REGIONE CALABRIA -ARPACAL- DIPARTIMENTO DI VIBO VALENTIA. LABORATORIO BIONATURALISTICO - DIRIGENTE: dott.ssa ANGELA MARIA DIANO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE CALABRIA -ARPACAL- DIPARTIMENTO DI VIBO VALENTIA. LABORATORIO BIONATURALISTICO - DIRIGENTE: dott.ssa ANGELA MARIA DIANO"

Transcript

1 REGIONE CALABRIA -ARPACAL- DIPARTIMENTO DI VIBO VALENTIA LABORATORIO BIONATURALISTICO - DIRIGENTE: dott.ssa ANGELA MARIA DIANO Analisi microbiologica delle acque potabili da reti idriche, fonti di approvvigionamento: pozzi, sorgenti e D. Lgs. n. 31/2001 e s.m.i bacini superficiali, e delle acque in bottiglia 15 gg. - Analisi microbiologica delle acque di piscina Linee-guida Conferenza Stato Regioni 16 gennaio gg. - Analisi microbiologica delle acque di balneazione D. Lgs. N. 116/08 15 gg. - Analisi microbiologica delle acque reflue da impianti di depurazione civili e turistici, da attività industriali e agro-alimentari, e dei corsi d acqua superficiali 15 gg. - Saggi di tossicità D. Lgs. 152/ gg. - LABORATORIO CHIMICO - DIRIGENTE: dott.ssa ANGELA MARIA DIANO Analisi di acque potabili da reti idriche, fonti di approvigionamenti: pozzio, sorgenti e bacini superficiali D. Lgs. n. 31/2001 e s.m.i. Controlli di base in 10 gg. Supporto scientifico a enti, società e privati per la potabilizzazione delle acque ad uso umano Controlli di base in 10 gg. Analisi di acque di mare, balneazione e controllo marino costiero D. Lgs. N. 116/08 Controlli di base in 10 gg. Analisi chimiche delle acquer reflue da impianti di depurazione civili e turistici, da attività industriali ed agroalimentari, e dei corsi d'acqua superficiali D. Lgs. 152/2006 Controlli di base in 10 gg. Analisi granulometriche su sedimenti e terreni Controlli di base in 10 gg.

2 SERVIZIO ARIA - DIRIGENTE: dott.ssa ANGELA MARIA DIANO Supporto tecnico per le autorizzazioni ambientali - Istruttoria per rilascio pareri, per l'autorizzazione alle emissioni in atmosfera D. Lgs. 152/2006 Ing. Nicola Ocello (C.T.P. Servizio Aria) - Attività di controllo su impianti autorizzati alle emissioni in atmosfera (sopralluoghi o campionamenti) D. Lgs. 152/2006 Ing. Nicola Ocello (C.T.P. Servizio Aria) - SERVIZIO SUOLO E RIFIUTI - DIRIGENTE: dott.ssa ANGELA MARIA DIANO Pareri in C.D.S. Caratterizzazioni Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) - Dott. Fortunato Borrello (C.T.P. - Servizio Suolo e Rifiuti) - Pareri in C.D.S. Analisi di rischio Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) Pareri in C.D.S. Progetti di Bonifica Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) Pareri Punti vendita Carburante Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) Attività istruttorie, di campionamento e di controllo nell'ambito dei progetti di ripascimento dei litorali D.M. Ministero dell'ambiente del 24,01,1996 Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) Istruttorie pratiche relative al riutilizzo delle terre e rocce da scavo D.M. 161/2012 Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) Attività di campionamento e validazione dati per caratterizzazioni e bonifiche Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) Attività ispettiva di controllo inpianti rifiuti autorizzazioni uniche D.Lgs. 152/06 Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti)

3 Attività ispettiva di controllo inpianti rifiuti autorizzazioni semplificate D.Lgs. 152/06 Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) Attività di controllo ed ispettiva richiesta dalle autorità giudiziarie, enti locali, etc. Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) Redazione preventivi di spesa e fatturazione Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) Attività di controllo su acque di vegetazione oleifici L. n. 574/ Delibera G.R. n. 17/2006 Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) SERVIZIO SUOLO E RIFIUTI - DIRIGENTE: dott.ssa ANGELA MARIA DIANO Attività di ispezione su rifiuti transfrontalieri Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) Sopralluoghi, campionamenti ed analisi di siti e manufatti conpresenza di materiale contenente amianto D.Lgs. 152/ D.M. 06,08, L. n. 257/ L.R. n. 14/2011 Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) Registrazione e smistamento pratiche, tenuta archiivo e riepilogazioni statistiche Concetta Mancuso (C.T.P.S.E. - Servizio Suolo e Rifiuti) SERVIZIO RADIAZIONI E RUMORE - DIRIGENTE: dott.ssa ANGELA MARIA DIANO Verifica dei livelli di conformità energetica per le sorgenti a frequenza di rete (50Hz) D.P.C.M. n. 200 del Verifica dei livelli di conformità energetica per le Ing. D.P.C.M. n. 199 del sorgenti a frequenza comprese tra 100 khz e 300 Ghz Pietro Capone (Assistente Tecnico - Servizio Stima delle distanze di approssimazione e delle fasce di rispetto Interventi di controllo non programmati segnalati da enti o da cittadini per misuarzione dei livelli di campo elettrico e magnetico Interventi di emergenza su segnalazione di Procura, Questura e/o Autorità di P.S.

4 Monitoraggi di CEM a seguito di progetti obiettivo o a seguito di specifici accordi o cinvenzioni con Enti Pubblici o Privati Monitoraggi in banda larga e stretta per Stazioni Radio Base di telefonia mobile cellulare per la valutazione spsecifica del livello di conformità Misure di campo elettrico e magnetico di altre sorgenti ad alta frequenza (H.F.) quali: impianti fissi per telecomunicazoni, impianti radio televisivi, ponti radio. Misure in banda stretta per risanamento e riduzione a conformità dei livelli CEM Misure di inquinamento acustico prodotto da attività antropiche e/o da strutture di trasporto Mappature acustiche, campagne di monitoraggio del rumore su sorgenti particolarmente impattanti, anche a seguito di progetti obiettivo e/o di specifici accordi o convenzioni con enti pubblici e privati SERVIZIO RADIAZIONI E RUMORE - DIRIGENTE: dott.ssa ANGELA MARIA DIANO Partecipazione alle Commissioni Comunali sulle problematiche dell'inquinamento acustico finalizzate alla realizzazione dei Piani di Risanamento Acustico dei Comuni (P.R.A.C.); Partecipazione alle Commisioni Comunali di vigilanza pubblico spettacolo; Esame o parere su valutazioni di impatto acustico Prestazioni per V.I.A. V.A.S. A.I.A. A.U. con particolare riferimento a: partecipazione a conferenze di servizio; esame e parere su ppratiche relative alla realizzazione di impianti eolici, impianti fotovoltaici; esame e parere su piani di monitoraggio e controllo relativi a tematicche NIR/rumore. Attività di monitoraggio ante e post opera SERVIZIO ACQUE - DIRIGENTE: dott.ssa ANGELA MARIA DIANO Attività di controllo e vigilanza sugli scarichi idrici, per istruttoria e su richiesta degli enti

5 Attività di controllo e vigilanza su corsi d'acqua superficiali Rilascio di pareri sulle istanze presebntate in materia di acque di scarico o di altra tipologia 30 gg. Dalla richiesta Emergenze ambientali Attività di informazione ambientale su richiesta degli Enti Dott.ssa Antonella Daniele (C.T.P. - Servizio Acque) - Isp. Gerardo 30 gg. Dalla richiesta Monitoraggi ambientali sugli emissari costieri, sulle acque sotterranee Monitoraggi ambientali sulle acque costiere ai fini della balneazione Dott.ssa Antonella Daniele (C.T.P. - Servizio Acque) - Monitoraggio ambientale sulle acque minerali Dott.ssa Antonella Daniele (C.T.P. - Servizio Acque) - Monitoraggio ambientale sulle alghe potenzialmente tossiche in acque costiere Dott.ssa Antonella Daniele (C.T.P. - Servizio Acque) - SERVIZIO ACQUE - DIRIGENTE: dott.ssa ANGELA MARIA DIANO Attività di supporto per le azioni di risarcimento del danno ambientale della Regione Calabria Attività di campionamenti al fine delle prestazioni analitiche al fine del rialscio di certificazioni a terzi 30 gg. Dalla richiesta Campionamenti sulle acque destinate al consumo umano, campionamento sulle acque potabili a scopo istruttoria bollo CE Dott.ssa Antonella Daniele (C.T.P. - Servizio Acque) - Isp. Gerardo 30 gg. Dalla richiesta

6 STAFF DIREZIONE DIPARTIMENTALE COORDINAMENTO V.I.A. V.A.S. A.I.A. - DIRIGENTE: dott.ssa ANGELA MARIA DIANO Supporto tecnico per le autorizzazioni ambientali - Istruttoria per rilascio pareri, per il rilascio della Autorizzazione Integrata Ambientale D. Lgs. 59/2005 Ing. Dario Giuliano - Istruttoria pratiche V.I.A. - V.A.S. D. Lgs. 152/ Regolamento Regionale n. 3/2008 Ing. Dario Giuliano - Attività di controllo su impianti con Autorizzazione Integrata Ambientale D. Lgs. 59/2005 Ing. Dario Giuliano - Pareri in C.D.S. Autorizzazioni Uniche D.Lgs. 152/06 Ing. Dario Giuliano - Controlli A.I.A. D. Lgs. 59/2005 Ing. Dario Giuliano - Pareri V.A.S. D. Lgs. 152/ Regolamento Regionale n. 3/2008 Ing. Dario Giuliano -

SCHEDA DI DECLARATORIA SC DIPARTIMENTO TERRITORIALE DI BIELLA, NOVARA, VERBANO CUSIO OSSOLA E VERCELLI

SCHEDA DI DECLARATORIA SC DIPARTIMENTO TERRITORIALE DI BIELLA, NOVARA, VERBANO CUSIO OSSOLA E VERCELLI SCHEDA DI DECLARATORIA SC DIPARTIMENTO TERRITORIALE DI BIELLA, NOVARA, VERBANO CUSIO OSSOLA E VERCELLI AI SENSI DELL ART. 24 DEL REGOLAMENTO ADOTTATO CON DDG 67 DEL 13.10.2017 E APPROVATO CON DGR 46-5809

Dettagli

DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE AD EVIDENZA ESTERNA

DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE AD EVIDENZA ESTERNA DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE AD EVIDENZA ESTERNA Previsione degli andamenti di attività per l'anno ProgEST Area Funzionale Amministrativa DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE AD EVIDENZA ESTERNA Previsione degli

Dettagli

Attività Istituzionale obbligatoria (regime esclusivo Agenzie ambientali)

Attività Istituzionale obbligatoria (regime esclusivo Agenzie ambientali) Scheda n.1 C.d.C Attività Laboratoristica Dip.to Provinciale di Ancona DIPARTIMENTO DI ANCONA Linea di attività LABORATORIO Macro centro di costo attuatore: DIPARTIMENTO DI ANCONA Responsabili della linea

Dettagli

Attività Istituzionale obbligatoria (regime esclusivo Agenzie ambientali)

Attività Istituzionale obbligatoria (regime esclusivo Agenzie ambientali) Scheda n.1 - C.d.C. Attività Laboratoristica Dip.to Provinciale di Ancona Linea attività DIPARTIMENTO DI ANCONA Linea di attività LABORATORIO Macro centro di costo attuatore: DIPARTIMENTO DI ANCONA Responsabili

Dettagli

Attività Istituzionale obbligatoria (regime esclusivo Agenzie ambientali)

Attività Istituzionale obbligatoria (regime esclusivo Agenzie ambientali) Scheda n.1 C.d.C Attività Laboratoristica Dip.to Provinciale di Ancona DIPARTIMENTO DI ANCONA Linea di attività LABORATORIO Macro centro di costo attuatore: DIPARTIMENTO DI ANCONA Responsabili della linea

Dettagli

Scheda n.1 C.d.C Attività Laboratoristica Dip.to Provinciale di Ancona

Scheda n.1 C.d.C Attività Laboratoristica Dip.to Provinciale di Ancona Scheda n.1 C.d.C Attività Laboratoristica Dip.to Provinciale di Ancona Linea attività DIPARTIMENTO DI ANCONA SERVIZIO LABORATORIO Macro centro di costo attuatore: DIPARTIMENTO DI ANCONA Responsabile: ROBERTA

Dettagli

SCHEDA DI DECLARATORIA SC DIPARTIMENTO TERRITORIALE DI TORINO

SCHEDA DI DECLARATORIA SC DIPARTIMENTO TERRITORIALE DI TORINO SCHEDA DI DECLARATORIA SC DIPARTIMENTO TERRITORIALE DI TORINO AI SENSI DELL ART. 24 DEL REGOLAMENTO ADOTTATO CON DDG 67 DEL 13.10.2017 E APPROVATO CON DGR 46-5809 DEL 20.10.2017: I Dipartimenti Territoriali

Dettagli

Report Arpa per matrici ambientali o filoni di attività

Report Arpa per matrici ambientali o filoni di attività Report Arpa per matrici ambientali o filoni di attività Acqua CODICE RS Risultato Atteso Tipologia servizio Indicatore obiettivo 2012 consuntivo A2.02 Verifica depuratori acque reflue (verifiche di autocontrollo)

Dettagli

TEMI AMBIENTALI ATTIVITA SVOLTE DA UFFICIO AMBIENTE E ALTRI UFFICI

TEMI AMBIENTALI ATTIVITA SVOLTE DA UFFICIO AMBIENTE E ALTRI UFFICI CITTA` DI FOLLONICA SETTORE 3 PIANIFICAZIONE STRATEGICA, AMBIENTE, SIT E MOBILITA URBANA Largo Cavallotti, 1-58022 Follonica (GR) Tel. 0566-59215 - Fax 0566 59218 Arch. Domenico Melone dmelone@comune.follonica.gr.it

Dettagli

SINTESI ATTIVITA DI VIGILANZA E CONTROLLO

SINTESI ATTIVITA DI VIGILANZA E CONTROLLO SINTESI ATTIVITA DI VIGILANZA E CONTROLLO Rappresentazione per territorio di competenza 30 giugno 2012 Area Funzionale Amministrativa - di di A1.01 Controllo aziende soggette alla normativa IPPC OBIETTIVO

Dettagli

Tempi di risposta di servizi erogati da Arpa Emilia-Romagna - Anno 2014

Tempi di risposta di servizi erogati da Arpa Emilia-Romagna - Anno 2014 Il Tempo di risposta (TR al cliente) è calcolato come tempo massimo che intercorre tra la Data di Apertura Protocollo e la Data di Chiusura Protocollo (cioè le date di registrazione a Protocollo della

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DI ARPAV Rev. 1 del 19 Maggio 2016 SUPPORTO TECNICO

GUIDA AI SERVIZI DI ARPAV Rev. 1 del 19 Maggio 2016 SUPPORTO TECNICO SUPPORTO TECNICO Il supporto tecnico che gli operatori di ARPAV offrono nella loro attività è uno dei prodotti forse meno visibili e meno conosciuti fra quelli che l Agenzia fornisce. E un complesso articolato

Dettagli

MONITORAGGIO PERIODICO TEMPI PROCEDIMENTALI (Art. 24, c. 2, d.lgs. n. 33/2013; Art. 1, c. 28, l. n. 190/2012; PTPC punto 8.

MONITORAGGIO PERIODICO TEMPI PROCEDIMENTALI (Art. 24, c. 2, d.lgs. n. 33/2013; Art. 1, c. 28, l. n. 190/2012; PTPC punto 8. / 1 Procedimenti di rilascio delle autorizzazioni alla gestione dei rifiuti, varianti sosanziale e non, rinnovi, ai sensi dell'art. 208 D.Lgs 152/2006. Espressione parere endoprocedimentale con rilascio

Dettagli

MONITORAGGIO PERIODICO TEMPI PORCEDIMENTALI (Art. 24, c. 2, d.lgs. n. 33/2013; Art. 1, c. 28, l. n. 190/2012; PTPC par. 9.

MONITORAGGIO PERIODICO TEMPI PORCEDIMENTALI (Art. 24, c. 2, d.lgs. n. 33/2013; Art. 1, c. 28, l. n. 190/2012; PTPC par. 9. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Procedimenti di rilascio delle autorizzazioni alla gestione dei rifiuti, varianti sosanziale e non, rinnovi, ai sensi dell'art. 208. Espressione parere endoprocedimentale con rilascio

Dettagli

Scheda C.d.C Attività Laboratoristica Dip.to Provinciale di Ancona

Scheda C.d.C Attività Laboratoristica Dip.to Provinciale di Ancona Scheda C.d.C Attività Laboratoristica Dip.to Provinciale di Ancona Linea attività DIPARTIMENTO DI ANCONA SERVIZIO LABORATORIO Macro centro di costo attuatore: DIPARTIMENTO DI ANCONA Responsabile: ROBERTA

Dettagli

MONITORAGGIO PERIODICO TEMPI PORCEDIMENTALI (Art. 24, c. 2, d.lgs. n. 33/2013; Art. 1, c. 28, l. n. 190/2012) Dott. FRANCO BINAGHI

MONITORAGGIO PERIODICO TEMPI PORCEDIMENTALI (Art. 24, c. 2, d.lgs. n. 33/2013; Art. 1, c. 28, l. n. 190/2012) Dott. FRANCO BINAGHI 1 Procedimenti di rilascio delle autorizzazioni alla gestione dei rifiuti, varianti sosanziale e non, rinnovi, ai sensi dell'art. 208 D.Lgs 152/2006. Espressione parere endoprocedimentale con rilascio

Dettagli

ARPAM Agenzia Regionale per la protezione ambientale delle marche

ARPAM Agenzia Regionale per la protezione ambientale delle marche Scheda n.1 - C.d.C. Attività Laboratoristica Dip.to Provinciale di Ancona ARPAM Agenzia Regionale per la protezione ambientale delle marche Linea attività DIPARTIMENTO DI ANCONA Linea di attività LABORATORIO

Dettagli

Il ruolo dell ARPAT ai sensi della L.R. 30/2009: organizzazione e sintesi dell attività di controllo

Il ruolo dell ARPAT ai sensi della L.R. 30/2009: organizzazione e sintesi dell attività di controllo Il ruolo dell ARPAT ai sensi della L.R. 30/2009: organizzazione e sintesi dell attività di controllo Giovanni Barca Direttore generale ARPAT Convegno Le infrastrutture per la qualità dell ambiente nell

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITA ARPAV 2016

RELAZIONE ATTIVITA ARPAV 2016 RELAZIONE ATTIVITA ARPAV 2016 Attività tecnico scientifica realizzata dall Agenzia Regionale per la Prevenzione e protezione Ambientale del Veneto nel 2016 Il Direttore Generale Nicola Dell Acqua Il Direttore

Dettagli

Registro accessi documentali - Arpae Emilia-Romagna Periodo 1 aprile dicembre 2018

Registro accessi documentali - Arpae Emilia-Romagna Periodo 1 aprile dicembre 2018 Numero progr. Oggetto Nodo Data richiesta Data risposta Tempo di riscontro (in giorni) Esito della richiesta Motivazione rifiuto / differimento Richiesta atti amministrativi 1 Direzione Tecnica 18/04/2018

Dettagli

Ufficio di staff Gestione contributi regionali (Piano di Azione Ambientale) Termini specifici dettati da delibere regionali

Ufficio di staff Gestione contributi regionali (Piano di Azione Ambientale) Termini specifici dettati da delibere regionali 1 2 3 4 Ufficio di staff Gestione contributi regionali (Piano di Azione Ambientale) Termini specifici dettati da delibere regionali 13 13 0 Ufficio di staff Accesso ad atti amministrativi del settore e

Dettagli

Allegato 2 - Check-list per la registrazione EMAS di un'impresa

Allegato 2 - Check-list per la registrazione EMAS di un'impresa Organizzazione/Sito : Sede legale: Sito Produttivo: Responsabile legale: Allegato 2 - Check-list per la registrazione EMAS di un'impresa Accertamento relativo alla verìfica di conformità legislativa ai

Dettagli

Scheda Obiettivi 2018

Scheda Obiettivi 2018 Scheda Obiettivi 2018 Dirigente responsabile Ivo Riccardi Strutture di riferimento Dipartimento territoriale Piemonte Sud Ovest ALLEGATO 1 : ProgINT volumi di attività ed indice di produttività di competenza

Dettagli

ENTE/SOGGETTO GESTORE. Persona di riferimento: Ruolo:.. Questionario compilato a cura di:.

ENTE/SOGGETTO GESTORE. Persona di riferimento: Ruolo:.. Questionario compilato a cura di:. QUESTIONARIO DI RACCOLTA DATI SUGLI STRUMENTI DI MONITORAGGIO DEI DATI AMBIENTALI DA PARTE DELLE AUTORITA' LOCALI E COMUNICAZIONE DELLE INFORMAZIONI AMBIENTALI ENTE/SOGGETTO GESTORE Persona di riferimento:

Dettagli

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale riconosciuti dalla legge a favore dell'interessato

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale riconosciuti dalla legge a favore dell'interessato Struttura UO Responsabile dell'istruttoria Responsabile del Procedimenti Riferimento normativo termini di conclusione del Modalità di richiesta informazioni relative al in corso che li riguardano Strumenti

Dettagli

2. LE ATTIVITA DI ARPA PUGLIA. Domenico Telesca

2. LE ATTIVITA DI ARPA PUGLIA. Domenico Telesca 2. LE ATTIVITA DI ARPA PUGLIA Domenico Telesca 19 2.1 Introduzione Con DGR n. 892 del 3 giugno 2008 è stato adottato il nuovo regolamento di ARPA Puglia che ha determinato una decisa riorganizzazione agenziale,

Dettagli

Terna Rete Italia S.p.A Nuova stazione elettrica 380/150 kv di Vizzini con raccordi aerei 380/150 kv alla RTN ed opere connesse

Terna Rete Italia S.p.A Nuova stazione elettrica 380/150 kv di Vizzini con raccordi aerei 380/150 kv alla RTN ed opere connesse ALLEGATO 2 Autorizzazioni, intese, concessioni, licenze, pareri, nulla osta e assensi comunque denominati in materia ambientale, necessari per la realizzazione e l'esercizio dell'opera o dell'impianto

Dettagli

Integrazioni allo Studio di Impatto Ambientale e Sociale Allegato 17 Elenco delle autorizzazioni di cui al comma 2 dell art. 23 del D.

Integrazioni allo Studio di Impatto Ambientale e Sociale Allegato 17 Elenco delle autorizzazioni di cui al comma 2 dell art. 23 del D. Integrazioni allo Studio di Impatto Ambientale e Sociale Allegato 17 Elenco delle autorizzazioni di cui al comma 2 dell art. 23 del D.Lgs 152/06 e s.m.i Allegato 17 Autorizzazioni, intese, concessioni,

Dettagli

SETTORE DIRETTIVE EUROPEE NORMATIVA NAZIONALE NORMATIVA REGIONALE NOTE

SETTORE DIRETTIVE EUROPEE NORMATIVA NAZIONALE NORMATIVA REGIONALE NOTE R.D. n. 1443/27 (ricerca e coltivazione di sostanze minerali e delle acque termali e minerali) R.D. n. 1775/33 (Testo unico delle disposizioni di legge sulle acque e impianti elettrici) DIR 75/440/CEE

Dettagli

Elenco dei Procedimenti amministrativi - Settore 2. Servizio 3. Avvio del procedimento

Elenco dei Procedimenti amministrativi - Settore 2. Servizio 3. Avvio del procedimento Servizio 3 L.R. 10/98 - Attuazione DGR n. 471 del 01/08/2007 - Ripartizione contributo ai Comuni costieri per la pulizia delle spiagge L.R. 549/95 art. 3 comma 27 - Aree Degradate L.R. 7/01 art. 3 comma

Dettagli

CAPITOLO X. ARPAV/Staff Rapporti con l Utenza-URP - GUIDA ANALITICA AI SERVIZI ARPAV

CAPITOLO X. ARPAV/Staff Rapporti con l Utenza-URP - GUIDA ANALITICA AI SERVIZI ARPAV CAPITOLO X ARPAV/Staff Rapporti con l Utenza-URP - DIREZIONE Via Santa Barbara, 5/a 31100 TREVISO Tel.: 0422 558515 Telefax: 0422 558516 E-mail : daptv@arpa.veneto.it Orario di apertura al pubblico: previo

Dettagli

IL RUOLO DI ARPA PIEMONTE

IL RUOLO DI ARPA PIEMONTE IL RUOLO DI ARPA PIEMONTE Angelo Robotto Ruolo di Arpa Piemonte L.R. 18/2016 «Nuova disciplina dell Agenzia regionale per la protezione ambientale del Piemonte» 26 settembre 2016 L. 132/2016 «Istituzione

Dettagli

CONSULENTE AMBIENTALE

CONSULENTE AMBIENTALE Con il patrocinio di ENTE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CORSO DI FORMAZIONE PER CONSULENTE AMBIENTALE PERCORSO FORMATIVO 5 GIUGNO 2015-17 OTTOBRE 2015 CAGLIARI Il corso ha una durata di 124 ore ed è suddiviso

Dettagli

I tirocini curriculari del corso di laurea magistrale in Scienze ambientali: incontro tra studenti ed enti/aziende

I tirocini curriculari del corso di laurea magistrale in Scienze ambientali: incontro tra studenti ed enti/aziende Corso di Laurea Magistrale in Scienze Ambientali Dipartimento di Scienze della Terra I tirocini curriculari del corso di laurea magistrale in Scienze ambientali: incontro tra studenti ed enti/aziende D.ssa

Dettagli

IREA Piemonte. Applicazioni operative ai fini dell analisi ambientale e territoriale. Inventario Regionale delle Emissioni in Atmosfera

IREA Piemonte. Applicazioni operative ai fini dell analisi ambientale e territoriale. Inventario Regionale delle Emissioni in Atmosfera IREA Piemonte Inventario Regionale delle Emissioni in Atmosfera Applicazioni operative ai fini dell analisi ambientale e territoriale Ing. Francesco Matera Regione Piemonte DIREZIONE AMBIENTE Sett. Risanamento

Dettagli

CONSULENTE AMBIENTALE

CONSULENTE AMBIENTALE CON IL PATROCINIO DI: ENTE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CORSO DI FORMAZIONE PER CONSULENTE AMBIENTALE PERCORSO FORMATIVO 21 MAGGIO 2014-11 OTTOBRE 2014 CAGLIARI 20 GIUGNO 2014-8 NOVEMBRE 2014 SASSARI Il

Dettagli

CONSULENTE AMBIENTALE

CONSULENTE AMBIENTALE CON IL PATROCINIO DI: ENTE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CORSO DI FORMAZIONE PER CONSULENTE AMBIENTALE PERCORSO FORMATIVO 21 MAGGIO 2014-11 OTTOBRE 2014 Via Duca di Genova 72, CAGLIARI Il corso ha una durata

Dettagli

Summer school AssoArpa

Summer school AssoArpa Summer school AssoArpa L ESPERIENZA DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Laura Boschini, Dirigente generale APPA Trento Cagliari, 30 Settembre 2016. Provincia Autonoma di Trento Assessorato Ambiente Assessorato

Dettagli

I controlli ambientali in cifre. Raccolta dati anno 2013

I controlli ambientali in cifre. Raccolta dati anno 2013 I controlli ambientali in cifre Raccolta dati anno 2013 ARPAV Direttore Generale Carlo Emanuele Pepe Direttore Amministrativo Giuseppe Olivi Direttore Tecnico Paolo Rocca Documento redatto dal Tavolo di

Dettagli

I controlli ambientali in cifre

I controlli ambientali in cifre I controlli ambientali in cifre Raccolta dati anno 2015 informazioni da parte della P.A. ai sensi del D.Lgs 14 marzo 2013, n 33 Il Commissario Straordinario Dott. Alessandro Benassi PADOVA, giugno 2016

Dettagli

Allegato 1. Procedure gestionali sistema integrato ED. DOC REVISIONE CODICE

Allegato 1. Procedure gestionali sistema integrato ED. DOC REVISIONE CODICE Procedure gestionali sistema integrato CODICE REVISNE PR 03.01 3 0 13.03.2017 Riesame dei sistemi di gestione PR 03.02 2 2 13.03.2017 Gestione dei cambiamenti dei Sistemi di Gestione (change control) PR

Dettagli

Carta dei servizi. Agenti Fisici

Carta dei servizi. Agenti Fisici Carta dei servizi Agenti Fisici ARPA Lombardia fornisce supporto tecnico-scientifico agli Enti Locali nelle azioni di monitoraggio, controllo e per l emissione di pareri sul rumore di origine antropica,

Dettagli

Procedimenti con termine definito per legge

Procedimenti con termine definito per legge AA AA4 - SERVIZIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO Accesso agli atti 30 Art. 25, Legge 241/ e BA BA8 - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ESPROPRIAZIONI Acquisizione aree mediante decreto d esproprio ai sensi dell'art.

Dettagli

fonte:

fonte: 50 06 00 50 06 92 50 06 02 50 06 04 DIREZIONE GENERALE PER LA DIFESA DEL SUOLO E L ECOSISTEMA STAFF - Funzioni di supporto tecnico-amministrativo - Programmi straordinari di contrasto all abbandono dei

Dettagli

Catalogo dei servizi erogati dal Sistema Agenziale (ARPA/APPA)

Catalogo dei servizi erogati dal Sistema Agenziale (ARPA/APPA) ISPRA-ARPA/ - GdL Leta - Linea attività 2 - Area D1 - Sub attività 2 Coodinatrice Arpa-ER Catalogo dei servizi erogati dal Sistema Agenziale (ARPA/) Articolazione proposta dal GdL - LETA - Linea attività

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Energia

Dipartimento Ambiente e Energia Dipartimento Ambiente e Energia 1. Ufficio Prevenzione e Controllo Ambientale Gestione del ciclo dei rifiuti Aggiornamento ed adeguamento del Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti; attuazione L.R. n

Dettagli

PUNTO FOCALE REGIONALE Regione Marche

PUNTO FOCALE REGIONALE Regione Marche PUNTO FOCALE REGIONALE Regione Marche Elemento di raccordo e trasmissione dati ambientali Ferdinando de Rosa Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche PFR MARCHE Il Punto Focale Regionale

Dettagli

PROPOSTA DI PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ Anno Sezione di PIACENZA

PROPOSTA DI PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ Anno Sezione di PIACENZA PROPOSTA DI PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ Anno 2 0 0 9 Sezione di PIACENZA Attività 2008 PRE CONSUNTIVO 2008 PREVENTIVO 2008 CAMPIONAMENTI VIG.&CONTR. PARERI, ISTRUTTORIE, RELAZIONI ISPEZIONI SOPRALLUOGHI

Dettagli

CATALOGO PUBBLICO DELL'INFORMAZIONE AMBIENTALE DEL COMUNE DI BOLOGNA

CATALOGO PUBBLICO DELL'INFORMAZIONE AMBIENTALE DEL COMUNE DI BOLOGNA CATALOGO PUBBLICO DELL'INFORMAZIONE AMBIENTALE DEL COMUNE DI BOLOGNA ACQUA Autorizzazione allo scarico di reflui domestici su suolo/corso d'acqua Localizzazione di autorizzazione allo scarico di reflui

Dettagli

Progettazione e direzione lavori a privati e Enti pubblici, tra le quali responsabilità U.S.L.L.

Progettazione e direzione lavori a privati e Enti pubblici, tra le quali responsabilità U.S.L.L. Informazioni personali Nome Nazionalità PAOLUCCI ENRICO Italiana Data di nascita 24.09.1958 Cellulare 339/6838476 Telefono e fax ufficio 0862/579722 0862/579729 e-mail e.paolucci@artaabruzzo.it Esperienza

Dettagli

,0 Non significativo ,0 Non significativo ,0 Non significativo ,0 Non significativo

,0 Non significativo ,0 Non significativo ,0 Non significativo ,0 Non significativo Risorse energetiche Consumo di combustibili per conduzione mezzi Gestione e manutenzione ordinaria rete viaria Generazione rumore mezzi meccanici 1 1 1 2 4,0 Non significativo Gestione e manutenzione ordinaria

Dettagli

Risultati e Attività ARPA Presentazione Provincia di Como 15 Febbraio 2012

Risultati e Attività ARPA Presentazione Provincia di Como 15 Febbraio 2012 Risultati e Attività ARPA 2011-2012 Mission e Compiti di ARPA Legge Istitutiva 16/1999 Supporto tecnico scientifico agli Enti Territoriali nei procedimenti amministrativi Controllo ambientale e segnalazione

Dettagli

Alessandria, 14 novembre 2018

Alessandria, 14 novembre 2018 Campagna di comunicazione LA GESTIONE DEGLI IMPATTI AMBIENTALI NEI LAVORI PER IL TERZO VALICO amianto tensioattivi risorse idriche aria e rumore viabilità Alessandria, 14 novembre 2018 Perché una nuova

Dettagli

Monitoraggio e Bonifica Ambientale. Trattamento e Gestione Acque di Scarico. Ingegneria Acquiferi. Studi Idraulici. Pratiche Urbanistiche e Ambientali

Monitoraggio e Bonifica Ambientale. Trattamento e Gestione Acque di Scarico. Ingegneria Acquiferi. Studi Idraulici. Pratiche Urbanistiche e Ambientali Monitoraggio e Bonifica Ambientale Trattamento e Gestione Acque di Scarico Ingegneria Acquiferi Studi Idraulici Pratiche Urbanistiche e Ambientali HYDROINGEA Srl - Società di Ingegneria C.F./P.Iva: 12711401005

Dettagli

VIA ROMA FANO (PU) C.F. e P.I

VIA ROMA FANO (PU) C.F. e P.I STUDIO DI CONSULENZA VIA ROMA 99 61032 FANO (PU) C.F. e P.I. 01463470417 Lo studio Dell'Erba nasce nel 1985 grazie all'esperienza pluriennale del dott. Mauro Dell'Erba, socio fondatore, e di alcuni dei

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITA ARPAV 2015

RELAZIONE ATTIVITA ARPAV 2015 RELAZIONE 2015 Attività tecnico scientifica realizzata dall Agenzia Regionale per la Prevenzione e protezione Ambientale del Veneto nel 2015 Commissario Straordinario Alessandro Benassi PADOVA, maggio

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DI ARPAV Rev. 1 del 19 Maggio 2016 MONITORAGGI

GUIDA AI SERVIZI DI ARPAV Rev. 1 del 19 Maggio 2016 MONITORAGGI MONITORAGGI Una considerevole parte dell attività di ARPAV, rilevante in termini strumentali ed economici, è rappresentata dal complesso sistema delle reti di monitoraggio, che sono un grande patrimonio

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITA ARPAV 2014

RELAZIONE ATTIVITA ARPAV 2014 RELAZIONE 2014 Attività tecnico scientifica realizzata dall Agenzia Regionale per la Prevenzione e protezione Ambientale del Veneto nel 2014 Direttore Generale Carlo Emanuele Pepe Direttore Amministrativo

Dettagli

Allegati 115/08 INLINEA

Allegati 115/08 INLINEA Allegati 115/08 INLINEA ALLEGATO OBBLIGATORIO Istanza Dati specifici richiesta Copia carta d identità o altro documento identificativo in corso di validità del legale rappresentante Copia del titolo di

Dettagli

Obiettivi di risultato 2014

Obiettivi di risultato 2014 Obiettivi di risultato 2014 gli obiettivi recepiscono quanto definito in fase istruttoria con verbale del 12.08.2014 1.1 CONTROLLI 1.1.1.b A3.03 Controllo emissioni radiazioni da impianti per telecomunicazioni

Dettagli

STRIKE S.r.l. - Via Bovini RAVENNA

STRIKE S.r.l. - Via Bovini RAVENNA CATALOGO DEI SERVIZI STRIKE S.r.l. - Via Bovini 41-48123 RAVENNA Tel.Fax. 0544 465294 Email: info@strikeconsulenze.it http://www.strikeconsulenze.it Cap. Soc. 20.000,00 i.v. P.IVA e C.F. 02317130397 R.E.A.:

Dettagli

Acque sotterranee, lo stato chimico è buono

Acque sotterranee, lo stato chimico è buono Acque sotterranee, lo stato chimico è buono Il monitoraggio dell'ispra ha rilevato uno stato buono delle acque sotterranee e superficiali, mentre la situazione è meno confortante per quelle di bacini e

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE OGGETTO

VERBALE DI RIUNIONE OGGETTO VERBALE DI RIUNIONE data 13.09.2018 presenti Angelo Robotto, Giovanna Mulatero, Franco Rocca inizio 11:30 fine 12:00 OGGETTO RIESAME OBIETTIVI 2018 K.13.00 DIPARTIMENTO TERRITORIALE PIEMONTE NORD-EST ARGOMENTI

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DIREZIONE TERRITORIO, URBANISTICA, BENI AMBIENTALI, PARCHI, Servizio Acque e Demanio Idrico PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE D.Lgs. 03.04.2006 n.152 e s.m.i ELABORATO N. TITOLO A1.1 SCALA PIANO DI TUTELA DELLE

Dettagli

Sergio Malcevschi (2006) Lezioni di Impatto Ambientale. ICONE L AMBIENTE NELLA V.I.A.

Sergio Malcevschi (2006) Lezioni di Impatto Ambientale. ICONE L AMBIENTE NELLA V.I.A. Sergio Malcevschi (2006) Lezioni di Impatto Ambientale. ICONE L AMBIENTE NELLA V.I.A. 1 IL RIFERIMENTO PRIMARIO I riferimenti fondamentali per la definizione dell ambiente da considerare in uno Studio

Dettagli

CAPITOLO 2 - Autorizzazioni e valutazioni ambientali VIA, VAS, AIA e AUA

CAPITOLO 2 - Autorizzazioni e valutazioni ambientali VIA, VAS, AIA e AUA CAPITOLO 1 - e diritto 1. L ambiente come oggetto autonomo di tutela... 2 2. L autonomia del bene giuridico ambiente nella giurisprudenza... 4 3. Principi sull azione di tutela ambientale... 9 3.1. Principio

Dettagli

Autorizzazione alla realizzazione e gestione di impianti trattamento rifiuti

Autorizzazione alla realizzazione e gestione di impianti trattamento rifiuti Autorizzazione alla realizzazione e gestione di impianti trattamento rifiuti La Provincia di Lecco nell'ambito della gestione degli impianti di gestione e trattamento rifiuti ha funzioni autorizzatorie,

Dettagli

ARPAV Sintesi attività tecnica 2008

ARPAV Sintesi attività tecnica 2008 Direzione Tecnico Scientifica marzo 2009 1 ATTIVITA DEI DIPARTIMENTI PROVINCIALI ATTIVITA DI PREVENZIONE Le attività di controllo dei Dipartimenti provinciali possono essere classificate, ad un primo livello,

Dettagli

Percorso partecipato alla Valutazione Ambientale Strategica (VAS)

Percorso partecipato alla Valutazione Ambientale Strategica (VAS) Piano di Settore per la pianificazione delle risorse idriche (PPRI) con la finalità di garantirne l idoneitl idoneità qualitativa, la disponibilità quantitativa e la tutela dall inquinamento inquinamento

Dettagli

SITUAZIONE AZIENDE AIA PROVINCIA DI TERNI

SITUAZIONE AZIENDE AIA PROVINCIA DI TERNI SITUAZIONE AZIENDE AIA PROVINCIA DI TERNI n Aziende Autorizzate in AIA: 24 n 13 sul territorio di Narni-Amelia (Agrigest, Alcantara, Unicalce, Cofely, Fatt. e Az. Agr. Novelli; FBM, Green ASM, Querciabella,

Dettagli

Caso pratico di PMC applicato ad impianti di trattamento rifiuti e discariche e cenni sul controllo integrato ambientale

Caso pratico di PMC applicato ad impianti di trattamento rifiuti e discariche e cenni sul controllo integrato ambientale Cagliari, 25-26 marzo 2010 Caesar s Hotel Sala conferenze Caso pratico di PMC applicato ad impianti di trattamento rifiuti e discariche e cenni sul controllo integrato ambientale a cura di Elena Vescovo

Dettagli

s.r.l. Gruppo Energie Alternative

s.r.l. Gruppo Energie Alternative s.r.l. Gruppo Energie Alternative I nostri servizi: impianti ad energia rinnovabile: progettazione ed installazione di impianti di produzione di energia elettrica da fonti di energia rinnovabile (impianti

Dettagli

TIPOLOGIA DI PRATICHE

TIPOLOGIA DI PRATICHE SGSICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO SALUTE E SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI Assistenza per l applicazione della normativa di tutela degli ambienti di lavoro

Dettagli

PUBB_REV

PUBB_REV PUBB_REV 0 31.12.12 311212 Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria Documento di sintesi dell attività 2015/16 in materia di ecoreati Premessa La legge

Dettagli

15 LEGGE REGIONALE 8 LUGLIO 1999 N.19 E ART.6 REGOLAMENTO EDILIZIO CERTIFICATO DI DESTINAZIONE

15 LEGGE REGIONALE 8 LUGLIO 1999 N.19 E ART.6 REGOLAMENTO EDILIZIO CERTIFICATO DI DESTINAZIONE SERVIZI PER L EDILIZIA PRIVATA (S.U.E.) E URBANISTICA tipologia servizio erogato tempi medi gg CERTIFICATI URBANISTICI EX ART. 5 LEGGE REGIONALE 8 LUGLIO 1999 N.19 E ART.6 REGOLAMENTO EDILIZIO CERTIFICATO

Dettagli

Modaltà di AVVIO Rifermenti Normativi Responsabile Termine di conclusione gg. Silenzio Assenzo

Modaltà di AVVIO Rifermenti Normativi Responsabile Termine di conclusione gg. Silenzio Assenzo SETTORE AMBIENTE E DEMANIO IDRICO SERVIZIO DEMINAZIONE E OGGETTO DEL PROCEDIMENTO delle acque reflue urbane in corpo idrico superficiale Istanza di autorizzazione in carta semplice e documentazione tecnicoamministrativa

Dettagli

Distretto Idrografico dell Appennino Meridionale

Distretto Idrografico dell Appennino Meridionale PIANO DI GESTIONE DELLE ACQUE CICLO 2015-2021 (Direttiva Comunitaria 2000/60/CE, D.L.vo 152/06, L. 13/09) ELENCO ELABORATI ALLA RELAZIONE GENERALE Tav.1. Inquadramento territoriale Tav.2. Aggiornamento

Dettagli

Programma Il corso di perfezionamento è articolato in 2 moduli per un totale di 8 giorni (64 ore di formazione), fruibili anche singolarmente.

Programma Il corso di perfezionamento è articolato in 2 moduli per un totale di 8 giorni (64 ore di formazione), fruibili anche singolarmente. Programma Il corso di perfezionamento è articolato in 2 moduli per un totale di 8 giorni (64 ore di formazione), fruibili anche singolarmente. I MODULO Il Testo Unico Ambientale dopo i decreti correttivi

Dettagli

MONITORAGGIO TEMPI PROCEDIMENTALI 2 SEMESTRE 2016

MONITORAGGIO TEMPI PROCEDIMENTALI 2 SEMESTRE 2016 DIREZIONE ECOLOGIA E AMBIENTE - AUTOPARCO - VERDE Direttore Ing. Salvatore Raciti DATA AGGIORNAMENTO 31/12/2016 BREVE DESCRIZIONE DEL Autorizzazione all installazione di Stazioni Radio Base per telefonia

Dettagli

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE D.P.R. N. 59/2013 PRIMI ASPETTI APPLICATIVI Ruolo dell ARPA

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE D.P.R. N. 59/2013 PRIMI ASPETTI APPLICATIVI Ruolo dell ARPA D. P. R. N. 59/2013: regolamento sull autorizzazione unica ambientale. Principi della disciplina: Semplificazione degli adempimenti amministrativi per le piccole e medie imprese Autorizzazione rilasciata

Dettagli

A.R.P.A.T- Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale Toscana- Via lavoro

A.R.P.A.T- Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale Toscana- Via lavoro Curriculum formativo e professionale INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cristofani Serena Data di nascita 27/01/1971 TITOLI ACCADEMICI E DI STUDIO- FORMAZIONE DIPLOMA DI LAUREA IN CHIMICA conseguito nell anno

Dettagli

AREA TUTELA E VALORIZZAZIONE AMBIENTALE. AMBIENTE in NUMERI. dati al 30 giugno Maria Cristina Pinoschi

AREA TUTELA E VALORIZZAZIONE AMBIENTALE. AMBIENTE in NUMERI. dati al 30 giugno Maria Cristina Pinoschi AREA TUTELA E VALORIZZAZIONE AMBIENTALE AMBIENTE in NUMERI dati al 30 giugno 2017 Maria Cristina Pinoschi 24 luglio 2017 Avanzamento delle istanze arrivate nell anno 2016 Nella tabella seguente si mostra

Dettagli

A.U.A. Autorizzazione Unica Ambientale. PROVINCIA DI PARMA-SERVIZIO AMBIENTE Dott.ssa Beatrice Anelli-Ing. Stefania Galasso MILANO 3 APRILE 2014

A.U.A. Autorizzazione Unica Ambientale. PROVINCIA DI PARMA-SERVIZIO AMBIENTE Dott.ssa Beatrice Anelli-Ing. Stefania Galasso MILANO 3 APRILE 2014 A.U.A. Autorizzazione Unica Ambientale PROVINCIA DI PARMA-SERVIZIO AMBIENTE Dott.ssa Beatrice Anelli-Ing. Stefania Galasso MILANO 3 APRILE 2014 Normativa di riferimento D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 Regolamento

Dettagli

Responsabile del procedimento recapito telefonico - mail istituzionale URBANISTICA

Responsabile del procedimento recapito telefonico - mail istituzionale URBANISTICA - - CONVENZIONATA ED ESPROPRI - - - SVILUPPO TERRITORIO E TRASFORMAZIONI URBANE Denominazione procedimento e breve descrizione Riferimento normativo Ufficio titolare del procedimento (sede - recapito telefonico

Dettagli

ELENCO delle ATTIVITA ANALITICHE Alimenti - Ambiente outdoor e indoor

ELENCO delle ATTIVITA ANALITICHE Alimenti - Ambiente outdoor e indoor ELENCO delle ATTIVITA ANALITICHE Alimenti - Ambiente outdoor e indoor SETTORE ALIMENTI ANALISI Analisi superfici Reg. CE 1441/07 Alimentaristi, Pubblici esercizi, Alberghi Analisi microbiologiche Analisi

Dettagli

Risultati e Attività ARPA Presentazione Provincia di Bergamo 24 febbraio 2012

Risultati e Attività ARPA Presentazione Provincia di Bergamo 24 febbraio 2012 Risultati e Attività ARPA 2011-2012 Mission e Compiti di ARPA Legge Istitutiva 16/1999 Supporto tecnico scientifico agli Enti Territoriali nei procedimenti amministrativi Controllo ambientale e segnalazione

Dettagli

Città di Torino Servizio Adempimenti Tecnico Ambientali

Città di Torino Servizio Adempimenti Tecnico Ambientali MODALITA DI GESTIONE DELLE TERRE E ROCCE DA SCAVO ELABORATI E PROCEDURE DI APPROVAZIONE 1 MODALITA DI GESTIONE DELLE TERRE E ROCCE DA SCAVO 1) Recupero rifiuti ai sensi di quanto prescritto dal D.Lgs.

Dettagli

Autorizzazione integrata ambientale (IPPC) Luciano Fantino Dirigente Settore Tutela Ambiente

Autorizzazione integrata ambientale (IPPC) Luciano Fantino Dirigente Settore Tutela Ambiente Autorizzazione integrata ambientale (IPPC) Luciano Fantino Dirigente Settore Tutela Ambiente 1 IPPC Integrated Pollution Prevention and Control È la strategia comune dell UE per migliorare le prestazioni

Dettagli

AREA TECNICA IMPIANTI

AREA TECNICA IMPIANTI AREA TECNICA IMPIANTI AREA TECNICA IMPIANTIAREA TECNICA IMPIANTI DIRETTORE DI AREA SEGRETERIA DI DIREZIONE MONITORAGGIO E GESTIONE CONTRATTI DIVERSI PROGETTAZIONE IMPIANTI COORDINAMENTO MANUTENZIONE IMPIANTI

Dettagli

impianti vari SI NO NO NO impianti industriali Allevamenti impianti industriali Allevamenti cave SI NO NO NO ATTIVITA' SOGGETTE A CONTROLLO

impianti vari SI NO NO NO impianti industriali Allevamenti impianti industriali Allevamenti cave SI NO NO NO ATTIVITA' SOGGETTE A CONTROLLO RICHIESTA L'AUTORIZZAZIONE PUO' ATTIVITA' DELLE IMPRESE RICHIESTA SEGNALAZIONE RICHIESTA MERA ESSERE SOSTITUITA DA Specificar SETTORE PROCEDIMENTO Note SOGGETTE A CONTROLLO AUTORIZZAZIONE CERTIFICATA DI

Dettagli

ARPAT Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana dipartimento di Pistoia

ARPAT Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana dipartimento di Pistoia Claudio COPPI ARPAT Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana dipartimento di Pistoia Conferenza Permanente Provinciale Proposta per Attività 2013 Legge R.T. 22 giugno 2009 n. 30 articolo

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA SULLA VALUTAZIONE DELL IMPATTO AMBIENTALE (D. Lgs. 104/2017)

LA NUOVA DISCIPLINA SULLA VALUTAZIONE DELL IMPATTO AMBIENTALE (D. Lgs. 104/2017) LA NUOVA DISCIPLINA SULLA VALUTAZIONE DELL IMPATTO AMBIENTALE (D. Lgs. 104/2017) Arch. Claudia Pieri Responsabile Sezione Opere Civili Puntuali Divisione Sistemi di valutazione ambientale VIA VAS Direzione

Dettagli

Il ruolo del sistema delle Agenzie ambientali per la creazione e diffusione dei dati ambientali

Il ruolo del sistema delle Agenzie ambientali per la creazione e diffusione dei dati ambientali Il ruolo del sistema delle Agenzie ambientali per la creazione e diffusione dei dati ambientali Giovanni Barca Direttore generale ARPAT Convegno su indicatore Benessere Equo e Sostenibile (BES) Firenze,

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITA ARPAV 2017

RELAZIONE ATTIVITA ARPAV 2017 RELAZIONE ATTIVITA ARPAV 2017 Attività tecnico scientifica realizzata dall Agenzia Regionale per la Prevenzione e protezione Ambientale del Veneto nel 2017 Il Direttore Generale Nicola Dell Acqua Il Direttore

Dettagli

Disposizioni per la prima attuazione del D. Lgs. 152/99 in materia di tutela delle acque

Disposizioni per la prima attuazione del D. Lgs. 152/99 in materia di tutela delle acque Foglio 1 di 5 CHECKLIST NORMATIVA ACQUA D.Lsg. n 152 del 03/04/2006 L.R. 13/90 e succ. modif. (L.R. 37/96) L.R. 61/2000 AREA AZIENDALE COINVOLTA Norme in materia ambientale Disciplina degli scarichi delle

Dettagli

La legislazione applicata agli impianti di incenerimento: esempi pratici

La legislazione applicata agli impianti di incenerimento: esempi pratici La legislazione applicata agli impianti di incenerimento: esempi pratici Maria Serena Bonoli Tecnico Ambientale - Servizio Territoriale Sezione ARPA Forlì - Cesena Rimini 31 maggio 2005 Quadro normativo:

Dettagli

TABELLA N. 9 MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

TABELLA N. 9 MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE TABELLA N. 9 L'ARTICOLAZIONE DELLE UNITA' DI VOTO IN AZIONI, RIVESTE - AI SENSI DELL' ARTICOLO 25-BIS, COMMA 7,SECONDO PERIODO, DELLA LEGGE 31 DICEMBRE 2009, N. 196 - CARATTERE MERAMENTE CONOSCITIVO. 295

Dettagli