PRO LOCO DI BOLCA Via S. Giovanni Battista 37030 Bolca VRwww.bolca.it

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo)

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

PROGRAMMA ESCURSIONI BIKE HOTEL ESTATE 2013 AREA COMMERCIALE APT VAL DI FASSA

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

Val d Alpone. Comune di Vestenanova Assessorato al Turismo. Vestenanova. Calendario. Vestenavecchia. Castelvero. Bolca

Villaggi Walser a due passi dal Cielo

TREKKING IN VAL MASTALLONE

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA".

Val d Alpone. Comune di Vestenanova. Assessorato al Turismo CALENDARIO MANIFESTAZIONI. Vestenanova Vestenavecchia Bolca Castelvero

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado)

TREKKING E MOUNTAIN BIKE

LA VIA FRANCESCANA 2016 tra Marche e Umbria Un appuntamento imperdibile per un trek itinerante di 6 giorni e 5 notti dal 05/09 al 10/09/2016

5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI)

PRIMO GIORNO: SENTIERO DA PIAN TREVISAN A PIAN DEI FIACCONI

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso

visita il nostro sito

DA VARESE, CITTÀ GIARDINO, un escursione sulle vie della Fede

DA VARESE, CITTA GIARDINO, un escursione sulle Vie della fede

LA VALLE DI PALANFRÈ

Sci alpinismo nel gruppo di Puez

CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI

1. Schenna Riffianerweg Saltaus St. Leonhard ritorno. 2. Schenna Castel Goyen Castel Labers Fragsburg Greiterhof ritorno

Proposte di viaggi a cavallo o in carrozza

P:S. Questa piccola guida è pensata per i ragazzi che potranno così accompagnare i propri genitori alla scoperta di Saccolongo.

RITROVO: AGNOSINE CHIESA PARROCCHIALE ORE 9,00 RITROVO SUCCESSIVO CHIESA PARROCCHIALE DI BIONE ORE 9,15 CON MEZZI PROPRI

Club Alpino Italiano. Monte Rotondo dal Santuario di Macereto. Monti Sibillini. Ussita m 15 km. 5 h (senza soste)

Sentiero Busatte Tempesta da Torbole sul Garda

Totes Gebirge - Austria

CAMMINARE NEL CUORE DELL ALTO ADIGE: LA VIA DELLE CASTAGNE E LA STRADA DEL VINO. un viaggio a piedi di 7 giorni

COMUNICATO STAMPA. La COMUNITA MONTANA DEL FRIULI OCCIDENTALE. Vi invita a partecipare a LANDSCAPE TO DISCOVER DOLOMITI FRIULANE

Da sasso a eremo di San Valentino

DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D /D )

17 Luglio Monte Croce con traversata val d Ayas Valtournenche

VALNONTEY - RIFUGIO "SELLA" CASOLARI DELL'HERBETET (giro ad anello)

Domenica 1 Giugno2014 Trekking nell Appennino Reggiano Tra il Passo del Cerreto e l'alpe di Succiso

LE TRE CIME DI LAVAREDO Le regine delle Dolomiti

Chiesa di San Bernardo, sulla montagna di Monte Carasso

Itinerario n Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore

2 POPOLI IMMENSI ARMENIA & GEORGIA EURO 1.650,00 PREZZO TUTTO INCLUSO!!! PARTENZA 12 MAGGIO 2016 VOLI DA VENEZIA

IL CUORE DELL ALTO ADIGE

Dolci Ricordi. Bed. Breckfast. Itinerario Partenza Arrivo Descrizione Difficoltà

BOSCHI E UOMINI IN VAL CHIARINO Escursione storico naturalistica Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

TOUR DEL MAROCCO FES, L ATLANTE E MARRAKECH Fine maggio metà luglio e fine settembre ottobre

Grande Traversata della Collina Un viaggio a piedi per individuali (6 giorni) e per gruppi (2 giorni)

Scoprire L' Umbria. Programma del viaggio 7 notti/8 giorni

ESCURSIONI: la costa. Strada dei Sapori Medio Tirreno Cosentino

Trek Valgrisenche. Percorso "soft"

SCHEDA INFORMATIVA : TREKKING, MOUNTAIN-BIKE E YOGA A POZZI MONACI

Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011

Via Ferrata del Somator, Monte Biaena

MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge

Trento. TREKKING PAESAGGI AMENI Vico mezzano-gazzadina Gardolo di Mezzo- Meano

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Anche quest estate abbiamo una convenzione con l APT per la Dolomeet card e il cliente può acquistare la Dolomeet card ad un prezzo scontato.

La notte è ormai prossima e, a metà percorso, occorre accendere le luci.

Azzerare il contachilometri

Descrizione delle escursioni nel Parco Naturale Tre Cime. Indicazioni generali:

Incentive QUILLE Les Compagnos du Trident 17 / 19 settembre 2010 ALLA SCOPERTA DEL LAGO MAGGIORE

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30

1 invito speciale. 12 percorsi eccezionali. 9 rifugi APERTI NEL CUORE DELLE DOLOMITI CADORINE

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso)

Escursione sulla Montagna dei Fiori

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

GITA ESTIVA SULLE DOLOMITI DI SESTO Luglio Schede descrittive degli itinerari

Centro Storico di Caltanissetta

La Costa degli Etruschi dalle vie dei boscaioli e dei minatori al mare

Itinerario n La Via Francigena, da Bolsena a Viterbo

ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO - LUGLIO

Tra Capo Palinuro e Marina di Camerota

Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g

> > > > > > VIAGGIARE TRA LUOGHI ED ABITANTI PROGRAMMA MAROCCO 2013 FORMA DEL VIAGGIO: TORNARE VIAGGIATORI 1 LUNGO I SENTIERI DEL TESSAOUT

Sistemi Informativi Territoriali. Paolo Mogorovich

Sentiero attrezzato delle Vipere, San Valentino di Brentonico, Parco Naturale del Monte Baldo

Monte Spino da S. Michele

TREKKING NEI PIRENEI CATALANI SPAGNA Da sabato 21 a domenica 29 luglio 2012

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

Dal rifugio Baranci verso Val Campo di Dentro

PROPOSTA DI ITINERARIO DI PELLEGRINAGGIO MARIANO NEL VICENTINO

ESCURSIONI AL CHIARO DI LUNA 2015

21-22/03 ALTA VIA DELLE 5 TERRE

Ciaspolata Domenica 12 febbraio Passo del Lupo (prov. Bo-Mo) SPECIALE MODENA. (periodo febbraio-giugno 2012)

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di Borgomanero Corso Sempione, Borgomanero (NO)

Itinerario n La Valnerina fra Arrone e la Cascata delle Marmore

AVVENIMENTI DATE DI RILIEVO. Febbraio. Marzo. Aprile Maggio

Bergamo e la Val Seriana

La Via Francigena. Tappa TO09 Da Gambassi a S. Gimignano

Itinerario 13. Orgia, Itinerari del Museo del Bosco: La passeggiata del Conte, Il fiume, il Romitorio, le carbonaie

SERVIZI OFFERTI. Sempre aperto. Area giochi per bambini. Servizio di concierge 24 ore. Vasto parco con querce. Piscina 20 x 8 metri

Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri)

DESCRIZIONE IMMOBILE IN VENDITA

Il programma escursionistico del 2012 ha inizio lungo i sentieri del "Cammino di S.Carlo"

ViaggiOffRoad Sardegna 2014.! Tour 4x4 dal 26 Aprile al 1 Maggio 2014

CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI

REGNO UNITO: UN GRANDE VIAGGIO

CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI FIUME

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014

U.S.A in CAMPER I grandi parchi dell Ovest 23 giorni Dall 11 giugno al 3 luglio 2016

Itinerario Archeologico e Naturalista

Advertisement
Transcript:

PRO LOCO DI BOLCA Via S. Giovanni Battista 37030 Bolca VRwww.bolca.it - tel. 346 5446353 I NUOVI SENTIERI NEL TERRITORIO DI BOLCA La Pro Loco di Bolca, aderendo alle richieste dei turisti di poter conoscere, camminando, il territorio bolcense, ha tracciato una serie di sentieri che consentano di apprezzare le caratteristiche e le bellezze della zona, famosa per i suoi fossili, ma non solo. Il prof. Serafino Zanderigo, nativo di Bolca e conoscitore del territorio dal punto di vista naturalistico e scientifico, ha costruito sei percorsi ad anello e li ha tracciati contrassegnandoli nei punti strategici con un pesciolino colorato su sfondo bianco. Ogni sentiero è caratterizzato da un colore (rosso, blu, verde, viola, ciclamino e arancione) e tutti partono ed arrivano al Museo dei Fossili di Bolca, eccetto il sentiero arancione che parte ed arriva alla Chiesetta di S. Antonio Abate di Vestenavecchia, dopo essere passato da Bolca. I dislivelli del percorso sono indicati dalle quote riportate dai tracciati e i tempi di percorrenza sono calibrati su coloro che camminano per diletto e per contemplare la natura. I sentieri sono percorribili da tutti utilizzando calzature con suola robusta e tenendo conto che la zona è montagnosa. Informazioni: Serafino Zanderigo 348 9164811 Pro Loco di Bolca 346 5446353 Buone passeggiate a tutti i nostri ospiti! Bolca 10 maggio 2008 Il Presidente della Pro Loco Stefano Presa SENTIERO ROSSO ( circa 1 ora) Partendo dal Museo dei Fossili di Bolca si sale alla Chiesa parrocchiale e alla sommità del Monte Purga, da cui si gode un aplissimo panorama di 360 che spazia dalla Vallata dell Alpone, alla Valle del Chiampo, alla pianura Veneta, alle piccole e grandi Dolomiti, alla montagna di S. Bortolo e Campofontana e alla zona del Monte Pergo. Dopo la discesa in piazza, si imbocca il Sentiero della Madonna che parte dietro la chiesa e che attraversa il bosco della Purga, dove si possono ammirare i basalti colonnari. Ritornati in piazza si scende al Museo. SENTIERO BLU (circa 2 ore) Partendo dal Museo dei Fossili si raggiunge la Chiesa di Bolca, con un bel panorama sulle vallate dell Alpone e del Chiampo e sulla pianura Veneta; si scende verso la nuova Casa di Riposo, nei pressi del Monte Spilecco e si gira attorno alla Purga ad una quota di circa 800 metri. Percorrendo il bosco si può ammirare la città dei sassi, una grande colata di pietre laviche, che la vegetazione non è mai riuscita a coprire. Lungo il percorso si trovano interessanti affioramenti di lignite. Si rientra al Museo.

SENTIERO VERDE (circa 3 ore) Partendo dal Museo dei Fossili ci si dirige verso ovest, passando vicino al Monte Spilecco, famoso per i ritrovamenti di denti di squalo; raggiunta la contrada Venchi si sale sul Monte Pergo, fino alla grande croce di marmo e sul moto dei Baldi per ammirare splendidi panorami sulle vecchie contrade e sulle vallate dell Alpone e del Chiampo; si scende alla croce del Monte Castellaro e successivamente alla tipica contrada Feo che conserva una rarissima tavoletta in marmo del 1573, di carattere profano, che identifica la Casa del Sarto ; attraverso i boschi si raggiungono la vecchia giassàra e le sorgenti dell Alpone, nelle vicinanze di Bolca e si rientra al Museo. SENTIERO VIOLA (circa 4 ore) Partendo dal Museo dei Fossili si percorrono prati e boschi verso est per arrivare alle contrade Loschi e Brusaferri. Una variante consente di visitare la grotta delle palme, visibili solo con una particolare illuminazione. La strada prosegue fino alla località Castegnare, dove si trovano un bar e il parcheggio degli automezzi, poiché da quel punto tutti devono proseguire a piedi per raggiungere la Pessàra, il luogo di escavazione dei fossili. Nel caso di chiusura della Pessàra è prevista una variante nella Valle Cherpa per raggiungere la contrada Valecco e salire quindi al termene, dove si trova la crose del galo. L ultimo breve tratto, asfaltato, porta a Bolca e al Museo. SENTIERO CICLAMINO (circa 5 ore) Partendo dal Museo dei Fossili si visitano le vecchie contrade poste a nord di Bolca: Loschi, Rigoni, Laisi (da vedere una bella colonnetta), Riva (con altra colonnetta), Covale (da vedere una croce e l affresco su una casa), Gaiotte, Ghieve (splendido panorama su Durlo e piccole Dolomiti), Rama (con un antica colonnetta) e Cracchi (antica e famosa contrada con un Oratorio del 1700 costruito dagli abitanti e dedicato a S. Giovanni Nepomuceno). Una variante porta al lago dei Cracchi e un altra al buso dele angoane, luoghi affascinanti e ricchi di leggende. Si prosegue fino ai Preari (con capitello e colonnetta) e si arriva alla zona dello Spilecco, con il capitello più conosciuto di Bolca e si prosegue per il Museo. SENTIERO ARANCIONE (circa 5 ore) Partendo dalla Chiesetta di S. Antonio Abate di Vestenavecchia si possono incontrare lungo il percorso 3 delle 4 croci erette, alla fine del 1800, da Celestino Baldo, un povero pastore di Vestenavecchia vissuto dal 1828 al 1900. La prima croce (1894) si trova nella piazza vicino alla Chiesa Parrocchiale; salendo attraverso boschi e contrade si giunge alla località Castellaro dove è stata recentemente restaurata la terza croce (1899), che era stata abbattuta da un fulmine. Si sale sul moto dei Baldi, luogo ideale per ammirare splendidi panorami, e poi sul Monte Pergo, ove svetta la seconda croce (1898). La quarta croce (1900) si trova sul Monte Quarto a S. Bortolo delle Montagne. Dal Pergo si scende a Bolca, attraverso lo Spilecco (ritrovamento dei denti di squalo) e si procede verso sud lungo le contrade Fenile, Camponogara (da vedere un capitello votivo), Rugolotti (luogo di coltivazione dei frutti di bosco), Cerati (con una bella croce in località Borgoletto), Stanghellini (con la cascata dell Alpone) e ritorno a Vestenavecchia, ai piedi del colle della Fratta dove si erge dal XII secolo l antica Pieve di S. Antonio Abate.