Evoluzione dello sterzo, dalle catene all idroguida

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Evoluzione dello sterzo, dalle catene all idroguida"

Transcript

1 42 Terra e Vita [ SPECIALE TRATTORI ] n. 21/2008 Evoluzione dello sterzo, dalle catene all idroguida [ DI GIOVANNI MOLARI E STEFANO PAGLIARANI* ] Lo sterzo è uno dei componenti principali in una trattrice agricola dovendo garantire la guidabilità della macchina e la sicurezza del conducente. Nel seguito saranno analizzate le principali caratteristiche dei moderni impianti di sterzo per trattrici agricole ad assale anteriore direzionale (2 o 4 ruote motrici). Notevoli sono stati i miglioramenti introdotti negli anni nei sistemi di sterzatura. Infatti, mentre nei primi trattori la rotazione delle ruote avveniva mediante catene azionate direttamente dal volante, nella prima metà del secolo scorso la sterzatura veniva effettuata attraverso un piantone collegato a una scatola di riduzione, che determinava la rotazione dei fusi delle ruote, mediante una serie di leve e rinvii (Fig. 1). Nella seconda metà del secolo scorso l introduzione dell oleodinamica ha consentito di sviluppare sistemi di sterzatura servoassistita (Fig. 2). Lo sforzo fisico del conducente, considerevole nelle soluzioni interamente meccaniche, è stato decisamente ridotto in queste ultime dove la trasmissione di coppia viene demandata all olio in pressione. Il volante aziona infatti un distributore idraulico rotativo, l idroguida appunto, che consente di inviare olio nei cilindri di sterzo dell assale anteriore, i quali a loro volta determinano la rotazione delle ruote. Il collegamento meccanico tra ruote e Costruttori a confronto su questo importante componente per trattrici agricole ad assale anteriore direzionale volante viene pertanto sostituito da un collegamento idraulico. Esistono inoltre differenti tipologie di idroguida, differenti circuiti idraulici che le alimentano e differenti configurazioni dei cilindri di sterzo (Fig. 3). [ FIG. 1 TRATTRICE FERGUSON (1946) [ FIG. 2 IMPIANTO DI STERZO In giallo il sistema di sterzo delle ruote anteriori. Il piantone di sterzo (grigio) è collegato alla scatola dell idroguida (azzurro), a sua volta è collegata mediante tubi idraulici (rosa) ai cilindri di sterzo (blu) del ponte anteriore (verde). [ POTENZA E INTELLIGENZA La pompa a ingranaggi preleva l olio da un serbatoio e lo invia all idroguida, costituita da un distributore rotativo in cui il manicotto esterno è fisso e quello interno viene collegato al volante. Quando il volante è fermo l idroguida è in neutro (Fig. 4), l olio proveniente dalla pompa entra nella scatola e viene deviato direttamente verso lo scarico; non vi è dunque alcuna mandata verso i cilindri di sterzo. Nel momento in cui viene azionato il volante, ruota il manicotto interno e si modificano le luci di passaggio (Fig. 5). L olio viene inviato verso una delle due bocche d uscita (R o L); due camere dei cilindri si riempiono di olio in pressione, mentre le altre due si svuotano poiché sono collegate allo scarico, sempre attraverso l idroguida. La quantità di olio che entra nei cilindri dipende dal dosatore volumetrico (del tipo a ingranaggi interni, detto gerotor ) e la cilindrata del gerotor determina il volume di olio inviato ai cilindri in un giro di volante, a meno del rendimento. Per questo la rotazione del volante risulta proporzionale alla sterzata delle ruote, pur mancando un vincolo rigido tra i due elementi. In caso di sterzata, manuale causata ad esempio dallo spegnimento del motore ( poweroff ), si perde l alimentazione della pompa e il dosatore volumetrico si comporta come una vera e propria pompa a mano azionata dal volante. Una valvo

2 n. 21/2008 [ SPECIALE TRATTORI ] Terra e Vita 43 [ FIG. 3 COLLEGAMENTI CILINDRI DI STERZO [ FIG. 4 IDROGUIDA IN NEUTRO Il cilindro differenziale (A) è una soluzione tipica dei piccoli trattori a 2 ruote motrici. I trattori a 4 ruote motrici possono avere un cilindro centrale a stelo passante (B) oppure due cilindri con collegamento incrociato (C). In rosso la mandata (P) proveniente dalla pompa, in blu il ritorno in scarico (T) verso il serbatoio e in giallo i condotti (L) ed (R) che portano l olio ai cilindri di sterzo delle ruote. Il distributore rotante è collegato meccanicamente al volante e la sua rotazione consente di aprire le luci per il passaggio dell olio. Quando il volante è fermo, come in figura, il distributore devia l olio proveniente dalla pompa direttamente verso lo scarico (T). la di ritegno chiude il condotto (P), mentre l olio inviato a una bocca d uscita viene aspirato dall altra, mediante l apertura di una seconda valvola di ritegno (Fig. 6). In questa situazione, le coppie al volante aumentano sensibilmente (circa 10 volte). [ COMPONENTI Le Figg. 7 e 8 mettono in evidenza i principali componenti di un idroguida. Nella parte superiore della scatola si nota la calettatura per il piantone dello sterzo, mentre nella parte frontale vi sono le sedi per i vari collegamenti idraulici. Nella parte inferiore è flangiato il dosatore volumetrico o gerotor e all interno sono presenti il distributore rotativo e l albero di comando del gerotor. Le molle a lamina di centratura, poste tra il manicotto interno ed esterno del distributore, riportano il gerotor in neutro (volante fermo). Tra le differenti tipologie di idroguida si segnalano quelle [ FIG. 5 IDROGUIDA IN FASE DI STERZATA dual o single gerotor. Le prime sono solitamente presenti nei trattori di grossa potenza, le seconde in quelli di ridotte potenze. Un idroguida dual gerotor ha due dosatori volumetrici collegati in parallelo (Fig. 9). In funzionamento normale ( power on ) entrambi i dosatori lavorano, a contrario, in caso di sterzata manuale senza l ausilio della pompa ( power off ), una valvola esclude il gerotor più grande. Questo espediente consente di ridurre la coppia al volante, aumentandone però il numero di giri. Vi sono inoltre idroguide reattive e non reattive. In Fig. 10 è riportato un esempio di idroguida reattiva: quando il volante è fermo e il distributore in neutro, le camere dei cilindri sono in comunicazione tra loro attraverso il gerotor. Tutte le sollecitazioni che agiscono sulle ruote vengono parzialmente smorzate e compensate dal dosatore volumetrico, ma contemporaneamente [ FIG. 6 STERZATURA MANUALE La rotazione del volante apre le luci per il passaggio dell olio in pressione verso (L) in caso di sterzata a sinistra e verso (R) in caso di sterzata a destra. La quantità di olio che entra nei cilindri è proporzionale alla rotazione del volante e del dosatore volumetrico (gerotor) ad esso collegato. Qualora venga a meno l alimentazione della pompa, il dosatore volumetrico si comporta come una vera e propria pompa a mano azionata dal volante. Nel caso di figura l olio viene aspirato dalla porta (L), attraverso l apertura della valvola cerchiata in giallo, e spinto verso (R).

3 44 Terra e Vita [ SPECIALE TRATTORI ] n. 21/2008 [ FIG. 7 SPACCATO DI UN IDROGUIDA [ FIG. 8 VISTA ESPLOSA DI UN IDROGUIDA Sono visibili il manicotto interno (A) ed esterno (C) del distributore rotante, il pernetto (B), l alberino di comando (D) collegato al volante, il dosatore volumetrico (M), e le varie luci di passaggio, tra cui la mandata della pompa (P), lo scarico (T), le mandate per la sterzata a destra (R) e a sinistra (L), il canale di load sensing (LS). (1) pin, (2) molle di centratura, (3) viti di fissaggio, (4) vite di centratura, (5) anelli di tenuta, (6) coperchio, (7) gruppo statore e rotore, (8) piastra col lettrice, (9) albero di comando, (10) fermo, (11) sfera, (12) sede valvola di sovrappressione, (13) valvola di sovrappressione, (14) molla, (15) gruppo completo, (16) sfera, (17) perno, (18) cuscinetto e rondelle reggispinta, (19) distanziale. trasmesse anche al volante. Le idroguide dei trattori sono meno reattive di quelle delle automobili, ma consentono comunque l automatico riallineamento delle ruote in seguito alla loro convergenza. La reattività conferisce maggiore sensibilità di guida ed è particolarmente adatta agli impieghi stradali dei trattori. Nelle idroguide non reattive (Fig. 11), quando il volante è fermo, le camere dei cilindri di sterzo vengono mantenute chiuse e separate tra loro non comunicando attraverso il gerotor. Il volante non risente in alcun modo degli urti provenienti dal terreno e il veicolo mantiene la condizione imposta alle ruote, senza che alcuna sollecitazione sia trasmessa al conducente. Questo tipo di soluzione è preferibile nella guida in campo, quando il trattore

4 n. 21/2008 [ SPECIALE TRATTORI ] Terra e Vita 45 [ FIG. 9 SCHEMA IDROGUIDA DUAL GEROTOR [ FIG. 10 IDROGUIDA REATTIVA Essa è dotata di due dosatori volumetrici, uno più piccolo da 60 cc e uno più grande da 160 cc. In condizioni normali (power on) lavorano entrambi, mentre in condizioni di sterzata manuale (power off) quello più grande è escluso; questo riduce la quantità d olio inviata ai cilindri, ma consente di ridurre la coppia al volante. Quando il volante è fermo, le camere dei cilindri sono in comunicazione tra loro attraverso il distributore rotante e il dosatore volumetrico. Le sollecitazioni provenienti dalle ruote sono così in parte trasmesse al volante. lavora su terreni accidentati e sconnessi. Sulla reattività o meno delle loro idroguide i costruttori si sono differenziati in base a considerazioni ed esigenze specifiche. Ad esempio sui trattori di elevata potenza il gruppo Case New Holland prevede idroguide reattive sulle serie Puma (Case IH) e T7000 (New Holland); John Deere utilizza idroguide non reattive sulle serie 7020 e 7030, mentre Fendt, tradizionalmente attento all impiego stradale del trattore, installa idroguide reattive sulla serie 800. L idroguida va infine integrata nel circuito idraulico della trattrice, spesso estremamente complesso e articolato. Anzi è il componente più importante, poiché le norme di omologazione

5 46 Terra e Vita [ SPECIALE TRATTORI ] n. 21/2008 [ FIG. 11 IDROGUIDA NON REATTIVA [ FIG. 12 IDROGUIDA A CENTRO APERTO Quando il volante è fermo le camere dei cilindri sono chiuse e isolate tra loro. Questo perché il distributore rotante (5) non le mette in comunicazione col gerotor (7). Le sollecitazioni provenienti dalle ruote non sono trasmesse al volante. Diventa però indispensabile introdurre due valvole anti shock (6) per evitare sovrappressioni eccessive nei condotti. Quando il volante è fermo tutto l olio proveniente dalla pompa (P) attraversa l idroguida e viene mandato in scarico (T). Con volante in movimento l olio è deviato verso i condotti per la sterzata a destra (R) e a sinistra (L). per la circolazione stradale impongono che l idroguida sia l utenza prioritaria della pompa che la alimenta. [ IL CIRCUITO IDRAULICO In ogni condizione di lavoro il conducente deve essere in grado di sterzare il veicolo e la portata d olio richiesta deve essere pertanto garantita. Per questo su alcune macchine il circuito dello sterzo è completamente indipendente e ha una pompa dedicata. Differenti sono pertanto le due soluzioni costruttive rappresentate dai circuiti a centro aperto e centro chiuso. In Fig. 12 è riportato un esempio di circuito a centro aperto dove la portata elaborata dalla pompa, a cilindrata fissa, viene in ogni caso inviata all idroguida, mentre con volante fermo l olio viene mandato direttamente in scarico. Nei circuiti a centro chiuso (Fig. 13), invece, l olio viene inviato all idroguida solo quando effettivamente richiesto. La [ FIG. 13 IDROGUIDA A CENTRO CHIUSO pompa può essere a cilindrata fissa o variabile e sono presenti, inoltre, una linea di rilevazione del carico (load sensing) e una valvola prioritaria a monte del circuito (Fig. 14). Questa valvola garantisce appunto la priorità dell idroguida su tutte le altre utenze del circuito. Anche sulla tipologia di circuito i costruttori adottano soluzioni differenti. Ad esempio sui trattori di elevata potenza il gruppo Case New Holland (serie Puma e T7000) adotta il centro aperto, sfruttando la linea di scarico dell idroguida per lubrificare la trasmissione, mentre Fendt e John Deere utilizzano il centro chiuso. Sui trattori di potenza medio bassa, in cui il contenimento dei costi di produzione è prioritario, prevale per tutti i costruttori il centro aperto, poiché l impianto risulta più semplice ed economico. n * Deiagra, Università di Bologna [ FIG. 14 CIRCUITO A CENTRO CHIUSO Sono visibili la mandata della pompa (P), il condotto di scarico (T) e quelli per le sterzate a destra (R) e a sinistra (L). Quando il volante è fermo e l idroguida non richiede olio, questo viene deviato verso le altre utenze del circuito. Si noti anche il condotto di load sensing (LS) per la rilevazione del carico. La valvola prioritaria effettua la ripartizione dell olio proveniente dalla pompa tra idroguida, che in ogni caso ha la priorità, e le altre utenze del circuito. Quando il volante è fermo all idroguida è inviata solo una piccola quantità di olio attraverso (CF); il carico è rilevato attraverso il canale di load sensing (LS) e riportato alla valvola prioritaria. Tutto l olio in eccesso viene inviato alle altre utenze del circuito attraverso (EF); in figura si riporta l esempio di un distributore.

6.23 B. Venieri. terna. articolata. Prestazioni carico benna (kg) Carico forche (kg) - centro del carico a 500 mm

6.23 B. Venieri. terna. articolata. Prestazioni carico benna (kg) Carico forche (kg) - centro del carico a 500 mm 6.23 B Potenza max 89 CV Capacità benna 1.0-1.3 m 3 Profondità max scavo 4.30 m (5.10 m) Peso operativo max 7400 kg Trasmissione idrostatica 4 ruote motrici Venieri terna articolata Prestazioni carico

Dettagli

A. DESCRIZIONE. Fig. 3-4 (1) Molla valvola non rit. (2) Valvola di non ritorno. Fig. 3-5 (1) Valvola limitatrice (2) Molla valvola limit.

A. DESCRIZIONE. Fig. 3-4 (1) Molla valvola non rit. (2) Valvola di non ritorno. Fig. 3-5 (1) Valvola limitatrice (2) Molla valvola limit. A. DESCRIZIONE Il motore è del tipo a carter secco. Il sistema include un serbatoio dell olio separato che è montato sul lato destro del telaio. L olio del serbatoio è mandato in pressione dalla pompa

Dettagli

TECNICHE DI GESTIONE,CONDUZIONE DI MACCHINE ED IMPIANTI

TECNICHE DI GESTIONE,CONDUZIONE DI MACCHINE ED IMPIANTI TECNICHE DI GESTIONE,CONDUZIONE DI MACCHINE ED IMPIANTI APPUNTI - CLASSI QUARTE Gli appunti sono da integrare con gli argomenti e/o esercizi svolti nelle lezioni. MODULO 4- Elementi di pneumatica e oleodinamica

Dettagli

Pompa a pistoni assiali K3VL Serie B

Pompa a pistoni assiali K3VL Serie B Descrizione generale La pompa a pistoni assiali a piastra oscillante K3VL è stata progettata e costruita per soddisfare le necessità di mercato dei settori: mobile, marino, industriale e dove è richiesta

Dettagli

EW 100. In rapido movimento con l'escavatore mobile EW100. Escavatori Gommati

EW 100. In rapido movimento con l'escavatore mobile EW100. Escavatori Gommati EW 100 Escavatori Gommati In rapido movimento con l'escavatore mobile EW100 L'escavatore mobile EW100 da 10 tonnellate si distingue per l'elevata potenza, il basso consumo di carburante e le opzioni estremamente

Dettagli

DRAGON SISTEMA PER LO SPRITZBETON. TECNOLOGIE DI POMPAGGIO PER UNDERGROUND

DRAGON SISTEMA PER LO SPRITZBETON.  TECNOLOGIE DI POMPAGGIO PER UNDERGROUND TECNOLOGIE DI POMPAGGIO PER UNDERGROUND DRAGON SISTEMA PER LO SPRITZBETON Turbosol Dragon: unità mobile, compatta, versatile e con elevate prestazioni per i lavori di spritzbeton. www.turbosol.it DRAGON

Dettagli

C43 PLUS - C43 PLUS HD - C43 PLUS HDM - C43 PLUS AV2 - C43 PLUS AV C43 PLUS 3HP - C43 PLUS AV3 - C43 PLUS AV4 - C505 PLUS 2HP - C505 PLUS 3HP

C43 PLUS - C43 PLUS HD - C43 PLUS HDM - C43 PLUS AV2 - C43 PLUS AV C43 PLUS 3HP - C43 PLUS AV3 - C43 PLUS AV4 - C505 PLUS 2HP - C505 PLUS 3HP C43 PLUS - C43 PLUS HD - C43 PLUS HDM - C43 PLUS AV2 - C43 PLUS AV C43 PLUS 3HP - C43 PLUS AV3 - C43 PLUS AV4 - C505 PLUS 2HP - C505 PLUS 3HP 17420P (A) 17426P (B) MANICO COMPLETO C43 PLUS - C43 PLUS HD

Dettagli

19/3/2002 Indice INDICE

19/3/2002 Indice INDICE INDICE INDICE... I ANALISI ESEMPLIFICATIVA DI UN CIRCUITO OLEODINAMICO... 7 1. Schema a blocchi funzionali... 7 2. Calcolo della potenza assorbita dalla pompa... 8 3. Caratteristica meccanica (F-v) e caratteristica

Dettagli

Università della Calabria

Università della Calabria Università della Calabria Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria Meccanica TESI DI LAUREA Progettazione di un accesso ottico per una pompa a palette per

Dettagli

Pompa a pistoni assiali K3VL Serie B

Pompa a pistoni assiali K3VL Serie B K3VL Serie Descrizione del funzionamento dei regolatori nnotazione 1 1 Pc Pi T air Leggenda delle annotazioni sullo schema idraulico Descrizione Mandata della pompa principale Mandata della pompa ausiliaria

Dettagli

La distribuzione pagina 2651

La distribuzione pagina 2651 2.1.13 La distribuzione pagina 2651 La distribuzione ha il compito di comandare il momento e la durata dell aspirazione della miscela ariacarburante e il momento e la durata dell espulsione dei gas di

Dettagli

TAVOLA RICAMBIO SOTTOCARRO TP 280 ECO

TAVOLA RICAMBIO SOTTOCARRO TP 280 ECO TAVOLA RICAMBIO SOTTOCARRO TP 80 ECO TAVOLA RICAMBIO SOTTOCARRO TP 80 ECO Rif. Bild Codice P/N Teilnummer Descrizione Qty Anz 80.040 CINGOLO IN GOMMA 80.070 SILENTBLOCK PIANALE 3 380.55 PIATTO TENDICINGOLO

Dettagli

GRU SEMOVENTE VALLA /SD PORTATA MASSIMA 10 t

GRU SEMOVENTE VALLA /SD PORTATA MASSIMA 10 t GRU SEMOVENTE VALLA 1725-22/SD PORTATA MASSIMA 10 t MOTORE: diesel - 51 HP - quattro cilindri - raffreddato ad acqua BRACCIO: a tre sfilamenti telescopici idraulici su pattini di scorrimento. Prolunga

Dettagli

Via Lampedusa, SAN GIOVANNI IN PERSICETO(BO) Tel. : 051/ Fax : 051/

Via Lampedusa, SAN GIOVANNI IN PERSICETO(BO) Tel. : 051/ Fax : 051/ Via Lampedusa, 1-40017 SAN GIOVANNI IN PERSICETO(BO) Tel. : 051/820511 - Fax : 051/6826164 E-maiL: ricambi@benassispa.it export@benassispa.it CATALOGO GENERALE PARTI DI RICAMBIO TRATTORE AGRICOLO BT2001R

Dettagli

CBS Meccanico. Indice. Panoramica del sistema Tipo con freno anteriore e posteriore a tamburo meccanico Tipo con freno anteriore a disco idraulico

CBS Meccanico. Indice. Panoramica del sistema Tipo con freno anteriore e posteriore a tamburo meccanico Tipo con freno anteriore a disco idraulico 1/17 RISORSA Indice Panoramica del sistema Tipo con freno anteriore e posteriore a tamburo meccanico Tipo con freno anteriore a disco idraulico 2/17 Panoramica del sistema Il CBS meccanico montato su veicoli

Dettagli

Soluzioni tecniche e costruttive per migliorare la sicurezza delle macchine nei cantieri forestali

Soluzioni tecniche e costruttive per migliorare la sicurezza delle macchine nei cantieri forestali EIMA International duemiladiciotto Università degli Studi di Torino Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari L.go Braccini, 2, 10095 Grugliasco (TO) Soluzioni tecniche e costruttive per

Dettagli

Hoftrac Specifiche tecniche FSD 1880 cabina

Hoftrac Specifiche tecniche FSD 1880 cabina Specifiche tecniche FSD cabina Dati del motore Costruttore Perkins Perkins Tipo di motore 404D-22 404D-22 Cilindri 4 4 Potenza (max.) kw (CV) 36.3 (50) 36.3 (50) Con (max.) giri/min 2800 2800 Cilindrata

Dettagli

News 2014/2015. Stagione 2014/2015. News & informazioni utili. Listino 28

News 2014/2015. Stagione 2014/2015. News & informazioni utili. Listino 28 Stagione 2014/2015 News & informazioni utili Listino 28 Turbina da neve Doppio stadio Larghezza di lavoro 100 cm Camino e deflettore regolabili meccanicamente Kit catene da neve con distanziali Per il

Dettagli

TRASMISSIONE. Prof. Paolo Biondi Dip. GEMINI

TRASMISSIONE. Prof. Paolo Biondi Dip. GEMINI TRASMISSIONE Prof. Paolo Biondi Dip. GEMINI Trasmissione Per trasmissione si intende l'insieme degli organi che trasmettono la potenza del motore ai punti di utilizzazione, in particolare per gli autoveicoli

Dettagli

Elevatore. Blocco forca IDrAulICo BrEVETTATo. Massima visibilità Sul PunTo DI CArICo. Struttura compatta e stabile nonostante Il PESo ridotto

Elevatore. Blocco forca IDrAulICo BrEVETTATo. Massima visibilità Sul PunTo DI CArICo. Struttura compatta e stabile nonostante Il PESo ridotto Elevatore Blocco forca IDrAulICo BrEVETTATo Massima visibilità Sul PunTo DI CArICo Struttura compatta e stabile nonostante Il PESo ridotto resistente a lungo GrAzIE AllA QuAlITÀ DEI CoMPonEnTI utilizzati

Dettagli

Via Lampedusa, SAN GIOVANNI IN PERSICETO(BO) Tel. : 051/ Fax : 051/

Via Lampedusa, SAN GIOVANNI IN PERSICETO(BO) Tel. : 051/ Fax : 051/ Via Lampedusa, 1-40017 SAN GIOVANNI IN PERSICETO(BO) Tel. : 051/820511 - Fax : 051/6826164 E-maiL: ricambi@benassispa.it export@benassispa.it CATALOGO GENERALE PARTI DI RICAMBIO TRATTORE AGRICOLO BT2001R

Dettagli

La vettura ha, di serie, i più sofisticati sistemi elettronici di ausilio alla frenata e alla dinamica del veicolo:

La vettura ha, di serie, i più sofisticati sistemi elettronici di ausilio alla frenata e alla dinamica del veicolo: IMPIANTO FRENANTE L impianto frenante è stato dimensionato per raggiungere prestazioni eccellenti in termini di spazi di frenata, resistenza all utilizzo sportivo, progressività e prontezza. CARATTERISTICHE

Dettagli

Gli attuatori pneumatici

Gli attuatori pneumatici Gli attuatori pneumatici Gli attuatori pneumatici Gli attuatori pneumatici sono organi che compiono un lavoro meccanico usando come vettore di energia l aria compressa con indubbi vantaggi in termini di

Dettagli

LAVASCIUGA PAVIMENTI C5000 LAVASCIUGA PAVIMENTI C5000. Service Manual

LAVASCIUGA PAVIMENTI C5000 LAVASCIUGA PAVIMENTI C5000. Service Manual LAVASCIUGA PAVIMENTI C5000 Service Manual 1 MOTORE SPAZZOLE 2 POMPA 3 ASSIEME POMPA 4 SERBATOIO 1 5 SERBATOIO 2 6 MUSO ASPIRANTE 7 TELAIO 8 ASPIRAZIONE 9 MOTORE 10 MANIGLIA 1 11 MANIGLIA 2 12 ELENCO RICAMBI

Dettagli

L impianto di lubrificazione. Semplificazioni e dettagli base sull'argomento. Versione per il Formatore

L impianto di lubrificazione. Semplificazioni e dettagli base sull'argomento. Versione per il Formatore Regione Peimonte IMPIANTISTICA IDRAULICA E PNEUMATICA DELL'AUTOVEICOLO Venere Fabrizio DATA EMISSIONE Dicembre 2014 DATA REVISIONE L impianto di lubrificazione Semplificazioni e dettagli base sull'argomento

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE APPARECCHIATURE ELETTROMECCANICHE ED ELETTRICHE

SPECIFICHE TECNICHE APPARECCHIATURE ELETTROMECCANICHE ED ELETTRICHE COMUNE DI LATERINA COLLETTAMENTO REFLUI FOGNARI DELLA FRAZIONE DI PONTICINO E DEGLI SCARICHI LIBERI PRESENTI SUL TORRENTE ORENO AL NUOVO DEPURATORE DI LATERINA. PROGETTO ESECUTIVO - II STRALCIO SPECIFICHE

Dettagli

Cilindri a semplice effetto

Cilindri a semplice effetto Cilindri a semplice effetto Un cilindro a semplice effetto sviluppa la spinta in una sola direzione. Lo stelo si riposiziona per mezzo di una molla o per l'azione di una forza esterna. Il cilindro a semplice

Dettagli

CODICE DESCRIZIONE MODELLO PREV. Q.TA' CAG60N VITE SST 125 9,00 CAG60N BULLONE SST 125 7,00 CAG60N VITE SST ,00 CAG60N101085

CODICE DESCRIZIONE MODELLO PREV. Q.TA' CAG60N VITE SST 125 9,00 CAG60N BULLONE SST 125 7,00 CAG60N VITE SST ,00 CAG60N101085 CODICE DESCRIZIONE MODELLO PREV. Q.TA' CAG60N101077 VITE SST 125 9,00 CAG60N101078 BULLONE SST 125 7,00 CAG60N101079 VITE SST 125 12,00 CAG60N101085 VITE SST 125 19,00 CAG60N101089 VITE SST 125 12,00 CAG60N101091

Dettagli

POSIZIONE CODICE ARTICOLO DESCRIZIONE

POSIZIONE CODICE ARTICOLO DESCRIZIONE TAVOLA N.1 01 CM1130215 Motore completo 02 497091 Serie guarnizioni e paraoli 03 497090 Serie guarnizioni gruppo termico TAVOLA N.2 01 CM1145215001 Carter motore 01 CM1145215002 Carter motore 01 CM1145215003

Dettagli

Posizione di montaggio. Fluido idraulico. Temperatura di esercizio. Filtraggio livello di contaminazione consigliato =< 18/13 secondo DIN ISO 4406

Posizione di montaggio. Fluido idraulico. Temperatura di esercizio. Filtraggio livello di contaminazione consigliato =< 18/13 secondo DIN ISO 4406 POMPA A PISTONI ASSIALE A PORTATA VARIABILE CODICE FAMIGLIA 108-050/051 Codice fascicolo:997-400-10850 Posizione di montaggio Fluido idraulico Temperatura di esercizio di preferenza orizzontale (altra

Dettagli

TESTATE MAIS FISSE & PIEGHEVOLI CARATTERISTICHE

TESTATE MAIS FISSE & PIEGHEVOLI CARATTERISTICHE TESTATE MAIS FISSE & PIEGHEVOLI CARATTERISTICHE 1. Kit di aggancio: fornito di serie, a rapida installazione, intercambiabile e registrabile, è adatto a tutte le marche e modelli di trebbiatrici; 2. Cofani

Dettagli

Impianti di propulsione navale

Impianti di propulsione navale Motori diesel 2T Descrizione dei motori ME e RT-Flex Le caratteristiche ed i vantaggi dei motori a controllo completamente elettronico sono già state elencate i precedenza. In questo capitolo saranno illustrati

Dettagli

S E R V O C O M A N D O E L E T T R I C O O33

S E R V O C O M A N D O E L E T T R I C O O33 S E R V O C O M A N D O E L E T T R I C O O33 IMPIEGO Le valvole motorizzate con servocomando serie O33 trovano specifico impiego per l intercettazione e la regolazione di: impianti di riscaldamento a

Dettagli

LAVACASSONETTI ZC01 INFORMAZIONI TECNICHE L attrezzatura lavacassonetti ZC01 può essere installata su vari tipi di camion, in dipendenza delle necessità e delle preferenze del cliente. Ecco un esempio

Dettagli

POMPE A PALETTE Introduzione

POMPE A PALETTE Introduzione POMPE A PALETTE Introduzione Architettura Caratteristiche di Funzionamento Calcolo della Cilindrata Bilanciamento Idraulico Pompe a Palette 1 SCHEMA BASE Il rotore è un tamburo circolare che ruota all

Dettagli

LISTINO PREZZI 2012/A

LISTINO PREZZI 2012/A LISTINO PREZZI 2012/A 1 GIUGNO 2012 PREZZI IVA E TRASPORTO ESCLUSI Tutti i trattori Branson sono omologati e atti al traino su strada se equipaggiati di gancio CUNA SU QUESTO LISTINO SONO INDICATI SOLO

Dettagli

MOTORI CON PISTONI A PRISMA ROMBICO SNODATO

MOTORI CON PISTONI A PRISMA ROMBICO SNODATO MOTORI CON PISTONI A PRISMA ROMBICO SNODATO Brevetto di invenzione industriale depositato il 18/11/2008 N TO 2008 A 000847 Vittorio Scialla, Via Cibrario 114, 10143 Torino vittorio.scialla@strumentiperleaziende.com

Dettagli

Ranghinatori ad un rotore

Ranghinatori ad un rotore Ranghinatori ad un rotore R 285 DS / R 315 DS / R 365 DS R 420 DS / R 460 DS R+ 420 / R+ 460 Powered by Kongskilde Rotori affidabili per i ranghinatori JF I ranghinatori JF sono costruiti attorno alla

Dettagli

110 (Qt.3) 109 (Qt.5) (Qt.6) (Qt.4) (Qt.7) =147. (Qt.4) (Qt.5)

110 (Qt.3) 109 (Qt.5) (Qt.6) (Qt.4) (Qt.7) =147. (Qt.4) (Qt.5) 139 146 8 22 63 58 145 127 77 111 65 23 21 80 115 138 82 140 82 137 141 33 84 102 56 60 114 143 144 16 153 149 152 154 79 151 150 114 142 57 61 58 78 156 166 51 74 20 73 155 109 (Qt.5) 94 93 91 168 18

Dettagli

Lancia Delta HF 4WD. 03. DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA! Incollare le foto richieste in formato 10x15cm

Lancia Delta HF 4WD. 03. DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA! Incollare le foto richieste in formato 10x15cm 01. GENERALITA 01.1. NOME AUTOVEICOLO 01.2. TIPO CARROZZERIA Berlina Chiusa 5 porte. 01.3. PREFISSO E No TELAIO ZLA831AB0 01.4. PREFISSO E No MOTORE 831B5.000 01.5. ANNO DI COSTRUZIONE! Indicare l anno

Dettagli

S01283-S01284-S01293-S01294

S01283-S01284-S01293-S01294 AMA s.p.a. via Puccini, 28-42018 San Martino in Rio (RE) Tel. (+39) 0522.63.69.30 - Fax (+39) 0522.64.62.41 E-mail: www.ama.it Trasportatori cingolati S01283-S01284-S01293-S01294 TAVOLA RICAMBI TRASMISSIONE

Dettagli

CATALOGO PARTI DI RICAMBIO

CATALOGO PARTI DI RICAMBIO CATALOGO PARTI DI RICAMBIO MAXXI, TONN 00CC 00-00 Prefisso telaio: TLCAME, ZDT Benzina/GPL/Metano Maxxi - MAXXI, TONN 00CC 00-00 Prefisso telaio: TLCAME, ZDT Indice Prodotti finiti... Indice alfanumerico...

Dettagli

Cabina visibilità totale Modello depositato MAGNI

Cabina visibilità totale Modello depositato MAGNI Altezza massima di sollevamento: 23,55 m Sbraccio massimo: 20,15 m Motore: Mercedes 115 Kw - 156 cv Trasmissione idrostatica a controllo elettronico Correttore di livello automatico Stabilizzatori telescopici

Dettagli

N. Nervegna - 6/6/2000 INDICE

N. Nervegna - 6/6/2000 INDICE INDICE INDICE...1 EQUILIBRAMENTO ASSIALE DI CASSETTI E OTTURATORI DI VALVOLE OLEODINAMICHE...12 1. Riflessioni sulle forze di flusso...12 1.1 Applicazioni...13 1.2 Analisi della dipendenza delle forze

Dettagli

Azionamenti oleoidraulici

Azionamenti oleoidraulici Azionamenti oleoidraulici p. 1/40 Azionamenti oleoidraulici LE IMMAGINI CONTENUTE IN QUESTA SERIE DI SLIDES SONO TRATTE DA: Il nuovo manuale di oleodinamica, vol.1 - Oleodinamica: fondamenti e componenti

Dettagli

GRU SEMOVENTE VALLA /SE

GRU SEMOVENTE VALLA /SE GRU SEMOVENTE VALLA 1725-36/SE PORTATA MASSIMA 16 t TRAZIONE: 2 motori elettrici 8 kw-72v a CC autoventilati, reversibili, comandati da variatori elettronici di velocità accoppiati. Velocità fino a 10

Dettagli

Valvole a sede 4/3 e 3/3 tipo VH(R) e VHP

Valvole a sede 4/3 e 3/3 tipo VH(R) e VHP Valvole a sede 4/3 e 3/3 tipo VH(R) e VHP azionate a mano, senza trafilamento Grandezza costruttiva 1 Portata Q max Pressione di esercicio p max Grandezza costruttiva 2 Portata Q max Pressione di esercicio

Dettagli

Cabina visibilità totale Modello depositato MAGNI

Cabina visibilità totale Modello depositato MAGNI Altezza massima di sollevamento: 20,70 m Sbraccio massimo: 17,70 m Motore: Mercedes 95 Kw - 129 cv Trasmissione idrostatica a controllo elettronico Correttore di livello automatico Stabilizzatori pivotanti

Dettagli

Spargisale autocaricante

Spargisale autocaricante Spargisale autocaricante È costruito con acciaio di qualità che ne assicura lunga durata. È la macchina ideale per ridurre i costi di manutenzione e dei tempi morti, essendo dotato di una meccanica particolarmente

Dettagli

Mercedes OM 924 LA Euro 4 Interim. Diesel ad iniezione diretta turbocompresso. Idrostatica a circuito chiuso

Mercedes OM 924 LA Euro 4 Interim. Diesel ad iniezione diretta turbocompresso. Idrostatica a circuito chiuso RTH5.23 DESIGNAZIONE MACCHINA MOTORE TRASMISSIONE ASSALI E FRENI PRESTAZIONI MASSE CAPACITÀ SERBATOI E IMPIANTI IMPIANTO IDRAULICO PER MOVIMENTI DIMENSIONI CONFORMITÀ NORMATIVE Sollevatore telescopico

Dettagli

4550mm. Ingombri in mm Diametro spazzole 850 Larghezza senza spazzole Altezza con lampeggiatore ottico Interasse 1.800

4550mm. Ingombri in mm Diametro spazzole 850 Larghezza senza spazzole Altezza con lampeggiatore ottico Interasse 1.800 16 DATI TECNICI 16.1 In generale 2000mm 1985mm 1053mm 1300mm 4550mm 1800mm 1053mm Ingombri in mm Diametro spazzole 850 Larghezza senza spazzole 1.300 Altezza con lampeggiatore ottico 2.270 Interasse 1.800

Dettagli

A.M.I.S. Srl Via Borgomasino, 71/ Torino Tel Fax

A.M.I.S. Srl Via Borgomasino, 71/ Torino Tel Fax INDICE ANALITICO VALVOLE DI REGOLAZIONE E CONTROLLO CON PILOTA VALVOLE DI CONTROLLO DI LIVELLO CON PILOTA A GALLEGGIANTE INSTALLAZIONE VALVOLE DI CONTROLLO DI LIVELLO CON PILOTA A GALLEGGIANTE VALVOLE

Dettagli

Cippo 10 CATALOGO RICAMBI. Rev

Cippo 10 CATALOGO RICAMBI. Rev CATALOGO RICAMBI Rev.2-2008 TAV. 1 - Macchina base POS. DESCRIZIONE Q.TA CODICE POS. DESCRIZIONE Q.TA CODICE 1 Cavo comando rullo 1 000203 29 Disco contagiri 1 000230 2a Barra comando rullo 1 000204 30

Dettagli

CATALOGO RICAMBI. Cippo 10. Nelle versioni : - Benzina - Diesel - Per trattore RV

CATALOGO RICAMBI. Cippo 10. Nelle versioni : - Benzina - Diesel - Per trattore RV CATALOGO RICAMBI Cippo 10 Nelle versioni : - Benzina - Diesel - Per trattore RV-012004 INDICE TAVOLE RICAMBI TAV. 1 TAV. 2 TAV. 3 TAV. 4 TAV. 5 Gruppo macchina base Gruppo motore HP 20 B Gruppo carrello

Dettagli

MINI ESCAVATORI 8040, 8045, 8050 ZTS

MINI ESCAVATORI 8040, 8045, 8050 ZTS PESI OPERATIVI: 4300 kg, 4750 kg e 5253 kg POTENZA MOTORE: 34,1 kw D F K C G L H E A B I J DIMENSIONI mm mm mm A Interasse ruote 1845 1990 1990 B Lunghezza totale carro 2385 2530 2530 C Luce libera supporto

Dettagli

POMPA VUOTO MANUALE D USO E MANUTENZIONE

POMPA VUOTO MANUALE D USO E MANUTENZIONE POMPA VUOTO MANUALE D USO E MANUTENZIONE 1. DESCRIZIONE La pompa per vuoto A5801 lavora a secco e quindi all interno non c è l olio. Il vuoto viene generato da due pistoni collegati in serie ed azionati

Dettagli

CRP Design Case study. Old fashion bicycle

CRP Design Case study. Old fashion bicycle CRP Design Case study Old fashion bicycle L idea CRP Technology unisce insieme una officina meccanica di alta precisione ed un reparto di prototipazione rapida che è in continuo sviluppo nella ricerca

Dettagli

Cabina visibilità totale Modello depositato MAGNI

Cabina visibilità totale Modello depositato MAGNI Altezza massima di sollevamento: 25,78 m Sbraccio massimo: 21,90 m Motore: Mercedes 115 Kw - 156 cv Trasmissione idrostatica a controllo elettronico Correttore di livello automatico Stabilizzazione a forbice

Dettagli

Raccoglitrici per il pomodoro. Contatti Ing. Giorgio Squarzola tel.:

Raccoglitrici per il pomodoro. Contatti Ing. Giorgio Squarzola tel.: Raccoglitrici per il pomodoro Contatti Ing. Giorgio Squarzola tel.: +39 348 900 22 88 email: tomato@spapperi.it 1 Caratteristiche Tecniche Telaio Dimensioni Motore Trasmissione Cambio Velocità POMAC M35

Dettagli

3. Peso Il peso massimo del carriolo a vuoto è specificato nel regolamento tecnico generale.

3. Peso Il peso massimo del carriolo a vuoto è specificato nel regolamento tecnico generale. Categoria C7i Carrioli 1. Definizione Il carriolo è un veicolo senza motore a due vie con quattro ruote, il cui equipaggio è composto da un pilota ed un frenatore. 2. Dimensioni Lunghezza massima Larghezza

Dettagli

S E R V O C O M A N D O p E R VA lv O l E A S f E R A 33 O

S E R V O C O M A N D O p E R VA lv O l E A S f E R A 33 O S E R V O C O M A N D O p e r va lv o l e a s f e r a O33 MODELLI COD. Comando Regolazione ON/OFF Regolazione modulante Micro aux Alimentazione Potenza assorbita O33BM 2 punti 230V 50Hz 3.9 VA O33BF 2

Dettagli

MECCANICA DEGLI AZIONAMENTI

MECCANICA DEGLI AZIONAMENTI MECCANICA DEGLI AZIONAMENTI Presentazione06: Variatori * * presentazione liberamente ispirata alle dispense dell ing. M. Carricato Caratteristiche: CAMPO DI VARIAZIONE: R eff 4 R 9 out in R max 310 min

Dettagli

E08 - E10. Miniescavatori

E08 - E10. Miniescavatori E08 - E10 Miniescavatori E08 Microescavatore Sottocarro e lama retraibili Tettuccio TOPS abbattibile Dispositivi di sicurezza integrati Dimensioni compatte Configurazione con cilindro sulla sommità del

Dettagli

Petrone Oleodinamica

Petrone Oleodinamica Petrone Oleodinamica CARATTERISTICHE PRINCIPALI SERIE PNP 2 Versione 1.4 novembre 2007 Cilindrate disponibili: 4 6 8 11 14 16 20 22.5 26 cm 3 / giro. Campo di velocità 400 4000 giri / min. Rendimenti:

Dettagli

(con n 2 spazzole laterali) m²/h Spazzola centrale mm Spazzola centrale + laterale DX mm

(con n 2 spazzole laterali) m²/h Spazzola centrale mm Spazzola centrale + laterale DX mm RCM S.p.A Via Tiraboschi,4 Casinalbo (MO) Italia Tel. +39 059 515311 - Fax +39 059 510783 www.rcm.it - info@rcm.it SCHEDA TECNICA NOVE CARATTERISTICHE GENERALI: Motoscopa meccanica con sistema di aspirazione

Dettagli

Università del Salento Facoltà di Ingegneria. Costruzione di Macchine

Università del Salento Facoltà di Ingegneria. Costruzione di Macchine Università del Salento Facoltà di Ingegneria Costruzione di Macchine I giunti meccanici a cura dell ing. Riccardo Nobile 1 I giunti meccanici I giunti sono degli organi meccanici utilizzati per realizzare

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA OLEODINAMICA

PRODUZIONE DI ENERGIA OLEODINAMICA PRODUZIONE DI ENERGIA OLEODINAMICA Comandi oleodinamici (o oleoidraulici) o semplicemente idraulici: 1. trasformazione di energia meccanica prelevata sull albero di un motore primo in energia idraulica

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA CORSO DI OLEODINAMICA A SIMBOLOGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA CORSO DI OLEODINAMICA A SIMBOLOGIA SIMBOLOGIA NORMA ISO 1219: Trasmissioni idrauliche e pneumatiche, simboli grafici e schemi dei circuiti SCOPO: stabilire i principi per l impiego dei simboli, definire i simboli fondamentali, fissare le

Dettagli

1880 Hoftrac. Specifiche tecniche. Dati del motore. Motore elettrico Batteria standard Batteria optional FSD 1880 cabina

1880 Hoftrac. Specifiche tecniche. Dati del motore. Motore elettrico Batteria standard Batteria optional FSD 1880 cabina Specifiche tecniche FSD cabina Dati del motore Costruttore Perkins Perkins Tipo di motore 404D-22 404D-22 Cilindri 4 4 Potenza (max.) kw (CV) 36,3 (50*) 36,3 (50*) Con (max.) giri/min 2.800 2.800 Cilindrata

Dettagli

Lubrificazione a Bassa Pressione

Lubrificazione a Bassa Pressione Lubrificazione a Bassa Pressione La lubrificazione si definisce a bassa pressione quando una pressione di esercizio di 2-3 bar è sufficiente a far penetrare l olio tra le superfici in movimento. Essa è

Dettagli

Cabina visibilità totale Modello depositato MAGNI

Cabina visibilità totale Modello depositato MAGNI Altezza massima di sollevamento: 17,56 m Sbraccio massimo: 14,26 m Motore: JCB ECOMAX 93 Kw - 126 cv Trasmissione idrostatica a controllo elettronico Stabilizzatori pivotanti RTH4.18 Cabina visibilità

Dettagli

DATI TECNICI COUPE' Alfetta GTV A D. coupé 3 porte, 4 posti; scocca portante in lamiera di acciaio

DATI TECNICI COUPE' Alfetta GTV A D. coupé 3 porte, 4 posti; scocca portante in lamiera di acciaio Carrozzeria 1.6 tipo guida sx 116.04 116.10; dal 5/75: 116.54 116.29; dal 9/77: 116.15 tipo guida dx 116.05 116.11 non prodotta codice interno guida sx codice interno guida dx corpo vettura dimensioni

Dettagli

Bio 600 CATALOGO RICAMBI

Bio 600 CATALOGO RICAMBI CATALOGO RICAMBI Rev.1-2008 TAV. 1a - Tramoggia STD e nastro di carico in gomma Pos. Descrizione Q.tà' Codice 1 Protezione entrata 1 2 Nastro entrata in gomma 1 3 Rullo tenditore 1 4 Anello Seeger I-52

Dettagli

Mercedes OM 934 STAGE 4 (TIER 4 final) Diesel a iniezione diretta turbocompresso. Idrostatica a circuito chiuso

Mercedes OM 934 STAGE 4 (TIER 4 final) Diesel a iniezione diretta turbocompresso. Idrostatica a circuito chiuso RTH5.35 DESIGNAZIONE MACCHINA MOTORE TRASMISSIONE ASSALI E FRENI PRESTAZIONI MASSE CAPACITÀ SERBATOI E IMPIANTI IMPIANTO IDRAULICO PER MOVIMENTI DIMENSIONI CONFORMITÀ NORMATIVE Sollevatore telescopico

Dettagli

DB SHORT MANUAL - Questo non è un manuale d uso ma solo un richiamo per facilitare l operatore a ricordare le funzioni più frequenti. REV.

DB SHORT MANUAL - Questo non è un manuale d uso ma solo un richiamo per facilitare l operatore a ricordare le funzioni più frequenti. REV. DB 260 - SHORT MANUAL - Questo non è un manuale d uso ma solo un richiamo per facilitare l operatore a ricordare le funzioni più frequenti. REV. 00 AVVIAMENTO D C B A NON SI AVVIA IL MOTORE - Selettore

Dettagli

980 mm 1363 mm. 319 Miniescavatori

980 mm 1363 mm. 319 Miniescavatori 980 mm 1363 mm 319 Miniescavatori Facilità di trasporto Trasferire un escavatore da un cantiere all altro non è mai stato così facile. Il miniescavatore Bobcat 319 può essere trasportato su un rimorchio

Dettagli

Lancia Delta HF integrale (evoluzione)

Lancia Delta HF integrale (evoluzione) 01. GENERALITA 01.1. NOME AUTOVEICOLO Lancia Delta HF integrale 01.2. TIPO CARROZZERIA Berlina Chiusa 5 porte. 01.3. PREFISSO E No TELAIO ZLA831AB0 01.4. PREFISSO E No MOTORE 831E5.000 01.5. ANNO DI COSTRUZIONE!

Dettagli

Lubrificazione a Media Pressione

Lubrificazione a Media Pressione 6.1 Lubrificazione a Media Pressione La lubrificazione si definisce a media pressione quando viene impiegata una pressione di esercizio di 20-40 bar. Essa è indicata per macchine grandi e con molti punti

Dettagli

POMPE A PISTONI BENT AXIS

POMPE A PISTONI BENT AXIS POMPE A PISTONI BENT AXIS Le nuove pompe a pistoni ad asse inclinato serie HDS,, MDS e TFP garantiscono un minor livello rumorosità grazie ad un nuovo metodo di lavorazione della dentatura interna in grado

Dettagli

Manuale di Riparazione Cambio 02T Volkswagen. INA GearBOX

Manuale di Riparazione Cambio 02T Volkswagen. INA GearBOX Manuale di Riparazione Cambio 02T Volkswagen INA GearBOX Attrezzi speciali Attrezzo per pressa: Utilizzato per estrarre il doppio cuscinetto a sfera dall alloggiamento. Codice articolo: 400 0428 10 Piastra

Dettagli

ELENCO RICAMBISTICA PER AUTOCARRI NISSAN- MAXCITY LOTTO 3

ELENCO RICAMBISTICA PER AUTOCARRI NISSAN- MAXCITY LOTTO 3 ELENCO RICAMBISTICA PER AUTOCARRI NISSAN- MAXCITY LOTTO 3 ALBERO DI TRASMISSIONE NISSAN (EW784) ALBERO TRASMISSIONE NISSAN 3 ALTERNATORE NISSAN ALZACRISTALLO SX MANUALE NISSAN Alzavetro SX elettrico Nissan

Dettagli

E08 E10. Miniescavatori

E08 E10. Miniescavatori E08 E10 Miniescavatori 02 E08 Microescavatore Sottocarro e lama retraibili Tettuccio TOPS abbattibile Dispositivi di sicurezza integrati Dimensioni compatte Configurazione con cilindro sulla sommità del

Dettagli

www.antoniocarraro.com T MAJOR Series Modello Normativa Emissioni N cilindri Cilindrata cc Potenza kw/cv (97/68/CE) Giri motore max Coppia max (Nm/giri) Raffreddamento Capacità serbatoio (l.) Sollevatore

Dettagli

Progetti mirati. Decespugliatrici

Progetti mirati. Decespugliatrici Progetti mirati Decespugliatrici Pompa e motore a pistoni assiali a piatto inclinato a cilindrata fissa per circuito aperto Progetti mirati per migliorare le prestazioni della macchina; questo è uno degli

Dettagli

COSTRUISCI LA VOLKSWAGEN GOLF GTI

COSTRUISCI LA VOLKSWAGEN GOLF GTI Uscita Data Allegati 1 23/07/2016 Fascicolo + DVD + mascherina con logo VW, fanale abbagliante, fanale anabbagliante, logo GTI, portiera sinistra 2 06/08/2016 Fascicolo + sedile, volante, specchietto retrovisore

Dettagli

Smontaggio. 4 Ruotare verso destra la boccola (4) in direzione dell indicazione «OFF». La boccola (4) ha filetto sinistrorso.

Smontaggio. 4 Ruotare verso destra la boccola (4) in direzione dell indicazione «OFF». La boccola (4) ha filetto sinistrorso. 0 0 Utensili particolari Boccola con filetto interno 0 necessari Chiave per dado 0 Chiave esagonale da /" 000 Dischi d estrazione 0 Importante! Prima di iniziare una qualunque operazione di manutenzione,

Dettagli

Progetto e sviluppo di un banco HIL per sistemi automobilistici di controllo attivo del rollio

Progetto e sviluppo di un banco HIL per sistemi automobilistici di controllo attivo del rollio POLITECNICO DI TORINO III Facoltà di Ingegneria dell Informazione Corso di Laurea in Ingegneria Meccatronica Tesi di Laurea Specialistica Progetto e sviluppo di un banco HIL per sistemi automobilistici

Dettagli

Disciplinare di Sicurezza 70c.01 MACCHINE PER LA MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI. Caricatori frontali montati su trattrici agricole a ruote

Disciplinare di Sicurezza 70c.01 MACCHINE PER LA MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI. Caricatori frontali montati su trattrici agricole a ruote Disciplinare di Sicurezza 70c.01 MACCHINE PER LA MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI Caricatori frontali montati su trattrici agricole a ruote Revisione: del: 1.0 04/04/2006 Data: 04/04/06 Documento: Disciplinare

Dettagli

Cippo 15 CATALOGO RICAMBI. Rev

Cippo 15 CATALOGO RICAMBI. Rev CATALOGO RICAMBI Rev.2-2008 TAV. 1 - Macchina base POS. DESCRIZIONE Q.TA' CODICE POS. DESCRIZIONE Q.TA' CODICE 1 Cavo di comando rullo 1 000332 32 Cinghia A-39 1 900218 2 Barra comando rullo completa 1

Dettagli

Trasportatori a catena SRF-P 2012

Trasportatori a catena SRF-P 2012 Trasportatori a catena SRF-P 2012 Sezione trasversale della struttura del trasportatore Striscia di scorrimento mk 1089 Striscia di scorrimento mk 1050 Profilo per struttura del trasportatore mk 2012 Striscia

Dettagli

Hoftrac. Specifiche tecniche. Esempio di configurazione

Hoftrac. Specifiche tecniche. Esempio di configurazione 1140 Hoftrac Specifiche tecniche Standard Esempio di configurazione Dati del motore Costruttore Perkins Perkins Tipo di motore 403 D-11 403 D-11 Cilindri 3 3 Potenza (max.) kw (CV) 17.9 ( 24 ) 17.9 ( 24

Dettagli

UTENSILI PNEUMATICI AVVITATORI

UTENSILI PNEUMATICI AVVITATORI UTENSILI PNEUMATICI AVVITATORI Esclusivista di utensileria pneumatica industriale giapponese Progettazione e produzione di impianti e componenti per la guida assistita INGEGNERIA OLEODINAMICA INDICE STORIA

Dettagli

TESI DI LAUREA in DISEGNO ASSISTITO DAL CALCOLATORE. Studio di massima di un cinematismo per un sedile sportivo ammortizzato

TESI DI LAUREA in DISEGNO ASSISTITO DAL CALCOLATORE. Studio di massima di un cinematismo per un sedile sportivo ammortizzato ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA Dipartimento DIEM TESI DI LAUREA in DISEGNO ASSISTITO DAL CALCOLATORE Studio di massima di un cinematismo per un sedile

Dettagli

HYDROSON POMPE ORIZZONTALI MULTICELLULARI

HYDROSON POMPE ORIZZONTALI MULTICELLULARI CAMPO DI IMPIEGO Portata fino a: 9 m 3 /h Prevalenza max.: 55 m c.a. Pressione esercizio: 8 bar Temperatura d esercizio: da+ 5 C a + 35 C Max.temperatura ambiente: + 40 C Attacchi DN: 25 e 32 HYDROSON

Dettagli

UNA SOLA MACCHINA PER TRE LAVORI DIVERSI! 1. Taglia 2. Spacca 3. Carica Capacità di taglio fino a ø 38 cm. Taglio consigliato ø 32 cm.

UNA SOLA MACCHINA PER TRE LAVORI DIVERSI! 1. Taglia 2. Spacca 3. Carica Capacità di taglio fino a ø 38 cm. Taglio consigliato ø 32 cm. www.thor-italy.com Altezza di lavoro mt. 0,70. Altezza di carico mt. 2,10. SEMPLICE, UNICA, UNIVERSALE. I tronchi sono facili da caricare perché il banco di carico è aperto frontalmente (altezza di lavoro

Dettagli

Cilindro a staffa rotante

Cilindro a staffa rotante Cilindro a staffa rotante Spiegazione sui tipi: Tipo 21 = a doppio effetto, rotazione destra Tipo 22 = a doppio effetto, rotazione sinistra Senso di rotazione: Punto di bloccaggio A B = Bloccaggio rotazione

Dettagli

ISO 14001 Certificate N 12-E-0200545-TIC. ISO 9001 Certificate N 12-Q-0200545-TIC. Pompa a pistoni assiali per circuito aperto versione per Fan Drive

ISO 14001 Certificate N 12-E-0200545-TIC. ISO 9001 Certificate N 12-Q-0200545-TIC. Pompa a pistoni assiali per circuito aperto versione per Fan Drive HYDRAULIC COMPONENTS HYDROSTATIC TRANSMISSIONS GEARBOXES - ACCESSORIES Certified Company ISO 9001-14001 ISO 9001 Certificate N 12-Q-0200545-TIC ISO 14001 Certificate N 12-E-0200545-TIC Via M. L. King,

Dettagli

CASE è un Marchio internazionale, noto e apprezzato per l affidabilità e la. produttività che caratterizzano tutta la sua vasta gamma di prodotti.

CASE è un Marchio internazionale, noto e apprezzato per l affidabilità e la. produttività che caratterizzano tutta la sua vasta gamma di prodotti. CHI È CASE CASE è un Marchio internazionale, noto e apprezzato per l affidabilità e la produttività che caratterizzano tutta la sua vasta gamma di prodotti. Per garantirvi una tranquillità assoluta abbiamo

Dettagli

Impianto idraulico (2 parte)

Impianto idraulico (2 parte) Prof. Luigi Puccinelli IMPIANTI E SISTEMI AEROSPAZIALI (2 parte) POMPE 2 Cilindrata costante 1 senso di flusso 2 sensi di flusso Cilindrata variabile Compressore MARTINETTI 3 Semplice effetto Semplice

Dettagli