CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
TREKKING E MOUNTAIN BIKE

Il programma escursionistico del 2012 ha inizio lungo i sentieri del "Cammino di S.Carlo"

Trek Valgrisenche. Percorso "soft"

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA".

ULTRATRAIL 50 Km m dislivello positivo

: RONDANINA-MONTE SOPRA PROPATA(pendici)-CASA DEL ROMANO-CAPANNE DI CARREGA-MONTE CARMO-CAPAN NE DI CARREGA-CASA DEL ROMANO-CAPRILE

Itinerario n Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta

Attraverso la valle del Cogena- Comunalie interessate : Gorro. Lunghezza: Durata media:4 ore e 30 minuti Livello di difficoltà: Medio

Tappa TO02 Da Pontremoli ad Aulla

Pratolungo-Sentiero 299-C. Praga-Sent E1-Sant. Montaldero-Arquata Scrivia. : Arquata Scrivia-Sentiero E1-C. Lavaggi- :

visita il nostro sito

MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge

Percorso Zona Orientale

Sci alpinismo nel gruppo di Puez

Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011

Club Alpino Italiano. Monte Rotondo dal Santuario di Macereto. Monti Sibillini. Ussita m 15 km. 5 h (senza soste)

Itinerario n Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore

SV02 - La ciclovia dei Parchi

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

TI04 - L'Ipposidra, la ex-ferrovia a cavallo

C.A.I. PONTE S. PIETRO

TREKKING IN VAL MASTALLONE

Itinerario n La Valnerina fra Arrone e la Cascata delle Marmore

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI)

PRIMO GIORNO: SENTIERO DA PIAN TREVISAN A PIAN DEI FIACCONI

DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D /D )

Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel )

ITINERARIO ANELLO di CASTELFRANCO

17 Luglio Monte Croce con traversata val d Ayas Valtournenche

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso

SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri

Itinerario n La Via Francigena, da Bolsena a Viterbo

MI-01 Il Mincio dal Garda a Mantova

Cinque Terre Traversata da Riomaggiore a Portovenere

Itinerario n Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana

Bergamo e la Val Seriana

La Via Francigena. Tappa TO04 Da Avenza a Pietrasanta

Traversata dei Sette Fratelli

21-22/03 ALTA VIA DELLE 5 TERRE

Azzerare il contachilometri

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30

Passeggiandoinbicicletta.it

Val Graveglia. Lunghezza totale Itinerario Km: 71 circa. Partenza itinerario da: Bargonasco (GE)

SETTEMBRE 2011 SABATO 3 Itinerario ad anello con partenza da Campigna

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado)

INDIRIZZO: ASSOCIAZIONE CULTURALE FORZA VITALE - Regione Castignolio 6/A Netro (BI)

Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri)

Sentiero dei Quattro Parchi della Brianza

Da Nebbiuno a Fosseno percorso nr 1

Ferrata Siggioli & Pizzo D Uccello

La Via Francigena. Tappa TO11 Da Monteriggioni a Siena

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo)

Esplorando i Sentieri del Linas in MTB

La Via Francigena. Tappa LA02 Da Bolsena a Montefiascone

Dolci Ricordi. Bed. Breckfast. Itinerario Partenza Arrivo Descrizione Difficoltà

Trekking nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

SCHEDA INFORMATIVA : TREKKING, MOUNTAIN-BIKE E YOGA A POZZI MONACI

La Via Francigena. Tappa LA06 Da Sutri a Campagnano

LA VALLE DI PALANFRÈ

1. Schenna Riffianerweg Saltaus St. Leonhard ritorno. 2. Schenna Castel Goyen Castel Labers Fragsburg Greiterhof ritorno

TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI

PERCORSI IN BICI. Percorso No. 1 CHIANTI - Radda e Volpaia

Da sasso a eremo di San Valentino

VAL PESIO. Sentiero Natura Certosa-Pian delle Gorre Cascate del Sault e Gias Sottano di Sestrera

TREKKING DEL "SELLARONDA"

Percorso Sardegna Centrale

Escursione sulla Montagna dei Fiori

sentieri d aspromonte

COMUNE DI SAN MARCELLO ASSESSORATO AL TURISMO Le passeggiate di MARESCA. a cura del GRUPPO TREKKING MONTAGNA PISTOIESE

: ARENZANO-PASSO GAVETTA-PASSO GAVA-P. TARDIA CREVARI-CAMPENAVE-VOLTRI :

10 Maggio 2015 Rapallo (Santuario Caravaggio)

Domenica 1 Giugno2014 Trekking nell Appennino Reggiano Tra il Passo del Cerreto e l'alpe di Succiso

Monterosso al mare Santuario Madonna di Soviore (465 m) Santuario Madonna del Reggio (317 m) Vernazza Monterosso al mare

PV-01 La Lomellina tra Pavia e Vigevano

18 Rifugio Nuvolau, 2575 m. Dolomiti d Ampezzo, Pelmo-Croda da Lago. Al nido d aquile dal panorama mozzafiato. 12 km. Lunghezza percorso.

Itinerario 13. Orgia, Itinerari del Museo del Bosco: La passeggiata del Conte, Il fiume, il Romitorio, le carbonaie

PRO LOCO DI BOLCA Via S. Giovanni Battista Bolca VRwww.bolca.it

VALNONTEY - RIFUGIO "SELLA" CASOLARI DELL'HERBETET (giro ad anello)

Genova. I sentieri dell acqua e le antiche sorgenti di storia

La Via Francigena. Tappa TO09 Da Gambassi a S. Gimignano

Variante tratta 13A Passo Bocchetta Orero Righi - Genova Bigo

Ai piedi della Pania della Croce nelle Alpi Apuane: il rifugio Del Freo Eos Foto di ML 014

Vi ringraziamo in anticipo e speriamo sarete interessati alle Nostre attività!

8 Maggio 2016 BORGIO VEREZZI

AD01 - L'Adda e il naviglio di Paderno

Le passeggiate di GAVI NANA a cura di Fabio Mesti e Roberto Recati

Vesio, maneggio (m 680) bivio Bocca Sospiri (m 1.000) Piazzale con traliccio (m 1.305) Val Cerese (m 1.266).

Totes Gebirge - Austria

FL-01. Sulle orme dei pellegrini in Lomellina. PROVINCIA DI PAVIA Assessorato al Turismo e Attività Termali

Balconata di Ormea: Eca San Giacomo - Villaro A m 260 m 5,1 km 2.00 h T/E Turistico/Elementare da gennaio a dicembre Frazione Eca San Giacomo

Fig. 1 : La piazzetta di San Costantino,punto di partenza e di arrivo dell anello 7. Ref. : ap-2217.

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni

Trekking Valle Stura di Demonte Alpi Marittime

Viaggio in macchina circa 4 ore. In auto

PV-04 Lomellina, tra il Po e la pianura

La notte è ormai prossima e, a metà percorso, occorre accendere le luci.

LE ESCURSIONI piu belle della Val Venosta

Esperti di passi e di sentieri

Advertisement
Transcript:

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova NEL QUADRO DEI FESTEGGIAMENTI PER I CENTO ANNI DELLA NOSTRA SSOCIAZIONE SABATO 10 MAGGIO INAUGURAZIONE DEL NUOVO SENTIERO AQ2 AQ2 DATA: 10 maggio 2014 LOCALITA DI RITROVO: Delegazione di Molassana, via Bernardini Giardini Maurizio Orengo località Olmo (alle spalle distributore Esso) PARTENZA: Ore 9 dalla Delegazione di Molassana MEZZI: Chi arriva con l auto può parcheggiare in via Molassana, nei pressi del Municipio. Chi invece arriva con i mezzi pubblici (13-13/-14) scende alla fermata prima della rotonda di Molassana sul torrente Geirato, attraversa la strada e torna verso il centro sino ad intercettare via Bernardini e quindi la delegazione. PERCORSO: Genova, acquedotto storico, Terre Rosse, Castelluzzo,Monte Croce di San Siro, Creto, Colle Canile, acquedotto Val Noci, Castello di Pino, Molassana delegazione CAI ORE DI CAMMINO: 5/6 DISLIVELLO: 615 m DIFFICOLTA : E COSA SERVE: Abbigliamento adeguato, scarpe da trekking, occhiali da sole, pranzo al sacco, acqua abbondante, utili bastoncini. DIRETTORE DI GITA: Franco Agostini e Fausto Papini - ORE 9 PARTENZA; - ORE 10,30 SOPRALLUOGO ALLE TERRE ROSSE E CASTELLUZZO; - 0RE 11,30 S.MESSA - ORE 12,30 INAUGURAZIONE UFFICIALE CON CONSEGNA SIMBOLICA AL NOSTRO GRUPPO ULTREYA DELLE CHIAVI DEL SENTIERO AFFINCHE NE ABBIANO CURA NEL TEMPO A VENIRE. - ORE 14 PARTENZA PER MOLASSANA OVE L ARRIVO E PREVISTO PER LE 16,30.

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova SENTIERO AQ2 L Anello dell Acquedotto Storico, delle Terre Rosse, del Castelluzzo del Monte Croce di San Siro, di Creto, dell Acquedotto Val Noce e di Castello di Pino. NOTE TECHINICHE Partenza: dalla delegazione di Molassana del CAI ULE Genova, via Bernardini - giardini Maurizio Orengo località Olmo (alle spalle del distributore Esso). Dislivello: 615 m Difficoltà: E Tempo di percorrenza: 5/6ore Periodo consigliato: tutto l anno Senso di percorrenza dell anello: indifferente, ma consigliabile quello descritto. Segnavia: AQ2 ACCESSO E PARCHEGGIIO Chi arriva con l auto può parcheggiare in via Molassana, nei pressi del Municipio. Chi invece arriva con i mezzi pubblici (13-14) scende alla fermata prima della rotonda di Molassana sul torrente Geirato, attraversa la strada e torna verso il centro sino ad intercettare via Bernardini. Dalla sede del CAI si percorre Via Bernardini in direzione NE sino in Via Geirato che dopo averla attraversata, si percorrono pochi metri in leggera salita e, nei pressi di un edicola, si gira a destra per imboccare il ponte sul torrente Geirato. Dalla parte opposta del ponte s intercetta Via Isola del Vescovo; si gira a sinistra, si passa sotto il Ponte Sifone, avendo a sinistra il torrente Geirato e subito dopo s imbocca a destra la Salita Costa Fredda. Al termine della salita si lascia la via principale e si gira a destra per la strada pianeggiante che conduce in Via S. Felice. Si attraversa questa strada e si percorre la breve stradina che inizia di fronte leggermente più in basso e che in leggera salita porta all acquedotto storico. Si gira a destra e si percorre l acquedotto storico in direzione Est transitando davanti al circolo Sertoli (a destra), alla chiesa di Molassana Alta e al cimitero (entrambi a sinistra). Giunti in Via Costa di S. Siro si abbandona l acquedotto storico per imboccare la mulattiera che sale a sinistra. Questa mulattiera si presenta in leggera salita e subito si deve superare un breve tratto franato. Si giunge a uno slargo con lavatoio, si gira a destra e subito s imbocca la crosa a sinistra in salita che attraversando fasce

abbandonate in breve porta a un ampio slargo con abitazione e parcheggio. Si gira a sinistra sulla strada sterrata in leggera salita attraversando piccoli prati. Dopo poco si passa in mezzo a case in disuso e s imbocca un sentiero che corre in direzione N.W., si segue il tracciato che si presenta abbastanza agevole ed evidente sino al Colletto di quota 282. Nei pressi del Colletto, sul trivio ci sono i ruderi di un antica locanda. Si gira a sinistra, si transita per Terre Rosse e, circa quindici minuti dopo aver lasciato il trivio si raggiungono i ruderi del Castelluzzo, situato a 304 metri di quota su uno sperone roccioso affacciato sulla val Bisagno e su parte della valle del Geirato, un baluardo difensivo tra i più antichi del genovesato. Tornati al colletto, si percorre la bella mulattiera che, in direzione N.E., con diversi tornanti sale alla Croce S. Siro, posta sotto il Monte omonimo e vicino a una Cappella. Lungo il tracciato prestare attenzione a non imboccare il sentiero che dopo i tornanti, con andamento pianeggiante corre a sinistra. In questa zona conviene spostarsi a destra in direzione Est e raggiungere la cresta. Nei pressi del Monte Croce si prende la carrareccia in direzione N. inizialmente in leggera discesa sul prato. Poi la sterrata comincia a salire leggermente verso l abitato di Creto. Si costeggia un crinale con stalle, sulla destra di chi sale, s intercetta altra sterrata che porta alle stalle menzionate e dopo avere oltrepassato due sbarre, s intercetta la Strada Provinciale. Si rasenta la Provinciale al margine della curva e si sale sul sentiero in cresta, a sinistra. Al culmine della cresta vale la pena guardarsi intorno per ammirare il bel panorama. Ora il sentiero scende leggermente e occorre spostarsi verso sinistra in un boschetto di carpini sino a intercettare altro sentiero che sale da Molassana e segnalato con quadrato rosso vuoto Si affronta un tratto in salita in mezzo a due recinzioni sino a sbucare in Via ai Villini di Creto. Si gira a sinistra (N.W.) e si segue la stradina asfaltata che passa in mezzo ad alcune ville, segnalata anche con i segnavia dell A.M.L. Al termine della strada, nei pressi di un abitazione siamo a Colle del Canile. Nelle vicinanze di un palo in cemento si abbandona il sentiero dell Alta Via Monti Liguri che sale a destra e s imbocca il sentiero in discesa tra un abitazione a sinistra e una vecchia rimessa per auto a destra. Ora il sentiero scende con alcuni tornanti sino alla presa dell acquedotto, nei pressi di un rio (Rio Molassana). Si segue verso W. la strada sterrata, ampia e comoda, sotto la quale passa l acquedotto del Noci. Dopo circa un km incontriamo sulla destra una deviazione segnalata con segnavia FIE (X rosso e Cerchio pieno del medesimo colore), continuiamo dritti sino a una curva a destra (facilmente identificabile per la presenza di un ampio slargo e di un traliccio). Qui si gira sicuramente a sinistra entrando nel bosco in discesa; si segue per un tratto la cresta e poi necessita girare a destra. Si segue questo tracciato sino all abitato Castello di Pino. Il percorso, da ora in avanti, si snoda tra stradine e crose cittadine che sistematicamente tagliano la strada principale (occorre un po d attenzione per imboccarle nel punto giusto). S imbocca subito Via Castello di Pino, e a seguire via Rio Maggiore, Via Cà di Sciarretta, Salita S. Giacomo di Molassana, Via Rio Maggiore, Via Geirato e Via Bernardini.

Quote Percorso 700 600 575 645 400 450 300 200 100 0 282 200 180 124 130 30 55 30 0 400 1000 2000 2600 3400 4400 5400 6900 8000 10300 12300 14800 Distanze