RACCONTARE IL MEDIOEVO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RACCONTARE IL MEDIOEVO"

Transcript

1 RACCONTARE IL MEDIOEVO Concorso nazionale di scrittura X edizione Prima della stampa e del digitale: un Medioevo di manoscritti e incunaboli "De ente et essentia" San Tommaso d' Aquino Collezione privata

2 Via Marconi, Ariano Irpino (AV) Tel. : Fax: Pec scuola Sito internet: Dirigente Scolastico Prof. Marco De Prospo Docente Referente Prof.ssa Maria Carmela Grasso Classi I - II D Scuola Secondaria di 1 grado Hanno realizzato il lavoro 1. Bilotta Maria Grazia 2. Borriello Pasquale 3. Cappelli Sara 4. Costante Giuseppe 5. D'Alessandro Simone 6. Iannarone Vittorio 7. Lo Conte Antonio 8. Pagliaro Michele Carlo 9. Scala Florindo Toan 10. Scauzillo Rosalinda 11. Sciarrillo Benedetta 12. Zecchino Ortensio Coordinatrice Prof.ssa Maria Carmela Grasso

3 Introduzione C erano una volta gli amanuensi che, per tramandare il sapere, trascrivevano manualmente i testi. Questi venivano poi passati, in fascicoletti distinti, ai copisti che provvedevano a realizzare, sempre manualmente e con bella grafia, le copie del libro che infine rilegavano artigianalmente. Alcuni di questi libri venivano arricchiti di illustrazioni a colori disegnate a mano: le miniature. Antifonario XIV secolo - Museo della Cattedrale di Anagni Foto privata

4 L' incunabolo era la stampa di un manoscritto. Il termine è stato coniato nel 1700 per definire i libri stampati tra il 1450 e il 1500: incunaboli, ovvero infantili in quanto primi esperimenti della stampa. "Comento sopra la Comedia" Cristoforo Landino Collezione privata Oggi come allora il testo vive una trasformazione epocale. Viene trasmesso da un nuovo codice su un supporto digitale che modifica la comunicazione, la lettura e la scrittura. Ancora poco sappiamo di come crescerà e si svilupperà nel futuro.

5 Prefazione La storia che andiamo a narrare si svolge nell' anno del Signore 1488 ed è ambientata nel Casentino, dove ha trascorso gli ultimi tempi della sua vita Cristoforo Landino umanista, poeta e filosofo, autore di un commento della Commedia che, per la sua importanza e fortuna editoriale, prevale su ogni altro contributo agli studi danteschi della cultura italiana del Rinascimento. "Comento sopra la Comedia" Cristoforo Landino Collezione privata

6 Frà Norberto da Mondovì, in una sua cronaca di viaggio, racconta importanti eventi che si verificarono, in provincia di Arezzo, mentre percorreva la via Francigena diretto a Roma. Correva l' anno Attraverso campagne e boschi giunse, a metà del suo cammino, in un piccolo borgo: Romena, dominata da un maestoso castello, posto nel punto più alto di una verdeggiante collina e sede di un' antica pieve immersa in una valle intrisa di spiritualità, crocevia per tanti viandanti, punto di riposo dove fermarsi per una notte, rifocillarsi e ripartire.

7 Il mattino aveva l'odore fresco della neve appena caduta, Frà Norberto si avvolge nello scuro mantello e si dirige verso la piazza dove i mercanti cominciavano ad esporre le loro mercanzie. Vi erano molti banchi di vendita con mastri vetrai intenti a sistemare coppe, bicchieri, ampolle, fiaschi e bottiglie, ceramisti con vasi e piatti decorati, venditori di spezie e sale, bancarelle di carne, pesce e selvaggina. Il nostro si trovò, così, davanti alla porta della bottega di uno speziale. L insegna era di legno, tutta intarsiata, davanti alla porta vi erano sacchi di spezie di ogni genere che impregnavano l aria. Norberto entrò e si diresse verso il bancone dove i cassetti erano pieni di pepe, coriandolo, zafferano, pineti, teriaca e zenzero e, in un angolo, i "biricuocoli" e il panforte, il suo dolce preferito. Si fece dare una bottiglia di sciroppo rosato e una bustina di zafferano, ottimo rimedio per i suoi reumatismi. Nel tripudio di colori delle stoffe, provenienti dal lontano oriente e di effluvi di spezie, si muovevano gli avventori intenti a scegliere tra broccati, sete e medicamenti da fare ad infuso per curare i malanni. In un angolo della piazza si intravedevano i mendicanti coperti di stracci con i piedi nudi che i cani leccavano procurando loro un po di beneficio. Il frate fu incuriosito dal suono che proveniva da una stradina laterale alla piazza: vide poco lontano una bottega che esponeva tamburi, flauti e liuti.

8 Mentre era immerso in questa visione vede arrivare, da lontano, il feudatario di quei luoghi: Ildebrandino Guidi, della casata dei Conti Guidi. Aveva al suo seguito, cavalieri, dame, giocolieri e musici, tutti diretti al castello dove fervevano i preparativi per il banchetto che, ogni anno, offriva ai suoi vassalli in segno di riconoscenza per la loro fedeltà. Nella confusione del mercato, e del corteo, un furfante ne approfittò per sfilare la borsa dei denari, appesa alla cintola del fiduciario di Ildebrandino, momentaneamente sceso da cavallo. Norberto, che aveva assistito a tutta la scena, nonostante non fosse avvezzo alle lotte, cercò di bloccare il ladro nell unico modo che sapeva fare: gli saltò addosso! A quel punto, i soldati, aiutarono il frate e catturarono il lestofante. Ildebrandino, in segno di riconoscenza, lo invitò al castello. Norberto fu felice per quel regalo inaspettato dal momento che ancora non aveva trovato un posto dove rifocillarsi e trascorrere la notte. In cima ad una collina, non molto distante, si intravedevano le imponenti mura ed il torrione centrale del castello. Giunti alla meta c' era la servitù ad attendere. Fu abbassato il ponte levatoio per permettere agli ospiti di entrare mentre i cavalli furono portati nelle stalle. Ildebrandino si avvicinò a Norberto per chiedergli chi fosse e come mai si trovasse a Romena. La conversazione continuò all' interno della torre centrale dove il nobile signore portò il suo ospite. Dalle cucine, insieme ai rumori, all' andirivieni dei cuochi e dei servi, arrivavano i profumi dei cibi che sarebbero stati serviti per la cena. Norberto ebbe il permesso di recarsi nelle cucine per sedersi accanto al fuoco dell' enorme camino e dove, in un piccolo locale accanto, i servi gli stavano preparando un giaciglio dove sistemarsi per trascorrere la notte. E' l' ora di cena, i commensali siedono a cerchio intorno al Signore che da inizio alla serata. Il monaco, considerata la regola della vita monastica, per la prima volta vive con stupore quel momento: guitti e giocolieri, dame e cavalieri fanno il loro ingresso nella sala delle cerimonie, addobbata con i drappi e gli stendardi dei fedeli vassalli, vestiti con tuniche e stole preziose, accompagnati da dame in velluto, ornate di gioielli.

9 La tavola era apparecchiata con tovaglie di lino bianche a motivi ornamentali blu, ricamati lungo il perimetro. Il colore blu era ricavato dal guado, una pianta di origini antichissime e i motivi ricamati rappresentavano da un lato figure geometriche e dall altro un moto ondoso. Essa era imbandita da ogni prelibatezza: cervo arrosto, cinghiale alla menta, lepre in umido e ogni tipo di selvaggina frutto delle battute di caccia, divertimento preferito dai nobili. Al centro si trovava un vassoio con sopra un maialino arrostito, c erano taglieri per le carni e vassoi con formaggio e noci; un giovane coppiere versava il vino a richiesta. Ad allietare lo splendido banchetto, nel cortile del castello, c'erano falconieri, musici, e duellanti mentre si danzava a ritmo della carola. Stanco e provato da tutte quelle emozioni, Norberto chiede licenza a Ildenrandino di ritirarsi nella sua stanza. Trova il giaciglio caldo e confortevole perchè la stanza è proprio dietro alla parete che la separa dal camino. Mentre beve un sorso d' acqua e massaggia i piedi freddi, improvvisamente, da una fessura del muro in pietra, vede spuntare una cordicella, la tira con le dita, ma deve fare uno sforzo perchè pare ci sia attaccato qualcosa che somiglia ad uno straccio per pulire il camino. Non era uno straccio bensì un rotolo ricoperto di polvere e fuliggine; è una lettera, vergata su una pergamena. Tenta di leggere, avvalendosi di quelle poche conoscenze di latino che ha, ma è troppo rovinata dalla polvere. Ad un tratto ricorda che il succo del limone può rendere più chiare le lettere. Conserva ciò che ha trovato sotto la paglia con il proposito, il mattino seguente, di chiedere alla servitù un pò di succo del profumato agrume. Albeggiava appena e il nostro fraticello era già in piedi per la recita delle "Lodi mattutine". Si affaccia in cucina e chiede ad un servo un limone.

10 Quando lo riceve rientra nello stanzino e comincia a farne cadere le gocce sulla pergamena, aspetta qualche secondo... e poi, con la luce di una candela, vede apparire una scritta: -"Ferdinando d'aragona, detto Ferrante, re di Napoli, figlio di Alfonso il Magnanimo - A. D ". "Ferdinando d' Aragona" pergamena del 1461 Collezione privata Dal prezioso manoscritto Norberto riuscì a capire che nella primavera del 1453 Ferdinando d' Aragona era bloccato a Firenze con il suo esercito, prima di poter fare ritorno a Napoli, dopo la pace di Lodi. Il succo del limone, però, rivelò un fatto sorprendente: un disegno che si poteva vedere in trasparenza, solo con il chiarore della candela. Quel disegno era una mappa che indicava, in direzione della Pieve a valle, il luogo in cui si trovava un qualcosa di misterioso. Senza indugio Norberto prende un pò di pane, dell' acqua e si incammina verso la Pieve. La fitta nebbia rende difficoltoso l' orientamento, ma il suono della campana si rivela una strada maestra per giungere a destinazione. D' un tratto compare la spaziosa pianura e vede l antica pieve romanica di Romena, "come un fiore di pietra non colto", crocevia per tanti viandanti in marcia verso Roma. Entrò silenzioso, i monaci stavano pregando; l' alone delle candele, la luce che filtrava dalle piccole finestre, si mescolavano alla musica e al canto.

11

12 Su un leggio di pietra Norberto vede il Graduale e così cerca di seguire il canto. Graduale prima metà del XIV secolo Museo della Cattedrale di Anagni Foto privata Sull' altare troneggia una Madonna di Cimabue : il volto bellissimo ha un incarnato trasparente, gli occhi sono dal taglio obliquo e le sembianze di Regina che con la mano destra indica il Suo diletto Figlio. Il Frate cade in ginocchio, incantato: piange, mentre la guarda, e prega.

13 Asciugandosi le lacrime si ricompone e cerca di trovare il "tesoro" in quel piccolo scrigno di bellezza. Apre la pergamena e segue le indicazioni che lo portano a destra della navata centrale, davanti ad un' acquasantiera; ne tocca l' interno e scopre una leva. Interno della Pieve di Romena Foto privata La aziona e, all' improvviso, si apre una porta di legno attraverso la quale, Norberto, si trova in una stanza umida, buia e senza finestre. Ci sono delle pietre a terra e la scritta sulla mappa suggerisce di spostare la seconda a sinistra. Cripta della Pieve di Romena Foto privata Il Frate esegue tutto alla lettera fino a quando, scavando sotto il masso, trova un' opera preziosa: la "Commedia" di Dante Alighieri. Rientra immediatamente al castello e chiede udienza presso il feudatario che non si fa attendere. Gli racconta come fosse venuto in possesso di quel prezioso manoscritto e Ildebrandino non è in sè dalla gioia perchè spiega che Dante, nel primo periodo dell' esilio, è stato ospite presso i suoi antenati e, sicuramente, per ringraziarli

14 dell' ospitalità ricevuta, aveva fatto loro quel dono. L' opera poi, continua Ildebrandino, era stata nascosta perchè ritenuta pericolosa in quanto Dante era stato scomunicato dal Papa e coloro che entravano in contatto con lui avrebbero subito la stessa sorte. Quello fu un giorno importante che Ildebrandino volle ricordare con una iscrizione su marmo: Il feudatario di quelle terre per mostrare riconoscenza a quel monaco intrepido lo nominò prevosto della Pieve di Romena. Dopo anni di oblio, per i temi trattati e per la bellezza della sua poesia, alla Commedia sarà dato l' appellativo di Divina.

15 Resoconto metodologico Il lavoro è iniziato nel mese di ottobre, 2019, allor quando, studiando il nostro territorio, abbiamo avuto modo di conoscere la storia del castello e dei personaggi che lo hanno costruito e reso celebre. Numerosi sono stati gli approfondimenti sul medioevo e sulle origini della rappresentazione storica che si tiene ogni anno ad Ariano Irpino e che intende evocare l' assedio della nostra città da parte delle truppe di Manfredi di Svevia. Al rientro dalle vacanze natalizie una opportunità di approfondimento ci è stata data dall' incontro "lezione al castello": nelle sale del castello normanno i Docenti Leopoldo Repola e Francesco Zecchino, dell' Università di Napoli "Suor Orsola Benincasa", ci hanno parlato delle varie fasi di costruzione di un castello medievale e del conio del ducale. Ariano Irpino - Castello Normanno - Sala delle armi Foto privata Dopo le prime verifiche sui dati raccolti, attraverso un brainstormig sono venute fuori alcune idee per il concorso che, con un lavoro di gruppo, abbiamo ordinato per avere una modalità di approccio al lavoro in quanto prima di cominciare a fare qualsiasi cosa occorre trovare un metodo che di seguito è schematizzato: Da dove partiamo? Dai partecipanti Quanti siamo? 12 Corretta divisione del lavoro Schema Chi fa? (Nomi) Cosa? 1^ fase

16 Cosa dobbiamo fare? Un racconto ambientato nel medioevo. Traccia? Prima della stampa e del digitale: un Medioevo di manoscritti e incunaboli Sappiamo che cosa è il medioevo? Età di mezzo che va dalla caduta dell' impero romano fino al 1492, anno della scoperta dell' America. Sappiamo cos'è un manoscritto? Un libro scritto a mano. Da chi? Dagli amanuensi - monaci che vivevano nei monasteri. Cos'è un incunabolo? Nome che indica i primi libri stampati. Da dove si comincia? Dalle fonti Di cosa abbiamo bisogno? Di raccogliere informazioni Schema Ricerca libri antichi Preghiere Personaggi Stoffe Artisti Erbe e spezie Mestieri Case Musica Castello Cibi Balli Paesaggio Foto 2^ fase Dopo aver raccolto le informazioni si discute. Perchè? Per far venire fuori le idee attraverso il contributo di tutti. Dove si discute? Senza la situazione attuale ne avremmo discusso in classe (come avevamo cominciato a fare), ma possiamo farlo comunque utilizzando il computer. Come fare affinchè rimanga traccia della discussione? Si verbalizza. Perchè? Perchè tutti sappiano cosa si è detto. Che cosa si scrive nel verbale? I tempi: data, ora d' inizio, nomi dei presenti, oggetto della discussione, interventi, ipotesi di lavori per la volta successiva, lettura del verbale ai presenti, orario di chiusura. Firma del verbalizzante. 3^ fase Stesura Come procedere? Si tiene presente il bando del concorso Struttura del racconto TITOLO Prima della stampa e del digitale: un Medioevo di manoscritti e incunaboli Situazione iniziale Svolgimento dei fatti Conclusione Si presenta il personaggio, il luogo e il tempo della storia Raccontare ciò che è accaduto, intrecciando, fatti, situazioni, personaggi Narrare come finisce la storia Da tenere presente che, oltre ai personaggi della storia, il protagonista è il libro. I ragazzi hanno scelto di parlare del libro per eccellenza di quell' epoca e non solo: "La Divina Commedia". Poi, però, è arrivata la pandemia...siamo stati privati della scuola, ma i ragazzi hanno scelto di continuare a lavorare per portare a termine ciò che, con tanta curiosità, avevano iniziato.

17 Manoscritto - Museo della Cattedrale di Aquisgrana (Germania) Foto privata Bibliografia Titolo Autore Data Tipografia Rilegatura "De ente et essentia" San Tommaso d Aquino 1488 Stampato a Venezia da Giovanni Monastica Lucilio e Geronimo de Santis. "Comento sopra Cristoforo Landini 1484 Octaviano Scoto di Monza. In pergamena la Commedia" Stampato a Venezia. "Lettera" Ferdinando d' Aragona 1461 Manoscritto Pergamena "Liber Orarum" Autori Vari Manoscritto In pergamena

18 "Un' avventura lunga un anno vissuta sul filo conduttore del medioevo" di Gianni Vigoroso I ragazzi della prima D (quest' anno in seconda), dell' Istituto Comprensivo "don Lorenzo Milani", hanno partecipato alla X edizione del concorso nazionale di scrittura creativa , indetto dall' Istituto storico italiano per il medioevo ISIME e dal MIUR, "Raccontare il medioevo". Il tema del lavoro è stato il seguente: -"Prima della stampa e del digitale: un Medioevo di manoscritti e incunaboli", da consegnarsi entro il 23 marzo All improvviso, a causa dell' imperversare del virus, è venuto a mancare quel luogo fisico in cui il sapere è quotidianamente attraversato da pensieri, emozioni e parole di giovani adolescenti, che presto saranno cittadini di questa città o di un altrove che appartiene comunque a questo mondo. Molte parole sono state spese per descrivere la fatica e lo smarrimento provato da studenti, docenti, genitori, nel reinventarsi con la didattica a distanza. Non abbastanza invece le parole che meritano questa classe e la loro insegnante che con tempestività e determinazione hanno messo in campo l' energia per continuare ad esserci. L' istituto storico, vista la situazione, ha prorogato i termini per la consegna degli elaborati al 7 giugno 2020 così i ragazzi hanno deciso di continuare a lavorare a distanza utilizzando il computer quale " luogo d' incontro" per le loro riunioni e facendo pervenire, poi, tutto alla loro professoressa. E' stato un momento inedito per tutti: la Campania stava pagando lo scotto più alto alla pandemia. Direttamente e indirettamente si viveva il lutto in ogni famiglia, la priorità era quella di mantenere i ragazzi impegnati in un apprendimento senza ansia. La settimana scorsa la professoressa, Maria Carmela Grasso, ha ricevuto questa mail: " Gentile Professoressa, l'istituto Storico Italiano per il Medio Evo ringrazia la Vs. scuola per aver partecipato al concorso di scrittura creativa Raccontare il Medioevo. Malgrado l'emergenza sanitaria e le conseguenti difficoltà, il riscontro è stato molto positivo. Il racconto presentato è meritevole di considerazione e dimostra l'impegno e l'entusiasmo degli studenti nel ricreare letterariamente il Medioevo. Per tale ragione è intenzione dell'istituto assegnare un riconoscimento per la partecipazione a questa edizione del concorso. Siamo perciò lieti di invitarvi alla cerimonia di premiazione che si terrà venerdì 29 ottobre p.v. L'Istituto fornirà a settembre le necessarie indicazioni pratiche in merito alla cerimonia e alla tipologia di premi e riconoscimenti assegnati. Nell'attesa di rivedervi, l'istituto si complimenta per il lavoro svolto con tanto impegno ed entusiasmo. Il più cordiale saluto Prof. Gianluca Battioni" Grazie alla classe II D e alla professoressa, grazie per non aver mollato la presa, per aver continuato a tenere l asticella alta senza rinunciare all elaborazione dei contenuti, un approccio alla didattica e all educazione che, a onor del vero, caratterizza da sempre l Istituto comprensivo "don Lorenzo Milani" e che offre ai nostri ragazzi un viaggio formativo di tre anni intenso, ricco e stimolante.

19 Da: Scuola Storica ISIME Inviato: sabato 19 giugno :01 Oggetto: "Raccontare il Medioevo" Gentile Professoressa, l'istituto Storico Italiano per il Medio Evo ringrazia la Vs. scuola per aver partecipato al concorso di scrittura creativa Raccontare il Medioevo. Malgrado l'emergenza sanitaria e le conseguenti difficoltà, il riscontro è stato molto positivo. Il racconto presentato è meritevole di considerazione e dimostra l'impegno e l'entusiasmo degli studenti nel ricreare letterariamente il Medioevo. Ho il piacere di comunicarle, inoltre, che il suo resoconto metodologico è risultato vincitore della apposita sezione del concorso in oggetto. Per tale ragione è intenzione dell'istituto assegnare un riconoscimento per la partecipazione a questa edizione del concorso. Siamo perciò lieti di invitarvi alla cerimonia di premiazione che si terrà venerdì 29 ottobre p.v. L'Istituto fornirà a settembre le necessarie indicazioni pratiche in merito alla cerimonia e alla tipologia di premi e riconoscimenti assegnati. Nell'attesa di rivedervi, l'istituto si complimenta per il lavoro svolto con tanto impegno ed entusiasmo. Il più cordiale saluto Prof. Gianluca Battioni

#cartadesign SCUOLA SECONDARIA PERCORSI E LABORATORI PRIMO GRADO

#cartadesign SCUOLA SECONDARIA PERCORSI E LABORATORI PRIMO GRADO #cartadesign SCUOLA SECONDARIA PERCORSI E LABORATORI 2018-2019 PRIMO GRADO DIOCESI DI BERGAMO La DIOCESI DI BERGAMO, ponendosi al servizio dell attività scolastica ordinaria, promuove un offerta didattica

Dettagli

POGGIO ALLA REGINA PIAN DI SCO. alla scoperta del castello

POGGIO ALLA REGINA PIAN DI SCO. alla scoperta del castello POGGIO ALLA REGINA PIAN DI SCO alla scoperta del castello NOTA PER GLI INSEGNANTI Attraverso i resti dell antico insediamento di Poggio alla Regina, i ragazzi sono invitati a familiarizzare con l archeologia

Dettagli

SCHEDA DI PRESENTAZIONE

SCHEDA DI PRESENTAZIONE SCHEDA DI PRESENTAZIONE TITOLO: LA RIFORMA PROTESTANTE BREVE DESCRIZIONE DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO: in questa unità di apprendimento si vuole introdurre le novità portate da Lutero DIDATTIZZAZIONE e

Dettagli

#cartadesign SCUOLA SECONDARIA PERCORSI E LABORATORI SECONDO GRADO

#cartadesign SCUOLA SECONDARIA PERCORSI E LABORATORI SECONDO GRADO #cartadesign SCUOLA SECONDARIA PERCORSI E LABORATORI 2018-2019 SECONDO GRADO DIOCESI DI BERGAMO La DIOCESI DI BERGAMO, ponendosi al servizio dell attività scolastica ordinaria, promuove un offerta didattica

Dettagli

Lavinia. Federica - 2 -

Lavinia. Federica - 2 - Tempo fa sono andata al Museo Revoltella e ho provato una grande emozione, perché ho visto tanti quadri: dritti, storti, erano di tanti colori, in un senso oppure in un altro. Ho visto anche una grande

Dettagli

LA SCUOLA DI IERI E DI OGGI

LA SCUOLA DI IERI E DI OGGI LA SCUOLA DI IERI E DI OGGI Scuola Primaria Nostra Signora di Lourdes Classe V Anno scolastico 2016/2017 IL PROGETTO & LE IDEE In questi mesi abbiamo cercato di capire com era la scuola ai tempi dei nostri

Dettagli

Ognuno di noi ha una SUA CASA. E, soprattutto, una sua idea di casa... La casa è l'ambiente dove cresciamo, dove impariamo, dove stiamo bene...

Ognuno di noi ha una SUA CASA. E, soprattutto, una sua idea di casa... La casa è l'ambiente dove cresciamo, dove impariamo, dove stiamo bene... Ognuno di noi ha una SUA CASA. E, soprattutto, una sua idea di casa... La casa è l'ambiente dove cresciamo, dove impariamo, dove stiamo bene... E lì, tutto parla di noi pochi oggetti, alcune piccole cose,

Dettagli

Il ragazzo che vola. Fiaba scritta dalla classe 3B della Scuola Primaria di Noli anno scolastico 2014/2015. a.s.

Il ragazzo che vola. Fiaba scritta dalla classe 3B della Scuola Primaria di Noli anno scolastico 2014/2015. a.s. Il ragazzo che vola Fiaba scritta dalla classe 3B della Scuola Primaria di Noli anno scolastico 2014/2015 a.s. C era una volta un grande circo che girava di città in città nella grande e fredda Russia.

Dettagli

Capodanno Rinascimentale: Urbino Straordinario itinerario ricco di storia e arte Da sabato 30 dicembre 2017 a martedì 2 gennaio 2018

Capodanno Rinascimentale: Urbino Straordinario itinerario ricco di storia e arte Da sabato 30 dicembre 2017 a martedì 2 gennaio 2018 Consiglio Territoriale Lombardia Gruppo Lombardia - Milano Capodanno Rinascimentale: Urbino Straordinario itinerario ricco di storia e arte Da sabato 30 dicembre 2017 a martedì 2 gennaio 2018 PROGRAMMA

Dettagli

5. A pranzo bevo sempre un bicchiere di vino. Ieri un bicchiere di vino. 6. Oggi puoi andare al cinema. Ieri sera.. al cinema.

5. A pranzo bevo sempre un bicchiere di vino. Ieri un bicchiere di vino. 6. Oggi puoi andare al cinema. Ieri sera.. al cinema. PASSATO PROSSIMO 1. Franca arriva domani alle 6.00. Franca ieri. 2. Il treno per Napoli arriva in ritardo. Ieri il treno per Napoli.. in ritardo. 3. Lavori fino a tardi? Ieri fino a tardi? 4. Marco e Maria

Dettagli

Esso si chiama così perché l incrocio delle due strade principali che si trovano di fianco, formano una T. Federico II Gonzaga, signore di Mantova,

Esso si chiama così perché l incrocio delle due strade principali che si trovano di fianco, formano una T. Federico II Gonzaga, signore di Mantova, Esso si chiama così perché l incrocio delle due strade principali che si trovano di fianco, formano una T. Federico II Gonzaga, signore di Mantova, incaricò Giulio Romano, un allievo di Raffaello, di costruire

Dettagli

IMMAGINANDO GRAMSCI Concorso rivolto alle studentesse e agli studenti delle scuole della Sardegna BANDO DI CONCORSO

IMMAGINANDO GRAMSCI Concorso rivolto alle studentesse e agli studenti delle scuole della Sardegna BANDO DI CONCORSO IMMAGINANDO GRAMSCI Concorso rivolto alle studentesse e agli studenti delle scuole della Sardegna BANDO DI CONCORSO L Associazione Casa Natale A. Gramsci di Ales e l Istituto Gramsci della Sardegna, in

Dettagli

ESERCIZI EXTRA - GRAMMATICA

ESERCIZI EXTRA - GRAMMATICA ESERCIZI EXTRA - GRAMMATICA 1 Completa il testo relativo a Chichibio e la gru con gli avverbi e i complementi di tempo. ogni volta quasi sempre sempre spesso stasera subito un giorno un giorno (1), la

Dettagli

Natale Buone Feste a tutti voi le maestre Vittoria, Benedetta, Barbara

Natale Buone Feste a tutti voi le maestre Vittoria, Benedetta, Barbara Natale 2018 Carissimi bimbi e genitori, è arrivato anche il Natale della quinta In questi mesi abbiamo lavorato tanto, con impegno e dedizione, complimenti a tutti noi! Le vacanze sono quindi un momento

Dettagli

5-A1 ragazzi estero.qxd:5-a1 ragazzi estero.qxd :53 Pagina 1

5-A1 ragazzi estero.qxd:5-a1 ragazzi estero.qxd :53 Pagina 1 5-A1 ragazzi estero.qxd:5-a1 ragazzi estero.qxd 8-11-2010 10:53 Pagina 1 Dicembre 2010 5-A1 ragazzi estero.qxd:5-a1 ragazzi estero.qxd 8-11-2010 10:53 Pagina 2 5-A1 ragazzi estero.qxd:5-a1 ragazzi estero.qxd

Dettagli

PROPOSTA VISITE GUIDATE E ATTIVITA DIDATTICHE URBINO _ GRADARA _ PIOBBICO _ SAN LEO A.S

PROPOSTA VISITE GUIDATE E ATTIVITA DIDATTICHE URBINO _ GRADARA _ PIOBBICO _ SAN LEO A.S URBINO n. A1 URBINO UNA CITTA IN FORMA DI PALAZZO (hd) Itinerario alla scoperta del Palazzo Ducale, esempio per eccellenza della corte rinascimentale, con gli appartamenti del piano nobile, i sotterranei

Dettagli

In un regno lontano lontano viveva tanto tempo fa un ragazzo, Martino. Questo ragazzo era molto stimato dal Re, per i suoi modi gentili e per il suo

In un regno lontano lontano viveva tanto tempo fa un ragazzo, Martino. Questo ragazzo era molto stimato dal Re, per i suoi modi gentili e per il suo In un regno lontano lontano viveva tanto tempo fa un ragazzo, Martino. Questo ragazzo era molto stimato dal Re, per i suoi modi gentili e per il suo cuore coraggioso. 1 Presto Martino imparò a cavalcare,

Dettagli

CATECHESI 3^ el Mirano-San Michele - Vetrego 7 Incontro

CATECHESI 3^ el Mirano-San Michele - Vetrego 7 Incontro CATECHESI 3^ el Mirano-San Michele - Vetrego 7 Incontro SETTIMO INCONTRO UNA PREGHIERA SPECIALE, IL PADRE NOSTRO (Lc 15,11-32) (Lc 23, 39-43) Il bene si avvera. Il figlio minore torna a casa del Padre

Dettagli

Cronache da Scuola CAGNI - 2 A - 19 GENNAIO 2016

Cronache da Scuola CAGNI - 2 A - 19 GENNAIO 2016 Cronache da Scuola CAGNI - 2 A - 19 GENNAIO 2016 Questa mattina ci prepariamo ad accogliere a Palazzo Mazzetti la classe II A della scuola primaria Cagni per svolgere insieme la visita e il laboratorio

Dettagli

CONCORSO R I P E N S I A M O I L F U T U R O

CONCORSO R I P E N S I A M O I L F U T U R O RASSEGNA STAMPA CONCORSO R I P E N S I A M O I L F U T U R O 3 edizione Cerimonia consegna premi Venerdi 3 luglio 2015 Camera di Commercio Fermo Rassegna stampa a cura del Comitato Piccola Industria -

Dettagli

Il percorso è pensato per alunni di una classe Seconda Media, in un attività di tipo modulare.

Il percorso è pensato per alunni di una classe Seconda Media, in un attività di tipo modulare. LA SELVA OSCURA INDICAZIONI PER L INSEGNANTE DESTINATARI Il percorso è pensato per alunni di una classe Seconda Media, in un attività di tipo modulare. PREREQUISITI DI CONTENUTO Conoscenza del testo poetico:

Dettagli

SCHEDA DI PRESENTAZIONE. DIDATTIZZAZIONE E SEMPLIFICAZIONE a cura di : Lorella Pambianchi

SCHEDA DI PRESENTAZIONE. DIDATTIZZAZIONE E SEMPLIFICAZIONE a cura di : Lorella Pambianchi SCHEDA DI PRESENTAZIONE UNITA DI LAVORO: AMBIENTI DIVERSI: LA MONTAGNA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO: - riconoscere i principali tipi di paesaggio - raggruppare luoghi secondo elementi comuni - riconoscere

Dettagli

LICEO CLASSICO GIACOMO LEOPARDI

LICEO CLASSICO GIACOMO LEOPARDI Liceo co G. LEOPARDI - C.F. 82001110434 C.M. MCPC09000R - AOO_LIC.LEOPARDI - UFFICIO PROTOCOLLO Prot. 0008115/U del 15/10/2018 09:28:40V.1 - Orientamento e placement Alla cortese attenzione del Dirigente

Dettagli

A SCUOLA DI GENTILEZZA. Progetto Accoglienza Classi Prime Anno Scolastico 2016/2017 Scuola Primaria S.Agostino

A SCUOLA DI GENTILEZZA. Progetto Accoglienza Classi Prime Anno Scolastico 2016/2017 Scuola Primaria S.Agostino A SCUOLA DI GENTILEZZA Progetto Accoglienza Classi Prime Anno Scolastico 2016/2017 Scuola Primaria S.Agostino La gentilezza è cortesia, buona educazione, buone maniere. Dire grazie, per favore, prego,

Dettagli

MENU TRASFRONTALIERI a cura degli ISTITUTI ALBERGHIERI dei territori partner di progetto TERRAGIR 2 Sabato 4 OTTOBRE Pontremoli (MS)

MENU TRASFRONTALIERI a cura degli ISTITUTI ALBERGHIERI dei territori partner di progetto TERRAGIR 2 Sabato 4 OTTOBRE Pontremoli (MS) MENU TRASFRONTALIERI a cura degli ISTITUTI ALBERGHIERI dei territori partner di progetto TERRAGIR 2 Sabato 4 OTTOBRE 2014 - Pontremoli (MS) SVOLGIMENTO DELLA CENA DEGUSTAZIONE e dei CONCORSI Miglior piatto

Dettagli

Scopriamo insieme il lavoro dei campi e del legno. Bambini al Museo. Nome e cognome BENVENUTO AL MUSEO!

Scopriamo insieme il lavoro dei campi e del legno. Bambini al Museo. Nome e cognome BENVENUTO AL MUSEO! Bambini al Museo Scopriamo insieme il lavoro dei campi e del legno Nome e cognome BENVENUTO AL MUSEO! 1 Ti ricordi la strada che hai fatto per arrivare qui? Scegli una matita colorata e prova a ricostruire

Dettagli

CONCORSO E PERMESSO SIGNORA TERRA? Abbinato e ispirato al libro con cd di Anna Maria Marton E permesso Signora Terra?

CONCORSO E PERMESSO SIGNORA TERRA? Abbinato e ispirato al libro con cd di Anna Maria Marton E permesso Signora Terra? CONCORSO E PERMESSO SIGNORA TERRA? Abbinato e ispirato al libro con cd di Anna Maria Marton E permesso Signora Terra? Il Concorso è rivolto ai bambini delle scuole primarie della provincia di Treviso.

Dettagli

Giornalino della II E: Intervista a Niccolò Ammaniti

Giornalino della II E: Intervista a Niccolò Ammaniti NICCOLO' AMMANITI Scuola Secondaria di I gr. E. Panzacchi Ozzano dell' Emilia Giornalino della II E: Intervista a Niccolò Ammaniti Notizie su Niccolò Ammaniti Niccolò Ammaniti è nato a Roma il 25 settembre

Dettagli

Tre giorni di Scuola all aperto al Parco di Montegibbio. Testimonianza di attività svolte nei tre giorni di scuola all aperto al Parco di Montegibbio

Tre giorni di Scuola all aperto al Parco di Montegibbio. Testimonianza di attività svolte nei tre giorni di scuola all aperto al Parco di Montegibbio Tre giorni di Scuola all aperto al Parco di Montegibbio A partire dal corrente anno scolastico 2016/2017 il nostro Istituto Comprensivo IV ovest di Sassuolo ha aderito al progetto Scuola all aperto, un

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO. IO CREO i colori della vita

REGOLAMENTO CONCORSO. IO CREO i colori della vita Prot. n. 1452/04-05 Sessa Aurunca, 04/03/2017 REGOLAMENTO CONCORSO Anno scolastico 2016/2017 IO CREO i colori della vita La vita è un enorme tela: rovescia su di essa tutti i colori che puoi. Tema del

Dettagli

APERTURA SU PRENOTAZIONE PER VISITE GUIDATE, COMPLEANNI, EVENTI E TANTO ALTRO

APERTURA SU PRENOTAZIONE PER VISITE GUIDATE, COMPLEANNI, EVENTI E TANTO ALTRO La Rocca di Riolo, antica roccaforte della Valle del Senio che sorse insieme al suo borgo sul finire del XIV secolo, é un magnifico esempio di fortificazione militare che segue l evoluzione delle tecniche

Dettagli

Con - Corso di Idee filosofiche

Con - Corso di Idee filosofiche Ogni uomo ha diritto a pensare e ha il dovere di non lasciare l altro sospeso nel bisogno Zikkurat Edizioni&Lab (www.zikkuratedizioni.it) in occasione della seconda edizione del TeramoFilosoFestival che

Dettagli

Macchiagrande Il giornale delle Oasi WWF Litorale Romano

Macchiagrande Il giornale delle Oasi WWF Litorale Romano Mensile n. 5 MAGGIO 2015 Macchiagrande Il giornale delle Oasi WWF Litorale Romano Venerdì 1 Maggio Un po di sano relax In occasione della festa dei lavoratori, a Macchiagrande un iniziativa all insegna

Dettagli

VAT

VAT Rif. 0067 Lionard Luxury Real Estate Via de Tornabuoni, 1 50123 Firenze Italia Tel. +339 055 0548100 Toscana Pratovecchio di Romena ANTICA TENUTA TOSCANA IN VENDITA DESCRIZIONE L'antica tenuta Toscana

Dettagli

q;~ft-ii J'f4IMna G~di J~edi P7~ 9/j!tcw Il

q;~ft-ii J'f4IMna G~di J~edi P7~ 9/j!tcw Il Q.,.~~._~.. ",-_. --,-_..- JIII/R - Ministero dell'istruzione dell'università e della Ricerca! AOODPIT - DIPARTIMENTO PER IL SISTEMA EDUCATIVO DI ISTRUZIONE E I ~~~(J~~ FORMAZIONE REGISTRO UFFICIALE Pro!

Dettagli

Settimana della lettura (e In Campo il Cuore) 2014

Settimana della lettura (e In Campo il Cuore) 2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A. Tiraboschi Passaggio Rodari, 1 24030 Paladina (Bg) - 035 637559 035 633900 www.icpaladina.it Cod. Fisc. 95118520162

Dettagli

LAVELLO 1000 ANNI

LAVELLO 1000 ANNI v 1014 2014 LAVELLO 1000 ANNI DAL CASTELLO ALLA FÉRA DI CAVAGNÖI MILLE ANNI SONO TRASCORSI DALLA PRIMA MENZIONE SCRITTA SUL LAVELLO E SUL CASTELLO QUI EDIFICATO, IN RIVA ALL ADDA. DAI TEMPI DI ATTONE,

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO CLIC SUL MONDO

PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO CLIC SUL MONDO PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO CLIC SUL MONDO Anno scolastico 2013-2014 Perché questo progetto? Per il semplice motivo che l amicizia rimane uno dei valori più nobili dell essere umano. L uomo è per sua

Dettagli

QUADERNO DIDATTICO DELL INSEGNANTE STEFANIA MARCHI CLASSE VB SCUOLA PRIMARIA DI AQUILEIA I. C. DON LORENZO MILANI AQUILIEIA

QUADERNO DIDATTICO DELL INSEGNANTE STEFANIA MARCHI CLASSE VB SCUOLA PRIMARIA DI AQUILEIA I. C. DON LORENZO MILANI AQUILIEIA QUADERNO DIDATTICO DELL INSEGNANTE STEFANIA MARCHI CLASSE VB SCUOLA PRIMARIA DI AQUILEIA I. C. DON LORENZO MILANI AQUILIEIA OBIETTIVI OGGETTO DI VALUTAZIONE REGISTRO DELLE ATTIVITÁPROPOSTE DALL INSEGNANTE

Dettagli

STORIA SCIENZE BENESSERE E SALUTE LETTERATURA

STORIA SCIENZE BENESSERE E SALUTE LETTERATURA LEZIONI SPETTACOLO Lezione Spettacolo è una nuova modalità di comunicazione, per parlare ai bambini in maniera diretta, divertente, ma anche formativa. Sfrutta, infatti, la forza espressiva del teatro

Dettagli

Educational. Nido e scuola dell infanzia

Educational. Nido e scuola dell infanzia Educational Nido e scuola dell infanzia Carissimi, siamo felici di presentarvi gli spettacoli dedicati ai bambini più piccoli che frequentano il nido o la scuola dell infanzia (da 2 a 5 anni). Per loro

Dettagli

WEEK END A VILLOTTA CHIOS

WEEK END A VILLOTTA CHIOS Nel pomeriggio di venerdì 19 febbraio si parte per Villotta, invitati da Mario e Angela Trevisan, conosciuti in una delle nostre uscite. Fanno parte del Campeggio Club Udine in Friuli Venezia Giulia, che

Dettagli

la SCUOLA dell INFANZIA Antonio Rodari

la SCUOLA dell INFANZIA Antonio Rodari la SCUOLA dell INFANZIA Antonio Rodari via Abba, 22 Milano educare persone libere "La scuola dell infanzia deve favorire un gioioso interessamento alla realtà: la scuola è un luogo dove il bambino può

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE DI STATO ENRICO FERMI MODENA. PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2014/ 2015

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE DI STATO ENRICO FERMI MODENA. PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2014/ 2015 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE DI STATO ENRICO FERMI MODENA PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2014/ 201 Materia d insegnamento: ITALIANO Classe 3^ sezione G Prof.ssa Linda Billi LIBRI DI TESTO IN ADOZIONE

Dettagli

CIRCOLARE SCUOLE MAGGIO 2019

CIRCOLARE SCUOLE MAGGIO 2019 CIRCOLARE SCUOLE MAGGIO 2019 VII edizione Porto di Parole: La Bottega delle Narrazioni Differenti. Progetto realizzato in collaborazione con il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1602 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Firenze Italia Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Toscana Firenze Dimora storica in vendita nel Chianti

Dettagli

2) I fabbri. Il fabbro è un artigiano che lavora il ferro. 3) Il carpentiere. Il carpentiere è un artigiano che lavora il legno.

2) I fabbri. Il fabbro è un artigiano che lavora il ferro. 3) Il carpentiere. Il carpentiere è un artigiano che lavora il legno. Nel Medioevo ci sono dei feudi. I feudi sono dei castelli fortificati che appartengono a un feudatario. I castelli sono molto grandi e di solito si trovano in alto sopra una collina. Nel castello ci vive

Dettagli

Ristorante La Norma a Lucca

Ristorante La Norma a Lucca Ristorante La Norma a Lucca Ristorante La Norma a Lucca di Riccardo Franchini Ristorante La Norma. Lucca. Il ristorante è aperto da poco, ma Lucca è piccola e le novità sono destinate a non durare nel

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 15 In giro per la città A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 IN GIRO PER LA CITTA DIALOGO PRINCIPALE A- Carmen! Sono qui. B- Danilo! Ciao

Dettagli

Iniziativa realizzata con il contributo della Regione Toscana nell ambito del progetto. Rete Scuole LSS. A bottega di Invenzioni. a.s.

Iniziativa realizzata con il contributo della Regione Toscana nell ambito del progetto. Rete Scuole LSS. A bottega di Invenzioni. a.s. Iniziativa realizzata con il contributo della Regione Toscana nell ambito del progetto Rete Scuole LSS A bottega di Invenzioni a.s. 2015/2016 ANNO SCOLASTICO 2014/15 a 3 anni 2015/16 a 4 anni Classe IIA

Dettagli

Vallecorsa, 4 Febbraio È festa in casa De Mattias: è nata una meravigliosa bambina di nome Maria..

Vallecorsa, 4 Febbraio È festa in casa De Mattias: è nata una meravigliosa bambina di nome Maria.. Vallecorsa, 4 Febbraio 1805. È festa in casa De Mattias: è nata una meravigliosa bambina di nome Maria.. Il piccolo paese del Lazio Vallecorsa non immagina certo che questa bambina diventerà una persona

Dettagli

Bando della X Edizione 2014

Bando della X Edizione 2014 Bando letterario CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA CASTELLO DI DUINO Bando della X Edizione 2014 Scadenza per la I e la II Sezione: 8 dicembre 2013 Scadenza per le scuole: 7 gennaio 2014 REGOLE GENERALI

Dettagli

Scribo Ergo Sum Quarta edizione A.S. 2012/2013

Scribo Ergo Sum Quarta edizione A.S. 2012/2013 HENRI-MAXIMILIEN LIGRE POURSUIVAIT PAR PETITES ÉTAPES SA ROUTE VERS PARIS. Scribo Ergo Sum Quarta edizione A.S. 2012/2013 Un concorso di scrittura Scribo Ergo Sum è un concorso individuale di scrittura

Dettagli

cuoca Priscilla. I due bimbi, sebbene fosse stato vietato loro di entrare in cucina mentre la cuoca e i suoi aiutanti erano indaffarati, aprivano

cuoca Priscilla. I due bimbi, sebbene fosse stato vietato loro di entrare in cucina mentre la cuoca e i suoi aiutanti erano indaffarati, aprivano IL MISTERO DEL VECCHIETTO ETTO Su una maestosa roccia della montagna di Marineo sorge l antico castello. Un tempo era abitato da una nobilissima e generosa famiglia, composta da madre, padre e due figli:

Dettagli

Sandra Martini AMICI. Alta Leggibilità. a cura di Alan Pona. sestante edizioni

Sandra Martini AMICI. Alta Leggibilità. a cura di Alan Pona. sestante edizioni Sandra Martini Alta Leggibilità AMICI sestante edizioni a cura di Alan Pona Sandra Martini AMICI a SCUOLA a cura di Alan Pona sestante edizioni Un ringraziamento speciale a Chiara Manzan per aver sperimentato

Dettagli

Sulle montagne dallo Zio dell Alpe

Sulle montagne dallo Zio dell Alpe Sulle montagne dallo Zio dell Alpe Da Maienfeld, un antico e vivace villaggio, si snoda un sentiero che, serpeggiando attraverso pascoli verdi e ombreggiati, giunge ai piedi delle montagne. A mano a mano

Dettagli

La domenica al Museo

La domenica al Museo Palazzina di Caccia di Stupinigi Fondazione Ordine Mauriziano La domenica al Museo MARZO: La Casa di Paolina Domenica 10 marzo FOCUS: Le signore della corte Domenica 17 marzo FOCUS: I quattro tempi della

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. 05 maggio a cura dell Ufficio Stampa

RASSEGNA STAMPA. 05 maggio a cura dell Ufficio Stampa RASSEGNA STAMPA 05 maggio 2017 a cura dell Ufficio Stampa ufficiostampa@liceotelesiocosenza.gov.it INDICE. p.3. p.4. p.5. p.6. p.7. p.8. p.9. p.10. p.11. p.12 ufficiostampa@liceotelesiocosenza.gov.it 2

Dettagli

Istituto Professionale per i Servizi Commerciali Viale Giontella Bastia Umbra Tel Fax

Istituto Professionale per i Servizi Commerciali Viale Giontella Bastia Umbra Tel Fax Istituto Tecnico Elettronica ed Elettrotecnica Piazzale Tarpani Tel.. 0758041753 Fax 0758040362 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE M. POLO - R. BONGHI C.M.: PGIS02900P C.F.: 94143250549 e-mail: pgis02900p@istruzione.it

Dettagli

Concorso Scolastico Nazionale XIV Edizione

Concorso Scolastico Nazionale XIV Edizione SERRA INTERNATIONAL ITALIA Concorso Scolastico Nazionale XIV Edizione 2017-2018 Premessa Da 14 anni il Serra Italia bandisce un concorso scolastico a livello nazionale per stimolare i giovani a riflettere

Dettagli

Busto Arsizio, Metti un giorno all opera! l evento vissuto dai bambini della Scuola Morelli

Busto Arsizio, Metti un giorno all opera! l evento vissuto dai bambini della Scuola Morelli BUSTO ARSIZIO (Varese) Ospitiamo quest oggi il contributo stampa delle classi III, IV e V della Scuola Primaria Statale Morelli, dell Istituto Comprensivo Crespi di Busto Arisizio (Va) diretto dalle prof.ssa

Dettagli

Istituto Comprensivo 3 Asti LA PEDAGOGIA DEI GENITORI INSEGNANTI E GENITORI.. INSIEME SI PUÒ.

Istituto Comprensivo 3 Asti LA PEDAGOGIA DEI GENITORI INSEGNANTI E GENITORI.. INSIEME SI PUÒ. Istituto Comprensivo 3 Asti LA PEDAGOGIA DEI GENITORI INSEGNANTI E GENITORI.. INSIEME SI PUÒ. ISTITUTO COMPRENSIVO Asti3 Via B. Fenoglio, 9 Asti (0141/27 43 64 fax 0141/47 74 77 e-mail: atic81400d@istruzione.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania MIUR.AOODRCA.REGISTRO UFFICIALE(U).0018200.21-12-2016 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale Ai Dirigenti Scolastici

Dettagli

Concorso Internazionale di Poesia e Teatro Castello di Duino. Bando della XIV Edizione

Concorso Internazionale di Poesia e Teatro Castello di Duino. Bando della XIV Edizione Concorso Internazionale di Poesia e Teatro Castello di Duino Bando della XIV Edizione Scadenze: Sezione I: poesia individuale entro 31 ottobre 2017 Sezione II: dialogo o monologo teatrale entro 30 novembre

Dettagli

Esempio : Esercizio 1

Esempio : Esercizio 1 Completare con il verbo essere o avere al presente. se la frase inizia con Sig. (Signor) un nome e una virgola, usare il "Lei" Giorgio, sei stanco? Sig. Rossi, ha il passaporto? Esercizio 1 Elena e Bruna

Dettagli

RITIRI D AVVENTO 2015 MIA FORZA E MIO CANTO E IL SIGNORE IS

RITIRI D AVVENTO 2015 MIA FORZA E MIO CANTO E IL SIGNORE IS MIA FORZA E MIO CANTO è IL SIGNORE Azione Cattolica Ragazzi Isaia 12, 1-6 Diocesi Ferrara Comacchio RITIRI D AVVENTO 2015 MIA FORZA E MIO CANTO E IL SIGNORE IS 12, 1-6 9-11 anni 0 Sussidio realizzato dall

Dettagli

FICCAR LO VISO A FONDO

FICCAR LO VISO A FONDO USCITA DIDATTICA STRADA PER LA COMPETENZA FICCAR LO VISO A FONDO (Dante. Inferno, Canto IV, v. 11) SCUOLE PARROCCHIALI SAN BIAGIO FICCAR LO VISO A FONDO Dante DESIDERA GUARDARE A FONDO, CAPIRE IN PROFONDITÁ

Dettagli

Alla scoperta dei Baratonia. Classi: 1 A 1B Insegnanti: Bongiorni, Ravalli e Cantatore

Alla scoperta dei Baratonia. Classi: 1 A 1B Insegnanti: Bongiorni, Ravalli e Cantatore Premessa I nostri nonni ci hanno parlato di una leggenda a proposito di una galleria che collegava il castello di Fiano, il nostro paese, al castello vicino di Baratonia. E, ancora più incredibile, si

Dettagli

Ferie Medievali Edizione Rievocazione Storica Ludus Pavonis Torneo di Duello Medioevale Storico e Scenico

Ferie Medievali Edizione Rievocazione Storica Ludus Pavonis Torneo di Duello Medioevale Storico e Scenico Ferie Medievali 2015 21 Edizione Rievocazione Storica Ludus Pavonis Torneo di Duello Medioevale Storico e Scenico 30-31 Maggio 5-6-7 Giugno Sabato 30 Maggio 2015 Ore 20,00 Campo d armi Oratorio Convivio

Dettagli

Festa dei Ragazzi 12 marzo 2017

Festa dei Ragazzi 12 marzo 2017 TAPPE DEL CAMMINO DI PREPARAZIONE ALLA FESTA DEI RAGAZZI 2017 Per ognuna delle 3 tappe vengono proposti varie riflessioni e materiali, da usare e adattare in base ai gruppi. La struttura è la seguente:

Dettagli

Scheda presentazione esperienze

Scheda presentazione esperienze Scheda presentazione esperienze A) Dati informativi Titolo ESPERIENZE SULLA LUCE Autori BENEVENTI LORELLA SQUILLACE ROSALBA Scuola/Istituto e Sede Scuola dell infanzia comunale Cimabue di Modena Classe/i

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE PER L ANNO SCOLASTICO

PROPOSTE FORMATIVE PER L ANNO SCOLASTICO PROPOSTE FORMATIVE PER L ANNO SCOLASTICO 2018-2019 Gentile dirigente, gentile docente, in allegato trova le proposte formative che anche quest anno il Premio ITAS propone ai docenti e agli studenti dagli

Dettagli

PROGETTO LETTURA. Spazi: la biblioteca della scuola. Tempi: il progetto ha una durata annuale e prevede orari alternati fra le 5 sezioni.

PROGETTO LETTURA. Spazi: la biblioteca della scuola. Tempi: il progetto ha una durata annuale e prevede orari alternati fra le 5 sezioni. PROGETTO LETTURA Destinatari: l uso della biblioteca è garantito a tutti i bambini della scuola dell infanzia; il progetto lettura è finalizzato prevalentemente ai bambini di 5 anni. Spazi: la biblioteca

Dettagli

LABORATORIO DI ATTIVITA ESPRESSIVE

LABORATORIO DI ATTIVITA ESPRESSIVE LABORATORIO DI ATTIVITA ESPRESSIVE Anno Scolastico 2018/19 CLASSE 5^B «Mauri» Documentazione a cura dell Ins.te Di Mauro Maria Grazia Team docente: Maria Grazia Di Mauro, Marina Militello, Francesca Menchinelli,

Dettagli

Competenze da utilizzare: comprendere un testo; costruire una mappa; esporre un argomento in modo personale; utilizzare un linguaggio specifico.

Competenze da utilizzare: comprendere un testo; costruire una mappa; esporre un argomento in modo personale; utilizzare un linguaggio specifico. Fine scuola primaria-competenza: studio Compito: leggere un testo da riferire organizzandolo in una mappa che possa servire come traccia. Prodotto finale:una mappa del testo, esposizione orale Struttura

Dettagli

Le banche per i giovani e il territorio 2017

Le banche per i giovani e il territorio 2017 Festival della Cultura Creativa Le banche per i giovani e il territorio 2017 CALENDARIO PALAZZO BRANCIFORTE 3-9 aprile 2017 Dal 3 al 9 aprile si svolgerà su larga parte del territorio nazionale il Festival

Dettagli

FRATELLO SOLE SORELLA CHIARA FRATE FRANCESCO E LA PERFETTA LETIZIA

FRATELLO SOLE SORELLA CHIARA FRATE FRANCESCO E LA PERFETTA LETIZIA FRATELLO SOLE Io sono Francesco, Francesco d Assisi e questa è la mia storia. Una storia vissuta con tanti fratelli, con tante sorelle. Vissuta con loro e per loro. Una storia vissuta con il mio grande

Dettagli

REGOLAMENTO. Edizione

REGOLAMENTO. Edizione La Associazione Autismo Siena Piccolo Principe, grazie alla sensibilità e al contributo del Lions Club Siena e della ditta DiBa70 di San Gimignano, indice per il settimo anno consecutivo un concorso rivolto

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 A SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 2 A Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 A 2 A 1. Che film piacciono a Michela? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

Valutazione: Leggere alla II H questo libro è stato per me un onore e una consapevolezza di poter lavorare bene con il gruppo classe.

Valutazione: Leggere alla II H questo libro è stato per me un onore e una consapevolezza di poter lavorare bene con il gruppo classe. Recensione libro Ins.te DI GIOVANNI EMANUELA Anno Scolastico 2016/ 2017 classe II H Don Chisciotte della Mancia Valutazione: Leggere alla II H questo libro è stato per me un onore e una consapevolezza

Dettagli

ATTIVITA DEL GRUPPO NAZIONALE MCE STORIA E TERRITORIO ANNO SCOLASTICO Lando Landi

ATTIVITA DEL GRUPPO NAZIONALE MCE STORIA E TERRITORIO ANNO SCOLASTICO Lando Landi ATTIVITA DEL GRUPPO NAZIONALE MCE STORIA E TERRITORIO ANNO SCOLASTICO 2013-2014 Lando Landi Ormai è consuetudine che le attività del gruppo nazionale MCE STORIA E TERRITORIO inizino con un PRANZO STORICO.

Dettagli

VIAGGIO PER FONDARE NUOVE ABBAZIE

VIAGGIO PER FONDARE NUOVE ABBAZIE VIAGGIO PER FONDARE NUOVE ABBAZIE ABBAZIA DI MONTECASSINO Epoca: VI-XIII secolo. Perché: la nascita delle abbazie è necessaria per aiutare il cammino dei pellegrini. Nascono infatti in luoghi posti vicino

Dettagli

Vacanza studio in Irlanda ovest anni

Vacanza studio in Irlanda ovest anni Per ragazzi d estate summer camp per pochi studenti con vera integrazione nella società locale Vacanza studio in Irlanda ovest 12-17 anni Il programma prevede la partecipazione di ragazzi irlandesi durante

Dettagli

Scuola dell Infanzia Tamburini Sezione 5 anni. Insegnanti Raffaella Calzolari Cristina Bonaretti

Scuola dell Infanzia Tamburini Sezione 5 anni. Insegnanti Raffaella Calzolari Cristina Bonaretti Scuola dell Infanzia Tamburini Sezione 5 anni Insegnanti Raffaella Calzolari Cristina Bonaretti L ambiente esterno costituisce il luogo nel quale quotidianamente il bambino è inserito. Per questo la scuola

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche Secondarie di Primo grado della Campania

Dettagli

#BCM17. Bookcity per le Scuole e Università. Serata Inaugurale #BCM17 NOVEMBRE GIOVEDÌ VENERDÌ - SABATO - DOMENICA

#BCM17. Bookcity per le Scuole e Università. Serata Inaugurale #BCM17 NOVEMBRE GIOVEDÌ VENERDÌ - SABATO - DOMENICA #BCM17 #BCM17 GIOVEDÌ VENERDÌ - SABATO - DOMENICA 16 17-18-19 Bookcity per le Scuole e Università Serata Inaugurale #BCM17 NOVEMBRE 160.000 presenze 1.400 classi 420 editori, associazioni, fondazioni 1.140

Dettagli

XV Concorso Grafico Internazionale 2017 Panathlon Club Como

XV Concorso Grafico Internazionale 2017 Panathlon Club Como I lavori pervenuti per il XV Concorso Grafico Internazionale sono stati 180 e hanno fatto registrare una sensibile crescita delle opere della categoria pittura e disegno sia nel numero che nella qualità.

Dettagli

Scuola secondaria di primo grado Classe 1 C

Scuola secondaria di primo grado Classe 1 C Istituto Comprensivo di Savignano s/r Scuola secondaria di primo grado Classe 1 C Rita Boga Insegnante d inglese Coordinatrice rita.b@email.it La classe 20 alunni, di cui 12 femmine e 8 maschi I docenti

Dettagli

SEGNI, SIMBOLI E MESSAGGI DEL NATALE.

SEGNI, SIMBOLI E MESSAGGI DEL NATALE. Scuola dell infanzia Picasso sez. B ( 4 anni) Istituto Comprensivo Marconi Castelfranco Emilia. Anno Scolastico 2011/2012 SEGNI, SIMBOLI E MESSAGGI DEL NATALE. NATALE COME DONO D AMORE. Abbiamo realizzato

Dettagli

Il fotografo e il Buddha

Il fotografo e il Buddha Volume pubblicato per iniziativa dell Associazione Amici di Groppoli con il determinante contributo di Roberto Carifi Carlo Fei Il fotografo e il Buddha realizzazione Gli Ori progetto grafico e redazione

Dettagli

MATeRIALI OPeRATIVI PeR LA classe SecOndA

MATeRIALI OPeRATIVI PeR LA classe SecOndA MATeRIALI OPeRATIVI PeR LA classe SecOndA ESEMPIO 1 Dalla ricerca delle risposte nel testo (a partire dalle domande preparate dall insegnante) alla realizzazione della mappa Analizziamo l Unità di Apprendimento

Dettagli

IL VANGELO CONCRETAMENTE. dalla penna dei partecipanti

IL VANGELO CONCRETAMENTE. dalla penna dei partecipanti IL VANGELO CONCRETAMENTE dalla penna dei partecipanti Un esperienza significativa vissuta in questi giorni Mi ha colpito l'attività sul vangelo a quattro colori... aiuta molto a capirlo anche se può essere

Dettagli

Museo Comunale del Figurino Storico di Calenzano via del Castello 7, Calenzano (Fi)- tel/fax Programma didattico

Museo Comunale del Figurino Storico di Calenzano via del Castello 7, Calenzano (Fi)- tel/fax Programma didattico Museo Comunale del Figurino Storico di Calenzano via del Castello 7, 50041 Calenzano (Fi)- tel/fax 055-0500234 Programma didattico 2018-2019 Premessa Le attività educative per le scuole organizzate dal

Dettagli

Progetto Expo, 16 ragazzi spagnoli ospitati dal Bertacchi 1

Progetto Expo, 16 ragazzi spagnoli ospitati dal Bertacchi 1 Progetto Expo, 16 ragazzi spagnoli ospitati dal Bertacchi 1 LECCO Liceo Bertacchi protagonista dello scambio interculturale nell ambito del Progetto Expo che quest anno ha visto la collaborazione con Lorca,

Dettagli

Era la storia del suo sogno.

Era la storia del suo sogno. Eravamo in un prato pieno di fiori colorati con farfalle che andavano a prendere il polline. Si sentiva un profumo buonissimo. Veniva dai petali rossi, gialli, rosa e bianchi. Era giorno; il cielo era

Dettagli

ESERCIZI EXTRA - Grammatica

ESERCIZI EXTRA - Grammatica MARTA NATALINI L OMBRA DI DANTE ESERCIZI EXTRA - Grammatica 1 Coniuga i verbi tra parentesi al futuro semplice. 1 Max ha deciso! (Scoprire) il mistero! 2 Stanotte Max e Pixel (uscire) di casa e così Max

Dettagli

Narrazione creativa originale a cura degli alunni e docenti della Classe 3 A Scuola Primaria Alda Costa A.S. 2017/18 a conclusione del percorso

Narrazione creativa originale a cura degli alunni e docenti della Classe 3 A Scuola Primaria Alda Costa A.S. 2017/18 a conclusione del percorso Narrazione creativa originale a cura degli alunni e docenti della Classe 3 A Scuola Primaria Alda Costa A.S. 2017/18 a conclusione del percorso didattico «Lo sguardo che crea» ideato da Luigi Dal Cin per

Dettagli

PROGETTI E INIZIATIVE DIDATTICHE

PROGETTI E INIZIATIVE DIDATTICHE PROGETTI E INIZIATIVE DIDATTICHE per l anno scolastico 2016 / 17 FRUTTA NELLA SCUOLA Programma del Ministero delle Politiche Agricole alimentari e forestali realizzato con il contributo dell'unione Europea.

Dettagli

I tuoi sentieri scalando i ricordi di una breve vita

I tuoi sentieri scalando i ricordi di una breve vita I tuoi sentieri scalando i ricordi di una breve vita Famiglia Papasidero I TUOI SENTIERI SCALANDO I RICORDI DI UNA BREVE VITA racconto Dedica. Colonna Il viaggiatore che da Roma volesse recarsi a Capua,

Dettagli