Via M.E. Lepido, BOLOGNA - Casella Postale 4052 BorgoPanigale. Telefono: Fax: WEB:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Via M.E. Lepido, 182-40132 BOLOGNA - Casella Postale 4052 BorgoPanigale. Telefono: 051 404140 - Fax: 051 402040 - WEB: www.ducatienergia."

Transcript

1 Via M.E. Lepido, BOLOGNA - Casella Postale 4052 BorgoPanigale Telefono: Fax: WEB: MACH-DAT/S 2 MANUALE UTENTE 01/01 A

2 Indice 1. INTRODUZIONE: ARCHITETTURA DEL SISTEMA Interconnessioni di sistema DESCRIZIONE DELLO STRUMENTO DESCRIZIONE FUNZIONALE Guida all'uso dello strumento Posizionamento dello strumento Collegamento dei cavi di alimentazione Pagine visualizzate sul display del MACH-DAT/S MENU di CONFIGURAZIONE UTENTE (Main Setup) MENU DI SETUP degli ALLARMI ELENCO GRANDEZZE PROGRAMMABILI PARAMETRI DI DEFAULT CARATTERISTICHE TECNICHE e INTERFACCIA MODEM CARATTERISTICHE Normativa applicata Varie NOTE SUL PROTOCOLLO COMUNICAZIONE RS NOTE SUL PROTOCOLLO COMUNICAZIONE RS Pacchetti di richiesta dati Pacchetti di setup i

3 1. INTRODUZIONE: La DUCATI energia s.p.a., proseguendo un programma di sempre maggiore partecipazione nel settore del risparmio energetico, ha realizzato il MACH-DAT/S 2 che, utilizzato assieme agli analizzatori da quadro MACH 30 (trifase), MACH 20 (monofase) e MACHSMART permette la raccolta locale dei dati e il successivo trasferimento ad un PC (Host), per mezzo dell interfaccia seriale RS232 sul frontale dello strumento, usando un collegamento diretto o via modem. Questa scelta rappresenta il consolidamento di una presenza nel campo dei controlli industriali, attraverso una linea di prodotti e sistemi di alto contenuto tecnologico e sinergici con le problematiche tradizionali dell'azienda. Il MACH-DAT/S 2 è stato progettato e realizzato per l'impiego nei quadri di distribuzione della energia elettrica in bassa tensione in abbinamento con gli strumenti da quadro della famiglia MACH. 1

4 2. ARCHITETTURA DEL SISTEMA Nella figura seguente è illustrato lo schema di sistema del MACH-DAT/S 2 FIG 1 - Architettura del sistema 2

5 2.1 Interconnessioni di sistema. FIG 2 - Interconnessioni di sistema. L interfaccia seriale RS 485 permette di collegare fino ad un massimo di 98 MACH, di cui sei, quelli da monitorare con salvataggio dei dati, devono avere l indirizzo consecutivo da 1 a 6. Il collegamento, se realizzato con cavo schermato Belden, può arrivare fino ad un chilometro (lunghezza totale). Per ulteriori dettagli sul collegamento seriale si consulti il manuale utente degli strumenti della famiglia MACH. 3

6 3. DESCRIZIONE DELLO STRUMENTO DUCATI energia s.p.a. FIG 3 - Vista prospettica dello strumento. Il MACH-DAT/S 2 si presenta in un contenitore serie Europa (9 moduli) fissabile direttamente su profilo DIN 35 mm. FIG 4 - Vista frontale dello strumento. Il MACH-DAT/S 2 presenta frontalmente un display alfanumerico a cristalli liquidi di 2 righe per 16 colonne ed i due tasti. 4

7 Il menù a disposizione dell'utente permette di: a) selezionare il numero di MACH collegati, per la memorizzazione dei valori misurati; b) selezionare le grandezze da memorizzare; c) programmare la cadenza di memorizzazione; d) programmare gli allarmi; e) programmare l uso del modem o del cavo per il collegamento diretto; f) programmare data ed ora. Morsettiera FIG 5 - Morsettiera dello strumento. Da sinistra a destra sono indicate le seguenti sezioni : 1. Alimentazione Comprende tre terminazioni a vite tramite le quali è possibile alimentare lo strumento a 220 Volt oppure a 110 Volt (±10%) come sarà illustrato in seguito (vedi Cap.4.1.2). 2. Linea seriale RS 485: Comprende tre terminazioni a vite a cui collegare il cavo proveniente dalla rete dei MACH (A) e (B). Normalmente per la linea seriale si utilizza un cavo schermato costituito da due fili twistati e circondati da una calza conduttrice che ha la funzione di schermo elettromagnetico. Sono state effettuate anche prove con normale cavo telefonico instaurando un collegamento efficiente su una lunghezza di 200m. 3. Linea seriale RS 232 : Permette di collegare il MACH-DAT/S 2 ad un computer, o direttamente sulla linea seriale (cable) o attraverso una linea telefonica commutata (modem). Il modem può essere anche di tipo GSM (WM02 distribuito da Ducati energia). 5

8 4. DESCRIZIONE FUNZIONALE Le operazioni previste sono: acquisizione e memorizzazione delle grandezze misurate dai MACH, attraverso l interfaccia RS485; le grandezze da acquisire vengono programmate nel MACH-DAT/S 2. In questo caso il led verde lampeggia; trasferimento, attraverso l interfaccia RS232, dei dati memorizzati nel MACH-DAT/S 2 ad un PC per l analisi. A seguito di un corretto trasferimento dei dati, la memoria del MACH- DAT/S 2 viene liberata. In questo caso il led rosso è acceso, ed il led verde lampeggia; programmazione del MACH-DAT/S 2 (Setup), il led rosso è acceso; funzione di trasparenza: è possibile leggere direttamente sul computer (Host) il dati acquisiti dai MACH (al max 98) presenti in rete, in altre parole il MACH-DAT/S 2 si comporta da interfaccia RS232 - RS485. Quando è attiva questa funzione, l acquisizione dati dai MACH non è attiva. funzione di chiamata remota in caso di allarme: sul MACH-DAT/S 2 viene impostata una stringa che contiene la programmazione del modem ed il numero di telefono da chiamare. Grazie a questa funzione, quando il MACH-DAT rileva l attivazione e/o la disattivazione di almeno una uscita presente nei MACH 30, memorizza e comunica al PC le seguenti informazioni: a. identificativo del MACH-DAT/S 2 chiamante; b. indirizzo del MACH che ha attivato/disattivato l allarme; c. numero di allarme attivato/disattivato (da 1 a 4); d. stato dell allarme e. data/ora di attivazione/disattivazione allarme. Nel caso non fosse possibile la connessione telefonica, il MACH-DAT/S 2 è in grado di memorizzare in un buffer circolare fino ad un massimo di venti attivazioni/disattivazioni; e comunque riprova per tre volte la chiamata, con un intervallo di tempo che di default è posto a 5 minuti, ma che è impostabile, via linea seriale, in un range compreso fra 1 e 10 minuti. Inoltre se durante lo scambio dei dati (lungo la linea telefonica) si interrompe il collegamento, i dati non trasferiti restano disponibili per la successiva chiamata che dovrà essere eseguita dal PC. In alternativa è possibile, qualora si usi un modem GSM i, programmare lo strumento in modo che alla variazione di stato di un allarme invii un messaggio SMS ad un telefono cellulare. Il cellulare con il numero di telefono specificato riceverà un messaggio indicante: a. identificativo del MACH-DAT/S 2 chiamante; b. indirizzo del MACH che ha attivato/disattivato l allarme; c. numero di allarme attivato/disattivato (da 1 a 4); d. stato dell allarme e. data/ora di attivazione/disattivazione allarme. i Wavecom WM02, disponibile da Ducati energia. Contattate la vostra compagnia di telefonia mobile per assicurarvi che la vostra scheda telefonica sia abilitata alla trasmissione dati. 6

9 È possibile programmare per ciascuno dei 6 MACH quale allarme determina la chiamata immediata. Se questa operazione non è eseguita, il MACH-DAT/S 2 effettuerà la chiamata solamente quando la memoria riservata al salvataggio degli allarmi è piena al 60% (cioè quando sono stati registrati almeno 12 allarmi dei 20 disponibili). In caso di connessione telefonica il MACH-DAT/S 2 effettua 3 tentativi di chiamata prima di abortire l operazione. Quando lo strumento rileva un cambiamento di un allarme, il led rosso lampeggia. La chiamata non è eseguita se la stringa di inizializzazione del modem non è programmata. funzione di chiamata remota per trasferimento dati. Nel MACH-DAT S 2 può essere programmato un secondo numero di telefono, da chiamare per effettuare il trasferimento dei dati acquisiti dai MACH. In questo caso viene programmato, oltre al numero di telefono, anche quando deve essere effettuata la prima chiamata, ed il periodo di ripetizione (in giorni). In caso di problemi la chiamata viene ripetuta tre volte, con un intervallo di attesa tra una chiamata e l'altra programmabile da 3 a 10 minuti. Si osservi che è responsabilità dell'utente evitare collisioni tra le chiamate: se più MACH-DAT/S 2 fanno capo allo stesso numero di telefono, devono essere programmati in modo da evitare che le chiamate vengano effettuate nello stesso momento. Nel caso in cui sia programmata l'acquisizione ai 15 minuti dell'ora, il MACH-DAT/S 2 controlla l'ora di chiamata programmata e, nel caso sia vicina al momento di acquisizione, la posticipa per evitare il rischio di perdere l'acquisizione. ii ii Si noti che quando il Mach-Dat/S2 è in connessione col Pc, non può effettuare acquisizioni dagli analizzatori in quanto la linesa seriale è impegnata. 7

10 4.1 Guida all'uso dello strumento Per facilitare l'installazione dello strumento vengono nel seguito evidenziate le necessarie operazioni per il posizionamento dello strumento Posizionamento dello strumento Il posizionamento dello strumento sulla guida DIN è agevolmente realizzabile inserendo la sua scanalatura laterale nel profilato metallico ed avanzando fino all'arresto meccanico. Si abbassa, poi, di qualche mm. il gancio di plastica nera situato alla base del pannello di appoggio dello strumento stesso con l'ausilio di un giravite ( si veda la figura seguente), si spinge verso il profilato, si rilascia il gancio e si ottiene l'incastro definitivo : FIG 6 - Fissaggio su guida D.I.N Collegamento dei cavi di alimentazione Per alimentare lo strumento si può utilizzare la tensione di 220 V ± 10 % (45 65 Hz) oppure la tensione di 110 V ± 10% ( Hz) utilizzando cavi con sezione massima di 1,5 mm². Lo strumento deve essere alimentato usando la morsettiera di sinistra: i primi 3 morsetti servono per portare la tensione a 220 V o a 110 V, ed il neutro. 220 V 110 V Neutro Si tenga presente che lo strumento non è dotato di fusibile di protezione sull'alimentazione e deve, perciò, essere protetto a cura dell'installatore con fusibile esterno da 0,1 A tipo T. 8

11 4.2 Pagine visualizzate sul display del MACH-DAT/S 2 DUCATI energia s.p.a. All accensione dello strumento, sul visore a cristalli liquidi comparirà la pagina del logo "DUCATI energia s.p.a." e della versione del software: DUCATI Vx.yy energia S.p.A. FIG 7 - Pagina del logo e della versione software. Poiché per default il MACH-DAT/S 2 prevede l utilizzo del modem, esso cercherà di inizializzare il modem; per questo motivo comparirà la seguente pagina: Init modem, press * to use cable FIG 8 - Pagina inizializzazione del modem per saltare la inizializzazione è sufficiente premere il tasto [*]. E bene precisare che, se per ipotesi all accensione lo strumento ha inizializzato il modem, è comunque possibile effettuare successivamente il collegamento diretto con un computer (sostituendo quindi il modem con un cavo seriale che collega lo strumento al computer). Subito dopo verrà presentata all'operatore la pagina dell ora: DUCATI 20:33:05 energia S.p.A. FIG 9 - Pagina del logo e dell ora. e premendo il tasto [M] si visualizzeranno successivamente le seguenti pagine: DUCATI 06/30/97 energia m d y FIG 10 - Pagina del logo e della data. in cui la data è espressa nel formato mese/giorno/anno. 9

12 7 min to Store FIG 11 - Pagina del tempo residuo alla prossima acquisizione in cui viene indicato il tempo mancante alla prossima memorizzazione dei dati; 2114 Av. Records 22 Offline days FIG 12 - Pagina con l'indicazione dello spazio libero in memoria in cui vengono indicati il numero di acquisizioni possibili (2114) e il conseguente numero di giorni di autonomia (22); 154 Records 14 Alarms FIG 13 - Pagina con il numero di records memorizzati in cui vengono indicati il numero di acquisizioni (154) e il numero di allarmi (14) presenti in memoria; Next call at: 12:00 11/02/00 FIG 14 - pagina della prossima chiamata in cui viene indicata la data (11/02/00, nel formato giorno/mese/anno) e l'ora (12:00) della prossima chiamata che verrà effettuata verso il PC. L'indicazione "--:-- --/--/-- " mostra che non sono state programmate chiamate verso il PC. MACH 1:Y 2:N 3:- link 4:Y 5:- 6:N FIG 15 - Pagina di stato del collegamento 10

13 in cui viene visualizzato lo stato del collegamento con i MACH di cui vengono memorizzati i dati. A fianco di ogni indirizzo viene visualizzato: Y se a quell'indirizzo è stato configurato un MACH e sta rispondendo correttamente; N se a quell'indirizzo è stato configurato un MACH ma non sta rispondendo (il cavo è interrotto o nessun MACH ha l'indirizzo in oggetto); - se a quell'indirizzo non è stato configurato un MACH Nella esempio di FIG. 15 sono configurati 4 strumenti, agli indirizzi 1,2, 4 e 6; i MACH di indirizzo 2 e 6 non stanno rispondendo. Nel caso vengano programmati per errore due MACH con lo stesso indirizzo, in questa pagina si vedrà lo stato di tale indirizzo cambiare continuamente tra Y e N. Main Setup? N Y FIG 16 - Pagina per entrare nel SETUP quindi viene presentata la richiesta di SETUP, che verrà discussa nel prossimo capitolo. Infine viene presentata la seguente pagina: Alarm Setup? N Y FIG 17 - Pagina per entare nel SETUP ALLARMI Premendo ulteriormente il tasto [M] si ritornerà alla pagina relativa al logo e all ora. Premendo il tasto [*] si entra nel menù degli Allarmi: vedi Cap.5.1 per le relative istruzioni sugli Allarmi. Infine quando il MACH-DAT/S 2 è connesso con un PC (via modem o cavo), sul display del medesimo compare la scritta: Connected with host FIG 18 - Pagina di stato della connessione al PC 11

14 5. MENU di CONFIGURAZIONE UTENTE (Main Setup) Per ogni parametro viene indicato il valore di default e tra parentesi l'intervallo possibile. MENU DI CONFIGURAZIONE : 1. Numero di MACH collegabili (1 6) : 1; 2. Grandezze selezionate (max 9); 3. Cadenza di memorizzazione (1 60 ): 15'; 4. Programmazione chiamata su allarmi (priorità allarmi): nessun allarme programmato; 5. Programmazione tipo di collegamento usato (modem o cavo): modem; 6. Programmazione data ed ora; Entrati nel menù di configurazione (Fig.16), se entro 60 secondi non vengono effettuate operazioni lo strumento ritorna automaticamente nella pagina di data ed ora. Quando ci si trova nella pagina descritta in Fig. 16, è possibile attivare la procedura di setup. (Si noti che il led rosso rimane acceso durante le operazioni di setup.) Se viene premuto il tasto [*] significa che l utente ha intenzione di riprogrammare lo strumento, a questo punto la pagina che viene presentata è la seguente: Clear Memory? N Y FIG 19 - Pagina per cancellare tutti i records dalla memoria Premendo il tasto [*] viene resettata l area di memoria dati, ovvero vengono cancellati tutti i dati acquisiti fino a quel momento. Premendo invece il tasto [M] l area di memoria dati non viene toccata. Default Setup? N Y FIG 20 - Pagina per riportare i paramentri di setup al valore di default Se l utente preme il tasto [M] indica che non vuole programmare lo strumento con la configurazione di default, viceversa se preme il tasto [*] vuol dire che intende programmare lo strumento con la configurazione di default, nel qual caso le pagine successive sono unicamente quelle relative al settaggio della data e ora. Premendo il tasto [M] si entra nel menù di configurazione. 12

15 Dentro ogni pagina l'operatore potrà variare i valori di un campo utilizzando il tasto [*] e memorizzare con il tasto [M]. Le pagine di configurazione sono le seguenti: Connected MACHS >1:Y< 2:N 3:N FIG 21 - Pagina per la selezione dei Mach da acquisire la pressione del tasto[*] permette di cambiare la impostazione da N a Y e viceversa, mentre il tasto [M] permette di passare al campo successivo (p.e. da 1:N a 2:N, dove il numero individua l indirizzo del MACH). Il campo che viene editato è individuato dai caratteri > e <. Il passaggio alla pagine successive è al solito regolato dalla pressione del tasto [M]. Dopo aver abilitato o disabilitato il sesto MACH, la pagina successiva è quella relativa alle grandezze da memorizzare: Recorded Measures: 1 >V31< V23 V12 FIG 22 - Pagina per la selezione delle grandezze da acquisire in cui il numero sulla sinistra (in figura precedente è 1) è un progressivo che indica numericamente la misura, in base a quanto visto questo progressivo andrà da 1 a 9. Quindi per settare le nove grandezze, lo strumento presenterà tre pagine (una per ogni gruppo di tre grandezze). La scelta della grandezza viene effettuata premendo il tasto [*], mentre l incremento del numero è realizzato premendo il tasto [M]. Una volta stabilite le grandezze da acquisire la pagina che viene proposta è quella relativa al settaggio della cadenza di memorizzazione: Storage Time: 15 min FIG 23 - Pagina per la selezione dell'intervallo di acquisizione Il numero che appare sulla seconda linea viene incrementato di 1 ad ogni pressione del tasto [*]. 13

16 E' possibile programmare l'intervallo di acquisizione in modo che questa avvenga ai 15 minuti dell'ora, cioè ad esempio alle 12.00, 12.15, e Nel caso non sia possibile eseguire un'acquisizione si passa al quarto d'ora successivo: in questo modo l'acquisizione rimane sempre sincronizzata e prevedibile. Per programmare questa modalità di acquisizione, continuare a premere il tasto [*] fino a 60, premendo un'altra volta verrà visualizzato 15* ad indicare che è stata attivata la modalità 15 minuti sincroni. Premendo un'altra volta [*] si torna ad 1, e alla modalità di acquisizione standard. Si osservi che è anche disponibile l'acquisizione ogni 15 minuti in modo non sincrono (sul display viene visualizzato 15 ): in questo caso l'esecuzione dell'acquisizione non è predeterminata, è solo garantito che avverrà ogni 15 minuti. Le due pagine successive permettono di impostare rispettivamente la velocità (Baud) della RS485 e della RS232: RS485 Baud = 9600 Dta =8 Py =0 Stp=1 FIG 24 - Parametri per la linea Rs 485 (Mach) dove: Dta= lunghezza dato in bit, Py= bit di parità, Stp= bit di stop. In particolare, per la RS485 con i seguenti valori: 9600, 4800, 2400; RS232 Baud = 9600 Dta =8 Py =0 Stp=1 FIG 25 - Paramentri per la linea Rs 232 (PC o modem) a per la RS232, con i seguenti valori: 9600, E da notare che, dopo aver cambiato la velocità di comunicazione della interfaccia RS232, dopo aver terminato la fase di setup lo strumento deve essere spento e riacceso affinchè la configurazione della velocità diventi attiva. A questo punto è possibile impostare il tipo di collegamento (modem o cavo): Connected with modem: Y cable: N FIG 26 - Selezione della connessione con il PC host Si tenga presente che benchè possa sembra che funzioni col cavo anche quando programmato in modo modem e viceversa, configurare il modo modem quando è effettivamente usato è molto importante per le seguenti ragioni: 14

17 In modo modem viene attivata una protezione per cui in caso di silenzio prolungato il Mach- Dat/S2 abbatte il collegamento (questo per evitare che per qualunque problema la linea telefonica resti erroneamente impegnata per un tempo indefinito). Viene inviata la stringa di inizializzazione al modem che altrimenti resterebbe non programmato. Infine si noti che quando viene variata la modalità da Cavo a Modem, all'uscita dal setup viene subito inviata la stringa di inizializzazione al modem: il Mach-Dat/S2 sembra che resti bloccato per un istante che sarà un tempo più lungo se il modem non è collegato, è spento o comunque non risponde. Dopo aver premuto [M] compare la pagina di impostazione di data e ora: TIME DATE 03 16>99< FIG 27 - Pagina di impostazione data e ora Premendo il tasto [*] viene incrementato il valore del campo racchiuso dai simboli > <. Il tasto [M] consente di passare al campo di data e ora successivo. 15

18 5.1 MENU DI SETUP degli ALLARMI. Nel caso l utente voglia impostare la priorità sugli allarmi, dovrà rispondere Y nel menù di Fig.17. Programmare la Priorità Allarmi significa che il MACH-DAT/S2 effettuerà la chiamata al PC appena un allarme subisce una variazione. É possibile attivare/disattivare la priorità degli allarmi: Call on MACH x OUTy k k k k FIG 28 - Pagina degli Allarmi dove x rappresenta l indirizzo del MACH di cui si stanno programmando gli allarmi, e può assumere valori compresi fra 1 e 6 fra quelli confugurati; y è il numero di uscita su cui si sta operando (y può assumere valori compresi fra 1 e 4). I 4 k sulla destra indicano lo stato di priorità delle 4 uscite (N= no, Y= sì). Se si desidera che il MACH-DAT/S 2 effettui una chiamata al PC all attivazione/disattivazione di un allarme, la priorità deve essere programmata ad Y, altrimenti deve essere lasciata a N. Il cursore si muove solo fra i 4 "k" e l'indicazione "y" è aggiornata automaticamente: la variazione del valore avviene come al solito premendo il tasto [*], mentre per cambiare campo è necessario premere il tasto [M]. Una volta scandite le quattro uscite, premendo ancora [M] si passa automaticamente al Mach successivo, se configurato. N.B.: la programmazione dei parametri per la chiamata in caso di allarme può essere effettuata solo tramite collegamento seriale. 16

19 6. ELENCO GRANDEZZE PROGRAMMABILI FRE Frequenza ΣV Tensione equivalente trifase ΣI Corrente equivalente trifase ΣC Fattore di potenza equivalente trifase V1 Tensione di linea 1 V2 Tensione di linea 2 V3 Tensione di linea 3 I1 Corrente di linea 1 I2 Corrente di linea 2 I3 Corrente di linea 3 W1 Potenza attiva linea 1 W2 Potenza attiva linea 2 W3 Potenza attiva linea 3 A1 Potenza apparente linea 1 A2 Potenza apparente linea 2 A3 Potenza apparente linea 3 R1 Potenza reattiva linea 1 R2 Potenza reattiva linea 2 R3 Potenza reattiva linea 3 C1 Fattore di potenza linea 1 C2 Fattore di potenza linea 2 C3 Fattore di potenza linea 3 ΣW Potenza attiva equivalente trifase ΣA Potenza apparente equivalente trifase ΣR Potenza reattiva equivalente trifase WX1 Potenza attiva massima linea 1 WX2 Potenza attiva massima linea 2 WX3 Potenza attiva massima linea 3 AX1 Potenza apparente massima linea 1 AX2 Potenza apparente massima linea 2 AX3 Potenza apparente massima linea 3 17

20 RX1 Potenza reattiva massima linea 1 RX2 Potenza reattiva massima linea 2 RX3 Potenza reattiva massima linea 3 WM1 Potenza attiva media linea 1 WM2 Potenza attiva media linea 2 WM3 Potenza attiva media linea 3 AM1 Potenza apparente media linea 1 AM2 Potenza apparente media linea 2 AM3 Potenza apparente media linea 3 RM1 Potenza reattiva media linea 1 RM2 Potenza reattiva media linea 2 RM3 Potenza reattiva media linea 3 ΣWX Potenza attiva massima equivalente trifase ΣAX Potenza apparente massima equivalente trifase ΣRX Potenza reattiva massima equivalente trifase ΣWM Potenza attiva media equivalente trifase ΣAM Potenza apparente media equivalente trifase ΣRM Potenza reattiva media equivalente trifase KW1 Energia attiva linea 1 KW2 Energia attiva linea 2 KW3 Energia attiva linea 3 KA1 Energia reattiva linea 1 KA2 Energia reattiva linea 2 KA3 Energia reattiva linea 3 ΣKW Energia attiva equivalente trifase ΣKA Energia reattiva equivalente trifase V12 Tensione concatenata fra le linee 1 e 2 V23 Tensione concatenata fra le linee 2 e 3 V31 Tensione concatenata fra le linee 3 e 1 X1 Valore ingresso analogico 1 X2 Valore ingresso analogico 2 TV1 Fattore di cresta della tensione della linea 1 TV2 Fattore di cresta della tensione della linea 2 TV3 Fattore di cresta della tensione della linea 3 TI1 Fattore di cresta della corrente della linea 1 18

21 TI2 Fattore di cresta della corrente della linea 2 TI3 Fattore di cresta della corrente della linea 3 WA1 Massimo della potenza attiva media della linea 1 WA2 Massimo della potenza attiva media della linea 2 WA3 Massimo della potenza attiva media della linea 3 ΣWx Potenza attiva media equivalente trifase ΣKw Energia attiva generata dal sistema trifase Kw1 Energia attiva generata dalla linea 1 Kw2 Energia attiva generata dalla linea 2 Kw3 Energia attiva generata dalla linea 3 ΣKa Energia reattiva generata dal sistema trifase Ka1 Energia reattiva generata dalla linea 1 Ka2 Energia reattiva generata dalla linea 2 Ka3 Energia reattiva generata dalla linea 3 X1M Valore medio del canale analogico 1 X2M Valore medio del canale analogico 2 SX1 Integrazione del canale analogico 1 (accumulo) SX2 Integrazione del canale analogico 2 (accumulo) 19

22 7. PARAMETRI DI DEFAULT Indirizzo MACH collegato: 1; Parametri di comunicazione della seriale RS485 e RS232: - velocità: 9600 (baud) - parità: 0 (nessuna parità) - N bits 8 (bit di dati) - N bit di STOP: 1 (bit di stop) -solo per Rs232: Controllo di flusso Rts/Cts disabilitato - Rts nomalmente disattivo Cadenza di acquisizione: 15' (intervallo standard, non quello sincrono col quarto d'ora) Priorità allarmi (chiamata telefonica in caso di allarme): nessuna; Intervallo tra le chiamate al PC host: 5 Numero di telefono da chiamare: vuoto (programmabile attraverso la linea seriale) (programmabile attraverso la linea seriale) Parametri di default programmati nel modem (impostati dal MACH-DAT/S, non possono essere modificati): - elimina eco - dispone modem in autoanswer con risposta dopo 2 squillo - seleziona le decodifica comandi con parole e non con codici (verbose listing) - imposta il segnale di CD per il riconoscimento della portante (CD attivo indica al Mach-Dat/S2 collegameno con l'host attivo) - DTR ignorato Grandezze memorizzate: - tensione trifase - corrente trifase - correnti delle tre linee - potenza attiva trifase - cosϕ trifase - frequenza - energia trifase 20

23 8. CARATTERISTICHE TECNICHE e INTERFACCIA MODEM I Modem utilizzati devono avere le seguenti caratteristiche: velocità di trasmissione di 19200/9600 bps uso del set standard di comandi Hayes pienamente compatibile con gli standard CCITT V 42, V42 bis, V32 bis, V32, V22bis, V23, V22, V21, MNP 2-5, Bell 103 e 212A; possibilità di memorizzazione di almeno un profilo di funzionamento. Ducati energia ha approvato per l uso con il MACH-DAT/S 2 e distribuisce i seguenti modem: per linea commutata: modem Digicom Botticelli, disponibile con codice ; per linea GSM: modem Wavecom WM02, disponibile con codice Il MACH-DAT/S2 invia al modem la seguente stringa fissa di inizializzazione: in caso si decida di utilizzare un modem diverso, è necessario pertanto verificare che risponda correttamente ai seguenti comandi: AT Z Richiama la configurazione di utente AT E0 Disattiva echo AT S0=2 Autoanswer attivo con 2 squilli prima della risposta automatica AT V1 Risposte del modem estese AT &C1 DCD segue lo stato della portante AT &D0 DTR ignorato AT &W Memorizza il profilo programmato in memoria In caso il modem non supporti uno di questi comandi, lo strumento non riesce a terminare la fase di inizializzazione, e non inizia ad acquisire i dati dai MACH collegati. Il MACH-DAT/S2 invia questa stringa al modem all'accensione, se lo strumento è programmato in modalità di connessione Modem (anziché cable Cfr. Cap.5) quando nel menu' di configurazione (Main Setup) si cambia da Connessione Cable a Modem: all'uscita dal setup viene inviata la stringa. Se il modem non fosse collegato o fosse spento, lo strumento resta fermo un breve intervallo di tempo nell'attesa della risposta. Nota sul segnale CD: l'attivarsi del segnale CD indica al Mach.-Dat/s2 che è in collegamento con l'host (sia tramite modem che via cavo diretto); in tale condizione il Mach-Dat/S2 non acquisice dati dagli strumenti poichè la linea seriale è impegnata. Nota sul segnale RTS /CTS e controllo di flusso: il Mach-Dat/S2 tiene Rts sempre disattivo. Utilizzando un modem che invece è programmato per la gestione del controllo di flusso, non vi sarà comunicazione: accertarsi quindi che il modem usato abbia il controlo di flusso disabilitato. Nei modem GSM ad esempio deve essere inviato al modem il comando AT+IFC=0,0. Riferirsi alla guida di installazione rilasciata assieme al modem da Ducati energia per ulteriori informazioni. 21

24 9. CARATTERISTICHE 1. Tensione di Alimentazione 220 V eff. ± 10 % oppure 110 V eff. ± 10%. Frequenza della tensione di alimentazione compresa fra 45 e 65 Hz. (Versione a 240Vac disponibile a richiesta). 2. Potenza assorbita dallo strumento. Minore di 3 VA. 3. Batteria tampone A strumento spento, la batteria al NiCd, presente nello strumento, alimenterà la memoria contenente i dati acquisiti. Tempo garantito per la tenuta dei dati (senza la alimentazione) è pari a circa sei mesi. La tensione di alimentazione permette la ricarica della batteria. 4. Sezioni periferiche: Visore alfanumerico a cristalli liquidi (2 righe per 16 colonne) ; Tastiera a matrice a 2 tasti; Porte seriali: 1 porta multiplexata fra RS485 ed RS Condizioni operative: Temperatura di funzionamento : da 0 C a 50 C ; Umidità relativa : 90 % max.(senza condensa) a 40 C. Temperatura di magazzinaggio : da - 25 C a 70 C; 22

25 9.1 Normativa applicata. Emissioni: irradiate e condotte (norma di prodotto): EN55022; Flicker: EN ; Distorsione armonica: EN ; Immunità (norma generica: EN ): Burst: IEC801-4; ESD: EN ; Campi Magnetici: EN ; Condotta: ENV50141; Irradiata: EN50140 Sicurezza elettrica. EN60950; Grado di protezione : a) strumento: IP20; b) frontale: IP Varie. Peso: MACH-DAT/S 2 : 0,61 Kg Dimensioni: lunghezza 157,5 mm. (9 moduli DIN); altezza 90 mm.; profondità 58 mm. 23

26 10. NOTE SUL PROTOCOLLO COMUNICAZIONE RS485 Sulla destra dello strumento sono presenti i morsetti dell interfaccia seriale RS 485. La piedinatura (da sinistra a destra) è la seguente: PIN FUNZIONE 1 S (Schermo) 2 A (+) 3 B (-) FIG 29 - Morsetti collegamento RS485 La comunicazione seriale avviene fra il dispositivo e uno o più strumenti (max 6) della famiglia MACH secondo il modello master-slave, con il MACH-DAT/S 2 come master. Quando viene stabilita una comunicazione con un MACH il led verde presente sul frontale del MACH-DAT/S 2 lampeggia brevemente. Nel caso che si ripetano tre lampeggi ad intervalli di circa due secondi significa che il MACH-DAT/S 2 non riesce a stabilire la comunicazione con il MACH (si veda la pagina di stato collegamento "Mach link" al Cap.4.2). Il MACH si mette in ricezione quando riceve un carattere STX e rimane in questa condizione fino alla ricezione di un carattere ETX, quindi viene verificata la correttezza della checksum e il pacchetto di dati ricevuto viene esaminato; il MACH ignora tutti i messaggi che non siano indirizzati a lui o siano stati inviati da un altro MACH. Se il messaggio ricevuto è stato inviato dal MACH-DAT/S 2, il MACH passa ad esaminare l'indirizzo del destinatario, se riconosce il proprio indirizzo esegue l'eventuale comando. La ricezione in qualsiasi momento di un carattere NACK (codice ASCII 15H) causa l'interruzione di eventuali ricezioni in corso e il reset del buffer della seriale dei dispositivi collegati. 24

DATA LINK CONVERTER RS 232 / RS 485

DATA LINK CONVERTER RS 232 / RS 485 Via M.E. Lepido, 182-40132 BOLOGNA - Casella postale 4052 BorgoPanigale Tel.: 051 404140 - Fax: 051 402040 - WEB: www.ducat ien ergia.com DATA LINK CONVERTER RS 232 / RS 485 MANUALE UTENTE Indice 1. INTRODUZIONE...

Dettagli

INTERFACCIA SERIALE RS232PC

INTERFACCIA SERIALE RS232PC PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS BPT Spa Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) - Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it STARLIGHT INTERFACCIA SERIALE RS232PC STARLIGHT

Dettagli

G S M C O M M A N D E R Duo S

G S M C O M M A N D E R Duo S Il GSM Commander Duo S permette, di attivare indipendentemente o contemporaneamente due contatti elettrici, Contatto1 (C1) e Contatto2 (C2), attraverso una chiamata telefonica a costo zero al numero della

Dettagli

Guida Rapida. Vodafone MiniStation

Guida Rapida. Vodafone MiniStation Guida Rapida Vodafone MiniStation Nella scatola trovi: 1 Alimentatore per il collegamento elettrico 1 Vodafone MiniStation 5 2 Cavi telefonici per collegare i tuoi apparecchi fax e pos alla MiniStation

Dettagli

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra Manuale d uso Servizio Segreteria Telefonica Memotel per Clienti con linea Fibra 1 INDICE 1. GUIDA AL PRIMO UTILIZZO 2. CONFIGURAZIONE SEGRETERIA 3. CONSULTAZIONE SEGRETERIA 4. NOTIFICHE MESSAGGI 5. ASCOLTO

Dettagli

Art. 1461 CELL - GSM. Combinatore telefonico cellulare in combinazione con linea Telecom

Art. 1461 CELL - GSM. Combinatore telefonico cellulare in combinazione con linea Telecom Art. 1461 CELL - GSM Combinatore telefonico cellulare in combinazione con linea Telecom 2 Art. 1461 CELL - GSM Presentazione CELL - GSM Il combinatore telefonico è un dispositivo in grado di inviare l'allarme

Dettagli

COMBINATORE TELEFONICOMOD. KIM10GSM Istruzioni Base

COMBINATORE TELEFONICOMOD. KIM10GSM Istruzioni Base TechnologicalSupport S.N.C. di Francesco Pepe & C. Via Alto Adige, 23 04100 LATINA (ITALY) Tel +39.0773621392 www.tsupport1.com Fax +39.07731762095 info@tsupport1.com P. I.V.A. 02302440595 COMBINATORE

Dettagli

SINT-13 SINTESI VOCALE VIA RADIO CON ATTIVAZIONE. Il presente manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso

SINT-13 SINTESI VOCALE VIA RADIO CON ATTIVAZIONE. Il presente manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso SINT-13 SINTESI VOCALE VIA RADIO CON ATTIVAZIONE MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 1.1) Il presente manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso Vi ringraziamo per aver scelto il nostro

Dettagli

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 ART.48BFA000 Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il terminale 48BFA000 permette di

Dettagli

SUITE BY11250. GSM Direct Monitor

SUITE BY11250. GSM Direct Monitor Via Como, 55 21050 Cairate (VA) Pagina 1 di 10 SUITE BY11250 (1.0.0.1) GSM Direct Monitor (1.0.0.1) IMPORTANTE Pagina 2 di 10 Le immagini riportate nel presente manuale fanno riferimento alla versione

Dettagli

Manuale Terminal Manager 2.0

Manuale Terminal Manager 2.0 Manuale Terminal Manager 2.0 CREAZIONE / MODIFICA / CANCELLAZIONE TERMINALI Tramite il pulsante NUOVO possiamo aggiungere un terminale alla lista del nostro impianto. Comparirà una finestra che permette

Dettagli

Modulo plug&play MKMB-3-e-3. Interfaccia Modbus/RTU per contatori Iskraemeco MT831 / MT860

Modulo plug&play MKMB-3-e-3. Interfaccia Modbus/RTU per contatori Iskraemeco MT831 / MT860 Modulo plug&play MKMB-3-e-3 Interfaccia Modbus/RTU per contatori Iskraemeco MT831 / MT860 Informazioni generali Il modulo MKMB-3-e-3 realizza un interfaccia seriale RS485 con protocollo Modbus/RTU. Limitazioni

Dettagli

CONVERTITORE SERIALE ASINCRONO RS485 / USB

CONVERTITORE SERIALE ASINCRONO RS485 / USB CONVERTITORE SERIALE ASINCRONO RS485 / USB DESCRIZIONE GENERALE Il prodotti RS485 / USB CONVERTER costituisce un'interfaccia in grado di realizzare una seriale asincrona di tipo RS485, utilizzando una

Dettagli

Regolatore di carica per micro turbine eoliche. mod. EOREG700V54

Regolatore di carica per micro turbine eoliche. mod. EOREG700V54 Regolatore di carica per micro turbine eoliche mod. EOREG700V54 Il regolatore di carica/carica batterie EOREG per batterie al Pb, è stato sviluppato tenendo presenti le peculiari caratteristiche delle

Dettagli

Guida rapida Polycom SoundStation IP6000

Guida rapida Polycom SoundStation IP6000 Guida rapida Polycom SoundStation IP6000 Indice Indice Introduzione 4 Panoramica del telefono 5 Gestione delle chiamate 8 Effettuare una chiamata 8 Rispondere a una chiamata 8 Concludere una chiamata 8

Dettagli

MOD.452-01-SMS_1.1 2010-11 www.electrum.it pag. 1

MOD.452-01-SMS_1.1 2010-11 www.electrum.it pag. 1 Manuale utilizzo della MPP Multi Presa Professionale SMS Inserire la SIM all interno della MPP SMS Nota 1: queste operazioni devono essere eseguite con il cavo d alimentazione staccato dalla presa di corrente

Dettagli

TRBOPLUS CRI Radio digitali Mototrbo TM con funzioni avanzate per la Croce Rossa Italiana. Manuale d uso

TRBOPLUS CRI Radio digitali Mototrbo TM con funzioni avanzate per la Croce Rossa Italiana. Manuale d uso TRBOPLUS CRI Radio digitali Mototrbo TM con funzioni avanzate per la Croce Rossa Italiana Manuale d uso INDICE IMPORTANTE...5 INFORMAZIONI GENERALI...6 FUNZIONALITA SUPPORTATE...6 SCHEDA OPZIONI...6 COMANDI

Dettagli

GSM Dialer. Ottimo dispositivo da collegare ad antifurti PSTN ma anche ad altre apparecchiature

GSM Dialer. Ottimo dispositivo da collegare ad antifurti PSTN ma anche ad altre apparecchiature COMPOSITORE GSM - DIALER Ottimo dispositivo da collegare ad antifurti PSTN ma anche ad altre apparecchiature Invia chiamate vocali a seguito di input telefonici (PSTN) oppure di semplici impulsi da altri

Dettagli

Ricevitore Supervisionato RX-24 Dati tecnici

Ricevitore Supervisionato RX-24 Dati tecnici Ricevitore Supervisionato RX-24 Dati tecnici Gestione a microprocessore 24 sensori memorizzabili 8 uscite allarme uno per canale 8 canali con 3 sensori per ogni canale 10 telecomandi programmabili 1 uscita

Dettagli

CT 05. Memorie Allarmi. Combinatore Telefonico Manuale Utente APPROV. PTT : IT/96/TS/016. Memoria Allarme. Tel. 1: No Risp. Tel. 2: No Risp.

CT 05. Memorie Allarmi. Combinatore Telefonico Manuale Utente APPROV. PTT : IT/96/TS/016. Memoria Allarme. Tel. 1: No Risp. Tel. 2: No Risp. Memorie Allarmi Ad allarme avvenuto lampeggia la spia luminosa rossa ALARM. Premendo sulla tastiera il tasto si accende una delle 2 spie luminose gialle che identificano il canale in allarme e il display

Dettagli

Shine Vision Manuale utente

Shine Vision Manuale utente Shine Vision Manuale utente 1 Descrizione del prodotto Il sistema di monitoraggio Shine Vision è composto da un trasmettitore e da un ricevitore (schermo LCD) che permette la visualizzazione dei dati di

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE SOLO MEDIANTE TASTIERA

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE SOLO MEDIANTE TASTIERA Le serrature ComboGard Pro possono venire configurate utilizzando un software di installazione ComboGard Pro o una serie di comandi della tastiera. Questo documento contiene le istruzioni relative alla

Dettagli

DL8 config REVISIONE DATA

DL8 config REVISIONE DATA DL8 config I s t r u z i o n i p e r l u s o REVISIONE DATA 1.0 Aprile 2009 INSTALLAZIONE DEI DRIVER 1. spegnere DL8; 2. collegare il cavo dati in dotazione al DL8 e ad una porta USB libera del PC (prendere

Dettagli

EL-USB-2 - Datalogger con interfaccia USB

EL-USB-2 - Datalogger con interfaccia USB Caratteristiche EL-USB-2 - Datalogger con interfaccia USB Temperatura, umidità relativa e punto di rugiada. intervallo di misura da -35 a + 80 C e da 0 a 100% RH Indicazione del punto di rugiada tramite

Dettagli

GSM Dialer. Dispositivo da collegare ad antifurti PSTN ma anche ad altre apparecchiature

GSM Dialer. Dispositivo da collegare ad antifurti PSTN ma anche ad altre apparecchiature COMBINATORE GSM - DIALER Dispositivo da collegare ad antifurti PSTN ma anche ad altre apparecchiature Invia chiamate vocali a seguito di input telefonici (PSTN) oppure di semplici impulsi da altri apparecchi.

Dettagli

Il GSM COMMANDER mod. ADVANCE è il nuovo prodotto GSM con caratteristiche innovative.

Il GSM COMMANDER mod. ADVANCE è il nuovo prodotto GSM con caratteristiche innovative. Il GSM COMMANDER mod. ADVANCE è il nuovo prodotto GSM con caratteristiche innovative. Principali caratteristiche : - Permette, di attivare un contatto elettrico Contatto 2, attraverso una chiamata telefonica

Dettagli

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad

Dettagli

Invio SMS. DM Board ICS Invio SMS

Invio SMS. DM Board ICS Invio SMS Invio SMS In questo programma proveremo ad inviare un SMS ad ogni pressione di uno dei 2 tasti della DM Board ICS. Per prima cosa creiamo un nuovo progetto premendo sul pulsante (Create new project): dove

Dettagli

Nuovo Sekurvox GSM Manuale Tecnico di programmazione

Nuovo Sekurvox GSM Manuale Tecnico di programmazione Nuovo Sekurvox GSM Manuale Tecnico di programmazione Combinatore telefonico su linea GSM 2 SOMMARIO 10 Introduzione 4 20 Procedura di programmazione4 21 GESTIONE USCITE4 22 PROGRAMMA5 221 - NUMERI DI TELEFONO5

Dettagli

SUITE BY11250. Pannello Misure BY11250

SUITE BY11250. Pannello Misure BY11250 Via Como, 55 21050 Cairate (VA) Pagina 1 di 8 SUITE BY11250 (1.0.0.1) Pannello Misure BY11250 (1.0.0.1) IMPORTANTE Pagina 2 di 8 Le immagini riportate nel presente manuale fanno riferimento alle versioni

Dettagli

Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software

Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software Invert er LG Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software Mot ori elet t ric i Informazioni preliminari... 2 Installazione... 3 Avvio del programma... 4 Funzionamento Off-Line... 7 Caricamento di una

Dettagli

COM ID. Comunicatore telefonico Contact-ID. Manuale installazione ed uso. versione 1.0

COM ID. Comunicatore telefonico Contact-ID. Manuale installazione ed uso. versione 1.0 COM ID Comunicatore telefonico Contact-ID Manuale installazione ed uso versione 1.0 Questo apparecchio elettronico è conforme ai requisiti delle direttive R&TTE (Unione Europea) SCHEDA ELETTRICA LED3 Errore

Dettagli

CTF-20/B COMMUTATORE AUTOMATICO FAX - TELEFONO

CTF-20/B COMMUTATORE AUTOMATICO FAX - TELEFONO CTF-20/B COMMUTATORE AUTOMATICO FAX - TELEFONO Installazione ed Uso 7IS-80037 V 2.0 09.12.96 INTRODUZIONE.2 MODALITÀ DI INSTALLAZIONE 2 MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO.3 MODALITÀ AUTOMATICA:....3 MODALITÀ TELEFONO:.

Dettagli

Dispositivo wireless Interfaccia Ethernet in tecnologia ZigBee

Dispositivo wireless Interfaccia Ethernet in tecnologia ZigBee KET-GZE-100 Dispositivo wireless Interfaccia Ethernet in tecnologia ZigBee MANUALE D USO e INSTALLAZIONE rev. 1.2-k Sommario Convenzioni utilizzate... 3 Descrizione generale... 4 Funzioni associate ai

Dettagli

ROM Upgrade Utility (RUU) Prima dell aggiornamento fare attenzione se

ROM Upgrade Utility (RUU) Prima dell aggiornamento fare attenzione se ROM Upgrade Utility (RUU) Prima dell aggiornamento fare attenzione se 1. Il cavo USB è direttamente collegato al PC. 2. L adattatore di alimentazione è collegato al Mobile Device. 3. Le modalità Standby

Dettagli

CONVERTITORE SERIALE ASINCRONO RS232/USB, TTL/USB e RS485/USB CONFIG BOX PLUS

CONVERTITORE SERIALE ASINCRONO RS232/USB, TTL/USB e RS485/USB CONFIG BOX PLUS CONVERTITORE SERIALE ASINCRONO RS232/USB, TTL/USB e RS485/USB CONFIG BOX PLUS DESCRIZIONE GENERALE Il prodotto CONFIG BOX PLUS costituisce un convertitore in grado di realizzare una seriale asincrona di

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA TRASFORMAZIONE DI UN DISPOSITIVO By10850 IN UN DISPOSITIVO By10870

ISTRUZIONI PER LA TRASFORMAZIONE DI UN DISPOSITIVO By10850 IN UN DISPOSITIVO By10870 ISTRUZIONI PER LA TRASFORMAZIONE DI UN DISPOSITIVO By10850 IN UN DISPOSITIVO By10870 Il presente documento descrive le istruzioni per trasformare il dispositivo By10850 (TELEDISTACCO conforme alla norma

Dettagli

CT2-GSM COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE D USO E INSTALLAZIONE. Si consiglia di seguire attentamente le istruzioni contenute in questo manuale.

CT2-GSM COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE D USO E INSTALLAZIONE. Si consiglia di seguire attentamente le istruzioni contenute in questo manuale. CT2-GSM COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE D USO E INSTALLAZIONE Si consiglia di seguire attentamente le istruzioni contenute in questo manuale. NORME DI SICUREZZA PER L UTILIZZO: ATTENZIONE: NON EFFETTUARE

Dettagli

SOMMARIO. INTRODUZIONE 3 Caratteristiche principali 3 Contenuto della confezione 4 Figura e legenda del prodotto 5 Legenda simboli del display 8

SOMMARIO. INTRODUZIONE 3 Caratteristiche principali 3 Contenuto della confezione 4 Figura e legenda del prodotto 5 Legenda simboli del display 8 SOMMARIO INTRODUZIONE 3 Caratteristiche principali 3 Contenuto della confezione 4 Figura e legenda del prodotto 5 Legenda simboli del display 8 COME SI INSTALLA 9 Predisposizione 9 Installazione delle

Dettagli

SECURCOMB PSTN. Combinatore telefonico via filo

SECURCOMB PSTN. Combinatore telefonico via filo SECURCOMB PSTN Combinatore telefonico via filo COMPLIMENTI PER L'ACQUISTO DI QUESTO PRODOTTO SECURCOMB è totalmente gestito dal menù vocale e quindi il suo utilizzo è molto semplice ed intuitivo. Si consiglia

Dettagli

TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000

TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000 ELCOM S.R.L. TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000 ( Rev. 0.3s ) MANUALE USO TASTIERA EL.-5000 I pulsanti hanno le seguenti funzioni: Comando di START abilitazione alla marcia con accensione

Dettagli

VOCALIST S I N T E S I V O C A L E V I A R A D I O C O N A T T I V A Z I O N E MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 2.0 .0)

VOCALIST S I N T E S I V O C A L E V I A R A D I O C O N A T T I V A Z I O N E MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 2.0 .0) VOCALIST S I N T E S I V O C A L E V I A R A D I O C O N A T T I V A Z I O N E MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 2.0.0) Vi ringraziamo per aver scelto il nostro prodotto. Vi invitiamo a leggere attentamente

Dettagli

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE w w w.pr otexital i a. it Combinatore Telefonico GSM MANUALE DI PROGRAMMAZIONE 8 numeri di telefono per canale 2 canali vocali o sms programmabili 2 teleattivazioni 2 risposte a teleattivazioni Display

Dettagli

GENERALITÀ. Unità: Canali di comunicazione:

GENERALITÀ. Unità: Canali di comunicazione: GENERALITÀ L'apparecchiatura CON232E è una unità a microprocessore equipaggiata di un canale ethernet e due canali seriali rs232c. Il dispositivo trasmette i dati ricevuti dal canale Ethernet con protocollo

Dettagli

10. Funzionamento dell inverter

10. Funzionamento dell inverter 10. Funzionamento dell inverter 10.1 Controllo prima della messa in servizio Verificare i seguenti punti prima di fornire alimentazione all inverter: 10.2 Diversi metodi di funzionamento Esistono diversi

Dettagli

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO - Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE Centrale mod. AXIS 30 Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO AXEL AXIS 30 6HJQDOD]LRQLFRQOHG led giallo: se acceso, indica la presenza della tensione

Dettagli

ZIMO. Decoder per accessori MX81. Manuale istruzioni del. nella variante MX81/N per il formato dei dati NMRA-DCC

ZIMO. Decoder per accessori MX81. Manuale istruzioni del. nella variante MX81/N per il formato dei dati NMRA-DCC ZIMO Manuale istruzioni del Decoder per accessori MX81 nella variante MX81/N per il formato dei dati NMRA-DCC etichetta verde Sommario 1. GENERALITÀ... 3 2. CARATTERISTICHE E DATI TECNICI... 3 3. COLLEGAMENTO

Dettagli

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 5. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 5. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO - Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE Centrale mod. AXIS 5 Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO AXEL AXIS 5 6HJQDOD]LRQLFRQOHG led 1 giallo : se acceso, indica la presenza della tensione

Dettagli

TELEMONITORAGGIO IMPIANTI FOTOVOLTAICI

TELEMONITORAGGIO IMPIANTI FOTOVOLTAICI TELEMONITORAGGIO IMPIANTI FOTOVOLTAICI ES-3000 COMBO GUIDA ALL INSTALLAZIONE RAPIDA (MANUALE INSTALLATORE) Versione 2.0 Solarbook è un marchio registrato. Tutti i diritti riservati 2013 Info@Solarbook.it

Dettagli

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo AurCord-Controller Ver.4.0

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo AurCord-Controller Ver.4.0 Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo AurCord-Controller Ver.4.0 1 Indice Indice...2 Introduzione...3 Specifiche tecniche...3 Installazione del software...4 Collegamenti della

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONE BILANCIA PESO-PREZZO MOD. ASEP- ASEP-P 1. INSTALLAZIONE

MANUALE D ISTRUZIONE BILANCIA PESO-PREZZO MOD. ASEP- ASEP-P 1. INSTALLAZIONE MANUALE D ISTRUZIONE BILANCIA PESO-PREZZO MOD. ASEP- ASEP-P 1. INSTALLAZIONE Per usare al meglio la bilancia leggere attentamente le seguenti avvertenze: 1. La bilancia deve essere tenuta pulita.se si

Dettagli

Accesso all Area di Lavoro

Accesso all Area di Lavoro Accesso all Area di Lavoro Una volta che l Utente ha attivato le sue credenziali d accesso Username e Password può effettuare il login e quindi avere accesso alla propria Area di Lavoro. Gli apparirà la

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware

Procedura aggiornamento firmware Procedura aggiornamento firmware Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Operazioni preliminari... 4 Procedura aggiornamento...

Dettagli

MERIDESTER SOFTWARE DI COMUNICAZIONE PER PC

MERIDESTER SOFTWARE DI COMUNICAZIONE PER PC MERIDESTER SOFTWARE DI COMUNICAZIONE PER PC Requisiti del sistema sistema operativo Windows XP o Vista processore Pentium 4 o equivalente RAM 512 Mb Video 1024x768 Porta USB USB 1.1 o 2.0 full speed Scheda

Dettagli

Guida alla registrazione on-line di un DataLogger

Guida alla registrazione on-line di un DataLogger NovaProject s.r.l. Guida alla registrazione on-line di un DataLogger Revisione 3.0 3/08/2010 Partita IVA / Codice Fiscale: 03034090542 pag. 1 di 17 Contenuti Il presente documento è una guida all accesso

Dettagli

2.7 La cartella Preparazioni e CD Quiz Casa

2.7 La cartella Preparazioni e CD Quiz Casa 2.7 La cartella Preparazioni e CD Quiz Casa SIDA CD Quiz Casa è il cd che permette al candidato di esercitarsi a casa sui quiz ministeriali e personalizzati. L autoscuola può consegnare il cd al candidato

Dettagli

Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet

Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet APICE S.r.l. Via G.B. Vico, 45/b - 50053 Empoli (FI) Italy www.apice.org support@apice.org BUILDING AUTOMATION CONTROLLO ACCESSI RILEVAZIONE PRESENZE - SISTEMI

Dettagli

COMUNE DI MOLVENO PROVINCIA DI TRENTO P.zza Marc oni, n 1 C.A.P. 38018 Tel. 0461/ 586936 Fa x 0461/ 586968 P.I. 00149120222

COMUNE DI MOLVENO PROVINCIA DI TRENTO P.zza Marc oni, n 1 C.A.P. 38018 Tel. 0461/ 586936 Fa x 0461/ 586968 P.I. 00149120222 COMUNE DI MOLVENO PROVINCIA DI TRENTO P.zza Marc oni, n 1 C.A.P. 38018 Tel. 0461/ 586936 Fa x 0461/ 586968 P.I. 00149120222 AZIENDA ELETTRICA COMUNALE Istruzioni per l uso dei contatori elettronici Entro

Dettagli

DX202GSM Modulo 2in 2out

DX202GSM Modulo 2in 2out security Made in Italy EMC/2006/95/CE Lead free Pb RoHS compliant RAEE DX202GSM Modulo 2in 2out Funzionamento programmabile separatamente in bistabile e monostabile Attivazione delle uscite mediante gli

Dettagli

Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet. (Foto) Manuale d installazione e d uso V1.00

Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet. (Foto) Manuale d installazione e d uso V1.00 Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet (Foto) Manuale d installazione e d uso V1.00 Le informazioni incluse in questo manuale sono di proprietà APICE s.r.l. e possono essere cambiate senza preavviso.

Dettagli

Indruduzione... 1 Il modulo Bluetooth HC-06... 2 Il firmware... 3 Collegamento della scheda... 4 Software PC e l applicazione Android...

Indruduzione... 1 Il modulo Bluetooth HC-06... 2 Il firmware... 3 Collegamento della scheda... 4 Software PC e l applicazione Android... Sommario Indruduzione... 1 Il modulo Bluetooth HC-06... 2 Il firmware... 3 Collegamento della scheda... 4 Software PC e l applicazione Android... 4 Indruduzione La scheda può controllare fino a quattro

Dettagli

MyDiagnostick 1001R - Manuale Dispositivo UI0003-003 DEFINITIVO Revision 1. MyDiagnostick 1001R. Manuale Dispositivo. Page 1 of 10

MyDiagnostick 1001R - Manuale Dispositivo UI0003-003 DEFINITIVO Revision 1. MyDiagnostick 1001R. Manuale Dispositivo. Page 1 of 10 MyDiagnostick 1001R Manuale Dispositivo Page 1 of 10 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Uso previsto... 3 1.2 Software... 3 1.3 Informazioni regolamentari... 3 1.4 Avvertenze... 3 2 CONFEZIONE... 4 2.1 Simboli

Dettagli

ACE SL7000 Lettura remota con interfaccia Ethernet Nota Applicativa

ACE SL7000 Lettura remota con interfaccia Ethernet Nota Applicativa ACE SL7000 Lettura remota con interfaccia Ethernet Nota Applicativa Questo documento illustra la modalità di lettura remota del contatore SL7000 utilizzando un server di porta seriale collegato ad una

Dettagli

FrerEnergy: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA

FrerEnergy: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA FrerEnergy: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA Descrizione Generale E un programma di supervisione in grado di comunicare, visualizzare, memorizzare e stampare i consumi dell

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware

Procedura aggiornamento firmware Procedura aggiornamento firmware Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Operazioni preliminari... 4 Procedura aggiornamento...

Dettagli

Configurazione di base DG834

Configurazione di base DG834 Configurazione di base DG834 Data di creazione: 06 marzo 2007. La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi: 1. Procedura

Dettagli

Programma applicativo di protezione LOCK Manuale per l utente V2.22-T05

Programma applicativo di protezione LOCK Manuale per l utente V2.22-T05 Programma applicativo di protezione LOCK Manuale per l utente V2.22-T05 Sommario A. Introduzione... 2 B. Descrizione generale... 2 C. Caratteristiche... 3 D. Prima di utilizzare il programma applicativo

Dettagli

4MODEM-ADSL. Guida. Rapida. 1 Trasmettitore Radio 2 Gateway Ethernet 3 Interfacce Ottiche e/o Trasformatore Amperometrico 4 Trasformatore per Gateway

4MODEM-ADSL. Guida. Rapida. 1 Trasmettitore Radio 2 Gateway Ethernet 3 Interfacce Ottiche e/o Trasformatore Amperometrico 4 Trasformatore per Gateway Guida MODEM-ADSL Rapida Trasmettitore Radio Gateway Ethernet Interfacce Ottiche e/o Trasformatore Amperometrico Trasformatore per Gateway -MODEM ADSL SCHEMA DI MONTAGGIO MODEM-ADSL CABLAGGIO DISPOSITIVI

Dettagli

RIPETITORE DI SEGNALE WIRELESS PER SISTEMA VIA RADIO ART. 45RPT000

RIPETITORE DI SEGNALE WIRELESS PER SISTEMA VIA RADIO ART. 45RPT000 RIPETITORE DI SEGNALE WIRELESS PER SISTEMA VIA RADIO ART. 45RPT000 Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 1 DESCRIZIONE GENERALE L espansore senza fili è un modulo

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Sicurezza degli impianti di utenza a gas - Postcontatore

Manuale d uso per la raccolta: Sicurezza degli impianti di utenza a gas - Postcontatore Manuale d uso per la raccolta: Sicurezza degli impianti di utenza a gas - Postcontatore 1. Obbligo di comunicazione dei dati... 2 2. Accesso alla raccolta... 2 3. Compilazione... 6 2.1 Dati generali Sicurezza

Dettagli

MANUALE UTENTE Fiscali Free

MANUALE UTENTE Fiscali Free MANUALE UTENTE Fiscali Free Le informazioni contenute in questa pubblicazione sono soggette a modifiche da parte della ComputerNetRimini. Il software descritto in questa pubblicazione viene rilasciato

Dettagli

Blue s Recorder. Configurazioni di utilizzo C A P I T O L O 3

Blue s Recorder. Configurazioni di utilizzo C A P I T O L O 3 Capitolo 3 Blue s Recorder 21 C A P I T O L O 3 Blue s Recorder Blue s Recorder è un programma di bufferizzazione dei dati per sistemi Windows: riceve una serie di caratteri dalla porta seriale e li scrive

Dettagli

Combinatore telefonico

Combinatore telefonico SISTEMA ANTINTRUSIONE Manuale utente Combinatore telefonico Microfono 16877 INDICE COMBINATORE TELEFONICO Indice 1. CARATTERISTICHE TECNICHE... 3 2. PROGRAMMAZIONE... 4 3. COMANDI PARTICOLARI... 6 4.

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware. Prestige

Procedura aggiornamento firmware. Prestige Procedura aggiornamento firmware Prestige Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Procedura aggiornamento... 4 Appendice...

Dettagli

EM3 SoftCom Software di comunicazione fra EM3 e PC Versione 2.019

EM3 SoftCom Software di comunicazione fra EM3 e PC Versione 2.019 EM3 SoftCom Software di comunicazione fra EM3 e PC Versione 2.019 Via Serraglio, 48 - Imola (BO) - Italy Tel. 0542 641770 - Fax 0542 641761 www.elcotronic.it - info@elcotronic.it Pagina 1 di 17 Pagina

Dettagli

Guida di Pro PC Secure

Guida di Pro PC Secure 1) SOMMARIO 2) ISTRUZIONI DI BASE 3) CONFIGURAZIONE 4) INFORMAZIONI AGGIUNTIVE 1) SOMMARIO Guida di Pro PC Secure Pro PC Secure è un programma che si occupa della protezione dagli attacchi provenienti

Dettagli

CONFIGURATORE PORTATILE A BATTERIA PER STRUMENTAZIONE

CONFIGURATORE PORTATILE A BATTERIA PER STRUMENTAZIONE Zapper CONFIGURATORE PORTATILE A BATTERIA PER STRUMENTAZIONE Principali caratteristiche Configura i dispositivi 650 / 1250 / 1350 senza bisogno di alimentazione Quattro programmi memorizzabili Tre soli

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

ACCESSO AL SISTEMA HELIOS...

ACCESSO AL SISTEMA HELIOS... Manuale Utente (Gestione Formazione) Versione 2.0.2 SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA HELIOS... 4 2.1. Pagina Iniziale... 6 3. CARICAMENTO ORE FORMAZIONE GENERALE... 9 3.1. RECUPERO MODELLO

Dettagli

Procedure di ripristino del sistema.

Procedure di ripristino del sistema. Procedure di ripristino del sistema. Procedure adatte a sistemi con sistema operativo Microsoft Windows 7 In questo manuale verranno illustrate tutte le procedure che potrete utilizzare per creare dei

Dettagli

Manuale d'uso del telefono Polycom IP450

Manuale d'uso del telefono Polycom IP450 SERVIZIO TELEFONICO INTEGRATO D'ATENEO luglio 2010 Manuale d'uso del telefono Polycom IP450 Sommario Schema...3 Funzionalità di base del telefono...4 Effettuare una chiamata...4 Rispondere...4 Terminare

Dettagli

Microtech Srl. GPS TRACKER v3.0

Microtech Srl. GPS TRACKER v3.0 Microtech Srl GPS TRACKER v3.0 Manuale d Uso Rev1-1 - Indice: Descrizione pag. 3 Caratteristiche. pag. 3 Accensione/Spegnimento.. pag. 4 Funzionamento pag. 4 Segnalazione di errore pag. 4 Segnalazione

Dettagli

IL TELEFONO DI ALICE Manuale utente

IL TELEFONO DI ALICE Manuale utente IL TELEFONO DI ALICE Manuale utente INDICE 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 2 2 ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO 2 3 INVIO CHIAMATA 4 4 LISTA CONTATTI 4 5 CONTATTI ABILITATI 8 6 RICEZIONE DELLA CHIAMATA 9 7 REGISTRAZIONE

Dettagli

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti.

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti. SH.MedicalStudio Presentazione SH.MedicalStudio è un software per la gestione degli studi medici. Consente di gestire un archivio Pazienti, con tutti i documenti necessari ad avere un quadro clinico completo

Dettagli

Capitolo Trasmissione di dati

Capitolo Trasmissione di dati Capitolo Trasmissione di dati Questo capitolo spiega tutto ciò che è necessario sapere per poter trasferire programmi fra l unità Power Graphic CASIO e un altra unità Power Graphic CASIO, collegati mediante

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware

Procedura aggiornamento firmware Procedura aggiornamento firmware Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Operazioni preliminari... 4 Procedura aggiornamento...

Dettagli

FOXWave 1.0.0 Gestione gare ARDF IZ1FAL Secco Marco Sezione ARI BIELLA

FOXWave 1.0.0 Gestione gare ARDF IZ1FAL Secco Marco Sezione ARI BIELLA FOXWave 1.0.0 Gestione gare ARDF IZ1FAL Secco Marco Sezione ARI BIELLA Redatto da IZ1FAL Secco Marco Pagina 1 di 15 INDICE 1 1- INSTALLAZIONE... 3 1-1 Scaricare i pacchetti aggiornati... 3 1-2 Startup

Dettagli

Manuale per l utilizzo dell applicazione Client per il controllo remoto di apparecchiature da laboratorio

Manuale per l utilizzo dell applicazione Client per il controllo remoto di apparecchiature da laboratorio Manuale per l utilizzo dell applicazione Client per il controllo remoto di apparecchiature da laboratorio Dopo il collegamento alla Home Page del laboratorio di teledidattica è possibile scaricare il file

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI. Cronotermostato MILUX

MANUALE DI ISTRUZIONI. Cronotermostato MILUX MANUALE DI ISTRUZIONI Cronotermostato MILUX GENERALITÁ ITA Il cronotermostato MILUX è un termostato digitale programmabile, in grado di controllare e regolare direttamente gli impianti di riscaldamento

Dettagli

Permette di visualizzare l archivio di tutte le registrazioni e programmazione effettuate.

Permette di visualizzare l archivio di tutte le registrazioni e programmazione effettuate. Installazione: Requisito minimo di sistema Windows XP Prima di procedere con l installazione chiudere tutte le applicazioni aperte sul computer. Dopo avere installato il programma tramite disco collegare

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware H02

Procedura aggiornamento firmware H02 Procedura aggiornamento firmware H02 Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Procedura aggiornamento... 4 Appendice... 11 Risoluzione

Dettagli

Guida rapida Cisco SPA 500S

Guida rapida Cisco SPA 500S Guida rapida Cisco SPA 500S Indice Indice Introduzione 3 Panoramica del modulo pulsantiera 4 Funzionalità 6 Effettuare chiamate utilizzando i tasti di composizione rapida 7 Trasferire una chiamata utilizzando

Dettagli

Come configurare l accesso ad Internet con il tuo telefonino GPRS EDGE* UMTS* (Sistema Operativi Microsoft Win95 e Win98).

Come configurare l accesso ad Internet con il tuo telefonino GPRS EDGE* UMTS* (Sistema Operativi Microsoft Win95 e Win98). Come configurare l accesso ad Internet con il tuo telefonino GPRS EDGE* UMTS* (Sistema Operativi Microsoft Win95 e Win98). OPERAZIONI PRELIMINARI Registrati gratuitamente al servizio I-BOX: qualora non

Dettagli

Guida alla Prima Configurazione dei Servizi

Guida alla Prima Configurazione dei Servizi Guida alla Prima Configurazione dei Servizi Indice Indice Guida all attivazione del servizio centralino 3 A. Applicazione Centralino su PC 5 B. Gruppo Operatori 9 Gestione all attivazione dei servizi internet

Dettagli

MANUALE UTENTE CELLULARE ANZIANI W60 DUAL SIM

MANUALE UTENTE CELLULARE ANZIANI W60 DUAL SIM MANUALE UTENTE CELLULARE ANZIANI W60 DUAL SIM Grazie per aver acquistato il W60. Con questo dispositivo Dual SIM potrete facilmente effettuare telefonate, mandare e ricevere SMS, con una copertura di rete

Dettagli

MultiOne GSM MINI-COMBINATORE TELEFONICO ED APRICANCELLO GSM

MultiOne GSM MINI-COMBINATORE TELEFONICO ED APRICANCELLO GSM MINI-COMBINATORE TELEFONICO ED APRICANCELLO GSM MANUALE DI INSTALLAZIONE Versione: 1.2 Indice Descrizione generale...3 Alimentazione...3 Ingresso...3 Collegamento contatto... 4 Collegamento NPN e PNP...

Dettagli

La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi:

La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi: Configurazione di base WGR614 La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi: 1. Procedura di Reset del router (necessaria

Dettagli

MANUALE UTENTE IST0549V2.0

MANUALE UTENTE IST0549V2.0 NOVA AZIENDA CON SISTEMA QUALITA CERTIFICATO ISO9001 SINT STAR MANUALE UTENTE IST0549V2.0-1 - Sommario 4 Generale 5 Cancellazione visualizzazioni sul display 6 Variazione data ed ora 7 Memoria Eventi 8

Dettagli

SECURCOMB-PSTN COMBINATORE TELEFONICO MANUALE D USO E INSTALLAZIONE

SECURCOMB-PSTN COMBINATORE TELEFONICO MANUALE D USO E INSTALLAZIONE SECURCOMB-PSTN COMBINATORE TELEFONICO MANUALE D USO E INSTALLAZIONE GRAZIE PER L ACQUISTO DI QUESTO PRODOTTO! SECURCOMB E TOTALMENTE GUIDATO DAL MENU VOCALE, ED E QUINDI MOLTO SEMPLICE IL SUO UTILIZZO.

Dettagli