PROGRAMMAZIONE DI GEOGRAFIA. Anno scolastico 2014-2015

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Declinazione dei risultati di apprendimento in conoscenze e abilità per il primo biennio

DIPARTIMENTO DI SCIENZE INTEGRATE PIANO DI STUDI DI GEOGRAFIA BIENNIO

PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II E

PROF. Silvia Tiribelli. MATERIA: Geografia CLASSE I E

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

GEOGRAFIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

PROGRAMMAZIONE DI STORIA Anno scolastico

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

GEOGRAFIA: TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

CURRICOLO TRIENNALE DI GEOGRAFIA

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI Via Monte Pollino, Monterotondo (RM)

PROGETTAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE. DOCENTE Francesco Bottaro CLASSE 2 SEZ. A A.S

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI

PROGRAMMAZIONE D AREA DI GEOGRAFIA

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico Contratto Formativo Individuale

LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA. a.s PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA. Docente : Giuliano Maria

RUBRICA DI VALUTAZIONE (classi I II III) GEOGRAFIA

Programmazione del dipartimento di Diritto e Economia. Biennio del Liceo delle Scienze Umane e del Liceo Economico Sociale. a.s.

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.V. GRAVINA CROTONE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLNARE DI STORIA/ GEOGRAFIA per Unità di Apprendimento (UdA) bimestrali

GEOGRAFIA. Disciplina di insegnamento: TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

PROGRAMMAZIONE DI GEOGRAFIA TURISTICA A.S. 2013/2014 CLASSE 3 D TURISMO ISTITUTO TECNICO BRANCHINA ADRANO PROF. MASSIMO RICCARDO COSTANZO

P R O G R A M M A Z I O N E D I S C I P L I N A R E DI GEOGRAFIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Anno scolastico 2012/2013

CLASSE PRIMA indirizzo AFM/TU

DIPARTIMENTO ITALIANO E STORIA. Introduzione

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI

Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

Orientamento. La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi

DISCIPLINA: Geografia

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: 24 / 9 /2014 Pag. di 5

STRUTTURA UDA U.D.A. 2. Classe III A PRESENTAZIONE

STRUTTURA UDA U.D.A. 4. Classe III A PRESENTAZIONE

Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE

ASSE STORICO SOCIALE

CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

STORIA E GEOGRAFIA NEL PRIMO BIENNIO

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI STORIA E CITTADINANZA DOCENTE: FACIN MIRIAM CLASSE 3 SEZ. A A.S.2015/2016

ISTITUTO COMPRENSIVO - MINEO

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE PIANO DI LAVORO ANNUALE - CONTRATTO FORMATIVO

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

LICEO LINGUISTICO E DELLE SCIENZE UMANE "F. DE SANCTIS" Via Fogazzaro, Paternò (CT) TEL

CURRICOLO VERTICALE GEOGRAFIA

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN.

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE PROGETTAZIONE ANNUALE DIDATTICA:

STRUTTURA UDA RIFERIMENTO: PRIMO BIENNIO CLASSE SECONDA UNITÀ DIDATTICA APPRENDIMENTO DI TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Profilo dello studente della formazione professionale in esito al biennio dell obbligo di istruzione ed al terzo anno

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali)

CURRICOLO DI GEOGRAFIA

CURRICOLI D ISTITUTO - AREA STORICO-GEOGRAFICA DISCIPLINA: STORIA

GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECO... PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO

GRIGLIA VALUTAZIONE PER DISCIPLINA GEOGRAFIA CLASSE 1 COMPETENZE CONOSCENZE E ABILITA DESCRITTORI di VOTO VOTO

POF COMPETENZE

MATERIA: INFORMATICA CLASSI: PRIME TERZE QUARTE SECONDE QUINTE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMA DI SCIENZE UMANE - OPZIONE ECONOMICO SOCIALE MONOENNIO CLASSE QUINTA

STRUTTURA UDA A PRESENTAZIONE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

PIANO ANNUALE DI LAVORO

STRUTTURA UDA A PRESENTAZIONE. Alunni della classe quarta (secondo biennio) del settore Manutenzione e Assistenza Tecnica. U.D.A. 1.

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Curricolo di Geografia Scuola Primaria

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2013/2014. Indirizzo: Maxisperimentazione ad indirizzo socio-biologico

CURRICOLO GEOGRAFIA OBIETTIVI E COMPETENZE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO CURRICULUM VERTICALE DI GEOGRAFIA

PROGRAMMAZIONE DI GEOSTORIA

Istituto Comprensivo 2 di Montesarchio A.S Curricolo Verticale di Geografia. GEOGRAFIA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti

Istituto Tecnico Industriale Minerario Giorgio Asproni

CURRICOLO DI GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA

GEOGRAFIA INDICATORE (CATEGORIA) AMBIENTE

Scuola primaria. Obiettivi di apprendimento. Orientamento

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi. Progettazione della classe I BS classe a. s

Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

PIANO DI LAVORO ANNUALE DI ECONOMIA POLITICA PER IL QUINTO ANNO

Piano didattico annuale. Materia: STORIA. Manutenzione e Assistenza Tecnica Annualità

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

UNITÀ DIDATTICA di APPRENDIMENTO RIF.Competenza: 4 A.S. 2015/2016. TITOLO: Tecniche di Confezione nell abbigliamento COD. UDA N 4 A PRESENTAZIONE

ALLEGATO D: UNITA DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 2015/16 Classe 1 E

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S

1. OBIETTIVI DIDATTICI (competenze di base per l asse dei linguaggi)

PERCORSO FORMATIVO ISTITUTO TECNICO: SETTORE ECONOMICO, INDIRIZZO AMMINISTRA- ZIONE FINANZA E MARKETING, ARTICOLAZIONE GENERALE

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA. GEOGRAFIA - CLASSI PRIME Scuola Primaria. GEOGRAFIA CLASSI SECONDE Scuola Primaria

INDICATORI, ABILITA /CAPACITA, CONOSCENZE

STORIA RACCORDO TRA LE COMPETENZE

TITOLO: Realizzazione di una protesi totale mobile in resina A PRESENTAZIONE ACQUISIRE ED INTERPRETARE L INFORMAZIONE

COMPETENZE CONOSCENZE ABILITA ITALIANO INGLESE SECONDA LINGUA COMUNITARIA

SITUAZIONE DI PARTENZA

TITOLO: PROPRIETA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI DENTALI COD. A PRESENTAZIONE CHIMICA-FISICA-SCIENZE DELLA TERRA-ITALIANO

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO

Advertisement
Transcript:

PROGRAMMAZIONE DI GEOGRAFIA Anno scolastico 2014-2015 Seconda classe FINALITA' GENERALI 1) Forte legame con la storia 2) Sviluppare la capacità di comprendere le relazioni che intercorrono tra le caratteristiche ambientali, socioeconomiche culturali e demografiche di un territorio 3) Utilizzare consapevolmente le diverse forme di rappresentazione cartografica 4) Inquadrare nello spazio i problemi del mondo attuale. COMPETENZE Riconoscere gli aspetti geografici, territoriali, ecologici dell ambito naturale ed antropico, le connessioni con le strutture demografiche economiche sociali e le trasformazioni avvenute nel tempo, operando opportuni collegamenti e confronti tra realta vicine e /o lontane. Comprendere il cambiamento e le diversità degli ambienti in una dimensione sincronica attraverso il confronto tra aree geografiche e culturali e in una dimensione diacronica attraverso il confronto tra epoche. Abilità Interpretare il linguaggio cartografico, rappresentare i modelli organizzativi dello spazio in carte tematiche, grafici e tabelle, anche attraverso strumenti informatici. Descrivere e analizzare un territorio utilizzando metodi, strumenti e concetti della geografia Individuare la distribuzione spaziale degli insediamenti e delle attività economiche e identificare le risorse di un territorio Analizzare il rapporto uomo ambiente Riconoscere le relazioni tra tipi e domini climatici e sviluppi di un territorio Analizzare i processi di cambiamento del mondo contemporaneo Riconoscere gli aspetti fisico- ambientali dei vari continenti Riconoscere il ruolo delle istituzioni comunitarie riguardo allo sviluppo, al mercato del lavoro e all ambiente Analizzare casi significativi della ripartizione del mondo per evidenziarne differenze economiche, politiche e socioculturali. Riconoscere l importanza della sostenibilità territoriale, la salvaguardia degli ecosistemi e della biodiversità Conoscenze

Rappresentazione degli aspetti spaziali: reticolato geografico, vari tipi di carte, sistemi informativi geografici Formazione, evoluzione e percezione dei paesaggi naturali e antropici Ruolo dell uomo nei cambiamenti climatici e microclimatici Processi e fattori di cambiamento del mondo contemporaneo (globalizzazione, aspetti demografici e geopolitici) Sviluppo sostenibile: ambiente, società, economia... Flussi di persone e organizzazione del territorio. Caratteristiche fisico-ambientali, socioculturali, economiche e geopolitiche relative a Italia, Unione Europea, Continenti extraeuropei. Verifiche Per seguire con continuità il processo di apprendimento ed assimilazione degli argomenti ed al tempo stesso per valutare l'efficacia del lavoro didattico, si prevedono verifiche orali frequenti, integrate da prove formative e sommative scritte ( prove oggettive e questionari compilativi). Verifica sommativa con diverse tipologie di prove. Unità 1 Popolazione della terra, attività economiche e globalizzazione 2 Italia ed Europa 3 I continenti Titolo dell unità 1: POPOLAZIONE DELLA TERRA, ATTIVITA ECONOMICHE e GLOBALIZZAZIONE Descrizione della competenza COMPETENZA FINALE Riconoscere, classificare, interpretare ed organizzare le informazioni relative a geosistema, climi, gestione delle risorse, dinamiche demografiche e struttura delle popolazioni anche nelle loro connessioni con gli ambienti. Riconoscere le problematiche relative alla globalizzazione, allo sviluppo, allo sviluppo sostenibile e all affermazione dei diritti dei popoli Abilità Descrivere Analizzare il rapporto uomo ambiente e le dinamiche demografiche Analizzare casi significativi della ripartizione del mondo per evidenziarne

differenze economiche, politiche e socioculturali Descrivere e analizzare un territorio e le sue possibilità di sviluppo in relazione ai domini climatici Riconoscere e analizzare l importanza della sostenibilità territoriale, la salvaguardia degli ecosistemi e la biodiversità. Individuare la distribuzione spaziale degli insediamenti e delle attività economiche in base alle risorse di un territorio Riconoscere il ruolo delle istituzioni comunitarie riguardo allo sviluppo, al mercato del lavoro e all ambiente interpretare e valutare, sotto la guida dell insegnante, i documenti utilizzati esporre in forma chiara utilizzando il lessico specifico fatti e i problemi relativi all argomento e interpretare il linguaggio cartografico. Conoscenze La struttura delle popolazioni, la dinamica demografica, migrazioni e società multiculturali, l urbanizzazione. Il geosistema, climi e biomi, l inquinamento, il cambiamento climatico, le risorse naturali, risorse minerarie ed energetiche, la gestione delle risorse. Popolazioni e risorse. II settore primario, le attività industriali, crescita e diffusione delle attività terziarie, la globalizzazione, sviluppo e sottosviluppo. L affermazione dei diritti, la collaborazione tra i governi e la cooperazione. Verifiche Per seguire con continuità il processo di apprendimento ed assimilazione degli argomenti ed al tempo stesso per valutare l'efficacia del lavoro didattico, si prevedono verifiche orali frequenti, Verifica sommativa a. In forma cartacea Libro di testo Materiale fornito dal docente Materiali di studio b. In forma elettronica 1. materiale in forma digitale 2. utilizzo delle tecnologie multimediali Sviluppo logico e metodologico dell unità d apprendimento 1. lezioni frontali

2. schemi alla lavagna o uso dei sistemi multimediali 3. esercitazioni individuali e collettive 4. analisi guidata del libro di testo 5. lettura delle carte geografiche e lettura del testo con evidenziazione delle parole chiave 6. discussioni in classe Titolo dell unità 2 : ITALIA ed EUROPA Descrizione della competenza COMPETENZA FINALE Riconoscere, classificare, organizzare e interpretare le caratteristiche fisico ambientali, socio culturali, economiche e geopolitiche relative a Italia ed Europa. Abilità Analizzare le caratteristiche fisiche, economiche, politiche e culturali dell Italia e dell Europa Descrivere le caratteristiche peculiari delle varie articolazioni regionali e saperle comparare Riconoscere il ruolo delle istituzioni comunitarie riguardo allo sviluppo al mercato del lavoro e all ambiente. interpretare e valutare, sotto la guida dell insegnante, i documenti utilizzati esporre in forma chiara utilizzando il lessico specifico fatti e i problemi relativi all argomento e interpretare il linguaggio cartografico. Conoscenze: caratteristiche fisico-ambientali, socio- culturali, economiche e geopolitiche relative a Italia ed Europa. Verifiche Per seguire con continuità il processo di apprendimento ed assimilazione degli argomenti ed al tempo stesso per valutare l'efficacia del lavoro didattico, si prevedono verifiche orali frequenti, Verifica sommativa c. In forma cartacea Libro di testo Materiale fornito dal docente Materiali di studio d. In forma elettronica

3. materiale in forma digitale 4. utilizzo delle tecnologie multimediali Sviluppo logico e metodologico dell unità d apprendimento 7. lezioni frontali 8. schemi alla lavagna o uso dei sistemi multimediali 9. esercitazioni individuali e collettive 10. analisi guidata del libro di testo 11. lettura delle carte geografiche e lettura del testo con evidenziazione delle parole chiave 12. discussioni in classe Titolo dell unità 3 : I CONTINENTI Descrizione della competenza COMPETENZA FINALE Riconoscere, classificare, organizzare e interpretare le caratteristiche fisico ambientali, socio culturali, economiche e geopolitiche relative ad Asia, Africa, America, Oceania e Terre polari. Abilità Analizzare le caratteristiche fisiche, economiche, politiche e culturali dei Continenti Descrivere le caratteristiche peculiari dei Continenti e saperle comparare Riconoscere il ruolo delle istituzioni comunitarie riguardo allo sviluppo al mercato del lavoro e all ambiente. Esporre in forma chiara le conoscenze specifiche relative ai contenuti dell unità Conoscenze: caratteristiche fisico-ambientali, socio- culturali, economiche e geopolitiche relative ad Asia, Africa, America, Oceania e Terre polari. Verifiche Per seguire con continuità il processo di apprendimento ed assimilazione degli argomenti ed al tempo stesso per valutare l'efficacia del lavoro didattico, si prevedono verifiche orali frequenti, Verifica sommativa Valutazione delle prove di verifica Il punteggio finale sarà calcolato applicando la seguente proporzione: PT:PM=X:10 Dove: PT = punteggio totalizzato dall alunno PM = punteggio massimo della prova X = l incognita da trovare (in questo caso il voto da attribuire) 10 = rapporto in decimi

Per cui: X = (PT 10):PM La soglia di superamento della prova equivale al livello di 6. Griglie di valutazione: corrispondenza tra fasce di punteggio e voto. A. 9-10: gli obiettivi sono stati pienamente raggiunti (competenza elevata) B. 7-8: gli obiettivi sono stati largamente raggiunti (competenza discreta) C. 6: gli obiettivi sono stati raggiunti in misura sufficiente (competenza minima) D. 4-5: gli obiettivi non sono stati raggiunti (competenza non raggiunta) VALUTAZIONE Sufficiente Lo studente deve dimostrare di essere in grado di elevarsi al di sopra di un livello di conoscenza puramente mnemonica dei fondamentali contenuti proposti. Deve essere inoltre in grado di organizzare tali contenuti in un esposizione coordinata, attraverso domande-guida formulate dall insegnante e deve saper fare uso di un linguaggio chiaro e coerente. Discreto Lo studente deve dimostrare una conoscenza sicura dei contenuti proposti; deve inoltre saperli esporre sulla base di quesiti più generali, i quali lascino spazio ad un esposizione parzialmente autonoma, che sappia seguire i collegamenti diacronico-sincronici e geografico-descrittivi proposti dall insegnante. L espressione deve essere chiara e corretta e deve far riferimento alla terminologia propria della materia. Buono-discreto Lo studente deve dimostrare un esauriente conoscenza degli argomenti proposti. L esposizione deve essere autonoma anche nella delineazione dei collegamenti diacronico-sincronici e geografico-descrittivi. Inoltre l espressione deve essere chiara e corretta ed avvalersi della terminologia propria della materia. Insufficiente Tale livello è caratterizzato da: conoscenza dei contenuti lacunosa e puramente mnemonico-informativa; difficoltà ad operare analisi su informazioni semplici; difficoltà a formulare risposte coerenti alle domande-guida dell insegnante. Gravemente insufficiente Tale livello è caratterizzato da: gravi lacune nella conoscenza dei contenuti fondamentali; gravi lacune nella comprensione dei contenuti proposti dal testo e dall insegnante e/o mancanza di coerenza nelle risposte ai quesiti presentati.

PROGRAMMAZIONE di Costituzione e cittadinanza Anno scolastico 2014-2015 BIENNIO L insegnamento di questa materia ha l obiettivo di introdurre lo studente alla conoscenza della Costituzione italiana, nei suoi elementi fondamentali e caratterizzanti, con approfondimento delle tematiche relative ai principi fondamentali e ai doveri e diritti dei cittadini. Si intende soprattutto mostrare come i principi della Costituzione siano rilevanti anche nella vita quotidiana di ogni cittadino e costituiscano un patrimonio di valori condivisi a cui ispirarsi. Il corso quindi si propone di sviluppare negli allievi la consapevolezza che la Costituzione non richiede un accettazione passiva ma un adesione profonda e convinta che si traduce nelle scelte di vita di ognuno di noi, nella nostra visione del mondo, nel nostro impegno politico e sociale. Finalità educative e formative Favorire la formazione di una coscienza civile Educare alla democrazia e alla partecipazione attiva nella società Approfondire i problemi, accrescere il livello di conoscenza, che è fattore irrinunciabile di libertà Educare al dialogo concepito come esercizio di democrazia e condotto con rispetto reciproco (nella famiglia, nella scuola, con gli amici, con chi appartiene ad altre culture) Acquisire la consapevolezza del valore e del diritto delle diversità Rispettare la civiltà degli altri al pari della propria Costruire la pace nella vita quotidiana attraverso l osservazione delle norme di convivenza civile Rifiutare la violenza delle parole e delle azioni Comprendere l importanza della salvaguardia dell ambiente Scoprire e valorizzare la propria identità attraverso il confronto con gli altri Essere consapevole dell importanza della solidarietà e del volontariato Avere consapevolezza dell esistenza di molti paesi in cui i diritti fondamentali non vengono riconosciuti Obiettivi specifici Conoscere e interpretare i principi fondamentali della Costituzione Conoscere e analizzare i diritti e doveri dei cittadini Saper collegare i principi della Costituzione a problemi e realtà della società attuale Saper leggere testi espositivi e argomentativi individuandone la struttura, i temi centrali, i particolari linguistici e l intenzione dello scrittore Produrre discorsi orali di vario tipo (formali e informali), adeguandone l organizzazione e la forma linguistica agli scopi e alle situazioni Contenuti I caratteri della Costituzione italiana I principi fondamentali (articoli 1-12) Diritti di cittadinanza e diritti umani Durata Dodici ore liberamente distribuite nel corso dell anno scolastico