Scuola dell Infanzia Paritaria. Magic School 2 coop. soc. Via G. Meli 8 90010 Ficarazzi LE QUATTRO STAGIONI ANNO SCOLASTICO 2012/2013

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
W LE STAGIONI. Anno Scolastico 2011/2012. Delibera n.12 - Collegio dei Docenti 06/09/ pagg. 8 PREMESSA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2012 / 2013

Progetto: L albero e le quattro stagioni

Istituto Comprensivo Statale G.E. Nuccio. Piazza dell Origlione, PALERMO Tel Fax POF A.S. 2014/2015

Progetto Ambiente VIVERE LA NATURA

Unità di apprendimento. Le stagioni

SCUOLA DELL INFANZIA DI ANDEZENO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 AMICA TERRA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PROGETTAZIONE 1^UdA SCUOLA INFANZIA settembre-novembre 2013 a.s ^UDA - AFRODITE le rose dell amore. Io e gli altri

PROGETTI SEZIONE VIOLA VIOLA 3 ANNI ANNI. Ins.:Imma Esposito Maria Carlotta

CURRICOLO SCIENZE SCUOLA PRIMARIA Classe 1, 2, 3

L ARTE NELLE STAGIONI E NELLE FAVOLE".

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SCUOLA DELL INFANZIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3, 4, 5 ANNI

ISTITUTO COMPRENSIVO O.FREZZOTTI CORRADINI LATINA DIPARTIMENTO SCUOLA DELL INFANZIA PLESSO DI VIA QUARTO

ISTITUTO PARITARIO COMPRENSIVO SAN LEONE MAGNO Piazza di S. Costanza, 1 - Roma Tel Fax

Primi giorni di scuola Bentornati e benvenuti

PROGETTO. Scuola dell Infanzia: L ALBERO AZZURRO di La Salute di Livenza. Titolo del progetto annuale 2015/ Giochiamo alla musica

SCUOLA DELL INFANZIA SAN MARCO PROGETTO SALUTE E AMBIENTE

SCUOLA DELL INFANZIA SORBANO DEL VESCOVO ANNO SCOLASTICO Progetto annuale UNA FIABA.. A COLORI!!!

Progetto 5 anni. Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco. Premessa

1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL INFANZIA- SCUOLA PRIMARIA 5

Programmazione annuale scuola dell infanzia a. s / Periodo : Settembre / Ottobre / Novembre

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO ALESSANDRO MANZONI SAMARATE SCUOLA DELL INFANZIA BRUNO MUNARI

ISTITUTO COMPRENSIVO NOALE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE ITALO CALVINO NOALE (VE) Anno scolastico 2013/2014. Sezione E PROGETTAZIONE DI SEZIONE

GIOVANNI GARZOLI TUTTI UGUALI E TUTTI DIVERSI

LA TERRA E NELLE NOSTRE MANI

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico PROGETTO TEATRO

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA

* Obiettivi trasversali con tecnologia

ISTITUTO COMPRENSIVO NOTARESCO SCUOLA DELL INFANZIA DI MORRO D ORO CAPOLUOGO PROGETTO DI PLESSO. Il girotondo delle parole ANNO SCOLASTICO 2015/2016

SCUOL A DELL INFANZIA SERGIO NERI

SCUOLA DELL INFANZIA STATALE PROGETTAZIONE ANNUALE

SCUOLA DELL'INFANZIA " MADRE LINDA LUCOTTI" ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S \ 2012

Obiettivi di apprendimento Contenuti Tempi

Scuola dell Infanzia dell Istituto Sacro Cuore di Villa d Adda PROGRAMMAZIONE DELL ANNO SCOLASTICO Viaggiamo con le stagioni

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 (G.MAZZINI E. FERMI) AVEZZANO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DI CIRCOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DEI BAMBINI DI 3 ANNI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA CERVARO CAPOLUOGO PROFUMO DI NATALE IO CITTADINO DEL MONDO

PROGETTAZIONE DELLE ATTIVITA

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO SCIENZE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

LA COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA. Numeri e spazio, fenomeni e viventi (MATEMATICA)

Istituto Comprensivo SAN GIOVANNI BOSCO. San Salvatore Telesino. Castelvenere. Anno scolastico 2015/2016. Scuola dell infanzia. Curriculum annuale

CURRICOLO per i bambini di cinque anni Campo di esperienza: Il sé e l altro

UNITA DI APPRENDIMENTO C ERA UNA VOLTA E C E ANCORA

CIRCOLO DIDATTICO DI CALUSO TRAGUARDI DI COMPETENZA CURRICOLO D ISTITUTO - SCUOLA DELL INFANZIA

PROFILO EDUCATIVO, CULTURALE E PROFESSIONALE DELLO STUDENTE per un bambino di 3/4 anni

Progetto Accoglienza. Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! 2011/ Circolo Didattico Vico Equense

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono:

PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SOLBIATE A.S

PERCORSO DI CONVIVENZA CIVILE

Programmazione annuale gruppo di apprendimento bambini anni 3 A. S

PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO

PROGETTO ACCOGLIENZA BAMBINI GRANDI GIROTONDO DI AMICIZIA E SOLE CON MOLLI, TIRO E MINA LA LUCERTOLINA

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAMMA BELLA Via Mamma Bella, Campi Salentina LECCE Tel. / Fax

PROGETTI INTEGRATIVI ALLA PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S SCUOLA DELL INFANZIA di CASTEL DI CASIO

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 o QUADRIMESTRE SCUOLE PRIMARIE CLASSI PRIME

Scuola dell infanzia G. Siani - Marano

PROGETTAZIONE ANNUALE DI SCUOLA DELL INFANZIA

Scuola dell Infanzia Paritaria Regina Carmeli. Progettazione annuale per i piani personalizzati delle attività

SCUOLA PRIMARIA G.Rodari RAPAGNANO

ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 SANTA LUCIA UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 Q SCUOLE PRIMARIE CLASSI PRIME UNITA DI APPRENDIMENTO

CAMPO D'ESPERIENZA: IL SE' E L'ALTRO bambini di anni 3 NUCLEO FONDANTE CONOSCENZE ABILITA'

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI

Impariamo a mangiare sano per crescere bene

Un curricolo per progetti: Progetto Corpo Progetto Stagioni Progetto Letterine e numeretti

Progetto Accoglienza A.S. 2015/2016 Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie!

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 Q SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO

Programmazione educativo-didattica anno scolastico SCIENZE CLASSE PRIMA PRIMARIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE.

IMMAGINI, SUONI, COLORI

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI

PROGETTO ACCOGLIENZA CAMPI DI ESPERIENZA FINALITA' OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ANNI

ISTITUTO COMPRENSIVO U. FERRARI DI CASTELVERDE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE IL GIRASOLE DI SAN MARTINO IN BELISETO. English is fun

SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO. ne immagina e ne verifica le cause; ricerca accorgendosi dei loro cambiamenti.

PERCORSO DI CONVIVENZA CIVILE

Modi di essere. Lo spazio matematico e lo spazio scientifico

IL CURRICOLO DI SCUOLA ARTE E IMMAGINE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1º GRADO D E L I A

Curricolo Scuola Infanzia

Il sé e l altro. Il corpo e il movimento

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

DALLA TESTA AI PIEDI

VIAGGIAMO CON LE STAGIONI...FASCINO TUTTO DA SCOPRIRE PROGETTO DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2014/15

RACCONTIAMOCI CON LE PAROLE SCUOLA DELL INFANZIA GUARDIA VOMANO A.S. 2015/16

ISTITUTO BEATA MARIA DE MATTIAS SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO A.S I DONI DELLA NATURA

GIOCARE CON GUSTO INSEGNANTI:

"PICCOLI ESPLORATORI CRESCONO" A SPASSO. PER PALAZZOLO

Scheda progetto: BIBLIOTECA. Descrizione del progetto

Unità Di Apprendimento

PROGETTAZIONE ANNUALE di plesso

TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA

CAMPI D ESPERIENZA SETTEMBRE OTTOBRE- NOVEMBRE DICEMBRE-GENNAIO FEBBRAIO-MARZO APRILE-MAGGIO GIUGNO. Ascoltare i vissuti dei compagni.

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA ISTITUTO SACRO CUORE BITONTO (BA)

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

PROGRAMMAZIONE 2012/13. delle Nuove Indicazioni Nazionali per il Curricolo della Scuola dell infanzia

Scuola dell infanzia paritaria Rosa Gattorno P.O.F. Piano dell offerta formativa A.S. 2014/2015

Gina Milano Maria Rita Pece

Advertisement
Transcript:

Scuola dell Infanzia Paritaria Magic School 2 coop. soc. Via G. Meli 8 90010 Ficarazzi LE QUATTRO STAGIONI ANNO SCOLASTICO 2012/2013 INSEGNANTI Bentivegna Simona, Mercadante Daniela, Savino Chiara 1

INDICE Ipotesi progettuale pag. 3 Finalità e Obiettivi pag. 4 Cosa si intende sviluppare nei bambini e nelle insegnanti pag. 5 Identificazione delle tematiche specifiche pag. 7 Tempi, Destinatari e Tipologia di progetto pag. 10 Metodologia e modalità di svolgimento pag. 11 Materiali e risorse necessarie pag. 12 Modalità di documentazione pag. 13 Modalità e strumenti di valutazione pag. 14 2

IPOTESI PROGETTUALE Predisporre un ambiente accogliente e motivante; Curare le relazioni interpersonali; Evitare un atteggiamento precocemente nozionistico; Organizzare attività articolate, sia libere sia strutturate e differenziate; Evitare i rischi della sezione chiusa; Programmare attività laboratoriali e di intersezione; Organizzare le attività con flessibilità ed inventiva, in relazione ai ritmi, ai tempi ed agli stili d apprendimento dei bambini, oltre che alle loro motivazioni ed ai loro interessi; 3

FINALITA' Educare i bambini ad esplorare e conoscere le caratteristiche stagionali dei mutamenti della natura e dei conseguenti adattamenti degli esseri viventi, animali ed uomini. OBIETTIVI Osservare ed esplorare l ambiente naturale; Cogliere le caratteristiche e gli aspetti della stagionalità; Riconoscere colori e suoni legati alle stagioni; Scoprire mutamenti della natura nell alternarsi delle stagioni; Rilevare i cambiamenti della natura e del comportamento degli esseri viventi: animali, piante e uomini; Cogliere le modificazioni dell ambiente naturale; Conoscere e denominare la frutta di stagione; Percepire gli effetti della stagionalità sugli animali: letargo e migrazione; 4

COSA SI INTENDE SVILUPPARE NEI BAMBINI E NELLE INSEGNANTI Nei bambini : Saper riconoscere le stagioni attraverso il cambiamento climatico; Saper ascoltare, comprendere, inventare storie, racconti e poesie sulle stagioni; Rielaborare verbalmente e graficamente le esperienze e le conoscenze; Realizzare decorazioni ed addobbi a tema stagionale; Manipolare ed utilizzare materiali naturali per realizzare costruzioni a tema stagionale; Saper riprodurre con il corpo alcuni aspetti della stagionalità; 5

Nelle insegnanti : Sapersi muovere con sicurezza ed autonomia nello spazio circostante; Comunicare attraverso i gesti quotidiani l interesse per l ambiente; Saper essere d esempio attraverso un comportamento rispettosamente adeguato; Saper discriminare le cause che determinano l inquinamento ambientale; Imparare ad amare ed apprezzare l ambiente; Pensare e proporre soluzioni e rimedi; Partecipare attivamente alla crescita dell ambiente naturale; 6

IDENTIFICAZIONE DELLE TEMATICHE SPECIFICHE AUTUNNO Raccolta delle foglie; Classificazione delle foglie per forma, colore, dimensioni e margini; Poesia dell Autunno; Cartellone dell Autunno; Frutti Autunnali; Il letargo ed i suoi animali; L immigrazione; Memorizzazione e coreografie dei canti sull autunno; Decorazioni Autunnali; Drammatizzazione sull Autunno; INVERNO Poesia sull Inverno; Memorizzazione e coreografie dei canti sull inverno; Il ciclo dell acqua; 7

L Acqua e le sue trasformazioni; L inverno attraverso i cinque sensi; I fenomeni Atmosferici; Frutta di stagione invernale; PRIMAVERA Cosa fanno gli animali; Il fiore e le sue parti; Memorizzazione e coreografie dei canti sulla primavera; Il risveglio della natura e dei suoi animali; Addobbi Primaverili; L albero di Primavera; Racconti sulla Primavera; Drammatizzazione sulla Primavera; ESTATE Memorizzazione e coreografie sui canti dell estate; Poesie sull Estate; Rappresentazione grafico pittorica dell estate; Le vacanze; Frutti estivi; 8

Addobbi estivi; Realizzazione di cartelloni riguardanti gli elementi che distinguono la stagione estiva; Le lucciole; Drammatizzazione sul tema estivo; 9

TEMPI Ottobre-Giugno DESTINATARI I bambini della classe dai 3 ai 5 anni. TIPOLOGIA DI PROGETTO Interdisciplinare. Discipline Coinvolte: Linguistiche, espressiva, musicale, corporeo. 10

METODOLOGIA E MODALITA' DI SVOLGIMENTO Realizzare una regia equilibrata per guidare il bambino nel processo di conoscenza di sé e l ambiente naturale che lo circonda; Evitare l artificiosità ed il didatticismo, privilegiando come modalità d apprendimento e conoscenza l esplorazione e la ricerca, il fare del bambino e le sue esperienze a contatto diretto con i mezzi di comunicazione, i materiali e l ambiente; Creare un clima sociale positivo che faciliti la vita di relazione; Elaborazione grafica degli elementi stagionali; Scomposizione delle storie in sequenze temporali; Drammatizzazione; 11

MATERIALI E RISORSE NECESSARIE Le docenti della sezione; Le risorse del materiale disponibile nella scuola; Lettore Cd; Il giardino della scuola; Lettore DVD; Stereo; Fotocopiatrice; Macchina fotografica; 12

MODALITA' DI DOCUMENTAZIONE Cartacea. DVD. Fotografie. Filmati. Prodotto: Schede. Filmati. Lavori. 13

MODALITA' E STRUMENTI DI VALUTAZIONE DEI RISULTATI Osservazioni iniziali, a medio termine, finali relative al grado di competenze possedute in merito agli ambiti tipici delle esperienze (sugli elaborati, comportamenti ecc.); Osservazioni iniziali- finali; Scambio di opinioni tra le docenti coinvolte; Pareri e reazioni espressi in merito agli alunni; Il Progetto Stagioni è stato preso in esame dalle insegnanti per evidenziare i colori delle stagioni, le immagini, le caratteristiche e per avviare il bambino alla conoscenza ed al rispetto dell ambiente naturale e alla sua salvaguardia; E molto importante abituare il bambino ad osservare e ad apprezzare le bellezze naturali nel quotidiano, nel giardino della scuola, nella pianta fiorita, nel semino piantato con gli amici poiché dalla valorizzazione nasce il rispetto; Le semplici abitudini di rispettare la natura, di apprezzarne i frutti di osservarne i cambiamenti, sarebbero già traguardi se fossero interiorizzati dai bambini; 14

Tutte le attività del progetto promuovono le capacità di scoperta, osservazione e sistematizzazione della realtà utilizzando tecniche di osservazione e di ricerca appropriate, un linguaggio specifico e modalità di lavoro aperte al confronto, alla discussione ed al cambiamento; 15