Club Alpino Italiano. Monte Rotondo dal Santuario di Macereto. Monti Sibillini. Ussita. 1150 m 15 km. 5 h (senza soste)

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
Escursione sulla Montagna dei Fiori

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014

DA VARESE, CITTÀ GIARDINO, un escursione sulle vie della Fede

ORGANIZZA. Dal 25 al 29 luglio. Trekking di 4 giorni da rifugio a rifugio nelle Pale di San Martino di Castrozza

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina

SCHEDA INFORMATIVA : TREKKING, MOUNTAIN-BIKE E YOGA A POZZI MONACI

21-22/03 ALTA VIA DELLE 5 TERRE

DA VARESE, CITTA GIARDINO, un escursione sulle Vie della fede

Itinerario n Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso

CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI

LA VIA FRANCESCANA 2016 tra Marche e Umbria Un appuntamento imperdibile per un trek itinerante di 6 giorni e 5 notti dal 05/09 al 10/09/2016

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado)

ROUTE 085 RN 2014 Pescara 7, Tropea 1, Alta Valle del Conca 1

Totes Gebirge - Austria

visita il nostro sito

CLUB ALPINO ITALIANO. Sezione di Campobasso

TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

PRO LOCO DI BOLCA Via S. Giovanni Battista Bolca VRwww.bolca.it

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30

TREKKING NEI PIRENEI CATALANI SPAGNA Da sabato 21 a domenica 29 luglio 2012

ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO (16-31 DICEMBRE 2015)

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA".

Club Alpino Italiano Sezione di Ascoli Piceno Via Serafino Cellini, Ascoli Piceno Tel

Bergamo e la Val Seriana

TREKKING E MOUNTAIN BIKE

PRIMO GIORNO: SENTIERO DA PIAN TREVISAN A PIAN DEI FIACCONI

Cinque Terre Traversata da Riomaggiore a Portovenere

SETTIMANA IN VAL VENOSTA

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo)

Itinerario 13. Orgia, Itinerari del Museo del Bosco: La passeggiata del Conte, Il fiume, il Romitorio, le carbonaie

Itinerario n La Via Francigena, da Bolsena a Viterbo

SETTEMBRE 2011 SABATO 3 Itinerario ad anello con partenza da Campigna

Passeggiandoinbicicletta.it

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel )

Anello sulla Montagna dei Fiori

Monte Morrone da Corvaro - Riserva Naturale Regionale Montagne della Duchessa -

Domenica 27 settembre 2015

Podere Tipertoli. Il Fienile Casa in affitto per vacanze in Toscana

1 di 9. GRUPPO NATURALISTICO ED ESCURSIONISTICO IL CAMOSCIO DEI SIBILLINI Educare a contatto con la Natura

La notte è ormai prossima e, a metà percorso, occorre accendere le luci.

RITROVO: AGNOSINE CHIESA PARROCCHIALE ORE 9,00 RITROVO SUCCESSIVO CHIESA PARROCCHIALE DI BIONE ORE 9,15 CON MEZZI PROPRI

1. Schenna Riffianerweg Saltaus St. Leonhard ritorno. 2. Schenna Castel Goyen Castel Labers Fragsburg Greiterhof ritorno

Tappa TO02 Da Pontremoli ad Aulla

Lago Maggiore da Arona a Locarno La riva sinistra del lago. Dal 8 al 15 Settembre 2014

CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI FIUME

Percorso Zona Orientale

di Amalia Belfiore Torre campanaria sulla parte orientale della navatella destra del Duomo

Grande Traversata della Collina Un viaggio a piedi per individuali (6 giorni) e per gruppi (2 giorni)

SV02 - La ciclovia dei Parchi

Macroambito G Il territorio dei Parchi Nazionali

CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

LAGO D ISEO PONTE DI OGNISSANTI IN CAMPER - SULZANO - ISOLA DI MONTEISOLA - PIRAMIDI DI ZONA ottobre 01 novembre 2010

Un'Esperienza leggendaria

TREKKING IN VAL MASTALLONE

Trekking nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri)

Pratolungo-Sentiero 299-C. Praga-Sent E1-Sant. Montaldero-Arquata Scrivia. : Arquata Scrivia-Sentiero E1-C. Lavaggi- :

Domenica 1 Giugno2014 Trekking nell Appennino Reggiano Tra il Passo del Cerreto e l'alpe di Succiso

PROPOSTA DI ITINERARI DI VARIA DIFFICOLTA IN ALCUNI DEI LUOGHI PIU SUGGESTIVI DEL NOSTRO TERRITORIO

VIA PAPA GIOVANNI XXIII E VIA PASCOLI. Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili

AD01 - L'Adda e il naviglio di Paderno

La Via Francigena. Tappa LA02 Da Bolsena a Montefiascone

MOLISE TRATTURI, CARRESI E ANGELI VOLANTI

Ispuligidenìe (Cala Mariolu)

BE-01 Il Naviglio di Bereguardo

DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D /D )

TREKKING. Claudio Pozzi, Guida alpina professionista

Monte Spino da S. Michele

C.A.I. PONTE S. PIETRO

Dove è, e cosa ti offre la Casa Vacanze Marco Nodari?

Traversata dei Sette Fratelli

Alla scoperta di splendide Rocche Medievali e del fascino di un antica Abbazia Benedettina

FL-01. Sulle orme dei pellegrini in Lomellina. PROVINCIA DI PAVIA Assessorato al Turismo e Attività Termali

M.te Nurietta laghi di Rascino e Cornino

Itinerario n Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta

18 Rifugio Nuvolau, 2575 m. Dolomiti d Ampezzo, Pelmo-Croda da Lago. Al nido d aquile dal panorama mozzafiato. 12 km. Lunghezza percorso.

Via Ferrata del Somator, Monte Biaena

ULTRATRAIL 50 Km m dislivello positivo

Trekking per la Cima della Neve - Schneespitze

Attività per ragazzi ad adulti abituati alle escursioni. Attività dove è richiesto un buon allenamento alle escursioni

La Via Francigena. Tappa TO09 Da Gambassi a S. Gimignano

Ai piedi della Pania della Croce nelle Alpi Apuane: il rifugio Del Freo Eos Foto di ML 014

Itinerario n Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore

Trekking per il Monte Rosso - Roteck

Il programma escursionistico del 2012 ha inizio lungo i sentieri del "Cammino di S.Carlo"

VALLE PO. Balma Boves (Sanfront)

Escursione a Montemonaco

INDICE 7.1) MONTE IGNO ) MONTE PRIMO ) VALLE DELLA SCUROSA ) GAGLIOLE E VALLE DELL ELCE... 8.

GIOVANE MONTAGNA. Domenica 4 maggio Benedizione degli alpinisti e degli attrezzi in Val Rosandra Carso triestino (per le Sezioni orientali)

AMALFI-VALLE DELLE FERRIERE e DEI MULINI Referente Salvatore TAMBONE cell.: Difficoltà e tipo di escursione

La Festa di S. Marco e del XXV aprile al Rifugio Paci. Anello Rifugio Paci, Giammatura, Tre Croci, Colle

STAGE ALTA VAL MALENCO

Descrizione delle escursioni nel Parco Naturale Tre Cime. Indicazioni generali:

LINEE GUIDA E STANDARD PER LA SEGNALETICA DELLA RETE DEI SENTIERI DEL PARCO

Le vasche di pietra e i menhir di Albano di Lucania

Advertisement
Transcript:

Monte Rotondo dal Santuario di Macereto Monti Sibillini DATA ESCURSIONE: 29 Giugno 2015 ORA PARTENZA: 8.30 RITROVO: DISLIVELLO: DISTANZA: DIFFICOLTA TECNICA: Ussita 1150 m 15 km EE DURATA: ACCOMPAGNATORE: 5 h (senza soste) Lily Fabiani L. Filippo Giantomassi PUNTO DI PARTENZA Santuario di Macereto Visso (MC) ore 9:00 Equipaggiamento Consigliato: scarponi da montagna, occhiali da sole, crema solare, bastoncini, guanti, cappello, giacca a vento, acqua e viveri secondo personali esigenze, macchina fotografica, zaino. Portare con se un ricambio completo da lasciare in auto e da poter utilizzare una volta rientrati dall'escursione. Relazione: Pagina 1 / 5

Dal Santuario (998 m) si percorre la strada asfaltata in direzione Ussita (Sud-SudEst) per circa 150 metri, quando si dovrà girare a sinistra per prendere il sentiero 279 per Cupi (segnaletica verticale CAI), che in questo tratto coincide con il Grande Anello dei Sibillini (Gas). Dopo circa 1.5 km si giunge al bivio (1158 m) con una carrareccia, che dovremo attraversare per prendere la direzione Nord-Est, seguendo un sentiero per circa 500 metri in leggera salita, fino ad arrivare ad una svolta a destra (1229 m) dove si inizia a salire in maniera un po più decisa, entrando dentro un bosco, per uscirne a quota 1500 m circa, quando si incontra un rudere a destra e un paletto con segnale CAI bianco-rosso a sinistra. Qui occorre piegare a sinistra (direzione Est), per attraversare un prato fino ad incrociare la prima delle tre volte, la carrareccia (1540 m) che porta al rifugio del Fargnio. Questo attraversamento è all altezza di due scoli dell acqua in cemento con segno biancorosso. Il sentiero è evidente è ci porta ad attraversare altre due volte la carrareccia a quote rispettivamente di 1600 e 1670 metri. Il sentiero (ora non sempre evidentissimo) adesso sale in direzione SudEst, traversando il versante Nord di Croce di Monte Rotondo, fino alla sella della Banditella (1769 m), da dove inizia la decisa salita al Monte Rotondo (2102 m). Dalla sommità si potrà godere di una splendida panoramica sui monti della parte settentrionale del Parco: Bove, Tre Vescovi, Berro, Priora. Il ritorno al Santuario di Macereto si svolgerà quasi interamente per il sentiero dell andata, con la possibile variante di raggiungere la Croce di Monte Rotondo (1926 m) dalla sella della Banditella, per ritrovare il sentiero di andata all incrocio con la carrareccia a quota 1670 metri. Pagina 2 / 5

Il Santuario di Macereto Dal sito www.santuariomacereto.it: Il Santuario di Macereto è un complesso religioso che si trova nel territorio comunale di Visso, nei Monti Sibillini, ad un'altezza di circa 1000 metri s.l.m. È situato nell'omonimo altopiano, nei cui pressi sorgeva un tempo il castello dei conti di Fiastra. Si tratta della maggiore espressione dell'architettura rinascimentale del '500 nelle Marche. Vuole la tradizione che il 12 agosto 1359, nel trasportare una statua lignea della Madonna con Bambino da Loreto al Regno di Napoli, i muli facenti parte della carovana si fermarono in ginocchio sul sito attualmente occupato dal santuario, e da lì non vollero più ripartire, nonostante i calci e le frustate. I popolani accorsi in aiuto videro nell'accaduto un segno divino, e pretesero che la statua rimanesse lì, così nel giro di pochi anni venne costruita sul luogo una primitiva chiesetta dedicata alla Madonna. Nel secondo '400 la statua originale venne sostituita da un'altra, attualmente conservata nel Museo pinacoteca di Visso. Nel 1528 cominciarono invece i lavori per la costruzione del santuario (che ingloberà la primitiva edicola), con l'architetto Giovan Battista da Lugano, il quale riprese un precedente progetto del Bramante. Dopo la morte del Lugano, avvenuta probabilmente durante i lavori di edificazione, questi terminarono nel 1556 sotto la direzione di Filippo Salvi da Bissone. Il santuario fa parte di un più ampio complesso architettonico comprendente la chiesa, la Casa dei Pellegrini, la Casa del Corpo di Guardia ed il Palazzo delle Guaite. La basilica è a pianta ottagonale con tre ingressi e al suo centro si trova un tempietto in cui è incisa in latino la storia del miracolo di Macereto. La conca absidale attorno all'altare maggiore è decorata con affreschi di Simone De Magistris. Pagina 3 / 5

Club Alpino Italiano Pagina 4 / 5

Pagina 5 / 5