UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna Stampa. Roma 3 dicembre 2015

Advertisement
Documenti analoghi
La LUISS tra le migliori d Italia

ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI

SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1

ELISABETTA RANIERI DOCENTE DI LINGUA E CULTURA INGLESE NELLA SCUOLA SECONDARIA II GRADO

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Il Programma per la formazione permanente.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna Stampa. Roma 29 ottobre 2015

MOBILITÀ INTERNAZIONALE PER STUDIO

Programmazione triennale 2010/2012

SEMINARIO QUANDO LA SCUOLA INCONTRA L AZIENDA. Seminario 3 ottobre IIS TASSARA-GHISLANDI BRENO

DECRETA. Bando di Concorso

Programma Vinci Bando 2013

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa

Riordinamento delle scuole dirette ai fini speciali, delle scuole di specializzazione e dei corsi di perfezionamento

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Sede: Università degli Studi di Genova Scadenza iscrizioni: 7 ottobre 2011 Inizio corso: dicembre 2011 Scadenza richiesta voucher: 4 agosto 2011

Nicola Rizzo Curriculum vitae et studiorum

La Riforma Moratti. una scuola che cambia.

DECRETA. Bando di Concorso

Mobilità in Europa Venezia, 22 marzo Angela Baranzini Commissione europea Rappresentanza a Milano

International Relation Office

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE

DECRETI PRESIDENZIALI

La buona scuola. Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura

TFA, lauree magistrali, sostegno, corsi infanzia e primaria, nuovo reclutamento

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n.

Università degli Studi di Perugia DR n Il Rettore

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI. Nome BERNI CLAUDIA

Il Dottorato industriale

Formato europeo per il curriculum vitae

Studiare all estero: le esperienze dei laureati italiani indagine web sui laureati 2012

Titoli, professioni e terminologia nei sistemi d istruzione superiore

Carta dei servizi di orientamento e tutorato

4I LAUREATI E IL LAVORO

Indicazioni per laureati non abilitati (e per gli iscritti alle lauree quinquennali e lauree specialistiche che permettono l accesso all insegnamento)

Si inverte la rotta TRA LE MISURE PREVISTE:

Scuola di Dottorato della Università degli Studi di Roma Foro Italico

ABILITAZIONE ALL INSEGNAMENTO: COME CONSEGUIRLA

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI

I dottorati internazionali Erasmus Mundus

Incontri nel territorio della regione FVG per l ascolto e il confronto sulla proposta del governo Promossi dall On. Giorgio Zanin

Promuovere l innovazione delle imprese con Dote Lavoro - Tirocini per i Giovani, Tirocinio e Apprendistato

Questionario per la relazione individuale degli studenti ERASMUS (SMS)

QUESTIONARIO. Grazie

Modello per la relazione individuale Mobilità Internazionale 2014/2015

LINEE-GUIDA. per il. Premessa

Nell art. 3 del Regolamento troviamo la seguente articolazione dei nuovi percorsi formativi:

DELIBERAZIONE N. 46/ 42 DEL

Un anno pieno di sorprese Ma attenzione alle scadenze!

IL PROGRAMMA ERASMUS+ Mobilità a fini di studio Tutto quello che si deve sapere sull Erasmus (o quasi)

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 870 MILA UNITÀ, OLTRE 9 MILA IN PIÙ NELL ULTIMA SETTIMANA

Consulta le note metodologiche. Collettivo selezionato. Collettivo selezionato. Collettivo

Modello per la relazione individuale degli studenti ERASMUS (SMS)

Cosa è il programma OVERWORLD

APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE RICERCA VADEMECUM PER STUDENTI E LAUREATI

La Regione Toscana. Premesso che

Introdurre alla realtà, ecco cos è l educazione.

Analisi della Bozza Decreto D.S.U.

Assessore alla Formazione professionale Istruzione ed Edilizia scolastica Provincia di Torino

ERASMUS+ ( )

Percorsi formativi Erasmus +

ExpoTraining ottobre Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

IIS GIULIO COMUNICATI INTERNI AI DOCENTI COMUNICATO N. 240

L APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE E RICERCA. ai sensi dell art. 5 D. Lgs 167/2011. Prof. Renata Livraghi Università di Parma

Salvo Mura Coordinamento Area Didattica. Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future

b) certificato analitico degli esami sostenuti, rilasciato dall'istituto ove è stato conseguito il titolo di studio e tradotto;

Roma, 8 novembre Silvia Vaccaro Centro Nazionale Europass Italia

Rivolto a tutti gli Istituti Tecnici del Piemonte

Nuovi percorsi abilitanti: TFA lo stato dell arte

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta!

Il riordino del sistema d istruzione e formazione. Vera riforma? Razionalizzazione per ridurre la spesa? Restaurazione?

L ingresso in Italia dello straniero a fini di ricerca scientifica e studio (Roma, CRUI 26 novembre 2013) Ministero degli Affari Esteri

newsletter Il Label europeo delle lingue 2009 Un viaggio lungo un anno N 2 - Dicembre 2009

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA

CREDITO SCOLASTICO credito scolastico punteggio attribuzione punteggio massimo crediti candidati interni candidati esterni

INCUBATORE FIRENZE DALL IDEA ALL IMPRESA 5 ANNI DI ESPERIENZA

BIENNIO SPERIMENTALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI

Università Europea degli Studi di Roma Ufficio Relazioni Internazionali

Sergio Medaglia. Capo Ufficio. Categoria D, posizione economica D2 area amministrativa gestionale. Curriculum Vitae Sergio Medaglia

TFA - una guida per orientarsi le domande più frequenti e la normativa di riferimento

Valentina Aprea Assessore Istruzione, Formazione e Lavoro

I DIVISIONE DELIBERA. Art. 2 Tipologie contrattuali Le tipologie contrattuali sono fissate dall art. 24, comma 3, della legge n. 240/2010.

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI DI LINGUA INGLESE E SPAGNOLA

Mediazione Linguistica per l impresa

UFFICIO EUROPA. Newsletter luglio 2012

Speciale: Opportunità europee per i giovani. On. Aldo Patriciello. Seguimi anche su: GRUPPO POLITICO DEL PARTITO POPOLARE EUROPEO

U Linee per un Progetto: Erasmus Placement for students coming to Sardinia

INIZIATIVE NAZIONALI A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE UNIVERSITA

Andrea Barchiesi, CEO Reputation Manager ISSEA Research Institute

ATTIVITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ricerca e Innovazione nelle imprese. Misure di sostegno immediato alle attività innovative e di ricerca delle imprese

anni 17, anni 69,6 27 anni e oltre 13,0 età media alla laurea 26,6 Cittadini stranieri (%)

A cosa serve la paghetta di Stato, se le università fanno schifo?

BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DI BORSE DI MOBILITA' PER TIROCINIO FORMATIVO ERASMUS+ LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI CANDIDATURA ONLINE

Progetto TEEN II ( ): Tourism and Environment Training Experiences in Europe for New-graduates

STATUTO << ART. 1 ART. 2

4 I LAUREATI E IL LAVORO

Advertisement
Transcript:

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA Ufficio Stampa Rassegna Stampa Roma 3 dicembre 2015 Argomento Testata Titolo Pag. Università Scuola24 Dalle imprese alla PA fino alla scuola: i dottori di ricerca vanno valorizzati così 2-3 Università Scuola24 Erasmus+, nel 2014-2015 oltre 30mila borse di mobilità per gli universitari. Nuove candidature entro il 2 febbraio 2016 4-5 Università Il Sole 24 Ore Mille imprese aprono ai ricercatori 6 Legislazione sportiva Corriere dello Sport Eccellenze sportive: una legge per il Lazio 7

Dalle imprese alla Pa fino alla scuola: i dottori di ricerca vanno valorizzati così di Marzio Bartoloni «Il dottore di ricerca? È un laureato che entra nel mercato del lavoro con tre anni di ritardo». Questo è quello che si sentono dire i Phd italiani quando bussano alla porta delle imprese. Non va meglio quando si rivolgono alla Pa dove il loro titolo non viene considerato quasi per nulla, dai concorsi ai posti di dirigente fino alla scuola dove per insegnare devono addirittura ricominciare a studiare. Nasce anche da qui l idea dell Adi, l associazione dei dottorandi e dottori di ricerca italiani, di consultare i diretti interessati - i dottori di ricerca appunto - per chiedergli come valorizzare il loro titolo. I risultati di questo maxi sondaggio (hanno risposto in 549) sono stati presentati ieri a Milano alla Bicocca all interno della loro quinta indagine annuale. E lanciano più di uno spunto per aiutare i 9mila giovani ricercatori che conquistano ogni anno il titolo di dottore di ricerca a trovare una collocazione adeguata, visto che la carriera all università è off limits per molti di loro. Gli sbocchi difficili nelle imprese Oggi sono tre le forme di collaborazione con le imprese: dottorato in collaborazione, dottorato industriale e apprendistato di alta formazione. Ma il ricorso a queste figure non è granché diffuso tra le nostre aziende che percepiscono appunto il dottore come un laureato con tre anni in più di età. Per i giovani ricercatori sarebbe invece necessario fare emergere la domanda di innovazione di cui spesso le imprese non sono ben consapevoli team building, corporate identity, gestione delle risorse umane, ecc., domande cui i dottori di ricerca potrebbero fornire preziose risposte, con conseguenti vantaggi competitivi. Per non parlare a esempio della possibilità di aiutare, soprattutto le Pmi, a partecipare ai bandi europei. Anche il tema dell inquadramento contrattuale è piuttosto sentito. I ricercatori segnalano che in nessun contratto si tiene in considerazione il titolo di dottore di ricerca, spesso inquadrati ad un livello non corrispondente alle capacità acquisite, e che la formazione ricevuta nel percorso dottorale non viene considerata utile ai fini lavorativi. Tra le misure che potrebbero favorire la loro assunzioni viene infine segnalato quello degli incentivi fiscali. Nei concorsi della Pa il Phd vale poco Per quanto riguarda la Pa tra i temi più sentiti c è quello della valutazione del titolo nei concorsi: il titolo di dottore di ricerca è valutato solo in alcuni concorsi, anche in quel caso gli viene solitamente attribuito un punteggio basso e totalmente rimesso alla discrezionalità dell ente che emana il bando. Le proposte che avanzano i dottorandi per superare questo stato di cose sono, tra le altre: definire un punteggio standard da attribuire al PhD, diminuendo la discrezionalità dei singoli enti e considerare il PhD coerentemente con quanto stabilito dalla Carta europea dei ricercatori come esperienza professionale maturata nel settore. Oggi in mancanza di bandi riservati, i dottori di ricerca si trovano a competere con laureati su mansioni per le quali sono sovra-qualicati. Anzi accade anche che i 03/12/2015 2

laureati triennali possono accedere a posizioni per cui il titolo di PhD avrebbe grande rilevanza. Per non parlare infine delle discriminazioni sul welfare: la discol, l indennità di disoccupazione per collaboratori coordinati e continuativi a progetto, per ora esclude i dottori di ricerca. Ora la legge di stabilità potrebbe estendere questa indennità agli assegnisti di ricerca (lo prevede un emendamento approvato dalla commissione Lavoro). E tutti gli altri precari della ricerca? Si chiede l Adi che propone di aggiungere anche dottorandi, borsisti e contrattisti. Per insegnare bisogna tornare a studiare Ancora più paradossale l accesso all insegnamento nelle scuole dove l abilitazione è off limits se prima non si torna a studiare. Molti ricercatori rilevano infatti la contraddizione per cui i dottori di ricerca attualmente devono frequentare i corsi di Tirocinio formativo attivo per accedere alla cattedra, quando gli stessi corsi sono spesso tenuti da dottori di ricerca. In più il Tfa ha un costo economico irragionevole per chi - come il PhD - viene da anni di formazione ed esperienza didattica. Da qui la richiesta dell attribuzione dell abilitazione all insegnamento a chi termina un percorso di formazione dottorale o quantomeno un aumento dei punteggi attribuiti al titolo nei concorsi per l insegnamento. Si suggerisce anche la previsione di nuovi profili professionali per che si occupa delle attività integrative e di formazione, valorizzando il titolo con figure come il professore aggregato dal sistema scolastico francese con il compito di fornire didattica integrativa e di occuparsi dell aggiornamento degli altri insegnanti. 03/12/2015 3

Erasmus+, nel 2014-2015 oltre 30mila borse di mobilità per gli universitari. Nuove candidature entro il 2 febbraio 2016 di Alessia Tripodi Indire fa il bilancio sul primo anno di sperimentazione del programma e annuncia le novità per il prossimo anno. Sono oltre 30mila gli studenti, di cui oltre 6mila tirocinanti, che nel 2014/2015 hanno usufruito di una borsa di mobilità Erasmus +, almeno il 10% rispetto al 2013/2014. Sono i dati diffusi dall'agenzia nazionale Erasmus+ Indire in occasione della conferenza che si apre oggi a Milano, nel corso della quale verranno annunciate le novità dell'edizione 2016 del programma di mobilità internazionale. Prima fra tutte «l'allargamento della partecipazione anche ai Paesi di Africa, Caraibi e Pacifico - fa sapere il direttore di Indire, Flaminio Galli - per attrarre studenti e docenti verso le università europee e allo stesso tempo ampliare il raggio di destinazioni possibili per gli studenti ed i docenti d'europa». I numeri del successo Con gli oltre 30mila studenti partecipanti «il primo anno di Erasmus+ - spiega Indire - ha confermato le aspettative di crescita della partecipazione al programma». Se si guarda all'accoglienza, il nostro paese è al quinto posto dopo Spagna, Germania, Francia e Regno Unito, con circa 20mila studenti europei ospitati nelle nostre università. Nel 2015, dicono ancora i dati, nuovi istituti hanno ottenuto la Carta Erasmus per l'istruzione superiore, portando a 214 il numero di quanti hanno ottenuto un finanziamento per l'anno accademico 2015/2016 (ai quali vanno aggiunti i 19 Consorzi): 90 università, 100 nell'ambito dell'alta formazione artistica e musicale - Afam, 15 Its - Istituti Tecnici superiori (per la prima volta eleggibili), 9 scuole superiori per mediatori linguistici. Numeri che, dice Indire, confermano il successo di un programma che, dal suo debutto nel 1987 a oggi, ha coinvolto complessivamente più di 3 milioni e mezzo di studenti universitari europei. Un record al quale l'italia ha contribuito per il 10%, piazzandosi tra i quattro principali paesi per studenti in partenza verso diverse destinazioni europee (dopo Spagna, Germania e Francia) e al quinto posto per numero di studenti stranieri ospitati dopo Spagna, Francia, Germania e Regno Unito. Le mete più gettonate dai nostri studenti in mobilità per studio sono stati la Spagna, la Francia e la Germania. E se la Spagna è al primo posto per numero di tirocinanti italiani ospitati, al secondo e al terzo posto si posizionano, rispettivamente, le aziende britanniche e tedesche. 03/12/2015 4

Le novità per il 2016 Le principali novità per il 2016, fa sapere Indire, riguardano l'ambito della Mobilità internazionale Erasmus+, già avviata nel 2015 ( tutte le info su www.erasmusplus.it/universita/oltre-leuropa/ ): oltre ad includere tra i partecipanti i paesi di Africa, Caraibi e Pacifici, il programma fissa al 2 febbraio 2016 alle 12.00 (ora di Bruxelles) la scadenza per la presentazione delle candidature e ridefinisce la soglia minima di punteggio richiesto a una candidatura ai fini del finanziamento, che quest'anno viene fissata a 60 punti su 100 anziché 70. 03/12/2015 5

03/12/2015 6

03/12/2015 7