Fare Matematica in prima elementare IL NUMERO

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
PROGETTO DI MATEMATICA GRUPPO ANNI 3

Lo sviluppo del linguaggio l idea di lettura e scrittura e il numero nella scuola dell infanzia Marialuisa Antoniotti Claudio Turello

QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA. Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli

Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace

MATEMATICA COMPETENZE CHIAVE:

Dalla geometria in 3D alla geometria in 2D dal cubo al quadrato

Classi I A B sc. ARDIGO anno scol MATEMATICA

Area matematico-scientifico-tecnologica: matematica

LA CONOSCENZA DEL MONDO SCUOLA DELL INFANZIA. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3 anni 4 anni 5 anni

LA LINEA DEL 20, del 100 e del strumenti per il metodo analogico-intuitivo

IL NUMERO IN PRIMA ELEMENTARE Ivan Casaglia, Monica Falleri, Mariangela Larini, Antonella Martinucci, Rossana Nencini, Sandra Taccetti, 2007

OSSERVAZIONI SISTEMATICHE DI RILEVAZIONE PRECOCE AREA DELL INTELLIGENZA NUMERICA

Dal tridimensionale al bidimensionale

LA SIGNORA MATEMATICA

PROGRAMMAZIONE DI MATEMATICA CLASSI I A E I B ANNO MAPPA DELLA PROGETTAZIONE ANNUALE

COMPETENZA NUMERICA I SISTEMI DI NUMERAZIONE

Siete pronti a.. mettervi in gioco?

IL PAESE QUATRICERCHIO

CURRICOLO DI MATEMATICA CLASSE PRIMA scuola PRIMARIA CONTENUTI OBIETTIVI COMPETENZE ATTIVITA NUMERI

SCUOLA INFANZIA SEZIONE ARCOBALENO METODOLOGIA

GRUPPO DI LAVORO DI PARMA

PRIMO APPROCCIO ALLA STATISTICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA

dalla teoria alla pratica Cosa fare Come decidere Come intervenire

LA DIFFERENZA un nodo da sciogliere. Un percorso ad ostacoli in classe prima e seconda

(concetto classico di probabilità)

Terza Edizione Giochi di Achille ( ) - Olimpiadi di Matematica Soluzioni Categoria M1 (Alunni di prima media)

Terza Edizione Giochi di Achille ( ) - Olimpiadi di Matematica Soluzioni Categoria E4 (Alunni di quarta elementare)

CURRICOLO MATEMATICA - CLASSE SECONDA -

ALTRI SUGGERIMENTI PER IL PERCORSO AD OSTACOLI

II.b. dei numeri decimali. in problemi di misura. La rappresentazione sulla retta

LE FIGURE GEOMETRICHE: Dalle scatole alle forme. ISTITUTO CO MPRENSIVO DI BARBERINO MUGELLO, SCUOLA PRIMARIA 1 e 2 CLASSE

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA di MATEMATICA (CLASSI PRIME) secondo le indicazioni nazionali del 2012

MATEMATICA PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

NUMERI PER CONTARE GIOCARE

I.C.Sassoferrato, scuola dell'infanzia G.Rodari Sez.A4 (orsetti),docente Maria Rita Ascani

LANCIAMO UN DADO PER DECIDERE CHI DEVE INIZIARE IL GIOCO. PARTIRA IL NUMERO PIU ALTO

Cosa dobbiamo già conoscere?

SCUOLA DELL INFANZIA CITTADELLA. Progetto di approccio al numero

MATEMATICA Classe I ATTIVITÀ:

Dividendo si impara anche il pensiero dei bambini può tracciare un percorso matematico

Indicazioni: Questa è la mia cartella. Ho tantissime cose nella mia cartella: ci sono delle matite, dei pennarelli, una gomma, la colla, ecc.

A.S CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA D ISTITUTO COMPETENZA CHIAVE EUROPEA DISCIPLINA

PROGETTO SCUOLE DELL INFANZIA A.S

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il

Abilità Contenuti Metodologie Strumenti Verifiche Possibili raccordi con altre discipline Contare oggetti.

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO LOGICO-MATEMATICO: SOTTO A CHI.CONTA!!!

NUMERI FACILI. di Ennio Monachesi. SITO

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 CURRICOLO DI MATEMATICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo.

Il percorso LOGICO-MATEMATICO e l elaborazione del PORTFOLIO

ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 5

L Associazione Gessetti Colorati per l Apprendimento cooperativo a cura di Riccarda Viglino. M. Grazia Bergamo, Riccarda Viglino

Scuola dell Infanzia Umberto I Robecco sul Naviglio Anno Scolastico PROGETTO LETTO-SCRITTURA

Curricolo verticale di matematica

Facciamo un calendario

U.D.A. N. 1: PRIME ESPLORAZIONI E GUSTOSE CONQUISTE

Scuola dell infanzia. A. Monti. - I.C. COAZZE - a. s 2008/09

Progetto PerContare. Prove Ingresso di matematica Classe prima elementare

MATEMATICA CLASSI SECONDE 2013/2014 BIM:NOVEMBRE/DICEMBRE UNITA DI APPRENDIMENTO: CONOSCO L AMBIENTE INTORNO A ME

ATTIVITÀ LUDICHE. giochi filastrocche conte

Laboratorio con le macchine matematiche Analizziamo la Pascalina!

ASPETTI ORGANIZZATIVI

Esperienza condotta nelle classi prime del plesso G. Marconi. nell anno scolastico 2011/2012

Lavoro Logico-Matematico dall Infanzia alla Primaria. 12 settembre 2014 Alessandra Scabia

G iochi con le carte 1

Il volume e la capacità: un percorso, tanti sentieri. Antonella Vieri I Circolo Sesto Fiorentino

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTALE Scuola Primaria Gherardo Nerucci a.s

Fare matematica nelle prime due classi di scuola primaria IL NUMERO. Monica Falleri, Rossana Nencini, 2007

STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori

SCUOLA PRIMARIA MATEMATICA

PROBLEMI DI MISURA. Graziella Marcus I.C.di Roveredo in Piano e San Quirino - PN. Classe Quinta 22/02/12

CURRICOLO DI MATEMATICA CLASSE PRIMA

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME

Ricostruire oggetti archeologici per imparare la Matematica

Adesso è tutto molto più complicato, non è per fare polemica, ma credo davvero che la nostra capacità di lavorare al meglio sia messa a dura prova.

INSEGNANTE NORMALE. mi devo occupare in prima persona e nella mia attività di alunni disabili

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

ABILITA' CONOSCENZE OBIETTIVI FORMATIVI

Calcolo combinatorio

Dispense di Informatica per l ITG Valadier

Giocare con le api robot

Quinta Edizione Giochi di Achille e la tartaruga Giochi Matematici ( ) Soluzioni Categoria E4 (Alunni di quarta elementare)

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PETRITOLI CURRICOLO IN VERTICALE DISCIPLINA: EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA A.S. 2013/2014

Classe seconda scuola primaria

ESERCIZI DI PREPARAZIONE E

CURRICOLO DI MATEMATICA ABILITA. (Come saprà operare e quali conoscenze procedurali)

CIRCOLO DIDATTICO DI SAN MARINO Anno Scolastico 2013/2014

Alcune nozioni preliminari di teoria elementare di insiemi e funzioni

Obiettivi Esplorare, vivere e percorrere lo spazio correttamente Esprimersi con un linguaggio semplice ma corretto e Compiere riflessioni

Finalità (tratte dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione)

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO OPERATIVA CLASSI PRIME

NUMERI, NUMERI, NUMERI

METODI E TECNOLOGIE PER L INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA 2 LEZIONE

MATERIALI UTILI AI DOCENTI DI CLASSE PER RECUPERO E RINFORZO DEI BAMBINI INDIVIDUATI A RISCHIO NELLE RILEVAZIONI PRECOCI dei DSA

Le bussole per Pollicino: i calendari Come avviare percorsi temporali con bambini dell infanzia

L economia: i mercati e lo Stato

LA MOLTIPLICAZIONE IN CLASSE SECONDA

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2014/15 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola primaria

= 1*2^7 + 1*2^6 + 0*2^5 + 1*2^4 + 0*2^3 + 0*2^2 + 1*2^1 + 0*2^0 = 210

Advertisement
Transcript:

Fare Matematica in prima elementare IL NUMERO

Il NUMERO CONTARE PER CONTARE La filastrocca dei numeri Contare per contare, cioè ripetere la filastrocca dei numeri, contribuisce a far maturare la consapevolezza dell aspetto ricorsivo del numero e offre l occasione per incontrare l aspetto ordinale e quello cardinale.

Cartellone dei numeri Strumento utilissimo anche nelle attività legate alla sequenza dei nomi dei numeri. Attraverso la visualizzazione dei numeri sul CARTELLONE, ogni bambino può consolidare la filastrocca dei numeri e spingerla oltre i limiti della propria conoscenza iniziale.

Calendario che registra le assenze L uso quotidiano del calendario potrà aiutare a: memorizzare la sequenza numerica dei numeri e la corrispondente rappresentazione con le cifre; utilizzare in maniera sensata lo strumento della tabella a doppia entrata; perfezionare l abilità del contare attraverso il conteggio quotidiano di presenze e assenze.

Il calendario e i primi problemi con i numeri I problemi proposti saranno del tipo: - Quanti giorni mancano a - Quanti giorni sono passati da - Sono al venerdì: che giorno era 2 giorni fa? - Sono al venerdì: che giorno sarà fra quattro giorni?... È opportuno che l insegnante, almeno per il primo anno, proponga situazioni problematiche che si riferiscano a periodi interni al mese.

CONTARE OGGETTI cosa significa? Contare bene significa essere capaci di mettere in corrispondenza biunivoca i singoli oggetti con i nomi dei numeri, senza quindi trascurare nessun oggetto e senza considerare uno stesso oggetto più volte. Si incontrano i tre aspetti del numero naturale (ricorsivo, ordinale e cardinale) che interagiscono tra loro.

ORDINALITA RICORSIVITA Contare oggetti che si spostano: le matite CONTARE OGGETTI CHE NON SI SPOSTANO: LE PORTE

Contare oggetti disegnati inserire strategie er ontare, insrire anche prova invalsi?

La costruzione della cardinalità Per fare emergere la consapevolezza che il risultato del contare gli oggetti di un insieme è una proprietà dell insieme stesso (la sua cardinalità), è necessario liberare l esito della procedura seguita, non solo dalle caratteristiche degli oggetti (forma, dimensione, colore, ecc.) ma soprattutto dalla loro collocazione nello spazio.

TANTI QUANTI

DI PIU DI MENO

CONTARE CON LE MANI la mano con tre dita alzate contiene molte più informazioni di tre pallini disposti in modo anche ordinato Infatti essa presenta anche le due dita abbassate. J. Bickel, A. Bruneschi, M. Leoporatti, Conto e ragiono senza problemi, Belforte, 2000

IL DADO

La rappresentazione simbolica dei numeri IL DADO E LE SUE FACCE I bambini che frequentano la prima elementare hanno generalmente una conoscenza delle cifre maturata nei percorsi educativi della scuola dell infanzia o nelle esperienze della loro vita quotidiana. Tuttavia le loro competenze nel riconoscimento della rappresentazione simbolica dei numeri è una semplice associazione tra le cifre, o la rappresentazione simbolica, e i nomi dei numeri corrispondenti. Il dado offre schemi ordinati la cui ricchezza ed efficacia sta proprio nella loro ambivalenza, cioè nell essere contemporaneamente quantità e simbolo, e quindi nel poter essere utilizzati anche per operare con i numeri, mantenendo un controllo percettivo sulle quantità.

ZERO UNO TRE DUE CINQUE QUATTRO

Il numero 5: le coppie OPERATIVITA L insegnante mostra una mano, dalla parte del palmo, tenendo alcune dita sollevate e chiede ai bambini: Quante sono le dita abbassate?. L attività viene ripetuta mostrando la mano dalla parte del dorso. Mostrando successivamente la mano dall altro lato si consente la verifica della correttezza delle risposte. I bambini a turno riproducono il gioco.

L insegnante ripete l attività utilizzando degli oggetti piccoli (che possano essere racchiusi nella mano di un bambino), che preleva da un gruppo di cinque. L insegnante mostra la mano chiusa e dichiara il numero degli oggetti prelevati e chiede: Quanti oggetti mi mancano per averne cinque?. Ripete successivamente l attività dichiarando il numero degli oggetti non presi e chiedendo: Quanti oggetti ho in mano. In entrambi i casi la correttezza delle risposte viene verificata con il conteggio degli oggetti. I bambini a turno riproducono il gioco

Rappresentazione dell attività I bambini lavorando spontaneamente con gettoni di 2 tipi rappresentano coppie del numero 5

Ricerca di regolarità Come possiamo disporre i gettoni, per essere sicuri di avere rappresentato tutti i casi e ogni caso una volta soltanto?. Poi si costruiscono le coppie (0,5) e (5, 0)

Nelle attività che seguono il numero, nel suo aspetto cardinale, viene visto come la proprietà comune agli insiemi equipotenti di oggetti, senza però appesantire questa nozione, come abbiamo avuto già modo di sottolineare, con la terminologia e i concetti della teoria degli insiemi. Si intrecciano e si collegano le diverse attività del contare gli oggetti, del confrontare insiemi e del rappresentare i numeri. Anche dal punto di vista della rappresentazione simbolica, le cifre cominciano ad indicare i numeri e, non solo, come era avvenuto fino a questo momento, a rappresentare dei segni per i nomi dei numeri.

Le borse dei numeri:

Le prime operazioni Scelgo un sacchetto Conto gli oggetti contenuti Aggiungo o tolgo oggetti Quanto ottengo?

TOLGO e COSTRUISCO LO ZERO NON CON LA PRESENTAZIONE DI UN ASTRATTO INSIEME VUOTO...ma con la presentazione di situazioni concrete che tolgono oggetti dai sacchetti e determinano la loro totale assenza...

LA RETTA DEI NUMERI Costruisco la LINEA DEI NUMERI sul pavimento Lancio il dado Faccio i passi sulla linea Disegno sul quaderno

LA RETTA DEI NUMERI: passi AVANTI e passi INDIETRO MI SERVE.. UN SACCHETTO CON I NUMERI DA 0 A 10 1.PRENDO 2 NUMERI DAL SACCHETTO 2.USO IL NUMERO MAGGIORE PER FARE I PASSI AVANTI 3.USO IL NUMERO MINORE PER FARE I PASSI INDIETRO 2 4 3 1 0 REGOLE: 5 DOVE ARRIVO?

G IO CH IAM O

Unendo il contenuto di due sacchetti delle borse dei numeri da 1 a 5 costruiamo le borse dal 6 al 9

LA RETTA DEI NUMERI DIVENTA PIU LUNGA

IL LINGUAGGIO DELLA MATEMATICA IL SIGNIFICATO DEI SIMBOLI DELLE OPERAZIONI SI SCRIVE SI LEGGE SIGNIFICA + PIU AGGIUNGO

IL LINGUAGGIO DELLA MATEMATICA IL SIGNIFICATO DEI SIMBOLI DELLE OPERAZIONI SI SCRIVE SI LEGGE SIGNIFICA - MENO TOLGO

IL LINGUAGGIO DELLA MATEMATICA IL SIGNIFICATO DEI SIMBOLI DELLE OPERAZIONI SI SCRIVE SI LEGGE SIGNIFICA = UGUALE OTTENGO

+ E sulla LINEA

IL NUMERO 10, che numero strano.. 10

LE CANNUCCE E LA DECINA

LE CANNUCCE E LA DECINA Portare in classe circa 100 cannucce e spargerle in una superficie accessibile, ad es. sul pavimento. Chiedere: Secondo voi quante sono queste cannucce? Raccogliere le diverse risposte dei bambini in cui si è stimata la quantità e poi : Bene ora dobbiamo vedere chi si è avvicinato di più e contare le cannucce. Come possiamo fare?

3 dieci 6 SPARSE 30 e 6 -> 36

Fascetto \ DECINA

Cosa ci dice il numero 10?...ora possiamo tentare una risposta E il numero 11 cosa ci dice?... E il numero 15?...E il numero 20?

Contemporaneamente il lavoro sulle coppie del 10... e...calcoli entro il 10

Calcoli sull abaco orizzontale 6 6+3= + 3 =9 9

Calcoli sull abaco orizzontale 9 6+3= - 3 =9 6

Calcoli sull abaco- Penso 6, aggiungo un numero e ottengo 9, che numero ho aggiunto? 6 6+3= +? =9 9

Penso un numero aggiungo 3 ottengo 10, che numero ho pensato?? + 3 = 10

LE SCATOLE TRASPARENTI E I SIMBOLI : UN NUOVO ABACO

Con cui fare nuovi problemi: Ho 3 decine e 14 unità che numero ho?

Nuovi affascinanti problemi 36 28 Con le cannucce? Come fare?

Laboratorio di Ricerca sul curricolo verticale SCUOLA PRIMARIA