Demografia Imprese Molisane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Demografia Imprese Molisane"

Transcript

1 I Numeri dell Osservatorio Economico Statistico Regionale DEMOGRAFIA IMPRESE n. 2/2008 Periodico dell Unioncamere Molise Poste Italiane SpA spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2007 n.46 ) Art. 1, comma 1 Direzione Commerciale Business Campobasso Molisane 1 Trimestre 2008 Il Quadro generale Il primo trimestre 2008 si conclude, per il Molise, con una movimentazione della nati-mortalità delle imprese che presenta un saldo negativo di -274 unità, infatti a fronte delle 707 iscrizioni si sono rilevate 981 cessazioni. Occorre tuttavia considerare che delle 981 cessazioni ben 77 sono cessazioni d ufficio (1), pertanto il saldo al netto di queste passa da -274 a -197, tenendo così in considerazione esclusivamente delle cessazioni volontarie e non da interventi amministrativi atti a regolarizzare la posizione di imprese non più operative. Il tasso di natalità, pari all 2,0%, è leggermente inferiore a quello nazionale che si è attestato intorno all 2,1%, mentre il tasso di mortalità pari al 2,7% è leggermente inferiore al dato nazionale 2,8%. (Tab.1). Tra le altre regioni italiane segnaliamo le performance particolarmente positive della Lombardia, Piemonte, e Toscana con un tasso di natalità del 2,4%, tutte con tre punti superiori alla media nazionale (2,1%). Il valore più basso tra le regioni italiane lo registra la Basilicata, fanalino di coda con un tasso di natalità dello 1,5%. Tab.1: Nati-mortalità delle imprese per aree geografiche - 1 trimestre 2008 Regioni Registrate Attive Iscrizioni Tasso di natalità Tasso di mortalità Tasso di attività ABRUZZO ,1% 2,7% 88,3% BASILICATA ,5% 2,4% 89,2% CALABRIA ,9% 3,3% 86,3% CAMPANIA ,0% 2,4% 86,3% EMILIA-ROMAGNA ,3% 3,0% 90,4% FRIULI V. G ,0% 4,1% 89,6% LAZIO ,3% 2,3% 66,7% LIGURIA ,0% 2,9% 84,8% LOMBARDIA ,4% 2,7% 86,0% MARCHE ,1% 2,6% 90,4% MOLISE ,0% 2,7% 91,1% PIEMONTE ,4% 2,9% 89,7% PUGLIA ,0% 3,8% 87,5% SARDEGNA ,8% 2,4% 86,9% SICILIA ,7% 2,3% 82,6% TOSCANA ,4% 3,3% 87,8% TRENTINO A. A ,9% 2,3% 93,0% UMBRIA ,0% 2,3% 87,6% VALLE D'AOSTA ,0% 3,1% 87,6% VENETO ,2% 3,1% 90,8% TOTALE ITALIA ,1% 2,8% 85,6% (*) Al netto delle cancellazioni d ufficio effettuate nel periodo Le dinamiche territoriali Confrontando i dati del 1 trimestre 2008 con quelli dell anno precedente (1 trimestre 2007) si evidenzia una flessione della nati-mortalità delle aziende molisane. Nel dettaglio, dalle imprese registrate nel primo trimestre 2007, si passa alle imprese registrate nel primo trimestre 2008, con una variazione percentuale del - 0,20%. Dal confronto diretto con il 2007 si evidenzia che, le imprese registrate diminuiscono in valore assoluto di 72 unità e quelle attive di 9 unità. Analizzando le singole sezioni della classificazione ATECO si nota che continuano a perdere unità produttive i settori: Estrazioni minerali 7,14% (-2 imprese registrate e +2 imprese attive), Agricoltura, Caccia e Silvicoltura con una riduzione del 3,10% nel numero delle imprese registrate e del 3,05% in quelle attive (-387 imprese registrate e -379 imprese attive), la produzione e distribuzione energia con una flessione del 4,00% delle imprese registrate (-1 unità), e del Commercio ingrosso e dettaglio che diminuisce dell 1,18% nelle imprese registrate e dello 0,01% nelle attive, con riduzioni in valore assoluto rispettivamente di - 94 e -1 unità. 1

2 Tab.2: Variazione tendenziale nati/mortalità delle imprese - Molise Registrate % Attive % Registrate v.a. Attive v.a. A Agricoltura -3,10% -3,05% B Pesca -2,90% 0,00% -2 0 C Estrazione minerali -7,14% 10,00% -2 2 D Attivita' manifatturiere -0,86% 0,64% E Prod.e distrib.energ. -4,00% 0,00% -1 0 F Costruzioni 0,82% 2,77% G Comm.ingr.e dett. -1,18% -0,01% H Alberghi e ristoranti 0,71% 0,83% I Trasporti -0,86% 0,93% -8 8 J Intermediaz.monetaria 5,12% 5,58% K Attiv.immobiliari 5,42% 6,35% M Istruzione 2,97% 4,00% 3 4 N Sanità 4,76% 5,30% 7 7 O Altri servizi pubblici 1,90% 2,28% Situazione inversa per il settore del intermediazione monetaria che segna un incremento del 5,12% nelle imprese registrate e del 5,58% nelle imprese attive, che in valore assoluto è rispettivamente pari a +26 e +27 unità. Rilevante anche l andamento del settore delle Attività Immobiliari con un aumento del 5,42% delle imprese registrate (+95 unità) e del +6,35% di quelle attive (+102 unità). In crescita anche la Sanità che registra un aumento del 4,76% per le imprese registrate (+7 unità), e un aumento del 5,30% per le imprese attive ( +7 unità). Per maggiori dettagli, riguardo alla variazione tendenziale dei diversi settori si veda la Tab. 3/a e 3/b. Tab.3 (a): Nati/mortalità delle imprese e settore economico - Molise 1 Trimestre 2008 di cui escluse cessazioni Totale Registrate Attive Iscrizioni A Agricoltura B Pesca C Estrazione minerali D Attivita' manifatturiere E Prod.e distrib.energ F Costruzioni G Comm.ingr.e dett H Alberghi e ristoranti I Trasporti J Intermediaz.monetaria K Attiv.immobiliari M Istruzione N Sanità O Altri servizi pubblici Tab.3(b): Nati/mortalità delle imprese e settore economico - Molise 1 Trimestre 2007 Totale di cui Registrate Attive Iscrizioni di cui A Agricoltura B Pesca C Estrazione minerali D Attivita' manifatturiere E Prod.e distrib.energ

3 Totale di cui Registrate Attive Iscrizioni di cui F Costruzioni G Comm.ingr.e dett H Alberghi e ristoranti I Trasporti J Intermediaz.monetaria K Attiv.immobiliari M Istruzione N Sanità O Altri servizi pubblici Da un confronto diretto con il quarto trimestre del 2007 (Tab.4) si nota, anche in questo caso, una leggera flessione sia delle imprese registrate, che diminuiscono di 341 unità (- 0,75% la variazione percentuale) sia di quelle attive che diminuiscono di 100 unità (-0,31%). Entrando nel dettaglio delle singole sezioni della classificazione ATECO 2002, notiamo che i settori che presentano performance positive sono: le Attività immobiliari con un aumento di 23 imprese registrate e di 31 attive (+,26% imprese registrate e +1,85% imprese attive), la Sanità con tasso di crescita dell 1,32% per le imprese registrate (+2 unità) e del 2,96% per quelle attive (+4 unità). Buona anche la performance del settore Intermediazione monetaria con un incremento di 4 unità per le imprese registrate e di 7 unità per quelle attive (rispettivamente +0,75% e +1,39% i tassi di crescita). Invece, i settori economici che, dal confronto con il trimestre precedente, mostrano andamenti negativi sono: l Estrazione minerali con una riduzione di 1 unità per le imprese registrate e +3 unità per le attive (-3,7% le imprese registrate e +15,79% quelle attive), l Agricoltura con una flessione del 1,45% per le imprese registrate e 1,41% per quelle attive (-178 e -173 le variazioni in valore assoluto), il settore Produzione e distribuzione energia con una flessione del 4,00% delle sole imprese registrate (-1 unità) e per il quale restano invariate le imprese attive, Commercio all ingrosso e dettaglio con una flessione del 1,24% per le imprese registrate e dello 0,27% per le imprese attive (rispettivamente -99 e -20 unità). Tab.4: Variazione congiunturale nati/mortalità delle imprese Molise Registrate % Attive % Registrate v.a. Attive v.a. A Agricoltura -1,45% -1,41% B Pesca -1,47% 1,56% -1 1 C Estrazione minerali -3,70% 15,79% -1 3 D Attivita' manifatturiere -0,48% 1,00% E Prod.e distrib.energ. -4,00% 0,00% -1 0 F Costruzioni -0,07% 1,17% G Comm.ingr.e dett. -1,24% -0,27% H Alberghi e ristoranti 0,35% 0,57% 6 9 I Trasporti -0,33% 0,81% -3 7 J Intermediaz.monetaria 0,75% 1,39% 4 7 K Attiv.immobiliari 1,26% 1,85% M Istruzione 0,00% 1,96% 0 2 N Sanità 1,32% 2,96% 2 4 O Altri servizi pubblici -0,52% -0,23% -7-3 Analizzando i dati a livello provinciale (tabb. 5/a e 5/b)si nota che la flessione delle imprese interessa tutte e due le province molisane. Infatti nella provincia di Campobasso, le imprese registrate passano da (1 trimestre 2007) a , con una variazione tendenziale del -0,99% che in valore assoluto rappresenta una perdita di 271 unità. In diminuzione anche le imprese attive: 0,06% (-16 unità). Approfondendo le sezioni ATECO si rileva un andamento negativo per i settori dell Agricoltura, caccia e silvicoltura con una riduzione del 2,95% nelle imprese registrate e 2,92% in quelle attive (-304 imprese registrate e -299 imprese attive), della Pesca con una diminuzione del 3,08% delle imprese registrate e 0,00% delle attive (-2 imprese registrate e 0 imprese attive), del Commercio che registra un 0,71% nel numero delle imprese registrate e un 0,41% in quelle attive (- 41 unità la in termini assoluti per le imprese registrate e +22 per le imprese attive) e dei Trasporti, magazzinaggio e comunicazione che diminuiscono di 0,69% nelle imprese 3

4 registrate e di +0,44% in quelle attive (-5 e +3 unità). Continuano invece a crescere le Costruzioni con un incremento dello 0,33% delle imprese registrate e dello 2,13% di quelle attive che in valore assoluto evidenziano un aumento, rispettivamente di 10 e 59 unità. Rilevante la crescita delle Attività immobiliari, noleggio, informatica, ricerca e servizi alle imprese che aumentano del 7,87% nelle imprese registrate e del 9,19% in quelle attive (rispettivamente +98 e +105 unità). Positivo anche l andamento della sezione Alberghi e ristoranti che segna un +0,50% di imprese registrate e un +0,45% di imprese attive (+6 e +5 unità) e la sezione Intermediazione monetaria che registra un aumento del 6,35% nelle imprese registrate (+23 unità) e del 6,36% in quelle attive (+22 unità). Nella provincia di Isernia, le imprese registrate ammontano a unità e quelle attive a con una variazione tendenziale, rispettivamente del -0,81% (-72 unità) e del - 0,06% (-5 unità). Analizzando le sezioni ATECO si registra anche nella provincia Isernina un trend negativo per il settore dell Agricoltura, caccia e silvicoltura che subisce un calo del 3,77% nelle imprese registrate (-83 unità) e del 3,66% in quelle attive (-80 unità) e il settore delle Estrazioni di minerali con una diminuzione delle imprese registrate pari a - 15,38% ( in valore assoluto -2 unità) e +12,50 per le imprese attive (in valore assoluto +1 unità). In flessione anche le imprese registrate (-2,41%) e le imprese attive (-1,12%) della sezione Commercio, con una riduzione in termini assoluti di -53 e -23 unità. Anche le Attività immobiliari presentano una flessione del -0,59% per le imprese registrate (-3 unità) e - 0,65% per quelle attive (-3 unità). In crescita i seguenti settori economici: le Costruzioni con un aumento del 2,01% delle imprese registrate e del 4,38% delle imprese attive (+25 e +48 unità), seguono gli Alberghi e ristoranti con un 1,21% per le imprese registrate e 1,76% per quelle attive (+6 e +8 unità). Positivo anche l andamento della sezione Intermediazione monetaria con un incremento del 2,05% e de 3,62% rispettivamente nelle imprese registrate ed attive, che in valore assoluto si traduce in +3 e +5 unità. Tab. 5 (a) Nati Mortalità delle imprese e settore economico - Campobasso 1 Trimestre 2008 Totale di cui di cui Registrate Attive Iscrizioni A Agricoltura B Pesca C Estrazione minerali D Attivita' manifatturiere E Prod.e distrib.energ F Costruzioni G Comm.ingr.e dett H Alberghi e ristoranti I Trasporti J Intermediaz.monetaria K Attiv.immobiliari M Istruzione N Sanità O Altri servizi pubblici Tab. 5(b) Nati Mortalità delle imprese e settore economico - Isernia 1 Trimestre 2008 Registrate Attive Iscrizioni Totale di cui di cui A Agricoltura B Pesca C Estrazione minerali D Attivita' manifatturiere E Prod.e distrib.energ F Costruzioni G Comm.ingr.e dett H Alberghi e ristoranti I Trasporti J Intermediaz.monetaria K Attiv.immobiliari

5 Registrate Attive Iscrizioni Totale di cui di cui M Istruzione N Sanità O Altri servizi pubblici Tab.6: Variazione tendenziale nati/mortalità delle imprese - Campobasso e Isernia Campobasso Isernia Registrate % Attive % Registrate v.a. Attive v.a. Registrate % Attive % Registrate v.a. Attive v.a. A Agricoltura -2,95% -2,92% ,77% -3,66% B Pesca -3,08% 0,00% ,00% 0,00% 0 0 C Estrazione minerali 0,00% 8,33% ,38% 12,50% -2 1 D Attivita' manifatturiere -0,40% 0,94% ,06% -0,13% E Prod.e distrib.energ. -5,00% 0,00% ,00% 0,00% 0 0 F Costruzioni 0,33% 2,13% ,01% 4,38% G Comm.ingr.e dett. -0,71% 0,41% ,41% -1,12% H Alberghi e ristoranti 0,50% 0,45% 6 5 1,21% 1,76% 6 8 I Trasporti -0,69% 0,44% ,45% 2,73% -3 5 J Intermediaz.monetaria 6,35% 6,36% ,05% 3,62% 3 5 K Attiv.immobiliari 7,87% 9,19% ,59% -0,65% -3-3 M Istruzione 4,05% 5,48% 3 4 0,00% 0,00% 0 0 N Sanità 5,10% 3,53% 5 3 4,08% 8,51% 2 4 O Altri servizi pubblici 1,80% 2,30% ,17% 2,24% 8 8 Le forme giuridiche Analizzando la nati-mortalità delle imprese molisane rispetto alla forma giuridica (Tab.7), si evidenzia come sulle imprese registrate ben (74%) sono imprese individuali, seguono le società di persone con (11%), le società di capitale con (+12%) e le altre forme con (3%) (vedi grafico 1). Se si considera, però, il saldo fra le iscrizioni e le cessazioni, sempre relativamente al 1 trimestre 2008, si nota come esso continui ad essere significativo per le società di capitali che registrano 43 nuove imprese (+72 se si escludono le CDU, mentre le ditte individuali, perdono unità 285 (-265 se si escludono le CDU). Negativo anche, il saldo delle società di persone che, subisce una riduzione di -25 unità (-8 se si escludono le CDU), anche le altre forme giuridiche registrano una diminuzione di -7 unità (+4 se si escludono le CDU) ( Grafico 2) L andamento delle imprese attive non si discosta, significativamente, da quello delle registrate. Infatti il numero delle imprese individuali resta elevato (80%), seguono le società di persone con (10%), le società di capitale con (8%) e infine le altre forme giuridiche con 670 (2%) imprese attive. Tab. 7: Stock delle imprese del Molise per forma giuridica 1 Trimestre 2008 Registrate Attive Iscrizioni Totale di di cui cui Società di capitale Società di persone Ditte individuali Altre forme Totale

6 I dati riguardanti l incremento delle società di capitali diventano ancora più interessanti se si effettua un confronto fra il 1 trimestre 2008 ed il 1 trimestre 2007 (Tab.8). Infatti, le imprese di capitale in proporzione crescono di più rispetto alle altre forme giuridiche: 4,67% quelle registrate e 12,13% quelle attive. Nello specifico, i settori che, nell arco temporale considerato, hanno registrato incrementi percentuali significativi, sono: l intermediazione monetaria +18,92% (imprese registrate con +7 unità) e +40,00% (imprese attive con +10 unità), gli Alberghi e Ristoranti +12,50% (imprese registrate con +20 unità) e +12,03% (imprese attive con +16 unità) e le Attività immobiliari, noleggio, informatica, ricerca e servizi alle imprese +12,28% (imprese registrate +63 unità) e + 15,30% (imprese attive +67 unità). Le società di persone diminuiscono, invece, del 4,03% nelle imprese registrate e del -0,38% nelle imprese attive. Anche le ditte individuali sono in flessione del -1,41% (imprese registrate) e del -1,27% (imprese attive). Le altre forme giuridiche registrano un aumento nelle imprese registrate (+1,21%) ed attive (+4,36%). In valore assoluto, il confronto con il 1 trimestre del 2007, rispettivamente alle imprese registrate ed attive, segna, per le società di capitali un aumento di 193 e 299 unità, per le società di persone una diminuzione di 193 e 43 unità, per le ditte individuali una flessione di 172 e 12 unità ed infine per le altre forme giuridiche un incremento di 13 e 28 unità. Grafico 1: Forma giuridica imprese registrate 11% 74% 12% 3% Società di capitale Società di persone imprese individuali altre forme Grafico 2: tra iscrizioni e cessazioni per forma giuridica 43 Società di capitale -25 Società di persone imprese individuali altre forme Fonte:elaborazione OESR su dati Movimprese i Fonte:elaborazione OESR su dati Movimprese 1 Tab.8: Variazione tendenziale della forma giuridica rispetto al settore di appartenenza SOCIETA' DI CAPITALE SOCIETA' DI PERSONE IMPRESE INDIVIDUALI ALTRE FORME Registrate Attive Registrate Attive Registrate Attive Registrate Attive A Agricoltura 10,26% 3,85% -6,25% -1,54% -3,14% -3,12% 0,93% 3,66% B Pesca 0,00% 14,29% -13,64% -10,00% 3,33% 3,33% 0,00% 0,00% C Estrazione minerali -16,67% 11,11% 0,00% 14,29% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% D Attivita' manifatturiere -1,59% 1,57% -4,24% -1,53% 0,54% 0,85% 4,71% 7,94% E Prod.e distrib.energ. 0,00% 7,14% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% -16,67% -25,00% F Costruzioni 5,08% 13,94% -5,70% -2,62% 1,08% 1,39% -1,63% 7,41% G Comm.ingr.e dett. 5,03% 12,64% -3,49% 0,22% -1,54% -1,21% -1,54% -2,08% H Alberghi e ristoranti 12,50% 12,03% -0,72% 0,30% -0,55% -0,37% 5,88% 0,00% I Trasporti 13,11% 23,66% -2,96% 0,65% -3,26% -2,79% 0,00% 2,44% J Intermediaz.monetaria 18,92% 40,00% -2,86% -3,33% 5,45% 5,21% 0,00% -6,67% K Attiv.immobiliari 12,28% 15,30% -1,44% -1,27% 4,54% 4,56% 2,69% 4,64% M Istruzione 16,67% 16,67% -6,67% -6,67% 4,65% 4,65% 2,70% 5,56% N Sanità -3,13% 4,00% 30,77% 30,77% 0,00% 0,00% 4,71% 2,56% O Altri servizi pubblici 12,09% 17,57% 3,01% 4,13% 0,68% 0,68% 5,66% 9,30% 6

7 Le imprese Artigiane Il Quadro generale Alla fine del 1 trimestre 2008 nel Molise le imprese artigiane registrate sono unità, mentre quelle attive sono Il trimestre si chiude con una movimentazione della natimortalità delle imprese che presenta un saldo negativo di 107 unità (109 le iscrizioni, 216 le cessazioni). Il peso percentuale delle imprese artigiane attive sul totale delle imprese attive nel Molise è pari al 23,2%, basso rispetto alla media nazionale che è del 28,4%. Il tasso di natalità delle imprese artigiane molisane per il trimestre considerato è dell 1,4%, in linea con quello nazionale. (Tab.9: nati/mortalità delle imprese artigiane per aree geografiche 1 trim. 2007). Tra le altre regioni italiane con una maggiore vocazione artigiana segnaliamo: l Emilia Romagna, la Valle d Aosta, la Lombardia il Piemonte, la Toscana, la Liguria, il Veneto, le Marche e il Friuli-Venezia Giulia che presentato tutte valori superiori alla media nazionale. In relazione al tasso di natalità delle imprese, particolarmente positive sono le performance delle regioni: Piemonte, Friuli- Venezia Giulia, Lombardia le quali hanno riportato tutte valori superiori al 2,3%. Tab.9: Nati - mortalità delle imprese artigiane per aree geografiche - 1 trim Regioni Registrate Attive Iscrizioni Peso % * Tasso di natalità ABRUZZO ,2% 2,0% BASILICATA ,7% 1,5% CALABRIA ,8% 2,0% CAMPANIA ,5% 1,4% EMILIA-ROMAGNA ,1% 2,4% FRIULI-VENEZIA GIULIA ,4% 2,7% LAZIO ,3% 1,8% LIGURIA ,5% 2,1% LOMBARDIA ,2% 3,2% MARCHE ,4% 1,9% MOLISE ,2% 1,4% PIEMONTE ,3% 2,4% PUGLIA ,8% 1,9% SARDEGNA ,3% 2,0% SICILIA ,7% 1,7% TOSCANA ,3% 2,3% TRENTINO-ALTO ADIGE ,6% 2,3% UMBRIA ,5% 1,2% VALLE D'AOSTA ,3% 1,7% VENETO ,4% 1,9% TOTALE ITALIA ,4% 2,2% * Imprese attive artigiane su totale imprese attive Le dinamiche territoriali Per le imprese artigiane molisane, il primo trimestre 2008 rispetto al trimestre precedente (quarto trimestre 2007), presenta una variazione negativa sia per le imprese registrate (-1,38%) che per quelle attive (-1,30%). (Tab.12). Nel periodo considerato, il settore del Commercio all ingrosso e al dettaglio presenta una diminuzione del 2,27% delle imprese registrate e del 2,15% di quelle attive (rispettivamente -18 e - 17) il settore delle Costruzioni registra una diminuzione del 1,24% delle imprese registrate e 1,15% di quelle attive (rispettivamente -37 e -34). Negativo anche l andamento del settore Manifatturiero con una diminuzione del 1,08% (22 unità) rispetto alle imprese registrate e del 1,04% rispetto alle imprese attive (-21 unità), Andamento positivo solo per il settore dell Agricoltura con un +2,70% sia nelle imprese registrate che attive, (+2 unita per entrambe) 7

8 Tab.10.: Stock delle imprese artigiane e settore economico - Molise 1 Trimestre 2008 Registrate Attive Iscrizioni Totale di di cui cui A Agricoltura B Pesca C Estrazione minerali D Attivita' manifatturiere E Prod.e distrib.energ F Costruzioni G Comm.ingr.e dett H Alberghi e ristoranti I Trasporti J Intermediaz.monetaria K Attiv.immobiliari M Istruzione N Sanità O Altri servizi pubblici Tab.11: Stock delle imprese artigiane per settore economico - Molise 4 trim Registrate Attive Iscrizioni Totale di cui di cui A Agricoltura B Pesca C Estrazione minerali D Attivita' manifatturiere E Prod.e distrib.energ F Costruzioni G Comm.ingr.e dett H Alberghi e ristoranti I Trasporti J Intermediaz.monetaria K Attiv.immobiliari M Istruzione N Sanità O Altri servizi pubblici Tab. 12 : Variazione congiunturale nati-mortalità delle imprese Molise 1 Trimestre2008 Registrate % Attive % Registrate v.a. Attive v.a. A Agricoltura 2,70% 2,70% 2 2 B Pesca 0,00% 0,00% 0 0 C Estrazione minerali 0,00% 0,00% 0 0 D Attività manifatturiere -1,08% -1,04% E Prod.e distrib.energ. 0,00% 0,00% 0 0 F Costruzioni -1,24% -1,15% G Comm.ingr.e dett. -2,27% -2,15%

9 Registrate % Attive % Registrate v.a. Attive v.a. H Alberghi e ristoranti -11,11% -11,11% -1-1 I Trasporti -2,62% -2,29% J Intermediaz.monetaria 0,00% 0,00% 0 0 K Attiv.immobiliari -3,45% -3,51% M Istruzione 0,00% 0,00% 0 0 N Sanità 0,00% 0,00% 0 0 O Altri servizi pubblici -0,63% -0,63% -6-6 La variazione tendenziale delle imprese artigiane molisane risulta essere negativa (Tab.14). Le imprese artigiane registrate diminuiscono, rispetto allo stesso trimestre dell anno precedente, del 1,38% e le attive del 1,30% con una diminuzione in valore assoluto rispettivamente di -107 e -100 unità. Se si analizzano alcune sezioni, della classificazione ATECO 2002, si evidenzia la performance particolarmente positiva del settore Agricoltura) con una variazione positiva di 2,70% rispettivamente per le imprese registrate e attive (con una aumento in termini assoluti di +2 unità per entrambe). In diminuzione il settore Alberghi e Ristoranti con una variazione negativa di 11,11% sia per le imprese registrate che per le imprese attive (rispettivamente -1 unità). Altro settore in diminuzione e quello dei Trasporti con una variazione del 2,62% per le imprese registrate ( - 15 unità), e 2,29% per le imprese attive (-13 unità). Tab. 13: Stock delle imprese artigiane e settore economico - Molise 1 Trimestre 2007 di di cui Registrate Attive Iscrizioni Totale cui A Agricoltura B Pesca C Estrazione minerali D Attivita' manifatturiere E Prod.e distrib.energ F Costruzioni G Comm.ingr.e dett H Alberghi e ristoranti I Trasporti J Intermediaz.monetaria K Attiv.immobiliari M Istruzione N Sanità O Altri servizi pubblici Tab.14: Variazione tendenziale nati/mortalità delle imprese - Molise Registrate % Attive % Registrate v.a. Attive v.a. A Agricoltura 13,43% 13,43% 9 9 B Pesca 0,00% 0,00% 0 0 C Estrazione minerali 0,00% 0,00% 0 0 D Attivita' manifatturiere 0,00% 0,00% 0 0 E Prod.e distrib.energ. 0,00% 0,00% 0 0 F Costruzioni 0,58% 0,72% G Comm.ingr.e dett. -3,36% -3,25% H Alberghi e ristoranti -11,11% -11,11% -1-1 I Trasporti -4,13% -3,81% J Intermediaz.monetaria 0,00% 0,00% 0 0 K Attiv.immobiliari -2,22% -1,95%

10 Registrate % Attive % Registrate v.a. Attive v.a. M Istruzione 7,41% 7,41% 2 2 N Sanità 0,00% 0,00% 0 0 O Altri servizi pubblici 1,08% 1,08% Analizzando i dati a livello provinciale nel primo trimestre 2008 (Tab.15a), si evidenziano nella provincia di Campobasso imprese registrate e imprese attive; le iscrizioni sono state di 51 unità e le cessazioni 149 unità con un saldo negativo di 98 imprese. Nella provincia di Isernia (Tab.15b) invece, le imprese registrate sono e quelle attive 2.042; le iscrizioni sono state di 43 unità e le cessazioni di 67 con un saldo negativo di 9 imprese. Riguardo alla variazione tendenziale (Tab.16) la provincia di Campobasso chiude, il primo trimestre del 2008, con una riduzione rispetto allo stesso periodo del 2007 del 0,8%, per le imprese registrate (46 unità in meno) e la stessa percentuale per le attive (47 unità in meno). La provincia di Isernia, al contrario, presenta delle performance positive. Infatti l incremento annuale delle imprese registrate è stato del 1,3% (26 unità) e dell 1,7% per le imprese attive (34 unità) Analizzando alcuni dati settoriali si nota come nella provincia di Campobasso il settore economico che presenta una performance positiva considerevole l Agricoltura che registra un aumento tendenziale del 2,2% rispetto alle imprese registrate e del 2,2% rispetto alle attive, che in valore assoluto si traduce però ad un incremento di una sola unità. Negativo in termini percentuali invece l andamento del settore Alberghi e ristoranti che registra una diminuzione del -11,1% (imprese registrate) e del 11,1% (imprese attive) con una riduzione in valore assoluto però di una sola unità La provincia di Isernia fa registrare per la sezione Agricoltura un incremento rispetto all anno precedente del 38,1% sia per le imprese registrate che per le imprese attive a cui corrispondono rispettivamente in valore assoluto 8 unità. Positivo anche il settore Istruzione che segna un aumento del 28,6% sia per le imprese registrate che per quelle attive a cui corrisponde però un aumento di sole 2 unità. Il settore dei Trasporti, presenta invece una flessione pari a - 2,8% (imprese registrate) e 0,9% (imprese attive) che si traduce in una riduzione in valore assoluto di -3 e -1 unità produttive. Stesso andamento per il settore Commercio con una riduzione percentuale del 5,1% (12 unità in meno) per le imprese registrate e del 4,7% (11 unità in meno) per quelle attive. Tab. (15a).: Stock delle imprese artigiane e settore economico - Campobasso 1 Trimestre 2008 Totale di cui di cui Registrate Attive Iscrizioni A Agricoltura B Pesca C Estrazione minerali D Attivita' manifatturiere E Prod.e distrib.energ F Costruzioni G Comm.ingr.e dett H Alberghi e ristoranti I Trasporti J Intermediaz.monetaria K Attiv.immobiliari M Istruzione N Sanità O Altri servizi pubblici

11 Tab. (15b).: Stock delle imprese artigiane e settore economico - Isernia 1 Trimestre 2008 Registrate Attive Iscrizioni Totale di cui di cui A Agricoltura B Pesca C Estrazione minerali D Attivita' manifatturiere E Prod.e distrib.energ F Costruzioni G Comm.ingr.e dett H Alberghi e ristoranti I Trasporti J Intermediaz.monetaria K Attiv.immobiliari M Istruzione N Sanità O Altri servizi pubblici Tab.16: Variazione tendenziale nati/mortalità delle imprese artigiane - Campobasso e Isernia Campobasso Isernia Registrate % Attive % Registrate v.a. Attive v.a. Registrate % Attive % Registrate v.a. Attive v.a. A Agricoltura 2,2% 2,2% ,1% 38,1% 8 8 B Pesca 0,0% 0,0% 0 0 0,0% 0,0% 0 0 C Estrazione minerali 0,0% 0,0% 0 0 0,0% 0,0% 0 0 D Attivita' manifatturiere -0,1% -0,2% ,4% 0,6% 2 3 E Prod.e distrib.energ. 0,0% 0,0% ,0% 0,0% 0 0 F Costruzioni 0,0% 0,0% ,3% 2,8% G Comm.ingr.e dett. -2,6% -2,7% ,1% -4,7% H Alberghi e ristoranti -11,1% -11,1% ,0% 0,0% 0 0 I Trasporti -4,4% -4,5% ,8% -0,9% -3-1 J Intermediaz.monetaria 0,0% 0,0% 0 0 0,0% 0,0% 0 0 K Attiv.immobiliari -3,9% -4,0% ,3% 3,6% 2 3 M Istruzione 0,0% 0,0% ,6% 28,6% 2 2 N Sanità 0,0% 0,0% 0 0 0,0% 0,0% 0 0 O Altri servizi pubblici 0,3% 0,3% 2 2 3,0% 3,0% 8 8 Le forme giuridiche Analizzando la nati-mortalità delle imprese artigiane molisane per il primo trimestre 2008, riguardo alla forma giuridica (grafici 1 e 2 ), si evidenzia come delle imprese registrate ben l 84% sono imprese individuali, seguono le società di persone con il 14% e le società di capitali con il 2%. Ma se si fa riferimento al saldo fra le iscrizioni e le cessazioni, si nota come esso sia positivo per le società di capitale +4 unità (resta invariato se si escludono le cessazioni d ufficio) negativo per le società di persone -10 (resta invariato se si escludono le cessazioni d ufficio), in diminuzione per le ditte individuali di 102 unità (resta invariato se si escludono le cessazioni d ufficio), mentre le altre forme aumentano di una sola unità 11

12 Grafico 1: Forma giuridica imprese registrate Grafico 2: tra iscrizioni e cessazioni per forma giuridica 84% % 0% 2% Società di capitale Società di persone imprese individuali altre forme Società di capitale Società di persone imprese individuali altre forme -120 La performance delle società di capitali diventa ancora più interessante se si analizzano i dati riportati nella Tab.17, si nota come la variazione percentuale delle società di capitali si attesta intorno al +3,93% rispetto alle imprese registrate e al +2,86% rispetto alle imprese attive. Le società di persone presentano una diminuzione del 1,16% delle imprese registrate e del 0,99% di quelle attive. Le imprese individuali segnano una flessione del 1,58% e del 1,47% rispettivamente per le imprese registrate e attive. Spostando l attenzione sui singoli settori economici (Tab.18), si nota che le percentuali della sezione Attività immobiliari relative alle società di capitali si attestano intorno al 28,57% sia delle imprese registrate che di quelle attive. Le società di persone diminuiscono del 7,84% rispetto alle imprese registrate e del 8,33% rispetto alle imprese attive. Anche le ditte individuali subiscono una lieve diminuzione sia rispetto alle prese registrate che a quelle attive e rispettivamente pari a 3,53% e 3,54%. La sezione del commercio all ingrosso e al dettaglio registra un trend positivo per le società di capitali del +14,29% (imprese registrate e attive), per le società di persone una diminuzione del 0,79% sia per le imprese registrate che per quelle attive Le ditte individuali subiscono una riduzione del 2,73% e del 2,60% rispettivamente per le imprese registrate ed attive. Rispetto alla sezione Attività Manifatturiere si ha un incremento delle società di capitale sia nelle imprese registrate che in quelle attive rispettivamente 2,56% e 2,67%, le società di persone diminuiscono invece del 1,13% rispetto alle imprese registrate e del 0,91% rispetto alle attive. Le imprese individuali diminuiscono del 1,34% per le registrate e 1,28% per le imprese attive. Tab. 17 : Stock delle imprese artigiane del Molise per forma giuridica 1 Trimestre 2008 Registrate Attive Iscrizioni Totale di di cui cui Società di capitale Società di persone Ditte individuali Altre forme Totale

13 Tab.18: Variazione tendenziale della forma giuridica rispetto al settore di appartenenza imprese artigiane SOCIETA' DI CAPITALE SOCIETA' DI PERSONE IMPRESE INDIVIDUALI ALTRE FORME Registrate Attive Registrate Attive Registrate Attive Registrate Attive A Agricoltura 0,00% 0,00% 16,67% 16,67% 1,47% 1,47% 0,00% 0,00% B Pesca 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% C Estrazione minerali 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% D Attivita' manifatturiere 2,56% 2,67% -1,13% -0,91% -1,34% -1,28% 7,69% 0,00% E Prod.e distrib.energ. 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% F Costruzioni 1,47% -1,47% -0,63% -0,32% -1,39% -1,24% 0,00% 0,00% G Comm.ingr.e dett. 14,29% 14,29% -0,79% -0,79% -2,73% -2,60% 0,00% 0,00% H Alberghi e ristoranti 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% -11,11% -11,11% 0,00% 0,00% I Trasporti 8,33% 8,33% -2,86% -2,86% -2,90% -2,47% 0,00% 0,00% J Intermediaz.monetaria 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% K Attiv.immobiliari 28,57% 28,57% -7,84% -8,33% -3,53% -3,54% 0,00% 0,00% M Istruzione 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% N Sanità 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% O Altri servizi pubblici 0,00% 0,00% 1,64% 1,64% -0,79% -0,79% 0,00% 0,00% 13

14 Glossario Altre forme giuridiche Tipologia che raccoglie tutte le imprese aventi forma giuridica diversa da quelle che rientrano nei seguenti raggruppamenti: Ditta individuale; Società di persone; Società di capitali; Il raggruppamento delle altre forme conosce più di 40 tipologie di soggetti giuridici. A titolo di orientamento per il lettore, le tipologie più numerose sono : Società cooperative in genere e, in particolare, società cooperative a responsabilità limitata (la tipologia più numerosa in assoluto); Consorzio; Consorzio con attività esterna; Società consortile; Società consortile per azione o a responsabilità limitata; Società costituita in base a leggi di altro stato. Cessazione (variabile flusso) Il numero di cessazioni (imprese cessate) nell arco del trimestre /semestre/anno si riferisce a tutte le posizioni che nel periodo considerato hanno cessato l attività. Da un punto di vista logico si considera cessata una impresa se per essa esiste un evento di cessazione, ovvero se risulta significativo uno dei seguenti dati: Causale di cessazione; Data denuncia di cessazione; Data cessazione ( data effetto ). Pertanto il conteggio delle cessazioni in un determinato periodo è indipendente dalla data di cessazione : una impresa può rientrare fra le cessate del trimestre/semestre/anno anche se presenta una data di cessazione che non appartiene al periodo in esame. Impresa Attiva Impresa iscritta al Registro delle Imprese che esercita l attività e non risulta avere procedure concorsuali in atto. Impresa Cessata Impresa iscritta al Registro delle Imprese che ha comunicato la cessazione dell attività. Impresa registrata Ai fini di Movimprese si definisce registrata una impresa presente in archivio e non cessata, indipendentemente dallo stato di attività assunto (attiva, inattiva, sospesa, in liquidazione, fallita) Impresa artigiana Ai fini del Registro delle Impresa, l impresa artigiana si definisce, in modo formale, come l impresa iscritta nell apposito Albo Provinciale previsto dall art. 5 della legge 8 agosto 1985, n infatti tale legge dà una definizione diversa e più ampia di quella prevista dal codice civile che colloca l impresa artigiana nell ambito della piccola impresa. Le imprese che risultino iscritte negli Albi Provinciali previsti dalla legge sono, per definizione, artigiane anche se possono adottare diverse forme giuridiche, accanto a quelle più frequenti di impresa individuale: ad esempio in nome collettivo e, in base alla legge istitutiva del Registro delle Imprese annotate nell apposita sezione speciale. Sede dell impresa Luogo dove l impresa ha la sede legale. Nel contesto del Registro Imprese si possono avere: Sede in provincia ( la sede legale è ubicata nella provincia di competenza della CCIAA Registro imprese consultata); Sede fuori provincia ( nel R.I. della CCIAA consultata e iscritta una unità locale di Impresa la cui sede legale è ubicata in provincia diversa). Tasso di attività Rapporto percentuale fra imprese attive e imprese registrate Tasso di natalità Rapporto percentuale fra le nuove iscrizioni del periodo e il totale imprese registrate nel periodo. Variazione Congiunturale E la variazione percentuale nel trimestre considerato rispetto al trimestre precedente relativo allo stesso anno. Variazione Tendenziale E La variazione percentuale nel trimestre considerato rispetto al corrispondente trimestre dell anno precedente. Classificazione delle Attività economiche ATECO 2002 A B C D E F G H I J K M N O P Q AGRICOLTURA, CACCIA E SILVICOLTURA PESCA, PISCICOLTURA E SERVIZI CONNESSI ESTRAZIONI DI MINERALI ATTIVITÀ MANIFATTURIERE PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA, GAS E ACQUA COSTRUZIONI COMMERCIO ALL INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONI DI AUTOVEICOLI, MOTOCICLI E DI BENI PERSONALI E PER LA CASA ALBERGHI E RISTORANTI TRASPORTI, MAGAZZINAGGIO E COMUNICAZIONE ATTIVITÀ FINANZIARIE ATTIVITÀ IMMOBILIARI, NOLEGGIO, INFORMATICA, RICERCA, SERVIZI ALLE IMPRESE ISTRUZIONE SANITÀ E ASSISTENZA SOCIALE ALTRI SERVIZI PUBBLICI, SOCIALI E PERSONALI ATTIVITÀ SVOLTE DA FAMIGLIE E CONVIVENZE ORGANIZZAZIONI ED ORGANISMI EXTRATERRITORIALI Nota Metodologica Il fascicolo Demografia delle imprese è realizzato e pubblicato da Unioncamere Molise nell ambito dell Osservatorio Economico e Statistico Regionale del Molise. Si tratta di elaborazioni statistiche, sulla nati-mortalità delle imprese, di dati pubblicati da Movimprese con cadenza trimestrale. L analisi rileva la numerosità e la distribuzione sul territorio provinciale e regionale di tutti i soggetti economici tenuti all iscrizione presso il Registro delle Imprese delle Camere di Commercio, analizzando i fenomeni demografici per settore di attività economica e per tipologia di forma giuridica dell impresa. 14

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 2 trimestre 2009

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 2 trimestre 2009 DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 2 trimestre 2009 Imprese nel complesso In Lombardia, nel secondo trimestre del 2009 le anagrafi camerali registrano un saldo positivo di 4.839 unità. Alla fine di giugno

Dettagli

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE LOMBARDE Imprese nel complesso (3 trimestre 2011)

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE LOMBARDE Imprese nel complesso (3 trimestre 2011) DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE LOMBARDE Imprese nel complesso (3 trimestre 2011) Le anagrafi delle imprese lombarde registrano un saldo positivo nel terzo trimestre 2011 pari a 3.276 unità, con un tasso di crescita

Dettagli

IL SISTEMA IMPRENDITORIALE IN PROVINCIA DI BRINDISI I TRIMESTRE 2011

IL SISTEMA IMPRENDITORIALE IN PROVINCIA DI BRINDISI I TRIMESTRE 2011 IL SISTEMA IMPRENDITORIALE IN PROVINCIA DI BRINDISI I TRIMESTRE 2011 LA DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE I dati relativi al primo trimestre 2011, indicano, per quanto riguarda le sedi di impresa nella provincia

Dettagli

LE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI FORLÌ CESENA. Primo trimestre 2016

LE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI FORLÌ CESENA. Primo trimestre 2016 LE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI FORLÌ CESENA Primo trimestre 2016 SITUAZIONE AL 31 MARZO 2016 Commento ai dati e tavole statistiche a cura dell Ufficio Statistica e Studi LE IMRESE DELLA PROVINCIA DI FORLÌ

Dettagli

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA I TRIMESTRE 2016

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA I TRIMESTRE 2016 NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA I TRIMESTRE 2016 Camera di Commercio di Modena Via Ganaceto, 134 41121 Modena Tel. 059 208806 http://www.mo.camcom.it Natalità

Dettagli

FOCUS Luglio Dinamica del mercato del lavoro dipendente e parasubordinato, sulla base delle comunicazioni obbligatorie.

FOCUS Luglio Dinamica del mercato del lavoro dipendente e parasubordinato, sulla base delle comunicazioni obbligatorie. trimestre, pertanto il dato a livello nazionale può non corrispondere alla somma dei lavoratori di ciascuna regione. Fonte dei dati. Ministero del Lavoro. SISCO (Sistema Informativo Statistico Comunicazioni

Dettagli

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 2016

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 2016 LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 216 Saldi positivi per giovani e stranieri, in calo le donne Nel 216 il saldo tra iscrizioni e cessazioni di imprese giovanili

Dettagli

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 3 trimestre 2010

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 3 trimestre 2010 DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 3 trimestre 2010 Imprese nel complesso In Lombardia, nel secondo trimestre del 2010 le anagrafi camerali registrano un saldo positivo di 4.448 unità. Alla fine di settembre

Dettagli

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 1 trimestre 2011

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 1 trimestre 2011 DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 1 trimestre 2011 Imprese nel complesso In Lombardia, nel primo trimestre del 2011 le anagrafi camerali registrano un saldo positivo di 987 unità. Alla fine di marzo risultano

Dettagli

Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008

Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008 Nota trimestrale novembre 2008 Il lavoro in somministrazione nel terzo trimestre 2008: analisi dei dati degli archivi INAIL e INPS. Occupati, giornate retribuite e missioni avviate nel terzo trimestre

Dettagli

Le imprese straniere 1 in Piemonte

Le imprese straniere 1 in Piemonte Le imprese straniere 1 in Piemonte A fine 2015 le imprese straniere registrate in Italia hanno raggiunto le 550.717 unità, il 9,1% delle imprese complessivamente censite presso i Registri delle Camere

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Tab.1: Movimento delle imprese presso il Registro camerale per ramo di attività

COMUNICATO STAMPA. Tab.1: Movimento delle imprese presso il Registro camerale per ramo di attività COMUNICATO STAMPA 11 novembre 2009 Imprese in Movimento III trimestre 2009 Osserfare, l osservatorio economico della Camera di Commercio di Latina, rende noti gli ultimi dati Movimprese elaborati per il

Dettagli

Imprese. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2015

Imprese. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2015 TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE Chiusura editoriale: 1 marzo 2016 Per informazioni: germana.dellepiane@liguriaricerche.it LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2015 LIGURIA RICERCHE SpA Via XX Settembre,

Dettagli

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente)

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente) Le esportazioni delle regioni italiane estre 3 13/6/3 CONGIUNTURA TERRITORIALE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE I Trimestre 3 Giugno 3 La dinamica delle esportazioni in valore nel estre 3 registra un

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO

OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO QUALI LE DINAMICHE DAL 2008 AL 2009 STUDIO DELLE DIFFERENZE ASSOLUTE DEGLI OCCUPATI Distinzioni per Posizione nella professione Classi di età Genere Macroarea

Dettagli

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE LOMBARDE 2 trimestre 2014

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE LOMBARDE 2 trimestre 2014 I I I I I Numero attive variazione % DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE LOMBARDE estre Alla chiusura del secondo trimestre del le imprese registrate negli archivi anagrafici delle Camere di Commercio lombarde sono

Dettagli

2 TRIMESTRE 2015: saldi positivi per imprese giovanili, femminili e straniere

2 TRIMESTRE 2015: saldi positivi per imprese giovanili, femminili e straniere 2 TRIMESTRE 215: saldi positivi per imprese giovanili, femminili e straniere Nel secondo trimestre 215 i saldi tra iscrizioni e cessazioni di imprese liguri giovanili, femminili e straniere ( * ) risultano

Dettagli

Comunicato stampa. Ufficio stampa Consiglio nazionale dei commercialisti Mauro Parracino

Comunicato stampa. Ufficio stampa Consiglio nazionale dei commercialisti Mauro Parracino Comunicato stampa PROFESSIONI, COMMERCIALISTI: IN DIECI ANNI REDDITI GIU DEL 14% SECONDO IL RAPPORTO 2017 SULLA CATEGORIA QUELLO MEDIO DEL 2016 È PARI A 58MILA EURO (+2,2 SULL ANNO PRECEDENTE). MA QUASI

Dettagli

LE IMPRESE LIGURI NEL 3 TRIMESTRE 2016

LE IMPRESE LIGURI NEL 3 TRIMESTRE 2016 LE IMPRESE LIGURI NEL 3 TRIMESTRE 216 34 imprese in più nel trimestre estivo, artigianato ancora in sofferenza. Nel 3 trimestre 216 in Liguria si sono iscritte al Registro delle Imprese 1.76 imprese, 42

Dettagli

Note di sintesi sull andamento delle imprese in Liguria (*) (Media 2015)

Note di sintesi sull andamento delle imprese in Liguria (*) (Media 2015) Note di sintesi sull andamento delle imprese in Liguria (*) (Media 2015) OSSERVATORIO MERCATO DEL LAVORO Febbraio 2016 (*) I dati e le informazioni contenute nelle Note di sintesi costituiscono un contributo

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2013 INSIEME DI IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Dicembre 2013 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale Imprese 1. Analisi

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REGGIO CALABRIA REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2012 INSIEME DELLE IMPRESE REGISTRATE

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REGGIO CALABRIA REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2012 INSIEME DELLE IMPRESE REGISTRATE CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2012 INSIEME DELLE IMPRESE REGISTRATE Elaborazioni a: gennaio 2013 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale 0. Analisi

Dettagli

ARSEL Liguria. Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro. Note di sintesi sull andamento delle imprese in Liguria (*)

ARSEL Liguria. Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro. Note di sintesi sull andamento delle imprese in Liguria (*) ARSEL Liguria Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro Note di sintesi sull andamento delle imprese in Liguria (*) (1 trimestre 2014) OSSERVATORIO MERCATO DEL LAVORO Aprile 2014 (*) I

Dettagli

L IMPRESA FEMMINILE IN LIGURIA

L IMPRESA FEMMINILE IN LIGURIA L IMPRESA FEMMINILE IN LIGURIA L imprenditoria femminile in Liguria conta 36.170 imprese a fine 2014 e il suo peso sull intero tessuto imprenditoriale è pari al 22,1%, superiore di mezzo punto percentuale

Dettagli

Imprenditoria giovanile

Imprenditoria giovanile Imprenditoria giovanile Nel 2014 si registrano, nella provincia di Brindisi, 860 iscrizioni di imprese giovanili 1 a fronte di 428 cessazioni (al netto delle cancellazioni d ufficio), con un saldo positivo

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2015 Osservatorio sui lavoratori dipendenti 1 privato del settore 1. NUMERO LAVORATORI, RETRIBUZIONI E GIORNATE RETRIBUITE

Dettagli

Per ulteriori informazioni:

Per ulteriori informazioni: Tab. 1 - Persone nate in paesi non-ue per tipologia di carica Dati al 31 marzo 2016 Carica Persone Amministratore 141.748 Socio* 54.934 Titolare 357.152 Altre cariche 14.915 568.749 * La carica di socio

Dettagli

Note di sintesi sull andamento delle imprese in Liguria (*) (2 trimestre 2011)

Note di sintesi sull andamento delle imprese in Liguria (*) (2 trimestre 2011) Note di sintesi sull andamento delle imprese in Liguria (*) (2 trimestre 2011) OSSERVATORIO MERCATO DEL LAVORO Luglio 2011 (*) I dati e le informazioni contenute nelle Note di sintesi costituiscono un

Dettagli

Le imprese femminili 1 in Piemonte

Le imprese femminili 1 in Piemonte Le imprese femminili 1 in Piemonte A fine 2016 le imprese femminili registrate in Italia hanno raggiunto quota 1.321.862 unità, pari al 21,8% delle imprese complessivamente registrate presso i Registri

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE IMPRESE DI COSTRUZIONI

GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE IMPRESE DI COSTRUZIONI GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE IMPRESE DI COSTRUZIONI Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 2016 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi ESTRATTO

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CAGLIARI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2012

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CAGLIARI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2012 CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2012 elaborazioni a: Giugno 2012 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31//2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 201: aggiornamento al 30//201 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 204: aggiornamento al 30/04/204 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering su base dati Inail DATI INAIL NAZIONALI

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI Elaborazioni a: Dicembre 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità trimestrale Dinamismo

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2014 INSIEME DELLE IMPRESE REGISTRATE Elaborazioni a: Dicembre 2014 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale Imprese

Dettagli

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE : CONTI ECONOMICI TERRITORIALI

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE : CONTI ECONOMICI TERRITORIALI RIEPILOGO INDICATORI MARCHE : CONTI ECONOMICI TERRITORIALI Ottobre 2008 Conti economici territoriali Anno 2008 I dati resi noti dall ISTAT relativamente ai principali aggregati dei conti economici regionali

Dettagli

FALLIMENTI, PROCEDURE E CHIUSURE DI IMPRESE

FALLIMENTI, PROCEDURE E CHIUSURE DI IMPRESE FALLIMENTI, PROCEDURE E CHIUSURE DI IMPRESE OSSERVATORIO 1 q MAGGIO 217 N 31 OSSERVATORIO SUI FALLIMENTI, PROCEDURE E CHIUSURE DI IMPRESE - MAGGIO 217 / N 31 CHIUSURE D IMPRESA ANCORA IN CALO, TORNATE

Dettagli

Le dichiarazioni Ires e Irap in FVG

Le dichiarazioni Ires e Irap in FVG 14 marzo #economia Rassegna stampa Messaggero Veneto 13mar2016 Le dichiarazioni Ires e Irap in FVG Il Ministero dell Economia e delle Finanze ha recentemente pubblicato le statistiche sulle dichiarazioni

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2013 TAVOLE CONGIUNTURALI Elaborazioni a: marzo 2013 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità trimestrale Dinamismo

Dettagli

Nota di commento ai dati sul movimento anagrafico delle imprese. al

Nota di commento ai dati sul movimento anagrafico delle imprese. al Nota di commento ai dati sul movimento anagrafico delle imprese al 31.12.2016 Fonte: Infocamere - Movimprese Movimprese è l'analisi statistica trimestrale della nati-mortalità delle imprese condotta da

Dettagli

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Maggio 2011 Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Primo Trimestre 2011 I dati destagionalizzati indicano un calo nel primo trimestre; segnali di miglioramento dall industria Secondo gli archivi

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 CE.S.I.L. RE Centro Studi Infortuni sul lavoro Reggio Emilia, 2//2016 Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro a cura del Centro Studi Infortuni sul Lavoro di Conflavoro Pmi Reggio Emilia

Dettagli

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Dicembre 2009 Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Terzo trimestre 2009 I concordati aperti nei primi nove mesi del 2009 hanno già superato quelli aperti in tutto il 2008 Secondo gli archivi

Dettagli

FIDUCIA DELLE IMPRESE DEI SERVIZI E DEL COMMERCIO

FIDUCIA DELLE IMPRESE DEI SERVIZI E DEL COMMERCIO 26 Aprile 2012. Aprile 2012 FIDUCIA DELLE IMPRESE DEI SERVIZI E DEL COMMERCIO Nel mese di aprile, l indice destagionalizzato del clima di fiducia scende sia nelle imprese dei servizi, sia in quelle del

Dettagli

CONFRONTI DELLA DISTRIBUZIONE GROCERY IN REGIONE EMILIA-ROMAGNA CON ALTRE REGIONI E ALTRE NAZIONI EUROPEE

CONFRONTI DELLA DISTRIBUZIONE GROCERY IN REGIONE EMILIA-ROMAGNA CON ALTRE REGIONI E ALTRE NAZIONI EUROPEE Osservatorio regionale del commercio CONFRONTI DELLA DISTRIBUZIONE GROCERY IN REGIONE EMILIA-ROMAGNA CON ALTRE REGIONI E ALTRE NAZIONI EUROPEE Aprile 2015 Andamento della rete al dettaglio alimentare e

Dettagli

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Settembre 212 Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Secondo Trimestre 212 Nei primi sei mesi del 212 il numero di fallimenti si attesta sui livelli elevati dell anno precedente Secondo gli archivi

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LO STOCK ABITATIVO IN ITALIA

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LO STOCK ABITATIVO IN ITALIA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LO STOCK ABITATIVO IN ITALIA 5 Maggio 2015 INDICE SINTESI... 3 ABITAZIONI... 4 ABITAZIONI OCCUPATE DA PERSONE RESIDENTI... 6 POPOLAZIONE E FAMIGLIE... 9 ABITAZIONI

Dettagli

In occasione. di lavoro Senza mezzo. di trasporto 32 In itinere. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. di trasporto 144. Con mezzo di.

In occasione. di lavoro Senza mezzo. di trasporto 32 In itinere. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. di trasporto 144. Con mezzo di. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/08/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

Le imprese giovanili 1 in Piemonte

Le imprese giovanili 1 in Piemonte Le imprese giovanili 1 in Piemonte A fine 2015, le imprese giovanili registrate in Italia hanno raggiunto quota 623.755 unità, il 10,3% delle imprese complessivamente censite presso i Registri delle Camere

Dettagli

L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1

L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1 + 0,3% PIL (Fonte Istat) L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1 L Istat non ha ancora diffuso i dati regionali sul PIL 2015. L incremento dello 0,3% del PIL abruzzese nel 2015 è un dato Prometeia diffuso dal Cresa.

Dettagli

BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN LIEVE AUMENTO A SETTEMBRE 2016 MA I PRIMI NOVE MESI RESTANO NEGATIVI

BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN LIEVE AUMENTO A SETTEMBRE 2016 MA I PRIMI NOVE MESI RESTANO NEGATIVI Direzione Affari Economici e Centro Studi BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN LIEVE AUMENTO A SETTEMBRE 216 MA I PRIMI NOVE MESI RESTANO NEGATIVI Nel mese di settembre 216, secondo il monitoraggio Ance-Infoplus

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane 14 marzo 2003 Le esportazioni delle regioni italiane Anno 2002 Nel 2002 le esportazioni italiane hanno registrato una diminuzione in valore del 2,8 per cento rispetto al 2001. La contrazione, pur interessando

Dettagli

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Roberto Strocco Coordinatore Area Studi e Sviluppo del Territorio Unioncamere Piemonte Lo scenario internazionale

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2008 12 marzo 2009 Nel 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un leggero incremento (più 0,3 per cento) rispetto all anno precedente,

Dettagli

FALLIMENTI DICHIARATI IN PROVINCIA DI TORINO - ANNO 1989 distinti per rami di attività economica e qualità dei falliti

FALLIMENTI DICHIARATI IN PROVINCIA DI TORINO - ANNO 1989 distinti per rami di attività economica e qualità dei falliti FALLIMENTI DICHIARATI IN PROVINCIA DI TORINO - ANNO 1989 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 2 2 0 1 1 0 0 1 2 0 0 1 0 8 3 3 7 8 3 5 5 10 0 1 3 5 2 52 4 3 6 2 3 4 1 6 1 1 2 7 1 37 5

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/1/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/1/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 7: aggiornamento al 3//7 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

LA DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA

LA DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA NOTE CONGIUNTURALI LA DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 3 TRIMESTRE Ufficio studi Camera di Commercio di Modena Via Ganaceto, 134 41100 Modena Tel. 059 208423 http://www.mo.camcom.it

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VIBO VALENTIA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VIBO VALENTIA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2012 TAVOLE CONGIUNTURALI Elaborazioni a: gennaio 2013 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità trimestrale Dinamismo

Dettagli

LE IMPRESE LIGURI NEL 2014

LE IMPRESE LIGURI NEL 2014 LE IMPRESE LIGURI NEL 214 Ci lasciamo alle spalle un anno ancora difficile: perse altre 9 imprese, più della metà sono artigiane I dati di chiusura del 214 non sono confortanti: il saldo tra imprese iscritte

Dettagli

Infortuni sul lavoro Anni

Infortuni sul lavoro Anni Statistica e Osservatori NOTIZIESTATISTICHE STATISTICA E OSSERVATORI N. 2 - Luglio 2008 L INAIL produce annualmente un rapporto sulle denunce di infortuni sul lavoro. I dati sono derivati da archivi gestionali

Dettagli

Gennaio. Marzo Totale SUL LAVORO DI. In occasione. mezzo di trasporto 28. Senzaa mezzo di. In itinere Senza. In itinere.

Gennaio. Marzo Totale SUL LAVORO DI. In occasione. mezzo di trasporto 28. Senzaa mezzo di. In itinere Senza. In itinere. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 216: aggiornamento al 1//216 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

FIDUCIA DELLE IMPRESE DEI SERVIZI E DEL COMMERCIO

FIDUCIA DELLE IMPRESE DEI SERVIZI E DEL COMMERCIO 26 Ottobre Ottobre FIDUCIA DELLE IMPRESE DEI SERVIZI E DEL COMMERCIO Nel mese di ottobre l indice destagionalizzato del clima di fiducia sale nelle imprese dei servizi, ma scende in quelle del commercio

Dettagli

MOVIMPRESE - ANNO 2007 Natalità e mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana

MOVIMPRESE - ANNO 2007 Natalità e mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana MOVIMPRESE - ANNO 2007 Natalità e mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana 1. L andamento generale A fine 2007 il numero di imprese registrate presso le Camere di

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

Contiene un Focus sulle Comunicazioni Obbligatorie 2015 e 1 T (fonte: MLPS)

Contiene un Focus sulle Comunicazioni Obbligatorie 2015 e 1 T (fonte: MLPS) Contiene un Focus sulle Comunicazioni Obbligatorie 2015 e 1 T. 2016 (fonte: MLPS) Commercio estero e prezzi all import Maggio: export -0,2% import -1,2%, prezzi all import prodotti industriali +1,0% su

Dettagli

Lavoro occasionale Di tipo accessorio

Lavoro occasionale Di tipo accessorio Lavoro occasionale Di tipo accessorio terzo TRIMESTRE/ 211 aprile 212 Il Report è stato realizzato da Giorgio Plazzi e Chiara Cristini, ricercatori dell Agenzia regionale del lavoro. Si ringrazia Mauro

Dettagli

La Lombardia è la regione con il numero maggiore di imprese attive (circa 803.000): la metà sono imprese individuali, ¼ sono società di capitale e ¼

La Lombardia è la regione con il numero maggiore di imprese attive (circa 803.000): la metà sono imprese individuali, ¼ sono società di capitale e ¼ Analisi di settore Questo documento è un analisi sintetica sulle caratteristiche delle imprese italiane suddivise nei principali settori merceologici. L analisi è realizzata da CRIBIS.it con l ausilio

Dettagli

DISTRIBUZIONE % DELLA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE PER NAZIONALITÀ

DISTRIBUZIONE % DELLA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE PER NAZIONALITÀ DISTRIBUZIONE % DELLA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE PER NAZIONALITÀ - 31.12.2007 Asia 8,6% Americhe 25,8% Europa 46,5% Africa 19,2% Fonte: Istat 2 MERCATO DEL LAVORO Nel secondo trimestre 2008 l'offerta

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI. Toscana REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI. Toscana REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Dicembre 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità

Dettagli

Gennaio. Aprile 2015 223 187 36 82 34 48 305. In occasione. di lavoro. di trasporto 48. di lavoro Senza mezzo In itinere. mezzo di trasporto 34

Gennaio. Aprile 2015 223 187 36 82 34 48 305. In occasione. di lavoro. di trasporto 48. di lavoro Senza mezzo In itinere. mezzo di trasporto 34 OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 30/0/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio giugno 2008 17 settembre 2008 Nel periodo gennaio-giugno 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un incremento del 5,9 per cento rispetto

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ANCONA REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2016 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ANCONA REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2016 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2016 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Marzo 2016 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2013 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2013 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2013 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: marzo 2013 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI. Calabria REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2013 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI. Calabria REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2013 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2013 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: marzo 2013 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 2012

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 2012 IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 212 Nei primi tre mesi del 212 il valore delle esportazioni italiane di merci è aumentato del 5,5 per cento rispetto allo stesso periodo del 211 per un totale

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI BRESCIA REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2012

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI BRESCIA REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2012 CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2012 INSIEME DI IMPRESE ATTIVE elaborazioni a: Marzo 2012 Indice delle tavole Dati strutturali

Dettagli

Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno 2013

Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno 2013 Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno CIGO e CIGS e CIG in Deroga CIGO CIGS Il numero di ore di cassa integrazione ordinaria, straordinaria ed in deroga complessivamente

Dettagli

CASA.IT : Nota Congiunturale Mercato immobiliare residenziale

CASA.IT : Nota Congiunturale Mercato immobiliare residenziale CASA.IT : Nota Congiunturale Mercato immobiliare residenziale A cura del Centro Studi di Casa.it Maggio 2013 OVERVIEW: Highlights Alla fine del 2012 gli scambi di abitazioni in Italia hanno fatto registrare

Dettagli

FIDUCIA DELLE IMPRESE DEI SERVIZI E DEL COMMERCIO

FIDUCIA DELLE IMPRESE DEI SERVIZI E DEL COMMERCIO 28 aprile 2011 Aprile 2011 FIDUCIA DELLE IMPRESE DEI SERVIZI E DEL COMMERCIO Nel mese di aprile 2011 l indice destagionalizzato del clima di fiducia sale per le imprese del commercio (da 100,8 di marzo

Dettagli

Ufficio Studi. Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche

Ufficio Studi. Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche Ufficio Studi Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche Il report è stato

Dettagli

FIDUCIA DELLE IMPRESE DEI SERVIZI E DEL COMMERCIO

FIDUCIA DELLE IMPRESE DEI SERVIZI E DEL COMMERCIO 30 Gennaio 2012 Gennaio 2012 FIDUCIA DELLE IMPRESE DEI SERVIZI E DEL COMMERCIO Nel mese di gennaio l indice destagionalizzato del clima di fiducia scende ancora sia nelle imprese dei servizi, sia in quelle

Dettagli

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE LOMBARDE 2 trimestre 2015

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE LOMBARDE 2 trimestre 2015 II III IV II III IV II III IV II III IV II Numero attive variazione % DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE LOMBARDE estre Il secondo trimestre del registra un saldo positivo pari a 5.256 tra imprese che si sono iscritte

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/9/2016 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/9/2016 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/9/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Edifici e abitazioni

Edifici e abitazioni 11 agosto 2014 Edifici e abitazioni L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi sugli edifici. Il censimento degli edifici è avvenuto nel 2011 con modalità e tecnologie profondamente rinnovate rispetto

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI MODENA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI MODENA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2012 INSIEME DELLE IMPRESE REGISTRATE Elaborazioni a: gennaio 2013 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale 0. Analisi

Dettagli

CONTABILITÀ NAZIONALE - DATI TERRITORIALI

CONTABILITÀ NAZIONALE - DATI TERRITORIALI 8 CONTABILITÀ NAZIONALE - DATI TERRITORIALI Nel 2005, in termini reali, il PIL ha avuto una crescita, a livello nazionale, pari allo zero (rispetto all'anno precedente), La staticità del PIL a livello

Dettagli

I primati di Bologna nel mercato del lavoro nel 2007

I primati di Bologna nel mercato del lavoro nel 2007 I primati di nel mercato del lavoro nel 2007 Maggio 2008 Direttore: Gianluigi Bovini Coordinamento tecnico: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Mappe tematiche: Fabrizio Dell Atti Le elaborazioni

Dettagli

IMPRESA CULTURA CREATIVITÀ, PARTECIPAZIONE, COMPETITIVITÀ. - Focus Roma e Lazio - L andamento della domanda culturale nella Capitale e nella regione

IMPRESA CULTURA CREATIVITÀ, PARTECIPAZIONE, COMPETITIVITÀ. - Focus Roma e Lazio - L andamento della domanda culturale nella Capitale e nella regione IMPRESA CULTURA CREATIVITÀ, PARTECIPAZIONE, COMPETITIVITÀ 12 Rapporto Annuale Federculture 2016 - Focus Roma e Lazio - L andamento della domanda culturale nella Capitale e nella regione In termini di spesa

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/10/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CREMONA REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CREMONA REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI DELLE IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Dicembre 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/11/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di

Dettagli

27 febbraio Febbraio 2014 CLIMA DI FIDUCIA DELLE IMPRESE

27 febbraio Febbraio 2014 CLIMA DI FIDUCIA DELLE IMPRESE 27 febbraio 2014 Febbraio 2014 CLIMA DI FIDUCIA DELLE IMPRESE A febbraio 2014 l indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane (Iesi, Istat economic sentiment indicator), espresso in base

Dettagli

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO SECO STATISTICHE E COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO Le dinamiche trimestrali Aggiornamento al 3 trimestre 2015 a cura del NETWORK SECO Dicembre 2015 Il Network SeCO è costituito

Dettagli

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 IL PART-TIME IN ITALIA Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 PANEL DATA P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it info@datagiovani.it

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

CLIMA DI FIDUCIA DELLE IMPRESE

CLIMA DI FIDUCIA DELLE IMPRESE Agosto CLIMA DI FIDUCIA DELLE IMPRESE Ad agosto l indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane (Iesi, Istat economic sentiment indicator), espresso in base 2005=100, scende a 88,2 da 90,8

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2016 Anno 2015 Cittadini Extracomunitari Nell anno 2015 il numero di cittadini extracomunitari 1 conosciuti all INPS,

Dettagli