RELAZIONE TECNICA GENERALE REV.01

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE TECNICA GENERALE REV.01"

Transcript

1 RELAZIONE TECNICA GENERALE REV.01 ATES INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI IMPIANTI TERMICI CON ADEGUAMENTO NORMATIVO CON LA CONNESSA MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA FULL RISK ED OBBLIGO DI RISPARMIO ENERGETICO MINIMO GARANTITO DEGLI IMPIANTI TERMICI DEL COMUNE DI SENAGO E SAN GIULIANO (MI) Offerente: TERMOCAD S.R.L. Timbro: Progettista: NT ENGINEERING S.R.L. Timbro: Borno,

2 Sommario 1. Politica di TERMOCAD per l'ambiente & per il Risparmio energetico SPECIFICHE TECNICHE GENERALI RIQUALIFICAZIONE IMPIANTI TERMICI Installazione nuovo generatore di calore ed interventi di efficientamento energetico UTENZE OGGETTO DI VALUTAZIONE EDIFICI ANALIZZATI LOTTO 1 5 COMUNE DI SENAGO Municipio, posta, scuole elementari e mensa in via Repubblica, CENTRALE TERMICA SOTTOSTAZIONE MUNICIPIO SOTTOSTAZIONE MENSA STATO DI FATTO EDIFICIO PROPOSTE INTERVENTO Scuola elementare, infanzia, materna e palestra in via Padova, CENTRALE TERMICA SOTTOSTAZIONE ELEMENTARI E PALESTRA SOTTOSTAZIONE MATERNA STATO DI FATTO EDIFICIO PROPOSTE INTERVENTO Scuola materna e centro sociale in via Neruda, CENTRALE TERMICA STATO DI FATTO EDIFICIO PROPOSTE INTERVENTO a 63

3 5.4 Scuola media e palestra in via Risorgimento, SOTTOCENTRALE STATO DI FATTO EDIFICIO PROPOSTE INTERVENTO Asilo nido arcobaleno in via Pellico, CENTRALE TERMICA STATO DI FATTO EDIFICIO PROPOSTE INTERVENTO Lavori di minore entità presso gli edifici restanti LOTTO 2 6 COMUNE DI SAN GIULIANO MILANESE Centro aggregazione giovanile l arena del sole in via Marzabotto CENTRALE TERMICA CENTRO DI AGGREGAZIONE STATO DI FATTO EDIFICIO PROPOSTE INTERVENTO Scuola materna e elementare in via Gogol CENTRALE TERMICA STATO DI FATTO EDIFICIO PROPOSTE INTERVENTO Scuola elementare, palestra, mensa e custode in via Bramante CENTRALE TERMICA SOTTOSTAZIONE STATO DI FATTO EDIFICIO PROPOSTE INTERVENTO Scuola elementare e media tobagi in via Bezzeca CENTRALE TERMICA STATO DI FATTO EDIFICIO PROPOSTE INTERVENTO a 63

4 6.5 Scuola media, mensa e palestra in via Giovanni XXIII CENTRALE TERMICA CENTRALE ACS STATO DI FATTO EDIFICIO PROPOSTE INTERVENTO Piscina in via Cavour CENTRALE TERMICA PALESTRA STATO DI FATTO EDIFICIO PROPOSTE INTERVENTO Lavori di minore entità presso gli edifici restanti a 63

5 1. Politica di TERMOCAD per l'ambiente & per il Risparmio energetico TERMOCAD concepisce come priorità aziendale la gestione per l'ambiente e l'utilizzo razionale dell'energia volti al miglioramento continuo delle prestazioni ambientali e degli standard di sicurezza. Per la salvaguardia delle risorse ambiental I nell'ambito delle proprie attività, TERMOCAD si impegna a: adottare modalità e procedure che permettano di risparmiare le risorse e ridurre le emissioni in aria, monitorando costantemente le attività per garantire la massima effic ienza degli impianti; offrire, la garanzia al cliente del miglioramento dell'efficienza energetica, con assunzione in proprio dei rischi tecnici e finanziari stabiliti contrattua lmente connessi con l'eventuale mancato raggiungimento degli obiettivi concordati. Nella gestione delle proprie attività TERMOCAD si ispira ai seguenti principi: L'energia generata per uso proprio e/o gestita per conto di terzi sarà prodotta ed erogata nel rispetto e nella tutela della qualità dell'ambiente, della salute del personale interno ed esterno all'azienda e le attività di supporto non dovranno generare ulteriori impatti ambientali. La promoz ione e il miglioramento dell'efficienza energetica presso i propri Clienti attraverso un utilizzo raziona le dell'energia. I criteri utilizzati per la definizione delle strategie aziendali devono concorrere ad una riduzione dell'impatto ambientale e al miglioramento delle prestazioni ambientali. Il miglioramento delle prestazioni aziendali deve passare anche attraverso la consapevolezza di ciascun operatore di TERMOCAD (dipendenti, collaboratori, fornitori, appa ltatori) in merito alle implicazioni ambientali delle proprie attività. 5 a 63

6 Per tradurre nella pratica operat iva i princiri di cui sopra, TERMOCAD si impegna a perseguire i seguenti obiettivi: Operare nel rispetto della legislazione applicabile, dei regolamenti interni e di tutti i requisiti derivanti da accordi contrattuali stipulati con terzi, adottando soluzioni progettuali, impiantistiche e gestionali tali da garantire il rispetto dei limiti di legge e l'efficientamento energetico Prevenire l'inquinamento ed ottimizzare l'uso delle risorse naturali, impegnandosi al miglioramento continuo delle prestaz ioni ambientali e dei consumi energetici attraverso: 1. Un impiego razionale ed efficiente delle risorse energetiche, l'utilizzo di impianti ad elevato rendimento, riqualificazioni energetiche di impianti esistenti e delle migliori tecnologie a costi economicamente accettabili 2. L'ottimizzazione del ciclo dei rifiuti 3. Il monitoraggio cont inuo delle emissioni e la scelta di tecnologie che consentano di minimizzare la formazione di inquinanti,privilegiando gli interventi progettuali rispetto alle tecnologie di intervento a valle 4. L'addestramento del persona le per l'identificazione e la riduz ione degli impianti sull'ambiente derivanti dalle attività lavorative, promuovendo ad ogni livello un diffuso senso di responsabilità verso l'ambiente 5. Promuovere e mantenere un rapporto di massima collaborazione e trasparenza con la collettività,le istituzioni e le altri parti interessate 6. Assicurare la sistematica valutazione delle prestazioni ambientali attraverso un costante monitoraggio finalizzato a fornire elementi per il miglioramento delle prestaz ioni stesse. Questa politica è comunicata a tutto il personale e resa nota ai fornitori ed agli appaltatori. E' disponibile al pubblico e a chiunque ne faccia richiesta. 6 a 63

7 2. SPECIFICHE TECNICHE GENERALI RIQUALIFICAZIONE IMPIANTI TERMICI Nel seguente paragrafo si descrivono gli interventi di efficientamento energetico e funziona le proposti. 2.1 Installazione nuovo generatore di calore ed interventi di efficientamento energetico Si prevede la dismissione degli attuali generatori di calore nelle centrali termiche oggetto di intervento, con il trasporto degli stessi in discarica autorizzata e l'installazion e di un nuovo generatore a condensazione modulare di produzione Wolf. Il calcolo della potenza termica verrà effettuato con l'ausilio di software professionali. Attraverso questo sistema informatico infatti, sarà effettuata una simulazione del sistema edificio-impianto allo stato attuale, in base ai dati raccolti durante il sopralluogo sull'edificio stesso (materiali costruttivi, caratter istiche dimensionali, ecc.). 7 a 63

8 Un generatore a condensazione presenta rendimenti di produzione decisamen te più alti rispetto ad un generatore tradizionale, in caso di funzionamento a bassa tempera tura può raggiungere il 109%,grazie al recupero di calore dalla condensazione dei fumi. In seguito alla realizzazione di questo intervento si avrà perciò un incremento del rendimento globale dell'impianto e quindi, un minore fabbisogno di energia per la climatizzazione degli ambienti. Si procederà all'intubamento con condotto in acciaio inox a tenuta del camino esistente per renderlo idoneo allo scarico di un generatore a condensazione per le centrali da riqualificare. Il dimensionamento dei condotti di scarico del nuovo generatore di calore varrà effettuato secondo la norma UNI a 63

9 2.2 Riqualificazione sistema di distribuzione ed emissione Si prevede il rifacimento dei collettori primari di caldaia tramite l'interposizione di uno scambiatore di calore di separazione del circuito primario di caldaia da tutti i circuiti secondari al fine di tutelare il generatore di calore a condensazione, da eventuali perdite dei circuiti secondari. Contestualmente, saranno dismessi tutti i gruppi di pompaggio attualmente presenti e saranno installati nuovi circolatori a portata variabile che ridurranno sensibilmente i consumi elettrici di centrale termica. Per quanto riguarda il tarttamento dell acqua verranno installati, per ciascuna centrale termica, un addolcitore completo e un impianto automatico di dosaggio del prodotto chimico. 9 a 63

10 Sui radiatori verranno installate le valvole con testine termostatiche del tipo antimanomissione. 10 a 63

11 2.3 Sistema di produzione ibrido dell'acqua calda igenico-sanitaria. Si propone la dismissione dell'attuale bollitore a serpentino presente in centrale termica e l'installazione di un sistema ibrido di produzione dell'a.c.s. composto da: preriscaldamento con pompa di calore ad elevata efficienza energetica con bollitore di diverse capacità in base alle necessità, da collegarsi in serie ad un sistema booster (bollitore di produzione alimentato anche da caldaia a condensazione) Integrazione con bollitore biva lente riscaldato da caldaia a condensazione di idonea capacità In particolare, si prevede di installare una pompa di calore con bollitore incorporato. L'acqua calda prodotta dalla pompa di calore sarà poi convogliata all impianto. La pompa di calore con bollitore sarà installata in centrale termica. 2.4 Rifacimento impianto elettrico, sistema di supervisione e telecontrollo Si prevede un completo adeguamento dell'impianto elettrico e illuminotecnica nelle centralitermiche oggetto di intervento secondo le vigenti norme CEI 64/08 e e s.m.i.,al fine di migliorare la sicurezza dei locali tecnici durante le operazioni di manutenzione. A seguito dell'installazione del nuovo generatore di calore e del sistema di telecontrollo si render infatti necessaria l'installazione di un nuovo quadro elettrico di centrale in luogo di quello esistente. 11 a 63

12 Sarà poi installato un misuratore di energia elettrica di centrale termica per monitorarne i consumi elettrici. Tale misuratore sarà posizionato sul nuovo quadro elettrico di centrale, con contatore. Saranno inoltre installate luci a LED nei locali tecnici, al fine di migliorare il livello di illuminazione, riducendo al contempo i consumi energetici. 2.5 Opere edili di adeguamento locali tecnici TERMOCAD garantirà il rifacimento, l adeguamento e la sistemazione delle parti edili ammalorate dei locali tecnici delle centrali termiche oggetto di riqualifica, complete di tinteggiatura, pulizia, risanamento intonaci e sistemazione dei pavimenti. 2.6 Elenco interventi di riqualificazione energetica degli impianti A seguito dei sopralluoghi tecnici direttamente effettuat i sul campo, con la presente relazione si intende fornire la descrizione degli interventi di riqualificazione ed efficientamento energetico degli impianti termici degli immobili dei Comuni di Senago e di San Giuliano Milanese oggetto della Proposta TERMOCAD, nonché fornire una descrizione delle alternative oggi disponibili e dei relativi pregi e difetti in relazione all'inserimento ambientale, all'aspetto funzionale ed economico. Qui di seguito è riportato l'elenco degli edifici Comunali oggetto dell'analisi energetica e studio di pre fattibilità tecnico economico. 12 a 63

13 3. UTENZE OGGETTO DI VALUTAZIONE 3.1 Indagini e sopralluoghi effettuati Le indagini ed isopralluoghi sono stati condotti con lo scopo di raccogliere il maggior numero possibile di informazioni riguardanti il sistema edificio-impianti relativam ente a: analisi degli aspetti struttura li principali degli edifici: dimensioni (aree e volumi), tipologie costruttive, ecc.; analisi e consistenza degli impianti tecnologici di riscaldamento, condizionamento, acqua calda sanitaria, ecc. ed aspetti di analisi energetica; analisi dello stato degli impianti dal punto di vista normativo; analisi dello stato degli impianti dal punto di vista funzionale e manutentivo Le informazioni raccolte hanno avuto lo scopo di: rilevare le caratteristiche principali degli immobili e dei relativi impianti; valutare lo stato di fatto relativamente alla sicurezza degli impianti tecnici e dei locali ove sono situati; eseguire un'analisi energetica del sistema edificio impianto; valutare la necessità e la fattibilità di interventi di adeguamento normativo e/o riqualificazione tecnologica ove si fossero riscontrate particolari carenze impiantistiche, normative. 13 a 63

14 4. EDIFICI ANALIZZATI 4.1 Comune di Senago: Municipio, posta, scuole elementari e mensa in via Repubblica, 2 Scuola elementare, infanzia, materna e palestra in via Padova, 25 Scuola materna e centro sociale in via Neruda, 6 Scuola media e palestra in via Risorgimento, 45 Asilo nido arcobaleno in via Pellico, Comune di San Giuliano Milanese: Centro aggregazione giovanile l arena del sole in via Marzabotto Scuola materna e elementare in via Gogol Scuola elementare, palestra, mensa e custode in via Bramante Scuola elemntare e media tobagi in via Bezzeca Scuola media, mensa e palestra in via Giovanni XXIII Piscina in via Cavour 14 a 63

15 LOTTO 1 5 COMUNE DI SENAGO 5.1 Municipio, posta, scuole elementari e mensa in via Repubblica, 2 15 a 63

16 5.1.1 CENTRALE TERMICA 16 a 63

17 5.1.2 SOTTOSTAZIONE MUNICIPIO 17 a 63

18 5.1.3 SOTTOSTAZIONE MENSA STATO DI FATTO EDIFICIO o Gli edifici si trovano in un contesto urbano e sono classificabili come E.2 o o o "Edifici adibiti a uffici e assimilabili" ed E.7 "Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli" secondo il DPR n.412 del La tipologia di corpi scaldanti è prevalentemente a radiatori e privi di valvole termostatiche per il municipio, radiatori privi di valvole termostatiche per la posta e scuole elementari e per la mensa. La produzione di ACS viene effettuata con boiler elettrici nella mensa. Le caldaie sono di tipo tradizionale a basamento e sono situate nella centrale termica del Municipio, da cui partono circuiti distinti che vanno a servire le diverse utenze,sono presenti due sottocentrali di rilancio, una nel municipio e una nel locale mensa. o Le pompe di circolazione della centrale e delle sottocentrali sono prevalentemente a giri fissi, tranne per quanto riguarda una pompa della sottocentrale municipio già sostituita con modello a giri variabili. 18 a 63

19 5.1.5 PROPOSTE INTERVENTO Le caldaie della centrale termica sono di tipo tradizionale, si propone la sostituzione con nuove caldaia a condensazione modulare di produzione WOLF mod MGK 2 aventi potenzialità complessiva di circa KW con interposizione di scambiatore di calore di adeguata potenza per poter soddisfare l'eventuale richiesta di energia contemporanea di tutti gli immobili,il sistema modulare permette inoltre di poter ridurre significativamente I consumi in caso di utilizzo in fasce orarie differenti per gli immobili. Si propone la sostituzione di tutte le pompe di circolazione di centrale termica e sottocentrali con modelli a giri variabili cosi da migliorare l'efficienza del sistema di distribuzione. Al fine di ottimizzare la gestione degli impianti si installerà un sistema di telegestione COSTER sia in centrale termica che nelle sottostazioni. E previsto lo smantellamento e il rifacimento completo di tutte le tubazioni e componentistica della centrale termica, compresa nuova coibentazione di tutte le tubazioni. E previsto la sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica. E previsto la sistemazione della centrale termica dal punto di vista edile con rifacimento intonaco ove necessario e ritinteggiatura di tutte le pareti. Inoltre è prevista la sistemazione e pulizia del pavimento. E previsto il rifacimento completo dell impianto elettrico di centrale, compreso quadro elettrico generale, e adeguamento parte elettrica nelle sottostazioni per telegestione E previsto il rifacimento dell impianto di addolcimento acqua in modo da salvagardare le nuove caldaie e lo scambiatore, inoltre abbiamo previsto lo svuotamento e lavaggio impianto ; 19 a 63

20 5.2 Scuola elementare, infanzia, materna e palestra in via Padova, a 63

21 5.2.1 CENTRALE TERMICA 21 a 63

22 5.2.2 SOTTOSTAZIONE ELEMENTARI E PALESTRA SOTTOSTAZIONE MATERNA 22 a 63

23 5.2.4 STATO DI FATTO EDIFICIO o Gli edifici si trovano in un contesto urbano e sono classificabili come E.2 "Edifici adibiti a uffici e assimilabili" ed E.7 "Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli" secondo il DPR n.412 del o La tipologia di corpi scaldanti è prevalentemente a radiatori con valvole prive di testine termostatiche.nella palestra ci sono montati aerotermi. o Le caldaie sono di tipo tradizionale a basamento e sono situate nella centrale termica, da cui partono circuiti distinti che vanno a servire le diverse utenze,sono presenti due sottocentrali di rilancio, una a servizio maternal e una a servizio scuola elementare e palestra. o Le pompe di circolazione della centrale e delle sottocentrali sono prevalentemente a giri fissi PROPOSTE INTERVENTO Si propone la sostituzione di tutte le pompe di circolazione di centrale termica e sottocentrali con modelli a giri variabili cosi da migliorare l'efficienza del sistema di distribuzione. Al fine di ottimizzare la gestione degli impianti si installerà un sistema di telegestione COSTER sia in centrale termica che nelle sottostazioni, compreso adeguamento elettrico per telegestione. E previsto lo smantellamento e il rifacimento/modifica parziale delle tubazioni e componentistica della centrale termica, compresa nuova coibentazione delle tubazioni. E previsto la sistemazione della sottocentrale elementare e palestra dal punto di vista edile con rifacimento intonaco ove necessario e ritinteggiatura di tutte le pareti. Inoltre è prevista la sistemazione e pulizia del pavimento. E previsto il rifacimento dell impianto di addolcimento acqua in modo da salvagardare l impianto. 23 a 63

24 5.3 Scuola materna e centro sociale in via Neruda, 6 24 a 63

25 5.3.1 CENTRALE TERMICA 25 a 63

26 5.3.2 STATO DI FATTO EDIFICIO o L edificio si trova in un contesto urbano e sono classificabili come E.2 "Edifici adibiti a uffici e assimilabili" ed E.7 "Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli" secondo il DPR n.412 del o La tipologia di corpi scaldanti è prevalentemente a radiatori e privi di valvole termostatiche o radiatori privi di valvole termostatiche per la scuola materna. o Le caldaia è di tipo tradizionale a basamento ed è situata nella centrale termica da cui parte un circuito distinto che va a servire una sottocentrale di rilancio dalla quale partono le tubazioni che servono tutte le utenze interne.. o Le pompe di circolazione della centrale e delle sottocentrali sono prevalentemente a giri fissi. 26 a 63

27 5.3.3 PROPOSTE INTERVENTO La caldaia della centrale termica è di tipo tradizionale, si propone la sostituzione con nuova caldaia a condensazione modulare di produzione WOLF mod MGK 2 avente potenzialità complessiva di circa 170 KW con interposizione di scambiatore di calore di adeguata potenza per poter soddisfare l'eventuale richiesta di energia contemporanea di tutti gli immobili,il sistema modulare permette inoltre di poter ridurre significativamente I consumi in caso di utilizzo in fasce orarie differenti per gli immobili. Si propone la sostituzione di tutte le pompe di circolazione di centrale termica e sottocentrali con modelli a giri variabili cosi da migliorare l'efficienza del sistema di distribuzione. Al fine di ottimizzare la gestione degli impianti si installerà un sistema di telegestione COSTER sia in centrale termica che nelle sottostazioni, compreso adeguamento elettrico per telegestione. E previsto lo smantellamento e il rifacimento/modifica parziale delle tubazioni e componentistica della centrale termica, compresa nuova coibentazione delle tubazioni. E previsto la sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica. E previsto la sistemazione della centrale termica dal punto di vista edile con rifacimento intonaco ove necessario e ritinteggiatura di tutte le pareti. Inoltre è prevista la sistemazione e pulizia del pavimento. E previsto il rifacimento completo dell impianto elettrico di centrale, compreso quadro elettrico generale, e adeguamento parte elettrica nelle sottostazioni. E previsto il rifacimento dell impianto di addolcimento acqua in modo da salvagardare le nuove caldaie e lo scambiatore, inoltre abbiamo previsto lo svuotamento e lavaggio impianto. 27 a 63

28 5.4 Scuola media e palestra in via Risorgimento, a 63

29 5.4.1 SOTTOCENTRALE 29 a 63

30 5.4.2 STATO DI FATTO EDIFICIO o Gli edifici si trovano in un contesto urbano e sono classificabili come E.2 "Edifici adibiti a uffici e assimilabili" ed E.7 "Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli" secondo il DPR n.412 del o La tipologia di corpi scaldanti è prevalentemente a radiatori con valvole prive di testine termostatiche.nella palestra ci sono montati aerotermi. o Le caldaie sono di tipo tradizionale a basamento e sono situate nella centrale termica del, da cui partono circuiti distinti che vanno a servire le diverse utenze,sono presenti due sottocentrali di rilancio, a servizio scuola media e palestra. o Le pompe di circolazione della centrale e delle sottocentrali sono prevalentemente a giri fissi PROPOSTE INTERVENTO Si propone la sostituzione di tutte le pompe di circolazione di centrale termica e sottocentrali con modelli a giri variabili cosi da migliorare l'efficienza del sistema di distribuzione. Al fine di ottimizzare la gestione degli impianti si installerà un sistema di telegestione COSTER sia in centrale termica che nelle sottostazioni, compreso adeguamento elettrico per telegestione. E previsto lo smantellamento e il rifacimento/modifica parziale delle tubazioni e componentistica della sotto centrale, compresa nuova coibentazione delle tubazioni. E previsto la sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica. 30 a 63

31 5.5 Asilo nido arcobaleno in via Pellico, 1 31 a 63

32 5.5.1 CENTRALE TERMICA 32 a 63

33 5.5.2 STATO DI FATTO EDIFICIO o L edificio si trova in un contesto urbano e sono classificabili come E.2 "Edifici adibiti a uffici e assimilabili" ed E.7 "Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli" secondo il DPR n.412 del o La tipologia di corpi scaldanti è prevalentemente a radiatori e privi di valvole termostatiche per il centro sociale, radiatori privi di valvole termostatiche per la scuola materna. o Le caldaia è di tipo tradizionale a basamento ed è situata nella centrale termica da cui parte un circuito distinto che va a servire tutte le utenze interne. o Le pompe di circolazione della centrale e delle sottocentrali sono prevalentemente a giri fissi, tranne un paio che sono già a giri variabili; o La produzione di acqua calda sanitaria viene effettuata con accumulo in centrale termica PROPOSTE INTERVENTO La caldaia della centrale termica è di tipo tradizionale, si propone la sostituzione con nuova caldaia a condensazione modulare di produzione WOLF mod MGK 2 avente potenzialità complessiva di circa 150 KW con interposizione di scambiatore di calore di adeguata potenza per poter soddisfare l'eventuale richiesta di energia contemporanea di tutti gli immobili,il sistema modulare permette inoltre di poter ridurre significativamente I consumi in caso di utilizzo in fasce orarie differenti per gli immobili. Si propone la sostituzione di tutte le pompe di circolazione di centrale termica e con modelli a giri variabili cosi da migliorare l'efficienza del sistema di distribuzione. Al fine di ottimizzare la gestione degli impianti si installerà un sistema di telegestione COSTER in centrale termica, compreso adeguamento elettrico per telegestione. E previsto lo smantellamento e il rifacimento/modifica parziale delle tubazioni e 33 a 63

34 componentistica della centrale termica, compresa nuova coibentazione delle tubazioni. E previsto la sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica. E previsto la sistemazione della centrale termica dal punto di vista edile con rifacimento intonaco ove necessario e ritinteggiatura di tutte le pareti. Inoltre è prevista la sistemaizone e pulizia del pavimento. E previsto il rifacimento completo dell impianto elettrico di centrale, compreso quadro elettrico generale, e adeguamento parte elettrica nelle sottostazioni E previsto il rifacimento dell impianto di addolcimento acqua in modo da salvagardare le nuove caldaie e lo scambiatore, inoltre abbiamo previsto lo svuotamento e lavaggio impianto ; E previsto inoltre il montaggio di un accumulo da 300 lt in pompa di calore produzione di acqua calda sanitaria, collegato tramite serpentine a impinato di riscaldamento, per integrazione al necessario. 5.6 Lavori di minore entità presso gli edifici restanti Scuole medie Giovanni XXII e scuola infanzia Collodi: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico, sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica,modifiche idrauliche alle tubazioni di centrale ove necessarie con sostituzione delle pompe di circolazione esistenti con Elettroniche, sistemazioni edili di poco conto ove necessario quali rifacimento intonaco ammalorato, ritinteggiatura e sistemazione pavimentazione Biblioteca comunale Italo Calvino : E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relative adeguamento elettrico, sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica; Poliz. Servizi alla persona : E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico, sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica; 34 a 63

35 Scola infanzia Nuova Maria Montessori : E prevista sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica; Centro sociale anziani 2 e scuola infanzia e distretto: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico, sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica; CSE Albero del Sorriso: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico, sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica; Casa delle associazioni polifunzionali: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico, sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica; Centro sociale Associazioni : E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico; Edificio ERP: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico; Tutti questi interventi previsti verranno valutati con maggiore attenzione in fase di progettazione definitiva. 35 a 63

36 LOTTO 2 6 COMUNE DI SAN GIULIANO MILANESE 6.1 Centro aggregazione giovanile l arena del sole in via Marzabotto 36 a 63

37 6.1.1 CENTRALE TERMICA 37 a 63

38 6.1.2 CENTRO DI AGGREGAZIONE STATO DI FATTO EDIFICIO o L edificio si trova in un contesto urbano e sono classificabili come E.2 "Edifici adibiti a uffici e assimilabili" ed E.7 "Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli" secondo il DPR n.412 del o La tipologia di corpi scaldanti è prevalentemente a radiatori e privi di valvole termostatiche per la zona bagni, ventilconvettori per le stanze di aggregazione. o Le caldaia è di tipo tradizionale a basamento ed è situata nella centrale termica da cui parte un circuito distinto che va a servire tutte le utenze interne. o Le pompe di circolazione della centrale sono prevalentemente a giri fissi, ; o La produzione di acqua calda sanitaria viene effettuata con boiler elettrici nei bagni. 38 a 63

39 6.1.4 PROPOSTE INTERVENTO La caldaia della centrale termica è di tipo tradizionale, si propone la sostituzione con nuova caldaia a condensazione modulare di produzione WOLF mod MGK 2 avente potenzialità complessiva di circa 115 KW con interposizione di scambiatore di calore di adeguata potenza per poter soddisfare l'eventuale richiesta di energia contemporanea di tutti gli immobili,il sistema modulare permette inoltre di poter ridurre significativamente i consumi in caso di utilizzo in fasce orarie differenti per gli immobili. Si propone la sostituzione di tutte le pompe di circolazione di centrale termica e con modelli a giri variabili cosi da migliorare l'efficienza del sistema di distribuzione. Al fine di ottimizzare la gestione degli impianti si installerà un sistema di telegestione COSTER in centrale termica, compreso adeguamento elettrico per telegestione. E previsto lo smantellamento e il rifacimento/modifica parziale delle tubazioni e componentistica della centrale termica, compresa nuova coibentazione delle tubazioni. E previsto la sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica. E previsto la sistemazione della centrale termica dal punto di vista edile con rifacimento intonaco ove necessario e ritinteggiatura di tutte le pareti. Inoltre è prevista la sistemaizone e pulizia del pavimento. E previsto il rifacimento parziale dell impianto elettrico di centrale, compreso quadro elettrico generale, e adeguamento parte elettrica. E previsto il rifacimento dell impianto di addolcimento acqua in modo da salvagardare le nuove caldaie e lo scambiatore, inoltre abbiamo previsto lo svuotamento e lavaggio impianto ; E prevista la sostituzione di n 12 fan coil esistenti con nuovi di produzione CLIVET 39 a 63

40 6.2 Scuola materna e elementare in via Gogol 40 a 63

41 6.2.1 CENTRALE TERMICA 41 a 63

42 42 a 63

43 6.2.2 STATO DI FATTO EDIFICIO o L edificio si trova in un contesto urbano e sono classificabili come E.2 "Edifici adibiti a uffici e assimilabili" ed E.7 "Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli" secondo il DPR n.412 del o La tipologia di corpi scaldanti è prevalentemente a radiatori e privi di valvole termostatiche. o Le caldaia è di tipo a condensazione a basamento di ultima generazione ed è situata nella centrale termica da cui parte un circuito distinto che va a servire tutte le utenze interne. o Le pompe di circolazione della centrale sono prevalentemente a giri fissi, ; o La produzione di acqua calda sanitaria viene effettuata con boiler in centrale termica PROPOSTE INTERVENTO Si propone la sostituzione di tutte le pompe di circolazione di centrale termica e con modelli a giri variabili cosi da migliorare l'efficienza del sistema di distribuzione. Al fine di ottimizzare la gestione degli impianti si installerà un sistema di telegestione COSTER in centrale termica, compreso adeguamento elettrico per telegestione. E previsto lo smantellamento e il rifacimento/modifica parziale delle tubazioni e componentistica della centrale termica, compresa nuova coibentazione delle tubazioni al fine di sistemare in maniera ottimale l impianto e soprattutto riordinare tutti I circuiti che ad oggi sono di difficile identificazione E previsto la sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica. E previsto la sistemazione della centrale termica dal punto di vista edile con rifacimento intonaco ove necessario e ritinteggiatura di tutte le pareti. Inoltre è prevista la sistemaizone e pulizia del pavimento. E previsto il rifacimento parziale dell impianto elettrico di centrale, compreso quadro elettrico generale, e adeguamento parte elettrica nelle sottostazioni 43 a 63

44 E previsto il rifacimento dell impianto di addolcimento acqua in modo da salvagardare le nuove caldaie e lo scambiatore, inoltre abbiamo previsto lo svuotamento e lavaggio impianto ; E prevista la sostituzione di un accumulo di acqua calda sanitaria da circa 500 lt con serpentino 44 a 63

45 6.3 Scuola elementare, palestra, mensa e custode in via Bramante 45 a 63

46 6.3.1 CENTRALE TERMICA 46 a 63

47 6.3.2 SOTTOSTAZIONE 47 a 63

48 6.3.3 STATO DI FATTO EDIFICIO o L edificio si trova in un contesto urbano e sono classificabili come E.2 "Edifici adibiti a uffici e assimilabili" ed E.7 "Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli" secondo il DPR n.412 del o La tipologia di corpi scaldanti è prevalentemente a radiatori e privi di valvole termostatiche, aerotermi in palestra. o Le caldaie sono di tipo tradizionale a basamento ed è situata nella centrale termica da cui parte un circuito distinto che va a servire tutte le utenze interne. o Le pompe di circolazione della centrale sono prevalentemente a giri fissi, ; o La produzione di acqua calda sanitaria viene effettuata con boiler a gas in centrale PROPOSTE INTERVENTO La caldaia della centrale termica è di tipo tradizionale, si propone la sostituzione con N 2 nuove caldaie a condensazione modulare di produzione WOLF mod MGK 2 aventi potenzialità complessiva di circa 500 KW con interposizione di scambiatore di calore di adeguata potenza per poter soddisfare l'eventuale richiesta di energia contemporanea di tutti gli immobili,il sistema modulare permette inoltre di poter ridurre significativamente I consumi in caso di utilizzo in fasce orarie differenti per gli immobili. Si propone la sostituzione di tutte le pompe di circolazione di centrale termica e con modelli a giri variabili cosi da migliorare l'efficienza del sistema di distribuzione. Al fine di ottimizzare la gestione degli impianti si installerà un sistema di telegestione COSTER in centrale termica e nella sottostazione, compreso adeguamento elettrico per telegestione. E previsto lo smantellamento e il rifacimento/modifica parziale delle tubazioni e componentistica della centrale termica, compresa nuova coibentazione delle tubazioni. E previsto la sistemazione della centrale termica dal punto di vista edile con rifacimento intonaco ove necessario e ritinteggiatura di tutte le pareti. Inoltre è prevista la sistemaizone e pulizia del pavimento. 48 a 63

49 E previsto il rifacimento parziale dell impianto elettrico di centrale, compreso quadro elettrico generale, e adeguamento parte elettrica nelle sottostazioni E previsto il rifacimento dell impianto di addolcimento acqua in modo da salvagardare le nuove caldaie e lo scambiatore, inoltre abbiamo previsto lo svuotamento e lavaggio impianto ; E prevista la sostituzione dei boiler esistenti con n 2 nuovi in pompa di calore aventi capacità complessiva di 800 lt, con integrazione del riscaldamento nel serpentine interno. 49 a 63

50 6.4 Scuola elementare e media tobagi in via Bezzeca 50 a 63

51 6.4.1 CENTRALE TERMICA 51 a 63

52 6.4.2 STATO DI FATTO EDIFICIO o L edificio si trova in un contesto urbano e sono classificabili come E.2 "Edifici adibiti a uffici e assimilabili" ed E.7 "Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli" secondo il DPR n.412 del o La tipologia di corpi scaldanti è prevalentemente a radiatori e privi di valvole termostatiche, aerotermi in palestra. o Le caldaie sono di tipo a condensazione a basamento e sono situate nella centrale termica da cui parte un circuito distinto che va a servire una sottotsazione dalla quale partono tutte le utenze interne. o Le pompe di circolazione della centrale e sottostazione sono prevalentemente a giri fissi, ; o La produzione di acqua calda sanitaria viene effettuata con boiler elettrico PROPOSTE INTERVENTO La caldaia della centrale termica è di tipo tradizionale, si propone la sostituzione con N 2 nuove caldaie a condensazione modulare di produzione WOLF mod MGK 2 aventi potenzialità complessiva di circa 600 KW con interposizione di scambiatore di calore di adeguata potenza per poter soddisfare l'eventuale richiesta di energia contemporanea di tutti gli immobili,il sistema modulare permette inoltre di poter ridurre significativamente I consumi in caso di utilizzo in fasce orarie differenti per gli immobili. Si propone la sostituzione di tutte le pompe di circolazione di centrale termica e sottocentrale con modelli a giri variabili cosi da migliorare l'efficienza del sistema di distribuzione. Al fine di ottimizzare la gestione degli impianti si installerà un sistema di telegestione COSTER in centrale termica e nella sottostazione, compreso adeguamento elettrico per telegestione. E previsto lo smantellamento e il rifacimento/modifica parziale delle tubazioni e componentistica della centrale e sottocentrale termica, compresa nuova coibentazione delle tubazioni. 52 a 63

53 E previsto la sistemazione della centrale termica dal punto di vista edile con rifacimento intonaco ove necessario e ritinteggiatura di tutte le pareti. Inoltre è prevista la sistemaizone e pulizia del pavimento. E previsto il rifacimento parziale dell impianto elettrico di centrale, compreso quadro elettrico generale, e adeguamento parte elettrica nelle sottostazioni E previsto il rifacimento o sistemazione dell impianto di addolcimento acqua in modo da salvagardare le nuove caldaie e lo scambiatore, inoltre abbiamo previsto lo svuotamento e lavaggio impianto; 53 a 63

54 6.5 Scuola media, mensa e palestra in via Giovanni XXIII 54 a 63

55 6.5.1 CENTRALE TERMICA 55 a 63

56 6.5.2 CENTRALE ACS STATO DI FATTO EDIFICIO o L edificio si trova in un contesto urbano e sono classificabili come E.2 "Edifici adibiti a uffici e assimilabili" ed E.7 "Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli" secondo il DPR n.412 del o La tipologia di corpi scaldanti è prevalentemente a radiatori e privi di valvole termostatiche, aerotermi in palestra. o Le caldaie sono di tipo a condensazione a basamento e sono situate nella centrale termica da cui partono circuiti distinti che vanno a servire tutte le utenze interne. o Le pompe di circolazione della centrale e sottostazione sono prevalentemente a giri fissi, ; o La produzione di acqua calda sanitaria viene effettuata con boiler a gas. 56 a 63

57 6.5.4 PROPOSTE INTERVENTO La caldaie della centrale termica sono di tipo tradizionale, si propone la sostituzione con N 2 nuove caldaie a condensazione modulare di produzione WOLF mod MGK 2 aventi potenzialità complessiva di circa 800 KW con interposizione di scambiatore di calore di adeguata potenza per poter soddisfare l'eventuale richiesta di energia contemporanea di tutti gli immobili,il sistema modulare permette inoltre di poter ridurre significativamente I consumi in caso di utilizzo in fasce orarie differenti per gli immobili. Si propone la sostituzione di tutte le pompe di circolazione di centrale termica e sottocentrale con modelli a giri variabili cosi da migliorare l'efficienza del sistema di distribuzione. Al fine di ottimizzare la gestione degli impianti si installerà un sistema di telegestione COSTER in centrale termica e sottostazione, compreso adeguamento elettrico per telegestione. E previsto lo smantellamento e il rifacimento/modifica parziale delle tubazioni e componentistica della centrale e sottocentrale termica, compresa nuova coibentazione delle tubazioni. E previsto la sistemazione della centrale termica dal punto di vista edile con rifacimento intonaco ove necessario e ritinteggiatura di tutte le pareti. Inoltre è prevista la sistemaizone e pulizia del pavimento. E previsto il rifacimento parziale dell impianto elettrico di centrale, compreso quadro elettrico generale, e adeguamento parte elettrica nelle sottostazioni E previsto il rifacimento o sistemazione dell impianto di addolcimento acqua in modo da salvagardare le nuove caldaie e lo scambiatore, inoltre abbiamo previsto lo svuotamento e lavaggio impianto ; E prevista la sostituzione dei boiler esistenti con n 2 nuovi in pompa di calore aventi capacità complessiva di 800 lt, con integrazione del riscaldamento mediante serpentine interno. 57 a 63

58 6.6 Piscina in via Cavour 58 a 63

59 6.6.1 CENTRALE TERMICA 59 a 63

60 6.6.2 PALESTRA STATO DI FATTO EDIFICIO o L edificio si trova in un contesto urbano e sono classificabili come E.2 "Edifici adibiti a uffici e assimilabili" ed E.7 "Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli" secondo il DPR n.412 del o La tipologia di corpi scaldanti è prevalentemente a radiatori e privi di valvole termostatiche, aerotermi in palestra. o La caldaia è di tipo a condensazione a basamento ed è situata nella centrale termica da cui partono circuiti distinti che vanno a servire tutte le utenze interne. o Le pompe di circolazione della centrale e sottostazione sono prevalentemente a giri fissi, ; o La produzione di acqua calda sanitaria viene effettuata con boiler termo elettrico. 60 a 63

61 6.6.4 PROPOSTE INTERVENTO La caldaie della centrale termica sono di tipo tradizionale, si propone la sostituzione con N 1 nuova caldaia a condensazione modulare di produzione WOLF mod MGK 2 avente potenzialità complessiva di circa 400 KW con interposizione di scambiatore di calore di adeguata potenza per poter soddisfare l'eventuale richiesta di energia contemporanea di tutti gli immobili,il sistema modulare permette inoltre di poter ridurre significativamente I consumi in caso di utilizzo in fasce orarie differenti per gli immobili. Si propone la sostituzione di tutte le pompe di circolazione di centrale termica e sottocentrale con modelli a giri variabili cosi da migliorare l'efficienza del sistema di distribuzione. Al fine di ottimizzare la gestione degli impianti si installerà un sistema di telegestione COSTER in centrale termica, compreso adeguamento elettrico per telegestione. E previsto lo smantellamento e il rifacimento/modifica parziale delle tubazioni e componentistica della centrale e sottocentrale termica, compresa nuova coibentazione delle tubazioni. E previsto la sistemazione della centrale termica dal punto di vista edile con rifacimento intonaco ove necessario e ritinteggiatura di tutte le pareti. Inoltre è prevista la sistemaizone e pulizia del pavimento. E previsto il rifacimento parziale dell impianto elettrico di centrale, compreso quadro elettrico generale, e adeguamento parte elettrica nelle sottostazioni E previsto il rifacimento o sistemazione dell impianto di addolcimento acqua in modo da salvagardare le nuove caldaie e lo scambiatore, inoltre abbiamo previsto lo svuotamento e lavaggio impianto ; E prevista la sostituzione dei boiler esistenti con n 1 nuovo in pompa di calore avente capacità complessiva di 500 lt E prevista inoltre la sistemazione interna dei circuiti aerotermi per migliorare la gestione degli stessi, con fornitura e posa di nuovo a servizio palestra. 61 a 63

62 6.7 Lavori di minore entità presso gli edifici restanti Ludoteca Spazio Vivo: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Scuola Materna Marcolini : E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Scuola elementare e palestra Cavalcanti: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Scuola elementare, palestra e mensa Montessori: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Scuola Materna Porta: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Scuola media Milani: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico, sostituzione di tutte le valvole e detentori dei radiatori presenti con nuove di ultima generazione e corredate di testina termostatica, adeguamento impianto elettrico, Sistema di contabilizzazione del calore e sistemazioni edili di poco conto ove necessario quali rifacimento intonaco ammalorato, ritinteggiatura e sistemazione pavimentazione, Scuola materna Campoverde : E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Scuola e palestra Leonardo Da Vinci: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico; 62 a 63

63 Scuola materna G. Daledda: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Palazzo comunale: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Biblioteca e spazio cultura: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Sede polizia Locale: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Sala musica: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Centro civico: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Asilo nido L Isola che non c è : E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Centro anziani: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Asilo nido Arcobaleno : E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Asilo nido Piccolo Principe: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Liceo Linguistico: E prevista l installazione di Sistema di telegestione COSTER con relativo adeguamento elettrico e Sistema di contabilizzazione del calore; Tutti questi interventi previsti verranno valutati con maggiore attenzione in fase di progettazione definitiva. 63 a 63

RELAZIONE TECNICA COMUNE DI MARANELLO SCUOLA ELEMENTARE G.RODARI Palestra e Centro pasti

RELAZIONE TECNICA COMUNE DI MARANELLO SCUOLA ELEMENTARE G.RODARI Palestra e Centro pasti Ingresso della struttura scolastica STATO DELL ARTE 1 L edificio che ospita la scuola elementare si sviluppa su due piani e appare in buone condizioni di manutenzione con un nuovo ampliamento (anno 2006)

Dettagli

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI POLLEIN

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI POLLEIN Comune di Commune de Pollein AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI POLLEIN Affidamento del servizio di gestione calore, fornitura combustibile e manutenzione degli impianti termici a servizio degli edifici Comunali

Dettagli

"Scuola Elementare G. Marinelli"

Scuola Elementare G. Marinelli COMUNE DI MORSANO AL TAGLIAMENTO PROVINCIA DI PORDENONE "Scuola Elementare G. Marinelli" Ubicazione edificio: Via Roma, 28 Titolo: LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA SCUOLA ELEMENTARE DEL CAPOLUOGO III

Dettagli

COMUNE DI TORRITA DI SIENA

COMUNE DI TORRITA DI SIENA COMUNE DI TORRITA DI SIENA INTERVENTO DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO VIA MARCHE 3, TORRITA DI SIENA (SI) PRIMO STRALCIO: IMPIANTI TERMICI PROGETTO ESECUTIVO ELABORATO

Dettagli

OGGETTO: RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

OGGETTO: RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PROGETTO COFINANZIATO DAL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE DENOMINAZIONE DELL'OPERA: RIQUALIFICAZIONE DELLA CENTRALE TERMICA A SERVIZIO DELLA SCUOLA ELEMENTARE PASCUCCI SITA IN PIAZZA GANGANELLI, 26

Dettagli

Arch. Francesco Longo Geom. Anselmo Antonaci Ing. Emanuele Surano

Arch. Francesco Longo Geom. Anselmo Antonaci Ing. Emanuele Surano Tav. R3 RELAZIONE SPECIALISTICA IMPIANTO TERMICO Pag. 1 / 4 Sommario 1. OGGETTO... 3 2. STATO DI FATTO... 3 3. STATO DI PROGETTO... 3 Tav. R3 RELAZIONE SPECIALISTICA IMPIANTO TERMICO Pag. 2 / 4 RELAZIONE

Dettagli

Le soluzioni ARISTON per l efficientamento energetico degli edifici esistenti: SIMULAZIONI IN IMPIANTI CONDOMINIALI TIPO

Le soluzioni ARISTON per l efficientamento energetico degli edifici esistenti: SIMULAZIONI IN IMPIANTI CONDOMINIALI TIPO Le soluzioni ARISTON per l efficientamento energetico degli edifici esistenti: SIMULAZIONI IN IMPIANTI CONDOMINIALI TIPO Ancona, 13 giugno 013 0 AENDA Caratteristiche fisiche ed energetiche dell edificio

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA APPALTO DI PER BENI IMMOBILI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE COMMITTENTE Allegato 2 Offerta Tecnica 1 La busta B- offerta tecnica dovrà contenere, a pena di esclusione dalla

Dettagli

Retrofit energetico. Condominio via del Fiume 6-8 Idice di San Lazzaro

Retrofit energetico. Condominio via del Fiume 6-8 Idice di San Lazzaro Retrofit energetico Condominio via del Fiume 6-8 Idice di San Lazzaro Descrizione degli impianti L impianto visitato è del tipo centralizzato dotato di centrale termica funzionante a gas metano con una

Dettagli

PROGETTO CONDOMINI INTELLIGENTI Diagnosi energetica caseggiato Via Bruzzone, 12-14 Cogoleto (GE)

PROGETTO CONDOMINI INTELLIGENTI Diagnosi energetica caseggiato Via Bruzzone, 12-14 Cogoleto (GE) PROGETTO CONDOMINI INTELLIGENTI Diagnosi energetica caseggiato Via Bruzzone, 12-14 Cogoleto (GE) DIAGNOSI ENERGETICA EFFETTUATA DA: Dott. Ing. Alessandro Cabella Dott.Arch: Maria Rita Menicucci COORDINAMENTO:

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO GARA SERVIZIO ENERGIA

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO GARA SERVIZIO ENERGIA Allegato M Pagina di 4 PARTE TECNICA ELETTRICA SUL CONSUMO DELL EDIFICIO ELETTRICI EROGATI L INTERVENTO a Sede comunale distaccata - s.cinema W.Mac Mazzieri - Uffici 2 Sede Municipio Intervento di domotica

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GESTIONE ESTERNA - COMUNE DI MARANELLO B01 PISCINA COMUNALE E CENTRO SPORTIVO

RELAZIONE TECNICA GESTIONE ESTERNA - COMUNE DI MARANELLO B01 PISCINA COMUNALE E CENTRO SPORTIVO L ingresso 1 STATO DELL EDIFICIO Il complesso sportivo comprende: una piscina coperta da 25 metri, una palestra utilizzata sia dall istituto superiore IPSIA Ferrrari, sia da società sportive, una sala

Dettagli

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PONT SAINT MARTIN

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PONT SAINT MARTIN Comune di Commune de Pont Saint Martin AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PONT SAINT MARTIN Affidamento del servizio di gestione calore, fornitura combustibile e manutenzione degli impianti termici a servizio

Dettagli

Studio di fattibilità

Studio di fattibilità COMUNE DI FALERNA Piazza Municipio 1-88042 Falerna (Prov. di Catanzaro) AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI LAVORI PUBBLICI AVENTI AD OGGETTO LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA ED ESECUTIVA, L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI

Dettagli

PATTO PER LO SVILUPPO PER LA CITTÀ DI VENEZIA Delibera CIPE 56/2016(17A02404) G.U.n.79 del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione FSC 2

PATTO PER LO SVILUPPO PER LA CITTÀ DI VENEZIA Delibera CIPE 56/2016(17A02404) G.U.n.79 del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione FSC 2 Fondazione Musei Civici di Venezia San Marco, 52 30124 Venezia PATTO PER LO SVILUPPO PER LA CITTÀ DI VENEZIA Delibera CIPE 56/2016(17A02404) G.U.n.79 del 4.4.2017 Fondo per lo Sviluppo e la Coesione FSC

Dettagli

RELAZIONE GENERALE E TECNICA

RELAZIONE GENERALE E TECNICA Studio Bosio e C. Progettazioni Termotecniche Progettazione Impianti Pratiche Antincendio Pratiche INAIL (EX I.S.P.E.S.L.) Via Bruno Corti, 5-25089 Villanuova s/c (Bs) P. IVA : 02659770982 C. F. : 02659770982

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO RIQUALIFICAZIONE SOTTOCENTRALI TERMICHE ALLEGATO 07 - CRONOPROGRAMMA

PROGETTO ESECUTIVO RIQUALIFICAZIONE SOTTOCENTRALI TERMICHE ALLEGATO 07 - CRONOPROGRAMMA PRESIDIO OSPEDALIERO SAN BORTOLO VIALE RODOLFI, 37 VICENZA PROGETTO ESECUTIVO RIQUALIFICAZIONE SOTTOCENTRALI TERMICHE ALLEGATO 07 - CRONOPROGRAMMA 07_crono_cronoprogramma.docx CRONOPROGRAMMA PROGETTO ESECUTIVO

Dettagli

1. PREMESSA DATI DI PROGETTO RIFERIMENTI NORMATIVI IMPIANTO DI PRODUZIONE FLUIDI TERMOVETTORI... 7

1. PREMESSA DATI DI PROGETTO RIFERIMENTI NORMATIVI IMPIANTO DI PRODUZIONE FLUIDI TERMOVETTORI... 7 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. DATI DI PROGETTO... 4 3. RIFERIMENTI NORMATIVI... 5 4. IMPIANTO DI PRODUZIONE FLUIDI TERMOVETTORI... 7 4.1 CENTRALE PRODUZIONE ACS E CENTRALE TRATTAMENTO ACQUA... 8 4.2 RETE

Dettagli

Retrofit energetico. Condominio via Vasco de Gama & Uso di Mare Bologna

Retrofit energetico. Condominio via Vasco de Gama & Uso di Mare Bologna Retrofit energetico Condominio via Vasco de Gama 7-9-11 & Uso di Mare 2-4-6-8-10 Bologna Descrizione degli impianti L impianto è del tipo centralizzato dotato di centrale termica funzionante a gas metano

Dettagli

CITTA' DI NOVATE MILANESE (MI) MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI E DEGLI IMMOBILI COMUNALI STIMA SOMMARIA DELLA SPESA

CITTA' DI NOVATE MILANESE (MI) MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI E DEGLI IMMOBILI COMUNALI STIMA SOMMARIA DELLA SPESA CITTA' DI NOVATE MILANESE (MI) MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI E DEGLI IMMOBILI COMUNALI STIMA SOMMARIA DELLA SPESA Interventi previsti e stime conseguenti: n. prog. localizzazione

Dettagli

Efficienza energetica negli edifici condominiali: Contabilizzazione o Distacco? More Energy S.r.l.

Efficienza energetica negli edifici condominiali: Contabilizzazione o Distacco? More Energy S.r.l. Efficienza energetica negli edifici condominiali: Contabilizzazione o Distacco? Reggio Emilia, 19/02/2018 Ing. Luigi Guerra More Energy S.r.l. D.Lgs 102/2014 Attuazione della direttiva 2012/27/UE sull

Dettagli

Modifiche agli Allegati 1, 2 e 3 della Deliberazione di Assemblea Legislativa 4 marzo 2008 n. 156 e s.m.

Modifiche agli Allegati 1, 2 e 3 della Deliberazione di Assemblea Legislativa 4 marzo 2008 n. 156 e s.m. ALLEGATO Modifiche agli Allegati 1, 2 e 3 della Deliberazione di Assemblea Legislativa 4 marzo 2008 n. 156 e s.m. A. MODIFICHE ALL ALLEGATO 1 A.1 All Allegato 1 la definizione di Impianto termico o di

Dettagli

ALLEGATO per IPOTESI di ACCORDO fra:

ALLEGATO per IPOTESI di ACCORDO fra: Progetto SICUREZZA E RISPARMIO ALLEGATO per IPOTESI di ACCORDO fra: CONSORZIO CEV, e GLOBAL POWER SERVICE S.P.A. (E.S.Co. controllata dal Consorzio CEV) PER LA SOSTITUZIONE DEI GENERATORI DI CALORE DELLA:

Dettagli

E costituito da più locali disposti su un unico (piano terra). La copertura è coibentata,

E costituito da più locali disposti su un unico (piano terra). La copertura è coibentata, Comune: Faloppio Edificio: Centro sociale Dati anagrafici edificio Destinazione d uso: edifici adibiti ad attività ricreative, associative E.4 (3) Indirizzo: Via degli Alpini frazione Camnago Anno di costruzione:

Dettagli

L efficientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico

L efficientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico L efficientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico L esperienza della convenzione Consip Sistema Integrato Energia 1 Il portafoglio di offerta Consip in ambito Servizi «Energy» La Convenzione

Dettagli

Retrofit energetico. Condominio via Giotto & Brodolini Bologna

Retrofit energetico. Condominio via Giotto & Brodolini Bologna Retrofit energetico Condominio via Giotto 3-5-7-9-11 & Brodolini 2-4-6-8-10 - Bologna Descrizione degli impianti L impianto visitato è del tipo centralizzato dotato di centrale termica funzionante a gas

Dettagli

COMUNE DI CASTRONNO PIAZZA DEL COMUNE, 1 CASTRONNO (VA)

COMUNE DI CASTRONNO PIAZZA DEL COMUNE, 1 CASTRONNO (VA) Studio ETA Engineering PROGETTAZIONE IMPIANTISTICA INTEGRATA ELETTROTECNICA TERMOTECNICA - ANTINCENDIO ALLEGATO B COMUNE DI CASTRONNO PIAZZA DEL COMUNE, 1 CASTRONNO (VA) LAVORI DI ADEGUAMENTO IMPIANTO

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA IMPIANTI LOTTO 3

DESCRIZIONE SINTETICA IMPIANTI LOTTO 3 Pagina 1 DESCRIZIONE SINTETICA IMPIANTI LOTTO 3 C04 FIRENZE - VIA VIANI 55-61 Centrale termica situata in locale posto a piano terra con accesso direttamente dall esterno sul lato del fronte dell edificio.

Dettagli

COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO

COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO PREMESSA Con la presente relazione si intende fare una analisi comparativa fra alcuni dei sistemi di Riscaldamento utilizzati per la costruzione di abitazioni residenziali.

Dettagli

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE DIAGNOSI ENERGETICHE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Ing. Mazzari Alessandro Esperto in Gestione dell Energia (EGE) UNI 11339 OBIETTIVO Lo scopo della Diagnosi Energetica è la conoscenza approfondita

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI CON LA COGENERAZIONE

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI CON LA COGENERAZIONE RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI CON LA COGENERAZIONE RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI TERMICI IN ASSETTO DI COGENERAZIONE PER L ISTITUTO SALESIANO IN MILANO. Mascherpa Tecnologie Gestionali

Dettagli

2015 Prima quota di manutenzione straordinaria Global Service. ENERGIA

2015 Prima quota di manutenzione straordinaria Global Service. ENERGIA 2015 Prima quota di manutenzione straordinaria Global Service. ENERGIA Le seguenti lavorazioni sono quelle previste dall'art.3 Interventi di manutenzione straordinaria su richiesta (a misura/economia)

Dettagli

Riqualificazione del condominio con pompa di calore ad alta potenza. Relatore Ing. Simone Lanzoni Direttore Tecnico & Service - ATAG Italia.

Riqualificazione del condominio con pompa di calore ad alta potenza. Relatore Ing. Simone Lanzoni Direttore Tecnico & Service - ATAG Italia. Riqualificazione del condominio con pompa di calore ad alta potenza Relatore Ing. Simone Lanzoni Direttore Tecnico & Service - ATAG Italia Benvenuti ATAG Italia costituisce una parte del gruppo olandese

Dettagli

Individuazione edificio e unità tipologica

Individuazione edificio e unità tipologica Individuazione edificio e unità tipologica Diagnostica SCHEDA 1 Fotografia e descrizione stato di fatto Fotografia Identificazione Descrizione stato di fatto Il condominio è caratterizzato da più edifici

Dettagli

La riqualificazione nell edilizia pubblica residenziale e non residenziale

La riqualificazione nell edilizia pubblica residenziale e non residenziale La riqualificazione nell edilizia pubblica residenziale e non residenziale Ing. Luigi Guerra Azienda Casa Emilia-Romagna di Reggio Emilia Perché la riqualificazione energetica Azienda Casa Emilia-Romagna

Dettagli

Anteprima listino GAMMA SUIT

Anteprima listino GAMMA SUIT Anteprima listino GAMMA SUIT SUIT SOLAR disponibile da novembre Stazione solare integrata con bollitore solare unicamente riscaldato dal sole. Potenza massima in sanitario 29kW. Ideale per utenze di medie

Dettagli

Comune di Pordenone CORSO VITTORIO EMANUELE, PORDENONE

Comune di Pordenone CORSO VITTORIO EMANUELE, PORDENONE Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia COMMITTENTE Comune di Pordenone CORSO VITTORIO EMANUELE, 64-33170 PORDENONE OGGETTO DIAGNOSI ENERGETICA IMMOBILE PN_88_01 ex Scuola Materna Via Selvatico n.26-33170

Dettagli

dal vecchio 1993 al nuovo 2014

dal vecchio 1993 al nuovo 2014 Il libretto impianto dal vecchio 1993 al nuovo 2014 Allegato 1 libretto impianto Allegato 2 rapporto di efficienza energetica caldaie Allegato 3 rapporto di efficienza energetica gruppi frigo Allegato

Dettagli

approvato CONDOMINI partner tecnico Un marchio

approvato CONDOMINI partner tecnico Un marchio approvato CONDOMINI Un marchio partner tecnico ELESS opera nel settore del risparmio energetico, offrendo le sue consulenze ed esperienze sviluppate Risparmio medio del 30% Temperatura comfort totale Nessuna

Dettagli

CO.ABI Società Cooperativa Sede: Via Cavour, Faenza Tel Fax P.

CO.ABI Società Cooperativa Sede: Via Cavour, Faenza Tel Fax P. CO.ABI Società Cooperativa Sede: Via Cavour, 3 48018 Faenza Tel. 0546.26028 Fax. 0546.680085 email coabi@coabi.it - P.iva 0065241039 QUALI SERVIZI AI SOCI? L'indagine conoscitiva le preferenze dei soci

Dettagli

MP NEXT Ordine degli Ingegneri di Como Tenuta L Annunziata Impianto di Micro-Cogenerazione: risparmio energetico e risparmio economico

MP NEXT Ordine degli Ingegneri di Como Tenuta L Annunziata Impianto di Micro-Cogenerazione: risparmio energetico e risparmio economico MP NEXT Ordine degli Ingegneri di Como Tenuta L Annunziata Impianto di Micro-Cogenerazione: risparmio energetico e risparmio economico Uggiate Trevano, 24 novembre 2016 www.mpnext.it 1 MP NEXT Energy Service

Dettagli

I sistemi VRV forniscono aria fresca alla giusta temperatura, con il corretto livello di umidità e al livello minimo di rumorosità.

I sistemi VRV forniscono aria fresca alla giusta temperatura, con il corretto livello di umidità e al livello minimo di rumorosità. IMPIANTI TECNOLOGICI IMPIANTO RISCALDAMENTO/CONDIZIONAMENTO Abbiamo proposto un sistema di riscaldamento innovativo non collegato alla centrale termica esistente per i motivi di seguito evidenziati E'

Dettagli

Bimetal Condens Top Solar

Bimetal Condens Top Solar Bimetal Condens Top Solar Stazione solare integrata: caldaie a condensazione basamento con bollitore solare ripristinabile. Caratteristiche principali: Ideale per abitazioni di grandi dimensioni: sistema

Dettagli

Libretto di impianto completo compilabile

Libretto di impianto completo compilabile Libretto di impianto completo compilabile Impianto costituito dal solo generatore a biomassa di potenza compresa tra 5 e 35 kw (Caldaia, caminetto, stufa, termocucina) Libretto completo compilabile Impianto

Dettagli

E-FASE Srl Conto Termico 2.0

E-FASE Srl Conto Termico 2.0 E-FASE Srl Conto Termico 2.0 Agenda Inquadramento generale Finalità e ambito di applicazione Soggetti ammessi Interventi incentivabili Incentivi Casi studio Pannelli solari termici Generatori di calore

Dettagli

La contabilizzazione del calore. Esempi svolti con TERMOLOG EpiX 7

La contabilizzazione del calore. Esempi svolti con TERMOLOG EpiX 7 La contabilizzazione del calore Esempi svolti con TERMOLOG EpiX 7 DIRETTIVA 2012/27/UE Articolo 9 Nei condomini e negli edifici polifunzionali riforniti da una fonte di riscaldamento/raffreddamento centrale

Dettagli

PALAZZO MUNICIPALE. Ubicazione edificio: Piazza Daniele Moro, 33

PALAZZO MUNICIPALE. Ubicazione edificio: Piazza Daniele Moro, 33 COMUNE DI MORSANO AL TAGLIAMENTO PROVINCIA DI PORDENONE PALAZZO MUNICIPALE Ubicazione edificio: Piazza Daniele Moro, 33 Titolo: MANUTENZIONE STRAORDINARIA EDIFICI COMUNALI RIFACIMENTO C.T. MUNICIPIO E

Dettagli

POMPA DI CALORE: PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO SEMPLICE ED EFFICACE

POMPA DI CALORE: PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO SEMPLICE ED EFFICACE POMPA DI CALORE: PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO SEMPLICE ED EFFICACE Il funzionamento di una pompa di calore è simile a quello di un frigorifero, ma invertito. In un frigorifero, il calore viene estratto dall'interno

Dettagli

Workshop Edifici. Analisi di soluzioni impiantistiche per l integrazione di cogeneratori di piccola taglia in centrali termiche

Workshop Edifici. Analisi di soluzioni impiantistiche per l integrazione di cogeneratori di piccola taglia in centrali termiche Workshop Edifici Analisi di soluzioni impiantistiche per l integrazione di cogeneratori di piccola taglia in centrali termiche Jacopo Criscuolo Italcogen Indice Specifiche di progetto Specifiche di prodotto

Dettagli

Due professionalità integrate in un unica proposta Per un approccio sistemico all edificio-impianto

Due professionalità integrate in un unica proposta Per un approccio sistemico all edificio-impianto 2 3 4 Due professionalità integrate in un unica proposta Per un approccio sistemico all edificio-impianto 5 6 Risposte a 360 e su misura 7 La ditta termoidraulica Giordano Luciano nasce a Verzuolo nel

Dettagli

COMUNE di PINEROLO PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO RELAZIONE SPECIALISTICA IMPIANTI IDRAULICI

COMUNE di PINEROLO PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO RELAZIONE SPECIALISTICA IMPIANTI IDRAULICI COMUNE di PINEROLO Rielaborazione del progetto definitivo/esecutivo delle opere di efficientamento energetico della Scuola Secondaria di I Grado PUCCINI (Ex Brignone succursale) PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO

Dettagli

Alto Vicentino Ambiente srl

Alto Vicentino Ambiente srl IL TELERISCALDAMENTO: domande e risposte In che cosa consiste il teleriscaldamento? Il teleriscaldamento è un servizio mediante il quale il calore che nel nostro caso è prodotto congiuntamente all'energia

Dettagli

Monteprandone Energia Smart

Monteprandone Energia Smart Monteprandone Energia Smart partenariato pubblico privato per l efficientamento energetico Monteprandone 12 aprile 2018 ENGIE NEL MONDO FATTURATO NEL 2017 MLD PRESENTE IN PAESI RICERCATORI IN CENTRI DI

Dettagli

Libretto di impianto completo compilabile

Libretto di impianto completo compilabile Libretto di impianto completo compilabile Impianto costituito dalla sola caldaia a gas o a gasolio di potenza inferiore a 35 kw Libretto completo compilabile Impianto costituito dalla sola caldaia a gas

Dettagli

INTERVENTO DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE DI PALAZZO DEI PRIORI COMUNE DI PERUGIA

INTERVENTO DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE DI PALAZZO DEI PRIORI COMUNE DI PERUGIA 3 - - - - 2 - - - - 1 - - - - 0 13.05.2017 - Ing. Silvia Baldelli MS Rev. DATA: DESCRIZIONE: DISEGNATORE: VERIFICATO: COMUNE DI PERUGIA AREA SERVIZI FINANZIARI U.O. ACQUISTI E PATRIMONIO INTERVENTO DI

Dettagli

Sistema di efficientamento energetico

Sistema di efficientamento energetico approvato Sistema di efficientamento energetico w w w. e l e s s. i t Un marchio M.E.SY. INTL partner tecnico ELES opera nel settore del risparmio energetico, offrendo le sue consulenze ed esperienze sviluppate

Dettagli

Andamento della produzione di petrolio dal 1930 ai nostri giorni e previsione del possibile andamento futuro (ASPO, 2004).

Andamento della produzione di petrolio dal 1930 ai nostri giorni e previsione del possibile andamento futuro (ASPO, 2004). Andamento della produzione di petrolio dal 1930 ai nostri giorni e previsione del possibile andamento futuro (ASPO, 2004). LA DOMANDA DI ENERGIA IN REGIONE LOMBARDIA 55%: come funziona in pratica Ing.

Dettagli

Quesito 14 Poiché i tempi per espletare la 1^ fase (fabbisogno informatico) dell audit energetico richiesto in fase di offerta sono legati a quelli as

Quesito 14 Poiché i tempi per espletare la 1^ fase (fabbisogno informatico) dell audit energetico richiesto in fase di offerta sono legati a quelli as Procedura aperta affidamento della progettazione definitiva, della progettazione esecutiva e dell esecuzione dei lavori di efficientamento energetico e sulle reti di distribuzione del calore di cogenerazione

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DELL EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA

EFFICIENZA ENERGETICA DELL EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA EFFICIENZA ENERGETICA DELL EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA VINCENZO NAPOLITANO, SEZIONE UTILITIES ENERGIA E AMBIENTE UNIONE INDUSTRIALI NAPOLI 31 marzo 2017 Il contesto normativo e di mercato per l efficienza

Dettagli

Gli impianti e la direttiva 2010/31/UE

Gli impianti e la direttiva 2010/31/UE EDIFICI A ENERGIA QUASI ZERO Gli impianti e la direttiva 2010/31/UE Marco Masoero Dipartimento di Energetica Politecnico di Torino 1/41 Italia Domanda di energia primaria Italia: domanda di energia primaria

Dettagli

Gli atti dei convegni e più di 5.000 contenuti su.

Gli atti dei convegni e più di 5.000 contenuti su. Termotecnica Cogenerazione Pompe di Industriale Calore Gli atti dei convegni e più di 5.000 contenuti su www.verticale.net Italy IMPIANTI TECNOLOGICI INTEGRATI: dalla fornitura alla gestione, un unico

Dettagli

Uniamo le energie generiamo efficienza

Uniamo le energie generiamo efficienza Uniamo le energie generiamo efficienza Tool Energy Efficiency a supporto delle diagnosi preliminari e casi studio Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria Ilaria Tortorella Ufficio Tecnico

Dettagli

Le imprese del Club Eccellenza Energetica

Le imprese del Club Eccellenza Energetica Le imprese del Club Eccellenza Energetica STC ENGINEERING Studio di ingegneria e progettazione Via Giotto n 19 40133 - Bologna (BO) P.Iva 02690821208 Tel. +39 051/0420517 Fax. +39 051/0922361 Mail. info@sdcengineering.it

Dettagli

PREMESSA NORMATIVA E DATI DER LA PROGETTAZIONE ESECUTIVA

PREMESSA NORMATIVA E DATI DER LA PROGETTAZIONE ESECUTIVA PREMESSA Oggetto della presente relazione sono tutte quelle opere occorrenti per dare, completi e funzionanti in ogni loro parte, l impianto di riscaldamento, da installare nell ambito dei lavori di adeguamento

Dettagli

RISPARMIARE ENERGIA DAVVERO E GUADAGNARCI PURE? E UN GIOCO DI SQUADRA!!

RISPARMIARE ENERGIA DAVVERO E GUADAGNARCI PURE? E UN GIOCO DI SQUADRA!! RISPARMIARE ENERGIA DAVVERO E GUADAGNARCI PURE? E UN GIOCO DI SQUADRA!! ING. CLAUDIO ANTONIO LUCCHESI A.N.T.A. Delegazione Regione Piemonte - ANALISI CASO TIPO: CONDOMINIO VIALE ALLA STAZIONE, STRAMBINO

Dettagli

Riqualificare la Città: il Progetto. PadovaFIT! Daniela Luise Comune di Padova Settore Ambiente e Territorio Padova, 24 febbraio 2017

Riqualificare la Città: il Progetto. PadovaFIT! Daniela Luise Comune di Padova Settore Ambiente e Territorio Padova, 24 febbraio 2017 Riqualificare la Città: il Progetto PadovaFIT! Daniela Luise Comune di Padova Settore Ambiente e Territorio Padova, 24 febbraio 2017 Programma Europeo: INTELLIGENT ENERGY EUROPE Priorità: MLEI Mobilising

Dettagli

Assessment diagnostico

Assessment diagnostico Comune di IMBERSAGO(LC) ai fini della redazione di un bando di garaa EPC per la riqualificazione energetica degli edifici La Redazione a cura dell Arch. Emanuela Fumagalli e Arch. Giorgio Schultze. ESCo

Dettagli

PUMPFIX Gruppi di rilancio

PUMPFIX Gruppi di rilancio www.herzitalia.it PUMPFIX Gruppi di rilancio I gruppi di rilancio HERZ della serie PUMPFIX sono componenti creati per la centrale termica: compatti, dotati di isolamento termico, con valvole di sicurezza

Dettagli

Ottimizzazione dei consumi energetici in una Raffineria 8 a Giornata sull efficienza energetica nelle industrie Amec Foster Wheeler 2016.

Ottimizzazione dei consumi energetici in una Raffineria 8 a Giornata sull efficienza energetica nelle industrie Amec Foster Wheeler 2016. Ottimizzazione dei consumi energetici in una Raffineria 8 a Giornata sull efficienza energetica nelle industrie 18 05 2016 Agenda Introduzione Interventi in Raffineria Esempio di applicazione in contesto

Dettagli

con un Progetto Integrato di Efficientamento Energetico

con un Progetto Integrato di Efficientamento Energetico Risparmiare si può con un Progetto Integrato di Efficientamento Energetico Aprile 2016 Energy Service COmpany CORE BUSINESS DI AURA ENERGY Nuova mission Aura Energy è un azienda italiana nata con l intento

Dettagli

Comune di Quistello SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 29 NOVEMBRE 2016

Comune di Quistello SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 29 NOVEMBRE 2016 SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE VERRANNO SOLO BEI TEMPI Con l'acido hai cambiato il mio volto non me. Hai corroso la mia forza non la speranza. Hai bruciato

Dettagli

PERCHE SCEGLIERE. di fare l impianto di climatizzazione invernale ed estiva con Noi

PERCHE SCEGLIERE. di fare l impianto di climatizzazione invernale ed estiva con Noi PERCHE SCEGLIERE di fare l impianto di climatizzazione invernale ed estiva con Noi Perché scegliere di fare l impianto di riscaldamento e condizionamento con Noi... Tecnologie per la climatizzazione Radiatori

Dettagli

PER LA RIDUZIONE DEI CONSUMI ENERGETICI:

PER LA RIDUZIONE DEI CONSUMI ENERGETICI: Raccolta dati Dati richiesti $ Elaborati progettuali di progetto $ Elaborati progettuali as-built $ Libretto di impianto e manutenzione $ Bollette energetiche degli ultimi tre anni $ Informazioni qualitative

Dettagli

COMUNE DI BOSCO CHIESANUOVA Provincia di Verona

COMUNE DI BOSCO CHIESANUOVA Provincia di Verona COMUNE DI BOSCO CHIESANUOVA Provincia di Verona FORNITURA DEI SERVIZI DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMOIDRAULICI E DI CONDIZIONAMENTO, DELLE CENTRALI TERMICHE E DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO ESISTENTI

Dettagli

IL TUO CONDOMINIO GREEN: Agevolazioni per interventi di riqualificazione energetica dei condomini

IL TUO CONDOMINIO GREEN: Agevolazioni per interventi di riqualificazione energetica dei condomini Provincia Autonoma di Trento Ordine degli Ingegneri - Trento Agevolazioni per interventi di riqualificazione energetica dei condomini Principi e orientamenti di riqualificazione Centro Europa - TRENTO

Dettagli

Allegato 2 al Capitolato _ ASSESSMENT ENERGETICI

Allegato 2 al Capitolato _ ASSESSMENT ENERGETICI NOTE METODOLOGICHE Assessment energetico 1/2 Allegato 2 al Capitolato _ ASSESSMENT ENERGETICI 1. Premessa e modalità di lavoro NOTE METODOLOGICHE Gli assessment energetici di seguito riportati hanno lo

Dettagli

Contabilizzazione Termotecnica Pompe di Industriale

Contabilizzazione Termotecnica Pompe di Industriale Contabilizzazione Termotecnica Pompe di Industriale Calore Calore Gli atti dei convegni e più di 5.000 contenuti su www.verticale.net PROBLEMATICHE DI ATTUAZIONE DEL D.LGS. 102/14 IN MATERIA DI CONTABILIZZAZIONE

Dettagli

SolarMaster Condensing RISCALDAMENTO E ACQUA CALDA A VOLONTÀ INTEGRANDO ALLA CONDENSAZIONE L ENERGIA DEL SOLE. With the future in mind

SolarMaster Condensing RISCALDAMENTO E ACQUA CALDA A VOLONTÀ INTEGRANDO ALLA CONDENSAZIONE L ENERGIA DEL SOLE. With the future in mind With the future in mind SolarMaster Condensing Solare e Condensazione integrati RISCALDAMENTO E ACQUA CALDA A VOLONTÀ INTEGRANDO ALLA CONDENSAZIONE L ENERGIA DEL SOLE excellence in hot water SolarMaster

Dettagli

Studio di fattibilità

Studio di fattibilità COMUNE DI FALERNA Piazza Municipio 1-88042 Falerna (Prov. di Catanzaro) AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI LAVORI PUBBLICI AVENTI AD OGGETTO LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA ED ESECUTIVA, L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI

Dettagli

Detrazioni fiscali per i sistemi radianti: le novità del 2017

Detrazioni fiscali per i sistemi radianti: le novità del 2017 Detrazioni fiscali per i sistemi radianti: le novità del 2017 Maggio 2017 Ing. Clara Peretti, Libera professionista, Segretario Generale Consorzio Q-RAD Due sono le tipologie di detrazione descritte nel

Dettagli

«Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento.» (Proverbio cinese)

«Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento.» (Proverbio cinese) «Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento.» (Proverbio cinese) Il nostro brand e brevetto nasce con la Direttiva Europea 31/2010 sugli Edifici a Energia Quasi

Dettagli

CENTRALI FRIGORIFERE

CENTRALI FRIGORIFERE CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Museo del Patrimonio Industriale 7 marzo 2014 - BOLOGNA Delibera AEEG del 19 dicembre 2013 n.607/2013/r/eel Ing. Luca Alberto Piterà Segretario

Dettagli

Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo

Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA PER RIFACIMENTO CONDOTTE IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE RISCALDAMENTO E IMPIANTO IDRICO- SANITARIO DELLE PALAZZINE CSE, CHR E NPI SITO IN VIA GARIBALDI 13 BONATE DI SOTTO

Dettagli

Comune di Bollate. Schede informative sulle strutture della Amministrazione Comunale. Edifici comunali a destinazione d'uso terziaria pubblica

Comune di Bollate. Schede informative sulle strutture della Amministrazione Comunale. Edifici comunali a destinazione d'uso terziaria pubblica Comune di Bollate Provincia di Milano Schede informative sulle strutture della Amministrazione Comunale Edifici comunali a destinazione d'uso terziaria pubblica Informazioni generali Caratteristiche del

Dettagli

La soluzione ATH ITALIA per la riduzione dei consumi energetici nelle nuove abitazioni in condominio

La soluzione ATH ITALIA per la riduzione dei consumi energetici nelle nuove abitazioni in condominio La soluzione ATH ITALIA per la riduzione dei consumi energetici nelle nuove abitazioni in condominio INTRODUZIONE I consumi energetici delle abitazioni sono principalmente dovuti a: Climatizzazione invernale

Dettagli

Contabilizzazione Termotecnica Pompe di Industriale. Gli atti dei convegni e più di contenuti su

Contabilizzazione Termotecnica Pompe di Industriale. Gli atti dei convegni e più di contenuti su Contabilizzazione Termotecnica Pompe di Industriale Calore Calore Gli atti dei convegni e più di 8.000 contenuti su www.verticale.net Convegno CTI-EIOM mcter Contabilizzazione Calore Lo stato di avanzamento

Dettagli

Relazione specialistica impianti meccanici pagina 1

Relazione specialistica impianti meccanici pagina 1 Relazione specialistica impianti meccanici pagina 1 DESCRIZIONE GENERALE Premessa ed obiettivi dell intervento L intervento funzionale per le opere impiantistiche, al quale si riferisce la presente relazione

Dettagli

Libretto di impianto completo compilabile

Libretto di impianto completo compilabile Libretto di impianto completo compilabile Impianto costituito da: Caldaia a gas o a gasolio < 35 kw Condizionatore < 12 kw Libretto completo compilabile Impianto costituito da Caldaia a gas o gasolio di

Dettagli

EX SCUOLA ELEMENTARE CASCINA COSTA

EX SCUOLA ELEMENTARE CASCINA COSTA AUDIT LEGGERO Spazio riservato alla mappa Samarate EX SCUOLA ELEMENTARE CASCINA COSTA Tabella 1 - Dati generali dell'edificio e dell'utenza Nome Indirizzo EX SCUOLA ELEMENTARE CASCINA COSTA Via Brodolini

Dettagli

salvioni & mauri REALIZZAZIONE SPOGLIATOI E IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PISTA DI ATLETICA PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO

salvioni & mauri REALIZZAZIONE SPOGLIATOI E IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PISTA DI ATLETICA PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO salvioni & mauri PROGETTAZIONE E CONSULENZE impianti civili e industriali impianti termici ed elettrici condizionamento e ventilazione risparmio energetico impianti antincendio STUDIO TECNICO ASSOCIATO

Dettagli

ANALISI DELLO STATO DI FATTO DELL EDIFICIO

ANALISI DELLO STATO DI FATTO DELL EDIFICIO ANALISI DELLO STATO DI FATTO DELL EDIFICIO Al momento l edificio vede le seguenti situazioni di degrado energetico e funzionale: - pareti perimetrali: fenomeni di distacco di intonaci, fenomeni di formazione

Dettagli

Assessment diagnostico

Assessment diagnostico Comune di PADERNO D ADDA(LC) ai fini della redazione di un bando di gara EPC per la riqualificazione energetica degli edifici La Redazione a cura dell Arch. Emanuela Fumagalli e dell Arch. Giorgio Schultze

Dettagli

(dichiarazione sostitutiva di notorietà ai sensi dell Art.47 e seguenti del D.P.R. 28/12/2000 n. 445) Il/La sottoscritto/a

(dichiarazione sostitutiva di notorietà ai sensi dell Art.47 e seguenti del D.P.R. 28/12/2000 n. 445) Il/La sottoscritto/a Il/La sottoscritto/a Titolare della ditta/studio avente sede legale a ( ) in Via/Piazza c.a.p. e sede operativa a ( ) in Via/Piazza c.a.p. telefono fax e-mail PEC operante nel settore con P.IVA codice

Dettagli

Energie Rinnovabili Risparmio energetico

Energie Rinnovabili Risparmio energetico Energie Rinnovabili Risparmio energetico Calco, 31 marzo 2017 Consulenza e monitoraggio energetico-gestionale per: Imprese, Pubbliche amministrazioni ed Edifici civili Ing. Stefano Garotta Ing. Matteo

Dettagli

LOANO (SV) 1 febbraio 2018

LOANO (SV) 1 febbraio 2018 LOANO (SV) 1 febbraio 2018 Hotel 4.0 ospitalità sostenibile ed efficienza energetica negli hotel Risparmiare energia per migliorare il comfort e la soddisfazione degli utenti Relatore: Roberto Canu, Amm.

Dettagli

L EFFICIENTAMENTO DELLA TERMOREGOLAZIONE NEI CONDOMINI CON IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE CENTRALIZZATO. Francesco Calleri Tecnical Manager

L EFFICIENTAMENTO DELLA TERMOREGOLAZIONE NEI CONDOMINI CON IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE CENTRALIZZATO. Francesco Calleri Tecnical Manager L EFFICIENTAMENTO DELLA TERMOREGOLAZIONE NEI CONDOMINI CON IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE CENTRALIZZATO Francesco Calleri Tecnical Manager Perché TERMOREGOLARE? PERCHE TERMOREGOLARE Per risparmiare Per un

Dettagli

ENERGIA & AMBIENTE s.r.l. Energia da fonti rinnovabili Gestione dell ambiente

ENERGIA & AMBIENTE s.r.l. Energia da fonti rinnovabili Gestione dell ambiente Energia da fonti rinnovabili Gestione dell ambiente Via Aiassa 15 10070 Villanova Canavese TO tel. 011.9298509 fax 011.9298237 e-mail: info @ energiambiente. com www. energiambiente. com 1 SOLARE TERMICO

Dettagli

ALLEGATO A SCHEDE DESCRITTIVE INTERVENTI MINIMALI DI RIQUALIFICAZIONE

ALLEGATO A SCHEDE DESCRITTIVE INTERVENTI MINIMALI DI RIQUALIFICAZIONE PROVINCIA DI MILANO / COMUNE DI CINISELLO BALSAMO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO ENERGIA TERMICA ALLEGATO A SCHEDE DESCRITTIVE INTERVENTI MINIMALI DI RIQUALIFICAZIONE APPALTO DI SERVIZIO ENERGIA

Dettagli

Il Comune per un aria migliore. Bando contributi efficienza energetica edifici in collaborazione con AMAT

Il Comune per un aria migliore. Bando contributi efficienza energetica edifici in collaborazione con AMAT Il Comune per un aria migliore Bando contributi efficienza energetica edifici 2017-2018 in collaborazione con AMAT 1 Le iniziative per l efficienza Il Comune di Milano promuove un complesso di iniziative

Dettagli

dal Global Service all Energy Management dei patrimoni urbani: l esperienza della Provincia di Genova 1998 / 2010

dal Global Service all Energy Management dei patrimoni urbani: l esperienza della Provincia di Genova 1998 / 2010 dal Global Service all Energy Management dei patrimoni urbani: l esperienza della Provincia di Genova 1998 / 2010 Relatori : Arch. Egle RAINERI - Dott. Francesco SCRIVA - dal Global Service all Energy

Dettagli