TREKKING IN VAL MASTALLONE

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

TREKKING E MOUNTAIN BIKE

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

Trek Valgrisenche. Percorso "soft"

Villaggi Walser a due passi dal Cielo

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014

ULTRATRAIL 50 Km m dislivello positivo

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso)

Domenica 1 Giugno2014 Trekking nell Appennino Reggiano Tra il Passo del Cerreto e l'alpe di Succiso

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso

Itinerario n Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana

Percorso Zona Orientale

RITROVO: AGNOSINE CHIESA PARROCCHIALE ORE 9,00 RITROVO SUCCESSIVO CHIESA PARROCCHIALE DI BIONE ORE 9,15 CON MEZZI PROPRI

Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri)

PROGRAMMA ESCURSIONI BIKE HOTEL ESTATE 2013 AREA COMMERCIALE APT VAL DI FASSA

Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011

ATTIVITA A PREZZO AGEVOLATO PER I CLIENTI DELLE STRUTTURE SPORT & OUTDOOR VAL DI FASSA - ESTATE 2016 PROGRAMMA SETTIMANALE

visita il nostro sito

Itinerario n Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore

PRO LOCO DI BOLCA Via S. Giovanni Battista Bolca VRwww.bolca.it

17 Luglio Monte Croce con traversata val d Ayas Valtournenche

LE TRE CIME DI LAVAREDO Le regine delle Dolomiti

Descrizione delle escursioni nel Parco Naturale Tre Cime. Indicazioni generali:

Sci alpinismo nel gruppo di Puez

TREKKING DEL "SELLARONDA"

Sentiero dei Quattro Parchi della Brianza

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina

TREKKING. Claudio Pozzi, Guida alpina professionista

Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g

Dolci Ricordi. Bed. Breckfast. Itinerario Partenza Arrivo Descrizione Difficoltà

DA VARESE, CITTÀ GIARDINO, un escursione sulle vie della Fede

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA".

PRIMO GIORNO: SENTIERO DA PIAN TREVISAN A PIAN DEI FIACCONI

DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D /D )

Escursione dei sette laghi in Val Ridanna

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30

La Via Francigena. Tappa TO09 Da Gambassi a S. Gimignano

MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge

5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI)

LA VALLE DI PALANFRÈ

Il programma escursionistico del 2012 ha inizio lungo i sentieri del "Cammino di S.Carlo"

C.A.I. PONTE S. PIETRO

VALNONTEY - RIFUGIO "SELLA" CASOLARI DELL'HERBETET (giro ad anello)

TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

Trekking per la Cima della Neve - Schneespitze

Dal rifugio Baranci verso Val Campo di Dentro

Da Nebbiuno a Fosseno percorso nr 1

21-22/03 ALTA VIA DELLE 5 TERRE

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo)

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado)

LA VIA FRANCESCANA 2016 tra Marche e Umbria Un appuntamento imperdibile per un trek itinerante di 6 giorni e 5 notti dal 05/09 al 10/09/2016

Tappa TO02 Da Pontremoli ad Aulla

Monte Spino da S. Michele

Mobile Gressoney, la valle del Lys e il Monte Rosa

Itinerario n Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta

La notte è ormai prossima e, a metà percorso, occorre accendere le luci.

DA VARESE, CITTA GIARDINO, un escursione sulle Vie della fede

Da sasso a eremo di San Valentino

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE

VALLI DI FIEMME E FASSA

1. Schenna Riffianerweg Saltaus St. Leonhard ritorno. 2. Schenna Castel Goyen Castel Labers Fragsburg Greiterhof ritorno

10 Maggio 2015 Rapallo (Santuario Caravaggio)

La Via Francigena. Tappa TO04 Da Avenza a Pietrasanta

PROGRAMMA MOENA OUTDOOR ESTATE 2016

18 Rifugio Nuvolau, 2575 m. Dolomiti d Ampezzo, Pelmo-Croda da Lago. Al nido d aquile dal panorama mozzafiato. 12 km. Lunghezza percorso.

Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel )

La Via Francigena. Tappa LA06 Da Sutri a Campagnano

Itinerario n La Via Francigena, da Bolsena a Viterbo

Trekking nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

La Via Francigena. Tappa TO11 Da Monteriggioni a Siena

CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI

Escursione sulla Montagna dei Fiori

Metato (408 m) - Focetta San Vincenzo (912 m) [innesto sentieri 101 e 112] Figura 1: Metato

Gruppo del Prosac Tremosine. ITINERARI E PROGRAMMI PER IL 2014

La Lega Montagna del Comitato regionale UISP e l ANPI Valle d Aosta organizzano dal 21 giugno al 13 settembre nove itinerari della memoria sulle vie

Esplorando i Sentieri del Linas in MTB

ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO - LUGLIO

<> 26 giugno 2 luglio 2010

I PROFUMI DELLA NOTTE ED I COLORI DELLE OMBRE

Pratolungo-Sentiero 299-C. Praga-Sent E1-Sant. Montaldero-Arquata Scrivia. : Arquata Scrivia-Sentiero E1-C. Lavaggi- :

L escursione con 1100m di dislivello dura intorno alle 6-7 ore di cammino per camminatori abbastanza esperti.

Région Autonome Vallée d Aoste - Regione Autonoma Valle d'aosta. Le Alte Vie 1-2

SCOPRI LE SPLENDIDE ALPI LIGURI CON L AIUTO DI UNA GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

ESCURSIONI AL LAGO SANTO MODENESE APPEN- NINO TOSCO-EMILIANO

ViaggiOffRoad Sardegna 2014.! Tour 4x4 dal 26 Aprile al 1 Maggio 2014

Distelgrube Faltmaralm

Viaggio in macchina circa 4 ore. In auto

Monte Kilimanjaro Climbing Safari

TREKKING NEI PIRENEI CATALANI SPAGNA Da sabato 21 a domenica 29 luglio 2012

LE ESCURSIONI piu belle della Val Venosta

Sentiero attrezzato delle Vipere, San Valentino di Brentonico, Parco Naturale del Monte Baldo

GRANFONDO COLNAGO AI RAGGI X

Lombardia. Run The Top. Guida e GPS.

ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO (16-31 DICEMBRE 2015)

-LA CITTA DEL SOLE VIAGGI-

Un'Esperienza leggendaria

Advertisement
Transcript:

TREKKING IN VAL MASTALLONE ITINERARIO N 1 : Santa Maria (Fobello) Colle d Egua Partenza: Santa Maria di Fobello Arrivo : Colle d Egua Codice catasto : 517 Tempo : 3 ore e 15 minuti Dislivello : 1064 m Un itinerario ideale per chi vuole scoprire tutte le meraviglie della Valsesia... Questo percorso è perfetto per grandi e piccini, per pantofolai e super atleti perchè consente di fare diverse tappe più o meno lunghe, ma tutte meritevoli e con dei bellissimi paesaggi. Da Bocciolaro (sede del B&B) ci dirigiamo sulla strada provinciale in direzione Fobello. Da qui si continua su strada carrozzabile fino l Alpe La Gazza (1175m) dove si lascia la macchina. Da qui, tenendo la destra, ci si dirige sulla mulattiera verso l Alpe Baranca m 1566 (ore 0,40), prima tappa, dove trovate alcune baite e un simpatico rifugio. Continuando sulla mulattiera s'incontra a quota 1640 m circa, ricavata all'interno di un grosso macigno, una cappelletta costruita dal Gruppo Alpini di Fobello sul luogo di una preesistente costruzione distrutta da una valanga. L'itinerario, con alcuni tornanti, giunge al Lago di Baranca m. 1775,seconda tappa, sorgente del Torrente Mastallone. Costeggiando il lago si continua su un sentiero che ci porta velocemente al colle di Baranca m. 1818 (da dove si può scendere verso Bannio Anzino in Valle Anzasca), indi all'alpe Selle m. 1824 (ore 1.20-2). Poco distante, oltre un piccolo avvallamento, si notano i ruderi di quella che fu la superba Villa Aprilia, distrutta durante l'ultimo conflitto mondiale. Nei pressi del grande abbeveratoio del bestiame si riprende a salire, ora in ambiente aperto, attraversando pascoli ricchi di flora alpina, si giunge al Colle d'egua m. 2239 (ore 3.15) dal quale si gode una delle più belle visioni del massiccio del Monte Rosa. Dal colle aseguendo il sentiero 122 si può scendere a Carcoforo 1304 m in Val d'egua; girando

invece a sinistra si può salire al Cimone 2453 m, mentre a destra, attraverso il Cimonetto, il passo della Loccia 2491 m e il Cimone della Loccia 2568 m, si giunge al Pizzo Tignaga 2653 m. Lago di Baranca Lungo il vostro percorso incontrerete tanti animali che pascolano nei prati... M. Rosa

ITINERARIO N 2 : Camminando tra arte e antiche leggende Partenza: Bocciolaro Arrivo: Bocciolaro Dislivello: 265 m Itinerario ideale per le famiglie e per chiunque voglia scoprire la bellezza della natura, dell arte e delle leggende nascoste tra le piccole frazioni dei comuni di Sabbia e Cravagliana. Non necessita l uso della macchina, si parte dal nostro B&B a piedi! Da Bocciolaro percorrere la strada provinciale per 500m fino a raggiungere un grande parcheggio sterrato. Scendere per il sentiero che trovate sulla vostra sinistra, attraversare il ponte sul Mastallone e proseguire a destra. Il sentiero che ci porterà fino a Canera è diviso in zone di bosco fitto dove si possono fare simpatici incontri con gruppi di caprioli, e da zone di ampi prati dove il panorama si amplia e si possono scorgere le frazioni circostanti, arroccate sui monti. Si arriva alla Canera, dove una leggenda narra che in questi luoghi avrebbero dimorato gli Armanoit, uomini pelosi che abitavano nelle caverne. Attraversato il ponte si può decidere di continuare a sinistra per visitare il paese di Cravagliana e la sua bellissima Chiesa, oppure scendere verso il Ristorante Piano delle Fate dove vi aspetta un ottimo pranzo nel tradizionale stile valsesiano. Una volta finito il pranzo, accanto al ristorante sale un sentiero che porta alle frazioni Brugarolo e Brugaro. Nei boschi circostanti regna un antica leggenda: c era una volta una maga cattiva che stancatasi di rimanere sola, fece un incantesimo che l avrebbe resa bellissima, al fine di far innamorare il giovane più bello di Brugarolo. Il suo intento riuscì finché il ragazzo non la vide un giorno nelle sue vere sembianze e scappò. La maga allora rapì un bimbo chiamato Bianchino,scambiandolo con suo figlio Pelosino, sicura in questo modo di riuscire a riportare a sé il suo amato. Così accadde, il giovane riportò a casa Bianchino, ma poi non ritornò dalla maga. Quest ultima scatenò un tremendo uragano, ma il Signore inorridito dalla crudeltà della maga, mandò un fulmine che incenerì lei e il suo Pelosino. Giunti a Brugaro, prendete a destra il sentiero che vi porta verso Sabbia, oppure proseguite ancora un po e arrivate al Santuario del Tizzone, attorno al quale ruota un altra bellissima leggenda.

Da Sabbia poi si continua verso la Madonna del Rovaccio (altra leggenda nascosta), da dove parte un sentiero che vi porta nelle frazioni di Cortaccio e Costabella e dal quale si possono ammirare nel lato opposto della montagna le altre frazioni di Sabbia : Canepale, Molindelina, Massera, Salaro. Alla fine del sentiero incontrate la strada che porta verso le frazioni di Erbareti e Montata e verso l alpe Campo, ma in questo itinerario si scende verso la frazione Crosi per poi fare ritorno su strada asfaltata a Bocciolaro. Stanchi della vostra bella camminata potete rinfrescarvi nella nostra bella piscina naturale!

ITINERARIO N 3 : Monte Capio Partenza: Bocciolaro Arrivo: Alpe Capio Dislivello: 1446 metri Tempo: 4 ore Una delle vette più frequentate dagli escursionisti per la bellezza del suo panorama. Partendo da Bocciolaro si svolta subito a destra verso Sabbia e dopo pochi tornanti ancora a destra verso i Crosi. Da qui si continua in macchina fino al Ponte della Giumenta dove si prosegue a piedi. Il sentiero si impenna subito sensibilmente, si raggiunge la frazione Montata (880m) e si continua sul sentiero 565, in mezzo al ripido bosco, che porta verso l Alpe Corti (1111m). Curiosa su quest alpe una scritta dai 1.111 metri in su, tutti si danno del tu. Al bosco succede un vasto pendio erboso e poco alberato che porta, risalendo con ampi tornanti, all Alpe Campo (1527 m). Questo potrebbe già essere un ottimo punto d arrivo per godersi di un bel panorama e pranzare all aria aperta. (ore 1.30). Si prosegue verso l Alpe Laghetto (1810 m ) e dopo le case abitate in estate dal pastore Bonetta, si continua su pascolo erboso aperto in direzione della cresta. Dalla cima, nelle giornate più limpide si può vedere fino la Madonnina del Duomo di Milano e nell altro versante si scorgono gli alpeggi di Rimella.