Sistemi Informativi Territoriali. Paolo Mogorovich www.di.unipi.it/~mogorov

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso

TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI

A cura di: Castaldo Maria,Di Brino Patrizia, Bertini Paola, Gori Monia.

SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri

Dal S.Gottardo all Oberland Bernese. di Paolo Castellani

C.A.I. PONTE S. PIETRO

COMPRENSORIO ALPINO PENISOLA LARIANA CONSUNTIVO ISTITUTI A REGOLAMENTAZIONE SPECIALE

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina

Parco naturale Fanes Senes Braies: escursioni nella natura (1) Col Bechei de Sora (2794 m)

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

TREKKING DEL "SELLARONDA"

TREKKING E MOUNTAIN BIKE

Pratolungo-Sentiero 299-C. Praga-Sent E1-Sant. Montaldero-Arquata Scrivia. : Arquata Scrivia-Sentiero E1-C. Lavaggi- :

ULTRATRAIL 50 Km m dislivello positivo

LA VALLE DI PALANFRÈ

CHIARA V. 07/05/2014

MAKALU 8463 m, NEPAL via normale nord-ovest, discesa in sci e cenni sulle altre vie del versante ovest 1

Itinerario 13. Orgia, Itinerari del Museo del Bosco: La passeggiata del Conte, Il fiume, il Romitorio, le carbonaie

Sci alpinismo nel gruppo di Puez

Macroambito G Il territorio dei Parchi Nazionali

La Regione francese. Il territorio. La Regione francese si trova nell Europa occidentale. È formata da 4 Stati: Francia, Belgio, Lussemburgo e Monaco.

IL MARE E LE COSTE. 1. Parole per capire VOLUME 1 CAPITOLO 3. A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare...

PRIMO GIORNO: SENTIERO DA PIAN TREVISAN A PIAN DEI FIACCONI

Alta Via dell'adamello

Presentazione creata da Antonino Oddo A.N.E. Grafica by Thor Software

61 Ghiacciaio della Capra

CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI

Distelgrube Faltmaralm

MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge

Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011

Riva Grande - l'area si trova sul colle di Medea. Riva Grande - l'area si trova sul colle di Medea

PIANO STRUTTURALE COMUNALE L.R. 24 Marzo 2000 n. 20 VALUTAZIONE DELLE AREE A RISCHIO IDRAULICO

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo)

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014

GITA ESTIVA SULLE DOLOMITI DI SESTO Luglio Schede descrittive degli itinerari

CHO OYU 8201 m RELAZIONE TECNICA DELLA SALITA PER LA VIA NORMALE SUL LATO NORD (TIBET)

Monte Pisanino. Descrizione del percorso

LM Quaternario, Preistoria e Archeologia Corso di Cartografia tematica Dott. Maria Chiara Turrini

Dal rifugio Baranci verso Val Campo di Dentro

17 Luglio Monte Croce con traversata val d Ayas Valtournenche

Itinerario n Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore

Percorso Zona Orientale

Totes Gebirge - Austria

Trekking per la Cima della Neve - Schneespitze

PRO LOCO DI BOLCA Via S. Giovanni Battista Bolca VRwww.bolca.it

CARTOGRAFIA. Analizziamo ora le diverse tipologie di supporto che si trovano sul mercato:

5. COMPRENSORIO DI PIAGGE-SAN SALVATORE (AP-20 AREA STRALCIATA) 5.1 VERIFICA PRELIMINARE E VERIFICA SEMPLIFICATA

TREKKING IN VAL MASTALLONE

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI

Si è pensato di riassumere le diverse definizioni nel modo seguente:

Metato (408 m) - Focetta San Vincenzo (912 m) [innesto sentieri 101 e 112] Figura 1: Metato

Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel )

Viaggio in macchina circa 4 ore. In auto

Le vasche di pietra e i menhir di Albano di Lucania

Via Ferrata del Somator, Monte Biaena

Il trekking del Lagorai (TransLagorai)

Mobile Gressoney, la valle del Lys e il Monte Rosa

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30

Piano Stralcio per l Assetto Idrogeologico

I MARMI DI ROCCA BIANCA

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

LA VIA FRANCESCANA 2016 tra Marche e Umbria Un appuntamento imperdibile per un trek itinerante di 6 giorni e 5 notti dal 05/09 al 10/09/2016

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

INDIRIZZO: ASSOCIAZIONE CULTURALE FORZA VITALE - Regione Castignolio 6/A Netro (BI)

SETTEMBRE 2011 SABATO 3 Itinerario ad anello con partenza da Campigna

Trek Valgrisenche. Percorso "soft"

Codice indicatore. Descrizione sintetica indicatore. Corridoio 17 Acque Alte. Informazioni fornite dall indicatore

L Europa baltica. Osserva la carta geografica dell Europa baltica. Quali sono gli stati dell Europa baltica?...

Monte Spino da S. Michele

L ITALIA SI TROVA A METÀ STRADA TRA IL POLO NORD E L EQUATORE NELLA PARTE MERIDIONALE (PARTE SUD) DELL EUROPA.

Club Alpino Italiano Sezione di Ascoli Piceno Via Serafino Cellini, Ascoli Piceno Tel

Repertorio Cartografico REGIONE CALABRIA

CAI - ALPINISMO GIOVANILE. Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna Segnaletica

Simboli delle Carte nazionali

Itinerario n Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana

GLOSSARIO DI GEOGRAFIA

Partenze. Ogni giorno dal 1 Aprile al 1 novembre Partecipanti: una persona e più

Monte Nagià-Grom, Valle di Gresta, percorso storico I G.M.

Il taccuino dell esploratore

Itinerario n La Valnerina fra Arrone e la Cascata delle Marmore

FRANA SULLA STRADA PROVINCIALE N. 24 SCILLATO-CALTAVUTURO

La Finlandia confina a nord con la Norvegia, a est con la Russia, a ovest con la Svezia; a sud e a ovest è bagnata dal Mar Baltico.

MI-01 Il Mincio dal Garda a Mantova

SPECIFICHE TECNICHE DELLA CARTA TECNICA REGIONALE NUMERICA LOTTO 21

1. Schenna Riffianerweg Saltaus St. Leonhard ritorno. 2. Schenna Castel Goyen Castel Labers Fragsburg Greiterhof ritorno

Monte Morrone da Corvaro - Riserva Naturale Regionale Montagne della Duchessa -

: RONDANINA-MONTE SOPRA PROPATA(pendici)-CASA DEL ROMANO-CAPANNE DI CARREGA-MONTE CARMO-CAPAN NE DI CARREGA-CASA DEL ROMANO-CAPRILE

Passeggiandoinbicicletta.it

LE TRE CIME DI LAVAREDO Le regine delle Dolomiti

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro

Anello dal Corno alle Scale alle Cascate del Dardagna

2011_09 MERANO IN BICI.doc 1

Presentazione. L Italia è lo stato in cui viviamo. E divisa in regioni. Il Veneto è la nostra regione. Osserviamo le seguenti cartine:

TORRE VENEZIA, m 2337 parete O via Castiglioni-Kahn + varianti Soldà e centrale ed uscita Livanos salite del 12/10/1999 e del 22/5/2011

Installazione di pannelli fotovoltaici su fabbricato di civile abitazione. in Laterina - Comune di Laterina

Villaggi Walser a due passi dal Cielo

Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g

Vesio, maneggio (m 680) bivio Bocca Sospiri (m 1.000) Piazzale con traliccio (m 1.305) Val Cerese (m 1.266).

Come arrivare a Canovella B&B

Advertisement
Transcript:

Sistemi Informativi Territoriali Paolo Mogorovich www.di.unipi.it/~mogorov Nozioni di Cartografia Esempi di lettura di carte Tratto da La lettura delle carte geografiche di Aldo Sestini Firenze, 1967 1

Lettura delle carte 1a Lettura delle carte 1b Regione di pianura, percorsa da un grande fiume (Po), che segna il confine tra due Province. In vicinanza del fiume, largo circa 400 m, si trovano tratti di terreno sabbioso o ghiaioso, e un po più dentro, tratti a boscaglia, ed anche a vero bosco, come nella regione Serafina. Uno o due argini corrono ad una certa distanza dal fiume, e talora proprio sulla sua sponda. Più in dentro, rispetto al fiume stesso, il terreno è coltivato, generalmente anche alberato, e con tratti di vigneto; qua e là si stendono prati. La campagna è attraversata, nella parte ad ovest del fiume, da diversi canaletti. Strade carrozzabili o carreggiabili, di cui talune su argini, percorrono in vario senso la regione; poche case isolate sparse tra i campi. Nell angolo nord-ovest il terreno è leggermente rialzato, formando una terrazza piana e delimitata da una scarpata. Su questa terrazza è il grosso centro abitato di Castelnuovo Bocca d Adda, con case piuttosto diradate, tra le quali trovano posto orti e cortili. Nella parte nord-est dell abitato è la chiesa del paese. 2

Lettura delle carte 1a Lettura delle carte 2a 3

Lettura delle carte 2b Regione di bassa montagna (appennino Romagnolo). Da una cresta con molte piccole cime (presso il margine superiore della carta), alta 850-950 m, si staccano verso sud-sud-est, tre brevi contrafforti, ciascuno dei quali ha un fianco assai ripido e accidentato ad oriente, un fianco più uniforme e meno inclinato ad ovest. Il contrafforte orientale e quello centrale discendono sopra la valle principale, percosa dal fiume Lamone, l altro sopra una valle secondaria (delle Fogare). Il terreno è in parte nudo, con frequente affiorare di sassi e roccia, in parte rivestito da bosco (alcuni castagneti). Poche case isolate sono sparse qua e là sui fianchi; isolata è pure la chiesa di Fantino. Lungo la valle principale corrono una ferrovia (con gallerie e stazione) ed una strada carrozzabile; nel rimanente le vie di comunicazione sono quasi soltanto mulattiere (talora fiancheggiate da siepi) o semplici sentieri. Lettura delle carte 2a 4

Lettura delle carte 3a Lettura delle carte 3b Regione di montagna (appennino Marchigiano), assai elevata, con pendii ripidi e in qualche tratto rocciosi. Da un alta cresta a ferro di cavallo, che porta le due cime principali (M. Vettore m 2478 e c.q. m 2449), si allungano verso nord due creste, tra le quali si affonda una valle. La cresta occidentale presenta più cime sopra i 2200m ed una notevole insellatura (Forca Viola m 1939); la cresta orientale si va sempre più abbassando. La valle intermedia è chiusa all origine dalla cresta arcuata tra le due cime principali, i cui fianchi scoscendono sul fondo, occupato da un laghetto (L. di Pilato); ai piedi di pareti rocciose stanno falde detritiche. Oltre il lago la valle scende, da prima lentamente, poi il suo pendio si accentua (da M. Rotondo), mentre il fondo si restringe. Sotto il punto segnato Le Svolte presenta un ripido gradino in parte roccioso; alla sinistra, specialmente sotto il monte Argentella, alte pareti rocciose chiudono la valle, a destra il fianco è meno ripido e comincia a coprirsi di bosco. Il fianco che scende dalla cresta occidentale verso ovest è molto uniforme, mentre quello ad est della cresta orientale è spesso roccioso e più fortemente inciso da valloni. Le sole strade che si trovano nella regione sono semplici sentieri; uno di questi risale la valle fino al lago. Da esso si stacca un altro sentiero, che va ad attraversare la cresta occidentale alla insellatura di Forca Viola. Mancano abitati, il terreno è in gran parte nudo (a pascolo). La cresta occidentale serve di confine tra due province, quella orientale segna il limite Paolo Mogorovich tra - Sistemi due comuni. Informativi Territoriali - 153-E33 - Esempi di lettura di carte 5

Lettura delle carte 3a Regione di montagna (appennino Marchigiano), assai elevata, con pendii ripidi e in qualche tratto rocciosi. Da un alta cresta a ferro di cavallo, che porta le due cime principali (M. Vettore m 2478 e c.q. m 2449), si allungano verso nord due creste, tra le quali si affonda una valle. La cresta occidentale presenta più cime sopra i 2200m ed una notevole insellatura (Forca Viola m 1939); la cresta orientale si va sempre più abbassando. La valle intermedia è chiusa all origine dalla cresta arcuata tra le due cime principali, i cui fianchi scoscendono sul fondo, occupato da un laghetto (L. di Pilato); ai piedi di pareti rocciose stanno falde detritiche. Oltre il lago la valle scende, da prima lentamente, poi il suo pendio si accentua (da M. Rotondo), mentre il fondo si restringe. Sotto il punto segnato Le Svolte presenta un ripido gradino in parte roccioso; alla sinistra, specialmente sotto il monte Argentella, alte pareti rocciose chiudono la valle, a destra il fianco è meno ripido e comincia a coprirsi di bosco. Il fianco che scende dalla cresta occidentale verso ovest è molto uniforme, mentre quello ad est della cresta orientale è spesso roccioso e più fortemente inciso da valloni. Le sole strade che si trovano nella regione sono semplici sentieri; uno di questi risale la valle fino al lago. Da esso si stacca un altro sentiero, che va ad attraversare la cresta occidentale alla insellatura di Forca Viola. Mancano abitati, il terreno è in gran parte nudo (a pascolo). La cresta occidentale serve di confine tra due province, Paolo Mogorovich - Sistemi Informativi Territoriali - 153-E33 - Esempi quella di lettura orientale di carte segna il limite tra due comuni. Lettura delle carte 3a 6

Sistemi Informativi Territoriali Paolo Mogorovich www.di.unipi.it/~mogorov 7