CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
Istituto Comprensivo di Cologna Veneta Curricolo Scuola Primaria a.s. 2015/2016

L alunno esprime: vissuti; emozioni, fatti.

ITALIANO - CLASSE PRIMA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI LINGUA ITALIANA - SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI CERNUSCO S/N -

CURRICOLO ITALIANO CLASSE QUINTA

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale del Veneto

Istituto Comprensivo statale Girolamo Fracastoro Cavaion Veronese. SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI italiano

4, 5 ANNO DELLA SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MUSSOLENTE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO CLASSE PRIMA

CURRICOLO di ITALIANO classe terza

B. Comprendere il tema e le informazioni essenziali di un esposizione; comprendere lo scopo e l argomento di messaggi ascoltati.

CURRICOLO di ITALIANO classe seconda

CURRICOLO DISCIPLINARE DI ITALIANO ASCOLTO E PARLATO. Traguardi per lo sviluppo delle competenze. Obiettivi di apprendimento( conoscenze e

ITALIANO SCUOLA PRIMARIA CLASSE SECONDA

NUCLEO FONDANTE CONOSCENZE ABILITA' COMPETENZE

CURRICOLO DI ITALIANO della scuola primaria

ITALIANO SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA

Dimostrare di mantenere l attenzione con differenti interlocutori ed in diversi ambiti

I T A L I A N O MATERIA OBIETTIVI INFANZIA

UNITÀ DI APPRENDIMENTO ABILITA

LINGUA ITALIANA. Scuola dell Infanzia. Saper comunicare oralmente. Condividere esperienze personali, emozioni, pensieri e comportamenti vissuti.

Istituto Comprensivo di Pralboino Curricolo Verticale

IL CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA

LINGUA ITALIANA INDICATORE (CATEGORIA) ASCOLTO E PARLATO

OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI Giochi organizzati parlare di sé

CURRICOLO VERTICALE D ISTITUTO ITALIANO

AREA DI APPRENDIMENTO: LINGUA ITALIANA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

CURRICOLO ITALIANO SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA

SCUOLA PRIMARIA CLASSE I

I DISCORSI E LE PAROLE

ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI CORSO DI SECONDO LIVELLO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di TREMESTIERI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO PRIMO BIENNIO: CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

PIANO DI STUDIO PERSONALIZZATO CLASSI SECONDE E TERZE PRIMO BIENNIO

Istituto Comprensivo Statale Santa Croce sull Arno. Italiano. Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di primo grado. a.

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ITALIANO SECONDO BIENNIO

Istituto Comprensivo Perugia 9

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGETTAZIONE DIDATTICA DI ITALIANO ABILITA CONOSCENZE CONTENUTI PERIODO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO COMPRENSIVO VILLA VERROCCHIO

ITALIANO RIFLESSIONE SULLA LINGUA

Istituto Comprensivo «G. Marconi», Castelfranco Emilia CURRICOLO VERTICALE DI GRAMMATICA e RIFLESSIONE LINGUISTICA

PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S ITALIANO_CLASSE SECONDA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

I DISCORSI E LE PAROLE

Lessico fondamentale per la gestione di semplici comunicazioni orali. Principi essenziali di organizzazione del discorso.

CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA

U.A. ITALIANO. ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Scuola Primaria di BELLANO Classe 3^A e 3^B LE NOSTRE PAROLE VALGONO. Alunni di classe 3^ A e 3^B DESTINATARI

CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA

CURRICOLO VERTICALE. ITALIANO Scuola primaria

Direzione Didattica di Budrio Istituto Comprensivo di Budrio CURRICOLI VERTICALI ITALIANO. Anno Scolastico

Istituto Comprensivo di Pralboino Curricolo Verticale

INGLESE - SCUOLA PRIMARIA Classe 1 a

PROGETTO DI RECUPERO E SOSTEGNO:

PROGRAMMAZIONE D'ISTITUTO

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE. Tavola di sintesi delle unità di apprendimento da svolgere nel corrente a.s. 2015/16 PROGETTAZIONE ANNUALE DIDATTICA

SCUOLA PRIMARIA - MORI

LINGUA ITALIANA CONOSCENZE

PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE

ITALIANO CLASSI PRIME- SCUOLA PRIMARIA

della scuola secondaria di primo grado Non ci sono venti favorevoli per chi non sa dove andare Seneca

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA

LINGUA ITALIANA PREMESSA

CURRICOLO DI ITALIANO SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA

ITALIANO SCUOLA PRIMARIA. ITALIANO - CLASSI PRIME Scuola Primaria

LINGUA ITALIANA. Il bambino sviluppa la padronanza d uso della lingua italiana e arricchisce e precisa il proprio lessico.

IL CURRICOLO VERTICALE. Asse Storico -geografico Geografia. Asse Scientifico - tecnologico Tecnologia

ITALIANO TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

PROGETTAZIONE CORSO DI STUDIO (materia: ITALIANO; classe 1^) Unità di apprendimento n. 1

ABILITA. Memoria. Abilità linguistiche. Decifrazione. Classificare e ordinare. Comprensione. Analisi. Anticipazione. Progettazione.

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo)

LINGUA ITALIANA Scuola dell Infanzia Primo anno ascolta, comprende ed esegue consegne precise

OBIETTIVO FORMATIVO: 1. APPRENDERE LA TECNICA DELLA LETTURA E DELLA SCRITTURA

ITALIANO ASCOLTARE E PARLARE SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO: competenza 1 - TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

PROGRAMMAZIONE CLASSE SECONDA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE ITALIANO

Programmazione di italiano per competenze

INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

LINEE DI COLLEGAMENTO CON IL POF. PROGETTI A.Tu.Ba Bantù. IL COMPRENSIVO MONDO DEI SEGNI : NATURA, SPORT, MUSICA Area Scientifico-Ambientale

CURRICOLO ITALIANO SCUOLA DELL INFANZIA NUCLEO: ASCOLTO E PARLATO. -Intervenire in modo pertinente nella conversazione.

educazione agli usi creativi della lingua riflessione su di essa controllo progressivo dei linguaggi in ambito disciplinare

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ITALIANO

I.C. "L.DA VINCI" LIMBIATE CURRICOLO IN VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ITALIANO SCUOLA D'INFANZIA

ALLEGATO 5 CURRICOLO VERTICALE

ISTITUTO COMPRENSIVO RIGNANO - INCISA. PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ITALIANO Classe 2^

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua

ITALIANO SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA

Scuola Primaria - LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO. Classe 1 Anno scolastico 2008/09

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Programmazione di Italiano L2 LIVELLO 1

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA. Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio.

INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE PER COMPETENZE AREA ITALIANO... 2

UNITA DI APPRENDIMENTO

Italiano Lingua Seconda V classe Scuola primaria

SCUOLA ELEMENTARE VIA MASSAUA 5 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE CLASSE QUINTA ANNO SCOLASTICO LINGUA ITALIANA

Advertisement
Transcript:

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA Nucleo tematico Oralità Traguardi per lo sviluppo delle competenze -Partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti -Ascolta e comprende messaggi e semplici testi letterari di vario genere Obiettivi di apprendimento -Rispondere a domande per parlare di sé -Intervenire nelle conversazioni rispettando turni di parola -Narrare esperienze vissute seguendo un ordine temporale -Ascoltare e comprendere testi: narrativi e regolativi -Ricostruire verbalmente e attraverso immagini testi diversi -Interagire nelle conversazioni con insegnanti e compagni -Riferire esperienze personali ed emozioni. Livelli essenziali -Ascoltare e comprendere semplici richieste e messaggi -Prendere la parola rispettando il proprio turno -Comunicare oralmente con un minimo di coerenza e in modo comprensibile le esperienze vissute e i fatti osservati Metodologie -Iniziare la giornata definendo spazi e tempi -Conversazione e racconti -Memorizzazione di canti o filastrocche -Racconto di storie disegnate o multimediali -Giochi organizzati -Drammatizzazione

Scrittura Produrre diverse tipologie testuali legate ad esperienze personali -Acquisire capacità di grafismo e impaginazione -Acquisire le capacità manuali percettive e cognitive necessarie per l apprendimento della scrittura -Individuare e riconoscere le lettere dell alfabeto -Comprendere il concetto di coppia: consonante + vocale; analisi e sintesi fonetica -Copiare parole e frasi prima in stampato maiuscolo, minuscolo poi corsivo -Costruire frasi utilizzando parole memorizzate -Manipolare sillabe e parole per fare giochi linguistici -Scrivere sotto dettatura autonomamente e con graduale correttezza ortografica Parole e brevi frasi di complessità crescente -Produrre didascalie per descrivere un immagine e/o una sequenza -Scrivere una serie di pensieri sufficientemente coerenti -Scrivere brevi testi narrativi e descrittivi dove sia chiaro l oggetto o la persona, il tempo e il luogo. -Lezione frontale creando situazioni comunicative orali e scritte anche con domande stimolo -Lavoro di gruppo e individuale, correzione collettiva e autocorrezione -Lavoro cooperativo

Acquisizione ed espansione del lessico ricettivo e produttivo Acquisire e applicare in situazioni diverse le conoscenze relative al lessico -La punteggiatura, segni convenzionali per L intonazione comunicativa -Scrivere testi di diverso tipo: usare la scrittura per comunicare esperienze personali, raccogliere informazioni; esprimere emozioni, descrivere situazioni -Riconoscere ed evidenziare in un racconto le informazioni essenziali -Scrivere la parte iniziale, centrale e finale di un testo -Individuare parole nuove ed espressioni non note nei contesti -Ricercare e comprendere parole ed espressioni presenti nei testi e modi di dire legati all esperienza scolastica ed exstra scolastico -Saper ricavare il significato di parole sconosciute consultando il dizionario -Consultare il significato ipotizzato con quello reale -Individuare le parole nuove nei contesti -Sapere ricavare il significato di parole sconosciute consultando il dizionario -Lettura e ascolto di Storie/fiabe che hanno parole nuove -Lavori di gruppo -Laboratori -Giochi di parole -Lezioni frontali -Ricerca di parole e riflessione attraverso il confronto sui diversi significati delle parole

-Usare in modo appropriato i termini specifici appresi -Saper utilizzare le parole nuove inserendole in contesti linguistici -Usare parole nuove per costruire frasi -Saper costruire famiglie di parole -Iniziare ad acquisire il linguaggio specifico delle singole discipline -Scoprire il significato di nuove parole e usarle in contesti linguistici -Usare le parole nuove inserendole in contesti linguistici -Usare parole nuove per costruire frasi -Partecipare a giochi linguistici -Costruire famiglie di parole -Riflettere su parole generali e particolari -Ricercare e comprendere parole ed espressioni presenti nei testi e modi di dire

Elementi di grammatica esplicita e riflessione sull uso della lingua Riflettere sulla lingua e sulle sue regole di funzionamento -Riconoscere con la guida dell insegnante semplici parole associandole alle immagini -Conoscere e usare l ordine alfabetico -Distinzione di suoni affini ( T/D;P/B;F/V;S/Z ) -Riconoscere fonemi, sillabe in semplici parole -Riconoscere e usare le regole ortografiche - Riconoscere le difficoltà ortografiche -Ordinare in sintagmi delle frasi in modo significativo -Consolidare le principali difficoltà ortografiche (doppie e divisioni in sillabe ) -Riconoscere il nome nelle frasi -Riconoscere il verbo nelle frasi -Riconoscere e usare l articolo -Uso corretto dell accento -Uso corretto dell apostrofo -Individuare il tempo dei verbi: passato, presente, -Riconoscere le più semplici regole grammaticali -Riconoscere le difficoltà ortografiche -Conoscere e utilizzare l articolo, il nome e il verbo -Individuare il tempo dei verbi : passato, presente e futuro -Giochi di riconoscimento di suoni simili nelle diverse parole -Braistorming -Ricerca di suoni / sillabe Tramite canti, giochi orali e con materiali diversi (PC,riviste ) -Lettura e ascolto di storie/fiabe che evidenziano i diversi suoni -Lavori di gruppo o a coppie guidati dall insegnante -Giochi di parole -Riflessione attraverso il confronto sulla correttezza delle parole

futuro -Riconoscere i verbi ausiliari nelle frasi -Riconoscere e usare gli aggettivi qualificativi -Stabilire relazioni tra intonazione orale e segni di interpunzione -Intuire l uso del discorso diretto -Riconoscere e usare i tempi semplici del modo indicativo -Riconoscere e usare gli aggettivi Qualificativi e i segni di punteggiatura -Riconoscere i verbi ausiliari nelle frasi -Riconoscere e usare i tempi semplici del modo indicativo

CURRICOLO DI ITALIANO, FINE CLASSE QUINTA ELEMENTARE Nucleo tematico Ascolto, parlato e lettura Traguardi per lo sviluppo delle competenze -Comunica attraverso messaggi chiari e pertinenti utilizzando un registro il più adeguato possibile alla situazione e un lessico specifico -Coglie le informazioni esplicite ed implicite di varie tipologie testuali Obiettivi di apprendimento -Interagire in modo collaborativo nelle discussioni -Comprendere: argomento, informazioni, scopo di un esposizione -Comprendere i messaggi impliciti ed espliciti dei media e la funzione del messaggio orale espresso -Comprendere consegne e istruzioni per l esecuzione di attività -Raccontare esperienze o storie rispettando ordine cronologico e logico ed inserendo gli opportuni elementi descrittivi ed informativi -Proporre e condividere idee e soluzioni per la realizzazione di progetti. -Leggere con intonazione adeguata rispettando le pause e comprendendo lo Livelli essenziali -Sapersi inserire opportunamente in diverse situazioni comunicative -Saper riferire esperienze personali e argomenti di studio utilizzando vari supporti -Cogliere e ripetere con le proprie parole il contenuto di ciò che ascolta o legge Metodologie -Conversazione -Drammatizzazione -Lavori collaborativi nel piccolo e grande gruppo -Partecipazione a progetti sul territorio

scopo del messaggio -Saper riferire argomenti di studio utilizzando scalette, mappe e schemi logici Scrittura Produrre diversi tipi di testi -Pianificare la stesura di un testo -Produrre testi coerenti e coesi legati a scopi diversi (narrare, descrivere, informare) -Scrivere in modo ortograficamente e sintatticamente corretto -Scrivere con adeguato uso della punteggiatura -Registrare le opinioni e i pareri personali su un argomento dato -Scrivere un articolo di cronaca legata alla realtà scolastica dando ai testi un -Produrre testi coerenti e corretti dal punto di vista grammaticale e ortografico -Produrre sintesi di testi -Schemi -Mappe da elaborare, verbalizzare e rielaborare -Giochi linguistici -Lettura di brani su cui riflettere e capire il messaggio, analizzando e sintetizzando il contenuto -Momenti di lettura individuale -Attività in cui gli alunni prendono

Acquisizione ed espansione del lessico ricettivo e produttivo Capisce ed utilizza nell uso orale e scritto i vocaboli fondamentali e quelli di altro uso; capisce e utilizza i più frequenti termini specifici legati alle discipline di studio titolo pertinente -Rielaborare, completare e trasformare i testi applicando la propria creatività -Riconoscere le relazioni di significato tra le parole (sinonimi, contrari ) -Riflettere sui meccanismi di formazione delle parole ( derivazione, alterazione, composizione, uso di prefissi e suffissi) -Usare i connettivi spaziali, temporali, logici e le congiunzioni -Confrontare testi di diversa provenienza su uno stesso argomento -Saper distinguere e utilizzare i diversi registri linguistici a seconda delle diverse situazioni comunicative -Manifestare il proprio punto di vista e le esigenze personali in forma corretta e argomentata -Riconoscere vocaboli entrati nell uso comune proveniente da lingue straniere -Saper usare in modo appropriato i termini specifici appresi -Usare parole nuove per costruire frasi -Saper costruire famiglie di parole appunti,fanno scalette o partono da idee per svilupparne altre. -Lavori di gruppo che individuino termini nuovi nei diversi testi - Laboratori di ricerca e riflessione -Giochi di parole - Lezioni frontali

Elementi di grammatica esplicita e riflessione sull uso della lingua Padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative all organizzazione logico-sintattica della frase semplice, alle parti del discorso (o categorie lessicali) e ai principali connettivi -Riconoscere e usare le forme del discorso diretto con i rispettivi segni di punteggiatura -Individuare soggetto e predicato nella frase -Espansioni dirette e indirette -Riconoscere e usare i tempi semplici e composti dei verbi -Attivare semplici ricerche su parole ed espressioni presenti nei testi poetici, proverbi, modi di dire -Comprendere e usare il linguaggio specifico delle discipline di studio -Riconoscere e analizzare aggettivi, pronomi, verbi, avverbi e congiunzioni -Riconoscere nell enunciato soggetto, predicato e complementi -Usare correttamente la punteggiatura -Scrivere in modo ortograficamente corretto -Riconoscere i rapporti di -Riconoscere e analizzare nome, verbo, articoli, aggettivi e congiunzioni -Riconoscere i tempi semplici e composti dei verbi (modo indicativo) -Riconoscere il soggetto e il predicato di una frase -Braistorming -Problem solving -Lavoro collaborativo -Conversazioni guidate -Creazione di cartelloni di sintesi e mappe concettuali -Autocorrezione -Lettura espressiva (intensità, timbro, ritmo ) di poesie e filastrocche -Rilevazioni di particolarità Linguistiche ( rima, allitterazione, ripetizione e onomatopee) -Coinvolgere gli alunni in giochi di gruppo per classificare le parole in nomi,azioni e qualità

forma e significato: singolare e plurale ; maschile e femminile -Ordinare le parole in classi di nomi azioni qualità in modo intuitivo introducendo l utilizzo di un linguaggio specifico