circolare 1/2015 Comma 423: Piani di riassetto organizzativo, decreto che fissa i criteri per la mobilità, informatizzazione dei processi DM sempl. PA ex art. 30, c. 2 Dlgs 165/01 Tabelle di equiparazione Criteri condivisi in Osservatorio e recepiti con DM che tengano conto di professionalità, anzianità anagrafica e contributiva, sede di domicilio Criterio delle funzioni è prioritario per mobilità verso enti oggetto di riordino Verso enti non soggetti al riordino: strumenti informatici Il personale destinatario delle procedure di mobilità e prioritariamente ricollocato presso le regioni e gli eell e in via subordinata presso le amministrazioni dello Stato 12

13 Circolare 1/2015 Commi 424 e 425: Ricollocazione del personale a valere sul budget delle assunzioni 2015 e 2016 delle PA Ambito soggettivo e disciplina del comma 424 Ambito soggettivo e disciplina del comma 425 Incontro domanda e offerta di mobilità Mobilità prioritaria verso gli uffici giudiziari Divieti ed effetti derivanti dai commi 424 e 425 per le PA Categorie di personale infungibile 13

14 Circolare 1/2015 Comma 427: Utilizzo del personale nelle more della conclusione delle procedure di mobilità e forme di mobilità temporanea in caso di delega di funzioni 14

15 Circolare 1/2015 Comma 428: Riassorbimento e mobilità del personale non utilmente ricollocato Finalità Ambito soggettivo Contenuto 15

16 Circolare 27 marzo 2015 Dipartimento Funzione Pubblica UORCC.PA 16

17 Circolare 27 marzo 2015 Portale per l incontro della domanda e dell offerta di mobilità Risorse economiche art. 30, commi 2 e 3 d.lgs. 165/2001 Gestione art. 30 e 34-bis d.lgs. 165 Mobilità interscambio Chiarimento su ampliamento dotazione organica 17

18 La legislazione regionale 18

19 La legislazione regionale Ambiti praticabili in materia di personale Gestione dei termini per i diversi adempimenti e passaggi Individuazione di modalità tecniche per la gestione dei fondi contrattuali Copertura dei costi di personale Le soluzioni di riallocazione del personale a seguito del nuovo assetto istituzionale 19

Le novità in materia di personale contenute nella legge di stabilità 2015. Roma 11 maggio 2015

Le novità in materia di personale contenute nella legge di stabilità 2015. Roma 11 maggio 2015 Le novità in materia di personale contenute nella legge di stabilità 2015 Roma 11 maggio 2015 La legge di stabilità 2015 e il turn-over negli Enti locali (Comma 424) La legge n. 190/2014 ha introdotto

Dettagli

Attuazione disposizioni. Carlo Rapicavoli Direttore UPI Veneto

Attuazione disposizioni. Carlo Rapicavoli Direttore UPI Veneto Attuazione disposizioni Carlo Rapicavoli Direttore UPI Veneto 1 GENNAIO 2015 L ART. 1, COMMA 420, DELLA LEGGE 190/2014 PREVEDE CHE A DECORRERE DAL 1 GENNAIO 2015 ALLE PROVINCE DELLE REGIONI A STATUTO

Dettagli

NUMERO LA CIRCOLARE DELLA FUNZIONE PUBBLICA PER LE ASSUNZIONI 2015-2016 AL VIA LA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 IL CRONOPROGRAMMA DELLA LEGGE DI STABILITÀ

NUMERO LA CIRCOLARE DELLA FUNZIONE PUBBLICA PER LE ASSUNZIONI 2015-2016 AL VIA LA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 IL CRONOPROGRAMMA DELLA LEGGE DI STABILITÀ NUMERO ANNO 5 numero 3 10 febbraio 2015 3 Rivista di aggiornamento e formazione professionale in materia di pubblico impiego Coordinamento editoriale di Gianluca Bertagna LA CIRCOLARE DELLA FUNZIONE PUBBLICA

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferraris:

A relazione dell'assessore Ferraris: REGIONE PIEMONTE BU9S1 05/03/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 2 marzo 2015, n. 25-1122 Attuazione dell'art. 2 del D.L. n. 101 del 31.8.2013, convertito con modificazioni in L. n. 125 del 30.10.2013.

Dettagli

Il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione

Il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e, in particolare, l articolo 30, comma 2, che demanda a un decreto del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, previa consultazione

Dettagli

UFFICIO DEL SEGRETARIO COMUNALE ATTI GESTIONE DEL PERSONALE. L Anno duemilaquindici i addì sette del mese di Aprile, nel Comune di Zerfaliu,

UFFICIO DEL SEGRETARIO COMUNALE ATTI GESTIONE DEL PERSONALE. L Anno duemilaquindici i addì sette del mese di Aprile, nel Comune di Zerfaliu, Comune di Zerfaliu Provincia di Oristano UFFICIO DEL SEGRETARIO COMUNALE ATTI GESTIONE DEL PERSONALE Determinazione N 8 del 7/04/2015 OGGETTO: Copertura posto vacante Istruttore direttivo - Amministrativo,

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE ACCORDO DECENTRATO DI ENTE SU: Deroga ai vincoli di durata dei contratti a tempo determinato stipulati dal CNR Sottoscritto il 1 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE ACCORDO

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/133 O G G E T T O

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/133 O G G E T T O COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/133 O G G E T T O Piano assunzioni con forme flessibili 2015 L anno duemilaquindici

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA GESTIONE DEL PERSONALE DELLE PROVINCE

DISPOSIZIONI SULLA GESTIONE DEL PERSONALE DELLE PROVINCE DISPOSIZIONI SULLA GESTIONE DEL PERSONALE DELLE PROVINCE DIVIETO DI ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO L art. 16, comma 9, del Decreto Legge 6 luglio 2012 n. 95 - Disposizioni urgenti per la revisione della

Dettagli

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue.

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. La pubblica amministrazione è stata oggetto negli

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA Page 1 of 11 PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DECRETO 14 settembre 2015 Criteri per la mobilita' del personale dipendente a tempo indeterminato degli enti di area

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/26 O G G E T T O

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/26 O G G E T T O COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/26 O G G E T T O Piano fabbisogni assunzionali 2015-2017: mobilità reciproca tra enti

Dettagli

COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis

COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis Comuni de Aristanis DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE (N. 122 DEL 24/06/2015) ORIGINALE OGGETTO: Approvazione piano triennale delle assunzioni 2015/2017. L anno 2015 il giorno 24 del mese di Giugno nella

Dettagli

Comune di Mentana (Provincia di Roma)

Comune di Mentana (Provincia di Roma) Comune di Mentana (Provincia di Roma) COPIA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SETTORE SERVIZI GENERALI N. 87 / SSGG DEL 25/09/2015. OGGETTO: APPROVAZIONE AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA AI SENSI

Dettagli

(spendingreview) Disposizioni urgenti per la riduzione della spesa pubblica a servizi invariati

(spendingreview) Disposizioni urgenti per la riduzione della spesa pubblica a servizi invariati Disposizioni urgenti per la riduzione della spesa pubblica a servizi invariati (spendingreview) 1. La revisione degli assetti organizzativi delle pubbliche amministrazioni 2. Limiti alle assunzione nelle

Dettagli

Bozza. Schema di disegno di legge recante delega in materia di riforma del lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni e di trasparenza

Bozza. Schema di disegno di legge recante delega in materia di riforma del lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni e di trasparenza Bozza Schema di disegno di legge recante delega in materia di riforma del lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni e di trasparenza Art.1 (Delega al Governo in materia di riforma del lavoro

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO DELLA MOBILITA

SISTEMA INFORMATIVO DELLA MOBILITA Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SISTEMA INFORMATIVO DELLA MOBILITA RILEVAZIONE DEI FABBISOGNI DI PERSONALE E DELLE CAPACITÀ ASSUNZIONALI DELLE PA Manuale operativo

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Copia della presente determinazione viene trasmessa a: SINDACO SEGRETARIO GENERALE ASSESSORE ALLE RISORSE UMANE DIRIGENTE ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE SERVIZIO FINANZIARIO ALTRI SERVIZI ALBO

Dettagli

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 15/34/CR02/C1

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 15/34/CR02/C1 CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 15/34/CR02/C1 POSIZIONE DELLE REGIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56 DEL 2014 La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome nella seduta

Dettagli

Decreto legge n. 90/2014 sulla pubblica amministrazione

Decreto legge n. 90/2014 sulla pubblica amministrazione TESTO Decreto legge n. 90/2014 sulla pubblica amministrazione NOTE CAPO I - PERSONALE Art.1 (Disposizioni per il ricambio generazionale nelle pubbliche amministrazioni) 1. Sono abrogati l articolo 16 del

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE RISORSE, L ORGANIZZAZIONE E IL BILANCIO SOTTOSCRIZIONE DEFINITIVA ACCORDO UTILIZZO DEL FONDO UNICO DI AMMINISTRAZIONE ANNO 2014 La delegazione di parte pubblica del Ministero

Dettagli

S E D E ATTI PRELIMINARI ALLE ASSUNZIONI

S E D E ATTI PRELIMINARI ALLE ASSUNZIONI 13 ottobre 2014 N. Prot. Gen. Prot. precedente Oggetto: Relazione sulle possibilità assunzionali dopo la conversione in Legge del DL. 90/2014 Al Signor Sindaco Al Signor Assessore al Personale Al Signor

Dettagli

LEGGE 7 agosto 2015, n. 124. Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche. (15G00138) Vigente al: 17-11-2015

LEGGE 7 agosto 2015, n. 124. Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche. (15G00138) Vigente al: 17-11-2015 LEGGE 7 agosto 2015, n. 124 Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche. (15G00138) Vigente al: 17-11-2015 Capo IV DELEGHE PER LA SEMPLIFICAZIONE NORMATIVA Art. 17

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE ANNO 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE ANNO 2010 AREA AMMINISTRATIVA Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06494991 Fax 0649499059 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE

Dettagli

Il COMMISSARIO STRAORDINARIO

Il COMMISSARIO STRAORDINARIO Deliberazione n 377/2015 del 30/07/2015 Oggetto : PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DEL PERSONALE PER IL TRIENNIO 2015/2017 L anno duemilaquindici il giorno trenta del Mese di Luglio presso la Sede

Dettagli

Determina Personale Organizzazione/0000084 del 24/06/2015

Determina Personale Organizzazione/0000084 del 24/06/2015 Comune di Novara Determina Personale Organizzazione/0000084 del 24/06/2015 Area / Servizio Area Organizzativa (05.UdO) Proposta Istruttoria Unità Area Organizzativa (05.UdO) Proponente Monzani Nuovo Affare

Dettagli

PROVINCE E EE.LL. ASSUNZIONI E MOBILITA SECONDO LA SEZIONE AUTONOMIE DELLA CORTE DEI CONTI

PROVINCE E EE.LL. ASSUNZIONI E MOBILITA SECONDO LA SEZIONE AUTONOMIE DELLA CORTE DEI CONTI BERGAMO PROVINCE E EE.LL. ASSUNZIONI E MOBILITA SECONDO LA SEZIONE AUTONOMIE DELLA CORTE DEI CONTI Il 16 giugno 2015 è stato depositato in segreteria l atteso parere della Sezione Autonomie sulle possibilità

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE --- SERVIZIO CONCORSI - ASSUNZIONI Determinazione dirigenziale Registro Generale N. 38 del 4/05/205 Registro del Settore N. 74 del 4/05/205 Oggetto:

Dettagli

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 La circolare del dipartimento funzione pubblica esplicativa dell articolo 4 del Decreto Legge n. 101 del 31 agosto 2013, convertito

Dettagli

PROGRAMMAZIONE FABBISOGNO DEL PERSONALE TRIENNIO 2016-2018

PROGRAMMAZIONE FABBISOGNO DEL PERSONALE TRIENNIO 2016-2018 Allegato B delibera 13 del 3.2.2016 PROGRAMMAZIONE FABBISOGNO DEL PERSONALE TRIENNIO 2016-2018 PREMESSO che il vigente quadro normativo in materia di organizzazione dell'ente locale, con particolare riferimento

Dettagli

01/04/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 26. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori

01/04/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 26. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 25 marzo 2014, n. 139 Programmazione triennale del fabbisogno del personale della Giunta regionale del Lazio 2014-2016. OGGETTO:

Dettagli

Diritto 1. Ammissibilità soggettiva ed oggettiva. 1.1 1.2 1.3

Diritto 1. Ammissibilità soggettiva ed oggettiva. 1.1 1.2 1.3 Deliberazione n. 140/2015/PAR SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER L EMILIA-ROMAGNA composta dai magistrati: dott. Marco Pieroni dott. Massimo Romano dott. Italo Scotti dott.ssa Benedetta Cossu dott. Riccardo

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di decreto recante: 11.11.2014 Organizzazione e compiti degli uffici di livello dirigenziale non generale istituiti presso l Ufficio scolastico regionale per il Molise. IL MINISTRO Visti gli articoli

Dettagli

TRA LA REGIONE PUGLIA ASSESSORATO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE

TRA LA REGIONE PUGLIA ASSESSORATO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE Regione Puglia Assessorato per il diritto allo studio e la formazione professionale Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Accordo per la realizzazione nell anno scolastico 2011/2012 di percorsi di

Dettagli

DECRETO-LEGGE 31 agosto 2013, n. 101

DECRETO-LEGGE 31 agosto 2013, n. 101 DECRETO-LEGGE 31 agosto 2013, n 101 Disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni (GU Serie Generale n204 del 31-8-2013) (Entrata in vigore

Dettagli

Allegato a) Relazione al Piano triennale del fabbisogno di personale 2014-2016

Allegato a) Relazione al Piano triennale del fabbisogno di personale 2014-2016 Allegato a) Relazione al Piano triennale del fabbisogno di personale 2014-2016 La programmazione triennale del fabbisogno di personale, da deliberarsi ed aggiornarsi annualmente in coerenza con le indicazioni

Dettagli

Disegno di Legge di stabilità 2016 A.C. 3444. Emendamenti

Disegno di Legge di stabilità 2016 A.C. 3444. Emendamenti Disegno di Legge di stabilità 2016 A.C. 3444 Emendamenti 26 novembre 2015 BILANCIO AUTORIZZATORIO SOLO ANNUALE 2016 UTILIZZO AVANZO LIBERO E DESTINATO ARTICOLO 1, COMMA 389 Dopo il comma 389 è inserito

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ATTI NORMATIVI E DI AMMINISTRAZIONE

BOLLETTINO UFFICIALE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ATTI NORMATIVI E DI AMMINISTRAZIONE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ANNO 133 Roma, 12-19 ottobre 2006 N. 41-42 BOLLETTINO UFFICIALE ATTI NORMATIVI E DI AMMINISTRAZIONE Poste Italiane S.p.A. - sped. in abb. post. 70% - DCB Roma ISTITUTO

Dettagli

IN 10 PUNTI GIUGNO 2015

IN 10 PUNTI GIUGNO 2015 IN 10 PUNTI Per semplificare la lettura del Decreto legge 19 giugno 2015, n 78, Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali, abbiamo ritenuto opportuno fornire agli amministratori e operatori

Dettagli

Il personale nella legge di stabilità 2015 (legge 190/2014): A cura del dott. Arturo Bianco

Il personale nella legge di stabilità 2015 (legge 190/2014): A cura del dott. Arturo Bianco Il personale nella legge di stabilità 2015 (legge 190/2014): A cura del dott. Arturo Bianco 1 dott. Arturo Bianco Esperto in gestione delle risorse umane Già presidente Anci Sicilia, già componente la

Dettagli

COMUNE DI RAGALNA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

COMUNE DI RAGALNA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE COMUNE DI RAGALNA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE DATA 05/8/2015 OGGETTO: Programmazione triennale del fabbisogno di personale 2015-2017. Piano occupazionale anno 2015. N. 78 L anno duemilaquindici

Dettagli

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile L. 18 giugno 2009, n. 69 1 e 2 Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile (Estratto relativo all Amministrazione digitale) Art. 24

Dettagli

Determina Personale Organizzazione/0000088 del 07/07/2015

Determina Personale Organizzazione/0000088 del 07/07/2015 Comune di Novara Determina Personale Organizzazione/0000088 del 07/07/2015 Area / Servizio Area Organizzativa (05.UdO) Proposta Istruttoria Unità Area Organizzativa (05.UdO) Proponente Monzani Nuovo Affare

Dettagli

convengono quanto segue

convengono quanto segue INTESA SULLA COSTITUZIONE DELL UFFICIO SPECIALE PER LA CITTA DELL AQUILA Il Ministro dell economia e delle finanze, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, il Ministro per la pubblica amministrazione

Dettagli

C O M U N E d i S E R M O N E T A

C O M U N E d i S E R M O N E T A AREA 1 - AMMINISTRATIVA, AFFARI GENERALI DETERMINAZIONE N 144 del 13-05-2013 C O M U N E d i S E R M O N E T A ( P r o v i n c i a d i L a t i n a ) COPIA DELLA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA

Dettagli

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 112 del 30/12/2014

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 112 del 30/12/2014 Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 112 del 30/12/2014 OGGETTO: PROGRAMMAZIONE FABBISOGNO PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO TRIENNIO 2015/ 2017

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE NELL ENTE LOCALE

LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE NELL ENTE LOCALE Servizio Sviluppo risorse umane e Servizio Decentramento e Assistenza amministrativa ai piccoli Comuni Piano di formazione pluriennale per i dipendenti dei Comuni e delle Comunità Montane della Provincia

Dettagli

COMUNE DI SANT ARCANGELO

COMUNE DI SANT ARCANGELO COMUNE DI SANT ARCANGELO (Provincia di Potenza) ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO Numero 35 Del 28-04-2015 Oggetto: PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DI FABBISOGNO DEL PERSONALE -

Dettagli

Pubblicazione su internet dei bilanci preventivi e consuntivi

Pubblicazione su internet dei bilanci preventivi e consuntivi LexItalia.it Rivista internet di diritto pubblico http://www.lexitalia.it/a Pubblicazione su internet dei bilanci preventivi e consuntivi D.P.C.M. 22 settembre 2014* (in G.U. n. 265 del 14 novembre 2014)

Dettagli

COMUNE DI VALLEDORIA REGOLAMENTO SULLA M O BILITA INTERNA DEL PERSONALE

COMUNE DI VALLEDORIA REGOLAMENTO SULLA M O BILITA INTERNA DEL PERSONALE COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari REGOLAMENTO SULLA M O BILITA INTERNA DEL PERSONALE A p p r o v a t o c o n D e l i b e r a z i o n e d i G i u n t a C o m u n a l e n. 1 0 7 d e l 3 0. 1 2. 2

Dettagli

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n.119/2015/par REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nella camera di consiglio del 12 febbraio 2015 visto il T.U. delle leggi sulla Corte dei conti,

Dettagli

COMUNE DI GORLA MINORE

COMUNE DI GORLA MINORE COMUNE DI GORLA MINORE PROVINCIA DI VARESE DETERMINAZIONE Area Affari Generali e Demografici C O P I A DETERMINAZIONE NR. 566 DEL 19/12/2013 AREA: SERVIZIO: Personale Affari Generali e Demografici NUMERO:

Dettagli

IN VIGORE DECRETO LEGGE EFFICIENTAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE AMMINISTRAZIONI FINANZIARIE Colaci.it

IN VIGORE DECRETO LEGGE EFFICIENTAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE AMMINISTRAZIONI FINANZIARIE Colaci.it IN VIGORE DECRETO LEGGE EFFICIENTAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE AMMINISTRAZIONI FINANZIARIE Colaci.it Sulla Gazzetta Ufficiale n.148 del 27.6.2012 risulta pubblicato il decreto legge n.87/2012 contenente misure

Dettagli

REGOLAMENTO SAN PANCRAZIO SALENTINO

REGOLAMENTO SAN PANCRAZIO SALENTINO REGOLAMENTO SULLA MOBILITA INTERNA DEL C O M U N E DI SAN PANCRAZIO SALENTINO (Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 95 del 26 luglio 2007) 1 INDICE SISTEMATICO Art. 1 Individuazione e definizione

Dettagli

COMUNE DI CASTELPIZZUTO Provincia di Isernia

COMUNE DI CASTELPIZZUTO Provincia di Isernia Repubblica Italiana COMUNE DI CASTELPIZZUTO Provincia di Isernia DELIBERAZIONE di GIUNTA MUNICIPALE COPIA n. 37 del 01-09-2014 OGGETTO: PROGRAMMAZIONE TRIENNALE D ANNUALE DEL FABBISOGNO DEL PERSONALE 2014/2016

Dettagli

COMUNE DI PIMENTEL PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI PIMENTEL PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI PIMENTEL COPIA PROVINCIA DI CAGLIARI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 59 Del 25/08/2015 Oggetto: PERSONALE NON DIRIGENTE. FONDO RISORSE DECENTRATE PER L'ANNO 2015. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 7 dicembre 2012 Comunicazione della data in cui sono resi disponibili sul sito internet della Soluzioni per il Sistema Economico - SOSE S.p.A. due questionari

Dettagli

DECRETI PRESIDENZIALI

DECRETI PRESIDENZIALI DECRETI PRESIDENZIALI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 26 giugno 2015. Definizione delle tabelle di equiparazione fra i livelli di inquadramento previsti dai contratti collettivi relativi

Dettagli

TRA LA REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE, SPORT E TURISMO ASSESSORATO AL LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE

TRA LA REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE, SPORT E TURISMO ASSESSORATO AL LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE Regione Piemonte Assessorato all Istruzione, Sport e Turismo e Assessorato al Lavoro e alla Formazione Professionale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Accordo per la realizzazione di percorsi

Dettagli

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO di concerto con IL DIRETTORE GENERALE DEL TESORO

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO di concerto con IL DIRETTORE GENERALE DEL TESORO Decreto 10 febbraio 2014 Riparto dell'incremento del «Fondo per assicurare la liquidità per pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili» di cui all'articolo 13, commi 8 e 9, del decretolegge 31 agosto

Dettagli

Città di Albino. Città del Moroni Provincia di Bergamo IL SEGRETARIO GENERALE DOTT. SALVATORE ALLETTO IL RESPONSABILE

Città di Albino. Città del Moroni Provincia di Bergamo IL SEGRETARIO GENERALE DOTT. SALVATORE ALLETTO IL RESPONSABILE Città del Moroni IL SEGRETARIO GENERALE DOTT. SALVATORE ALLETTO DETERMINAZIONE N. 74 DEL 19/02/2015 OGGETTO: BANDO DI MOBILITA' VOLONTARIA CON PRIORITARIA RISERVA AL PERSONALE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

Dettagli

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 27 ottobre 2011 Modifica ed abrogazione del decreto 4 febbraio 2010 concernente i criteri e le modalita' di ripartizione delle disponibilita' del

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO. Premessa

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO. Premessa ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N. 17 MONTORIO Via Dei Gelsi, 20 37141 Montorio-Verona Sito web: www.scuolemontorio.org e-mail ministeriale: vric88800v@istruzione.it Tel. 045.557507/045.8840944 Fax. 045.8869196

Dettagli

COMUNE DI SAN CASCIANO IN VAL DI PESA PROVINCIA DI FIRENZE

COMUNE DI SAN CASCIANO IN VAL DI PESA PROVINCIA DI FIRENZE SERVIZIO SEGRETARIO GENERALE DETERMINAZIONE N. 2 DEL 09/03/2015 PERSONALE - APPROVAZIONE AVVISO DI MOBILITA' EX ART. 30 D.LGS. N. 165/2001 PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO NEL PROFILO PROFESSIONALE DI "ESPERTO

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca D.M. N 74

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca D.M. N 74 Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della D.M. N 74 VISTO il Testo Unico delle leggi in materia di istruzione approvato con il Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e successive modifiche

Dettagli

COMUNE DI CARAGLIO PROVINCIA DI CUNEO REGOLAMENTO PER LA MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA

COMUNE DI CARAGLIO PROVINCIA DI CUNEO REGOLAMENTO PER LA MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA COMUNE DI CARAGLIO PROVINCIA DI CUNEO REGOLAMENTO PER LA MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA Approvato con Deliberazione G. C. n. 219 del 16/12/2013 INDICE CAPO I Principi generali Art. 1 Principi generali...pag.

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale MIUR.AOODRTO.REGISTRO UFFICIALE(U).0007919.22-08-2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca AOODRTO Firenze, 22/08/2013 Ufficio VI Ai Dirigenti degli Uffici territoriali dell USR per

Dettagli

Pag. 1/6. Esercizio 2013. 11 dicembre 2013

Pag. 1/6. Esercizio 2013. 11 dicembre 2013 Pag. 1/6. DELIBERA N. 81 82 - Impianto organizzativo di ER.GO: stato di attuazione per l anno 2014 Il PRESIDENTE sottopone all'attenzione del Consiglio la seguente proposta di deliberazione IL CONSIGLIO

Dettagli

Società ROCCA di MONSELICE S.r.l Monselice (PD) codice fiscale: 02482640287

Società ROCCA di MONSELICE S.r.l Monselice (PD) codice fiscale: 02482640287 REGOLAMENTO per il reclutamento del personale dipendente e per il conferimento di incarichi professionali e collaborazioni (adottato ai sensi della Direttiva C-II DGR n. 258 del 05/03/2013 e successive

Dettagli

vista la legge 15.3.1997, n. 59, con la quale si attribuiscono autonomia e personalità giuridica alle istituzioni scolastiche;

vista la legge 15.3.1997, n. 59, con la quale si attribuiscono autonomia e personalità giuridica alle istituzioni scolastiche; REGIONE PIEMONTE BU8 26/02/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 23 febbraio 2015, n. 19-1085 Approvazione schema di Accordo triennale con l'u.s.r. per il Piemonte per la realizzazione a partire dagli

Dettagli

Legge Regionale n. 33 Norme sugli interventi regionali per il diritto allo studio universitario IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA.

Legge Regionale n. 33 Norme sugli interventi regionali per il diritto allo studio universitario IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA. Legge Regionale n. 33 Norme sugli interventi regionali per il diritto allo studio universitario Il Consiglio regionale ha approvato La seguente legge Art. 1 (Oggetto) IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA Promulga

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODRSA.REGISTRO UFFICIALE(U).0008376.27-07-2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE Cagliari, 27/07/2015 VISTO il testo unico delle disposizioni legislative

Dettagli

REGISTRO COMUNALE DELLE DETERMINE N 464 del 25/07/2014 COPIA

REGISTRO COMUNALE DELLE DETERMINE N 464 del 25/07/2014 COPIA REGISTRO COMUNALE DELLE DETERMINE N 464 del 25/07/2014 COPIA COMUNE DI POGGIOMARINO Provincia di Napoli P.ZZA DE MARINIS, 3 80040 POGGIOMARINO (NA) TEL. 081 865 81 11 FAX. 081 865 82 50 SETTORE: AFFARI

Dettagli

La fatturazione elettronica verso la P.A. - Modalità operative -

La fatturazione elettronica verso la P.A. - Modalità operative - I Dossier fiscali La fatturazione elettronica verso la P.A. - Modalità operative - Aprile 2014 pag. 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 Decorrenza del nuovo regime... 3 La procedura di fatturazione elettronica...

Dettagli

DECRETI PRESIDENZIALI

DECRETI PRESIDENZIALI DECRETI PRESIDENZIALI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 13 gennaio 2014. Rideterminazione delle dotazioni organiche del personale del Consiglio nazionale dell economia e del lavoro e dell

Dettagli

CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio

CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio Deliberazione numero: 73 In data: 23/04/2015 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE DEL FABBISOGNO DI PERSONALE ANNI 2015 2016 2017 AGGIORNAMENTO

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA Ufficio per il personale delle pubbliche amministrazioni e MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento della Ragioneria

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E REGIONE LOMBARDIA

CONVENZIONE TRA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E REGIONE LOMBARDIA CONVENZIONE TRA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E REGIONE LOMBARDIA (di seguito, denominate PARTI) VISTO Il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17

Dettagli

ALLEGATO Dgr n. 1981 del 03/07/2007 pag. 1/5

ALLEGATO Dgr n. 1981 del 03/07/2007 pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO Dgr n. 1981 del 03/07/2007 pag. 1/5 1. PREMESSA La Legge n. 40 del 2 aprile 2007 Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 31 gennaio 2007, n. 7, recante

Dettagli

Mobilità volontaria: implicazioni sul rapporto di lavoro e problematiche tipiche

Mobilità volontaria: implicazioni sul rapporto di lavoro e problematiche tipiche Mobilità volontaria: implicazioni sul rapporto di lavoro e problematiche tipiche Rosario Soloperto e Pierluigi Mastrogiuseppe Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni Mobilità

Dettagli

(Finalità e oggetto)

(Finalità e oggetto) Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell impresa sociale e per la disciplina del Servizio civile universale Art. 1. (Finalità e oggetto) 1. Il Governo è delegato ad adottare, entro dodici

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROT. 2206/RIC. VISTO l art. 49 del Decreto Legislativo 30.7.1999, n. 300 recante Riforma dell organizzazione del Governo a norma dell art. 11 della legge 15.3.1997, n. 59, con il quale è stato istituito

Dettagli

Art. 1 (Delega al Governo per il riassetto normativo in materia di salute e sicurezza sul lavoro)

Art. 1 (Delega al Governo per il riassetto normativo in materia di salute e sicurezza sul lavoro) Schema di disegno di legge recante: Delega al Governo per l emanazione di un testo unico per il riassetto normativo e la riforma della salute e sicurezza sul lavoro Art. 1 (Delega al Governo per il riassetto

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA DOTAZIONE ORGANICA ED ALLE MODALITÀ DI REPERIMENTO DELLE RISORSE PROFESSIONALI.

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA DOTAZIONE ORGANICA ED ALLE MODALITÀ DI REPERIMENTO DELLE RISORSE PROFESSIONALI. REGOLAMENTO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA DOTAZIONE ORGANICA ED ALLE MODALITÀ DI REPERIMENTO DELLE RISORSE PROFESSIONALI. PREMESSA L Azienda speciale consortile COeSO Consorzio per la gestione delle politiche

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO Reg. Inc. n. Pordenone, lì CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO INFORMATICO ALL ATTIVITÀ DI ESTRAPOLAZIONE, ELABORAZIONE E MONITORAGGIO STATISTICO

Dettagli

Ufficio Personale Pubbliche Amministrazioni Segreteria tecnica del direttore. Nota Circolare UPPA n. 01/08. Roma, lì 8 Gennaio 2008

Ufficio Personale Pubbliche Amministrazioni Segreteria tecnica del direttore. Nota Circolare UPPA n. 01/08. Roma, lì 8 Gennaio 2008 Ufficio Personale Pubbliche Amministrazioni Segreteria tecnica del direttore Nota Circolare UPPA n. 01/08, lì 8 Gennaio 2008 Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato generale Alle Amministrazioni

Dettagli

dei Ministri dello sviluppo economico e per i rapporti con le regioni, sentita la Conferenza unificata e su parere dell Autorità per l energia

dei Ministri dello sviluppo economico e per i rapporti con le regioni, sentita la Conferenza unificata e su parere dell Autorità per l energia Il Ministro dello Sviluppo Economico e il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali VISTO il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164, recante norme comuni per il mercato interno del gas, ed in particolare

Dettagli

Servizio Interaziendale Amministrazione del Personale

Servizio Interaziendale Amministrazione del Personale Servizio Interaziendale Amministrazione del Personale OGGETTO: Incarichi dirigenziali provvedimenti. IL DIRETTORE DEL SERVIZIO INTERAZIENDALE AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE Richiamate le Deliberazioni del

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DIPENDENTE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI E COLLABORAZIONI

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DIPENDENTE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI E COLLABORAZIONI REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DIPENDENTE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI E COLLABORAZIONI 1 di 5 ARTICOLO 1 FINALITÀ 1. L Associazione Curia Mercatorum, (di seguito denominata

Dettagli

CIR S.P.A. DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

CIR S.P.A. DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE CIR S.P.A. DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE INDICE 1. Premessa...3 2. Definizioni...3 3. Individuazione delle Operazioni di maggiore rilevanza...4 4. Operazioni esenti...5 4.1 Piani di compensi

Dettagli

Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti. di: Carmine Lasco Dottore Commercialista

Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti. di: Carmine Lasco Dottore Commercialista Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti di: Carmine Lasco Dottore Commercialista (art. 239, comma 1, T. U.E. L. ) Le funzioni obbligatorie dell'organo di revisione sono così riassumibili: collaborazione

Dettagli

MIUR.AOODGEFID.REGISTRO DEI DECRETI DIRETTORIALI.0000050.25-11-2015

MIUR.AOODGEFID.REGISTRO DEI DECRETI DIRETTORIALI.0000050.25-11-2015 MIUR.AOODGEFID.REGISTRO DEI DECRETI DIRETTORIALI.0000050.25-11-2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE VISTA la legge 18 dicembre 1997, n. 440, recante istituzione

Dettagli

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368 e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e successive

Dettagli

AVVISO DI MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA RISERVATO AL PERSONALE ATTUALMENTE IN POSIZIONE DI COMANDO PRESSO IL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA

AVVISO DI MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA RISERVATO AL PERSONALE ATTUALMENTE IN POSIZIONE DI COMANDO PRESSO IL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA Consiglio Regionale della Calabria Segretariato Generale Allegato A AVVISO DI MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA RISERVATO AL PERSONALE ATTUALMENTE IN POSIZIONE DI COMANDO PRESSO IL CONSIGLIO REGIONALE DELLA

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE N. 198 DEL 11.11.2013 OGGETTO: Deliberazione Giunta Comunale nr. 117 del 04.11.2013. Modifica dotazione organica e integrazione

Dettagli

Regione Siciliana. Presidenza. L Assessore

Regione Siciliana. Presidenza. L Assessore Regione Siciliana Presidenza L Assessore DISEGNO DI LEGGE Disciplina dell impiego presso l amministrazione regionale ART. 1 (Ordinamento del personale dell Amministrazione regionale) 1. Il personale dei

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 13 ottobre 2011 Offerte lavoro pubblico su clic lavoro. (11A16791) IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI di concerto con IL MINISTRO PER

Dettagli

C O M U N E D I P E L L A Provincia di Novara

C O M U N E D I P E L L A Provincia di Novara C O M U N E D I P E L L A Provincia di Novara Via Verdi n. 1-28010 Pella Tel. 0322/918004 - Fax 0322/918005 - e-mail municipio@comune.pella.no.it UFFICIO SEGRETERIA Il presente avviso di mobilita sarà

Dettagli

Comune di Galatina Provincia di Lecce

Comune di Galatina Provincia di Lecce Comune di Galatina Provincia di Lecce DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 318 del 05-03-2015 REGISTRO GENERALE DELLE DETERMINAZIONI PRATICA N. DT - 315-2015 del 03-03-2015 L estensore CONGEDO LUCIANA TERESA

Dettagli

EMENDAMENTO DISEGNO DI LEGGE A.S. 1577. Art. 7

EMENDAMENTO DISEGNO DI LEGGE A.S. 1577. Art. 7 Al comma 1, lettera a), sopprimere le seguenti parole: «razionalizzazione delle funzioni di polizia al fine di evitare sovrapposizioni di competenze e di favorire la gestione associata dei servizi strumentali;

Dettagli