I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

Advertisement
Documenti analoghi
L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Indice. Presentazione 9 Introduzione 11. Capitolo primo Un sentimento nuovo 15 Capitolo secondo Maschile e femminile, generazioni a confronto 29

I VALORI, GLI INTERESSI E LE SCELTE DEI GIOVANI DI RIMINI

COREA. Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo

Un indagine empirica sul vissuto dei giovani pazienti e dei loro genitori

SUPSI DFA LOCARNO ANNO ACCADEMICO Non solo in aula I DOCENTI E IL LORO RAPPORTO CON LE ATTIVITÀ EXTRASCOLASTICHE ANTONELLA GUIDOTTI

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

PROFESSIONE GENTORI (Prima parte) Essere padre

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

I n ambito pedagogico si parla molto di attività.

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Percorsi interculturali di apprendimento linguistico. Io e gli Altri In viaggio insieme

Fumare o non fumare? Ragioni e motivi

Figli con disabilità Esperienze e testimonianze per genitori di bambini con disabilità

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

Il gioco nel. ROMA CAPITALE Municipio Roma IX U.O.S.E.C.S. Centro Famiglie Villa Lais

Dall innamoramento al quotidiano dell amore

Tesina di fine 2 anno. ESSERE O NON ESSERE O meglio: esser-ci o non-esser-ci attraverso le nostre dipendenze

La Convenzione sui Diritti dell Infanzia

IL BENESSERE EQUO E SOSTENIBILE IN ITALIA

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

una carezza per l anima

INTERVISTA - che cos è Progetto Itaca

Tu sol pensando o ideal, sei vero

Economica Laterza 353

Ed ecco che ritorna la classe come modello di esistenza, di quella esistenza nella città o nel quartiere in cui si trovano soggetti diversi - e non

Advertisement
Transcript:

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne più degli uomini, 37,5% contro 28,4%

Sebbene il tasso di natalità nel nostro paese sia tra i più bassi nel mondo, i nonni di oggi sono, in proporzione al numero dei nipoti, assai più numerosi di quanto non fossero trent anni fa.

Molti bambini delle ultime generazioni hanno tutti e quattro i nonni, mentre un tempo era considerata una fortuna averne due.

Un altro fatto nuovo è che oggi, a parità di età, nonne e nonni sembrano meno vecchi di una volta. Sono abituati ai cambiamenti, curano il corpo e l abbigliamento e, se non sono malati, continuano a condurre una vita dinamica.

Secondo una ricerca del Censis sullo stile di vita, gli ultrasessantenni italiani pongono ai primi due posti una vita attiva (51%) e mantenere rapporti con i giovani e i nipoti (46,1%); seguono tenere allenata la mente (45,8 %), avere una fede religiosa (27,6%), essere autonomi (27,5%), essere aperti alle relazioni con gli altri (22,2 %).

Questi cambiamenti nella percezione di sé e nell immagine sociale dell anziano fanno sì che anche i rapporti con i nipoti siano diversi, improntati a minore austerità e maggiore dinamismo.

Un altra novità è che se fino a poco tempo fa era quasi esclusivamente la nonna ad occuparsi dei nipotini affiancando la madre nelle cure quotidiane, oggi, che anche i padri non disdegnano di occuparsi dei neonati, anche il nonno può spingere una carrozzina e fare il baby-sitting.

Essendo vissuti in un epoca di radicali e continui cambiamenti, i neononni comprendono le esigenze dei genitori di oggi e sono più sciolti e disponibili di quanto non fossero i loro padri. Non pensano più di svolgere un ruolo femminile se si prendono cura dei piccoli, devono però sentirsi autorizzati a farlo.

Questo concetto può sembrare strano e tuttavia gli uomini devono essere incoraggiati, altrimenti tendono a restare sullo sfondo e a non entrare in scena.

Una pluralità di funzioni Se i nonni di oggi sono diversi da quelli di ieri, anche i figli e i nipoti lo sono. Le mamme casalinghe sono poche e in molte famiglie entrambi i genitori lavorano fuori casa mattino e pomeriggio, con la conseguenza che i figli hanno bisogno, dopo la scuola, di essere accuditi e seguiti da altri adulti. Se poi i genitori sono separati, i nonni rappresentano la continuità familiare per i nipoti e possono diventare punti di riferimento importanti nei momenti più critici.

La funzione dei nonni, però, non si esaurisce certo nel tappare le falle o nell intervenire nei momenti difficili. La presenza di un nonno o di una nonna nella vita di un nipote ha già di per sé l effetto di allargare i confini della famiglia nucleare.

Gli anziani ringiovaniscono a contatto con i giovani. I giovani dispongono di un maggior numero di modelli di riferimento affidabili e realistici. E quando nell adolescenza, i rapporti con papà e mamma si fanno burrascosi, è attraverso i nonni che un nipote può ritrovare a volte quell ancoraggio di cui, nonostante tutto, sente ancora il bisogno.

Nella realtà i nonni sono assai meno stereotipati e convenzionali di come in genere vengono rappresentati. E quanto emerge dalle testimonianze dei nipoti.

La memoria può indebolirsi, i movimenti rallentare e i riflessi non essere più quelli di una volta, ma l esperienza, la sensibilità e il sapere accumulati nel corso degli anni consentono di svolgere svariate funzioni. Molti nonni sono aperti alle novità e flessibili. Possono essere consiglieri in alcuni momenti, alleati e amici in altri.

<<E la mia migliore amica, mi da sempre dei buoni consigli>>(giulia, 11 anni). <<Facciamo lunghe chiacchierate. Gli racconto molte cose perché so che lui non mi giudica>> (Fabio, 12 anni). <<Con lui mi diverto perché è uno sportivo. Giochiamo a basket e mi insegna i trucchi>> (Pietro, 10 anni). <<Cucina benissimo, io lo aiuto e poi mi fermo a pranzo>> (Susanna, 8 anni). <<Alla nonna piace viaggiare e qualche volta mi porta con sé>> (Chiara, 13 anni).

<<La nonna per me è una seconda mamma>> (Chiara, 6 anni). <<Quando non capisco un problema telefono al nonno>> (Marisa, 11 anni). <<Gli ho insegnato ad usare l e-mail, e ora ci scriviamo>> (Simone, 7 anni).

Nonni delle comunità Alcuni Comuni hanno inventato una nuova figura: quella del nonno e della nonna della comunità. Anziani in buona salute, con molto tempo libero, senza nipoti o con nipoti ormai grandi, si mettono a disposizione, nella loro città o quartiere, per doposcuola, accompagnamenti, attività del tempo libero e così via.

Un ruolo che può essere svolto in maniera del tutto informale anche da vicini di casa, nell ambito dello stesso palazzo o caseggiato, come avveniva più di frequente un tempo.

Diventare nonno o nonna della comunità può dare un senso alle proprie giornate e molte soddisfazioni. Inutile ricordare che il contatto con le nuove generazioni aiuta a vivere meglio: obbliga ad aggiornarsi, a tenere in allenamento la mente, consente di coltivare nuovi e diversi legami affettivi.

La difficoltà a svolgere questo ruolo è quasi sempre e soltanto iniziale, ossia nel decidersi a compiere il primo passo e nel superare una visione soltanto familistica dei legami di solidarietà.

D altronde, si può anche investire un po del proprio danaro e delle proprie energie nelle adozioni a distanza, mantenendo una corrispondenza con bambini e ragazzi di altri paesi, bisognosi non solo di assistenza ma anche di qualcuno che, credendo in loro, trasmetta fiducia e speranza nel futuro.

Tu sarai. La canzone della festa dei Nonni http://www.youtube.com/watch?v=1r0fkp23zns http://la1.rsi.ch/home/networks/la1/cultura/storie/2 012/10/22/storie-28-ott.html - Video0:00-11:28

Preso da un articolo scritto da Anna Oliverio Ferraris http://www.annaoliverioferraris.it/emozioni-ebenessere/nonni-oggi.html 2013 Anna Oliverio Ferraris Webmanager: Eleonora Lupo Realizzato da: siti web trento Seo by stellissimo Comunicazione Aumentativa