primo trimestre 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "primo trimestre 2012"

Transcript

1 osservatorio congiunturale sulle imprese della provincia di Latina primo trimestre 2012 Pierluigi Ascani Format Research Sala Conferenze Facoltà di Economia Università di Roma Sapienza, Sede di Latina 30 maggio 2012

2 agenda 1. clima di fiducia 2. andamento congiunturale 3. fabbisogno finanziario 4. osservatorio sul credito 5. metodo Pierluigi Ascani Agenda 2

3 andamento dell economia italiana Per quanto preceduto dal segno meno, migliora leggermente il giudizio delle imprese della provincia di Latina sull andamento dell economia italiana nel primo trimestre dell anno. Il medesimo trend è stato rilevato anche per i mesi di aprile, maggio e giugno. ATTUALE PROSPETTICA PERCENTUALI 27,9 27,9 72,1 71,3 63,6 49,3 34,1 44,3,0,8 2,3 6,4 Migliorata Rimasta invariata Peggiorata Migliorerà Resterà invariata Peggiorerà 11 IV 12 I 11 IV 12 I SALDI Imprese di Latina -72,1 (-75,9) Imprese italiane -70,5 (-72,1) Imprese di Latina -31,8 (-37,3) Imprese italiane -38,0 (-36,1) Base campione: Imprese Latina casi, Imprese italiane casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: A suo giudizio la situazione economica generale dell Italia, a prescindere dalla situazione della Sua impresa e del suo settore, negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Prospettica: Ritiene che la situazione economica generale dell Italia, a prescindere dalla situazione della Sua impresa e del suo settore, nei prossimi tre mesi, rispetto al trimestre attuale? Migliorerà, Resterà invariata, Peggiorerà. Pierluigi Ascani Andamento dell economia italiana 3

4 ATTUALE andamento delle imprese Stabile l andamento delle imprese della provincia di Latina (-40,1 rispetto al precedente - 40,2) nel primo trimestre dell anno secondo il giudizio degli stessi imprenditori, i quali tuttavia prevedono un peggioramento per il secondo trimestre dell anno. PROSPETTICA PERCENTUALI 57,5 54,4 41,3 41,9 15,6 69,0 55,7 27,2 28,7 1,2 3,7 3,8 Migliorato Rimasto invariato Peggiorato Migliorerà Resterà invariata Peggiorerà 11 IV 12 I 11 IV 12 I SALDI Imprese di Latina -40,1 (-40,2) Imprese italiane -38,2 (-38,3) Imprese di Latina -23,4 (-19,7) Imprese italiane -13,1 (-15,1) Base campione: Imprese Latina casi, Imprese italiane casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Come giudica l andamento economico generale della Sua impresa negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti? Migliorato, Rimasto invariato, Peggiorato. Prospettica: Ritiene che l andamento economico generale della Sua impresa nei prossimi tre mesi? Migliorerà, Resterà invariato, Peggiorerà. Pierluigi Ascani Andamento delle imprese 4

5 agenda 1. clima di fiducia 2. andamento congiunturale 3. fabbisogno finanziario 4. osservatorio sul credito 5. metodo Pierluigi Ascani Agenda 5

6 ATTUALE andamento dei ricavi Stabile il saldo relativo all andamento dei ricavi presso le imprese di Latina nei primi tre mesi dell anno. Per i mesi di aprile, maggio e giugno tuttavia gli imprenditori prevedono un peggioramento rispetto al periodo precedente. PROSPETTICA PERCENTUALI 1,1 5,1 61,8 52,2 37,1 42,7 7,3 14,1 70,3 65,0 22,4 21,0 Aumentati Restati invariati Diminuiti Aumenteranno Resteranno invariati Diminuiranno 11 IV 12 I 11 IV 12 I SALDI Imprese di Latina -36,0 (-37,5) Imprese italiane -37,6 (-32,9) Imprese di Latina -15,0 (-9,7) Imprese italiane -6,9 (-9,3) Base campione: Imprese Latina casi, Imprese italiane casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, i ricavi della Sua impresa rispetto al trimestre precedente sono? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Prospettica: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel prossimo trimestre, prevede che i ricavi della Sua impresa? Aumenteranno, Resteranno invariati, Diminuiranno. Pierluigi Ascani Andamento dei ricavi 6

7 ATTUALE andamento dell occupazione Peggiora l indicatore relativo all andamento dell occupazione presso le imprese di Latina. Il peggioramento è stato riscontrato sia rispetto al trimestre precedente (-23,5 contro il precedente -15,0), sia rispetto al dato nazionale nel medesimo periodo (-23,5). PROSPETTICA PERCENTUALI,7 3,3 75,1 75,9 24,2 20,9 2,1 2,1 89,5 86,0 8,3 11,9 Aumentato Restato invariato Diminuito Aumenterà Resterà invariato Diminuirà 11 IV 12 I 11 IV 12 I SALDI Imprese di Latina -23,5 (-15,0) Imprese italiane -17,6 (-15,2) Imprese di Latina -6,2 (-11,6) Imprese italiane -9,8 (-7,6) Base campione: Imprese Latina casi, Imprese italiane casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Nel trimestre considerato, l occupazione complessiva della Sua impresa, ovvero il numero degli addetti, rispetto al trimestre precedente, è? Aumentato, Restato invariato, Diminuito. Prospettica: Nei prossimi tre mesi, prevede che l occupazione complessiva della Sua impresa, ovvero il numero degli addetti,? Aumenterà, Resterà invariata, Diminuirà. Pierluigi Ascani Andamento dell occupazione 7

8 SALDI PERCENTUALI Migliora leggermente nel primo trimestre dell anno l andamento dei prezzi praticati dai fornitori alle imprese della provincia di Latina. La medesima tendenza è prevista anche per i mesi di aprile, maggio e giugno. 40,9 57,4 Imprese di Latina 37,9 (41,9) Imprese italiane ATTUALE Ad un andamento positivo del saldo corrisponde un peggioramento del fenomeno 56,1 40,4 3,0 Aumentati Restati invariati Diminuiti andamento dei prezzi praticati dai fornitori 11 IV 12 I 11 IV 12 I 55,1 (39,7) 2,2 Imprese di Latina 13,7 (25,2) Imprese italiane 22,6 (24,2) Base campione: Imprese Latina casi, Imprese italiane casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: I prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori, negli ultimi tre mesi, rispetto al trimestre precedente, sono? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Prospettica: Ella prevede che i prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori nei prossimi tre mesi? Aumenteranno, Resteranno invariati, Diminuiranno. [Aumento: i prezzi praticati sono aumentati (valore NEGATIVO); Diminuzione: i prezzi sono diminuiti (valore POSITIVO)]. 15,1 24,7 PROSPETTICA Ad un andamento positivo del saldo corrisponde un peggioramento del fenomeno 83,5 73,3 Aumenteranno Resteranno invariati Diminuiranno 1,4 2,1 Pierluigi Ascani Andamento dei prezzi praticati dai fornitori 8

9 SALDI PERCENTUALI 44,6 53,1 Imprese di Latina 44,5 (54,9) Imprese italiane andamento dei ritardi nei pagamenti da parte dei clienti Migliora leggermene nel primo trimestre del 2012 l indicatore relativo ai ritardi nei pagamenti da parte dei clienti delle imprese della provincia di Latina. Il trend positivo è confermato anche per secondo trimestre dell anno. ATTUALE Ad un andamento positivo del saldo corrisponde un peggioramento del fenomeno 55,2 45,2 Aumentato Restato invariato Diminuito,1 11 IV 12 I 11 IV 12 I 51,5 (45,0) 1,7 Imprese di Latina 18,2 (20,3) Imprese italiane 21,6 (19,4) Base campione: Imprese Latina casi, Imprese italiane casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti della Sua impresa, negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è? Aumentato, Restato invariato, Diminuito. Prospettica: Nei prossimi tre mesi il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti della Sua impresa? Aumenterà, Resterà invariato, Diminuirà. [Aumento: i tempi di pagamento sono aumentati (valore NEGATIVO); Diminuzione: i tempi di pagamento sono diminuiti (valore POSITIVO)]. 18,9 24,1 PROSPETTICA Ad un andamento positivo del saldo corrisponde un peggioramento del fenomeno 80,3 73,5 Aumenterà Resterà invariato Diminuirà,7 2,5 Pierluigi Ascani Andamento dei ritardi nei pagamenti da parte dei clienti 9

10 agenda 1. clima di fiducia 2. andamento congiunturale imprese manifatturiere 3. fabbisogno finanziario 4. osservatorio sul credito 5. metodo Pierluigi Ascani Agenda 10

11 congiuntura manifattura Nel primo trimestre del 2012 il 51,3% delle imprese manifatturiere della provincia di Latina segnala un basso livello degli ordini, nonostante il miglioramento della variazione della domanda rispetto al periodo precedente (2011 IV trimestre), congiuntura che, a parere degli imprenditori, non dovrebbe ripetersi per i mesi di aprile, maggio e giugno, ossia la domanda dovrebbe tornare a diminuire nel secondo trimestre dell anno. Fanno eccezione le imprese che internazionalizzano, il livello degli ordini delle quali è nettamente superiore alla media. LIVELLO ORDINI 41,3 51,3 7,4 Alto Normale Basso Pierluigi Ascani Principali evidenze 11

12 congiuntura manifattura Coerentemente a quanto rilevato con riferimento al livello degli ordini e della domanda, è aumentato nel primo trimestre dell anno il livello della produzione presso le imprese della provincia di Latina, livello che gli imprenditori prevedono tornerà a diminuire nei mesi di aprile, maggio e giugno. Tale previsione non è dettata dal basso clima di fiducia che anima gli imprenditori della provincia pontina, ma dal riscontro di alcune evidenze empiriche: l aumento delle scorte di prodotti finiti nei primi tre mesi dell anno, il livello basso del grado di utilizzo degli impianti e la capacità produttiva degli impianti ritenuta più che sufficiente per coprire le richieste della domanda. Le imprese manifatturiere della provincia di Latina che si rivolgono in prevalenza alla domanda interna tendono a fare fronte al calo di quest ultima facendo leva sull aumento dei prezzi. Pierluigi Ascani Principali evidenze 12

13 IMPRESE MANIFATTURIERE variazione degli ordini Il saldo riguardante la variazione degli ordini nel primo trimestre rispetto al periodo precedente fa segnare un leggero miglioramento. Gli imprenditori prevedono un abbassamento della domanda nei mesi di aprile, maggio e giugno. ATTUALE PROSPETTICA PERCENTUALI 59,4 36,6 65,0 34,9 4,0 Aumentati Restati invariati Diminuiti,1 In aumento Stazionaria In diminuzione 11 IV 12 I 11 IV 12 I SALDI Imprese di Latina -32,6 (-38,6) Imprese di Latina -34,8 (-25,1) Base campione: 191 casi. Esclusivamente le imprese della manifattura. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande Attuale: Tenuto conto dei fattori stagionali quale è stata la variazione degli ordini e della domanda in generale, nel trimestre considerato, rispetto ai tre mesi precedenti? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Prospettica: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel prossimo trimestre, la tendenza degli ordini e della domanda in generale alla Sua impresa sarà? In aumento, Stazionaria, In diminuzione. Pierluigi Ascani Variazione degli ordini 13

14 ATTUALE IMPRESE MANIFATTURIERE livello della produzione Il livello della produzione nel primo trimestre è risultato maggiore rispetto a quello registrato negli ultimi tre mesi del Le imprese si aspettano un abbassamento del livello della produzione nel secondo trimestre dell anno a seguito della diminuzione del livello della domanda. PROSPETTICA PERCENTUALI 74,0 25,0 66,5 27,9 1,0 Alto Normale Basso 5,6 In aumento Stazionaria In diminuzione 11 IV 12 I 11 IV 12 I SALDI Imprese di Latina -23,9 (-32,2) Imprese di Latina -22,4 (-14,4) Base campione: 191 casi. Esclusivamente le imprese della manifattura. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livello della produzione della Sua impresa è risultato mediamente? Alto, Normale, Basso. Prospettica: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel prossimo trimestre, la produzione della Sua impresa sarà? In aumento, Stazionaria, In diminuzione. Pierluigi Ascani Livello della produzione 14

15 IMPRESE MANIFATTURIERE variazione dei prezzi di vendita Le imprese manifatturiere della provincia di Latina sembrerebbero fronteggiare il calo della domanda facendo leva sull aumento dei prezzi dei prodotti finiti. ATTUALE PROSPETTICA 81,3 PERCENTUALI 71,8 27,7 14,5,5 4,2 In aumento Stazionaria In diminuzione Aumenteranno Resteranno gli stessi Diminuiranno 11 IV 12 I 11 IV 12 I SALDI Imprese di Latina -27,3 (-36,3) Imprese di Latina -10,2 (-25,2) Base campione: 191 casi. Esclusivamente le imprese della manifattura. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Nel trimestre considerato, la variazione dei prezzi di vendita dei vostri prodotti finiti è risultata, rispetto al trimestre precedente? In aumento, Stazionaria, In diminuzione. Prospettica: Nel prossimo trimestre, i prezzi di vendita dei vostri prodotti finiti? Aumenteranno, Resteranno gli stessi, Diminuiranno. Pierluigi Ascani Variazione dei prezzi di vendita 15

16 IMPRESE MANIFATTURIERE Attualmente (ovvero alla fine del trimestre ) le giacenze / scorte dei prodotti finiti sono? giacenze / scorte Nel primo trimestre del 2012 le imprese manifatturiere della provincia di Latina segnalano un aumento delle scorte di prodotti finiti. 45,3 30,9 13,0 10,7 Superiori al normale Normali Inferiore al normale Nessuna scorta 12 I 11 IV Imprese di Latina 2,7 (-3,3) Base campione: 191 casi. Esclusivamente le imprese della manifattura. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale della domanda: Attualmente (ovvero alla fine del trimestre ) le giacenze / scorte dei prodotti finiti sono? Superiori al normale, Normali, Inferiore al normale, Nessuna scorta. Pierluigi Ascani Giacenze / Scorte 16

17 IMPRESE MANIFATTURIERE utilizzo degli impianti e capacità produttiva Nel primo trimestre si registra un basso grado di utilizzo degli impianti ed una capacità produttiva più che sufficiente da parte delle imprese manifatturiere di Latina per fare fronte alla domanda esistente. Rispetto all utilizzazione massima quale è stato percentualmente il grado di utilizzo degli impianti nel corso del trimestre? Attualmente, tenuto conto del portafoglio ordini e dell andamento della richiesta della domanda, la capacità produttiva della sua impresa è? 74,0 56,6 30,9 22,8 4,3 8,2 3,2 < 25% 26% - 50% 51% - 75% > 75% Più che sufficiente Sufficiente Insufficiente Base campione: 191 casi. Esclusivamente le imprese della manifattura. Testo originale della domanda: Rispetto all utilizzazione massima quale è stato percentualmente il grado di utilizzo degli impianti nel corso del trimestre? Base campione: 191 casi. Esclusivamente le imprese della manifattura. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale della domanda: Attualmente, tenuto conto del portafoglio ordini e dell andamento della richiesta della domanda, la capacità produttiva della sua impresa è? Più che sufficiente, Sufficiente, Insufficiente. 12 I 11 IV Imprese di Latina 19,6 (-12,7) Pierluigi Ascani Utilizzo degli impianti e capacità produttiva 17

18 agenda 1. clima di fiducia 2. andamento congiunturale imprese dei servizi 3. fabbisogno finanziario 4. osservatorio sul credito 5. metodo Pierluigi Ascani Agenda 18

19 IMPRESE DEI SERVIZI livello degli ordini e della domanda in generale Il 16,1% delle imprese dei servizi della provincia di Latina segnala un basso livello degli ordini. DETTAGLIO LIVELLO ORDINI INTERNI 70,8 LIVELLO ORDINI 29,1 83,8,1 Alto Normale Basso,1 16,1 DETTAGLIO LIVELLO ORDINI ESTERI 78,5 Alto Normale Basso Base campione: 263 casi. Esclusivamente le imprese dei servizi Testo originale delle domande. Livello ordini: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livello degli ordini e della domanda in generale alla Sua impresa, è risultato mediamente? Alto, Normale, Basso. Interni: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livello degli ordini e della domanda dall interno, è risultato mediamente? Alto, Normale, Basso. Base campione: Micro e piccole imprese 107casi, Imprese artigiane 28 casi. Esclusivamente le imprese della manifattura e dei servizi che esportano. Esteri: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livello degli ordini e della domanda dall estero è risultato mediamente? Alto, Normale, Basso.,0 21,5 Alto Normale Basso Pierluigi Ascani Livello degli ordini e della domanda in generale 19

20 ATTUALE IMPRESE DEI SERVIZI variazione degli ordini L andamento della variazione degli ordini presso le imprese dei servizi di Latina fa segnare un peggioramento rispetto al periodo precedente. Gli imprenditori prevedono che il medesimo trend si protrarrà anche per i mesi di aprile, maggio e giugno. PROSPETTICA PERCENTUALI 68,9 29,1 71,8 28,1 2,0 Aumentati Restati invariati Diminuiti,1 In aumento Stazionaria In diminuzione 11 IV 12 I 11 IV 12 I SALDI Imprese di Latina -27,1 (-23,8) Imprese di Latina -28,0 (-16,5) Base campione: 263 casi. Esclusivamente le imprese dei servizi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande Attuale: Tenuto conto dei fattori stagionali quale è stata la variazione degli ordini e della domanda in generale, nel trimestre considerato, rispetto ai tre mesi precedenti? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Prospettica: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel prossimo trimestre, la tendenza degli ordini e della domanda in generale alla Sua impresa sarà? In aumento, Stazionaria, In diminuzione. Pierluigi Ascani Variazione degli ordini 20

21 IMPRESE DEI SERVIZI variazione dei prezzi di vendita In lieve diminuzione i prezzi di vendita delle imprese dei servizi nel primo trimestre, che però prevedono un forte aumento per il secondo trimestre dell anno. ATTUALE PROSPETTICA 86,9 PERCENTUALI 9,4 3,7 56,7 41,5 1,8 In aumento Stazionaria In diminuzione Aumenterà Resteranno gli stessi Diminuiranno 11 IV 12 I 11 IV 12 I SALDI Imprese di Latina 5,8 (14,5) Imprese di Latina 54,9 (2,8) Base campione: 263 casi. Esclusivamente le imprese dei servizi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Nel trimestre considerato, la variazione dei prezzi di vendita dei servizi erogati dalla Sua impresa è risultata, rispetto al trimestre precedente? In aumento, Stazionaria, In diminuzione. Prospettica: Nel prossimo trimestre, i prezzi di vendita dei servizi erogati dalla Sua impresa? Aumenteranno, Resteranno gli stessi, Diminuiranno. Pierluigi Ascani Variazione dei prezzi di vendita 21

22 agenda 1. clima di fiducia 2. andamento congiunturale imprese delle costruzioni 3. fabbisogno finanziario 4. osservatorio sul credito 5. metodo Pierluigi Ascani Agenda 22

23 ATTUALE IMPRESE DELLE COSTRUZIONI PROSPETTICA ordini Peggiora il saldo del portafoglio degli ordini delle imprese delle costruzioni della provincia di Latina nei mesi di gennaio, febbraio e marzo. Gli imprenditori prevedono il protrarsi del trend negativo anche per il secondo trimestre dell anno. 81,2 PERCENTUALI 17,3 26,5 56,2 18,7,1 Elevati Normali Bassi Aumenteranno Resteranno invariati Diminuiranno 11 IV 12 I 11 IV 12 I SALDI Imprese di Latina -38,9 (-29,3) Imprese di Latina -18,7 (-9,1) Base campione: 106 casi. Esclusivamente le imprese delle costruzioni. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande Attuale: Tenuto conto dei fattori stagionali il portafoglio degli ordini e/o i piani di costruzione della Sua impresa possono essere considerati al momento attuale? Elevati, Normali, Bassi. Prospettica: Nel prossimo trimestre gli ordini e/o i piani di costruzione dell impresa? Aumenteranno, Resteranno invariati, Diminuiranno. Pierluigi Ascani Ordini 23

24 IMPRESE DELLE COSTRUZIONI l attività di costruzione delle imprese Diminuisce nel primo trimestre dell anno, rispetto al periodo precedente, l indicatore relativo all attività di costruzione delle imprese edili della provincia di Latina. L attività di costruzione dell impresa, nell ultimo trimestre, è? 60,3 38,5 1,2 Aumentata Restata invariata Diminuita 12 I 11 IV Imprese di Latina -37,3 (-28,0) Base campione: 106 casi. Esclusivamente le imprese delle costruzioni. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale della domanda: L attività di costruzione dell impresa, nell ultimo trimestre, è? Aumentata, Restata invariata, Diminuita. Pierluigi Ascani L attività di costruzione delle imprese 24

25 agenda 1. clima di fiducia 2. andamento congiunturale imprese del commercio 3. fabbisogno finanziario 4. osservatorio sul credito 5. metodo Pierluigi Ascani Agenda 25

26 IMPRESE DEL COMMERCIO giacenze / scorte Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livello delle vostre scorte (invenduto) è risultato mediamente? 48,1 28,2 14,1 9,7 Superiori al normale Normali Inferiore al normale Nessuna scorta 12 I 11 IV Imprese di Latina 4,4 (3,8) Base campione: 368 casi. Esclusivamente le imprese del commercio. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale della domanda: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, il livello delle vostre scorte (invenduto) è risultato mediamente? Superiori al normale, Normali, Inferiore al normale, Nessuna scorta. Pierluigi Ascani Giacenze / Scorte 26

27 agenda 1. clima di fiducia 2. andamento congiunturale 3. fabbisogno finanziario 4. osservatorio sul credito 5. metodo Pierluigi Ascani Agenda 27

28 capacità di far fronte ai propri impegni Diminuisce la capacità delle imprese della provincia di Latina di riuscire a fare fronte al proprio fabbisogno finanziario nel primo trimestre. Il saldo è pari a -33,7 contro il precedente -28,6. Anche la previsione per i mesi di aprile, maggio e giugno conferma le difficoltà di ordine finanziario delle imprese pontine. ATTUALE PROSPETTICA PERCENTUALI 33,1 34,3 42,9 48,3 23,9 17,3 7,8 7,5 64,0 74,6 28,2 17,9 Sì Sì, ma con difficoltà No Migliorerà Resterà invariata Peggiorerà 11 IV 12 I 11 IV 12 I SALDI Imprese di Latina -33,7 (-28,6) Imprese italiane -31,3 (-18,1) Imprese di Latina -20,4 (-12,5) Imprese italiane -10,4 (-7,5) Base campione: Imprese Latina casi, Imprese italiane casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Negli ultimi tre mesi la Sua impresa è stata in grado di fare fronte al fabbisogno finanziario? Sì (la situazione della liquidità è buona ), Sì ma con qualche difficoltà o ritardo (la situazione della liquidità è mediocre ), No (la situazione della liquidità è cattiva ). Prospettica: Ritiene che nel prossimo trimestre la capacità di fare fronte al fabbisogno finanziario della Sua impresa, ovvero la situazione della liquidità? Migliorerà, Resterà invariata, Peggiorerà. Pierluigi Ascani Capacità di far fronte ai propri impegni 28

29 agenda 1. clima di fiducia 2. andamento congiunturale 3. fabbisogno finanziario 4. osservatorio sul credito 5. metodo Pierluigi Ascani Agenda 29

30 osservatorio sul credito In forte diminuzione nel primo trimestre del 2012 rispetto al trimestre precedente la percentuale delle imprese della provincia di Latina che si sono rivolte alle banche per chiedere un fido, un finanziamento, o la rinegoziazione di un fido, o di un finanziamento, esistente: sono state il 9,7% contro il precedente 90,3%. Nell ambito delle imprese che si sono rivolte al sistema bancario per ottenere credito il 45,3% lo ha ottenuto con un ammontare pari o superiore rispetto a quello richiesto, Il 27,8% lo ha ottenuto, ma con un ammontare inferiore rispetto a quello richiesto, il 12,7% ha visto rifiutarsi la propria domanda di credito, l 1,7% è in attesa di conoscere l esito della propria domanda di credito, ed il 12,2% ha dichiarato di essere intenzionata a fare domanda di credito alle banche nel prossimo trimestre. Aumenta leggermente la cosiddetta area di irrigidimento restituita dalla somma della percentuale delle imprese che si sono viste accordare un credito inferiore rispetto a quello richiesto e dalla percentuale delle imprese che non se lo sono viste accordare affatto. L area di irrigidimento ha colpito nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2012 il 40,5% delle imprese contro il 27,5% dell ultimo trimestre del Pierluigi Ascani Principali evidenze 30

31 domanda e offerta di credito a latina Percentuali di imprese che hanno chiesto un credito al sistema bancario nel primo trimestre Hanno fatto richiesta di credito. Precedente (2011 IV trimestre): 21,7% Imprese di Latina Hanno fatto richiesta di credito 9,7 Esito delle richieste delle imprese che hanno chiesto un fido, o la rinegoziazione di un fido esistente, nel trimestre (% di imprese) AREA DI STABILITA 45,3% 45,3 AREA DI IRRIGIDIMENTO 40,5% 27,8 NON hanno fatto richiesta di credito 12,7 12,2 90,3 Base campione: Imprese Latina casi. Percentuali ricalcolate facendo =100,0 le imprese che nei trimestri considerati hanno chiesto un fido o un finanziamento, o hanno chiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente. (Irrigidimento = richiesta accolta con ammontare inferiore + richiesta non accolta). Testo originale delle domande: A prescindere dalle motivazioni e dalla forma tecnica, la Sua impresa ha chiesto un fido o un finanziamento, o ha chiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente, ad una delle banche con la quale intrattiene rapporti negli ultimi tre mesi? Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare pari o superiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare inferiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ma non è stata accolta, Sì ha fatto richiesta ed è in attesa di conoscere l'esito, No non ha fatto richiesta, ma è intenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre, No non ha fatto richiesta e non è intenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre. Accolta (ammontare pari o superiore) Precedente (2011 IV trimestre): 33,7% Accolta (ammontare inferiore) Non accolta Precedente (2011 IV trimestre): 27,5%, di cui il 9,4% accolta con un ammontare inferiore, ed il 18,1% non accolta. 1,7 In a esa di conoscere l'esito Precedente (2011 IV trimestre): 18,3% Intenziona a fare richieste prossimo trim Precedente (2011 IV trimestre): 20,5% Pierluigi Ascani Domanda e offerta di credito a Latina 31

32 domanda e offerta di credito in italia Percentuali di imprese che hanno chiesto un credito al sistema bancario nel primo trimestre Imprese italiane "Hanno chiesto un fido, o la rinegoziazione di un fido esistente, nei trimestri" (% di imprese) 100,0 90,0 08 IV 09 I 09 II 09 III 09 IV 10 I 10 II 10 III 10 IV 11 I 11 II 11 III 11 IV 12 I 42,6 28,1 35,2 27,9 29,8 24,9 20,2 22,0 26,7 25,1 21,0 19,2 19,7 21,4 80,0 70,0 68,4 61,8 62,3 74,8 69,5 62,0 65,4 08 IV 09 I 09 II 09 III 09 IV 10 I 10 II 10 III 10 IV 11 I 11 II 11 III 11 IV 12 I 60,0 50,0 57,0 54,8 49,7 56,1 48,1 Stabilità e/o allentamento "Esiti delle richieste delle imprese che hanno chiesto un fido, o la rinegoziazione di un fido esistente, nel trimestre" (% di imprese) 40,0 38,6 35,9 30,0 20,0 10,0 0,0 19,5 18,5 15,5 12,9 14,7 16,9 18,9 17,8 26,0 26,5 26,8 30,1 35,7 33,7 Irrigidimento 33,7 Accolta (ammontare pari o superiore) 16,3 Accolta (ammontare inferiore) 19,6 21,2 Non accolta 9,3 In attesa di Intenzionati a fare conoscere l'esito richieste prossimo trim Pierluigi Ascani Domanda e offerta di credito in Italia 32

33 tipologia di fido o finanziamento Negli ultimi tre mesi La Sua impresa ha chiesto un finanziamento o la rinegoziazione dei un finanziamento esistente prevalentemente per. Hanno fatto richiesta per investimenti 38,1 61,9 Hanno fatto richiesta per liquidità e cassa Base campione: 130 casi. Solo le imprese della provincia di Latina che nel trimestre hanno chiesto un fido o la rinegoziazione di un fido esistente. Testo originale della domanda Negli ultimi tre mesi La Sua impresa ha chiesto un finanziamento o la rinegoziazione dei un finanziamento esistente prevalentemente per. Pierluigi Ascani Tipologia di fido o finanziamento 33

34 garanzie prestate dalle imprese Come ha garantito la richiesta di fido o di finanziamento (o di integrazione di un fido o di un finanziamento esistente) della Sua impresa? (Analisi effettuata solo presso le imprese che hanno chiesto un fido o la rinegoziazione di un fido esistente) Nessuna garanzia 15,4 Garanzie prestate dai Confidi,0 Garanzie prestate da terzi (diversi dai Confidi),0 Polizze assicura ve,9 Garanzie reali prestate dai soci / dall'imprenditore Garanzie prestate per mezzo di agevolazioni pubbliche 1,7 3,1 Garanzie reali prestate dall'impresa 63,1,0 20,0 40,0 60,0 80,0 100,0 Base campione: 130 casi. Solo le imprese della provincia di Latina che nel trimestre hanno chiesto un fido o la rinegoziazione di un fido esistente. La somma delle percentuali è differente da 100,0% perché erano ammesse risposte multiple. Pierluigi Ascani Garanzie prestate dalle imprese 34

35 tassi di interesse e altre condizioni Peggiora nel primo trimestre il giudizio delle imprese di Latina sul costo del credito con riferimento sua all aumento dei tassi di interesse, sia con riferimento alle cosiddette altre condizioni correlate al credito (es. messa a disposizione fondi). TASSI DI INTERESSE ALTRE CONDIZIONI SALDI PERCENTUALI,0 2,1 Imprese di Latina -61,9 (-53,7) Imprese italiane 38,1 44,0 61,9 11 IV 12 I 11 IV 12 I -51,8 (-44,4) 53,9 Migliorata Rimasta invariata Peggiorata,0,7 Imprese di Latina -63,8 (-55,9) Imprese italiane 36,2 47,2 63,8-51,4 (-42,9) 52,1 Migliorata Rimasta invariata Peggiorata Base campione: Imprese Latina 452 casi, Imprese italiane casi. Esclusivamente le imprese che hanno dei fidi o dei finanziamenti da oltre sei mesi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Andamento dei tassi di interesse applicati ai finanziamenti: Per quanto concerne l offerta dei fidi e/o dei finanziamenti da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato la situazione del costo del finanziamento, sia (Tasso di interesse praticato dalla banca per i finanziamenti a breve e medio termine)? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Andamento delle altre condizioni applicate ai finanziamenti: Per quanto concerne l offerta dei fidi o dei finanziamenti da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato, la situazione relativa al costo dell istruttoria e alle altre condizioni sia (es. servizi bancari comunque legati ad un servizio di finanziamento)? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Pierluigi Ascani Tassi di interesse e altre condizioni 35

36 durata del credito e garanzie richieste Peggiorano nel primo trimestre anche gli indicatori del credito relativi alla durata degli affidamenti, ed alle garanzie richieste alle imprese da parte del sistema bancario a copertura dei finanziamenti concessi. DURATA DEL CREDITO GARANZIE RICHIESTE SALDI PERCENTUALI,0 1,3 Imprese di Latina -66,1 (-43,9) Imprese italiane 33,9 45,3 66,1 11 IV 12 I 11 IV 12 I -52,2 (-35,0) 53,4 Migliorata Rimasta invariata Peggiorata 6,8,7 Imprese di Latina -57,0 (-45,5) Imprese italiane 29,4 55,2 63,8 44,1 Migliorata Rimasta invariata Peggiorata -43,4 (-36,9) Base campione: Imprese Latina 452 casi, Imprese italiane casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Andamento della durata temporale del credito per i finanziamenti: Per quanto concerne l offerta dei fidi da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato, con riferimento alla durata temporale del credito, la situazione sia? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Andamento della situazione delle garanzie a copertura dei finanziamenti: Per quanto concerne le garanzie richieste da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato la situazione sia? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Pierluigi Ascani Durata del credito e garanzie richieste 36

37 costo dei servizi bancari SALDI PERCENTUALI SERVIZI BANCARI 54,6 58,7 41,0 44,8,3,6 Migliorata Rimasta invariata Peggiorata 12 I 11 IV Imprese di Latina -58,4 (-32,6) Imprese italiane -44,2 (-33,0) Il costo dei servizi bancari nel loro complesso peggiora nel primo trimestre dell anno. Il saldo fatto registrare dalle imprese di Latina è pari a -58,4 contro il precedente - 32,6. Base campione: Imprese Latina casi, Imprese italiane casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di miglioramento) e -100% (nell ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un opinione di peggioramento). Testo originale della domanda: Con riferimento al costo dei servizi bancari (es. tenuta conto, emissione disposizioni, pagamento effetti, movimenti di titoli, ecc.), ritiene che, negli ultimi tre mesi, rispetto al trimestre precedente, la situazione sia? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Pierluigi Ascani Costo dei servizi bancari 37

38 agenda 1. clima di fiducia 2. andamento congiunturale 3. fabbisogno finanziario 4. osservatorio sul credito 5. metodo Pierluigi Ascani Agenda 38

39 scheda tecnica COMMITTENTE Camera di Commercio di Latina AUTORE Format Srl ricerche ( OBIETTIVI DEL LAVORO Indagine sull andamento economico e sul fabbisogno del credito delle imprese della provincia di Latina. DISEGNO DEL CAMPIONE Campione rappresentativo dell universo delle imprese della provincia di Latina. Domini di studio del campione: Settore di attività (manifattura, costruzioni, commercio, turismo, servizi), Dimensione (1-9 addetti, addetti, , oltre i 250 addetti). NUMEROSITA CAMPIONARIA Numerosità campionaria complessiva: casi (1.000 interviste a buon fine). Anagrafiche non reperibili : 701 (30,2%); Rifiuti : 619 (26,7%); Sostituzioni : (56,9%). Intervallo di confidenza 95% (Errore +3,2%). Fonte delle anagrafiche delle imprese: Registro delle imprese. METODO DI CONTATTO Interviste telefoniche somministrate con il Sistema Cati (Computer assisted telephone interview). TECNICA DI RILEVAZIONE Questionario strutturato. PERIODO DI EFFETTUAZIONE DELLE INTERVISTE Dal 30 marzo all 11 aprile CODICE DEONTOLOGICO La rilevazione è stata realizzata nel rispetto del Codice deontologico dei ricercatori europei Esomar, del Codice deontologico Assirm (Associazione istituti di ricerca e sondaggi di opinione Imprese italiani), e della Legge sulla Privacy (D.lgs n. 196/03). DIRETTORE DELLA RICERCA Dott. Pierluigi Ascani.

40 universo e campione Universo delle imprese della provincia di Latina per classe di addetti e settore di attività economica Settore 1-9 addetti addetti addetti > 250 addetti Totale Manifattura Costruzioni Commercio Turismo Servizi Totale Fonte: I.Stat 2011 Campione delle imprese della provincia di Latina per classe di addetti e settore di attività economica Settore 1-9 addetti addetti addetti > 250 addetti Totale Manifattura Costruzioni Commercio Turismo Servizi Totale

41 Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha limitata significatività e può dare luogo a fraintendimenti. Sono proibite riproduzioni, anche parziali, del contenuto di questo documento, senza la previa autorizzazione scritta di Format Copyright Format Srl ricerche di mercato format S.r.l. via ugo balzani 77, roma, Imprese italiane tel , fax cf, p. iva e reg. imp. roma rea roma , cap. soc ,00 i.v. Membro: Assirm, Confcommercio, Esomar, SIS

OSSERVATORIO CONGIUNTURALE FEDERALIMENTARE i risultati a chiusura del primo semestre 2012. le prospettive nel breve periodo

OSSERVATORIO CONGIUNTURALE FEDERALIMENTARE i risultati a chiusura del primo semestre 2012. le prospettive nel breve periodo OSSERVATORIO CONGIUNTURALE FEDERALIMENTARE i risultati a chiusura del primo semestre 2012. le prospettive nel breve periodo Roma 28 settembre 2012 (11128zv) agenda à metodo à clima di fiducia à andamento

Dettagli

Confcommercio Pordenone Osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario di Pordenone

Confcommercio Pordenone Osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario di Pordenone Sintesi01 Pordenone, 22/02/13 Confcommercio Pordenone Osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario di Pordenone Peggiora il clima di fiducia delle imprese del terziario della provincia

Dettagli

Pordenone, 23 aprile 2012 (rif. 2010-210kr I trim R02) osservatorio credito confcommercio pordenone. primo trimestre 2012. rapporto di ricerca

Pordenone, 23 aprile 2012 (rif. 2010-210kr I trim R02) osservatorio credito confcommercio pordenone. primo trimestre 2012. rapporto di ricerca Pordenone, 23 aprile 2012 (rif. 2010-210kr I trim R02) osservatorio credito confcommercio pordenone primo trimestre 2012 rapporto di ricerca fiducia andamento dell economia italiana congiuntura 2012 I

Dettagli

indagine sulle imprese dei fioristi nella città di roma rapporto di ricerca

indagine sulle imprese dei fioristi nella città di roma rapporto di ricerca indagine sulle imprese dei fioristi nella città di roma rapporto di ricerca roma, 10 aprile 2015 (2015-081aw R01) roma, 10 aprile 2015 2 agenda presentazione del lavoro il fenomeno dell abusivismo commerciale

Dettagli

terziario friuli venezia giulia ottobre 2013

terziario friuli venezia giulia ottobre 2013 ! terziario friuli venezia giulia ottobre 2013 osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario del friuli venezia giulia rapporto di ricerca terzo trimestre 2013 trieste, 17 ottobre

Dettagli

imprese della provincia di latina luglio 2013

imprese della provincia di latina luglio 2013 imprese della provincia di latina luglio 2013 indagine trimestrale congiunturale sulle imprese della provincia di rapporto di ricerca secondo trimestre 2013 roma, 30 luglio 2013 (12153lq 02) agenda 1.

Dettagli

Giubileo 2015. Le attese delle imprese del terziario di Roma Capitale Rapporto di ricerca

Giubileo 2015. Le attese delle imprese del terziario di Roma Capitale Rapporto di ricerca Giubileo 2015. Le attese delle imprese del terziario di Roma Capitale Rapporto di ricerca Roma, 17 aprile 2015 (2015-112aw R01) roma, 17 aprile 2015 2 agenda presentazione del lavoro effetti del giubileo

Dettagli

terziario friuli venezia giulia maggio 2015

terziario friuli venezia giulia maggio 2015 terziario friuli venezia giulia maggio 2015 osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario del friuli venezia giulia rapporto di ricerca primo trimestre 2015 udine, 18 maggio 2015

Dettagli

osservatorio credito confcommercio luglio 2014

osservatorio credito confcommercio luglio 2014 osservatorio credito confcommercio luglio 2014 indagine trimestrale congiunturale sulle imprese femminili del terziario risultati secondo trimestre 2014 roma, 17 luglio 2014 (12153tf 02 Donne) agenda considerazioni

Dettagli

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA Ricerca a cura di Confcommercio Format Milano 22 maggio 2009 Il 73,7% delle imprese avverte un peggioramento della situazione economica

Dettagli

L industria alimentare in Italia. Tendenze congiunturali recenti. Previsioni per il terzo trimestre 2011.

L industria alimentare in Italia. Tendenze congiunturali recenti. Previsioni per il terzo trimestre 2011. Osservatorio Congiunturale Format sul Credito alle imprese L industria alimentare in Italia. Tendenze congiunturali recenti. Previsioni per il terzo trimestre 2011. Brindisi, 17 settembre 2011 rif: 2011-157zv

Dettagli

imprese friuli venezia giulia gennaio 2016

imprese friuli venezia giulia gennaio 2016 imprese friuli venezia giulia gennaio 2016 osservatorio sull andamento delle imprese del friuli venezia giulia presentazione di ricerca trieste, 21 gennaio 2016 (14233fv-P03) trieste, 21 gennaio 2016 2

Dettagli

LA NOTTE DI SAN SILVESTRO: RISTORANTI E DISCOTECHE REGINE DEL FUORI CASA

LA NOTTE DI SAN SILVESTRO: RISTORANTI E DISCOTECHE REGINE DEL FUORI CASA LA NOTTE DI SAN SILVESTRO: RISTORANTI E DISCOTECHE REGINE DEL FUORI CASA Come L 89,9% dei rispondenti ha intenzione di trascorrere la notte si San Silvestro come lo scorso anno senza prevedere alcun cambiamento

Dettagli

customer satisfaction 2014

customer satisfaction 2014 customer satisfaction 2014 indagine campionaria sui servizi di igiene urbana nei comuni di Camaiore e di Viareggio Roma, 30 settembre 2014 (14164el02) agenda 1. considerazioni generali di sintesi 2. raccolta

Dettagli

customer satisfaction 2015

customer satisfaction 2015 customer satisfaction 2015 indagine campionaria sui servizi di igiene urbana nei comuni di Camaiore e di Viareggio viareggio, 02 ottobre 2015 (15186el04) agenda considerazioni generali di sintesi raccolta

Dettagli

Presentazione del progetto di ricerca

Presentazione del progetto di ricerca Roma, 16/01/2012 Codice ricerca: 2011-203fo 2011203fo1 Osservatorio sugli strumenti per la gestione del credito utilizzati dalle imprese italiane 2012 Presentazione del progetto di ricerca Agenda 1 Scheda

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA

INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA RISULTATI GENERALI L andamento dell Industria di Roma e Provincia nel quarto trimestre del 2002 è risultato sostanzialmente negativo. Con riferimento al Comune, i

Dettagli

INDAGINE SULLE CONDIZIONI DI ACCESSO AL CREDITO

INDAGINE SULLE CONDIZIONI DI ACCESSO AL CREDITO INDAGINE SULLE CONDIZIONI DI ACCESSO AL CREDITO Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica Luglio 2012 Unioncamere Lombardia ha realizzato un indagine al fine di rilevare le valutazioni delle

Dettagli

l opinione delle imprese del terziario sulla pedonalizzazione del tridente

l opinione delle imprese del terziario sulla pedonalizzazione del tridente l opinione delle imprese del terziario sulla pedonalizzazione del tridente novembre 2014 rapporto di ricerca roma, 17 novembre 2014 (2014-269aw R03) roma, 17 novembre 2014 2 agenda considerazioni generali

Dettagli

Terzo trimestre OCC Osservatorio Credito Confcommercio

Terzo trimestre OCC Osservatorio Credito Confcommercio Roma, 13 ottobre 2011 (rif. 2010-210kr III trim R03) OCC Osservatorio Credito Confcommercio Terzo trimestre 2011 Osservatorio Congiunturale sull andamento delle imprese del terziario della provincia di

Dettagli

Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo

Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo Nota congiunturale Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo L indagine congiunturale di previsione per il primo trimestre 2016 di Confindustria Cuneo evidenzia

Dettagli

CRISI: CONFCOMMERCIO, PER IL 75% DEI GIOVANI IMPRENDITORI LA SITUAZIONE È PEGGIORATA

CRISI: CONFCOMMERCIO, PER IL 75% DEI GIOVANI IMPRENDITORI LA SITUAZIONE È PEGGIORATA 13 Novembre 2013 CRISI: CONFCOMMERCIO, PER IL 75% DEI GIOVANI IMPRENDITORI LA SITUAZIONE È PEGGIORATA Ricavi, occupazione e capacità di far fronte al fabbisogno finanziario: ecco i principali motivi di

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 Udine, 20 novembre 2015 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

LE PICCOLE IMPRESE E IL CREDITO. Il volto poco amico delle banche

LE PICCOLE IMPRESE E IL CREDITO. Il volto poco amico delle banche LE PICCOLE IMPRESE E IL CREDITO Il volto poco amico delle banche Metodologia Indagine quantitativa condotta mediante somministrazione telefonica (sistema C.A.T.I. Computer Assisted Telephone Interview)

Dettagli

Osservatorio regionale sul credito dell Emilia-Romagna

Osservatorio regionale sul credito dell Emilia-Romagna Osservatorio regionale sul credito dell UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE INDAGINE DICEMBRE 2012 DOMANDA ED OFFERTA DI CREDITO IN PROVINCIA DI FORLI - CESENA 1.1 L assetto finanziario

Dettagli

REPUBBLICA - SOMEDIA INDAGINE SU LA DIFFUSIONE E L AFFERMAZIONE DELLE ENERGIE ALTERNATIVE. Roma, 27/03/2007 2006 117RS.

REPUBBLICA - SOMEDIA INDAGINE SU LA DIFFUSIONE E L AFFERMAZIONE DELLE ENERGIE ALTERNATIVE. Roma, 27/03/2007 2006 117RS. REPUBBLICA - SOMEDIA INDAGINE SU LA DIFFUSIONE E L AFFERMAZIONE DELLE ENERGIE ALTERNATIVE Roma, 27/03/2007 2006 117RS Presentazione 02 PRESENTAZIONE DELLA RICERCA Autore: Format Srl - ricerche di mercato

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel settore dei Servizi, come noto, sono presenti realtà produttive molto varie e tra loro non omogenee. Il settore ha dato nel complesso segni di

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUL COMMERCIO

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUL COMMERCIO INCHIESTA CONGIUNTURALE SUL COMMERCIO RISULTATI GENERALI Nel secondo trimestre del 2003 sono state confermate le valutazioni sostanzialmente negative sull andamento degli affari sia dagli imprenditori

Dettagli

La congiuntura economica e finanziaria e il finanziamento delle piccole imprese

La congiuntura economica e finanziaria e il finanziamento delle piccole imprese La congiuntura economica e finanziaria e il finanziamento delle piccole imprese Valerio Vacca Banca d Italia Servizio Stabilità finanziaria Presentazione rapporto Fedart, 9 dicembre 2015 Vacca Congiuntura

Dettagli

credit risk 2015 osservatorio sugli strumenti per la gestione del credito utilizzati dalle imprese

credit risk 2015 osservatorio sugli strumenti per la gestione del credito utilizzati dalle imprese credit risk 2015 osservatorio sugli strumenti per la gestione del credito utilizzati dalle imprese roma, gennaio 2015 (14287fo-01) agenda 1 scheda tecnica fenomeni osservati aspetti di metodo condizioni

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza Report trimestrale sull andamento dell economia Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre SEI provvederà a mettere a disposizione delle imprese, con cadenza trimestrale, un report finalizzato

Dettagli

Indagine campionaria sulle scelte e sulle tendenze degli italiani sulla mobilità sostenibile. Rapporto di ricerca. Roma, 20 novembre 2008

Indagine campionaria sulle scelte e sulle tendenze degli italiani sulla mobilità sostenibile. Rapporto di ricerca. Roma, 20 novembre 2008 Roma, 20 novembre 2008 Codice ricerca: 2008163rs Indagine campionaria sulle scelte e sulle tendenze degli italiani sulla mobilità sostenibile Rapporto di ricerca riservatezza Questo documento è la base

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

Domanda e offerta di credito

Domanda e offerta di credito 2/5/2013 Domanda e offerta di credito La situazione registrata nel 2012 in provincia di Nel 2012 si è registrata una contrazione della domanda di credito. Rispetto alla media regionale le imprese modenesi

Dettagli

Osservatorio Nazionale sul credito per le PMI. Report 3 Trimestre 2012

Osservatorio Nazionale sul credito per le PMI. Report 3 Trimestre 2012 Osservatorio Nazionale sul credito per le PMI Report 3 Trimestre 2012 Novembre 2012 INDICE Struttura dell Osservatorio nazionale sul credito per le PMI... Fonti... Executive Summary... Parte I... Analisi

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel secondo trimestre del 2003 è continuato il trend negativo per domanda e occupazione. Il fatturato è rimasto sui livelli precedentemente raggiunti.

Dettagli

Economie regionali. L'andamento del credito in Sardegna nel quarto trimestre del 2008. 2009 Cagliari

Economie regionali. L'andamento del credito in Sardegna nel quarto trimestre del 2008. 2009 Cagliari Economie regionali L'andamento del credito in Sardegna nel quarto trimestre del 2008 2009 Cagliari 2 0 0 9 20 La nuova serie Economie regionali ha la finalità di presentare studi e documentazione sugli

Dettagli

16 giugno 2015. Matteo Beghelli Centro Studi, monitoraggio dell economia e statistica Unioncamere Emilia-Romagna

16 giugno 2015. Matteo Beghelli Centro Studi, monitoraggio dell economia e statistica Unioncamere Emilia-Romagna Osservatorio regionale sul credito dell Emilia-Romagna Il rapporto tra imprese e credito dal punto di vista delle imprese Camera di Commercio di Reggio Emilia 16 giugno 2015 L agenda di oggi: 0) Inquadramento

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 Trieste, 19 febbraio 2016 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

26/10/2010. I processi di finanziamento. Processi di finanziamento. Processi di gestione monetaria. FABBISOGNO di mezzi finanziari

26/10/2010. I processi di finanziamento. Processi di finanziamento. Processi di gestione monetaria. FABBISOGNO di mezzi finanziari 1. Pianificazione finanziaria: fabbisogno e fonti di finanziam. Processi di finanziamento 4. Rimborso dei finanziamenti I processi di finanziamento Processi economici di produzione 2. Acquisizione dei

Dettagli

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni La congiuntura italiana N. 3 FEBBRAIO 2014 Il Pil torna positivo nel quarto trimestre ma il dato è sotto le attese. La crescita si prospetta debole, penalizzata della mancanza di credito e per ora sostenuta

Dettagli

Politica di credito anticrisi

Politica di credito anticrisi Politica di credito anticrisi Scheda prodotto DESCRIZIONE PRODOTTO Per assicurare al sistema produttivo i mezzi finanziari per superare la difficile congiuntura CapitaleSviluppo collabora con i confidi

Dettagli

LA CRISI ECONOMICA NEL NORDEST: il punto di vista delle imprese

LA CRISI ECONOMICA NEL NORDEST: il punto di vista delle imprese FONDAZIONE LEONE MORESSA Via Torre Belfredo 81/d 30171 Mestre (Venezia) Tel: 041-23.86.700 - Fax: 041-98.45.01 Email: info@fondazioneleonemoressa.org Web: www.fondazioneleonemoressa.org LA CRISI ECONOMICA

Dettagli

Domanda e offerta di credito Resta ancora bassa la percentuale di imprese del commercio, del turismo e dei servizi che nel secondo trimestre 2014 si

Domanda e offerta di credito Resta ancora bassa la percentuale di imprese del commercio, del turismo e dei servizi che nel secondo trimestre 2014 si Osservatorio credito regionale: al sud finanziamenti col contagocce by Redazione 8 ottobre 2014 Nel secondo trimestre del 2014, per quasi la metà delle imprese del terziario (48%) resta critica la capacità

Dettagli

DOMANDA ED OFFERTA DI CREDITO IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

DOMANDA ED OFFERTA DI CREDITO IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA DOMANDA ED OFFERTA DI CREDITO IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA 1.1 - L assetto finanziario delle aziende Nel corso del 2014 la provincia reggiana evidenzia un saldo tra imprese che presentano aumenti e diminuzioni

Dettagli

Economie regionali. L'andamento del credito in Umbria nel primo trimestre del 2010

Economie regionali. L'andamento del credito in Umbria nel primo trimestre del 2010 Economie regionali L'andamento del credito in Umbria nel primo trimestre del 21 Perugia luglio 21 2 1 73 La serie Economie regionali ha la finalità di presentare studi e documentazione sugli aspetti territoriali

Dettagli

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring La finanza delle imprese tra crisi e ripresa Mario Valletta Università degli Studi

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report I DATI DELLA BANCA D ITALIA CONFERMANO LA SITUAZIONE DI CRITICITA PER IL COMPARTO DELLE COSTRUZIONI. ANCE SALERNO: EDILIZIA, CREDITO SEMPRE DIFFICILE Le sofferenze sui crediti totali

Dettagli

La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio

La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio 1 di 6 La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio Come possono essere classificate le operazioni di gestione? La gestione aziendale è l insieme coordinato di operazioni attraverso le quali l impresa

Dettagli

Economie regionali. Bologna aprile 2010

Economie regionali. Bologna aprile 2010 Economie regionali Bologna aprile 21 L'andamento del credito in Emilia-Romagna nel quarto trimestre del 29 2 1 3 La serie Economie regionali ha la finalità di presentare studi e documentazione sugli aspetti

Dettagli

l orizzonte economico del friuli venezia giulia il punto di vista delle imprese del terziario

l orizzonte economico del friuli venezia giulia il punto di vista delle imprese del terziario l orizzonte economico del friuli venezia giulia il punto di vista delle imprese del terziario presentazione dei risultati udine, 18 maggio 2015 (14233fvP03) agenda - il tessuto delle imprese - la fiducia

Dettagli

EvoluzionE E cifre sull agro-alimentare CredIto I trimestre 2014

EvoluzionE E cifre sull agro-alimentare CredIto I trimestre 2014 AGRItrend Evoluzione e cifre sull agro-alimentare Credito I trimestre 2014 A 4 CREDITO impieghi per il settore agricolo. In particolare, tutte le circoscrizioni hanno mostrato una tendenza all aumento

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel secondo trimestre del 2006 le imprese dei Servizi hanno giudicato alto il livello degli ordini e della domanda. Rispetto al trimestre precedente

Dettagli

COOPERATIVE DI ABITAZIONE E TENDENZE DEL MERCATO IMMOBILIARE

COOPERATIVE DI ABITAZIONE E TENDENZE DEL MERCATO IMMOBILIARE Note e commenti n 13 Aprile 2014 Ufficio Studi AGCI Area Studi Confcooperative Centro Studi Legacoop COOPERATIVE DI ABITAZIONE E TENDENZE DEL MERCATO IMMOBILIARE 1 Si ringraziano tutte le cooperative e

Dettagli

REGISTRO IMPRESE: 50indicatori. si rafforza la struttura imprenditoriale. I dati della movimentazione a fine settembre 2013 in provincia di Modena

REGISTRO IMPRESE: 50indicatori. si rafforza la struttura imprenditoriale. I dati della movimentazione a fine settembre 2013 in provincia di Modena 5indicatori REGISTRO IMPRESE: si rafforza la struttura imprenditoriale I dati della movimentazione a fine settembre 213 in provincia di SALDO TRA ISCRIZIONI E CESSAZIONI Nel 3 trimestre del 213 il tessuto

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

DEPOSITI E PRESTITI BANCARI PROVINCIA DI BRESCIA

DEPOSITI E PRESTITI BANCARI PROVINCIA DI BRESCIA DEPOSITI E PRESTITI BANCARI PROVINCIA DI BRESCIA Dal 31/12/2007 al 30/6/20 QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 8/20 Ottobre 20 Fonte dati Banca d'italia Elaborazioni Ufficio Studi ed Informazione Statistica

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 Le previsioni delle imprese manifatturiere liguri per il terzo trimestre 2013 hanno confermato alcuni

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 4 OTTOBRE 2015 Il commercio mondiale risente del rallentamento dei paesi emergenti, ma allo stesso tempo evidenzia una sostanziale tenuta delle sue dinamiche di fondo.

Dettagli

www.adadvisory.it AD ADVISORY & FdG Servizi per la valorizzazione delle opportunità offerte dal Fondo di Garanzia (FdG) Roma, maggio 15

www.adadvisory.it AD ADVISORY & FdG Servizi per la valorizzazione delle opportunità offerte dal Fondo di Garanzia (FdG) Roma, maggio 15 www.adadvisory.it AD ADVISORY & FdG Servizi per la valorizzazione delle opportunità offerte dal Fondo di Garanzia (FdG) Roma, maggio 15 Indice 1. AD Advisory (AD) La società 2. Situazione del credito alle

Dettagli

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e centro studi CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Dopo sei anni di continui cali nelle erogazioni per finanziamenti per investimenti in edilizia, anche

Dettagli

a cura del Centro Studi primo semestre 2013

a cura del Centro Studi primo semestre 2013 a cura del Centro Studi primo semestre 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE TRA LE IMPRESE EDILI DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA INDAGINE CONGIUNTURALE TRA LE IMPRESE EDILI DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA

Dettagli

INDICE. Pagina 1 di 11 Economia e gestione delle aziende ristorative 2 Selezione a cura di Marcello Sanci

INDICE. Pagina 1 di 11 Economia e gestione delle aziende ristorative 2 Selezione a cura di Marcello Sanci INDICE LA GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE RISTORATIVE... 2 Il fabbisogno finanziario:concetto e problematiche... 3 Definizione di fabbisogno finanziario... 3 Le fonti di finanziamento... 3 Scelta tra

Dettagli

Osservatorio Congiunturale Valle d Aosta 2019 I semestre

Osservatorio Congiunturale Valle d Aosta 2019 I semestre Osservatorio Congiunturale Valle d Aosta 2019 I semestre documento informativo completo (in ottemperanza all art. 5 del Regolamento in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione

Dettagli

il mondo dei preziosi l andamento del settore secondo l opinione delle imprese del settore

il mondo dei preziosi l andamento del settore secondo l opinione delle imprese del settore il mondo dei preziosi l andamento del settore secondo l opinione delle imprese del settore contanti, tracciabilità, fisco, banche, legalità, i risultati di una indagine campionaria realizzata sulle imprese

Dettagli

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 Le previsioni occupazionali delle cooperative e delle imprese sociali nella Provincia di Bologna. Dati di consuntivo 2013 A cura di: Alessandro De Felice Ufficio Statistica

Dettagli

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato EDI.CO.LA.NEWS Dati&Mercato N.9 EDILIZIA RESIDENZIALE: IL RINNOVO SI FERMA E PROSEGUE IL CALO DELLE NUOVE COSTRUZIONI Il valore di un mercato è determinato dalla consistenza degli investimenti che vi affluiscono.

Dettagli

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ 1 ottobre 2015 II trimestre 2015 REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in valori correnti è aumentato dello 0,5% rispetto al trimestre

Dettagli

1 Università di Trento ed Euricse 2 Università dell Insubria, Varese

1 Università di Trento ed Euricse 2 Università dell Insubria, Varese Nel corso degli ultimi anni diversi studiosi e responsabili di importanti istituzioni hanno sostenuto che le cooperative hanno reagito alla crisi in corso meglio delle altre forme di impresa. La maggior

Dettagli

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Microcredito La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Gennaio 2016 Normativa relativa al Microcredito in Italia. Il Microcredito è stato oggetto negli anni di continue evoluzioni

Dettagli

Materiali di discussione

Materiali di discussione Roma, settembre 2010 Codice ricerca: 2010-193fo Osservatorio sul segmento PRIVATE in Italia 2011 Presentazione del progetto di ricerca Materiali di discussione Agenda 1 Caratteristiche dell Osservatorio

Dettagli

intervento del Direttore Regionale Ing. Adriano Maestri Giovedì 20 settembre ore 09.00 Convento S.Domenico Sala Bolognini - Bologna

intervento del Direttore Regionale Ing. Adriano Maestri Giovedì 20 settembre ore 09.00 Convento S.Domenico Sala Bolognini - Bologna INSIEME PER LA RIPRESA LO STATO DELL ECONOMIA REGIONALE intervento del Direttore Regionale Ing. Adriano Maestri Giovedì 20 settembre ore 09.00 Convento S.Domenico Sala Bolognini - Bologna 1 La congiuntura

Dettagli

Nel 2014 migliora il RAPPORTO BANCHE-IMPRESE

Nel 2014 migliora il RAPPORTO BANCHE-IMPRESE fatturato addetti 6 indicatori Nel migliora il RAPPORTO BANCHE-IMPRESE L Ossvatorio sul credito di Unioncame regionale e Istituto Tagliacarne stra segnali positivi p la provincia di MAURA MONARI Sono stati

Dettagli

Sezione speciale del fondo di garanzia PMI: aperto anche alle professioniste

Sezione speciale del fondo di garanzia PMI: aperto anche alle professioniste CIRCOLARE A.F. N.132 del 29 Settembre 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Sezione speciale del fondo di garanzia PMI: aperto anche alle professioniste Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Regione Campania. 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014

Regione Campania. 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014 1 Regione Campania 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014 Il saldo tra iscrizioni e cessazioni Il secondo trimestre del 2014 mostra un deciso rafforzamento numerico del sistema imprenditoriale

Dettagli

Garanzia confidi_sezione breve termine

Garanzia confidi_sezione breve termine Garanzia confidi_sezione breve termine Scheda prodotto DESCRIZIONE PRODOTTO CapitaleSviluppo attraverso il servizio di accesso alla garanzia dei confidi offre alle imprese un importante strumento atto

Dettagli

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ 9 gennaio 2014 III trimestre 2013 REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ Nel terzo trimestre del 2013 il reddito disponibile delle famiglie conmatrici in valori correnti è aumentato

Dettagli

RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI DEL GRUPPO ESPRESSO AL 30 GIUGNO 2015

RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI DEL GRUPPO ESPRESSO AL 30 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA Ai sensi della delibera Consob 11971/99 e successive modificazioni e integrazioni GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO S.P.A. Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza l andamento dell economia reale e della finanza PL e Credito Bancario Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre 2014 SE Consulting ha avviato un analisi che mette a disposizione delle

Dettagli

ANALISI DELLA STRUTTURA FINANZIARIA a cura Giuseppe Polli SECONDA PARTE clicca QUI per accedere direttamente alla prima parte dell'intervento...

ANALISI DELLA STRUTTURA FINANZIARIA a cura Giuseppe Polli SECONDA PARTE clicca QUI per accedere direttamente alla prima parte dell'intervento... ANALISI DELLA STRUTTURA FINANZIARIA a cura Giuseppe Polli SECONDA PARTE clicca QUI per accedere direttamente alla prima parte dell'intervento... 4 GLI INDICI DI LIQUIDITA L analisi procede con la costruzione

Dettagli

Se non diversamente segnalato, i seguenti commenti si riferiscono ai valori totali, incluse le attività cessate in Germania.

Se non diversamente segnalato, i seguenti commenti si riferiscono ai valori totali, incluse le attività cessate in Germania. Esercizio 2010 La relazione orale vale Forte redditività operativa - utile netto inferiore Relazione di Beat Grossenbacher, Direttore Finanze e Servizi, in occasione della conferenza annuale con i media

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA

PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PRESTITI AGEVOLATI DA ACCORDARE DA PARTE DEGLI ISTITUTI DI CREDITO ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELL INDUSTRIA, DEL COMMERCIO, DEI SERVIZI

Dettagli

ANDAMENTO DEGLI ORDINI Primo trimestre 2016

ANDAMENTO DEGLI ORDINI Primo trimestre 2016 ANDAMENTO DEGLI ORDINI Primo trimestre 216 Il primo trimestre 216 evidenzia segnali confortanti sia sul mercato domestico che su quello estero. L industria italiana delle tecnologie per la lavorazione

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO Questo prospetto informativo è parte integrante del Codice volontario di condotta in materia di informativa precontrattuale relativa ai contratti di mutuo destinati

Dettagli

Piano straordinario per l'occupazione.

Piano straordinario per l'occupazione. Piano straordinario per l'occupazione. Il lavoro, il futuro. MISURA IV.1 Più forti patrimonialmente Agevolazioni per il rafforzamento della struttura patrimoniale delle piccole e medie imprese mediante

Dettagli

4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma)

4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma) 4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma) ANDAMENTI 1 SEMESTRE 2009 PREVISIONI 1I SEMESTRE 2009 COMUNICATO STAMPA L Osservatorio

Dettagli

diario economico pordenone luglio 2014

diario economico pordenone luglio 2014 diario economico pordenone luglio 2014 i principali indicatori economici al giugno 2014 agenda scenario economico economia italiana provincia di pordenone glossario pordenone, 28 luglio 2014 2 scenario

Dettagli

FABBISOGNO DI FINANZIAMENTO

FABBISOGNO DI FINANZIAMENTO FABBISOGNO DI FINANZIAMENTO Fonti interne: autofinanziamento Fonti esterne: capitale proprio e capitale di debito Capitale proprio: deriva dai conferimenti dei soci dell azienda e prende il nome, in contabilità,

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/01/2013

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/01/2013 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/01/2013 Alcuni indicatori economici Focus sull artigianato nella provincia di Vicenza Dati a supporto della mobilitazione nazionale Rete Imprese

Dettagli

Flash Industria 4.2011

Flash Industria 4.2011 15 febbraio 2011 Flash Industria 4.2011 Nel quarto trimestre 2011, sulla base dell'indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato una flessione del -1,4 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

La congiuntura del credito in Emilia-Romagna. Direzione Centrale Studi e Ricerche

La congiuntura del credito in Emilia-Romagna. Direzione Centrale Studi e Ricerche La congiuntura del credito in Emilia-Romagna Direzione Centrale Studi e Ricerche 1 marzo 2015 Credito in lenta uscita dal ciclo negativo Il minimo del ciclo negativo dei prestiti è chiaramente alle spalle,

Dettagli

IL MERCATO DEL CREDITO La ripresa inizia dai finanziamenti alle aziende

IL MERCATO DEL CREDITO La ripresa inizia dai finanziamenti alle aziende Milano 16.07.2013 Presentazione dei prezzi degli Immobili Milano e provincia presenta IL MERCATO DEL CREDITO La ripresa inizia dai finanziamenti alle aziende Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato

Dettagli

= 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 0,93 % 1,55 % (40,00) %

= 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 0,93 % 1,55 % (40,00) % ALBA S.R.L. Sede legale: VIA ROSA JEMMA N. 118 BATTIPAGLIA (SA) Iscritta al Registro Imprese di SALERNO C.F. e numero iscrizione 04863070654 Iscritta al R.E.A. di SALERNO n. 399875 Capitale Sociale sottoscritto

Dettagli

Banche e PMI: un rapporto in evoluzione. Milano, 3 Dicembre 2012

Banche e PMI: un rapporto in evoluzione. Milano, 3 Dicembre 2012 Banche e PMI: un rapporto in evoluzione Milano, 3 Dicembre 2012 Ricerca n. 255-2012 PREMESSA: LE PMI INTERVISTATE Indagine effettuata telefonicamente nel mese di Novembre su un campione di PMI del Nord

Dettagli

7. CONTABILITA GENERALE

7. CONTABILITA GENERALE 7. CONTABILITA GENERALE II) SCRITTURE DI GESTIONE OTTENIMENTO CAPITALE DI TERZI 1 Definizione Per poter acquisire i fattori produttivi da impiegare nel processo produttivo l impresa necessita del fattore

Dettagli

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 GARANZIA DIRETTA (Banca) Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle PMI mediante la concessione di una garanzia

Dettagli

Workshop PRESENTAZIONE PREZZI DEGLI IMMOBILI di Milano e Provincia 4 febbraio 2014

Workshop PRESENTAZIONE PREZZI DEGLI IMMOBILI di Milano e Provincia 4 febbraio 2014 Workshop PRESENTAZIONE PREZZI DEGLI IMMOBILI di Milano e Provincia 4 febbraio 2014 2 MUTUI RESIDENZIALI Sommario 2013 Domanda Offerta Erogazioni Contratti stipulati Compravendite assistite da mutuo Tipologia

Dettagli

OSSERVATORIO PERMANENTE

OSSERVATORIO PERMANENTE DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE PAOLO FORTUNATI UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM OSSERVATORIO PERMANENTE SUL TRASPORTO CAMIONISTICO IN INTERPORTO BOLOGNA INDAGINE CONGIUNTURALE - I SEMESTRE

Dettagli