Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

TRE ANNI TRAGUARDI per lo sviluppo delle competenze OBIETTIVI di apprendimento CONTENUTI

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

SOMMARIO LA SCUOLA DELL'INFANZIA...3 I CAMPI DI ESPERIENZA...4 IL SE' E L'ALTRO...4 Traguardi per lo sviluppo delle competenze...

ISTITUTO COMPRENSIVO ENEA TALPINO Nembro. Curricolo verticale CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO U. FERRARI DI CASTELVERDE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

Progettazione annuale

Sezioni VERDE e GIALLA PROGETTO ALIMENTAZIONE COSA MANGIO OGGI?

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono:

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

Progetto di plesso Scuola primaria di Lama Anno scolastico 2014/2015

GESU, IL NOSTRO GRANDE AMICO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

UNITÀ DI APPRENDIMENTO A SCUOLA DI REGOLE

Programmazione annuale Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura)

CURRICOLO DI ISTITUTO RELIGIONE CAMPO D ESPERIENZA : IL SÈ E L ALTRO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO BAMBINI DI 4 ANNI

ATTIVITA ALTERNATIVA ALL I.R.C.- 3/ 4/ 5 ANNI SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2014/15 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ARGOMENTI DISCIPLINARI ATTIVITA

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SCUOLA DELL INFANZIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3, 4, 5 ANNI

Programmazione di religione cattolica

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PETRITOLI CURRICOLO IN VERTICALE DISCIPLINA: EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA A.S. 2013/2014

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico

Curricolo Scuola Infanzia

La scuola dell infanzia accoglie i bambini in una fase importante e delicata

QUANTE EMOZIONI GESU

UNMARED ACCOGLIENZA IOEGLIALTRI. Obiettivi d apprendimento 1 LIVELLO. Attività Mezziestrumenti 2-3 LIVELLO. Unitàformativa.

PROGETTO AFFETTIVITÀ secondaria di primo grado

ISTITUTO COMPRENSIVO «V.MUZIO» SCUOLA DELL INFANZIA

Scuola dell Infanzia San Francesco

CLASSI PRIME OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI MINIMI

CIRCOLO DIDATTICO DI CALUSO TRAGUARDI DI COMPETENZA CURRICOLO D ISTITUTO - SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

CLASSI PRIME OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI MINIMI

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

scuola dell infanzia di Vado

CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO ALESSANDRO MANZONI SAMARATE SCUOLA DELL INFANZIA BRUNO MUNARI

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CENTALLO - VILLAFALLETTO CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO. Promuovere la pace per evitare la guerra

I CAMPI DI ESPERIENZA

Programmazione Didattica Scuola Primaria

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA SVILUPPARE L AUTONOMIA

1-BEN-ESSERE DELLA PERSONA

COMPETENZA TRASVERSALE COMPORTAMENTO RUBRICA VALUTATIVA CLASSI PRIMA E SECONDA

CITTADINANZA E COSTITUZIONE. Premessa

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA

CITTADINANZA E COSTITUZIONE

Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

PROGETTO CONTINUITA E ACCOGLIENZA

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

Progetto. Educazione alla salute e psicologia scolastica

Istituto Comprensivo "NOTARESCO"

Curricolo verticale di Religione Cattolica

CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSE PRIMA

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA

Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA

Programmazione didattica per l insegnamento della religione cattolica (Scuola Primaria)

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO EDUCAZIONE CITTADINANZA E COSTITUZIONE

CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI. emozioni utilizzando il linguaggio del corpo

Scuole dell'infanzia Istituto Comprensivo Romeo Fusari Castiglione d'adda. Progettazione educativo- didattica di Religione Cattolica

TOLLO CH -VIA CAVOUR N.2

PROGRAMMAZIONE DI EDUCAZIONE RELIGIOSA

PROGETTO ACCOGLIENZA BAMBINI GRANDI

Le attività saranno condotte dalla Dott.ssa Veronica Tresoldi (PSICOLOGA CLINICA e PSICOTERAPEUTA)

Dalla rete tante idee per costruire a Natale

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGETTO ACCOGLIENZA Scuola dell Infanzia A.S. 2015/16

SCUOLA DELL INFANZIA

Collegamento con discipline scuola primaria. Cittadinanza e costituzione. Storia/ cittadinanza e costituzione. Cittadinanza e costituzione

UNITÀ DI APPRENDIMENTO: HELLO CHILDREN!

PROGETTO ACCOGLIENZA

IL DIRITTO ALLA VITA I colori della vita e il risveglio della natura

DALLA TESTA AI PIEDI

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA

CURRICOLA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola Primaria CLASSE 1 ^ COMPETENZE CONOSCENZE ABILITA

Curricolo Scuola dell'infanzia

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

PROGETTO ACCOGLIENZA: TUTTI A SCUOLA CON GUIZZINO

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012

Advertisement
Transcript:

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato Riconosce e cerca di esprimere verbalmente i propri bisogni Soddisfa i bisogni emotivi primari Gioca accettando la presenza dei compagni Accetta un rifiuto senza entrare in conflitto Inizia a comprendere i bisogni altrui Riconosce e cerca di esprimere verbalmente i propri sentimenti e emozioni Soddisfa i propri bisogni Legge i propri sentimenti e vissuti nei rapporti con i compagni Prova a canalizzare l aggressività Prende coscienza dei momenti di contrasto presenti nella scuola Comprende i bisogni altrui. Riconosce ed esprime i propri sentimenti ed emozioni e li motiva Soddisfa i propri bisogni in modo autonomo Legge i propri sentimenti e vissuti nei rapporti con i compagni e cerca di controllarli Canalizza l aggressività e tenta di trovare soluzione ai conflitti Riconosce ed accetta i bisogni altrui IDENTITA PERSONALE: Bisogni, emozioni, sentimenti LA MIA STORIA E IL MIO VISSUTO GLI ALTRI: I compagni Le insegnanti 2. Sa di avere una storia personale e familiare, conosce le tradizioni della famiglia, della comunità e sviluppa un senso di appartenenza Si riconosce come soggetto e conosce il nome e il grado Riconosce e racconta elementi dell ambiente Riconosce e racconta eventi e l organizzazione GLI ALTRI:

delle figure parentali Riconosce gli elementi che caratterizzano l ambiente casa e l ambiente scuola Inizia a riconoscere le diverse modalità organizzative della scuola e della famiglia Riconosce il gruppo di appartenenza e la figura dell adulto di riferimento famigliare Riconosce e racconta elementi della zona abitativa e dell ambiente esterno Conosce i primi elementi dell organizzazione famigliare e scolastica Acquisisce il senso di appartenenza:riconosce i compagni, le maestre, gli spazi, materiali e i contesti dell ambiente famigliare Conosce e racconta elementi della zona abitativa e dell ambiente esterno Racconta le caratteristiche dell organizzazione famigliare e scolastica Esprime la sua appartenenza al gruppo famigliare, scolastico, inizia a riconoscere le realtà del territorio LA FAMIGLIA LA SCUOLA ( il gruppo sezione gli spazi giochi e materiali) IL MIO PAESE 3.. Pone domande sui temi esistenziali religiosi, sulle diversità culturali, su ciò che è bene o male, sulla giustizia e ha raggiunto una prima consapevolezza dei propri diritti e dei diritti degli altri, dei valori, delle ragioni e dei doveri che determinano il suo comportamento Inizia a scoprire gli altri Osserva e discute le diversità presenti nella classe Collabora nelle attività quotidiane Inizia a compiere un attività insieme ad un altro bambino Accetta le diversità presenti nella classe VALORI: amicizia amore diversità fratellanza -pace solidarietà. ATTEGGIAMENTI: accoglienza rispetto fiducia collaborazione condivisione meraviglia stupore. Ricerca spiegazioni su Il senso della vita a partire dalla creazione

Conosce la figura di Gesù di Nazaret. Conosce le fasi principali della vita di Gesù di Nazaret. nascita, morte e sui motivi di particolari fatti ed eventi che lo colpiscono. Conosce il messaggio di Gesù di Nazaret attraverso brani evangelici e parabole. Le fasi della vita nascita crescita morte Gesù di Nazaret e la storia della sua vita. Inizia a giocare insieme ad un altro bambino Partecipa a feste e/o manifestazioni sul territorio. Incomincia ad accettare un tempo di attesa prima di vedere soddisfatto un bisogno. È disponibile a cooperare con gli altri Rispetta il proprio turno e quello degli altri Partecipa a feste e/o manifestazioni sul territorio. Scopre il rispetto e l aiuto reciproco Pone domande sulle diversità di popolo e cultura. Conosce l ambiente culturale attraverso l esperienza della tradizione cristiana. Conosce le tradizioni del territorio in cui vive. Sviluppa la capacità di collaborare con gli altri per realizzare un progetto comune. Le persone che testimoniano valori morali e/ o religiosi Feste e tradizioni laiche e religiose. Io cittadino di Gorle e del mondo Accetta un rimprovero per un atteggiamento corretto Comprende le conseguenze dei propri atteggiamenti Sa aspettare dal momento della richiesta alla soddisfazione del bisogno. Impara a scambiare giochi e materiali. Norme di comportamento Valuta i comportamenti e promuove quelli positivi.

4. Riflette, si confronta, discute con gli adulti e con gli altri bambini, si rende conto che esistono punti di vista diversi e sa tenerne conto. Gioca negli spazi della scuola parallelamente agli altri bambini. Si rivolge con fiducia e serenità agli adulti presenti a scuola. E interessato ai componenti del gruppo. Riconosce nei compagni tempi e necessità diverse. Interagisce con gli adulti presenti. Riconosce e racconta agli altri il proprio vissuto. Accetta che esistano punti di vista diversi dal proprio. Ascolta, ricerca e tiene conto dell opinione altrui. Gli altri: pensieri, vissuti, opinioni. I bambini delle altre sezioni. La scuola primaria La scuola secondaria di 1 grado Gli adulti della scuola dell infanzia e della scuola primaria. 5. E consapevole delle differenze e sa averne rispetto Riconosce i compagni per Nota ed accetta le differenze nome e inizia a percepire le di genere. differenze di genere. Riconosce le diversità nella prospettiva della multiculturalità. Scopre e riconosce il proprio corpo anche in relazione alla diversità sessuale. Riconosce e rispetta le diversità nella prospettiva della multiculturalità. Le diversità dell età: piccolo/medio/grande, bambino/adulto. Le diversità delle razze e delle culture. Le diversità di genere: l identità maschile e l identità femminile.

6. Ascolta gli altri e da spiegazioni del proprio comportamento e del proprio punto di vista. Inizia a raccontare un esperienza di gioco. Inizia a motivare i propri comportamenti. Esprime il proprio punto di vista. Motiva i propri comportamenti Esprime e motiva il proprio punto di vista. Le scelte personali in situazione di gioco e di dialogo. 7. Dialoga, discute e progetta confrontando ipotesi e procedure, gioca e lavora in modo costruttivo e creativo con gli altri bambini. Interagisce verbalmente con adulti e compagni nel gioco e nelle attività. Usa spazi e materiali seguendo le proprie inclinazioni. Inizia a collaborare con gli amici per la realizzazione di un progetto comune. Collabora con gli amici per la realizzazione di un progetto comune. Attività ludiche e vissuti scolastici in situazione di cooperazione e di collaborazione. 8. Comprende chi è fonte di autorità e di responsabilità nei diversi contesti, sa seguire regole di comportamento e assumersi responsabilità Inizia a riconoscere semplici Comprende la necessità di Riconosce e accetta le regole Diritti e doveri regole di convivenza.. riferirsi a regole di dell ambiente scolastico. Le regole della scuola. Riconosce e accetta il ruolo comportamento condivise da Rispetta le norme sociali. dell adulto. tutto il gruppo. La carta dei bambini.

Inizia ad aspettare dal momento della richiesta alla soddisfazione del bisogno. Inizia ad autovalutare i propri atteggiamenti. Prime conoscenze delle regole del codice stradale.