Gli incidenti stradali in Emilia-Romagna: 2011 (dati provvisori progetto MIStER)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gli incidenti stradali in Emilia-Romagna: 2011 (dati provvisori progetto MIStER)"

Transcript

1 Gli incidenti stradali in Emilia-Romagna: 2011 (dati provvisori progetto MIStER) Nel corso del 2011 sul territorio della regione Emilia-Romagna si sono verificati incidenti (268 in più rispetto al 2010) con un bilancio di 0 morti (soltanto 1 in meno rispetto all anno precedente) e feriti (6 in meno). Sono i dati provvisori elaborati nell ambito del Progetto MIStER (Monitoraggio Incidenti Stradali Emilia-Romagna) che, intrapreso nel 2009, ha consentito l avvio e il coordinamento della raccolta dati in province dove tale attività non era ancora iniziata e la continuità in province che, pur avendo effettuato la raccolta in passato, non erano più in grado di portarla avanti. I dati non sono ancora validati da Istat, e sono pertanto da ritenersi provvisori. Gli automobilisti rappresentano rispettivamente il 48% e il 58% del totale di morti e feriti: rispetto al 2010 i decessi a bordo di questa tipologia di veicolo hanno registrato un calo dell 8%. I motociclisti deceduti, invece, rappresentano il 25% del totale e registrano un calo del 5% rispetto al I ciclomotoristi deceduti ammontano a poco meno del 5% del totale, mentre i ciclisti rappresentano ormai il 17% dei decessi registrati, con un aumento del 18% rispetto lo scorso anno. Infine 49 morti e 1669 feriti sono pedoni (un calo del 25% ovvero 16 morti in meno rispetto l anno precedente, mentre sostanzialmente costanti i feriti), rappresentando rispettivamente il 12% e il 6% del totale di morti e feriti. In linea con gli anni precedenti, le classi di età più rappresentate tra i feriti sono quelle dei giovani tra 18 e 29 anni (25% del totale feriti); tra i morti invece la classe più numerosa è quella dei grandi anziani (oltre 75 anni, per la maggior parte pedoni e ciclisti investiti) che da soli rappresentano il 19% dei soggetti deceduti;i morti con età compresa tra i 18 e i 34 anni rappresentano il 21% del totale, percentuale che cresce fino a se si considerà la classe di età Il % dei feriti e l % dei morti sono maschi. Il 74% degli incidenti e il % dei feriti si registra in ambito urbano a causa della maggior densità di auto in circolazione, mentre la mortalità si concentra maggiormente in ambito fuori dall abitato (58%) per via della maggiore gravità degli incidenti in ambito extraurbano. In linea con gli anni precedenti, la distribuzione oraria degli incidenti presenta picchi in corrispondenza degli orari di ingresso e uscita dal lavoro, quando l intensità del traffico è massima. Il tasso di mortalità più elevato si registra invece dopo le 23 con valori massimi tra le 4 e le 6 del mattino (11% alle 5). Il 68% degli incidenti (e il 41% dei mortali) è stato rilevato da Polizie Municipali, con un picco del 78% in ambito urbano. Segue la Polizia Stradale con il 18% (27% dei mortali) e i Carabinieri con il 15% (30% dei mortali). Il 72% degli incidenti e il 56% dei morti rientra nella categoria degli scontri tra veicoli in marcia; in particolare il 34% sono scontri frontali-laterali (24% dei morti), il 19% tamponamenti, il 12% scontri laterali e l 7% scontri frontali. Le fuoriuscite (12% degli incidenti) sono all origine del 21% dei morti. Gli investimenti di pedone rappresentano rispettivamente l 8% degli incidenti e il 13% dei morti. In 2198 incidenti almeno uno dei veicoli andava troppo veloce; il bilancio degli incidenti con eccesso di velocità è di 99 morti e 3335 feriti: poco più di un decimo degli incidenti provoca praticamente un quarto dei decessi. 581 gli incidenti (21 morti e 827 feriti) con uno o più conducenti in stato di ebbrezza da alcol 1 ; altri 83 incidenti (con 3 morti e 120 feriti) hanno fatto rilevare uno o più conducenti sotto l effetto di stupefacenti. 1 Il dato sugli incidenti alcol-correlati continua ad essere presumibilmente sottostimato: uno studio della Medicina Legale dell AUSL di Ferrara, relativo ai soli conducenti deceduti nel periodo , riporta una percentuale di soggetti alcol-positivi pari al 29%. 1

2 Tab. 1 - Incidenti, morti e feriti in Emilia-Romagna ( ) Valori assoluti Rapporti Numeri indice (2001=100) Anno Incidenti Morti Feriti RM RP RL Incidenti Morti Feriti ,7% 4,2% 129,6% 58,86 114,02 54, ,6% 4,1% 131,8% 63,42 120,05 59, ,4% 4,0% 131,5% 64,33 118,33, ,3% 3,9% 131,5% 64,03 114,15, ,3% 3,9% 131,1% 65, 117,71 61, ,1% 3,7% 132,7% 66,04 114,15 62, ,6% 3,3% 133,7% 63,55 99,26 61, ,8% 3,5% 132,8% 62,82 101,11 59, ,9% 3,5% 135,2% 62,84 104,43, ,6% 3,3% 134,6% 66,13 102,09 63, ,5% 3,2% 133,9% 68,49 103,32 65, ,6% 3,3% 132,1% 66,52 102,71 63, ,9% 3,5% 133,2% 66,11 109,35 63, ,2% 2,9% 137,5% 73,56 103,69 72, ,7% 3,3% 138,5% 74, 117,84 74, ,3% 3,0% 136,8% 69,14 99,26 67, ,0% 2,8% 135,8% 72,01 96,56, ,9% 2,8% 138,6% 78,41 103,94 77, ,3% 2,3% 139,6% 81,31 90,41 81, ,3% 2,3% 139,5% 83,95 94,83 84, ,2% 2,3% 139,2% 84,65 92,25 84, ,1% 2,2% 139,1% 94, 99,88 94, ,0% 2,1% 139,3% 100,59 100,37 100, ,0% 2,1% 139,3% 100,00 100,00 100, ,9% 2,0% 139,2% 99,33 97,05 99, ,9% 2,0% 138,2% 96,35 92,99 95, ,6% 1,9% 138,2% 94,31 83,76 93, ,6% 1,9% 137,4% 88,32 78,11 87, ,3% 1,6% 138,8% 87,23 66,30 86, ,3% 1,6% 137,9% 84,04 65,31 83, ,4% 1,7% 136,8% 79,19 64,33 77, ,1% 1,5% 137,4% 74,34 51,91 73, ,0% 1,4% 139,0% 73,38 49,32 73, ,0% 1,4% 137,1% 74,35 49,20 73,16 Fonte: Istat ( ), Progetto MIStER (2011 dati provvisori) Indicatori di pericolosità degli incidenti stradali: - Rapporto di Mortalità (RM), indica il tasso di mortalità per incidente RM= TotaleMorti TotaleIncidenti * Rapporto di Lesività (RL), indica la percentuale di feriti per incidente RL= TotaleFeriti TotaleIncidenti * Rapporto di Pericolosità (RP), indica la percentuale di morti sul totale dei coinvolti non illesi negli incidenti RP= TotaleMorti * 100 ( TotaleMorti TotaleFeriti) I primi due possono essere considerati indicatori della gravità degli incidenti (nel complesso o di una determinata tipologia); il terzo, anch esso indicatore della pericolosità di un incidente, ha come punto di vista l individuo e misura la probabilità che un individuo, coinvolto e leso in un incidente, ha di morire: RP esprime un indicatore di pericolosità, più fine rispetto ad RM, in quanto, a parità di soggetti coinvolti in sinistri, cresce al crescere del numero di morti e dunque dell esito letale della forma di sinistro considerata (Istat). 2

3 Fig. 1 - Incidenti, morti e feriti in Emilia-Romagna ( ): numeri indice (2001=100), RM, RP, RL Incidenti Morti Feriti 6,0% 5,0% 4,0% 3,0% 2,0% 1,0% 0,0% RM RP 142,0% 1,0% 138,0% 136,0% 134,0% 132,0% 130,0% 128,0% 126,0% 124,0% RL Fonte: Istat ( ), Progetto MIStER (2011 dati provvisori) RL 3

4 Tab. 2 - Incidenti, morti e feriti per provincia (2011) Valori assoluti Rapporti Valori per residenti Incidenti Morti Feriti RM RP RL Incidenti Morti Feriti Bologna ,8% 138,9% 1,3% Ferrara ,2% 133,6% 1,6% Forlì Cesena ,4% 131,0% 1,8% Modena ,6% 134,5% 1,2% Parma ,1% 135,4% 1,5% Piacenza ,5% 137,4% 1,8% Ravenna ,2% 142,0% 1,5% Reggio nell'emilia ,5% 1,2% 1,7% Rimini ,1% 138,5% 0,8% RER ,0% 1,4% 137,1% Fonte: Progetto MIStER (2011 dati provvisori), RER - Rilevazione della popolazione residente per età e sesso Tab. 3 - Incidenti, morti e feriti nei Comuni con popolazione oltre.000 residenti (2011) Valori assoluti Rapporti Valori per residenti Incidenti Morti Feriti RM RP RL Incidenti Morti Feriti Bologna ,9% 131,7% 0,7% Carpi ,5% 127,5% 1,2% Cesena ,1% 131,3% 2,3% Faenza ,3% 145,1% 1,6% Ferrara ,0% 124,2% 0,8% Forli' ,2% 132,4% 0,9% Imola ,9% 139,8% 1,3% Modena ,0% 134,4% 0,7% Parma ,3% 133,3% 1,0% Piacenza ,4% 130,4% 0,3% Ravenna ,7% 1,3% 1,2% Reggio nell'emilia ,0% 136,7% 0,7% Rimini ,9% 134,6% 0,7% Fonte: Progetto MIStER (2011 dati provvisori), RER - Rilevazione della popolazione residente per età e sesso 4

5 Fig. 2 L andamento della mortalità nelle Province dell Emilia-Romagna ( ) BO PR 30 FC RA FE RE MO RN PC RER Morti osservati Ipotesi di decremento costante dei decessi Fonte: Istat ( ), Progetto MIStER (2011 dati provvisori) 5

6 Fig. 3 - Morti per sesso e classe di età (2011, media del periodo in grigio) Imprecisata 75 e oltre M(01-10) M(11) F(01-10) F(11) 90 Fonte: Istat ( ), Progetto MIStER (2011 dati provvisori) Fig. 4 - Feriti per sesso e classe di età (2011, media del periodo in grigio) Imprecisata 75 e oltre M(01-10) M(11) F(01-10) F(11) Fonte: Istat ( ), Progetto MIStER (2011 dati provvisori) 6

7 Fig. 5 Morti e feriti per tipo di utente della strada (2011) Pedoni 12,3% Altri 0,5% Pedoni 6,0% Altri 0,8% Trasportati 11,8% Conducenti 75,5% Trasportati 21,3% Conducenti 71,9% Morti Feriti Conducenti Trasportati Pedoni Altri Fonte: Progetto MIStER (dati provvisori) Fig. 6 Morti per tipo di veicolo ( ): numeri indice (2001=100) e valori assoluti Autovettura Motociclo Ciclomotore Velocipede A piedi Autovettura Motociclo Ciclomotore Velocipede A piedi Fonte: Istat ( ), Progetto MIStER (2011 dati provvisori) 7

8 Tab. 4 - Tipi di veicolo coinvolti, morti e feriti (2011) Tipologia Veicoli con morti e/o Veicoli senza morti di cui pedoni di cui pedoni Totale veicoli Morti Feriti feriti a bordo e/o feriti a bordo investiti investiti Autobus di linea o non di linea in extraurbana Autobus o filobus in servizio urbano Autocarro Autosnodato o autoarticolato Autotreno con rimorchio Autovettura con rimorchio Autovettura di soccorso o di polizia Autovettura privata Autovettura pubblica Ciclomotore Motocarro o motofurgone Motociclo a solo Motociclo con passeggero Quadriciclo leggero Tram Trattore agricolo Trattore stradale o motrice Veicolo a trazione animale o a braccia Veicolo datosi alla fuga Veicolo speciale Velocipede Altri Veicoli Totale Fonte: Progetto MIStER (dati provvisori) 8

9 Fig. 7 Conducenti e pedoni morti per classe di età e tipo di veicolo (2011): composizione percentuale % % % % 30% 20% 10% 0% Autovettura Motociclo Ciclomotore Velocipede A piedi e oltre Fonte: Progetto MIStER (dati provvisori) Tab. 5 Pedoni e ciclisti, morti e feriti per classe di età (2011) Pedoni Ciclisti Età Morti Feriti Morti Feriti e oltre Imprecisata Totale Fonte: Progetto MIStER (dati provvisori) Tab. 6 Pedoni e ciclisti, morti e feriti per Provincia (2011) Pedoni Ciclisti Morti Feriti Morti Feriti Bologna Ferrara Forlì-Cesena Modena Parma Piacenza Ravenna Reggio nell'emilia Rimini RER Fonte: Progetto MIStER (dati provvisori) 9

10 Fig. 8 Incidenti per mese (2011, media del periodo in grigio) Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre 2011 Media Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Totale Fonte: Istat ( ), Progetto MIStER (2011 dati provvisori) Tab. 7 Incidenti per mese e provincia (2011) Bologna Ferrara Forlì- Reggio Modena Parma Piacenza Ravenna Cesena nell'emilia Rimini RER Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Totale Fonte: Progetto MIStER (2011 dati provvisori) 10

11 Fig. 9 Morti per mese (2011, media del periodo in grigio) Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre 2011 Media Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Totale Fonte: Istat ( ), Progetto MIStER (2011 dati provvisori) Tab. 8 Morti per mese e provincia (2011) Bologna Ferrara Forlì- Reggio Modena Parma Piacenza Ravenna Cesena nell'emilia Rimini RER Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Totale Fonte: Progetto MIStER (2011 dati provvisori) 11

12 Fig. 10 Incidenti per giorno della settimana (2011, media del periodo in grigio) Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica 2011 Media periodo ( ) Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Totale Fonte: Istat ( ), Progetto MIStER (2011 dati provvisori) Fig. 11 Morti per giorno della settimana (2011, media del periodo in grigio) Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica 2011 Media periodo ( ) Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Totale

13 Fonte: Istat ( ), Progetto MIStER (2011 dati provvisori) 13

14 Fig. 12 Incidenti per ora del giorno (2011, media del periodo in grigio) Media periodo ( ) Fonte: Istat ( ), Progetto MIStER (2011 dati provvisori) Fig. 13 RM per ora del giorno (2011, media del periodo in grigio) 12% 10% 8% 6% 4% 2% 0% Media periodo ( ) Fonte: Istat ( ), Progetto MIStER (2011 dati provvisori) Fig. 14 Incidenti per ora del giorno e giorno della settimana (2011) Lunedì-Venerdì (media) Sabato Domenica 14

15 Fonte: Progetto MIStER (2011 dati provvisori) 15

16 21,8% Fig. 15 Incidenti (anello esterno) e incidenti mortali (anello interno) per forza di polizia intervenuta (2011) 0,1% 17,6% 27,5% 67,7% 41,4% 0,5% 14,7% 30,6% Agente di polizia stradale Carabiniere Agente di polizia municipale Altri Fonte: Progetto MIStER (2011 dati provvisori) Fig. 16 Incidenti nell'abitato (anello esterno) e incidenti fuori abitato (anello interno) per forza di polizia intervenuta (2011) 10,0% 0,1% 12,2% 39,1% 0,1% 39,0% 77,8% Agente di polizia stradale Carabiniere Agente di polizia municipale Altri Fonte: Progetto MIStER (2011 dati provvisori) 16

17 Tab. 9 - Incidenti, morti e feriti per natura dell incidente (2011) Incidenti Morti Feriti RM RP RL Scontro frontale ,4% 2,8% 1,7% Scontro frontale-laterale ,4% 1,0% 137,5% Scontro laterale ,0% 0,8% 124,8% Tamponamento ,0% 0,6% 163,3% Investimento di pedoni ,4% 2,9% 111,7% Urto con veicolo in fermata o in arresto ,5% 0,4% 132,4% Urto con veicolo in sosta ,9% 0,7% 120,4% Urto con ostacolo ,3% 3,4% 125,0% Urto con treno ,0% 0,0% 1000,0% Fuoriuscita (sbandamento, ) ,5% 2,7% 126,3% Infortunio per frenata improvvisa ,9% 0,8% 109,3% Infortunio per caduta da veicolo ,8% 1,7% 103,8% Non specificata ,7% 3,0% 120,4% Totale ,0% 1,4% 137,1% Fonte: Progetto MIStER (2011 dati provvisori) Tab Incidenti correlati a velocità, alcol o droga : incidenti, morti e feriti (2011) Incidenti Morti Feriti RM RP RL Velocità ,5% 2,9% 151,7% Alcol ,6% 2,5% 142,3% Droga ,6% 2,4% 144,6% Fonte: Progetto MIStER (2011 dati provvisori) Tab Incidenti, morti e feriti per categoria della strada (2011) Incidenti Morti Feriti RM RP RL Autostrada ,6% 1,4% 179,1% Comunale extraurbana ,5% 2,3% 146,4% Provinciale ,1% 4,0% 148,1% Provinciale entro l'abitato ,1% 1,4% 141,4% Statale ,1% 2,5% 157,2% Statale entro l'abitato ,7% 1,8% 146,7% Strada urbana ,9% 0,7% 128,2% Altra strada ,2% 0,8% 156,1% Totale ,0% 1,4% 137,1% Fonte: Progetto MIStER (2011 dati provvisori) 17

Tab. 1 - Incidenti, morti e feriti in Emilia-Romagna ( )

Tab. 1 - Incidenti, morti e feriti in Emilia-Romagna ( ) Tab. 1 - Incidenti, morti e feriti in Emilia-Romagna (1978-2010) Valori assoluti Rapporti Numeri indice (2001=100) Anno Incidenti Morti Feriti RM RP RL Incidenti Morti Feriti 1978 16.161 927 20.947 5,7%

Dettagli

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Mantova

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Mantova I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia L incidentalità sulle strade della provincia di Mantova Novembre 2014 Per accedere al data-base dell incidentalità stradale

Dettagli

Rapporto sulle cause prevalenti degli incidenti stradali, casistica dei danni e degli effetti in Italia e negli altri Paesi

Rapporto sulle cause prevalenti degli incidenti stradali, casistica dei danni e degli effetti in Italia e negli altri Paesi Mercoledì 13 maggio 2009 GUIDA SICURA SENZA ALCOOL Rapporto sulle cause prevalenti degli incidenti stradali, casistica dei danni e degli effetti in Italia e negli altri Paesi Relatore: G. Albertazzi Incidenti

Dettagli

Incidenti stradali in Italia nel 2014

Incidenti stradali in Italia nel 2014 Incidenti stradali in Italia nel 2014 Roberta Crialesi, Silvia Bruzzone Istat 4 Roma, 3 novembre 2015 ACI - Automobile Club d Italia Sala Assemblea Gli incidenti stradali I principali risultati per l anno

Dettagli

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Milano

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Milano I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia L incidentalità sulle strade della provincia di Milano Novembre 2014 Per accedere al data-base dell incidentalità stradale

Dettagli

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia Novembre 2014 Per accedere al data-base dell incidentalità stradale

Dettagli

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI Roma, 31 ottobre 2012 ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI (-3,5%) Obiettivo UE 2010 (-50% morti sulle strade): Italia non raggiunge target nemmeno nel 2011 ma fa meglio della

Dettagli

Assessore allíuniversità e Ricerca Scientifica, Innovazione Tecnologica e Nuova Economia, Sistemi Informativi e Statistica: Prof.

Assessore allíuniversità e Ricerca Scientifica, Innovazione Tecnologica e Nuova Economia, Sistemi Informativi e Statistica: Prof. Assessore allíuniversità e Ricerca Scientifica, Innovazione Tecnologica e Nuova Economia, Sistemi Informativi e Statistica: Prof. Luigi Nicolais Coordinatore Area e Dirigente Settore Sistemi Informativi

Dettagli

INCIDENTI SULLE STRADE: 10 MORTI AD AGOSTO IN PROVINCIA DI TREVISO

INCIDENTI SULLE STRADE: 10 MORTI AD AGOSTO IN PROVINCIA DI TREVISO INCIDENTI SULLE STRADE: 1 MORTI AD AGOSTO IN Il 44% delle vittime viaggiava a piedi o su mezzi a due ruote IL PRESIDENTE MURARO: "ATTENZIONE, SEMPRE: NON SI MUORE SOLO IN AUTO" Il trend positivo in discesa

Dettagli

In calo il numero di morti sulle strade

In calo il numero di morti sulle strade 9 novembre 2011 Anno 2010 INCIDENTI STRADALI Nel 2010 sono stati registrati in Italia 211.404 incidenti stradali con lesioni a persone. Il numero dei morti è stato pari a 4.090, quello dei feriti ammonta

Dettagli

L incidentalità stradale in Piemonte al 2013- Rapporto 2014 Regione Piemonte, Piazza Castello, 165, Torino, 27 ottobre 2014

L incidentalità stradale in Piemonte al 2013- Rapporto 2014 Regione Piemonte, Piazza Castello, 165, Torino, 27 ottobre 2014 Premessa : LA RILEVAZIONE STATISTICA DEGLI INCIDENTI STRADALI IN PIEMONTE Nel 2008 la Regione Piemonte, tramite l Ufficio di Statistica e la Direzione Trasporti, ha aderito al Protocollo d Intesa a livello

Dettagli

L incidentalità sulla rete viaria principale Anno 2014 e Focus Abruzzo

L incidentalità sulla rete viaria principale Anno 2014 e Focus Abruzzo L incidentalità sulla rete viaria principale Anno 2014 e Focus Abruzzo Lucia Pennisi Automobile Club d Italia Pescara, 19 novembre 2015 Incidentalità su rete viaria principale Incidenti 37.092 (- 0,89%)

Dettagli

Gli incidenti stradali a Bologna nel 2013

Gli incidenti stradali a Bologna nel 2013 Gli incidenti stradali a Bologna nel 2013 Settembre 2014 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Marisa Corazza Ha collaborato:

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

INCIDENTI STRADALI IN ITALIA

INCIDENTI STRADALI IN ITALIA Anno 2012 INCIDENTI STRADALI IN ITALIA 6 novembre 2013 Nel 2012 si sono registrati in Italia 186.726 incidenti stradali con lesioni a persone. I morti (entro il 30 giorno) sono stati 3.653, i feriti 264.716.

Dettagli

Regione Lombardia Focus Incidentalità stradale anno 2011

Regione Lombardia Focus Incidentalità stradale anno 2011 Regione Lombardia Focus Incidentalità stradale anno 2011 Confronto Italia-Lombardia Confronto Italia-Lombardia VARIAZIONE PERCENTUALE DEL NUMERO DI MORTI Anni 2002-2011 (2001=100) 2002 2003 2004 2005 2006

Dettagli

INCIDENTI STRADALI IN UMBRIA

INCIDENTI STRADALI IN UMBRIA 28 novembre 2014 2 0 1 1 Anno 2013 INCIDENTI STRADALI IN UMBRIA Nel 2013 si sono verificati 2.402 incidenti che hanno causato la morte di 61 persone e il ferimento di altre 3.447. Rispetto al 2012 si registra

Dettagli

22/09/2017. in base alla definizione il numero dei morti per l anno 2016 è di 68. Decessi e incidentalità stradale dell anno 2016

22/09/2017. in base alla definizione il numero dei morti per l anno 2016 è di 68. Decessi e incidentalità stradale dell anno 2016 ANNO 216. DECESSI E INCIDENTALITÀ STRADALE. Presentazione degli incidenti con lesioni alle persone rilevati da Polizie Locali, Carabinieri e Polizia Stradale sul territorio provinciale. Gli incidenti mortali

Dettagli

QUADRO EPIDEMIOLOGICO DELLA MALATTIA DI CREUTZFELDT- JAKOB E SINDROMI CORRELATE

QUADRO EPIDEMIOLOGICO DELLA MALATTIA DI CREUTZFELDT- JAKOB E SINDROMI CORRELATE QUADRO EPIDEMIOLOGICO DELLA MALATTIA DI CREUTZFELDT- JAKOB E SIDROMI CORRELATE EMILIA-ROMAGA, 1 GEAIO 2010-31 DICEMBRE 2012 Segnalazioni di MCJ el periodo 2010-2012 sono pervenute al Sevizio Sanità pubblica

Dettagli

17. Criminalità: le sostanze stupefacenti

17. Criminalità: le sostanze stupefacenti 17. Criminalità: le sostanze stupefacenti Nel 2004 Roma è risultata tra le prime città italiane per sequestri di droghe tradizionali, soprattutto di cocaina (487,4 Kg, pari al 15,2% dei sequestri complessivi

Dettagli

Gli incidenti stradali in provincia di Trieste Anni 2007, 2008 e 2009

Gli incidenti stradali in provincia di Trieste Anni 2007, 2008 e 2009 Gli incidenti stradali in provincia di Trieste Anni 2007, 2008 e 2009 100,0 80,0 Variaz. % sul 2000 60,0 40,0 20,0 0,0-20,0-40,0 TS FVG ITALIA -60,0 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 AREA RISORSE

Dettagli

Rapporto sullo stato delle Dipendenze Patologiche nella provincia di Ferrara

Rapporto sullo stato delle Dipendenze Patologiche nella provincia di Ferrara Rapporto sullo stato delle Dipendenze Patologiche nella provincia di Ferrara 13 marzo 2007 Cristina Sorio Responsabile Osservatorio Epidemiologico Dipendenze Patologiche Azienda USL di Ferrara LIVELLO

Dettagli

L epidemiologia degli incidenti stradali in Veneto

L epidemiologia degli incidenti stradali in Veneto Venezia, 26/11/2007 L epidemiologia degli incidenti stradali in Veneto Paolo Spolaore Francesco Zambon SER Sistema Epidemiologico Regionale Incidenti stradali SCENARIO Mondo: 1,2 milioni morti all anno

Dettagli

Profilo della sicurezza nella Comunità di Primiero. A cura di Marco Bettega COMUNITÀ DI PRIMIERO

Profilo della sicurezza nella Comunità di Primiero. A cura di Marco Bettega COMUNITÀ DI PRIMIERO Profilo della sicurezza nella Comunità di Primiero A cura di Marco Bettega COMUNITÀ DI PRIMIERO OTTOBRE 2011 Profilo di sicurezza della Comunità di Primiero nel 2010 1) CRIMINALITÀ, INCIVILTÀ, ORDINE PUBBLICO

Dettagli

VERSIONE PROVVISORIA. Allegato statistico. IX Commissione (Trasporti, poste e telecomunicazioni) Camera dei Deputati

VERSIONE PROVVISORIA. Allegato statistico. IX Commissione (Trasporti, poste e telecomunicazioni) Camera dei Deputati VERSIONE PROVVISORIA Allegato statistico IX Commissione (Trasporti, poste e telecomunicazioni) Camera dei Deputati Roma, 12 febbraio 2019 Tavola 1 - Incidenti stradali con lesioni a persone, morti e feriti

Dettagli

Allegato statistico. IX Commissione (Trasporti, poste e telecomunicazioni) Camera dei Deputati

Allegato statistico. IX Commissione (Trasporti, poste e telecomunicazioni) Camera dei Deputati Allegato statistico IX Commissione (Trasporti, poste e telecomunicazioni) Camera dei Deputati Roma, 12 febbraio 2019 Tavola 1 - Incidenti stradali con lesioni a persone, morti e feriti - Anni 2001, 2010-2017

Dettagli

Meno incidenti sulle strade italiane

Meno incidenti sulle strade italiane 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Anno 2013 INCIDENTI STRADALI 4 novembre 2014 Nel 2013 si sono registrati in Italia 181.227 incidenti stradali con lesioni a persone. Il

Dettagli

Come si spostano le donne e gli uomini bolognesi

Come si spostano le donne e gli uomini bolognesi Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica Come si spostano le donne e gli uomini bolognesi Analisi di alcuni indicatori statistici relativi alla mobilità Marzo 2008 Direttore Gianluigi

Dettagli

Quaderni di Statistica

Quaderni di Statistica Quaderni di Statistica trasporti Gli incidenti stradali in Emilia-Romagna (2006) Gabinetto del Presidente della Giunta Servizio Controllo Srategico e Satistica Gli incidenti stradali in Emilia-Romagna

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO SULLA SICUREZZA STRADALE IN PROVINCIA DI MANTOVA

SISTEMA INFORMATIVO SULLA SICUREZZA STRADALE IN PROVINCIA DI MANTOVA SISTEMA INFORMATIVO SULLA SICUREZZA STRADALE IN PROVINCIA DI MANTOVA Arezzo, 31 gennaio 2003 Dott. Angelo Cortellazzi Responsabile Servizio Statistica e Innovazione Provincia di Mantova statistica@provincia.mantova.it

Dettagli

LA CALABRIA CONFERMA LA PERICOLOSITÀ DELLE SUE STRADE: ANCHE NEL 2014 L INDICE DI MORTALITÀ È TRA I PIÙ ALTI D ITALIA (dati ACI-ISTAT)

LA CALABRIA CONFERMA LA PERICOLOSITÀ DELLE SUE STRADE: ANCHE NEL 2014 L INDICE DI MORTALITÀ È TRA I PIÙ ALTI D ITALIA (dati ACI-ISTAT) LA CALABRIA CONFERMA LA PERICOLOSITÀ DELLE SUE STRADE: ANCHE NEL 2014 L INDICE DI MORTALITÀ È TRA I PIÙ ALTI D ITALIA (dati ACI-ISTAT) Nel 2014, secondo il rapporto ACI-ISTAT presentato a Roma il 3 Novembre,

Dettagli

Benchmarking della società dell informazione in Emilia-Romagna

Benchmarking della società dell informazione in Emilia-Romagna Benchmarking della società dell informazione in Emilia-Romagna Diffusione e modalità di utilizzo dello Sportello Unico per le Attività Produttive online (SUAP) Settembre 2015 Il presente documento è stato

Dettagli

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO «FOCUS» ANIA: R.C. AUTO -- Numero 2 -- Marzo 2004 STATISTICA TRIMESTRALE R.C. AUTO () EXECUTIVE SUMMARY Con la disponibilità dei dati per l intero 2003 relativi ad un campione di imprese esercitanti il

Dettagli

PIANO URBANO DEL TRAFFICO (P.U.T.) (Art. 36, Decr. Lgs. 285/92, CdS) PIANO GENERALE DEL TRAFFICO URBANO P.G.T.U.

PIANO URBANO DEL TRAFFICO (P.U.T.) (Art. 36, Decr. Lgs. 285/92, CdS) PIANO GENERALE DEL TRAFFICO URBANO P.G.T.U. PGTU PIANO URBANO DEL TRAFFICO (P.U.T.) (Art. 36, Decr. Lgs. 285/92, CdS) PIANO GENERALE DEL TRAFFICO URBANO P.G.T.U. Coordinamento generale e responsabile del procedimento arch. Maurizio Tani Dirigente

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI, STATISTICI E LA COMUNICAZIONE Div. 5 - Ufficio di Statistica PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 2009 OBIETTIVO OPERATIVO:

Dettagli

Milano COMUNE DI MILANO. Direzione Centrale. C. A. Garbagnati Pietro - Servizio Traffico e Viabilità

Milano COMUNE DI MILANO. Direzione Centrale. C. A. Garbagnati Pietro - Servizio Traffico e Viabilità COMUNE DI MILANO C. A. Garbagnati Pietro - Italia: serie storica 1978/2009: incidenti con feriti, feriti e morti 8.537 378.492 7.498 6.980 307.258 207.556 265.402 215.405 4.237 152.953 Incidenti Feriti

Dettagli

Le scuole che hanno risposto al questionario Aldopaolo Palareti

Le scuole che hanno risposto al questionario Aldopaolo Palareti Le scuole che hanno risposto al questionario Aldopaolo Palareti Le scuole presenti Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca riporta sul suo sito, http://www.istruzione.it/, l elenco

Dettagli

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2011. Ottobre 2012

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2011. Ottobre 2012 Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2011 Ottobre 2012 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di Marisa Corazza Nel 2011 parco

Dettagli

Informazioni Statistiche N 3/2012

Informazioni Statistiche N 3/2012 Città di Palermo Ufficio Statistica Veicoli circolanti e immatricolati a Palermo nel 2011 Girolamo D Anneo Informazioni Statistiche N 3/2012 NOVEMBRE 2012 Sindaco: Assessore alla Statistica: Segretario

Dettagli

Gli incidenti stradali in Italia, in Toscana e a Firenze

Gli incidenti stradali in Italia, in Toscana e a Firenze Gli incidenti stradali in Italia, in Toscana e a Firenze Fonti 1 1. La dimensione del fenomeno in Italia Secondo i dati raccolti dall ISTAT, in Italia nel 2004 si sono verificati 224.553 incidenti stradali,

Dettagli

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2009. Settembre 2010

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2009. Settembre 2010 Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2009 Settembre 2010 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di Marisa Corazza e Tiziana

Dettagli

Anno 2014 INCIDENTI STRADALI

Anno 2014 INCIDENTI STRADALI 3 novembre 2015 Anno 2014 INCIDENTI STRADALI Nel 2014, in Italia si sono verificati 177.031 incidenti stradali con lesioni a persone, che hanno provocato la morte di 3.381 persone (entro il 30 giorno)

Dettagli

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO «FOCUS» ANIA: R.C. AUTO Numero 0 Ottobre 2003 STATISTICA TRIMESTRALE R.C. AUTO (Dati al 30 giugno 2003) EXECUTIVE SUMMARY. Con questo numero zero, il Servizio Statistiche e Studi Attuariali dell ANIA avvia

Dettagli

Trasporti. Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014

Trasporti. Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014 Trasporti Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014 Incidenti stradali Nel 2012, come comunicato dall'istat, si sono registrati in Italia 186.726

Dettagli

Gli spostamenti quotidiani per Studio e per Lavoro a Monza. La mobilità giornaliera

Gli spostamenti quotidiani per Studio e per Lavoro a Monza. La mobilità giornaliera 2014 10 Gli spostamenti quotidiani per Studio e per Lavoro a Monza La mobilità giornaliera L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per

Dettagli

INCIDENTALITA STRADALE IN PROVINCIA DI COMO. Quadro conoscitivo GIORNATA REGIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE 14 novembre 2011

INCIDENTALITA STRADALE IN PROVINCIA DI COMO. Quadro conoscitivo GIORNATA REGIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE 14 novembre 2011 INCIDENTALITA STRADALE IN PROVINCIA DI COMO Quadro conoscitivo 20012010 1 GIORNATA REGIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE 14 novembre 2011 1 Confronti regione province Incidenti stradali, morti, feriti e indici

Dettagli

LE DIMENSIONI QUANTITATIVE DEL PROBLEMA

LE DIMENSIONI QUANTITATIVE DEL PROBLEMA LE DIMENSIONI QUANTITATIVE DEL PROBLEMA In Italia, nel 2008, gli incidenti stradali sono stati 218.963. Hanno determinato 4.731 morti e 310.739 feriti, per un costo sociale di circa 30 miliardi di Euro

Dettagli

PROVINCIA DI RIMINI UFFICIO STATISTICA. INCIDENTALITA STRADALE in ambito provinciale

PROVINCIA DI RIMINI UFFICIO STATISTICA. INCIDENTALITA STRADALE in ambito provinciale PROVINCIA DI RIMINI UFFICIO STATISTICA INCIDENTALITA STRADALE in ambito provinciale Anni 2010 2011-2012 Incidentalità stradale nelle principali strade di collegamento Provincia di Rimini Repubblica di

Dettagli

Tabella completa dei punteggi previsti dall art.126-bis Articolo Violazione commessa Punti

Tabella completa dei punteggi previsti dall art.126-bis Articolo Violazione commessa Punti Tabella completa dei punteggi previsti dall art.6-bis Articolo Violazione commessa Punti Velocità non commisurata alle situazioni ambientali, di sicurezza (intersezioni, centri abitati ecc.) e di visibilità

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna 2008

Annuario Statistico della Sardegna 2008 Annuario Statistico della Sardegna 2008 TRASPORTI Trasporti interni Le statistiche sui trasporti interni pubblicate in questa sezione costituiscono il risultato di un insieme di rilevazioni curate direttamente

Dettagli

Il sito web www.zanzaratigreonline.it

Il sito web www.zanzaratigreonline.it Il sito web www.zanzaratigreonline.it 1 Zanzara Tigre Cosa fa la Regione Cosa fanno i Cosa fanno le Aziende USL Cosa possono fare i cittadini Linee guida per gli operatori Campagna di comunicazione Esperti

Dettagli

Diagnosi precoce delle neoplasie della cervice uterina in provincia di Ravenna

Diagnosi precoce delle neoplasie della cervice uterina in provincia di Ravenna Dipartimento di Sanità Pubblica Direttore: Dr. Paolo Ghinassi Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia Diagnosi precoce delle neoplasie della cervice uterina in provincia di Ravenna I

Dettagli

FONDAZIONE CARIPARMA. Espr.it. la comunità genera nuovo welfare. Alcuni dati sulla provincia di Parma EDUCAZIONE E ISTRUZIONE

FONDAZIONE CARIPARMA. Espr.it. la comunità genera nuovo welfare. Alcuni dati sulla provincia di Parma EDUCAZIONE E ISTRUZIONE FONDAZIONE CARIPARMA Espr.it la comunità genera nuovo welfare Alcuni dati sulla provincia di Parma EDUCAZIONE E ISTRUZIONE 1 Scuole per l infanzia Servizi educativi per la prima infanzia Indice di copertura

Dettagli

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2008. Settembre 2009

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2008. Settembre 2009 Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2008 Settembre 2009 Direttore: Gianluigi Bovini Redazione a cura di Marisa Corazza Parco veicolare in diminuzione a Bologna negli ultimi 5 anni Secondo i dati forniti

Dettagli

Il pendolarismo nel Comune di Udine Dati censuari

Il pendolarismo nel Comune di Udine Dati censuari COMUNE DI UDINE Dipartimento Affari Generali Unità Organizzativa Studi e Statistica Il pendolarismo nel Comune di Udine Dati censuari A cura di: Dr. Daniele Paolitti Hanno collaborato: Dr. Rosangela Dominici

Dettagli

CERTE NOTTI Indagine sugli automobilisti fermati dalla Polizia Stradale per uso di alcol e sostanze stupefacenti nella provincia di Rimini

CERTE NOTTI Indagine sugli automobilisti fermati dalla Polizia Stradale per uso di alcol e sostanze stupefacenti nella provincia di Rimini Partecipa alla ricerca on line sull'alcolismo, potrai usare i dati immediatamente.seleziona l'immagine per entrare. CERTE NOTTI Indagine sugli automobilisti fermati dalla Polizia Stradale per uso di alcol

Dettagli

INCIDENTALITÀ STRADALE SUI VEICOLI A DUE RUOTE IN CAMPANIA

INCIDENTALITÀ STRADALE SUI VEICOLI A DUE RUOTE IN CAMPANIA 31 luglio 2013 Anno 2011 INCIDENTALITÀ STRADALE SUI VEICOLI A DUE RUOTE IN CAMPANIA Gli obiettivi europei per la sicurezza stradale In Campania, nell anno 2011, si è registrata una diminuzione del numero

Dettagli

Tasso di occupazione per fasce di età. Provincia di Piacenza, 2009 90,3 83,1 77,7 27,6 16,4. 15-24 anni. 25-34 anni. 45-54 anni.

Tasso di occupazione per fasce di età. Provincia di Piacenza, 2009 90,3 83,1 77,7 27,6 16,4. 15-24 anni. 25-34 anni. 45-54 anni. La situazione occupazionale dei giovani in provincia di Piacenza Premessa Una categoria di soggetti particolarmente debole nel mercato del lavoro è rappresentata, di norma, dai lavoratori di età più giovane

Dettagli

4 RAPPORTO SULLA COESIONE SOCIALE NELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Anno 2015

4 RAPPORTO SULLA COESIONE SOCIALE NELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Anno 2015 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità 4 RAPPORTO SULLA COESIONE SOCIALE NELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Anno 2015 Provincia di Reggio Emilia 1 4. IL SISTEMA FORMATIVO 2 Gli studenti iscritti

Dettagli

IL REATO DI OMICIDIO STRADALE

IL REATO DI OMICIDIO STRADALE Dossier n. 113 Ufficio Documentazione e Studi 29 ottobre 2015 IL REATO DI OMICIDIO STRADALE L Aula della Camera ha approvato in seconda lettura il testo unificato che prevede l introduzione del reato di

Dettagli

VI Rapporto sulla Sicurezza Stradale 1 in Puglia 1 semestre 2012

VI Rapporto sulla Sicurezza Stradale 1 in Puglia 1 semestre 2012 VI Rapporto sulla Sicurezza Stradale 1 in Puglia semestre 2012 I primi dati del 2012 Nel primo semestre 2012 sono stati rilevati 5.919 incidenti stradali che hanno provocato 121 vittime e lesioni a 9.553

Dettagli

La presenza femminile nelle Fondazioni ed Associazioni in Emilia-Romagna

La presenza femminile nelle Fondazioni ed Associazioni in Emilia-Romagna DIREZIONE GENERALE AFFARI ISTITUZIONALI E LEGISLATIVI Servizio Innovazione e Semplificazione Amministrativa La presenza femminile nelle ed in Emilia-Romagna Quarto Rapporto sugli Enti con personalità giuridica

Dettagli

circa il 4% oltre il 50%

circa il 4% oltre il 50% Gli infortuni : Gli incidenti stradali nell ambito dell attivitàlavorativa determinano circa il 4% di tutti gli infortuni sul lavoro ma ben oltre il 50% delle morti sul lavoro. Il settore del trasporto

Dettagli

P O L I Z I A M U N I C I P A L E

P O L I Z I A M U N I C I P A L E POLIZIA MUNICIPALE Comune di Prato Incidenti stradali 01/01/2014 31/08/2014 1/13 Incidenti stradali incidenti con solo danni incidenti con feriti incidenti mortali totali 246 540 6 792 dal 1/1 al 31/8

Dettagli

CORPO POLIZIA MUNICIPALE FERRARA

CORPO POLIZIA MUNICIPALE FERRARA CORPO POLIZIA MUNICIPALE FERRARA Non fa rumore Non inquina Occupa poco spazio La bicicletta ( velocipede per il codice della strada ) e le regole per circolare sulla strada La bicicletta e i dispositivi

Dettagli

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro 4 agosto 2014 L Istat diffonde i dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni relativi agli spostamenti pendolari

Dettagli

ANIA. focus rcauto. Executive Summary. Statistica Trimestrale - Dati al 30/06/2005. Andamento degli indicatori tecnici

ANIA. focus rcauto. Executive Summary. Statistica Trimestrale - Dati al 30/06/2005. Andamento degli indicatori tecnici Executive Summary Andamento degli indicatori tecnici Nella prima metà dell anno, la frequenza dei sinistri denunciati al settore assicurativo per il complesso dei veicoli analizzati (pari al 9,00%), risulta

Dettagli

Decessi e incidentalità stradale.

Decessi e incidentalità stradale. Decessi e incidentalità stradale. Prospetto dei dati raccolti durante il 2011 sul territorio provinciale. analisi effettuate su BANCA DATI informatizzata a cura del C.M.P. Centro di Monitoraggio della

Dettagli

INCIDENTALITA AUTOSTRADALE: FATTORI DI RISCHIO E GRAVITA DEL TRAUMA A. COSTANZO A. PITIDIS

INCIDENTALITA AUTOSTRADALE: FATTORI DI RISCHIO E GRAVITA DEL TRAUMA A. COSTANZO A. PITIDIS INCIDENTALITA AUTOSTRADALE: FATTORI DI RISCHIO E GRAVITA DEL TRAUMA A. COSTANZO A. PITIDIS OBIETTIVI Verificare l esistenza di fattori di rischio dinamico ambientali: Infrastrutture Veicoli Comportamento

Dettagli

Numero 28 /2015 Le malattie professionali e gli infortuni sul lavoro nell anno 2014 nelle statistiche INAIL

Numero 28 /2015 Le malattie professionali e gli infortuni sul lavoro nell anno 2014 nelle statistiche INAIL Numero 28 /2015 Le malattie professionali e gli infortuni sul lavoro nell anno 2014 nelle statistiche INAIL L'INAIL ha presentato i dati degli infortuni e delle malattie professionali relativi all'anno

Dettagli

Report Monitoraggio Traffico

Report Monitoraggio Traffico 2012 Campagna di Monitoraggio presso il Comune di Berlingo nel periodo da 26/06/2012 al 28/06/2012 Redatta Giovanni Santoro Verificata e Approvata Prof. Ing. Maurizio Tira Sommario Premessa... 3 Obiettivo

Dettagli

L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI

L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1) GLI STUDENTI UNIVERSITARI RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1 Nell anno accademico 2003/2004 i riminesi iscritti a Corsi di Laurea (vecchio e nuovo

Dettagli

Il turismo nei primi 10 mesi del 2014. Servizio Turismo Ufficio Statistica

Il turismo nei primi 10 mesi del 2014. Servizio Turismo Ufficio Statistica Il turismo nei primi 10 mesi del 2014 Servizio Turismo Ufficio Statistica Presenze province Emilia-Romanga Serie storica Province 2012 2013 Var. % 2012-13 Piacenza 487.398 451.185-7,4 Parma 1.455.669 1.507.066

Dettagli

PROVINCIA DI ROVIGO Assessorato alle Politiche Giovanili

PROVINCIA DI ROVIGO Assessorato alle Politiche Giovanili PROVINCIA DI ROVIGO Assessorato alle Politiche Giovanili OSSERVATORIO SUL DISAGIO GIOVANILE Ser.T. e Associazioni Aggiornamento dei dati - Anno 2007 Si ringraziano per i dati forniti e la cortese collaborazione:

Dettagli

OPEN - Fondazione Nord Est Febbraio 2013

OPEN - Fondazione Nord Est Febbraio 2013 A7. FECONDITÀ, NUZIALITÀ E DIVORZIALITÀ Diminuisce il tasso di fertilità dopo la crescita degli ultimi anni A livello nazionale il tasso di fecondità totale (numero medio di figli per donna in età feconda)

Dettagli

Presentazione. Il VicePresidente della Provincia di Mantova

Presentazione. Il VicePresidente della Provincia di Mantova Presentazione La sicurezza stradale sta, faticosamente, diventando un problema riconosciuto a tutti i livelli sociali: la preoccupazione per il numero degli incidenti, la consapevolezza del rischio e l

Dettagli

DICHIARAZIONE TESTIMONIALE. Io sottoscritto Cognome Nome, nato a Città il giorno/mese/anno e residente in città in indirizzo DICHIARO

DICHIARAZIONE TESTIMONIALE. Io sottoscritto Cognome Nome, nato a Città il giorno/mese/anno e residente in città in indirizzo DICHIARO Io sottoscritto Cognome Nome, nato a Città il giorno/mese/anno e residente in città in indirizzo DICHIARO Che il giorno/mese/anno mi trovavo in qualità di trasportato sull autovettura marca modello targata

Dettagli

R e g i o n e L a z i

R e g i o n e L a z i o R e g i o n e L a z i Titolo del Progetto o del programma: Siamo sicuri che si può lavorare sicuri Identificativo della linea o delle linee di intervento generale/i: Prevenzione degli eventi infortunistici

Dettagli

Diagnosi precoce delle neoplasie della mammella in provincia di Ravenna I dati del sistema di sorveglianza PASSI Anni 2007-2010

Diagnosi precoce delle neoplasie della mammella in provincia di Ravenna I dati del sistema di sorveglianza PASSI Anni 2007-2010 Dipartimento di Sanità Pubblica Direttore: Dr. Paolo Ghinassi Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia Diagnosi precoce delle neoplasie della mammella in provincia di Ravenna I dati del

Dettagli

PROGETTO SIRSS - Sistema Integrato Regionale per la Sicurezza Stradale PROVINCIA DI SIENA ANNO Progetto SIRSS

PROGETTO SIRSS - Sistema Integrato Regionale per la Sicurezza Stradale PROVINCIA DI SIENA ANNO Progetto SIRSS ANNO 212 Progetto SIRSS Statistica degli incidenti stradali con lesioni nella Provincia di Siena Anni 28 29-21 1 Nota metodologica Con questo documento si elencano le schede realizzate sulla base dei:

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Secondaria di Secondaria di II grado

COMUNICATO STAMPA. Secondaria di Secondaria di II grado Bologna, 24 Febbraio 2016 COMUNICATO STAMPA A.S. 2016/17 - ISCRIZIONE ALUNNI AL PRIMO ANNO DELLE SCUOLE STATALI E PARITARIE DI OGNI ORDINE E GRADO. IN REGIONE SONO PERVENUTE OLTRE 112 MILA DOMANDE. IN

Dettagli

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2013

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2013 Il parco veicolare di Bologna al 31.12.213 Ottobre 214 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Marisa Corazza 1 Nel 213 parco

Dettagli

PRODUTTORI CONTRIBUENTI CONSUMATORI L INCIDENZA FISCALE DEGLI STRANIERI IN EMILIA-ROMAGNA NEL CORSO DEL 2007

PRODUTTORI CONTRIBUENTI CONSUMATORI L INCIDENZA FISCALE DEGLI STRANIERI IN EMILIA-ROMAGNA NEL CORSO DEL 2007 PRODUTTORI CONTRIBUENTI CONSUMATORI L INCIDENZA FISCALE DEGLI STRANIERI IN EMILIA-ROMAGNA NEL CORSO DEL 2007 a cura dell Osservatorio regionale sul fenomeno migratorio (ottobre 2009) Premessa L apporto

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2013/31 del 26 novembre 2013 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Gestione Rifiuti: criterio quantitativo per l assimilazione

Dettagli

REPORT STATISTICO SULLA SICUREZZA STRADALE NEI GRANDI COMUNI

REPORT STATISTICO SULLA SICUREZZA STRADALE NEI GRANDI COMUNI STATISTICHE REPORT STATISTICO SULLA SICUREZZA STRADALE NEI GRANDI COMUNI Febbraio 2012 INDICE Premessa... 3 In sintesi... 4 1 Analisi indicatori di contesto territoriale... 10 1.1 Popolazione residente...

Dettagli

Mobilità degli studenti delle. Scuole medie superiori. In Provincia di Treviso. 10 Settembre 2004. A cura di: Michele Bertolini

Mobilità degli studenti delle. Scuole medie superiori. In Provincia di Treviso. 10 Settembre 2004. A cura di: Michele Bertolini 1 settembre 24 Mobilità degli studenti delle Scuole medie superiori In Provincia di Treviso Mobilità degli studenti delle Scuole medie superiori In Provincia di Treviso 1 Settembre 24 A cura di: Michele

Dettagli

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato Premessa Corso-concorso ordinario L età dei vincitori La presenza femminile Corso-concorso riservato L età dei vincitori La presenza femminile Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

Dettagli

La guida in stato di ebbrezza in Italia: verso la tolleranza zero

La guida in stato di ebbrezza in Italia: verso la tolleranza zero La guida in stato di ebbrezza in Italia: verso la tolleranza zero Umberto Guidoni Segretario Generale Fondazione ANIA per la sicurezza stradale I dati sulla guida in stato di ebbrezza secondo una recente

Dettagli

1. Persone infortunate secondo la natura dell incidente

1. Persone infortunate secondo la natura dell incidente INCIDENTI STRADALI 1. Persone infortunate sedo la natura dell incidente NATURA DELL'INCIDENTE CONDUCENTI ANTERIORI POSTERIORI ALTRI PEDONI TOTALE GENERALE Feriti Feriti Feriti Feriti Feriti Feriti TRA

Dettagli

Fornitura di auto elettriche e noleggio delle relative batterie

Fornitura di auto elettriche e noleggio delle relative batterie Fornitura di auto elettriche e noleggio delle relative batterie Dialogo tecnico 14 Gennaio 2014 Oggetto della gara Nel novembre scorso, Intercent- ER ha bandito una gara avente ad oggetto: Fornitura in

Dettagli

Grafici incidenti stradali area urbana Messina

Grafici incidenti stradali area urbana Messina Incidenti stradali per tipo anno 215 Con lesioni 74 Con solo danni 566 Mortali 2 TOTALE 1272 2 566 74 Con lesioni Con solo danni Mortali Incidenti stradali per persone coinvolte anno 215 Nessuna Lesione

Dettagli

967 scippi ogni 100 mila abitanti nel 1985 a 138 nel 2006), ma di considerevoli proporzioni anche nella Capitale (da 269 reati ogni 100 mila abitanti

967 scippi ogni 100 mila abitanti nel 1985 a 138 nel 2006), ma di considerevoli proporzioni anche nella Capitale (da 269 reati ogni 100 mila abitanti 17. Criminalità L analisi dei dati sulla criminalità relativi al 2006 evidenzia una diffusione di reati nella provincia di Roma significativamente più elevata di quella rilevata complessivamente nel territorio

Dettagli

Tav Incidenti e persone infortunate sulle strade urbane ed extraurbane per giorno della settimana, ora del giorno e conseguenza - Anno 2004

Tav Incidenti e persone infortunate sulle strade urbane ed extraurbane per giorno della settimana, ora del giorno e conseguenza - Anno 2004 Tav.9 Incidenti e persone infortunate sulle strade urbane ed extraurbane per giorno della settimana, ora del giorno e conseguenza Anno 004 ORA DEL GIORNO Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato

Dettagli

8. Occupazione e forze di lavoro

8. Occupazione e forze di lavoro 8. Occupazione e forze di lavoro Dall Indagine continua sulle forze di lavoro condotta dall Istat risulta che nel 2005 erano occupate, a Roma, 1.086.092 persone, mentre a livello provinciale gli occupati,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Domande inoltrate dalle Famiglie con intermediazione delle scuole

COMUNICATO STAMPA. Domande inoltrate dalle Famiglie con intermediazione delle scuole Bologna, 18 Febbraio 2015 COMUNICATO STAMPA ISCRIZIONE ALUNNI IN REGIONE: PERVENUTE OLTRE 112 MILA DOMANDE OLTRE l 80% DELLE FAMIGLIE HA USUFRUITO DELLA PROCEDURA DI ISCRIZIONE ON LINE DISPONIBILI DA OGGI

Dettagli

Stato della sicurezza stradale in Italia: priorità. utenti deboli

Stato della sicurezza stradale in Italia: priorità. utenti deboli Stato della sicurezza stradale in Italia: priorità delle politiche nazionali e protezione degli utenti deboli LE DIMENSIONI QUANTITATIVE In Italia, nel 2011, si sono registrati 205.638 incidenti stradali.

Dettagli

capitolo 9 trasporti

capitolo 9 trasporti capitolo 9 trasporti Tavola 9.1 - Parco circolante (a) a Roma per categoria ed omologazione antinquinamento - Anno 2013 OMOLOGAZIONE ANTINQUINAMENTO CATEGORIA EURO 0 EURO 1 EURO 2 EURO 3 EURO 4 EURO 5

Dettagli

L uso attuale del PSA in Italia

L uso attuale del PSA in Italia L uso attuale del PSA in Italia Regione Emilia-Romagna Priscilla Sassoli de Bianchi, Flavia Baldacchini, Carlo Naldoni, Lauro Bucchi Regione Veneto Elena Schievano, Ugo Fedeli, Mario Saugo e Manuel Zorzi

Dettagli

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI 1 Premessa Il determinismo degli incidenti stradali risulta in una particolare

Dettagli