Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 8 BERICA Viale F. Rodolfi n VICENZA DELIBERAZIONE. n.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 8 BERICA Viale F. Rodolfi n VICENZA DELIBERAZIONE. n."

Transcript

1 Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 8 BERICA Viale F. Rodolfi n VICENZA DELIBERAZIONE n. 948 del O G G E T T O Istituzione della Commissione ispettiva di vigilanza sugli esercizi commerciali diversi dalle farmacie che vendono farmaci da banco, di automedicazione o non soggetti a prescrizione medica dell ULSS n. 8 Berica. Proponente: UOC Affari Generali Anno Proposta: 2018 Numero Proposta:

2 Il Direttore della UOC Affari Generali, riferisce: Con la Legge regionale n. 19 del ad oggetto Istituzione dell ente di governance della sanità regionale veneta denominato Azienda per il governo della sanità della Regione del Veneto Azienda Zero. Disposizioni per la individuazione dei nuovi ambiti territoriali delle aziende UU.LL.SS.SS. è stata profondamente ridisegnata la fisionomia delle aziende sanitarie del S.S.R. e si è, tra l altro, stabilita la fusione per incorporazione dell Azienda U.L.SS. n. 5 Ovest Vicentino (incorporata) nell Azienda U.L.SS. n. 6 Vicenza (incorporante), che vede cambiata la propria denominazione in Azienda ULSS n. 8 Berica, a decorrere dal 1 gennaio In forza delle modifiche organizzative intervenute per effetto della Legge regionale anzidetta, si rende necessario provvedere all istituzione dei nuovi organismi afferenti all Azienda ULSS n. 8 Berica. Tra i nuovi organismi da istituire vi è la Commissione ispettiva di vigilanza sugli esercizi commerciali diversi dalle farmacie che vendono farmaci da banco, di automedicazione o non soggetti a prescrizione medica dell ULSS n. 8 Berica, prevista dall articolo n. 5 della Legge 248/2006 di conversione del D.L. n. 223 del L articolo 5 del D.L. 4 luglio 2006 n. 223 (come convertito dalla Legge n. 248, c.d. Decreto Bersani ) recante Interventi urgenti nel campo della distribuzione dei farmaci prevede al comma 1 che Gli esercizi commerciali di cui all articolo 4, comma 1, lettere d), e) e f), del D.lgs. 31 marzo 1998 n. 114, possono effettuare attività di vendita al pubblico dei farmaci da banco o di automedicazione, di cui all articolo 9 bis del D.L n. 327 e di tutti i farmaci non soggetti a prescrizione medica, previa comunicazione al Ministero della Salute e alla Regione in cui ha sede l esercizio, nonché al comma 2, che la vendita di detti prodotti è consentita durante l orario di apertura dell esercizio commerciale e deve essere effettuata in un apposito reparto, alla presenza e con l assistenza personale e diretta al cliente di uno o più farmacisti abilitati all esercizio della professione ed iscritti al relativo ordine. La Deliberazione della Giunta Regionale n del 29 dicembre 2009 ha dettato Indicazioni in materia di vendita di farmaci da banco o di automedicazione e di tutti i farmaci o prodotti non soggetti a prescrizione medica negli esercizi commerciali diversi dalle farmacie, approvando apposite Linee Guida (Allegati A, A1, A2 alla D.G.R.V. 4252/2009) volte a garantire il rispetto della normativa che attualmente disciplina la vendita dei farmaci da banco e di automedicazione e di tutti i farmaci o prodotti non soggetti a prescrizione medica negli esercizi commerciali, nonché a delegare l attività ispettiva di vigilanza e di controllo alle Aziende socio-sanitarie competenti per territorio, in analogia a quanto già previsto all articolo 16 della Legge regionale 31 maggio 1980 n. 78 recante Vigilanza sulle farmacie. L articolo 16 della Legge Regionale 31 maggio 1980 n. 78 ( Norme per il trasferimento alle unità sanitarie locali delle funzioni in materia di igiene e sanità pubblica, di vigilanza sulle farmacie e per l assistenza farmaceutica ) dispone, infatti, che l attività ispettiva di vigilanza e di controllo sulle farmacie di cui sono titolari enti pubblici e sulle farmacie di cui sono titolari i privati, è esercitata dall ufficio per il servizio farmaceutico dell unità sanitaria locale, intendendosi sostituito al medico provinciale il responsabile dell ufficio stesso. Le succitate Linee Guida pongono quindi in capo all ULSS competente per territorio l attività di vigilanza ed ispezione in questione: l articolo 8 dell Allegato A alla D.G.R.V. 4252/2009 prevede, a 2

3 tale proposito, che l Azienda ULSS verifichi entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione di cui al punto 1 (comunicazione di inizio dell attività di vendita) la sussistenza di tutti i requisiti previsti dal D.L. 04 luglio 2006, n al fine di accertare la regolarità del reparto e della qualità dei medicinali in modo da offrire piena garanzia di buon esercizio, nonché la regolare osservanza delle disposizioni di cui al D.lgs. 24 aprile 2006 n , e che, nel corso di ciascun biennio, tutti i reparti e parafarmacie debbono essere visionati dall ULSS competente per territorio che può compiere anche verifiche straordinarie al fine di vigilare sul mantenimento dei requisiti richiesti, nonché sull adempimento delle presenti indicazioni. In presenza di irregolarità, quindi, il titolare dell esercizio commerciale è diffidato dall ULSS competente per territorio a mettersi in regola entro un termine perentorio, decorso inutilmente il quale l attività di vendita dei farmaci da banco o di automedicazione non potrà essere iniziata o proseguita. Con Circolare n del 13 settembre 2010 la Direzione Regionale Piani e Programmi Socio Sanitari ha dettato Chiarimenti in materia di adempimenti successivi alla delega di funzioni alle aziende UU.LL.SS. ex DGR n. 4252/2009 : al punto dedicato alle attività di vigilanza (n. 8 dell Allegato A alla DGRV 4252/2009) ha stabilito che.. pur ribadendo la competenza di ciascuna Azienda ULSS alla nomina della Commissione di vigilanza, si ritiene che la stessa debba essere individuata in analogia ai criteri e alle norme di cui all articolo 16 della L.R. Veneto n. 78 del 1980, in materia di vigilanza sulle farmacie, ancorché possa essere limitata a tre soggetti di cui un farmacista, un funzionario verbalizzante e un vigile sanitario (ovvero altro soggetto dotato dei poteri di pubblico ufficiale)... Alla luce di tali premesse di carattere normativo, la UOC Affari Generali, con nota in atti del (prot ), ha chiesto al Direttore della UOC Assistenza Farmaceutica Territoriale di indicare, previo confronto con il Dipartimento di Prevenzione ai fini dell individuazione dei componenti provenienti dalla medesima struttura e previa condivisione delle scelte del caso anche con le Direzioni aziendali, la composizione della nuova Commissione di cui si tratta da istituire nell ambito dell ULSS n. 8 Berica, al fine di provvedere alla formale designazione della medesima con atto deliberativo del direttore generale. A tale riguardo, la UOC Assistenza Farmaceutica Territoriale, con nota del 06 luglio 2018 (prot /2018), ha fornito indicazioni alla UOC Affari Generali relativamente alla individuazione dei componenti da inserire nell organismo di cui si tratta. Ciò detto, la UOC Affari Generali ha predisposto il documento tecnico denominato Composizione della Commissione ispettiva di vigilanza sugli esercizi commerciali diversi dalle farmacie che vendono farmaci da banco, di automedicazione o non soggetti a prescrizione medica dell U.L.SS. n. 8 Berica, che riporta l elenco dei componenti designati a far parte del nuovo organismo, secondo le indicazioni suesposte. Alla luce di quanto rappresentato, si propone di procedere all istituzione della nuova Commissione in parola, nella composizione riportata nel documento tecnico allegato alla presente deliberazione, che si propone di approvare quale sua parte integrante ed essenziale. Il medesimo Direttore ha attestato l avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in relazione alla sua compatibilità con la vigente legislazione regionale e statale in materia; I Direttori Amministrativo, Sanitario e dei Servizi Socio-Sanitari hanno espresso il parere favorevole per quanto di rispettiva competenza. 3

4 Sulla base di quanto sopra IL DIRETTORE GENERALE DELIBERA 1. di istituire la Commissione ispettiva di vigilanza sugli esercizi commerciali diversi dalle farmacie che vendono farmaci da banco, di automedicazione o non soggetti a prescrizione medica dell U.L.SS. n. 8 Berica, nella composizione riportata nel documento allegato alla presente deliberazione, di cui costituisce parte integrante ed essenziale; 2. di dare atto, come stabilito dal documento allegato al presente atto deliberativo, che il Presidente dell organismo di cui si tratta è il Direttore della UOC Assistenza Farmaceutica Territoriale (o suo delegato) e che la segreteria amministrativa dell organismo medesimo è allocata presso la UOC anzidetta. 3. di stabilire che la presente deliberazione venga pubblicata all Albo on line dell Azienda. ***** 4

5 Parere favorevole, per quanto di competenza: Il Direttore Amministrativo (App.to per il Dr. Tiziano Zenere Dr. Leopoldo Ciato) Il Direttore Sanitario (App.to Dr.ssa Simona Aurelia Bellometti) Il Direttore dei Servizi Socio-Sanitari (App.to per il Dr. Salvatore Barra - Dr.ssa Chiara Francesca Marangon) IL DIRETTORE GENERALE (F.to digitalmente Giovanni Pavesi) Il presente atto è eseguibile dalla data di adozione. Il presente atto è proposto per la pubblicazione in data all Albo on-line dell Azienda con le seguenti modalità: Oggetto e contenuto Copia del presente atto viene inviato in data al Collegio Sindacale (ex art. 10, comma 5, L.R , n. 56). IL RESPONSABILE PER LA GESTIONE ATTI DELL UOC AFFARI GENERALI 5

6 Documento tecnico Composizione della Commissione ispettiva di vigilanza sugli esercizi commerciali diversi dalle farmacie che vendono farmaci da banco, di automedicazione o non soggetti a prescrizione medica dell U.L.SS. n. 8 Berica. (ai sensi dell articolo 5 della Legge 248/2006) La Commissione è costituita da: Componente ex officio con funzioni di Presidente: il Direttore della UOC Assistenza Farmaceutica Territoriale (o suo delegato); Componente: un vigile sanitario con poteri di pubblico ufficiale, nonché ufficiale di polizia giudiziaria individuato nei sig.ri Pier Giuseppe Basso (membro effettivo) e Livio Chiementin (membro supplente), tecnici della prevenzione presso il SIAN dell Azienda; Componente: un medico veterinario individuato nelle persone del dott. Francesco Sartori (membro effettivo) e dei dottori Alvaro Lorenzi e Roberto Povolo (membri supplenti), medici veterinari dipendenti dell Azienda; Segretario verbalizzante della Commissione: è individuato dal Direttore della UOC Assistenza Farmaceutica Territoriale tra gli assistenti amministrativi in forza alla medesima UOC. *** 6