visita il nostro sito www.prolocoballabio.it

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
DAI PIANI RESINELLI AI SENTIERI DELLA GRIGNA

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30

TREKKING E MOUNTAIN BIKE

ULTRATRAIL 50 Km m dislivello positivo

SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri

Lombardia. Run The Top. Guida e GPS.

21-22/03 ALTA VIA DELLE 5 TERRE

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado)

TREKKING IN VAL MASTALLONE

Totes Gebirge - Austria

C.A.I. PONTE S. PIETRO

Trek Valgrisenche. Percorso "soft"

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

AD01 - L'Adda e il naviglio di Paderno

Alta Via dell'adamello

Ai piedi della Pania della Croce nelle Alpi Apuane: il rifugio Del Freo Eos Foto di ML 014

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina

10 Maggio 2015 Rapallo (Santuario Caravaggio)

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso

COMPRENSORIO ALPINO PENISOLA LARIANA CONSUNTIVO ISTITUTI A REGOLAMENTAZIONE SPECIALE

DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D /D )

Dolci Ricordi. Bed. Breckfast. Itinerario Partenza Arrivo Descrizione Difficoltà

Percorso Zona Orientale

CAI - ALPINISMO GIOVANILE. Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna Segnaletica

GIOVANE MONTAGNA. Domenica 4 maggio Benedizione degli alpinisti e degli attrezzi in Val Rosandra Carso triestino (per le Sezioni orientali)

Monte Spino da S. Michele

18 Rifugio Nuvolau, 2575 m. Dolomiti d Ampezzo, Pelmo-Croda da Lago. Al nido d aquile dal panorama mozzafiato. 12 km. Lunghezza percorso.

Da Nebbiuno a Fosseno percorso nr 1

Trekking nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel )

PRO LOCO DI BOLCA Via S. Giovanni Battista Bolca VRwww.bolca.it

Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri)

LA VALLE DI PALANFRÈ

SETTEMBRE 2011 SABATO 3 Itinerario ad anello con partenza da Campigna

Vesio, maneggio (m 680) bivio Bocca Sospiri (m 1.000) Piazzale con traliccio (m 1.305) Val Cerese (m 1.266).

17 Luglio Monte Croce con traversata val d Ayas Valtournenche

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA".

La Montagna. Val d Esino e Parco regionale della Grigna Settentrionale

Via Alpinistica del 92 Congresso SAT, ad Arco

TREKKING DEL "SELLARONDA"

Domenica 1 Giugno2014 Trekking nell Appennino Reggiano Tra il Passo del Cerreto e l'alpe di Succiso

Club Alpino Italiano. Monte Rotondo dal Santuario di Macereto. Monti Sibillini. Ussita m 15 km. 5 h (senza soste)

Itinerario n Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana

Sentiero dei Quattro Parchi della Brianza

Attraverso la valle del Cogena- Comunalie interessate : Gorro. Lunghezza: Durata media:4 ore e 30 minuti Livello di difficoltà: Medio

Itinerario 13. Orgia, Itinerari del Museo del Bosco: La passeggiata del Conte, Il fiume, il Romitorio, le carbonaie

Parco naturale Fanes Senes Braies: escursioni nella natura (1) Col Bechei de Sora (2794 m)

Il programma escursionistico del 2012 ha inizio lungo i sentieri del "Cammino di S.Carlo"

MI-01 Il Mincio dal Garda a Mantova

GITA ESTIVA SULLE DOLOMITI DI SESTO Luglio Schede descrittive degli itinerari

Descrizione Percorsi Trekking e Passeggiate

CIASPOLATA NEL PARCO NAZIONALE D ABRUZZO LAZIO E MOLISE

TREKKING DELLE ALPI LIGURI : TRA LE ALPI ED IL MARE

Presentazione creata da Antonino Oddo A.N.E. Grafica by Thor Software

Itinerario n Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore

Ferrata Siggioli & Pizzo D Uccello

PRIMO GIORNO: SENTIERO DA PIAN TREVISAN A PIAN DEI FIACCONI

MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge

Club Alpino Italiano Sezione di Ascoli Piceno Via Serafino Cellini

Monte Moregallo e Grigna Meridionale

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso)

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di Napoli Fondata nel Settimana verde a Bardonecchia Luglio 2016

CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI

Parco tra i due mari. Itinerario 2: Dal Bosco Archiforo alla Pietra del Caricatore

Da sasso a eremo di San Valentino

1. Schenna Riffianerweg Saltaus St. Leonhard ritorno. 2. Schenna Castel Goyen Castel Labers Fragsburg Greiterhof ritorno

Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g

DESCRIZIONE PERCORSO. Pizzegoro. Montagnole alte

COMUNE DI SAN MARCELLO ASSESSORATO AL TURISMO Le passeggiate di MARESCA. a cura del GRUPPO TREKKING MONTAGNA PISTOIESE

Viaggio in macchina circa 4 ore. In auto

Azzerare il contachilometri

La Via Francigena. Tappa TO04 Da Avenza a Pietrasanta

SCHEDA INFORMATIVA : TREKKING, MOUNTAIN-BIKE E YOGA A POZZI MONACI

Pratolungo-Sentiero 299-C. Praga-Sent E1-Sant. Montaldero-Arquata Scrivia. : Arquata Scrivia-Sentiero E1-C. Lavaggi- :

Sci alpinismo nel gruppo di Puez

DA VARESE, CITTÀ GIARDINO, un escursione sulle vie della Fede

VAL PESIO. Sentiero Natura Certosa-Pian delle Gorre Cascate del Sault e Gias Sottano di Sestrera

Descrizione analitica dei sentieri CAI

REGOLAMENTO PER LE ATTIVITÀ ALPINISTICHE

Traversata dei Sette Fratelli

: RONDANINA-MONTE SOPRA PROPATA(pendici)-CASA DEL ROMANO-CAPANNE DI CARREGA-MONTE CARMO-CAPAN NE DI CARREGA-CASA DEL ROMANO-CAPRILE

Tappa TO02 Da Pontremoli ad Aulla

PV-01 La Lomellina tra Pavia e Vigevano

COMUNE DI BRENO PROVINCIA DI BRESCIA BRENO E I SUOI SENTIERI

TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI

SENTIERO 1 Fonti di Gajum - 1 Alpe - 3 Alpe - Rif. di Pianezzo

LINEE GUIDA E STANDARD PER LA SEGNALETICA DELLA RETE DEI SENTIERI DEL PARCO

SV02 - La ciclovia dei Parchi

La Via Francigena. Tappa TO09 Da Gambassi a S. Gimignano

Région Autonome Vallée d Aoste - Regione Autonoma Valle d'aosta. Le Alte Vie 1-2

PROGRAMMA ESCURSIONI ESTATE 2016

Sezione di Avezzano. Sentieri del Parco Naturale Regionale Sirente Velino curati dalla sezione di Avezzano in accordo con l Ente Parco

TI-01 Il Parco del Ticino

Rifugi e malghe. Valdaora

Sezione di Avezzano. via G. Mazzini n. 32 Cap C.P. 284 Tel

TREKKING. Claudio Pozzi, Guida alpina professionista

Ispuligidenìe (Cala Mariolu)

Advertisement
Transcript:

distribuito da Pro Loco Ballabio 1

Sentieri di montagna Itinerari di montagna consigliati dal Club Alpino Italiano di Ballabio e dal Comune di Ballabio Sentiero 30 Itinerario: Gera Bocchetta di Bertena Vetta del Monte Due Mani Tempo di percorrenza: h. 3 Caratteristiche: ripido, bosco Descrizione: Si parte dalla Trattoria Gera, in leggera salita fra boschi di castagne e betulle. Dopo circa 45 minuti si arriva ad una baita. Superatala di 30 metri circa prendere a sinistra in corrispondenza della palina sino alle successive paline che indicheranno la ripida salita del Canalone. Seguire quindi le grandi rocce contrassegnate dai colori segnavia blu e celeste e le successive paline. Continuando per la salita molto impegnativa si giunge alla vetta del Monte Due Mani (bivacco e croce). Sentiero 34 Itinerario: Cà Formai Bongio Vetta del Monte Due Mani Tempo di percorrenza: h. 3 3,30 Caratteristiche: ripido, misto, roccioso, pascolo, bosco Descrizione: Si prende la strada (Via Valderia) che sale al Castello, quindi il sentiero che costeggia il torrente tra betulle e faggi. Si arriva alla fontana Natale dell Oro e proseguendo alla baita CAI Ballabio in località Bongio. Da qui, dopo circa un ora, la vegetazione si dirada e proseguendo si arriva alla cresta del Monte Due Mani, dalla quale si può godere di un bellissimo panorama sulla Brianza. L ultimo tratto del sentiero è assistito da catene. Dopo circa un ora si arriva sulla vetta del Monte Due Mani (bivacco e croce). Lungo il percorso si possono ammirare le falesie Torrette. Sentiero 36 Ferrata Simone Contessi a.m. Itinerario: Strada per Morterone, 5 km Cresta del Monte Due Mani Tempo di percorrenza: h. 3 - attrezzato Caratteristiche: ripido, roccioso Descrizione: Trattasi di un percorso attrezzato con catene di particolare difficoltà in alcuni tratti. E richiesta una attrezzatura adeguata (set di ferrata). La ferrata è costeggiata da un sentiero ripido e scivoloso che permette di bypassare i tratti attrezzati più impegnativi. La ferrata situata in un oasi faunistica dove nidifica la famosa Coturnice delle Alpi si snoda attraverso i torrioni del Monte Due Mani, offrendo un panorama su Lecco e la Brianza di notevole attrattiva. Giunti alla cresta si può raggiungere la vetta ricollegandosi con il sentiero 34. Sentiero 71 Itinerario: Sede del CAI Ballabio Corniola Costa Adorna Rifugio SEL (Piani Resinelli) Caratteristiche: boschivo Descrizione: Si parte dalla sede del CAI. Si sale alle cascine della Costa del Gasc. Da qui, si prende il sentiero a sinistra che s inoltra nel bosco. Seguirlo sino ad arrivare alla località Lagarelli. Seguire il sentiero per la Costa Adorna sino ad arrivare sulla strada asfaltata Ballabio Piani Resinelli, tornante n. 13. Seguire, salendo, la strada asfaltata per circa 500 metri e giunti alla prima strada sterrata a sinistra, seguirla sino ad arrivare alle miniere e quindi al Rifugio SEL. 2 CAI Ballabio - Club Alpino Italiano, Sottosezione di Lecco - Ballabio, Via Leonardo Da Vinci 4 - tel. 0341 230547 Comune di Ballabio, Via Mazzini 2 - tel. 0341 530111 www.comune.ballabio.lc.it - info@comune.ballabio.lc.it

distribuito da Pro Loco Ballabio Sentieri di montagna Itinerari di montagna consigliati dal Club Alpino Italiano di Ballabio e dal Comune di Ballabio Sentiero 50 Itinerario: Via Grigna Sasso FALC Corno del Nibbio Tempo di percorrenza: h. 2 Descrizione: Si imbocca Via Grigna. Costeggiando il torrente Grigna, dopo circa 30 minuti si giunge al bivio che indica la Chiesetta degli Alpini e Valgranda. Da qui, si prende per la Valgranda e si prosegue sino ad un casello dell acquedotto. Da qui, prendendo il sentiero a destra si giunge al Sasso FALC mentre proseguendo sul sentiero si giunge ai Piani Resinelli (Corno del Nibbio) passando dalla località Cavallo. Il Sasso FALC 3

costituisce parte del più vasto gruppo di falesie del Vaccarese. Le falesie del gruppo Vaccarese sono state descritte fra le più belle d Europa, visitate da numerosi turisti. Sentiero 62 Itinerario: Via Grigna Località Piazza (dopo la Chiesetta degli Alpini) Zucco di Teral Descrizione: Si imbocca Via Grigna. Costeggiando il torrente Grigna, dopo circa 30 minuti si giunge al bivio che indica la Chiesetta degli Alpini e Valgranda. Prendere a destra per la Chiesetta degli Alpini. Superatala sulla sinistra, si arriva in località Campo dopo circa 15 minuti. In alto ai prati di Campo prendere a destra verso la baita al limitare del bosco. Da qui, prendere i sentiero indicato dalla palina che porta dopo circa mezz ora allo Zucco di Teral. Da qui si può proseguire per giungere alla traversata bassa (sentiero n. 6). Sentiero 64 Itinerario: Via Grigna Il Dito Dones Sentiero Sponde Caratteristiche: misto, bosco Descrizione: Si imbocca Via Grigna. Costeggiando il torrente Grigna, dopo circa 30 minuti si giunge al bivio che indica la Chiesetta degli Alpini e Valgranda. Prendere a destra per la Chiesetta degli Alpini. Superatala sulla destra si arriva alla località Piazza. Quindi prendere il sentiero sulla sinistra per arrivare al Dito Dones. Da qui proseguire verso la località Medasciola che si trova sotto i prati denominati Pra Cassin. Da qui, si può proseguire per giungere alla traversata bassa (sentiero n. 6). Sentiero 70 Itinerario: Via Grigna Sasso FALC Baita Segantini Rifugio Soldanella (Piani Resinelli) Tempo di percorrenza: h. 2 Descrizione: Seguendo l itinerario del sentiero n. 50, giunti in località Cavallo proseguire sul sentiero che sale verso la Baita Segantini. Da qui, proseguire verso la strada sterrata che attraversa il Canalone Porta per giungere al rifugio Soldanella. Il Sasso FALC costituisce parte del più vasto gruppo di falesie del Vaccarese. Le falesie del gruppo Vaccarese sono state descritte fra le più belle d Europa, visitate da numerosi turisti. CAI Ballabio - Club Alpino Italiano, Sottosezione di Lecco - Ballabio, Via Leonardo Da Vinci 4 - tel. 0341 230547 Comune di Ballabio, Via Mazzini 2 - tel. 0341 530111 www.comune.ballabio.lc.it - info@comune.ballabio.lc.it 4

distribuito da Pro Loco Ballabio Sentieri di montagna Itinerari di montagna consigliati dal Club Alpino Italiano di Ballabio e dal Comune di Ballabio Sentiero 6 (Traversata bassa) Itinerario: Colle di Balisio Traversata bassa Piani Resinelli (Rifugio Soldanella) Caratteristiche: piano, misto, pascolo, bosco Descrizione: Partenza dal Colle di Balisio, si prosegue per la Chiesetta dei Grassi Lunghi. Da qui, a sinistra, per il Pialleral. Giunti al bivio seguire la segnaletica per la Traversata bassa che sale sulla sinistra. Seguire le indicazioni sino al Prato Cassin e quindi continuare sulla strada sterrata che porta al Rifugio Soldanella ai Piani Resinelli. 5

Sentiero 31 Itinerario: Colle di Balisio Rifugio Pialleral Tempo di percorrenza: h. 1,30-2 Descrizione: Il sentiero parte dal Colle di Balisio e prosegue per la strada sterrata che scorre lungo il torrente Pioverna sino alla Chiesetta dei Grassi Lunghi. Da qui, si prende a sinistra e si prosegue sino ad incontrare un bivio. Da qui, si prende il sentiero a destra e, seguendo i bolli, si arriva al Rifugio Pialleral attraverso i boschi di faggio. Sentiero 31A Itinerario: Colle di Balisio - Cornisella Tempo di percorrenza: h. 1,30 Caratteristiche: misto, bosco Descrizione: Il sentiero parte dal Colle di Balisio e prosegue per la strada sterrata che scorre lungo il torrente Pioverna sino alla Chiesetta dei Grassi Lunghi. Da qui, si prosegue sulla strada sterrata a destra sino ad arrivare ai primi tornanti che portano in località Brunino. Arrivati sui tornanti, prendere il sentiero che sale sulla sinistra e seguirlo sino alle Cascine per poi proseguire in piano sino alla Cappelletta di Cornisella. Sentiero 32 Itinerario: Colle di Balisio Buco di Grigna Bocchetta di Val Mala Tempo di percorrenza: h. 3 Difficoltà: molto impegnativo Descrizione: Il sentiero parte dal Colle di Balisio e prosegue per la strada sterrata che scorre lungo il torrente Pioverna sino alla Chiesetta dei Grassi Lunghi. Da qui, si prende la strada sterrata a sinistra verso il Pialleral. All incrocio con la Traversata bassa (sentiero n. 6), seguire il sentiero per la località Campione e proseguire sino all incrocio con la Traversata alta per poi arrivare al Buco di Grigna e quindi alla Bocchetta di Val Mala. Poco distante dalla località Cascine Vecchie ci sono le sorgenti del torrente Pioverna. CAI Ballabio - Club Alpino Italiano, Sottosezione di Lecco - Ballabio, Via Leonardo Da Vinci 4 - tel. 0341 230547 Comune di Ballabio, Via Mazzini 2 - tel. 0341 530111 www.comune.ballabio.lc.it - info@comune.ballabio.lc.it 6