Impatto economico dell agricoltura di precisione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Impatto economico dell agricoltura di precisione"

Transcript

1 Ricerca e open data: l Agricoltura di Precisione per tutti Impatto economico dell agricoltura di precisione Roma, 28 maggio 2018 Angelo Frascarelli Docente di Economia e Politica Agraria - Università di Perugia. Direttore del Centro per lo Sviluppo Agricolo e Rurale. Membro del Comitato di redazione di Agriregionieuropa. 1

2 Un esempio dei vantaggi economici Effetto economico derivante dell introduzione di un sistema per l agricoltura di precisione su un ettaro di mais Variazioni Range (%) Var. media (%) Variazione reddito ( /ha) Miglioramento produzione Aumento costi fissi macchine Riduzione tempi e costi macchine Riduzione mezzi tecnici Totale Frascarelli, 2016

3 Il costo d uso delle macchine L AP riduce il costo delle macchine. La tabella mostra una riduzione del costo delle macchine di 29,37 euro/ha relativo alla coltura del mais, con il passaggio dalla guida manuale alla guida automatica. 3

4 I livelli dell agricoltura di precisione 5 livelli di agricoltura di precisione più uno generale 5. Utilizzo di mappe e distribuzione a rateo variabile; 4. Guida automatica con section controll; 3. Guida automatica; 2. Guida assistita con section controll; 1. Guida assistita; U T I L I Z Z O D S S

5 Riduzione dei costi variabili - Guida automatica Azienda/colture Forma dei campi Riso Mais Erba medica piccoli irregolari Piccola azienda piccoli regolari grandi irregolari grandi regolari piccoli irregolari Grande azienda piccoli regolari grandi irregolari grandi regolari Lazzari, 2015 I valori di risparmio maggiori (più di 180 /ha anno) sono conseguiti nel caso del mais e del riso su campi di forma irregolare. L abbinamento della guida automatica (con sistemi RTK) consente di velocizzare l operazione di semina, di ridurre la quantità di seme e di velocizzare a cascata anche tutte le altre operazioni successive (es. sarchiatura) (Lazzari et al., 2015).

6 Riduzione dei costi variabili - Guida automatica e mappatura delle produzioni Azienda/ colture Piccola azienda Grande azienda Campi Riso Mais Erba medica grandi irregolari grandi regolari grandi irregolari grandi regolari I valori di risparmio maggiore (superiori a 190 /ha anno) sono conseguiti nel caso del mais su campi di forma irregolare, con campi di dimensione medio grandi. In pratica in questa tipologia di campi i benefici vengono incrementati grossomodo di un 50%. Risparmi molto consistenti si verificano anche sul riso, dove le tecniche tradizionali rendono difficile la precisione nelle operazioni meccaniche (Lazzari et al., 2015).

7 Economicità dell agricoltura di precisione La sostenibilità economica degli investimenti in AP varia in funzione dell entità dell investimento, della coltura e della dimensione aziendale. Tecnologia/colture Investimento Dimensione aziendale (ha) Campi ( ) Riso Mais Erba medica Guida assistita < piccoli irregolari Guida automatica piccoli regolari grandi irregolari grandi regolari Mappatura produzioni e grandi irregolari trattamento sito-specifico grandi regolari

8 Valutazione economica dell agricoltura di precisione Casi di studio 8

9 CASO STUDIO 1 COSTI E RICAVI DI PRODUZIONE AGRICOLTORE Superficie aziendale: 75 ha Superficie a mais: 20 ha Tecnica colturale utilizzata per il mais: Aratura Ripuntatura Assolcatura Affinamento Semina Diserbo in pre-emergenza Irrigazione Diserbo in post-emergenza Concimazione di copertura Trattamento fitosanitario Raccolta Trasporto Trinciatura residui Livello di precisione aziendale: Nessuno RICAVI RICAVI PER HA RICAVI PER T RICAVI TOTALI AZIENDA Vendita Mais 2.767,18 190, ,00 Totale Ricavi Agricoltore 2.767,18 190, ,00 COSTI COSTO PER HA COSTO PER T COSTO TOTALE AZIENDA FATTORI A LOGORIO TOTALE (FLT) Assicurazione aziendale 5,00 0,34 97,50 Assicurazione macchine 1,19 0,08 23,13 Assicurazione Mais 50,00 3,43 975,00 Canone irriguo 401,00 27, ,50 Concimi 251,00 17, ,50 Erbicidi 54,00 3, ,00 Fungicidi 60,00 4, ,00 Gasolio 44,08 3,03 859,55 Geodisinfestante 28,80 1,98 561,60 Lubrificante 3,60 0,25 70,15 Manutenzione 28,58 1,96 557,26 Riparazione macchine e attrezzi 43,39 2,98 846,03 Semente 190,00 13, ,00 Servizi di consulenza amministrativa 70,00 4, ,00 Terzismo 153,51 10, ,45 FATTORI A LOGORIO TOTALE 1.384,14 95, ,66 FATTORI A LOGORIO PARZIALE (FLP) Assolcatrice 0,23 0,02 4,39 Botte 4,80 0,33 93,60 Erpice 0,06 0,00 1,14 Seminatrice 7,33 0,50 143,00 Spandiconcime 1,33 0,09 26,00 Trattori 12,86 0,88 250,74 Trincia 1,25 0,09 24,38 TOTALE COSTO FATTTORI A LOGORIO PARZIALE 27,86 1,91 543,24 LAVORO Manodopera 267,54 18, ,08 COSTO LAVORO 267,54 18, ,08 IMPOSTE IMPOSTE 70,00 4, ,00 INTERESSI SUL CAPITALE DI ANTICIPAZIONE INTERESSI SUL CAPITALE DI ANTICIPAZIONE 6,88 0,47 134,20 COSTO D'USO DEL CAPITALE FONDIARIO AFFITTO/COSTO D'USO DEL CAPITALE FONDIARIO 750,00 51, ,00 vuota vuota vuota vuota TOTALE COSTI AGRICOLTORE 2.506,42 172, ,18 RISULTATI HA T AZIENDA COSTI VARIABILI 1.658,56 113, ,94 REDDITO LORDO 1.108,62 76, ,06 UTILE AGRICOLTORE 260,76 17, ,82

10 CASO STUDIO 2 COSTI E RICAVI DI PRODUZIONE AGRICOLTORE Superficie aziendale: 70 ha Superficie a mais: 20 ha Tecnica colturale utilizzata per il mais: Strip-till o lavorazione a strisce (Agricoltura Conservativa) Diserbo pre-semina Srtiptill 1 passaggio Striptill 2 passaggio Semina Diserbo pre-emergenza Concimazione di copertura Assolcatura Irrigazione Trattamento fitosanitario Raccolta Trasporto Livello di precisione aziendale: Base + Strip-till RICAVI RICAVI PER HA RICAVI PER T RICAVI TOTALI AZIENDA Vendita Mais 2.774,00 190, ,00 Totale Ricavi Agricoltore 2.774,00 190, ,00 COSTI COSTO PER HA COSTO PER T COSTO TOTALE AZIENDA FATTORI A LOGORIO TOTALE (FLT) Assicurazione aziendale 15,00 1,03 300,00 Assicurazione macchine 1,22 0,08 24,40 Canone irriguo 400,00 27, ,00 Canone Rtk 7,14 0,49 142,80 Centralina meteo con sensori 7,14 0,49 142,80 Concimi 233,40 15, ,00 Erbicidi 8,00 0,55 160,00 Fungicidi 50,00 3, ,00 Gasolio 18,92 1,30 378,38 Geodisinfestante 60,00 4, ,00 Lubrificante 1,69 0,12 33,83 Manutenzione 13,30 0,91 265,99 Riparazione macchine e attrezzi 41,79 2,86 835,70 Semente 210,00 14, ,00 Servizi di consulenza amministrativa 70,00 4, ,00 Terzismo 235,00 16, ,00 FATTORI A LOGORIO TOTALE 1.372,60 94, ,91 FATTORI A LOGORIO PARZIALE (FLP) Assolcatrice 1,13 0,08 22,50 Botte 5,21 0,36 104,27 Kit guida assistita 2,70 0,18 54,00 Seminatrice 20,00 1,37 400,00 Spandiconcime 0,33 0,02 6,67 Striptiller 9,38 0,64 187,50 Terminale 1,08 0,07 21,60 Trattori 5,90 0,40 118,00 TOTALE COSTO FATTTORI A LOGORIO PARZIALE 45,73 3,13 914,53 LAVORO Manodopera 213,11 14, ,10 COSTO LAVORO 213,11 14, ,10 IMPOSTE IMPOSTE 70,00 4, ,00 INTERESSI SUL CAPITALE DI ANTICIPAZIONE INTERESSI SUL CAPITALE DI ANTICIPAZIONE 6,61 0,45 132,14 COSTO D'USO DEL CAPITALE FONDIARIO AFFITTO/COSTO D'USO DEL CAPITALE FONDIARIO 700,00 47, ,00 vuota vuota vuota vuota TOTALE COSTI AGRICOLTORE 2.408,03 164, ,68 RISULTATI HA T AZIENDA COSTI VARIABILI 1.592,31 109, ,15 REDDITO LORDO 1.181,69 80, ,85 UTILE AGRICOLTORE 365,97 25, ,32

11 CASO STUDIO 3 COSTI E RICAVI DI PRODUZIONE AGRICOLTORE Superficie aziendale: 50 ha Superficie a mais: 25 ha Tecnica colturale utilizzata per il mais: Diserbo pre-semina Aratura Affinamento Semina Rullatura Diserbo post-emergenza Concimazione di copertura Sarchiatura Irrigazione Trattamento fitosanitario Raccolta Trasporto Livello di precisione aziendale: Intermedio RICAVI RICAVI PER HA RICAVI PER T RICAVI TOTALI AZIENDA Vendita Mais 2.508,00 190, ,00 Premio agroambiente PSR 180,00 13, ,00 Totale Ricavi Agricoltore 2.688,00 203, ,00 COSTI COSTO PER HA COSTO PER T COSTO TOTALE AZIENDA FATTORI A LOGORIO TOTALE (FLT) Assicurazione aziendale 44,00 3, ,00 Assicurazione macchine 0,66 0,05 16,54 Assicurazione Mais 100,00 7, ,00 Canone irriguo 400,00 30, ,00 Canone Rtk 3,60 0,27 90,00 Concimi 265,00 20, ,00 Erbicidi 9,60 0,73 240,00 Fungicidi 60,00 4, ,00 Gasolio 36,24 2,75 906,07 Geodisinfestante 63,60 4, ,00 Lubrificante 3,36 0,25 84,01 Manutenzione 26,55 2,01 663,70 Riparazione macchine e attrezzi 53,89 4, ,27 Semente 210,00 15, ,00 Servizi di consulenza amministrativa 70,00 5, ,00 Terzismo 240,00 18, ,00 FATTORI A LOGORIO TOTALE 1.586,50 120, ,60 FATTORI A LOGORIO PARZIALE (FLP) Aratro 8,80 0,67 220,00 Botte 6,40 0,48 160,00 Erpice 9,38 0,71 234,38 Kit guida assistita 9,12 0,69 228,00 Rullo compattatore 1,00 0,08 25,00 Sarchiatrice 0,70 0,05 17,50 Seminatrice 13,87 1,05 346,67 Software 8,00 0,61 200,00 Spandiconcime 0,80 0,06 20,00 Terminale 3,04 0,23 76,00 Trattori 34,48 2,61 862,05 TOTALE COSTO FATTTORI A LOGORIO PARZIALE 95,58 7, ,60 LAVORO Manodopera 236,56 17, ,88 COSTO LAVORO 236,56 17, ,88 IMPOSTE IMPOSTE 70,00 5, ,00 INTERESSI SUL CAPITALE DI ANTICIPAZIONE INTERESSI SUL CAPITALE DI ANTICIPAZIONE 7,60 0,58 189,90 COSTO D'USO DEL CAPITALE FONDIARIO AFFITTO/COSTO D'USO DEL CAPITALE FONDIARIO 500,00 37, ,00 TOTALE COSTI AGRICOLTORE 2.496,24 189, ,97 RISULTATI HA T AZIENDA COSTI VARIABILI 1.830,66 138, ,38 REDDITO LORDO 857,34 64, ,62 UTILE AGRICOLTORE 191,76 14, ,03

12 CASO STUDIO 4 COSTI E RICAVI DI PRODUZIONE AGRICOLTORE Superficie aziendale: 460 ha Superficie a mais: 227 ha Tecnica colturale utilizzata per il mais: Aratura Erpicatura Erpicatura Diserbo pre-semina Affinamento Semina Diserbo post-emergenza Concimazione di copertura 1 Concimazione di copertura 2 Fresatura Irrigazione Trattamento fitosanitario Raccolta Trasporto Livello di precisione aziendale: Avanzato RICAVI RICAVI PER HA RICAVI PER T RICAVI TOTALI AZIENDA Vendita Mais 2.904, ,00 Totale Ricavi Agricoltore 2.904, ,00 COSTI COSTO PER HA COSTO PER T COSTO TOTALE AZIENDA FATTORI A LOGORIO TOTALE (FLT) Assicurazione aziendale 5,00 0, ,00 Assicurazione macchine 0,62 0,05 141,30 Assicurazione Mais 50,00 3, ,00 Canone irriguo 400,00 28, ,00 Canone Rtk 5,22 0, ,35 Centralina meteo con sensori 10,00 0, ,00 Concimi 318,00 22, ,00 Erbicidi 11,40 0, ,80 Fungicidi 29,00 2, ,00 Gasolio 44,43 3, ,35 Lubrificante 3,52 0,25 799,30 Manutenzione 30,80 2, ,74 Mappatura dei suoli 6,67 0, ,09 Riparazione macchine e attrezzi 61,76 4, ,74 Semente 214,50 15, ,50 Servizi di consulenza amministrativa 70,00 5, ,00 Terzismo 205,00 14, ,00 FATTORI A LOGORIO TOTALE 1.465,92 105, ,17 FATTORI A LOGORIO PARZIALE (FLP) Aratro 9,92 0, ,84 Botte 4,61 0, ,02 Erpice 2,48 0,18 563,13 Fresa 0,23 0,02 52,97 Kit guida assistita 17,15 1, ,05 Seminatrice 10,00 0, ,00 Software 10,65 0, ,55 Spandiconcime 3,55 0,26 806,61 Trattori 47,16 3, ,32 TOTALE COSTO FATTTORI A LOGORIO PARZIALE 105,76 7, ,48 LAVORO Manodopera 225,33 16, ,48 COSTO LAVORO 225,33 16, ,48 IMPOSTE IMPOSTE 70,00 5, ,00 INTERESSI SUL CAPITALE DI ANTICIPAZIONE INTERESSI SUL CAPITALE DI ANTICIPAZIONE 7,05 0, ,64 COSTO D'USO DEL CAPITALE FONDIARIO AFFITTO/COSTO D'USO DEL CAPITALE FONDIARIO 635,00 45, ,00 vuota vuota vuota vuota TOTALE COSTI AGRICOLTORE 2.509,06 181, ,78 RISULTATI HA T AZIENDA COSTI VARIABILI 1.698,30 122, ,30 REDDITO LORDO 1.206,54 87, ,70 UTILE AGRICOLTORE 395,79 28, ,22

13 ANALISI DEI COSTI DI PRODUZIONE (1) Tempi Preparazione del terreno Semina Diserbo in post-emergenza Concimazione in copertura 3,00 1,50 0,3 0,60 Ore 2,00 1,00 Ore 1,00 0,50 Ore 0,25 0,2 0,15 0,1 Ore 0,40 0,20 0,00 0,00 0,05 0,00 Nessuno Base + Strip-till Nessuno Base + Strip-till 0 Nessuno Base + Strip-till Intermedio Avanzato Intermedio Avanzato Nessuno Base + Strip-till Intermedio Avanzato Intermedio Avanzato Manodopera Fase Livello di precisione Nessuno Base + Strip-till Intermedio Avanzato Preparazione del terreno ( /ha) 44,39 16,75 31,83 32,83 Semina ( /ha) 16,75 16,75 10,89 8,38 Diserbi ( /ha) 8,38 4,19 2,51 2,68 Concimazioni ( /ha) 8,38 3,35 2,51 6,87 Altre operazioni meccaniche ( /ha) 21,78 4,19 20,94 6,70 Irrigazione ( /ha) 167,88 167,88 167,88 167,88 TOTALE ( /ha) 267,54 213,11 236,56 225,33 Il costo della manodopera diminuisce all aumentare del livello di precisione aziendale

14 ANALISI DEI COSTI DI PRODUZIONE (2) Costo delle macchine Voce di costo Livello di precisione Nessuno Base + Strip-till Intermedio Avanzato Ammortamento ( /ha) 27,86 45,73 95,58 105,76 Riparazione ( /ha) 43,39 41,79 53,89 61,76 Manutenzione ( /ha) 28,58 13,30 26,55 30,80 Gasolio ( /ha) 44,08 18,92 36,24 44,43 Lubrificante ( /ha) 3,60 1,69 3,36 3,52 TOTALE ( /ha) 147,50 121,42 215,63 246,27 Aumentano all aumentare del livello di precisione aziendale Il tempo di esecuzione non è l unico fattore che incide sul consumo di gasolio e lubrificante Costi diretti dell AdP Voce di costo Livello di precisione Base + Strip-till Intermedio Avanzato Canone Rtk ( /ha) 7,14 3,60 5,22 Kit guida assistita ( /ha) 2,70 9,12 17,15 Software ( /ha) - 8,00 10,65 Terminale ( /ha) 1,08 3,04 - Centralina con sensori ( /ha) 7,14-10,00 Mappatura dei suoli ( /ha) - - 6,67 TOTALE ( /ha) 18,06 23,76 49,69 Costo totale ( /ha) 2.383, , ,06 Influenza costi diretti AdP sul costo totale (%) 0,76% 0,93% 1,98% Aumentano all aumentare del livello di precisione aziendale Influiscono sui costi totali meno del 1,5%

15 SIMULAZIONI Passaggio dall agricoltura convenzionale all agricoltura di precisione Risultati Mazzucco (Nessun livello di precisione) Simulazione 1 (Livello Base + Strip-till) La simulazione ha riguardato solamente l effetto dell AdP sui costi e non quello sulle rese Simulazione 2 (Livello intermedio) Rese (t/ha) 14,56 14,56 14,56 Ricavi totali ( /ha) 2.694, , ,36 Costi totali ( /ha) 2.391, , ,75 Costi variabili ( /ha) 1.658, , ,47 Reddito lordo ( /ha) 1.036, , ,89 Utile ( /ha) 303,34 381,00 364,61 Differenza di utile con l'originale Aggiunta dei costi per la precisione Annullamento delle sovrapposizioni Maggiore efficienza nella distribuzione ( /ha) , ,27 (%) % + 20% Il beneficio che si ottiene nel passaggio da agricoltura convenzionale ad agricoltura di precisione è di /ha Il passaggio ad un livello base di precisione associato alla lavorazione a strisce risulta essere più conveniente del passaggio ad un livello intermedio di precisione

16 Valutazione economica dell agricoltura di precisione Vantaggi e svantaggi (una sintesi) 16

17 Dimensione economica Dimensione ambientale Dimensione umana Vantaggi e svantaggi dell AP Riduzione dei tempi di esecuzione delle operazioni: minor incidenza delle quote di ammortamento ad ettaro; riduzione dei consumi di gasolio; riduzione dei consumi di lubrificanti; Riduzione delle sovrapposizioni e delle zone scoperte: miglior efficienza nella distribuzione di agro-farmaci e minor spreco di prodotto; riduzione del consumo di seme, Riduzione dei consumi di acqua. Riduzione dei tempi: minor incidenza del costo della manodopera; aumento della produttività del lavoro Aumento delle rese ad ettaro: ottimizzazione degli spazi; maggior efficienza degli input agronomici Utilizzo delle informazioni: utilizzare le informazioni a scopo documentale (rispetto dei disciplinari) vendita dell informazione (mappe) Riduzione dell impatto ambientale: minor consumo di gasolio, lubrificanti e input agricoli Possibilità di aumentare la produttività nei terreni marginali grazie all abbattimento dei costi e all aumento delle rese. Adattamento ai cambiamenti climatici attraverso l acquisizione di nuove forme di resilienza. Miglioramento delle condizioni di lavoro: riduzione della stanchezza; aumento della sicurezza allargamento dei periodi di lavoro (scarsa visibilità, ore notturne); Impiego di operatori tecnicamente preparati ma con limitata esperienza. Svantaggi Aumento dei costi: fissi (costo di acquisto); manutenzione e riparazione; Assicurazione (furto/incendio se presenti) Aumento dell obsolescenza, anche dell attrezzo su cui è istallato Difficoltà di applicare le tecnologie per l AP nei terreni marginali Richiede capacità professionali più elevate: cambiamento di mentalità; individuazione di nuovo personale; competenze elettroniche e informatiche associata al ricambio generazionale

18

19 Le difficoltà nell introduzione dell AP L agricoltura di precisione è una tecnologia disponibile da più di un ventennio, ciononostante solo una piccolissima parte degli agricoltori italiani la utilizza nei processi produttivi. Principali ragioni di bassa adozione dell AP: resistenza da parte degli agricoltori ad investire risorse economiche, senza sapere se la tecnologia fornirà un profitto. eppure, diversi studi, a livello internazionale e nazionale, hanno dimostrato i benefici economici dell'ap, a partire dalle forme più semplici (guida assistita, guida automatica) a quelle più avanzate (mappatura delle produzioni, sistemi di dosaggio variabile, sensori per l analisi fisiologiche). Redditività economica: elemento essenziale per l introduzione e la diffusione di un innovazione. la stima dei benefici economici dell AP è un aspetto propedeutico rilevante per la divulgazione di questa tecnologia che, tra l altro, è tra le meno costose delle innovazioni in agricoltura. La resistenza all introduzione dell AP nell agricoltura italiana deriva: non tanto dall entità dell investimento iniziale, ma dalla difficoltà a comprenderne i vantaggi rispetto alle tecnologie attuali, da una forte resistenza degli operatori rispetto al tecniche consolidate e alla meccanizzazione tradizionale. 19

20

WORKSHOP: Innovazione e precisione nell era dell Agricoltura 4.0 Effetti sui costi e ricavi dell agricoltura di precisione Foggia, 20 luglio 2017

WORKSHOP: Innovazione e precisione nell era dell Agricoltura 4.0 Effetti sui costi e ricavi dell agricoltura di precisione Foggia, 20 luglio 2017 WORKSHOP: Innovazione e precisione nell era dell Agricoltura 4.0 Effetti sui costi e ricavi dell agricoltura di precisione Foggia, 20 luglio 2017 Angelo Frascarelli Dipartimento di Scienze Agrarie Alimentari

Dettagli

A.D.P. E RISICOLTURA: UN BINOMIO AUSPICABILE

A.D.P. E RISICOLTURA: UN BINOMIO AUSPICABILE A.D.P. E RISICOLTURA: UN BINOMIO AUSPICABILE Castello d Agogna 27 febbraio 2019 dr. agr. Gian Luca Rognoni LA DIFFUSIONE DELL AP NEL MONDO Livello base 60% Livello intermedio 35% Livello avanzato 12% 1

Dettagli

L Informatore Agrario

L Informatore Agrario L Informatore Agrario Cremona, 28 ottobre 2017 Seminario La differenza la fanno le persone Le politiche per l innovazione dai PSR ad Industria 4.0 Angelo Frascarelli Docente di Economia e Politica Agraria

Dettagli

Agricoltura di precisione in risaia

Agricoltura di precisione in risaia Agricoltura di precisione in risaia Dario Sacco 1, Marco Romani 2 1 Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari, Università degli Studi di Torino, 2 Ente Nazionale Risi Agricoltura di precisione

Dettagli

CGS Sementi. Perugia, 9 marzo Convegno Frumenti umbri di qualità: un modello di trasferimento dell innovazione tecnologica

CGS Sementi. Perugia, 9 marzo Convegno Frumenti umbri di qualità: un modello di trasferimento dell innovazione tecnologica CGS Sementi Perugia, 9 marzo 2016 Convegno Frumenti umbri di qualità: un modello di trasferimento dell innovazione tecnologica Obiettivi e strumenti della PAC per i frumenti: produttività e sostenibilità

Dettagli

I cambiamenti del clima e l agricoltura

I cambiamenti del clima e l agricoltura I cambiamenti del clima e l agricoltura La sostanza organica e il suolo Gestione conservativa del suolo Rattan Lal, 2018 Agricoltura: da problema a risorsa? L Agricoltura deve diventare più produttiva

Dettagli

Legnaro - Corte Benedettina 12 FEBBRAIO 2014

Legnaro - Corte Benedettina 12 FEBBRAIO 2014 Legnaro - Corte Benedettina 12 FEBBRAIO 2014 Le sperimentazioni per valutare i vantaggi dell agricoltura di precisione in diversi scenari agricoli futuri Le potenzialità dell agricoltura di precisione

Dettagli

IL CONTESTO COSTI DI PRODUZIONE E SISTEMI DI GESTIONE 1. IL METODO DI CALCOLO DAL PROG. COMPETITIVITÀ IL PROGETTO REGIONALE COMPETITIVITÁ(L.

IL CONTESTO COSTI DI PRODUZIONE E SISTEMI DI GESTIONE 1. IL METODO DI CALCOLO DAL PROG. COMPETITIVITÀ IL PROGETTO REGIONALE COMPETITIVITÁ(L. IL CONTESTO COSTI DI PRODUZIONE E SISTEMI DI GESTIONE Valeria Altamura Centro Ricerche Produzioni Vegetali 1. IL PROGETTO COMPETITIVITÀDELLE FILIERE AGROALIMENTARI (LEGGE REGIONALE 28/98) ED IL METODO

Dettagli

PROF. ANGELO FRASCARELLI

PROF. ANGELO FRASCARELLI PROF. ANGELO FRASCARELLI Analisi della coltura del nocciolo da un punto di vista tecnicoeconomico, per valutare la redditività per gli agricoltori, anche allo scopo di verificare se il nocciolo può accrescere

Dettagli

MISSION soluzioni complete redditività sostenibilità

MISSION soluzioni complete redditività sostenibilità MISSION Offrire a tutti i soggetti che operano in Agricoltura soluzioni complete di prodotti e servizi in grado di migliorare la redditività aziendale, il loro benessere e la sostenibilità delle produzioni.

Dettagli

Agrotecniche innovative per ridurre i costi di produzione dei cereali Cristian Bolzonella, Luigi Sartori, Samuele Trestini Università di Padova

Agrotecniche innovative per ridurre i costi di produzione dei cereali Cristian Bolzonella, Luigi Sartori, Samuele Trestini Università di Padova Agrotecniche innovative per ridurre i costi di produzione dei cereali Cristian Bolzonella, Luigi Sartori, Samuele Trestini Università di Padova Azienda agroforestale Ersaf Carpaneta - Bigarello (Mantova)

Dettagli

LA MECCANIZZAZIONE PER L AGRICOLTURA DI PRECISIONE

LA MECCANIZZAZIONE PER L AGRICOLTURA DI PRECISIONE Convegno su: Droni in agricoltura: Mezzi, sensori, software e interpretazione dei dati LE OPPORTUNITA DELL AGRICOLTURA DI PRECISIONE DRONEITALY MODENA 1/10/2016 LA MECCANIZZAZIONE PER L AGRICOLTURA DI

Dettagli

IL PARTENARIATO PER L INNOVAZIONE NEL SISTEMA AGROALIMENTARE

IL PARTENARIATO PER L INNOVAZIONE NEL SISTEMA AGROALIMENTARE IL PARTENARIATO PER L INNOVAZIONE NEL SISTEMA AGROALIMENTARE AGRICOLTURA DI PRECISIONE Ancona, 27 Febbraio 2015 Graziano Brandoni AGRICOLTURA 2020 LA NUOVA PAC 2014-2020 PRODUTTIVITA COMPETITIVITA SOSTENIBILITA

Dettagli

Ottimizzazione di sistemi agricoli conservativi attraverso una migliore gestione delle tecniche colturali

Ottimizzazione di sistemi agricoli conservativi attraverso una migliore gestione delle tecniche colturali PSR 2016-2020 Regione Emilia-Romagna Macro tema: Ambiente e Clima Focus Area: 4C OPTIMAGRI Ottimizzazione di sistemi agricoli conservativi attraverso una migliore gestione delle tecniche colturali DI.PRO.VE.S.

Dettagli

I RISULTATI OTTENUTI NEL PROGETTO HELPSOIL

I RISULTATI OTTENUTI NEL PROGETTO HELPSOIL Innovazione in campo: semina su sodo e strip tillage Azienda Carpaneta (MN) 30 set 2016 www.lifehelpsoil.eu I RISULTATI OTTENUTI NEL PROGETTO HELPSOIL Stefano Brenna ERSAF Migliorare i suoli e l adattamento

Dettagli

QUALI VANTAGGI ECONOMICI DALL AGRICOLTURA DI PRECISIONE?

QUALI VANTAGGI ECONOMICI DALL AGRICOLTURA DI PRECISIONE? QUALI VANTAGGI ECONOMICI DALL AGRICOLTURA DI PRECISIONE? La risposta in questo inserto da Kverneland Group Academy Un Progetto di Kverneland Group Italia e dell Università di Perugia In collaborazione

Dettagli

SCHEDA COLTURALE - PARTICIPANTS

SCHEDA COLTURALE - PARTICIPANTS SCHEDA COLTURALE - PARTICIPANTS TUTTOQUINOA di Dario Vannuzzi Tel. +3 32.6.6.1 Tel. +34 6 32 2 Skype dariovannu Email v.dario@tuttoquinoa.com Web www.tuttoquinoa.com LAVORAZIONI AGRICOLE Preparazione del

Dettagli

I PRINCIPI DELLA AGRICOLTURA CONSERVATIVA

I PRINCIPI DELLA AGRICOLTURA CONSERVATIVA I PRINCIPI DELLA AGRICOLTURA CONSERVATIVA Stefano Brenna UN INQUADRAMENTO STATISTICO MILANO, 19 OTTOBRE 2016 La produzione agricola è strettamente legata alla UN INQUADRAMENTO STATISTICO del suolo gestione

Dettagli

35 anni di esperienze tecnico-scientifiche sull agricoltura conservativa in Italia centrale Rodolfo Santilocchi

35 anni di esperienze tecnico-scientifiche sull agricoltura conservativa in Italia centrale Rodolfo Santilocchi 35 anni di esperienze tecnico-scientifiche sull agricoltura conservativa in Italia centrale Rodolfo Santilocchi Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali Università Politecnica delle Marche

Dettagli

Lodi, 22 novembre 2011

Lodi, 22 novembre 2011 FARE IMPRESA AGRICOLA RISPETTANDO ACQUA, ARIA, SUOLO Lodi, 22 novembre 2011 Le opportunità offerte dal Programma di Sviluppo Rurale: risultati e prospettive Maria Novella Bruno DGA - UO Multifunzionalità

Dettagli

SCHEDA COLTURALE - PARTNERS

SCHEDA COLTURALE - PARTNERS SCHEDA COLTURALE - PARTNERS TUTTOQUINOA di Dario Vannuzzi Tel. +39 328.76.65.918 Tel. +34 697 32 29 Skype dariovannu Email v.dario@tuttoquinoa.com Web www.tuttoquinoa.com SCEDA COLTURALE LAVORAZIONI AGRICOLE

Dettagli

67 a Fiera Internazionale del Bovino da Latte Cremona ottobre 2012

67 a Fiera Internazionale del Bovino da Latte Cremona ottobre 2012 67 a Fiera Internazionale del Bovino da Latte Cremona 25 28 ottobre 2012 Strip Tillage Tecnica, macchine e l esperienza di ma/ag ma/ag S.r.l. www.ma-ag.com - info@ma-ag.com 2 Prove in campo e studio bibliografico

Dettagli

QUANTO COSTA PRODURRE 1 KG D UVA?

QUANTO COSTA PRODURRE 1 KG D UVA? 13 GENNAIO 2017 QUANTO COSTA PRODURRE 1 KG D UVA? DOTT. AGR. GABRIELE GADENZ CORSO DI LAUREA IN VITICOLTURA ED ENOLOGIA FACOLTA DI AGRARIA UNIVERSITA DI PISA EQUAZIONE DEL TORNACONTO: SCHEMA GENERALE DEL

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE ENERGETICA TERRITORIALE CON X-Land. Ginaldi Fabrizio, Franco Rosa

LA PIANIFICAZIONE ENERGETICA TERRITORIALE CON X-Land. Ginaldi Fabrizio, Franco Rosa LA PIANIFICAZIONE ENERGETICA TERRITORIALE CON X-Land Ginaldi Fabrizio, Franco Rosa Filiera agroenergetica Campo Collecting point Impianto di trasformazione Obiettivo software X-land Creare uno strumento

Dettagli

Motivazione d uso e valore tecnicoeconomico. Risultati di una indagine su un campione di produttori agricoli

Motivazione d uso e valore tecnicoeconomico. Risultati di una indagine su un campione di produttori agricoli Motivazione d uso e valore tecnicoeconomico del glifosate Risultati di una indagine su un campione di produttori agricoli Maggio 2017 1 Obiettivi Utilizzo del glifosate nella gestione del diserbo. Importanza

Dettagli

I risultati del progetto LIFE HelpSoil sull'agricoltura conservativa in Nord Italia

I risultati del progetto LIFE HelpSoil sull'agricoltura conservativa in Nord Italia SEMINARIO L'agricoltura conservativa nei sistemi zootecnici I risultati del progetto LIFE HelpSoil sull'agricoltura conservativa in Nord Italia STEFANO BRENNA ERSAF Lombardia 3 FEBBRAIO 2016 Fieragricola

Dettagli

Claudio Caprara La filiera agro-energetica da colture dedicate: un modello GIS per la pianificazione agroindustriale.

Claudio Caprara La filiera agro-energetica da colture dedicate: un modello GIS per la pianificazione agroindustriale. Biomasse : prospettive di uso energetico in Emilia-Romagna e sistemi di calcolo e monitoraggio su GIS Claudio Caprara La filiera agro-energetica da colture dedicate: un modello GIS per la pianificazione

Dettagli

Montepulciano (SI) 2,16 diretta viti-olivicolo 0,39 Intensivo. Azienda D Descrizione. Oliveto intensivo

Montepulciano (SI) 2,16 diretta viti-olivicolo 0,39 Intensivo. Azienda D Descrizione. Oliveto intensivo GESAAF Università degli Studi di Firenze PIF Un Filo d Olio Progetto Misura 124 MODOLIVI Allegato: Dati generali Azienda Comune SAU totale (ha) Forma conduzione Indirizzo produttivo Superficie oliveti

Dettagli

I NUMERI DELLO ZUCCHERO

I NUMERI DELLO ZUCCHERO 4 A P P R O FO N D I M E N TO R E D D I T I V I TÀ D E L L A B A R B A B I E TO L A D A Z U C C H E R O I NUMERI DELLO ZUCCHERO Beta, divisione di ricerca e sperimentazione agronomica di COPROB, dal 8

Dettagli

Aspetti economico-ambientali della filiera dell olio vegetale

Aspetti economico-ambientali della filiera dell olio vegetale Aspetti economico-ambientali della filiera dell olio vegetale L esempio pilota dell Azienda Vallevecchia Giulia Ruol Venerdì 9 luglio 2010 Azienda Pilota e Dimostrativa Vallevecchia Località Brussa, Caorle

Dettagli

Valutazione della sostenibilità ambientale delle filiere agricole attraverso l'impronta del carbonio

Valutazione della sostenibilità ambientale delle filiere agricole attraverso l'impronta del carbonio Convegno Impatto ambientale e rese energetiche di filiere zootecniche sostenibili: integrazione tra allevamenti ed agricoltura agro-energetica sostenibilità ambientale delle filiere agricole Laura Valli

Dettagli

I risultati del progetto LIFE HelpSoil sull'agricoltura conservativa in Nord Italia

I risultati del progetto LIFE HelpSoil sull'agricoltura conservativa in Nord Italia SEMINARIO Progetto EMILIA BLU L'agricoltura conservativa nei sistemi zootecnici I risultati del progetto LIFE HelpSoil sull'agricoltura conservativa in Nord Italia STEFANO BRENNA ERSAF Lombardia 10 DICEMBRE

Dettagli

Incontro tecnico dell Area di lavoro 1 padana - Agroscenari

Incontro tecnico dell Area di lavoro 1 padana - Agroscenari Incontro tecnico dell Area di lavoro 1 padana - Agroscenari Linea di Ricerca 9 DEAR-UNITUS/INEA Piacenza, 15 Gennaio 2010 Argomenti trattati Caratteristiche generali delle aziende agricole delle aree Grana

Dettagli

Stefano Brenna - ERSAF

Stefano Brenna - ERSAF L ESPERIENZA DI HELPSOIL: INQUADRAMENTO GENERALE DELLE TECNICHE, EFFICIENZA ENERGETICA, RISPARMI E VANTAGGI AMBIENTALI CARATTERIZZANTI L AGRICOLTURA CONSERVATIVA Stefano Brenna - ERSAF Direzione Generale

Dettagli

Metodologia di calcolo e rilevazione dei costi colturali

Metodologia di calcolo e rilevazione dei costi colturali Metodologia di calcolo e rilevazione dei costi colturali Alessandro Zago Mercoledì 5 Marzo 2014 Coltivare i seminativi nella provincia di Ferrara: costi, redditi e impatto delle nuove tasse COLTURE ANALIZZATE

Dettagli

ASPETTI ECONOMICO-FINANZIARI DI IMPIANTI CASTANICOLI MODERNI IMPOSTATI PER LA PRODUZIONE DI FRUTTI DESTINATI AL MERCATO

ASPETTI ECONOMICO-FINANZIARI DI IMPIANTI CASTANICOLI MODERNI IMPOSTATI PER LA PRODUZIONE DI FRUTTI DESTINATI AL MERCATO Alma Mater Studiorum Università di Bologna Dipartimento di Scienze Agrarie Università degli Studi di Torino Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari ASPETTI ECONOMICO-FINANZIARI DI IMPIANTI

Dettagli

MISURA 214 Pagamenti agroambientali

MISURA 214 Pagamenti agroambientali MISURA 214 Pagamenti agroambientali PROPOSTA DI MODIFICA ALLEGATO AZIONE 214. 12 - Metodi e tecniche di coltivazione sostenibile del tabacco TABELLE BASELINE IMPEGNI AGGIUNTIVI Roma, 30 aprile 2010 Misura

Dettagli

ECCELLENZE ALIMENTARI DAI CAMPI D INNOVAZIONE : IL PERCORSO VERSO LA SMART FARM

ECCELLENZE ALIMENTARI DAI CAMPI D INNOVAZIONE : IL PERCORSO VERSO LA SMART FARM ECCELLENZE ALIMENTARI DAI CAMPI D INNOVAZIONE : IL PERCORSO VERSO LA SMART FARM TECNOLOGIE A SUPPORTO DELL AGRICOLTURA SOSTENIBILE E ALLA QUALITA DELLE PRODUZIONI Eros Gualandi Il Raccolto s.c.a. Siamo

Dettagli

GIS e GPS a supporto dell'agricoltura di precisione

GIS e GPS a supporto dell'agricoltura di precisione Roma 15-16 Aprile 2015 Ergife Palace Hotel GIS e GPS a supporto dell'agricoltura di precisione Ing. Guido Fastellini, PhD. Topcon Positioning Italy AGRICOLTURA DI PRECISIONE E FINITA L ERA DEL MODELLO

Dettagli

L ITALIA SOSTENIBILE IDEE E AZIONI PER IL FUTURO

L ITALIA SOSTENIBILE IDEE E AZIONI PER IL FUTURO L ITALIA SOSTENIBILE IDEE E AZIONI PER IL FUTURO BOLOGNA 20-21 MAGGIO 2016 C.N.R. AREA DELLA RICERCA DI BOLOGNA Agricoltura e cambiamenti climatici: l esperienza del Life+ Climate ChangE-R ROBERTA CHIARINI

Dettagli

MAIS. Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura.

MAIS. Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. MAIS Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE Non è

Dettagli

All agricoltura conservativa serve il sostegno pubblico

All agricoltura conservativa serve il sostegno pubblico ECONOMIA STUDIO DEL CONTAGRAF SUL REDDITO DI AZIENDE CHE SCELGONO LA NUOVA TECNICA All agricoltura conservativa serve il sostegno pubblico La fase di transizione dalle tecniche tradizionali a quelle sostenibili

Dettagli

Life Help Soil: testare e promuovere tecniche di AGRICOLTURA CONSERVATIVA in Friuli Venezia Giulia

Life Help Soil: testare e promuovere tecniche di AGRICOLTURA CONSERVATIVA in Friuli Venezia Giulia MIGLIORARE I SUOLI E L ADATTAMENTO AL CAMBIAMENTO CLIMATICO ATTRAVERSO TECNICHE SOSTENIBILI DI AGRICOLTURA CONSERVATIVA Life Help Soil: testare e promuovere tecniche di AGRICOLTURA CONSERVATIVA in Friuli

Dettagli

Quali i costi delle lavorazioni meccaniche e come ridurli? Meccanizzazione, valutazioni economiche ed energetiche

Quali i costi delle lavorazioni meccaniche e come ridurli? Meccanizzazione, valutazioni economiche ed energetiche Quali i costi delle lavorazioni meccaniche e come ridurli? Meccanizzazione, valutazioni economiche ed energetiche Prof Remigio Berruto, Dr.sa Patrizia Busato, Prof. G. Ghiotti, Dr. Fabio Landorno Dipartimento

Dettagli

Conservazione del suolo Razionalizzazione dell irrigazione

Conservazione del suolo Razionalizzazione dell irrigazione Conservazione del suolo Razionalizzazione dell irrigazione Giampaolo Sarno Regione Emilia-Romagna Uso efficiente risorse naturali Bologna, 3 maggio 2017 Risorse totali: 1.200 Meuro Obiettivi generali competitività

Dettagli

Indicatori agro ecologici: bilancio energetico, bilancio economico e gestione delle infestanti. Mattia Fumagalli

Indicatori agro ecologici: bilancio energetico, bilancio economico e gestione delle infestanti. Mattia Fumagalli Indicatori agro ecologici: bilancio energetico, bilancio economico e gestione delle infestanti Mattia Fumagalli Bilancio energetico (GJ ha -1 anno -1 ) Consente di valutare l utilizzo di energia associato

Dettagli

L agricoltura conservativa ed i suoi principi Mauro Agosti Servizio Tecnico Condifesa Brescia. Remedello

L agricoltura conservativa ed i suoi principi Mauro Agosti Servizio Tecnico Condifesa Brescia. Remedello L agricoltura conservativa ed i suoi principi Mauro Agosti Servizio Tecnico Condifesa Brescia Remedello - 24.05.2013 Il terreno agrario e la sua corretta gestione Le componenti del sistema terreno: Sabbia

Dettagli

MAIS. Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura.

MAIS. Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. MAIS Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE Non è

Dettagli

Prof. Angelo Frascarelli L impatto sulle aziende agro-zootecniche dell Umbria

Prof. Angelo Frascarelli L impatto sulle aziende agro-zootecniche dell Umbria Prof. Angelo Frascarelli L impatto sulle aziende agro-zootecniche dell Umbria Esempio di spacchettamento, regionalizzazione e convergenza Agricoltore con titoli di valore elevato (esempio: pomodoro da

Dettagli

Le attività del Condifesa nell ambito dell agricoltura conservativa

Le attività del Condifesa nell ambito dell agricoltura conservativa Le attività del Condifesa nell ambito dell agricoltura conservativa Lorenza Michelon Servizio Tecnico Condifesa Brescia Orzinuovi, 11 dicembre 2013 Raccolta dati e osservazioni in campo Valutazioni tecnico-agronomiche

Dettagli

LIFE+ 12 ENV/IT/ HELPSOIL. Kick-off meeting venerdì 19 luglio 2013 Azienda Agricola Sperimentale ERSAF Carpaneta

LIFE+ 12 ENV/IT/ HELPSOIL. Kick-off meeting venerdì 19 luglio 2013 Azienda Agricola Sperimentale ERSAF Carpaneta LIFE+ 12 ENV/IT/000578 HELPSOIL Kick-off meeting venerdì 19 luglio 2013 Azienda Agricola Sperimentale ERSAF Carpaneta HELPSOIL Tecniche sostenibili di agricoltura conservativa per migliorare i suoli e

Dettagli

20/02/2017 1

20/02/2017 1 20/02/2017 1 20/02/2017 2 20/02/2017 3 20/02/2017 4 Gestione del suolo e dei residui colturali per aumentare la disponibilità di acqua: aumento del contenuto di sostanza organica nel suolo, agricoltura

Dettagli

Agricoltura di precisione e innovazione

Agricoltura di precisione e innovazione Agricoltura di precisione e innovazione Giampaolo Sarno Regione Emilia-Romagna Tavola rotonda 5 aprile 2017 ITS Calvi - Finale E. UNIONE EUROPEA, REGIONE E AGRICOLTURA L agricoltura è stata per decenni

Dettagli

analisi agronomica sullo sviluppo del progetto del polo energetico di Castiglion Fiorentino

analisi agronomica sullo sviluppo del progetto del polo energetico di Castiglion Fiorentino Fabio Primavera I costi reali della filiera agro energetica in Valdichiana analisi agronomica sullo sviluppo del progetto del polo energetico di Castiglion Fiorentino Produzione di energia elettrica: 1.

Dettagli

Scenari aziendali e meccanizzazione. Gianfranco Pergher, Luisa Clincon, Daniele Maroncelli

Scenari aziendali e meccanizzazione. Gianfranco Pergher, Luisa Clincon, Daniele Maroncelli Scenari aziendali e meccanizzazione Gianfranco Pergher, Luisa Clincon, Daniele Maroncelli Meccanizzazione e input energetici la meccanizzazione incide per 35% sul consumo energetico della coltivazione

Dettagli

Le innovazioni per l agricoltura di precisione e per l agricoltura conservativa 9 maggio 2017 Vallevecchia di Caorle (Ve)

Le innovazioni per l agricoltura di precisione e per l agricoltura conservativa 9 maggio 2017 Vallevecchia di Caorle (Ve) MATERIALI E METODI CANTIERI CT MT ST NT TESAF E MASCHIO GASPARDO Tecniche, macchine e attrezzature per l agricoltura di precisione: i confronti tra le quattro tecniche (CT, MT, ST, NT) Pomeriggio in campo

Dettagli

A.P.T.M. ASSOCIAZIONE PROVINCIALE TREBBIATORI E MOTOARATORI PESARO

A.P.T.M. ASSOCIAZIONE PROVINCIALE TREBBIATORI E MOTOARATORI PESARO A.P.T.M. ASSOCIAZIONE PROVINCIALE TREBBIATORI E MOTOARATORI PESARO Via Curiel 35 tel. 0721/383245 TARIFFE delle lavorazioni Meccanico Agricole ANNO 2013 Tariffe delle prestazioni meccaniche da valere in

Dettagli

AGRICOLTURA CONSERVATIVA NEL PSR EMILIA-ROMAGNA. Giampaolo Sarno Regione Emilia-Romagna

AGRICOLTURA CONSERVATIVA NEL PSR EMILIA-ROMAGNA. Giampaolo Sarno Regione Emilia-Romagna AGRICOLTURA CONSERVATIVA NEL PSR EMILIA-ROMAGNA Giampaolo Sarno Regione Emilia-Romagna AGRICOLTURA CONSERVATIVA: COS È È un sistema produttivo basato sulla combinazione di tre principi: riduzione delle

Dettagli

LA REGIONE INCONTRA Percorso tematico di incontri informativi sul Programma di Sviluppo Rurale

LA REGIONE INCONTRA Percorso tematico di incontri informativi sul Programma di Sviluppo Rurale LA REGIONE INCONTRA Percorso tematico di incontri informativi sul Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 SUOLO, ACQUA, CLIMA: IL PSR DELLA SOSTENIBILITA AGRO-CLIMATICO-AMBIENTALE Regione del Veneto DIPARTIMENTO

Dettagli

Montepulciano (SI) 13 diretta olivicola 3,5 Superintensivo. Azienda E Descrizione. Oliveto intensivo

Montepulciano (SI) 13 diretta olivicola 3,5 Superintensivo. Azienda E Descrizione. Oliveto intensivo GESAAF Università degli Studi di Firenze PIF Un Filo d Olio Progetto Misura 124 MODOLIVI Allegato: Dati generali Azienda Comune SAU totale (ha) Forma conduzione Indirizzo produttivo Superficie oliveti

Dettagli

IMPIEGO DEGLI ANIMALI DA LAVORO IN AZIENDE AGRICOLE DI MONTAGNA SOSTENIBILITA AMBIENTALE E FATTIBILITA TECNICA

IMPIEGO DEGLI ANIMALI DA LAVORO IN AZIENDE AGRICOLE DI MONTAGNA SOSTENIBILITA AMBIENTALE E FATTIBILITA TECNICA IMPIEGO DEGLI ANIMALI DA LAVORO IN AZIENDE AGRICOLE DI MONTAGNA Sabato 17 luglio 2014 Lombriasco (TO) SOSTENIBILITA AMBIENTALE E FATTIBILITA TECNICA Dott. For. Jacopo TOSCO INTRODUZIONE IL PERCHE DELLA

Dettagli

SORGO. Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura.

SORGO. Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SORGO Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE Non

Dettagli

Agricoltura conservativa e Osservazione della terra per migliorare l efficienza delle produzioni agricole

Agricoltura conservativa e Osservazione della terra per migliorare l efficienza delle produzioni agricole Agricoltura conservativa e Osservazione della terra per migliorare l efficienza delle produzioni agricole Massimo Iannetta - ENEA Divisione Biotecnologie e Agroindustria Centro Ricerche Casaccia, Roma

Dettagli

MAIS. Non è consentito l uso di materiale proveniente da organismi geneticamente modificati (OGM). E obbligatorio impiegare semente certificata.

MAIS. Non è consentito l uso di materiale proveniente da organismi geneticamente modificati (OGM). E obbligatorio impiegare semente certificata. MAIS Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE Non è

Dettagli

Unione degli Industriali della Provincia di Teramo SEZIONE IMPRESE AGROMECCANICHE

Unione degli Industriali della Provincia di Teramo SEZIONE IMPRESE AGROMECCANICHE Unione degli Industriali della Provincia di Teramo SEZIONE IMPRESE AGROMECCANICHE 64100 Teramo - Via Gammarana, 8 telefono 0861/41.58.56 telefax 0861/21.24.84 www.unind.te.it Tariffe delle prestazioni

Dettagli

Rappresentanza e servizi a valore aggiunto per le imprese agromeccaniche e agricole

Rappresentanza e servizi a valore aggiunto per le imprese agromeccaniche e agricole 82 a ASSEMBLEA GENERALE * * Rappresentanza e servizi a valore aggiunto per le imprese agromeccaniche e agricole Agromeccanici motore dell Agricoltura Dal 1936 il nostro IMPEGNO QUOTIDIANO per rispondere

Dettagli

BOLLETTINO DEI PREZZI INFORMATIVI ANNO 2018

BOLLETTINO DEI PREZZI INFORMATIVI ANNO 2018 CONFAI BERGAMO Confederazione Agromeccanici e Agricoltori Italiani BOLLETTINO DEI PREZZI INFORMATIVI ANNO 2018 AVVERTENZE PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI E PER L EMISSIONE DELLE RELATIVE FATTURE: - I lavori

Dettagli

Siena (SI) 272 diretta mista 40 Intensivo con raccolta interna. Azienda A - Oliveto intensivo Descrizione. Oliveto intensivo

Siena (SI) 272 diretta mista 40 Intensivo con raccolta interna. Azienda A - Oliveto intensivo Descrizione. Oliveto intensivo GESAAF Università degli Studi di Firenze PIF Un Filo d Olio Progetto Misura 124 MODOLIVI Allegato: Azienda A con raccolta interna Dati generali Azienda Comune SAU totale (ha) Forma conduzione Indirizzo

Dettagli

AZIONI AGRO-CLIMATICO-AMBIENTALI E USO SOSTENIBILE DEI FITOFARMACI

AZIONI AGRO-CLIMATICO-AMBIENTALI E USO SOSTENIBILE DEI FITOFARMACI Direzione Agricoltura Misura 10 Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 AZIONI AGRO-CLIMATICO-AMBIENTALI E USO SOSTENIBILE DEI FITOFARMACI Regolamento (CE) 1305/2013 Torino, 24 novembre 2016 Direzione Agricoltura

Dettagli

MIrAgE Migliorare l irrigazione per un agricoltura ecosostenibile

MIrAgE Migliorare l irrigazione per un agricoltura ecosostenibile PSR 2016-2020 Regione Emilia-Romagna Macro tema: Ambiente e Clima Focus Area: 5A MIrAgE Migliorare l irrigazione per un agricoltura ecosostenibile DI.PRO.VE.S. - Dipartimento di Scienze delle Produzioni

Dettagli

Documento Informativo

Documento Informativo 1 La cosa giusta, nel posto giusto, al momento giusto Documento Informativo 2 Sommario 1 Agricoltura di precisione... 3 1.1 Obiettivi... 3 1.2 Vantaggi economici ed ambientali... 4 1.3 Situazione attuale

Dettagli

ULTIMA CHIAMATA PER IL NOCCIOLO CAMPANO

ULTIMA CHIAMATA PER IL NOCCIOLO CAMPANO ULTIMA CHIAMATA PER IL NOCCIOLO CAMPANO BAIANO 6 DICEMBRE 2015 Preparato da Pasquale Ercolino ercolino.pasquale@libero.it 1 IPOTESI SEMPLIFICATIVE Produzione annua: 20 quintali/ettaro Valore terreno: 50.000/ettaro

Dettagli

PROGETTO E.RI.C.A. ENERGIE RINNOVABILI DA COLTURE AGRICOLE

PROGETTO E.RI.C.A. ENERGIE RINNOVABILI DA COLTURE AGRICOLE PROGETTO E.RI.C.A. ENERGIE RINNOVABILI DA COLTURE AGRICOLE Progetto di cooperazione per l innovazione e lo sviluppo tecnologico del settore agroenergetico in Sicilia Aspetti tecnico-economici della coltivazione

Dettagli

Agricoltura di Precisione

Agricoltura di Precisione Agricoltura di Precisione Linee Guida Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali www.politicheagricole.it 1 Introduzione Aumentare la sostenibilità del modello agricolo italiano attraverso

Dettagli

ESEMPIO DI STIMA PER UNA INDIRIZZO CEREALICOLO ZOOTECNICO APPUNTI DIGITALI PROF. VIGNOLI FRANCESCO 1

ESEMPIO DI STIMA PER UNA INDIRIZZO CEREALICOLO ZOOTECNICO APPUNTI DIGITALI PROF. VIGNOLI FRANCESCO 1 ESEMPIO DI STIMA PER UNA AZIENDA AD INDIRIZZO CEREALICOLO ZOOTECNICO 1 Analisi critica di un caso di stima per capitalizzazione relativo ad un azienda zootecnica da latte (FONTE UN I TORINO ) 2 METODOLOGIA

Dettagli

TECNICHE DI LAVORAZIONE DEL SUOLO A CONFRONTO: costi e opportunità

TECNICHE DI LAVORAZIONE DEL SUOLO A CONFRONTO: costi e opportunità DIPARTIMENTO TERRITORIO E SISTEMI AGRO FORESTALI TECNICHE DI LAVORAZIONE DEL SUOLO A CONFRONTO: costi e opportunità Relatore: Dott. Franco Gasparini Padova, 09 Febbraio 2017 Le lavorazioni del terreno:

Dettagli

VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE

VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE MELONE - COCOMERO Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE

Dettagli

La giustificazione economica dei pagamenti di Sviluppo rurale

La giustificazione economica dei pagamenti di Sviluppo rurale La giustificazione economica dei pagamenti di Sviluppo rurale Metodologia di lavoro per la Programmazione 2014-2020 Riferimenti normativi e documentazione Riferimenti CE: Documento tecnico della Commissione

Dettagli

DEKALB Smart Planting Mappatura del terreno ARTICOLO DI AGRONOMIA 9-gen-2018

DEKALB Smart Planting Mappatura del terreno ARTICOLO DI AGRONOMIA 9-gen-2018 DEKALB Smart Planting Mappatura del terreno ARTICOLO DI AGRONOMIA 9-gen-2018 Tecnologia della mappatura del terreno DEKALB è leader nella fornitura di soluzioni per le aziende insieme ai migliori ibridi

Dettagli

Tecniche colturali biologiche a confronto. Le tecniche a confronto

Tecniche colturali biologiche a confronto. Le tecniche a confronto Tecniche colturali biologiche a confronto Le tecniche a confronto 1 Obiettivi sostenibilità agronomica dei sistemi colturali erbacei biologici sostenibilità aziende biologiche senza allevamento qualità

Dettagli

Test studenti NON FREQUENTANTI

Test studenti NON FREQUENTANTI Corso di Laurea: Economia Aziendale Economia dell Impresa Agroalimentare B019043 - AGR-01 - CFU: 6 Docenti: Prof. Giovanni Belletti e Prof.Andrea Marescotti Test studenti NON FREQUENTANTI COGNOME E NOME

Dettagli

VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE

VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE ZUCCHINO Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE Non

Dettagli

SORGO. Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura.

SORGO. Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SORGO Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE Non

Dettagli

CONFAI BERGAMO Confederazione Agromeccanici e Agricoltori Italiani

CONFAI BERGAMO Confederazione Agromeccanici e Agricoltori Italiani CONFAI BERGAMO Confederazione Agromeccanici e Agricoltori Italiani BOLLETTINO DEI PREZZI INFORMATIVI ANNO 2016 AVVERTENZE PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI E PER L EMISSIONE DELLE RELATIVE FATTURE: - I lavori

Dettagli

Esprime il costo sostenuto dall impresa per ottenere la produzione frutticola, escludendo tutte le spese riguardanti la struttura aziendale.

Esprime il costo sostenuto dall impresa per ottenere la produzione frutticola, escludendo tutte le spese riguardanti la struttura aziendale. 288 COSTI DI PRODUZIONE COSTI DI PRODUZIONE Nel calcolo del costo per unità prodotta è di fondamentale importanza la produttività del frutteto in quanto è in grado di aumentare o scendere in modo ragguardevole

Dettagli

Nelle operazioni agromeccaniche inerenti la lavorazione

Nelle operazioni agromeccaniche inerenti la lavorazione 42 Terra e Vita [ SPECIALE LAVORAZIONE TERRENO ] n. 25/ Con Gps e Isobus benefici anche per il terreno I miglioramenti economici e ambientali derivano dal contenimento dei tempi di esecuzione. In aratura,

Dettagli

AGRICOLTURA DI PRECISIONE CONCIMAZIONE DI PRECISIONE IN RISAIA

AGRICOLTURA DI PRECISIONE CONCIMAZIONE DI PRECISIONE IN RISAIA P.IVA e CCIAA PV n 02617390188 REA PV-288115 T E C H F L Y d i v i s i o n e P R E C I S I O N F A R M I N G ENAC op. non critiche n 6759-6833 ENAC op. critiche n 7246 AGRICOLTURA DI PRECISIONE CONCIMAZIONE

Dettagli

GIRASOLE SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE (OGM). AVVICENDAMENTO COLTURALE

GIRASOLE SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE (OGM). AVVICENDAMENTO COLTURALE GIRASOLE Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE Non

Dettagli

CECE. Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura.

CECE. Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. CECE Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE Non è

Dettagli

Nome dell Azienda. Codice Unico di Azienda Agricola (CUAA) o Codice fiscale della persona fisica o della società o ente che conduce l azienda

Nome dell Azienda. Codice Unico di Azienda Agricola (CUAA) o Codice fiscale della persona fisica o della società o ente che conduce l azienda Concorso enologico internazionale La Selezione del Sindaco 2014 Premio Cifo/Città del Vino Impronte d eccellenza. Tecniche agronomiche sostenibili per una viticoltura di valore QUESTIONARIO PER LA VALUTAZIONE

Dettagli

PISELLO. Non è consentito l uso di materiale proveniente da organismi geneticamente modificati (OGM).

PISELLO. Non è consentito l uso di materiale proveniente da organismi geneticamente modificati (OGM). PISELLO Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE Non

Dettagli

Far corrispondere applicazioni e pratiche agronomiche con caratteristiche pedo-climatiche ed esigenze colturali corrispondenti ad ogni zona del campo

Far corrispondere applicazioni e pratiche agronomiche con caratteristiche pedo-climatiche ed esigenze colturali corrispondenti ad ogni zona del campo Ricerca e sviluppo di sistemi tecnici nella frutticoltura di precisione Dr. Luigi Manfrini Frutticoltura di precisione Attività DCA/DipSA Unibo Progetto RAISA (1989-1993) 1993) Attività di ricerca alla

Dettagli

Buone Pratiche per il PSR

Buone Pratiche per il PSR Buone Pratiche per il PSR Valutazioni Economiche su dati pervenuti dal progetto Climate ChangER Francesca Minarelli, Meri Raggi, Davide Viaggi Dipartimento di Scienze Agrarie e Dipartimento di Scienze

Dettagli

Focus Group Water & Agriculture : strategie adattative a livello aziendale

Focus Group Water & Agriculture : strategie adattative a livello aziendale Focus Group Water & Agriculture : strategie adattative a livello aziendale Brunella Morandi FG Water and Agriculture Dipartimento di Scienze Agrarie Università di Bologna Che cos è un Focus Group EIP-AGRI?

Dettagli

ERBAI MISTI SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE (OGM). AVVICENDAMENTO COLTURALE

ERBAI MISTI SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE (OGM). AVVICENDAMENTO COLTURALE ERBAI MISTI Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SCELTA VARIETALE E MATERIALE DI MOLTIPLICAZIONE

Dettagli

LE TARIFFE SONO CALCOLATE IN BASE ALL'APPLICAZIONE DI UNA DETTAGLIATA ANALISI DEI COSTI

LE TARIFFE SONO CALCOLATE IN BASE ALL'APPLICAZIONE DI UNA DETTAGLIATA ANALISI DEI COSTI LE TARIFFE SONO CALCOLATE IN BASE ALL'APPLICAZIONE DI UNA DETTAGLIATA ANALISI DEI COSTI Le tariffe a superficie sono riferite alla pertica Cremonese pari a mq. 808, e quella milanese di mq. 654 ARATURA

Dettagli