CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI"

Transcript

1 CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Roma Via di San Basilio, 72 Tel Fax /5 C.F Roma, 12 ottobre 2015 Prot. 4570/GG/ag Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati Ai Signori Consiglieri Nazionali Al Signor Presidente EPPI Alle Organizzazioni di Categoria LORO SEDI Oggetto: Conservazione registro giornaliero protocollo informatico Come saprete, a seguito del DPCM 3 dicembre 2013 avente oggetto Regole tecniche sul protocollo informatico e del DPCM 13 novembre 2014 che stabilisce le regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici nonché di formazione e conservazione dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni; a far data dal 12 ottobre 2015 è fatto obbligo per le Pubbliche Amministrazioni di conservare digitalmente il Registro giornaliero di Protocollo, trasmettendolo entro la giornata lavorativa successiva al sistema di conservazione digitale, garantendone l immodificabilità del contenuto. Allo scopo di ottemperare questo obbligo, di concerto con Eppi, è stata interessata la Tesip che ha curato lo sviluppo di Albo Unico affinchè implementasse una nuova funzionalità in grado di soddisfare i requisiti previsti da questa norma. Il rilascio della nuova funzionalità ci è stato confermato in data 8 ottobre, pertanto, utilizzando il modulo di Protocollo Informatico della piattaforma Albo Unico, sarà possibile, trasmettere il Registro Giornaliero del Protocollo nel formato previsto dalla vigente normative ed inviarlo al sistema di conservazione accreditato presso l Agenzia dell informazione digitale (AgID). Per ulteriori informazioni tecniche si rimanda all allegato tecnico. Il sistema di conservazione utilizzato durante la fase di test è stato il portale Docfly di Aruba, provider certificato per questo tipo di servizio e con il quale il CNPI sta predisponendo una convenzione nazionale non ancora perfezionata. Al riguardo si resta convinti che qualche ritardo nella fase di avvio del sistema non possa comportare particolari conseguenze. Cordiali saluti IL CONSIGLIERE SEGRETARIO (Giovanni Esposito) IL PRESIDENTE (Giampiero Giovannetti) All.: c.s.

2 ALLEGATO TECNICO Adeguamento protocollo informatico In seguito al DPCM del 13/11/2014 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 12/01/2015, che stabilisce le regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici nonché di formazione e conservazione dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni, si sono rese necessarie alcune modifiche ed implementazioni di nuove funzionalità del modulo Protocollo Informatico. A far data dal 12/10/2015 tutti i collegi che utilizzano il modulo di Protocollo Informatico presente nella Piattaforma Albo Unico sono in grado di produrre quotidianamente un Registro Giornaliero di Protocollo in formato digitale ed inviarlo al sistema di conservazione. Struttura del Registro giornaliero di protocollo La struttura del registro, inteso come documento informatico è definita nel DPCM del 13/11/2014 Capo 2 Articolo 3 in cui viene descritto cosa è e come si forma un documento informatico: Art. 3. Formazione del documento informatico Il documento informatico è formato mediante una delle seguenti principali modalità: a) redazione tramite l utilizzo di appositi strumenti software; b) acquisizione di un documento informatico per via telematica o su supporto informatico, acquisizione della copia per immagine su supporto informatico di un documento analogico, acquisizione della copia informatica di un documento analogico; c) registrazione informatica delle informazioni risultanti da transazioni o processi informatici o dalla presentazione telematica di dati attraverso moduli o formulari resi disponibili all utente; d) generazione o raggruppamento anche in via automatica di un insieme di dati o registrazioni, provenienti da una o più basi dati, anche appartenenti a più soggetti interoperanti, secondo una struttura logica predeterminata e memorizzata in forma statica. Il documento informatico assume la caratteristica di immodificabilità se formato in modo che forma e contenuto non siano alterabili durante le fasi di tenuta e accesso e ne sia garantita la staticità nella fase di conservazione. Il documento informatico, identificato in modo univoco e persistente, è memorizzato in un sistema di gestione informatica dei documenti o di conservazione la cui tenuta può anche essere delegata a terzi. Il registro giornaliero di protocollo è un documento informatico formato seconda la modalità descritta al punto d dell articolo 3 (evidenziato in grassetto). La sua caratteristica di immodificabilità o di integrità è garantita attraverso l articolo 3 comma 6: 6. Nel caso di documento informatico formato ai sensi del comma 1, lettere c) e d), le caratteristiche di immodificabilità e di integrità sono determinate dall operazione di registrazione dell esito della medesima operazione e dall applicazione di misure per la protezione dell integrità delle basi di dati e per la produzione e conservazione dei log di sistema, ovvero con la produzione di una estrazione statica dei dati e il trasferimento della stessa nel sistema di conservazione. Le altre caratteristiche di un documento informatico sono descritte nei comma 7, 8, 9 dell articolo 3 7. Laddove non sia presente, al documento informatico immodificabile è associato un riferimento temporale. 8. L evidenza informatica corrispondente al documento informatico immodificabile è prodotta in uno dei formati contenuti nell allegato 2 del presente decreto in modo da assicurare l indipendenza dalle piattaforme tecnologiche, l interoperabilità tra sistemi informatici e la durata nel tempo dei dati in termini di accesso e di leggibilità. Formati diversi possono essere scelti nei casi in cui la natura del documento informatico lo richieda per un utilizzo specifico nel suo contesto tipico. 9. Al documento informatico immodificabile vengono associati i metadati che sono stati generati durante la sua formazione. L insieme minimo dei metadati, come definiti nell allegato 5 (***) al presente decreto, è costituito da: a) l identificativo univoco e persistente;

3 b) il riferimento temporale di cui al comma 7; c) l oggetto; d) il soggetto che ha formato il documento; e) l eventuale destinatario; f) l impronta del documento informatico (***) Struttura Minima del Documento Informatico come specificato nell allegato 5 (Metadati) del DPCM del 13/11/2014: La struttura rappresenta nell immagine sopra è un item XML, ogni Item ha dei campi le cui regole di compilazione sono definiti nella seguente tabella:

4

5 Produzione e trasmissione del Registro giornaliero di protocollo La struttura del Registro giornaliero di protocollo, essendo un insieme di documenti amministrativi informatici, rispetta la seguente struttura: 1. codice identificativo dell amministrazione; 2. codice identificativo dell area organizzativa omogenea; 3. data di protocollo secondo il formato individuato in base alle previsioni di cui Articolo 18 secondo comma del presente decreto; 4. progressivo di protocollo secondo il formato specificato 5. l oggetto; 6. il mittente; 7. il destinatario o i destinatari. Il formato del file è stato scelto tra quelli previsti nell allegato 2 (Formati) del DPCM del 13/11/2014. Art. 14. Formazione dei registri e repertori informatici 2. Le pubbliche amministrazioni gestiscono registri particolari informatici, espressamente previsti da norme o regolamenti interni, generati dal concorso di più aree organizzative omogenee con le modalità previste ed espressamente descritte nel manuale di gestione, individuando un area organizzativa omogenea responsabile. Il software Albo Unico ogni giorno, in automatico, produce una file excel (uno per ogni collegio), nella struttura specificata precedentemente e lo trasmette al sistema di conservazione. Il sistema di conservazione deve essere accreditato con l Agenzia dell informazione digitale (AgID). Il sistema di conservazione utilizzato durante la fase di test è stato il portale Docfly di Aruba, provider certificato di questo tipo di servizio.

BOZZA Pagina 1 di 11

BOZZA Pagina 1 di 11 Schema di D.P.C.M. gg mm 2011 Regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, conservazione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici, nonché di formazione

Dettagli

D.Lgs. 82/2005 Codice dell amministrazione digitale (e successive modificazioni) DPCM 3/12/2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione

D.Lgs. 82/2005 Codice dell amministrazione digitale (e successive modificazioni) DPCM 3/12/2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione D.Lgs. 82/2005 Codice dell amministrazione digitale (e successive modificazioni) DPCM 3/12/2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione DPCM 3/12/2013 Regole tecniche in materia di protocollo

Dettagli

Documento informatico

Documento informatico Documento informatico CAD Firme elettroniche Protocollo informatico Sistema di conservazione Documento informatico Progetti speciali Regole tecniche art. 71 CAD DPCM 22 febbraio 2013 Firme elettroniche

Dettagli

Spunti per la dematerializzazione a scuola

Spunti per la dematerializzazione a scuola Spunti per la dematerializzazione a scuola San Pellegrino 21 marzo 2016 Antonio Todaro Un processo possibile Dematerializzazione a scuola Riguarda: a. il processo di formazione di documenti mediante tecnologie

Dettagli

Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, e successive modificazioni, recante «Codice in materia di protezione dei dati personali»;

Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, e successive modificazioni, recante «Codice in materia di protezione dei dati personali»; D.P.C.M. 13 novembre 2014 (1). Regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici nonché di formazione e conservazione

Dettagli

Dematerializzare i documenti? Prima occorre dematerializzare (bene e a norma) il processo

Dematerializzare i documenti? Prima occorre dematerializzare (bene e a norma) il processo Giovanni Michele Bianco Marco Trainotti Università di Verona Direzione Organizzazione del Sistema Informativo Dematerializzare i documenti? Prima occorre dematerializzare (bene e a norma) il processo Nessuno

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 13 novembre 2014

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 13 novembre 2014 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 13 novembre 2014 Regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici

Dettagli

COMUNE DI SANT ANNA ARRESI

COMUNE DI SANT ANNA ARRESI COMUNE DI SANT ANNA ARRESI AREA AMMINISTRATIVA UFFICIO SEGRETERIA UFFICIO PROTOCOLLO PRODUZIONE E CONSERVAZIONE DEL REGISTRO GIORNALIERO DI PROTOCOLLO 1. Introduzione e breve inquadramento normativo Dal

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 13 novembre 2014

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 13 novembre 2014 1 di 9 26/01/2015 08:25 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 13 novembre 2014 Regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale

Dettagli

NOTIFICHE TELEMATICHE

NOTIFICHE TELEMATICHE NOTIFICHE TELEMATICHE Creazione documento informatico Attestazioni di Conformità Notificazione con modalità telematica Conservazione notifiche telematiche Redazione doc. 21/09/2015 1 Call center giustizia

Dettagli

ALLEGATO 13 PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI

ALLEGATO 13 PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI ALLEGATO 13 PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI 1 1. FORMAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI 1.1. contenuti 1.2. formati 1.3. sottoscrizione 1.4. datazione 2. GESTIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI

Dettagli

Allegato 5 Definizioni

Allegato 5 Definizioni Allegato 5 Definizioni Ai fini del Manuale di gestione documentale dell Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Delta del Po si intende per: AMMINISTRAZIONE, l ; TESTO UNICO, il D.P.R. 20.12.2000,

Dettagli

dichiarazione rilasciata da notaio o altro pubblico ufficiale a ciò autorizzato allegata o asseverata al documento informatico

dichiarazione rilasciata da notaio o altro pubblico ufficiale a ciò autorizzato allegata o asseverata al documento informatico accesso accreditamento affidabilità aggregazione documentale operazione che consente a chi ne ha diritto di prendere visione ed estrarre copia dei informatici riconoscimento, da parte dell Agenzia per

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo informatico, dei documenti e dell Archivio del Comune di Collesalvetti

Manuale di Gestione del Protocollo informatico, dei documenti e dell Archivio del Comune di Collesalvetti Manuale di Gestione del Protocollo informatico, dei documenti e dell Archivio del Comune di Collesalvetti ALLEGATO 1 DEFINIZIONI Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 12-3-2014 Supplemento

Dettagli

ALLEGATO N. 1 A GLOSSARIO

ALLEGATO N. 1 A GLOSSARIO ALLEGATO N. 1 A GLOSSARIO 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. DEFINIZIONI... 4 2 1. INTRODUZIONE Di seguito si riporta il glossario dei termini contenuti nelle regole tecniche di cui all articolo 71 del decreto

Dettagli

Page 1/6

Page 1/6 GESTIONE DELLA PROFESSIONE E SOFTWARE La trasmissione telematica dell istanza di ammissione al passivo di Luca Sileni Una delle problematiche che ha suscitato i maggiori interrogativi tra gli studiosi

Dettagli

La conservazione dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni

La conservazione dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni Roma, 27 maggio 2015 La dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni Enrica Massella Ducci Teri Presidenza del Consiglio dei Ministri in collaborazione con COSA SIGNIFICA CONSERVARE? Proteggere

Dettagli

Comune di Teglio Provincia di Sondrio PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI

Comune di Teglio Provincia di Sondrio PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI Comune di Teglio Provincia di Sondrio PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI redatto ai sensi dell art. 4 lett. c) D.P.C.M. 3 dicembre 2013 QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO Decreto Legislativo

Dettagli

PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI Documento n. 8 Allegato al manuale di gestione

PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI Documento n. 8 Allegato al manuale di gestione PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI Documento n. 8 Allegato al manuale di gestione I Formazione dei documenti informatici 1 Contenuti In ogni documento informatico deve essere obbligatoriamente

Dettagli

GLOSSARIO/DEFINIZIONI

GLOSSARIO/DEFINIZIONI A LLEGATO 1 GLOSSARIO/DEFINIZIONI Indice 1 2 INTRODUZIONE DEFINIZIONI Allegato alle Regole tecniche in materia di documento informatico e gestione documentale, protocollo informatico e di documenti informatici

Dettagli

Protocollo informatico e conservazione sostitutiva: riepilogo adempimenti e scadenze

Protocollo informatico e conservazione sostitutiva: riepilogo adempimenti e scadenze Ufficio: Protocollo: Oggetto: DOR 201600004576/AG Protocollo informatico e conservazione sostitutiva Roma, 8.07.2016 Circolare n. 9989 SS ORD IFO SI AI PRESIDENTI DEGLI ORDINI DEI FARMACISTI e p.c. AI

Dettagli

IL MANUALE DI GESTIONE DOCUMENTALE

IL MANUALE DI GESTIONE DOCUMENTALE IL MANUALE DI GESTIONE DOCUMENTALE Avv. Ernesto Belisario UN CAMBIAMENTO NECESSARIO Ad iniziare dai servizi di connettivo (protocollo, archivio, copia, spedizione, comunicazione), fino ai processi decisionali,

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI (artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013) ALLEGATO N.

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI (artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013) ALLEGATO N. MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI (artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013) ALLEGATO N. 6 METADATI Data Versione Cronologia revisioni Provvedimento di approvazione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it

Dettagli

I registri particolari nella gestione documentale

I registri particolari nella gestione documentale Seminari IL MANUALE DI GESTIONE: STRUMENTO PER L INNOVAZIONE I registri particolari nella gestione documentale Gabriele Bezzi 28 marzo 2017 AGENDA La registrazione dei documenti Definizioni e fonti normative:

Dettagli

PON FSE - Competenze per lo sviluppo Asse II Capacità istituzionale - Obiettivo H

PON FSE - Competenze per lo sviluppo Asse II Capacità istituzionale - Obiettivo H PON FSE - Competenze per lo sviluppo Asse II Capacità istituzionale - Obiettivo H Percorso formativo su Semplificazione e nuovo Codice dell Amministrazione Digitale H - 4 - FSE - 2012-1 COPIE E DUPLICATI

Dettagli

GLOSSARIO/DEFINIZIONI

GLOSSARIO/DEFINIZIONI ALLEGATO 1 GLOSSARIO/DEFINIZIONI Indice 1 2 INTRODUZIONE DEFINIZIONI Allegato alle Regole tecniche in materia di documento informatico e gestione documentale, protocollo informatico e di documenti informatici

Dettagli

Allegato 1 GLOSSARIO/DEFINIZIONI

Allegato 1 GLOSSARIO/DEFINIZIONI Allegato 1 GLOSSARIO/DEFINIZIONI Pagina 1 di 9 Indice 1 INTRODUZIONE... 3 2 DEFINIZIONI... 4 Pagina 2 di 9 1 INTRODUZIONE Di seguito si riporta il glossario dei termini contenuti nelle regole tecniche

Dettagli

ACRONIMI. Allegato n. 1

ACRONIMI. Allegato n. 1 Allegato n. 1 ACRONIMI Termine AO Aree Organizzative AOO - Area Organizzativa Omogenea IPA Indice delle pubbliche amministrazioni PEC Posta elettronica certificata PEO Posta elettronica ordinaria Descrizione

Dettagli

Informatica Giuridica Sample Test Modulo 4 Gestione Documentale e Dematerializzazione

Informatica Giuridica Sample Test Modulo 4 Gestione Documentale e Dematerializzazione Informatica Giuridica Sample Test Modulo 4 Gestione Documentale e Dematerializzazione 1. Individua il "Consiglio Nazionale del Notariato" quale "certificatore attivo per la firma elettronica", per mezzo

Dettagli

Colleretto Giacosa 21 luglio Il documento informatico alla luce della scadenza del 12 agosto 2016

Colleretto Giacosa 21 luglio Il documento informatico alla luce della scadenza del 12 agosto 2016 Colleretto Giacosa 21 luglio 2016 Il documento informatico alla luce della scadenza del 12 agosto 2016 argomenti Il documento informatico: dalla formazione alla conservazione cos è un documento informatico

Dettagli

PON FSE - Competenze per lo sviluppo Asse II Capacità istituzionale - Obiettivo H

PON FSE - Competenze per lo sviluppo Asse II Capacità istituzionale - Obiettivo H PON FSE - Competenze per lo sviluppo Asse II Capacità istituzionale - Obiettivo H Percorso formativo su Semplificazione e nuovo Codice dell Amministrazione Digitale H - 4 - FSE - 2012-1 Organizzazione

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA CONSERVAZIONE DEI LOG DEI MESSAGGI E DEI MESSAGGI DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA CON VIRUS

ISTRUZIONI PER LA CONSERVAZIONE DEI LOG DEI MESSAGGI E DEI MESSAGGI DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA CON VIRUS ISTRUZIONI PER LA CONSERVAZIONE DEI LOG DEI MESSAGGI E DEI MESSAGGI DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA CON VIRUS Versione 1.0 05 luglio 2016 Sommario 1. Introduzione e breve quadro normativo... 3 2. Log

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI P R E S S O I L M I N I S T E R O D E L L A G I U S T I Z I A 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. 06.42.00.84 Fax 06.42.00.84.44/5

Dettagli

Ing. Carlo Savoretti Ing. Carlo Savoretti -

Ing. Carlo Savoretti Ing. Carlo Savoretti - Gestione informatica dei documenti e conservazione digitale Ing. Carlo Savoretti Ente produttore 2 Identificazione Ente produttore Per un avviare un progetto di dematerializzazione (creazione di un archivio

Dettagli

Allegato B Piano di sicurezza informatica ai sensi dell art. 4, comma 1, lettera c) e dell art. 7 del DPCM 03 dicembre 2013

Allegato B Piano di sicurezza informatica ai sensi dell art. 4, comma 1, lettera c) e dell art. 7 del DPCM 03 dicembre 2013 Allegato B Piano di sicurezza informatica ai sensi dell art. 4, comma 1, lettera c) e dell art. 7 del DPCM 03 dicembre 2013 1 Premessa...2 Obiettivi...2 1. Formazione dei documenti informatici...2 1.1

Dettagli

Master Breve Il responsabile per la transizione al digitale

Master Breve Il responsabile per la transizione al digitale Master Breve Il responsabile per la transizione al digitale Responsabile scientifico Avv. Ernesto Belisario Organizzazione Servizi in rete Sicurezza Privacy CAD Dematerializzazione 16 17 Novembre 23 24

Dettagli

Master Breve Il responsabile per la transizione al digitale

Master Breve Il responsabile per la transizione al digitale Master Breve Il responsabile per la transizione al digitale Responsabile scientifico Avv. Ernesto Belisario Organizzazione Servizi in rete Sicurezza Privacy CAD Dematerializzazione 3 4 Maggio 10 11 Maggio

Dettagli

Incontro dematerializzazione. Mortara, 28/05/2015

Incontro dematerializzazione. Mortara, 28/05/2015 Incontro dematerializzazione Mortara, 28/05/2015 Sommario incontro Concetti e vocabolario Adempimenti Come/cosa fare? Proposte di collaborazione/condivisione Bibliografia normativa Dematerializzazione

Dettagli

Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET

Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET Ordine dei Farmacisti della Provincia di Trieste Piazza S. Antonio Nuovo 4-34122 Trieste - Telefono 040767944 - Fax 040365153 www.ordinefarmacistitrieste.gov.it - E-Mail : ordinefarmacistitrieste@tin.it

Dettagli

CONSERVAZIONE DIGITALE

CONSERVAZIONE DIGITALE CONSERVAZIONE DIGITALE Formazione 2016 1 CONSERVAZIONE DIGITALE La conservazione è l attività volta a proteggere nel tempo gli archivi di documenti informatici e i dati. Ha l obiettivo di impedire la perdita

Dettagli

DIGITALIZZAZIONE PA PRINCIPALI ADEMPIMENTI PER GLI ORDINI

DIGITALIZZAZIONE PA PRINCIPALI ADEMPIMENTI PER GLI ORDINI DIGITALIZZAZIONE PA PRINCIPALI ADEMPIMENTI PER GLI ORDINI UNA VERA RIVOLUZIONE DIGITALE UNA VERA E PROPRIA RIVOLUZIONE DIGITALIZZAZIONE DEI PAGAMENTI E DEI PROCEDIMENTI DELLA PA DEMATERIALIZZAZIONE DEI

Dettagli

Sanità 2.0: quali strumenti per le Strutture Sanitarie?

Sanità 2.0: quali strumenti per le Strutture Sanitarie? Materiale didattico - Avv. Silvia Stefanelli Sanità 2.0: quali strumenti per le Strutture Sanitarie? PROFILI GIURIDICI SU DOCUMENTO INFORMATICO E IDENTITÀ DIGITALE Segreteria Organizzativa Via V.Gemito,

Dettagli

Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET

Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET Ordine dei Farmacisti Della Provincia di Livorno Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET Manuale gestore DT-Manuale gestore Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET (per utenti servizio

Dettagli

Questioni teoriche e prassi operativa nel PCT

Questioni teoriche e prassi operativa nel PCT Questioni teoriche e prassi operativa nel PCT Prof. Avv. Giusella Finocchiaro www.studiolegalefinocchiaro.it www.blogstudiolegalefinocchiaro.it Il documento informatico Il quadro normativo (1/2) Percorso

Dettagli

Gestione Documentale e Dematerializzazione: Sample Test

Gestione Documentale e Dematerializzazione: Sample Test : Questo è un sample test che può essere utilizzato da parte dei Candidati che intendono sostenere l esame di certificazione per il modulo Gestione Documentale e Dematerializzazione, di Informatica Giuridica.

Dettagli

GESTIONE DOCUMENTALE E DEMATERIALIZZAZIONE. Syllabus Versione 2.0

GESTIONE DOCUMENTALE E DEMATERIALIZZAZIONE. Syllabus Versione 2.0 GESTIONE DOCUMENTALE E DEMATERIALIZZAZIONE Syllabus Versione 2.0 Informatica Giuridica Modulo 4 Gestione documentale e dematerializzazione (Versione 2.0) Il seguente Syllabus riguarda il Modulo 4 Gestione

Dettagli

Le innovazioni per il digitale nella Pubblica Amministrazione. 23 giugno 2016 Dott. Giovanni Piscolla

Le innovazioni per il digitale nella Pubblica Amministrazione. 23 giugno 2016 Dott. Giovanni Piscolla Le innovazioni per il digitale nella Pubblica Amministrazione 23 giugno 2016 Dott. Giovanni Piscolla 1 Le prossime principali innovazioni per il digitale nella Pubblica Amministrazione Documento Amministrativo

Dettagli

Servizio Conservazione No Problem

Servizio Conservazione No Problem Servizio Conservazione No Problem Guida alla conservazione del Registro di Protocollo Versione 1.0 13 Ottobre 2015 Sommario 1. Accesso all applicazione web... 3 1.1 Autenticazione... 3 2. Conservazione

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 7 marzo 2005, n. 82. Codice dell'amministrazione digitale. Vigente al:

DECRETO LEGISLATIVO 7 marzo 2005, n. 82. Codice dell'amministrazione digitale. Vigente al: DECRETO LEGISLATIVO 7 marzo 2005, n. 82 Codice dell'amministrazione digitale. Vigente al: 19 1 2015 Capo II DOCUMENTO INFORMATICO E FIRME ELETTRONICHE; ((TRASFERIMENTI)), LIBRI E SCRITTURE Sezione I Documento

Dettagli

Registro giornaliero di protocollo

Registro giornaliero di protocollo Registro giornaliero di protocollo Direzione Servizi Informatici e Amministrazione Digitale Normativa relativa al DPR 445/2000, art. 53, comma 3: L'assegnazione delle informazioni nelle operazioni di registrazione

Dettagli

ALLEGATO N. 5. I - Misure di carattere generale

ALLEGATO N. 5. I - Misure di carattere generale ALLEGATO N. 5 Piano di sicurezza informatica relativo alla formazione, gestione, trasmissione, interscambio, accesso e conservazione dei documenti informatici In questo allegato è riportato il piano per

Dettagli

MANUALE DI CONSERVAZIONE

MANUALE DI CONSERVAZIONE Allegato A Unione Territoriale Intercomunale del Torre MANUALE DI CONSERVAZIONE Manuale di Conservazione Pag.2 di 11 Indice 1. Introduzione... 3 2. Rimandi... 4 3. Descrizione del servizio... 5 3.1. Fasi

Dettagli

Spett.le Associazione Italiana Avvocati Tennisti P. Iva Piazza Sturzo, Palermo. c.a. Avvocato Giovanni Rizzo Presidente

Spett.le Associazione Italiana Avvocati Tennisti P. Iva Piazza Sturzo, Palermo. c.a. Avvocato Giovanni Rizzo Presidente Spett.le Associazione Italiana Avvocati Tennisti P. Iva 05522770824 Piazza Sturzo, 40 90139 Palermo c.a. Avvocato Giovanni Rizzo Presidente Roma 17 maggio 2018 OGGETTO: Convenzione 2018-2019 per il servizio

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATICO

PROTOCOLLO INFORMATICO PROTOCOLLO INFORMATICO Linea guida per la gestione del protocollo informatico nell Ordine Ing. Evelina Agostini Pistoia 19 Maggio 2017 REGISTRAZIONE DEL PROTOCOLLO L art. 53 del DPR 445/2000 in materia

Dettagli

CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE D.Lgs. 82/2005 come modificato dal D.Lgs. 235/2010 DOCUMENTO INFORMATICO E FIRME ELETTRONICHE

CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE D.Lgs. 82/2005 come modificato dal D.Lgs. 235/2010 DOCUMENTO INFORMATICO E FIRME ELETTRONICHE CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE D.Lgs. 82/2005 come modificato dal D.Lgs. 235/2010 DOCUMENTO INFORMATICO E FIRME ELETTRONICHE Art.1 c 1 DEFINIZIONE DI DOCUMENTO INFORMATICO p) DOCUMENTO INFORMATICO:

Dettagli

PRODUZIONE DI DOCUMENTI INFORMATICI CON VALORE LEGALE

PRODUZIONE DI DOCUMENTI INFORMATICI CON VALORE LEGALE PRODUZIONE DI DOCUMENTI INFORMATICI CON VALORE LEGALE Documento informatico 2 Art 40 comma 1 CAD: Le pubbliche amministrazioni formano gli originali dei propri documenti con mezzi informatici secondo le

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it

Dettagli

MANUALE DI CONSERVAZIONE

MANUALE DI CONSERVAZIONE MANUALE DI CONSERVAZIONE Manuale di Conservazione Pag.2 di 11 Indice 1. Introduzione... 3 2. Rimandi... 4 3. Descrizione del servizio... 5 3.1. Fasi del servizio di... 5 3.2. Affidatari del Servizio e

Dettagli

Manuale di Conservazione SInCRO

Manuale di Conservazione SInCRO Manuale di Conservazione SInCRO Versione 2015 NewS Fattura PA - Indice Generale 1. Premessa...3 1.1 Fattura Elettronica...3 1.2 Riferimenti Normativi...3 1.2.1 Disposizioni riguardanti la conservazione

Dettagli

La conservazione della fattura elettronica a cura del ParER

La conservazione della fattura elettronica a cura del ParER La conservazione della fattura elettronica a cura del ParER Sommario Riferimenti normativi Oggetti sottoposti a conservazione Processo di conservazione - Attività preliminari - Fasi - Tempistiche Consultazione

Dettagli

Page 1/17

Page 1/17 GESTIONE DELLA PROFESSIONE E SOFTWARE, Nuove tecnologie e Studio digitale La promessa del cloud di Redazione GESTIONE DELLA PROFESSIONE E SOFTWARE, Nuove tecnologie e Studio digitale La trasmissione telematica

Dettagli

ALLEGATO B GLOSSARIO AGID. Archivio corrente. Archivio di deposito. Archivio storico. Archivio aggregato. Area Organizzativa Omogenea (AOO)

ALLEGATO B GLOSSARIO AGID. Archivio corrente. Archivio di deposito. Archivio storico. Archivio aggregato. Area Organizzativa Omogenea (AOO) ALLEGATO B GLOSSARIO AGID L'Agenzia per l'italia Digitale (AGID) ha il compito di garantire la realizzazione degli obiettivi dell Agenda digitale italiana (in coerenza con l Agenda digitale europea) e

Dettagli

Perugia, 13 settembre Avv. Maurizio Reale

Perugia, 13 settembre Avv. Maurizio Reale Le notifiche degli avvocati tramite PEC La conservazione a norma del documento informatico Perugia, 13 settembre 2017 Avv. Maurizio Reale COSA DOBBIAMO CONSERVARE? COSA POSSIAMO CONSERVARE? PERCHE DOBBIAMO

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA E CONSERVAZIONE

FATTURA ELETTRONICA E CONSERVAZIONE 1 FATTURAZIONE ELETTRONICA OBBLIGATORIA Messina 6 7 e 8 giugno 2018 FATTURA ELETTRONICA E CONSERVAZIONE prof. avv. Benedetto Santacroce 2 D.M. 17.6.2014 (in sostituzione D.M. 23.1.2004) A FINI TRIBUTARI

Dettagli

Provincia autonoma di Trento Soprintendenza per i Beni culturali Ufficio Beni archivistici, librari e Archivio provinciale

Provincia autonoma di Trento Soprintendenza per i Beni culturali Ufficio Beni archivistici, librari e Archivio provinciale Provincia autonoma di Trento Soprintendenza per i Beni culturali Ufficio Beni archivistici, librari e Archivio provinciale LINEE GUIDA PER LA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI PRODOTTI DALLE AMMINISTRAZIONI

Dettagli

Scheda Servizi Piattaforma Hub Agyo

Scheda Servizi Piattaforma Hub Agyo Scheda Servizi Piattaforma Hub Agyo Versione 2.0 del 26/04/2017 1. Scopo ed efficacia della Scheda Servizi Hub Agyo La presente Scheda Servizi Hub forma parte integrante e sostanziale del Contratto che

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI MANUALE DELLA CONSERVAZIONE

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI MANUALE DELLA CONSERVAZIONE COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI MANUALE DELLA CONSERVAZIONE 1 INDICE GENERALE: 1. Scopo del documento 3 2. Modello organizzativo dell Ente 3 3. Competenze e responsabilità 4 3.1. Responsabile

Dettagli

Oggetto: PROCEDURA INTEROPERABILITA DEI SISTEMI DI PROTOCOLLO INFORMATICO E SEGNATURA XML.

Oggetto: PROCEDURA INTEROPERABILITA DEI SISTEMI DI PROTOCOLLO INFORMATICO E SEGNATURA XML. A tutti i CONSERVATORI DI MUSICA A tutte le ACCADEMIE DI BELLE ARTI A tutte le I.S.I.A. A tutti gli ISTITUTI SUPERIORI DI STUDI MUSICALI A tutti gli Istituti Pareggiati Roma, 06/03/2017 Comunicazione n.12/ammin.

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA

FATTURAZIONE ELETTRONICA FATTURAZIONE ELETTRONICA Fatturazione Elettronica Introduzione Cosa cambia dal 01/01/2019 La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto l obbligo della fatturazione elettronica sia nelle relazioni commerciali

Dettagli

AGENDA DIGITALE DEGLI ORDINI PROFESSIONALI PRINCIPALI ADEMPIMENTI. ANGELA FICHERA Ufficio Relazioni Istituzionali e Coordinamento Ordini territoriali

AGENDA DIGITALE DEGLI ORDINI PROFESSIONALI PRINCIPALI ADEMPIMENTI. ANGELA FICHERA Ufficio Relazioni Istituzionali e Coordinamento Ordini territoriali AGENDA DIGITALE DEGLI ORDINI PROFESSIONALI PRINCIPALI ADEMPIMENTI ANGELA FICHERA Ufficio Relazioni Istituzionali e Coordinamento Ordini territoriali 1 ART. 12 CAD NORME GENERALI PER L'USO DELLE TECNOLOGIE

Dettagli

BOZZA Pagina 1 di 12

BOZZA Pagina 1 di 12 Schema di D.P.C.M. gg.mm.aaaa Regole tecniche per il protocollo informatico ai sensi degli articoli 40-bis, 41, 47, 57-bis e 71, del Codice dell amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n.82

Dettagli

Fatturazione elettronica a soggetti privati (B2B e B2C) Napoli, 28 gennaio 2019

Fatturazione elettronica a soggetti privati (B2B e B2C) Napoli, 28 gennaio 2019 Fatturazione elettronica a soggetti privati (B2B e B2C) Napoli, 28 gennaio 2019 Il Sistema di Interscambio (SDI) La fattura a privati I nuovi adempimenti Dal 1 gennaio 2019 scatta l obbligo dell invio

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 273 09.09.2016 Unico: la conservazione elettronica Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico A cura di Devis Nucibella In Unico 2016 i contribuenti

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 - "Regole tecniche per il protocollo informatico ai sensi degli articoli 40-bis, 41, 47, 57-bis e 71, del Codice dell amministrazione digitale

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI P R E S S O I L M I N I S T E R O D E L L A G I U S T I Z I A 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39

Dettagli

SEP. Modulo Protocollo

SEP. Modulo Protocollo SEP Modulo Protocollo II Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 3 dicembre 2013 concernente le "Regole tecniche per il protocollo informatico, articolo 3, comma 1, lettera d), prevede l'adozione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it

Dettagli

LE MODIFICHE AL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE. Giovanni MANCA. 10 maggio 2017 (MISE ROMA)

LE MODIFICHE AL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE. Giovanni MANCA. 10 maggio 2017 (MISE ROMA) LE MODIFICHE AL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE. Giovanni MANCA 10 maggio 2017 (MISE ROMA) Argomenti Cenni sul nuovo CAD e coordinamento con il Regolamento eidas. Profili organizzativi e di sicurezza:

Dettagli

Legislazione sulla conservazione sostitutiva dei documenti nella gestione dei rifiuti

Legislazione sulla conservazione sostitutiva dei documenti nella gestione dei rifiuti Legislazione sulla conservazione sostitutiva dei documenti nella gestione dei rifiuti Paolo Pipere Esperto di Diritto dell Ambiente Segretario nazionale Associazione Italiana Esperti Ambientali (Ass.I.E.A.)!

Dettagli

Lo switch-off al digitale è possibile - Il documento elettronico e la sua conservazione alla luce della recente normativa

Lo switch-off al digitale è possibile - Il documento elettronico e la sua conservazione alla luce della recente normativa Lo switch-off al digitale è possibile - Il documento elettronico e la sua conservazione alla luce della recente normativa Soluzioni tecniche S.A. Ocone Impegno per la dematerializzazione In linea con le

Dettagli

MAW DOCUMENT MANAGEMENT. Sistema di Gestione Documentale per Aziende e Pubbliche Amministrazioni

MAW DOCUMENT MANAGEMENT. Sistema di Gestione Documentale per Aziende e Pubbliche Amministrazioni MAW DOCUMENT MANAGEMENT Sistema di Gestione Documentale per Aziende e Pubbliche Amministrazioni Cos è MDM! mdm (Maw Document Management) è la soluzione di Enterprise Content Management, per la gestione

Dettagli

NORMATIVA DI ARCHIV.IO

NORMATIVA DI ARCHIV.IO NORMATIVA DI ARCHIV.IO Sommario Perché Archiv.IO garantisce la conservazione dei tuoi documenti con validità legale?... 3 Ma sono obbligato a conservare la copia cartacea?... 5 Perché Archiv.IO garantisce

Dettagli

CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE - D. LGS. 82/2005 AGGIORNATO AL D. LGS. 179/2016 PROTOCOLLO INFORMATICO

CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE - D. LGS. 82/2005 AGGIORNATO AL D. LGS. 179/2016 PROTOCOLLO INFORMATICO CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE - D. LGS. 82/2005 AGGIORNATO AL D. LGS. 179/2016 PROTOCOLLO INFORMATICO Corso di formazione per gli uffici dello Stato Archivio di Stato di Milano, 13 settembre 2017

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATICO E SERVIZI ON LINE. GLI ADEMPIMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIGITALE

DOCUMENTO INFORMATICO E SERVIZI ON LINE. GLI ADEMPIMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIGITALE DOCUMENTO INFORMATICO E SERVIZI ON LINE. GLI ADEMPIMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIGITALE Contenuti Premessa e obiettivi L ampia diffusione delle tecnologie dell informazione e comunicazione sta

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it

Dettagli

DISPOSIZIONI NEL MANUALE DI GESTIONE PER LA FORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DELL ARCHIVIO DIGITALE

DISPOSIZIONI NEL MANUALE DI GESTIONE PER LA FORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DELL ARCHIVIO DIGITALE Prof. Stefano Pigliapoco DISPOSIZIONI NEL MANUALE DI GESTIONE PER LA FORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DELL ARCHIVIO DIGITALE piglias@gmail.com Gestione informatica dei documenti e archiviazione digitale Riferimenti

Dettagli

Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET

Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET Ordine dei Farmacisti delle Province di Vercelli e Biella Via A.Bodo, n.16 13100 Vercelli - tel.0161/215679 - fax 0161/605417 e-mail: ordinevc.bi@tin.it - pec: ordinefarmacistivc@pec.fofi.it sito: www.fofi.it/ordinevc

Dettagli

La fatturazione elettronica

La fatturazione elettronica La fatturazione elettronica DAL 1 GENNAIO 2019 OGNI AZIENDA DOVRÀ INVIARE E RICEVERE LE FATTURE IN FORMATO ELETTRONICO Dopo la prima fase riservata solamente alle fatture verso la PA, diventa obbligatoria

Dettagli

ROMA, 11 luglio 2018 Avv. Ernesto Belisario FATTURAZIONE ELETTRONICA E GESTIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI: OBBLIGHI NORMATIVI E PROFILI GIURIDICI

ROMA, 11 luglio 2018 Avv. Ernesto Belisario FATTURAZIONE ELETTRONICA E GESTIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI: OBBLIGHI NORMATIVI E PROFILI GIURIDICI ROMA, 11 luglio 2018 Avv. Ernesto Belisario DOCUMENTI INFORMATICI: OBBLIGHI NORMATIVI E PROFILI GIURIDICI IL FUTURO E ARRIVATO LA FATTURAZIONE ELETTRONICA EVOLUZIONE DELLA FE GIUGNO 2014: obbligo di FE

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA 2019

FATTURAZIONE ELETTRONICA 2019 FATTURAZIONE ELETTRONICA 2019 Il contesto normativo La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto: l obbligo di fatturazione elettronica tra soggetti residenti, stabiliti o identificati in Italia; la comunicazione

Dettagli

SEZIONE V REGISTRAZIONE DEI DOCUMENTI

SEZIONE V REGISTRAZIONE DEI DOCUMENTI SEZIONE V REGISTRAZIONE DEI DOCUMENTI Articolo 19 Documenti soggetti a registrazione di protocollo I documenti ricevuti e prodotti dagli uffici utente, indipendentemente dal supporto sul quale sono formati,

Dettagli

DOCUMENTI A RILEVANZA FISCALE

DOCUMENTI A RILEVANZA FISCALE Regolamento eidas 910/2014/UE. Impatto sulla normativa italiana. Euronot@ries - Centro Congressi Roma Eventi 1 dicembre 2014 DOCUMENTI A RILEVANZA FISCALE Relatore: prof. avv. Benedetto Santacroce Santacroce-Procida-Fruscione

Dettagli

MAW DOCUMENT MANAGEMENT. Sistema di Gestione Documentale per Aziende e Pubbliche Amministrazioni

MAW DOCUMENT MANAGEMENT. Sistema di Gestione Documentale per Aziende e Pubbliche Amministrazioni MAW DOCUMENT MANAGEMENT Sistema di Gestione Documentale per Aziende e Pubbliche Amministrazioni Cos è MDM! mdm (Maw Document Management) è la soluzione di Enterprise Content Management, per la gestione

Dettagli

COMUNE DI POMPIANO Provincia di Brescia

COMUNE DI POMPIANO Provincia di Brescia COMUNE DI POMPIANO Provincia di Brescia DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N 3 del 19/01/2016 OGGETTO: INDIVIDUAZIONE DEL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE AI SENSI DEL D.P.C.M. 03.12.2013, "REGOLE

Dettagli

GLI STRUMENTI DEL PCT: FIRMA DIGITALE E POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

GLI STRUMENTI DEL PCT: FIRMA DIGITALE E POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA GLI STRUMENTI DEL PCT: FIRMA DIGITALE E POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Ing. Francesca Merighi Coordinatore Area Tematica Infrastrutture tecnologiche e servizi di base Gdl Ingegneri dell Informazione Ordine

Dettagli