Esplorando i Sentieri del Linas in MTB

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

Itinerario n Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore

Itinerario n La Via Francigena, da Bolsena a Viterbo

TREKKING E MOUNTAIN BIKE

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

21-22/03 ALTA VIA DELLE 5 TERRE

Da sasso a eremo di San Valentino

La notte è ormai prossima e, a metà percorso, occorre accendere le luci.

Percorso Zona Orientale

Trek Valgrisenche. Percorso "soft"

Il programma escursionistico del 2012 ha inizio lungo i sentieri del "Cammino di S.Carlo"

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

Traversata dei Sette Fratelli

TI04 - L'Ipposidra, la ex-ferrovia a cavallo

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina

TREKKING IN VAL MASTALLONE

PV-01 La Lomellina tra Pavia e Vigevano

che corre sotto le bianche pareti strapiombanti del monte Arbu e in un attimo scendiamo di oltre 100m lungo un sentiero veramente interessante.

: RONDANINA-MONTE SOPRA PROPATA(pendici)-CASA DEL ROMANO-CAPANNE DI CARREGA-MONTE CARMO-CAPAN NE DI CARREGA-CASA DEL ROMANO-CAPRILE

Percorso Sardegna Centrale

MI-01 Il Mincio dal Garda a Mantova

AD01 - L'Adda e il naviglio di Paderno

Itinerario n Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana

Sci alpinismo nel gruppo di Puez

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso

Itinerario n La Valnerina fra Arrone e la Cascata delle Marmore

SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri

VALNONTEY - RIFUGIO "SELLA" CASOLARI DELL'HERBETET (giro ad anello)

1. Schenna Riffianerweg Saltaus St. Leonhard ritorno. 2. Schenna Castel Goyen Castel Labers Fragsburg Greiterhof ritorno

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso)

Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011

GROTTA BORTOLOMIOL SCHEDA D ARMO. a cura di Federico Battaglin Grotta Bortolomiol. Località: Borri. Valdobbiadene (Tv)

Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel )

Lombardia. Run The Top. Guida e GPS.

Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri)

Pratolungo-Sentiero 299-C. Praga-Sent E1-Sant. Montaldero-Arquata Scrivia. : Arquata Scrivia-Sentiero E1-C. Lavaggi- :

La Via Francigena. Tappa TO04 Da Avenza a Pietrasanta

SV02 - La ciclovia dei Parchi

Resoconto 7 ciclo escursione Sant Antioco centro sud in MTB

La Via Francigena. Tappa LA02 Da Bolsena a Montefiascone

Tappa TO02 Da Pontremoli ad Aulla

SCHEDA INFORMATIVA : TREKKING, MOUNTAIN-BIKE E YOGA A POZZI MONACI

Monte Spino da S. Michele

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo)

17 Luglio Monte Croce con traversata val d Ayas Valtournenche

ULTRATRAIL 50 Km m dislivello positivo

La Via Francigena. Tappa TO11 Da Monteriggioni a Siena

La Via Francigena. Tappa TO09 Da Gambassi a S. Gimignano

MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge

Itinerario n Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta

PROGRAMMA ESCURSIONI BIKE HOTEL ESTATE 2013 AREA COMMERCIALE APT VAL DI FASSA

Presentazione creata da Antonino Oddo A.N.E. Grafica by Thor Software

Itinerario 13. Orgia, Itinerari del Museo del Bosco: La passeggiata del Conte, Il fiume, il Romitorio, le carbonaie

2011_09 MERANO IN BICI.doc 1

C.A.I. PONTE S. PIETRO

Sentiero dei Quattro Parchi della Brianza

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30

Escursione sulla Montagna dei Fiori

Le passeggiate di GAVI NANA a cura di Fabio Mesti e Roberto Recati

Ai piedi della Pania della Croce nelle Alpi Apuane: il rifugio Del Freo Eos Foto di ML 014

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014

TREKKING DEL "SELLARONDA"

La Via Francigena. Tappa LA06 Da Sutri a Campagnano

PV-04 Lomellina, tra il Po e la pianura

Totes Gebirge - Austria

10 Maggio 2015 Rapallo (Santuario Caravaggio)

5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI)

Dal S.Gottardo all Oberland Bernese. di Paolo Castellani

Fig. 1 : La piazzetta di San Costantino,punto di partenza e di arrivo dell anello 7. Ref. : ap-2217.

CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI

ATTIVITA A PREZZO AGEVOLATO PER I CLIENTI DELLE STRUTTURE SPORT & OUTDOOR VAL DI FASSA - ESTATE 2016 PROGRAMMA SETTIMANALE

La ciclabile della Valsugana

Club Alpino Italiano Sezione di Ascoli Piceno Via Serafino Cellini

Proposte di viaggi a cavallo o in carrozza

PRO LOCO DI BOLCA Via S. Giovanni Battista Bolca VRwww.bolca.it

Azzerare il contachilometri

Monte Kilimanjaro Climbing Safari

27 Luglio Vetta Occidentale del Gran Sasso da Campo Imperatore per la via normale. Relazione

COLLABORAZIONI Biketrack è partner di:

Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g

Passeggiandoinbicicletta.it

Trekking nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

Le Alpi Valdesi in Mountain Bike

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA".

PER CHI VUOL COMINCIARE AD ANDARE IN BICI DA STRADA. Qualche percorso da fare per allenare la gamba e per prendere passione alla bicicletta.

by Alterego via F. Chiaves 1/B Ivrea (TO)

IN BICICLETTA IN GARFAGNANA

Club Alpino Italiano. Monte Rotondo dal Santuario di Macereto. Monti Sibillini. Ussita m 15 km. 5 h (senza soste)

Reportage. Le Cinque. Terre. di Roberta Furlan. Foto di Maurizio Severin. Il borgo di Vernazza

Viaggio in macchina circa 4 ore. In auto

Fausto Camossi TRIS DI DOLOMITI. Itinerario: Passo Sella, Passo Gardena, Passo Campolongo, Passo Pordoi. (53 km)

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

visita il nostro sito

DA VARESE, CITTÀ GIARDINO, un escursione sulle vie della Fede

DA VARESE, CITTA GIARDINO, un escursione sulle Vie della fede

Villaggi Walser a due passi dal Cielo

Monte Nagià-Grom, Valle di Gresta, percorso storico I G.M.

Le Vie Francigene del Sud

In mountainbike. al Lago di Garda

Advertisement
Transcript:

Esplorando i Sentieri del Linas in MTB di Francesco Pia IL Linas è una montagna affascinante, una montagna ricca di storia, una montagna che regala grandi emozioni a chi ha voglia e curiosità di scoprirne i segreti. Un enorme rete di sentieri, mulattiere nascoste, che vanno perdendosi nella memoria di chi quest enorme patrimonio l ha vissuto, unici vecchi custodi di storie e leggende che gravitano attorno a questa montagna nascosta. Nascosta perché è questa l impressione che si ha cercando delle informazioni sul linas in rete, nessuna pubblicazione, nessun indizio. Fatta eccezione per alcuni percorsi piuttosto conosciuti nell ambiente dei frequentatori della montagna, il resto è tutto da esplorare. Entrando poi nello specifico dell escursionismo in MTB il discorso non cambia, anzi, la letteratura è ancora meno e le poche informazioni sui percorsi sono prerogativa di pochi esperti frequentatori. E da questa necessità divulgativa che nasce la breve descrizione riportata qui di seguito, scaturita da un esplorazione che aveva come obbiettivo quello di verificare pedalabilità,impegno fisico e tecnico, di 3 sentieri, che avrebbero permesso una più facile e completa pianificazione delle tante escursioni in mtb che il Linas può offrirci. Ed è così che una fresca mattina di fine dicembre ci ritroviamo a Villascema (Villacidro), con me altri due biker soci CAI, Alessio M. e Stefano A.,animati dallo stessa passione per l esplorazione e che di certo non si fanno scoraggiare da una possibile salita bici in spalla.

Il nostro percorso parte dal lago Leni (Villacidro), risale il rio Gutturu Derettu per arrivare a Genna Farracceus, valica a Genna Eidadi per poi scendere attraverso il bosco di Figus sino all ovile Linas, guada l omonimo torrente e più avanti il Rio Muru Mannu, passa dentro la valle del rio Oridda e rientra a Monti Mannu da Gutturu is Abis 1 Sentiero: Villascema Genna Farracceus Dal piazzale della porcilaia, indicata su IGM con il nome di Dispensa vecchia (325m slm), si prosegue su mulattiera sino ad intercettare dei cartelli con alcune indicazioni, ignoriamo il sentiero per S ega Sizzoris e deviamo in direzione Santu Miali, la primissima difficoltà da superare è il guado sul Rio Gutturu Derettu, da fare a piedi e che può creare qualche problema in periodi particolarmente piovosi. Attraversato il torrente seguiamo la mulattiera ancora pedalabile che risale il Gutturu Derettu alla sua sinistra orografica, si sta in sella ma man mano che si va avanti il fondo e le pendenze mettono a dura prova anche il biker più esperto, e prima o poi si scende e si spinge la bici, il sentiero non è mai troppo stretto e sempre ombreggiato ma il fondo è ricoperto da pietre smosse che renderebbero difficoltoso anche il percorso inverso. Si tralascia la deviazione (446m slm) che sale a Santu Miali e si prosegue sino ad intercettare il canale Mela Mida, qualche metro più avanti si abbandona la mulattiera che segue il canale Opus, per imboccare un evidente sentiero sulla destra (550m slm), da qui si guadagna velocemente quota in un fitto sottobosco che a tratti può essere percorso in sella ma di certo non in salita. A 700 m slm superata la recinzione siamo a Genna Farracceus.

Possibili prosecuzioni: Si può raggiungere il Parco di Perd è Pibara scendendo su un ottima sterrata chiusa al traffico, quindi arrivare a Gonnosfanadiga su strada asfaltata. Salire verso Genna Spina su sterrata a tratti smossa e con pendenze importanti per poi imboccare il 2 Sentiero. Lunghezza: 2,7 Km Tempo Impiegato: 1h 0m Dislivello (salita/discesa): 375m/Irrilevante Pedalabilità (salita): 30%/--- Difficoltà (salita/discesa): OC+/--- 2 Sentiero: Genna Spina Figus Dal vascone dell antincendio in località Genna Spina (950m slm) proseguiamo su sterrata in ottime condizioni, ignorando una deviazione sulla destra continuiamo sin dove termina la strada, a questo punto seguiamo il sentiero che passa a lato della recinzione, pedaliamo a circa 1000 metri di quota tra Punta Cammedda e il bosco di Scracchinus, di fronte a noi la cima spoglia di Punta Acqua Zinnigas, i tratti più tecnici obbligano a scendere ma solo per qualche metro. Raggiungiamo velocemente Genna Eidadi (1026m slm) e al valico deviamo a sinistra per Figus, il fondo e le pendenze dapprima non creano grosse difficoltà e il sentiero sarebbe divertente se non fosse per il filo spinato

che ci fa compagnia per la parte più panoramica, il contesto è straordinario ma per apprezzarlo appieno bisogna fermarsi. Le pendenze crescono sempre più e le ruote cominceranno a scivolare, con cautela si riesce a farlo tutto in sella, ma solo per chi ha un ottima padronanza del mezzo. Quasi a fine discesa, su un falsopiano (860m slm), un cartello ci indica un vicino punto panoramico, un balcone naturale di fronte alla cascata di Muru Mannu. Dal cartello, continuando la discesa il sentiero si tuffa in un tunnel verde che termina su una mulattiera, siamo nel bosco di Figus! Possibili prosecuzioni: A sinistra si può scende su una mulattiera molto rovinata per intercettare, sempre a sinistra, il sentiero tecnico che porta a Monti Mannu passando per Canale Filari mannu e canale Filareddus. Seguendo la sterrata a destra, tralasciando le deviazioni a sinistra e tenendosi in quota si attraversa il bosco per raggiungere l ovile Linas, presidio dell Ente foreste, dalla caserma si può raggiungere il 3 Sentiero, oppure continuare su ottima sterrata sino a Genna Mirrata, da lì, a sinistra si sale sin sotto monte Nestru e Lisone, a destra invece si rientra a Gonnosfanadiga passando per Nuraxi de Togoro, pedalando sempre su buone sterrate. Lunghezza: 3,5 Km Tempo Impiegato: 0h 50m Dislivello (salita/discesa): 100m/270m Pedalabilità (salita/discesa): 90%/100% Difficoltà (salita/discesa): BC/BC+ 3 Sentiero: Ovile Linas Valle di Oridda Dall ovile Linas (724m slm) si prosegue sulla sterrata principale in direzione Genna Mirrata, dopo circa 1 Km si devia a sinistra su una mulattiera chiusa da una sbarra, e poco più avanti, sempre sulla sinistra si cerca un evidente varco tra i rovi da dove si guada il rio Linas (760m slm). Attraversato il torrente ci immettiamo su una comoda mulattiera in leggera salita con lo scorrere dell acqua che ci accompagna per un bel tratto, il sentiero si fa pedalare agevolmente e da lì a poco si entra letteralmente nella vegetazione, con i cespugli che a tratti si fanno parecchio aggressivi. La salita sino al valico (830m slm) è molto bella e scorrevole, ma la situazione cambia non appena comincia la discesa, il fondo della mulattiera è costituito da grosse pietre smosse, è particolarmente tecnica e può risultare pericolosa se non si possiede mezzo e tecnica adeguati. Il panorama comunque lascia senza fiato, ci affacciamo sulla gola del Rio Muru Mannu e poco dopo ne superiamo il guado, per poi seguire il breve ma faticoso sentiero che risale siano a Genna di Muru mannu (750m slm). Quì incrociamo una sterrata ormai trasformata in una brutta pietraia, si può decidere di scendere direttamente sulla destra oppure continuare sulla panoramica cresta, a sinistra, per poi scendere a valle 1,5km più avanti, entrambe le strade sono veramente molto rovinate ed entrambe raggiungono il guado sul Rio Oridda (580m slm).

Possibili prosecuzioni: Attraversato il guado, a sinistra la strada segue il torrente e si raggiunge un ulteriore diramazione, a sinistra si può visitare la poco distante gola a monte della Cascata di Piscinas Irgas, a destra risalire per l agriturismo Perda Niedda e da lì raggiungere sa Duchessa e Domusnovas, oppure imboccare la deviazione che porta a Gutturu is Abis, poco prima del falsopiano di Canale Aleni, e da questa sterrata, a tratti rovinata, intercettare la strada di MontiMannu (Villacidro). Sempre dal Guado, si può proseguire a destra verso le miniere di Arenas, quindi Baueddu, San Benedetto, Fluminimaggiore o Iglesias, attraversando contesti paesaggistici particolarmente interessanti e sempre su ottime sterrate. Lunghezza: 6,8 km Tempo impiegato: 1h 20m Dislivello (salita/discesa): 200m/330m Pedalabilità (salita/discesa): 100%/90% Difficoltà (salita/discesa): BC/OC+ Articolo completo tratto dalla rivista del CAI di Cagliari: Gennargentu N 97