Trek Valgrisenche. Percorso "soft"

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
ULTRATRAIL 50 Km m dislivello positivo

TREKKING E MOUNTAIN BIKE

17 Luglio Monte Croce con traversata val d Ayas Valtournenche

La Lega Montagna del Comitato regionale UISP e l ANPI Valle d Aosta organizzano dal 21 giugno al 13 settembre nove itinerari della memoria sulle vie

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

18 Rifugio Nuvolau, 2575 m. Dolomiti d Ampezzo, Pelmo-Croda da Lago. Al nido d aquile dal panorama mozzafiato. 12 km. Lunghezza percorso.

C on questo itinerario vogliamo proporvi una passeggiata dai notevoli contenuti storici che

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014

Itinerario n La Valnerina fra Arrone e la Cascata delle Marmore

Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel )

DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D /D )

TREKKING IN VAL MASTALLONE

SCHEDA INFORMATIVA : TREKKING, MOUNTAIN-BIKE E YOGA A POZZI MONACI

La notte è ormai prossima e, a metà percorso, occorre accendere le luci.

MI-01 Il Mincio dal Garda a Mantova

Région Autonome Vallée d Aoste - Regione Autonoma Valle d'aosta. Le Alte Vie 1-2

SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri

Itinerario n Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

LA VALLE DI PALANFRÈ

Azzerare il contachilometri

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

21-22/03 ALTA VIA DELLE 5 TERRE

VALNONTEY - RIFUGIO "SELLA" CASOLARI DELL'HERBETET (giro ad anello)

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso

Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g

C.A.I. PONTE S. PIETRO

TREKKING DEL "SELLARONDA"

Itinerario n Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina

La Via Francigena. Tappa TO09 Da Gambassi a S. Gimignano

ORGANIZZA. Dal 25 al 29 luglio. Trekking di 4 giorni da rifugio a rifugio nelle Pale di San Martino di Castrozza

visita il nostro sito

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso)

LE TRE CIME DI LAVAREDO Le regine delle Dolomiti

Il programma escursionistico del 2012 ha inizio lungo i sentieri del "Cammino di S.Carlo"

Sci alpinismo nel gruppo di Puez

La Via Francigena. Tappa TO11 Da Monteriggioni a Siena

Itinerario 13. Orgia, Itinerari del Museo del Bosco: La passeggiata del Conte, Il fiume, il Romitorio, le carbonaie

TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI

Villaggi Walser a due passi dal Cielo

CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI

Viaggio in macchina circa 4 ore. In auto

Itinerario n La Via Francigena, da Bolsena a Viterbo

5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI)

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE

: RONDANINA-MONTE SOPRA PROPATA(pendici)-CASA DEL ROMANO-CAPANNE DI CARREGA-MONTE CARMO-CAPAN NE DI CARREGA-CASA DEL ROMANO-CAPRILE

La Via Francigena. Tappa LA06 Da Sutri a Campagnano

1. Schenna Riffianerweg Saltaus St. Leonhard ritorno. 2. Schenna Castel Goyen Castel Labers Fragsburg Greiterhof ritorno

Itinerario n Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta

La Via Francigena. Tappa TO04 Da Avenza a Pietrasanta

Trekking nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

Da Nebbiuno a Fosseno percorso nr 1

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado)

PROPOSTE DI ESCURSIONI A MISURA DI SEDIE A ROTELLE IN ENGADIN ST. MORITZ

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA".

PERCORSI IN BICI. Percorso No. 1 CHIANTI - Radda e Volpaia

Percorso Zona Orientale

Alta Via dell'adamello

AD01 - L'Adda e il naviglio di Paderno

TI04 - L'Ipposidra, la ex-ferrovia a cavallo

L escursione con 1100m di dislivello dura intorno alle 6-7 ore di cammino per camminatori abbastanza esperti.

La Via Francigena. Tappa LA02 Da Bolsena a Montefiascone

Attraverso la valle del Cogena- Comunalie interessate : Gorro. Lunghezza: Durata media:4 ore e 30 minuti Livello di difficoltà: Medio

GROTTA BORTOLOMIOL SCHEDA D ARMO. a cura di Federico Battaglin Grotta Bortolomiol. Località: Borri. Valdobbiadene (Tv)

Marcara: giorno di aclimatamento. Marcara - Cashapampa - Llamacoral. Llamacorral - Campo Base Alpamayo

Pratolungo-Sentiero 299-C. Praga-Sent E1-Sant. Montaldero-Arquata Scrivia. : Arquata Scrivia-Sentiero E1-C. Lavaggi- :

ATTIVITA A PREZZO AGEVOLATO PER I CLIENTI DELLE STRUTTURE SPORT & OUTDOOR VAL DI FASSA - ESTATE 2016 PROGRAMMA SETTIMANALE

VAL PESIO. Sentiero Natura Certosa-Pian delle Gorre Cascate del Sault e Gias Sottano di Sestrera

Dolci Ricordi. Bed. Breckfast. Itinerario Partenza Arrivo Descrizione Difficoltà

Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011

10 Maggio 2015 Rapallo (Santuario Caravaggio)

PV-01 La Lomellina tra Pavia e Vigevano

GITA ESTIVA SULLE DOLOMITI DI SESTO Luglio Schede descrittive degli itinerari

Ai piedi della Pania della Croce nelle Alpi Apuane: il rifugio Del Freo Eos Foto di ML 014

Esplorando i Sentieri del Linas in MTB

LE ESCURSIONI piu belle della Val Venosta

PROGRAMMA ESCURSIONI BIKE HOTEL ESTATE 2013 AREA COMMERCIALE APT VAL DI FASSA

PROPOSTE DI CICLO ESCURSIONISMO AL GREEN PARK VILLAGE IN COLLABORAZIONE

Monte Kilimanjaro Climbing Safari

Guida. Escursioni. Livello Principiante

Domenica 1 Giugno2014 Trekking nell Appennino Reggiano Tra il Passo del Cerreto e l'alpe di Succiso

Val Graveglia. Lunghezza totale Itinerario Km: 71 circa. Partenza itinerario da: Bargonasco (GE)

VERBALE DI OMOLOGAZIONE DI CORSA IN MONTAGNA VARALLO SESIA (VC) - VARALLO-RES LOCALITA' DEL PERCORSO: ARRIVO RIFUGIO RES

Passeggiandoinbicicletta.it

Ferrata Siggioli & Pizzo D Uccello

Lombardia. Run The Top. Guida e GPS.

CALENDARIO 2008 DI TURISMO EQUESTRE E ATTACCHI

GRANFONDO COLNAGO AI RAGGI X

Sentiero dei Quattro Parchi della Brianza

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di Napoli Fondata nel Settimana verde a Bardonecchia Luglio 2016

DOLOMITI FRIULANE. Trekking Agosto 2015

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

VA-01 Il Sentiero Valtellina - I tappa

Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri)

SV02 - La ciclovia dei Parchi

Dal S.Gottardo all Oberland Bernese. di Paolo Castellani

LA VIA FRANCESCANA 2016 tra Marche e Umbria Un appuntamento imperdibile per un trek itinerante di 6 giorni e 5 notti dal 05/09 al 10/09/2016

INDIRIZZO: ASSOCIAZIONE CULTURALE FORZA VITALE - Regione Castignolio 6/A Netro (BI)

Alice Terasc (Val Bavona), 7a+ (6b+ obbl.)

Advertisement
Transcript:

Percorso "soft" Lunghezza circa 10 Km - dislivello positivo mt. 650 - dislivello negativo mt. 770 (Fraz. Usellière rifugio Chalet de l Epèe vallone di Plontaz - capoluogo di Valgrisenche). Si parte dalla frazione Usellière (q.1785) che è situata al termine della strada asfaltata che costeggia il lago artificiale di Beauregard a circa 7 km dal capoluogo di Valgrisenche. Di fianco al ponte, si prende la strada poderale sterrata che prosegue lungo il vallone. Il cartello turistico che è situato in questo punto indica che per raggiungere il rifugio Chalet de l Epèe ci vogliono 1 ora e 45 minuti. Dopo aver percorso circa 650 mt, si trova un incrocio. Fare il tornante a sinistra e continuare sulla strada che conduce al rifugio Chalet de l Epée. Dopo circa 900 mt a monte delle baite dell alpeggio Arolla (q. 1910) si imbocca sulla destra il sentiero che entra nel bosco (seguire le indicazioni sentiero per rifugio Chalet de l Epèe, n. 9A). Lungo questo tragitto si possono ammirare alcuni imponenti alberi monumentali di notevole bellezza. In poco tempo si raggiunge l alpeggio di Montforciaz (q. 2181). Si oltrepassano le baite e dopo aver attraversato la strada poderale, si prosegue sullo stesso sentiero che porta verso il rifugio. A metà costone si incrocia sulla destra il sentiero che proviene dal rifugio Bezzi. Continuare verso sinistra fino a quando si raggiungono le baite dell alpeggio Epèe di Plontain (q.2343). Da qui in avanti si prosegue su un tratto di strada sterrata fino a raggiungere il rifugio Chalet de l Epée (q. 2373). Oltrepassato il rifugio si prende il sentiero dell Alta via n 2 ch e ci porta nel vallone di Plontaz. Si sale ancora per qualche metro fino a raggiungere la quota massima della tappa (q.2389) e da li inizia la discesa. Al termine del sentiero, nei pressi delle baite di Praz Londzet (q. 2186) si attraversa la strada sterrata e si prosegue lungo il sentiero che attraversa i prati. Al ricongiungimento con la strada si prende a destra, si attraversa il ponte e le baite dell alpeggio le Bois (q. 2133) e si continua lungo lo stesso sentiero che scende nel bosco fino a raggiungere i campi sportivi in località Mondanges (q.1650). Da qui dopo un breve tratto su strada asfaltata della lunghezza di circa 300 mt si raggiunge l abitato di Valgrisenche (q.1664) dov è situato l arrivo della tappa. Il percorso si svolge per la maggior parte su sentieri opportunamente segnalati, con un punto di ristoro previsto presso il rifugio Chalet de l'epée.

Percorso "medium Lunghezza circa 32 km - dislivello positivo mt. 2350 - dislivello negativo mt. 2350 Possibilità per i meno allenati di terminare la prova in località Usellière, dopo aver percorso circa 22 km e aver superato un dislivello positivo di mt. 1700 e un dislivello negativo di mt. 1580. (Capoluogo Valgrisenche Fraz.La Bethaz Rifugio degli Angeli (ex rif. Scavarda) alpeggio Alpe Vieille lago San Grato Fraz Usellière + rifugio Chalet de l Epèe vallone di Plontaz - capoluogo di Valgrisenche). La partenza è situata presso il capoluogo di Valgrisenche (q.1664). Da qui si scende per circa 1 km fino all abitato della frazione la Bethaz (q.1600) alternando tratti su sentiero a brevi tratti su asfalto. Si attraversa il centro del paese e si inizia a salire inizialmente su un breve tratto di strada sterrata (circa 300mt di lunghezza) e poi su un sentiero molto bello e con una pendenza costante (n.18). Lungo il tragitto, si superano le baite del Miollet (q.1892) e il torrente omonimo e si prosegue nel vallone situato alle spalle della becca de l Aouille. In questo tratto ci troviamo ad una quota di circa 2640 mt. Per qualche minuto il sentiero scende leggermente e si perdono circa 50 mt di quota. La discesa purtroppo è breve e dopo poco tempo si inizia a risalire fino a raggiungere i laghetti del Morion (q.2800). Lungo la salita si aprono degli scorci di panorama stupendi con vista sul Grand Combin, Cervino, Mont Emilius, becca di Tos, ecc ) Dopo circa 8,5 km dalla partenza, si arriva al rifugio degli Angeli (ex rif. Scavarda, q.2916). Lo sforzo fatto per compiere la salita viene ripagato dalla visione panoramica di tutta la Valgrisenche e delle sue cime. Appena oltrepassato il rifugio, si sale ancora per qualche metro fino a raggiungere la quota massima della prova (2948 mt). Superato il colle si inizia a scendere verso il vallone dell Alpe Vieille. Il primo tratto di sentiero a tornanti è abbastanza ripido e si perde quota rapidamente. Si raggiunge il pianoro del plan du Bré (q.2450), si passa di fianco ad un laghetto artificiale e ad un vecchio fortino di guerra (Ricovero Capitano Crova, (q.2409). Si continua a scendere lungo il sentiero e si raggiungono le stalle dell alpeggio Alpe Vieille (q.2230). Si prosegue sulla strada poderale sterrata per circa 1 km e poi sulla destra si prende il sentiero che conduce verso il lago San Grato (n.14a). Superati alcuni terrazzamenti situati sul costone del Mont Pelà, in poco tempo si raggiunge la Cabane Marguerite (ex ricovero Tenente Cucco, q.2360). Dopo una breve discesa, si continua in mezza costa fino alle baite diroccate di Reveraz Damon (q.2324) e si prosegue fino al lago di San Grato (q.2460). Da qui, alzando lo sguardo, si vedono la testa del Ruitor, la becca du Lac e la punta Ormelune con il rispettivo ghiacciaio. A questo punto sono stati percorsi in totale circa 17,5 km. Si oltrepassa il ponticello e da li inizia la discesa. Il primo tratto fino all alpeggio Tramouil o Revèraz Desot (q.2100) è su sentiero. In seguito si percorre un tratto di strada sterrata (circa 1,5 km di lunghezza) fino all alpeggio Grand Alpe (q.2005). Appena prima delle baite, si svolta a

destra e si scende verso il torrente. Dopo aver attraversato il ponte, tenendo la sinistra si prende il sentiero che conduce alle frazioni di Surier e di Usellière (q. 1785). Quest ultimo breve tratto di percorso è generalmente poco frequentato da coloro che fanno trekking e di conseguenza in certi tratti potrebbero esserci qualche arbusto e dell erba secca lungo il tracciato. Arrivati in località Usellière dopo circa 22 km, vi è la possibilità per i meno allenati di terminare la prova e di rientrare in paese a Valgrisenche (circa 7 km) con i mezzi propri o con una navetta messa a disposizione dall'organizzazione. Tutti gli altri possono concludere il percorso medium e raggiungere il capoluogo dove è avvenuta la partenza, proseguendo verso il rifugio Chalet de l Epèe. Appena oltrepassato il ponte, occorre svoltare a destra e seguire la strada poderale sterrata che prosegue lungo il vallone. Dopo aver percorso circa 650 mt, si trova un incrocio. Fare il tornante a sinistra e continuare sulla strada che conduce al rifugio Epée. Dopo circa 900 mt a monte delle baite dell alpeggio Arolla (q. 1910) si imbocca sulla destra il sentiero che entra nel bosco (seguire le indicazioni sentiero per rifugio Chalet de l Epèe, n. 9A). Lungo questo tragitto si possono ammirare alcuni imponenti alberi monumentali di notevole bellezza. In poco tempo si raggiunge l alpeggio di Montforciaz (q.2181). Si oltrepassano le baite e dopo aver attraversato la strada poderale, si prosegue sullo stesso sentiero che porta verso il rifugio. A metà costone si incrocia sulla destra il sentiero che proviene dal rifugio Bezzi. Continuare verso sinistra fino a quando si raggiungono le baite dell alpeggio Epèe di Plontain (q.2343). Da qui in avanti si prosegue su un tratto di strada sterrata fino a raggiungere il rifugio Chalet de l Epée (q. 2373). Oltrepassato il rifugio si prende il sentiero dell Alta via n 2 che ci porta nel vallon e di Plontaz. Si sale ancora per qualche metro fino a raggiungere la quota massima della tappa (q.2389) e da li inizia la discesa. Al termine del sentiero, nei pressi delle baite di Praz Londzet (q. 2186) si attraversa la strada sterrata e si prosegue lungo il sentiero che attraversa i prati. Al ricongiungimento con la strada si prende a destra, si attraversa il ponte e le baite dell alpeggio le Bois (q. 2133) e si continua lungo lo stesso sentiero che scende nel bosco fino a raggiungere i campi sportivi in località Mondanges (q.1650). Da qui dopo un breve tratto su strada asfaltata della lunghezza di circa 300 mt si raggiunge l abitato di Valgrisenche (q.1664) dov è situato l arrivo della tappa. Il percorso si svolge per la maggior parte su sentieri opportunamente segnalati, con vari punti di ristoro previsti presso il rifugio degli Angeli, l alpeggio Alpe Vieille, la frazione Usellière e il rifugio Epèe. Il tempo massimo per l effettuazione dell intero percorso è di 12 ore.

Percorso "strong Lunghezza circa 42 km dislivello positivo mt. 2900 dislivello negativo mt. 2900 (Capoluogo Valgrisenche Fraz.La Bethaz Rifugio degli Angeli (ex rif. Scavarda) alpeggio Alpe Vieille lago San Grato fraz Usellière rifugio Bezzi rifugio Chalet de l Epèe - vallone di Plontaz - capoluogo di Valgrisenche) E il percorso completo del Trek Valgrisenche. La partenza è situata presso il capoluogo di Valgrisenche (q.1664). Da qui si scende per circa 1 km fino all abitato della frazione la Bethaz (q.1600) alternando tratti su sentiero a brevi tratti su asfalto. Si attraversa il centro del paese e si inizia a salire inizialmente su un breve tratto di strada sterrata (circa 300mt di lunghezza) e poi su un sentiero molto bello e con una pendenza costante (n.18). Lungo il tragitto, si superano le baite del Miollet (q.1892) e il torrente omonimo e si prosegue nel vallone situato alle spalle della becca de l Aouille. In questo tratto ci troviamo ad una quota di circa 2640 mt. Per qualche minuto il sentiero scende leggermente e si perdono circa 50 mt di quota. La discesa purtroppo è breve e dopo poco tempo si inizia a risalire fino a raggiungere i laghetti del Morion (q.2800). Lungo la salita si aprono degli scorci di panorama stupendi con vista sul Grand Combin, Cervino, Mont Emilius, becca di Tos, ecc ) Dopo circa 8,5 km dalla partenza, si arriva al rifugio degli Angeli (ex rif. Scavarda, q.2916). Lo sforzo fatto per compiere la salita viene ripagato dalla visione panoramica di tutta la Valgrisenche e delle sue cime. Appena oltrepassato il rifugio, si sale ancora per qualche metro fino a raggiungere la quota massima della prova (2948 mt). Superato il colle si inizia a scendere verso il vallone dell Alpe Vieille. Il primo tratto di sentiero a tornanti è abbastanza ripido e si perde quota rapidamente. Si raggiunge il pianoro del plan du Bré (q.2450), si passa di fianco ad un laghetto artificiale e ad un vecchio fortino di guerra (Ricovero Capitano Crova, (q.2409). Si continua a scendere lungo il sentiero e si raggiungono le stalle dell alpeggio Alpe Vieille (q.2230). Si prosegue sulla strada poderale sterrata per circa 1 km e poi sulla destra si prende il sentiero che conduce verso il lago San Grato (n.14a) ). Superati alcuni terrazzamenti situati sul costone del Mont Pelà, in poco tempo si raggiunge la Cabane Marguerite (ex ricovero Tenente Cucco, q.2360). Dopo una breve discesa, si continua in mezza costa fino alle baite diroccate di Reveraz Damon (q.2324) e si prosegue fino al lago di San Grato (q.2460). Da qui, alzando lo sguardo, si vedono la testa del Ruitor, la becca du Lac e la punta Ormelune con il rispettivo ghiacciaio. A questo punto sono stati percorsi in totale circa 17,5 km. Si oltrepassa il ponticello e da li inizia la discesa. Il primo tratto fino all alpeggio Tramouil o Revèraz Desot (q.2100) è su sentiero. In seguito si percorre un tratto di strada sterrata (circa 1,5 km di lunghezza)

fino all alpeggio Grand Alpe (q.2005). Appena prima delle baite, si svolta a destra e si scende verso il torrente. Dopo aver attraversato il ponte, tenendo la sinistra si prende il sentiero che conduce alle frazioni di Surier e di Usellière (q. 1785). Quest ultimo breve tratto di percorso è generalmente poco frequentato da coloro che fanno trekking e di conseguenza in certi tratti potrebbero esserci qualche arbusto e dell erba secca lungo il tracciato. Arrivati in località Usellière dopo circa 22 km, si deve proseguire verso il rifugio Bezzi. Appena oltrepassato il ponte, si prende sulla destra la strada poderale sterrata. Dopo circa 650 mt. si trova un bivio, e si prosegue diritto lungo la strada che sale nella vallata verso il rifugio Bezzi. Si superano le baite dell alpeggio lo Tzalé (q. 1931) e dopo circa 3.6 Km in località la Saxe (q. 2031) dove termina la strada, si prosegue sul sentiero che ci porta direttamente al rifugio Bezzi (q. 2279). Il panorama in questa zona è da cartolina, si vedono i ghiacciai des Plattes des Chamois e della Glairetta, con la Becca della Grande Sassière, della Traversière e la punta Bassac a fare da cornice a questo splendido anfiteatro. Appena oltrepassato il rifugio, sulla sinistra inizia il sentiero in quota, il n 11 "Alta Via Glaciale" che ci porta verso il rifugio Chalet de l Epèe. Il primo tratto si snoda su ripidi tornanti (in 2 km si sale di circa 350 mt di quota). Da qui in poi il sentiero percorre la valle a mezza costa con vari saliscendi, fino a raggiungere lo spartiacque nei pressi della Becca Refreita (q.2620). Anche qui vale la pena fare una breve sosta ad ammirare il panorama, si vede tutta la Valgrisenche! Dopo un breve tratto di discesa piuttosto ripida a tornanti, si superano alcune brevi pietraie e ci si trova nel vallone di Montforciaz (davanti a voi alzando lo sguardo potete vedere il ghiacciaio del Giasson e la Grande Rousse). Il sentiero diventa nuovamente più agevole e dopo aver attraversato il torrente si continua lungo il costone che conduce verso il rifugio Epèe. Si passa sui costoni a monte delle baite dell alpeggio di Montforciaz fino a raggiungere le stalle dell alpeggio Epèe di Plontain (q.2343). A questo punto il sentiero termina e si prosegue sulla strada sterrata fino a raggiungere il rifugio Chalet de l Epée (q. 2373).(La distanza tra i 2 rifugi è di circa 9,5 km). Oltrepassato il rifugio si prende il sentiero dell Alta via n 2 che ci porta nel vallone di Plontaz. Si sale ancora per qualche metro fino a raggiungere quota 2389 mt. e da li inizia la discesa finale. Al termine del sentiero, nei pressi delle baite di Praz Londzet (q. 2186) si attraversa la strada sterrata e si prosegue sul tracciato che attraversa i prati. Al ricongiungimento con la strada si prende a destra, si attraversa il ponte e le baite dell alpeggio le Bois (q. 2133) e si continua lungo lo stesso sentiero che scende nel bosco fino a raggiungere i campi sportivi in località Mondanges (q.1650). Da qui dopo un breve tratto su strada asfaltata della lunghezza di circa 300 mt si raggiunge l abitato di Valgrisenche (q.1664) dov è situato l arrivo della tappa. Il percorso si svolge per la maggior parte su sentieri opportunamente segnalati, con vari punti di ristoro previsti presso il rifugio degli Angeli, l alpeggio Alpe Vieille, la fraz Usellière e i rifugi Bezzi e Chalet de l Epèe. Il tempo massimo per l effettuazione dell intero percorso è di 12 ore. Cancello orario in località Usellière (un po oltre la metà percorso al km 22 circa) alle ore 14.00 (6 ore dopo la partenza).