Il mistero della croce nella vita e nella dottrina del ven. Mons. Giuseppe Di Donna

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il mistero della croce nella vita e nella dottrina del ven. Mons. Giuseppe Di Donna"

Transcript

1 Il mistero della croce nella vita e nella dottrina del ven. Mons. Giuseppe Di Donna 1. S. Tommaso d Aquino, un santo che il Venerabile Mons. Giuseppe Di Donna ha tanto amato quando era giovane studente tanto da trascrivere nei suoi Appunti Spirituali gli elogi dei sommi pontefici alla dottrina di S. Tommaso, in una sua <<Conferenza sopra il Credo>> traccia il cammino spirituale di chi desidera dare un orientamento alla propria vita: Cristo e la sua croce. Chiunque vuol vivere in perfezione non faccia altro che disprezzare quello che Cristo disprezzò sulla croce, e desiderare quello che egli desiderò. Nessun esempio di virtù infatti è assente dalla croce. E S. Tommaso continua enumerando gli esempi di carità, di pazienza, di umiltà, di obbedienza, e di disprezzo delle cose terrene che egli scopre nella croce di Gesù. Il santo teologo e cantore estatico dell Eucaristia, contempla e addita all imitazione di tutti il Cristo fatto obbediente fino alla morte di croce: Egli è nudo sulla croce, schernito, sputacchiato, percosso, coronato di spine, abbeverato con aceto e fiele. Chi sa quante volte da bambino Giuseppe Di Donna ha affrontato la strada in salita che mena al convento dei Cappuccini e ha contemplato il Crocifisso che il popolo di Rutigliano da secoli venera nella piccola chiesa. Chi sa quante volte ha accompagnato il fratello D. Giambattista alla chiesa di S. Rocco e ha pregato dinanzi all immagine della Madonna Addolorata, della cui confraternita il fratello era stato nominato rettore onorario il 17 Febbraio Il piccolo Giuseppe Di Donna nella Quaresima del 1912 era rimasto affascinato dall abito del religioso trinitario invitato dall arciprete Mons. Nicola Antonelli a tenere la predicazione al popolo. Quella grande croce rossa e azzurra sull abito bianco gli aveva rivelato il mistero del Dio Trinità che è Amore che crea (Padre), che rivela (Figlio) e che santifica (Spirito). 2. Il P. Gabriele Cipriani per il periodo della formazione ricorda l impegno del confratello Fr. Giuseppe nell osservare le Costumanze dell Ordine che assegnano alcune mortificazioni volontarie pubblicamente in refettorio nei giorni di digiuno in Avvento e in Quaresima: Fr. Giuseppe era sempre tra i primi a praticarle, quasi che vi trovasse un trasporto e una gioia. Così rimaneva con le braccia in Croce per alcuni minuti, baciava i piedi in ginocchio a tutti i religiosi, riceveva da ognuno lo schiaffo, portava la croce sulle spalle, si privava della frutta ed esercitava innumerevoli altre mortificazioni. Lo stesso P. Gabriele testimonia che Fr. Giuseppino eseguiva le penitenze suggerite dal P. Andrea Campanile di S. Agnese: l aver un sasso per cuscino, portare per qualche tempo il cilicio, darsi la disciplina, mangiare per terra nel refettorio con pane ed acqua, recitare le colpe davanti alla comunità. Durante l anno del noviziato a Livorno egli è stato nel convento dei PP. Trinitari di S. Ferdinando a Livorno la cui chiesa il popolo chiama la chiesa della crocetta riferendosi alla croce trinitaria che splende sulla facciata. Fr. Giuseppe della Vergine, ormai convinto della sua vocazione missionaria e aveva cercato di convincere anche la mamma nella lettera commovente del 15 Ottobre 1925 quando aveva scritto: Pensate anche a questo che il Signore benedice più quell opera buona che costa più sacrifici, e se quindi la mia andata laggiù costerà qualche sacrificio più degli altri, speriamo che il Signore benedica anche di più la mia opera laggiù e possa consolare voi e me con l abbondanza dei frutti che si raccoglieranno. 1 / 5

2 3. Finalmente il 26 Marzo 1926 egli nello spirito sale la vetta del Calvario e celebra lo Sposalizio con la Croce>>. Egli ne redige anche l atto: <<Oggi, 26 Marzo Venerdì di Passione Festa dei dolori di Maria. Primo giorno di nuova vita. SPOSALIZIO TRA LA CROCE E ME. Sua dote: GESU. Mia dote: Non bere mai fuori pasto. Non cercare comode posizioni. Pregando non appoggiarsi. Ogni giorno 5 PATER, Ave Gloria e Trisagio con le mani in croce. Con animo generoso andarle incontro quando viene. Mi obbligo di più ad accresce giornalmente con atti non previsti nel contratto tal dote. Firmato: + Sposa P. Giuseppe, sposo Gesù in Sacramento, teste e mallevadore. Ave Crux, spes unica! Per te me recipiat qui per Te me redemit.>> Egli ci tiene a corredare l atto dello sposalizio con <<le promesse>> che poi sono modificate con il consenso del P. Spirituale. Da sottolineare che circa la recita quotidiana dei 5 Pater Ave e Gloria egli precisa la sua posizione di offerta, unita a quella di Cristo in croce: Recitare ogni giorno 5 Pater Ave Gloria con le braccia stese, se sono completamente solo, altrimenti con le braccia in croce sul petto. Ancora dopo aver appuntato le risoluzioni il sesto giorno degli esercizi spirituali in preparazione alla partenza per il Madagascar egli nel nota bene puntualizza i <<Vantaggi della Croce>>: Si diviene simili a Gesù. Ci distacca il cuore dai beni mondani. Ci fa avanzare molto nell amore di Gesù. Ci rende cari al Cuore di Dio. Ci fa trionfare del demonio. Ci fa strumenti atti nelle mani di Dio per convertire le anime. Ci riempie di spirituale dolcezza. Non manca di scoprire nel mistero della croce il rifugio sicuro per le sue fragilità e nella preghiera Refugium chiede a Gesù: Quando il mio cuore, spaventate dalle ignominie che l aspettano, vorrà ritirarsi della via intrapresa per Vostra Gloria, o Gesù, la vostra Passione sarà la mia forza.quando l anima mia si troverà macchiata di qualche colpa, o Gesù, il vostro Preziosissimo Sangue sarà il mio pronto lavacro. Quando l anima mia cercherà qualche consolazione, o Gesù, le vostre Piaghe sacralissime saranno la sorgente delle mie consolazioni. Quando le mie croci sembreranno impossibili a sopportarsi, o Gesù, la vostra Croce alleggerirà le mie. A ricordare questo rapporto sponsale con la croce egli recupera due asticelle di legno e le inchioda a forma di croce e poi vi inserisce dei chiodini realizzando così un semplice e rudimentale anello nuziale che poggia sul petto, proprio vicino al cuore. 4. Il giogo liberante della croce egli lo riceve ancora il 4 Giugno 1926 dal Rev.mo P. Ministro Generale dell Ordine Fr. Francesco Saverio dell Immacolata Pellérin durante la S. Messa solenne celebrata nella Chiesa di S. Tommaso in Formis nel rito dell invio dei PP. Redentori con la consegna del crocifisso missionario, conservato ancora come reliquia. Il crocifisso ha alle quattro estremità trilobate (chiaro riferimento al mistero della SS. Trinità) l incisione di quattro simboli della passione: la scala, la colonna, la tenaglia e la spugna sulla canna. E sarà all insegna della croce che egli lavorerà per la diffusione del regno sociale di Cristo prima nell isola verde del Madagascar e poi nella diocesi di Andria per dare gloria alla SS.ma Trinità e liberare i fratelli dalla schiavitù del peccato. Sarà l amore alla croce a suggerirgli una particolare devozione al Sacro Cuore di Gesù che poi ritroviamo alla base dell atto di offerta alla SS. Vergine e di unione al Cuore SS. di Gesù (15 Febbraio 1930) nel quale egli raggiunge i vertici della mistica immolatoria in quanto dichiara: Io 2 / 5

3 Fr. Giuseppe della Vergine, spontaneamente e di pieno consenso mi do tutto anzi mi getto con tutto ciò che mi riguarda nel tempo e nell eternità nel Cuore SS. di Nostro Signore Gesù Cristo per unirmi, anzi perdermi e annientarmi in esso. Ed è sempre la croce a suggerirgli la decisa volontà dello spogliamento totale chiesto con queste parole: Datemi, S. Cuore di Gesù, la vostra grazia, affinché io mi spogli completamente di me e viva in Voi, secondo la vostra santa Volontà. Credo Gesù al vostro amore per me. Nell esame di coscienza del ritiro spirituale l 11 Agosto 1932 egli non dimentica di esaminarsi sulle promesse della S. Croce e rileva: In quanto a frenarmi, ho mancanze più di prima. Durante gli esercizi spirituali del 1932 egli rivede le promesse dello sposalizio con la Croce e precisa: Reciterò ogni giorno 5 Pater Ave gloria con le mani in croce o incrociate sul petto. Applicherò la croce sul petto durante il pasto. Circa le promesse connesse con lo sposalizio con la croce egli con onestà confessa: Quelle che riguardano la mortificazione non l ho osservata bene, come pur ho avuto con precipitazione qualche volta. Nei suoi Appunti spirituali ritroviamo accenti mistici: (La croce) la devo amare di più. Sinché non si dà tutto, non si è dato niente. Per vivere sempre in croce, unirsi a Gesù sofferente internamente ed esternamente. Più si vivrà unito a Gesù sofferente e più sarà vero vivere in croce, benché non ci siano altre croci personali. Morire a sé stesso (3 Luglio 1932). Più tardi P. Pietro Arriortua testimonierà nel processo canonico che dovendo fare l inventario degli oggetti lasciati nella camera del P. Giuseppe della Vergine che era partito per l Italia e con la nomina a vescovo di Andria, non poteva più ritornare, egli scopre due crocifissi, l uno abbastanza usato e l altro nuovo: L uno e l altro portavano dei chiodi sul legno, e questi erano macchiati di sangue. Erano, io credo, degli strumenti di mortificazione che egli portava sul petto. 5. Nominato dal papa Pio XII vescovo di Andria nel primo saluto alla sua diletta diocesi, scritto il 23 Aprile 1940, egli ringrazia per la singolare prova di fede e di devozione di tutto il clero, le autorità e i fedeli per il simbolico e graditissimo dono della croce pettorale e collana. Nel piovoso pomeriggio del 5 Maggio 1940 il primo suo gesto è così descritto da Mons. Lorenzo D Angelo: Chi vide in quel lontano pomeriggio di maggio la sua bianca figura scendere dall auto all ingresso della città di Andria, inginocchiarsi in mezzo alla via, baciare il Crocifisso e poi curvarsi a baciare la terra malgrado la pioggia e il fango, dovette presagire bene del nuovo Vescovo. Vi era in quel gesto la semplicità e l ardore del missionario. E tale rimase in seguito la figura spirituale di S. Ecc. Mons. Di Donna. Semplice nel gesto, scarno nella parola, instancabile nell azione apostolica, penitente nella vita: è stato sempre così. Il Prevosto D. Vincenzo D Oria testimonia nel processo canonico di Andria: Prendeva su di sé tutte le azioni crocifiggenti, tutti i piccoli e grandi doveri: questa la sua vera croce di Vescovo, e non quella che splendeva sul petto: croce che faceva salire in alto, sulla Diocesi, sul mondo, come scudo di protezione. Nei suoi Appunti spirituali egli scrive: E con la Croce che Gesù ha salvato il mondo. E con la croce che posso anch io concorrere a salvarlo. 6. Con parole semplici nel volumetto stampato nel 1949 nella ricorrenza del suo XXV di sacerdozio dal titolo Culto e Devozione alla Santissima Trinità egli spiega il segno della croce: Merita una particolare attenzione il segno della Croce, il quale deve essere la pratica più costante del cristiano, come quello che è in pari tempo una professione di fede e un arma potentissima per vincere le tentazioni, mentre è anche una pratica molto importante nella devozione alla SS. Trinità. nel segno della Croce abbiamo la professione dei due principali misteri della fede, che sono l unità e Trinità di Dio e la passione e morte di N. S. Gesù Cristo. 3 / 5

4 Perciò il segno della Croce è stato in tutti i tempi il contrassegno del vero cristiano. In esso hanno trovato la forza i martiri, per compiere con eroismo cristiano il sacrificio della loro vita, prima di salire il patibolo o piegare la testa al colpo del carnefice. Di esso si sono armati i Santi per superare il demonio. Il segno della Croce, come nell apparizione a Costantino, è sempre caparra di vittoria: <<In hoc signo vinces>>. Ma il segno della Croce, perché abbia la sua efficacia, deve essere fatto bene. Due cose vi concorrono: il nominare bene le parole: <<In nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo. Amen.>>, e il compiere bene il sacro rito, facendo con devozione i movimenti della mano nel mentre che si pronunziano le parole corrispondenti. Nel segno della Croce fatto bene si hanno i seguenti movimenti: la mano sinistra si posa sul petto, mentre la destra si porta alla fronte, dicendo: <<In nome del Padre>>; di là al petto, dicendo <<e del Figliuolo>>; di là alla spalla sinistra e indi alla destra, dicendo: <<e dello Spirito Santo>>; infine, congiungendo le mani in atto di preghiera, si dice: <<Amen>>. In questi movimenti accompagnati dalle suddette parole si ha il compendio di tutta la dottrina sulla SS. Trinità e sulla redenzione. La mano sinistra immobile sul petto è l espressine dell unità di natura delle tre Divine Persone, che resta la stessa, immutata in tutti e Tre. Lo stesso dice la parola: <<In nome>> espressa al singolare. La partenza dei movimenti dalla fronte, nominando il Padre è l espressione dell essere il Padre il principio delle altre due Divine Persone e procedere da Lui il Figlio per via della mente, come il pensiero nostro ha origine nella testa. La mano che si porta dalla fronte al petto è l espressione del Figliuolo incarnatosi nel seno purissimo di Maria Vergine. La mano che tocca le due spalle, la sinistra prima e la destra poi, mentre si dice: <<e dello Spirito Santo>> è l espressione della processione dello Spirito Santo dal Padre e dal Figlio. Lo stesso movimento della mano da sinistra a destra esprime l ordine della processione dello spirito Santo dal padre e dal Figlio. La spalla, ossia il lato sinistro, rappresenta il padre, e la destra il Figlio, perché del figlio è detto nella s. Scrittura che siede alla destra del Padre, quindi il Padre è alla Sua sinistra. Questo simbolismo è tanto vero che i Russi ortodossi, i quali negano la processione dello Spirito Santo dal Figlio, non si segnano da sinistra a destra, ma viceversa. Il passaggio della mano da sinistra a destra esprime anche l effetto della Redenzione che ci ha trasferiti da sinistra a destra, liberandoci dalla maledizione eterna, e ottenendoci la benedizione di Dio Padre. In fine la congiunzione delle due mani innanzi al petto, dicendo: <<Così sia>>è l espressione dell esistenza della Trinità delle Persone nell unità della natura. O segno veramente santo e potente, compendio di tutta la fede cattolica, tu sarai d ora innanzi la mia gloria e la mia protezione contro i miei nemici visibili ed invisibili, in vita ed in morte. Da te io trarrò la mia forza; di te io mi servirò in tutte le circostanze della mia vita liete o tristi, per trovarvi forza e conforto e per professare apertamente la mia fede in Cristo Redentore e nel,l individua e Augustissima Trinità. (pp ) Alla luce di questa interpretazione trinitaria della Croce si spiega anche la sua conseguente abitudine di sostituire a volte (la prima documentazione è nella lettera dell 11 Aprile 1946) la tradizione acclamazione alla Santissima Trinità ( B. S. SS. T.: Benedicta Sit Sanctissima Trinitas) quale incipit alle sue lettere con il semplice segno di croce prima del luogo e della data. Alla luce della croce egli diventa angelo di consolazione e di speranza per tutti. Il 4 Gennaio 1948 esortava la cugina Sr. Silvia con queste parole: Imploro per voi tutte quelle grazie che valgano a santificarvi in mezzo alle sofferenze spirituali e corporali cui andate soggetta. Al suo 4 / 5

5 collaboratore sig. Orazio Sipone egli scrive in data 28 Agosto 1949: Fatevi coraggio. Il tempo della sofferenza è duro ma è il più prezioso per l eternità. Non ne perdete il merito. Più tardi, cioè il 16 Ottobre 1949, nella sua riflessione si ispira a S. Francesco d Assisi e così scrive allo stesso Orazio: Mi fanno pena le sofferenze che vi affliggono, ma sono sicuro che le sopporterete tutte con animo grande, cantando con S. Francesco: Lodato sia mio Signore Altissimo. Se sono molte e straordinarie le sofferenze quaggiù, non dubitate sarà grande la ricompensa che il Signore vi darà.. 7. Ed egli portava sul petto ben visibile la croce episcopale, sulla spalla sinistra la crocetta trinitaria rossa e azzurra e poi ben nascosta insieme al cilicio la croce in legno alta cm. 15 e larga cm 10 tutta trapassata dai chiodi con le punte che uscivano fuori, e il cui uso il prudente Direttore Spirituale P. Angelo Romano aveva limitato al venerdì e all ora di pranzo. La scoperta della croce di legno chiodata fu fatta a Bari mentre il Dott. Luigi Losito si apprestava a fare una radiografia nella Clinica di Patologia Medica di Bari. Il mistero della croce lo aveva compenetrato nella carne con la sofferenza e nello spirito con la contemplazione del Signore crocifisso. Nella sosta alla Clinica Patologia Medica il P. Stefano Savanelli, raccoglie questo suo pensiero: Pregando e lavorando noi diamo a Dio quello che è Suo, ma soffrendo diamo a Lui qualcosa di nostro. Il Signore ha amato le anime e per esse si è fatto uomo, ma ha patito perché esse potessero avere la vera vita. Noi predicando spargiamo il seme, ma solo soffrendo lo potremo innaffiare perché fruttifichi. (17 Ottobre 1951). Allo stesso P. Stefano che lo assisteva confidava: Penso ai dolori di coloro che soffrivano prima del Cristianesimo: come doveva essere terribile, quale differenza per il dolore cristiano. Soffrire avanti lo sguardo di Gesù Crocifisso è veramente confortevole. Il 27 Ottobre 1951 allo stesso confratello diceva: Quando i dolori sono più intensi, alzo lo sguardo al cielo e penso che per essi posso più facilmente raggiungerlo. Penso alle anime che soffrono e sono lontane da Dio se vuole che io soffra, saprà darmi la forza di tutto affrontare per Lui. E poi, quando i dolori sono più forti, uno sguardo a Lui, una stretta al Crocifisso e sono consolato. Il mistero della croce che aveva illuminato la sua vita di religioso e di missionario in Madagascar e la sua missione episcopale nella diocesi di Andria rifulge nel suo spirito quando egli stesso è crocifisso sul letto del dolore: Caro Padre, per Crucem ad Lucem e spero che il Signore nella sua divina misericordia trasformi queste sofferenze in tante grazie sulle anime che mi sono affidate, specialmente sui miei diletti figli Sacerdoti. E nel segno della Croce egli consuma la sua vita a gloria della SS.ma Trinità e nel servizio di liberazione per i suoi fratelli. La lezione del mistero della croce di Gesù valida per tutti gli uomini egli la sintetizza in queste parole dette il 20 Ottobre 1951 a P. Stefano: Caro Padre, l uomo è l essere più sofferente. Ma come è grande e buono il Signore: ha dato ad esso una forza: la Fede! E un esempio: Gesù Cristo. Senza l una e l altro sarebbe impossibile affrontare il dolore, ma con l esempio di Gesù Cristo e la speranza del Cielo tutto è leggero, Deo gratias, semper Deo gratias!>>. Sac. Pasquale Pirulli Rutigliano 26 Marzo / 5

Litania di suffragio

Litania di suffragio Litania di suffragio La Litania che può essere usata nella processione dalla chiesa al cimitero nella solennità dei Santi, il 1 novembre. Si inizia in chiesa con il canto dei vespri, si fa la processione

Dettagli

Convento-Parrocchia Santa Maria delle Grazie - Squinzano-

Convento-Parrocchia Santa Maria delle Grazie - Squinzano- Convento-Parrocchia Santa Maria delle Grazie - Squinzano- . IL COMANDAMENTO DELL AMORE Ama il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta la mente, con tutta la forza. Ama il prossimo tuo come te stesso.

Dettagli

Le nostre preghiere. Questa Corona è formata da 33 grani divisi in tre gruppi di undici.

Le nostre preghiere. Questa Corona è formata da 33 grani divisi in tre gruppi di undici. Le nostre preghiere CORONA DEL DISCEPOLO Questa Corona è formata da 33 grani divisi in tre gruppi di undici. Dopo la crociera ci sono ancora tre grani e termina con un a Medaglia di tre Cuori. Iniziando

Dettagli

PREGHIERA DI BENEDETTO XVI PER LE VOCAZIONI. O Padre, fa' sorgere fra i cristiani. numerose e sante vocazioni al sacerdozio,

PREGHIERA DI BENEDETTO XVI PER LE VOCAZIONI. O Padre, fa' sorgere fra i cristiani. numerose e sante vocazioni al sacerdozio, PREGHIERA DI BENEDETTO XVI PER LE VOCAZIONI O Padre, fa' sorgere fra i cristiani numerose e sante vocazioni al sacerdozio, che mantengano viva la fede e custodiscano la grata memoria del tuo Figlio Gesù

Dettagli

LA NOSTRA MAMMA LUCIA CI PROTEGGE DAL CIELO...

LA NOSTRA MAMMA LUCIA CI PROTEGGE DAL CIELO... LA NOSTRA MAMMA LUCIA CI PROTEGGE DAL CIELO... ----------------------------------------------------------- 1 / 7 Messaggio del 2 dicembre 2016 Cari figli, il mio cuore materno sta piangendo mentre guarda

Dettagli

PARROCCHIA SANTA MARIA ASSUNTA Fossalto. Preghiera di benedizione della casa

PARROCCHIA SANTA MARIA ASSUNTA Fossalto. Preghiera di benedizione della casa PARROCCHIA SANTA MARIA ASSUNTA Fossalto Preghiera di benedizione della casa Benedizione pasquale della casa La benedizione Pasquale è una tradizione molto antica e ha come scopo di far entrare nella famiglia

Dettagli

RICEVI LO SPIRITO SANTO

RICEVI LO SPIRITO SANTO RICEVI LO SPIRITO SANTO SONO DIVENTATO GRANDE... DECIDO DI ESSERE AMICO DI GESÚ FOTO PER DECIDERE DEVO CONOSCERE CONOSCO LA STORIA DI GESÚ: GESÚ E NATO E DIVENTATO GRANDE ED AIUTAVA IL PAPA GIUSEPPE E

Dettagli

LITANIE MARIANE DOMENICANE. Signore, abbi pietà di noi. Cristo, abbi pietà di noi. Signore, abbi pietà di noi. Cristo, abbi pietà di noi

LITANIE MARIANE DOMENICANE. Signore, abbi pietà di noi. Cristo, abbi pietà di noi. Signore, abbi pietà di noi. Cristo, abbi pietà di noi LITANIE MARIANE DOMENICANE Signore, abbi pietà di noi Cristo, abbi pietà di noi Signore, abbi pietà di noi Cristo, abbi pietà di noi Cristo, ascoltaci Cristo esaudiscici Padre celeste, Dio, abbi misericordia

Dettagli

INDICE PREGHIERE QUOTIDIANE Preghiere del mattino Invocazioni varie

INDICE PREGHIERE QUOTIDIANE Preghiere del mattino Invocazioni varie INDICE Presentazione pag. 5 Invito» 7 PREGHIERE QUOTIDIANE Preghiere del mattino L'angelo del Signore a Maria» 13 Regina del cielo» 14 Cuore divino di Gesù» 15 Ti adoro, mio Dio (al mattino)» 15 Ti adoro,

Dettagli

CREDO IN CREDO LA PROFESSO ASPETTO DIO PADRE UN SOLO CREATORE GESU CRISTO SIGNORE SALVATORE SPIRITO SANTO VIVIFICANTE PARLATORE CHIESA

CREDO IN CREDO LA PROFESSO ASPETTO DIO PADRE UN SOLO CREATORE GESU CRISTO SIGNORE SALVATORE SPIRITO SANTO VIVIFICANTE PARLATORE CHIESA DIO PADRE UN SOLO CREATORE CREDO IN GESU CRISTO SIGNORE SALVATORE SPIRITO SANTO VIVIFICANTE PARLATORE CREDO LA CHIESA UNA CATTOLICA SANTA APOSTOLICA PROFESSO UN SOLO BATTESIMO LA RISURREZIONE DEI MORTI

Dettagli

ROSARIO MISSIONARIO MONDIALE Giornata mondiale Eucaristica dei ragazzi

ROSARIO MISSIONARIO MONDIALE Giornata mondiale Eucaristica dei ragazzi ROSARIO MISSIONARIO MONDIALE Giornata mondiale Eucaristica dei ragazzi Ragazzi del mondo spiritualmente uniti in preghiera per tutte le famiglie del mondo. Prega il rosario ogni giorno per ottenere la

Dettagli

Nascerà per noi un Bambino, sarà chiamato Dio Potente, e saranno in Lui benedette tutte le nazioni del mondo...

Nascerà per noi un Bambino, sarà chiamato Dio Potente, e saranno in Lui benedette tutte le nazioni del mondo... Signore Gesù, nato per noi, donaci di venire a te come Maria e Giuseppe con il cuore pieno di fede e di amore. 12 Nascerà per noi un Bambino, sarà chiamato Dio Potente, e saranno in Lui benedette tutte

Dettagli

5 novembre COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FRATELLI DEFUNTI DELLA PICCOLA OPERA DELLA DIVINA PROVVIDENZA

5 novembre COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FRATELLI DEFUNTI DELLA PICCOLA OPERA DELLA DIVINA PROVVIDENZA 1. 5 novembre COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FRATELLI DEFUNTI DELLA PICCOLA OPERA DELLA DIVINA PROVVIDENZA ANTIFONA D INGRESSO Gesù è morto ed è risorto; così anche quelli che sono morti in Gesù Dio li radunerà

Dettagli

QUARTA DOMENICA DI AVVENTO (ANNO C)

QUARTA DOMENICA DI AVVENTO (ANNO C) QUARTA DOMENICA DI AVVENTO (ANNO C) Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Viola Introduzione La quarta domenica di Avvento, per la sua vicinanza al Natale, ci invita a capire fino in fondo

Dettagli

SANTA DOROTEA 2016 UNA PORTA APERTA AL CIELO!

SANTA DOROTEA 2016 UNA PORTA APERTA AL CIELO! SANTA DOROTEA 2016 UNA PORTA APERTA AL CIELO! DALLA STORIA DI S. DOROTEA: FIORI E FRUTTI DAL CIELO! Durante il percorso al luogo del martirio, Dorotea incontra il giovane avvocato Teofilo che prendendola

Dettagli

La missione piena di giovani! ( cronaca Albania)

La missione piena di giovani! ( cronaca Albania) La missione piena di giovani! ( cronaca Albania) Voglio cominciare questa piccola cronaca sulla nostra missione in Albania con il messaggio di Papa Francesco ai ragazzi: Carissimi ragazzi e ragazze, la

Dettagli

importanti della Settimana Santa e scoprire la risurrezione come vita nuova. -Conoscere il significato di alcuni simboli pasquali.

importanti della Settimana Santa e scoprire la risurrezione come vita nuova. -Conoscere il significato di alcuni simboli pasquali. CLASSI PRIME Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Scoprire nell ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre -Conoscere e farsi conoscere per

Dettagli

Messaggio di Gesù 5 Gennaio 2003

Messaggio di Gesù 5 Gennaio 2003 5 Gennaio 2003 Figli, vi benedico con Amore perché in voi cresca sempre di più la devozione alla Divina Misericordia. Il Mio Messaggio di Amore deve essere percepito come una Grazia di selezione, affinché

Dettagli

CORONCINA AL PREZIOSISSIMO SANGUE

CORONCINA AL PREZIOSISSIMO SANGUE CORONCINA AL PREZIOSISSIMO SANGUE Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. 1 MISTERO - Gesù versò Sangue nella Circoncisione. Cinque " Gloria " Ti supplichiamo, o Signore, di soccorrere i

Dettagli

ROSARIO EUCARISTICO. Apostoli di Maria Regina della Pace (Crispiano)

ROSARIO EUCARISTICO. Apostoli di Maria Regina della Pace (Crispiano) ROSARIO EUCARISTICO Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen O Dio vieni a salvarmi Signore vieni presto in mio aiuto Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio,

Dettagli

Messaggio di Gesù 2 Gennaio 2005

Messaggio di Gesù 2 Gennaio 2005 2 Gennaio 2005 Figli, pace a voi. Il dolore che ha colpito molti figli, perché si vive spesso come Sodoma e Gomorra. Riflettete e apprezzate di più la vita, dono di Amore del Padre. Seppiatela gestire

Dettagli

PREGHIERA PER I DEFUNTI

PREGHIERA PER I DEFUNTI PREGHIERA PER I DEFUNTI Signore Gesù, per il dono, che hai fatto di Te stesso sulla Croce e che rinnovi quotidianamente sui nostri Altari, esaudisci la nostra preghiera, donando ai nostri Defunti la Vita

Dettagli

Per un nuovo SI insieme Gli Anniversari di matrimonio

Per un nuovo SI insieme Gli Anniversari di matrimonio 1 / 5 Domenica 22 maggio 2016, come comunità cristiana ci raduniamo intorno all altare per rendere grazie, per quell espressione quotidiana che è la vita di una famiglia. Lo facciamo in questo tempo nel

Dettagli

Riti di introduzione. Il Signore ci invita alla sua mensa. Esercizi Spirituali - anno della Fede - Parrocchia SAN LORENZO -Lunedì.

Riti di introduzione. Il Signore ci invita alla sua mensa. Esercizi Spirituali - anno della Fede - Parrocchia SAN LORENZO -Lunedì. Riti di introduzione Esercizi Spirituali - anno della Fede - Parrocchia SAN LORENZO -Lunedì Il Signore ci invita alla sua mensa E' il giorno del Signore: le campane ci invitano alla festa; Dio, nostro

Dettagli

1 Novembre - TUTTI I SANTI

1 Novembre - TUTTI I SANTI 1 Novembre - TUTTI I SANTI Oggi la Chiesa celebra la solennità di Ognissanti. Tale solennità ci invita a fare memoria non solo dei santi riportati nel calendario ma ricorda che ciascuno di noi è in cammino

Dettagli

Diocesi di Acerra AGENDA PASTORALE DIOCESANA

Diocesi di Acerra AGENDA PASTORALE DIOCESANA Diocesi di Acerra AGENDA PASTORALE DIOCESANA 2015/2016 Per aggiornamenti ed integrazioni consultare il sito www.diocesiacerra.it. 2 SETTEMBRE 2015 Martedì 15 Collegio dei Consultori Giovedì 24 Consiglio

Dettagli

1 - RITO DELLA CONFERMAZIONE DURANTE LA MESSA

1 - RITO DELLA CONFERMAZIONE DURANTE LA MESSA 1 - RITO DELLA CONFERMAZIONE DURANTE LA MESSA LITURGIA DEL SACRAMENTO RINNOVAZIONE DELLE PROMESSE BATTESIMALI 26. Dopo l'omelia, tutti si alzano in piedi. Il vescovo allora, rivolto ai cresimandi, dice

Dettagli

MINISTRANTI O.K. Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano (LE) Le Preghiere

MINISTRANTI O.K. Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano (LE) Le Preghiere MINISTRANTI O.K. Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano (LE) Le Preghiere Nel nome del Padre, del figlio e dello Spirito Santo. Amen. Gloria al Padre e al figlio e allo Spirito Santo. Come era nel

Dettagli

27 marzo 2016 Domenica di Pasqua

27 marzo 2016 Domenica di Pasqua 27 marzo 2016 Domenica di Pasqua Nei cieli un grido risuonò, alleluia! Cristo Signore trionfò: alleluia! Morte di Croce egli patì: alleluia! Ora al suo cielo risalì: alleluia! Cristo ora è vivo in mezzo

Dettagli

PREMESSE. PREGHIERA UNIVERSALE (Orazionale p. 95) Tutti ripetono Kyrie, eleison. oppure Il cantore propone Kyrie, eleison

PREMESSE. PREGHIERA UNIVERSALE (Orazionale p. 95) Tutti ripetono Kyrie, eleison. oppure Il cantore propone Kyrie, eleison PREMESSE * Conviene che il 2 novembre vi sia una celebrazione solenne dell eucaristia a cui è convocata la comunità con tutte le sue componenti (coro, ministranti, ecc.) Tale celebrazione potrà avvenire

Dettagli

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi 6-8 anni Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi Diocesi di Ferrara-Comacchio Hanno collaborato: Anna Cazzola, Giuseppina Di Martino, Raffaella Ferrari, Daniela Frondiani, Chiara Sgarbanti, don

Dettagli

AVE, GRATIA PLENA! CONOSCERE E FAR CONOSCERE. Ave, gratia plena! Salve, o Regina!

AVE, GRATIA PLENA! CONOSCERE E FAR CONOSCERE. Ave, gratia plena! Salve, o Regina! TESTI DEI CANTI AVE, GRATIA PLENA! Ave, gratia plena! Salve, o Regina! Freddi come il ghiaccio sono per te i cuori di noi, miseri figli di Adamo. Non c è trono umano che possa esser degno di te, tanto

Dettagli

Prepariamo l Avvento :

Prepariamo l Avvento : Prepariamo l Avvento : Stella verde : Vieni Gesù rinasci in noi 1 settimana : Ogni giorno in Chiesa davanti al Tabernacolo o ovunque ti trovi: a casa, a scuola, per la strada nella tua tasca hai la stellina

Dettagli

GIOIA CRONACA DI UNA ANNUNCIATA

GIOIA CRONACA DI UNA ANNUNCIATA Ostensione permanente di Padre Pio VOCEDIPADREPIO.COM 22 CRONACA DI UNA GIOIA ANNUNCIATA di PAOLA RUSSO Le reliquie del corpo di san Pio da Pietrelcina tornano a essere esposte nella chiesa inferiore a

Dettagli

I genitori attenti e premurosi sono stati vicini ai loro figli ed hanno condiviso con loro la gioia del perdono.

I genitori attenti e premurosi sono stati vicini ai loro figli ed hanno condiviso con loro la gioia del perdono. PRIMA CONFESSIONE Inviato da Saturday 05 May 2007 Ultimo aggiornamento Thursday 10 April 2008 29 aprile 2007 ore 16,00 Domenica 29 aprile nella parrocchia S. Maria Immacolata i bambini di 3^ elementare

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it. PRIMA LETTURA Tutti i confini della terra vedranno la salvezza del nostro Dio.

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it. PRIMA LETTURA Tutti i confini della terra vedranno la salvezza del nostro Dio. NATALE DEL SIGNORE Alla Messa del giorno PRIMA LETTURA Tutti i confini della terra vedranno la salvezza del nostro Dio. Dal libro del profeta Isaìa 52, 7-10 Come sono belli sui monti i piedi del messaggero

Dettagli

Preghiere per i bambini. Marco Gionta Tutti i diritti riservati

Preghiere per i bambini. Marco Gionta  Tutti i diritti riservati Preghiere per i bambini Marco Gionta www.marcogionta.com Tutti i diritti riservati 1 Preghiere del mattino 1. I l luminoso mattino con la sua luce rosata Mi ha svegliato; Padre, io possiedo solo il tuo

Dettagli

BREVI RIFLESSIONI SULLA PASSIONE DI GESU' SECONDO L'EVANGELISTA LUCA

BREVI RIFLESSIONI SULLA PASSIONE DI GESU' SECONDO L'EVANGELISTA LUCA BREVI RIFLESSIONI SULLA PASSIONE DI GESU' SECONDO L'EVANGELISTA LUCA INTRODUZIONE Nei Vangeli Sinottici la passione viene predetta tre volte da Gesù, egli non si limita solo ad annunciarla ma ne indica

Dettagli

QUARESIMA 2016 PASQUA DEL SIGNORE

QUARESIMA 2016 PASQUA DEL SIGNORE UNITÀ PASTORALE San Daniele Santa Giustina Torresino QUARESIMA 2016 PASQUA DEL SIGNORE Carissimi Tutti delle tre parrocchie di San Daniele, Santa Giustina e Torresino, grazie a questo fascicolo pastorale

Dettagli

Sette chiamate alla responsabilità del Papa

Sette chiamate alla responsabilità del Papa Marc Gilniat Sette chiamate alla responsabilità del Papa Sept appels à la responsabilité du Pape 2 2 Sette chiamate alla responsabilità del Papa Eppur si muove, ad maiorem Christi gloriam! 2 3 Caro Papa

Dettagli

CALENDARIO PASTORALE

CALENDARIO PASTORALE CALENDARIO PASTORALE Nel corso dell anno la Chiesa distribuisce il mistero di Cristo dall Incarnazione e dalla Natività fino all Ascensione, al giorno di Pentecoste e all attesa della beata speranza e

Dettagli

PROFEZIE SULLE NUOVE SCOPERTE SCIENTIFICHE. estratti di numerosi messaggi del 2005-2012

PROFEZIE SULLE NUOVE SCOPERTE SCIENTIFICHE. estratti di numerosi messaggi del 2005-2012 PROFEZIE SULLE NUOVE SCOPERTE SCIENTIFICHE estratti di numerosi messaggi del 2005-2012 Ciò che vi dico non è per spaventarvi, ma perché possiate essere preparati. (2.476-29.01.2005) Cari figli, gli uomini

Dettagli

Parrocchia Maria Ss. Immacolata. Pontecagnano Faiano (Sa) Aspettando il Natale

Parrocchia Maria Ss. Immacolata. Pontecagnano Faiano (Sa) Aspettando il Natale Parrocchia Maria Ss. Immacolata Pontecagnano Faiano (Sa) Aspettando il Natale LA CORONA DELL AVVENTO Una tradizione che i bambini non dimenticheranno La Corona dell Avvento è una bella tradizione per preparare

Dettagli

SCIENZA E FEDE un dialogo possibile

SCIENZA E FEDE un dialogo possibile Le difficoltà del passato: La fede vedeva nella scienza la volontà dell uomo e della sua ragione di fare a meno Di Dio... SCIENZA E FEDE un dialogo possibile La scienza vedeva nella fede qualcosa di primitivo

Dettagli

Ufficio Catechistico Diocesano

Ufficio Catechistico Diocesano Ufficio Catechistico Diocesano NUOVA EVANGELIZZAZIONE CREDO CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA S.E. Mons. Michele Pennisi NUOVA EVANGELIZZAZIONE 1.NUOVA EVANGELIZZAZIONE -nel suo ardore -nei suoi metodi

Dettagli

IL SACRAMENTO DELLA CRESIMA a partire dalla sua celebrazione

IL SACRAMENTO DELLA CRESIMA a partire dalla sua celebrazione IL SACRAMENTO DELLA CRESIMA RITO E MISTERO IL MISTERO: La Pentecoste IL RITO: la celebrazione della Cresima L ESPERIENZA DELLA SALVEZZA DALLA CELEBRAZIONE RITO E MISTERO IL MISTERO: La Pentecoste IL

Dettagli

GIOIA DEL VANGELO, GIOIA EUCARISTICA

GIOIA DEL VANGELO, GIOIA EUCARISTICA COMUNITA PASTORALE Beata Vergine Maria Brivio e Beverate GIOIA DEL VANGELO, GIOIA EUCARISTICA CANTI PER LA PROCESSIONE EUCARISTICA DEL CORPUS DOMINI, PRESIEDUTA DA MONS. SILVANO MOTTA NEL SUO GIUBILEO

Dettagli

I canti del Messale Ambrosiano. Comune dei santi

I canti del Messale Ambrosiano. Comune dei santi IX Giornata Diocesana per Responsabili dei Gruppi Liturgici 6/11/2010 I canti del Messale Ambrosiano. Comune dei santi All ingresso (Cantemus Domino 372) Don Cesare Pavesi Hanno fondato e amato la Chiesa

Dettagli

CONSIGLI PRATICI. ERRORI DA EVITARE : Mancanza di continuità Taglio troppo scolastico Tendenza all astrattezza Passività

CONSIGLI PRATICI. ERRORI DA EVITARE : Mancanza di continuità Taglio troppo scolastico Tendenza all astrattezza Passività CONSIGLI PRATICI ERRORI DA EVITARE : Mancanza di continuità Taglio troppo scolastico Tendenza all astrattezza Passività PARTIRE SEMPRE DALLE TRE A 1. Accogliere 2. Ascoltare 3. Accompagnare E importante

Dettagli

SANTI PIETRO E PAOLO APOSTOLI

SANTI PIETRO E PAOLO APOSTOLI SALUTO 29 giugno SANTI PIETRO E PAOLO APOSTOLI Sac. Il Padre vi renda testimoni del suo nome; il Signore Gesù vi doni la corona di giustizia promessa a chi attende la sua manifestazione; la pace e la forza

Dettagli

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora

CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora CANTI PROPOSTI SU CELEBRIAMO LA DOMENICA, foglietto ad uso delle comunità ambrosiane per le celebrazioni festive editrice Ancora MISTERO DELL INCARNAZIONE E DELLA PASQUA lezionario festivo anno A Domenica

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo - Ancona

Parrocchia San Paolo Apostolo - Ancona Parrocchia San Paolo Apostolo - Ancona ------------------------------------------------------------------------------------- CAMMINO DI CATECHESI AL DISCEPOLATO 4 Anno del Discepolato Anno 2013-2014 Sulle

Dettagli

1.003 iscritti 150 animatori

1.003 iscritti 150 animatori 1.003 iscritti 150 animatori 130 36 cucina 40 laboratori 17 pulizie volontari 28 progetto disabili 9 compiti 11.635 pasti serviti 3.365 tranci di pizza 1.040 kg di pasta distribuito 3.500 frutti (albicocche,

Dettagli

I 10 Comandamenti sono le Leggi che Dio diede a Mosè sul Monte Sinai.

I 10 Comandamenti sono le Leggi che Dio diede a Mosè sul Monte Sinai. I 10 COMANDAMENTI I 10 Comandamenti sono le Leggi che Dio diede a Mosè sul Monte Sinai. Vediamo quali sono i veri 10 Comandamenti che troviamo scritti sulla Bibbia in Esodo 20:1-17: 1. Io Sono il Signore,

Dettagli

La comunità di ROMA comprende le seguenti località: - ROMA CITTA' - FIUMICINO (RM) - MONTE PORZIO CATONE (RM)

La comunità di ROMA comprende le seguenti località: - ROMA CITTA' - FIUMICINO (RM) - MONTE PORZIO CATONE (RM) La comunità di ROMA comprende le seguenti località: - ROMA CITTA' - FIUMICINO (RM) - MONTE (RM) SETTEMBRE 2014 LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

Dettagli

Calendario attività diocesane e celebrazioni presiedute da Mons. Vescovo

Calendario attività diocesane e celebrazioni presiedute da Mons. Vescovo Calendario attività diocesane e celebrazioni presiedute da Mons. Vescovo ANNO PAST TORALE 2015/2016 MEMORANDUM 10 NOVEMBRE 2015: CATTEDRALE 134 Anniversario della Nascita del Venerabile Mons. Antonio Palladino

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL SIGNORE Festa

PRESENTAZIONE DEL SIGNORE Festa 2 FEBBRAIO PRESENTAZIONE DEL SIGNORE Festa Quando questa festa ricorre in domenica, si proclamano le tre letture qui indicate; se la festa ricorre in settimana, si sceglie come prima lettura una delle

Dettagli

Domenica 2 ottobre festa parrocchiale di San Bernardo ci sarà il Pranzo Comunitario. ISCRIVERSI da Maria SEGRETO e Carlo TEGHILLO.

Domenica 2 ottobre festa parrocchiale di San Bernardo ci sarà il Pranzo Comunitario. ISCRIVERSI da Maria SEGRETO e Carlo TEGHILLO. PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana 25 Settembre - 2 Ottobre 2016 DOMENICA 25 Settembre ore 9,00-11,00 S.MESSA Prime Comunioni Lupetti ore 16,00 Battesimi: MURZIO Alice- SCANUZZA Edoardo e SCANUZZA

Dettagli

Da Lunedì al Venerdì

Da Lunedì al Venerdì ORARIO INVERNALE FERIALE Ore 09.00 - Chiesa dell Incoronazione CALENDARIO ATTIVITÀ PASTORALI ANNO 2016/2017 SS. MESSE Da Lunedì al Venerdì Da Lunedì al Venerdì Ore 18.00 - Chiesa Madre.( la SS. Messa è

Dettagli

1. La famiglia ha come matrice la Trinità

1. La famiglia ha come matrice la Trinità 1. La famiglia ha come matrice la Trinità Quando Dio ha creato l uomo l ha creato in coppia (Gn 1, 26-27). Dio, creando la coppia, ha versato dentro se stesso. Dio in essa ha espresso l intimo di sé, l

Dettagli

"Il sorriso della pace!

Il sorriso della pace! "Il sorriso della pace! Programmazione di Educazione Religiosa Scuola dell Infanzia Paritaria C. Arienta Prato Sesia a.s. 2016-2017 Alle Scuole Paritarie è assicurata piena libertà per quanto concerne

Dettagli

contempliamo e preghiamo

contempliamo e preghiamo Diocesi di Andria Ufficio Liturgico Diocesano contempliamo e preghiamo PREGHIERA del SANTO ROSARIO 1 Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen Gloria al Padre al Figlio ed allo Spirito

Dettagli

Prima tappa dall inizio fino a Natale

Prima tappa dall inizio fino a Natale CAMMINO DI CATECHESI prima media, anno 2012-2013 Obiettivo dell anno: con la prima media inizia il biennio di preparazione alla Cresima. il cammino Cristiani si diventa prevede la celebrazione della Cresima

Dettagli

ANNO SANTO DELLA MISERICORDIA. ARCIDIOCESI METROPOLITANA di CATANZARO SQUILLACE

ANNO SANTO DELLA MISERICORDIA. ARCIDIOCESI METROPOLITANA di CATANZARO SQUILLACE ANNO SANTO DELLA MISERICORDIA ARCIDIOCESI METROPOLITANA di CATANZARO SQUILLACE Appuntamenti in Diocesi Settembre / Novembre 2015 01 settembre /10 gennaio Fase parrocchiale e foraniale Missione Giovani.

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA CELEBRAZIONE

INTRODUZIONE ALLA CELEBRAZIONE INTRODUZIONE ALLA CELEBRAZIONE Sorelle e fratelli, oggi noi, qui in terra, riportiamo nel nostro cuore l immagine e il nome delle persone che aiamo amato e che sono passate oltre la morte. In cielo Dio

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA CELEBRAZIONE

INTRODUZIONE ALLA CELEBRAZIONE INTRODUZIONE ALLA CELEBRAZIONE Sorelle e fratelli, la solennità dell Assunzione della Beata Vergine Maria è come un faro luminoso, che rischiara il nostro cammino di fede personale, familiare e comunitario.

Dettagli

MOVIMENTO MISSIONARIO CENACOLISTI PER CONOSCERE IL FONDATORE

MOVIMENTO MISSIONARIO CENACOLISTI PER CONOSCERE IL FONDATORE MOVIMENTO MISSIONARIO CENACOLISTI PER CONOSCERE IL FONDATORE Per la santificazione. APOSTOLICA Eremo e missione: il massimo d azione. Francesco M. Vassallo Per la santificazione. APOSTOLICA APOSTOLO APOSTOLO

Dettagli

Q U A R T A E Q U I N T A E L E M E N T A R E

Q U A R T A E Q U I N T A E L E M E N T A R E Parrocchia San Filippo Neri Via Martino V, 28 Tel. 06.66000409 www.parrocchiasanfilipponeri.com Anno Pastorale 2015-2016 Q U A R T A E Q U I N T A E L E M E N T A R E Vi ricordiamo che gli incontri sono

Dettagli

R E L I G I O N E C A T T O L I C A C L A S S E 1 ^

R E L I G I O N E C A T T O L I C A C L A S S E 1 ^ R E L I G I O N E C A T T O L I C A C L A S S E 1 ^ OBIETTIVI FORMATIVI Osservare e scoprire nel mondo i segni di una presenza divina. Riconoscere l importanza delle ricorrenze religiose nella vita degli

Dettagli

UNITA PASTORALE ZEVIO PERZACCO VOLON

UNITA PASTORALE ZEVIO PERZACCO VOLON PROPOSTE QUARESIMALI 2016 Anno Santo Scegli i tuoi percorsi per dare Verità alle ceneri ITINERARI QUARESIMALI 2016 Le Ceneri sono il gesto con cui un cristiano dice pubblicamente la sua decisione di partire

Dettagli

CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI IN CUI LA COMUNITA SI ESPRIME IN TUTTA LA SUA PIENEZZA DI MINISTERIALITA E FA ESERCIZIO DI COMUNIONE

CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI IN CUI LA COMUNITA SI ESPRIME IN TUTTA LA SUA PIENEZZA DI MINISTERIALITA E FA ESERCIZIO DI COMUNIONE CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI IN CUI LA COMUNITA SI ESPRIME IN TUTTA LA SUA PIENEZZA DI MINISTERIALITA E FA ESERCIZIO DI COMUNIONE SETTEMBRE 8 settembre Triduo - Festa della Natività della Beata Vergine

Dettagli

PER LA LITURGIA PARROCCHIA DI SAN SILVESTRO - FOLZANO

PER LA LITURGIA PARROCCHIA DI SAN SILVESTRO - FOLZANO TRIDUO PASQUALE Veglia di Pasqua CANTI PER LA LITURGIA PARROCCHIA DI SAN SILVESTRO - FOLZANO BRESCIA VEGLIA PASQUALE PROCESSIONE DEL CERO PRECONIO PASQUALE VEGLIA PASQUALE 3 4 PARROCCHIA DI S. SILVESTRO

Dettagli

PREGHIERE PER I SACERDOTI

PREGHIERE PER I SACERDOTI PREGHIERE PER I SACERDOTI Signore Gesù, presente nel Santissimo Sacramento, che hai voluto perpetuare la tua Presenza tra noi per il tramite dei tuoi Sacerdoti, fa' che le loro parole siano sempre le tue,

Dettagli

RITIRO MIA PRIMA COMUNIONE

RITIRO MIA PRIMA COMUNIONE RITIRO IN PREPARAZIONE ALLA MIA PRIMA COMUNIONE Sono venuto a questo ritiro perché voglio preparare il mio cuore a ricevere Gesù Putignano, 9 maggio 2010 - - PREGHIERA INIZIALE Cat. Il Signore vi hai chiamati

Dettagli

- Cappella Musicale della Cattedrale di Fermo. Mercoledì 1 Aprile 2015 ore 20,30 Basilica Metropolitana di Fermo SS.

- Cappella Musicale della Cattedrale di Fermo. Mercoledì 1 Aprile 2015 ore 20,30 Basilica Metropolitana di Fermo SS. Mercoledì 1 Aprile 2015 ore 20,30 Basilica Metropolitana di Fermo SS. MESSA CRISMALE presieduta da S.E. Mons. Luigi Conti Animano il Canto le Corali Riunite della Archidiocesi di Fermo Direttore: M Annarosa

Dettagli

Andrea Carlo Ferrari.

Andrea Carlo Ferrari. Per questo ammirabile esercizio di carità tutti vedevano in Lui il santo e lo dichiaravano apertamente.. Il Servo di Dio praticava le opere di misericordia sia spirituali che corporali.. Andrea Carlo Ferrari.

Dettagli

ROMA - ROMA CITTA' - FIUMICINO (RM) - FRASCATI (RM) - GROTTAFERRATA (RM) - MONTE PORZIO CATONE (RM) - PALESTRINA (RM) - CASSINO (FR)

ROMA - ROMA CITTA' - FIUMICINO (RM) - FRASCATI (RM) - GROTTAFERRATA (RM) - MONTE PORZIO CATONE (RM) - PALESTRINA (RM) - CASSINO (FR) La comunità di ROMA comprende le seguenti località: - ROMA CITTA' - FIUMICINO (RM) - FRASCATI (RM) - GROTTAFERRATA (RM) - MONTE PORZIO CATONE (RM) - PALESTRINA (RM) - (FR) SETTEMBRE 2015 LUNEDI' MARTEDI'

Dettagli

CANTIAMO, CANTIAMO AL SIGNORE (canto d ingresso)

CANTIAMO, CANTIAMO AL SIGNORE (canto d ingresso) CANTIAMO, CANTIAMO AL SIGNORE (canto d ingresso) Così, con tutte le forze, con tutto l amore, con tutta la voce, con tutto il cuore. Con tutta la vita cantiamo al Signore! Così, con l anima in festa, al

Dettagli

Pellegrinaggio a Roma nell Anno della fede

Pellegrinaggio a Roma nell Anno della fede Diocesi di Molfetta Pellegrinaggio a Roma 29-30 Maggio 2013 2 giorni; 1 notte Pellegrinaggio a Roma nell Anno della fede Percorso catechistico-celebrativo Porta fidei semper nobis patet, quae in communionem

Dettagli

(canto d ingresso) Nel silenzio Tu

(canto d ingresso) Nel silenzio Tu VIENI QUI TRA NOI (canto d ingresso) (Genrosso/Genverde) Vieni qui tra noi come fiamma che scende dal cielo. Vieni qui tra noi, rinnova il cuore del mondo. Vieni qui tra noi, col Tuo amore rischiara la

Dettagli

Parrocchia San Michele Arcangelo Baranello

Parrocchia San Michele Arcangelo Baranello Parrocchia San Michele Arcangelo Baranello Dona 1 euro per un fiore, in ricordo di un tuo caro defunto. Il suo profumo inebrierà la notte di pasqua Tra la notte del 26 e il 27 Marzo cambierà l ora. Anche

Dettagli

QUARESIMA con i discepoli guardiamo a Gesù

QUARESIMA con i discepoli guardiamo a Gesù QUARESIMA con i discepoli guardiamo a Gesù SCHEMA PRIMO SECONDO TERZO QUARTO PERSONAGGI IL BUON LADRONE IL CENTURIONE LA MADRE IL RISORTO RICHIAMI la pecora smarrita il pubblicano e il fariseo il cieco

Dettagli

Natale (messa della notte)

Natale (messa della notte) Natale (messa della notte) (Is 9,1-3.5-6; Tt 2,11-14; Lc 2,1-14) Signore, tu che vieni ancora come luce per tutte le genti, salva e libera tutti coloro che attendono nelle tenebre il dono della pace, della

Dettagli

Orazioni in suffragio

Orazioni in suffragio Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio SHALOM Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio «Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia: nel tuo grande amore cancella il mio peccato».

Dettagli

Dagli OSA agli OBIETTIVI FORMATIVI RELIGIONE CATTOLICA CLASSE I

Dagli OSA agli OBIETTIVI FORMATIVI RELIGIONE CATTOLICA CLASSE I CLASSE I Dio creatore e Padre di tutti gli uomini. Gesù di Nazaret, l Emmanuele Dio con noi. La Chiesa, comunità dei cristiani aperta a tutti i popoli. 1) Scoprire nell ambiente i segni che richiamano

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 4^ - sez. A. Scuola Primaria Classe 4^ - sez.

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 4^ - sez. A. Scuola Primaria Classe 4^ - sez. PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 4^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

La Corona Angelica Forma della corona angelica

La Corona Angelica Forma della corona angelica La Corona Angelica Forma della corona angelica La corona usata per recitare la «Coroncina Angelica» è formata da nove parti, ciascuna di tre grani per le Ave Maria, preceduti da un grano per il Padre nostro.

Dettagli

Santa Giuseppina Bakhita

Santa Giuseppina Bakhita Santa Giuseppina Bakhita Santa Giuseppina Bakhita 8 Febbraio DOCILITÀ E OBBEDIENZA Con una storia personale simile a quella di altre ragazze africane, Bakhita si caratterizza per la scelta di una strada

Dettagli

CALENDARIO UNITA' PASTORALE VERDELLINO-ZINGONIA OTTOBRE

CALENDARIO UNITA' PASTORALE VERDELLINO-ZINGONIA OTTOBRE OTTOBRE Scuola Materna: autunno a Somendenna 1 sabato 2 domenica Scuola Materna: ore 10:00 preghiera agli Angeli Custodi in Chiesa Parrocchiale 3 lunedì ore 20:30 Gruppo canto ore 14:00-16:00 raccolta

Dettagli

C R I S T I A N E S I M O

C R I S T I A N E S I M O CRISTIANESIMO «La fede domanda» Il 22 febbraio ricorre l anniversario della morte di don Luigi Giussani. Ricordandolo con gratitudine e speranza, pubblichiamo alcune sue frasi sulla preghiera. Si potrebbero

Dettagli

AGENDA GIOVANI 31 gennaio 7 febbraio

AGENDA GIOVANI 31 gennaio 7 febbraio PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 31 gennaio al 7 febbraio 2016 DOMENICA 31 Gennaio ore 9,00-11,00 S. MESSA Presentazione Gruppi: MINISTRI della Comunione e Villa Elena LUNEDI' 1 Febbraio

Dettagli

I Comandamenti sono la legge della vita che il Signore diede a Mosè sul monte Sinai. Essi sono il segno dell amicizia di Dio con tutti gli uomini.

I Comandamenti sono la legge della vita che il Signore diede a Mosè sul monte Sinai. Essi sono il segno dell amicizia di Dio con tutti gli uomini. I Comandamenti sono la legge della vita che il Signore diede a Mosè sul monte Sinai. Essi sono il segno dell amicizia di Dio con tutti gli uomini. I Comandamenti sono dieci: 1. Io sono il Signore tuo Dio,

Dettagli

GESTI E ATTEGIAMENTI DI FEDE: STARE IN PIEDI

GESTI E ATTEGIAMENTI DI FEDE: STARE IN PIEDI SOLTANTO ABBI FEDE - 56 - GUIDA PASTORALE 2012/13 GESTI E ATTEGIAMENTI DI FEDE: STARE IN PIEDI Nell Antico Testamento lo stare in piedi è un classico atteggiamento di preghiera. Tutta una serie di gesti

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SECONDA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SECONDA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SECONDA UNITÀ Dio Padre è sempre con noi Non siamo mai soli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Nella fatica sei con noi, Signore Leggi il catechismo

Dettagli

Programma dei festeggiamenti in onore di Maria SS. della Bruna

Programma dei festeggiamenti in onore di Maria SS. della Bruna Programma dei festeggiamenti in onore di Maria SS. della Bruna 627 a Edizione 23 giugno 1 luglio 2016 SOLENNE NOVENARIO in preparazione alla Festa di Maria SS. della Bruna Patrona dell Arcidiocesi di Matera-Irsina

Dettagli

NOVENA A DON BOSCO PRIMO GIORNO

NOVENA A DON BOSCO PRIMO GIORNO NOVENA A DON BOSCO PRIMO GIORNO Glorioso San Giovanni Bosco, per l'amore che portaste a Gesù in Sacramento e per lo zelo con cui ne propagaste il culto con l'assistenza alla S. Messa, con la Comunione

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Al termine della scuola primaria L alunno: 1.1 Scoprire che la vita, la natura, il. di Gesù: far conoscere il Padre

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Al termine della scuola primaria L alunno: 1.1 Scoprire che la vita, la natura, il. di Gesù: far conoscere il Padre CURRICOLO VERTICALE PER COMPETENZE DISCIPLINARI Scuola Primaria - Religione Cattolica - Classe Prima COMPETENZE CHIAVE EUROPEE: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE Profilo

Dettagli

PONTIFICIO SANTUARIO DELLA BEATA VERGINE DEL SANTO ROSARIO DI POMPEI. Maggio Con Papa Francesco contempliamo Maria, Madre di Speranza

PONTIFICIO SANTUARIO DELLA BEATA VERGINE DEL SANTO ROSARIO DI POMPEI. Maggio Con Papa Francesco contempliamo Maria, Madre di Speranza PONTIFICIO SANTUARIO DELLA BEATA VERGINE DEL SANTO ROSARIO DI POMPEI Buongiorno a Maria Maggio 2015 Con Papa Francesco contempliamo Maria, Madre di Speranza Schema 2 (dal 11 al 16 maggio) Mentre viene

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Comunità pastorale S. Martino in Lambrate - SS. Nome di Maria in Milano. Con te! Discepoli

Comunità pastorale S. Martino in Lambrate - SS. Nome di Maria in Milano. Con te! Discepoli Comunità pastorale S. Martino in Lambrate - SS. Nome di Maria in Milano Con te! Discepoli Calendario del Percorso 2015-16 per i bambini di III elementare (secondo anno in preparazione alla Comunione) e

Dettagli