Medicina di genere IV Edizione Libro bianco - La salute delle donne. Roma, 10 Dicembre Tiziana Sabetta

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Medicina di genere IV Edizione Libro bianco - La salute delle donne. Roma, 10 Dicembre Tiziana Sabetta"

Transcript

1 Medicina di genere IV Edizione Libro bianco - La salute delle donne Roma, 10 Dicembre 2013 Tiziana Sabetta

2 La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell individuo e interesse della collettività (art. 32 della Costituzione italiana) Il diritto alla salute, essendo espressamente tutelato dalla nostra Carta costituzionale, è un diritto inviolabile e da far valere erga omnes Da qui, l esigenza di promuovere una Medicina di genere

3 IV Ed. del Libro Bianco In collaborazione con

4 Quali sfide per la salute? Analisi di alcune aree di interesse Demografia Fattori di rischio Malattie Sostenibilità

5 Un forte invecchiamento demografico Componente per genere sbilanciata a favore delle donne per le classi: anni over 75 anni Le donne rappresentano il 53,5% della popolazione anni e il 62,1% degli over 75 anni

6 Allungamento senza precedenti della durata media della vita 84,5 79,4 (2011)

7 La piramide familiare Ieri Oggi

8 L Italia è uno dei Paesi europei dove il livello di fecondità totale è tra i più contenuti < Livello di sostituzione generazionale 2,1

9 Incidenza della povertà Relativa Assoluta 25,0 9,0 8,0 20,0 7,0 15,0 10, ,0 5,0 4,0 3, ,0 2,0 1,0 0,0 Nord Centro Sud ed Isole Italia 0,0 Nord Centro Sud ed Isole Italia Forte è l associazione tra povertà, bassi livelli di istruzione, bassi profili professionali ed esclusione dal mercato del lavoro

10 Diffusione del tabagismo per fascia di età: uomini anni (38,86%) donne anni (23,26%) Fumatori: Uomini: 28,72% Donne: 16,75%

11 Tipi di consumo a rischio: Binge drinking: Uomini 16,6% Donne 4,4% Consumo giornaliero eccedentario: Uomini: 8,0% Donne: 1,3%

12 Sovrappeso Obesità

13 Attività fisica

14 Screening mammografico 100,0% 90,0% 80,0% 70,0% 60,0% 50,0% 40,0% 30,0% 20,0% 10,0% 0,0% Nord Centro Sud

15 Screening per il cervicocarcinoma uterino 100,0% 90,0% 80,0% 70,0% 60,0% 50,0% 40,0% Nord Centro Sud 30,0% 20,0% 10,0% 0,0%

16 Malattie - Tumori prevalenti

17 ,00 18,00 16,00 14,00 12,00 10,00 8,00 6,00 4,00 2,00,00 n. di suicidi tassi std per 100,000 Mortalità per suicidio suicidi - donne suicidi - uomini Tasso std - uomini Tasso std - donne

18 70,0 60,0 50,0 40,0 30,0 20,0 10,0 0,0 Parti con taglio cesareo 61,7 38,7 Piemonte Valle d Aosta-Vallée Lombardia Bolzano-Bozen Trento Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia-Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Italia

19 Procreazione medicalmente assistita

20 Consumo di farmaci

21 Ospedalizzazione Regime ordinario M Regime ordinario F Day Hospital M Day Hospital F

22 Personale del SSN

23 Sostenibilità del SSN Evidente è la necessità di attuazione profonde riforme di natura politica, economica e organizzativa che migliorino l efficacia e l efficienza del sistema e impediscano che questo imploda a causa delle innumerevoli criticità ancora irrisolte. Solo così sarà possibile difendere il livello di assistenza universalistica, introdotto nel 1978 con la nascita del Servizio Sanitario Nazionale

24 Innovazione farmacologica Evidente è la disomogeneità sul territorio che si riscontra, oltre che nell applicazione del ticket, anche nelle modalità e nei tempi di adozione dei farmaci innovativi che variano in relazione alla regione di appartenenza, con significative conseguenze sull equità

25 Conclusioni Il quadro che emerge dall analisi dei dati evidenzia una condizione di benessere fisico complessivamente buona della popolazione femminile, ma rileva l urgenza sia di promuovere campagne preventive più mirate e politiche socio-sanitarie in grado di assicurare il mantenimento e il miglioramento delle generali condizioni di salute, sia di favorire il potenziamento e/o l adeguamento dell offerta dei servizi, spesso insufficienti e poco rispondenti alle esigenze dell utenza

26 L auspicio è che questo volume, oltre ad essere utile a tutti quelli che hanno responsabilità decisionali, serva anche a porre maggiormente l attenzione sull importanza della Medicina di genere. Per raggiungere tali finalità, sarebbero indispensabili: - un miglior coordinamento delle politiche a livello nazionale, regionale e locale; - una più corretta pianificazione e allocazione delle risorse, specialmente in questo periodo di crisi finanziaria globale e di ridimensionamento della spesa pubblica; - un maggior coinvolgimento delle donne affinché possano comprendere meglio le problematiche che le riguardano

27 Il nostro SSN è considerato tra i migliori nel contesto europeo Ma occorre migliorare la programmazione, l organizzazione e la gestione dei servizi

28 Per farlo Bisogna capire quali sono le vere esigenze dei protagonisti

29 Grazie per l attenzione