Promozione della Cittadinanza Europea Attiva

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
CARTA GIOVANI PROGETTO BANDO ALLE CIANCE

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012

PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI

Modulo di domanda 1 Progetto per la promozione di DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE

Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni. Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni

Il messaggio di Archimede

Europrogettazione

PROGETTO EDUCAZIONE CIVICA Alla ricerca del cittadino perduto

A.S. 2015/2016. RAPPRESENTANZA, RESPONSABILITA, PARTECIPAZIONE (punti di forza e

Antenna Europe Direct della Regione Lombardia.

Istituzione CABINA DI REGIA Agenda 21 Locale

Il Piano di comunicazione

PROGETTO New Green Generation BANDO DI CONCORSO. (approvato con determina dirigenziale n.87 del 16/01/2013)

PROGETTO L EUROPA PER I PICCOLI

Orientamento, conoscere per scegliere. Educazione alla cittadinanza europea

Progettazione sociale 2014 VADEMECUM

100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza

C I T T A DIN I. ( Percorsi educativi per una città vivibile)

Progetto di cittadinanza attiva

BANDO CONCORSO FOTOGRAFICO E DI DOCUMENTAZIONE L UMBRIA E I SUOI PAESAGGI NELLA MEMORIA STORICA

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

LA STRATEGIA OBIETTIVI GENERALI

Il Responsabile dell Area amministrativo-contabile. Avvisa. che con deliberazione consiliare n. 22 del 31 luglio 2007 è stato approvato il REGOLAMENTO

Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità

COMMISSIONE FORMAZIONE

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

Europa per i cittadini

PROPOSTE DI IDEE E PROGETTI INNOVATIVI

Bando di concorso dedicato ai giovani sulla grafica web

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

POAT. Europa per i Cittadini. Presentare una proposta di progetto. Comune di Agrigento Giovedì 14 Maggio 2015

VADEMECUM UFFICIO PACE

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA

Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud. Università Ca Foscari. Venezia, 10 febbraio 2010

POR FESR Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

EUROPROGETTAZIONE. VII Edizione

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI MARCHE PROGRAMMA FORMATIVO ANNO 2015

PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA M.I.U.R.

Progetto regionale Cittadini sempre SCHEDA INTERVENTO LOCALE

PIANO DI COMUNICAZIONE

Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile

Women In Development UN MODELLO EUROPEO PER LO SVILUPPO LOCALE GENDER ORIENTED PIANO DI COMUNICAZIONE

Europrogettazione

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA

ABSTRACT PROGETTO DIDATTICO

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO. 1) Ente proponente il progetto:

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

L Osservatorio nazionale Smart City Per una via italiana alle Smart Cities. Gennaio 2015 Valentina Piersanti

DIRITTO AL FUTURO. Bamboccioni a chi?

Le attività di comunicazione e diffusione dei risultati di progetto

1) SOGGETTI AMMISSIBILI

Piacenza EXPO S.p.A. Via Medardo Tirotti, Piacenza

A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia di Bologna

LA CULTURA DEI DIRITTI UMANI PER UNA SOCIETÀ POSSIBILE

La Memoria genera Speranza


DIVERSI COME ME: percorsi di integrazione sociale e promozione interculturale rivolti a cittadini e famiglie straniere.

METTI IN MOTO IL TALENTO

PROTOCOLLO D INTESA PREMESSO CHE

Progetto L Europrogettazione a Scuola: opportunità di studio, lavoro e formazione nell U.E.

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione)

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) Facoltà di Scienze

Piano Formativo Crescere professionisti del Lavoro Sociale a cura della Commissione Formazione. anno 2015

PROGETTO DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE

PRESENTAZIONE PROGETTO L ALBERO DEI SORRISI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

Finanziamenti per i gemellaggi Lecce, 14 ottobre Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point

In fase iniziale, giugno/luglio 2011, si è resa necessaria soprattutto un attività di sensibilizzazione

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Vederci Chiaro!

SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DELLE ALLEANZE LOCALI IN MATERIA DI CONCILIAZIONE FAMIGLIA-LAVORO

Progetto della Federazione Italiana Pallavolo per la Scuola Primaria

Unione Europea. il FUTURO nella RETE. Rete Rurale Nazionale ITALIA. Rete di reti nel Network Europeo per lo Sviluppo Rurale

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010

Giosue Carducci: audioguida on line per smartphone

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO

1. Servizio / Ufficio! Politiche giovanili. 2. Dirigente! Isabella Magnani. 4. Referente per la comunicazione! Antonella Muccioli

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA

FESTIVAL FILOSOFARTI DI GALLARATE INDICE IL BANDO DI CONCORSO CREA TU IL LOGO DI FILOSOFARTI

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Good Food in Good Fashion Milano Moda Donna Settembre 2013

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

AlpCoRe ALPI COMPETITIVE E RESPONSABILI

REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

FondItalia fa un salto da te

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste Vita di casa Ambito/settore di intervento

COMUNICATO STAMPA Mendrisio, 18 marzo 2008 Conferenza stampa del ore Mendrisio

Protocollo di Intesa per la realizzazione di una casa per la semiautonomia per donne e minori

Advertisement
Transcript:

Promozione della Cittadinanza Europea Attiva

Promozione della Cittadinanza Europea Attiva L avvio del progetto: su Il Quotidiano della Calabria si parla del progetto In.Form.Azione L Idea Gli Obiettivi Le Attività Il Calendario

. su Il Quotidiano della Calabria si parla del Progetto In.Form.Azione Obiettivo: Avvicinare i cittadini calabresi all Unione Europea Ha preso il via, nei giorni scorsi, il Progetto In.Form.Azione, in viaggio per la Nuova Europa, il cui obiettivo principale è avvicinare i cittadini della Calabria all Unione Europea e, in particolare, di renderli partecipi al processo di costruzione della Nuova Europa. Il progetto, che si inserisce nel programma europeo Promozione della Cittadinanza Europea Attiva, è stato presentato dall Associazione fra ex Consiglieri Regionali della Calabria, che si è avvalsa per la progettazione della cooperativa R.E.S. Il progetto è cofinanziato dalla Commissione Europea-Direzione Generale dell Educazione e della Cultura. Il suo scopo-si legge in una nota-è quello di rendere espliciti e sviluppare i collegamenti tra i valori etici e la politica dell unione Europea e di promuovere la cittadinanza europea attiva attraverso un nuovo e più profondo modo di vedere le opportunità da essa offerte. L obiettivo sarà perseguito attraverso la diffusione di una maggiore conoscenza da parte dei cittadini calabresi: della storia dell Unione Europea e delle sue Istituzioni; dei valori ispiratori della Carta dei Diritti e della Costituzione dell Unione Europea assieme alla consapevolezza che questi valori devono essere comuni a tutti gli stati membri; delle Politiche dell Unione ispirate da valori etici condivisi; degli Strumenti che l Unione ha adottato e adotta per promuovere le sue politiche. Attraverso diversi strumenti e diverse attività il progetto raggiungerà studenti, giovani operatori dell associazionismo e del volontariato e molti semplici cittadini delle province calabresi e stimolerà la riflessione e il dibattito sui collegamenti tra i valori etici dell Unione Europea e le sue politiche oltre che sull identità europea. Verranno utilizzati prosegue il comunicato questi strumenti. L allestimento di un vettore (treno o autobus) che effettuerà percorsi nel cuore della Calabria sostando con diverse tappe in scuole e piazze significative, realizzando diversi momenti di animazione e socializzazione su alcuni dei temi di fondo dell Europa: Unione, Diversità, Pace, Sicurezza, Protezione dell ambiente; la realizzazione di un Vademecum del Cittadino Europeo e di diverso materiale illustrativo il cui scopo sarà quello di divulgare in modo semplice e diretto l allargamento dell Unione; la realizzazione di alcune giornate di laboratorio creativo ed esperienziale su uno o più dei seguenti temi: identità e diversità, valorizzazione dell ambiente, come strumento di partecipazione; pari opportunità tra uomini e donne come valore essenzialmente europeo.

L intero progetto, che durerà circa un anno, è condotto dall Associazione fra ex Consiglieri Regionali della Calabria, capofila del progetto, e sarà coordinato dalla dottoressa Valentina Taverna. L animazione locale, nell ambito del territorio sul quale operano, verrà affidata invece agli altri partners del progetto: associazione culturale 18 Settembre 2003, Santo Stefano in Aspromonte; Centro d Iniziativa Riforme Democrazia Diritti, Lamezia Terme; associazione civica il Cittadino, organizzazione non lucrativa di utilità sociale, Crotone. Il progetto è stato presentato da Antonio Lombardo, della coop. RES. Ha introdotto i lavori, presieduti dall Onorevole Fittante, Stefano Priolo, presidente dell Associazione ex Consiglieri Regionali della Calabria. Sono intervenuti il sottosegretario alla presidenza della Giunta Regionale, Vincenzo Falcone, il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, i rappresentanti delle associazioni partners. Ha concluso l incontro Anton Giulio Galati, vicepresidente dell associazione ex Consiglieri Regionali della Calabria. Il progetto nasce dalla constatazione che molti calabresi si sentono cittadini europei solo quando vengono a diretto contatto con le opportunità finanziarie che l'unione mette a disposizione attraverso i fondi strutturali. A questa concezione, frutto di una scarsa riflessione - e spesso di una scarsa conoscenza - sul vero significato delle istituzioni europee, si contrappone l'idea di fondo del progetto che vuole stimolare i cittadini calabresi a pensare all'europa allargata come uno spazio comune fatto di valori etici e politiche prima che di strumenti operativi e sostegni finanziari. Lo scopo del progetto è quindi quello di rendere espliciti e sviluppare i collegamenti tra i valori etici e la politica e di promuovere la cittadinanza europea attiva attraverso un nuovo e più profondo modo di vedere le opportunità offerte dall'unione Europea. Per questo motivo, nella certezza che solo ricostruendo le motivazioni che hanno indotto gli stati membri a costruire l Unione, i cittadini calabresi potranno comprenderne sino in fondo lo spirito, l idea progettuale si rivolge ai seguenti gruppi- target: - comunità locali (10 comuni calabresi) - scuole (10 scuole calabresi) - associazioni e agenzie per l animazione territoriale (20 associazioni) I beneficiari diretti saranno i cittadini delle comunità calabresi (almeno 200), gli studenti delle scuole (almeno 200) e i responsabili e gli operatori delle associazioni (almeno 150). Alla sua conclusione, il progetto dovrà aver significativamente avvicinato i cittadini calabresi all Unione Europea, intesa non più come un ulteriore forma di assistenza ma una comunità allargata, con una storia e un identità comune, che supera i nazionalismi ma non cancella, anzi valorizza, le tradizioni e lo spirito locale ed esalta

l innovazione. L impatto previsto è, pertanto, un mutamento radicale nella coscienza dei cittadini che beneficeranno del progetto, i quali potranno a loro volta divenire agenti d informazione comunitaria e cittadini europei attivi presso le proprie comunità locali. Tale mutamento sarà concretizzato dalla costituzione, anche informale delle antenne locali, che potranno proseguire gli obiettivi progettuali e sono la motivazione prima alla terza voce del titolo di tale proposta: Azione. devono essere comuni a tutti gli stati membri; - diffusione di una maggiore conoscenza da parte dei cittadini calabresi delle politiche dell Unione, ispirate da valori etici di fondo; - diffusione di una maggiore conoscenza da parte dei cittadini calabresi degli strumenti che l Unione ha adottato e adotta per promuovere le sue politiche. Il principale obiettivo è quello di avvicinare i cittadini di una regione periferica del Sud d'italia (la Calabria) all'unione Europea e in particolare di renderli partecipi al processo di costruzione della "Nuova Europa" che con la firma del Trattato Costituzione di qualche giorno fa ha segnato un passo in avanti importantissimo. Tale obiettivo generale sarà perseguito attraverso i seguenti obiettivi specifici: - diffusione di una maggiore conoscenza da parte dei cittadini calabresi della storia dell Unione Europea e delle sue Istituzioni, dalla nascita sino alla firma del Trattato Costituzionale; - diffusione di una maggiore conoscenza da parte dei cittadini calabresi dei valori ispiratori la Carta dei Diritti e la Costituzione dell Unione Europea e della consapevolezza che tali valori sono e Per raggiungere l obiettivo generale e gli obiettivi specifici previsti, il progetto prevede le seguenti operazioni: - realizzazione di un protocollo d intesa con le Ferrovie per l affitto di un vagone in treni a breve percorrenza su tratte identificate a monte in modo da poter coprire l intero territorio regionale. Su tali treni verranno allestiti un punto d informazione comunitaria sulla storia, le Istituzioni, le politiche e gli strumenti dell Unione e una mostra itinerante sul tema Uniti nella diversità. Ciascun treno, effettuerà un percorso simbolico nel cuore della regione e ad ogni tappa corrisponderà l attività di front-office presso la stazione della comunità scelta e la realizzazione di un momento di animazione presso un punto d incontro e socializzazione della medesima comunità su alcuni dei temi di fondo dell Europa: Unione, Diversità, Pace, Sicurezza, Protezione dell ambiente. Il percorso sarà composto da 10 tappe (alcune

in Centri urbani significativi della Sila e della Piana di Gioia Tauro) su tutto il territorio regionale - realizzazione di materiale illustrativo (cartoline) sui numeri dell Unione Europea (quanti siamo? quante lingue? quante culture? quante religioni?...etc), che verrà diffuso durante le soste nelle tappe prescelte, il cui scopo sarà quello di divulgare in modo semplice e diretto l allargamento dell Unione. -realizzazione di un vademecum del Cittadino Europeo che verrà diffuso con le medesima modalità di cui al punto precedente, il cui scopo sarà quello di illustrare il significato della Cittadinanza europea (la realizzazione di questa attività verrà affidata alla cooperativa sociale di tipo B R.E.S. Rete per l economia solidale- Ricerca Europa Sviluppo ); - individuazione di 5 scuole pilota, nelle quali realizzare 1 giornata di laboratorio creativo ed esperenziale su uno o più dei seguenti temi: Identità e diversità, valorizzazione dell ambiente come strumento di partecipazione; pari opportunità fra uomini e donne come valore essenzialmente europeo (la realizzazione di questa attività verrà affidata alla cooperativa sociale di tipo B R.E.S. Rete per l economia solidale-ricerca Europa Sviluppo ); - individuazione di almeno tre organismi o associazioni che potranno, anche al termine del progetto proporsi come antenne locali per la promozione della cittadinanza europea, presso le quali verrà allestita una mostra permanente sul tema dell Unione nella Diversità. -realizzazione di un video, girato durante le singole tappe del progetto per spiegare gli elementi che il progetto ha saputo trasferire alle comunità locali e gli elementi che le comunità locali hanno saputo trasferire al progetto. - realizzazione di una news letter elettronica riguardante le opportunità offerte dall Unione europea per quanto riguarda le politiche giovanili, da inviare con cadenza periodica e per tutta la durata del progetto alle scuole che vi aderiranno. -realizzazione del sito del progetto. Per quanto attiene la diffusione dell iniziativa, l Associazione ex consiglieri regionali della Calabria si impegna ad associare ai temi del progetto le testimonianze di personaggi conosciuti e apprezzati per le loro qualità nei campi dello sport, spettacolo, comunicazione, politica, Istituzioni etc I risultati del progetto saranno diffusi attraverso i mass-media regionali, attraverso la realizzazione del video del viaggio ferroviario, che verrà simbolicamente portato a Bruxelles e attraverso il sito internet del progetto e l elaborazione della news letter. Inoltre si prevede la realizzazione di un seminario pubblico di lancio dell iniziativa e di un convegno conclusivo in cui verranno presi impegni concreti per assicurare un prosieguo all attività divulgativa (nascita di info point Europa).

Tipi di attività (es. Conferenza, attività di rete, pubblicazioni, materiali formativi ) Contenuto (brevi accenni) Quantitativo (es. Numero di gruppi target raggiunti, di manifestazioni o di copie) Mostra Uniti nella diversità Materiale informativo: cartoline Pubblicazione: vademecum del cittadino europeo Laboratori creativi Video Newsletter elettronica sito internet Seminari e convegni La mostra si articolerà in 10 pannelli mobili e una postazione multimediale che rappresenteranno, attraverso testi e immagini, da un lato la mappa delle culture presenti in Europa (con informazioni sui singoli Stati Membri) e dall altro i vantaggi dello stare insieme. Le cartoline conterranno riferimenti ai numeri dell Unione Europea (quanti siamo? quante lingue? quante culture? quante religioni?...etc), e serviranno a divulgare in modo semplice e diretto il senso dell allargamento dell Unione. Il vademecum conterrà una prima parte relativa ai valori etici dell Unione con particolare riferimento a unione-diversità, pace-sicurezza e una seconda parte di approfondimento sulle politiche e gli strumenti relativi a 1) istruzione, formazione, occupazione (a partire dagli articoli III 219 e III 282 del nuovo trattato costituzionale); 2) ambiente e sostenibilità (a partire dagli articoli III 119 e III 233, del nuovo trattato costituzionale); 3) pari opportunità fra uomini e donne (a partire dagli articoli II 83, II 93, III 116, III 214, del nuovo trattato costituzionale). I laboratori verteranno su uno o più dei seguenti temi: Identità e della Diversità, la valorizzazione dell ambiente come strumento di partecipazione; le pari opportunità fra uomini e donne come valore essenzialmente europeo Il video sarà girato durante le singole tappe del progetto e conterrà gli elementi che il progetto ha saputo trasferire alle comunità locali e gli elementi che le comunità locali hanno saputo trasferire al progetto. I contenuti della newsletter riguarderanno le opportunità offerte dall Unione europea per quanto riguarda le politiche giovanili e la promozione della cittadinanza. Il sito conterrà gli elementi esplicativi del progetto, i risultati, l esito delle attività di valutazione e monitoraggio. Ospiterà testimonianze di personaggi noti sull importanza di appartenere alla grande e variegata comunità dell unione Europea. Il progetto sarà lanciato con un seminario che illustrerà i contenuti, le metodologie e i risultati attesi. Alla fine del progetto verrà realizzato un convegno in cui si illustreranno i risultati del percorso attraverso la Calabria e si produrranno le testimonianze di quanti hanno colto l occasione di cogliere Un treno per l Europa. 10 pannelli e 1 postazione multimediale. 1.000 visitatori 1.000 copie 100 copie (sarà richiesta modifica per 1000 copie) 5 giornate (100 studenti) 10 copie 5 numeri 1.000 visitatori 2 giornate

Febbraio 2006 Riunioni di coordinamento Incontri Partners del progetto Realizzazione logo Attività di monitoraggio Bozza vademecum Marzo 2006 Riunioni di coordinamento Incontri Partners del progetto Realizzazione Laboratorio Locri Realizzazione Laboratorio Reggio Calabria Uscita 2^ News Letter Stesura definitiva vademecum Realizzazione sito del progetto Realizzazione Materiale per Mostra itinerante Aprile 2004 Riunioni di coordinamento Incontri Partners del progetto Realizzazione Laboratorio Crotone Realizzazione Laboratorio Cosenza Realizzazione Laboratorio Lamezia Terme Uscita 3^ News Letter Realizzazione Materiale informativo Attività di monitoraggio Protocollo con vettore per Tappe